Come riconoscere un uomo sbagliato

come riconoscere un uomo sbagliatoCome riconoscere un uomo sbagliato?

Molte donne si pongono questa domanda. E, sebbene non si tratti di una domanda intrisa di spirito positivo, a me non dispiace che molte donne se la pongano.

Almeno, santo cielo, hanno chiaro che il mondo degli umani non è tutto affollato da angeli, principi azzurri, ufficiali e gentiluomini.

Ma è strapieno di stronzi, a tutti i livelli. Anzi, non è ancora bene chiaro se ci siano più melme (tra uomini e donne, si intenda) nei bassifondi o ai vertici.

La melma è ben distribuita in garage e cantine, fogne e topaie, così come in attici e piani nobili o alti.

Sono troppo negativa? Forse sì. In verità no. Mi sforzo di seminare un po’ di consapevolezza presso chi, forse, affronta il mondo con molta ingenuità e carica di un po’ troppe illusioni.

Anche se è vero che molte donne si pongono la domanda: “Come riconoscere un uomo sbagliato?” e questo è positivo, è altrettanto vero che molte donne se la pongono da una posizione poco utile.

Sì perché a essere cinica fino in fondo, mi viene da dire che tutti gli uomini sono sbagliati per te, fino a prova contraria.

Hai presente il fatto che secondo la nostra costituzione (la costituzione della Repubblica Italiana) nessuno può essere dichiarato colpevole di un reato fino a giudizio definitivo?

Ebbene, tu parti da una posizione di potere per quanto riguarda te stessa e decidi che nessun uomo è giusto per te fino a prova contraria.

Rovescia il principio del diritto. Che ti frega?

“Eh, oh, Ilaria, ma quanto pessimismo, mi viene quasi il disgusto…”

Forse è questo che stai pensando…

Come riconoscere un uomo sbagliato: tenere le distanze

Ma no, si tratta di assumere posizioni utili per il tuo benessere.

Se pensi che l’uomo giusto per te ha ancora da nascere stai diventando semplicemente più esigente, non sei bisognosa e sei pronta a conoscere tutti gli uomini che vuoi, senza paura, facendo esperienza e divertendoti.

Mantieni la distanza che ti serve per decidere tu, che cosa ti va o non ti va bene e scegliere tu, senza metterti nella posizione di essere scelta o di essere succube delle decisioni di “lui”. Chiunque egli sia.

Guarda che per molte, che quando incontrano un uomo si fanno coinvolgere subito e poi rimangono “legate”, dolorosamente, spesso al nulla, questa è una bella rivoluzione.

Intendo: produttiva.

In più statisticamente, come diceva “quelo” “a pensare male si fa peccato, ma si indovina”.

Cioè, l’abbiamo detto prima, siamo circondati da stronzi (e da stronze, sia chiaro).

Inoltre tenere le distanze è utile non solo per non lasciarsi coinvolgere e quindi per non rimanere “intrappolate”, ma è utilissimo ad aumentare la propria autostima.

Pensa un po’, nell’ipotesi, talvolta per nulla remota che una si senta inadeguata per i tanti “due di picche” incassati a vario titolo, che cosa può significare riuscire a tenere le distanze e a non farsi trascinare dalle dichiarazioni d’amore sempre uguali e standardizzate e dal corteggiamento omologato dell’ultimo idiota in ordine di apparizione.

Come riconoscere un uomo sbagliato: pensa male e tiratela

Detto più semplicemente: tirartela con intelligenza è utile a far capire a te per prima che non meriti di essere trattata come uno straccio e che nessuno deve permettersi di trattarti come uno straccio.

Non solo, se te la tiri, ti garantisco che il tuo valore (reale e percepito) sul mercato sale. L’idiota si dilegua, perché sai, gli idioti scompaiono appena qualsiasi cosa diventa impegnativa, sotto qualsiasi aspetto.

Il meno idiota magari si ferma e pensa. Pensa! Straordinario.

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

Magari, se ci tiene, si studia anche una strategia – non necessariamente predatoria e manipolatoria – per dare il meglio di sé.

Se te la tiri, fai selezione e aiuti il genere maschile a migliorarsi e con esso tutta l’umanità.

Praticamente diventi una benefattrice, in odore di santità. Non è poco, sai?

Tra l’altro, non pensare che gli uomini facciano in modo  molto diverso. In questo mondo indubbiamente intriso di maschilismo (poretti, anche quelli più evoluti sono maschilisti fino al midollo, così ci è capitato, questo è il paese e il momento storico che viviamo) gli uomini non considerano le donne.

Se non per portarsele a letto. O, a un livello più avanzato, per farne, di una o magari di due, “la donna della loro vita”.

Quindi loro non considerano le donne proprio, fino a che prova contraria li faccia decidere che Tizia è sco***pabile e Caia sposabile.

Tu fai lo stesso: non considerare nessun uomo giusto per te fino a che non ha superato tutte le Dodici Fatiche di Ercole.

Come riconoscere un uomo sbagliato: il senso del tuo valore

Poi certo, possiamo dare indicazioni su come riconoscere un uomo sbagliato, anche molto pratiche e molto severe.

Giacché non capisco perché non si debba essere severe.

Vedo donne in giro che non comprerebbero mai una gonna che non vesta perfettamente, “valorizzandole”.

Ragazze in palestra con un fisico scolpito e tute non firmate, ma firmatissime e tecnologissime che impiegano tempo e fatica per mantenere tutto ciò.

Altre donne che scelgono l’auto aspettando mesi per avere la versione con i tessuti degli interni come vogliono loro e coordinati con il colore della carrozzeria.

Altre che non escono di casa per comprare il pane se non hanno un make-up da star.

E poi molte di queste si accompagnano con un idiota squattrinato (sì, ho scritto “squattrinato”), che ha problemi sul lavoro, è un caratteriale che fa scene, non è propriamente un genio a letto e la cui massima aspirazione è avere la macchina lunga.

Uno che ignora i congiuntivi e il loro uso e magari ha anche idee confuse sulla storia d’Italia (che è un fatto grave) e qualche lacuna nel comprendere ed elaborare un pensiero con una principale e due coordinate.

Insomma, non considerare nessuno che non abbia un minimo di indipendenza economica ed emotiva e che non sia occupato a fare qualcosa di sensato nella vita (no, non mi riferisco al calcetto).

Guardati anche da coloro che sono dei dipendenti dal lavoro, quegli uomini che hanno un “incredibile” successo di carriera ed economico.

In poche parole: che sia uno sano di mente. Non un criminale e nemmeno vicino ad ambienti criminali (mi è toccato di recente rispondere a qualcuna che mi poneva la questione di quanto fosse raccomandabile frequentare un individuo vicino a uno spacciatore. Magari fa uso di droga, pensa la nostra. Eh, fosse quello il problema, dico io).

Insomma, almeno che sia “normale” all’apparenza, che già quelli “normali” di facciata nascondono tante magagne.

Soprattutto, ritornando a noi, è sbagliato qualsiasi uomo, qualsiasi persona, che al pari del make-up o della gonna, non dà del concreto valore aggiunto alla tua vita.

E, in fatto di sentimenti, i valori fondamentali sono affetto, vicinanza, comprensione, solidarietà, incoraggiamento, valorizzazione, presenza, sostegno, sicurezza, serenità.

Chi, per i più disparati motivi, non ce la fa a darti questo, può stare fuori dalla tua vita. A tuo vantaggio.

Guarda adesso l’anteprima del percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca qui o sul titolo del percorso per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno).

Lascia un Commento!

140 Commenti

  1. Avatar di Daniela

    Daniela 2 anni fa (29 Gennaio 2019 19:46)

    Ciao Ilaria, e quelli che nonostante te la tiri, comunque idioti, non si dileguano anzi insistono con strombate sempre più evidenti e non ti mollano? E se non rispondi insistono con altre strombate...a me fanno venire un nervoso da pugno in faccia...si credono anche chissà chi!
    Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

  2. Avatar di Daniela

    Daniela 2 anni fa (30 Gennaio 2019 9:25)

    Hai ragione, a volte ho provato a rispondere assecondando il suo delirio, prendendo in giro, risposta: mi stai prendendo per il c.? Ma per favore, mi cadono le braccia. Facendo così poi penso che lui insista ancor di più a volte...se non rispondo per 4 giorni non si fa sentire e poi arriva col suo buongiorno come se nulla fosse.
    Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (31 Gennaio 2019 12:57)

      Allora, puoi semplicemente bloccarlo, se proprio ti dà fastidio. E' un deficiente, te ne rendi conto, vero? Se invece vuoi stenderlo alla sua domanda: "Mi stai prendendo per il c.?" Rispondi: "Sì!". E che lo capiscano che sono penosi, ridicoli, imbarazzanti. E diteglielo sul muso.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  3. Avatar di Emy65

    Emy65 2 anni fa (31 Gennaio 2019 19:20)

    La noia....i meno difettati sono noiosi...non se ne esce..🤔 cioè noiosi di 50 anni....ma x carità....resto ormai sola x il resto della mia vita. ...mi hanno "fregato" in gioventù e in "lustri bisognosi" ....ora proprio non ce n'è più né x i mediocri né x i problematici né x i limitati....e manco mi dispiace.
    Rispondi a Emy65 Commenta l’articolo

  4. Avatar di Daniela

    Daniela 2 anni fa (2 Febbraio 2019 20:58)

    Sì, mi rendo conto che è un deficiente.. Neanche a perderci tempo.. La cosa che mi fa Inc. di più è che dopo 4/5 gg torna a scrivere come nulla fosse.. Penoso.
    Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

  5. Avatar di saby

    saby 2 anni fa (12 Febbraio 2019 21:13)

    Certo che in giro si possono incontrare i casi sociali tra i più disparati. Incontro questo ragazzo su internet, 30 anni, una figlia e un divorzio alle spalle (con una manesca e fannullona, sempre conosciuta su internet). Sembra subito preso, mi scrive sempre, vuole venire a trovarmi, farmi regali, e, sentite sentite mi propone di diventare mamma perché secondo lui un figlio lega di più due persone e non vuole precludermi la felicità di diventare mamma (!!!), e sembrava facesse sul serio. L'ho lasciato perdere, ma non voglio pensare a quante ragazze che hanno il sogno di farsi una famiglia e vivere per sempre felici e contenti potrebbero cadere in questa trappola. In realtà non sembrava neppure uno pericoloso o violento, ma solo un broccolone che non sapendo dare un senso alla sua vita lo cercava in chat (io in chat per passatempo)… Sono da evitare come la peste comunque.
    Rispondi a saby Commenta l’articolo

    • Avatar di Roberta

      Roberta 2 anni fa (13 Febbraio 2019 11:39)

      Ciao Saby. Mamma mia! Ma sai quanti ce ne sono in giro di uomini insicuri che facendo così si sentono importanti, creando poi dei danni per la loro incredibile superficialità? Da far venire i brividi, proporre di fare un figlio ha la stessa importanza di andare al bar a prendere un caffè!
      Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 anni fa (13 Febbraio 2019 13:36)

      I figli legano le donne in primo luogo. Da come la racconti, scommetterei che dei due il manesco fosse lui.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 anni fa (13 Febbraio 2019 13:39)

      Signur! Già. Quanti matrimoni si celebrano per mettere a posto delle crisi? E, soprattutto, quanti innocenti si concepiscono nella speranza che la loro nascita possa risolvere rapporti intrinsecamente sbagliati? Il parossismo dell’irresponsabilità.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Roberta

      Roberta 2 anni fa (13 Febbraio 2019 16:03)

      Davvero. Come se la panacea di tutti i mali fosse mettere al mondo figli a cazzum! Troppa gente usa paroloni solo per intortare il prossimo. Sono sconcertata.
      Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 anni fa (14 Febbraio 2019 8:10)

      Già, proprio così... I figli legano le coppie, certo. Quelle più distanti. Questi soggetti qua altro che procrearsi... Dovrebbero sparire per non tornare più.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

  6. Avatar di michela

    michela 1 anno fa (1 Aprile 2019 14:16)

    mamma mia! il mondo è pieno di stronzi/e e io alla quasi meravigliosa età dei 50 ancora non riesco a non rimanerci male. Ho scritto poco tempo fa perchè incappata in un narcisista in piena regola. Consapevole di cosa ho "scampato" mi sono messa a ricomporre i pezzi e trovo sulla mia strada uno apparentemente sincero. Io ancora "debole" emotivamente dall'esperienza precedente apro un po' la mia corazza, non troppo... ma mi lascio in qualche modo convincere salvo poi scoprire che è un seriale...o meglio, mentre frequentava me si preparava altri terreni (oh diversificare gli investimenti è più sicuro!). E che palle! Credo di essere una donna intelligente e brillante ciò non toglie che questa nuova "batosta" (o forse il fatto di essere presa per i fondelli) mi ha affossata. Possibile che io non riesca a capire chi ho di fronte? So perfettamente che la mia bisognosità (pur se da me riconosciuta) mi porta a certi errori. Ma cavolo! ormai dovrei essere scafata! e invece mi lascio abbindolare dal primo nano che mi capita davanti (questo è pure basso davvero!). Aiuto! Dai cazziatemi che oggi sono di lacrima facile e ho bisogno di una bella sveglia!
    Rispondi a michela Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 1 anno fa (1 Aprile 2019 15:53)

      Vedo che sono ricomparse le freccette... Michela, ho quasi 49 anni. Temo che rimarremo sempre un po' così tranne che forse ci rendiamo conto ma non riusciamo a frenare a tempo. Io finché non incontro uno che mi "piace" , sto abbastanza bene. Però non posso costruire una corazza perché a quel punto sarei frustrata.
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

  7. Avatar di Veronica

    Veronica 1 anno fa (2 Aprile 2019 9:10)

    Ciao Ilaria e tanti complimenti per il tuo bellissimo sito, che ho conosciuto da poco. Ho 32 Anni e sono prof a tempo indeterminato in una piccola città di provincia, lontano da casa, dove in giro ci sono solo pischelli universitari e ultra quarantenni divorziati. Non ho modo di conoscere nessuno. In palestra solo giovincelli o signori di una certa età, al lavoro, cioè a scuola, idem. Come faccio a trovare persone, anche solo per un flirt? A volte penso che resterò sola. Ma cmq, meglio soli che male accompagnati... Sai, nella mia vita sono stata 9 anni con un anaffettivo. Poi ho vissuto in varie città e avuto vari flirt. Mi son divertita. L'anno scorso invece sono stata con un narcisista manipolatore che mi ha fatto tanto soffrire. Ora faccio psicoterapia per risolvere i problemi che hanno fatto sì che lo amassi così tanto... Ma cmq mi reputo carina, simpatica, intelligente e divertente. Di solito piaccio. Però, ripeto, qui non riesco a fare conoscenze, se non in discoteca o in chat (e mi sono stancata di questi marpioni). Consigli? Grazie e ancora tanti complimenti per le tue idee.
    Rispondi a Veronica Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (2 Aprile 2019 12:42)

      Cioè, mi stai dicendo che i 30enni si sono estinti? Devo crederci? O devo pensare che questa è un'enorme barriera cognitiva?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (2 Aprile 2019 20:02)

      :D :D :D Ah, dunque si sono estinti... Credevo non fossero mai esistiti! :D :D
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (3 Aprile 2019 11:26)

      Fare volontariato e/o attivismo? Fondare un'associazione culturale su un tema che ti interessa? Fondare un gruppo di lettura proponendolo a una libreria che sta nella tua città e occuparti degli aspetti organizzativi? Visto che ti occupi di educazione, seguire corsi per migliorarti come insegnante? Fondare con amici/he un gruppo che esce una volta al mese a cena o coopta nuove persone chiedendo a ciascuno di invitare altri? Organizzare un aperitivo a cadenza settimanale con i tuoi colleghi insegnanti? Organizzare attività extra-scolastiche (tipo corsi di teatro) invitando attori e professionisti del settore? In ogni caso, per una relazione può andar bene anche un 25enne o un 45enne, dipende di che persone stiamo parlando.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 1 anno fa (3 Aprile 2019 14:21)

      Belli questi spunti FrancescaF, grazie!
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

  8. Avatar di Pina

    Pina 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 1:26)

    Cara Ilaria e lettrici, mi è capitata una cosa molto strana, vorrei raccontarla. Qualche settimana a una festa ho conosciuto un ragazzo che mi ha colpito. L' attrazione fra noi era palese e abbiamo deciso di incontrarci. Prima dell' incontro abbiamo chattato un po' e abbiamo scoperto di avere un disturbo comune, cioè l' insonnia; ci siamo scambiati i rimedi che funzionano meglio e lui mi ha chiesto se gli potevo passare la valeriana che uso io. Al nostro primo incontro lui è stato molto carino con me, e io gli avevo portato una confezione nuova della valeriana che uso. Lui l' ha guardata e ha detto che quella l' aveva già provata ma lo intontiva e me l' ha restituita. Ora non è grave, ma forse il restituire un regalo anche se inutile non è un segnale di rifiuto e di non impegno? Della serie rifiuto un regalo così non devo impegnarmi a farne uno pure io. Vi è mai successa una cosa del genere?
    Rispondi a Pina Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 8:02)

      E infatti non si fanno regali agli sconosciuti, perché li si obbliga nei nostri confronti. Meno che mai si regalano medicinali. Io lo avrei trovato molto invadente, e avrei rifiutato senz’altro.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 8:31)

      Ciao Pina, diciamo che le motivazioni del perché si sia comportato così potrebbero essere decine! Ad esempio potrebbe anche averlo allertato un regalo fatto al primo appuntamento, della serie "questa già s'appizza", oppure lo ha fatto perché davvero sapeva del suo effetto, e non voleva fartela sprecare! Ma così entriamo nel campo delle mille e una supposizione e soprattutto del voler sempre a tutti i costi analizzare il perché e il percome una persona ha fatto una determinata cosa, arrivando a leggerci rifiuto ecc... Diciamo che non ha avuto particolarmente tatto, su questo hai ragione! Magari essendo il primo appuntamento, poteva far finta di niente e accettarlo con un bello smile stampato in faccia!!! Ma tant'è! Io non starei a pormi tante domande, il resto della serata è andato bene? E allora chissene... :):) Un abbraccio!
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 9:53)

      Ciao Pina, il tuo messaggio riporta delle considerazioni stravaganti. Intanto, sempre partendo dal fondo, tu parli già di segnale di rifiuto e di non impegno. Ma come, nemmeno vi conoscete e già pensi a un possibile impegno? Poi che tra due giovani che si conoscono l'argomento di conversazione sia l'insonnia, accidenti! Ma di meglio non c'è? Un po' di slancio alla vita, perbacco! Tu parti già con il piede giusto facendogli un regalo - la valeriana! Cosa da veri uomini! - e quindi cercando di compiacerlo e addirittura aspettandoti un possibile regalo in cambio (una borsa per l'acqua calda, forse?). Lui per pragmatismo o, forse, come dice Lela, pensando "questa già s'appizza" rifiuta. Lui, che soffre d'insonnia, ti dice che quella valeriana che lui ti ha offerto, lo intontisce. Bravo! E a che deve servire la valeriana contro l'insonnia? A farti ballare fino alle 5 del mattino? Tu ci rimani male. Detto sinceramente, mi pare tutto un tantino sconclusionato, dall'una e dall'altra parte. Uscire a prendersi un gelato, mangiare una pizza, andare a un concerto e parlare di che cosa ci fa stare bene non è possibile? Giusto per sapere...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 10:23)

      Ilaria, mi fai morire. La borsa per l'acqua calda. :-D Perché non scrivi una sceneggiatura teatrale su questi temi e con i tuoi toni ironici? Avresti successo.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 10:51)

      Il problema è che le babbucce mi sembravano troppo vivaci-creative-vitali per il ritmo che ha preso questo rapporto...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 11:03)

      Le babbucce :D :D :D
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 10:51)

      Risposta magistrale!!! :):):)
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 10:25)

      Ma poi mi chiedo come faccia la valeriana ad intontire lui e a far dormire te, mai provato niente di più inefficace contro l'insonnia :))
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 14:25)

      Ciao Pina, Posso dirti che io mi sarei sentito in imbarazzo a prescindere dal regalo. Portami un medicinale poi mi avrebbe fatto percepire la sensazione di essere di fronte a mia madre.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 15:41)

      Grandioso Emanuele! Un viaggio autentico nella mente maschile!!!
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 16:37)

      Grazie Ilaria, Ecco se proprio mi si vuole mandare un messaggio e farmi un regalo a un primo appuntamento, nel caso in cui mi si regalasse la pillola blu sarebbe interessante, inedito direi 😃
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 15:52)

      @Emanuele: Ma infatti!
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

  9. Avatar di Ally

    Ally 2 anni fa (1 Marzo 2019 22:27)

    Faccio capolino ogni tanto sul blog ma vi seguo sempre con calore. Oggi, dopo un pò di assenza e diversi mesi da questa terribile estate, mi metto qui a scrivere di un episodio importante e che ho gestito in modo diverso da come ho sempre fatto per tutti questi anni. Dopo la brusca e triste fine della mia storia ho rincontrato un uomo del mio passato. C'eravamo conosciuti anni prima ed eravamo entrambi impegnati, c'era stima reciproca ed affetto. Le nostre strade si erano poi divise. Casualmente lui mi ha cercato proprio alla fine della mia lunga storia, entrambi single e scottati. Dopo un corteggiamento insistente, brevissima ed utilissima frequentazione, chiusura immediata da parte mia. Ho ritrovato un uomo freddo, anaffettivo, dal comportamento contraddistinto da un'iniziale impeto in parole e fatti e un successivo e repentino arresto: mancate risposte alle mie chiamate, risposte a monosillabi, in ritardo; sparizioni e negazione dell'evidenza. Ho chiuso il tutto quando gli ho proposto di vederci (abitiamo distanti): non ha voluto ma non ha saputo darmi una spiegazione valida ( io gli piacevo molto, stava bene con me ma non se la sentiva, no non aveva una relazione, ecc..ecc..). Per me è stato sufficiente. E ve lo dice una che avrebbe provato a contattarlo, a chiedersi il perché, dove io avessi sbagliato, cosa avrei dovuto fare di più, mettendo in dubbio la mia estetica e la mia persona. Ho detto chiaramente che ero stata delusa dal suo atteggiamento e che stando cosi le cose non volevo avere nulla a che fare con un uomo così. Lui si altera, si sottrae ad un confronto, colpevolizzandomi ed insultandomi. Salutato, bloccato, cancellato i numeri e tutto il resto. Riceverò 2 settimane più tardi una email (argh! Io e le mail non andiamo d'accordo :D) piena di scuse ma senza corpo e senza vere spiegazioni e dopo 2 mesi qualche chiamata. Non ho mai risposto a nulla. Perché ho iniziato un viaggio, lungo, faticoso e tortuoso che prevede il rispetto di me e la ricostruzione di me stessa dopo storie abusanti. Non è facile, dopo che per anni hai accettato la qualunque pur di attenzioni e di questo presunto amore tanto romanzato. E' difficile dire no, accettare di aver fatto degli errori di valutazione e di aver permesso ad altri di ferirmi, darmi per scontata... però non vedo alternative. Non posso ottenere una relazione bella e appagante se continuo a mettere in atto sempre gli stessi schemi, a non dare a me stessa per prima l'esempio di cosa vuol dire volersi bene. Voglio pensare che il mio passato sia una lezione per capire in che direzione andare, come aggiustare il tiro e imparare a muovermi di conseguenza. Per questo ringrazio Ilaria, le vostre storie ed i vostri incoraggiamenti diretti ed indiretti, il mio crescente amor proprio. Grazie. Di cuore.
    Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 1 anno fa (30 Marzo 2019 8:25)

      Non penso che fosse l'uomo sbagliato completamente, ma ho avuto sentore che non fosse quello giusto PER ME. E infatti quando gliel'ho fatto capire, mi ha fatto il solito discorso che non se l'era sentita di impegnarsi con me perché È ANCORA INNAMORATO DELLA SUA EX, dalla quale è poi tornato. Con lei si impegnerà perché con lei metterà in pratica tutti i precetti imparati da me. Sarà l'uomo giusto per LEI. Auguri e figli maschi .Ma sempre male essere tappabuchi e perdere tempo e energia con un uomo per il quale tutto sarà facile e evidente grazie a me...ma vaf
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 anno fa (30 Marzo 2019 11:23)

      Ma allora ai pensieri oltre al tè servi anche i biscottini...e devono essere davvero buoni questi biscottini...perché tornano sempre. ;-)
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesca

      Francesca 1 anno fa (30 Marzo 2019 11:45)

      @Carla, assurdo il comportamento di costui e di coloro che si comportano come lui!
      Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 1 anno fa (30 Marzo 2019 12:06)

      Mi spiace per il tuo dolore, ma questa cosa dei precetti imparati da te fa un po’ raggelare. Cercherei di andare oltre, chiederti se sei stata un tappabuchi serve a poco. Concentrati su di te.
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 1 anno fa (30 Marzo 2019 14:23)

      Grazie, hai reso benissimo l'idea :-) leggevo che è una forma di dipendenza come l'alcolismo. Sai cosa faccio ora? Vado a fare davvero merenda, mi è venuta fame. Grazie
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 anno fa (30 Marzo 2019 15:55)

      Carla, ti consiglio vivamente di pensare che sia andata meglio così, cioè che per te è un bene che la storia sia finita. Precetti a parte, tappabuchi oppure no, io fossi in te penserei a stare bene piuttosto che a rimuginare sul fatto che quei due siano tornati insieme. Non ha senso immaginare la loro relazione e la loro felicità. Comunque, cerca di evitare i confusi... Non danno stabilità e causano soltanto malessere.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Margot

      Margot 1 anno fa (30 Marzo 2019 12:56)

      A me fai tanto piangere perché anch’io ripeto sempre gli stessi schemi e mi sono lasciata far del male, offendere, mi sentivo tanto sola, senza appoggio ne famigliare ne affettivo. Pensavo mi volesse bene, invece no. Io ero una bambina, non avevo l’indipendenza economica, la ex che gli scriveva ogni tanto, sapevo che era così e ci ho sbattuto la testa. Pago le conseguenze a testa alta ma non mi perdono di essermi fatta offendere così e non gli apro la porta perché mi farà sempre del male. Dopo tre mesi e mezzo che si tenga il regalo che mi ha fatto, non andrò mai a riprenderlo, che vada con le sciacquette delle chat, io mi voglio bene e non sono scontata. Sarei potuta essere la donna più matura e indipendente del mondo ma lui ha qualcosa che non va, non io come di certo il tuo ex. Forza che ce la fai!
      Rispondi a Margot Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 1 anno fa (30 Marzo 2019 14:27)

      Mah comunque è anche umano comportarsi così, solo che ci sono capitata io. A me lui alla base era piaciuto, non mi sono sacrificata ma a posteriori ho capito che sono stata una donna- cuscinetto. In realtà soffro più ora che quando la storia è finita. Ma è una situazione in me stessa che devo risolvere. Spero di riuscirci. Grazie
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (30 Marzo 2019 20:12)

      @Carla: continui a dire che lui va bene (non era sbagliato, era sbagliato per te; è umano comportarsi così; di base ti era piaciuto) e che non vai bene tu (sei stata la donna-cuscinetto, gli altri si innamorano delle altre e non di te, ecc.). E poi mi chiedo: perché lui e proprio lui e solo lui definisce il valore che senti di avere o meglio non avere?
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 1 anno fa (31 Marzo 2019 0:55)

      Purtroppo è sempre lo stesso scenario dal mio divorzio in poi
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Irene

      Irene 1 anno fa (31 Marzo 2019 12:04)

      Ciao Carla, fatti coraggio e pensa alla tua vita, non puoi sapere come andrà la relazione e tra loro... ma una cosa la sai:è una persona da non frequentare.
      Rispondi a Irene Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (31 Marzo 2019 12:06)

      Cioè che a te andrebbe bene uno qualunque, ma non trovi? Se ti fai andare bene uno qualunque -cioè non selezioni- è normale, ed anzi ritieniti anche fortunata, perché gira gente che cerca colf da maltrattare gratis. La classica situazione in cui la donna lava stende stira pulisce e in cambio la dà. Purtroppo le donne divorziate non giovani e magari con figli non hanno molto mercato, ma questo solo dato di fatto dovrebbe farci riflettere sul poco valore che gli uomini danno a noi come persone. A qualunque età. Le donne giovani e senza figli sono solo più comode e più disponibili. Possono essere belle brutte buone cattive intelligenti o sceme è uguale, sono solo più disponibili per loro, hanno più tempo e più motivazione (sposarsi e avere figli è il premio per la migliore sventolatrice). Noi oramai come personale dipendente siamo poco efficienti. Anzi guarda ho un paio di amiche madri single da quando sono giovani e sono rimaste sole dai 35 anni a oggi. Pensa te che roba. Non stiamo in un film americano, questi cercano la donna disponibile 24/7. Mentre tu corri e fai i salti mortali, l’aiuto che ti danno è “non hai tempo per noi”, “dovresti chiamare l’avvocato, non è giusto che il tuo ex marito fa quello che vuole” (e loro con me non possono, quindi IO devo pagare l’avvocato). Ho visto cose allucinanti, dal divorzio, tant’è che ho lasciato perdere, perché la mia autostima mi serve per vivere, non è un optional. Vuoi avere accanto qualcuno che ti tratti da rottame e spazzatura? Io no. Ritieni di essere spazzatura? Io no. Se esiste qualcuno che cerca quello che cerco io, bene, altrimenti ho già un lavoro una casa e una famiglia di cui occuparmi, come suppongo anche tu. Infatti ti stiamo dicendo tutte: non ci pensare e occupati della tua vita, che di un uomo non ha bisogno nessuna. È un di più, SE è di più e non di meno.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 1 anno fa (31 Marzo 2019 12:31)

      Diciamo che finora mi sono sempre fermata in tempo per evitare situazioni squallide. Si a me ci penso e ho in mente già qualche progetto. Le persone entrano nella nostra vita non a caso. O meglio, le facciamo entrare. Ma ancHe uscire e se se ne vanno è perché hanno sentito che in fondo in fondo non le volevamo. Grazie delle vostre parole.
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (31 Marzo 2019 13:07)

      Secondo me, non è bene per i figli e neanche per te, gente che entra e esce dalla vostra vita. Vanno fatti entrare quando la relazione è consolidata, dopo almeno 6-12 mesi, direi. Io metto in chiaro questo punto da subito. E finora, in cinque anni, non sono mai arrivata al pranzo o alla cena tutti assieme. L’ultimo? “Mi sento sempre sotto esame”! Difficile tenere la parte della persona rispettosa e gentile per sei mesi... un grosso stress non potersi piazzare nella vita di qualcuna e gettare la maschera sociale, i complimenti e le scemenze di rito :) e infatti mai arrivata a sei mesi con nessuno. Mi si potrebbe dire: se tieni uno fuori da una porta chiusa, ovviamente se ne va. Ma evidentemente non è questo, come si evince dalla tua esperienza e di quella di tante altre. Aspettando, si limitano solo i danni.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 1 anno fa (31 Marzo 2019 14:05)

      Beh io ero inserita da lui con i suoi figli invitata spesso perfino il 24 dicembre e anche talvolta con mia figlia grande a cui lui è piaciuto. Insomma ci ho creduto e penso che le intenzioni erano buone da parte sua, onestamente. Ma sentivo piccole reticenze, probabilmente ha voltuo dare una chance a entrambi ma forse la sua ex è ritornata alla carica o lui ha capito che la amava ancora. Questo non posso saperlo. So che dopo 3 mesi ho voluto fare un discorso più "serio" e a quel punto lui è stato sincero. Mi ero distaccata ultimamente, sOno partita anche un po' in vacanza. Ma al ritorno lui mi ha detto che era tornato con la ex e lì ho perso il terreno sotto i piedi. Il resto lo sapete già. Passerà ma è dura. Per fortuna che per ora non avrò occasione di rivederlo. Lontano dagli occhi lontano da cuore si spera
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 1 anno fa (31 Marzo 2019 14:29)

      A tal proposito Anna mi sono ritrovata a fare questa riflessione qualche giorno fa. La mia relazione è durata 10 anni quindi abbiamo messo in comune amici e parenti dopo tutto questo tempo. Ho riflettuto però sul fatto che in realtà sin da subito il mio ex ha spinto per conoscere i miei e a sua volta lui mi ha presentato in tempi brevissimi tutta la sua famiglia. All' inizio la cosa mi aveva trovato impreparata e confusa ma poi ho pensato che fosse sinonimo di serietà e l idea di avere una famiglia di origine allargata mi rendeva solo che felice. Dopo la sua fuga io mi sto riprendendo e anche la mia famiglia ha provato un enorme dispiacere. Ho capito che insistere per far conoscere subito la propria famiglia e anche tutte le pieghe della propria anima, interessi, amici ecc per mettere tutto in condivisione non é salutare. Ho compreso che ciò non permette di staccarsi dalla famiglia di origine per crearne una propria ed inoltre, in caso di separazione, la cassa di risonanza é ancora più grande e quindi dolorosa. Quando si diceva di far entrare in punta di piedi nella propria vita, pensando al proprio benessere e a quello dei propri figli, col senso di preservarsi, ecco da ciò è scaturita la mia riflessione. Vi ringrazio per aver aggiunto un altro importante tassello per la mia consapevolezza del passato utile per il futuro! Un abbraccio
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (31 Marzo 2019 19:45)

      Si, io la chiamo l'invasione della Polonia. Ti devono colonizzare, e controllare la tua vita, non so se rendo l'idea. Ora, quando una è giovane e non ha una vita (perché non siamo educate ad averne una), neanche se ne rende conto, e finisce con il ritrovarsi svuotata essendo diventata l'appendice di qualcun altro. Finisce il matrimonio o la relazione e puff ... il vuoto. Quando poi hai figli e lavoro, e devi prenderti cura non solo di loro ma anche della tua stabilità emotiva non fosse altro che per sopravvivere, questi soggetti non aiutano proprio, perché ti si mettono in casa, e fanno e disfano come fossero i padroni, abituati a fare così e con mamme che spesso li incoraggiano (suppongo per toglierseli dai piedi :D ). Come se io non avessi già abbastanza problemi, mi ci manca uno che vuole "la famigghia". La mia. No no. Noi siamo una famiglia completa così, abbiamo parenti e amici di vecchia data. Non abbiamo bisogno della figura paterna -del capo!!!- per sentirci famiglia. Questa è una idea patriarcale di cui noi donne per prime non riusciamo a liberarci, e, da parte di un uomo, far passare una situazione appena nata per famiglia è da sconsiderato o più probabilmente da manipolatore. Quindi mi sa, mia cara Carla, che sei stata vittima di un velocista, altroché! Gente veramente superficiale, quando non è maligna proprio. Probabilmente si era lasciato con quella, e doveva sostituire il pezzo di famiglia-del-mulino-bianco che mancava al puzzle (di solito il pezzo che cucina e tiene i figli nei giorni che "toccano" a loro). Tornata quella, è andata sul sicuro. Un elettrodomestico vale l'altro.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 1 anno fa (1 Aprile 2019 13:06)

      Mah non credo perché è un uomo totalmente indipendente. Considera che vivo all'estero e ancHe gli uomini sono più emancipati. Credo semplicemente che abbia provato a costruire qualcosa con me a livello razionale ma non è stato abbastanza e si è fatto riconinvolgere dai sentimenti per questa ex. Senza considerare (per rispetto a me stessa) che il cervello spesso è sotto la cintola degli uomini...e vabbè
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 anno fa (1 Aprile 2019 13:52)

      Sbaglierò, ma razionalmente significa anche pianificare a tavolino perché si pensa di dover avere un partner per forza. Ho avuto cene che sembravano colloqui di lavoro. Che tristezza. E che noia. Ho scoperto con orrore che pare che sia un obbligo sociale, non essere single. Mah. Sarà che io cerco l’amore e un compagno di vita, non un marito. Mi pare di vivere su un pianeta estraneo.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 1 anno fa (1 Aprile 2019 15:55)

      No, io no. Sempre corteggiamento standard e poi si vedeva cosa succedeva con tutti i rischi che ciò comporta. Scrivere su questo blog è più utile di un diario. Si ricevono risposte e aiuta a riflettere in maniera abbastanza obbiettiva. Grazie
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Pina

      Pina 11 mesi fa (24 Ottobre 2019 20:25)

      Ok ragazzi sia io che lui facciamo un lavoro che spesso ci tiene svegli e abbiamo i ritmi sballati. Certo abbiamo parlato anche di altre cose. Ma siccome me l' aveva chiesta mi sembrava un gesto carino portargliela, ma forse sono stata fuori luogo senza rendermene conto....!!! :-)
      Rispondi a Pina Commenta l’articolo

  10. Avatar di A

    A 8 mesi fa (14 Gennaio 2020 13:52)

    Ho voluto rileggere questo articolo, molto sensato e molto bello. In questi due anni di vita da single ho conosciuto molti uomini, abbastanza bene. Con buon successo, nel senso che a loro in qualche modo interessavo, e l'autostima ringrazia. Li ho apprezzati come persone, ho ricevuto e ho dato, umanamente. A scanso di equivoci le relazioni intime sono state giusto un paio, tra quei "molti". Perché? Ve lo dico subito: quelli che mi hanno rivelato di essere impegnati in altre relazioni (sposati o conviventi o fidanzati) non si contano. Non ho approfondito; ho ascoltato se avevano qualcosa da dire; tutti immancabilmente disponibili a immolarsi in un qualcosa di extra-. Poi altri francamente problematici e molto egoisti: capisco i problemi quotidiani, ma il rispetto prima di tutto; qualcuno se lo dimentica. Quindi ho tagliato tutti i ponti, senza versare una lacrima. Né reale né virtuale. Posso ringraziare anche questo blog se oggi vedo le cose con molto distacco, in queste nuove conoscenze. Ciò non toglie che più aumenta l'esperienza e più sono sfiduciata nella possibilità di trovare un compagno con cui condividere una vita mi auguro ricca di gioie. Da sola va bene, in due sarebbe meglio. Penso di non avere io la calamita per quelli sbagliati, sui grandi numeri non è possibile. Le mie amiche uguale, pur essendo ottime persone. Qui sul blog uguale, anche coloro che lo seguono assiduamente e hanno messo in pratica tanti suggerimenti. Io credo che si possa imparare a stare bene/meglio da sole, questo sì; ma dubito anche che la popolazione maschile sia effettivamente altro da quello che ci immaginiamo, o esista un numero impressionante di donne che, per loro caratteristiche (e qualità, mi verrebbe da dire) è destinata a rimanere single. Con buona pace dell'evoluzione...... Che ne pensate?
    Rispondi a A Commenta l’articolo

    • Avatar di emanuele

      emanuele 8 mesi fa (14 Gennaio 2020 14:34)

      Ciao A, Parto dalle tue considerazioni per incominciare a ragionare anche sul contesto in cui incontriamo uomini e donne. Brutalizzando il ragionamento che sto per fare e come se le persone fossero diventate dei prodotti e/o servizi. C'è un mercato, una domanda e un offerta e in modo molto semplice oggi si possono avere delle relazioni uno a molti. Per cui si può guardare, selezionare e toccare con mano ciò che piace se si vuole e se no può rimanere nella dimensione virtuale.
      Rispondi a emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 8 mesi fa (14 Gennaio 2020 17:51)

      Ciao A, il genere umano è estremamente vario, composto com'è da persone con esperienze, culture educazioni diverse, e cercare in tutta questa moltitudine "la persona giusta" non è per niente facile. E' vero che tante persone le troviamo spiacevoli, sono diverse da noi e con loro fatichiamo a legare, poi esistono gli scorretti che approfittano delle nostre debolezze e sono per noi un pericolo, però non tutti sono uguali, esistono certamente individui a noi affini, con i nostri stessi principi e ideali, ma... bisogna trovarli. Se fino ad ora non hai avuto la gioia di incrociare una persona piacevole e di valore, probabilmente devi cambiare strategia nella ricerca di nuovi rapporti, se un sistema non porta risultati, lo si modifica finchè non risulta efficace. Il mondo è popolato da tantissimi individui, e questo rende difficile ma non impossibile la ricerca, leggi i consigli scritti qui sul sito, e sicuramente ne trarrai beneficio, non generalizzare mai le persone, ognuno è un mondo a sè stante, e la media non combacia con le caratteristiche di nessuno. Il destino è sempre da scrivere, mai dare per scontato nè la vittoria, nè la sconfitta, fai sempre il massimo.
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

  11. Avatar di Eleonora

    Eleonora 2 anni fa (30 Gennaio 2019 4:10)

    Arriverà...anche io ero così. Arriverà, quando meno te lo aspetti e non sparirà.garantito!:)
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

    • Avatar di Shibumi

      Shibumi 7 mesi fa (9 Febbraio 2020 17:09)

      Ciao Ilaria, questi difetti valgono anche per riconoscere una donna sbagliata?
      Rispondi a Shibumi Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (9 Febbraio 2020 17:46)

      Ciao Shibumi, non sono sicura di aver capito la domanda: perché dovrebbe essere diverso?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Shibumi

      Shibumi 7 mesi fa (9 Febbraio 2020 19:14)

      Ciao Ilaria, secondo me e`diverso a causa del patriarcato presente in Italia,come anche in altri Paesi quali Giappone,alcuni Stati dell' America ecc. Mi ha molto colpito vedere delle interviste su youtube a giovani ragazzi giapponesi che affermavano di preferire una moglie casalinga affinche`lei si occupi della casa e dei figli. Per fortuna c'erano anche ragazzi che dicevano di volere una moglie lavoratrice affinche`anche lei possa dare il suo contributo alla societa' e per poter avere piu'soldi per permettersi viaggi ecc. Pero'mi sembra di ricordare che era solamente un ragazzo che la pensava in questo modo. Praticamente le ragazze giapponesi si laureano ma poi il loro titolo di studio lo mettono nel cassetto. In alcuni Stati Americani invece si sposano subito dopo la fine della scuola superiore e a 20 anni hanno gia' due figli. Premetto che se si vuole fare il mantenuto o la mantenuta di qualcuno sono scelte della coppia,I cacciatori di dote sono sempre esistiti. I doppi standard pero' non cessano di esistere,si pensa spesso male di un uomo che non e`impegnato a fare nulla di concreto nella propria vita,lo si reputa un fallito perche`si pensa che l'uomo debba essere quello che sostiene economicamente moglie e figli. Basta pensare al maschilismo anche sui giornali italiani che fanno titoli del genere:basta assegno di mantenimento all'ex moglie,come se non esistessero donne che guadagnano piu'del marito.....Una donna che non lavora temporaneamente non e`vista male quanto un uomo perche`viene reputato normale che una donna abbia piu'difficolta' a trovare lavoro rispetto ad un uomo,viene reputato normale che sia sempre la donna a lasciare il lavoro per la famiglia. Conosco donne che si sono sposate perche`o non avevano voglia di lavorare o non guadagnano abbastanza per potersi mantenere da sole. Conosco pure chi e`andata a convivere a 18 anni da poco,non lavora e dice di annoiarsi perche`non ha nulla da fare. Una donna che non ha voglia di lavorare non viene reputata una scansafatiche come gli uomini. Secondo me e`proprio una questione culturale,non mi stupisco che le donne dicono che per loro occuparsi della famiglia e`un lavoro a tutti gli effetti. Avevo letto che in Italia ci sono 9 milioni di casalinghe.....non mi sorprende,un Paese maschilista come il nostro,e non mi sorprende neanche quando avevo letto su facebook di un'infermiera che non poteva avere un figlio senno' l'avrebbero licenziata. E abitava a Milano,quindi famiglia monoreddito e`fuori discussione per lei.
      Rispondi a Shibumi Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 7 mesi fa (9 Febbraio 2020 20:09)

      Giorni fa mi sono imbattuto in un articolo in cui si parlava di una donna inglese in carriera che ha deciso di mollare il lavoro. Perché ? Per fondare una specie di scuola in cui insegnare alle donne come essere quelle di una volta. Con la precisione del 1959, ora lo letto velocemente e non ricordo la ragione dell'anno specifico. Per quanto riguarda l'Italia oggi una famiglia mono reddito è impensabile. A me no che non parliamo di un reddito da nababbi.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 7 mesi fa (9 Febbraio 2020 21:19)

      Sono riuscito a rintracciare l'articolo, la fondatrice ha scritto questi due libri: "Ladies Like Us e English Etiquette " io la trovo una grossa operazione di Marketing questa sua accademia. Dategli un'occhiata.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

  12. Avatar di Ilaria

    Ilaria 7 mesi fa (9 Febbraio 2020 21:30)

    Ciao a tutti/e e ciao Ilaria, ho scoperto questo articolo è capitato al momento "giusto" perché stavo cercando di capire la direzione che sta prendendo la mia.. frequentazione? Relazione di amicizia? Non lo so. Mi piacerebbe avere un consiglio. Conosco da ormai un anno e mezzo un uomo più grande di me di 13 anni, ma solo da fine dicembre circa ci siamo esposti, dicendoci di piacerci. Il problema è che da allora non è successo nulla. Devo dire che da quando ci siamo esposti, non c'è stato giorno che non abbia scritto o che non sia stato presente. Io sono in una situazione diversa alla sua, ho un contratto di lavoro in scadenza e sono stata preoccupata e impegnata a cercare altre opportunità e la cosa mi ha sempre messo molta ansia, che lui ha percepito e mi è stato sempre vicino per consigliarmi. Lavoriamo nello stesso edificio, e ci vediamo quasi ogni giorno per caffè in pausa lavoro, ma appunto, niente più di questo. Non ci siamo più visti fuori dal lavoro, neanche i pochi weekend che lui è stato qui. Non è mai stato volgare, mai sparito, mai stato disinteressato. Percepisco di piacergli, ma a volte penso che forse sia solo nella mia testa. Magari saremo sempre solo amici. Magari non gli piaccio davvero o non abbastanza. Che ne pensate?
    Rispondi a Ilaria Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (9 Febbraio 2020 21:33)

      E' una persona che lavora nel tuo stesso edificio e con la quale prendi il caffé. Che cosa ti fa pensare che il rapporto sia diverso?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria

      Ilaria 7 mesi fa (9 Febbraio 2020 21:42)

      Non lo so. Il fatto che sia sempre presente, mi abbia detto di piacergli, e perché c'è sempre un'uscita che è rimasta appesa, che avremmo dovuto fare ma non abbiamo mai fatto. Ecco, adesso che sto scrivendo la cosa mi sembra sempre più stupida... Credo che effettivamente sia solo nella mia testa.
      Rispondi a Ilaria Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (9 Febbraio 2020 21:52)

      Sempre presente dove e quando?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria

      Ilaria 7 mesi fa (9 Febbraio 2020 22:56)

      Presente per messaggi sempre. Davvero, sempre. Sono sempre io che non gli rispondo e non gli scrivo mai, mentre lui sempre, davvero a qualsiasi ora della giornata (a volte devo dire che è anche un po' troppo, motivo per cui non rispondo sempre), e appunto mi chiede di vederci per il caffè per poterci aggiornare. Ma nulla più di questo. Sarà solo un amico premuroso. Sigh
      Rispondi a Ilaria Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 7:12)

      Ah, i messaggi giusto. I messaggi sono una ricchezza, un tesoro, una dimostrazione insuperabile di amore e di amicizia.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 9:07)

      Eh, si, i meravigliosi messaggi quotidiani, scritti magari mentre e' seduto sulla tazza del gabinetto, ma che significano tanto... nulla!
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 8:22)

      Guarda il concreto non siete ancora usciti insieme , come mai ? Considerando che non siete dei perfetti sconosciuti dovrebbe essere più semplice organizzare un incontro. Ah i messaggi tutti bravi e poi che si fa ?
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 9:09)

      Poi che si fa, Emanuele? Si scrivono altri messaggi! Visto che basta questo a far sognare... 😑
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 10:05)

      @Gea, basta qualche messaggio per fare sognare. Senz'altro a volte è vero. A questo punto sarebbe da provocare il tipo domandandogli: quando mi porti fuori a cena ? Sono sicuro che si tira indietro.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 10:09)

      Ma perché? Basterebbe smettere di pendere dalle sue labbra e non prendere più il caffé con lui. Non è che gli altri hanno obblighi nei nostri confronti, ma se lei gli dà spago, lui se lo prende...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 10:24)

      Sono d'accordo con te Ilaria. Io dico così perché sono sicuro che lui non si schioda dai messaggi. E anche per la tua omonima sarebbe un modo per capire che il tipo gioca e basta.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 9:03)

      Sarà impegnato o sposato? Mi sembra tanto una di quelle cose da ufficio, o da liceo, dove il fatto che ti piaccia un* ti fa passare un po’ più piacevolmente il tempo.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 10:00)

      L'ho pensato anch'io, probabilmente è impegnato. C'è gente che si trova amichetti con cui impegnare il tempo. Probabilmente fantasticherà su di lei, ma se non va oltre il caffè non le interessa e magari lo fa solo per ricevere attenzioni e gratificare il suo ego.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 10:19)

      Tenere in piedi questo gioco con Ilaria e' una cosa che lo sentire importante, capace, intraprendente. Perche', se Ilaria gli interessasse almeno un minimo, un invio per un'uscita concreta, fuori dall'ufficio, si sprecherebbe a farlo.
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 10:36)

      E quello che dico anch'io. Difatti se lo prendesse in contropiede gli si smonterebbe subito il tipo. Questi personaggi giocano.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 9:45)

      Cara Ilaria, non è neanche un amico e non è neanche premuroso. Mi dispiace deluderti, ma la premura e l'amicizia, non ne parliamo dell'amore, sono altre cose. Questo è un cretinotto perditempo che come si è fatto notare fa il marpione con il minimo impegno con una collega più giovane di lui, per dimenticarsi la noia della propria vita e magari farsi bello con i colleghi d'ufficio del fatto che si porta la giovane collega al caffé. Non mi colpisce il suo comportamento vuoto, è pieno di piccoli miserabili il mondo. Mi colpisce, nel tuo caso come in altri, che tu ci costruisca sopra un'affezione e un sentimento e che tu gli dia corda. La tua vita non ti offre nulla di meglio?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria

      Ilaria 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 11:02)

      In questo momento della mia vita sono molto tesa e confusa. Sto cercando di capire cosa fare riguardo il lavoro e questa “cosa” indefinita con lui ammetto che dava anche a me un modo per non pensare per un attimo ad altri problemi e alle ansie che mi creo per questa incertezza del futuro prossimo. In più, a me lui piace, non posso dire di no. È un uomo molto capace e intelligente nel suo lavoro e mi affascina il fatto che abbia esperienza. Mi dispiacerebbe troncare tutto, anche solo questo rapporto ambiguo che c’è ora tra noi di amicizia o chissà cosa perché ripeto, a parte tutto, mi piace la sua compagnia. Ma d’altronde io ci creo un film sopra quindi dovrei pensare a staccarmici finché nutro aspettative di ogni genere.... Devo dirlo a lui o non rispondergli più e basta?
      Rispondi a Ilaria Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 11:23)

      Dirgli cosa, scusa?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 11:31)

      Ilaria il lavoro è prioritario e poi questo tipo sarà pur bravo in ciò che fa ma oltre ai messaggi non va. Non ti infilare in un qualcosa che non esiste. Non ha neanche il coraggio di invitarti fuori ma mollalo li dov'è.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Claudia5

      Claudia5 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 12:56)

      E menomale che gioca solo con i messaggini e a fare il piacione durante la pausa caffè. Attenzione! Alcuni di questi tipi prima mostrano un'indolelenza inaudita ma se poi escono per una cena o un aperitivo notando l'interesse della donzella di turno mostrano di avere interesse per una conoscenza, ma solamente biblica. Ilaria stai attenta, con uomini di questo genere rischi di rimpiangere di non esserti occupata di ciò che sarebbe davvero utile per migliorare la tua vita. Chissà perché questi uomini così intelligenti e capaci nel lavoro sono quelli che spesso riservano le più grosse fregature, forse per confondere le donne/ragazze più sprovvedute.
      Rispondi a Claudia5 Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 11:32)

      Ciao Ilaria, ti consiglio di allontanarti senza cercare di giustificarti o chiedere chiarimenti di sorta... Lascia perdere, non ne vale la pena.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 11:47)

      Appunto, insisto, perché è necessario chiarire. Che cosa c'è o c'è stato tra queste due persone? Stiamo "crocifiggendo" lui per qualche caffé. Io parto dal presupposto che uno che manda messaggini continui a una conoscente e continua a prenderci dei caffé è un immaturo che non sa stare al mondo, ma da qui a farne un imbroglione e o uno che si prende gioco dei sentimenti di una persona ce ne corre. Non l'ha invitata fuori? E perché avrebbe dovuto? Lui si comporta da adolescente, mica è intenzionato a sedurla, da quel che ne sappiamo. Ha trovato però in lei una che gli ha dato il numero, accetta i suoi messaggi, prende il caffé con lui. E allora? Dài, ragazzi, su. Lui non è un genio, non è un uomo che si comporta in modo maturo, si comporta come un liceale. E lei? Sono quelle storie che si raccontano i tredicenni su WhatsApp. A quindici anni si è già più concreti. Ma da qui a imputare a lui dei doveri nei confronti di lei o delle scorrettezze, ce ne corre.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 7 mesi fa (10 Febbraio 2020 11:53)

      Io intendo proprio dire che gioca con i messaggini e basta. Non c'è sostanza è questa la questione. E Ilaria sì perde dietro a questo e non va bene.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

  13. Avatar di Alessia

    Alessia 5 mesi fa (5 Maggio 2020 16:52)

    Buonasera ho incontrato mesi fa un uomo. Sin dall'inizio c'è stata subito intesa mentale e spirituale. Uomo molto garbato intelligente spiritoso molto sportivo mi fa divertire molto. Essendo lontani abbiamo iniziato a chattare tutti i giorni a sentirci per telefono. Ci siamo visti due volte ma purtroppo la lontananza e questa situazione di quarantena ci rende ancora distanti fisicamente. Questa nostra conoscenza con il tempo si è approfondita e stiamo bene insieme anche se solo virtualmente. Ci siamo ripromessi di rivederci appena possibile. Lui c'è sempre stato ma ultimamente è un po' più freddo distante. Scrive molto meno dicendo che deve lavorare o ha da fare. E mentre non scrive a me lo vedo online su Watsapp. Spessissimo durante il giorno. E dopo quando torna a scrivere a me mi dice che era uscito oppure che lavorava oppure che era andato a correre. Ora a me dà molto ma molto fastidio essere presa in giro. Ora magari non fa nulla di male però non mi piace che mi tratti come una cretina. Come devo comportarmi secondo voi? Fregarmene o fargli capire che non ci si deve comportare così? Lui mi risponde che non sempre può essere affettuoso che è un misantropo che è fatto così... Ma non è una spiegazione valida. Io capisco che per ora questa è una conoscenza più che altro virtuale ma insomma ci vuole anche un po' di serietà. Io non chatto con cinque o sei uomini dicendo a loro caro buona notte oppure vorrei rivederti... Quindi cosa dovrei fare arrivata a questo punto?
    Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

  14. Avatar di MIR AMON

    MIR AMON 2 mesi fa (3 Agosto 2020 14:04)

    Ciao a tutti, Io e un ragazzo ci stiamo frequentando. Una sera lui mi dice che mi trova una ragazza splendida, a modo, affidabile, paziente e altri complimenti. Nell ultima chiamata che abbiamo sostenuto, lui con un tono altezzoso mi dice "sai una ragazza può avere tutte le qualità del mondo, ma se non mi asseconda in tutti i viaggi e i weekend che voglio fare per me perde 10 punti...io non posso accontentarmi". A lui nessuno ha detto che non voglio viaggiare, ma per motivi lavorativi forse non potrei viaggiare quanto vuole lui.Purtroppo questa sua esternazione mi ha lasciata perplessa. Voi cosa ne pensate? Grazie
    Rispondi a MIR AMON Commenta l’articolo

    • Avatar di Kiki07

      Kiki07 2 mesi fa (3 Agosto 2020 16:50)

      Che sta cercando più una compagna di Viaggio che di Vita (sentimentale e non) ? Che sta facendo la lista della spesa, affinché ti adegui, (o lasci perdere del tutto) visto che, razionalmente per lui, ti trova già 'quasi' 'papabile'? Non so, ma quando iniziano a fare troppi complimenti di seguito, in genere, ho la sensazione che a mancare sia altro - tra due -. Ma un caso, o due non fanno statistica, ci mancherebbe. Di certo la sua la trovo è un'affermazione un po' manipolatoria, poco interessata all'essere dell'altro, e molto al proprio.
      Rispondi a Kiki07 Commenta l’articolo

    • Avatar di MIR AMON

      MIR AMON 2 mesi fa (3 Agosto 2020 19:06)

      Grazie per l'intervento. In un occasione, riferendosi all ex ha detto USUFRUIVO DELLA RAGAZZA, oppure parlando di frequentazioni passate, ha giustificato l aver abbandonato una ragazza per un'altra dicendo che la seconda aveva una posizione migliore della prima ...tutte cose che ho fatto finta di non sentire, ma ora sto concretizzando. Lui ha riconosciuto la mia qualitá dall'avere pazienza, saper ascoltare, essere empatica e sensibile....e questo è il mio punto debole con lui.
      Rispondi a MIR AMON Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 2 mesi fa (3 Agosto 2020 23:49)

      Veramente in alcuni casi il caldo dà alla testa. Spero sul serio per lui che si tratti di una brutta insolazione. Perdere punti? Usufruire? I cammelli da scambiare ce li ha?
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di Kiki07

      Kiki07 2 mesi fa (4 Agosto 2020 0:36)

      In pratica è rilassato con te, e non si sente giudicato al punto di celebrarsi da Buon fruitore di servizi pregressi, di donne/ragazze considerati da lui alla stregua di oggetti. Bello, bel biglietto da visita. Ovviamente conferma il tutto continuando sulla stessa linea, valutando con suoi medesimi criteri, in suo favore. Non avete forse lo stesso tipo di interesse, (al momento lui si ricarica già solo sentendosi preso sul serio, -più del solito magari- considerando che l'ascolto vero e presente è un'alta forma d'attenzione e considerazione -anche se immeritata- ) Certamente anche la stima vs lui, non è il suo forte. Se cerchi l'acqua lì hai già intuito che non la troverai. Può essere qualcos'altro, (a trovare compatibilità di interesse) ma non un pozzo...
      Rispondi a Kiki07 Commenta l’articolo

    • Avatar di MIR AMON

      MIR AMON 2 mesi fa (5 Agosto 2020 12:06)

      Per il momento il tipo sembra sparito nel nulla. Io sono in silenzio assoluto dopo che si è permesso di farmi intendere che lo stavo disturbando con i messaggi e che ci saremmo sentiti in un altro momento. Triste sorte per chi è stata apprezzata per le capacità di ascolto e comprensione dell'altro. Lui ha la convinzione di aver scartato, ma penso che il mio silenzio sia una dignitosa "risposta" (forse da lui inaspettata). Il mio silenzio lo vedo come una forma di dignità. Grazie a tutte per l aiuto
      Rispondi a MIR AMON Commenta l’articolo

    • Avatar di Kiki07

      Kiki07 1 mese fa (5 Agosto 2020 16:04)

      E lo è. Mir Amon, anche scamparla, e riconoscere prima, per giusto tempo, persone, situazioni, proprie "anomale" reazioni, è una vittoria. Io festeggerei 👏👏👏
      Rispondi a Kiki07 Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 2 mesi fa (4 Agosto 2020 19:35)

      Questo è un bel personaggio...Trova anche tu dei parametri per dare dei punteggi. Squalificalo facendo il suo stesso gioco. Per te in primis poi se vuoi condividi con lui il risultato. Mandagli un file excel e/o un grafico a torta.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Kiki07

      Kiki07 2 mesi fa (4 Agosto 2020 0:56)

      "perde 10 punti" = è un campionato, tu giochi le tue carte/capacità, e non lo sai. Lui guarda, come un tifoso distratto, a volte si diverte, e quel che ne viene in classifica prende. Ah ma i giochi sono sempre aperti, non vi glorificate troppo, vuole vedere sfide, struggimenti, e tiramenti di capelli l'un l'altra, questo il suo ....ehm sogno.
      Rispondi a Kiki07 Commenta l’articolo

    • Avatar di Laura

      Laura 2 mesi fa (3 Agosto 2020 17:49)

      Penso che sia un bel maleducato, un incompetente sociale. Ma ti pare una cosa da dirsi senza coprirsi di ridicolo?
      Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di MIR AMON

      MIR AMON 2 mesi fa (4 Agosto 2020 9:59)

      ho provato un grande senso di vuoto. Lui ha promesso che si saremmo rivisti, ma a quanto pare sembra abbia cambiato idea. Mi sento maltrattata e presa in giro pure...non porterà a nulla di buono sta storia
      Rispondi a MIR AMON Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (4 Agosto 2020 12:27)

      Bah, dipende. 10 punti su quanti? Mi pare giusto che lui non si debba accontentare. Perbacco un genio del genere, signore e padrone. Ma poi i punti si possono recuperare come con la patente o son persi per sempre? Io glielo chiederei... Dico solo, tornando seria: al di là dell’evidente disprezzo di costui per gli altri e in particolare della sua misoginia, ma vi rendete conto che sono dei dis-adattati? Cioè persone che non hanno una relazione sana con il mondo, una percezione grandiosa di se stessi che li porta a vivere fuori dalla realtà e quindi a essere uomini molto pericolosi?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 1 mese fa (11 Agosto 2020 17:31)

      Buonasera a tutti! Ilaria, sono perfettamente d’accordo con te: certa gente sta perdendo il senso della realtà e manifesta atteggiamenti molto pericolosi. @MIR AMON secondo me, dovresti tirare un sospiro di sollievo e non cercare più questa persona perché si è presentata malissimo dall’inizio (e meno male aggiungo io). Ma chi si crede di essere chicchessia per potersi ritenere all’altezza di attribuire dei punti a delle persone? Con quale arroganza si permette di guardare dall’alto in basso una donna? A me sembra follia pura. La cosa positiva è che questo soggetto si è palesato per quello che è subito.
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (4 Agosto 2020 17:14)

      Se lui te li toglie, i dieci punti daglieli tu! Decidi pure tu dove. La fronte, la guancia, la mano... :-D
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di MIR AMON

      MIR AMON 4 settimane fa (23 Agosto 2020 8:05)

      il tipo si è rifatto sentire con una chiamata improvvisa dopo 3 settimane...a cui non ho risposto. Oramai è un mese e mezzo che non lo vedo...ora nutro rabbia e devo dire mi sono pentita di aver rifiutato l invito ad un caffe di un altro ragazzo ( durante le prime settimane di frequentazione) poiché reputavo importante la nostra storia....sono una cretina
      Rispondi a MIR AMON Commenta l’articolo