Vuoi conquistare l’uomo giusto? Interrompi il circolo vizioso delle relazioni sbagliate

Le relazioni sbagliate da evitareOk, l’hai capito, in questo articolo parlerò di chi è sempre in relazioni sbagliate e che non funzionano, è nel circolo vizioso dei rapporti tossici e non riesce a stare lontana dagli uomini sbagliati.

Quello della scelta del partner giusto è un argomento importante, che tratto ampiamente nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”.

E quello dell’avere “sempre storie sbagliate” è  un tema che interessa a molte donne che vogliono sedurre (io lo affronto di frequente con le mie clienti di coaching personale).

Credi che interessi anche a te?

Di seguito ti propongo una serie di affermazioni. Verifica un po’ in quante ti ritrovi.

1.  Sono spesso attratta dai “mascalzoni”, dagli “st***i”, dagli uomini “immaturi e “inaffidabili”. O mi metto con uomini sposati.

2.  Quando sono in una relazione (o all’inizio di una relazione) la mia occupazione principale è quella di fare felice il mio compagno.

3.  Se c’è qualcosa che non mi piace nella mia relazione e che vorrei cambiare, molto spesso lascio stare, metto da parte i miei sentimenti e le mie emozioni per evitare litigi, conflitti e delusioni.

4.  Di solito esco con uomini che tendono a essere prepotenti, a controllare e a imporsi e che si arrabbiano se non faccio quello che vogliono loro.

5.  Mi scuso anche quando so benissimo che non è colpa o reponsabilità mia.

6.  Se il mio uomo è offeso o arrabbiato con me, non riesco a pensare e a occuparmi di altro finché la questione non si risolve.

7.  Uno dei momenti più sereni per me, nel mio rapporto, è quando torna la pace dopo un bisticcio o un malinteso: mi pare che mi si presenti finalmente l’opportunità giusta per diventare una compagna migliore (o addirittura la compagna ideale!) per il mio partner.

8. Il mio ragazzo e io abbiamo una relazione che funziona sempre ad alti e bassi, come un giro continuo  sulle montagne russe: c’è un momento in cui va tutto bene. Ok! Improvvisamente e senza ragione lui si arrabbia con me. Io mi scuso e faccio di tutto per ricucire. Facciamo pace per un po’. Poi si ricomincia dall’inizio. E così via, in ciclo continuo di alti e bassi…

9. Il senso personale che ho del mio valore varia in base a come mi tratta il mio compagno. Il senso del mio valore dipende da lui.

10. Dico la verità: so benissimo che dovrei frequentare un “bravo ragazzo”. In effetti ci sono almeno un paio di ragazzi di questo genere che mi cercano in questo momento. Ma a me non interessano. Ho paura di annoiarmi in una relazione troppo calma e tranquilla…

Relazioni sbagliate: ti ci ritrovi?

Beh, se ti sei identificata in una o più di queste affermazioni, in effetti sei un po’ dipendente dalle storie infelici. 

E probabilmente ti trovi in una di queste due situazioni (o anche in tutte due assieme, giusto per non farti mancare niente):

I) hai paura di annoiarti scendendo dalle montagne russe e mettendoti al fianco di un “bravo ragazzo”, perché hai la convinzione che “la vita normale” non sia divertente ed eccitante;

II) sai bene che devi dare un taglio a tutte ‘ste storie sentimentali del piffero, ma non hai idea di come fare…

Vediamo quali passi puoi compiere fin da subito:

Che cosa fa innamorare un uomo e lo fa impegnare in una relazione?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Intanto (passo A), una considerazione di puro buon senso (sai di quelle cose che potrebbe farti la tua Mamma o la tua amica più grande e/o più saggia? Non sbuffare all’idea, aspetta, anche se la pazienza non è il tuo forte!):  anche se ti eccita da matti e ti fa sentire viva passare da una storia (sbagliata) all’altra, potresti fare qualcosa di nuovo nella tua vita. Fermarti per un po’. Stare da sola per un po’ di tempo.

Oserei dire: qualche mese! Anche un anno intero! Ti prendi un po’ di tempo per… te. Sì, per quella persona che di solito ignori, dato che ti occupi solo e sempre di compiacere un uomo.

Ok, fine della parentesi di buon senso. Se no qui ci perdiamo un po’ l’adrenalina che ci dà l’idea di essere in una “situazione disperata”. Mica che ci sembri per un attimo di essere donne “normali”.

Torniamo alla nostra praticaccia per donne “sfortunate in amore e irrecuperabili”.

Voglio condividere con te quello che io ho osservato in passato su di me e che continuo a constatare nel mio lavoro con i miei clienti e con chi mi scrive o mi chiede consiglio.

Probabilmente anche tu come molte altre donne nelle tue stesse condizioni (lo so bene perché ci sono passata anch’io) ti sei abituata a stare in relazioni sbagliate perché ti sei accorta (consapevolmente o inconsapevolmente) che ti danno emozioni forti.

Gli alti e bassi sono eccitanti perché è vero che quando ti trovi in basso ti senti disperata, ma quando sei in alto, beh ti pare di essere in paradiso. E questo ti fa sentire come l’eroina di una grande, meravigliosa avventura.

Di fatto, anche in una relazione sbagliata, che tu te ne renda conto oppure no, ricevi dei vantaggi emotivi, che forse sono nascosti e “strampalati” – e infatti si chiamano “vantaggi secondari” – ma che ci sono comunque.

Quindi, (PASSO B), rifletti con calma e con pazienza: quali sono i vantaggi secondari che hai nelle tue relazioni sbagliate? (Che si tratti di una relazione nella quale ti trovi in pieno o di relazioni passate, non importa.)

Potrebbero essere del genere: soffrire ed essere sempre in ansia ti fa sentire viva; essere la “vittima” di un uomo difficile ti fa sentire importante; aspettare per ore, giorni e/o mesi le attenzioni di un uomo scostante e distante ti fa vivere il sesso con lui a mille… eccetera, eccetera…

3 passi per non soffrire

A questo punto (PASSO C) concentrati,  usando anche molta creatività,  sul modo in cui puoi raggiungere gli stessi obiettivi emotivi (sentirti viva, sentirti importante, sentirti attratta o qualsiasi altra cosa) senza per forza metterti nel “simpatico tritacarne” di una relazione sbagliata con un uomo sbagliato.

Comprendi i tuoi bisogni, in modo da soddisfarli nel modo davvero più utile per te. Costruttivo e non distruttivo.

Perché, sai, probabilmente, puoi essere felice e “viva” anche in autonomia, partendo da te stessa, e, perfino, oso dire, al fianco di un “bravo ragazzo” che non ha come obiettivo primario quello di fare polpette di te, per sentirsi vivo lui.

Lasciami i tuoi commenti e le tue opinioni.

E, per favore, quando hai finito di leggere, ricordati di condividere questo articolo sui social (Facebook, Twitter, etc.) attraverso i pulsanti qui sotto: di sicuro questo articolo è utile ad altre persone, a donne che vogliono comprendere se stesse e “bravi ragazzi” che intendono capire certe “stranezze” feimminili…

Cordialmente

Ilaria

P.S. A proposito di comprendere i tuoi bisogni, proprio oggi ho ricevuto l’interessante testimonianza di una mia cliente – Beatrice – che ha acquistato il percorso “I 7 Pilastri dell’Attrazione” e mi ha scritto: “Mi è stato utilissimo e mi ha aperto gli occhi. Soprattutto mi ha fatto diventare consapevole e mi ha chiarito le idee su alcuni miei bisogni profondi che prima o non sapevo riconoscere o non sapevo ascoltare. Grazie Ilaria!”

Lascia un Commento!

123 Commenti

  1. Avatar di Licia

    Licia 5 anni fa (4 Dicembre 2014 11:25)

    Ecco ora mi sveglio stanca e nauseta nel vedere ripetersi senza fine le stesse dinamiche, mi sono venute proprio a noia!!! Voglio perdere al mia vita a lamentarmi, a dire che sono sfortunata, che non ho incontrato il vero amore, o ad aspettare che questo vero amore mi cada dal cielo! La vita non si fa prendere in giro, l'Universo non ti regala ciò che tu non sei disposto a fare per te stesso. Se vuoi ricevere devi dare, e se io do cose di poco valore ricevo cose di poco valore. Stop. Non si può bleffare! Mi sono cheista dopo aver letto l'articolo, ma come faccio se non riesco? Al momento la soluzione che mi pare percorribile è questa: fare quello che devo fare per vivere bene e migliorare le mie relazioni, anche se non mi viene naturale, perchü mi viene naturale in contrario. Visto che cio che mi viene naturale mi porta risultati che non desidero, mi sforzerò di fare iol contrario, ciò che so che a lungo termine mi porterà finalmente i cambiamenti tanto desiderati, e farò anche "finta" finchè non diventerà vero. Nel senso che inizialmente dovrò aiutarmi con un po' di immaginazione. Grazie!!
    Rispondi a Licia Commenta l’articolo

  2. Avatar di Angymandr

    Angymandr 5 anni fa (5 Dicembre 2014 14:31)

    Mi ci ritrovo anch'io nell' 80% degli errori commessi Sto cercando di riparare grazie all'aiuto di Ilaria Non è facile Ma è anche vero che molti si vendono per quello che non sono Non è che ci caschi ogni volta Però anche un minimo di sincerità da parte dei maschietti non guasterebbe
    Rispondi a Angymandr Commenta l’articolo

  3. Avatar di La chicca

    La chicca 5 anni fa (15 Gennaio 2015 12:46)

    Qui sono tutte sveglie, poi nella vita reale sono tutte pecore! A parole è sempre tutto facile.....
    Rispondi a La chicca Commenta l’articolo

  4. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 5 anni fa (15 Gennaio 2015 12:54)

    Brava La chicca! Complimenti! Ehilà, chissà come ti senti bene adesso che hai lasciato questo geniale commento! Chissà quanto la tua vita è migliorata e quanti problemi ti sei risolta, con solo due righe! Avanti così!
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  5. Avatar di tuttasbagliata

    tuttasbagliata 5 anni fa (27 Gennaio 2015 23:13)

    Vorrei comprendere come poter uscire da una relazione sbagliata che mi fa stare bene e male allo stesso tempo. La persona che frequento è uno che ama le donne. Un tipo schietto, di poche parole lo definirei uno stronzo sincero. Mi ha cercato, incuriosito e abbiamo iniziato a frequentarci senza impegni, siamo entrambi sposati e mai avrei pensato di iniziare una storia così assurda. il mio matrimonio non ha problemi di sorta, sono sposata da 20 anni, non cercavo nulla. Sono una donna senza pregiudizi, non mi sono mai considerata una bella donna, ma lui apprezza me per come sono. E' riuscito ad incuriosirmi, a sbloccarmi, con lui sono disinibita, come non lo sono mai stata con nessuno, ho fato esperienze che mai avrei pensato di fare, lui non fa promesse. Lui mi ha cercata perché gli ispiravo sesso. Ed è stato sempre sincero, non vuole coinvolgimenti ne impegni. Ed io ho cercato di non farmi tirare dentro a questa storia in tutti i modi. Lui sembra non provare alcun sentimento eppure sa regalare delle emozioni fortissime... sono confusa. Accetta dei regali se glieli faccio, ma non ne fa mai... il suo regalo è se stesso... mi disorienta ha una sicurezza di se esagerata. Ho cercato di allontanarlo da me, perché mi disorienta... Eppure, da quando c'è lui nella mia vita sono più sicura di me stessa, sto meglio ho perso peso e tengo di più alla mia persona. Sono sensibile, gentile io non centro nulla con lui. Tutto è chiaro, tutto deve andare avanti senza coinvolgimenti, senza sentimento. Giochiamo, scherziamo quando ne abbiamo voglia. A volte mi sorprende, sembra essere gentile, per poi tornare ad essere freddo distaccato. Ogni volta che l’ho trattato male per allontanarlo da me, lui pazientemente incassa “le mie paturnie” come le chiama lui, i miei sensi di colpa, le mie esagerazioni. Poi con calma mi parla e mi riporta a ragionare. Mi chiede cosa vorrei da lui … e lui cerca di assecondare i miei desideri… per evirare di perdere un rapporto che entrambi sappiamo essere speciale. Abbiamo un'intesa unica potremmo incontraci anche dopo anni e non cambierebbe nulla . Abbiamo litigato per delle incomprensioni, è stato duro diretto, insensibile.. ho deciso di non avere più niente a che fare con lui. sappiamo entrambi che Lui non ha bisogno di me ed ora neanche io di lui. ... Eppure ci siamo di nuovo cercati, abbiamo trovato il modo di appianare i dissapori di trovare una strada per evitare di coinvolgerci, di non vederci se non solo quando veramente lo vogliamo entrambi. Niente chat, niente social network... E così sono 4 anni che andiamo avanti tra alti e bassi, ci allontaniamo, ci ritroviamo e cerchiamo il modo di non perderci. Ma il punto sta che quando ci rivediamo ricomincia tutto da zero, come se il passato non esistesse: per noi esiste solo il presente. Non ci facciamo domande personali, non siamo gelosi viviamo i nostri momenti per quello che sono, senza aspettative. Lo so è una relazione sbagliata, sono sposata come lo è lui. E credeteci io ci sto male, vorrei poter provare queste emozioni con il mio compagno. Ma con lui non c'è la stessa intesa... non c'è mai stata. Io amo mio marito e non vorrei mai perderlo. Con tanta diplomazia e discrezione andiamo avanti. Mi accontento solo di ciò che può darmi, forse perché in quel momento sto veramente bene e ne vale la pena. In fondo compensa ciò che mi è sempre mancato nella mia vita: la passione. Ci cerchiamo e ci sfuggiamo… Entrambi sappiamo che non potrà durare, che prima o poi dovremo staccarci, e quando ci sentiamo un po’ troppo vicini, cala il silenzio, per poi ritrovarci a distanza di un tempo indeterminato, e ogni volta che ci vediamo sono scintille. Non so mai se lo rivedrò, eppure ogni volta che sento la voglia di vederlo lui per incanto appare, e basta suo saluto per farmi scordare i momenti bui, i momenti no. Lo so mi sto facendo del male da sola ma non so come uscire da questa storia assurda, lo so cosa vuole da me, non me l’ha mai nascosto , Io ho paura di perdere la testa per lui, e penso che a volte vorrei essere come un uomo, lasciami trasportare solo dalle emozioni senza pensare ai ma, ai se ai perché… ma purtroppo sono una donna e quando lo sento lontano soffro.
    Rispondi a tuttasbagliata Commenta l’articolo

  6. Avatar di Michela2

    Michela2 5 anni fa (28 Gennaio 2015 10:24)

    Tuttasbagliata, sembra che hai raccontato un romanzo!!!
    Rispondi a Michela2 Commenta l’articolo

  7. Avatar di tuttasbagliata

    tuttasbagliata 5 anni fa (28 Gennaio 2015 16:13)

    A parte il mio modo di scrivere.... Purtroppo non è un romanzo è ciò che sto vivendo. Il suo modo di fare mi lega a lui e non riesco a svincolarmi.... so che è una relazione sbagliata che dovrei chiudere definitivamente, l'ho bloccato in tutti i modi e invece troviamo sempre una strada per ricontattarci per incontrarci, non abitiamo vicini, non frequentiamo gli stessi ambienti e neanche le stesse persone. Se all'inizio era una semplice avventura ora non riesco a non rivederlo. Spesso mi sento in gabbia, ed ora non avrei mai voluto iniziare una relazione di questo tipo. Eppure ogni volta che lo allontano trova il modo di ritrovarmi, pesa le mie parole e le usa per convincermi a non allontanarmi definitivamente da lui, mi fa sentire in colpa. Alterna periodi in cui è in silenzio e momenti in cui è super presente... e mi disorienta. Ogni volta che penso di averlo allontanato definitivamente, lui torna e ricomincia tutto da capo. Vi assicuro che non è facile, bisogna essere in mezzo a una relazione di questo tipo per capire che trappola sia... e le difficoltà ad uscirne. Probabilmente il problema è mio... e non so come affrontarlo.
    Rispondi a tuttasbagliata Commenta l’articolo

  8. Avatar di Vale

    Vale 5 anni fa (29 Gennaio 2015 13:13)

    tendo a fare il punto 6.. ma anche nelle amicizie. Ora tendo a fregarmene ma non nego che ne ho ancora la tendenza :(
    Rispondi a Vale Commenta l’articolo

  9. Avatar di Gabriele

    Gabriele 5 anni fa (27 Febbraio 2015 18:38)

    Praticamente ,non posso esprimermi liberamente con la mia ragazza,non si puo dire di no nella maggiorparte dei casi esempio per andare in un locale con amici ecc qualsiasi cosa , e viene presa che uno non vuole venire ,che te ne freghi ecc ecc assurdo. Una persona e libera di sciegliere se fare qualcosa o meno o se gli piace o meno e una cosa naturale almeno da parte mia,sempre casini per ste robe . dovevamo andare in montangna a far un giro con un altra coppia di amici ..viaggio piuttosto lungo e altitudine elevata ,ma io purtroppo soffro di mal d auto vomito mal di testa e quindi non me la goderei la giornata anche se a me piace la montagna ,e quindi gli ho detto meglio di no ,ed e stata presa che non volevo venire ecc quando le ultime due volte sn stato malissimo.ed venuta fuori una discussione mah....certe ragazze sn innaturali ,realtà zero.
    Rispondi a Gabriele Commenta l’articolo

  10. Avatar di Maria Grazia

    Maria Grazia 5 anni fa (17 Giugno 2015 10:42)

    Ho letto e mi sono identificata a quasi tutti i punti mi innamoro sempre di persone sbagliate ke mi fanno soffrire...ma vorrei veramente incontrare la persona giusta x me....grazie Ilaria e buona giornata
    Rispondi a Maria Grazia Commenta l’articolo

  11. Avatar di Barbara

    Barbara 5 anni fa (23 Luglio 2015 23:40)

    Ciò che dici nell'articolo è reale in modo surreale!
    Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

  12. Avatar di Nirak

    Nirak 6 anni fa (30 Ottobre 2013 12:42)

    il mio problema la momento è che non riesco a staccarmi da un ragazzao con cui ho una relazione complicata e stare solo con un ragazzo che invece non mi da problemi ne ansie e che non è litigioso come l'altro..uff
    Rispondi a Nirak Commenta l’articolo

  13. Avatar di Veronica

    Veronica 4 anni fa (23 Settembre 2015 1:16)

    Ciao io sono Veronica, sono immersa in una relazione alquanto strana,nel senso che io e questo ragazzo non stiamo insieme e non ci vogliamo stare, ma non appena ci vediamo i nostri ormoni vanno a mille,non riusciamo più a controllare la nostra voglia di sesso e per quanto so che è sbagliato perché non porterà mai a nulla, non riusciamo a dire di no e finiamo sempre per farlo e pentirci. Non so come uscire da questa situazione,gradirei ascoltare un tuo consiglio. Saluti,Veronica :*
    Rispondi a Veronica Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (23 Settembre 2015 10:49)

      Non capisco il motivo del vostro pentimento: cornificate i vostri rispettivi compagni, oppure è solo un rigurgito veterocattolico del senso di colpa per aver commesso "atti impuri"? Se non avete storie in corso e nessuno/a di voi due sfrutta sessualmente l'altro, ma vivete bene i vostri momenti erotici... perché pentirvi?
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  14. Avatar di Ornella

    Ornella 4 anni fa (19 Aprile 2016 16:59)

    Il mio ragazzo ogni volta che litighiamo mi obbliga a chiedergli scusa. Io non capisco cosa ci trovi di così bello nel vedermi prostrata ai suoi piedi implorante... Mi sembra che non ci tenga per niente. O meglio , tiene più al suo ego che a me.
    Rispondi a Ornella Commenta l’articolo

  15. Avatar di Beatrice

    Beatrice 4 anni fa (20 Maggio 2016 8:44)

    Ciao e complimenti per il blog! Spesso in passato ho avuto storie sbagliate come quelle descritte dall'articolo...ora sto frequentando da pochi giorni un uomo, con me è molto premuroso , ci stiamo conoscendo con calma, e stiamo bene insieme ma è stato sincero dicendomi che si è lasciato da poco settimane, che è rimasto scottato ma che comunque vuole andare avanti.... io credo che non sia pronto per una nuova relazione, che debba elaborare la fine della storia prima di buttarsi subito in un'altra...non so forse smettere di vederlo e dargli del tempo per stare solo...
    Rispondi a Beatrice Commenta l’articolo

  16. Avatar di Matilde

    Matilde 4 anni fa (8 Febbraio 2016 8:05)

    Buongiorno, ho collezionato una lunga serie di amori sbagliati. Tutte esperienze che mi hanno lesa nel profondo, sia nell'intimo dell'autostima sia nel mio corpo. Prima (dai 15 anni fino ai 20) mi innamoravo di tutti uomini fantocci, tutti tronfi delle loro qualita', ma profondamente stupidi. Si sono presi gioco di me, mi hanno spesso colpevolizzata per assurde mancanze fisiche. Forse hanno sentito l'odore del mio desiderio di un amore tutto mio, ma ad oggi mi dico che questo di certo non li autorizzava a trattarmi ai limiti della buona educazione e del buon senso. Quando a me non e' piaciuto un ragazzo ho sempre avuto un certo tatto e rispetto nel farglielo capire. Avevo paura di ferirlo. Ora sono diversi anni che non mi "innamoro" piu' di uomini di pessimo carattere, pero' mi e' capitato di "subire" l'innamoramento di due persone, profondamente diverse per esperienze e per eta'. Entrambi si sono professati grandi, grandissimi innamorati, pronti a sposarmi (!), eppure alla prima apparente difficolta' sono spariti! Guardo con distacco il loro modo di comportarsi, il loro modo di relazionarsi con me, e mi dico: per fortuna e' finita. Mi sento un po' piu' preparata e pronta per affrontare una storia giusta, ma manca la possibilita' di incontrare dei possibili partners. Esco molto poco, e faccio un po' fatica ad entrare in relazione con gli uomini. Non so come gestire le mie uscite da single, da premettere che non ho la fortuna di una amica fidata con cui uscire. E quindi sono "molto sola". Sara' pure infantile da parte mia, ma devo ammettere che mi deprime molto l'avvicinarsi del 14 febbraio. Cosa fare? Perché e'tutto così difficile? Grazie. Buon lunedì :)
    Rispondi a Matilde Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesca

      Francesca 4 anni fa (5 Giugno 2016 15:40)

      Cara Matilde ho letto con simpatia il tuo post. Un po perché anch'io ho incontrato una persona per la quale ero diventata la sua famiglia, ero l'unica persona al mondo di cui si fosse mai innamorata (ti parlo di un uomo di più di 50 anni) eppure alla prima sua difficoltà é scomparso in gran velocità...certo non senza prima mandarmi un messaggio di congedo su whatssapp! In merito ala conclusione della tua lettera....immagino tu sia ancora molto giovane...non lo dici ma ti penso intorno ai 30 anni o poco più.....ebbene io ne ho qualcuno di più e mi sono trovata a ricominciare alcune volte nelle vita o anche solo, ho accompagnato all'altare le mie migliori amiche....che negli anni si sono fidanzate e poi felicemente sposate...e hanno avuto poi bambini...e quindi mi sono trovata a fare i conti con delle nuove compagnie da frequentare. L'ultimo che ti dicevo mi ha dato il ben servito appena due mesi fa e io stavolta non mi sono lasciata sopraffare dalla malinconia (anche se c'è eccome se c'è ) ho iniziato a guardarmi intorno e mi sono detta che un'estate passata a sognare a quello che non è stato ( mi aveva promesso vacanze nella sua casa al mare) non laverei proprio fatta...per rispetto a me stessa e alla vita e al tempo che mi viene donato. Così sono partita dalle mie passioni: il tennis e il trekking (che da anni non facevo più per mancanza di compagnia!) mi sono iscritta a un fine settimana a metà luglio e a una settimana in agosto di tennis in un club toscano e sono appena tornata da un trekking nelle Marche. Ho conosciuto e conoscerò gente nuova, non mi aspetto il principe azzurro..anche se vorrei davvero poter cornate il mio sogno di avere una relazione affettiva appagante e giusta per me, ma almeno mi muovo, mi relaziono con altri e scopro lati di me che non conoscevo....soprattutto non mi commisero e non mi piango addosso. Non voglio annoiarti ulteriormente con le mie chiacchiere ma ti posso dire con sicurezza che gente che vuole conoscere altre persone possibilmente affini a loro stessi, ce n'è tanta, basta solo uscire dai propri schemi, dalla zona di confort e buttarsi un po nel mondo...in modo tranquillo senza eccessive aspettative ma con il sorriso per l'incontro con l'altro....Non è sempre facile, soprattutto se si è timidi...io lo sono..ma poi le cose, gli sforzi ti ritornano indietro con gli interessi e quando meno te lo aspetti. Coraggio...fiducia e forza! Un abbraccio
      Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

  17. Avatar di testarda

    testarda 4 anni fa (27 Giugno 2016 11:13)

    Bellissimo articolo come sempre Ilaria! Mi sento di lasciare il mio commento perché anche io ho passato la fase "che noia il bravo ragazzo, w le emozioni forti". Mi è durata 1 anno e mezzo, alla chiusura di una relazione importante di 6 anni, e sai che mi è successo? Che all'inizio è stato bello cacciarsi in queste storielle (i vantaggi secondari ci sono stati, gli alti e bassi sono eccitanti) ma arrivi ad un punto in cui, come dici tu, che il troppo stroppia e la percezione di me è cambiata, ero diventata dipendente e bisognosa dell'altro per sentimi viva, avevo dato a sconosciuti il "potere" di cambiarmi e di cambiare il mio stato d'animo a seconda di come girava la relazione con il bel tipo di turno...sono precipitata nella somatizzazione che non ti descrivo ma, fidati, stavo male. Ora leggo tuoi articoli con un altra mentalità, sono single e sai che ti dico? Che l'amore che voglio ricevere è il mio e, al massimo, quello di un "bravo ragazzo" perché di sicuro con i st*** ho chiuso!
    Rispondi a testarda Commenta l’articolo

  18. Avatar di Barbara

    Barbara 4 anni fa (20 Agosto 2016 15:53)

    Cara Ilaria, come capire davvero se si è in una relazione sbagliata con l'uomo sbagliato oppure se siamo noi donne a ricadere sempre nel circolo vizioso di alcuni comportamenti errati elencati da te nell'articolo, rovinando così una relazione che in realtà sarebbe giusta con l'uomo giusto? Io mi ritrovo molto ahimè nei punti 2, 3, 6 e 7 quindi è chiaro che l'uomo dopo un pò perde interesse e si allontana ma se invece fosse stato quello giusto...?
    Rispondi a Barbara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (20 Agosto 2016 16:19)

      Ciao Barbara, tu ti dài anche sempre la colpa, che non è un atteggiamento utile, anche se è molto comune tra le donne che poi mettono in piedi storie disfunzionali. Per cui io ho il sospetto, ahimé, che non si tratti di uomini giusti e nemmeno di storie giuste... Comincia da te: non è uno slogan, è davvero il punto di partenza più importante, lasciare andare gli schemi disfunzionali e prima ancora le convinzioni che li muovono.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  19. Avatar di Debole

    Debole 3 anni fa (30 Agosto 2016 20:09)

    Salve. È la prima volta ke scrivo in qualche forum o cose del genere e se lo faccio è perchè ho bisogno di un consiglio. Spiego brevemente. Sono fidanzata da 1 anno con un ragazzo di 2 anni piú giovane di me. All'inizio tutto bene, mi riempiva di attenzioni, aveva voglia di vedermi, etc. Da 5 mesi è impegnato col lavoro, non mi cerca piú come prima, ci sono litigi continui, provo a spiegargli che sto male che mi sento triste e lui risponde " quando ti senti allegra mi chiami". Poi ultima cosa la madre mi manca di rispetto e lui non dice nulla, mi ha chiamato scostumata e lui niente, per il mio compleanno e onomastico non mi chiama per gli auguri, lui pretende che chiamo la mamma per gli auguri visto che da poco arriverá il suo compleanno. Gli ho detto non la chiamo e lui risponde allora non farti piú sentire. Che fare?! Anche se immagino giá le vostre risposte, ma aiutatemi! Grazie mille in anticipo
    Rispondi a Debole Commenta l’articolo

    • Avatar di Debole

      Debole 3 anni fa (30 Agosto 2016 20:12)

      Dimenticavo: a volte capita che per 3 giorni non mi chiama manda un messaggio ogni tanto poi riprende a chiamare e poi di nuovo cosí. Siamo stati anche 2 settimane senza vederci.
      Rispondi a Debole Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (30 Agosto 2016 20:20)

      Che storie deprimenti queste qui. Robaccia. Che genere di consiglio vuoi? Frequenta persone diverse, con un atteggiamento diverso.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (30 Agosto 2016 20:29)

      Smetti di chiamarti Debole e di agire da debole. Sei mesi di carinerie, poi lo stronzo é venuto a galla (come é sua natura, peraltro) e con lui anche la degna genitrice. La risposta la sai... adesso fai!
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  20. Avatar di Giulietta

    Giulietta 3 anni fa (31 Agosto 2016 19:53)

    Ciao Ilaria, dopo un anno e mezzo di convivenza tra liti continue senza senso causate dai suoi sbalzi di umore a cui io alla fine dovevo sempre prostrarmi e chiedere scusa,parolacce con cui si rivolgeva a me e purtroppo qualche volta sberle ho deciso di prendere tempo e allontanarlo. È qui dopo qualche settimana di apparente benessere mio, una libertà che avevo dimenticato, è' cominciata a farsi campo fortissima la sua mancanza, i momenti belli, la quotidianità. L'ho ricontattato ma mi tratta malissimo a volte non mi risponde neanche, totale indifferenza. Come se fossi io ad averlo offeso a morte. E non capisce e non vede che così non si poteva andare avanti. Per farlo ingelosire ho detto che sto vedendo un altro, è' andato sulle furie e mi ha bloccato su tutti i canali di comunicazione. Perché non riesco a liberarmi di lui?non può essere amore questo, vero?fatto sta che mi manca è la sua lontananza mi fa star malissimo. Sono da sola qua perché vedevo e em uscivo solo con lui, non ho più amici. Come si fa a ridursi così
    Rispondi a Giulietta Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (31 Agosto 2016 22:53)

      Si fa, si fa, ci si riduce così stando con questi mostri travestiti da uomini comuni. Questo signore è una persona tossica, ha molti aspetti del perverso narcisista. A te sembra di non riuscire a liberarti di lui perché vivi una condizione di dipendenza. Ma stare con lui è la morte, sai? Probabilmente durante la vostra relazione lui si è dato da fare per ridurre la tua autostima a zero e isolarti da amici, conoscenti e magari parenti, per renderti ancora più fragile e dipendente da lui. Ma se tu hai scritto qua ponendoti le domande che ti poni significa che sei al primo importante passo per liberarti di lui e del dolore. Tienilo a distanza, non farlo ingelosire, chiudi i rapporti. Un abbraccio.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Giulietta

      Giulietta 3 anni fa (1 Settembre 2016 10:02)

      Cara Ilaria, grazie mille per la tua risposta. Quando l'ho conosciuto lui era il massimo per me, a volte pensavo di non meritarlo neanche. Adesso comincio a vedere tutto con occhi diversi, quello che fa male e' sentire quanto odio prova adesso per me perché l'ho allontanato e la totale indifferenza con cui mi tratta. Come se io non fossi stata niente. Sto piangendo molto e mi sento sempre sola, sto riallacciando i rapporti con i miei vecchi amici che per causa sua avevo perso, ma non è' facile. Alcuni non vogliono neanche parlarmi. Ho paura di non riuscire più ad amare, che nessuno mi voglia e mi ami, avevamo progetti,adesso ho il vuoto totale non so cosa fare. Penso sempre 'ma se cambiasse e fosse più tranquillo' 'ma se si facesse curare' ''ma se...' Ma poi mi rendo conto che gia dall'inizio Era così. Hai ragione ne sono completamente dipendente. Spero dì uscirne...
      Rispondi a Giulietta Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (1 Settembre 2016 10:08)

      No non sei dipendente da lui, sei dipendente dalle convinzioni che hai su di lui. Molte persone cadono vittima di questi personaggi, ma è possibile liberarsi. E la liberazione corrisponde a una trasformazione in meglio. Adesso è importante che tu non abbia contatti con lui e che ti occupi di te. Continua a seguire il blog.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Giulietta

      Giulietta 3 anni fa (1 Settembre 2016 14:38)

      Cara Ilaria,grazie mille da adesso chiudo tutti i rapporti. Sarà dura ma credo veramente che sia meglio così. Un'ultima cosa volevo sapere: lui mi ha sempre detto che non si è' mai comportato così con nessuna, non ha mai offeso o usato parolacce ne aggredito, solo con me perché il problema sono io. Io non penso che una persona cambi così radicalmente quando sta con una persona, anzi se sei innamorato dai il meglio di te non il peggio. Vero? Adesso lui tra l'altro si fa vedere felice, esce di continuo, fa mille cose, con me solo litigava. È' una facciata e anche lui in realtà sta male o mi ha veramente dimenticato anche se fino a qualche settimana fa mi proclamava amore eterno?io qua che soffro e lui a divertirsi.
      Rispondi a Giulietta Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (1 Settembre 2016 14:52)

      Posso dire? Non gliene è mai interessato di te né mai gliene interesserà: è incapace di emozioni e di sentimenti. Il tuo amore folle per lui gli serviva per "nutrimento narcisistico". Appena capisce che l'hai sgamato si allontana e, ovviamente, dà a te la colpa come ha fatto con tutte le altre. C'è un'immensa letteratura su questo genere di persone, che prima di tutto sono dei bugiardi patentati. Basta di chiedere di lui, occupati di te. P.S: Scusa come mai dài come indirizzo un account di posta con nome maschile? Sono abituata alle più assurde cose e non sei la prima, ma giusto per sapere... ;)
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo