Perché ti ha tradito anche se ti ama

perché un uomo tradisce anche se amaPerché un uomo tradisce anche se ama? Perché lui ti tradisce o ti ha tradito anche se ti ama? Perché un uomo tradisce la moglie o una persona alla quale è sinceramente legato?

Essì, stiamo parlando di tradimento, un fenomeno molto diffuso, più di quanto si pensi.

Un fenomeno che dà molto dolore a chi lo subisce e spesso mette in difficoltà chi lo agisce, chi tradisce.

"Ricucire un rapporto con chi ha tradito la nostra fiducia è possibile, ma è come rammendare un abito rotto: il segno rimane, indelebile. E. Breda"

Perché un tradimento, qualsiasi sia la sua causa e qualsiasi sia il suo esito non può non far sorgere delle domande.

Intanto, un tradimento non significa e non può significare la fine di una coppia. Spesso non significa nemmeno che la coppia sia in crisi.

Certo, un tradimento dice molto della persona che tradisce e del suo concetto di coppia. O dice molto di lui o di lei e della sua visone del rapporto in un certo momento.

Un tradimento non ci dice che la persona che ha tradito è da cancellare e che è necessario lasciarsi e separarsi.

O, meglio, dipende. È importante contestualizzare. È importante mettere in relazione. È importante valutare e soppesare.

Il traditore seriale, colui  che “non può fare a meno” di tradire, quello che tradisce durante il fidanzamento, il giorno del matrimonio e poi sempre, quello che ha una doppia vita, il dipendente da chat, il traditore da chat (cioè colui che passa giornate e serate a messaggiarsi con altre e magari fa anche sesso a distanza) sono tutti disturbati da evitare.

Personaggi destinati inequivocabilmente a rovinare la vita a te e a tutte le altre donne che incroceranno sul loro cammino.

Lo stesso dicasi del fidanzatino o maritino che beccati a tradire giurano e stragiurano che non lo rifaranno mai più e, girato l’angolo, ricominciano come se niente fosse.

Per cui non stare ad arrovellarti o a cercare rassicurazioni che non ho nessuna intenzione di darti.

Se frequenti con un simpaticone del genere, lascialo e fai in modo di non rivederlo mai più.

Qui stiamo parlando di altro.

Perché un uomo tradisce anche se ama?

Qui stiamo parlando dell’”incidente di percorso”, dello “scivolone”, dell’”errore di distrazione”.

Di un evento che può capitare anche se sarebbe meglio di no, ma chiaramente non mette in discussione i sentimenti che legano una coppia, la solidarietà che esiste e continuerà a esistere, il patto e la promessa.

Di sicuro sono poche le umiliazioni brucianti come lo è un tradimento, ma non si può pensare che uno (uno, non dieci, cento, mille) “scivolone” faccia entrare in crisi o distrugga qualcosa di grande e di importante.

Attenzione, mi riferisco a rapporti importanti e consolidati, dove l’affetto autentico, il sostegno reciproco e la vicinanza non sono mai mancati.

Se stai con uno che non ti ha mai aiutato, se ne è approfittato e ha messo sempre prima se stesso impipandosene dei tuoi problemi, il tradimento è la palla da cogliere al balzo per metterlo alla porta.

Non tutti i rapporti sono uguali e non tutti i tradimenti sono uguali, così come non tutti i traditori sono uguali.

Fatte tutte queste considerazioni, torniamo alla domanda di partenza: perché un uomo tradisce anche se ama?

Ho preparato un test che ti aiuta a capire perché un uomo sparisce e non ti cerca, per farlo ti basta cliccare sul bottone qui sotto:

Scopri perché non ti cerca: fai il test

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Perché un uomo tradisce anche se ama? Questione di prospettive

A tradire sono sia gli uomini sia le donne, ma guarda un po’, sono gli uomini a tradire di più rispetto alle donne.

Lo dicono indagini, studi e ricerche condotti nei paesi anglosassoni in cui i comportamenti di coppia e di uomini e donne non sono poi così diversi da quelli di casa nostra.

Ma perché accade questo? Perché gli uomini tradiscono più delle donne e perché un uomo tradisce anche se ama? Perché può essere successo che anche tu sia stata tradita anche se il tuo partner ti ama?

"Amore mio ho fatto tesoro della tua lettera, l’ho letta. Mi ha reso felicissimo. Solo una cosa mi ha contrariato… Hai sbagliato a scrivere il mio nome. Charles M.Schulz"
 

La mia esperienza, mi riporta un po’ alle considerazioni degli studi e delle analisi che ho appena citato. C’è chi la chiama mancanza di una piena maturità sentimentale. Si può anche definire mancanza di maturità per quel che riguarda l’empatia o mancanza di piena consapevolezza.

in sostanza, un uomo che ama la propria compagna e al quale è accaduto in modo occasionale di tradirla, innanzitutto ha dato ben poco valore alla relazione con l’altra donna. Si è trattato di qualcosa di poco più di un incontro sessuale, niente che, da parte di un uomo, in genere, comporti un grosso coinvolgimento. E che vuoi che sia?

Allo stesso tempo, il nostro simpatico traditore non dà particolare valore all’offesa inferta alla propria partner. Non riesce a mettersi nei panni di lei, dato che vede il tutto solo dalla propria prospettiva.

Per cui manca di empatia, dato che gli sfuggono i motivi per i quali la sua compagna soffre, dato che lui considera il tutto poco importante.

(Certo, prova a ricambiarlo della stessa moneta e poi vediamo).

"Se qualcuno ti tradisce una volta, è un suo errore, se qualcuno ti tradisce due volte è un tuo errore. Eleanor Roosevelt"

Non solo. Non è raro per niente che un uomo tradisca a “laqualunque” cioè con donne meno attraenti sia fisicamente, sia mentalmente della propria compagna.

Per lui si tratta di un intermezzo di poco significato.

Sembra assodato che le donne, invece, tradiscono con partner di maggior valore rispetto al proprio compagno.

È proprio una differenza di “visioni del mondo”.

Che cosa si può concludere da queste riflessioni?

Se il tuo compagno ti ha tradita occasionalmente so benissimo che sei molto arrabbiata e ti sentì triste.

È una buona idea farglielo sapere e capire, evitando magari di fargli del male fisico (cioè proprio non facendoglielo), ma rendendolo davvero partecipe del tuo dolore, senza scenate o drammi, con lucida determinazione.

È l’occasione buona per alzare il livello dei tuoi standard e insieme dei suoi.

Un’opportunità importante per ricordarti e ricordargli chi sei.

Secondo te perché un uomo tradisce anche se ama?

 

 

Lascia un Commento!

53 Commenti

  1. Avatar di Chouette

    Chouette 6 mesi fa (21 Aprile 2019 21:35)

    A questo proposito mi sembra divertente rispolverare la "saggezza" del mitico personaggio di Samantha Jones della serie "Sex & the City": "Men cheat for the same reason dogs lick their balls: because they can" :-)) Ciò detto, se davvero vogliamo mantenere standard elevati di rispetto e tutela di noi stesse, a mio parere il tradimento è davvero incompatibile con tutto ciò.
    0
    Rispondi a Chouette Commenta l’articolo

  2. Avatar di Chiara

    Chiara 6 mesi fa (22 Aprile 2019 11:19)

    Buongiorno e buona pasquetta a tutte/i. Ammesso che uomini e donne hanno uguali esigenze sentimentali e sessuali, per me il tradimento nasce da ambo le parti quando queste non sono soddisfatte per un periodo più o meno lungo. Ho visto ad esempio tante donne (ma anche molti uomini) avere rapporti sessuali frequenti nei primi periodi della relazione e poi diradarli sempre di più a relazione consolidata. Essi dimenticano però che una relazione davvero consolidata richiede complicità tanto fuori quanto dentro il letto... oppure può essere solo una bellissima amicizia. Credo che le persone tradiscono perché non hanno il coraggio di lasciare un partner con cui hanno costruito affettivamente tantissimo, perché spesso si confonde l’amicizia con l’amore e si chiama coppia “amorosa” quello che non lo è. Il sesso è meraviglioso ed esplorare e godere col proprio compagno è sacro e unisce tantissimo la coppia. Io credo che una coppia sessualmente soddisfatta raramente vive tradimenti. Giusto un paio di giorni fa parlavo con un’amica che è stata tradita. Lei, confidandosi, mi ha raccontato che facevano sesso 1 volta a settimana e nemmeno tutte le settimane... a volte 1-2 volte al mese, programmandolo pure. Ha definito il suo compagno egoista, ma per me il problema è che sono entrambi egoisti a pretendere di vivere una relazione con chi ha esigenze diverse dalle proprie. Lui più “voglioso” e aperto, lei disinteressata che lo fa solo perché deve. Non è sbagliato essere in un modo o in un altro, è sbagliato pretendere che uno dei due si sacrifichi se non c’e Trippa per gatti. Io le ho detto questo, per me possono essere solo amici. Voi cosa ne pensate?
    1
    Rispondi a Chiara Commenta l’articolo

  3. Avatar di Elisa

    Elisa 6 mesi fa (22 Aprile 2019 11:27)

    Un tradimento non si può dimenticare, ma si deve rielaborare. Per questo, a mio parere, la domanda da farsi non è ‘Perché mi ha fatto questo?’, ma ‘Che cosa ci è successo?’. Solo sviscerando le motivazioni si può capire se la coppia esiste ancora o no. Può capitare che il tradimento sia solo una scarica pulsionale priva di significato, ma proprio per questo credo che il danno possa essere riparato. Ovviamente il perdonare richiede un grande lavoro da parte di entrambi, soprattutto da parte del tradito o della tradita, che deve dare nuovamente fiducia al proprio partner. Insomma, anche un'esperienza così brutta può diventare un'occasione di crescita per la coppia, che può diventare più matura e consapevole imparando dagli errori che hanno portato allo scivolone.
    -8
    Rispondi a Elisa Commenta l’articolo

  4. Avatar di Gloria82

    Gloria82 6 mesi fa (22 Aprile 2019 11:51)

    Grazie Ilaria per questo articolo, mi ha fatto riflettere. Io sono stata tradita diverse volte, e in tutti i casi ( storiella leggera, frequentazione, storia "seria") ho chiuso immediatamente la relazione il giorno stesso che l'ho saputo senza mai possibilità di ritorno. Provavo un dolore lancinante, folle, intensissimo. Adesso penso che tutto quel dolore fosse un sintomo del mio "amare troppo". Sono grata a tutti gli uomini che mi hanno tradita, persone sbagliatissime ( ma me lo dimostravano tutti i giorni nelle piccole cose, non col tradimento in sé) perché hanno fatto qualcosa di talmente insopportabile che mi hanno obbligato a lasciarli, mettendo fine a delle relazioni tossiche che mi avrebbero portato via tutto. Penso che in una relazione sana, dove si costruisce un rapporto solido e rispettoso tra due persone che si amano e amano se stesse, il comportamento del partner ( qualunque esso sia) non provoca più sentimenti così eccessivi, folli, intensi, la sensazione fisica di morire. Ci sarà sicuramente dolore, disappunto, dispiacere, tristezza, bisogno di dialogo, magari necessità di prendere delle decisioni e forse anche di chiudere il rapporto, ma non si avrà la sensazione di "morire". Io lo sperimento nella mia famiglia di origine, ad esempio. Un tempo mia madre riusciva con due frasi a provocarmi una sensazione di dolore fortissima, panico, disperazione. Adesso, che mi sono presa cura di me e sono guarita da tante cose, le sue frasi le prendo con equilibrio, non mi toccano più nel profondo, non scatenano il panico. Sono frasi e comportamenti suoi, che non mi riguardano più di un tot, e sono talmente serena ed equilibrata che posso decidere di volta in volta come gestire la situazione. Io penso che sarà così anche con un partner, anche in caso di tradimento. E con questo non dico ovviamente di accettare l'inaccettabile, o di farsi prendere in giro, o di chiudere un occhio, o di essere un robot che non sente nulla. Intendo essere talmente fiduciose in se stesse ed essere così guarite, da mantenere un equilibrio emotivo anche di fronte al tradimento, in modo da poter valutare la situazione e poter decidere il da farsi, come si fa con tutti gli altri "intoppi" nella relazione.
    4
    Rispondi a Gloria82 Commenta l’articolo

  5. Avatar di Emilia

    Emilia 6 mesi fa (22 Aprile 2019 15:27)

    Non so se sarei in grado di perdonare un tradimento. Credo però che sarebbe opportuno fare una distinzione, com'è scritto nell'articolo. Si può tradire la propria fiducia in svariati modi, non soltanto "cornificando" il partner. Dal mio punto di vista se si tratta di un episodio isolato, è possibile e anche conveniente considerarlo come un errore umano, nel momento in cui colui o colei che ha commesso l'errore dimostra di essere davvero dispiaciuto/a per l'accaduto e si impegna a porvi rimedio. Diversamente, chi persevera va allontanato. Buona Pasquetta a tutti! :) P.S. Ciao Ilaria, ho fatto il test ma non ho ricevuto alcuna e-mail. Devo farlo di nuovo?
    0
    Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

  6. Avatar di A

    A 6 mesi fa (22 Aprile 2019 10:55)

    Anche secondo me prima di rinunciare a un amore, a una coppia, bisognerebbe riflettere molto. Io credo che in molti casi il tradimento potrebbe essere anche capito e perdonato. Chi non sbaglia??
    -2
    Rispondi a A Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 6 mesi fa (22 Aprile 2019 12:35)

      All’interno di una storia che funziona, sana, dove c’è condivisione, supporto ecc., sì. Tutti sbagliamo. Spesso però è solo la cartina al tornasole della superficialità con cui si vivono le relazioni, e sta a noi decidere se vivere di facciata e rassicurazioni un tanto al chilo, oppure cercare qualcosa di autentico nella nostra vita. E torniamo alla necessità di imparare a stare soli, per essere veramente liberi di scegliere ( ho conosciuto anche uomini, non solo donne, che non sono mai stati single in vita loro dalla maturità sessuale in avanti).
      -1
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

  7. Avatar di gio

    gio 6 mesi fa (22 Aprile 2019 23:07)

    Ciao a tutti! Non riesco a fare il test, come posso fare?
    0
    Rispondi a gio Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 mesi fa (25 Aprile 2019 18:30)

      Ciao Gio, grazie per la richiesta. Riprova a fare il test, quando hai a disposizione una buona connessione internet. Usa eventualmente questo link, magari copiandolo e incollandolo nella tua barra di navigazione https://www.lapersonagiusta.com/test-perche-un-uomo-non-ti-cerca/. Se non riesci ancora, scrivimi privatamente a ilaria(at)lapersonagiusta.com, sostituendo l’(at) con @.
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  8. Avatar di Carlotta

    Carlotta 6 mesi fa (21 Aprile 2019 21:49)

    Articolo molto difficile da digerire, almeno per me. E non ti nascondo che, di primo acchito, le tue parole Ilaria mi hanno stupito. Non me le aspettavo. Poi ho cercato di elaborare il discorso, immedesimandomi, e ho pensato che, forse, il messaggio che volevi trasmettere è: siamo umani e sbagliamo. In una relazione di lunga data, può succedere che uno dei partner commetta un errore. Io, francamente, non so se riuscirei a perdonare (fino a questo punto non riesco ad immedesimarmi) ma sicuramente credo che avrei bisogno di parecchio tempo.
    0
    Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 mesi fa (25 Aprile 2019 18:53)

      In parte il ragionamento è “siamo umani e sbagliamo”, ma su questo aspetto io sono molto cauta, perché per la maggior parte chi mi legge è un tipo di donna troppo buona che tende a giustificare molto gli altri e a essere inflessibile con se stessa. Qui io pongo l’accento su quel che si rischia di buttare via per il fatto che i due partner vedono il tradimento da due punti di vista diversi. Invito anche a cogliere l’opportunità per un chiarimento e per la crescita dei due partner e della coppia. Inoltre spingo a una valutazione obiettiva per evitare di soffrire troppo e inutilmente.
      -3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  9. Avatar di antonella

    antonella 6 mesi fa (24 Aprile 2019 18:00)

    Sono rimasta profondamente colpita (e intristita ) dai commenti di tante che sono gia' pronte a colpi di mannaja a fare giustizia del traditore sapendo benissimo (pur non avendo vissuto un esperienza del genere,anzi probabilmente sono state cornificate ma non lo sanno) cosa farebbero di fronte ad un evento cosi' doloroso che sconvolgerebbe , non poco, le loro vite. Beate voi dotate di cotanta sapienza!!! Ancora piu' basita di fronte all'indignazione e disapprovazione del bellissimo articolo di Ilaria ,che e' semplicemente realista e piu' che mai attuale, a meno che non viviate su un altro pianeta, e che non giustifica assolutamente il tradimento ( diffuso anche tra le donne) ma che incita a guardare questo evento, drammatico e purtroppo spesso presente ,con maturità ed intelligenza lontano dai soliti luoghi comuni e pregiudizi, considerando che le variabili in ogni rapporto di coppia sono infinite. A dir poco terrificante la teoria che per far funzionare un rapporto basti essere allettanti sotto le lenzuola....nessuno nega l'importanza della sfera sessuale in un rapporto ma una teoria cosi' e' offensiva e svilente per tutto il genere umano e ancora piu' riduttiva l'idea che si rimane insieme solo per comodita',amicizia ,convenienza (ci stara' pure,ma il mondo non e' pieno solo di idiote,mammalucche). Purtroppo la "famiglia del mulino bianco" non esiste e guardare la vita con un po' di sano realismo ci impedirebbe di aprire bocca ed emanar sentenze e forse ci permetterebbe di capire che "la formula perfetta" per far funzionare le cose non solo non c'e' ,ma e' talmente soggettiva da non poter essere catalogata in maniera cosi' categorica. Posso solo dire dalla mia lunga esperienza di donna ,lavoratrice,moglie,madre e nonna (pur avendo 53 anni ) che un rapporto di coppia lungo e' fatto di alti e bassi ,di cose dette e non dette,di successi e fallimenti,di momenti gioiosi e momenti bui,di crisi personali,di estrema felicita' e intenso dolore,di gratificazioni e delusioni,di salute e malattia,di momenti di incertezza,di fasi di avvicinamento e fasi di allontanamento,di sogni vissuti insieme e sogni infranti,di risate e di lacrime ,di bilanci personali,di momenti di crescita spesso non all'unisono,di certezze e di dubbi,di staticita' e cambiamenti, di sesso estremo e momenti di stanca,di voglia di stare insieme e di voglia di evasione,di sentimenti di realizzazzione personale e di sensazione di aver sbagliato tutto dalla vita,di benessere e di malessere,di accordo e disaccordo,di rifiuto e di accettazione (che non significa subire),di momenti di sopportazione e di insopportazione estrema....tutto questo e molto piu' e' presente in una lunga vita insieme,un grande libro con tanti capitoli e ogni volta che si gira pagina c'e' un nuovo paragrafo da scrivere insieme ,sempre che lo si voglia....senza immolarci a vittime quando la vita ci presenta brutte sorprese.Nella vita tutto puo' succedere e non esiste una soluzione giusta per tutti,l'importante e' preservare comunque la nostra serenita'...smettendo anche di credere alle favole.
    14
    Rispondi a antonella Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 6 mesi fa (25 Aprile 2019 14:03)

      Condivido nella maggior parte il tuo pensiero Antonella, tuttavia credo che bisognerebbe raggiungere un maggiore equilibrio per fare in modo che una coppia funzioni davvero. La vita è fatta di molteplici sfumature ma nella giusta misura. Dal mio punto di vista troppe contraddizioni non arricchiscono due persone, anzi, arrecano più danni che benefici. Ci sono gli imprevisti, i momenti bui, le difficoltà da affrontare, ma se la vita di coppia è fatta di continue complicazioni o di dure prove
      -10
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 mesi fa (25 Aprile 2019 17:52)

      Mi sa che manca un pezzo.
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 6 mesi fa (25 Aprile 2019 19:07)

      Sì, mentre scrivevo si è "impallato" il telefono... :D Continuo: ...o di dure prove, c'è qualcosa di disfunzionale, o sbaglio? Correggimi Ilaria :)
      -8
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 mesi fa (25 Aprile 2019 19:15)

      Beh, io non sono qui a correggere nessuno. Tu sii pure sicura delle tue opinioni, senza essere sfacciata o prepotente o insensata. Non chiedere agli altri se sbagli, semmai cerca dei “feedback” come dicono gli anglosassoni e non chiedere agli altri di correggerti. Concordo con te ed è la filosofia del blog: se l’amore è dolore, non è amore, è malattia. Se la vita di coppia è fatica, si chiama masochismo.
      -4
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 6 mesi fa (25 Aprile 2019 19:26)

      Hai ragione Ilaria, sono una persona abbastanza insicura infatti. Comunque, nonostante la mia opinione sia diversa da quella di Antonella, c'è qualcosa nelle sue parole che sembra quasi condivisibile ed invece non lo è. Perché? :D :D Sembrano atteggiamenti disfunzionali travestiti da buoni propositi... :D
      -10
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

  10. Avatar di Erminia

    Erminia 6 mesi fa (21 Aprile 2019 9:07)

    La domanda che mi pongo è un'altra: perché restano in una relazione se sentono l'esigenza di cercare altro, altrove?
    1
    Rispondi a Erminia Commenta l’articolo

    • Avatar di Lallac

      Lallac 6 mesi fa (21 Aprile 2019 20:49)

      Perché cercano due cose molto diverse che raramente, per mille ragioni, possono trovare assieme per lungo tempo in un unica persona. L’amore/sesso passionale da una parte è l’amore/bene familiare dall’altra. Dovrebbero capire che su qualcosa va trovato un compromesso e che non si può ottenere tutto facendo del male ad altre sue persone (perché alla fine fanno star male sia la moglie che l’amante)
      2
      Rispondi a Lallac Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 mesi fa (25 Aprile 2019 19:00)

      Perché, come dici tu, cercano “altro”, ma la relazione per loro è tutto, quindi ci stanno dentro, mai vi rinuncerebbero.
      -1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 6 mesi fa (25 Aprile 2019 19:57)

      @Ilaria quindi torniamo a "perché se lo possono permettere". Invece di crescere, si fanno cullare dalla donna comprensiva di turno, che a sua volta si fa rassicurare dall'esistenza della relazione. Accontentarsi grazie a botte di vita estemporanee, significa tornare e tornare in continuazione all'amore adolescente, e privarsi a tavolino della speranza di avere una relazione soddisfacente. O si fa il salto, o si resta lì, in utero (entrambi i partner). E questo salto lo vedo poco praticato, e pure poco apprezzato, culturalmente parlando. Personalmente, lo dico con sconforto perché alla mia età, se non ci siamo arrivati, difficile che ci arriveremo con il crescere :D :D :D
      0
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 mesi fa (25 Aprile 2019 20:45)

      AnnaV, tu hai un atteggiamento sempre intransigente. Io, in questo caso, sto facendo molti distinguo.
      -3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 6 mesi fa (25 Aprile 2019 22:37)

      Intendevo dire che - per me - nel caso “cerca altro ma tiene alla relazione” o “amore passione vs. amore familiare” (di cui si parlava nei commenti sopra) non ci sono le premesse. In generale, se una relazione corrisponde alle proprie esigenze, penso anche io che non si possa buttare a mare tutto per un tradimento. Ma bisogna essere in grado di affrontare sul serio la cosa. Quello che “ci tiene alla famiglia”, nella mia esperienza, non ha evoluzione, né in un senso né nell’altro.
      0
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 mesi fa (26 Aprile 2019 10:35)

      Io credo che stiamo dicendo più o meno la stessa cosa. Da una parte io non parlo di colui che ‘ci tiene alla famiglia’ ma proprio di colui che tiene alla persona, alla relazione. Ripeto è necessario fare degli accurati distinguo e sul lavativo che accampa scuse e fa i propri comodi io sono impietosa.
      -8
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 6 mesi fa (26 Aprile 2019 19:02)

      Infatti ero d’accordo con te e parlavo della mia esperienza ahimè con adulti non cresciuti. In questa discussione avevo avuto l’inpressione che si desse per “naturale” il comportamento del lavativo, da cui “se lo può permettere”. A cinquant’anni incontrare coetanei con atteggiamenti infantili è deprimente :)
      -19
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

  11. Avatar di fede

    fede 6 mesi fa (29 Aprile 2019 12:11)

    non mi piace comunque che si parli di donne meno attraenti fisicamente o mentalmente che sia...non mi pare bello fare confronti di questo genere
    -6
    Rispondi a fede Commenta l’articolo

  12. Avatar di luisa

    luisa 6 mesi fa (21 Aprile 2019 9:38)

    Ilaria...per la prima volta ...mi sento in completo disaccordo con lei....che storie sono queste....prima si lascia poi al limite puoi fare quello che vuoi anche per capirti
    34
    Rispondi a luisa Commenta l’articolo

  13. Avatar di Eliana

    Eliana 3 mesi fa (25 Luglio 2019 12:06)

    Ciao. Dopo mesi si è rifatto vivo colui che mi ha mollato per un'altra, che non voleva tradire... e mi aveva detto di dimenticarlo! Nel frattempo ho scoperto che frequentava questa donna già da prima di conoscere me, ma, pur ferita, ho pensato che forse solo da qualche mese si era innamorato di lei. Sono stati in vacanza, ma appena tornati lui mi ha cercato... Mi ha scritto una cosa orribile: non vuole vedermi, vuole scoparmi e non ci incontriamo perché io non accetto di avere con lui solo una storia di sesso, anche perché ha una storia seria e non vuole rovinarla! Quella notte gli ho risposto con molta ironia, ma mi ha fatto molto male. Il giorno dopo mi ha chiesto scusa... non per avermi ferito, ma per aver avuto un momento di debolezza, giacché non vuole tradire la sua donna. Non lo comprendo: ha passato una settimana in vacanza con lei e subito dopo mi cerca? Prima mi dice di dimenticarlo perché non vuole deludere lei e sta cercando di cambiare, poi mi scrive che sono io a non accettare di avere il ruolo dell'amante? Il giorno dopo gli ho scritto che deve chiedere aiuto a uno psicoterapeuta, perché davvero rischia di rovinare la sua storia e di vivere male. Gli ho scritto che sta facendo del male a lei, che se sapesse, la farebbe soffrire, che le ha mancato di rispetto e ha mancato di rispetto a me, che nessuna persona merita le parole che mi ha scritto. Ma lei? Io so chi è, so chi sono i suoi amici. Che faccio? L'avverto? Anche se non l'ho conosciuta, mi fa tenerezza, la vedo un po' come una sorella (mi ricorda me, perdutamente innamorata, ingenua e dolce, completamente affidata a lui, piena di speranze), mentre a momenti la vedo come colei che me lo ha portato via (anche se l'amante ero io, ma non lo sapevo... mi aveva detto di essere libero). Magari lei potrebbe spingerlo a curarsi. Mi fa tenerezza anche lui. Da parte mia da una parte lo rivorrei, dall'altra no, perché so che mi aspetterebbe un futuro di tradimenti, di stare con un uomo confuso, tormentato. Davvero, per me, lui è malato. Ho dentro sentimenti contraddittori. So che dopo quanto gli ho scritto non mi cercherà.
    4
    Rispondi a Eliana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (25 Luglio 2019 12:24)

      Ascolta, questo è solo un povero stronzo. Ma tanto, tanto stronzo. E tu gli permetti di essere tale. Gli dài consigli per la sua storia? Lui ti fa tenerezza? Lei ti fa tenerezza? Lui è malato? Ma non scherziamo nemmeno... Chiudi ogni rapporto con costoro, togliteli dalla testa, dalla vita e dalla vista e soprattutto occupati di te. E' importante avere una percezione diversa da quella che hai tu rispetto alle relazioni. Il tuo approccio è masochista e autodistruttivo. Va cambiato alla radice.
      -10
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Eliana

      Eliana 3 mesi fa (25 Luglio 2019 16:08)

      Ok. Ma lei che c'entra? Lei non è una vittima?
      2
      Rispondi a Eliana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (25 Luglio 2019 16:14)

      Lei che c'entra te lo chiedo io. Che cosa c'entra? Che cosa ne sai? E' vittima di chi? Di che cosa? Di lui? Di te? Di se stessa? Ok, facciamo che sia una vittima, suppongo dei suoi tradimenti. E tu, che sei una vittima di lui, una vittima volontaria, probabilmente come lei, andresti a salvarla? A che titolo? Investita di quale potere di scelta, per una terza persona? Mossa da quale motivazione? Con quale autorizzazione? Ti avviso che qui si stanno toccando temi di etica e di psicologia (di disfunzionalità) mica da ridere. Attenzione, ci vuole molta prudenza. Per cui, di nuovo, dammi retta, pensa a te stessa, l'unica alla quale sei autorizzata a pensare e l'unica a cui devi pensare, tutto il resto è morboso e molto pericoloso.
      -7
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Eliana

      Eliana 3 mesi fa (25 Luglio 2019 17:18)

      Ok. Ho pensato che lei non sapeva nulla di me, come io non sapevo nulla di lei. Se lui fin da subito mi avesse detto di lei, non saremmo andati oltre il primo incontro. Non avevo mai avuto storie, era la mia prima volta, non sarebbe neanche iniziata. Comunque hai ragione a scrivere che non è il caso di impelagarmici. Probabilmente sono stata molto fortunata: mi sono fatta male, ma poteva andarmi molto peggio. Qualche santo mi protegge! Grazie.
      -1
      Rispondi a Eliana Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 2 mesi fa (12 Agosto 2019 20:25)

      Ho lavorato per diversi anni nei villaggi e riferito al quel contesto i tradimenti erano all'ordine del giorno. Indifferente che si parli di uomini o donne , sposati o fidanzati ne ho visti di tradimenti e ne ho causati diversi. Sarà per l'aria estiva ?
      -1
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 3 mesi fa (25 Luglio 2019 12:59)

      Lo dico: che brutta cosa il crocerossinismo. Ti fa accettare lo squallore facendoti addirittura provare tenerezza. Tenerezza, signori miei! Chiediti perché hai sentimenti contraddittori: il primo passo per il miglioramento e la liberazione parte sempre da un'autoanalisi, seria ed adulta.
      -5
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (25 Luglio 2019 14:28)

      Concordo appieno, FrancescaF: mai ridursi con la scopa in cu*o e fare la versione femminile di Elio in "Servi della gleba"!
      -5
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  14. Avatar di Alev

    Alev 2 settimane fa (6 Ottobre 2019 5:11)

    Secondo me invece amare e tradire (anche solo una volta "per errore"),sono due concetti totalmente opposti, che si annullano a vicenda. Per il semplice fatto che ogni sbaglio, ancor prima di essere uno sbaglio, è una scelta. Una persona che ama,si assume l impegno di essere fedele, ed essere fedele significa non tradire ed ssere sempre onesti e leali in tutto. Se quella sera incontri quella ragazza e finisce come finisce, o se esci amichevolmente con la nuova collega e finisce che te ne innamori, non si tratta in nessun caso di un incidente. Quell uomo ha fatto delle scelte che lo hanno portato a quel risultato, ma sono pur sempre scelte. Il tradimento non è un qualcosa che va perdonato, stai dando una seconda possibilità a qualcuno che ti ha messo al secondo posto mettendo prima una scappatella. La persona che sta al nostro fianco dovrebbe stare male solo al pensiero di farci soffrire. Con quella persona dovremmo passarci il resto della vita. E non si può passare una vita intera con qualcuno che ha anche soltanto considerato di passare una notte con un altra donna, o di iniziare una relazione segreta. Semplicemente perché chi ti ama ha in testa te e vuole te, non ha motivo di andare da un altra parte.
    0
    Rispondi a Alev Commenta l’articolo

    • Avatar di Antonella

      Antonella 5 giorni fa (14 Ottobre 2019 22:41)

      Il tuo ragionamento logico non fa una piega....Invidio le vostre vite così lineari,razionali e perfette...non giustifico il tradimento,anche se su commenti precedenti sono stata gratuitamente psicanalizzata solo per aver sottolineato che una lunga vita insieme è fatta di alti e bassi e di innumerevoli variabili ,ma tutti questa intransigenza mi sa un po' di"irreale".Siamo tutte d'accordo su come e quali dovrebbero essere i comportamenti giusti e sulla responsabilità delle scelte,ma cavolo, quante di noi non hanno mai sbagliato (non parlo solo di tradimento)?Quanti non hanno fatto scelte di cui si sono pentite poi amaramente?...secondo me non si può giudicare con tanta fermezza,conosco coppie rinate e più forti di prima dopo una tempesta affrontata con maturità e pazienza,altre che si sono sgretolate all'istante per futili motivi....la vita degli adulti è quella di saper affrontare la realtà per quanto spiacevole possa essere con intelligenza ognuno secondo i propri sentimenti e le proprie sensazioni ....non si può né generalizzare né giudicare.
      0
      Rispondi a Antonella Commenta l’articolo

  15. Avatar di Laura

    Laura 6 mesi fa (21 Aprile 2019 17:48)

    Quello che penso è che se un uomo (ma anche una donna) tradisce non ama davvero, o ama meno di quel che crede, senza sé e senza ma. Mi spiego meglio. Sicuramente lui avrà dei sentimenti per la persona che sente come amore, ma è un modo sbagliato e incompleto di amare. Tradire significa, qualsiasi sia la causa, cedere all'egoismo di soddisfare un proprio bisogno, sessuale, sentimentale o qualsiasi esso sia. Significa pensare prima a sé stessi pur sapendo di fare qualcosa di sbagliato, spesso senza dare all'altro la possibilità di affrontare insieme le cause che portano al tradimento e evitarlo magari. Quante volte si nascondono dietro le solite scuse: "noi uomini siamo porci, pensiamo sempre a quello, ci eccitiamo facilmente e con tizia ho fatto cose che di solito non faccio", oppure "mi sentivo trascurato" o ancora "con lei mi diverto" ecc. Tutte motivazioni che presuppongono che c'è qualche forma, anche latente, di insoddisfazione verso il rapporto di coppia che non viene affrontata, perché si dà forse per scontato che il partner non sarà in grado di soddisfare quell'aspetto. Quanti tradiscono perché, pur amando, non hanno abbastanza rapporti o rapporti insoddisfacenti? Quanti tradiscono perché, pur amando, non si divertono/ridono abbastanza con le loro fidanzate? Quello che fa prevalere l'egoismo e vincere il tradimento è, nella maggior parte dei casi, il legarsi a persone senza ascoltare e assecondare le proprie reali esigenze di coppia, perché sembra sbagliato (e troppo difficile) cercare qualcuno come lo si vuole davvero, e allora ci si innamora nonostante i difetti e il carattere un po' così. Certo all'inizio è tutto sopportabile, poi passa il tempo e inevitabilmente quei difetti diventano insopportabili, nonostante i sentimenti inizia zitta zitta la frustrazione, incontri qualcuno che magicamente colma quel lato e taac, ti amo, ma ti ho tradito. Ma se davvero ami, prima di tradire non potevi dire cosa c'e che non va? Si potrà pensare che non tutti i partner sanno ascoltare e sanno immedesimarsi, e allora fatti due domande, perché stai con qualcuno che non è proprio sulla tua stessa lunghezza d'onda e lo lasci invece di tradirlo? Perché lo ami? Se ami davvero non lo tradisci, nonostante tutto, perché amare davvero una persona significa impazzire al solo pensiero di poter fargli del male. Invece molti uomini impazziscono all'idea di non potersi fare una scopata in più, nonostante "l'amore" per la loro fidanzata. Tutto perché regna sovrana questa idea romantica del "non scegliamo di chi innamorarci", magari se imparassimo a scegliere meglio a chi dare il nostro cuore, a capire che avere delle esigenze in fatto di partner e cercarne uno che le rispecchia non è né contro natura né contro il concetto di amore, tante persone sarebbero più felici....e meno cornute.
    -2
    Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 6 mesi fa (21 Aprile 2019 20:14)

      Il tradimento (non solo in amore) è uno dei maggiori stress emotivi che possa esserci. È vero che una relazione importante non può essere mandata allo sbaraglio, ma col tradimento perde giustamente il valore "importanza". Sarà per sempre un rapporto con una tara, dove non si potrà tornare indietro. Deve essere sfiancante continuare fingendo di non pensarci e di aver perdonato. ..
      2
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 6 mesi fa (21 Aprile 2019 21:34)

      Dalle mie parti, sposano le donne caste apposta e poi si annoiano, ma almeno stanno tranquilli. Poche pretese da soddisfare e poche corna da portare. Eredità del doppio standard. Certe cose non si fanno con le donne perbene, e d’altra parte le donne perbene non le fanno (vedi mamme pancine). Trovare chi integra in maniera sana sesso e sentimento (ambo sessi) non è certo facile.
      1
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesca

      Francesca 6 mesi fa (22 Aprile 2019 12:59)

      Io credo che sia davvero difficile stabilire chi ama davvero e chi invece nn ama davvero....Nessuno qui in terra ha la capacità di leggere nel cuore di un altro...
      5
      Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di Ginevra

      Ginevra 6 mesi fa (24 Aprile 2019 2:28)

      Sono d'accordo con Ilaria. Il tradimento quello unico, occasionale, lo scivolone insomma, nn è sinonimo per l'uomo di non amore. Può accedere nelle coppie di lungo corso, dove magari nn si cerca nulla in particolare, ma accade che qualcuno si accorge di te (uomo), comincia a corteggiarti,(x esperienza personale vi dico che molte donne nn si creano nessuno scrupolo di provocare un uomo impegnato e abbastanza tranquillo!), Alle volte rimane un emozione, alle volte succede "l'inciampo".. Eppure lui è innamoratissimo della compagna, e davvero quello donna e quel momento nn ha significato nulla! Nn voglio giustificare gli uomini, ma è così!!! Ovviamente quelli onesti e rispettosi. Perdonare..dimenticare..elaborare un tradimento..non so se io riuscirei.. A mente fredda dico di no.. Dico sempre al mio compagno che possa superare tutto (ed è così) ..malattie, disastri economici, problemi con figli e genitori etc... tutto.. tranne un tradimento... sebbene lo amo tantissimo, e lui a me.. Capirei il suo punto di vista..ma la frattura accadrebbe a me, anche involontariamente, come un terremoto quando squarcia la terra e apre una fessura che cammina, e nn si può fare niente x fermarla. Ecco io lo immagino così un tradimento. Tenterei di fermare la lesione.. certo. Nn so però se ci riuscirei.
      -9
      Rispondi a Ginevra Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 6 mesi fa (25 Aprile 2019 12:54)

      @Ginevra, solo per gli uomini, però! Le donne sempre con sentimento :D
      1
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Esattamente!

      Esattamente! 6 mesi fa (24 Aprile 2019 9:26)

      D'accordissimo...il mondo è pieno di coppie fondate sull'accontentarsi... soprattutto sessualmente.... straripante. Con la scusa del "siamo anche molto amici" imbastiscono relazioni in cui la verità dell'insoddisfazione non può venire a galla perché il rapporto è stato fondato su ciò.... interessi comuni. Quando con il tempo e l'esperienza ho realizzato che tale mistificazione viene messa in atto dai più mi sono "consolata" del mio stato di single di ritorno senza speranza ...ho capito che non sono io difficile... è il resto della truppa che confonde altre cose con il nome di amore...e poi tradiscono...anzi scusate "aggiungono"..ma per piacere ..
      2
      Rispondi a Esattamente! Commenta l’articolo

    • Avatar di Luisa

      Luisa 1 mese fa (6 Settembre 2019 21:10)

      BRAVISSIMA. CONDIVIDO IN PIENO. PIU' CONSAPEVOLEZZA E MENO SCUSE, CHE L'AMORE NON E' CIECO SE SI VUOLE VERAMENTE.
      0
      Rispondi a Luisa Commenta l’articolo

    • Avatar di Antonella

      Antonella 4 giorni fa (16 Ottobre 2019 11:37)

      Interessante !!!"non sono io che sono difficile , è il resto della truppa che confonde altre cose in nome di amore...."...veramente modesta..ma come fai a generalizzare in questo modo ?Vivi in casa d'altri?!Io allora sono l'idiota che faccio parte della truppa visto che sto con mio marito da più di 30 anni con tutti gli alti e bassi del caso. Tradita,non tradita,traditrice?Non è questo il punto.!Il punto è che condividere il rapporto a lungo tempo richiede impegno e maturità,NON CERTO SACRIFICIO,ma consapevolezza che ci sono momenti difficili e superarli non equivale ad accontentarsi ,ma tenerci...che è un tantino diverso .Considerando il gran numero di divorzi non mi sembra che sia così cospicua la fetta che si accontenta...ci sono anche coppie che si amano veramente nonostante momenti un po' più bui.Come non esiste il principe azzurro né Biancaneve,non esiste nemmeno la famiglia del mulino bianco....trovo infantile giudicare gli altri sentendosi speciali e nel giusto...i
      5
      Rispondi a Antonella Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 giorni fa (16 Ottobre 2019 14:09)

      Vero, ma si parlava delle coppie che non hanno rapporti sessuali, o li hanno insoddisfacenti, e che quindi "si accontentano" in questo senso. Niente di male, se questo non fosse un motivo per tradire periodicamente il partner.
      -4
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 giorni fa (16 Ottobre 2019 20:40)

      Le persone divorziano perché evidentemente non vogliono più accontentarsi.
      -3
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo