Conquistare un uomo: strategie di seduzione e sentimenti veri

Sedurre un uomoOggi inizio parlandoti di me, del mio lavoro con le persone che vogliono migliorare la loro vita sentimentale e di quello che scrivo su questo blog, rivolgendomi alle molte lettrici che, come te, vogliono sedurre un uomo, essere genuinamente attraenti e non aver paura del gioco dell’attrazione.

Qual è la questione personale che voglio condividere con te?

Il mio lavoro e quello che scrivo su questo blog è direttamente influenzato dalla mia evoluzione personale, dal fatto cioè che anch’io io cresco, maturo, cambio idee e posizioni.

Come avrai capito, se segui questo blog anche da poco, la mia idea di attrazione, di seduzione e di relazione felice è chiara e semplice.

Io credo che tutto dipenda da noi; cioè il fatto che tu sia attraente e che tu possa creare la relazione dei tuoi sogni dipende da te, dalla tua consapevolezza interiore, dal tuo equilibrio personale e dalla tua stabilità emotiva.

E anche da quanto hai chiari i tuoi obiettivi di vita e da quanto ti adoperi per realizzarli.

Per questo, il lavoro con i miei clienti di coaching individuale, il blog, il percorso “Come sedurre un uomo senza stress né per te, né per lui” e il programma “I 7 pilastri dell’attrazione” hanno uno scopo preciso: metterti nella condizione di occuparti con efficacia della tua crescita sentimentale di modo che attrarre e stare in una relazione diventino per te aspetti totalmente spontanei e naturali.

Questa è la mia missione.

E, per la mia missione  che per me è anche un grande divertimento e una grande passione non smetto mai di fare ricerca, sperimentare, osservare, leggere e studiare.

Qualche giorno fa riflettevo su quale possa essere il punto di giusto equilibrio tra quella che è l’applicazione di alcune strategie di seduzione puramente “di tecnica di comunicazione” e l’impegno a migliorare se stessi per raggiungere la consapevolezza “interiore”.

Ebbene, io una risposta me la sono data.

In sintesi e in linea generale è questa: molto spesso la tua capacità di usare specifiche tecniche di comunicazione e di seduzione è la manifestazione esteriore di quanto sei consapevole di te stessa, della tua capacità di attrarre e della tua indipendenza emotiva.

Cioè: se sei indipendente emotivamente e non-bisognosa, sai sedurre in modo naturale e spontaneo. E, d’altra parte, il fatto che tu padroneggi alcuni strumenti utili a sedurre, ti permette di essere indipendente emotivamente e non-bisognosa.

E’ un circolo virtuoso che si autoalimenta.

Vediamo un po’ come e perché.

Presta attenzione,  perché intanto ti dò anche qualche elemento per riflettere sulle tue modalità di entrare in relazione con un uomo che ti piace.

Sedurre un uomo: che cosa ti serve davvero

Consideriamo quella che è ritenuta la regola d’oro per iniziare il rapporto con un uomo col piede giusto.

La regola è: non cercare mai un uomo che ti piace; non inseguirlo, non corteggiarlo.

Lascia che sia lui a farlo.

Gli uomini apprezzano molto di più una donna che devono corteggiare (amano le sfide e più le sfide sono difficili, più le amano e ci si cimentano).

Tra l’altro, se permetti a un uomo di darsi da fare e di corteggiarti, puoi conoscerlo meglio.

Lo metti nella condizione di mostrarti il suo valore (cosa che gli uomini adorano fare).

Puoi, anche e soprattutto, misurare il suo sincero interesse per te. Senza che vi siano “spinte” o forzature di sorta.

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Cioè: il fatto che tu ti faccia cercare e corteggiare ti porta una serie di vantaggi collaterali.

E, soprattutto, ti protegge dal più grande rischio che corri, sia nella fase dell’attrazione e del corteggiamento, sia nella fase in cui una relazione è già iniziata e attraversa possibili momenti di crisi: il rischio di assumere comportamenti tipici della donna “bisognosa”.

Sì, perché, di questo devi assolutamente convincerti: gli uomini sono respinti decisamente dalle donne che hanno un comportamento bisognoso.

Ed è questa una delle ragioni per cui spesso “scompaiono”.

Sedurre un uomo: ecco perché lui fugge

Non ti è mai capitato il fenomeno curioso per il quale quanto più dài attenzione a un uomo, quanto più sei gentile con lui e gli sei amica e vicina, tanto più lui si allontana?

Il fatto è che probabilmente ti succede di metterti a “corteggiare” un uomo e nemmeno te ne accorgi.

Su questo tema infatti c’è molta confusione, dato che molte donne sono state educate a essere gentili e disponibili con gli altri e quindi trovano del tutto naturale replicare gentilezza e disponibilità verso un uomo al quale, per giunta, sono interessate e magari anche molto interessate.

A questo aggiungi che la confusione (e l’autoinganno) si moltiplicano a mille anche per aspetti del tipo:

–             non è chiara la vera differenza tra dimostrare interesse “sentimentale” e dimostrare interesse per un legame di “amicizia”,  per cui si gioca sull’ambiguità di questo aspetto per tentare di stare vicino a una persona che si vorrebbe sedurre (e qui c’è il rovescio della medaglia: si diventa amiche di chi si vorrebbe sedurre per fargli capire che si è interessate a lui dal punto di vista sentimentale, senza esporsi e “compromettersi”, che è un totale controsenso)

–             molte donne pensano che, di questi tempi, sia in qualche modo “necessario” corteggiare un uomo e suscitare il suo interesse (perché magari-fors- chissà bisogna vincere la sua inerzia o la sua pigrizia e “aiutarlo” a iniziare il gioco dell’attrazione)

–             molte donne pensano che se hanno un tipo di comportamento “generalmente amichevole” con un uomo, questo comportamento non può dare assolutamente adito al “sospetto” che si stia cercando di sedurlo. Cioè, molte sono convinte che trattare un uomo cortesemente come si tratta un conoscente, non significa che lui comprenda che si sta tentando di conquistarlo.

Ed è qui il più grande errore: tu stessa sai benissimo che il tuo stato d’animo e i tuoi comportamenti verso un uomo che ritieni davvero solo un amico e verso un uomo con il quale vuoi fingere di essere amica e invece vorresti come partner, sono radicalmente differenti.

Pensa solo a come ti batte il cuore e che tipo di brividi e di emozioni senti! J

E questa differenza radicale fa sì che da parte tua vengano inviati messaggi “sottostanti” ben diversi e sempre chiari: si tratta di sottili vibrazioni, ma ben percepibili.

Che, nel caso di un’amicizia trasmettono il messaggio “semplice-e-sincera-amicizia” e, invece, nel caso di “desiderio-di- sedurre-travestito-da-amicizia”,  trasmettono il messaggio: “sono bisognosa di amore e desidero conquistarti, costi quel che costi, anche di fingere semplice amicizia”.

Ora, vorrei conoscere la tua opinione sulle considerazioni che ho fatto in questo post e, soprattutto, vorrei sapere se ti interessa che io affronti più approfonditamente l’argomento anche facendo esempi pratici su che cosa è efficace per sedurre e conquistare un uomo e che cosa non è efficace per sedurre e conquistare un uomo.

Per questo sentiti libera di lasciare i tuoi commenti e le tue considerazioni. E anche le tue domande.

E, per favore, quando hai finito di leggere, ricordati di condividere questo articolo sui social (Facebook, Twitter, etc.) attraverso i pulsanti che trovi qui sotto.

Cordialmente

Ilaria

P.S. Se ti interessa iniziare un percorso che ti porti davvero ad azzerrare il tuo livello di bisognosità di modo che tu non sia “soffocante” e “respingente” quando conosci o stai con uomo che ti piace, ma anzi tu sia davvero attraente per lui, ho preparato per te “I 7 pilastri dell’attrazione”. E’ semplice e pratico.

Lascia un Commento!

206 Commenti

  1. Avatar di Vale

    Vale 4 anni fa (29 Dicembre 2014 14:11)

    gli uomini sono tutti diversi. è vero che in generale bisogna non cercarli ed opprimerli ma ci sono quelli che, invece, vogliono sentirti spesso. A me sta capitando così. Ad esempio ne conosco uno che si fa sentire ma con il conta gocce anche se giornalmente e con costanza, l'altro che addirittura mi dice come mai non mi faccio sentire!! diciamo che comunque io continuo per come ho sempre fatto.. se nel mio dna non c'è di cercare particolarmente continuo così....
    -8
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  2. Avatar di Sari

    Sari 4 anni fa (9 Gennaio 2015 19:50)

    Questo articolo mi è particolarmente utile in questo momento... Ho da poco conosciuto un ragazzo: amico di amici comuni, mi ha contattato su Facebook. Generalmente non amo questi approcci e li ignoro, ma lui è stato carinissimo e la cosa è andata crescendo. Prima mi ha chiesto il numero, poi ha cominciato a scrivermi via whatsapp, mi ha chiamato e infine ci siamo visti. Ho lasciato a lui l'iniziativa praticamente in tutto ed ero contenta di come stavano andando le cose. Se non chè è venuto fuori che ha un matrimonio fallito recentemente alle spalle. Domenica scorsa, quando ci siamo visti, mi ha fatto chiaramente capire che gli piaccio, però... A fine serata mi ha raccontato che uno dei problemi con sua mogliei era che lei non si sentiva abbastanza attratta fisicamente da lui e che si era accontentata perchè lui è il classico bravo ragazzo. Prendendomi alla sprovvista mi ha poi chiesto quanta voglia ho io di avere qualcuno accanto. Io gli ho risposto che si, mi piacerebbe avere un compagno ma che di certo non mi accontenterei di una persona solo per vedermi sposata. (E di possibilità ne ho anche avute). Per concludere mi ha detto che trova giusto al momento stare da solo. Praticamente... mi ha chiesto di essere amici?!?! Più tardi quella sera mi ha scritto ringraziandomi per la serata, mandandomi tutti i suoi turni di lavoro al rientro (starà in una città piuttosto distante per motivi famigliari per una quindicina di giorni) e chiedendomi di vederci a fine mese, quando tornerà qui. Da quella sera non si è più fatto sentire se non per inviarmi un paio di foto fatte insieme. Sono passati 5 giorni e non lasciava mai passare così tanto senza un contatto. La situazione non è delle migliori e me ne rendo conto una volta di più mentre ne scrivo. La mia paura è comunque quella di aver fatto proprio ciò che dici tu Ilaria: "Il fatto è che probabilmente ti succede di metterti a “corteggiare” un uomo e nemmeno te ne accorgi." Ho ripensato alla serata che abbiamo trascorso insieme e credo di esserci cascata... Io da lui non vorrei solo amicizia e l'ho dimostrato col mio comportamento, pur cercando di non essere invadente. Ho sbagliato? D'altronde anche il suo avvicinarsi a me non era propriamente da amico. Lui mi piace e abbiamo davvero molto in comune, ma a questo punto... Non devo fare nulla, giusto? A volte sono tentata di scrivergli, ma il mio proposito è quello di non inseguirlo. Chiedo un parere per schiarirmi ulteriormente le idee. Nella teoria sembra facile, ma quando mi trovo nella situazione perdo lucidità... Grazie in anticipo
    -17
    Rispondi a Sari Commenta l’articolo

  3. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (9 Gennaio 2015 20:06)

    @Steph: l'educazione non mi pare che spinga a comportarsi secondo il proprio vero genuino interesse, soprattutto l'educazione impartita alle donne che, tuttora, le spinge a essere gentile, buone e brave e a sacrificarsi. A parte questo, ti pare davvero che le persone siano orientate a comportarsi secondo il proprio interesse?
    3
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  4. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (9 Gennaio 2015 20:06)

    @ Sari. ma che cosa c'è di bello, divertente ed eccitante in una storia che inizia così?
    2
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  5. Avatar di Sari

    Sari 4 anni fa (10 Gennaio 2015 12:02)

    In effetti nulla Ilaria! Non è affatto divertente essere paragonata alla ex moglie ed essere confinata nella zona amicizia. Tra l'altro so cosa vuol dire essere 'amica' del ragazzo di cui sei innamorata e non voglio che mi succeda di nuovo. Ora però non so davvero come comportarmi... Quando tornerà meglio parlargli chiaro ed esprimergli il mio non volere solo un'amicizia o semplicemente lasciar perdere e prendere le distanze? Grazie infinite per l'attenzione
    -2
    Rispondi a Sari Commenta l’articolo

  6. Avatar di Vale

    Vale 4 anni fa (10 Gennaio 2015 19:22)

    @Raffaella: so che magari la mia risposta non verrà mai letta dall interessata ma ci tenevo a darle un aiuto rivedendomi in lei quando ero ragazzina. Quando uscivo con le amiche finiva che loro piacevano ed io no. Allora ho iniziato a studiare i loro comportamenti comparandoli ai miei. Ciò che ho notato è che loro parlavano poco ma chiare... ridevano e scherzavano ma non erano loro ad intrattenere. Ho capito che ciò che attraeva era proprio questo. Forse tu sei una timida che combatte la timidezza eccedendo per attrarre. Gli uomini, invece, sono attratti da qualcosa di meno manifesto, più misurato. Non sto dicendo di non essere simpatica ma di non cadere nell eccesso per compensare all insicurezza. Cambiando modo di pormi ed essendo sicura del mio valore ho attratto molto di più.
    1
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  7. Avatar di mary

    mary 4 anni fa (14 Gennaio 2015 23:50)

    stiamo ancora alla storia dei ruoli...
    -4
    Rispondi a mary Commenta l’articolo

  8. Avatar di Viola

    Viola 4 anni fa (16 Febbraio 2015 23:51)

    Buonasera Ilaria,interessante articolo, come sempre,però chiedo una cosa, sempre che ciò sia possibile: ok leggere e cercare di memorizzare ciò che NON dobbiamo fare, ma è possibile avere qualche dritta in più su COSA DOVREMMO fare? Ho riscontrato lo stesso riserbo di consigli anche in altri articoli. Grazie della cortesia, competenza e professionalità. Viola
    1
    Rispondi a Viola Commenta l’articolo

  9. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 4 anni fa (17 Febbraio 2015 12:43)

    @ Viola: sicura che non ci siano le dritte? O forse fai un po' fatica a vederle perché sei concentrata su altro? :)
    1
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  10. Avatar di simo

    simo 4 anni fa (8 Giugno 2015 20:32)

    Cara Ilaria è da parecchio che seguo il tuo blog e,seguendo i tuoi consigli,hoevitato tanti sbagli che commettevo.Ma purtroppo ancora commetto errori.Ho conosciuto un uomo che mi piace.All'inizio gliel'ho fatto capire e,non ottenendo riscontro ,mi sono allontanata.Ci siamo conosciuti ad un corso di ballo e lo frequento solo quando ci sono feste ed eventi organizzati dalla scuola.Ora,è sempre lui che mi cerca,io non lo faccio mai,seguendo quello che consigli,anche se solo in amicizia per il ballo. Ieri mi ha scritto un messaggio di buona domenica,non l'aveva ma fatto,io ho ringraziato e contraccambiato. Gli ho chiesto che cosa avrebbe fatto di bello,una domanda innocua ma,non mi ha più risposto....l'ho spaventato? :)))) io non mi faccio illusioni ma,quell'augurio mi sembrava un modo per approcciare,tu che ne pensi?
    -6
    Rispondi a simo Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela2

      Michela2 4 anni fa (9 Giugno 2015 9:49)

      Simo, cosa significa l'ho spaventato? Tu ti spaventi se una persona ti chiede cosa avresti fatto di bello? Se tu prendessi un bambini di 3 anni e gli chiedessi cosa fa di bello pensi che si spaventerebbe?Sicuramente no...E se per una domanda innocua non si spaventa un bambino figurati un uomo adulto... Ti dico la mia, lui non sapeva cosa fare ed essendosi accorto di un tuo interesse ha deciso di mandarti il messaggio di buona domenica (un po' a caso perchè sapeva che avrebbe avuto considerazione da parte tua...) tu invece di non rispondere (uno che d'improvviso ti manda una buona domenica puo' anche non meritare risposta...e secondo me era la soluzione migliore...) o di scrivere giusto per educazione: "contraccambio".Hai risposto con una domanda che, visto i precedenti del manifestato interesse nei suoi confronti, ha fatto pensare: "la tenta..." e lui è sparito. Succedeva anche a me quando facevo uguale uguale a te...Poi ho smesso di rispondere agli sms idioti. Se interessato non si fermerà ad una non risposta...Crediamo di piu' in noi...!!!
      4
      Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

    • Avatar di simo

      simo 4 anni fa (9 Giugno 2015 11:59)

      @Michela 2 grazie per la risposta! Lo sapevo che non dovevo rispondere,ma....continuerò a seguire i consigli. Baci
      2
      Rispondi a simo Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela2

      Michela2 4 anni fa (9 Giugno 2015 12:53)

      Si' io a quel tipo non risponderei proprio più...
      1
      Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  11. Avatar di Mafra

    Mafra 4 anni fa (21 Giugno 2015 9:57)

    Grazie......credo di stare nella fase della"bisognosa"....qs uomo (sposato come me è con il quale ho una relazione da tre mesi) mi sta aiutando ad uscire da un brutto momento...ma mi rendo conto che più ne approfitto e più lui diventa una crocerossina, non un amante......sento che ci stiamo allontanando...
    -9
    Rispondi a Mafra Commenta l’articolo

  12. Avatar di Steph

    Steph 4 anni fa (9 Gennaio 2015 16:42)

    Ilaria, posso farti una domanda? Trovandomi d'accordo con l'articolo (corrisponde perfettamente a quello che ho riscontrato nell'esperienza), mi chiedevo: se molte donne commettono lo stesso errore, esiste una ragione "storica" (anche perchè hai accennato all'educazione)? Mi sembra strano che moltissime persone siano portate a fare qualcosa che danneggi la loro felicità, potrebbe essere che in passato un modo di comportarsi simile funzionasse, o c'è qualche altra spiegazione, cosa ne pensi "sociologicamente"? :)
    5
    Rispondi a Steph Commenta l’articolo

  13. Avatar di Francesca

    Francesca 4 anni fa (29 Agosto 2015 1:08)

    Ciao Ilaria..io l altro giorno invece ho commesso l errore di chiedere ad un amico in comune di chiedergli se voleva prendere un caffè con me..lui ha rifiutato perchè scrupoloso nei confronti del mio ex visto che lo consce e ci ha incontrato insieme a casa di questo amico in comune..in più sa che mi sono lasciata da due mesi, e il mio ex si era accorto della simpatia nei confronti di questo ragazzo..l ho spaventato vero? mi son pentita di avergli fatto sapere del mio interesse..che faccio ora?
    -7
    Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

  14. Avatar di arianna

    arianna 4 anni fa (1 Settembre 2015 17:17)

    Ciao Ilaria, leggo da un po' il tuo blog. Credo i tuoi articoli siano sempre molto vicini alla realtà...però forse alla realtà italiana, dove l'uomo italiano ama le sfide e ama essere il predatore che insegue la preda. Infatti più rifiuto un uomo quando mi chiede di uscire e più diventa insistente e pure fastidioso. Però, per mia esperienza personale non è così se ti devi rapportare con un uomo straniero, nel mio specifico caso un americano. Per loro se fai la preziosa per così dire e ti fai vedere troppo impegnata nelle tue cose, aspetti che sia sempre lui ad invitarti fuori, a mandarti un messaggio e via dicendo lo percepiscono come una mancanza di interesse verso la loro persona e dunque per non risultare insistenti passano oltre. Devo dire che abbiamo l'Atlantico in mezzo per qualcosa, la loro cultura è diversa e il loro modo di approcciare e corteggiare è diametralmente opposto al nostro. Almeno per quanto riguarda la fase iniziale del corteggiamento.
    0
    Rispondi a arianna Commenta l’articolo

    • Avatar di Valeria87

      Valeria87 4 anni fa (1 Settembre 2015 18:30)

      Ciao, Arianna. Scusa, ma "La verità è che non gli piaci abbastanza" non è stato forse scritto da un americano? :-) Io ho viaggiato un po' per lavoro, così ho amiche di diverse nazionalità. Quando si finisce a parlare di uomini, un sacco di volte (ma davvero un sacco) mi sono trovata a sentire discorsi uguali a quelli che fai tu: "E ma sai, gli uomini spagnoli non fanno la prima mossa", "E ma sai, gli uomini finlandesi, se non ti dai da fare tu...". Io credo una cosa: un uomo di valore è disposto a impegnarsi per ottenere quello che gli interessa. Che sia cinese, italiano o americano non cambia: se un obiettivo gli interessa davvero, compirà tutte le azioni necessarie per raggiungerlo.
      9
      Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Gioia

      Gioia 4 anni fa (1 Settembre 2015 19:20)

      Bravissima Valeria, discorso preciso e diretto... è giusto!!!
      0
      Rispondi a Gioia Commenta l’articolo

    • Avatar di Gnuni

      Gnuni 4 anni fa (1 Settembre 2015 19:13)

      Lasciali perdere quelli che credono che se una donna dice "no" alle avances voglia dire sì, non sono sani...
      1
      Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

  15. Avatar di Lana

    Lana 4 anni fa (1 Ottobre 2015 17:25)

    Ciao Ilaria, reduce da diverse conoscenze "andate male" sto cominciando a chiedermi se sia in me ad esserci qualcosa di sbagliato. Questo status mentale mi getta in uno stato di allarme per me stessa ( ho già un'autostima pari quasi a zero) e mi induce in un preoccupante atteggiamento di "bisognosità"... Sto cercando di applicare i tuoi consigli e quindi quando conosco un uomo cerco di non essere troppo pressante, violando la mia natura istintiva, ma poi qualche volta cado mio malgrado "in tentazione"... E come mi hai fatto notare vedo ripetersi sempre gli stessi schemi. Una decina di giorni fa ho conosciuto un uomo che sembrava piuttosto preso e incuriosito da me, ci siamo visti due volte, l'ultima risalente appunto a 10 giorni fa... Il punto è che io mi sono permessa di manifestare la mia disapprovazione e il mio disappunto per il fatto che avevo ben intuito che si sentisse anche con altre. Da lì ha cominciato a mostrarsi più distaccato, allora mi sono impuntata e gli ho detto che non volevo più vederlo, forse anche per vedere la sua reazione. Lui ha reagito con "remissività", dicendo che accettava la cosa, salvo poi farmi un invito all'ultimo minuto per vederci e chiarire. Ma io ho reagito male perché la vedevo come una mancanza di rispetto contattarmi quasi a mezzanotte per incontrarci, così ho rifiutato e lui offeso, ha pensato bene di non farsi più sentire (da circa 6 giorni è sparito). Forse sto perdendo un po' di consapevolezza (oltre che di autostima) e ho bisogno fortemente di un parere esterno. Io non ho voluto più contattarlo perché penso sempre che se un uomo è davvero interessato si impegna un po' di più di quanto ha fatto il suddetto, nonostante non ci siano per niente i presupposti per sentirsi "legato a me". Sono io ad essere esigente e a pretendere troppo o mi capitano tutti uomini completamente disinteressati a me? Come fare per uscire da questa spirale senza sentirmi la "causa di questi rifiuti"?
    0
    Rispondi a Lana Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (2 Ottobre 2015 5:27)

      Lana, esigere rispetto é un ottimo inizio per coltivare la propria autostima. Se allontani da te gli omuncoli, metti in pratica una forma di autodifesa sana ed efficace... Avanti cosi! ;-)
      4
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  16. Avatar di Michela2

    Michela2 4 anni fa (2 Ottobre 2015 16:44)

    Si' almeno si parla a voce.Io onestamente non sono molto favorevole alle storie a distanza perchè trovo che sia molto importante la presenza. O la distanza si annulla (uno dei 2 si trasferisce) oppure è una storia con molte carenze se ti puoi vedere una volta al mese.Leggendo qui sul blog solitamente ci sono donne che credono di vivere una storia a distanza e uomini dall'altra parte che non sanno neanche di averla questa storia.Dovremo farci molti meno film (parlo anche per me perchè in passato mi ero fatta affascinare da un tizio che stava distante, a 1000km e conosciuto qui.)Bello il flirt finche è durato per le 3 settimane delle sue vacanze qui.Bello l'anno dopo che è tornato per 2 settimane qui ma sono quelle storie che se vissute bene ti lasciano un bel ricordo e stop... Manca poco più di un mese e tra 10 giorni smetto di lavorare :-))) yuppy!!!
    2
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  17. Avatar di Fede

    Fede 4 anni fa (2 Ottobre 2015 0:52)

    Ciao , io ho conosciuto un ragazzo e ci sentiamo da tre mesi... Ci siamo visti una volta ... Perché lui lavora a Londra e Nn abbiamo occasione di rivederci... Però ci sentiamo tutti i giorni ... E ci sentiamo solo su messenger, e vorrei tanto che ci scambiassimo i numeri... E fargli capire che per me è importante e che nn lo voglio perdere ... Glielo devo dire ... Devo essere sincera ???? Perché questa situazione mi fa stare male... E nn voglio perdere tempo... Voglio sapere cosa lui vuole da me.... Datemiiii un consiglio!!!! Grazie
    -1
    Rispondi a Fede Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (2 Ottobre 2015 12:33)

      Cosa vuole lui? Restare in contatto con te senza impegno alcuno... e senza spesa (telefonare costa, messenger no). Perché? Ha cosi importanza saperlo? Neanche lo conosci davvero... Se lui non fa passi verso te, non c'è motivo perché tu ne faccia verso lui. Stai serena, pensa a te stessa vivi la tua vita e coltiva relazioni con persone vicine a te, con il corpo e con la testa. Con il cuore, é una tappa successiva che puo' esserci come no... solo il tempo puo' dirlo.
      5
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Michela2

      Michela2 4 anni fa (2 Ottobre 2015 14:41)

      Ciao Gea, ormai anche telefonare costa poco, nel senso che ci sono tot minuti e tot telefonate comprese nel piano tariffario a tot euro al mese.Quindi anche chi telefona non si spreca molto, l'ideale sarebbe muovere la macchina, con quella di sicuro si spende ;-). Questo per dire che sentire una persona per mesi e non vederla mai è una perdita di tempo.
      3
      Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (2 Ottobre 2015 15:50)

      Ciao Michela, si, ormai anche telefonare (pure dall'estero) costa poco, c'è anche skype etc... ma volevo dire che il tizio in questione non fa manco questo. E poi telefonare significa parlare, comunicare a voce. Se non si muove minimamente verso Fede, non merita che Fede si muova verso lui. P.S. quanto manca? Un mesetto? ;-)
      2
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 4 anni fa (2 Ottobre 2015 16:53)

      Vi siete visti una volta sola? Quando vi siete conosciuti quindi?
      1
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

  18. Avatar di Marta

    Marta 3 anni fa (8 Novembre 2015 11:54)

    Ciao a tutte! Parto col dire che sì, ammetto le mie colpe: sono stata bisognosa, assillante e a tratti anche un po aggressiva; conseguenza di ció il ragazzo con cui mi son vista per pochissimo tempo si è completamente freddato (nonostante abbia mantenuto la sua accentuata premura nei miei confronti). Lo so, sono entrata nel panico perche fondamentalmente sono una persona insicura e so,oltretutto, che lui ha ancora un forte pensiero per la sua ex storia finita malissimo. Ahimè si è innescato il meccanismo per il quale più lo cercavo, più venivo allontanata e più entravo nell' ansia ingestibile (che invece avrei dovuto gestire!!!) Comunque...se prima ci incontravamo tutti i giorni, per un motivo o un altro, ora non è piu possibile causa lontananza. Lui però non ha smesso di cercarmi, nè di scrivermi...anzi... anche se son solo chiamate e messaggi gentili, ma non particolarmente "rivelatori": non si sbilancia assai. Io rispondo molto gentilmente e in modo propositivo, ma non sono mai io a fare la prima mossa. Ho paura di sbagliare di nuovo. La domanda adesso è: cosa devo fare? Lui spera di rivedermi (adesso non è proprio possibile).
    0
    Rispondi a Marta Commenta l’articolo

  19. Avatar di Erika

    Erika 5 anni fa (20 Settembre 2014 13:10)

    Articolo interessante, come molti altri. Ma attenzione! Non facciamo di tutta l'erba un fascio. Non tutti gli uomini sono uguali. Difatti ho potuto constatare direttamente in diverse occasioni che , purtroppo, ci sono uomini che invece apprezzano comportamenti esattamente opposti a quelli che hai descritto. Del resto ho letto anche qui commenti di uomini che confermano ciò. Non a tutti gli uomini piace corteggiare e conquistare una donna. Non tutti sono cacciatori. Anzi. alcuni, a fronte di una donna che si mostra molto indipendente, non bisogno e sicura di se, scappano, indietreggiano, di certo si sentono tutt'altro che stimolati ad interessarsi ad una donna che mostra apertamente di non aver bisogno di loro...e forse di nessuno. Io ho sempre messo in pratica tutto ciò che hai sopra descritto. Non perchè le abbia lette qui o altrove, ma perchè sono fatta proprio così! non è da me buttarmi ai piedi di un uomo, non importa quanto sia fantastico, attraente, speciale, figo ecc. Non mi piace essere pressante, invadente ecc. Non è proprio nella mia natura. Mai fatto la gatta morta in vita mia. Eppure mi sono resa conto che questo mio modo di fare spesso allontana gli uomini più che avvicinarli. O per essere precisa, allontana gli uomini che non si sento abbastanza sicuri e fiduciosi. Diverse volte mi è stato detto da molti uomini (amici, conoscenti, colleghi...o anche ex) "Tu sei una donna di fronte alla quale un uomo si sente in soggezione. Sei troppo bella, sicura di te, intelligente, autonoma, indipendente, forte. Non sei una che va con il primo che capita. un uomo per avvicinarsi a te deve essere molto molto sicuro di se stesso". Questa è l'impressione che faccio alla maggioranza degli uomini. Attenzione, non sono nè una donna difficile nè aggressiva, anzi sono molto molto dolce e femminile. Ma evidentemente il mio essere sicura e indipendente spaventa molti uomini. E quindi che dovrei fare? essere meno bella, meno intelligente, meno sicura, meno autonoma? Per conquistare chi? Un uomo che ha bisogno di avere una mammoletta vicino per sentirsi forte, macho, un maschio Alfa? io preferisco avere accanto a me un uomo sicuro di se, un uomo con gli attributi, che ama avere accanto a se una donna che non si sente né inferiore né superiore a lui, ma sullo stesso piano. Mi chiedo se vi siano uomini così! Vorrei davvero avere, cara Ilaria, una tua opinione in merito. Grazie. E complimenti per il bellissimo blog.
    1
    Rispondi a Erika Commenta l’articolo

    • Avatar di Serena

      Serena 3 anni fa (17 Dicembre 2015 16:54)

      Ciao Erika, ho letto la tua breve storia e mi ci sono ritrovata in pieno. Ovvero? Anche io non sono una pressante, invadente, mai fatto la gatta morta semplicemente perché, come te, non è nella mia natura. Non ho dietro di me una fila di uomini con cui messaggio, per niente. Anche a me è stato detto che sono bella, intelligente, simpatica, matura per la mia età (ho 22 anni) etc. Anche io non sono difficile né aggressiva, sono anzi solare e divertente, mi è stato detto che sono femminile e sensuale. Ed è stato detto anche a me che sono una che mette soggezione (sarà perché sono alta 1,80 e non rinuncio anche al tacco 12 cm;)), quindi più difficilmente abbordabile. Quindi dici che allontani gli uomini non abbastanza sicuri e fiduciosi. Ti sei già risposta da sola, sai? E non puoi chiederti "E quindi che dovrei fare? essere meno bella, meno intelligente, meno sicura, meno autonoma? Per conquistare chi?", scherzi vero? Tu dovresti abbassarti di livello, sminuire la tua persona, svalorizzare il tuo essere, solo per avere accanto un ometto qualsiasi? Anzi, io sono ben felice di essere quella che sono, di "mettere soggezione", perché tengo alla larga uomini che non mi interesserebbero, senza carattere per quella che sono, che sono insicuri, quindi alla lunga, anche se iniziassi a frequentarli, mi annoierei. Perché? perché io sono un donna indipendente, che non ha BISOGNO di un uomo qualsiasi se no la sua vita non può continuare o non può essere felice. Io non ritengo l'uomo un MEZZO per rendere la mia vita più ricca e più felice. La mia vita è felice e la sto costruendo ogni giorno, per renderla felice, però partendo da me stessa, non dal mondo esterno. Questo non vuol dire che non mi piacerebbe avere un uomo, ma il soggetto sarà un uomo indipendente e sicuro, e contribuirà ad arricchire la mia vita, ma non ad esserne il punto centrale, altrimenti si cade nel bisogno. Guarda cosa fanno gli uomini sicuri; hanno i loro interessi, le loro passioni che coltivano e non mettono al secondo posto per una donna (guarda a caso sono affascinanti) etc, non stanno a correre dietro a donne poco insicure e bisognose di loro, che diventano piovre e gli tolgono l'ossigeno. Questo per dirti che, tu sei consapevole di chi sei (non un'ameba) e di chi vuoi accanto (non un ameba), perciò smettila di farti queste domande su cosa dovresti fare per conquistare un uomo. Vuoi l'uomo sicuro? Fidati che gli uomini sicuri corteggiano. Non bisogna fare di tutta un'erba un fascio? Quelli che non corteggiano per me non sono sicuri e lasciano che sia la donna più sicura di loro a corteggiarli. Ma il fatto che un uomo corteggi non vuol dire che fanno tutto e la donna scappa e basta. Come la donna che corteggia non vuol dire che cerca lei sempre l'uomo. Ci si corteggia a vicenda, ognuno semplicemente fa la sua parte. E' un gioco e si gioca in due. Corteggiare per me, vuol dire essere consapevoli della propria persona e del proprio fascino per attirare una persona che ti interessa. Non resto impassibile di fronte a un uomo che mi corteggia, se questo mi interessa, lo corteggio anche io, da donna, che non è lo stesso modo che ha di corteggiare un uomo. Adesso non ho un uomo? E allora? La mia vita è comunque bella, la costruisco pezzo per pezzo, con le mie passioni, i miei interessi; tengo alla cura del corpo e della mente. Per questo sono convinta che ciò che siamo, ciò che pensiamo, attiri le persone che corrispondo a ciò che siamo; ovvero, se sono una persona insicura, senza autostima, ahimè non farò altro che attirare persone che se ne approfittano, perché si nutrono di quella insicurezza, cosa che non farebbero MAI con una persona SICURA, perché semplicemente questa prende e volta i tacchi ;) Perdona la lunghezza, ma spero possa esserti utile!
      5
      Rispondi a Serena Commenta l’articolo

  20. Avatar di Venus

    Venus 3 anni fa (10 Aprile 2016 22:26)

    Leggendo l articolo ho letto tanti consigli interessanti sul fatto di assumere un comportamento "sfuggente" verso gli uomini per conquistarli (cosa che io non faccio mai purtroppo) e capisco perche' le storie mi vanno sempre male ! Ma se loro sono i primi all inizio della conoscenza a cercarci e riempirci di messaggi e chiamate a tutte le ore dimostrandoci il loro " interesse" se cosi' si puo" definire ! E poi dopo fuggono..allora cosa bisogna fare? Rispondergli o no?
    0
    Rispondi a Venus Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (11 Aprile 2016 8:34)

      Ciao Venus, uno che scrive e telefona a tutte le ore non lavora / non studia oppure cazzeggia durante il lavoro / lo studio... e vuole impressionare all'inizio di una conoscenza o relazione. Rispondi con moderazione e quando hai tempo. Non interrompere quello che stai facendo. Non c'è urgenza... mica sei il 118! ;-) Se é un pirla (nella maggior parte dei casi é cosi), si offenderà e (fortunatamente per te) si allontanerà. Se invece é solo un ragazzo ancora un po' immaturo nei suoi slanci (quanti anni avete?), ma ti vuol bene davvero, allora sarà l'occasione per maturare. L'amore vero é qualcosa di meno appariscente ma di molto più concreto e solido che una raffica quotidiana di sms-mail-chiamate. Buona giornata!
      1
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo