Articolo Successivo >>

Attenzione al bambinone

Le caretteristiche del bambinoneUrca, doveva essere il lancio promozionale di una nuova serie tv a confermare una drammatica sensazione che molte donne conoscono bene: gli uomini per lo più sono degli immaturi e la sindrome del bambinone, ahimé, è molto diffusa. Lo dice un sondaggio condotto dagli americani, sulle donne americane. Che, come molte altre donne, sono convinte che gli uomini non siano persone mature e che, molto spesso, o maturano molto avanti con l’età o, addirittura, non maturano proprio per niente. Mai nella loro vita.

"Si è giovani una volta sola, ma si può essere immaturi per sempre.Philip Roth"

Ok, se tu hai la sensazione di essere circondata da uomini-bambinoni, di avere un partner che è un “bambinone” o di essere passata, nelle relazioni che hai avuto, da un bambinone a un altro bambinone, non sei la sola al mondo. Sei in numerosa compagnia. E questo, però, non significa “mal comune mezzo gaudio”.

Ma procediamo con calma.

Un importante canale televisivo americano, Nickleodeon, sta mandando in onda una nuova serie intitolata Wendell & Vinnie. Wendell è un ragazzino (per davvero) che ha dodici anni ed è molto intelligente, serio e posato. Vinnie è un uomo tra i 35 e i 40 anni che ha un’attività ben avviata e nessun problema nella vita. Fino a che non è obbligato a prendersi cura di Wendell, che è suo nipote e del quale è stato nominato tutore legale.

Lì iniziano i guai – come in tutte le serie tv che si rispettino – dato che lo zio-bambinone non è proprio in grado di comportarsi da bravo adulto.

Il bambinone e le donne

Fatto sta che per pubblicizzare Wendell & Winnie, gli addetti marketing della Nickleodeon hanno fatto un grande sondaggio e hanno chiesto alle donne americane che cosa ne pensano degli uomini che hanno accanto o con i quali hanno avuto storie passate. Il verdetto del popolo femminile americano è stato impietoso (o forse realistico, giudica tu): secondo le nostre amiche d’oltreoceano gli uomini maturano almeno con un ritardo di dieci anni rispetto alle donne, talvolta non maturano mai e molte donne lasciano o hanno intenzione di lasciare il proprio compagno dato che di fatto non è un adulto, ma un bambinone, spesso davvero insopportabile.

Due informazioni interessanti in più: la prima è che gli uomini non sembrano essere rimasti molto toccati da queste considerazioni, anzi, in molti casi si sono dichiarati – orgogliosamente – “immaturi cronici” e quindi bambinoni per sempre; la seconda è che è stata stilata una lista dei 30 comportamenti ad alto tasso di infantilismo, che le donne considerano intollerabili da parte di un uomo/bambinone.

La lista include perle come “giocare ai videogiochi”, “fare scherzi in continuazione” e  “stare zitti durante i litigi”.

Il bambinone: come riconoscerlo, come evitarlo

Inutile dire che i risultati del sondaggio hanno suscitato polemiche: molti uomini non solo sono orgogliosissimi del bambinone che è in loro, ma sostengono che, molto spesso, le donne non sono meno bambine di loro. Per esempio quando pensano troppo allo shopping o si perdono in chiacchiere fiume con le amiche.

Va bene. Teniamo presente anche l’”altra campana”, è importante. Nello stesso tempo è essenziale che, se vuoi realizzare una relazione sana e duratura, tu debba saper riconoscere quanto è bambinone l’uomo con cui stai e che ti interessa. Perché sei sempre in tempo a evitarlo e a incontrare un uomo adulto con il quale instaurare un rapporto alla pari.

Perché – sono sicura che l’hai già intuito – molto spesso la prima caratteristica che definisce un bambinone è che non ha nessuna voglia di impegnarsi davvero in una relazione seria. E, se per caso sta vivendo una relazione di coppia anche da tanto tempo, in realtà “va al traino”, ci sta come un bambino con la mamma, insomma lascia a te il peso di tutte le fatiche e di tutti i compromessi del rapporto. Vita durissima con lui. Ne vale la pena?

Le 10 caratteristiche-base del bambinone

Quali sono le altre caratteristiche del bambinone?

1)      Non si assume le “grandi respondabilità” della vita. Molto spesso è perfettamente in grado di guadagnarsi uno stipendio – magari anche un ottimo stipendio – o di avere un buon lavoro e di fare una grande carriera. Ma, per esempio, rifugge dalle responsibilità che possono venire dall’avere figli. O preferisce non averne dle tutto, di figli, o, se li ha, delega l’impegno vero dell’educazione agli altri. In compenso è un ottimo “amicone” dei propri bambini e un grande compagno di giochi.

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

2)      Non sa decidersi: tra due relazioni, per il matrimonio o per una separazione. Se è un uomo sposato che ha un’amante, ama (a modo suo) entrambe le compagne e non sceglie mai tra le due. Almeno che una delle due (o entrambe) decida per lui.

3)      Non vuole grane. Molto spesso sa risolvere egregiamente problemi pratici e tecnici (gestisce le faccende con la banca e con il commercialista, sa come si parla con il meccanico e quale macchina è meglio comprare) ma tutto quello che ha un risvolto “emotivo” è davvero troppo grande per lui.

4)      Si comporta con la compagna come si comporta o si comporterebbe con la sua mamma: in un certo senso le riconosce autorità e capacità e si affida a lei.

5)      E’ un simpaticone, cerca affannosamente e molto spesso trova il lato buffo di ogni aspetto della vita: questo serve a placare le sue ansie, ma spesso aumenta quelle della compagna, fino a condurla all’esasperazione.

6)      E’ molto attratto dall’esteriorità e non riesce ad andare nel profondo delle relazioni e ad ascoltare le esigenze dell’altra persona.

7)      Preferisce non fare progetti a lungo termine. E molto spesso nemmeno a breve: fissare un appuntamento una settimana per l’altra lo fa sentire “ingabbiato”.

8)      Come tutti i bambini di questo mondo, anche il bambinone cambia umore spessissimo e apparentemente senza motivo. Cambia anche opinione molto facilmente, cambiando le carte in tavola. “Un giorno è sul melo, l’altro giorno è sul pero”, come si dice…

9)      Dice frasi infelici senza pensarci e rischia di offenderti con facilità, perché, come i bambini veri, anche il bambinone non ha schermi.

10)   L’ho già detto ma è importante ribadirlo: sa di essere un bambinone e, più che esserne orgoglioso, usa questo suo tratto caratteriale come scudo, scusa e giustificazione per non tirarsi su le maniche, non crescere e non assumersi le proprie responsabilità.

Se conosci o se stai con un bambinone ora hai qualche elemento in più di valutazione. E’ importante che prima di pensare al tuo bambinone tu pensi bene a che cosa vuoi realmente per te e come puoi ottenerlo, senza far conto su nessuno.

Che cosa ne pensi, è sconfortante o è solo la cruda realtà? Secondo te è possibile realizzare una bel rapporto di coppia con un bambinone? Quali sono le caratteristiche che tu aggiungeresti o quelle che proprio non riesci a sopportare in un uomo del genere?

Lascia un Commento!

186 Commenti

  1. Avatar di ELISABETA

    ELISABETA 6 anni fa (28 Dicembre 2014 21:18)

    E' MOLTO INTERESSANTE CONSTATARE CHE LEGGENDO Le 10 caratteristiche-base del bambinone MESSE AL FEMMINILE, CALZANO PERFETTAMENTE ALL'OPINIONE CHE MIO FRATELLO DI 40 ANNI CHE VIVE A LOS ANGELES HA DELLE DONNE AMERICANE . INTERESSANTE VERAMENTE INTERESSANTE.
    Rispondi a ELISABETA Commenta l’articolo

  2. Avatar di mary

    mary 5 anni fa (5 Marzo 2015 23:45)

    Donne nn fatevi infinocchiare da questi stupidi uomoni io x 5 anni ho pagato.la mia vacanza fatto regali costosi mi sono presa cura dell immagine di lui ( faccio la parrucchiera ) gli compravo sigarette farmaci r ricariche alla fine x uno stupido litigio di cui io ne sono stata fortemente vittima mi ha mand a quel paese e sr ne andato in vacanza e nn solo mi ha sputtanata di fronte a tutta la sua famiglia lui fa l assicuratore e fa sempre la parte del poverello con me ha 10 anni in piu di me e mi ha detto che mi sono montata la testa solo xche gli ho risp difrpnte alle sue 1000 offese che persona stupida ed ha fatto diventare me una repressa nn fidatevi specie sr nominano sempre le madri elogiandole piu di voi
    Rispondi a mary Commenta l’articolo

  3. Avatar di Simone

    Simone 5 anni fa (7 Novembre 2015 6:36)

    Mò mi sono scocciato con queste ricerche che vanno a trovare sempre e solo i difetti agli uomini!!!!!!!!!!!!!Basta no!Ma le donne non si guardano mai allo specchio??? Non si fanno mai un esame di coscienza??? Avranno miliardi di difetti in più degli uomini....e stanno sempre a giudicare noi??????
    Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 anni fa (7 Novembre 2015 13:05)

      Simone, ti senti chiamato in causa da reagire con tanta acredine indiscriminata? Perché senti il bisogno di scagliare filippiche contro l'intero universo femminile per difendere l'intera categoria maschile, quando qui si parla di tipologie esistenti, e non di tutti gli uomini? Riflettici. Spero per te che non sia solo voglia di provocare polemiche, perché qui si ha di meglio da fare. Saluti.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Valeria87

      Valeria87 5 anni fa (7 Novembre 2015 13:32)

      Ciao, Simone. Come mai ti senti chiamato in causa da quest'articolo? :) Qui si parla di alcuni uomini, non certo tutti. Sai, a me non interessa giudicare: non ne ho il tempo, ecco. Ieri sera sono stata a una riunione di una delle associazioni di cui faccio parte: si è parlato di tanti progetti, come mettere su un sito web, o pianificare attività di sostegno alla Conferenza di Parigi sul Clima che si terrà a fine mese. Insomma, sono uscita carica di idee ed energia. Un partecipante mi ha chiesto il numero con la scusa di sentirci per qualche progetto, e al momento di congedarsi, quando mi sono accostata per dare i classici baci sulle guance, mi ha praticamente baciata in bocca; stamattina mi ha poi scritto un paio di messaggi abbastanza idioti. Ecco, io non ho più il tempo di giudicare costui, di chiedermi se sia più pirla o più stronzo. Ho di meglio da fare.
      Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 5 anni fa (7 Novembre 2015 14:14)

      quali sarebbero questi miliardi di difetti che le donne hanno in più rispetto agli uomini?
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

  4. Avatar di Dani

    Dani 5 anni fa (10 Febbraio 2016 10:33)

    Cara Ilaria...come stai?....volevo chiederti un consiglio su come secondo te ci deve comportare di fronte ad un litigio....a volte io non so come comportarmi...a prescindere da chi abbia torto o ragione. ...si deve sempre soprassedere e passare oltre., oppure se ci si sente in ragione aspettare che sia l'altro a chiedere scusa?......mi sono un po' scocciata in realtà di passare sopra alle cose anche se sono cose di poco conto...... mi potresti dare un parere Ilaria?......grazie mille e buona giornata...
    Rispondi a Dani Commenta l’articolo

  5. Avatar di Valeria

    Valeria 4 anni fa (15 Febbraio 2016 22:28)

    Mmh, diciamo che la situazione è un pò complessa e al giorno d'oggi la "bamboneria" di molti uomini o anche donne dipende dal tipo di società attuale.D'altro canto, non bisogna demonizzare tutto il fenomeno in sé perché l'esplosione di sindrome di Peter Pan e simili nei maschi o nelle femmine è anche il segno dei tempi, la fine della società patriarcale(tutta responsabilità e dovere con conseguente demonizzazione di tutto ciò che è giovane) e il passaggio all'attuale società neomatriarcale(non a caso si parla sempre di "mammoni") e dal punto di vista filosofico dominata dal pensiero debole e dal relativismo postmoderno,base mentale di ogni Peter Pan che si rispetti(amoralismo,ossessione del nuovo ecc,primato della quantità e dell'egualitarismo sostanziale e rigetto della qualità e della meritocrazia).Non a caso questo fenomeno è dominante in America così come in Nord Europa e quasi del tutto assente in paesi come la Russia e altri basati su ideologie conservatrici, dove ci sono uomini con la testa sulle spalle e sin troppo legati all'etica del dovere ma certamente c'è molta meno libertà.Non dimentichiamo che il mito dell'eterna adolescenza è nato nel 68 e tutti questi atteggiamenti nel tempo hanno portato a un maggiore liberalismo etico, al maggiore peso dato ai diritti civili,all'uguaglianza e a tutte queste cose.Quindi il mio consiglio è auspicare che si argini questo fenomeno senza scardinare comunque tutte le premesse, che la società diventi più equa (non matriarcale né patriarcale) e che la responsabilità,l'etica del dovere e tutte queste cose tornino ad avere un peso senza però innescare al ritorno a modelli tradizionalisti e eccessivamente conservatori/reazionari, ma semmai far sì che andiamo verso una società di diritti così come di doveri, di piaceri così come di sacrifici, di libertà sessuale così come di sani principi,di progressismo così come di autentici valori,di globalizzazione così come di valorizzazione e rispetto della propria identità individuale,culturale,nazionale e così via(altro tema molto importante questo discorso e che c'entra molto visto che l'identità è legata al limite, ciò che manca ai "bambinoni" che sono abbastanza indifferenziati e slegati dalle radici), di parità così come di sana meritocrazia, andando anche oltre una certa deleteria cultura del piagnisteo e del vittimismo dominante e di conseguenza dell'utilizzo sbagliato del politicamente coretto, che sembrerà non c'entri ma per capire rimando agli studi di Christopher Larsch che fu uno dei primi a denunciare il "bambolismo" e la "cultura del narcisismo" in tempi non sospetti.Solo una rivoluzione culturale e sociale non violenta potrà rimettere a posto le cose e non è certo utopia né negazione del problema, visto che anche il fenomeno dei "bambinoni" e dei Peter Pan ha avuto il suo picco proprio grazie al cambiamento di mentalità descritto prima e un nuovo cambiamento di mentalità sicuramente porterà le cose a un migliore livello, e d'altronde come affermava tanto Marx quanto sa ogni sociologo,psicologo sociale se non cambia la mentalità e i fattori sociali e culturali,difficilmente cambiano gli individui nel loro rapporto con il mondo esterno
    Rispondi a Valeria Commenta l’articolo

  6. Avatar di Livia

    Livia 4 anni fa (25 Marzo 2016 22:08)

    Ho avuto a che fare con un mammone di prima categoria: avevo 16 anni e lui 8 più di me, volevo stare con lui perché era gentile, mi riempiva di regali e di frasi dolci ma quando dopo 8 mesi lui non aveva ancora lavoro mi arrabbiai molto poiché non si adattava a fare nulla trovando le peggio scuse, del tipo che lo pagavano poco, che era troppo pesante però se consigliatogli dalla madre, andava senza protestare. La madre poi era peggio di lui, si lamentava che ero rompiscatole, ero invadente e che accusavo sempre il figlio. Lei lo ha dovuto crescere da sola dopo un matrimonio di 3 anni andato male e di certo lui era anche offensivo: rideva dei miei progetti di viaggiare per lavoro, poi una volta che mi ha mollata, mi ha chiesto il numero di una ragazza che conoscevo con la scusa che era per un suo amico, quando in realtà lui ci voleva provare. Sono passati anni da allora e nonostante a volte mi rimanga a guardare, non ci siamo mai salutati, né parlati e di gente come questa il mondo ne deve essere priva all'istante
    Rispondi a Livia Commenta l’articolo

  7. Avatar di Andrea

    Andrea 5 anni fa (1 Aprile 2015 10:54)

    Alla fine della fiera secondo voi un uomo che ha cura di sua madre ci fa le ferie insieme ricordando i bei tempi andati è un bambino? Oppure vi scoccia che il posizionato di turno non sia come piace a voi? Un principe azzurro? Ho avuto relazioni in passato con donne che sembrava non comprendessero che un uomo viene da una famiglia, non è che puo dimenticarsene solo perché ha una relazione. Un uomo, anche se guadagna bene, puo avere piacere di stare dai suoi per affetto, per godere di quell'ambiente familiare fino a quando non troverà la donna per la vita.
    Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

    • Avatar di luiza

      luiza 4 anni fa (27 Aprile 2016 14:52)

      Mamiiiiina ?
      Rispondi a luiza Commenta l’articolo

    • Avatar di Ce

      Ce 4 anni fa (6 Giugno 2016 15:45)

      Secondo me un uomo che é molto legato alla sua famiglia d'origine é maturo e si spera che si prenderà cura allo stesso modo della famiglia che creerà in futuro. Forse l'articolo si riferiva agli uomini che non fanno un passo senza il permesso della mamma anche se sono abbastanza adulti da muoversi da soli e magari hanno pure una famiglia per conto proprio.
      Rispondi a Ce Commenta l’articolo

  8. Avatar di eva

    eva 4 anni fa (6 Giugno 2016 23:07)

    Ciao a tuttii. Io non so se definire il mio compagno un bambinone ma vi chiedo un consiglio. Lui ha 40 anni e vive con la madre. Vedova da tanto tempo. E una sorella sposata. Il rapporto che c'è tra lui e sua madre mi preoccupa....e abbastanza chiaro innanzitutto io e lei non ci sopportiamo. Io perché comunque nn la vedo una donna indipendente ( se il figlio manca da casa x piu gg lei fa storie ) e lei nn mi sopporta....perche credo glielo porto via. Ora....nn c'è nessuna convivenza e nessuna progettualità ma stiam insieme da un anno e mezzo e qs cosa mi sta stretta. Lui lo sa bene. Cosa mi consigliate di fare ? E soprattutto un parere a qualche uomo se c'è.....cosa vi spinge a nn lasciare vs madre sola ? Intendiamoci va bene voler bene alla propria madre ma se ciò porta....liti con la propria donna....nn so fin che punto esser d'accordo. Grazie mille
    Rispondi a eva Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (6 Giugno 2016 23:14)

      Io ho una domanda per te: che cosa ti spinge ad accontertari di una relazione del genere?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 4 anni fa (7 Giugno 2016 9:16)

      Eva mi permetto di dirti la mia parlando per esperienza: Giustificherei tale atteggiamento se la mamma fosse sola e con problematiche di salute, ma comunque 1anno e mezzo è già parecchio tempo per non aver ancora pianificato o quantomeno discusso su un possibile futuro. Il fatto che la "suocera" non ti sopporti potrebbe sottintendere dinamiche negative che solo tu puoi percepire....valuta se sia il caso di continuare ad investire energie in una relazione non chiarissima, o se passare oltre.ciao
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Eva

      Eva 4 anni fa (7 Giugno 2016 11:19)

      intanto grazie mille. ho bisogno di un parere maschile allora progetti ancora non ce ne sono. io sono anche mamma e divorziata. diciamo che abbiam rischiato più volte di lasciarci anche x la sua situazione a casa. sua mamma non ha problemi di salute ma da ql che percepisco lo fa sentire in colpa e litigano quando lui viene da me. pero almeno li mi pare che litigano ma poi lui da me viene comunque (mi dice....l'importante è che io mi faccia scivolare le cose di dosso e cosi dovresti fare anche tu)
      Rispondi a Eva Commenta l’articolo

    • Avatar di Sara

      Sara 4 anni fa (12 Giugno 2016 1:13)

      A me fa un po pena.. Sembra che lui sopporti la madre solo perché è la madre
      Rispondi a Sara Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (12 Giugno 2016 10:28)

      Beh, stare con uno che "fa pena" é... penoso.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Eva

      Eva 4 anni fa (7 Giugno 2016 11:23)

      inoltre qs donna nn è che nn sopporta me.....qualsiasi genero o qualsiasi nuora...nn le garba. ma li ormai....ci ho sofferto fino a qualche mese fa...ora mi ci sono chiusa anche io. come a dire...ognuno a casa propria
      Rispondi a Eva Commenta l’articolo

  9. Avatar di Alice

    Alice 4 anni fa (15 Giugno 2016 11:27)

    Tra l'altro proprio i suoi comportamenti denotano una certa (a mio parere) infantilità... Cerco di farvi un sunto: quando mangia molto spesso si sporca i vestiti; quando siamo in compagnia deve sempre parlare lui, e se magari qualcun altro sta dicendo la sua, lui li interrompe insistentemente e interviene con commenti che magari non c'entrano nulla; normalmente usa un tono di voce molto alto (disturbando le altre persone che ci sono in casa), anche quando sono le 2 di notte e magari è a dormire a casa mia e tutti già dormono; dorme con la luce accesa, spesso parla da solo quando gioca al pc, oppure quando siamo in gruppo e si vuole vedere un film che a lui non piace passa tutto il tempo a lamentarsi di quando gli faccia schifo impedendone la visione e attirandosi addosso una marea di critiche da tutti i suoi amici (che tra l'altro sono i pochi che vede e sono tutti amici di suo fratello, che ha 18 anni)...
    Rispondi a Alice Commenta l’articolo

    • Avatar di c

      c 4 anni fa (16 Giugno 2016 10:02)

      Alice, scusami, ma più lo descrivi e più é evidente che 'sto ragazzo ha enormi problemi. Sarà pure adulto biologicamente e anagraficamente, ma ha dei comportamenti da bambino scemo e pure rompipalle. Ovvio che ti ricopre di complimenti: a uno cosi non gli par vero di avere una ragazza! Peraltro, a prescindere da com'é un uomo (oltre a marmocchi come il tuo ci sono tanti pseudoadulti), non é positivo portare avanti una relazione con un uomo sbagliato solo perché ricopre di complimenti, carezze, smancerie e regali... E non é un caso che tu ti ponga tante domande. Credo sia il momento di darti la risposta che in fondo sai già.
      Rispondi a c Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (16 Giugno 2016 12:20)

      Sorry, pasticci con lo smartphone... "C" sono io :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Alice

      Alice 4 anni fa (16 Giugno 2016 13:49)

      Grazie per la risposta.. alla fine l'ho lasciato ieri. Fa male, tanto. Nonostante creda di aver fatto la scelta giusta mi sento molto confusa a riguardo, e il pensiero di dire addio ad un affetto del genere mi fa mancare il fiato... Ma credo di dovermi solo concedere del tempo per comprendere che alla fin fine non c'era altro da fare... Grazie per tutte le risposte, sono state veramente utilissime.
      Rispondi a Alice Commenta l’articolo

  10. Avatar di Manuela

    Manuela 4 anni fa (21 Giugno 2016 18:14)

    Ciao a tutti, io sto con un uomo di 32 anni (io 27) e ho svariati dubbi..stiamo insieme da 3 anni ma fin dall'inizio sono sorti problemi..all'inizio aveva problema sessuali..scarso desiderio dovuto soprattutto al terrore di avere figli (pur desiderandoli..in futuro), poi son saltati fuori i problemi con la sua famiglia..sua madre mi odia senza motivo e si intromette ogni 3 mesi con le sue idee, lui non fa quello che vuole lei però ogni volta va in paranoia ed è pieno di sensi di colpa percui passa e mi fa passare un periodaccio. Noi viviamo insieme, per cambiare città e allontanarci un pochino da quella dei suoi..di 20 km ci ha messo un anno...un anno di tormento. Ha un lavoro ma è tanto sottopagato..il datore l'ha sfruttato e lui non si osa a chiedere un aumento..ha capito che gli da la paga di un ragazzo alle prime armi ma non ce la fa ad affrontarlo. Mi dice che in caso rifiutasse ne conseguirebbe una scarsa propensione da parte del mio compagno a lavorare bene e ciò non fa parte dell sua etica..mentre metterci anni e anni per mettere via dei soldi per un eventuale nostro futuro quello si che va bene. Lo deve affrontare ormai da 1 anno e oggi mi ha detto che si è dato tempo fino a fine 2016... Lui va da una psicologa da 2 anni e mezzo e pochi giorni fa è riuscito (finalmente e non senza tenetennamenti) ad affrontare la madre con cui ha litigato, le ha detto che lui sceglie me e che è dalla mia parte. Lui però a me dice che non mi basta mai..che c'è sempre qualcosa che non va. Questo riflettendoci ho capito che è vero..ma penso perchè comunque lui ha sempre qualche problema...ora c'è sta psicologa che si rifiuta di fargli le fatture e in questo modo lui ci perderebbe almeno 600 euro non potendole inserire nel 730...la reazione sua è stata quella di dire che si..sta cosa non gli piace ma che non le vuole chiedere le fatture adducendo scuse...la verità è che ha paura di affrontarla in quanto con lei ha costruito un rapporto. Questa mancanza di palle non ce l'ha con tutti..più volte l'ho visto litigare con estranei che gli avevano mancato di rispetto...ma quando si tratta di rapporti stretti riesce a litigare solo con me. I lati positivi di questo uomo sono che mi fa tanti complimenti, è abbastanza premuroso, è generoso e altruista, è intelligente e sensibile, è andato da una psicologa per affrontare i suoi problemi quindi la voglia di migliorare c'è..ha fatto tanti passi avanti ma ancora succedono questi fatti (psicologa e fatture..lavoro) che mi fanno cascare le braccia..poi secondo me non è ben conscio dei suoi problemi perchè non ha ancora capito che è ben fortunato ad avere una ragazza con tutti sti difetti..e invece di ringraziarmi per la pazienza che ho mi dice che non mi va mai bene niente....sfido a trovare un'altra donna che sia contenta in questa situazione.
    Rispondi a Manuela Commenta l’articolo

  11. Avatar di Nicholas

    Nicholas 4 anni fa (29 Giugno 2016 9:33)

    Purtroppo il clima ed il contesto legale è talmente anti-uomo che nessun uomo sano di mente è oggi disposto a mettere a serio rischio la propria sanità mentale e le proprie finanze in una cosiddetta relazione legale sia essa matrimonio o convivenza. Basta guardare le statische sul matrimonio per capire che gli uomini non sono più disposti a essere sacrificati in tribunale in una battaglia decisamente impari. I tempi mutano e credo che sempre più donne dovranno imparare a fare a meno di un uomo. Ma poi che ve ne fate di un bambinone? Non sarebbe meglio a quel punto stare da sole? Oppure la verità è che il bambinone è più attraente del cosiddetto bravo ragazzo che non trasmette nessuna emozione ma che come provveditore di risorse va più che bene? Non si è mai contenti di quello che si ha e si cerca di modificarlo a nostro piacimento. Un bambinone è decisamente una sfida più stuzzicante di un bravo ragazzo tutto casa e famiglia...
    Rispondi a Nicholas Commenta l’articolo

  12. Avatar di helen

    helen 5 anni fa (19 Febbraio 2015 5:49)

    Carissimi, ho avuto relazione, per fortuna abbastanza breve, con soggetto che vive solo, ha un ruolo di prestigio, cucina e pulisce casa...ma tutte le sere è al telefono con mamma, in vacanza va coi genitori e tutti i ponti, feste, week end sta con la famiglia. E la famiglia si lamenta pure che a 44 anni non ha ancora fatto figli. La madre l ha castrato e si stupisce che il figlio ora è diventato un immaturo, fanatico del lavoro e di poche altre cose (sci, calcio). Frequenta amici putt.nieri che rifuggono relazioni sentimentali stabili, vanno a donne nei privee e si confrontano solo con donnette. Forse dietro tanti immaturi ci sono mamme che hanno fagocitato i loro bambini fino a renderli degli inetti.
    Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di risposta

      risposta 4 anni fa (2 Luglio 2016 13:05)

      Vero quello che scrivi , mi trovo anch'io un po in questa situazione ma e' anche vero che le mamme che ci hanno cresciuto prima che mamme sono donne......
      Rispondi a risposta Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 4 anni fa (2 Luglio 2016 13:31)

      Alcune donne, molte, come molti uomini, sono poco evolute. Per cui la donna poco evoluta trasmette ai figli la sua poco evoluzione... Poi un uomo cresce e può decidere di cambiare...
      Rispondi a London Commenta l’articolo

  13. Avatar di max

    max 4 anni fa (3 Luglio 2016 3:45)

    che dire Gea al commento "sprezzante" del macho di turno? troppi maschi -soprattutto quelli invischiati nei social network- non hanno ancora capito che hanno in dono gli occhi ed il cuore per vedere, sentire (to feel) & rispettare la BELLEZZA delle DONNE che ci circondano, ed invece perdono tempo a piangersi addosso, dopo separazioni che un motivo ce l' avranno pur avuto, o in furibonde serate mondane fra aperi-cene e discoteche, in cerca del divertimento vacuo che regna sovrano al giorno d' oggi, o dietro ad un "like" sull' ennesima foto sorridente (quando Zuckerberg si renderà conto che ha provocato un danno ENORME al mondo intero, creando qualcosa che ha peggiorato i rapporti sociali, alienandoli in modo drammatico, evadendo pure le tasse, sarà ormai troppo tardi!)...o forse non hanno avuto la fortuna di avere una Donna che voglia amarli, o l' hanno persa, perché in ultima analisi non hanno saputo renderla la più speciale che ci fosse sulla terra, quella per cui ringrazi Dio o chi per esso, che ce l' hai di fianco quando ti svegli al mattino...perché puoi trovare la bellezza ovunque, ma quella di una donna (dall' amore intenso che può dare ad un figlio (e già solo quello che avviene nel corpo di una donna dalla fecondazione, al concepimento è un assoluto miracolo che dovrebbe essere ricordato ad ogni telegiornale!), ad un compagno con il quale magari lo vorrebbe fare, quel figlio (a prescindere da quel poco o tanto che riceva in cambio -vedasi relazioni malate/sbagliate ove le donne si infossano perdendo la loro magia), per me rimane sempre il mistero più grande!
    Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 4 anni fa (3 Luglio 2016 3:55)

      e se vieni qui sul blog di Ilaria a scrivere cazz*te, forse le donne non le consideri per quello che sono, straordinarie, perché non hai i mezzi per capirlo (per educazione ricevuta, incontri con donne sbagliate, insicurezze e lacune personali, mancanza di cultura, in una parola, non si è evoluti, non si è uomini!) ti è andata male una storia, perché non hai saputo amare e comprendere quella donna come dovevi, e lei ti ha dato il ben servito dopo 10 anni di fidanzamento (perché mica sarà la fine del mondo una storia di 6 mesi/1 anno, rispetto a gente che si lascia dopo 20/30 anni e diversi figli all' attivo, diciamocelo)...o forse non sei capace di approcciarti ad una donna perché vorresti una sentirti speciale, ma poi non sei capace di uscire dal tuo guscio, crescere come uomo, e di far sentire speciale nessuna donna perché non ne hai i mezzi, ed allora nessuna ti c*ga, o becchi solo donne che non ti interessano VERAMENTE? quindi in sintesi la risposta è "ma vuoi maturare o no?"...diventa uomo, ed impara ad amare una donna, accettare di prendersi le proprie responsabilità verso di lei, e che, a volte le relazioni nascono e finiscono, capita a tutti, e si volta pagina senza fare inutili drammi contro tutto il genere femminile....alla fine mi sa che sono risultato "piacione" lo stesso, non era mia intenzione, ma questo è il mio pensiero, e mi sembrava giusto esporlo per dimostrare che gli uomini fortunatamente non sono tutti ad un livello basso.
      Rispondi a max Commenta l’articolo

  14. Avatar di Eva

    Eva 4 anni fa (7 Giugno 2016 11:17)

    E' x me qs domanda? scusami...ancora non ho preso dimestichezza con il sito :-) non lo so cosa mi spinga anzi cerco un confronto con voi e con te x qs Lui mi dice senpre che sta a casa con lei non perché senta la necessita di stare con lei ma perché quando se ne andrà di casa...non sarà x andare a vivere da solo e comunque vuol esser sicuro nel farlo sia a livello di soldi che altro. il ragionamento in se non farebbe una piega....la mia preoccupazione sta nella madre, Se vedessi in lei una donna indipendente direi vabe...ognuno si fa le sue cose. Invece è una donna dipendente..nonostante non abbia chissa che problemi. e mi chiedo un giorno come potrebbe essere se lui decidesse di fare qualcosa con me
    Rispondi a Eva Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (7 Giugno 2016 11:36)

      Ciao Eva, sì, la domanda era per te. Ti dispiacerebbe fare lo sforzo di non scrivere con abbreviazioni e, peggio, con "X" al posto del per? Guarda, è evidente che siete tutti quanti in una invischiante situazione disfunzionale, puoi farti tutte le domande e le paturnie mentali che vuoi, ma il tuo simpatico quarantenne non è una persona sana, non viene da una famiglia sana e non ha una mamma sana. E voi non avete una relazione sana.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di eva

      eva 4 anni fa (7 Giugno 2016 14:03)

      Ok eviterò di scrivere con abbreviazioni. cosa ti da tutta questa convinzione di poca sanità della nostra situazione?
      Rispondi a eva Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (7 Giugno 2016 20:33)

      Ciao Eva, quando non si è sereni, quando ci sono tensioni, quando c'è gente ossessionata dal controllare/maltrattare/sfruttare gli altri, quando ci sono tiraemolla e tanti alibi (faccio vari esempi), non si vive una relazione sana. Il fatto é che ci si convince che l'inaccettabile sia la normalità perché é il "trend", cioe' tanta gente pensa, comunica, ama e vive male. Il "trend" é dovuto a esempi sbagliati intorno a noi, a minc*iate cine-musica-letterarie che fanno degli esempi sbagliati il modello da seguire, e anche da luoghi comuni che andrebbero sradicati una volta per tutte, anziché essere accettati come la norma e la normalità. Nel tuo caso, l'uomo mammone e la suocera megera. Accettare il pacchetto "uomo debole + suocera odiosa" é il frutto di secoli di indottrinamento becero. Tante donne vivono cosi... e allora? Mal comune, doppio strazio, altro che mezzo gaudio. I mammoni vanno lasciati alle loro mammine! Ti auguro una relazione serena e matura, nella quale tu possa dare e ricevere il meglio. :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di eva

      eva 4 anni fa (7 Giugno 2016 22:02)

      Ciao si probabilmente hai ragione. Ma vorrei capire perché io nonostante vedo che un futuro con lui non ci può essere ....non riesco a star senza lui?cosa può scattare in me?
      Rispondi a eva Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (7 Giugno 2016 22:45)

      Perché vorresti essere amata da lui, solo che lui non ne é capace, ed é tempo perso e masochismo insistere. Proprio stamattina ho letto una frase di Aldo Busi che descrive perfettamente questa situazione (appena posso, la trascrivo in un commento qui). Nel momento in cui ti rendi conto che lui non va bene e volti pagina, fai un grande balzo in avanti, per il tuo benessere e la tua autostima. E, come corollario, ti apri a possibili incontri con un uomo mentalmente ed emotivamente maturo. ;-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di eva

      eva 4 anni fa (8 Giugno 2016 17:09)

      Grazie mille. Premetto che io sulla mia situazione sentimentale non mi sento gratificata. Ma vorrei capire....lui ha un rapporto un po conflittuale con la madre. Perché resta li? E cosa mi può aspettare se vado avanti ?
      Rispondi a eva Commenta l’articolo

    • Avatar di cristian

      cristian 4 anni fa (2 Luglio 2016 15:38)

      Secondo me con i tuoi insegnamenti le donne restano zitelle , voglio la mamma , la mammaaaaaa vogliooooooo, mamiiiiiinaaaaaa fammi le coccole grattami la schiena
      Rispondi a cristian Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (2 Luglio 2016 15:54)

      Mai visto nessuno con tanta autoconsapevolezza, sei un genio. Bravo, 7+! P:S. E dal tuo nick dell'indirizzo mail io vedo anche il tuo anno di nascita. Hai pure superato i 40, accidenti :D .
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 4 anni fa (2 Luglio 2016 16:53)

      A proposito di evoluzione... Ed evoluti...
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di cristian

      cristian 4 anni fa (2 Luglio 2016 18:20)

      Grazie per l'autoconsapevolezza , vuol dire che sono un uomo maturo , c'e' solo una cosa che non capisco ovvero quando una donna mi piace alla fine mi da sempre buca , ci deve essere qualche piccolo particolare che sbaglio tu che dici? Dimenticavo ho appena finito di guardare kung fu panda , lo vedi mai? E' sul canale 42
      Rispondi a cristian Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (2 Luglio 2016 19:23)

      Oh, urca, ti dà sempre buca. Chissà perché... Kungu Fu Panda, se ti riferisci al film d'animazione mi piace molto, certo.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (2 Luglio 2016 19:32)

      Ilaria, ma tutti questi geni di sesso maschile si sono dati tutti appuntamento sul tuo blog per sfogarsi? :-D @ Max, @ Roberto e altri uomini dotati di materia grigia: per favore, intervenite con i vostri commenti sensati, altrimenti qui... a "schifio" finisce! ;-) Buon week-end a Ilaria e a tutti :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (2 Luglio 2016 19:38)

      Eviteremo collaborativamente di mandarla a "schifio". Non ci vuole molto :) . Poi sì, lo sappiamo bene che il blog è molto visitato da un pubblico maschile e di solito solo una piccolissima percentuale esce allo scoperto. Per molti il blog è un riferimento, positivo.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (2 Luglio 2016 19:45)

      ;-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 4 anni fa (3 Luglio 2016 2:46)

      Che dire?..certi maschi purtroppo per la loro storia affettiva limitata (dovuta all' educazione ricevuta, alla bassa cultura, al basso livello evolutivo che non gli ha fatto capire ed elaborare relazioni dove si sono mossi come elefanti in una cristalleria ricevendo poi rifiuti o -comunque- delusioni amorose che hanno portato anche ad alcuni di loro -comunque- ferite (che non sanno comprendere) non hanno ancora capito la BELLEZZA insita nelle Donne, che noi uomini cazzo ce la sogniamo di avere!...e quando una donna decide di amarti ed aprirti il cuore è il paradiso e tutto il resto non conta!...e se si trova una donna stro*za (che lo è per una serie di motivi SUOI) o peggio che è stro*za solo perché ha avuto le ovaie di mollarti perché non hai saputo amarla come dovevi (perché stringi stringi, il nodo è qui), è inutile venire a fare gli spiritosoni su un blog serio come questo! (e lo dice uno che è anti-Fb ed anti-chat, ma che passando di qui ha trovato tanti spunti (dei quali avevo bisogno) per capire
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Roberto

      Roberto 4 anni fa (3 Luglio 2016 7:06)

      Ciao Gea,purtroppo alle volte il contenuto di certi commenti provoca irritazione.Dopo averli letti è sufficiente renderli trasparenti alla nostra valutazione.Sì scioglieranno come neve al sole.Ha ragione Ilaria, il blog comunque sia è un riferimento positivo, per chi ne comprende l'utilità. ;-)
      Rispondi a Roberto Commenta l’articolo

  15. Avatar di Fabrizio

    Fabrizio 4 anni fa (17 Luglio 2016 22:49)

    Uomo, immaturo e coincidente con tutti i 10 punti. Fieramente.
    Rispondi a Fabrizio Commenta l’articolo

    • Avatar di Leo

      Leo 4 anni fa (18 Luglio 2016 15:22)

      Da uomo a uomo, capisco il gusto della boutade, della provocazione e quello che vuoi ma, davvero, c'è poco di cui andare fieri - a meno che non cerchi proprio il warholiano quarto d'ora di fama sul sito ;)
      Rispondi a Leo Commenta l’articolo

  16. Avatar di Cleopatra

    Cleopatra 4 anni fa (29 Luglio 2016 13:49)

    Ciao a tutte ho bisogno di un consiglio : da circa sei mesi ho iniziato una relazione con un ragazzo un anno più grande di me ( io 20 lui 21 ) a parer mio profondamente immaturo ma lascerò giudicare a voi .. attualmente è disoccupato e non fa niente per trovare lavoro perché dice che l'unica cosa che vuole fare nella sua vita è stare nel calcio come allenatore , passa le due giornate a guardare partite davanti alla televisione e ad ascoltare musica , non si muove praticamente mai anche se è abbastanza sovrappeso , mammina continua a rimpilzarlo di schifezze e roba dolce nonostante il figlio sia sovrappeso , la mamma pretende di essere accompagnata a fare tutto dal figlio e quelle sono le uniche occasioni in cui esce di casa , non ha amici perché con quei pochi che ha non riesce a relazionarsi , parla in continuazione sopra gli altri e lui deve avere sempre ragione , è pigrissimo e non vuole impegnarsi a dimagrire nonostante ne abbia bisogno e continua a vivere nel mondo dei sogni sperando di diventare allenatore . Mi tratta molto bene dicendomi in continuazione frasi dolci e mi faccia le coccole ma a volte i suoi comportamenti sono snervanti .. cosa dovrei fare secondo voi ? Grazie mille
    Rispondi a Cleopatra Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (29 Luglio 2016 13:54)

      Cavolo, è un caso umano e di quelli davvero pietosi. Però mi tocca dire che questo è un blog dedicato alle relazioni sentimentali non un gruppo di sostegno per chi si occupa di persone problematizzate. Dovresti fare un corso per infermiera/medico/assistente sociale o cose del genere ecco. Qui si parla di relazioni sentimentali, lo ripeto. Un saluto cordiale.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  17. Avatar di Sam

    Sam 4 anni fa (8 Settembre 2016 1:52)

    Oggi ci sono bambinoni come bambinone... Come in questo articolo si dice che buona parte degli uomini sono bambinoni, così buona parte delle donne che ci provano con i ragazzi nemmeno ancora adulti, si vestono e si comportano da ragazze/ragazzine, bevono e vanno nei locali ogni sabato come ragazzi, cambiano in continuazione partner ecc ... e questo non è un male né un bene, e se giustamente le donne non devono essere demonizzate così non lo devono essere neanche gli uomini, visto che questa situazione è il risultato di anni di,forse eccessivo ma comunque positivo, liberalismo/libertinismo culturale,sociale e sessuale... Non raramente chi critica lo "spauracchio" del Peter Pan vorrebbe, inconsciamente o meno, un ritorno ai "cari tempi andati" ma dico, tenendo conto che buona parte di queste critiche provengono da donne, siamo sicuri che prima era meglio, quando l'uomo non era un "bambinone" ma era a comandare ? Magari oggi si è esagerato e l'uomo è diventato eccessivamente succube della donna e di conseguenza mammone e quindi infantile, ma prima quando era la donna eternamente soggiogata al padre non era certamente meglio... Ci vuole rispetto tra entrambi i generi e forse meno critiche così diffuse come si vedono in alcuni commenti contro le donne e contro gli uomini(compreso quest'articolo che, inconsciamente o meno, sembra prendersela con la maggiornaza del genere maschile, o almeno l'uomo "devirilizzato" moderno) e poi, un pò di Peter Pan e di culto della giovinezza ci sta, visto che poi sono tutti un pò giovanilisti in questa società e si ha una paura matta di diventare "vecchi" ecc, l'importante è che non manchi mai una dose equilibrata di maturità e responsabilità(che oggi manca per molti uomini cos' come anche per molte donne), tutto qua ...
    Rispondi a Sam Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (8 Settembre 2016 12:40)

      Anche quelli che vaneggiano vanveraschemente non scherzano...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 4 anni fa (8 Settembre 2016 13:39)

      Sam, mi trovo abbastanza d' accordo...non condivido il discorso sull' uomo che un tempo "comandava", meno male che non è più così...né la giustificazione che l' uomo sia diventato eccessivamente succube della donna (o viceversa), e nemmeno il discorso sul culto del Peter Pan, che trovo una delle cose più malate del nostro tempo, che ci obbliga sempre a desiderare il Nuovo, cosicché si pensa che se un Amore non va bene, è più facile disfarsene, e cercarne uno nuovo, che prendersi le responsabilità in Due, di far si che quello stesso amore torni ad essere Nuovo ogni giorno, senza bisogno di cercarne uno nuovo (e magari uno dietro l' altro)...ecco, il bambinone non sa o non vuole prendersi le proprie responsabilità.
      Rispondi a max Commenta l’articolo

  18. Avatar di laura

    laura 4 anni fa (15 Settembre 2016 22:14)

    Nulla di nuovo purtroppo! Ormai leggendo tanto questo blog Ilaria delinea benissimo tutti gli imbecillacci che anche solo a descriverli li riconosciamo bene! Io ho appena mollato un bambinone che per due mesi ho sentito non-stop ma alla domanda "quando ci vediamo rispondeva sempre "ci devo pensare" ma a cosa? XD vabbè lasciamolo alle riflessioni e dubbi amletici. Adesso sto sentendo un ragazzo e dopo pochi scambi di convenevoli già ho notato qualcosa di strano. É normale che questo mi.metta l'ansia addosso senza neanche conoscerlo? Del tipo? "mmm tu fai questo di lavoro....vero??" -, "mmm, tu hai un carattere cosi, vero??" Mamma mia già mi é passata la voglia e avremo parlato per mezzora! É normale questa cosa o forse devo magari dargli tempo? Ho paura pero di un altro "mmmm, vero??" Peggio di Giovanni muciaccia o come si scrive e il tormentone "mettete la colla....fatto?" Ahah
    Rispondi a laura Commenta l’articolo

  19. Avatar di Roberta

    Roberta 4 anni fa (22 Settembre 2016 14:03)

    Zero assoluto. Assolutamente nessun buon rapporto con un bambino. Solo tanta tantissima tristezza e dolore. Fanno pena e basta.
    Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

  20. Avatar di Alice

    Alice 4 anni fa (14 Giugno 2016 20:05)

    Ciao a tutti! Vorrei chiedere consiglio a voi per quanto riguarda il carattere del mio ragazzo. Stiamo insieme da 5 mesi (quasi 6) io 22 anni, lui 26. Io frequento l'università, lui è al momento disoccupato. All'inizio andava tutto bene: i primi mesi sembrava un ragazzo serio e pieno di vita; da circa un mesetto (anche qualcosa di più) si è rivelato per quello che realmente è (o forse ero semplicemente io a non essermene accorta?) Fatto sta che, non lavorando, passa le sue giornate davanti ai videogiochi, oppure le passa dormendo (poi si lamenta che non dorme di notte) e quando gli propongo di uscire magari a fare una camminata (che per la salute gli servirebbe, dato che è in sovrappeso e dovrebbe dimagrire), mi dice che non ha molta voglia e si muove proprio il minimo indispensabile (tanto che molto spesso rinuncia pure a prendere il caffè perchè non ha voglia di scendere le scale). Oltre alla sua evidente pigrizia, ci sono altri comportamenti che denotano una certa irresponsabilità: sono venuta a sapere che la sua macchina nemmeno se l'è scelta lui: ha incaricato nonno e paparino di andargliene a comprargliene una (che fosse nera: questo era l'unico parametro che aveva dato loro). Inoltre dice che gli piacerebbe andare a vivere da solo, ma non sa cucinare, lavare, nemmeno si sceglie i vestiti da mettere (fa tutto sua madre, la quale è molto attaccata a lui ed è una persona molto ansiosa e maniaca del controllo) e tutti i soldi che guadagna li spende in uscite con gli amici o videogiochi, non mettendo niente da parte (oppure li mette da parte ma poi li preleva e li usa). Tutto questo discorsone per dire che, nonostante con me abbia un comportamento davvero apprezzabile (mi tratta benissimo e non mi fa mancare nulla, non si arrabbia per le cavolate, è dolce, premuroso e tutto quanto) non riesco ad andare oltre la sua pigrizia, la mancanza d'indipendenza, l'irresponsabilità e il suo pensare al futuro ma senza fare nulla per concretizzarlo (risparmiando qualche soldo magari). Che cosa dovrei fare? Accettare questi difetti ed attaccarmi solo al fatto che mi tratta come una principessa, oppure lasciar perdere e cercare altrove?
    Rispondi a Alice Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (14 Giugno 2016 21:01)

      Che cosa intendi che ti tratta come una principessa? Sei sicura? :)
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Alice

      Alice 4 anni fa (15 Giugno 2016 10:48)

      Mi tratta "da principessa" nel senso che mi tratta sempre bene: mi riempie di complimenti, mi dice che sono stupenda e che si sente fortunato a stare con me, mi apprezza per ciò che sono; è sempre dolce, premuroso, pieno di attenzioni.. Mi sembra maturo sotto quel punto di vista (nel senso che non si arrabbia per cose stupide o inutili e cerca sempre il dialogo e la discussione piuttosto che il litigio)... Insomma non mi dà preoccupazioni da quel punto di vista
      Rispondi a Alice Commenta l’articolo

    • Avatar di Antonella

      Antonella 4 anni fa (9 Ottobre 2016 14:35)

      Spesso ci accontentiamo di partner scadenti perché di fondo abbiamo paura di restare sole.
      Rispondi a Antonella Commenta l’articolo

    • Avatar di cindy

      cindy 4 anni fa (14 Giugno 2016 21:42)

      Scusa Alice...ma non si può sentire che uno di 26 anni passa le sue giornate con i videogiochi. Il rapporto con la madre è molto malsano. Io mi darei a gambe levate senza girarmi!!! Ovviamente questa cosa ti crea disagio!! Non è un bel rapporto anzi, in verità, non lo è proprio. Segui nella vita chi vive e non sopravvive....che vita è questa..dormire e videogiochi nemmeno i pupi di 4 anni. Le principesse appartengono alle favole. Fuori la vita è reale e comunque anche nelle favole i principi si danno da fare di più del nostro bimbo in questione!!!
      Rispondi a cindy Commenta l’articolo

    • Avatar di Alice

      Alice 4 anni fa (15 Giugno 2016 10:53)

      Grazie mille per la risposta Cindy... Concordo pienamente con quello che hai detto, e nonostante l'idea di lasciarlo mi faccia stare parecchio male (perché nonostante tutto gli voglio un bene dell'anima) credo sia l'unica cosa da fare.. Sia per me che per lui.
      Rispondi a Alice Commenta l’articolo