Sei anche tu un/a fidanzato/a “seriale”?

Dopo la fine di una storia, precipitarsi a cercare un partner “purchessia” (uno o una qualunque, per intederci) non è un atteggiamento utile ad attrarre la persona giusta per te.

Cercare di dimenticare un o un’ex con la vecchia e proverbiale politica del “chiodo scaccia chiodo” non è produttivo. Anzi, spesso è controproducente, ti fa perdere un sacco di tempo e di energie.

Dell’importanza di darsi tempo dopo la fine di una storia parlo anche nella mia guida  “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi” (se non l’hai ancora fatto, scaricala gratuitamente).

Ho una carissima amica che passa con grande facilità da una storia all’altra; quando finisce una relazione non soffre più di tanto (Oddio, fa un po’ di sceneggiate teatrali e nulla più) e la sua unica preoccupazione è trovare quanto prima un altro partner.

Quando incrocia un’amica o una conoscente single, la sua domanda standard, pronunciata con tono ansioso-angosciato, è: “hai trovato un fidanzato”. E poi: “Noooo?! Non ancora?! Ma da quanto tempo sei single?… Ma come fai a resistereee!? Io non potrei mai fare come te… non riesco a stare senza un compagno per più di qualche giorno!”

I fidanzati “seriali”, quando sono affetti dalla “serialità”, non si fidanzano perché provano amore o attrazione per una persona e, sono certa, nemmeno perché sono innamorati dell’amore, cioè di tutte quelle emozioni forti ed eccitanti che si vivono quando si inizia una nuova relazione.

I fidanzati “seriali” sono molto attaccati solo al proprio status di fidanzati, al fatto di poter dire a se stessi e agli altri “ho un partner”. Sono terrorizzati dall’idea di essere single, di ammetterlo a se stessi e di dirlo agli altri.

Sono “dipendenti” dallo stato di fidanzato/a, impegnato/a.

La domanda è: per te è piu’ importante essere felice o avere un partner?

O meglio, preferisci avere accanto un partner qualsiasi, con il quale o la quale è molto probabile che vivrai una storia insoddisfacente e di breve durata, o vuoi darti il modo e il tempo di trovare la persona giusta per realizzare la relazione giusta per te?

Se desideri una storia davvero bella e importante è una buona idea quella di darti il tempo di capire che cosa vuoi davvero, di misurarti con i tuoi desideri e i tuoi bisogni, di definire con te stesso (o te stessa) come vuoi sia la tua vita di coppia.

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

La cosa piu’ importante è uscire dallo stato di “bisogno” di un partner e di una relazione.

Se vuoi scoprire se sei un fidanzato o una fidanzata “seriale” o se stai assumendo un atteggiamento simile, puoi esplorare le tue convinzioni, rispondendo alle domande che ti propongo:

Che cosa mi spinge a cercare un partner in questo momento della mia vita?

Di che cosa ho davvero bisogno adesso?

Come posso ottenere ciò di cui ho bisogno, soddisfare i miei desideri in totale autonomia, senza un partner accanto a me?

Quali vantaggi mi porterebbe in questo momento e nel futuro prossimo e lontano essere autonomo/a nel soddisfare i miei bisogni?

Lasciami un commento con le tue opinioni.

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

33 Commenti

  1. Avatar di Bice

    Bice 9 anni fa (7 Settembre 2010 0:59)

    Non sono una fidanzata seriale, ma ne conosco tantissimi. C'è chi si chiude nel cinismo e chi non sa stare solo. Io sono stata nel primo gruppo. La mancanza di autonomia è secondo me alla base della gran parte degli sbagli che si fanno in campo amoroso. Chi è cinico e sta solo perché non si vuole più innamorare ha in fondo lo stesso problema: sa che se si lega a qualcuno ne dipenderebbe troppo, allora non si lega. Ma il vero problema è, appunto, che manca di autonomia e teme troppo di soffrire. Almeno questa è stata la mia esperienza, parlo da (ex) cinica e la penso così. E se metto tra parentesi l'ex è perché è un attimo ricascarci... e non sono sicura di essermi liberata delle mie paure. Tuttavia al contrario di Michela e altre io sono uscita dalla situazione "forse sono cinica ma per ora va bene così". Non mi va affatto bene, è una vita arida... voglio avere il coraggio di regalarmi molto di più!
    1
    Rispondi a Bice Commenta l’articolo

  2. Avatar di katia

    katia 9 anni fa (7 Settembre 2010 21:10)

    Sicuramente piu' importante la felicita' interiore,ma se si riesce a trovare una persona con cui si sta' veramente bene,con cui condividere passioni e che non abbia la pretesa di cambiarti (ma piuttosto, la volonta' di crescere insieme)...perche no! Il casino e' quando la trovi,ti innamori e capisci che difficilmente potra' funzionare perche' lui e' gia' impegnato e non sai se avra' mai il coraggio o la voglia di voltar pagina.
    0
    Rispondi a katia Commenta l’articolo

  3. Avatar di roberta

    roberta 9 anni fa (8 Settembre 2010 19:48)

    Single da due anni, dopo una storia di 18...unico uomo della mia vita, mai convissuto..e adesso? Anestesia dei sentimenti, oltre ad avere oltre 40 anni e a non frequentare ambenti che consentono di conoscere persone nuove, oltre a colleghi e amici di sempre...paura degli uomini? Forse si, nessun flirt, nessuna capacità di manifestare la femminilità...ci sto lavorando, il sesso non è un problema, alla fine non mi è mai interessato...poi vedremo, forse starò da sola per sempre
    -1
    Rispondi a roberta Commenta l’articolo

  4. Avatar di Simo

    Simo 9 anni fa (9 Settembre 2010 13:12)

    Il problema di non frequentare ambienti che consentono di conoscere persone nuove è comune a molti e secondo me è proprio il motivo principale per cui si fatica così tanto ad uscire da una storia finita. Avere la possibilità di conoscere gente nuova aiuta a distogliere il pensiero dalla storia passata e ad avere la speranza che nuovi orizzonti di felicità possano aprirsi, non solo trovando un altro compagno bensì anche trovando una propria dimensione di serenità.
    3
    Rispondi a Simo Commenta l’articolo

  5. Avatar di roberta

    roberta 9 anni fa (9 Settembre 2010 21:27)

    giusto Simona, ed è proprio quello a cui bisogna aspirare sempre...la propria serenità, indipendentemente da tutto e soprattutto per imparare che il "come si sta" dipende solo da te e non da chi hai vicino...solo così si può trasmettere quella tranquillità e armonia che ti avvicinano agli altri...insomma la "legge dell'attrazione", attiri ciò che tu sei...
    0
    Rispondi a roberta Commenta l’articolo

  6. Avatar di Andrea

    Andrea 9 anni fa (10 Settembre 2010 19:05)

    Ciao Ilaria, sono d'accordo con quanto scrivi, cioè che la felicità va cercata dentro di noi, non già dall'esterno. Ultimamente ho letto un libro di De Mello "Chiamati all'amore" ed, almeno per me, nel periodo in cui ho vissuto una storia con una ragazza il mio, più che amore era attaccamento, che ora, col senno di poi, e con la consapevolezza che ho acquisito in questo periodo di formazione, ho capito che non è assolutamente un atteggiamento ottimale da assumere. Infatti De Mello scrive che "L'attaccamento è l'assassino principale di ogni rapporto". Ora, un ulteriore passo avanti che vorrei compiere è capire come si puo' essere emotivamente coinvolti in una relazione e, nello stesso tempo, esserne distaccati. Naturalmente qui non mi riferisco solo nei rapporti di coppia ma anche di altro genere (nelle amicizie, per esempio). Certo, basta convincerci che anche senza di quel determinato evento o persona noi ci sentiamo ok comunque, ma se ci troviamo in certe situazioni che richiedono un coinvolgimento emotivo, se ci mostriamo distaccati, potremmo dare una sensazione di insensibilità da parte di chi ci circonda. Che soluzione puoi suggerirmi/ci? Grazie, Andrea
    0
    Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

  7. Avatar di Alberto

    Alberto 9 anni fa (12 Settembre 2010 17:46)

    A me interessa solo scopà :P
    -2
    Rispondi a Alberto Commenta l’articolo

  8. Avatar di alex

    alex 8 anni fa (6 Novembre 2011 13:31)

    Gran bella pagina. Argomenti veramente interessanti. Mi rivedo in tante situazioni
    0
    Rispondi a alex Commenta l’articolo

  9. Avatar di angymandr

    angymandr 4 anni fa (13 Dicembre 2014 23:56)

    Piú che fidanzati seriali, conosco persone che cercano incessantemente qualcuno con cui stare Frequento un forum in cui l`unico scopo é quello Trovare , trovare, trovare Non si capisce cosa Ma.... Questo mi fa accaponare la pelle Ilaria, mi sai dare una risposta ?
    0
    Rispondi a angymandr Commenta l’articolo

  10. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (14 Dicembre 2014 0:35)

    A quale domanda? :)
    2
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  11. Avatar di Claudia

    Claudia 3 anni fa (3 Luglio 2016 19:37)

    Che cosa mi spinge a cercare un partner in questo momento della mia vita? In questo momento della mia vita non sto cercando un partner anzi sto cercando di metabolizzare una storia finita Di che cosa ho davvero bisogno adesso? Ho bisogno di stare bene con me stessa Come posso ottenere ciò di cui ho bisogno, soddisfare i miei desideri in totale autonomia, senza un partner accanto a me? Contando su me stessa Quali vantaggi mi porterebbe in questo momento e nel futuro prossimo e lontano essere autonomo/a nel soddisfare i miei bisogni? So che posso affrontare e superare qualsiasi cosa
    0
    Rispondi a Claudia Commenta l’articolo

  12. Avatar di vale

    vale 3 anni fa (11 Agosto 2016 22:20)

    ...io non lo sono mai stata,anzi,al contrario ho avuto solo due storie veramente importanti(almeno per me era cosi')il primo mi ha tradita...il secondo...beh...mi ha lasciata quasi un anno fa'!sembrava essere il principe azzurro,un rapporto simbiotico...poi dal nulla,nell arco di pochi giorni aveva lasciato me e si era messo con una nostra amica comune e ex di un suo amico mantendo lo stesso schema di rapporto!non si e'neanche fatto lo scrupolo di non farlo sapere..con tanto di foto in ogni dove e parole distruttive nei miei confronti!inutile dire che ritenevo lei una confidente e amica e che il tonfo che ho fatto e'stato tremendo!e prima di me si era lasciato da poco con un'altra!inutile dire che ancora non l ho superata e che non riesco piu'a sentire nulla nei confronti di nessuno,se non paura!ma mi domando:"come si fa'a legarsi di continuo (3 storie in 6 anni)a qualcuno quando io ho difficolta'a farlo?"
    0
    Rispondi a vale Commenta l’articolo

  13. Avatar di Angela

    Angela 2 anni fa (27 Gennaio 2017 12:23)

    Io sono stata una fidanzata seriale. Sono passata da una relazione ad un'altra per 9 anni. L'ultima l'ho conclusa quattro mesi fa. Ormai sono talmente nauseata dalle relazioni che ho scelto di restare da sola per un po', anche perché ho realizzato che non ero felice passando da una storia ad un'altra. tanto più che, in un modo o nell'altro, per l'altra persona mi annullavo. Certo non è facile mantenere il proposito di stare da sola quando sei una fidanzata seriale "nell'anima" (nel senso, lo hai fatto talmente tante volte che ormai è diventato un'abitudine). Infatti mi stavo innamorando di uno stronzo. Ma, per fortuna, ho avuto la saggezza di tenermene alla larga, consapevole che non ero obiettiva nei suoi confronti e, quindi, ero tutt'altro che pronta. Sembrava poi dovesse essercene un altro, ma le cose non sono partite, per tutta una serie di motivi. Indovina un po'? Sono qui che penso che, in realtà, non mi interessa assolutamente nulla. Con questo non dico che non vorrò più una relazione, ma mi sono ritrovata a pensare "se non sono felice da sola, come posso pensare di essere felice in coppia? Che coppia ci dovrebbe essere, poi, se manca uno dei due componenti?" Quindi, sono qui, semplicemente, a cercare di capire come centrarmi su di me. Non so a che punto sono del percorso, ma sono orgogliosa di vedere comunque dei risultati!
    6
    Rispondi a Angela Commenta l’articolo