Lui non ti ama più. Che fare?

lui non ti ama piùLui non ti ama più, che fare?

Già, che cosa è meglio fare, per te e per il tuo benessere, quando il tuo amato “bene” ti comunica che la vostra relazione è finita, non per altro, ma perché lui, il nostro eroe, ha smesso di amarti?

Ti avverto subito, così non ti crei false aspettative: qui non parliamo degli sforzi – tutti inutili e anche dannosi e dispendiosi – che potresti fare per riconquistare un uomo o per tornare a farti amare da lui.

No no.

Qui parliamo delle cose giuste da fare e da pensare per te e per la tua vita quando lui dice che il suo amore è finito.

Come lo zucchero. Come il detersivo dei piatti. Come l’olio extravergine.

Di seguito affronteremo due temi base, leggeri leggeri: quello della tua dignità personale e quello delle opportunità che una situazione come la fine di una storia e di un amore possono creare nella tua vita.

Innanzitutto, quando il tuo fidanzato/marito/amante/ragazzo arriva da te e ti dice: “Non ti amo più”, ti senti carica, motivata, rispettata? E’ così, giusto?

E’ molto gratificante sentirsi dire che non si è più amate. Come no.

Bene, vorrei che ci fermassimo un attimo a riflettere su che cosa potrebbe voler dire quel “non ti amo più”.

Per esempio, pensi che colui che pronuncia questa frase ti abbia mai amato?

Pensi che sia una bella frase da dire?

Pensi che fosse il caso?

Tu dirai: “E’ sincero, è sempre stato sincero. Mi ha detto la verità. Almeno mi ha detto quello che sente.”

Per amor del cielo, non che io apprezzi sincerità e verità, ci mancherebbe.

Tendo anche a pensare che in certe situazioni la cruda verità sia come una coltellata, un atto di vigliaccheria, una specie di paradosso.

Non che io non  creda che un amore possa nascere, crescere e poi spegnersi.

La natura umana è tanto imprevedibile, sfaccettata, influenzata da tali e tante variabili, che questo può essere.

Può accadere. Può rientrare nell’ordine delle cose.

Da parte mia non apprezzo particolarmente nemmeno il comportamento di chi mena il can per l’aia all’infinito e adduce le motivazioni più assurde per liberarsi di un partner.

Le trite e ritrite “buone ragioni” del tipo: “Sono in crisi, non so che cosa mi succede…”; “Non posso darti quello che desideri…”, “Meriti di più/Non sei tu, sono io/Ho bisogno di tempo…”

Non si può nemmeno dire che quello della fine di una relazione sia un bel momento e neanche che ci sia un modo ideale per fare qualcosa, che, come la giri, è sempre spiacevole.

Del resto non è che si può rimanere insieme tutta la vita solo perché non si è capaci di lasciarsi e di dirsi addio.

Anche se la maggioranza delle persone di fronte a una sfida del genere rinuncia, ed è pieno di coppie che stanno insieme solo per paura.

Gran bella roba, veh…

Oppure ci sono quelli che puntano sul logoramento e con un atteggiamento passivo- aggressivo degno del più grande dei campioni dell'”Isola dei Famosi”, ti spingono a lasciarli.

Ci sono anche i ben noti “zombi” o “fantasmi”, che appaiono-e-scompaiono, si accendono e si spengono come la spia della benzina, o scompaiono del tutto dalla sera alla mattina e basta. Finito. Stop.

Tutti imbecilli/idioti/cretini emotivi.

Lui non ti ama più. La tua dignità.

Ma torniamo a noi e al tuo partner che un giorno salta su e ti dice che non ti ama più.

Tu che fai, amica mia?

Vai a rifarti il guardaroba di lingerie per vedere se, dove non sei riuscita tu, può farcela un paio di autoreggenti nuove di zecca?

Compulsi il web alla ricerca di consigli di seduzione?

Chiami una delle tue amiche fidate per chiederle consiglio e farti buttare addosso qualche tonnellata di senso di colpa e quel paio di quintali di senso di inadeguatezza.

No, cara. Cambia schema. Cambia modo. Cambia registro.

Mai momento è stato più opportuno.

E’ ora.

Lui ti ha detto che non ti ama.

Ringrazia il Genio della Sincerità che vive in lui.

Ringrazia la sua faccia tosta, il suo egoismo, la sua risolutezza.

Sì, perché uno, giovanotto o meno, che ti dice che non ti ama più è un senza alcun dubbio un segno che il destino ti sta mandando.

E’ ora di prendere in mano la tua vita, di dedicarti a cose belle e buone, di pensare a te stessa.

"dignità di·gni·tà sostantivo femminilwe. Rispetto che l’uomo, conscio del proprio valore sul piano morale, deve sentire nei confronti di sé stesso e tradurre in un comportamento e in un contegno adeguati. (Google Dizionario)"
Perché, uno che ti dice che non ti ama più di sicuro non ha la più pallida idea di che cosa sia l’amore e dunque meglio perderlo che trovarlo.

Poi perché uno che ti dice che non ti ama più ragiona secondo un principio di totale egoismo ed egocentrismo.

Si vede che ha dormito nel lettone con mamma e papà (o anche solo con mamma…) fino ai 14 anni.

Meglio perderlo che trovarlo 2.

E poi perché uno che ti dice che non ti ama più sottintende che tu devi fare e disfare in base ai suoi propri desideri.

Tu, la tua sensibilità, la tua vita, contate meno di zero, meno di  un razzo sparato nella notte di Capodanno a Napoli.

Inoltre uno che ti dice che non ti ama più ti sta dicendo che non ci sono alternative. Basta. Fine. Stop. Non vuole rotture di coniglioni. Fuori dalle balle. E veloce.

Ergo, tu che fai? Recepisci il messaggio (vivaddio, forse che la vita si spiega, finalmente, anche quando non la si vuole capire?) e te ne vai.

Te ne vai.

Incontro alla tua vita.

Lui non ti ama più. Le opportunità per te.

Eccoci al secondo tema f-o-n-d-a-m-e-n-t-a-l-e del quale devi prendere consapevolezza quando l’uomo della tua vita ti scarica: ti si apre un mondo di opportunità.

"opportunità s. f.(…) 2. Circostanza opportuna, occasione adatta, favorevole: agireregolarsi secondo le o.; avere l’odi diredi fare qualche cosa. (Treccani)"

Ti dico la meno esaltante e forse, seppur tristemente, la più utile.

Apri gli occhi.

Cominci a riflettere sulle relazioni uomo-donna e a scoprire qualcosa che può evitarti inciampi e incidenti di percorso e determinare il tuo successo, in amore e non solo.

Ma come, sei stata con uno che alla fine ti ha detto che non ti ama più?

Che segnali ti aveva lanciato che tu non hai voluto vedere?

Che cosa ti ha rivelato tutta questa storia sulla natura umana?

Quello che stai facendo che cosa ti dice della tua forza?

Che cosa ti sta rivelando a proposito delle tue risorse?

Cara mia, con la sua codardia travestita da sincerità e con il suo cieco e miope egoismo, il nostro amico ti ha servito su un piatto d’argento la possibilità di scoprire chi sei davvero e soprattutto che cosa puoi ottenere.

Soprattutto ti ha dato l’opportunità, della quale tu forse non ti saresti concessa il lusso perché troppo inconsapevole del tuo valore, di farti una vita.

Degna.

Una nota finale: ricordati che se il signore che ti dice di non amarti più, per qualsiasi ragione, ha dei debiti materiali con te, nell’andare incontro alla tua vita, devi passare anche dall’avvocato.

Di questi tempi, più che mai, che lui ti ami o che non ti ami, il tuo benessere e i tuoi diritti valgono più che tutto.

Dignità e opportunità.

Ecco che cosa fare quando lui non ti ama più.

I percorsi che ho creato per te:

I 7 Pilastri dell’Attrazione.

è il primo passo verso la conoscenza di te.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso de I 7 Pilastri dell’Attrazione adesso.

Come Sedurre un Uomo senza Stress

In questo percorso si spiegano i gradi dell’attrazione “autentica”.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso Come Sedurre un  Uomo senza Stress adesso.

Come fare innamorare un uomo e tenerselo
Gratis per te!
Crea una relazione sana e soddisfacente con sincerità e onestà. Rispettando te stessa e l'uomo che ti piace, senza sembrare una facile, ma esprimendoti al 100% per come sei, molto più serena e sicura di quello che fai.
Ricevi i miei aggiornamenti esclusivi e riservati

Articoli Correlati

Lascia un Commento!

94 Commenti

  1. Avatar di Alice

    Alice 1 mese fa (2 novembre 2018 21:28)

    Due cose: 1) da mercoledì sera, quando ho lasciato il primo commento, ho letto un bel po' di questo blog e non ho intenzione di smettere perché, malgrado qualche "mode d'emploi" sul quale resto perplessa, mi sta dando quelle pacche sulle spalle e quegli schiaffoni di cui avevo bisogno per ritrovare un po' di lucidità perduta in questi ultimi dieci giorni; 2) se vogliamo parlare di delicatezza, empatia e doti di comunicazione, io lunedì scorso mi sono sentita dire (sedetevi se non lo siete già): "ci ho provato, ma che ci posso fare, LA MAIONESE NON PRENDE". Ecco, il bello è che dopo giornate di pianto inconsolabile stasera mentre lo scrivo mi sto sbellicando dalle risate alla faccia di quest'omuncolo con le capacità relazionali di un tamagochi. Che vada a viversi le sue illusioni, dato che i rapporti reali non sa neanche cosa siano. E rido anche un po' di me, che mi sono prestata a questo rapporto fin troppo. E a tutti gli altri con delle mezze calze, più o meno stronzi. Perle ai porci, ma veroddio se è l'ultima volta.
    Rispondi a Alice Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (2 novembre 2018 21:46)

      Già che siamo in tema, non vorrei mai ti fosse sfuggito questo articolo "vecchio" (o giovane?) di quattro anni, cioè di un'epoca in cui WhatsApp ancora non lo si usava molto, ma vedrai tremendamente attuale. Dài una letta all'articolo e poi soffermati su alcuni commenti delle lettrici. C'è da ridere tanto e da imparare tantissimo: https://www.lapersonagiusta.com/capire-gli-uomini/sms-seduzione-attrazione/
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Alice

      Alice 1 mese fa (2 novembre 2018 21:50)

      Grazie, vado a leggere. Ma, devo dirtelo, con chi credi di stare parlando? La frase di cui sopra ho avuto l'onore di sentirla dal vivo. Perché l'sms era stato 10 minuti prima: "Sono stanco", per cercare di svignarsela e non avere questa conversazione. Mica un c***one qualsiasi, proprio uno di prima scelta.
      Rispondi a Alice Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 mese fa (3 novembre 2018 0:15)

      Ridarella ... ho ben presente
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo