Bassa autostima e coppia. Ecco alcune conseguenze negative.

bassa autostima e coppiaBassa e autostima e coppia.

Insieme non possono funzionare.

Lo sai vero?

Proprio lo scorso giovedì, nella tarda serata, ho affrontato una interessante sessione di coaching individuale con un cliente, un signore garbato e gentile, sensibile e saggio, che è stato lasciato dalla compagna.

Compagna che lo amava e probabilmente lo ama e che non vuole stare più con lui perché lui l’ha delusa.

Questa giovane signora è piena di doti e di sensibilità e si è sentita profondamente trascurata dal nostro amico.

Riassumendo i termini della questione, abbiamo un uomo pieno di qualità e anche sensibile.

Questo lo dico io, perché ho avuto modo di conoscerlo, e sono certa di quello che dico.

È una persona per bene. Non è un bugiardo, non è un traditore, non è un maltrattante.

Insomma non è uno stronzo e nemmeno un bastardo.

Non è uno che ha secondi fini o ha preso in giro la compagna.

Il “problema” è che lei gli faceva richieste di attenzione emotiva e lui non è stato in grado probabilmente né di comprenderle, né di soddisfarle.

I due si sono lasciati.

Lei se ne è andata.

Continuano a mantenere dei contatti (che in ogni caso è meglio che no).

Lei gli ha cantato le proprie insoddisfazioni, è triste perché si sono lasciati.

Lui è stato ad ascoltarla, si è accorto dei propri errori, si è reso conto e ha preso coscienza di averla trascurata ed è davvero molto triste che lei se ne sia andata.

Se non ti ami abbastanza, non puoi amare abbastanza

In questo momento soffre.

Come spesso capita vorrebbe salire sulla macchina del tempo e tornare indietro per fare quello che non ha fatto in passato e porvi rimedio, vorrebbe ritornare insieme alla sua compagna.

Tutto più o meno normale, diresti tu.

Certo.

Aggiungiamo anche che lui si sta massacrando di auto colpevolizzazioni esagerate, super esagerate, straordinariamente esagerate.

Lo assale un continuo senso di colpa.

Tanto che quasi ci sta perdendo il sonno.

E perdere il sonno quando sei già triste, non ti aiuta a tenerti su di morale.

Bassa autostima e coppia: qualcosa che insieme non funziona

Bene. Si fa per dire.

Durante il nostro appuntamento ho lasciato parlare il signore dei suoi sensi di colpa. Per un po’. Poi per un pochino ancora. Poi ancora per un pochino.

Poi basta.

Poi ho cominciato a fare delle considerazioni con lui.

Gli ho fatto notare che nella mia percezione lui non è propriamente nella top degli stronzi.

Che è vero, ha commesso degli errori con la sua compagna.

E chi non commette errori con il partner e le persone care?

O errori in generale?

Gli ho fatto notare che lui ha riconosciuto i propri errori con la compagna e con se stesso.

Con se stesso fin troppo.

Dopo ho affrontato di petto la questione che nella mia percezione, nel mio sentire, da quello che ho visto, provato e ascoltato, mi sembrava assolutamente centrale.

Come fai a recuperare la tua autostima o scoprirla per la prima volta?
Come fai a trovare di nuovo fiducia in te stessa dopo un fallimento o in un momento difficile? Dove trovi tutta la sicurezza che ti serve per avere successo nelle relazioni e nella vita? Scarica adesso l'ebook gratuito "Pronto Soccorso Autostima", ricevilo senza rischi e senza impegno nella tua casella email.

E gli ho chiesto se lui, che si è dimostrato distratto e ha trascurato la compagna, per caso non tratti se stesso con distrazione e trascuratezza.

Con “ignoranza” dei propri bisogni, con poco amore e poca attenzione.

La risposta alla domanda la conosciamo bene tutti, lui, io, tu: questo giovanotto non è attento a se stesso, al fatto di stare bene o male, di sentirsi bene o male.

Potremmo dire con una buona certezza che il nostro eroe di oggi non si vuole bene.

E se non vuole bene a se stesso, perché non è abituato, non è stato educato in tal senso e non ha avuto modo di capire quanto è importante volersi bene, come può voler bene a un’altra persona?

A una persona che cerca determinate sensibilità, che forse vorrebbe un certo intuito emotivo da parte di chi sta con lei, oltre che intelligenza emotiva.

A una persona che, magari, come molte donne, vorrebbe addirittura che certi suoi desideri venissero pre-venuti.

Anticipati.

Compresi dal compagno prima ancora che sorgano.

Lo sai come funziona la psicologia femminile, no?

Lui dovrebbe capire le tue parole anche quando non parli, intuire i tuoi pensieri anche quando lui è nel suo ufficio e tu nel tuo, a 40 minuti di macchina di distanza, lui dovrebbe sapere che tu desideri quella bella borsa che hai visto in vetrina nel negozio del centro, l’altro pomeriggio.

Quando lui era in trasferta in un’altra città.

Borsa di cui lui ignora l’esistenza.

Okay, ho un po’ divagato.

Prendersi cura di sé e avere autostima è fondamentale

Torniamo a noi e al nostro uomo.

Il nostro uomo manca di amore per se stesso, di attenzione al proprio benessere interiore, di cura per la propria emotività.

Non si ama abbastanza.

E questo non capita solo a lui. Non capita solo agli uomini.

Oggi abbiamo insolitamente un protagonista maschile perché questo incontro mi ha ispirato.

Ma al posto del nostro amico ci potrebbe essere un’amica, una donna che non si ama abbastanza.

Ci sono molte donne e molti uomini che non si amano abbastanza e così non riescono a rendere felici se stessi e ad amare un partner come e quanto vorrebbero.

Senza dipendenza e con autenticità.

Se la tua bottiglia non è piena, non puoi dare da bere a un’altra persona.

Ecco perché ti serve volerti bene, tanto.

Accettarti e apprezzarti.

Amare te stessa prima di tutto e di tutti.

In modo sano e non prevaricatore, certo.

Sennò meglio lasciare stare.

Ecco, quello che serve è tanto amore. A partire da sé.

Con quello arrivi dove vuoi. Anche in coppia.

***

IMPORTANTE!

Entra nel percorso I LOVE ME Amati e fatti amare (clicca qui subito).

Iscriviti subito! Cogli questa opportunità al volo! (clicca qui adesso e sali a bordo con noi!)

 

Lascia un Commento!

26 Commenti

  1. Avatar di Livia

    Livia 1 mese fa (18 Ottobre 2020 13:12)

    Ciao a tutti e buona domenica! Il tuo articolo è illuminante e riassume molte delle persone con cui ho avuto, e ho ancora a che fare, dagli ex partner, ai conoscenti, agli amici o pseudo amici e ai parenti. Manca il dialogo di fondo che ti fa capire cosa c'è che non va nel rapporto, cosa vuole il tuo/la tua partner, devi capire tu ad intuito finendo anche nella paranoia. Ho sempre sostenuto che il non parlare e non confrontarsi sono atteggiamenti errati, sono molto aperta al dialogo e al confronto per poter migliorarmi e migliorare le mie relazioni. Questo fatto del non parlare è disfunzionali, mi viene tristezza pensare alle coppie che ad esempio decidono di andare a mangiare fuori in un posto, ma poi uno dei tue tentenna non dicendo apertamente che preferirebbe andare in un altro locale. Quant'è frustrante! Passiamo poi alla madre con i troppi pensieri che tiene tutto per sé, non parla con i figli e ti domandi come puoi aiutarla ma ciò che fai è invano. Sono frustranti questi rapporti! Oggi ti dico anche che mi sono perdonata, per aver usato l'atteggiamento di chi pretende che gli altri capiscano cosa ti faccia star male. Anche il mio ex non si apriva tanto ed era frustrante non potergli essere di aiuto e non essere considerata un valore aggiunto. Menomale che me ne sono andata!
    Rispondi a Livia Commenta l’articolo

  2. Avatar di SARA

    SARA 1 mese fa (19 Ottobre 2020 11:36)

    "Se la tua bottiglia non è piena, non puoi dare da bere a un’altra persona." Come è vera questa frase....basterebbe solo questa frase ad accendere una lampadina in testa! Sono andata a cercarmi una valutazione di autostima che potesse essermi "funzionale". E ho trovato questo: "L'autostima è il processo soggettivo e duraturo che porta il soggetto a valutare e apprezzare se stesso tramite l'autoapprovazione del proprio valore personale fondato su autopercezioni." Quindi, è un processo. Mi piace l'idea che sia "un processo" qualcosa che, nel tempo, procede e si consolida. Anche partendo da una base inesistente, come nel mio caso :-) E, ripeto nel mio caso, visto che non ne ho mai avuta, posso dire che è in "costruzione". E questo blog mi ha fornito tanti mattoncini per costruirmela. Grazie ad Ilaria ancora una volta per questo articolo. Un altro mattone, un altro pezzo di un puzzle che prima o poi (spero) riuscirò a completare. Sara
    Rispondi a SARA Commenta l’articolo

  3. Avatar di Angy

    Angy 3 settimane fa (4 Novembre 2020 15:11)

    Perché si dice che un evento, episodio non definisce una persona.. Ma se ci sono dei segnali compromettenti bisogna valutare nella scelta?
    Rispondi a Angy Commenta l’articolo

  4. Avatar di Giulia

    Giulia 3 settimane fa (6 Novembre 2020 21:22)

    Buonasera a tutti! Frequento da qualche anno un uomo molto più grande di me, che prima di conoscermi ha avuto moltissime esperienze(due matrimoni alle spalle, un figlio adulto, mille altre relazioni più o meno durature). Nonostante ogni tanto si parli dei reciproci ex e lui mi rassicuri dicendo che adesso sta con me e conto solo io, non riesco a scrollarmi di dosso la sensazione di non essere abbastanza. Anche se so che non lo fa per ferirmi, quando nel weekend programmiamo di andare da qualche parte si capisce che lui c'é già stato. Il fatto che abbia visto e fatto tutto con tutte mi manda fuori di testa. Una delle cose che mi ha detto i primi tempi é che la stessa esperienza vissuta con una persona diversa non é mai uguale alla precedente ma a me non basta. Non sono una di quelle che fa plateali scenate di gelosia, chiama mille volte e scrive altrettanti sms e si arrabbia se lui non risponde all'istante o gli controlla computer e telefono. Cerco di fidarmi e lo lascio libero(nonostante lui sia un tipo abitudinario ed anche piuttosto dettagliato nel dirmi dove va e cosa fa quando esce, le volte in cui ci sentiamo al telefono) pur tenendo sempre le antenne dritte ma il suo passato mi fa soffrire ed a volte mi capita di scoppiare a piangere... Pensando forse anche al fatto che lui, alla sua età, non si sposerà né vorrà più dei figli.
    Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 3 settimane fa (6 Novembre 2020 22:28)

      Ecco Giulia, la verità l'hai scritta nelle ultime due righe.
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 3 settimane fa (7 Novembre 2020 0:40)

      E aggiungo: l'hai sempre saputo. Sai, Oscar Wilde scriveva: "Gli uomini vorrebbero essere sempre il primo amore di una donna. Questa è la loro sciocca vanità. Le donne hanno un istinto più sottile per le cose: a loro piace essere l’ultimo amore di un uomo". Non è vero che il suo passato ti fa soffrire. Quello che ti fa soffrire è il futuro che vorresti e non vedi, neanche col binocolo.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 3 settimane fa (7 Novembre 2020 11:26)

      Ciao Giulia, capita di non sentirsi abbastanza a confronto del proprio partner e delle sue esperienze di vita. Magari è perché (a te sembra che) il tuo partner sia mille anni luce avanti rispetto ad alcune esperienze, viaggi, condizioni. Molto spesso siamo noi stesse a crearci questa percezione degli altri - che poi equivale a dire che noi 'valiamo meno'. Ci sentiamo un passetto più in basso di loro su una scala ideale, o ci meritiamo di meno. Su tutto questo ci puoi lavorare per te stessa, senza dubbio. Tra l'altro, molto spesso i nostri partner o amici ci voglio bene per come siamo e non gli passa nemmeno per l'anticamera di vederci un passo indietro rispetto a dove sono loro. Quindi, da un lato, mi concentrerei a riflettere sul come ti senti TU e perché ti rappresenti in questo stato di inferiorità. Una volta capito questo puoi parlargliene, se ritieni, e cominciare a crearti tu stessa un'immagine di te più solida e indipendente. Dall'altro lato, mi ha fatto riflettere il fatto che tu dica che il tuo compagno non vorrà più sposarsi o avere figli. Tu, invece, vorresti sposarti o avere figli? Pare di sì dalle tue parole. Ne avete mai parlato o affrontato l'argomento? Può darsi che sia una tua paura, oppure invece che lui non ritenga di andare in quella direzione. E allora qui si apre un altro discorso tra voi.
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Giulia

      Giulia 3 settimane fa (8 Novembre 2020 11:01)

      @Vic: Ma che delicatezza! Scusa ma non ho proprio il tempo né la voglia di rispondere alle tue provocazioni ;) Ti auguro una serena domenica <3 @ Silvia: Sì, ne abbiamo parlato un paio di volte e lui mi ha risposto che non pensa più a fare figli perché non vuole lasciarli orfani ancora piccoli. Discorso sensatissimo per carità, tanto più che io non posso dargliene(purtroppo nella vita non possiamo decidere tutto noi), solo che mi piacerebbe tanto stringere tra le braccia una creaturina nostra! Non mi sposerei per i soldi, sono favorevolissima alla separazione dei beni, vorrei solo sentirmi chiamare moglie. Sapere che due donne lo sono state ed io no(oltretutto nemmeno conviviamo) mi fa sentire in difetto, come se a me mancasse qualcosa per avere quel "titolo". Vorrei soprattutto addormentarmi e svegliarmi accanto a lui ogni giorno, ma anche essere qualcuno agli occhi della legge, poterlo andare a trovare in ospedale o decidere per lui quando sarà giunto il momento... Grazie per la tua tenerezza e la tua empatia <3 Non credo sia un crimine desiderare d'essere il primo e l'ultimo amore di un uomo. Un uomo che per quanti difetti abbia(ma sta facendo dei passi da gigante per limare i suoi spigoli affinché tu possa essere serena), sai che non troverai uguale neanche cercando in tutti e 5 i continenti! Spero di non avervi appesantito con le mie lagne, vi abbraccio forte forte
      Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 3 settimane fa (8 Novembre 2020 12:59)

      Ciao Giulia, scusami se sono stata brutale. Però si viene qui immagino in cerca di consigli genuini e sinceri, non di bugie rassicuranti. Comunque, e questa è solo la mia personale opinione, non la verità vera e indiscutibile, io penso che se si sta insieme a qualcuno dopo un po' bisogna valutare di avere i punti cardine in comune. Ovvero, che cosa si vuole dalla vita. Tu vorresti un figlio, magari anche da adottare. Vorresti sposarti ed essere giustamente chiamata moglie ed essere ufficialmente la sua consorte. Vorresti vivere con lui, svegliarti con lui, addormentarti con lui, far parte della sua vita a tempo pieno. Se dopo diversi anni che state insieme lui ancora non si decide a fare neanche il passo della convivenza, qualcosa di strano c'è. Soprattutto se in passato con altre l'ha fatto e più volte. Ci credo che ti senti insicura e, forse, infelice. Non avresti scritto altrimenti quel papiro di giustificazioni, per poi sintetizzare nel finale la realtà. Scusami ancora se sono stata indelicata, a volte mi sale un po' di cinismo a leggere di situazioni in cui per prima mi sono trovata.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Giulia

      Giulia 3 settimane fa (8 Novembre 2020 14:12)

      @Vic: Perdonami se nella tua risposta piccata non c'ho letto un consiglio genuino e sincero. Le mie non erano minimamente giustificazioni, poiché non devo delle giustificazioni random a chiccessia. Ho scritto su questo blog in cerca di un consiglio da donne(ma anche uomini) come me e se non di una pacca sulla spalla, neanche di uno schiaffo in pieno volto. Quando si commenta bisognerebbe mettersi nei panni degli altri ed usare un po' più tatto e diplomazia, se la situazione lo richiede. Il fatto che tu abbia vissuto delle esperienze negative non giustifica il fatto che tu debba demolire gli altri, per il semplice motivo che tempi, situazioni e persone coinvolte non sono le stesse. Un piccolo consiglio spassionato: il cinismo va bene fintanto che ti serve a tutelarti e renderti più "furba" nelle relazioni con le altre persone, facendo al 50% anche i tuoi interessi. Nel momento in cui t'impedisce di vedere il buono della vita ed allontana le persone da te, c'é qualcosa che non va. Ti mando una carezza e stai su <3 che il mondo non fa tutto schifo ;)
      Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 settimane fa (8 Novembre 2020 14:27)

      Cara Giulia, abbi pazienza, ma è il tuo commento che non descrive questa situazione propriamente idilliaca, a cominciare dal fatto che tu sei sospettosa, temi che lui non ti sposi (ah, che disdetta!) e che ti tradisca. Sii cauta, perché dar del proprio è indice di pochissima autoconsapevolezza. Se per te questa è una bella storia... Io - che non c'entro nulla - in questa storia ci vedo tutto tranne che del bello.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Giulia

      Giulia 3 settimane fa (8 Novembre 2020 15:05)

      @Ilaria e Vic: Noto con piacere che andate molto d'accordo;) Capisco il motivo per cui il blog é stato creato ma non mi leggerete più. Qui non conta la mancanza d'educazione con cui si esprimono i commenti, quanto il fatto di dover avere sempre un'opinione uguale alla vostra. Vi lascio al piccolo clan di avvocati l'una dell'altra che vi siete create... P.s. Ma fidanzarvi voi due? Nella vita vera eh, non attraverso uno schermo ;) Ah già, che forse siete la stessa persona! Care le mie comiche/ridicole loro <3 E imparate a leggere senza travisare e vedere quello che ci volete vedere. Adios
      Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 settimane fa (8 Novembre 2020 15:58)

      Magnifico esempio di narcisismo patologico. Farnetica dicendo che Vic e io siamo la stessa persona e intima a noi di non travisare e di non vedere - lei che sta con un marpione all'ultima spiaggia - di non vedere quel che non vogliamo vedere. Il narcisista patologico dà del suo, sempre... Peccato perdere i tuoi contributi, come faranno, Mrs Ilaria & doctor Vic, senza?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 3 settimane fa (8 Novembre 2020 19:30)

      "Marpione all'ultima spiaggia" è la definizione perfetta, Ilaria :D, eppure c'è chi la trova una storia "bella e pulita". Vorrei capire cosa ci può essere di bello a perdere anni dietro qualcuno che non vuole darci neanche il ruolo di compagna e che, evidentemente, non ci fa stare manco tranquilli, rendendoci insicuri e facendoci sentire non all'altezza. Mah. In questo periodo è pieno di complottisti in tutti i campi e di chi scambia mele con pere.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Laura

      Laura 3 settimane fa (8 Novembre 2020 22:28)

      Ed ecco l'ennesimo caso, già visto e rivisto decine di volte qui sul blog, di quella che sta male, impiega tempo e impegno a descrivere ciò che la fa soffrire, ma guai a dirle di mettere in discussione ciò che la danneggia... Lodi sperticate e difese strenue del tipo che, almeno dalla descrizione che essa stessa ne da, si approfitta di lei spudoratamente in cambio di briciole, frammenti, particelle infinitesimali di relazione... e risposte piccate e aggressive a chi gratuitamente e senza secondi fini offre supporto e aiuto. Anche, se serve, in forma di quella secchiata d'acqua in faccia che a volte è necessaria a svegliarci (che poi, in questo caso direi che era più un bicchiere d'acqua a temperatura ambiente). Come direbbe Nanni Moretti: vabbè, continuiamo così, facciamoci del male.
      Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 3 settimane fa (9 Novembre 2020 13:27)

      Il grande Nanni. Grazie, cara <3
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 3 settimane fa (8 Novembre 2020 14:33)

      Eh ma il finale te lo sei inventato, non ho mai scritto che il mondo fa tutto schifo e che non vedo il buono della vita. Vabbè va, capita l'antifona. Mi sa che ci avevo azzeccato. @Saretta Io non guardo solo il lato negativo. Comunque, consigliare a chi dice che vorrebbe sposare l'uomo che ama, andare almeno a convivere con lui ed avere un figlio dopo tanto tempo che si sta insieme, di prendersi un cane (che poi dovrebbe tenere lei, visto che non vivono insieme), è quasi comico, quasi maledettamente ridicolo.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Saretta

      Saretta 3 settimane fa (8 Novembre 2020 13:07)

      Cara Giulia, tranquilla, nessun "appesantimento". Nelle tue parole, così profondamente sentite, ho letto tutto l'amore che provi per il tuo uomo. Non ascoltare chi ti dice che hai sempre saputo che non sareste mai diventati marito e moglie né genitori. La pesante situazione attuale in Italia e l'incappare così frequentemente in relazioni disastrose(mettici anche la lunga coda alle poste ed il fatto che ci si é spezzata un'unghia) ci rende cinici e capaci solo di vedere il lato negativo, anche nel caso di relazioni belle e pulite come la tua. Non dimentichiamoci che parliamo di due persone che erano sentimentalmente libere quando si sono incontrate, non della classica situazione in cui lui é un uomo di mezz'età sposato che riempie di corna la moglie e di false promesse la giovane "sprovveduta"! Il mio consiglio é di viverti la storia giorno per giorno senza caricarla d'inutili aspettative, senza pensare a come potrebbe essere il domani e senza porgli ultimatum che potrebbero rivoltartisi contro. E chissà che facendo quante più esperienze possibili insieme, non sia proprio lui a chiederti la mano di sua sponte un giorno... Mi rendo perfettamente conto che non é come avere dei figli, ma te la butto comunque là: avete mai pensato di prendere un cucciolo e dividervi le incombenze che comporta? Passeggiate, visite mediche, acquisito delle pappe, ecc... Ricambio l'abbraccio, buona domenica
      Rispondi a Saretta Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 3 settimane fa (8 Novembre 2020 16:15)

      Eh, @Ilaria, quanta passiva aggressività riversata sugli altri pur di non guardare in faccia la realtà. Comunque, riavvolgo il nastro e do il mio personale contributo ipocrita alias pacca sulla spalla richiesto: "Cara Giulia, non sempre la vita ti riserva quello che vuoi, hai ragione; a volte gli uomini vanno presi per come sono. Se non vuole convivere con te, anche se state insieme da anni, tu porta pazienza, magari un giorno lo farà; se non vuole sposarti, perché ha già dato e francamente se ne infischia che tu voglia la fede al dito, tu porta pazienza. Magari un giorno, dopo aver guardato "Pretty woman" si sveglierà e ti farà la proposta. Se vorresti tanto un figlio con lui ma lui già ne ha uno grosso e non vorrebbe mai farne un altro e lasciarlo orfano un giorno, tu prenditi un cane. Ti consiglio l'hachiko, che è tanto fedele e dicono che non sfascia i mobili. Se non sei una di quelle che fa plateali scenate di gelosia, chiama mille volte e scrive altrettanti sms e si arrabbia se lui non risponde all'istante o gli controlla computer e telefono, se "CERCHI" di fidarti e lo lasci libero "pur tenendo sempre le antenne dritte", lascià fa' e non mollare, cerca sempre di fidarti e cerca di non contraddirlo, che potrebbe reagire male e magari lasciarti. Se il suo passato ti fa soffrire e a volte ti capita di scoppiare a piangere, non ce pensà al passato, è tanto bello il presente ognuno a casa sua. Forza e coraggio, che dopo aprile viene maggio".
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Giulia

      Giulia 3 settimane fa (8 Novembre 2020 22:48)

      @Vic: Noto con piacere che ti piacere che ti piace perculare. Devi avere una vita davvero molto soddisfacente! @FrancescaF: Non ti permettere di giudicare chi non conosci, che vivo con animali da anni(presi in canile/gattile e certo non ce li riporto!). É un vero peccato che siate così acide nei confronti di una vostra pari...considerato quanto siete solidali onestamente non mi sorprende che non riusciate a trovare uno straccio di maschio che vi si prende;) Buona vita da serpi e continuate a fare le vittime, vestito che dona non si cambia <3
      Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 settimane fa (9 Novembre 2020 5:32)

      Che nessuno risponda.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 settimane fa (9 Novembre 2020 5:38)

      Che nessuno risponda. Ogni commento verrà bannato.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 3 settimane fa (8 Novembre 2020 20:41)

      Un cucciolo?! Saretta, siamo seri. Coppie come queste sono quelle che fanno finire cani (ormai maleducati) nei canili che ci restano poi, infelici, fino alla fine. Un po’ come coloro che si sposano per tentare di risolvere crisi (tanti) o fanno figli per la stessa ragione (tanti). Solo che il figlio te lo tieni, non lo puoi riportare in ospedale. Ma crescono infelici. Se vogliamo essere ingenui, siamolo, cavoli nostri, ma senza coinvolgere altri che non c’entrano niente. Guardate, comunque che si può restare single restando, vi stupirò, donne degne, senza per forza fare i salti mortali e perdendo dignità e calma con un uomo che non ci va bene pur di farsi chiamare “moglie”.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Barbara

      Barbara 3 settimane fa (8 Novembre 2020 20:32)

      Giulia dalle tue risposte alle persone si evince una rabbia che hai dentro perché stai vivendo una storia che non ti fa star bene ma io credo che tu forse stia vedendo più nero di quello che è. Per esempio.. Quando dici del fatto che lui è già stato nei posti dove fate le gite, non dovresti pensare alla tua "non esclusività" ma invece vederci il fatto che lui vuol vivere con te esperienze che ha già vissuto perché vuole condividerle con te... Qs io lo trovo bellissimo! Inoltre hai scritto che lui è dettagliato nel raccontarti le cose che fa ecc... e anche questa è una cosa molto positiva perché si capisce che lui ti viene incontro avendo percepito la tua insicurezza... Da tante cose che hai scritto di lui e del Vs. rapporto si capisce che qs uomo ti vuole un mondo di bene!!! Concentra i tuoi pensieri su questo fatto (spesso raro) e non pensare al suo passato. Fai in modo che il viaggio in un posto dove lui è già stato diventi un posto nuovo anche per lui per il solo fatto che lo vive con te!! E così anche per tutto il resto! Se riuscirai a vederla in qs modo, lui troverà sempre nuovo e speciale tutto quello che fate voi due anche se l'ha già vissuto!! A quel punto entrambi vi rilasserete e arriverà spontaneamente anche il matrimonio o la convivenza che invece ora non arriva proprio per la tua insicurezza. Fottitene (scusate il francesismo) del suo passato, delle sue ex e NON parlatene neppure (mai parlare delle ex. Meno si sa e meglio è) Devi sentirti speciale tu rispetto alle altre xché se sta con te un motivo ci sarà no? Allora ritorna ad essere quella di cui lui si è innamorato anni fa, resetta le tue paure xché davvero secondo me non ne hai motivo! E poi ti dico che ci sono un sacco di coppie sposate o conviventi che sembrano perfette ma che in realtà si vogliono un decimo di bene che se ne vuole una coppia come voi. Capisco che il matrimonio e una famiglia sono importanti, ci mancherebbe, ma pensa di più all'amore che avete e che farebbe invidia a migliaia di coppie sposate e con figli. Credimi!!!
      Rispondi a Barbara Commenta l’articolo