Cosa scrivere se lui non si fa sentire

Che cosa scrivere se lui non si fa sentire, se lui è sparito?

Ti sei mai trovata in una situazione in cui lui non dà più notizie di sé?

Facciamo un esempio pratico e molto comune: sei uscita per un certo periodo, diciamo tre settimane/un mese con un uomo e tutto sembrava andare a gonfie vele.

Come molti uomini lui non ama molto parlare al telefono.

Lo sai che gli uomini non amano molto gli scambi telefonici lunghi, quelli che non siano essenziali e pratici e non apprezzano le lunghe chiacchierare a distanza?

Sono convinti che sia una perdita di tempo, che non dia del vero valore aggiunto.

Va beh, torniamo al nostro esempio di una classica sparizione.

Tra voi per tre settimane o un mese circa è andato tutto bene, lui non era un appassionato conversatore al telefono ma ogni giorno vi scambiavate alcuni messaggi in chat.

Messaggi autentici e sinceri, non i banali “Buongiorno!” “Buon pranzo” e ovvietà assortite, frutto di pigri copia-incolla.

Ogni volta che vi vedevate faccia a faccia – e vi vedevate con una certa frequenza – tu ti convincevi sempre più che la vostra intesa fosse eccellente e tante le possibilità per un futuro insieme.

Un brutto giorno, improvvisamente, senza un motivo apparente, i suoi messaggi non sono più arrivati.

Nessun messaggio con gli auguri per una buona giornata o gli in bocca al lupo per un’importante riunione di lavoro.

Non più il messaggio di fine giornata per sapere come è andata e come ti senti e per invitarti fuori al giovedì.

Nessun messaggio tenero e simpatico a sorpresa, a metà pomeriggio, all’alba o nel cuore della notte.

Niente di niente.

Dal tuo punto di vista tutto è tremendamente strano, inspiegabile, illogico.

Come ha potuto sparire nel nulla in questo modo?

E tu ti cominci interrogare: Perché gli uomini spariscono?

Con la memoria vai a ripescare ogni dettaglio del vostro ultimo incontro.

Ti colpevolizzi. Hai forse detto qualcosa che lo ha turbato o disturbato e fatto scappare?

Tieni tanto ad avere delle risposte, ma non hai nessuna intenzione di insistere o apparire invadente.

Allora cominci a entrare nel vortice di paturnie assurde che ti fanno pensare e ripensare continuamente a che cosa potresti scrivere.

Cosa scrivere se lui non si fa sentire

Dopo ore o anche giorni di riflessioni, ragionamenti, fantasticherie, l’unica cosa che ti sembra giusto scrivere, anche per dimostrare che ci tieni a lui a prescindere da come stia andando la vostra relazione e perché vuoi fargli capire che sei una persona educata è : “Ciao. Tutto bene?”

Ma non succede niente.

Passa un altro giorno di assoluto silenzio dall’altra parte.

I giorni diventano due.

Al terzo giorno (maledetto terzo giorno!), sei così esasperata che gli scrivi: “Ciao! Dove sei finito? Pensavo stessimo bene insieme. So benissimo che nessuno di noi due aveva ancora preso un impegno con l’altro ma penso di avere diritto di sapere perché sei scomparso. Per favore dammi una risposta.”

Indovina un po’? Lui se ne guarda bene dal risponderti.

Ti devo spiegare io come ti senti tu in quei momenti? 😊

Lui ti ha lasciata “appesa”, ti senti lo stomaco attorcigliato e ti tormenti chiedendoti per la milionesima volta che cosa hai fatto o detto di sbagliato per farlo allontanare in questo modo e fargli perdere del tutto interesse.

Senza risposte e senza contatti da parte sua, ti senti avvilita, provi un’enorme frustrazione e sei piena di rimpianto per il fatto che non puoi ottenere le spiegazioni che vuoi

O anche solo un congedo più degno e rispettoso del tuo valore e dell’investimento emotivo che hai fatto.

Non riesci a scrollarti di dosso la convinzione che se solo tu avessi saputo le parole giuste da dire, le cose avrebbero preso una piega diversa e avreste portato la vostra relazione a un livello più.

Lui probabilmente non sarebbe sparito.

La verità è che il “ghosting” è una gran brutta cosa.

Tu non te lo meriti e sappi bene che non è colpa tua se lui è sparito senza spiegazioni.

Cosa fare quando lui sparisce

Ora, l’abbiamo detto, il “ghosting” fa male e non è colpa tua.

È colpa di un malcostume generale per il quale invece di mettersi in gioco in prima persona, si preferisce “evaporare”, per non fare quella che molti considerano una fatica troppo grande per loro.

E cioè trovare le parole giuste, assumersi le proprie responsabilità e metterci la faccia.

Sta a te decidere se offrire una seconda possibilità a una persona che è sparita improvvisamente dalla tua vita o se lasciarla perdere del tutto.

Scegliere di cercarlo di nuovo può essere una sfida che vuoi affrontare per affermare il tuo valore – non per pietire attenzione – per fare esperienza e per toglierti alcune curiosità.

O anche, se davvero lo ritieni opportuno, riallacciare i rapporti con una persona che vuoi mettere di nuovo alla prova per verificare se ha fatto solo uno scivolone o è proprio l’uomo sbagliato.

Desideri il rapporto della tua vita e vuoi scoprire il modo giusto per far innamorare un uomo e costruire con lui una relazione sana, serena e che duri nel tempo? Ecco il precorso che ti guida passo passo nella realizzazione di una vita di coppia sana e appagante, dal primo incontro fino alla convivenza

Dobbiamo considerare infatti che esiste un vero e proprio linguaggio dell’attrazione.

Le parole hanno un potere immenso.

Quelle dette, quelle pensate, quelle scritte.

E hanno il potere di attrarre o di creare distanza. Di affascinare o di infastidire.

Ci sono parole che puoi dire per aumentare l’attrazione e la vicinanza e parole che decidi di dire per “raffreddare” o chiudere il rapporto.

Essere in controllo della comunicazione e della sua potenza significa essere in controllo di te e dei rapporti che hai con gli altri.

Questo non significa essere o diventare delle manipolatrici, ma essere padrone del ruolo che si vuole avere nella propria esistenza e nelle proprie relazioni.

Per questo è importante sapere che cosa scrivere se lui non si fa sentire.

Regola numero 1: no rabbia e no sarcasmo

Allora, mettiamo che per una serie di “N” motivi validi per te tu voglia ristabilire un contatto interrotto improvvisamente.

La regola più importante da seguire in questo caso è bandire rabbia, rancore e sarcasmo, dato che oltre che allontanare, sono sentimenti che fanno intendere all’altra persona che ti senti ferita e ferita a causa sua.

Per alcuni uomini – che sono da scartare – questa è un’enorme gratificazione per il loro debole ego, che li porta a comportarsi peggio e non meglio.

Dato che in modo disfunzionale mettono il proprio ego per primo e se ne fregano di tutto il resto.

Va bene che tu vuoi offrire una seconda possibilità, ma perché mai esporti tanto?

Tieni presente che il primo messaggio di “nuovo contatto” non ha lo scopo di risolvere la questione, di affrontare problematiche relative al rapporto o di ricevere spiegazioni.

Ha lo scopo di dargli un segnale, una sveglia, di entrare nuovamente nel suo “campo visivo”.

Quindi deve essere un messaggio spiritoso, divertente, che gioca sul personale, ma non va nell’intimità.

Un esempio? Pensa a una esperienza simpatica che avete vissuto insieme, magari perché non è andata come volevate che andasse ma vi ha suscitato allegria.

Puoi usare diverse tecniche

1 Ricordagli un momento divertente che avete condiviso.

Magari una sera lui ti ha invitato a cena dicendoti che ti avrebbe preparato una fantastica carbonara e in realtà ha combinato un disastro culinario, sul quale avete riso e ricordato più volte sempre ridendoci su.

Bene.

Mandagli la foto di un piatto di carbonara mentre sei a cena con amici in un ristorante o nella casa di qualcuno e scrivigli:

“Qui c’è qualcuno che la sa fare davvero bene la carbonara…

E pensa che a me è venuta in mente la TUA indimenticabile carbonara.”

Oppure:

“Ho finito proprio adesso di leggere “Il Codice da Vinci”. Lo so, sono molto in ritardo sui tempi, ma tu me ne hai parlato così tanto che prima o poi doveva succedere.”

O anche:

“Lo sai che ho trovato ancora sotto il divano un pezzo della tazza che hai rotto a casa mia mentre dirigevi la musica degli Abba?”

O qualcosa del tipo:

“In quel nuovo locale dove fanno musica dal vivo nella piazza Tal dei Tali. Sto pensando a quando siamo andati insieme al Blue Note, tu e io. Ecco che cosa manca stasera…”

2 Inducilo in tentazione 😊

Insisti sul fatto che stai facendo qualcosa di bello che sei sicura piacerebbe anche a lui.

“A teatro, a vedere quei nuovi comici di cui mi avevi parlato. Peccato che tu non ci sia, dal vivo sono straordinari!”

O:

“Sono alla mostra dedicata al corpo umano a Palazzo Reale. Sono sicura che ne saresti entusiasta!”

In tutti i messaggi precedenti lo tratti come un amico, non recrimini e non ti mostri bisognosa, di fatto gli comunichi solo emozioni positive.

Gli offri un gancio che lui può prendere al volo per… riagganciarsi.

Se non lo fa, dimenticalo.

Archivialo.

Avanti un altro!

Ecco cosa scrivere se lui non si fa sentire, se lui è sparito.

Lascia un Commento!

3 Commenti

  1. Avatar di SoleLuna

    SoleLuna 11 mesi fa (4 Aprile 2023 1:32)

    Sarò drastica io, ma questa gente non merita tanto impegno. Spariscono? Per me significa che non sono belle persone e non mi faccio più sentire. Se gli interessa sanno dove trovarmi. Se ritornano dopo mesi, penserei soltanto che si annoiano e non hanno nessun'altra per le mani e non risponderei. Mi sono talmente rotta della gente inconcludente e piena di sé, preferisco dedicarmi a chi ha tempo e interesse e non sparisce 😊 o a me stessa e basta
    Rispondi a SoleLuna Commenta l’articolo

  2. Avatar di Virgy

    Virgy 11 mesi fa (2 Aprile 2023 21:28)

    Il mio ex è sparito così e solo tempo dopo ho scoperto che aveva, già, una fidanzata. La nostra frequentazione evidentemente gli sembrava diventasse troppo impegnativa per gestirla in parallelo. Parole da usare per "riconquistare" un uomo che sparisce nel nulla? Nessuna parola. Davvero volete indietro una persona che si è comportata così?? Che rapporto pensate di costruire? Spiace, ci sono porte che una volta chiuse non si riaprono più.
    Rispondi a Virgy Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 10 mesi fa (27 Aprile 2023 15:53)

      Cara Virgy, anche io ho scoperto dopo un anno di relazione passionale e intensa, in cui mi sentivo promettere mari e monti, che lui aveva già una fidanzata da 12 anni. Li ho trovati insieme, e mentre lei si disperava, lui negava l'evidenza. Sbagliando - perché avrei dovuto cancellarlo dalla mia vita seduta stante, ma io ci avevo investito tanto emozionalmente, e non sono stata lucida - gli ho scritto in seguito chiedendo spiegazioni. Complice il fatto che probabilmente non ci puó essere nessuna spiegazione ad un comportamento tanto ignobile, è sparito nel nulla. Ci ho perso la ragione per un paio di giorni, ma anche grazie alla saggezza di Ilaria e alle testimonianze di tante persone qui nel blog, ho capito che non merita più un grammo di attenzione. Tra il dire e il fare ce ne vuole, ma ci arriverò, e sarà un'insegnamento impagabile.
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo