Conquistare un uomo: i micidiali errori di comunicazione che commetti senza accorgertene (e che lo fanno scappare a gambe levate)

Capire un uomoSai davvero come si fa a capire un uomo?

Qualche settimana fa ho scritto un articolo dedicato alle strategie di seduzione e ai sentimenti veri.

Si tratta di un post pieno di informazioni, anche molto pratiche, che riguardano le modalità davvero efficaci per conquistare un uomo.

L’articolo contiene molte idee importanti riguardo l’attrazione, molte idee che sono alla base di questo blog, dei miei percorsi e del lavoro che faccio individualmente con le persone.

E spiega, molto in dettaglio, a livello prettamente pratico, il perché rimane fondamentale la regola per cui se un uomo ti piace davvero e vuoi conquistarlo e fare in modo che rimanga legato a te non devi mai cercarlo per prima, non devi inseguirlo, non devi corteggiarlo.

L’articolo ha fatto sì che, nell’area commenti si aprisse un interessante dibattito tra le lettrici e i lettori, che per me è stato, come di consueto, molto stimolante e molto arricchente.

Anzi, colgo l’occasione per ringraziare  chi commenta ed è così generoso/a e disponibile da offrire a tutti gli altri la propria testimonianza: credo che questo sia molto utile sia per chi legge i commenti e sia anche per chi li scrive.

Mettere per iscritto quel che si prova ha sempre un effetto di chiarificazione ed è efficacissimo per raggiungere una maggiore consapevolezza di sé, che poi è alla base del fascino e del carisma personale.

La consapevolezza di sé accresce il fascino e il carisma personale. Lo confermano anche le tante mie lettrici che hanno fatto il percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca sul titolo per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno).

Ok, andiamo avanti.

Nell’articolo che ho citato e nei commenti emergeva un tema importante: dato che è bene non “inseguire” un uomo per non fargli perdere il desiderio e il senso della conquista, per non “assillarlo” (gli uomini detestano essere assillati) e per non mostrare di essere bisognosa, che cosa è più utile fare?

Soprattutto come è possibile trovare il giusto equilibrio tra l’incoraggiarlo e il “perseguitarlo” (e quindi il mostrarsi “bisognosa”?).

E’ un tema importante, che richiede attenzione, anche perché una volta che hai trovato il “nocciolo” della questione, cioè una volta che hai capito di che cosa si tratta davvero, questo ti è utile sia nel primo approccio, sia durante la fase del reciproco corteggiamento, sia durante la relazione vera e propria.

Oggi voglio che ci concentriamo sugli errori micidiali che molte donne commettono senza rendersene conto e assumendo quell’atteggiamento che, come spiegavo in quell’articolo di qualche settimana fa, è di presunta amicizia.

Cioè: ci sono donne che quando sono interessate a un uomo, per non “compromettersi” si comportano come se gli fossero amiche.

E questo le frega. E le frega alla grande. (Posso dire “frega” sul mio blog? Sì, oggi posso!).

***

A proposito di relazioni che iniziano, di interesse tra un uomo e una donna e di come si dimostra, ho preparato un test che ti aiuta a capire perché un uomo sparisce e non ti cerca, per farlo ti basta cliccare sul bottone qui sotto:

Scopri perché non ti cerca: fai il test

 

***

Torniamo a noi.

Allora, vuoi sapere in che modo ti freghi con le tue mani nel momento in cui fai finta di essere amica di un uomo che ti piace e invece vuoi conquistarlo?

Ecco alcuni atteggiamenti di “finta amicizia” che sono tentativi di conquistare un uomo (e che a lui risultano terribilmente fastidiosi dato che rivelano un alto tasso di bisognosità).

1. Telefonargli per prima o telefonargli solo per avere un contatto con lui, dato che non sopporti il suo silenzio o la sua distanza.

Tutto ciò nelle sue varie declinazioni:

  • telefonargli con la scusa che hai sentito o letto qualcosa di interessante su un tema di cui avete parlato quando vi siete visti (e al quale ti sembrava appassionato); o perché sai che c’è un bel concerto e vuoi avvertirlo o perché qualcuno ti ha parlato di un super-mega-evento-spettacolare al quale vorresti invitarlo (o tutte cose simili, tipo l’inaugurazione di una mostra, il compleanno dell’amica comune, l’addio al celibato di un tuo carissimo amico che è suo amico su Facebook).
  • Telefonargli per chiedergli perché non ti ha ancora telefonato (ommioddio!!!)
  • Telefonargli per dirgli che sei seccata (spiritosamente, ovvio!) che non si sia più fatto sentire (ommioddio 4 volte!!!)
  • Telefonargli per fornirgli precisazioni e informazioni che lui non ha mai richiesto (e di cui non gli può interessare di meno) o dandogli indicazioni e suggerimenti (questo, con un uomo, è un vero suicidio) tipo: se ti ha parlato di un suo problema al ginocchio offrirgli il nome del tuo amico ortopedico; o spiegargli esattamente dove abiti e quali sono le tue ore libere o cose del genere. Non attaccarti alle scuse, non attaccarti a qualsiasi scusa. Per favore!

2. Contattarlo in altri modi “simpaticamente amichevoli”

Cioè per esempio:

  • scrivergli una mail
  • Mandargli degli sms
  • Contattarlo e interagire con lui su Facebook
  • Scrivergli
  • Mandargli cartoline, bigliettini, etc.
  • Capitare “per caso” a casa sua
  • Capitare “per caso” nella palestra dove si allena (o al calcetto, al campo di golf, al club, al bar dove si vede con gli amici).
  • Telefonare a quel suo simpatico e caro amico che magari è anche un tuo amico
  • E tante altre cose che significano che tu vuoi fare il primo passo verso un contatto con lui o vuoi mantenerlo. Ti prego, non lavorare di fantasia per trovare cavilli ed eccezioni: non vanno bene comunque voglia girare la questione.

3. Fare progetti e costruire castelli in aria accelerando le cose.

Cioè:

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.
  • dare consigli (lo ribadisco: gli uomini detestano i consigli non richiesti, soprattutto se arrivano da una donna); fare piani nei quali poi lo coinvolgi con inviti di vario genere; offrirgli un passaggio; offrirgli di uscire insieme e di passarlo a prendere; offrirgli di ospitarlo a dormire a casa tua, o sul tuo divano o, addirittura e peggio, nel tuo letto. Gli uomini odiano essere forzati a fare le cose. A te piace essere forzata a fare quello che non vuoi?
  •  Offrirgli di cucinare la cena, iniziare un approccio sessuale, iniziare un approccio affettuoso (che non sia un semplice sorriso, sincero e davvero interessato), e, poi, – terribilissimo – incominciare conversazioni sul tema “che cos’è e dove sta andando la nostra relazione” (?!), anche soprattutto per il fatto che di relazione non si può ancora parlare.
  • Creare un’ “occasione speciale” per voi due; mandargli piccoli “doni” (tipo foto, immagini, frasi ispiratrici), fare riflessioni a voce alta su cose che potreste fare insieme o parlargli in genere di cose che protreste fare insieme…

Insomma, tutto quel genere di atteggiamenti, parole, azioni e sottintesi che danno la netta impressione che tu pensi di essere il direttore generale della vostra relazione e della sua vita.

4. Chiedergli come “si sente”.

Allora: credo che le battute su quanto le donne e gli uomini sono diversi per quel che riguarda la capacità di percepire la propria “sensibilità”, l’“attenzione ai sentimenti” e la “consapevolezza delle emozioni” si sprecano.

Gli uomini – per una serie di ragioni tutte importanti – sono meno propensi e meno abituati a comprendere e a parlare di certi argomenti.

Lo sperimento io stessa tutti i giorni con il miei clienti di coaching individuale: il lavoro che faccio con le donne e quello che faccio con gli uomini, riguardo la percezione e la gestione delle emozioni, ha, in genere, modalità completamente diverse.

Quindi, sappi che qui ti trovi in un ambito molto “sensibile” (scusa il gioco di parole J) e molto delicato.

Nel “chiedergli come “si sente”” è incluso anche e soprattutto il chiedergli come si sente riguardo te e la relazione (giusto per ribadire il concetto).

Ora considera che – come dicevo sopra – tutti quelli che ho elencato possono essere atteggiamenti che assumi anche senza accorgertene.

E questo perché a te sembrano atteggiamenti spontanei e naturali: anzi, probabilmente ti può sembrare di non comportarti in modo naturale se non ti comporti così.

Forse addirittura ti dà la sensazione di non essere gentile.

Di non essere “carina, amichevole e simpatica”.

Puoi perfino pensare che non puoi mostrarti seduttiva e attraente, tanto da rischiare di deluderlo e di perderlo se non ti comporti come ho descritto sopra.

E invece è qui che sbagli: proprio comportandoti in questo modo lo allontani da te.

Questo è, anche se ti pare duro e crudo

Scrivi i tuoi commenti e le tue opinioni, indipendentemente dal fatto che ti abbia dato gli elementi per una piccola rivelazione personale o ti abbia fatto arrabbiare (tanto o poco che sia), o tutte e due le cose insieme.

Mi interessa davvero sapere che cosa ne pensi.

Se per caso

E, per favore, quando hai finito di leggere, ricordati di condividere questo articolo sui social (Facebook, Twitter, etc.) attraverso i pulsanti che trovi qui sotto.

Grazie!

Cordialmente

Ilaria

P.S. E’ disponibile il percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca sul titolo per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno). E’ un percorso semplice e pratico, e molto ricco di informazioni da applicare nel concreto, nella tua vita di tutti i giorni.

Ha avuto molto successo presso coloro che lo hanno intrapreso: i risultati ottenuti in termini di relazioni soddisfacenti sono stati straordinari, anche per la più sfiduciata delle donne che l’ha intrapreso.

Tutte hanno ottenuto ottimi risultati dalla sua applicazione in ambito sentimentale. Come gli altri miei percorsi, ovviamente, non è per tutti: non è un percorso per perditempo o per coloro che rimandano sempre a “domani” l’occuparsi della propria felicità.

O che, peggio, giurano e stragiurano che vogliono smettere di soffrire ma non fanno proprio nulla per migliorare e rimangono dove sono.

Di sicuro è un percorso molto utile per chi vuole liberarsi da atteggiamenti di bisognosità e vuole smettere di commettere errori fatali nelle relazioni, di quelli appunto che fanno scappare gli uomini.

A tutte le donne di valore che vogliono una storia bella e soddisfacente di sicuro lo consiglio.

Guarda le anteprime video gratuitamente e inizia il percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca sul titolo per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno).

Lascia un Commento!

848 Commenti

  1. Avatar di Sabrina

    Sabrina 9 mesi fa (11 Ottobre 2018 15:23)

    Ciao..vorrei provare a spiegare la mia situazione...io ho 28'anni e lui 29..ho conosciuto questo ragazzo ad un matrimonio, ha avuto un approccio che mi è piaciuto fin subito...tant'è che ci siamo baciati la stessa sera, nei giorni successivi ci siamo sempre incontrati (chiedeva sempre lui di vedermi)'io ho sempre detto si, perché la sua compagnia era molto gradevole...ci stiamo frequentando da un mese e mezzo...e lui ora se ne è uscito con una cosa del tipo che ha come un blocco..arriva fino ad un certo punto e poi non sa come comportarsi In un mese e mezzo siamo stati bene..lui usa pochissimo il cellulare, e lavora via tutta la settimana..però nonostante questo mi fa capire che cmq ci tiene a questa cosa.... Ieri sera mi ha esplicitamente detto di non forzare la cosa..che ha bisogno di non sertirsi forzato..perché non sa bene cosa vuole e ha voluto sapere cosa voglio io..ovvio che ora voglio vivermela tranquillamente...ma arriverà il momento in cui ci sarà da prendere una decisione..che faccio? Corro il rischio di andare avanti? Sapendo che che potrebbe esserci il problema che questa decisione non la prenderà mai? Oppure vado avanti nella speranza che il suo sia proprio una questione di tempo? Provo a farmi desiderare di più? Io sono molto affettuosa e insicura quindi il più delle volte quando è qui e non via per lavoro lo vorrei vedere sempre..e questo lo ha capito..dovrei provare a dire di no ogni tanto
    -6
    Rispondi a Sabrina Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 9 mesi fa (11 Ottobre 2018 20:19)

      Immagina di conquistarlo e di sposarlo. Se è andata così nel primo mese e mezzo, come potrebbe andare fra uno o due anni? Se fa così all’inizio, come farà quando subentrerà la routine? Cerchi questo?
      -5
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

  2. Avatar di Marta

    Marta 8 mesi fa (1 Novembre 2018 10:15)

    Credo di averli fatti tutti. A parte presentarmi a casa sua.
    0
    Rispondi a Marta Commenta l’articolo

  3. Avatar di Adelia

    Adelia 6 mesi fa (23 Dicembre 2018 0:21)

    Tutto è l'esatto contrario di quello che io ho sempre fatto con gli uomini e non sono single da 20 anni. Gli uomini voglio una compagna, un'amica e un'amante. Li ho sempre conquistati e tenuti finché ero io a decidere di mollarli. Mai stata lasciata. Sono cameratesca, solidale, amica nel senso vero del termine. Sono quella che li prende a pacche sulle spalle e che beve una birra con loro. Diventano letteralmente matti per le donne che si comportano così.
    1
    Rispondi a Adelia Commenta l’articolo

  4. Avatar di Sonya

    Sonya 3 mesi fa (21 Marzo 2019 18:05)

    Salve io avrei un problema... Ho conosciuto un ragazzo su Facebook. Ha fatto lui tutto quanto ovvero mandarmi la richiesta, mandarmi un messaggio, chiedermi il numero e tutto. Da lì ci siamo spostati su WhatsApp e abbiamo parlato per due settimane senza vederci.. Ci siamo visti sabato (16 marzo) io l'ho cercato per ringraziarlo e anche il giorno.dipo...
    -12
    Rispondi a Sonya Commenta l’articolo

  5. Avatar di federica

    federica 2 mesi fa (12 Aprile 2019 16:58)

    ciao, sono una ragazza di 22 anni e il mio ex ha la stessa mia età, ci siamo lasciati da 3 settimane dicendomi che si sentiva chiuso da me. dopo avermi lasciata io non l’ho cercato, anzi pubblicavo stati felici e lui me li guardava.. dopo 3 giorni gli ho scritto un “ciao come stai” e lui mi ha risposto subito, e abbiamo parlato normalmente..dopo altri 3 giorni mi scrive lui..e anche li abbiamo parlato normalmente dandoci anche la “buonanotte”. poi io sono sparita per due settimane, mettendo in atto il “no contact”. ieri gli ho scritto un “ciao come stai” l’ha visto ma non mi ha risposto..la mia domanda è..perchè prima appena lasciati mi rispondeva tranquillo e adesso che sono sparita e fatta risentire non mi risponde più? ti faccio anche presente che io in queste due settimane mi sono fatta vedere con il sorriso sui social.. tu cosa ne pensi? solo che adesso sono indecisa, se chiamarlo e chiedere di vederci per un caffè, o aspettare ancora un po?
    -12
    Rispondi a federica Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (12 Aprile 2019 17:19)

      Ma sì, lo sai che tutti sorridono sui social? Li hanno inventati apposta, per fare sorridere le persone. Ti senti molto più felice e appagata nel fare quei sorrisi, giusto? Ecco, per dire quanto sono utili i social. Per quanto riguarda il tuo "ex", ho come la sensazione che abbia deciso di lasciarti perché non aveva intenzione di stare con te e che non si faccia sentire perché non ha intenzione di stare con te. Lo sai che le storie possono finire vero? Consideri che a 22 anni potrebbe essere interessante anche dedicarsi a qualcosa di diverso che a certi attività tipo inseguire qualcuno che non ti vuole e postare sorridente sui social?
      2
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emme

      Emme 2 mesi fa (17 Aprile 2019 0:32)

      Ciao, vorrei che mi aiutaste a capire: conosco un ragazzo sul posto di lavoro, si capisce subito che ci piacciamo e c’è sintonia. Lui inizia a cercarmi, sempre sul posto di lavoro, con la complicità di miei colleghi, ma non mi ha mai chiesto di uscire, il numero di telefono gliel’ho chiesto io con una scusa ma lui non lo usa; eppure continua a cercarmi sul posto di lavoro perché, mi dicono i miei colleghi, gli piaccio ma non si fa avanti perché è incerto del suo lavoro e lui è un ragazzo serio, non da “storielle tanto per passare tempo “. E intanto sono passati mesi. A me sembra tutto assurdo, ma colleghi con cui lui si è confidato cercano di convincermi che quando i problemi di lavoro saranno risolti si farà avanti. Intanto a me sembra di perdere tempo ed energie e alterno momenti in cui mi illudo e sono carina con lui (e ho avuto un atteggiamento di bisogno del tipo “fatti sentire!”- e lui non si è fatto sentire-) a momenti di sconforto perché penso che non gli piaccio abbastanza. Che ne pensate? Aiutatemi a capire la verità, per favore, e come devo comportarmi. Grazie
      2
      Rispondi a Emme Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (17 Aprile 2019 14:53)

      Tu cosa vuoi dalla vita? Una relazione o briciole? Con queste premesse, anche se fosse, di che genere di relazione si tratterebbe? Ti consiglio di lasciar perdere i colleghi e soprattutto di non affrontare certi temi o di scoprire certi aspetti della tua vita sul luogo di lavoro. Sei una persona adulta, sia a livello di colleghi, sia a livello di partner, sono queste le relazioni che reputi degne di te? Le risposte non dovresti già averle tutte, in autonomia, senza dover ricercare continuamente supporto a destra e a manca?
      1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emme

      Emme 2 mesi fa (17 Aprile 2019 17:06)

      Gentile Ilaria, hai perfettamente ragione! Hai dato voce a ciò che in fondo al mio cuore c'è ma che ho paura ad ammettere. L'amore è un campo talmente delicato che è complicato da interpretare, quando lo si vive in prima persona, perché anche se questo amore non è, il nostro cuore spera che lo sia e va in confusione, si attacca a tutto nella speranza di vederlo trionfare. Avere maturità in amore è una faccenda davvero difficile...almeno per me! Grazie per le tue parole, inizio a riflettere.
      0
      Rispondi a Emme Commenta l’articolo

  6. Avatar di Ely78

    Ely78 1 mese fa (20 Maggio 2019 20:11)

    Salve, ho letto e concordo con quanto scritto nell'articolo. La donna non deve fare da zerbino, però penso che nemmeno all'uomo faccia piacere avere un tale ruolo. Mi spiego meglio, quale è il limite di questo "non cercarlo mai per prima"? A un uomo che in linea di massima cerca sempre per primo, non è lecito mandare un messaggio ogni tanto di propria iniziativa? Un come stai, un buongiorno? Davvero basta questo per fargli perdere interesse? Oppure può servire a incoraggiarlo un po'? Insomma, per un uomo che non viene mai cercato dalla donna verso cui mostra interesse, non può essere alla lunga frustrante e controproducente? Chiedo quindi quale sia la via di mezzo più opportuna, anche con degli esempi. Grazie
    16
    Rispondi a Ely78 Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (20 Maggio 2019 20:21)

      Consiglio pratico: "Buongiorno" - "Come stai?" sono messaggi di una povertà indicibile, che sanno di bisognosità e soprattutto di mancanza di reale condivisione. Bisognerebbe avere qualcosa da dirsi, da comunicare (mettere in comune), da condividere, di vero. Quindi bisognerebbe già essere in connessione, avere già abbattuto dei muri, arrivati già a un'intesa "speciale". Finché non si arriva a questo punto, soprattutto se si è donne già un po' tendenti alla bisognosità, meglio lasciare fare a lui. Non ci vedo nessun rischio di trattarlo come uno zerbino.
      -12
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di Mattia Baraldo

    Mattia Baraldo 4 settimane fa (28 Maggio 2019 1:29)

    sono un uomo etero e, vi giuro, non ho mai letto tante stronzate generalizzanti messe insieme...."non devi corteggiarlo, inseguirlo, etc...." ci sono una VALANGA di uomini etero che si sono letteralmente rotti le gonadi (maschili) di fare SEMPRE il primo passo, senza contare quelli timidi ed impacciati poi, che è come una specie di condanna sociale la timidezza in un uomo.... bene, sappiate che tanti uomini, quando vedono che sono le donne a far il primo passo, non può parer loro vero... gli uomini sono talmente abituati a dover fare "il primo passo", che quando succede l'opposto, WOW!.... ovvio, non tutti, prima bisogna CONOSCERE LA PERSONA... come fare a tenersi un uomo? CREARE INTESA, COMPLICITA', COMUNICAZIONE... e se non funziona? come viene ripetuto a dalla culla: il mare è pieno di pesci, vorrai mica scoraggiarti? :) ;) "dare consigli (lo ribadisco: gli uomini detestano i consigli non richiesti, soprattutto se arrivano da una donna)" ambé, che consiglio da chilo....se volete un misogino, affari vostri...poi però non lamentatevi...."fare piani nei quali poi lo coinvolgi con inviti di vario genere; offrirgli un passaggio; offrirgli di uscire insieme e di passarlo a prendere; offrirgli di ospitarlo a dormire a casa tua, o sul tuo divano o, addirittura e peggio, nel tuo letto. Gli uomini odiano essere forzati a fare le cose. A te piace essere forzata a fare quello che non vuoi?" EH??!!!!! AHAHAHAHAHAHAHA forzare cosa??!! ahahah chiedere semplicente? troppo difficile? "sentimenti, emozioni, etc...bla bla bla...." aridaje.... troppi uomini hanno semplicemente paura di aprirsi, non siamo per niente diversi, solo che aprirsi emozionalmente, negli uomini, è visto socialmente tabù, perchè l'uomo deve fare "l'omo" ed essere guerriero... cose deleterie in una relazione con un uomo: vittimismo, passivo aggressivo, solipsismo, ipocrisia, sessismo (misandrico), incoerenza, mancanza di umiltà, (auto)ironia ed ambizione Ma soprattuto, lasciate perdere i manuali, ognuno di noi è un universo da scoprire e riscoprire, ergo, come già detto: COMUNICAZIONE, COMPLICITA', INTESA detto da uomo etero
    21
    Rispondi a Mattia Baraldo Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 settimane fa (28 Maggio 2019 11:22)

      Uomo etero: se hai problemi ad approcciare, ci sono gli psicologi. Se sei così sicuro di quello che dici, dov'è il problema? Stai con una donna che ti piace e rilassati.
      -10
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di A

      A 4 settimane fa (28 Maggio 2019 11:39)

      Qui ci sono consigli di buon senso per le donne che ogni tanto si perdono per strada, per mille motivi. Ma vorrei ricordare a Mattia Baraldo che c’è anche pieno di uomini cornuti, che anche loro non hanno saputo tenersi la loro donna. Come la mettiamo? E soprattutto: uomini disponibili ce ne sarebbero pure, peccato che poi siano caratteriali, inconcludenti, molto problematici, insicuri ecc ecc ecc. Tante coppie “felici” sono composte da figure di questo tipo, dove la volontà di essere coppia o famiglia prevale. Sono scelte, a qualcuno va bene così, ad altri no. Quindi Mattia non confondere dei buoni consigli con la verità nelle tue mani. E, da ultimo: io sono forte e fragile, faccio da sola, ma mi piacerebbe un uomo che sapesse fare anche l’uomo, al bisogno.
      -8
      Rispondi a A Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 settimane fa (28 Maggio 2019 11:46)

      Uomo etero, hai scritto che bisogna "creare intesa, complicità, comunicazione". Bene. Io fossi in te comincerei dalla comunicazione, che mi sembra un po' carente. Detto in altri termini: non ho capito niente.
      -6
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Alisia

      Alisia 4 settimane fa (28 Maggio 2019 13:40)

      AHAHAHAHAHAHAHAH... No ma davvero? E be no certo i manuali non servono, ci siete voi uomini etero che spiegate bene il tutto sulle relazioni.....
      -4
      Rispondi a Alisia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 settimane fa (28 Maggio 2019 18:34)

      @Alisia: Ahahahahaha! :D
      -3
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

  8. Avatar di Ely

    Ely 3 settimane fa (6 Giugno 2019 8:25)

    Ciao Ilaria e complimenti per i tuoi preziosi consigli. Potresti per favore scrivere un articolo anche nel caso in cui la relazione si è già avviata o si è in fase di convivenza? Grazie.
    0
    Rispondi a Ely Commenta l’articolo

  9. Avatar di Sonya

    Sonya 3 mesi fa (21 Marzo 2019 18:10)

    Per sbaglio il mio messaggio si è inviato e non sono riuscita a completarlo.. Stavo dicendo che io l'ho cercato per due volte consecutive dopo il primo appuntamento.. Premetto che lui esce d aun a storia di 4 anni ma fin dall'inizio si è dimostrato dolcissimo, super disposto a voler portare vanti questa conoscenza.. Poi però dopo l'uscita è come cambiato.. Ce mandava sempre faccine, cuoricini e minchiatine varie con il tesoro di qua e di là.. Nonostante rispondesse piuttosto tardi.. Ora sono passati tre giorni...dire che mi senta parecchio idiota oltre che presa per i fondelli è dire poco perché mi sembrava davvero... Diverso ma si sa si fa presto a parlare.. Cmq il punto è io vorrei sapere quanto meno la motivazione per la quale è sparito (molto di voi mi diranno che non ha senso ed è stupido perché non importa la motivazione perché è finita a prescindere) quantomeno quella.. Quindi la domanda sarebbe questa... Potrei cercarlo io per sapere almeno questa cosa o sarebbe un passo stupido o inutile? Attendo risposte
    0
    Rispondi a Sonya Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (21 Marzo 2019 20:18)

      Dài che le risposte le sai già, Sonya.
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Irene

      Irene 3 mesi fa (22 Marzo 2019 7:18)

      Ciao Ilaria, secondo te è possibile che un uomo si "ecciti" o comunque si senta più sicuro di sé quando tu hai paura e sei in una posizione di subordinazione? Non intendo eccitazione sessuale intendo eccitazione da controllo,una sensazione che lo fa sentire potente .È un comportamento disfunzionale oppure fa parte della natura maschile che si debba sentire più forte della donna altrimenti non si sente coinvolto? Mi vengono in mente situazioni in cui lei ha una casa di proprietà e lui no oppure lei ha un lavoro ben pagato e lui no è questo crea uno squilibrio in lui. Saranno tutti così gli uomini? Io non voglio mostrarmi come non sono, mi ritengo una donna coraggiosa non una a cui un uomo debba badare.
      1
      Rispondi a Irene Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (22 Marzo 2019 10:11)

      Accidenti se ci sono gli uomini che vogliono sottomettere le donne e si eccitano e divertono e godono nel vederle soffrire. Sono i misogini, i sadici, i perversi. Componenti di sadismo e di misoginia sono presenti in innumerevoli tipologie di uomini, anche i famosi narcisisti perversi di cui tanto si parla, ma non solo. O pensi che quelli che picchiano le donne, le ammazzano o fanno violenza domestica (tantissimi, a tutti i livelli), lo facciano per amore e tenerezza? Non tutti gli uomini sono così, ci mancherebbe, ma molti, tanti davvero lo sono. Non tutti, ripeto, non tutti. E' nella natura maschile che un uomo si debba sentire più forte della donna altrimenti non si sente coinvolto? Queste sono domande e dubbi che fa orrore leggere. Diciamo che è nella natura di un maschilismo orribile, di una concezione dell'uomo deteriore e perversa, anche questa diffusa ma da rifuggire, combattere estirpare. Irene, nota importante: a una certa età, cioè presto, prestissimo, alcuni concetti bisogna possederli, conoscerli. Non si può muoversi nel mondo con tanto candore e tanta ingenuità.
      3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Irene

      Irene 3 mesi fa (22 Marzo 2019 13:07)

      Hai ragione.cinismo a manetta.
      -1
      Rispondi a Irene Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 3 mesi fa (22 Marzo 2019 20:42)

      Candore...già, non a caso "quell'abito" è bianco.
      -5
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Irene

      Irene 3 mesi fa (22 Marzo 2019 8:12)

      Sto rileggendo il percorso "come conquistare un uomo" in particolare il capitolo sugli uomini sbagliato. Ora. Mi riferisco al messaggio che ho scritto prima e mi lascia attonita il fatto che un uomo possa godere nel metterti in subordinazione.. Mi viene paura che tutti gli uomini siano così
      0
      Rispondi a Irene Commenta l’articolo

    • Avatar di Gloria82

      Gloria82 3 mesi fa (23 Marzo 2019 8:54)

      No non tutti, ma molti, magari solo in alcune sfumature. Per questo è fondamentale essere donne forti di testa, ben consce del nostro valore e sveglie. In modo da riconoscere al volo certi discorsi e trovarli spontaneamente assurdi e fuori luogo. Se si hanno gli strumenti non c'è nulla di cui avere paura.
      0
      Rispondi a Gloria82 Commenta l’articolo

    • Avatar di Serena

      Serena 3 settimane fa (6 Giugno 2019 11:33)

      Gloria, condivido quello che dici. Non tutti ma talmente tanti che alla fine sembrano tutti. Aggiungo che dobbiamo sempre di piu rafforzarci e usare la solidarieta' l'amore e l'amicizia cioe' i legami proforndi tra noi donne. In Italia poi c'e' un atteggiamento cosi sottilemte maschilista nelle relazioni che lascia sconcertati. Ma 'never give up' , non rinunciamo mai, perche' gli uomini consapevoli adulti e sinceri ci sono.
      0
      Rispondi a Serena Commenta l’articolo

    • Avatar di Isola

      Isola 3 settimane fa (6 Giugno 2019 12:26)

      Veramente io non l' ho perseguitato, è stato lui a iniziare e portare avanti tutte le conversazioni di persona a e su Messanger e poi a darmi il numero di telefono, proseguendo su Whatsapp. Solo 1 volta l ho iniziata io
      0
      Rispondi a Isola Commenta l’articolo

    • Avatar di Esse

      Esse 3 mesi fa (21 Marzo 2019 23:02)

      Cara Sonia, è un ragazzo ed una situazione molto banale e comune... ti ha adescata su fb e attraverso un grande impiego di energie, ha continuato le chattate fino a quando non si è stufato.. in pratica ha solo cazzeggiato. In te non ha visto l'autenticità che possiedi ma solo un passatempo, perdipù senza valore, dal momento in cui gli sei andata dietro. Dimenticalo ;) di inermi così ne è pieno il mondo... e non ti sei persa nulla.
      0
      Rispondi a Esse Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesca

      Francesca 3 mesi fa (22 Marzo 2019 7:38)

      Sonya, lascia perdere e utilizza le energie in qualcosa di più costruttivo.
      0
      Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 3 mesi fa (22 Marzo 2019 11:17)

      Sarebbe un passo stupido e inutile.
      -6
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Pabmont

      Pabmont 2 mesi fa (21 Aprile 2019 19:17)

      Ciao, sono una ragazza di 24 anni e un mese fa ho conosciuto un ragazzo più piccolo di me, siamo usciti una sola volta ed è stata un uscita tranquilla e mi sentivo a mio agio , dopo questa uscita ci siamo sentiti di meno fino a non sentirci più.. dopo un paio di giorni lo incontro in un locale e ci parlo e lui mi dice che io non ho risposto al suo ultimo messaggio (un emoticon ) e dice perché dovevo cercarti se non hai risposto , sono passati tre giorni dall ultimo messaggio e poi mi dice io volevo continuare ad uscire con te e parlare sai come rimediare. Io il giorno dopo lo contatto ma nessuna risposta, riprovo dopo una settimana nessuna risposta , nemmeno il visualizzato.. lo ho continuato la mia vita quando lo incontravo nei locali non l ho mai salutato , lo guardavo sempre poi con indifferenza.. fino all altra sera sempre in questo locale (lui non era tra i miei pensieri ) tra la folla mi allunga la mano e mi tira a Se, mi dice tutto bene e dice stasera ho bevuto un pò, dopo un po ci ritroviamo a baciarci senza mai staccarci, eravamo presi , passiamo tutta la serata cosi appiccicati. Adesso però non ci sentiamo. Sarà stato solo un momento di quella sera?
      2
      Rispondi a Pabmont Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (21 Aprile 2019 21:38)

      Mi sa di sì. Magari troverà il modo di dare la colpa a te per sparire (ha già messo le mani avanti dicendo che aveva bevuto).
      -5
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 2 mesi fa (22 Aprile 2019 11:58)

      Cara Pabmont, Da quanto racconti l atteggiamento del ragazzo mi suscita solo che indignazione. Vedo maleducazione nel non rispondere, tentativo colpevolizzare nel dare a te la colpa con la frase sai bene come rimediare... Inutile poi dire cosa penso del suo gesto alla tipo prendo, bacio, spupazzo ah ma scusami sono ubriaco. Capisci bene che ti ha usato come mero oggetto di immediata gratificazione personale. Detto cio: è necessario continuare a sentire un uomo così deludente? Cosa ti dà? Cambiamo locale? So bene che la delusione c é ma ci sono anche tutte le premesse per non continuare a farsi inutilmente del male. Forza! Alziamo un po' l asticella. Un abbraccio.
      -5
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesca

      Francesca 2 mesi fa (22 Aprile 2019 16:39)

      @Pabmont Una curiosità, quanti anni avete?
      2
      Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (25 Aprile 2019 18:56)

      Pabmont, ma dai, su, non farti trattare come uno straccio. Né dagli uomini, né da altri.
      -7
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  10. Avatar di Serena

    Serena 3 settimane fa (6 Giugno 2019 11:16)

    Cara Ilaria, grazie per questo articolo che ha rafforzato le mie convinzioni. Un uomo non va cercato mai e poi mai nelle fasi di primi incontri, che possono durare mesi. Ammetto tuttavia di aver fatto qualcuno degli errori che elenchi - paradossalmente - proprio con gli uomini che mi interessavano di piu'. Risultato: fallimento e sparizione del soggetto maschile dopo aver fatto sesso per una o due volte. Ho sbagliato a fare cio' che descrivi magnificamente: "l'amica". Errore che gli uomini non fanno, quando vogliono conquistarci, loro sono ben attenti a non diventare i nostri amici, perche' sanno e se lo dicono tra di loro - in questo sono credo piu' solidali di noi - che se diventi amico di una donna, lei non verra' "mai a letto con te / non si innamorarera' mai di te". Anche per noi e' la stessa cosa. Tutte abbiamo avuto un amico che e' sempre stato un po' innamorato di noi, ma che non ci interessava, no? Ecco io cenco di non fare questo errore con l'uomo che mi interessa. Ma ammetto che mi devo sforzare, devo impegnarmi a non mandare messaggini, coinvolgerlo in qualcosa, invitarlo, occuparmi in qualche modo di lui. Questo sforzo mi costa comunque fatica e mi stressa molto. Spesso quando mi trovo in difficolta' daventi a un uomo che mi piace ma di cui non mi e' chiara l'intenzione verso di me, cerco di ribaltare la situazione e mettermi nei suoi panni, facendo, come dire, lo specchio dei suoi comportamenti. Mi scrive, io rispondo. Mi sorride, io ricambio. Non mi cerca, non lo cerco. Non mi dice nulla di personale, io idem. Ma ribadisco e' stressante. Quindi ti chiedo cara Ilaria, cosa posso fare per alleviare lo stress che vivo nelle prime fasi del corteggiamento e dopo quando inizia una frequentazione ma non si puo ancora dire che sia iniziata la relazione? grazie mille. Serena
    1
    Rispondi a Serena Commenta l’articolo

  11. Avatar di Isola

    Isola 3 settimane fa (6 Giugno 2019 12:12)

    Grazie infinite Ilaria, purtroppo ho commesso questi errori dopo i primi due giorni di conoscenza, in quanto sono stata un po' troppo prolissa e servizievole per un suo sopraggiunto problema. È una settimana che non messaggia, ma visto che ho sbagliato solo per 24 ore , c è modo di recuperare o speranza che si rifaccia sentire? Ti sarei molto grata se mi rispondessi..
    0
    Rispondi a Isola Commenta l’articolo

  12. Avatar di Isola

    Isola 3 settimane fa (2 Giugno 2019 8:56)

    Ciao Ilaria, ciao a tutte! L articolo capita proprio a fagiuolo...Mi ha approcciato lui di persona venerdì scorso durante un incontro pubblico sull ambiente , poi ci siamo salutati velocemente senza scambiarci i nomi perché ognuno era sul posto per lavoro ed all improvviso lui è stato chiamato da un suo superiore. L ho ritrovato su fb non so neanche io esattamente come ed in soli 10 Minuti di ricerca. Mi ha chiesto come avessi fatto ed ha chattato in modo educato e ironico dandomi poi il suo numero " se hai bisogno di qualcosa in ufficio o se ti fa piacere" in quanto mi ha detto di non stare quasi mai sui social. Dopo appena due giorni di comunicazione WhatsApp mi ha detto che tra 4 giorni avrebbe dovuto lasciare casa e così l' ho informato sul fatto che conoscevo un bravo proprietario poiché avevo preso in affitto l appartamento alcuni mesi fa. La sera durante la chat iniziata da lui ed avendo lui riaperto l'argomento ' sono senza casa' gli ho ripetuto che in situazione di emergenza avrebbe potuto stare due settimane dove ero stata io. Poi la chat si interrompe, il giorno dopo, di pomeriggio , gli mando un vocale su un'altra casa ma non specifico dove e lui crede sia sempre nel paesino dove avevo vissuto io, a 10 minuti d' auto da quello in cui lavora lui e così mi ringrazia ma dice che non va bene ...che é caro. Gli faccio notare che la sera prima non ha forse letto il mio messaggio in cui gli accennavo che il mio suggerimento fosse solo in caso di emergenza. Mi risponde che è crollato dal sonno la sera prima e che dorme troppo. Ho ribadito che non si dorme mai abbastanza e poi ho cambiato discorso accenandogli di aver visto barche a vela tutto il giorno e voler riprendere e lui non ha risposto più. Insomma, come dice Ilaria, avrà provato repulsione per i miei consigli, perché sono 3 giorni che non scrive più ( avrà fatto il trasloco ieri o avantieri) Grazie mille per avermi letto e sarei molto grata se qualcuno mi rispondesse ...C è un modo per rimediare ai miei due interventi di aiuto..??
    0
    Rispondi a Isola Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 settimane fa (2 Giugno 2019 14:17)

      Rimediare a che cosa? Conosci uno come si conoscono decine di persone per motivi di lavoro. Come è normale tra persone normali lui scambia due parole cortesi con te. Lo stani, lo cerchi su Facebook, con cortesia, come si usa tra persone normali (per giunta colleghi) ti risponde. Inizi a perseguitarlo manco fosse il migliore dei tuoi amici. Che cosa vuoi rimediare? Tu parti dal presupposto che lui possa eventualmente essere interessato a te. Ma chi l'ha detto? Ma da che cosa dovresti dedurlo? Ma perché? Lascialo in pace e occupati di questa tua ansia di trovare un uomo.
      3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 3 settimane fa (2 Giugno 2019 15:13)

      Perché non ti offri di fargli gli scatoloni per il trasloco? Magari non ha ancora finito. È da lì che arriva la locuzione “rottura di scatole”. :-D
      -1
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Barbara

      Barbara 3 settimane fa (2 Giugno 2019 16:41)

      Cara Isola, rimediare con qs ragazzo mi sa che ormai puoi fare ben poco. Gli sei stata troppo addosso, in poche parole gli hai scritto troppo di tua iniziativa e agli uomini (quelli giusti cioè non problematici) non piace... persino quando sei la sua fidanzata figurati quando ti conosce appena!! Non scrivergli più e se ti scrive lui rispondi dopo qche ora, in modo gentile ma stringato.. cioè lo stretto necessario all'argomento e nulla di più! Poi per almeno altre tre o quattro volte lascia che ti contatti lui x primo (anche se passa del tempo) poi potrai farlo tu sempre che abbiate un motivo valido x sentirvi e NON con un 'ciao come stai'... come dice giustamente Ilaria. Se invece ora non si fa più sentire pensa al prossimo e 'preparati' a non fare tu i primi passi! 😉 Se invece poi lo incontri al lavoro salutalo in modo naturale, (dopo che ti ha salutata lui, non tu per prima), con aria spensierata senza fargli capire che hai pensato a lui! Fai come se non ti fossi nemmeno accorta che non ti ha più risposto!
      -2
      Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

    • Avatar di Isola

      Isola 3 settimane fa (6 Giugno 2019 12:44)

      Grazie Barbara per avermi risposto , forse mi sono espressa male: io l' ho solo ritrovato ma le conversazioni le iniziava tutte lui tranne l ultima che ho iniziato io Ora sono 8 giorni che non scrive e credo che il trasloco lo avrà finito...più o meno Sono stata un po' chioccia per i consigli sulla casa ma niente di più e solo per un paio di volte in due giorni perché mi dispiaceva ..io sono così con tutti se posso aiutare, consigliare li faccio con tutto il cuore
      0
      Rispondi a Isola Commenta l’articolo

    • Avatar di Barbara

      Barbara 3 settimane fa (6 Giugno 2019 14:01)

      Ti credo Isola. Sicuramente ha iniziato sempre lui ... solo che gli uomini sono contorti.. Ti capisco xchè anch'io come te sono una persona che se può aiuta molto volentieri gli altri, ma gli uomini x natura non lo capiscono molto qs concetto. In pratica se un aiuto o un favore lo chiedono loro, lo apprezzano ma in fondo in fondo pensano che gli sia dovuto! Invece se non lo chiedono esplicitamente, il risultato è quello di sentirti addosso!! Che esseri particolari!! Però a noi piacciono anche per questo! Diciamo che nello specifico era da evitare l'ultimo tuo contatto che da uomo ha percepito come detto sopra appunto! Cmq se è interessato a te e tu non ti fai più sentire, ti contatterà lui sicuramente prima o poi! E tu rispondi in modo gentile ma solo dopo qche ora e senza dilungarti troppo!! 😉 Se invece non ti cerca più, fregatene altamente! 😄
      -3
      Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

  13. Avatar di Micina

    Micina 5 mesi fa (13 Gennaio 2019 13:53)

    Ho rivisto dopo più di 20 anni un ragazzo che mi piaceva molto da ragazzina, ero amica della sorella e il fratello era il fidanzato di mia cugina. Ci siamo persi di vista col tempo. Qualche sera fa ci siamo ritrovati in un locale, abbiamo ballato e parlato un po' tra un ballo e l'altro. Diceva di sentirsi un pochino in imbarazzo perché si ricordava di me a 12 anni e ora ne ho 36, gli faceva strano corteggiarmi.. A fine serata mi ha chiesto il numero per rivederci per "una colazione, un pranzo o una cena..".La sera stessa mi ha scritto per sapere se ero arrivata a casa, dicendomi che ero stata molto carina.. Qualche giorno dopo gli ho mandato una foto di quando eravamo ragazzini, lui mi ha chiesto che progetti avessi per il weekend e mi ha detto che se mi andava ci saremmo sentiti il sabato. Non sentendolo gli ho scritto se voleva unirsi a una serata con amici comuni, ma lui si era dimenticato di avere una cena coi fratelli. So che era vero perché era il compleanno di uno di loro.. In tono scherzoso gli ho detto che lo perdonavo e che se voleva potevamo fare colazione o aperitivo il girono dopo. Letto ma senza risposta. Non credo di essere stata assillante o altro, alla fine gli ho solo mandato un paio di messaggi in una settimana, lui sembrava tanto interessato a rivedermi ma.. avrò sbagliato qualcosa o ha semplicemente cambiato idea? Io comunque smetto di cercarlo, chi non mi vuole non mi merita ;)
    0
    Rispondi a Micina Commenta l’articolo

  14. Avatar di Donatella

    Donatella 3 settimane fa (6 Giugno 2019 22:15)

    Ecco, ho fatto quasi tutto quello che hai scritto, cerco di essergli amica e mi frego, come dici tu. Stasera ci sono cascata di nuovo. Ho deciso sparisco, e se mi scrive gli scrivo bye bye baby
    0
    Rispondi a Donatella Commenta l’articolo

  15. Avatar di Carla

    Carla 3 settimane fa (7 Giugno 2019 6:51)

    Dopo matrimonio figlia e divorzio posso dire di aver sbagliato tutto nella comunicazione anche con gli uomini successivi. Ma sapete cosa vi dico? Che quelli che non sono voluti restare non hanno voluto capire la mia comunicazione, non si sono interessati fino in fondo e in realtà non mi sono persa niente...quindi, W me ! Tiè
    0
    Rispondi a Carla Commenta l’articolo

  16. Avatar di Alessandra

    Alessandra 2 mesi fa (8 Maggio 2019 12:04)

    Ciao, ogni tanto leggo e trovo qualcosa di interessante, ma ogni tanto proprio mi rovo d'accordo e mi piacerebbe che ci fossero uomini a scriverci e dirci come la pensano e la vedono su certe cose. Vorrei fare principalmente un commento: questa storia che noi donne "sbagliamo" perchè loro sono fatti così e colà. Boh. Io non sono giovane, e ho imparato che si sbaglia sempre in 2. Oltre a questo, vorrei mettere in campo la nozione di "maturità". Quindi, a parte il trovarsi di fronte un uomo fortemente negativo -e questo lo si dovrebbe uiintuire velocemente, soprattutto quando hai un po' capito il mondo- , quando entrambe le parti hanno sbagliato (le donne così, gli uomini colà), non interviene la maturità? Gli esseri umani sbagliano, è normale. ma se ti importalapersona che hai di fronte, la maturità non ti dà la capacità di vedere al di là degli "errori", dell'uno e dell'altra? Perchè credo che il problema sia la maturità, non gli "errori". Se non hai di fronte una persona matura, che ha voglia di mettersi in gioco, che non è aperta alla vita e a quello che può portare... Beh, altro che errori, tecniche e strategie. Non c'è nulla che regga, secondo me. Se hai di fronte una persona (uomo o donna) che mette al centro dell'universo dolo sè stessa, non ci sarà nulla che permetterà un innamoramento, semplicemente perchè chi non ha spazio e tempo per un altro essere umano, proprio non è in grado di innamorarsi. Quindi, d'accordo la buona educazione (da entrambe le parti). Per il resto, a mio parere, i sentimenti veri funzionano sempre. Da ricordare è, piuttosto, che ritrovarsi nella situazione di due persone nello stesso luogo, nello stesso momento, con la stessa maturità, è veramente difficile. Rispondetemi pure, e se c'è qualche uomo, credo ci interessi molto il suo parere! Ciao:-)
    17
    Rispondi a Alessandra Commenta l’articolo

    • Avatar di Irene

      Irene 2 mesi fa (8 Maggio 2019 15:18)

      Ciao!trovo interessante ciò che scrivi e ,ti sembrerà bizzarro ,ma lo trovo anche in linea con tutti gli articoli in questo blog!
      -13
      Rispondi a Irene Commenta l’articolo

    • Avatar di Luca

      Luca 3 settimane fa (6 Giugno 2019 10:00)

      Volevo rispondere ad Alessandra. Trovo giustissima questa affermazione che hai fatto e che cito: "Se hai di fronte una persona (uomo o donna) che mette al centro dell'universo dolo sè stessa, non ci sarà nulla che permetterà un innamoramento, semplicemente perchè chi non ha spazio e tempo per un altro essere umano, proprio non è in grado di innamorarsi." Le persone egocentriche, egoiste, troppo sicure di se, con una autostima elevata, difficilmente si innamorano e amano veramente gli altri. Ti possono piacere, puoi avere una relazione, ma se tu invece sei di caratteristiche opposte,puoi raccogliere solo delusioni. Si dovrebbe essere dello stesso tipo, ma ovviamente le persone sentimentalmente generose piacciono a tutti, anche agli egocentrici, che cercano di tenerti anche se non ti amano. (esperienza vissuta) Le persone egocentriche le sgami subito con un po di esperienza: parlano solo di sè stesse, sono molto sicure di sè , loro non hanno mai sbagliato, sono gli altri che hanno fatto qualcosa che non va, sanno fare tutto (a parole), subiscono molti torti e li hanno subiti (ovviamente è il contrario). Hanno molti impegni (tu no..) e sei tu ad adattarti, hanno molti problemi (tu no..). C'è sempre qualche piccolo difetto in ciò che fai, ma ti perdonano... ma tu non azzardarti a dire nulla perchè si offendono e fanno le vittime. Piano piano, pur di avere un pochino amore e apprezzamento ti adatti, accetti, ti accontenti delle briciole, che ti vengono elargite sapientemente, entri in una sottomissione psicologica, non ti senti mai abbastanza all'altezza e ti sbatti per esserlo. Dai amore ma non ne ricevi. Vieni tradito (esperienza vissuta) Ad un certo punto devi avere consapevolezza, capirlo, raccogliere tutte le forze e chiudere.
      23
      Rispondi a Luca Commenta l’articolo

    • Avatar di Roberta

      Roberta 3 settimane fa (6 Giugno 2019 10:43)

      Ciao Luca, mi trovo assolutamente d'accordo su tutta la linea rispetto il tuo commento e di Alessandra. Entrambi rispecchiano molto la mia esperienza passata. Gli errori servono appunto per farci crescere, a patto che questi vengano riconosciuti come tali e riflettere a mente lucida. Il problema sussiste che chi è egocentrico tutte queste riflessioni non vengono fatte, perché tutto è dovuto. Sta a noi cercare di stanare e allontanarsi.
      12
      Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 3 settimane fa (6 Giugno 2019 11:14)

      Chi è egocentrico, egoista e parla solo di sé non ha un'alta autostima e non è manco sicuro di sé...semmai è proprio il contrario.
      1
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 settimane fa (6 Giugno 2019 12:44)

      Le persone con elevata autostima sono sane e non egocentriche. Le persone egocentriche sono distruttive e pericolose perché hanno un senso del sé molto fragile. Quindi avere un centro e progetti personali è sano, manipolare e parassitare insano. Questo tanto per chiarire un paio di coordinate. Luca cerca sempre di confondere e generare sensi di colpa, fate attenzione, sono due indicatori importanti di comportamento manipolatorio.
      -15
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Luca

      Luca 3 settimane fa (6 Giugno 2019 13:06)

      Cara AnnaV, tu ed io ci scontriamo sempre :) Avere un elevata autostima intendo avere un autostima oltre il reale. Una persona che ha un autostima che non rispecchia il proprio essere non la puoi considerare sana. E poi, che cosa sto facendo io?? Sto generando sensi di colpa in persone che si comportano come ho descritto? ma vuoi scherzare ? Quelli non hanno nessun senso di colpa... Sento che tu ti identifichi (anche nei miei post passati) nelle persone con cui ho avuto esperienze negative, va benissimo, ma non per questo mi puoi dire che sono un manipolatore, è un'accusa gratuita.
      16
      Rispondi a Luca Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 3 settimane fa (6 Giugno 2019 13:37)

      Le persone che descrivi Luca, sono sbruffone non sicure di loro...
      0
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di Alexis

      Alexis 3 settimane fa (6 Giugno 2019 17:08)

      Non si tratta banalmente di sbruffoni, bensì di persone egocentriche. L’egocentismo è lo stadio precedente al narcisismo, quindi sono soggetti particolarmente pericolosi, che è bene sapere riconoscere per potersene difendere
      0
      Rispondi a Alexis Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 settimane fa (6 Giugno 2019 14:18)

      Primo. Indico come manipolatorie anche le strategie del tipo “se non lo cerco, mi cerca lui”. Secondo: non so se esista l’autostima oltre la realtà (non credo perché l’autostima non è un giudizio, ma il senso della propria dignità personale), certamente esiste la sopravvalutazione ed è tipica di chi NON ha autostima. Terzo: tu associ sistematicamente - in tutti i messaggi - autonomia personale e tradimento o comportamenti promiscui. Questo intendo: usi la morale comune e il senso di colpa per incoraggiare la mancanza di autonomia nell’altro (le donne). Scrivi sempre la stessa cosa e io rispondo sempre la stessa cosa. Se hai difficoltà ad accettare il tradimento come possibilità teorica (da quel che racconti non sei stato neanche tradito, in pratica, no?), mi sa che è meglio che rinunci alla vita di coppia.
      -15
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Vittoria

      Vittoria 3 settimane fa (6 Giugno 2019 15:16)

      Sono d'accordo, Anna. Forse Luca stesso ha le idee piuttosto confuse ed è accecato dal rancore per eventi passati. Preferisco avere una relazione con una persona con molta autostima e vorrei averla io stessa, e non ha nulla a che fare con il comportamento disfunzionale descritto da Luca.
      -8
      Rispondi a Vittoria Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 settimane fa (6 Giugno 2019 17:59)

      @Vittoria bisogna tenere conto che una donna con scarsa autostima e zero autonomia può essere di gran riposo, per un uomo. Anzi direi che sia il profilo della fidanzata ideale :D
      -9
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di M&M

      M&M 3 settimane fa (6 Giugno 2019 18:42)

      Ciao a tutti, vorrei dirvi che non sempre é vero che chi fa lo sbruffone abbia un'autostima infima. Consiglio a tal proposito un libro che per me é stato illuminante: "In sheep's clothing" di George Simon. Chi fa il "bullo", spesso nelle relazioni intime, molto semplicemente pensa di avere il diritto di farlo.
      0
      Rispondi a M&M Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 settimane fa (6 Giugno 2019 22:26)

      Come un tre-enne. Dubito che abbia grande autostima (ma ti consiglio i post sull’autostima, che non è avere una buona o eccessiva opinione di se)
      -1
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di M&M

      M&M 3 settimane fa (7 Giugno 2019 10:22)

      Esatto, come dei tre-enni, proprio così. E come tre-enni, non si pongono proprio il problema "mi sento deficitario in qualcosa ma non so che cosa". Lo fanno e basta. Per ottenere ciò che vogliono, che può essere qualsiasi cosa. E siccome vedono che funziona, e lo hanno capito sin da quando erano tre-enni, continuano. Perché lo dico? Perché per me é molto meno invischiante vederla in questo modo (e non sono la sola), piuttosto che pensare "oh, poverino, ha problemi di autostima, é per questo che fa così". Ma quale poverino e poverino....
      -2
      Rispondi a M&M Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 settimane fa (7 Giugno 2019 11:36)

      Infatti. Io ho detto che le persone con così scarsa autostima sono dannose e da evitare. A meno che tu non sia una psicoterapeuta e ti faccia ben pagare :) Cioè nella mia esperienza: un narcisista ha autostima a zero, e cerca di portare a zero anche quella degli altri, per sentirsi figo - o meno sfigato. Può essere bello intelligente competente ecc, ma ha lo stesso autostima a zero. “Problemi di autostima”, invece, li possiamo avere tutti, e vanno anche a fasi.
      0
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

  17. Avatar di Angelk

    Angelk 3 settimane fa (6 Giugno 2019 16:13)

    Inizio il mio commento con grazie Ilaria, per i tuoi consigli. Ho una storia decisamente complicata, ma vorrei un consiglio e chiedo scusa fin da ora per il mio italiano che non sarà così scorrevole. Ho 42 anni sono insieme ad un ragazzo da 18 anni, conquistato attraverso tutti i micidiali errori di cui sopra, tanto che quando siamo con amici mi prende in giro dicendo che avrebbe potuto denunciarmi per stalking. 18 anni che siamo insieme, ma non ho ottenuto nessun matrimonio e nemmeno dei figli! In 18 anni siamo cresciuti predendo strade anche diverse per interessi e filosofia di vita. Un paio di mesi fa ero dal mio medico e c'era il sostituto, ha 3 anni in meno di me e nelle 3 volte che ero stata lì negli anni precedenti mi ha sempre fatto complimenti, dal che bei capelli alla conversazione sugli interessi personali. L'ultima volta mi chiede se sono sposata o fidanzata e io gli rispondo che sì ho un fidanzato che dato i miei numerosi imegni vedo poco. ci scriviamo su messanger e mi chiede di andare a prendere un caffè insieme. Quel caffè è sato un tuffo nel vuoto ci siamo baciati e ho così tradito il mio moroso. Il dottore mi fa sentire bellissima la mia autostima cresce, sono felice. lui è un ragazzo che ha avuto solo 2 fidanzante e l'ultima sua storia risale a 10 anni fa. La cosa mi insospettisce anche perchè è un bel ragazzo (non solo a detta mia), intelligente. Ho il sospetto che sia bisex o gay perchè ci sono atteggiamenti di lui che mi spingono a pensarlo ( non ho niente contro i gay sia chiaro, ho tanti amici così e ho anche fatto da testimone di nozze per 2 di questi)... Mi dice che legge i libri di datingcoach perchè è sempre stato timido e ultimamente sta cecando d'imparare a come approcciarsi alle ragazze. Vive con i suoi genitori e il suo sogno/obiettivo è diventare un attore di Holliwood ( a 40 anni!!!!), penso che i sogni siano sempre belli e che mantengano le persone vive, ma devono essere realistici ( sono un ingegnere --> 1+1=2 non 100). Da quel caffè siamo passati ad uscire per un gelato, un giro al parco, in un motel, nel suo studio medico, poi lui è venuto alla riunione della mia associazione facendosi 2 ore di macchina....(mi ha dato prova d'interessarsi alle mie attività), è sempre stato attento e in qualche modo faceva anche programmi per portarmi in vari posti, perchè ci teneva ad andarci con me, finchè un giorno, non decido che devo trattarlo come un gioco da utilizzare solo per il sesso. Era un venerdì mi chiede quando usciamo e la mia risposta è se ti metti il camice anche stasera! lui ok, ma io gli dico che non è così semplice ho una aperitivo con amiche e una cena quindi se vuole ci vediamo dopo (quando ne ho voglia e quando ho finito), lui ok mi aspetta in ambulatorio fino a mezza notte (io arrivo anche in ritardo), facciamo sesso (spettacolare) poi ognuno a casa sua. Il giorno dopo ci vediamo ad un corso a cui gli ho consigliato di partecipare e dove io aiuto con l'associazione di cui faccio parte. Andiamo a pranzo insieme e lui vuole parlare del mio moroso dicendo che merito di meglio e che devo trovarmi qualcuno che mi ami e mi apprezzi. Dopo pranzo andiamo in montagna e mentre facciamo sesso gli dico mi preoccupo che possa arrivare qualcuno e lui mi risponde che farei bella figura così mi troverei un altro spasimante....gli chiedo perchè dovrei trovarmi un altro? e la sua risposta è perchè io me ne vado in Inghilterra e se ti vuoi continuare a divertire devi trovarti qulcun altro. Potete immaginare la mia arrabbiatura! Cerco di tornare a casa il prima possibile ma lui decide che vuole parlare e vuole parlare di cosa ho intenzione di fare con il mio compagno. Gli dico che so già cosa devo fare perchè se l'ho tradito significa che le cose non vanno bene e devo andarmene. Gli dico che non è facile e che ho paura a stare da sola perchè non ho nessuno (non posso contare sui miei genitori) e che psicologicamente sarebbe più facile se avessi qualcuno con cui ricominciare. La sua risposta mi gela: Chi credi che ti possa prendere sul serio se tradisci così il tuo compagno? nessun ragazzo con intenzioni serie verrebbe con te e ti diroò di più, nemmeno se tu fossi single, dovresti aspettare almeno 4 mesi prima di ricominciare una storia.... (Preciso che sono una donna ancora in forma e decisamente attraente, ho avuto e ho ancora molte proposte, ma non ho mai tradito il mio compagno nonostante tutte le possibilità che mi si sono presentate, prima di lui ho avuto un ragazzo per 4 anni e il primo con cui sono andata a a letto è stato il figlio di un amico di famiglia quando avevo 18 anni. So di essermi comportata male ma non mi ritengo una sgualdrina, sopratutto quando il mio fidanzato non fa sesso con me da 1 anno). Sparisco, non rispondo al suo messaggio e nemmeno lo visualizzo per 3 giorni. Lo rivedo al corso il sabato successivo e parliamo, lui mi dice che si è reso conto che le storie di sesso non sono per lui e che con me non è scattato quel qualcosa in più. Ok me ne faccio una ragione, ora devo pensare a me stessa e trovare una nuova casa e una nuova dimensione, chiudendo l'attuale relazione. Non gli scrivo più e salto anche il corso per 2 settimane in modo da non vederlo, la prima settimana, mi scrive dicendo che stava passeggindo lungo il fiume nel mio paese e mi ha pensato, così mi chiede di andare a farci un giro.... Non rispondo al messaggio, lo chiamo perchè voglio capire le sue intenzioni e non voglio perdere tempo. Durante la chiamata gli chiedo come mai mi ha pensato e mi dice che quel bosco gli ha ispirato pensieri vietati ai minori. gli rispondo che lui non era fatto per il solo sesso da quello che aveva detto e mi risponde che ha cambiato idea... peccato che io non l'ho cambiata. Chiudo la conversazione, dicendo che io da donna senza un coinvolgimeno mentale e altro del sesso non me ne faccio niente e che il sesso lo posso fare come e quando voglio. Passa un'altra settimana, mi scrive e mi chiede come sto, mi parla di un filmato della mia associazione che ha visto in tv e che ha anche firmato la petizione che stiamo promuovendo. Io non ho resistito e gli ho detto che invece io avevo visto questo (mando una foto di una panchina in un bosco) e avevo pensato a lui ... lo so sono una stupida! Ora mi ha chiesto di andarci a prendere un gelato nel suo paese (dove già mi aveva portato) dove tutti lo conoscono e dove però c'è anche il suo studio (allarme), gli ho detto che tanto ci saremmo visti comunque sabato al corso e nel caso potevamo prendere un gelato dopo ma nella mia città perchè avevo dei giri da fare. Ora io sinceramente non capisco cosa vuole da me, come devo interpretare questa cosa?
    5
    Rispondi a Angelk Commenta l’articolo

  18. Avatar di Scarlett

    Scarlett 3 settimane fa (6 Giugno 2019 15:32)

    Cara Ilaria, ti seguo con attenzione ormai da anni, e i tuoi consigli sono stati sempre preziosi per me: sono diventata un po' più brava a distinguere con chi - dei vari casi umani - mi trovo ad avere a che fare; recentemente ci sono cascata ancora ma investendo meno tempo e meno energie, e giá questa è per me una conquista; soprattutto nella fase di post-rottura agisco con più fermezza e consapevolezza, non mi faccio tante illusioni e sono diventata più concreta, applico il distacco senza troppi rimpianti anzi, convinta che non si può stare dentro una storia sbagliata, che ci meritiamo tutti accoglienza, premure, rispetto; ma volevo chiederti: c'è una strategia, un percorso che puoi consigliare, per smaltire tutta la rabbia che ti lascia dentro (e fuori, sul viso, nel corpo) una storia fallita? Purtroppo noto che nelle fasi successive alla rottura, che utilizzo per riprendere in mano la mia vita, concentrarmi su me stessa, crescere e migliorarmi ancora, tutta la rabbia si sfoga su persone che non c'entrano nulla o che sono a me care, e che mi dimostrano affetto vero e sincero (parenti, amici...). Persone a cui la mia storia non appartiene, e verso le quali dovrei comportarmi con rispetto ed essere gentile, si ritrovano investiti da miei comportamenti che diventano incongruenti e fuori contesto (se, per esempio, sto pensando che vorrei tanto averlo ucciso nel momento in cui avrei potuto, magari rispondo male a mia madre, divento nervosa con gli amici, me la prendo con mio padre perchè mi ha educata così e non cosá...). Insomma, è dura regolare le emozioni e mantenermi calma con le persone che ho accanto, in questo momento. C'è un modo per non mietere vittime innocenti quando si affronta questo percorso di riabilitazione? Scusa se sono andata off topic ma avrei bisogno di comprendere quali possano essere gli step validi per esprimere nel modo corretto le emozioni che sento senza sbagliare con chi mi vuole veramente bene e non si merita tanto nervosismo o livore. Grazie sempre e grazie a tutte/i voi del blog!
    -13
    Rispondi a Scarlett Commenta l’articolo

    • Avatar di Alexis

      Alexis 3 settimane fa (6 Giugno 2019 19:48)

      Io mi concentrerei, prima su che tutto il resto, sul perché ti vengono in mente pensieri come “vorrei averlo ucciso quando avrei potuto”, che, onestamente, sono frasi che non si possono sentire
      15
      Rispondi a Alexis Commenta l’articolo

    • Avatar di Scarlett

      Scarlett 3 settimane fa (7 Giugno 2019 18:09)

      ciao Alexis, cercavo di essere spiritosa ma evidentemente ho pasticciato: Ilaria ha intuito bene, è stata un'iperbole, infelice a quanto pare, per dire che non mi ero sganciata nel momento giusto. L'enfasi è data dal fatto che sono stufa - e arrabbiata, appunto, ma più che altro con me stessa - di ingarbugliarmi in situazioni da cui poi mi distacco ma che nel frattempo hanno rovinato il mio equilibrio e sregolato le mie emozioni (e la mia digestione). Ma c'è ancora da lavorare, da crescere e da imparare, evidentemente. Grazie per l'attenzione e le risposte.
      -4
      Rispondi a Scarlett Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 3 settimane fa (6 Giugno 2019 20:40)

      Ciao Scarlett, scrivo in risposta a un tuo messaggio anche se non ho una risposta... ma più domande per Ilaria o i lettori. Come imparare a sentirsi più in controllo ed evitare che i problemi o le ansie degli altri diventino i nostri? Domanda da un milioncino di dollari, diciamo :D Per esempio, se un/a collega è teso e comincia a farmi 200 domande su come portare avanti un progetto, come riuscire a mantenere un giusto distacco e non fare mia la sua ansia? Magari il progetto crea dei problemi anche a me, e mi sento chiamata a tenere a bada le mie questioni più le sue. Come riesci tu a non ficcarti in testa i problemi di tutta la community, per esempio? :D
      0
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Scarlett

      Scarlett 3 settimane fa (7 Giugno 2019 16:23)

      grazie di cuore, Silvia.
      0
      Rispondi a Scarlett Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 settimane fa (7 Giugno 2019 14:02)

      Ciao Scarlett, io credo che la rabbia post-relazione, eccessiva rispetto a come descrivi di vivere le relazioni in questo momento ed eccessiva in ogni caso, sia una delle tante facce di un modo di vivere tuo che non è propriamente sereno ed è lo stesso che ti porta poi tra le braccia di "casi" umani. Cioè lo schema della rabbia fa parte di uno schema di insoddisfazione complessivo, che è lo stesso che ti porta a essere poco serena e a vivere male le relazioni, con le persone sbagliate. Credo sia utile per te diventare un po' più consapevole di te, dei tuoi stati d'animo e dei tuoi bisogni più profondi. Immagino che l'espressione "vorrei tanto averlo ucciso nel momento in cui avrei potuto" sia un'iperbole per indicare che avresti voluto sfilarti da una situazione prima che diventasse coinvolgente. E' un'iperbole molto forte. Insomma, c'è un po' di incongruenza (succede) tra quel che dici di aver raggiunto (parli di "distacco") e forse la vera realtà. Incomincia a prenderti cura di te sul serio, con coraggio e con amore. Per la rabbia, dài un'occhiata a questo articolo: https://www.lapersonagiusta.com/relazioni/vuoi-essere-attraente-spegni-il-fuoco-della-rabbia
      -1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 settimane fa (7 Giugno 2019 14:08)

      Brutto demone, la rabbia. :(
      0
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Scarlett

      Scarlett 3 settimane fa (7 Giugno 2019 16:15)

      grazie Ilaria, analisi precisa e puntuale. Volo a leggere l'articolo che mi hai linkato. Un abbraccio.
      0
      Rispondi a Scarlett Commenta l’articolo

  19. Avatar di Illy

    Illy 3 settimane fa (7 Giugno 2019 19:50)

    Grazie per le Indicazioni concrete e utili. Mi chiedo se e come si possano adattare alle relazioni di lunga data (convivenze e matrimoni)
    0
    Rispondi a Illy Commenta l’articolo

  20. Avatar di Patrizia

    Patrizia 2 settimane fa (8 Giugno 2019 9:17)

    Ciao Ilaria Ho letto e riletto l’articolo . Sono d’accordo con te che non bisogna elemosinare attenzioni dalla persona che ci interessa ...però che tipo di rapporto può esserci con il pensiero costante di non farsi sentire per prima....di non creare un rapporto amichevole ...sempre cercando di mantenere un certo mistero ...atteggiamento che francamente non è nelle mie corde. Veniamo al dunque! Esistono due tipi di uomini (forse anche più) Quelli che accettano amicizia, coccole, attenzioni ecc....uomini poco interessanti a detta di tante . Quelli che vogliono la donna misteriosa da non conoscere sono in fondo (e ovviamente viceversa) e da approcciare per trascorrere piacevoli serate/nottate...senza impegno! Uomini affascinanti almeno all’apparenza... Con questa “offerta” credo che sia decisamente poco probabile e troppo complicato trovare la persona giusta.
    2
    Rispondi a Patrizia Commenta l’articolo