Problemi di cuore: il rimedio segreto

Problemi di cuoreHai mai sentito parlare di ingrediente segreto o di formula segreta? Sicuramente sì, molte volte, dato che alle persone piacciono un sacco i segreti e i segreti sono molto usati per attirare l’attenzione. Non per niente anche nel gioco della seduzione è importante che si mantenga una buona dose di mistero e di riservatezza, giusto? Scommetto che invece non hai mai sentito parlare di rimedio segreto ai problemi di cuore.

Di che cosa mai si tratterà? Che cosa accidenti mi sarò inventata questa volta, per farti scoprire nuove risorse per migliorare la tua vita sentimentale e risolvere una volta per tutte tuoi problemi di cuore?

Pensaci un attimo: hai mai riflettuto sul fatto che i rimedi più potenti, come le invenzioni più prodigiose, molto spesso sono i più semplici? Ti sei mai accorta che in tante occasioni della vita e in tante questioni sentimentali le soluzioni sono sotto i tuoi occhi, ma non riesci o non vuoi vederle?

Quante volte le tue convinzioni sull’amore, sull’attrazione e sulla seduzione hanno condizionato il tuo stato d’animo e il tuo atteggiamento mentale? Quanto spesso succede che il tuo stato d’animo ti faccia assumere comportamenti illogici e irrazionali, tanto da trasformarti in una persona bisognosa (anche se non lo sei) e un po’ stressante (possiamo dire rompiballe?) nei confronti dell’uomo che ti piace e che vuoi conquistare? Questo lo spiego bene nel percorso “Come sedurre un uomo senza stress né per te, né per lui”.

Problemi di cuore e tue risorse personali

Facciamo un altro passo ora. Le domande per te non sono ancora finite. Ne ho ancora qualcuna, importante. Sai quali sono le due ragioni principali per le quali molte donne “rovinano” – letteralmente – una storia d’amore e si creano grandi problemi di cuore?

La prima ragione è che hanno poca fiducia nelle proprie risorse, la seconda è che danno troppa importanza al loro partner (o all’uomo che desiderano) togliendola a se stesse.

Che dici ti ci ritrovi? Ti ci ritrovi nel fatto di non avere abbastanza autostima e nell’attribuire troppa importanza a un uomo? Ebbene, se è così, considera con attenzione quello che sto per dirti, dato che ti sarà molto utile per scoprire proprio dentro di te risorse che nemmeno sospetti di avere.

Vi sono diversi di problemi di cuore dato che molti sono gli errori che si possono commettere in amore o le incomprensioni che possono sorgere all’interno di una relazione. Vediamo alcuni problemi di cuore dei quali le mie lettrici mi parlano quotidianamente. Si tratta di vita vissuta!

7 errori  comuni a molte donne

1)  Problema di cuore numero 1, non riflettere sul momento giusto per iniziare a fare sesso: “ho conosciuto un ragazzo fantastico, ci siamo subito piaciuti ed è scattata la passione. Siamo finiti a letto già la prima sera che siamo usciti insieme, tutto è andato benissimo, ma ora, dopo circa un mese di idillio, lui sta diventando sfuggente e dice che non vuole impegnarsi…”

2)  Problema di cuore numero 2, avere relazioni in sequenza continua: “sono uscita da una lunga relazione con un uomo che non mi meritava e che ha  solo saputo dare contro la mia autostima. Dopo un paio di mesi ho conosciuto un ragazzo che mi piaceva molto, ma ho scoperto che aveva altre storie con altre donne. Da allora passo da un uomo sbagliato all’altro.

3)   Problemadi cuore numero 3, pretendere immediata connessione emotiva: “dopo tanti anni che sono stata single e letteralmente non riuscivo a innamorarmi di nessuno, ho conosciuto un tipo molto interessante. Sono certa che anche lui è molto interessato a me. Mi rendo conto di essere stata da subito un po’ assillante nei suoi confronti: lo chiamo almeno un paio di volte al giorno, gli invio SMS e spesso lo contatto su Facebook. Sono convinta di aver sbagliato perché lui stesso mi ha detto che gli sto “troppo addosso”. Ma se ci piacciamo perché i contatti con me dovrebbero dargli fastidio? Gli interesso o non gli interesso? Io vorrei tanto che questa storia si concretizzasse!”

4)   Problema di cuore numero 4, non sapere che cosa vuoi dalla vita: “certe volte penso di non starci davvero con la testa. Io non ho nessun problema a instaurare relazioni con uomini, anche molto interessanti. Infatti, da quando ho circa vent’anni non ricordo di aver passato mai più di un mese da sola. Solo che proprio non mi capisco: dopo un po’ che sto con un uomo, anche il più adorabile, mi sento come se fossi in prigione e letteralmente… scappo! Ormai ho superato i 40 e sono convinta che se continuo così non troverò mai l’uomo giusto per me…”

5)  Problema di cuore numero 5, non dedicarsi alla conoscenza reciproca: “ho conosciuto un ragazzo meraviglioso. O, almeno, così credevo. I primi tempi sono stati fantastici. Finché dopo circa quattro mesi e mezzo che ci siamo messi insieme abbiamo deciso di andare a convivere: da lì tutto è cambiato. Siamo entrambi convinti di amarci, ma continuiamo a litigare, sulle faccende più stupide che riguardano la vita pratica. Io mi sto esaurendo e non so se è il caso di continuare questa storia…”

6)  Problema di cuore numero 6, volere un compagno a tutti i costi, perché pensi che ormai è ora, devi, non puoi farne a meno: “ho vent’anni e mi piace da matti un ragazzo poco più piccolo di me (lui ha diciott’anni) che però ha un comportamento strano. Dice che gli piaccio, ma che non vuole mettersi con me. Io non lo capisco. Vorrei fare colpo su di lui, anche perché non ho avuto ancora una storia seria (tanti altri ragazzi mi hanno preso in giro) e ho paura di rimanere sola tutta la vita.”

7)  Problema di cuore numero 7, non trovare la giusta misura tra le tue esigenze e le sue: “Ho ventotto anni e sono sposata da due con l’uomo che amo e che sicuramente fa per me. Non avrei nulla da dire sulla nostra relazione, se non che mi pare proprio che lui stia continuando un po’ la sua vita con la stessa mentalità di quando eravamo fidanzati. Non abbiamo ancora parlato di avere un figlio eppure so che anche lui come me vorrebbe una bella famiglia, perché tante volte ne abbiamo parlato prima di sposarci. Che cosa posso fare per convincerlo a mettere la testa al posto?”

Una soluzione insospettabile

Da che cosa sorgono tutti questi problemi di cuore? Essenzialmente dall’ansia di realizzare una relazione felice o, per dirla ancora meglio, dal bisogno di una relazione. Ed essere bisognosa non ti aiuta a essere seduttiva e nemmeno a tenere un uomo legato a te.

Come puoi controllare l’ansia? Proprio attraverso il rimedio segreto, che è il tempo. E’ il tempo l’antidoto magico a molti problemi di cuore. E’ dandoti tempo che puoi trovare il momento più giusto per iniziare a fare sesso con l’uomo che frequenti, è stando un po’ di tempo da sola che puoi attrarre la persona giusta per te,  è concedendo tempo alla relazione che puoi instaurare una piena connessione emotiva con il tuo partner, è prendendoti il tempo per comprendere te stessa che puoi trovare un uomo con il quale avere un’intesa perfetta.

Ed è sempre dandoti il tempo di maturare e di crescere dal punto di vista sentimentale, magari anche dopo tante delusioni, che puoi costruire una vera storia d’amore e non una deludente finzione. Infischiandotene dei problemi di cuore e realizzando i tuoi progetti e la tua felicità.

Lascia un Commento!

26 Commenti

  1. Avatar di grace

    grace 6 anni fa (31 Marzo 2013 8:31)

    Spett.le dott.ssa Ilaria, complimenti. Un articolo estremamente vero. E di massimo consiglio. Buona Pasqua. Grace
    Rispondi a grace Commenta l’articolo

  2. Avatar di Anna V

    Anna V 6 anni fa (31 Marzo 2013 9:12)

    Eccomi dopo un po' di tempo ritorno qui... Tempo... Sembra fatto apposta questo articolo. Dopo tanti anni di vita da sola ho imparato a starci bene. Ho concluso la relazione più importante della mia vita tre anni fa... Ho conosciuto un ragazzo poche settimane fa e per quanto non sia stato un colpo di fulmine sto cercando di superare i miei limiti non giudicarlo prima del tempo e dare a lui una possibilità perche' sicuramente ha qualcosa di buono... E mi sono detta prenditi del tempo con tutta calma, conoscetevi e si vedrà... Peccato che tre giorni fa l'uomo che ho sempre continuato ad amare ha lanciato segnali di forte interesse, senza sapere che sto uscendo con un altro... Solo parole certo, non fatti.. Inutile dire che mi ha sconvolto.. Pensavo non mi amasse più invece si vede chiaramente che prova ancora forti emozioni per me. Cosa che non sospettavi minimamente... Solo non credo abbia il coraggio di fare nessun passo... Non così... Sicuramente non e' un uomo coraggioso... E' molto indeciso e le decisioni importanti le ha sempre prese all'ultimo momento.. Quando i tempi erano maturi da chissà quanto... Che fare? Testa o cuore? Che mossa fare? Come in una partita a scacchi mi chiedo se devo fare la mossa che mi impedirà nella mossa successiva di essere mangiata nel breve termine o la mossa che bel lungo termine mi farà vincere la partita? Il primo o il secondo? Il primo che sembra l'uomo giusto per il domani, dico sembra, o il secondo che so essere l'uomo giusto per la vita ma che rischia di portarmi via altro tempo? Il tempo mi aiuterà a capire? Stare da sola? Perdendoli tutti e due? Lasciare decidere loro? Non ho intenzione di perdere me stessa ne' per l'uno ne' per l'altro ma sono ad un bivio e non so davvero da che parte andare.. Grazie per l'attenzione Anna V
    Rispondi a Anna V Commenta l’articolo

  3. Avatar di marieclaire

    marieclaire 6 anni fa (31 Marzo 2013 10:58)

    Articolo molto interessante, complimenti Ilaria. In effetti è l'ansia il vero problema che impedisce a uomini e donne di godere appieno della propria vita, di se stessi e delle relazioni. Il tuo "rimedio segreto" di oggi ricorda molto una teoria di Zygmunt Bauman, filosofo e pensatore. Lui dice che il single ha frustrazioni e ansie legate alla propria condizione, così come gli accoppiati possono avere frustrazioni e ansie legate al proprio stato: la logica conclude che non esiste una condizione oggettivamente svantaggiosa, il problema comune a molte storie (come dici tu) è l'ansia! Be' va affrontata con molto amore per se stessi, va risolta con la maturazione e lo sviluppo di uno stato di calma attiva. Servono molti strumenti, tempo e passettini quotidiani per crescere e migliorare. Buona Pasqua
    Rispondi a marieclaire Commenta l’articolo

  4. Avatar di Tina

    Tina 6 anni fa (31 Marzo 2013 11:41)

    Che bellooo!!!!!!!!!Buona Pasqua!!!!
    Rispondi a Tina Commenta l’articolo

  5. Avatar di michela

    michela 6 anni fa (31 Marzo 2013 14:19)

    @ ilaria Quante verità Ilaria. Sei un'oracolo! Grazie per dedicarci attenzione anche a Pasqua. Rileggo con attenzione e torno con commenti, Auguri a te!
    Rispondi a michela Commenta l’articolo

  6. Avatar di simona

    simona 6 anni fa (31 Marzo 2013 14:42)

    Sono d'accordo ilaria, ti volevo invece fare un altra domanda !Molte volte si sta invece bene con una persona che ha veramente tanti ostacoli attorno a se, come l'avere una famiglia sfasciata dalla morte di un padre che si è suicidato. E qui entro in gioco io con la mia voglia di voler realizzare una famiglia FELICE con questo ragazzo ma sono costretta a dividerlo con i bisogni di sua mamma malata e sua sorella, e si finisce per fare pasqua separati, natale pure ecc e siamo solo fidanzati. Non lo voglio portare via da sua madre ma lui una famiglia non ce lha infatti viene sempre ospitato dalla mia famiglia. Che fare??
    Rispondi a simona Commenta l’articolo

  7. Avatar di Marisa

    Marisa 6 anni fa (31 Marzo 2013 17:28)

    Ho chiuso una relazione con un uomo che si faceva sentire nel momento dei suoi bisogni. E' da diversi giorni che non rispondo più ai suoi messaggi in cui mi comunica che sta male per il mio silenzio. Oggi ho risposto ai suoi auguri . E così è nuovamente felice infischiandosene di me.
    Rispondi a Marisa Commenta l’articolo

  8. Avatar di Stella

    Stella 6 anni fa (1 Aprile 2013 0:01)

    Per fortuna non ho mai commesso questi 7 errori, ma problemi di cuore purtroppo ne ho avuti e ne ho lo stesso. Sembra che tutti i tipi strani capitino a me.. poi mi guardo intorno, e vedo che anche a tante mie amiche son capitati tipi strani/immaturi/ ecc.. ma voglio sperare che non siano tutti così quelli over 35. Auguri di Buona Pasqua a tutti :-)
    Rispondi a Stella Commenta l’articolo

  9. Avatar di stefania

    stefania 6 anni fa (1 Aprile 2013 12:04)

    Il tempo è la migliore medicina, concordo in pieno Ilaria! Il tempo dà la possibilità anche di osservare le persone a distanza,a freddo,con lucidità e obiettività;cosa impossibile in circostanze diverse. Sono convinta comunque che gli errori fatti siano delle armi micidiali per capire e imparare a conoscere la tipologia di persone da evitare in futuro.
    Rispondi a stefania Commenta l’articolo

  10. Avatar di margerita

    margerita 6 anni fa (1 Aprile 2013 18:09)

    come sei saggia Ilaria! E' proprio vero!
    Rispondi a margerita Commenta l’articolo

  11. Avatar di Elena

    Elena 6 anni fa (1 Aprile 2013 18:21)

    Ciao Ilaria, ciò che scrivi è di conforto oltre che ad essere interessante e mi riferisco ai diversi aspetti ed argomenti che tratti. La tua è una lieta presenza in questo ambiente virtuale che regala sorrisi e predispone al positivo. Personalmente non stò attraversando un bel periodo , sotto diversi aspetti, in più si è aggiunto il "problema di cuore". Purtroppo anche se si evitano gli errori sopra elencati, si tende a ricaderci, almeno in alcuni, nonostante il tempo trascorso. Sono reduce di un divorzio e di "tentate relazioni", ma senza esito. Nonostante i risultati rimango dell'idea che sarebbe bello poter avere a fianco qualcuno con cui condividere le cose belle e meno belle che la vita regala. Il passato, anche volendolo evitare, riemerge ed i vissuti affrontati si ripropongono. Anche la fiducia, fuggita con la voglia di rimettersi in gioco, rimane nascosta..forse è semplicemente lo sconforto che rende difficoltosa la voglia di ricominciare e la quotidianità non aiuta. Vorrei poter avere un pò più di positività e di ...tempo un sorriso Elena
    Rispondi a Elena Commenta l’articolo

  12. Avatar di silvia

    silvia 6 anni fa (1 Aprile 2013 20:11)

    Bell'articolo Ilaria! Anche io mi faccio tanti problemi di cuore. Ho in testa una domanda che spesso mi assilla e che vorrei farti a riguardo della psicologia maschile e di come noi donne ci dovremmo comportare. Quando l'uomo che amiamo si distacca e si concentra molto su se stesso, dimenticandosi di essere romantico e riservandoci le attenzioni che vorremmo, come ci si dovrebbe comportare? Io ed il mio ragazzo viviamo insieme. Ma lui dopo avermi conquistata e corteggiata con decisione, ora mi calcola davvero poco. Lo so che mi ama, perchè me lo dimostra nei gesti concreti, però è molto che non me lo dice e io vorrei tanto sentirmelo dire. A volte mi fa cadere le braccia. Gliel'ho anche detto, con franchezza e sincerità, ma non ho avuto grandi risultati, ma soprattutto vorrei che venisse da dentro di lui. Voglia che senta che ha voglia di cercarmi, di essere romantico e ripetere che mi ama. Temo mi dia per scontata perchè io sono una persona molto dolce e sempre disponibile... come si fa quindi a mantenere il romanticismo ad un buon livello? Credo sia un elemento importnate anche quando una relazione va avanti da un pò...
    Rispondi a silvia Commenta l’articolo

  13. Avatar di Caterina

    Caterina 6 anni fa (1 Aprile 2013 20:44)

    ....Ho trovato questo articolo proprio interessante! Grazie Ilaria
    Rispondi a Caterina Commenta l’articolo

  14. Avatar di francesca

    francesca 6 anni fa (6 Aprile 2013 14:41)

    Ilari complimenti è vero l'ansia di non piacere a una persona è tanta, e causa di questo rischiamo di dire o fare qualcosa di sbagliato . E abbiamo paura che innamorandoci di qualcuno soffriamo e rischiamo di rimanere deluse tanto che pensiamo di non piacere a nessuno e che non troveremo la persona che ci ama e ci desidera per come siamo . Grazie è complimenti ancora . Francesca
    Rispondi a francesca Commenta l’articolo

  15. Avatar di Anonima88

    Anonima88 6 anni fa (21 Aprile 2013 11:38)

    Ma se nei "tuoi progetti" e nella "tua felicità" c'è proprio l'amore, come fai a infischiartene dei problemi di cuore?
    Rispondi a Anonima88 Commenta l’articolo

  16. Avatar di Gea

    Gea 3 anni fa (25 Novembre 2015 20:19)

    Grazie Ilaria per avere "rispolverato" questo bellissimo articolo! É proprio vero che il tempo é indispensabile. Mi riconosco in un solo errore, quello di non aver lasciato abbastanza tempo alla conoscenza reciproca. Col fatto pragmatico, ma pretestuoso (e in cuor mio lo sapevo) che gli affitti nella supermetropoli sono carissimi, feci l'errore di andare a convivere troppo presto col mio compagno. Stavamo insieme da 3 mesi. Ero stata abbastanza lucida da accorgermi dell'errore dopo neanche 4 mesi, e abbastanza franca da dirglielo, ma lui comincio' a colpevolizzarmi e, trovandomi in un momento di particolare fragilità (depressione) e di grande incertezza sul mio futuro di emigrata (lo era anche lui, peraltro, e mio connazionale), non ascoltai me stessa, anche se non sentivo né mai ho sentito quel tremendo bisogno di coppia a tutti i costi che affligge altre donne. Attualmente, sono soddisfatta di aver lasciato passare del tempo per conoscere meglio qualcuno che, a dispetto dell'attrazione reciproca e di varie affinità, non sarà mai né un amore né un amico. Adesso prendo tempo, ma faro' in modo di rivederlo per farmi restituire un CD prestatogli alla fine delle vacanze estive e che per me ha un valore affettivo e simbolico enorme; subito dopo, vorrei chiudere definitivamente questa frequentazione con la stessa franchezza con la quale avevo detto al mio (ormai ex) compagno che era stato un errore andare a vivere insieme cosi presto. Sento il bisogno di chiudere i contatti in modo esplicito, senza ambiguità. Per me poteva anche essere solo un amico (ho sempre soppesato lucidamente i pro e i contro di un'eventuale relazione con lui), ma non c'è nulla di questo. Lui vuole un sostegno psicologico, un'interlocutrice intellettualmente stimolante e una fonte di ispirazione per i suoi "solitari", ma al primo accenno di affettuosità da parte mia diventa rosso e bollente come un caminetto... anche se non é un pischello. Il tempo mi ha permesso di capire che la sua timidezza e la sua inibizione sono patologiche e dunque non promettono nulla di buono. Non ci vediamo da un paio di settimane... e la cosa non mi pesa. Vorrei darci un taglio prima delle vacanze di Natale, ma vorrei fosse chiaro che rompo tutti i contatti. Ilaria, secondo te é sano questo mio bisogno, oppure, una volta recuperato il CD devo lasciare che il silenzio cali senza annunci, e che ci pensi il tempo a ricoprire di polvere quest'uomo, per il quale non provo rancore, ma solo compassione (ma non come crocerossina)? Scusa se dopo le riflessioni generali ti espongo questo dubbio che (mio malgrado) denota un pensiero ancora non archiviato... Grazie!
    Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (26 Novembre 2015 13:48)

      Consiglio pratico che dò a tutte le mie clienti che - non si sa come mai, misteriosamente - vogliono chiudere definitivamente con un uomo però, putroppo, sfortunatamente, ahimé, lui deve restituire qualcosa che di per sé non vale niente, ma, appunto, ha un valore "affettivo e simbolico enorme". Una volta una mia cliente mi disse che l'amante che l'aveva maltrattata doveva restituirle un bollitore che per lei era molto importante. Un bollitore... Dato che per voi questi oggetti sono così importanti e che senza ombra di dubbio volete chiudere con il personaggio in questione fate uso delle portinerie (a casa o in ufficio), dei servizi di corriere o di posta assicurata, accelerata, raccomandata... Sono efficientissimi, vi permettono di dire: "caro il CD della mia vita lasciamelo nella portineria a casa che è aperta dalle alle o in ufficio dalle alle o spediscimelo via corriere assicurato, anche da Timbuctù, se è il caso. A mie spese, ovviamente... Il corriere costerà un pochino ma sempre meno della mia dignità o di un lurido caffé con te. Dato che a quel CD tengo enormemente..."
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Valeria87

      Valeria87 3 anni fa (26 Novembre 2015 14:57)

      Grande consiglio :D A suo tempo, avevo deciso fin da subito di lasciar perdere i miei libri: ammetto che la cosa mi diede parecchio fastidio, ma anche solo l'idea di fare una semplice telefonata al perverso per chiedergli di restituirmeli mi dava il voltastomaco. Erano solo oggetti, quindi pazienza, via via via! Invece, quando ho chiuso la frequentazione successiva, dato che stavolta ero io quella che doveva restituire, per insensata correttezza e buonismo del cavolo ho accettato di incontrarlo. Argh! Giuro che avevo anche pensato al corriere, eh. E niente, bisogna proprio che faccia un po' di pratica intensiva di cinismo. Un po' come i corsi intensivi di inglese :D
      Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (26 Novembre 2015 15:05)

      Giustissimo. Comunque mi sono distratta: Il primo consiglio è: non date nulla di quello che è importante per voi. Non so se mi sono capita... (Tra l'altro è una forma di manipolazione anche quella).
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (26 Novembre 2015 17:03)

      Grazie Ilaria. Lui non é un ex, non siamo mai stati nient'altro che amici in fieri. Dal mio ex compagno non mi sono fatta restituire nulla. Il CD che ho prestato all'aborto di amico/amore l'ho comprato la prima volta che sono venuta a Parigi e ho cominciato a pensare "io qui ci voglio vivere". Gliel'ho prestato prima del nuovo anno scolastico, perché conosceva poco Charles Trenet e per tirargli su il morale... e gli é piaciuto molto. Manipolazione da parte mia? Se non si puo' fare neanche questo, non so cosa sia normale in una relazione di conoscenza. Non mi sono mai approfittata della sua depressione. Casomai, ho sviato vari tentativi di manipolazione sua, come quando, poco prima di san Valentino, a cena dopo il teatro, mi disse "sarebbe bello essere con qualcuno che ci faccia vedere il lato comico delle cose"... e mi son guardata bene dal dirgli "caro, ma ci sono io!". E mi fermo qui. L'ho studiato e ho visto che non é adatto a nessuna forma di relazione. Ma per me é solo un poveretto. Non mi ha "sedotta e abbandonata" né tantomeno abbiamo avuto una storia. Fargli restituire il CD in portineria mi pare eccessivo. Pensavo di proporgli fra una decina di giorni un caffe al bar e di dirgli di riportarmi il cd con l'occasione. Ci passo mezz'ora e poi gli dico che ho da fare e ciao. E poi... silenzio radio. Più nessun contatto da parte mia... e probabilmente da parte sua. Ho una sola collega che é diventata mia amica. Non so se dirle di non parlare di me al liceo con nessuno, visto che lui una settimana fa mi scrisse dopo aver chiesto a lei e aver saputo che non stavo male. Lei, come molte donne ( ;-) !) Ha esagerato il senso del mio "sono esausta". Lui a modo suo si è allarmato. A modo suo, perché di certo non passa notti insonni per me... E io, dal canto mio, lo lascio tranquillamente nel suo brodo. :-D
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (26 Novembre 2015 17:48)

      P. S. Grazie anche a Valeria per le sue riflessioni. Non mi attardo più nel parlare di quest'uomo. Penso che quando ragione e sentimento vanno a braccetto si è più sereni e sicuri nelle proprie decisioni. Percio' evito cio' che non é buono per me. Non si deve mai aver vergogna dei propri sentimenti, ma questo non significa che si debba mancare di rispetto a se stessi per un'ostinata e perniciosa coerenza. Siamo coerenti con chi é coerente! :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  17. Avatar di Malika75

    Malika75 3 anni fa (18 Febbraio 2016 22:53)

    Credo che il mio problema e' l eccessiva emotivita'. Infatti il mio errore e' gettarmi nelle braccia dell ultimo uomo di passaggio -senza conoscerlo benissimo- salvo poi tirarmi indietro quando scopro che non fa per me... Vorrei uscire da questo vortice..ma come posso fare? Sopratutto per evitare sofferenza all'altro...come si fa a mantenere un certo grado di riservatezza e razionalita' e distanza per conoscere almeno un po chi abbiamo di fronte, senza farci subito prendere dalla passione? Vi racconto questo perche' ho appena vissuto una storia di 3 gg..al mercoledi conosco una persona, ci troviamo anche bene..poi alla sera mi chiede di baciarlo. Io accetto volentieri e ci siamo un po scatenati. Tuttavia la mattina dopo ci ripenso....preferisco lasciar stare..poi diciamo che nn mi ha portato di rispetto, gliene parlo e lui si scusa. Usciamo al sabato, lui sembra molto coinvolto, io invece nn sono convintissima..per ultimo usciamo la domenica, tuttavia mi dico non posso accontentarmi cosi..per la carita' non voglio disprezzarlo, sembrava un ragazzo sincero, ma su certi aspetti non mi sentivo proprio convinta, sentivo che non faceva al 100% per me Mi manda dei messaggi..cerco di non rispondere ..per cominciare a staccarmi..e lui in effetti si arrabbia. Chiudo definitivamente. Comunque gia dall inizio subito gli ho detto che non era il tempo per me di storie serie...e che lui non doveva affezionarsi a me.. Ora mi dispiace perche' magari lui ci sta soffrendo.....
    Rispondi a Malika75 Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (18 Febbraio 2016 22:59)

      Eh già, poverino...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (18 Febbraio 2016 23:07)

      Malika75: pensi che uno che ti manca di rispetto (cosi scrivi) stia soffrendo per causa tua? Che il tipo sia arrabbiato (come racconti) non mi sorprende: ti sei defilata prima che lo facesse lui, che avrebbe voluto stare ancora un po' sulla giostra... Monella! Come hai osato? ;-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Malika75

      Malika75 3 anni fa (19 Febbraio 2016 13:12)

      Vi ringrazio per aver confermato le mie sensazioni! A lui ho gia' dedicato troppo tempo! Dovevo mandarlo a quel paese alla prima volta che mi ha mancato di rispetto....devo migliorarmi sul vedere le cose come sono REALMENTE. Il problema e' che sono troppo troppo buona e faccio fatica a capire l uomo che sbaglia con me..non riesco ad incavolarmi! Manco troppo di amor proprio!Grazie al blog sto comunque capendo le dinamiche psicologiche e cerco di aggiustare il tiro.Ad esempio ho capito il concetto di manipolazione: il voler far fare all altro quello che voglio io! E in effetti..per farmi uscire la seconda volta LUI ha trovato il modo di convincermi.E' possibile distinguere tra sincerita' e manipolazione?quando uomo e' sincero e quando vuole solo usarti?Aggiungo..quando ci siamo visti la terza volta doveva essere come amici. Avendomi vista molto coinvolta..alla fine non ci siamo comportati proprio come amici in macchina..e stamattina ragionavo su questo: ma se io gli ho detto che nn voglio coinvolgimenti emotivi e in ogni caso ci scappa qualcosa di piu'...non sara' che mi sta usando per i comodi suoi?Lo so ..appariro' stupida..ma io non riesco a capire se una persona si prende gioco di me...
      Rispondi a Malika75 Commenta l’articolo

  18. Avatar di Eternaindecisa

    Eternaindecisa 3 anni fa (10 Aprile 2016 19:05)

    Ilaria, ho letto attentamente il tuo post. Direi perfetto come sempre. Ma tra i problemi di cuore manca una cosa: " non riesco ad istaurare nuove relazioni perche appena sto per lasciarmi andare torna l ex marito e mollo tutto" . Io nn so più dove sbattere la testa, mi sembra assurdo nn riuscire ad uscire da questo vortice. E questa volta pensavo di esserci riuscita, nn ho incontrato il solito ******, anzi avevo incontrato un uomo veramente serio e gentile, il mio ex marito si fa risentire, io presa dai sensi di colpa, mollo tutto e scappo. Aivoglia a caricarmi e vivere meglio leggendo i tuoi post!!!! Ma come si può essere cosi tanto stupide!!!! Sono veramente veramente stanca
    Rispondi a Eternaindecisa Commenta l’articolo