Come fa l’amore un uomo innamorato

come fa l'amore un uomo innamoratoCome fa l’amore un uomo innamorato?

Stiamo per affrontare un argomento delicato, ma non perché si tratta di qualcosa di “scabroso”, cioè riferito al sesso, ma perché parlerò di temi destinati a creare controversie.

Ti proporrò alcune riflessioni inedite, che portano a conclusioni altrettanto inedite, “difficili da digerire”.

Intanto alcune premesse (e te pareva).

 

Spesso mi viene chiesto quali sono i segnali che fanno capire se un uomo è innamorato e altrettanto spesso mi viene chiesto quali sono i segnali che dicono che si sta con un uomo sbagliato, che va lasciato, o con un uomo giusto con il quale restare.

Ebbene, la prima premessa è che il modo con il quale un uomo fa l’amore con te è un segnale importantissimo.

La seconda premessa è che – lo dico spesso e ora lo ribadisco –  tranne rare eccezioni, le persone in genere hanno poca competenza in materia di sesso.

Possono aver avuto migliaia di rapporti, centinaia di partner, sperimentato di tutto, ma molte donne e molti uomini ancora non sanno che cosa sia il vero piacere, non conoscono il loro corpo, non sanno godere dell’entusiasmo di un incontro fisico e l’intimità vera dell’altro al 100%.

Questo perché ricercare e trovare il piacere richiedono tanto rispetto di sé e degli altri, consapevolezza ed equilibrio interiore.

Anche educazione sentimentale.

Tutte competenze emotive che in un mondo caratterizzato da un narcisismo esasperato ed esasperante mancano disperatamente.

Molto bene, anzi no, per niente.

La terza premessa è che molte persone confondono l’eccitazione, le reazioni “istintive” al sesso, al contatto, e le risposte fisiologiche con passione ed attrazione.

None. Non è così.

Sono reazioni ben diverse.

La foga non è passione, non è amore, non è vitalità.

La foga è foga, reazione istintuale, bisogno fisiologico nudo e crudo. Vuoto.

Per carità, siamo in una società tanto popolata da morti in piedi, da zombi, che anche la foga può essere considerata un segno di vita, non lo nego…

Ben lo so

È che così l’asticella è davvero bassa.

Penso ai tanti giovani uomini che per poter combinare qualcosa e superare le loro infinite insicurezze si devono impillolare, devono bere miscugli strani o assumere sostanze sintetiche ancora più strane.

Così si rovinano non solo il pisello, ma anche il cervello.

La quarta premessa, è un dato noto in generale e che ribadiamo di continuo qui sul blog.

Le donne se fanno sesso con un uomo finiscono per innamorarsene o, almeno, finiscono per credere di essersene innamorate.

Questo per due motivi: il primo è che l’intimità aumenta per loro il legame, il secondo è che nessuna donna (o ancora pochissime) oserebbe confessare a se stessa di aver fatto sesso tanto perché le andava di farlo, per cui si convince che l’ha fatto per amore.

Ed è difficile che si sconvinca o cambi convinzione.

Spesso si capisce anche dal linguaggio che usano.

Centinaia di donne raccontano di essere uscite per la prima volta con uomo, magari conosciuto in chat e dicono: “Siamo stati molto bene e quella sera stessa abbiamo fatto l’amore”.

Perché dire: “Abbiamo fatto sesso” è crudo e volgare e non rispecchia la profondità dei sentimenti che univano i due partner.

Eh, già! Come no!

Invece dire: “Abbiamo fatto l’amore” (anche se non avevamo idea di chi eravamo l’una per l’altro e forse nemmeno ciascuno per se stessso ed eravamo anche ubriachi) apre un mondo di fantasie romantiche, che scànsate.

Peccato che poi, lui, il giorno dopo sia scomparso.

Che cosa significa fare l’amore

La quinta premessa è che fare sesso con un uomo non vuole dire che ci sia coinvolgimento emotivo, né da parte di lui, né da parte di lei.

Questo va benissimo, non vi è nulla di male, e se si è persone mature e che sanno stare al mondo si può stare davvero bene e divertirsi molto.

La questione è che di persone mature e che sanno stare al mondo e che di conseguenza sanno divertirsi, ce ne sono veramente poche, e di questo credo ci eravamo già accorte.

Se tu, da parte tua, non te ne sei ancora accorta, d’ora in avanti ti consiglio di prestare attenzione a questo aspetto.

La sesta premessa è che ci sono persone così analfabete a livello sensuale e sessuale che credono di vivere storie passionali mentre sono solo storie idrauliche.

O meccaniche. O, addirittura, grazie al progresso dei tempi, elettroniche.

Ahinoi!

E’ un po’ come qualcuno che nella vita ha bevuto solo gassosa pensando che fosse champagne, ma lo champagne non lo ha mai assaggiato e non sa nemmeno che esista.

La settima premessa è che spesso le storie disfunzionali vengono percepite molto eccitanti dal punto di vista sessuale.

E, infatti, sono storie disfunzionali.

L’ottava premessa è che i manipolatori e quelli perversi in particolare, usano il sesso come arma di manipolazione.

Le donne anche, da sempre.

Questo è un luogo comune che, ahimé, spesso rispecchia la verità.

Mi tocca dire, da quello che osservo, ogni giorno di più, che le donne stanno talmente involvendo e si inzerbinano a livelli tali, che molte hanno perso anche questa abitudine che talvolta poteva portare loro dei vantaggi (seppure non pienamente leali).

La nona premessa, ovvia e banale, ma negata da molte donne che puntano tutto sull’essere panterone con il tacco 12, è che se un uomo è attratto da te sessualmente, questo non significa che tenga a te.

Ma guarda un po!

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Sai quante panterone ci sono al mondo? E ne nasce una mediatamente ogni 180 secondi. Vedi tu.

La decima premessa è che il sesso migliore si fa con chi ci piace tanto tanto, con chi conosciamo da tanto tempo (alla faccia di chi crede che dopo un po’ la “passione” si spegne) e con chi siamo in vera confidenza, fisica, mentale, emotiva.

L’undicesima premessa è che il piacere del sesso non è dato solo dal raggiungimento dell’orgasmo. No, c’è molto di più.

La dodicesima premessa è che una relazione di coppia senza sesso, senza sesso soddisfacente e appagante, è una relazione di coppia sbagliata.

Ti viene in mente altro da premettere? Nel caso diccelo nello spazio commenti.

Come fa l’amore un uomo innamorato?

Abbiamo accennato poco sopra che molte donne che fanno sesso con un uomo la prima volta, e magari solo quella, lo definiscono “fare l’amore”.

Se va bene a loro, per giustificarsi di fronte a se stesse o per qualsiasi altra ragione, va bene anche a me, figurati.

Fare sesso e fare l’amore tuttavia sono due esperienze diverse.

“Fare l’amore” certo implica il sesso, l’intimità fisica, la condivisione delle sensazioni dei corpi.

Ma c’è molto di più.

Si tratta di sperimentare qualcosa di differente.

Fare l’amore per davvero comporta un coinvolgimento fisico estremamente profondo, decisamente superiore a quel che accade quando si fa sesso.

A questo si aggiungono emozioni e coinvolgimento mentale, personale.

Che cosa si intende per coinvolgimento personale?

Significa che nell’incontro con l’altro ci si mette in gioco completamente, senza imbarazzo, senza paura e senza vergogna.

Hai presente quante volte questo accade, sia tra gli uomini, sia tra le donne?

Puoi immaginare quanto si lascia andare in modo autentico un manipolatore o un vampiro?

Cioè uno che gioca tutto il rapporto sulla finzione, la simulazione, la menzogna?

O una donna piena di sensi di colpa o che vuole usare il sesso come strumento di seduzione e di conquista?

Quindi possiamo intuire fin da subito che un uomo e una donna innamorati per davvero, fanno l’amore o desiderano arrivare a fare l’amore e fanno di continuo progressi nel loro incontro amoroso, non risparmiandosi né a livello fisico né a livello emotivo, anzi.

Un uomo innamorato vuole avere sempre più intimità con te.

Inoltre non dobbiamo fare confusione.

Ci sono donne che pensano che a letto vada tutto bene perché lui ha erezioni normali, perché lui le cerca anche con insistenza o costanza, quasi sempre molto eccitato, o perché lui, prima o poi, si occupa anche del “loro” piacere.

In realtà non è proprio così. Solo che molte donne sono convinte che se accade tutto questo, è tutto ok e se si sentono non amate e insoddisfatte è colpa loro.

Sbagliato.

Un uomo sempre molto interessato a fare sesso, sempre molto eccitato, e insieme non propriamente gentile, se desidera occuparsi del tuo piacere non lo fa per amore e generosità, ma per sentirsi di “valore”.

Lo fa per performance, ecco, per ottenere un risultato.

Quando un uomo è innamorato, fa l’amore con te e ti ama, intanto si prende tanto tempo, tutto il tempo necessario.

Non fraintendermi.

Per tempo necessario intendo che non deve fare tutto di gran fretta per soddisfare un bisogno e poi rivestirsi al volo e andare a bere la birra con gli amici o a giocare alla Playstation.

Un uomo che è Innamorato ti accarezza, ti coccola, ti abbraccia, cerca la vicinanza vera con te, come dicevamo sopra, a livello fisico e mentale.

Fare l’amore è cercare una connessione con la persona, non con l’oggetto sessuale.

Immagina quelli che mandano e chiedono foto intime.

Sono dei geni dell’emotività. Quelli sì che amano e si amano. Da non perdere!

Fare l’amore con una persona della quale si è innamorati vuole dire cercare di esserle sempre più vicino.

Quando si fa l’amore si usano parole gentili e romantiche, quelle che lo sono per davvero.

Essere sempre e solo cercate in modo “aggressivo”, prepotente, forte, non è una dimostrazione di amore e non fa essere amate.

Un uomo innamorato non ti cerca sempre con forza e con distacco emotivo, ma si avvicina con dolcezza, curiosità, gentilezza.

Con gesti teneri e gentili che lentamente e gradualmente portano sempre più avanti.

Dopo che avete fatto l’amore, se siete innamorati sul serio, avete più voglia di parlarvi, di conoscervi, di stare insieme, non meno.

L’aver fatto l’amore vi avvicina, non vi allontana.

Dopo aver fatto l’amore un uomo che è innamorato e ti vuole bene, ti cerca di più, non di meno.

Fare l’amore con un uomo innamorato e che ci tiene ti fa sentire davvero libera e leggera, appagata, non bisognosa, senza nessuna voglia di manipolare e di sedurre in modo ossessivo.

Fare l’amore da innamorati vuole dire prendersi cura di sé, dell’altro e della coppia e dedicarsi con tenerezza a uno dei grandi piaceri della vita.

Non vi è nulla di male nell’avere esperienze sessuali con uomini che non sono innamorati e di cui non si è innamorate, è consigliabile comunque, anche in questo caso, vivere esperienze positive, che riempiono, non che svuotano.

Ma così è come fa l’amore un uomo innamorato

 

 

Lascia un Commento!

37 Commenti

  1. Avatar di Maria

    Maria 2 settimane fa (21 Giugno 2020 17:03)

    Ciao Ilaria e buona domenica a tutti gli utenti del blog. Questo articolo è veramente molto interessante (come tutti i contenuti del blog) e sono veramente contenta del percorso che ho inizato a fare con te (materiali a pagamento, blog e dirette facebook) perché voi tutti state pian piano rivoluzionando la mia vita in meglio perché io, putroppo, sono un'ignorante dal punto di vista delle relazioni (pur avendo 32 anni) e la mia mancanza di esperienza non ha sicuramente aiutato la mia autostima. Tuttavia, grazie a voi, sto diventando consapevole del mio valore e vivo molto meglio la mia vita. Buona domenica a tutti.
    Rispondi a Maria Commenta l’articolo

  2. Avatar di Fisa

    Fisa 2 settimane fa (21 Giugno 2020 18:25)

    Questo articolo risponde alla domanda che pone in modo intelligente e profondo ... È utilissimo in questo momento storico. Concordo su tutto e mi ha aperto nuove riflessioni. È un momento storico in cui si pensa di sapere tutto e di più sul sesso e di essere disinibiti e capaci e invece è completamente il contrario. E noi donne abbiamo bisogno di acquisire le consapevolezze che l' articolo espone. Fare l' amore bene in realtà significa arricchirsi e vivere meglio a 360 gradi, è un aspetto fondamentale che ha ripercussioni su tutti gli altri aspetti e sullo sviluppo della nostra identità. Grazie Ilaria.
    Rispondi a Fisa Commenta l’articolo

  3. Avatar di Emilia

    Emilia 2 settimane fa (21 Giugno 2020 22:25)

    Molto probabilmente, quando sarà rientrata questa emergenza epidemiologica, cercherò di fare sesso protetto con un uomo disponibile. Ne sento il bisogno e lo dico senza pudore. Se aspetto di conoscere l'uomo giusto, chissà quando potrò fare di nuovo sesso. Onestamente, non ho più voglia di aspettare... Pazienza, l'amore non arriva? Ok, ma almeno una gioia nella vita voglio concedermela. Buona serata a tutti
    Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

  4. Avatar di Carla

    Carla 2 settimane fa (22 Giugno 2020 16:39)

    Già...e chi se lo ricordava più tutto questo. Ma ho avuto questo tipo di sentimento e di relazione di amore completo (e sesso) da giovane. Unica consolazione di una successiva vita sentimentale piuttosto grama, dopo il divorzio. Pazienza.
    Rispondi a Carla Commenta l’articolo

  5. Avatar di Carissima me

    Carissima me 2 settimane fa (22 Giugno 2020 19:46)

    Ciao a tutte! È un bellissimo articolo e caspita se mi ci sono rispecchiata..! Ho avuto 2 relazioni monotone e senza sesso, senza voglie ed è stato pesante non lo auguro a nessuno.. per questo preferisco la singletudine. La foga istintuale a tiro di un manipolatore è capitata ma non mi ha soddisfatta a essere sincera, mi sono sentita svuotata e triste quasi violata e per un po potrei farne a meno; in un momento particolare come quello che stiamo vivendo continuerò a riflettere a cosa davvero desidero e in base alle occasioni che si presenteranno deciderò..
    Rispondi a Carissima me Commenta l’articolo

  6. Avatar di Annalisa

    Annalisa 2 settimane fa (23 Giugno 2020 11:54)

    Buongiorno Ilaria, apprezzando molto il tuo lavoro qui sul blog sono curiosa di sapere la tua opinione sui libri dell’autrice Sherry Argov :)
    Rispondi a Annalisa Commenta l’articolo

  7. Avatar di Shakira

    Shakira 2 settimane fa (23 Giugno 2020 16:11)

    Buon pomeriggio Ilaria, mi sono chiesta spesso se in un rapporto matrimoniale che dura da 17 anni, dove mio marito non mi fa mancare quasi nulla ma i rapporti sessuali che abbiamo in un anno si contano sulle dita di una mano ( oltretutto insoddisfacenti) siano motivo di un'eventuale separazione in futuro da parte mia...inoltre io ho ancora 42 anni, ho voglia di vivere e questo problema va già avanti da diverso tempo. Leggendo il dodicesimo punto dell' articolo mi ha dato ulteriore conferma di ciò che ho nel cuore da tempo, ma ripeto per il resto non ho di che lamentarmi e sono piuttosto confusa...
    Rispondi a Shakira Commenta l’articolo

  8. Avatar di White

    White 2 settimane fa (22 Giugno 2020 10:01)

    Buongiorno a tutte. Articolo bellissimo che apre la mente a utili riflessioni per quanto mi riguarda. Sperimentato due tipologie di relazione, una priva di una buona sessualità all'interno della coppia e l'altra carica di passione ma dove rispetto, gentilezza e desiderio sincero di venirsi incontro scarseggiavano e non di certo da parte mia. Mi ha lasciato strascichi quest'ultima storia? Decisamente. Avrò capito qualcosa da queste entrambe esperienze? Io credo di si. Il sesso è una parte importantissima all'interno di una relazione ma non deve e non può per nessunissima ragione colmare altre lacune , si deve intrecciare armoniosamente con tutti gli altri aspetti della relazione stessa per poter appagare entrambe le persone. Perché l'amore si fa dentro ma soprattutto fuori dal letto. La nona e l'undicesima premessa semplicemente spaziali! Grazie Ilaria per la condivisione di questo articolo
    Rispondi a White Commenta l’articolo

  9. Avatar di Vic

    Vic 2 settimane fa (23 Giugno 2020 21:48)

    Una mia cara amica ha 29 anni e convive da molto col suo lui, si sono conosciuti cinque anni fa e dopo sette mesi sono andati a vivere insieme . Lui è coetaneo ma era vergine prima di conoscerla e ha sempre avuto problemi con la sessualità. E lei, che era abituata a una vita sessuale ricca e divertente, è passata a prestazioni sporadiche e, ormai da parecchio, allo zero assoluto. Sono forti in tutto come coppia, ma dal lato sessuale il deserto del Gobi. Ci siamo viste tempo fa e mi ha confidato che era molto giù e, pur consapevole che la cosa le avrebbe spezzato il cuore, aveva deciso di prendersi una pausa e tornare a vivere con i suoi. Lasciarlo, di fatto, perché questo ragazzo ha un problema psicologico col sesso veramente tosto da affrontare e lei è ancora molto giovane. Ebbene, l'ho rivista la settimana scorsa insieme a lui e altri amici e ha raccontato entusiasta che cercano casa da comprare insieme col mutuo. I problemi a letto non si sono risolti, ma lei vuole fare addirittura un passo impegnativo e importante come l'acquisto di una casa. Lei è una di quelle che dalle medie in poi non sono mai più state single, che come si lasciavano con uno si mettevano subito con un altro, e si lasciavano proprio perché subentrava la conoscenza dell'altro. Credo che abbia una paura tremenda di rimanere sola e dover ricominciare da zero, tanto che preferisce fare lo struzzo e ficcare la testa sotto la sabbia pur di non guardare in faccia la realtà. Così, ho pensato che la paura di restare soli è veramente il male che affligge la maggior parte delle persone e molti sono disposti a rinunciare addirittura a una fetta fondamentale della giovinezza in particolare ma della vita in generale, quale è una vita sessuale appagante. Io penso che sia una paura fondata, perché effettivamente, a meno che non ci si accontenti di un ripiego, dopo una certa età si rischia davvero di rimanere soli (non dico per sempre e spero davvero di no) per diverso tempo, anche anni a volte. Però la sua decisione sbandierata col sorriso, a me che so dei loro problemi di intimità, ha procurato molta amarezza. Perché noto che la bestia della solitudine è davvero difficile da combattere. Io personalmente lo faccio e non mi accontento di un'asticella bassa, ma spesso mi sento triste e sola.
    Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 settimane fa (24 Giugno 2020 8:32)

      Eccomi qua, Vic! :D Sono 8 anni che non ho una relazione e la solitudine comincia a pesare... E non poco. Alla fine aspetti, passano gli anni e pensi: "Magari la mia lunga attesa vale a qualcosa...". Invece finisce il "lockdown" e il primo tipo che mi capita di conoscere è uno con tanti di quei problemi che basta un'ora trascorsa insieme per capirlo. Io non voglio accontentarmi, però questa solitudine inizio a non sopportarla più. E quando leggo storie come questa della tua amica, mi dico che molte persone sopportano di tutto pur di avere una relazione. Il segreto delle relazioni durature forse è questo qui. Però, dico anche che non credo nell'esistenza dell'uomo integerrimo, e allora alla fine si finisce comunque per accontentarsi. La vita per molti è così: ci si accontenta del proprio lavoro, ci si accontenta della propria casa, e si finisce per accontentarsi persino del proprio compagno. È brutto da dire, ma c'è chi deve accontentarsi tutta la vita.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 settimane fa (24 Giugno 2020 15:53)

      Ciao Emy, sì è vero che molte persone sopportano di tutto pur di avere una relazione, ma vogliamo davvero farlo anche noi? Io non ce la faccio. La cognata di mia sorella si è sposata con un uomo che non le piace, molto molto sovrappeso e molto molto effeminato, ma non voleva rimanere indietro con le sue coetanee e così si è accontentata. Risultato: in caso loro non c'è una foto che li ritragga insieme, l'unica vede lui completamente nascosto da un vaso all'uopo posizionato. Durante la cerimonia di nozze lei ha tenuto in braccio il figlioletto di tre anni per TUTTO il tempo e si è tecnicamente sposata col figlio più che con il marito, figlio su cui ha riversato tutte le sue attenzioni e che sta usando come àncora, facendolo diventare un piccolo mammone piagnucolone tontolone. Dopo anni tra convivenza e matrimonio, lui dorme sul divano (perché è grosso e suda e russa, dice lei) e lei in camera col figlio. Ai parenti di lei lui fa palesemente schifo e se questo matrimonio andasse in malora farebbero i fuochi d'artificio in piazza. Lei è stressata e infelice, e cattiva. Insomma, poi è così che va a finire se ti prendi uno che non ti piace... Io penso che chi si accontenta, in molti ambiti tra cui quello sentimentale, gode solo a metà, e in certi casi lo scotto da pagare è assai caro. Ovviamente anche l'attesa e la solitudine pesano, lo so bene. Prova comunque a non attendere inerte che cambi qualcosa, sii parte attiva del cambiamento potenziale nella tua vita. Datti da fare, trova un lavoro, esci la sera. Tocca provarci, non subire passivamente.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 settimane fa (24 Giugno 2020 22:11)

      Cara Vic, di storie squallide ce ne sono e io cerco di starne sempre alla larga. Il punto è che, prima o poi, si giunge ad un momento della propria vita in cui si è "costretti" a fare bilanci. Con il tempo ho capito una cosa fondamentale: non sono io a "scartare" situazioni, persone, etc., piuttosto sono queste a scartare me, dato che sono io a creare le condizioni per essere messa in disparte. Pensare di ottenere il meglio per sé sarebbe magnifico, ma non in questo mondo, almeno non per me, perché la vita non va sempre come vorremmo e talvolta, se accontentarsi è l'unica chance rimasta, va bene anche così. Buona serata! Un abbraccio
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 2 settimane fa (24 Giugno 2020 12:51)

      Cara Vic, ho un amica che è fidanzata da quasi 16 anni con il suo fidanzato (16!) ed ha 33 anni. La conosco da diversi anni e la lamentela verso di lui e la coppia è sempre stata presente ma gli step di convivenza, lavoro assieme, ecc.. sono stati un binario unidirezionale ed inesorabile,passando sopra tutto e tutti. Ho assistito a giorni di lacrime e di strilli al telefono tra i singhiozzi seguiti da volti sorridenti a mangiare una pizza insieme come se nulla fosse successo. Da quando 2 anni fa sono tornata single i rapporti si sono allentati, sono stata onesta con lei, mettendo in evidenza queste dinamiche yo yo in occasione Dell ennesimo sfogo telefonico lunghissimo e negativo (che mi becco tutto io a pioggia). Quando mi dici, Vic, che ti senti sola ti capisco. Mi é capitato qualche giorno fa all uscita dal lavoro: tutte le mie colleghe sono salite in macchina con i loro compagni che le aspettavano ed io come sempre me ne sono tornata da sola. Ho riflettuto un po' e mi sono detta che, si vorrei qualcuno accanto ma non uno tanto per, perché il dolore é stato lacerante e tuttora ho qualche fitta. L esperienza avuta mi ha insegnato ahimé molto ed ora ho una visione molto chiara di certe dinamiche, sono meno accondiscente e voglio preservarmi. Chi rimane in coppia a forza come certe persone che conosciamo non lo giudico, non lo condivido affatto ma capisco. La mia amica non ha una storia abusante, che sarebbe un capitolo a parte, ma é semplicemente in una coppia basata sul mutuo soccorso, sull aiuto a tavolino, sulla convenienza. Di amore nessuna traccia. Capisco bene che se tutto é fatto per mantenere uno status, garantirsi certe possibilità, perdere questo "socio" equivale a perdere tutta una serie di privilegi. Anche io, tornata single, non ho solo visto sfumare i miei progetti di vita, ma anche il mio status sociale: senza casa, amici di coppia che frequentavo, tutto un network del club degli ammogliati. A conti fatti non ho perso sto granché, tutta facciata e poca sostanza, però mi sono sentita spiazzata. Raccapezzarsi, ripartire da zero, rifare amicizia, ritrovare un identità sociale, lavorativa ecc.. È tostissima. Ne sono orgogliosa ma ancora tanto devo fare ancora. Si va contro corrente, si viene tacciati come strani, gente che sotto sotto se é stata mollata vuol dire che buona non era, intransigente, ecc.. (alcune delle frasi che mi sono state riferite). Ci vuole forza, amor proprio, equilibrio, valore e valori, farsi scivolare certe critiche sterili e scrollarsi di dosso la negatività... Roba per gente con le palle. Mi auguro che il numero di questi "tignosi" aumenti! Non sei sola Vic, fai lo sforzo di mantenerti positiva, la vita ti ricompensera in tanti modi. Anche qui, con la tua esperienza ed i tuoi commenti, sei di aiuto e sostegno a tante donne e credimi, non é poco. Ti abbraccio forte.
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 settimane fa (24 Giugno 2020 21:57)

      Grazie Ally per queste parole, sei molto cara. Sei davvero una persona empatica e hai colto nel segno. Mi succede di sentirmi sola quando sento le colleghe parlare al telefono coi loro compagni e tornare a casa con la cena pronta, mentre io devo farmela sempre da sola. La mia collega di infopoint è incinta adesso e a settembre si sposerà e ha 31 anni. Mi pesa dover sentire sempre gli amici/conoscenti per sapere se escono, se vogliono fare qualcosa o stanno a casa. Mi mancano le attenzioni e la presenza di una persona da amare e da cui essere amata. Mi sembra che sia così difficile per me, mentre vedo che gli altri vanno avanti. È vero che molti si sistemano per le feste ed altri non sono felici come sembra. Ma tanti stanno bene davvero. E a me non serve chissà cosa per essere felice in amore, solo che sia amore davvero e non un surrogato scaduto. Ed è vero che si perde uno status, oltre ai progetti di vita a due. Io, ad esempio, sto cercando di andare a vivere da sola e ci andrò, ma devo ammettere che gli affitti sono davvero alti. Per un bilocale decente non si trova a meno di 700 euro al mese. Questo mi ha portato a pensare, mio malgrado, che le mie coinquiline sono andate gradualmente via tutte perchè sono andate a convivere e potevano dividere le spese, mentre io sono in questa vecchia casa da sei anni ormai perché da soli è difficile potersi permettere un appartamento. Ora che ho ottenuto un contratto a tempo indeterminato ci andrò, ma lo stipendio comunque non è alto e non potrò più permettermi diverse cose. Questo un po' mi fa rabbia e un po' mi rattrista. Tuttavia, sono anche contenta di andare via e iniziare da una nuova casa solo mia, senza ricordi e riferimenti. È vero che si è oggetto di critiche velate, come dici, ma quelle non mi toccano più adesso, perché il pensiero di non essermi saputa tenere un narcisista maligno è un punto di forza e orgoglio per me. Quello su cui rimugino, però, è il fatto di aver attirato nella mia vita molte persone di quel tipo e che, se ora sono sola, un po' sia colpa mia, perché ho sempre applicato gli stessi schemi sbagliati, pensando che la mia dolcezza e disponibilità nella coppia avrebbero potuto far innamorare. Ci vuole molto coraggio, hai ragione, e in qualche modo dobbiamo trovarlo. Dobbiamo andare avanti a testa alta, asciugando la lacrimuccia di Pierrot che ogni tanto arriva a sbavarci il trucco. In questo bellissimo articolo di Ilaria mi ha colpito molto questa parte: "Dopo che avete fatto l’amore, se siete innamorati sul serio, avete più voglia di parlarvi, di conoscervi, di stare insieme, non meno. L’aver fatto l’amore vi avvicina, non vi allontana. Dopo aver fatto l’amore un uomo che è innamorato e ti vuole bene, ti cerca di più, non di meno". Quanto è vero. Quelle volte che un uomo mi ha cercato di più sono state bellissime, e quelle in cui mi ha cercato meno sono state evidenti, ma spesso non ho voluto vedere. Ora ho aperto gli occhi e punto a un uomo che mi cerchi di più, voglio rivivere quella magia e non mi accontento di niente di meno. Speriamo che da qualche parte ci sia e che non tardi troppo. Un abbraccio :*
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 2 settimane fa (25 Giugno 2020 0:26)

      Cara Vic, comprendo ogni tua singola parola. Ho modificato un po' la mia attività lavorativa ma devo ancora continuare perché, come dici anche tu, permettermi un affitto da sola a Roma in una casa decente sembra un lusso, ma é uno dei miei obiettivi e ci tengo moltissimo. Avevo contribuito molto nella mia vita di coppia anche a livello economico e quando mi sono ritrovata con nulla tra le mani ho giurato che non avrei barattato mai per amore la mia autonomia ed indipendenza. Sia emotiva che economica. Ti capisco per le colleghe ed amiche: sembrerà strano ma sono solo circondata da donne conviventi, fidanzate, sposate o in attesa di un figlio e quando sei sempre l unica fuori dal coro ti inizia a pesare. I paragoni, per quanto possa essere aperta mentalmente, saranno sempre i ladri della mia felicità. Comunque non posso credere che non esistano donne single della mia età! Devo cercarle :D, sarebbe anche più facile organizzarsi ed uscire e chissà, da cerchia di nuove amicizie potrebbero venire fuori nuove conoscenze. Per quanto riguarda le attività da fare ricordo bene che i sabati sera sono stati ed a volte sono ancora duri per me. Sono riuscita a smarcarmi da questa trappola mentale della sfigata a casa da sola scardinando alcune convinzioni: lavorando su turni se il sabato sono stanca per il troppo lavoro o perché non me la sento di uscire non posso darmi addosso, posso comunque trascorrere del buon tempo con me stessa, dedicandomi ad attività che mi rinfrancano dopo una lunga giornata e soprattutto organizzandomi per tempo. Entrando all improvviso nel mondo dei single non sapevo proprio come comportarmi per sfruttare pienamente il mio tempo: ho iniziato con pazienza e amore anche in quello. Mi sono iscritta ad associazioni di passeggiate per Roma, circoli letterari, aderendo a newsletter per non perdermi nessun evento in città. Ho creato un agenda delle attività da fare, sperimentando soprattutto da sola per acquistare fiducia e capire cosa mi piacesse e cosa no, oltre che per conoscere persone nuove senza il comfort di una persona conosciuta accanto. Va sempre meglio. È un lavoro, mi rendo conto, ma quando ti ritrovi di botto da sola non puoi lasciare tutto all improvvisazione: mi capitava di passare il giorno di riposo in lacrime perché non facendo nulla rimanevo a rimuginare per ore. Sento che cresco ogni giorno di più nel mio qui ed ora e spero dal più profondo del cuore di poter amare di nuovo, con semplicità, desiderosa di sperimentare aspetti dell amore che non ho mai conosciuto come una carezza sincera, un come stai profondo, un interesse senza profitti. Non demordo. Non facciamolo. Faccio il tifo per entrambe :) un abbraccio fortissimo
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 2 settimane fa (25 Giugno 2020 13:56)

      Ciao Ally e Vic, ci sono stati periodi - e ancora tuttora alle volte - in cui i sabato sera a casa o le domeniche passate al parco da sola a prendere il sole mi creavano un senso di inferiorità rispetto alle coppie intorno a me e ai gruppi di amici consolidati. Ho passato dei periodi in ci davvero rimuginavo parecchio su questa cosa, spesso dandomi addosso per il fatto di sentirmi scarica e stanca. Stando con voi qui sul blog, piano piano mi sto aprendo al mondo e prendendo sempre più possesso di quelle che sento essere le mie caratteristiche naturali. E che magari ho tenuto un po' lì sotto la sabbia per tanto tempo. Ad esempio, sto cominciando sempre più a proporre uscite o parlare dei miei gusti e di ciò che mi piace con le persone che conosco. In passato, aprirmi con le persone, anche accennando a piccole cose, mi era veramente difficile. Soprattutto senza avere, come dice Ally, una spalla - che fosse un compagno oppure un'amica. Vi dico questa. Ieri sono rientrata in ufficio per la prima volta dopo alcuni mesi. Sono andata a comprare il pranzo da sola in un posto molto carino in cui vado spesso. Il barista mi conosce di vista e ho sempre notato una particolare - anche se discreta - attenzione nei miei confronti, anche quando passavo con i colleghi. Ieri ero sola e ci siamo messi a fare due chiacchiere, e lui mi ha invitata a passare più spesso per pranzo e a rimanere in sala, piuttosto che prendere il pranzo da asporto. Credo che queste occasioni si creino proprio quando siamo sole, ci sentiamo serene e magari non abbiamo aspettative di sorta. Oltre che a sorridergli e a scambiare qualche parola, io non ho fatto altro. Lo prendo come un segno positivo, e del fatto che ognuna di noi ha tanto per cui poter essere amata e tante risorse con cui amare a propria volta. Avanti tutta, ragazze!
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 2 settimane fa (27 Giugno 2020 0:16)

      Sicuramente Silvia! Ognuno di noi ha tantissime risorse dentro sé, bisogna dare una bella spolverata. Di problemi ce ne saranno sempre mille, però sono Dell idea che possono esserci anche tante soluzioni e comunque tanti atteggiamenti per affrontarli. In alto i cuori ragazze!!! Un bacio a tutte
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 settimane fa (24 Giugno 2020 22:46)

      Ciao Ally, ti ammiro molto, sai? Ci vorrebbero più donne come te, sul serio. Con le tue parole sei di ispirazione per me, davvero. Grazie! Un grande abbraccio
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela B

      Emanuela B 2 settimane fa (25 Giugno 2020 11:02)

      @Ally Mi unisco ad Emilia: i tuoi commenti sono molto efficaci, un mix di saggezza e leggerezza. Mi ricordano questi versi di John Lennon: "People askin' questions, lost in confusion, well I tell them there's no problem, only solutions..."
      Rispondi a Emanuela B Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 2 settimane fa (25 Giugno 2020 16:12)

      Grazie di cuore manu! Scrivo col cuore quello che penso e via... Mi alleno a guardare cosa ho e non ciò che mi manca e cosa posso fare se mi trovo in una situazione difficile, cosa é in mio potere e cosa no. Grazie della dedica musicale, l ho apprezzata moltissimo ❤️ un abbraccio forte
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 2 settimane fa (25 Giugno 2020 15:26)

      Emy ma grazie! Addirittura d ispirazione mi commuove :D! Cerco di non abbattermi e vado avanti! Un abbraccio fortissimo!!!!
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 2 settimane fa (24 Giugno 2020 15:23)

      Ciao @Vic, come va? Purtroppo, molta gente non riesce a stare da sola e si accontenta di chiunque pur di evitare la solitudine. Io non mi sento di giudicare: sono scelte di vita e come tali vanno rispettate. Per quanto mi riguarda, io la penso come te e ho deciso di non accontentarmi, anche perché quello che vedo in giro mi fa cadere le braccia. Onestamente, se non dovessi trovare ciò che cerco, preferisco rimanere da sola perché credo che stare con qualcuno tanto per starci mi renderebbe molto infelice. Meglio sola ma libera e serena.
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 settimane fa (24 Giugno 2020 22:19)

      Hai ragione Maria, libera e serena innanzitutto. Come disse Enrico IV: "Parigi val bene una messa". Vale la pena aspettare per ottenere qualcosa di meglio, di vero e duraturo. Speriamo arrivi presto e per tutti noi.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Shakira

      Shakira 2 settimane fa (24 Giugno 2020 15:39)

      Ciao Vic, ho letto molto attentamente la storia della tua amica e mi dispiace tantissimo perché posso immaginare il suo stato d'animo...per quanto mi riguarda non è proprio paura di rimanere senza un uomo, tant'è vero che tre anni fa in seguito a parecchi conflitti, che come conseguenza hanno portato al declino della nostra vita intima, l'ho portato da un avvocato per avviare la separazione ( nonostante io percepissi uno stipendio da fame) ma lui si è spaventato ed ha ricominciato a comportarsi bene, anzi meglio di prima...purtroppo però nella mia vita non ho mai potuto contare sull'aiuto della mia famiglia di origine in quanto quasi inesistente... ed una volta che finalmente ne ho costruita una io mi è sembrato quasi un fallimento mentre si parlava di separazione. I corteggiatori non mi mancano, ma non mi sognerei di certo di rovinare la mia famiglia per nessuno di loro, anche se la mancanza prolungata di intimità nella mia vita comincia davvero a pesarmi, non so cosa fare e mi farebbe tanto piacere un consiglio da Ilaria o da chi ha avuto esperienze simili, grazie
      Rispondi a Shakira Commenta l’articolo

    • Avatar di White

      White 2 settimane fa (24 Giugno 2020 17:18)

      @Shakira Ciao Shakira, eccomi, posso riportarti la mia esperienza che seppur in maniera molto ridimensionata ha delle similitudini con la tua. Dico ridimensionata perché non ho convissuto, tantomeno mi sono sposata però ho vissuto questa storia dove la mancanza di intimità alla fine ha portato alla chiusura del rapporto che durava da due anni. Ho chiuso io per l'effetto domino che si era creato: problemi sin dall'inizio nel trovare l'intesa giusta (e già lì avrei dovuto almeno capire che certe cose non vanno forzate) rifiuto da parte sua di ammettere per poi cercare di risolvere i problemi sessuali che palesemente aveva (e non entro nel dettaglio solo per un senso di "pudore" passami il termine , non saprei descriverlo a parole senza risultare volgare). Ho intrapreso poi una relazione con quello che pensavo fosse veramente quello giusto: intesa perfetta, i brividi sulla pelle e farfalle varie, roba da film. Film proprio perché a livello di comportamento non si è rivelato quello giusto per me. E non mi perdo nei dettagli con le mancanze di rispetto varie perché rimuginare non porta a niente. Io consigli non me la sento di dare perché non conosco tutte le dinamiche della tua storia però mi sono sentita di riportarti la mia esperienza magari ti può servire come riflessione. Morale della favola? sono single ma contenta delle mie decisioni
      Rispondi a White Commenta l’articolo

    • Avatar di Shakira

      Shakira 2 settimane fa (25 Giugno 2020 18:59)

      @White. Ciao White, grazie per avermi riportato la tua esperienza, si è vero come dici tu molte volte ci sono dei comportamenti o modi di fare che sono palesemente sotto il nostro naso e già dall'inizio sono più o meno evidenti...mi dispiace tanto per quello che ti è successo e davvero ti auguro il meglio! Per quanto mi riguarda nella mia storia è partito tutto alla grande, passione alle stelle e tante attenzioni che mi hanno portato a sceglierlo come marito, non sono mancati i problemi economici e familiari, ma il nostro amore ci permetteva di superare tutto. Poi non so cosa gli sia successo dopo qualche anno di matrimonio gli ha preso una specie di crisi esistenziale, non c'era niente che io potessi dire o fare tanto che ero entrata in una leggera depressione e quando ho trovato da sola la forza per reagire avevo deciso di lasciarlo, lui in quel momento ha capito che non voleva perdermi e ha fatto e fa ancora di tutto per non farmi mancare nulla, ma la nostra intimità non siamo più riusciti a recuperarla del tutto, inoltre devo dire anche che lui non ha nessun tipo di problema o disfunzione sessuale...Non saprei, ho come la sensazione che mi stia sfuggendo qualcosa, inoltre non credo affatto che lui abbia un'altra storia...
      Rispondi a Shakira Commenta l’articolo

  10. Avatar di Auri

    Auri 1 settimana fa (27 Giugno 2020 17:29)

    Ciao, mi chiamo Aurora, ho 22 anni e vorrei parlarvi del ragazzo che mi piace. Faccio un’intro, i dettagli più sostenuti chiedetemeli poi, così potrete darmi un aiuto più mirato Ci siamo ritrovati dopo due mesi circa senza contatti, sia a causa delle restrizioni, sia ad una situazione di litigio (stava con due ragazze, quando ci siamo rivisti mi spiegò che ero “la scappatoia dai suoi problemi” perché stava bene con me sotto più aspetti). Ci siamo rivisti, mi ha spiegato tutto, con le due ragazze aveva concluso e la terza volta che ci siamo rivisti, successe quel che successe, e abbiamo deciso (io più diretta nel parlarne) di instaurare un rapporto di sesso. Mi sembrava una soluzione onesta, non mi fidavo a pieno e non volevo rimanere delusa. Ci siamo dati l’esclusiva in questo rapporto! Siamo inciampati in tre bisticciate, la prima risolta la sera stessa per telefono, la seconda dopo una settimana senza contatti, questa volta (ieri) mi ha bloccata. La “tragedia” è avvenuta perché ha pensato che fossi andata a spiare le storie su Instagram di una sua amica (neanche sapevo fossero amici) non mi permetterei mai! Lei ha visto il mio visualizzato, ha chiesto info a lui vedendolo come amico in comune e lui si è subito alterato. Semplicemente ho cliccato sulla foto profilo di questa, essendo sul profilo di una ragazza che c’è in comune tra me e lei ma per altri motivi, sfortuna vuole era amica di lui! Non ha voluto sentir ragioni, abbiamo litigato più di quanto già non litigassimo nei giorni scorsi, ho insistito arrivando a tal punto di chiamarlo nonostante mi avesse chiesto di smettere di cercarlo e mi ha bloccata. Sugli altri social no, ma su whatsapp, messaggi normali e chiamate normali sì. Cosa ne pensate? Mi ricontatterà passato un certo tempo?
    Rispondi a Auri Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 settimana fa (27 Giugno 2020 19:24)

      Lui sta con l'altra.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Auri

      Auri 1 settimana fa (27 Giugno 2020 19:46)

      No, per certo, non sta con l’altra, ho proprio la conferma, sono sempre in posti differenti e lei so che partirà, questo è escluso!
      Rispondi a Auri Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 1 settimana fa (27 Giugno 2020 22:17)

      Cara Auri, ti sei chiesta cosa cerchi in questo uomo? Cosa stai cercando e sperando di trovare? Dalla tua descrizione io percepisco un ragazzo che si vuole fare gli affari suoi, non vuole intromissioni nella sua vita, chiaramente la triangolazione con altre donne non rende te una sua priorità, né una esclusiva. Direi che potresti cominciare a portarti rispetto, a chiedere un po' di più, a non convincerti che può bastare solo il sesso se poi guardi i suoi social. Chiedi di più, guarda in alto, te lo meriti. Un abbraccio
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 1 settimana fa (27 Giugno 2020 22:42)

      Ciao Auri: stava con due persone e nel contempo vedeva te (già parte male), tu eri la fuga dai suoi problemi (mi sembra abbastanza umiliante, sottende che ti usi per evadere) e poi avete iniziato una "relazione" sessuale. Con l'esclusiva (??). Mi sembra che questo ragazzo voglia semplicemente quello, nient'altro.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Clara

      Clara 7 giorni fa (1 Luglio 2020 13:54)

      Lui vuole avere aperta la possibilità di farsi altre ragazze. Il tuo "sbirciare" su Instagram le altre (tra l'altro sono pubblicazioni pubbliche) gli impedisce di potersi muovere liberamente nel rimorchiare altrove, perchè tu lo scopriresti. Si arrabbia per questo, ed esagera perchè lo vuole usare come pretesto per mollarti lasciandoti il ruolo della colpevole, assillante e "spiona". Cosa fare? Dimenticalo.
      Rispondi a Clara Commenta l’articolo

  11. Avatar di Lorenzo

    Lorenzo 6 giorni fa (2 Luglio 2020 1:52)

    Tutto sbagliato. Un uomo emotivamente sano non ha due modi diversi di fare l'amore, uno più caldo quando è innamorato e uno tiepido con le altre, amiche, ex che lo desiderano, avventure di una sera ecc. Lo fa sempre allo stesso modo: quello descritto nell'articolo. Perché ama e rispetta le donne a prescindere, punto e basta. Un uomo affettivamente bloccato - per tacere di narcisisti e stronzi - pure lo fa allo stesso modo con tutte, perfino con quelle che crede di amare, cioè male. Dal modo in cui un uomo si comporta a letto si può intuire il suo carattere, non se sia innamorato o meno. Di solito sei sagace, Ilaria, nelle tue osservazioni sul sesso maschile, ma questa volta hai toppato;)
    Rispondi a Lorenzo Commenta l’articolo

    • Avatar di Laura

      Laura 6 giorni fa (2 Luglio 2020 13:35)

      Elogia l'uomo che "ama e rispetta le donne a prescindere". Si rivolge ad una di loro (una professionista stimata e competente), in un commento pubblico, con frasi lapidarie e giudicanti, atteggiamento di superiorità e condiscendenza. Ottimo!
      Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di Daniela

      Daniela 6 giorni fa (2 Luglio 2020 14:09)

      Oppure esprimi la tua opinione senza denigrare un’esperta, perché potrei dire la stessa cosa della vagonata di superficialità scritte.
      Rispondi a Daniela Commenta l’articolo