Capire un uomo: la risorsa che non sai di avere

Capire un uomoIeri sera, dopo una sessione di coaching con una mia cliente, mi sono messa a riflettere e a prendere appunti sul tema “capire un uomo”. La mia cliente, chiamiamola Marcella, a un certo punto del nostro incontro si è lasciata andare a uno sfogo.

Faccio una premessa: Marcella è una donna di successo. E’ responsabile marketing di un’azienda che produce utensili da cucina di altissima qualità e di design,  vive e lavora nella provincia di Bergamo, ma, in realtà, grazie al suo lavoro, è sempre in giro per il mondo, per importanti viaggi d’affari. Ieri, era appena rientrata da Manila, nelle Filippine, dove si era fermata una settimana a trattare un’importante contratto di  esclusiva per la sua azienda.

Ebbene, che c’entra la storia di Marcella con il fatto di capire un uomo?

Che cosa serve davvero per capire un uomo?

Marcella non solo è una ragazza sveglia e in gamba, ha anche altre qualità: è bella. E’ longilinea, sportiva con lunghi capelli neri. Insomma, la classica donna che non lascia indifferenti gli uomini. Almeno per quel che riguarda l’aspetto. Al primo sguardo, al primo approccio. Perché poi, invece…

Marcella è spiritosa e simpatica. Sa tenere una conversazione piacevole praticamente su qualsiasi argomento. E non sa assolutamente tenersi un uomo. Perché? Perché non sa cosa significhi capire un uomo.

Beh, che cosa è successo ieri tra me e Marcella? E’ successo che lei si è lasciata andare e ha tirato fuori una grande verità. Tra le lacrime (più di rabbia che di dolore), Marcella mi ha chiesto, anche un po’ imbarazzata, visto quel che ha detto: “Perché le altre donne – che valgono meno di me e sono più brutte di me – ce la fanno? Perché loro riescono a trovare un uomo e tenerselo stretto? Perché io non ci riesco? Che cosa faccio di sbagliato? Dov’è il mio grande errore?”

Qual è la “dote magica” per capire un uomo?

Ti racconto meglio che cosa intendeva dire Marcella. Nella sua azienda c’è il direttore commerciale, Giuseppe, un uomo sulla quarantina, un bel tipo, davvero interessante. Uno che non passa inosservato. Ebbene, il nostro amico, non fa mistero di essere felicemente sposato. E’ legatissimo alla moglie. Si capisce benissimo che lei è la cosa più importante nella vita di lui. Giusto, vero? Nulla da eccepire. Che un uomo e una donna sposati stiano bene insieme dovrebbe essere solo che normale. Che siano, l’uno per l’altra la persona più importante nella vita del partner, dovrebbe essere il minimo sindacale. E infatti il collega di Marcella e la moglie sono una coppia felice. Sono sposati da circa otto anni, non hanno ancora avuto dei figli, hanno preferito, per ora concentrarsi sulla loro relazione. Io non ci trovo nulla di strano.

La notizia dov’è? La notizia è che Marcella, nel suo sfogo personale con me, mi racconta che durante un evento aziendale (uno dei fondatori festeggiava la propria pensione e, dato il clima particolare, ha deciso di invitare i dipendenti con le famiglie) ha avuto modo di conoscere la moglie di Giuseppe. E ha scoperto di trovarsi di fronte a una donna piuttosto sciatta nell’aspetto e anche un po’ antipatica. Insomma, un po’ un niente di che. Dopo quell’incontro Marcella si è messa ragionare su una costante della sua vita: ha conosciuto molte donne assolutamente “normali”, con mariti fantastici e relazioni fantastiche.

Durante il suo sfogo, Marcella mi ha chiesto: “Ilaria, so che dovrei vergognarmi di quello che dico e di quello che ti sto per chiedere. Ma perché lei, che non è proprio niente di speciale, ha trovato la persona giusta e la relazione giusta e io praticamente sono single da sempre? Non ci capisco più niente, so solo che mi sento male, che soffro moltissimo.”

L’incredibile guida gratuita che ha illuminato la vita sentimentale di migliaia di donne. Scopri quali sono le risorse fondamentali (che possiedi anche tu) per attrarre la persona giusta per te.

Marcella soffre moltissimo perché ha una visione parziale della realtà: è convinta che per conquistare un ragazzo serva essere belle, simpatiche, intelligenti. La verità è che tutto questo non serve a niente, se manca la capacità di capire un uomo.

La moglie di Giuseppe sembrerà anche sciatta e antipatica, ma sa capire Giuseppe. E questo fatto rende felici sia lei, sia Giuseppe. Questo fatto fa sì che Giuseppe si senta molto legato a lei, abbia deciso di impegnarsi con lei e, soprattutto, si apra emotivamente con lei. Il che cementa ulteriormente la loro unione.

In realtà la capacità di capire un uomo appartiene a tutte le donne. Solo che loro non lo sanno. E non lo sanno per varie ragioni.

Quali sono queste ragioni? Tu ne hai un’idea?

Per ora ti dico che qualsiasi siano le ragioni che “remano contro”, possono essere superate ed è possibile scoprire la capacità di capire un uomo in modo semplice e naturale.

In concreto, di che cosa è fatta questa capacità di capire un uomo?

Tu che cosa pensi che sia? Che cosa funziona per te o non funziona, per te?

Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi
L’incredibile guida gratuita che ha illuminato la vita sentimentale di migliaia di donne. Scopri quali sono le risorse fondamentali (che possiedi anche tu) per attrarre la persona giusta per te.

Lascia un Commento!

128 Commenti

  1. Avatar di Alex

    Alex 11 anni fa (6 Febbraio 2013 13:39)

    Alessandra, vedo che non hai compreso il mio commento ;)
    Rispondi a Alex Commenta l’articolo

  2. Avatar di Paola

    Paola 11 anni fa (6 Febbraio 2013 16:19)

    Sì, Ilaria, sono d'accordo: "mettersi nei panni dell'altro è un atto e un atteggiamento d'amore, di quell'amore profondo che lega le persone, anche al di fuori dei rapporti di coppia", come dici tu. E come hai detto altre volte tu, se non ho capito male, non a tutti viene insegnato come farlo, così come tutti non sono amati in quel modo, nemmeno dai propri genitori. Per fortuna, non so dire come e quando esattamente, si diventa grandi e si impara a dare quello di cui si ha a propria volta bisogno. E forse anche (forse!) a soffrire meno per quello che non si ha mai avuto. In ogni caso dipende da noi. Che importa di presunti "stronzi" e "stronze", dove può mai portare vedere tutto in termini di lotta, ripicca, rabbia, ricatto... e pensare sempre al passato, a quel che non si ha avuto... o guardare nel piatto degli altri? Mi spiace leggere tanti commenti carichi di sofferenza. Alla fine dipende da noi, è una responsabilità ma anche una grande possibilità. Auguro a tutti, me compresa, di coglierla sempre! Buon pomeriggio.
    Rispondi a Paola Commenta l’articolo

  3. Avatar di Sally

    Sally 11 anni fa (6 Febbraio 2013 23:51)

    Bel articolo e quanti spunti tra i commenti... Probabilmente la moglie del collega di Marcella è riuscita a trovare un proprio equilibrio e poi a mantenerlo all'interno della coppia avvicinandosi al proprio amato quanto basta per fargli sentire la propria presenza senza essere nè bisognosa nè soffocante. Penso che più che consentrarsi perchè le altre sì e io no, sia più utile cercare di capire cos'è che mi fa star bene, quando sono in equilibrio e serena con me stessa. Inoltre per trarre il meglio dalle storie finite potrebbe essere utile essere sincere con se stesse: se una storia finisce (lunga o breve che sia) significa che qualcosa non andava, che i contro erano più dei pro; probabilmente l'equilibrio della coppia non c'era più. Ritengo che più si cerca in modo spasmodico di avere una relazione duratura più questa ossessione del far durare la relazione faccia perdere di vista il motivo vero per cui due persone deicdono insieme di condividere la propria vita. inoltre quessta idea può diventare una fissa, un tarlo tale da rendere la vita a due uno stress anzichè una convivenza piacevole e gratificante per entrambi. Poi ogni storia è a sè, è difficile da esterna dire perchè due persone stanno bene insieme, alle volte le coppie sono composte da persone molto diverse che si completano perchè complementari, altre invece da persone simili che si sostengono a vicenda in libertà e autonomia. Credo anche che più che di gabbia, sia più opportuno parlare di quanta pazienza ci voglia per riuscire a costruire la reciproca fiducia nella libertà propria e dell'altro, a volte rinunciando a delle proprie "pretese" (di attenzione/tempo od altro) in nome del bene dell'altra persona e non per zerbinismo. Ilaria, bel tema per la conferenza, lunedì finirò in palestra alle 21, per cui sarò a casa per le 2130 circa =( ... c'è la possibilità di entrare in teleconf. in ritardo? oppure fornirai una registrazione? Grazie per quello che fai =)
    Rispondi a Sally Commenta l’articolo

  4. Avatar di giulietta

    giulietta 11 anni fa (7 Febbraio 2013 15:53)

    l'ultimo uomo che ho avuto mi ha lasciato per dei motivi astratti e astrusi, che non ho capito bene, e forse neanche lui - ma quello che ripeteva sempre era che nessuna lo aveva capito quanto me.... (!!!) Ilaria, mi interessa molto la conferenza di lunedì sera, ma ho un impegno. si può vederla in differita?
    Rispondi a giulietta Commenta l’articolo

  5. Avatar di mery

    mery 11 anni fa (10 Febbraio 2013 13:18)

    ciao a tutti, mi chiamo Mery e sono nuova. io ho conosciuto tantissime persone e molti uomini si sono confidati.. il problema di molte coppie è proprio "capire" un uomo come dice Ilaria. troppe donne egoiste nella relazione, pensando semplicemente a loro stesse, ad apparire sempre al massimo, tralasciando piccole cose importanti che molte volte si danno per scontato! in una relazione ci deve essere un pò di tutto, amore, sesso, ma anche amicizia.. ci si deve capire a vicenda, soprattutto ascoltare l'altra persona, guardandola negli occhi ed essere empatici.. quando qualcuno ha bisogno di parlare, di essere capito, si vede.. sta a noi accorgersene, anche se in questo mondo così frenetico a volte siamo talmente distratti da non renderci conto di molte cose! dobbiamo stare più attente alla persona che amiamo, dandogli delle attenzioni importanti, come l'ascolto! altrimenti l'uomo, andrà a cercare altrove... ho trovato questo articolo molto interessante!
    Rispondi a mery Commenta l’articolo

  6. Avatar di morghy

    morghy 11 anni fa (12 Febbraio 2013 13:42)

    BELLISSIMA TELECONFERENZA!!!
    Rispondi a morghy Commenta l’articolo

  7. Avatar di Grazia Di Gioia

    Grazia Di Gioia 11 anni fa (16 Febbraio 2013 15:32)

    Dopo l'11 Febbraio, carissima Ilaria, come posso fare per recuperare la tua teleconferenza? Sto conoscendo ora ciò che fai, sono stata indirizzata a te da una mia grande amica che ha una sensibilità ed un'anima sublime! Posso esprimerti tutta la mia stima per ciò che fai anche al di là dell'impegno lavorativo sicuramente diverso e molto intuitivo.... ma che va indubbiamente oltre .... toccando, a chi sa recepire, corde assai sottili! Grazie davvero dall'anima! Grazia
    Rispondi a Grazia Di Gioia Commenta l’articolo

  8. Avatar di Stella

    Stella 11 anni fa (28 Marzo 2013 1:06)

    mmmm non c'è possibilità di una replica della conferenza? :(
    Rispondi a Stella Commenta l’articolo

  9. Avatar di Mary

    Mary 11 anni fa (11 Aprile 2013 19:43)

    Ciao Ilaria, non ho potuto guardare l'evento speciale "come capire un uomo" poichè non ero ancora iscritta. Mi piacerebbe vederlo,c'è una maniera per trovarlo? Penso mi sarebbe molto utile! Grazie,Mary
    Rispondi a Mary Commenta l’articolo

  10. Avatar di Erika

    Erika 11 anni fa (21 Giugno 2013 12:30)

    Mi stupisce la superficialità con cui genericamente viene affrontato questo argomento. Marcella potrebbe essere semplicemente una ragazza di talento ma che non si vuole a sufficienza bene da regalarsi la complicità e l'affetto di un uomo. le relazioni sono questioni difficili e molto personali se vogliamo parlarne basandoci esclusivamente su stereotipi ed escludendo i soggetti in questione abbiamo poco da parlare di empatia e comprensione dell'altro. Ho lo stesso problema di Marcella l'uomo per me però non amerà una donna sciatta e insignificante ma me per come sono fatta, quindi evidentemente non è ancora arrivato e io non sono una donna facile. Quanto a capire gli uomini scusate ma io sono dell'idea che i rapporti si basino su una reciprocità ma non è qualcuno questa ragazza ancora non l'ha capita?
    Rispondi a Erika Commenta l’articolo

  11. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 11 anni fa (21 Giugno 2013 14:18)

    @ Erika, certo arriverà. Nel frattempo non è il caso di arrabbiarsi.
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  12. Avatar di Anna Capriati

    Anna Capriati 10 anni fa (16 Febbraio 2014 12:14)

    mah mah mah... Molte relazioni sembrano belle e perfette fuori ma poi bisogna vedere se lo sono realmente. Questo è il punto numero uno.. Le persone ci tengo a dare un'immagine di facciata in pubblico, pertanto recitano.. La tua amica Marcella dovrebbe tener in conto anche di questa variabile... A parer mio, la questione non è solo capire gli uomini ..La motivazione alal comprensione del mondo sociale e quindi comprendere l'altro ( in questo caso l'uomo). Capire non è sufficiente per una buona relazione dei rapporti sono necessari la motivazione alla fiducia e la motivazione al controllo . Inoltre nei rapporti uomo donna entra anche in gioco la leva del potere.. Per esempio l'effetto delle svalutazione reattiva ha una sua valenza anche nelle relazioni.. Quando abbiamo avuto il consenso ( conferma) di qualcosa che desideravamo questa perde valore... Questo accade anche in ambito matrimoniale ma il suo effetto potrebbe essere bilanciato o attenuato dalla questione della scelta irrevocabile...( più soddisfacente)
    Rispondi a Anna Capriati Commenta l’articolo

  13. Avatar di angymandr

    angymandr 10 anni fa (12 Novembre 2014 10:18)

    Scusa Ilaria, ma mi viene da ridere Neanche capire un uomo puó servire Se a lui non interessi c`é davvero poco da fare
    Rispondi a angymandr Commenta l’articolo

  14. Avatar di Antonella Palo

    Antonella Palo 10 anni fa (27 Dicembre 2014 21:10)

    Io non sono affatto daccordo con questo articolo perchè ci sono uomini che vogliono solo riceverla la comprensione e il sostegno e non restituire nel momento critico del bisogno. Io direi che è una grande credenza limitante che si fanno le donne "non riuscire a trattenere un uomo" Bhè siamo in due no? Nemmeno gli uomini in questione ci sono riuscite con noi e penso che sia una benedizione che ne sappiamo che cosa ha incontrato la ragazza della storia io ad esempio incontravo un certo tipo di uomo che manipola e maltratta racconta bugie ma adesso dopo anni di percorsi di consapevolezza attraverso vari percorsi mi dico cosa credevo di dover trattenere? Un uomo che mi specchia l'ombra nel peggiore dei modi tenendomi nel dolore dell'abbandono? Io dico che è una benedizione e penso proprio che il tuo articolo dia taanto potere agli uomini che non si sprecano nemmeno un tantino a guardarsi dentro....
    Rispondi a Antonella Palo Commenta l’articolo

  15. Avatar di Morettina76

    Morettina76 9 anni fa (28 Dicembre 2014 20:09)

    Ma scusate, noi dobbiamo capire gli uomini... ma quando loro capiranno noi??? Mi pare che tanti non si sforzino nemmeno un pochino!!!!!!!!!!!!!!!!! Se avessi voluto tenermi il mio ultimo ragazzo, come ha detto qualcuno nei vari commenti, mi sarebbe bastato essere sempre accondiscendenti e non avere una mia opinione discordante, accettare qualunque cosa insomma! Ma vi pare possibile?... Attenzione, ci sono uomini che non vogliono essere tenuti... In passato ho avuto dei ragazzi che ho lasciato io, ma con l'ultimo non ci sono proprio riuscita. Nonostante lo amassi da morire, non me la sono sentita di cedere completamente ai suoi ricatti e alla sua prepotenza... Magari bisogna vedere se vale la pena tenersela una persona!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Rispondi a Morettina76 Commenta l’articolo

  16. Avatar di sire

    sire 9 anni fa (2 Aprile 2015 21:31)

    Io credo che una donna debba capire i veri bisogni di un uomo, che sono a volte diversi da quelli di una donna. Per sentirsi capito un uomo ha bisogno di sentirsi valorizzato da una donna di "valore" , scusate il bisticcio di parole. Ovvero ha bisogno di rapportarsi ad una donna di vera e profonda autostima che sia in grado di farlo sentire "degno" di lei. Insomma lui ha bisogno di una donna che lo stimoli costantemente e che riconosca e premi gli sforzi che lui compie.
    Rispondi a sire Commenta l’articolo

  17. Avatar di una

    una 9 anni fa (22 Settembre 2015 11:22)

    per me ci vuole reciprocità in ogni relazione per poter essere definita felice. Ci si deve capire reciprocamente altrimenti la relazione e determinata a terminare o a continuare in maniera disfunzionale. Poi il "capirsi" è solo uno dei tanti ingredienti di una relazione felice....
    Rispondi a una Commenta l’articolo

  18. Avatar di grazia

    grazia 9 anni fa (11 Ottobre 2015 21:24)

    Vorrei leggere il seguito. Purtroppo anche io appartengo al gruppo : "uomini questi sconosciuti". Grazie.
    Rispondi a grazia Commenta l’articolo

  19. Avatar di Anna

    Anna 9 anni fa (27 Novembre 2015 17:30)

    Non sono d accordo con l articolo , io sono esattamente così premurosa e pronta a capire l uomo che amo ma l amor non è mai scattato solo bene
    Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  20. Avatar di lilyt

    lilyt 8 anni fa (9 Febbraio 2016 2:22)

    L’uomo si comporta in modo strano: ama la pantera, ma sposa la chioccia e poi non si capisce perché, una volta sposata la chioccia, cerca di nuovo la pantera… (Anonimo) Io penso che non c'entri nulla il fatto di capire un uomo .. oppure no. Gli uomini sposano donne "normali" (e con questo mi riferisco al concetto di donna in Italia) perchè garantiscono una sorta di sicurezza nella creazione di una famiglia , non inseguono particolari ambizioni , difficilmente agiscono autonomamente e in caso di situazioni difficili sono più propense a scendere a compromessi .. l'uomo in carriera lo sa, in questo modo è tutto molto più semplice da gestire. La donna bella e di successo sicuramente provoca ammirazione e desiderio ma allo stesso tempo anche una sorta di competizione e porta spesso l'uomo al confronto. Per me l'unico motivo per cui questo tipo di donna non trova questo tipo di uomo è perchè comunque sia sarebbero incompatibili , nessuno dei due agisce in modo sbagliato solo sono diversi . La donna in carriera non dovrebbe porsi il problema di conquistare un uomo che preferisce una donna diversa da lei ma aprirsi al mondo e scoprire chi invece fa per lei , un uomo che al contrario viene stimolato dal confronto costante, dal fatto di stare un po' sulle spine e di non poter mai dare per scontato nulla della sua Lei , meravigliosa e unica ma proprio come LEI questi particolari soggetti non sono facili da scovare .. a volte è tutta una questione di fortuna, proprio per questo motivo bisogna tenere la mente e il cuore ben aperti liberandosi dei pregiudizi sociali e dall'ansia di essere fuori tempo massimo .. perchè anche se dovessimo trovare quella persona , rischieremmo di farla scappare perchè nessuno ama essere inseguito o pressato ... rischieremmo di mandare a rotoli una storia d'amore importante solo a causa della fobia di restare soli . Ricordiamoci che nessuno ci corre dietro , le parole della società e della mamma che ci pressano .. sono solo parole al vento ..ognuno ha i suoi tempi. La nostra storia, chi siamo.. lo sappiamo noi , gli altri sono spettatori che possono applaudire o fischiare ma siamo noi che decidiamo come vogliamo far proseguire lo spettacolo e l'unico critico che dovremmo ascoltare siamo noi stessi.
    Rispondi a lilyt Commenta l’articolo