<< Articolo Precedente

Sesso e attrazione: conosci il tuo corpo?

Se vuoi essere attraente, attrarre la persona giusta per te e realizzare con lei (che nel caso è anche un lui) una relazione soddisfacente e duratura devi sentirti bene nella tua pelle, nel tuo corpo e vivere la tua sessualità con naturalezza e spontaneità.

Soprattutto: devi conoscere il tuo corpo! E bene.

Sono temi che affronto piuttosto ampiamente nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”, perché sono temi importanti.

Così importanti che ho intenzione di dedicare loro un po’ più di spazio su questo blog – sempre che ti interessino, ovvio! – senza toglierne a riflessioni di altro genere, anche. Perché se ho intenzione di occuparmi solo di temi legati al sesso e alla sessualità, ne faccio un altro di blog, riservato solo a quelli.

Ma a noi, qui, interessa mettere il sesso e la sessualità al posto giusto, per la persona giusta.

Allora, partiamo subito con una mia convinzione piuttosto forte: nel nostro mondo (il tempo e il luogo in cui viviamo noi) non si dà nessuna importanza al corpo, alla corporeità e alla fisicità delle persone.

C’è una terribile repressione in questo senso.

Così forte che neanche ci si accorge che c’è!

“Ma che accipicchia stai dicendo Ilaria? Hai bevuto birra oggi?” (la mia tenuta all’alcol equivale a quella di un minore di 10 anni, per cui una birra è più che sufficiente a farmi straparlare, se voglio).

“Come fai a dire una cosa del genere quando dovunque e comunque si parla di sesso in libertà (!?) si vedono solo e soltanto corpi, si dà tanta importanza al look, al colorito spento e acceso, all’abbronzatura, al lifting, alla cellulite, al calcio nelle ossa, a fare tanta plin plin, a togliersi le rughe, ridurre il colesterolo, integrare il magnesio e gli omega 3, mangiare sano, dimagrire, togliersi gli anni, mettersi i capelli finti, le unghie finte, farsi i tatuaggi, quando su di noi regna sovrano il bifidus che o ti si sgonfia la pancia o sei rimborsato etc. etc…..??” (mi viene solo il fiatone a scriverle queste cose e chissà quante me ne sono dimenticate).

Lo dico proprio per questo! E’ proprio perché siamo immersi in questo mondo così attento all’apparenza esteriore che non c’è nessuna attenzione al corpo e alla fisicità, quelli veri, quelli genuini.

Lo sai che io sono convinta che l’essere umano sia un essere che funziona per paradossi: ho già avuto modo di dire, ad esempio, che chi si mostra “troppo” sicuro o sicura di sé in realtà annega nell’insicurezza o che chi ostenta la propria felicità è pieno/a di dubbi al riguardo e forse non sa che cosa sia davvero la sua felicità. Eccetera eccetera.

E, quando c’è troppa insistenza sull’apparire esteriore, uhm, in realtà c’è svalutazione per il corpo.

Non è difficile da capire, basta metterci un po’ di attenzione.

Insomma tornando a noi: io ho l’impressione che non sei abituato/a a considerare il tuo corpo, a conoscerlo, a goderne appieno.

Perché non è una cosa che ti è stata insegnata, quella di valorizzare il tuo corpo e le sensazioni che può farti provare.

E’ molto più sicuro che ti sia stato insegnato a reprimere le tue sensazioni, a non ascoltare il tuo corpo e a non comprendere i messaggi che ti invia.

A favore della grande importanza che, invece, ti hanno insegnato a dare alla “mente”, al “cervello” e alla – presunta – “razionalità”.

Ora, pensaci un attimo: sinceramente, sapresti descrivere per bene nel dettaglio i tuoi genitali? Sapresti dire, anche per sommi capi, come funzionano? Che cosa serve a che cosa? Che cosa ti fa sentire certe sensazioni e come? In reazione a che cosa?

E, al di fuori dell’area dei genitali – che insomma, “dài, su, di che cosa stiamo qui a parlare Ilaria??!!” – che cosa sai del tuo corpo e di come funziona (nel senso di come funziona per quel che riguarda il tuo benessere personale)?

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Di come, per esempio, modificando la tua respirazione e la tua postura puoi cambiare il tuo modo di sentirti e, soprattutto, di sentire e quindi di provare sensazioni di piacere, di equilibrio emotivo e di soddisfazione psicofisica?

Credo che sia evidente a tutti i lettori di questo blog quanto sia importante la “consapevolezza di sé” a livello di pensieri e di emozioni, di comportamenti e di reazioni.

Il mio lavoro è molto dedicato al raggiungimento di quel tipo di consapevolezza, che è il primo passo – quello fondamentale – per il tuo equilibrio e per la tua serenità e, anche, per la tua capacità di tirar fuori tutto il tuo potere di attrazione.

Il raggiungimento della piena consapevolezza del corpo è ugualmente essenziale. Se non di più. Perché, qualsiasi cosa tu creda nel profondo, noi siamo il nostro corpo. Tu sei il tuo corpo.

E’ con il tuo corpo che vivi, senti, sperimenti. E’ con il corpo che soffri, provi piacere, stai con gli altri.

E’ con il corpo che respiri aria, mangi e gusti il cibo, fai il bagno al mare, vedi l’erba, il volto delle persone…

Mi obietterà qualcuno che c’è anche lo spirito. Ok, va bene: io parlo del corpo, qui e adesso, non dello spirito. E sono convinta che il corpo è essenziale, è il punto di partenza :) . Del corpo sono certa.

Scommetto che tu conosci molto bene le funzioni del tuo cellulare, quelle dell’I-pad, del computer, dell’I-pod. Sai come si mette “Mi piace” su Facebook, come si aggiorna il profilo, come si mette la foto.

E, non so se sia veramente importante, ma se sai fare tutte queste cose e se conosci bene certe funzioni, probabilmente è perché tutto ciò ti dà delle soddisfazioni.

Quindi, immagina quante soddisfazioni può darti conoscere il tuo corpo.

Anche perché conoscere è amare.

Decidi di scoprire il tuo corpo, decidi di amarlo e di dargli il meglio. Riceverai indietro cento volte tanto.

Quando ho pensato a questo articolo, intendevo scrivere altre cose. Poi, scrivendo, è venuto così.

Va bene: le altre cose saranno per una prossima volta.

Tu tieni ben presente che, qualsiasi sia la tua età e anche il tuo livello di… imbarazzo, sei perfettamente in grado di esplorare il tuo corpo e ti scoprirci cose straordinarie (magnifica avventura, vero?).

Non ti resta che farlo.

Lasciami i tuoi commenti, domande, perplessità.

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

80 Commenti

  1. Avatar di Riccardo

    Riccardo 8 anni fa (4 Giugno 2011 1:33)

    @ Raffaella Scusi, mi può tradurre in italiano? Grazie. Sa, io non sono laureato. :)))))))))))))))))))
    0
    Rispondi a Riccardo Commenta l’articolo

  2. Avatar di raffaella

    raffaella 8 anni fa (4 Giugno 2011 9:45)

    volevo dire ...affettiva :-)
    0
    Rispondi a raffaella Commenta l’articolo

  3. Avatar di raffaella

    raffaella 8 anni fa (4 Giugno 2011 11:16)

    @Riccardo: la laurea c'entra ben poco, basta leggere qualche libro e frequentare corsi di crescita personale...leggasi MADRE che ti ha riempito la vita di NORME e REGOLE , giudicando sulla base del bene e del male, puntando l'attenzione sul negativo piuttosto che sul positivo, e sul confronto dal quale spesso uscivi perdente;poco AFFETTIVA credo non sia il caso che venga spiegato...semplicemente poco propensa a slanci d'affetto ed alla fisicità
    0
    Rispondi a raffaella Commenta l’articolo

  4. Avatar di Sissi

    Sissi 8 anni fa (4 Giugno 2011 12:54)

    @Eleonora e occhiverdi, grazie x le risposte! Per attrazione mentale intendo che si è creata tra noi una situazione che mai con nessuno prima avevo provato: la pensiamo allo stesso modo su talmente tante cose che a volte quasi finivamo uno le frasi dell'altra, perchè quello che volevamo dire era la stessa cosa. Non mi era mai successo prima ed è stato bellissimo, si è creata tra noi un'intesa particolare, e sono d'accordo con Eleonora: è una cosa bellissima! Forse è vero che, piacendomi così tanto come persona e trovandomici così bene, stia cercando a tutti i costi di farmelo piacere anche fisicamente...perchè non voglio sprecare la possibilità di stare con una persona che trovo così fantastica! Certo è però che se mi dovessi rendere conto che proprio non mi piace e devo fare uno sforzo sovraumano, lascerò perdere tutto!
    2
    Rispondi a Sissi Commenta l’articolo

  5. Avatar di Riccardo

    Riccardo 8 anni fa (4 Giugno 2011 18:50)

    @ Raffaella Corsi di crescita personale? No grazie, preferisco rimanere quello che sono. Leggere qualche libro? Io ho letto molti Topolini. Va bene lo stesso?
    1
    Rispondi a Riccardo Commenta l’articolo

  6. Avatar di raffaella

    raffaella 8 anni fa (5 Giugno 2011 10:20)

    @Riccardo: certo che si....Topolino è meraviglioso ma presenta una grande pecca...gli sfigati sono sempre gli stessi e i figoni altrettanto...i personaggi sono troppo stereotipati anche se non so se ora il fumetto è stato modificato per adeguarsi ai tempi...oggi lo compro ;)
    0
    Rispondi a raffaella Commenta l’articolo

  7. Avatar di Amore&Psiche

    Amore&Psiche 8 anni fa (8 Giugno 2011 17:06)

    Anche io sono alla ricerca di sentirmi bene dentro al mio corpo. Noto che quando vivo una situazione di disagio che riguardi relazioni sentimentali, di amicizia, o problemi lavorativi tutto ciò si riflette su come mi sento fuori, sul piacermi o meno fisicamente. Vorrei imparare ad essere equilibrata, a vivermi bene, a non sfogare ansie e frustrazioni rovinando il mio corpo mangiando a sproposito... E così vivo male anche il sesso. Non perchè mi imbarazzi, ma perchè non riesco a trovarvi quel senso di appagamento profondo che dovrebbe venire dall'atto sessuale, e ne rimango ogni volta delusa... Le mie relazioni sessulai riguardano sempre la stessa persona: un ragazzo conosciuto un paio di anni fa, con il quale ho sperimentato il sesso più per curiosità che per vero sentimento, ma sebbene non abbia mai goduto appieno il sesso con lui, mi sono legata molto a questo ragazzo fino, forse, ad innamorarmene o quasi. E' sempre stata una relazione difficoltosa, un tira e molla continuo, e fino a qualche mese fa ero smpre io a cercare lui e lui che poneva fine alla relazione...
    -1
    Rispondi a Amore&Psiche Commenta l’articolo

  8. Avatar di Amore&Psiche

    Amore&Psiche 8 anni fa (8 Giugno 2011 17:10)

    E' sempre stata una relazione difficoltosa, un tira e molla continuo, e fino a qualche mese fa ero sempre io a cercare lui e lui che poneva fine alla relazione. La relazione era frustrante per entrambi: per me che non riuscivo a ricevere amore, e per lui che amore non riusciva a darmi. Per lui ero una ragazza troppo buona, priva di carattere, non mi stimava troppo per questo, ma mi considerava una ragazza di valore per la mia capacità di amare, e di saper dare. Razionalmente la donna "ideale", col cuore, e forse neanche con la mente non era coinvolto. Ammetto che in passato non sono stata granché rispettata da lui, e forse anche per sfida e testardaggine ho insistito su questa relazione, nonostante fossi ben consapevole che non era uno stinco di santo e che tornava da me solo per comodo...
    -1
    Rispondi a Amore&Psiche Commenta l’articolo

  9. Avatar di Amore&Psiche

    Amore&Psiche 8 anni fa (8 Giugno 2011 17:11)

    Poi furono messe le cose in chiaro: senza aspettative da parte di nessuno dei due, avremmo continuato a frequentarci. Lui non era in grado di amarmi, e potevo scegliere se continuare così o tirarmi indietro. Scelsi di continuare, cercando di essere distaccata e d non dare troppo peso alla questione.D'altra parte non ero in grado di scegliere per un addio definitivo, e avrei rischiato di tornare sui miei passi, perciò meglio lasciare le cose come stavano, infondo io ormai avevo capito, non c'era amore, ma intanto avrei continuato a fare esperienza con il sesso...
    -1
    Rispondi a Amore&Psiche Commenta l’articolo

  10. Avatar di Amore&Psiche

    Amore&Psiche 8 anni fa (8 Giugno 2011 17:13)

    Arriva il mese scorso, ed eccolo che si fa di nuovo sentire, per la prima volta è lui a cercarmi di nuovo. Mi manda uno stupido messaggio di scuse. Rispondo che non serve scusarsi, infondo ha sempre agito coscientemente. Passa un'altra settimana e mi telefona. Stavolta non sono in grado di rifiutare un incontro. Infondo tra noi le cose sono sempre state chiare, non siamo mai stati ufficialmente insieme, perciò lui a me non doveva niente. Così ci rincontriamo, mi racconta della sua ultima ex. E' chiaro che mi ha cercata perchè sa che io sono "un porto sicuro", che io ci sono sempre, e che sono una persona affidabile. Chi altro se non io poteva consolarlo dopo l'ultima delusione? Nel frattempo sono maturata, ho acquisito più consapevolezza, più sicurezza in me, sono diventata più donna, e ho il coraggio di dirgli le cose in faccia, senza tremare. Anche perchè stavolta è lui ad avermi cercato, e non ho più paura di dire le cose come stanno, stavolta non lo trattengo, è libero di andarsene di nuove se vuole.
    -1
    Rispondi a Amore&Psiche Commenta l’articolo

  11. Avatar di Amore&Psiche

    Amore&Psiche 8 anni fa (8 Giugno 2011 17:14)

    Mi cerca più di prima, cerco di instaurare un rapporto d'amicizia, infondo la sua compagnia mi fa piacere. Lui è molto focoso, è fissato con il sesso, sapevo che c'avrebbe provato, lo conosco perciò non mi meravilgia, e non lo condanno per disonestà. So come ragiona e so che lui pensa:"che male c'è. infondo ci possiamo divertire". Io lo rifiuto. Rifiutarlo non mi costa niente, non mi attrae più, non ha più alcuna influenza su di me.
    -1
    Rispondi a Amore&Psiche Commenta l’articolo

  12. Avatar di Amore&Psiche

    Amore&Psiche 8 anni fa (8 Giugno 2011 17:15)

    Ma tornerà e i problemi saranno gli stessi. O troverò un'altra persona che mi stimoli intellettualmente e sessualmente o si ripeterà la stessa storia. Proviamo dell'affetto reciproco, ci stimiamo, perchè non riusciamo ad avere un'intesa sessuale? Neanche lui gode del sesso con me, anche se a entrambi fa comodo sfogarsi. Ma la cosa inizia a pesarmi perchè sento che non riesco più a piacermi e ad andare d'accordo con il mio corpo. Come devo fare?? Neanche lui sa spiegarsi perchè tra noi non ci sia quella scintilla fisica. Qual'è la vostra opinione????
    -1
    Rispondi a Amore&Psiche Commenta l’articolo

  13. Avatar di Bice

    Bice 8 anni fa (9 Giugno 2011 12:14)

    Non ti chiudere su di lui e cerca altre persone, con le quali poter vivere una storia d'amore vera o, almeno, una storia appagante di sesso. Questa mi sembra solo un'amicizia comoda in un periodo di solitudine, per entrambi. Ma certo è probabile che lui per primo trovi una con cui ha un'intesa maggiore e ti abbandoni nuovamente... lo sai, no? Ecco allora, prendi la cosa per quella che è, non ti fare illusioni e non ti chiudere? C'è chi è capace di chiudere e star solo piuttosto che accontentarsi, chi no. Ma la consapevolezza, in quest'ultimo caso, aiuta tanto... e chissà, magari la prima che trova di meglio sarai tu! :-)
    0
    Rispondi a Bice Commenta l’articolo

  14. Avatar di clacla

    clacla 4 anni fa (11 Agosto 2015 11:09)

    Ciao Ilaria, credo che l'argomento di questo articolo sia davvero interessante, perché è dai sensi del corpo che scopriamo il mondo, costruiamo la nostra realtà, e ci relazioniamo, soprattutto in amore. Vorrei chiederti come si può cercare di liberare la propria fantasia e vivere il sesso esplorando cosa ci piace in modo autentico, originale, personale e slegato dai dettami della cultura mediatica? Grazie, un saluto a tutti
    0
    Rispondi a clacla Commenta l’articolo

  15. Avatar di Amore&Psiche

    Amore&Psiche 8 anni fa (8 Giugno 2011 17:14)

    Ma poi arriva l'ovulazione, la mia voglia di sesso cresce, ci incontriamo a casa mia e succede. Dapprima mi arrabbio, ma poi chi se ne importa, tutto sommato non è niente di grave. Anche se neppure stavolta è stato soddisfacente. Non lo metto più al primo posto tra i miei impegni. Ma ci vediamo spesso, lo percepisco che io sono diventata più forte, e che lui adesso mi stima, ho acquisito spessore caratteriale, mi stima anche intellettualmente. Dice che parlae con me gli piace. I nostri discorsi hanno un certo spessore. Anche lui mi stimola intellettualmente, ragioniamo bene insieme, ci incuriosiscono gli stessi argomenti, leggiamo gli stessi libri. Mi giunge la notizia che finalmente ha trovato un altro posto di lavoro. Se ne va lontano per un po'. Quiondi che male c'è ad andarci a letto così per sfogo? Entrambi sappiamo di non essere innamorati, e dato che è in partenza il sesso non può complicare le cose. Ho tre mesi di tregua fino al suo ritorno.
    0
    Rispondi a Amore&Psiche Commenta l’articolo

  16. Avatar di stefano

    stefano 4 anni fa (20 Agosto 2015 23:54)

    Oggi sono stato al mare e misono accorto , a differenza delle pprecedenti estati come le signore sulla cinquantina abbiano molta attenzione al fisico inteso come apparenza . Narcisismo. (Dico così perché qualcuna ne conoscodi ppersona ) che poi dopo essersi fatta la foto la mette anche si Facebook. Secondo me stiamo andando al fondo.un saluto.stefano.
    -11
    Rispondi a stefano Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (21 Agosto 2015 9:44)

      Guarda un po'. Altro che immigrati, Grecia e svalutazione dello yuan o cambiamento climatico o quant'altro... Com'è che le cinquantenni si permettono di avere attenzione al fisico e alla propria apparenza? Fossero ventenni, si sa, uno può anche accettarlo, ma cinquantenni, su... Le donne devono sapere stare al loro posto, obbedire, concedersi agli uomini e darsi limiti. E chi non lo sa, perbacco?!
      15
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 4 anni fa (11 Ottobre 2015 19:21)

      ahaha grande! xD
      0
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

  17. Avatar di Ilaria

    Ilaria 3 anni fa (7 Aprile 2017 8:49)

    Ciao! Hai perfettamente ragione. Io sto vivendo una crisi coniugale proprio perché io sono repressa...non è facile da spiegare in due parole. Però mi sono resa conto che ad esempio mi vesto accollatissima per chissà quale ragione ancestrale e ho paura a mettermi una maglia più sexy...perché? Non vado in giro nuda, ma la voce che mi arriva è quella delle donne della mia famiglia che commentano 'và come è scollata quella lì!'...e quindi ci si copre per non passare per donnacce...adesso sono stanca di questa cosa e ho deciso a 40 anni di liberarmi. Andrò da una psicologa a breve e scoprirò come sono veramente...e speriamo che questo aiuti il mio matrimonio! Fatemi gli in bocca al lupo!
    2
    Rispondi a Ilaria Commenta l’articolo