“Come faccio a esprimere la mia energia sessuale?”

energia sessualeSe vuoi essere davvero attraente per la persona giusta per te, avere con lei una relazione piena e duratura (diciamo anche: all’insegna della fedeltà reciproca), e, soprattutto, una vita felice e appagante, indipendentemente dal fatto che tu sia single o in coppia, devi esprimere al meglio la tua energia sessuale.

E’ un argomento che affronto nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi” e che ho trattato qualche altra volta sul blog.

La settimana scorsa ho scritto un articolo dedicato alla differenza fra amicizia, amore ed eros e in un commento Neo, a un certo punto, ha concluso in questo modo il suo intervento:  “Vorrei porti una domanda: per quel che riguarda la consapevolezza della propria energia sessuale, quale può essere un percorso di “scoperta” ed espressione?

Mi pare una domanda legittima (nel senso che nasce probabilmente spontanea dopo la lettura di un articolo di quel genere), molto interessante e pienamente in tema con l’essere “la persona giusta per la persona giusta per te”.

E sai perché è molto attinente con l’essere “la persona giusta per la persona giusta per te”? Perché, in realtà, la tua energia sessuale sei tu, attraverso la tua energia sessuale esprimi al meglio e nel modo più profondo la tua vera essenza, il tuo essere nel mondo in modo irripetibile, la tua assoluta unicità.

E tu sei pienamente felice proprio quando permetti a te stesso o a te stessa di esprimerti al cento per cento. E’ allora che tu sei la persona giusta per te e automaticamente la persona giusta per la persona giusta per te.

Esprimere te stesso o te stessa al cento per cento, esprimere la tua energia sessuale nel pieno della sua potenza, ti apre le porte alla felicità e quindi all’essere davvero, irresistibilmente attraente.

E da dove inizia il percorso di  scoperta e di espressione della tua energia sessuale?

Inizia con la conquista della libertà, la libertà da tutti gli infiniti condizionamenti esterni che hai cominciato a ricevere addirittura prima della tua nascita (sì, esatto, prima della tua nascita, non è una esagerazione questa, so quello che dico).

Che tu ne sia consapevole o no, hai ricevuto condizionamenti esterni (e continui a riceverne, ininterottamente, anche leggendo questo blog, quello che scrivo io e quello che scrivono i lettori e anche scrivendo i tuoi commenti, ti condizioni ) su tutto, su ogni tema e argomento dell’esistenza.

Anche su temi e argomenti di cui non hai mai sentito parlare: già di per sé, ignorare qualcosa, ignorarne l’esistenza o non averne mai sentito parlare, è un condizionamento.

E sul sesso, sulla sessualità, i condizionamenti, come ben sai, si moltiplicano all’ennesima potenza.

Lo sappiamo tutti: il sesso è l’argomento tabù per eccellenza.

Ma c’è un aspetto che forse sfugge ai più e su cui magari nemmeno tu hai mai riflettuto: che i condizionamenti negativi sul sesso che hai ricevuto (tu come praticamente la totalità delle persone in questo nostro mondo) non sono partiti dal “sesso in generale”, ma sono partiti da qualcosa di molto particolare.

E cioè la tua sessualità, la tua energia personale.

Detto in parole semplici: quando eri bambino o bambina è molto difficile che ti sia stato detto e spiegato per filo e per segno qual è la morale sessuale o di comportamento diffusa e accetata. Sei d’accordo? Nessuno ti ha fatto dei discorsi logici e articolati in quel senso (può darsi che prima o poi nella tua vita ti sia toccato di ascoltare anche quelli, ma di sicuro quando eri già più grande).

Che cosa fa innamorare un uomo e lo fa impegnare in una relazione?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

No. Piuttosto ti sono stati mandati una serie di messaggi che alla fin fine erano diretti specificamente a te: “Stai composto/a; siediti come si deve; comportati bene; non fare questo; non alzare le mani verso questo o questa; non toccarti; pulisciti per bene, lavati con cura, saluta educatamente, non abbracciare e toccare gli sconosciuti, i grandi non si toccano, le bimbe non si toccano, certe parti del corpo non si toccano, non dare confidenza, non prenderti delle confidenze, abbassa la voce, non essere sfacciato/a, chiedi sempre per favore e ricordati di dire grazie… etc etc”.

L’elenco è infinito. Ed è un elenco di norme e di disposizioni che – seppure non intese in senso proprio come divieti “sessuali” – erano intese a contenere la tua energia e, in definitiva, la tua energia sessuale.

Il risultato di tutto ciò? Il risultato è che a te viene spontaneo fare una cosa che spontanea non è: contenerti, contenere la tua energia sessuale.

E non ti viene spontaneo fare una cosa che sarebbe davvero spontanea: esprimere la tua energia sessuale.

Tanto che è probabile che le cose che ti sto dicendo ti diano un po’ di fastidio (cosa alla quale ormai dovresti esserti abituato/a: sai bene che quello che ti dico di solito è fatto apposta per metterti di fronte a qualcosa di “diverso”).

A questo punto, come fai a disimparare quello che di inutile ti è stato insegnato e a re-imparare quello che è naturale?

Innanzittutto prendendo atto proprio di questo fatto: la tua energia sessuale è naturale, fa parte di te, ti appartiene per natura. La tua energia sessuale sei tu.

La tua energia sessuale è giusta, sana, buona.

Esprimerla è un atto di libertà. E liberare te stesso o te stessa è un supremo atto d’amore.

Ti interessano l’amore e la libertà?

Credi nell’amore e nella libertà?

Credi nella libertà e nell’amore prima di tutto per te?

Lasciami i tuoi commenti e le tue opinioni.

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

109 Commenti

  1. Avatar di Aurora P.

    Aurora P. 8 anni fa (22 Giugno 2011 15:05)

    vorrei dire ad Alessandro il mio amore per lui,lo so che sono una bambina però credo che anche a lui piaccio io,vorrei chiederglielo,ma ho molta vergogna,come posso fare?Aiutatemi vi prego! Aurora P.
    2
    Rispondi a Aurora P. Commenta l’articolo

  2. Avatar di Bice

    Bice 8 anni fa (22 Giugno 2011 23:30)

    @ Fiorenzo, non so quante volte ho ripetuto anche io che sentire certe cose da fastidio. Da fastidio anche a me, che sono donna, sentire definire gli uomini tutti uguali... immagino te. Spero che Eleonora ti legga e anche Riccardo, perché sono i commentatori in cui più noto, fastidiosamente, questa tendenza... vorrei che capissero che facendo così indispongono gli altri e si indispongono loro stessi agli incontri. Credo che nei momenti di rabbia o sconforto certe cose scappino dette, però bisognerebbe evitare di cascarci. Ognuno di noi è diverso ed è brutto e svilente generalizzare. A volte lo si fa per insicurezza, per mettere ordine, per vederci chiaro, ma si perdono tutte le belle sfumature della realtà, no? Beh, da parte mia benvenuto su questo blog!
    8
    Rispondi a Bice Commenta l’articolo

  3. Avatar di Anna

    Anna 8 anni fa (26 Giugno 2011 17:13)

    @Fiorenzo: hai ragione.. Molto facile generalizzare se si esce da esperienze negative e con un filo conduttore comune.. Purtroppo anche io tendo a generalizzare... E' sbagliato.. Io credo che solo quando incontri la persona giusta riesci a ridimensionare il rancore e la rabbia che ti portano a generalizzare...
    5
    Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  4. Avatar di melamente

    melamente 8 anni fa (30 Giugno 2011 15:41)

    ed io allora che solo podo aver saputo di essere stata tradita con novizia di particolari.....ho scoperto la mia energia in tutto il suo splendore....con lo stesso uomo che mi ha reso cornuta!!!!!
    4
    Rispondi a melamente Commenta l’articolo

  5. Avatar di HK2014

    HK2014 5 anni fa (7 Novembre 2014 11:44)

    una domanda: ma vivere in un rapporto di coppia ed essere fedele non va un po' a discapito della libertà ? nel senso, può capitare di provare attrazione anche per altre persone ma essendo in coppia e volendo rimanere fedeli, questo non blocca un po' l'energia sessuale naturale della persona? o è tutta una cosa mentale?
    7
    Rispondi a HK2014 Commenta l’articolo

  6. Avatar di Sabrina

    Sabrina 4 anni fa (14 Giugno 2015 14:57)

    Prenderne atto è un conto ma disimparare tutto il bagaglio educativo che ci è stato insegnato è tutta un'altra storia.
    -5
    Rispondi a Sabrina Commenta l’articolo

  7. Avatar di Roberta

    Roberta 1 anno fa (7 Aprile 2018 10:56)

    Ciao Ilaria, articolo molto interessante, grazie. Effettivamente in alcuni punti dell'articolo ho iniziato a provare fastidio e sono venuti a galla ricordi e parole dolorosi perché riguardanti il legame con i miei genitori, la mia infanzia. Ho imparato a prendere il fastidio e il dolore come un'opportunità di esplorazione/scoperta, di solito mi porta sempre ad evoluzioni pazzesche :) Imparare a utilizzare il dolore a proprio vantaggio (senza andarlo a ricercare apposta, chiaro) per crescere, invece che portarselo dietro come carico e basta, può fare la differenza nella vita di tutti. Buona giornata
    0
    Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

  8. Avatar di Ely

    Ely 4 settimane fa (25 Luglio 2019 17:05)

    Ciao Ilaria, questo articolo mi ha aperto un mondo. Io ho subito tutti questi condizionamenti/soprusi da piccola fino all'età di 20 anni quando sono scappata via di casa dalla mattina alla sera. Non ne potevo più continuare a subire tutto ciò da due genitori miei aguzzini. E sai cosa mi ha causato tutta questa soppressione di energia?? Mi ha causato grave anoressia e grave e lunga bulimia all'età 16-20 anni (malattie che più tardi scoprii che hanno a che fare con la sessualità). E come se non bastasse all'età di 22 anni finì per lavorare nei night club. Quel mondo mi attirava in modo incontrollabile. Stare lì e ballare mezza nuda era diventata pian piano una droga per me, non ne potevo fare a meno, fino a quando dopo 10 anni e tanti fatti brutti visti e subiti decisi finalmente di smettere!!
    -6
    Rispondi a Ely Commenta l’articolo