Parlare chiaro con un uomo, arrivare al punto e centrare l’obiettivo

come parlare chiaro con un uomoCome si fa a parlare chiaro con un uomo?

Ti parrà strano (o forse no?), ma la comunicazione tra uomini e donne è uno dei fenomeni più complicati che esistano al mondo.

Per esempio non hai idea di quante donne vivano un vero e proprio dramma (eh, sì, non esagero!), per il fatto che dopo un lungo periodo di conoscenza, di chiara attrazione reciproca e di simpatia, lui non abbia ancora trovato il modo per invitarla fuori per una cena o un aperitivo.

Se non sono problemi di incomunicabilità, questi, allora di che cosa è fatta l’incomunicabilità?

Talvolta, lo ammetto anch’io senza remore, il comportamento di certi uomini è indecifrabile e quasi misterioso.

Suscita domande che non trovano risposta e fa nascere molti dubbi sul modo più giusto per approcciare qualcuno che ti interessa e anche sul modo in cui possa reagire.

Pensa un po’ a quei simpatici tipi che, dopo settimane, mesi, se non anni di frequentazione, scompaiono nel nulla.

Diciamo pure che per una serie di ragioni che in questo preciso istante non approfondiamo, i rapporti tra uomini e donne sono sempre più difficili.

Con gli uomini è davvero difficile parlare. Ma non impossibile!

Perché a essere sinceri, la comunicazione con un uomo è un terreno scivoloso.

Certi uomini sembrano impenetrabili, anche quando già un po’ li conosci e ti aspetti che facciano il passo successivo o pensi di doverli incoraggiare a fare il passo successivo.

E risultano difficili da capire anche quando sono loro ad approcciarti.

Magari con un approccio a freddo.

Quando un uomo ti si avvicina e incomincia a parlarti, che cosa gli dici?

Come gli rispondi?

In che modo ti devi comportare?

Nei primi giorni di contatto può accadere realmente di entrare in un mondo completamente nuovo e non famigliare.

Anche se hai avuto tante storie e hai conosciuto tanti uomini (anche biblicamente), può essere un vero e proprio impegno “ricominciare a imparare” ogni volta come avere una conversazione più profonda e più intima con il lui di turno.

E che noia, insomma, dover “re-imparare” sempre tutto da zero con gli uomini.

Ne vale la pena?

Dipende.

Gli uomini hanno un disperato bisogno di proteggere e di esaltare il loro ego

Gli uomini hanno un disperato bisogno di proteggere e di esaltare il loro ego soprattutto quando lo sentono minacciato.

E questo accade molto spesso.

Vorrei osservare a questo punto che non di rado la comunicazione è ben difficile anche tra uomini.

Abbiamo contatti continui con gli uomini in diverse situazioni della vita.

Prendiamo l’ambiente di lavoro per esempio.

Se ci facciamo caso non è che gli uomini sappiano comunicare tra di loro con grande efficacia, dopotutto.

Distruggiamo questo mito, che sono le donne a non intendersi tra di loro.

Le donne si intendono perfettamente.

Gli uomini faticano a capirsi anche tra di loro.

E un uomo fa persino spesso fatica a capire se stesso. 😊

Alla fine della fiera, fuori dalle relazioni sentimentali, gli uomini comunicano bene o meglio solo se ci sono delle donne con loro o tra di loro.

Donne che fanno da “filtro”, da “mediatrici”, da interpreti.

Da ambasciatrici e da paciere.

Vogliamo parlare della politica e di quello che combinano nei loro trattati internazionali i politici, che sono per lo più, uomini, maschi?

Escono spesso con un nulla di fatto o comunque con rapporti peggiori di quelli che avevano quando sono entrati.

Anche se  per lo più mostrano una facciata diversa e spesso non riescono nemmeno in quello.

Non è un mistero che gli uomini siano dei bugiardi patentati. Parlando in generale, si intenda!

Dicono le bugie, ahinoi e ahiloro!

Gli uomini sono spinti e motivati dal bisogno di proteggere ed esaltare il loro ego e questo spesso li pone sulla difensiva.

Come parlare agli uomini in modo efficace

Intanto consideriamo che parlare agli uomini è ben diverso dal parlare alle donne (ma vah?!?) e soprattutto alle tue amiche.

Questo è il primo aspetto da tenere a mente.

Molti studi hanno dimostrato che le giovani donne che hanno frequentato scuole femminili, che non hanno fratelli o amici maschi, si comportano molto diversamente da come si comportano le loro coetanee che hanno frequentato scuole miste o sono cresciute con amici e fratelli maschi.

Le ragazze poco abituate a frequentare ragazzi, una volta a contatto con l’altro sesso, sono in qualche modo scioccate dall’incertezza e dalla confusione che provocano in loro quelle  relazioni del tutto nuove.

La loro percezione immediata è che gli uomini siano gradassi e sciovinisti (maschilisti e vanitosi fuori luogo e fuori misura), egoisti, esibizionisti e abbiano un eccessivo senso del proprio valore.

Almeno a prima vista.

(Sapessero cosa accade alla seconda o alla terza…)

Tocca dire che, se ci fai caso, queste caratteristiche,  e cioè l’esibizionismo, l’egoismo condito da prepotenza (che spesso rasenta la violenza), il senso di superiorità immotivato e insensato, fanno parte non solo e non tanto dei giovani uomini, ma soprattutto di coloro che sono più avanti negli anni.

Perché, ahimé, i più anziani sono portatori di una vecchia e retrograda visione maschilista del mondo che spesso trasmettono ai più giovani.

E infatti gli uomini, più diventano vecchi, più manifestano quelle caratteristiche di egoismo, egocentrismo e narcisismo che siamo tanto abituate a vedere.

Anche perché con l’avanzare degli anni vedono il loro potere, cioè il loro ego minacciato e dagli uomini più giovani, dalle donne più giovani e dai cambiamenti nel mondo.

Cambiamenti che, data la loro concentrazione eccessiva su se stessi, non riescono a comprendere e dai quali non riescono a trarre vantaggi.

In ogni caso, torniamo all’assunto: uomini e donne sono diversi e sebbene sia auspicabile  che tra loro parlino lo stesso linguaggio per ora non è così.

8 atteggiamenti utili quando parli con un uomo

Ti propongo 8 atteggiamenti per parlare con chiarezza con gli uomini in diverse occasioni e soprattutto con gli uomini che ti interessano.

Da quanto detto sopra il primo suggerimento da tenere a mente è che:

1 con gli uomini non ti puoi comportare come con le tue amiche. E questo è insieme un bene e un male.

2 Sii diretta.

Indubbiamente e in genere gli uomini sono più sintetici delle donne e vanno più direttamente al punto di quanto facciano le donne.

Forse questo può essere considerato uno dei loro grandi punti di forza,

Vuoi essere efficace con un uomo che ti interessa? Non perderti in giri di parole ma vai dritta la punto

Usa la “direttezza”, l’imperativo, le frasi brevi e decise.

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Se pensi qualcosa, non elaborare, non elucubrare, tira fuori il succo, parla e basta.

Per esempio non sei sicura di qualcosa? Digli che non sei sicura.

C’è qualcosa che lui ha detto o che lui ha fatto che non ti piace? Non prenderla alla larga, diglielo direttamente in faccia, senza premesse, preamboli o scuse anticipate.

Gli uomini apprezzano un tale comportamento.

Perché rende loro la vita facile.

Tu vuoi essere capita, compresa nel profondo e accolta nell’intimità da un uomo?

Non avere paura: esprimiti senza fronzoli, sii diretta.

Lui apprezza questo modo di fare da parte tua.

3 Ascolta quello che lui non dice

Con tutti (uomini e donne) e in ogni occasione, bisogna saper ascoltare i silenzi, interpretare i comportamenti e saper leggere i segnali del corpo.

Il silenzio è mancanza di parole ma non è mancanza di messaggi.

Il silenzio e l’allontanarsi mentalmente – magari dedicandosi a passioni, hobby e sport come il calcetto, la mountain bike, il fai da te, il bricolage – sono modi per elaborare situazioni e problemi.

Se ci tieni a un uomo a diversi livelli, o anche se si tratta del tuo capo, abituati ad ascoltare queste “assenze” e questi silenzi.

Stai tranquilla e con assoluta serenità poniti queste domande:

“Quali argomenti o problemi vorrebbe evitare o sta evitando, quali complimenti lo hanno messo in imbarazzo o lo stanno facendo riflettere, di che cosa vuole o NON vuole che si parli?

“Ha paura di parlare di qualcosa? Di che cosa in particolare?”

“Che cosa lo preoccupa o lo mette in ansia?”

In questi casi è importante da una parte aspettare e dall’altra darsi dei limiti di tempo, dopo i quali gli si potrà chiedere, magari con un po’ di leggero senso dell’umorismo: “Come devo interpretare il tuo silenzio?”

4 Lascialo parlare quando parla di sé e delle sue emozioni

Non ci crederai 😊, ma può essere davvero difficile per un uomo dedicare del tempo a raccogliere le sue idee in modo da chiarire esattamente che cosa vuole dire su temi che sono importanti per lui, quando cioè vuole parlare delle proprie emozioni.

Alcuni temi per gli uomini sono davvero molto “sensibili” e possono metterli a disagio e innervosirli.

Può volerci davvero tanta buona volontà, che non è da tutti, per formularli in frasi che siano efficaci e consentano di farli sentire capiti e che siano realmente corrispondenti al loro sentire.

Interrompere o disturbare un uomo che ti è accanto in momenti come questi significa allontanarlo da te e dissuaderlo dal riflettere su di sé e dall’aprirsi in futuro.

5 Permettigli di sostenerti e di partecipare alla tua vita aiutandoti a risolvere i tuoi problemi

La concretezza e l’asciuttezza di certi uomini, nella percezione femminile vengono talvolta interpretati come distacco e disinteresse.

Per gli stronzi probabilmente è così.

Allo stesso tempo gli uomini sani hanno una visione concreta e pratica della vita che, se tradotta in azione, può placare molte delle ansie femminili. E risolvere problemi reali.

È come se ci fosse una specie di compensazione tra le caratteristiche dei due sessi.

Per questo, se ci tieni a un uomo che ti ha sempre mostrato rispetto e comprensione, dàgli anche questo altro punto di accesso alla tua vita e alla tua emotività, mettilo a parte dei tuoi problemi, informalo, confidati, chiedigli aiuto.

6 Non svalutarlo mai. Non svalutarlo, soprattutto in pubblico

Al di là del fatto che gli uomini, come abbiamo detto, tengono molto al loro ego, a te piacerebbe essere svalutata in pubblico?

La verità è che un uomo che ti svaluta in pubblico andrebbe lasciato. Senza se e senza ma.

Questo considerato, in che modo dovrebbe funzionare, per una buona vita di relazione, svalutare un uomo in pubblico?

Affrontare le questioni – delicate o meno – in privato, con chiarezza, rispetto e determinazione dà di sicuro risultati migliori che avvilire qualcuno in pubblico.

Sempre, comunque e con chiunque

7 Comprendi la sua paura del fallimento.

Quanto hai paura del fallimento?

Qualsiasi risposta tu possa darti, mi sento autorizzata a rispondere per te:

hai una terribile paura del fallimento.

Indicibile, davvero.

Ecco, per un uomo la paura del fallimento è altissima e fallire o pensare di fallire o di aver fallito è orribile.

Tutti noi quando falliamo ci sentiamo dei falliti e dei fallimenti

Bene

Anzi, no, per niente.

Che cosa fare quando l’uomo con cui stai ha fallito in un’impresa che era sensata e nella quale ha messo tutto se stesso e comunque non è riuscito?

La cosa più giusta e utile da fare è stargli accanto con la convinzione che lui non è un fallito e che lui non è un fallimento e trasmettendogli questa convinzione non con le parole, l’insistenza e l’appiccicume, ma con la semplice presenza.

8 Mettilo nell’angolo. Quando ha comportamenti inappropriati nei tuoi confronti, ovvio.

La mia opinione è molto chiara.

Gli uomini che hanno comportamenti inappropriati sono da scartare a prescindere, immaginiamoci coloro che hanno comportamenti inappropriati nei confronti delle donne.

Io credo che girare i tacchi, andarsene, dire addio, sia la tattica migliore.

Se proprio ci tieni a dirgli un paio di cose puoi esprimerti in questo modo: “Stai superando i confini, emotivi e/o fisici che sono necessari tra di noi. E soprattutto indispensabili per me. Questo non lo puoi fare. Non va bene e non lo accetto.”

Ricordati, hai diritto di sentirti offesa e ferita e nel caso di prendere provvedimenti adeguati.

Se siete alle prime battute, cioè al primo stadio di conoscenza, puoi limitarti con molta calma a dirgli che il suo atteggiamento è inadeguato e a lasciare il campo.

Cioè lasciare lui al suo destino senza troppi pensieri e ripensamenti.

Non devi mai sentirti o essere a disagio o vivere nell’insicurezza per come un uomo ti tratta come donna

E tieni presente che ci sono una serie di uomini con i quali è inutile, non solo aprire una discussione, ma qualsiasi conversazione e qualsiasi contatto.

L’argomento che abbiamo affrontato è ben vasto, eccome! Quali sono le tue idee riguardo a come parlare chiaro agli uomini? Quali le tue esperienze?

Lasciami i tuoi commenti. Ci tengo!

Lascia un Commento!

4 Commenti

  1. Avatar di Giulia

    Giulia 6 mesi fa (5 Dicembre 2021 21:53)

    Grazie Ilaria, ho trovato molto utile il tuo articolo e riflettuto... anche su alcuni miei atteggiamenti sbagliati del passato. Giulia
    Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

  2. Avatar di SaraK

    SaraK 6 mesi fa (7 Dicembre 2021 11:28)

    Buongiorno Ilaria, vorrei commentare il punto 5 (Permettigli di sostenerti e di partecipare alla tua vita aiutandoti a risolvere i tuoi problemi) raccontandovi la mia esperienza. Piccola premessa: mia mamma ha educato me, mia sorella e mio fratello all'indipendenza, insegnandoci a fare tutto per non aver mai bisogno di nessuno. Per me questi insegnamenti, di cui comunque la ringrazio sempre, hanno fatto corto circuito e ho nel corso della vita estremizzato alcuni concetti. Ho sempre rifiutato l'aiuto (parlo di questioni pratiche) dei vari uomini con cui ho avuto a che fare (amici, parenti, ex). L'assunto di base è sempre stato questo: il fatto di essere donna non deve precludermi nulla, che sia portare in giro una cassa d'acqua o aggiustare un guasto in casa. Qualcosa però è cambiato quando un paio di anni fa ho iniziato a lavorare solo con uomini. E' stata come un'illuminazione quando ho scoperto che ai colleghi non solo faceva piacere aiutarmi in generale nelle questioni pratiche, ma che questo in qualche modo li faceva sentire meglio, si rasserenavano. Ho iniziato ad accettare e capire le differenze che avevo sempre negato, per una sorta di orgoglio, appunto, antico. Ed è stato bello, liberatorio, lasciarsi andare alle diversità e non sentire di dover contenere sempre entrambi i mondi. Non solo, mi ha chiarito molti errori di comunicazione che ho fatto in passato con i miei ex. I miei colleghi non lo sanno, ma osservando le loro reazioni, riflettendo sulle loro domande apparentemente ingenue, accorgendomi di quanto alle volte sia apparsa un alieno ai loro occhi, ho scoperto la bellezza delle differenze che, i miei amici, forse perché mi conoscono da sempre e mi accettano senza farsi domande, non mi hanno mai mostrato. La conseguenza è stata iniziare ad osservare me stessa e capire come la mia presenza, come giustamente spieghi, faciliti la comunicazione tra loro e tra i diversi gruppi. Se loro beneficiano della mia capacità (tutta femminile) di sentire e ragionare sulle sfumature e sulle relazioni, io traggo vantaggio dalla loro capacità di essere diretti, sintetici e pratici. Insomma, sono sicura che queste mie scoperte, che trovano nel tuo articolo conferma, mi aiuteranno enormemente nelle future relazioni sentimentali, psicopatici permettendo :D Un saluto e una buona giornata. Sara
    Rispondi a SaraK Commenta l’articolo

  3. Avatar di Tiziana

    Tiziana 4 mesi fa (11 Gennaio 2022 13:58)

    Parlare con uomo. Ho avuto diverse esperienze. Da chi non vuol parlare e duce che non ho nulla da dire. La più devastante Oppure che parla esprimendo solo il suo punto di vista senza rispondere o tenere in considerazione quanto espresso da me e non facendo quindi nulla per costruire un rapporto di conoscenza. Qui la delusione è profonda perché arrivo alla conclusione che non gli interesso e non vuol far nulla
    Rispondi a Tiziana Commenta l’articolo

  4. Avatar di AnnaV

    AnnaV 4 mesi fa (17 Gennaio 2022 19:38)

    No, che fatica, non ce la posso fare … 😂 Però è oggettivamente così, che funziona. Ignorarlo è stato tremendamente ingenuo, da parte mia. Ancora buon anno a tutte e a tutti!
    Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo