Ma perché tutti si fidanzano e io no?

ma perché tutti si fidanzano e io noMa perché tutti si fidanzano e io no? Perché tutte le mie amiche sono fidanzate e io no? Dove sbaglio?

Questo è uno dei pensieri più diffusi tra coloro che desiderano avere una storia d’amore e non ci sono ancora riuscite e vedono che, se il mondo dei sentimenti ha smesso di girare per loro, continua a girare per gli altri.

In particolare per chi sta a loro vicino, tipo amiche, conoscenti, colleghe.

O anche amici e colleghi.

In particolare se colui o colei che si sono appena fidanzati o messi in coppia erano considerati da tutti dei “single di ferro”.

Cioè, loro sono sempre ferme nello stesso punto, non procedono, non vanno avanti e invece gli altri vivono e se la godono.

Trovano perfino un ragazzo, un fidanzato, magari addirittura un marito. O una moglie.

Capita anche che i vecchi compagni delle elementari, quelli ritenuti in modo unanime improponibili da sempre, abbiano trovato la loro metà.

Tutti (ma proprio tutti tutti eh!) hanno relazioni di coppia, insomma, che magari funzionano anche.

Accidenti accidentaccio.

"Il fidanzamento di un’amica provoca in una donna la voglia di fare una sciocchezza con il più bell’amico del fidanzato. Matthew Goode – Hugh Alexander"

Saprai bene che quella di rimanere spiazzati e sgomenti di fronte al fatto che gli “altri” e “solo gli altri” trovino l’amore, è una reazione che colpisce donne e uomini di tutte le età, provenienze, storie personali.

Moltissimi adolescenti (ragazzi) entrano in crisi quando i loro coetanei e amici cominciano, uno dopo l’altro, ad avere la ragazza e le prime relazioni.

E loro si sentono tagliati fuori.

E molte donne single, che magari sono passate attraverso uno o più matrimoni o una o più storie importanti rimangono “colpite” nella loro sensibilità quando le amiche, che credevano avessero il loro stesso genere di problemi, finalmente trovano un partner con cui stare bene.

O così, almeno, sembrerebbe.

In realtà quando una delle loro amiche si fidanza, si sposa o trova un partner, di solito sono colte da una serie di sentimenti contrastanti e in conflitto tra loro.

Ma perché tutti si fidanzano e io no? è una sindrome che si presenta con vari sintomi.

Alcuni esempi:

la gioia e la soddisfazione per il risultato ottenuto dall’amica;

i dubbi sinceri e preoccupati sul fatto che lei stia facendo la scelta giusta;

un senso di invidia per lei, misto al senso di colpa che questa invidia provoca;

il timore di essere “tagliate fuori” dal gruppo dei “normali” e dei “conformi”, cioè di quelli che si fidanzano all’età giusta, si sposano all’età giusta e fanno figli all’età giusta; oppure di quelli che si rifanno una vita dopo una separazione o un divorzio;

la paura di essere giudicate (male), irrise, mal considerate per il fatto, che se vanno avanti di questo passo, si trasformeranno in una “specie rara” (in negativo);

la paura di aver perso una compagna di “sventure”, una confidente, o anche una compagna di viaggi e di serate sfogatoio in pizzeria;

un forte senso di inadeguatezza dovuto al fatto che lei, un’amica, una con la quale i punti di contatto e le problematiche che si condividono sono tantissimi, è riuscita e loro (ancora) no;

la sensazione di essere mancanti e di sbagliare in qualcosa (che poi è un altro modo per dire inadeguatezza).

"Secondo un recente studio dell’università di Oxford, quando si inizia una relazione romantica con un nuovo partner, si è destinati a perdere uno o due degli amici più stretti. Jim Parsons – Sheldon Cooper"

Ognuno di questi aspetti e sintomi della sindrome Ma perché tutti si fidanzano e io no? meriterebbe un approfondimento a sé.

Qui, adesso, ci concentriamo in particolare sul senso di inadeguatezza che si infiamma come un nervo scoperto e rimette in gioco antiche e dolorose questioni.

Tutta roba fuori luogo, beninteso, ma di fatto succede proprio così.

Ma perché tutti si fidanzano e io no? Dove sbaglio?

Non per niente alla domanda: Ma perché tutti si fidanzano e io no?  di norma fa seguito la domanda: Dove sbaglio? e spesso la domanda: Dove sbaglio? sottintende a propria volta la convinzione: Allora io sono sbagliata, anzi, sono l’unica sbagliata al mondo!

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Sono inadeguata, difettata, incapace. Ho evidentemente un pessimo carattere, non sono abbastanza bella, non piaccio agli uomini e non ci so fare con loro.

Sì, perché il fatto che proprio un’altra delle mie amiche, conoscenti e colleghe che, come me, si credeva sfortunata e disperata in amore, abbia trovato un compagno, mi fa pensare che ci sia una possibilità per tutti tranne che per me.

Non ne parliamo se si tratta del bruttone della scuola, che ha trovato una brava ragazza che gli vuole davvero bene. E che è anche piuttosto carina.

"È vero che ho trovato una ragazza, ma poi anche mia nonna diceva sempre: Anche un pollo cieco trova qualche chicco di pannocchia di quando in quando. L. P. Lovett"

Perché se anche la mia amica, che fa una vita simile alla mia, frequenta lo stesso tipo di compagnie e ha avuto le stesse disgrazie sentimentali che ho avuto io, uscendone a pezzi come ne sono uscita io, alla fine un compagno l’ha trovato, significa che tutto questo non dipende da condizioni esterne o da che tipi di uomini girano, ma da sfortuna e incapacità mie, tutte mie.

E’ proprio me che nessuno si piglia. Le altre, prima o poi, una sistemazione se la trovano.

Sono destinata allora a rimanere sola e senza uomini che mi considerano. Per sempre.

Dovrò reggere il moccolo agli altri tutta la vita.

Ma perché tutti si fidanzano e io no? Come uscire dalla crisi

In realtà quello che succede agli altri non ha nulla a che fare con te.

Ciascuno ha la sua vita e a ciascuno la vita riserva una serie di esperienze diverse, frutto di azioni consapevoli o inconsapevoli e di accadimenti esterni e combinazioni e coincidenze, che sono indipendenti le une dalle altre.

Cioè, in nessun modo, il fatto che il bruttone del quartiere si sia fidanzato dice qualcosa di te, della tua vita e delle tue possibilità.

Invece la tua “crisi” e il tuo disagio nell’apprendere o nell’accorgerti che gli “infidanzabili” hanno trovato un partner ha le proprie basi nel tuo senso di inadeguatezza, cioè nel non considerarti abbastanza, nella tua convinzione di non poter meritare il meglio e di non essere all’altezza per raggiungerlo.

Senso di inadeguatezza che trova talvolta insufficiente consolazione nel paragonarsi con chi consideri tuo “pari” o “indietro” a te.

Secondo il noto principio: “Mal comune, mezzo gaudio”.

In realtà è il senso di inadeguatezza la causa prima del fatto che non raggiungi i risultati che desideri e non solo nelle relazioni sentimentali.

Come ne esci?

1.Prenditi un momento per pensare a te e per acquisire consapevolezza del fatto che hai un forte senso di inadeguatezza e che hai paura di non farcela. Amati per questo, prova tenerezza e affetto per te. Accetta quello che senti, anche e soprattutto se non ti piace, e magari fatti un piccolo regalo come premio per le sensazioni che provi e come dimostrazione che a te, tu vuoi bene e ci tieni davvero.

2. Rifletti sul fatto che probabilmente è proprio il tuo senso di inadeguatezza che non ti fa trovare un compagno e che quindi puoi decidere di liberarti dal senso di inadeguatezza, riconoscendolo, conoscendolo e prendendotene cura. Cioè ponendoci attenzione ed eliminandolo pezzettino per pezzettino ogni giorno. Con atti d’amore, di comprensione e di simpatia verso te stessa.

3. Considera logicamente e con razionalità che il fatto che perfino la tua amica (o il conoscente improponibile) abbia trovato un compagno significa che il mondo è pieno di opportunità, che non ci sono in realtà tutti i limiti che le nostre convinzioni e le nostre paturnie ci fanno vedere.

4. Esamina per un momento la situazione della tua amica: secondo te che cosa ha dato una svolta alla sua situazione sentimentale? Un cambiamento nel suo modo di fare? Il fatto che si sia messa a frequentare persone nuove e nuovi ambienti? Il fatto che si sia liberata di certe paturnie? Il fatto che abbia “raschiato il fondo del barile” e abbia cominciato a risalire, apportando alcuni aggiustamenti benefici alle sue pretese con gli uomini? Forse, sotto certi punti di vista e riconsiderando certe posizioni potresti prendere esempio da lei.

5. Metti in conto che questo sia una spinta, uno stimolo a muoverti attivamente per incontrare la persona giusta per te. Da dove puoi cominciare, come primo passo?

6. Questa esperienza può insegnarti che confrontarsi con gli altri non ha senso, perché toglie energia e forza ai tuoi progetti, alle tue emozioni e alle tue scelte che sono tue e che non dipendono da come vanno o non vanno le vite degli altri.

Questo vale per qualsiasi ambito dell’esistenza.

Ripeto, ognuno ha la sua vita, con alti e bassi, momenti di apparente fortuna e momenti apparente sfortuna.

Fare il bilancio della vita degli altri non ha senso, dato che non ne sappiamo di fatto nulla, anche se si tratta di parenti e amici.

Fare il bilancio della nostra vita in base alla vita degli altri ne ha ancora meno: i nostri conti sono nostri e non hanno nulla a che fare con quelli degli altri.

“I confronti sono i ladri della gioia” diceva Eleanor Roosvelt.

Gli unici confronti che puoi fare sono con te stessa, relativamente soprattutto alla tua crescita nell’amare te stessa sempre di più e nel lasciare andare il senso di inadeguatezza.

"Fidanzarsi dovrebbe essere semplice e diretto come ammazzare un vampiro. Buffy –   L’Ammazzavampiri"

E’ così che smetterai di sentirti in crisi e di chiederti, fra l’altro Ma perché tutti si fidanzano e io no?

Lascia un Commento!

136 Commenti

  1. Avatar di Ops

    Ops 2 anni fa (18 Novembre 2018 12:14)

    Ciao!Tempo fa scrissi sul Blog di una stupida frequentazione che avevo avuto con un amico di comitiva.Un tipo che fingeva di voler tenere la storia nascosta dicendo che voleva fare le cose con calma e di volermi conoscere bene.Nel frattempo eravamo oggetto di continuo scherno da parte di tutti perché comunque si era capito che tra noi c'era qualcosa. Ho chiuso con questa persona definitivamente ma purtroppo nella comitiva alcuni continuano ancora a fare battute non solo riferite a noi ma anche a me direttamente.Di mio sono molto riservata. Ieri mi sento dire ironicamente "sei da sposare ma prima devi trovare uno che ti sopporta" sottolineando ripetutamente il sopporta e sghignazzando.Mi chiedo come posso difendermi da una tale situazione.Faccio finta di niente ma a volte non e' facile.
    Rispondi a Ops Commenta l’articolo

    • Avatar di Alberto

      Alberto 1 anno fa (30 Marzo 2019 11:41)

      Ciao, io sono un ragazzo di 30 anni e devo ammettere che quando ne avevo 20 ero molto timido e imbranato anche con le ragazze e mi sentivo inferiore ad altri e poi dopo la mia prima esperienza la situazione si è ribaltata ,nel senso che ho avuto parecchie frequentazioni. Il problema è che se un tempo gli amici con qualche anno in più facevano le battutine perché non sapevo com'era fatto il mondo femminile ,ora fanno battutine perché dicono che me le passo tutte che non è vero.... semplicemente sono alla ricerca della persona giusta e non riesco ad accontentarmi come magari fanno loro.
      Rispondi a Alberto Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 1 anno fa (30 Marzo 2019 12:57)

      Cara Ops, hai fatto bene a chiudere col tipo ma direi sia il caso di chiudere (se non l'hai ancora fatto) anche con questo "simpaticissimo" gruppo. La gente sciocca, malevola e maldicente va evitata come la peste. Buon week-end!
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 1 anno fa (30 Marzo 2019 13:02)

      P.S. per definizione, la comitiva segue le leggi del branco: conformismo, emarginazione di uno o piu' soggetti che vengono tenuti nel gruppo per il sadico gusto di punzecchiarli, tendenza a spettegolare. La comitiva tende a creare rapporti di clan, piu' che di vera amicizia.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesca

      Francesca 1 anno fa (30 Marzo 2019 14:01)

      Io ho il mio istruttore che per farsi bello e simpatico davanti a tutti, mi prende di mira e fa battute sulla mia situazione. Dice ironicamente che quando mi sposerò pioverà, volendo intendere che è un evento eccezionale e altre battute del genere. Io la prendo sul ridere e tra a me e me dico: "poveretto"!
      Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di Fra lascialo cinguettare tu non crederlo

      Fra lascialo cinguettare tu non crederlo 1 anno fa (3 Maggio 2019 17:34)

      Lascialo dire
      Rispondi a Fra lascialo cinguettare tu non crederlo Commenta l’articolo

    • Avatar di Ops

      Ops 1 anno fa (30 Marzo 2019 14:38)

      Ciao Gea!Grazie :-) Sì, ho chiuso con quel gruppo. Quella fu l'ultima volta che partecipai ad una loro serata. Tramite una mia conoscenza, ho stretto nuove amicizie con persone diverse dalle precedenti e con cui sto benissimo. In piu' decisi di realizzare uno dei miei sogni che era l'escursionismo e quindi ho conosciuto altre persone anche entrando a far parte di un gruppo escursionistico fantastico. Buon weekend anche a te!
      Rispondi a Ops Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 1 anno fa (31 Marzo 2019 17:01)

      Grazie, Ops! Sono contentissima che tu abbia cambiato, e decisamente in meglio, il tuo giro di frequentazioni! Fai benissimo a frequentare gente in vari ambienti. Anch'io sono appassionata di escursionismo e vorrei potermici dedicare regolarmente. Stare a contatto con la natura e condividere questo piacere con gente simpatica e' un'ottima cosa. ;-) Buona domenica!
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  2. Avatar di Vic

    Vic 1 mese fa (7 Luglio 2020 15:22)

    A proposito del "tutti si fidanzano tranne me", vi ho parlato tempo fa della mia coinquilina. Lei, 49 anni, insegnante elementare e depressa cronica. Molto carina fisicamente e come persona ma, dopo una convivenza andata male e 4 anni con un manipolatore, di fatto caduta in una spirale negativa di autocommiserazione e vittimismo che l'ha portata a non uscire mai la sera, a reagire con scatti d'ira e piangere per la maggior parte del tempo. Da quando la conosco, mi ha sempre salutato al mio rientro dal lavoro con un filo di voce e una flemma avvilente. E io a supportarla e spingerla a reagire. Ebbene, durante il lockdown è tornata al paese e un giorno al supermercato ha incontrato un tizio della zona che non vedeva da anni e anni, si sono scambiati i contatti, hanno iniziato a parlare e poi si sono visti e hanno cominciato a frequentarsi. Ora stanno insieme. L'altra sera mi scrive che sarebbe venuta a Roma qualche giorno da me perché... "stava andando a fondo". Mi preparo all'incontro tipo pugile all'angolo, consapevole di trovare una donna finita, in lacrime e abbattuta come sempre. Invece si presenta in tiro, abbronzata e mi parla di questo tipo con cui ha fatto e farà weekend in Umbria, che è innamoratissimo e le fa continuamente regali. Ammetto di essere rimasta spiazzata. "Alla faccia del sto andando a fondo" ho pensato, pensando anche che sarebbe bello "andare a fondo" così. Fatto sta che lei non è mai contenta di niente, e ora che ha ritrovato l'amore si lamenta comunque di tutto il resto. Ora, sarà che io tornavo esausta dal lavoro, che faccio fatica a trovare una casa per me ad un prezzo decente, che fatico a uscire con questi amici nuovi con cui non ho in realtà molti punti in comune, fatto sta che ero piuttosto stressata e amareggiata. Come sono spesso. E sentire che lei è riuscita a trovare la persona giusta così per caso, senza uscire, senza pensare positivo, senza faticare, mi ha abbattutto ancora di più. In realtà sono contenta per lei, perché ha sofferto molto in passato e si merita un po' di felicità. Ma mi viene pure da pensare chissà perché i colpi di fortuna capitano sempre e solo agli altri. Io mi do da fare eppure non vedo risultati in nessun campo. E dopo la fine della mia storia ho incontrato uomini interessati solo al sesso. Lo so che non bisogna essere invidiosi e ognuno ha la sua vita. Però, come dire, mi rode. Sinceramente parlando.
    Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 1 mese fa (7 Luglio 2020 15:50)

      Ciao Vic, mi ha colpita il tuo messaggio perché qualche anno fa per un periodo vedevo lo stesso accadere attorno a me. Ora, io non conosco né te, né lei, né lui, quindi questa è un'ipotesi: non è detto che abbia trovato una brava persona. Potrebbe apparire splendente perché semplicemente ha trovato delle attenzioni, conosco molta gente che quando una persona del sesso opposto rivolge loro lo sguardo si fanno belli e iniziano a curarsi. Però poi i partner in questione non è che siano persone di valore, per come la intendiamo qui sul blog. Quindi ovviamente le auguro di aver trovato una brava persona, però non diamolo per scontato, ecco. Per quanto riguarda te, compagni e amicizie di valore richiedono tempo, e sicuramente il periodo di quarantena sicuramente non ha aiutato in tal senso. Non abbatterti però, e incrocio le dita con te per la casa nuova :)
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 mese fa (7 Luglio 2020 16:17)

      Magari ha incontrato il tipo della mia penultima frittura di pesce :)
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 mese fa (7 Luglio 2020 16:46)

      Ciao Vic, Comprendo perfettamente cosa senti. Anche a me a volte rode. Ah ieri in pausa pranzo in un centro commerciale della zona ho incrociato la Russa sulle scale mobili che mi ha salutato mandandomi bacini. Io educatamente lo salutata ma nulla di più. In realtà vi voglio raccontare questa storia: io la domenica vado in piscina e mi trovo con un amico. Domenica scorsa è arrivato dopo mezzogiorno. Il motivo è che la sera prima ha bevuto come un matto insieme a una donna che ha conosciuto in un supermercato da qualche mese. E lui da allora c'è l'ha in casa. Una donna oltre la cinquantina separata con un figlio tenegers. Fatto sta che il mi amico ha dovuto chiamare i carabinieri perché erano talmente ubriachi che hanno incominciato a litigare e lei gli stava scassando casa. Purtroppo non è la prima volta che si trova in situazioni di questo genere. Lui beve troppo. Poche settimane fa ha perso il padre a distanza di un anno dalla madre. Ad ogni modo riesce a trovare sempre una donna. Certo conciata piu di lui. Allora io mi sono fatto alcune domande la sera a casa. Lui affronta i suoi problemi così e più di una volta mi ha detto che soffre di solitudine. Però di cosa dovrei essere invidioso ? Che fa sesso più di me ? Che una gira che ti rigira la trova sempre ? Uhm 🤔 direi che non ho nulla da invidiargli. Io voglio una brava persona e costruire qualcosa , di infilarmi sotto le lenzuola con una che beve no grazie. La morale è : siamo sicuri che il roderci abbia senso ?
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 mese fa (7 Luglio 2020 16:50)

      Cara Vic, mi associo al commento di Cristina. Innanzitutto, non pensare che la tua coinquilina ti racconti la verità del suo rapporto con quest'uomo... E, poi, secondo me non hai da invidiare nulla: sei una donna intelligente, simpatica e presumo anche attraente... Cos'hai da invidiare? Chi si fidanza o si sposa non è da invidiare, fidati. Io invidio le persone che hanno studiato tanto e hanno raggiunto molti obiettivi nella vita, obiettivi professionali e di crescita personale. Non dovrebbe esistere invidia su altre basi. Inoltre, spesso quello che vediamo degli altri è quello che vogliono farci vedere. Continua a cercare casa, vai a vivere da sola se riesci a trovare una buona sistemazione, così eliminerai anche persone negative che invadono la tua vita e non ti farai più carico delle faccende degli altri di cui non dovrebbe importarti molto... Oppure spera che presto andrà a convivere con quest'uomo, così te ne liberi :D Un po' di sano egoismo è indispensabile nella propria vita ;)
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (7 Luglio 2020 18:46)

      Grazie, ragazzi. Avete ragione, non bisogna invidiare situazioni che non si conoscono davvero. Solo che quando sento di uomini innamorati, che offrono cene, weekend fuori porta, che fanno regali e sorprese mi sale una grande amarezza. Perché io ho sempre incontrato tirchi di melma che, se gli riusciva, mi facevano pagare pure la spesa. E poi gli occhi che brillano li so riconoscere. Grazie per il vostro supporto :* Hai ragione @Emy, andarmene è la soluzione. Se ne andrà gran parte del mio stipendio, ma almeno non dovrò più sopportare negatività e situazioni che per me sono fonte di ulteriore stress. @Ema sti supermercati vanno forte, eh? Solo io ci incontro gente improponibile? :) Scherzo, il tuo amico non sta certo meglio di noi se deve alcolizzarsi insieme a una russa psicotica per dare un senso al tutto.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 mese fa (7 Luglio 2020 21:24)

      @Vic, Dato che io non sono in grado di stare zitto a questo mio amico gli ho fatto una bella lavata di testa. Lui sta reagendo così a un sacco di problemi che ha, compreso una ex con cui ha avuto un figlio. Si porta in casa persone che non sa chi sono. Solo per solitudine e dare sfogo ai suoi impulsi sessuali. Passare dei guai per che cosa ? Gli ho proposto più di una volta di fare anche delle attività insieme. Però in non me la sento di uscire con uno che beve così tanto. Rimango dell'idea che stare da solo è sempre meglio che uscire in compagnia quando quest'ultima e fuori dal mio modo di vivere. Poi penso che noi che stiamo qui su questo blog vogliamo persone che arricchiscono la nostra vita. E cerchiamo l'amore e non qualcuno tanto per avere compagnia. So cosa vuoi dire quando ti riferisci agli occhi che brillano. Non demordiamo, ci torneranno a brillare , e nostra volta li vedremo brillare nella persona giusta. È una sensazione meravigliosa lo so. E mi manca tanto.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 1 mese fa (7 Luglio 2020 18:15)

      Ciao Vic! Capisco perfettamente il momento di frustrazione e di scoraggiamento ma a mente fredda ti rendi conto benissimo che una persona come te non ha nulla da invidiare alla coinquilina piagnucolosa e grama. Parimenti, il termine del confronto non può essere l'acchiappo fortuito al supermercato così come non può esserlo di tutto il tuo sforzo e impegno ad essere una persona migliore. L'obiettivo dell'impegno ad essere una persona migliore è: essere una persona migliore! Altrimenti si ricade sempre nello stesso errore di delegare la nostra felicità a qualcun altro o a qualcosa di esterno. Qualche giorno fa parlavo con un mio amico (reduce da una separazione devastante e da una successiva relazione altrettanto devastante) di una coppia di amici comuni. Lui dice: "lei non lo lascia perché dove lo trova un altro così?" , io rispondo con candore, spiazzandolo: "Ma guarda che si può stare anche da soli!". Tipo verità rivelata. Lui ci pensa un attimo e poi mi dice che io posso parlare cosi perché ho fatto un lungo percorso di consapevolizzazione e per questo ho potuto raggiungere un reale equilibrio nella solitudine. E che ero un esempio per lui. Ti confesso che mi ha dato una certa soddisfazione non essere vista, una volta tanto, come una persona da compatire per il fatto di stare da sola ma come una persona da ammirare per il modo in cui vive la cosa. E aggiungo che quella frase, uscita senza nemmeno pensare, è stata una vera liberazione e un'epifania anche per me!
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (8 Luglio 2020 12:35)

      Grazie Nimue :* Il tuo amico parla a ragion veduta, però: ci vuole coraggio per stare da soli, maturità e consapevolezza di sé e del proprio valore. E la maggior parte della gente è terrorizzata dalla solitudine e usa il rapporto di coppia come stampella. Pur di non rimanere sola si fa andare bene qualsiasi situazione. Tu sei una persona da ammirare, infatti, e mi piace molto questa tua assertività, questo mostrarti per come sei. È vero che l'obiettivo dell'impegno è essere una persona migliore, solo sarebbe bello di tanto in tanto venire "premiati" dalla vita con qualcosa che desideriamo, come l'amore, che fa brillare gli occhi e riempie il cuore. Sembra che mi tocchi faticare anche per le minime cose, anche per un'uscita la sera, mentre a tante persone le cose belle semplicemente capitano. L'altra sera la coinquilina mi aveva proposto di andare a bere qualcosa insieme il giorno dopo, forse perché mi aveva visto un po' giù, chissà. Ieri sera, però, quando sono tornata dal lavoro si è fatta trovare in tuta e dicendo di essere stanchissima se ne è andata a dormire. Nessun accenno all'uscita. Ormai mi sono rassegnata al fatto che puoi uscire solo con altri single e, nel momento in cui si fidanzeranno, puoi metterci la mano sul fuoco che spariranno dai radar. Garantito. Questa cosa mi fa rabbia e mi intristisce. Per il lavoro, in teoria sarebbe un bel lavoro, solo che è pagato una miseria per le ore che facciamo e mi occupa tutti i weekend. Comunque grazie ragazzi per le vostre parole. Questo blog e tutti voi mi fanno sentire meno sola. Grazie Ilaria per i tuoi articoli e consigli.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 1 mese fa (8 Luglio 2020 21:05)

      Vic, ti giuro che tutto sono tranne che assertiva:) però sicuramente ho imparato a non nascondermi più e a non sentirmi più costantemente inadeguata nei confronti del mondo. Allora, da quando è finito il lockdown ho preso l'abitudine di andare a fare l'aperitivo al bar sotto casa mia, da sola. Le prime volte mi sono sentita chiedere "Come mai da sola?" o fare commenti del tipo"non ti preoccupare, ora il fidanzato te lo trovo io!' Ora nessuno mi dice più niente e io non mi sento più osservata dalla gente che passa. Chiacchiero col cameriere o con i proprietari, oppure mi rilasso e basta. Sembra una banalità ma la cosa ha portato tanti effetti positivi. Primo fra tutti, quando ho l'occasione di fare qualcosa con qualcuno a cui tengo, (persone la cui compagnia veramente mi arricchisce), mi godo molto più la giornata/serata, perché non l'ho aspettata in apnea nè mi sembra di ricevere una concessione. Altrettanto non rimango più delusa per un appuntamento annullato o rimandato. Voglo solo dire che qualunque input possiamo darci per vivere con più serenità e meno aspettative le cose alla fine può migliorare anche la nostra vita a livello relazionale. Un abbraccio grande
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (9 Luglio 2020 11:53)

      Beh, ti dirò Nimue, per me chiunque riesca a dire ad un'altra persona "Ma guarda che si può stare anche da soli!" con convinzione e credendoci realmente merita ammirazione. Io credo che si possa stare da soli e in alcuni casi si debba anche farlo, per il nostro bene. In quanto allo stare "bene" da soli, però, ancora navigo a vista verso un ipotetico traguardo di accettazione e serenità. È vero che non avere aspettative su serate e amicizie è salutare e fa vivere meglio. Tra l'altro, le amicizie a questa età sono più comitive fondate sul mutuo soccorso, non c'è un interesse reale per gli altri, anzi noto che tante persone escono nella speranza di conoscere qualcuno e dire ciao ciao al gruppo. Per dire, con questa piccola comitiva del comehome dovevamo andare in Sicilia in vacanza insieme ed eravamo in 6. Io avevo proposto di affittarci uno di quei pullmini 8/9 posti e l'idea del gruppo mi entusiasmava. Invece, una ha detto che sarebbe partita da sola con la sua macchina perché c'è il covid e non voleva correre rischi. Gli altri 4, che si conoscono da più tempo, si sono organizzati con la macchina dell'unico uomo presente, che è omologata per 4. A me quindi hanno detto che avrei dovuto prendere la mia macchina. Ora, a parte lo stress di guidare da Roma a Cefalù e il costo enorme tra benzina, caselli e traghetti, quello che mi ha colpito è stata l'assenza totale di spirito di gruppo. Pensavo che ci saremmo organizzati col treno tutti insieme, o con l'aereo, e poi una volta sull'isola avremmo noleggiato una macchina. Invece, loro si sono fatti il conto che sarebbe stato più conveniente dividere le spese in 4 viaggiando in macchina e in quanto a me pazienza, mi sarei arrangiata. In fondo ci conosciamo da poco. Il punto è che vige un individualismo totale, quindi sì, meglio cercare la bellezza e serenità nelle piccole cose, anche se prevedono di andare a fare aperitivo al bar da sola. Spero di trovarla anch'io questa serenità.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 1 mese fa (9 Luglio 2020 13:06)

      Vic quando leggo queste cose mi si contorcono le budella. Per il mio modo di essere ho vissuto situazioni analoghe a questa un'infinità di volte e non solo con persone conosciute da poco ma con persone con cui avevo condiviso tutto da una vita. Ci sono state cose che mi hanno spezzato e ci ho messo anni a riprendermi.Però, dopo tanto dolore, sono arrivata alla conclusione che o la relazione è paritaria e mi dà veramente qualcosa oppure ciao. Selezione drastica. E so che quando si parla di vacanze, capodanni etc etc è il momento più duro. Infatti quest'estate mi si prospetta una no stop cittadina. Pazienza!:)
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 mese fa (9 Luglio 2020 13:36)

      @Vic,@Nimue lo stare da soli è una di quelle condizioni che non si sa cosa significa se non la si vive o non la si è vissuta. Non è bello per niente a volte. Proprio per niente.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (9 Luglio 2020 15:45)

      Già, @Nimue, pure io ormai non mi sorprendo più di niente. Pensa che quando ho fatto presente ai ragazzi sulla chat che non me la sentivo di guidare per questo viaggio della speranza, invece di trovare una soluzione lo hanno detto a un altro e hanno "riempito" il posto vacante nella casa in affitto. Per loro chi c'è c'è, basta che si formi il numero. Quindi non mi stupisce più nulla. Anzi, mi meraviglio quando incontro un cristiano decente e amichevole e disinteressato. Ho conosciuto questo attore mental coach, di cui vi dicevo, ad un workshop ed è proprio così e stento a crederlo. Meno male che c'è pure gente così, non sono tutti robot lobotomizzati. Qualche rarità esiste ancora. E hai ragione, selezione drastica. Il problema, al solito, è che a furia di selezionare rimani a casa col gatto. L'anno scorso era da ben sette anni che non facevo una vacanza (sette anni, dal 2012), e ne ho fatta una a Creta con la pazza rosicona che è stata forse la più brutta della mia vita. Quest'anno nulla, di nuovo. E intanto vedo amici e conoscenti che fanno vacanze da sogno ogni anno, weekend fuori porta ecc. E' proprio dura a volte, lo ammetto. Cerco di non pensarci troppo. @Ema no, non è bello, è vero. Che si fa? Questo c'è, per ora. Per ora, però.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 mese fa (9 Luglio 2020 17:08)

      @Vic, I legami importanti anche d'amicizia oggi sono difficilissimi. Io avrei organizzato il viaggio con due automobili non solo ci carichi di piu ma nessuno rimane escluso. Sai quante vacanze e weekend ho fatto da solo. Fortunatamente faccio in fretta a conoscere qualcuno. Poi io vado in luoghi prevalentemente dove si fa sport. Quindi si fa in fretta a conoscere qualcuno perché si fa un attività che avvicina le persone. Volevo portare il mio amico di cui vi ho parlato. Però non mi va. Preferisco andare solo.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 1 mese fa (9 Luglio 2020 17:48)

      Ciao Vic, pensaci, non hai perso niente restando a casa, lasciali andare in vacanza dove credono, sono dei poveracci maleducati ed egoisti senza un briciolo di dignità, il gatto è senz'altro più simpatico e poi ti fa pure le fusa. Sono sette anni che non vai in vacanza? Allora se puoi vai dove hai sempre desiderato, scopri posti nuovi, le vacanze non è obbligatorio farle in compagnia, quella la puoi trovare sul posto. Fallo per te, fai una vacanza pensando che ti piacerà anche se sarai da sola, poi quello che succederà succederà, alla meno peggio avrai passato bei momenti in un posto piacevole. Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 mese fa (9 Luglio 2020 17:50)

      Mi sono persa la pazza rosicona ... sempre quella del fidanzato?
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 mese fa (9 Luglio 2020 18:53)

      Ciao Vic, da come scrivi pare che non voglia girare da sola. E perché mai? Perché ti privi di un simile piacere e di una simile opportunità? Girare da soli è davvero figo (a mio parere). Scusate ma sono sommersa di lavoro, credo di essermi persa più di qualche messaggio...
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 mese fa (9 Luglio 2020 20:04)

      @FrancescaF, È vero ciò che scrivi. Ne ho fatte di cose da solo. Ci vuole la persona giusta e la compagnia giusta per fare le cose insieme. A me non va bene uscire con qualcuno giusto per avere compagnia. Il bello della presenza di qualcunantro è il condividere. Però a me manca davvero molto una persona che si addormenta con me e si sveglia con me. Mi mancano le piccole cose, la dolcezza di una passeggiata, lo stringersi e abbracciarsi. Questo mi manca soprattutto. Dare e ricevere affetto.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 mese fa (9 Luglio 2020 21:40)

      Emanuele, nessuno nega che possa mancare, che possa mancare l’amore sentimentale, di un compagno o di una compagna. Davvero, ti capisco. Io mi sono appena presa l’ennesima facciata e mi sto leccando le ferite, fai tu...ma quindi che si fa? Si resta in attesa? Si vive a metà? E - scusate la provocazione - se “quella” persona non facesse mai la sua comparsa? È una possibilità che va affrontata. Che facciamo? Aspettiamo tutta la vita? No, dai. Non possiamo farci questo. Ci deve essere un modo diverso di reagire alle cose. Quanto all’affetto, si può darlo in moltissimi modi nel frattempo, senza aspettare che arrivi Mr o Mrs Right...a familiari, amici, colleghi, conoscenti, estranei, anziani bisognosi, bimbi soli e animali. Anche a noi stessi. Chissà mai che nel fare questa cosa accada pure qualcosa! Insomma, c’è da fare. Comunque lo ribadisco, girare da soli resta una bellezza, non un ripiego. Io ho vissuto delle avventure memorabili 😅
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 mese fa (11 Luglio 2020 10:04)

      FrancescaF, Stare da solo o fare da solo non mi pesa anzi. L'unico inghippo e che c'è sempre qualcuno che si stranisce e guarda con sospetto questa solitudine. Però perché devo scendere al di sotto dei miei standard solo per avere compagnia ? O per apparire allineato al comune pensare. Stasera vado fuori da solo a mangiare sul lago. Volevo chiedere a un mio amico ( più conoscente direi ) di fare una serata insieme. Ma anche no. Beve troppo, non sa contenersi in questo suo modo di sfogare i suoi problemi. Sta appiccicato a Badoo e simili. Io sono totalmente diverso. In piscina va bene tutto sommato. ci troviamo lì e si fanno di chiacchiere. Ad ogni modo preferisco stare da solo. Un bel giro in battello, mi guardo il panorama e respiro aria pulita.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 mese fa (11 Luglio 2020 19:41)

      FrancescaF, Detto fatto. Sono a Como per una bella pizza vista lago. Da solo e chi se importa.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 1 mese fa (11 Luglio 2020 21:49)

      Emanuele, bravo. La luce queste sere è molto bella. Buon appetito e buona serata!
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 1 mese fa (10 Luglio 2020 18:11)

      Ho la stessa impressione anche io Vic, dai tuoi interventi qui mi pare proprio che ti affanni e ti arrabatti in ogni modo sia per avere compagnia nel tempo libero, sia per trovare l'uomo, col risultato che ti imbatti in persone di basso o infimo livello, ne rimani scottata o comunque delusa, ti intristisci e ricomincia il ciclo. Purtroppo il mondo gira così, con un individualismo diffusissimo, sfrenato e un opportunismo maligno che inquina i rapporti. Se ne hai la possibilità, perché non te la fai lo stesso una vacanza, anche da sola? E' vero che vige la "regola" che i single non si sa per quale motivo del cà debbano pagare di più quando viaggiano (mi riferisco ai pernottamenti) e difatti non voglio pensare a quanto avrei risparmiato se nei miei giri e giretti fossi stata in coppia (non necessariamente con l'omino di turno) ma mi rifiuto di arrendermi a questo meccanismo perverso: entro questo mese se tutto va bene torno nella mia città preferita, Praga, per la sesta volta in tre anni, e stigrancà se come le altre volte sarò sola anzi meglio, lo scorso anno mi si era accollata una ragazza giapponese che ha approfittato dell'esperienza della sottoscritta per visitare la città senza avere problemi organizzativi e pratici. MAI PIU'. Io non sono tagliata per l'accudimento, meno che mai verso persone adulte (pigre e opportuniste). La compagnia, se è quella giusta, arricchisce un viaggio ed è utile a livello pratico ma da soli si va dove accidenti si vuole, quando si vuole, rispettando i propri tempi, ed è ciò che conta, alla fine. Quindi cara Vic, accantona queste paturnie perché non solo non ti servono a nulla ma soprattutto ti ammantano di una cappa pesante che non favorisce le conoscenze davvero valide ma attira la gente più inutile e superficiale.
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 mese fa (9 Luglio 2020 21:01)

      @Vic, dei gran simpaticoni questi amici... Ti sei risparmiata una rottura di scatole, credimi. Volevi replicare la vacanza a Creta dell'anno scorso? Non c'è cosa peggiore di trascorrere le vacanze con una brutta compagnia. Non sei l'unica a fare conoscenze di questo tipo... Gente che se ne frega degli altri e che agisce solo per convenienza ce n'è a iosa, nessuna novità. Sei sicura che la loro compagnia ti piacesse prima di questo episodio spiacevole?
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (10 Luglio 2020 2:12)

      Già Emy, purtroppo è come dice Emanuele: i legami importanti sono difficilissimi da instaurare, sia in amore che in amicizia. A conti fatti mi rendo conto di non avere amici, ho solo molti conoscenti con cui condivido saltuariamente una serata o un aperitivo o due chiacchiere. In effetti, come vacanza sarebbe stata infernale e avrei dovuto chiudere malamente pure con loro. Meglio sia andata così, anche se resta l'amarezza.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 1 mese fa (10 Luglio 2020 23:57)

      Vic, non è vero che non hai amici, ad esempio quando ti scrivo e dedico parte del mio tempo a te non lo faccio per un tornaconto personale, desidero solo aiutarti e questo, penso, sia una dimostrazione di amicizia, di affetto o come credi. Non ti ho mai vista ne, probabilmente, ti vedrò mai, ma non importa, le parole scritte sono una parte importante di noi, esprimono i nostri sentimenti, le nostre paure e questo mi basta, l'unica cosa che spero, è che tu ti possa sentire meglio, spero che quello che ti scrivo serva direttamente o indirettamente a fare emergere ciò che sei, ciò che vali perché lo meriti e perché sei una persona intelligente e capace. Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (11 Luglio 2020 11:39)

      Grazie Fabio :* In verità, tutti i vostri messaggi sono preziosi, questo blog è prezioso, e io, a mia volta, provo a dare consigli costruttivi basati sulle mie esperienze. E' bella e confortante questa solidarietà che si ha qui :)
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Morgana

      Morgana 1 mese fa (10 Luglio 2020 10:09)

      Ciao, Vic. Se ci pensi bene, è meglio che questi "amici" si siano manifestati per ciò che sono prima di trovarti in vacanza con loro, perché tanto, se anche foste partiti tutti insieme, si sarebbero comunque rivelati in tutto il loro splendore nel momento delle ferie, e per te sarebbe stato molto peggio, molto più frustrante e deludente. Meglio così, davvero.
      Rispondi a Morgana Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 1 mese fa (9 Luglio 2020 23:21)

      @Vic, @Emanuele, io comunque sono convinta che questa estate ci riserverà gioie inattese :)
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (11 Luglio 2020 3:27)

      Speriamo infatti Nimue, tutto può succedere :)
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 mese fa (11 Luglio 2020 9:52)

      @Nimue, Grazie per il messaggio di speranza e auguro a tutti/e voi gioia e serenità. Non demordiamo, arriverà anche per noi la persona giusta.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 1 mese fa (9 Luglio 2020 14:37)

      Cara Vic e cari tutti che scrivete sul blog, ci accomunano esperienze e pensieri ed é bello pensare di poterli condividere e di essere anche spronati ad aprirsi al positivo che la vita ha comunque in serbo per noi 🤗 Capisco bene queste situazioni di buche all ultimo, individualismo (il primo capodanno l ho passato completamente sola, la mia amica di allora preferì andare con un ragazzo conosciuto qualche giorno prima!) e convenienza. Siccome alla fine della relazione mi percepivo come un peso, ho avuto seri problemi a non interpretare certi atteggiamenti subiti come una conferma di certi miei pensieri. Ad oggi però che sono consapevole del valore che ho e, credetemi, stimo molto anche voi che intervenite qui sul blog perché anche da un breve post comprendo la sensibilità e profondità, quindi non riesco a stare con chi questo valore non vuole vederlo. Inoltre ho imparato a fare moltissime cose da sola e muovendomi in autonomia spesso faccio conoscenza sul percorso. Mi trovo ancora un po' a disagio in certi ambiti, come quello religioso. Si punta molto sulla famiglia ed io mi sento un po' tagliata fuori, faccio ancora fatica a trovare una mia dimensione, seppure sia credente. Non voglio pensare che non ci sia un posto per me nel mondo, piuttosto che devo prendere spazio e lo sto modellando su misura. Coraggio!!!! Un abbraccio
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (11 Luglio 2020 3:25)

      Ciao @FrancescaF, avevo scritto un commento ma evidentemente ho sbagliato ad inviare. Dicevo che ho pensato di andare da sola a visitare Firenze, che non ho mai visto, e poi a ferragosto dalla mia amica in Abruzzo. Non escludo le vacanze da sola, ho anche vissuto a Dublino da sola, solo che mi piace il mare bello d'estate e la condivisione e la convivialità. Comunque si fa quel che si può, e hai ragione, non bisogna rinunciare ai piaceri solo perché si è soli. @AnnaV la pazza rosicona è una che faceva finta di essere una ragazza semplice e tranquilla e in vacanza si è rivelata un'arpia assatanata. È proprio vero che in vacanza si conoscono le persone per come sono davvero. O ci convivi o ci fai le ferie insieme. @Atolla è vero che mi affanno nel coltivare nuove amicizie, non nel trovare un uomo in realtà, ma ero davvero entusiasta all'inizio all'idea della vacanza di gruppo e lo erano un po' tutti. È vero comunque che tutta questa fatica serve a poco e anzi mi dà risultati opposti a quelli sperati. Voglio evitare di passare tutte le mie serate a casa, ma voglio anche che le mie uscite siano di qualità, e non dei miseri ripieghi alla solitudine. E hai ragione che meglio soli che in compagnia di gente sbagliata. @Morgana @Emy Sì, è meglio così infatti, di queste amicizie di comodo è pieno il mondo e ritrovarsi in vacanza insieme con gente opportunista e menefreghista è quanto di peggio ci si possa augurare per l'estate. E io in questo senso ho già dato. @Ally È proprio questo, infatti, che vorrei trovare: il mio posto nel mondo. Mi viene in mente "La canzoncina dell'Inadeguata" di Lella Costa. Se non la conoscete, andate a leggerla o ascoltarla. Grazie per i vostri consigli :*
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 1 mese fa (7 Luglio 2020 18:40)

      Tanto per chiarirci: sei una persona intelligente, acuta, simpatica, divertente, autoironica, hai un bel lavoro che ti dà da vivere, coltivi mille passioni, hai superato nella vita tante difficoltà e sei rimasta sempre positiva. Continui a lottare per quello che vuoi. La persona da invidiare sei tu! (non quella che ha fatto un acchiappo al supermercato). Io personalmente darei un braccio per avere la metà della tua grinta!:)
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 1 mese fa (7 Luglio 2020 20:04)

      Ma siamolo invidiosi invece - ma di fighi veri, di persone che ne hanno vissute di esperienze e con cui è avvincente stare o parlare! Nonostante rattristi sentirsi al palo oppure non vedere i risultati sperati, se rileggete le storie delle persone che raccontate, non so quanta voglia vi facciano di frequentarle o invidiarle per davvero ;)
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo