Come sedurre un uomo: i principi base per decidere quando iniziare a fare sesso con lui

Quando fare sesso con un uomoQualche settimana fa  ho pubblicato un post dedicato a quando è il momento giusto per fare sesso con lui.

L’articolo era collegato alla teleconferenza  “I 7 segreti dalla mente degli uomini che loro vorrebbero che tu conoscessi ma che non osano assolutamente dirti in faccia”.

Riepilogo per chi – sfortuna sua – non avesse seguito il dibattito fin dall’inizio, non avesse seguito la videoconferenza e fosse troppo pigra per andarsi a leggere l’articolo…

Con una piccola nota, in ogni caso: se vuoi realizzare la relazione di coppia dei tuoi sogni qui sei nel posto giusto e, nello stesso tempo, un po’ del tuo ce lo devi mettere, dato che essuno può far niente per la tua situazione se tu non collabori attivamente e non puoi sperare che l’uomo giusto per te piombi dal cielo, per magia. Anche se, appena scopri come fare le cose giuste, tutto ti diventa spontaneo e naturale, anche realizzare la relazione dei tuoi sogni.

Questo lo spiego bene nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”, che ti consiglio vivamente di scaricare e di leggere e anche di rileggere, se per caso l’hai già letta, dato che ogni momento è estremamente propizio per determinati argomenti e soprattutto per approfondire.

Ok, dài, basta prediconi e arriviamo al nocciolo della questione di questo articolo: i tempi per fare sesso.

Nella mia videoconferenza “7 segreti dalla mente degli uomini…” uno dei principali segreti – e più importanti e più condivisi – dalla mente degli uomini è proprio relativo ai tempi in cui si fa sesso.

Ebbene un uomo, di norma,  desidera fare sesso con te quanto prima (ma questo so per certo che l’avevi già capito di tuo e te lo diceva anche la nonna).

Nello stesso tempo, se tu fai sesso fin da subito con lui (o troppo presto) la considerazione che lui fa sul tuo conto è del tipo: “Se questa ragazza fa subito sesso con me, evidentemente è perché ci è abituata (a fare sesso con il primo che capita), lo fa con me come lo farebbe con mille altri. E non lo fa con me perché mi ama o io sono speciale… Questo mi dice che forse questa fanciulla non è adatta a me se voglio avere con lei una storia seria, ma solo per una storia superficiale e di sesso e basta.”

E questo ovviamente a te non va bene se il tuo obiettivo è avere con un uomo una storia seria, una relazione duratura nel tempo.

Se invece ti interessa  avere con lui una storia di solo sesso, va tutto bene…

Ma tu sei sicura di volere una storia di solo sesso?

Comunque, durante la videoconferenza è venuta fuori la questione di come fare a rimediare se si è ceduto troppo presto a un uomo.

Nell’articolo che ho citato nel quale affrontavo questa questione sollevata durante la videoconferenza, dicevo che si rimedia semplicemente tornando sui propri passi e “smettendo” fino a quando non si ritiene che davvero è arrivato il momento giusto per condividere l’intimità con un uomo.

Spiegavo bene tutto ciò, per cui ti consiglio di andare a leggertelo…

Ora, facciamo un passo un po’ più in là e vediamo di capire quando è il momento giusto per fare sesso con un uomo.

Fare sesso: quando è il momento giusto

Intanto, il sesso insieme deve avvenire senza forzature di alcun genere.

Hai mai sentito che il sesso è considerato un argomento “tabù”?

Sai che cosa penso io? Che è vero: il sesso è un argomento tabù.

Gli uomini e le donne danno molta importanza al sesso e, te lo garantisco, per i motivi sbagliati.

Infatti, sia gli uomini, sia le donne, per lo più, al giorno d’oggi, considerano il sesso come un “simbolo”, come il termometro o la cartina di tornasole di qualcosa che non ha nulla a che vedere con il sesso.

Gli uomini considerano (ma dài?!) il sesso come lo strumento per avere riscontro della propria virilità e della propria capacità di sedurre.

Le donne lo considerano  il termometro del “grado” di amore che c’è nella loro relazione e – anche loro -come conferma della loro capacità di sedurre e del loro fascino personale.

Fatto sta che pensandola in questo modo, molte poche persone fanno sesso e se lo godono al meglio.

Ai nostri tempi si parla molto di sesso, se ne vede e se ne sente molto, ma lo si gode molto poco…

Torniamo alle forzature: se tu decidi di fare sesso con un uomo per non perderlo o perché credi che lui se lo aspetti, beh, ti dico che quello non è il momento giusto e probabilmente nemmeno l’uomo giusto.

Ma che razza di rapporto è quello in cui tu temi di perderlo se non fai sesso con lui, entro una certa data dal vostro primo incontro, o quello in cui tu devi compiacere eventuali sue aspettative?

Se qualsiasi tema all’interno di una relazione ti crea tensione – sesso incluso – significa che c’è qualcosa nella relazione che va sistemato. O che non funziona in modo irrimediabile.

Quindi non fare sesso se senti che hai dall’interno e dall’esterno spinte che assomigliano a “doveri” e “ricatti” o al “compiacere ad aspettative”.

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Poi, i tempi per il sesso cambiano in base all’età che hai. Non allarmarti: non si tratta di fare calcoli complicati.

Semplicemente, se sei molto giovane e magari non hai avuto alcun tipo di esperienza nel campo è giusto che tu ti prenda un po’ più di tempo.

Se invece sei una persona che comunque il tema “prima esperienza” lo ha già afffrontato e in qualche modo risolto, puoi fare qualche riflessione in meno.

Anche se ponderare il “momento giusto” in cui fare sesso è opportuno per tutte.

E sai perché? Perché ponderare quel tema significa ponderare la relazione.

Significa non comportarsi in modo bisognoso. E se segui questo blog sai benissimo che la bisognosità oltre a renderti terribilmente infelice, respinge gli uomini mille miglia lontani da te.

Non solo: aspettare e ponderare significa prenderti tutto il tempo per “distaccarti” dalle emozioni di superficie, cioè dall’eccitazione post-primo-incontro, quella che ti fa girare a mille e, insieme, ti tiene lontano dalla realtà spingendoti a fare cose delle quali potresti pentirti.

Questo per dire che ponderare è utile e consigliato anche quando tu, per prima, sei talmente attratta da lui da morire dalla voglia – sinceramente e in modo genuino e senza costrizioni di alcun genere – di fare sesso con lui…

Aspettare qualche tempo (per esempio un paio di mesi dalla vostra prima uscita a due, considerando che in quel paio di mesi vi siete frequentati/sentiti/sms-essati con regolarità e senza polemiche e ricatti) non ti ucciderà – te lo garantisco – e creerà le premesse perché tu e lui viviate una relazione – anche sessuale – davvero soddisfacente.

Nei miei progetti iniziali avrei voluto dare molte più indicazioni in questo articolo, ora penso che sia il caso di fermarmi, perché mi preme passarti il principio di tutti i principi e cioè:

in ambito sentimentale spesso quello che funziona davvero è il contrario di quel che comunemente si crede e si dice che funzioni;

spesso è il contrario di quel che sei convinta funzioni.

Perché ti dico questo?

Fare sesso: aspettare o bruciare le tappe?

Molto semplice: se tu aspetti a fare sesso con l’uomo che vuoi davvero conquistare, stai solo preparando per lui e per te un fantastico futuro erotico insieme.

L’attesa – te lo anticipo – e anche solo l’idea dell’attesa, lo farà arrabbiare.

Sulle prime.

Se non ha vero interesse per te, se ne andrà. E tu avrai risparmiato tempo ed energie.

Avvertimento: non pensare di fare sesso con lui e di cedere al ricatto per “convertirlo” all’amore per te. Se non ha interesse sincero e forte prima, ti garantisco che non ne avrà nemmeno dopo.

Se nutre sincero interesse per te e vuole davvero approfondire la vostra relazione e la vostra conoscenza, la sua rabbia gli servirà da stimolo a giocare il tutto per tutto per sedurti e per fare di te la donna della sua vita.

E questo a che cosa porta? Aumenta l’attesa emozionante e l’eccitazione reciproca.

Ora è venuto il momento di salutarci.

Con due richieste da parte mia:

–          se ti interessa che continui la trattazione di questo argomento, fammelo sapere chiaramente nei commenti qui sotto e se ha domande e curiosità specifiche, scrivile, sempre nei commenti qui sotto.

–          Per favore, quando hai finito di leggere, ricordati di condividere questo articolo sui social (Facebook, Twitter, etc.) attraverso i pulsanti che trovi qui sotto. Sai perché questo è utile anche a te? Perché più si allarga la comunità delle lettrici e dei lettori di questo blog, più semplice è per me dare informazioni di interesse sui temi legati a sedurre l’uomo che ti piace e ad attrarre la persona giusta per te.

Grazie!

Cordialmente

Ilaria

Vuoi davvero abbassare i tuoi livelli di “bisognosità” e debellare per sempre il nemico numero 1 dell’attrazione? Fai il percorso pratico che ho preparato apposta, “I 7 Pilastri dell’Attrazione”.

Lascia un Commento!

209 Commenti

  1. Avatar di Daniela

    Daniela 3 anni fa (14 Agosto 2016 10:50)

    Grazie per la tua informazione...mi è servita abbastanza
    Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

  2. Avatar di Elisa

    Elisa 2 anni fa (28 Ottobre 2016 18:46)

    io è da un paio di mesi che frequento un ragazzo, lui mi considera la sua fidanzata, io non lo so perchè non riesco a capire se lo amo davvero o non so...lui lo avrebbe voluto fare già dopo due settimane di frequentazione (ci sentiamo ogni giorno con messaggi, ma ci vediamo al max due volte a settimana), io mi sono sempre frenata perchè per me è una cosa importante...ora è da un paio di settimane che ogni volta che ci vediamo, non smetterei mai di baciarlo, fino ad arrivare ad una passione tale da lasciarmi quasi andare, però quando lui mi chiede di farlo, mi blocco, ci penso, e anche se ho tanto desiderio, in parte sento che forse un giorno me ne pentirò. Perchè mi succede questo? Sarà perchè non mi vedo un futuro con lui? In quanto non corrisponde al mio ideale di uomo sia esteticamente, sia caratterialmente? Spesso è rapporto di continua lotta su chi ha ragione a riguardo vari discorsi
    Rispondi a Elisa Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 2 anni fa (28 Ottobre 2016 21:09)

      Ti considera già una fidanzata anche se non avete una relazione stabile?...tu sai cosa vuoi da lui?...2 mesi non sono molti ma neanche pochi per avere un' idea
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Elisa

      Elisa 2 anni fa (30 Ottobre 2016 20:59)

      sì lui mi considera già la sua fidanzata, e vorrebbe già provare a convivere. Io non riesco a capire cosa voglio da lui, o meglio quando ho cominciato la "relazione" è perchè le prime sere che uscivamo mi faceva sentire bella, unica e importante e ha fatto scattare in me qualcosa di forte che non provavo da un bel pò, al punto tale da volerlo baciare e passare del tempo con lui...solo che conoscendolo meglio ci sono molti suoi aspetti e modi di fare che non mi piacciono, però poi ogni volta che lo rivedo è come se tutto scomparisse e ho solo voglia di baciarlo e abbandonarmi a lui...e non capisco più perchè, visto che è la prima volta che mi succede ciò
      Rispondi a Elisa Commenta l’articolo

  3. Avatar di fabiana

    fabiana 2 anni fa (4 Novembre 2016 23:13)

    bravissima!!! grazie, grazie x davero
    Rispondi a fabiana Commenta l’articolo

  4. Avatar di Elly

    Elly 2 anni fa (19 Novembre 2016 17:13)

    Purtroppo mi è capitato da pochissimo di fare sesso al primo appuntamento con lui,diciamo che mi ha abbordata su face,mi ha chiesto dal primo momento di farlo,io ho detto di no,lui ha replicato che perdeva interesse ad aspettare. Io lo consideravo e lo considero un bel ragazzo,è successo a casa mia,abbiamo parlato e poi. Però è davvero poco che lo conosco da vero. Cosa fare adesso? A me lui interessa. Consiglio urge
    Rispondi a Elly Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (19 Novembre 2016 18:47)

      Tutto di fretta e in urgenza fai tu? Ti urge un consiglio? Ma qui mica siamo su "Face", sai? Comunque, senti, se a lui interessa solo fare sesso con te e tu lo consideravi e lo consideri un bel ragazzo e il tenore dei vostri scambi è quello che descrivi, direi che siete fatti l'una per l'altro. Forse lui è solo un po' più furbo di te, ecco...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (19 Novembre 2016 20:20)

      E sono gioie pure quelle del sesso al primo appuntamento... li nascono e li muoiono, ai miei tempi erano cose un po' fricchettone a cui si pensava come navi che si incrociano in una notte, ora sono giochi che manco la crisi di Cuba.
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (19 Novembre 2016 22:25)

      Anna, ti giuro che non ho capito niente. Ma va bene lo stesso. Sul serio :) .
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (19 Novembre 2016 23:59)

      Voglio dire che se esci con qualcuno conosciuto su facebook e ci fai sesso al primo appuntamento, devi sentirti molto ma molto libera (e ardimentosa) e godertela: inutile farne una questione di stato DOPO. Come tu, Ilaria, hai in più posts detto, fare sesso con qualcuno non deve e non può servire a sedurre. Può capitare che ci si trovi, come può capitare la famosa "botta e via" (le navi che si incrociano nella notte è più carino, dai).
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 anni fa (20 Novembre 2016 11:07)

      Ciao Anna, anche se personalmente non ho mai avuto né voluto storie di una notte, sono d'accordo con te sul fatto che non ci sia in sé niente di male (purché si prendano le dovute precauzioni) e anche sul principio della coerenza ("ti andava di farlo? L'hai fatto? Dov'é il problema?"). Credo pero' che chi ha scritto non avesse tutta questa chiarezza e coerenza in testa, altrimenti non sarebbe approdata qui e non avrebbe posto la domanda a Ilaria in quel modo. Anche la leggerezza richiede lucidità e maturità, ma molti, purtroppo, vivono la leggerezza come una foglia trascinata dal vento. Buona domenica! :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (20 Novembre 2016 11:31)

      Sì infatti, nessuna chiarezza e coerenza. Cioè gli uomini manipolano le donne, ma quante incoerenti e con poca chiarezza girano nel mondo solo pronte a farsi abbindolare dal primo venuto? Cioè non è che ci si può fare carico di tutto su...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 anni fa (20 Novembre 2016 12:04)

      Giusto Ilaria! Infatti, non volevo giustificare la ragazza che ti ha scritto, ma sottolineare che chi ti si rivolge con una domanda del genere non ha ancora capito cosa sia la vera leggerezza - e, di conseguenza, ignora anche cosa sia davvero la profondità. Uno puo' ricevere i migliori consigli di questo, ma la svegliata e il cambiamento devono partire da se stessi. Grazie e ancora buona domenica :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  5. Avatar di silvana

    silvana 2 anni fa (24 Dicembre 2016 12:43)

    Io da 8 mesi frequento un ragazzo che ha sempre voluto fare solo sesso perché lui ha troppi problemi. all inizio x portarmi a letto mi disse di fidanzarci ma io notavo cmq che aveva un comportamento ambiguo ,mi cercava solo x sesso ,ho fatto davvero di tutto x lui credendo di poterlo far innamorare io gli ho detto più volte che mi sono stancata di essere usata e sono già quattro volte che lo rifiuto anche se la paura di perderlo c'è perché da parte mia c'è sentimento ma non mi importa più nulla ho capito che devo vincere le mie paure sennò non sarò mai libera e non troverò mai la persona adatta a me
    Rispondi a silvana Commenta l’articolo

  6. Avatar di Elisa

    Elisa 2 anni fa (5 Gennaio 2017 21:32)

    Ne ho lette tante di cavolate ma alcune di certe donne davvero superano il limite...donne anche grandi. Ho 34anni e mi rendo conto di qnto riusciamo ad essere stupide e farci prendere per il ...dagli uomini. Non ho mai avuto grandi problemi per il sesso è finalmente mi sono tolta il problema e la paranoia di farlo o non farlo. Nel momento in cui una donna acquista sicurezza in sècerte turbe spariscono. La sessualità è nostra, credete davvero che un uomo se lo facciamo aspettare si innamorerà di noi?e quello che vogliamo noi?dov è? personalmente ho fatto sesso al secondo appuntamento col mio ex è ci siamo perdutamente innamorati e farlo ci è sembrato solo bello e naturale. ...nella mia ultima storia invece ero già così cotta che qndo lo abbiamo fatto mi sono a malapena resa conto di quanto fosse scadente....il tempo care donne non conta niente...conta la chimica...quello che sentiamo..aspettare troppo serve solo a farci perdere tempo nel bene e nel male...niente è nelle mani di un uomo nemmeno il diritto di farci sentire sbagliate...facili o giuste...decidiamo noi,sempre! prendiamoci la vita in mano e non sentiamoci vittime di uomini ,tiriamo fuori gli attributi e facciamoci valere... rispettandoci sempre...quello che pensano loro non conta e a volte una scopata contiene ogni risposta!
    Rispondi a Elisa Commenta l’articolo

  7. Avatar di Valeria

    Valeria 2 anni fa (27 Marzo 2017 17:46)

    Ciao Ilaria,io sono totalmente d accordo con quello che hai scritto, ma comunque tu hai dato come tempo limite 2 mesi(penso sia giusto, almeno per quelle che hanno l uomo che frequentano non a distanze improponibili e che possonon uscirci spesso). La mia situazione è diversa, io ho iniziato 2 anni fa a sentire un uomo piuttosto distante. Abbiamo chattato quasi tutti i giorni per 3 mesi, poi ci siamo rivisti e non abbiamo fatto niente pur essendoci la possibilità. Poi ci siamo distaccati del tutto ma ora abbiamo ripreso a sentirci. Direi che un minimo me la sono tirata fino ad ora, quindi cosa faccio? :P
    Rispondi a Valeria Commenta l’articolo

  8. Avatar di Anna satti

    Anna satti 2 anni fa (13 Maggio 2017 2:46)

    Non si capisce di cosa parli... I tornaconti? Io personalmente non ho mai cercato ne belli e ne ricchi ma solo chi di cui mi innamoravo. In un commento dici che bisogna trombare perche' la vita e' breve... Mah penso che nella vita bisogna essere felici... Infatti se trombare fosse la via della felicita' allora la gente lo farebbe con sconosciuti in mezzo alla strada ma non porterebbe di certo alla felicita'. Fare l'amore e' un completamento di un rapporto di empatia che si prova con una persona ma dato che c'e' in giro gente con problemi di sesso ossessivo bisogna fare attenzione. A me non piace fare sesso a priori... A me piace fare sesso con un uomo con cui parlo posso condividere molte cose e spero la vita intera... Per il sesso su e giu' esistono le prostitute. percio' le donne in genere non cercano tornaconti ma un vero amore. Se ti poni in questo modo le donne le farai scappare... e Forse e' quello che vuoi
    Rispondi a Anna satti Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (13 Maggio 2017 12:36)

      @Anna satti. Mi sono persa ... Quindi solo gli uomini cercano il sesso "su e giù", e quando non riescono a manipolare, vanno con le prostitute. O anche, manipolano e seducono per risparmiare. Mentre le donne non cercano un tornaconto (escluso le prostitute), non cercano sesso, ma il vero amore. Di conseguenza, le donne non hanno esigenze sessuali proprie, ma "donano" sesso in cambio di amore (inteso come: fidanzamento e/o matrimonio). Personalmente, ma non so se ho ben compreso il tuo ragionamento, penso che sia speculare a quello del manipolatore: e chi si fa pecora, il lupo se la mangia. Se ci vengono a raccontare che siamo speciali per portarci a letto, o per avere la moglie perbene in casa e l'amante fuori, è perché danno per scontato che noi donne la vediamo così, e che siamo fatte così, il che è anche più grave: se non sei soggetto della tua sessualità, diventi facilmente oggetto della sessualità e quindi delle manipolazioni altrui. Il che non significa andare a trombare in giro con sconosciuti incontrati per strada.
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di anna satti

      anna satti 2 anni fa (13 Maggio 2017 19:35)

      Ora mi sono persa io pero', in quello che dici tu. Io avevo risposto ad uno che commentava dicendo datela che la vita e' breve. Ed io ho risposto che francamente non mi interessa di aprire le gambe e farmi stantuffare per sport. Perche per me il sesso non e' fine a se stesso. Saro' strana ma mi piace il sesso con un uomo che mi piace e che sia sano. E per me uno che si finge innamorato per stantuffare non e' sano. Punto. Per lui non saro' sana io, ma non c'e' problema... ognuno vive come crede. Io non ho bisogno di manipolare nessuno. E' soltanto che non ho ossessioni ed ansie sessuali di fare sesso e di sbrigarmi pure. perche' la vita e' breve (come commentava quel tipo a cui avevo risposto). Certo sono del tutto consapevole che c'e' gente che vive il sesso come un piatto di pasta. Per me non e' cosi'... E sto bene cosi... Se tu Anna, che mi hai risposto, (ammesso che sia tu veramente od il tipo camuffato da "Anna") Se tu Anna ti piace farlo senza problemi e senza le pippe mentali che sei convinta che ci facciamo molte di noi donne scrivi al tipo e trombate subito e saro' felice per voi...
      Rispondi a anna satti Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (13 Maggio 2017 21:50)

      Se non citi il tipo non si capisce a chi ti riferisci... andando indietro, ho visto che sono intervenuti uomini e pitecantropi. Libertà è libertà di farlo e anche di non farlo, senz'altro.
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  9. Avatar di flo

    flo 2 anni fa (23 Maggio 2017 23:02)

    Grazie per la risposta..poco tempo prima di questa dichiarazione che mi ha fatto ho scoperto di avere dei problemi che non mi avrebbero permesso di avere rapporti sessuali e se li avessi ci sarebbero difficoltà per me, nonostante li ho portato a conoscenza di questo ha avuto la sfacciataggine di dirmi di voler stare con me solo per divertirsi. Vado avanti rendendomi consapevole che le brutte esperienze che ti tolgono molto da un altro lato ti danno, ti insegnano e aiutano a renderti più forte.
    Rispondi a flo Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (23 Maggio 2017 23:10)

      Flo, non voglio entrare nel merito riguardo le tue affermazioni sulla tua possibilità di avere rapporti sessuali e allo stesso tempo mi sembra un po' strano e sono un po' perplessa. Su di lui, che ti devo dire? Mi sembra un poveraccio, come molte persone che circolano. Quanto alle brutte esperienze, francamente, concedersi a un cretinetto è un atto irrispettoso verso se stesse, le brutte esperienze sono altre. Mi sembra che ci sia questo atteggiamento di andarsi a cercare i peggiori e poi lamentarsi che il mondo è brutto. E' un po' come se io, sapendo che c'è una finale di coppa una sera, sapendo che la città dalle prime ore del mattino è affollata da tifosi che vengono da fuori e che non fanno altro che bere, salissi sui vagoni della metro proprio nel momento in cui si trasferiscono allo stadio e poi andassi a dire in giro che la città e la metro sono pieni di uomini urlanti, alticci e che non hanno ascoltato le mie richieste di abbassare la voce. E che tutti sono così e che la sorte mi ha portato pessime avventure. Davvero, un po' di maturità, è importante.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  10. Avatar di flo

    flo 2 anni fa (23 Maggio 2017 23:25)

    Ciao Emanuela non per il semplice gusto di farlo senza sapere chi fosse, mi piaceva, oltre quei momenti, che c'erano cose che avevamo in comune, dallo studio allo sport l'alimentazione che facevamo entrambi vegani, le passeggiate bere il vino .. cose semplici che si condividono ai quali io ho dato un importanza ma dall'altra parte prevaleva più il fattore sessuale, per me no.
    Rispondi a flo Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela

      Emanuela 2 anni fa (24 Maggio 2017 0:35)

      Tu hai dato importanza a qualcosa e dall'altra parte si dava importanza ad altro. Non eravate semplicemente allineati, ma entrambi non sapevate o fingevate di non sapere che ciò che desiderava l'altro non coincideva con le proprie esigenze. Non sarebbe cambiato nulla, come ha detto Ilaria, sotto il profilo del buon esito della relazione. Ma concentrarsi nel conoscere l'altro e le sue aspettative prima di andarci a letto, può evitare rimorsi o delusioni. Ti parlo non perché io non abbia sbagliato, al contrario esattamente come te ho pensato che se io stavo bene e a ridere eravamo in due evidentemente la felicità e tutto ciò che ne consegue dovesse essere la stessa. Poi si arriva a capire che i sottointesi non vanno bene, è necessario assicurarsi di avere davanti una persona simile a noi non solo perché entrambi amiamo la buona tavola, il buon vino e le belle passeggiate ( anche viaggiare in luoghi splendidi, le case grandi e le macchine costose trovano molte persone in sintonia :) ), ma gli stessi valori. Ma non decantati, ma messi in pratica.
      Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

  11. Avatar di flo

    flo 2 anni fa (23 Maggio 2017 22:06)

    Ciao Ilaria volevo porti una domanda, ma sempre in tutti i casi il sesso può condizionare il futuro di una coppia? A me é capitato di essermi concessa ai primi appuntamenti con quest'uomo di cui mi sentivo molto attratta e anche lui, eravamo passionalmente coinvolti e non abbiamo riflettuto su molto, era una cosa naturale che derivava da due persone che si piacciono fisicamente. Io al contempo li dimostravo affetto, li dedicavo particolari attenzioni, volevo stare con lui e condividere tanti altri momenti, desideravo avere una relazione seria e felice con lui. Da parte sua invece solo freddezza tra le scuse del calcio, della palestra e del mare per non vedermi, io non ci pensavo molto ma quando ero con lui mi sono sentita considerata come hai descritto tu del tipo "questa sta con me e fa sesso subito chissa con quanti altri fa così " ma nella mia realtà non è stato così erano 5 anni che non mi approcciavo così con un uomo per una delusione passata. Trascorrono due mesi e lui mi dichiara che vuole stare con me solo per "giocare e divertirsi" di voler avere una storia di sesso superficiale, io ho deciso di non continuare più a vederlo perché le mie prospettive erano diverse. Questa sua dichiarazione mi ha fatto molto male perché volevo davvero avere una storia duratura con lui, non fatta solo di quello. Mi sono sentita etichettata in quel modo che hai detto tu come una che la da al primo che capita, questo mi ha procurato molto dolore mi sono sentita umiliata e tutt'ora sono trascorsi mesi ed ho le crisi di pianto mi sono pentita, perché penso che non avrei dovuto concedermi a lui. La domanda che ti faccio é secondo te mi avrebbe detto che voleva una relazione di questo tipo se io non avessi fatto sesso con lui in questi due mesi? Se non mi fossi concessa subito, le sue intenzioni future sarebbero state diverse?
    Rispondi a flo Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (23 Maggio 2017 22:13)

      No, certo che no, perché non era interessato a te. Questi uomini sono come quelli che trovano un portafoglio con dentro soldi e documenti. Rubano i soldi e non vanno nemmeno alla polizia a consegnare i documenti. Che cosa è difficile da capire? Dopo i 10 anni a un uomo insegnano che più strombate fa meglio è e meno si impegna con le donne meglio è. Tu ti concedi a un uomo subito, gli dài quello che vuole senza pretendere nulla in cambio. Pensi che lui ti dia amore? Perché dovrebbe? Te ne rendi conto che dell'amore al 99% degli uomini non gliene frega un fico secco? A loro interessa una strombata, probabilmente anche mal fatta, non spendere soldi e non avere rotture di scatole. Le donne danno sesso (subito) e pretendono (dopo) di rompere le scatole. Si perde. Per non dare l'idea di essere una che la dà al primo che capita bisogna non darla al primo che capita. Darla al primo che capita mica è male, anzi. Ma non la si può dare al primo che capita (senza nemmeno conoscerlo, peraltro) e pretendere che lui ti sposi...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela

      Emanuela 2 anni fa (23 Maggio 2017 22:50)

      Il fatto che tu non sappia darti una risposta indica la tua poca conoscenza della persona. È vero, volevi costruire qualcosa, ma per il puro gusto di farlo senza sapere nemmeno con chi. Questo è sbagliato, perché condividere il nostro futuro con una persona tossica non fa bene alla propria salute, quindi è bene conoscere l'altro prima di fare progetti futuri.
      Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (23 Maggio 2017 22:53)

      Il passaggio logico è: voler condividere il proprio futuro con un estraneo non ha nulla di reale e di realistico; l'estraneo potrebbe essere un santo ma inadatto e incompatibile o anche una persona tossica. Se è un estraneo non si può sapere com'è e quindi non ha nessun senso pensare di costruirci un futuro. Andarci subito a letto nella convinzione di farlo innamorare e, peggio, di farlo diventare la persona giusta, è follia. Tutto qui :) .
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela

      Emanuela 2 anni fa (23 Maggio 2017 23:08)

      Ilaria, ripensando ai tuoi consigli sulle tempistiche mi è tornato in mente la dichiarazione che tempo fa fece una donna in TV sulla sua storia d'amore. Nel clamore pubblico dichiaró di aver atteso ben due mesi per dare a lui il primo bacio e no lei non era di primo pelo. Ricordo i buuu della platea, però pensai che se lei poi quell'uomo desiderato comunque lo aveva sposato, mentre le altre da lui erano state lasciate, questa donna doveva avere qualcosa in più. E sì, è una bella donna, ma le altre anche eppure non hanno questo gran successo con gli uomini. In altra intervista più recente ha dichiarato di essere sempre stata ricambiata dagli uomini che lei ha amato. Oggi ha una nuova storia e non è un flirt, con un personaggio che di flirt ne ha avuti e ne può avere mille. Insomma, se Belen Rodriguez sa pazientare due mesi per un bacio in un mondo dove di belle donne ce ne sono davvero molte di più che al piano dell'ufficio del rag. Fantozzi di cui noi ci invaghiamo, e lei regge e supera il confronto con altre bellone spaziali, allora un minimo di dubbio bisogna farselo venire.
      Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (23 Maggio 2017 23:14)

      Ma sì, che vuoi che ti dica, tra l'altro due mesi che sono? Se non si è in grado di controllarsi, proprio perché si è liberi e quindi non alla canna del gas, che rapporti vuoi che si costruiscano...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di provetta

      provetta 2 anni fa (24 Maggio 2017 12:17)

      è incredibilmente vero e frequente! sta succedendo pure a me. Sono uscita con un uomo per un po'. al sesto appuntamento facciamo sesso. seguono altri incontri, ma il rapporto non si evolve. capisco che c'è qualcosa che non va, quindi chiudo. ora mi resta l'amarezza perchè trovavo interessante questo uomo. Penso tuttora a lui, anche se sono passati 3 mesi, ma poi dico a me stessa: "non lo conoscevi neppure! cosa ha fatto di cos' importante da lasciarti il segno? sono tutte fantasie le tue! Focalizzati sui motivi che ti hanno portato a chiudere, non a quello che non è mai esistito". Allora la razionalità prende il posto dell'illusione. Alcune situazioni , viste da fuori, sono di una chiarezza disarmante e le risposte alle nostre domande sono già tutte a nostra disposizione. Ma non è mai facile, per quello è importante leggere e rileggere alcuni post presenti in questo blog: ti riportano con i piedi per terra e si può andare avanti (non perdendo altro tempo utile). Quindi grazie dott.ssa! Non scrivo mai, ma La seguo ogni giorno!
      Rispondi a provetta Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (24 Maggio 2017 12:33)

      La ringrazio Provetta, il suo messaggio è del genere che preferisco: lei si presenta con le sue fragilità (che sono comuni proprio a tutte) e allo stesso tempo non si colpevolizza e riconosce quanto certi atteggiamenti possano essere dannosi per sé e insieme modificabili se si mette in campo un po' di buon senso e di amor proprio. Avanti così ;)
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  12. Avatar di flo

    flo 2 anni fa (24 Maggio 2017 8:22)

    Proprio questo atto irrispettoso verso me stessa che non mi fa più star bene.. mi sento umiliata e provo senso di colpa.
    Rispondi a flo Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela

      Emanuela 2 anni fa (24 Maggio 2017 9:37)

      Posso capirti, ma il senso di colpa non serve a prescindere perché non aiuta a crescere e a migliorarsi, ma soprattutto è bene ridimensionare il tutto dal momento che sei stata comunque bene con una persona che ti piaceva, e questa non è stata un'esperienza infelice, semmai dolorosa per te è stata la chiusura. La tua dignità l'hai pienamente salvata nel momento in cui hai compreso che non avresti preso nulla di ciò che speravi e ti sei allontanata, non ti sei zerbinata e non hai elemosinato nulla.
      Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

    • Avatar di flo

      flo 2 anni fa (24 Maggio 2017 12:05)

      Le nostre aspettative future erano diverse e cosi ho pensato che sarebbe stato meglio non vedersi i sensi d colpa ci sono derivano dal fatto che mi sono concessa ad un uomo che non aveva nessuna voglia di costruire una storia con me mi sono sentita sfruttata da lui, avevo aspettative che non coincidevano. Sotto questo punto di vista ho imparato la lezione, ma le perplessità sono sorte successivamente a seguito alla richiesta da parte sua,dopo mesi di dimostrarmi di approcciarsi con me in maniera "diversa" e con insistenza me lo ripeteva che adesso sarebbe stato diverso. Io ho pensato chissà se adesso avrà intenzioni serie. Ma che cosa avrà voluto intendere secondo voi ora con questo approccio a me in modo diverso?
      Rispondi a flo Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (24 Maggio 2017 13:06)

      Un po' stronzo è stato pure lui, però. Anche se non ti aveva promesso niente, mi pare di capire che ti aveva un po' dato ad intendere, quantomeno giocando con quello che davi per scontato tu. Quindi non hai di che sentirti in colpa, sei stata ingenua non disonesta. Poi questi sui sensi di colpa ci giocano. Ad esempio non potrebbe essere che ti viene il dubbio di riprovarci, per riparare la "colpa" e liberartene (come a dire: "lo vedi che mi amava?"). Non siamo negli anni 50, non è una colpa da riparare con la dedizione eterna, andare a letto con un uomo.
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  13. Avatar di alba

    alba 2 anni fa (30 Giugno 2017 0:14)

    Salve! Mi inserisco nel dibattito per avere un vostro parere e soprattutto da Ilaria. Dieci anni fa ho conosciuto un uomo sul posto di lavoro. Un bel tipo, un professionista, spirito libero, molto amante del vino (oltre che del fumo visto che rasenta il tabagismo!) e della buona tavola. Super dinamico e molto impegnato nel lavoro (precario). Nasce subito un reciproco interesse alimentato da qualche sporadica uscita a cena a causa della distanza (lui si trasferisce per lavoro). Ma in quei pochi momenti si sta bene insieme, si ride, si scherza, c'è feeling, ci s' intende ma niente di piu'. Lui in fondo e' un uomo per certi aspetti un po' schivo anche se molto estroverso nella conversazione e un tantino presuntuoso nel senso che non concede tanto spazio alle opinioni altrui e non si fa condizionare. Diciamo un po'strafottente e duro nei modi ma capace di essere galante. Ha un carattere forte e indipendente, il tipo che non compiace troppo la vanita' delle donne. E' palese che gli piaccio (oggettivamente sono reputata una donna molto avvenente). Però c'e' una nota stonata: durante tutti questi anni alterna momenti di vivo interesse tanto da invitarmi insistentemente a raggiungerlo perché vuole conoscermi (invito che io declino con suo visibile disappunto) a periodi di assoluto mutismo ai miei messaggi e telefonate. Con ritorni (sempre virtuali in cui lui stesso riconosce di essersi comportato da cafone). A volte non risponde per mesi e mesi alle mie chiamate o messaggi. Quando improvvisamente si rifà vivo o decide di rispondermi io non gli faccio mai notare questo suo comportamento.Qualche giorno fa dopo il suo ennesimo mutismo a dei messaggi che erano sempre neutrali, da amici, mi chiama dicendo che sta per scendere nella sua città e vorrebbe passare prima un giorno con me. Accetto, prenoto un hotel per avere un punto d'appoggio per lui. Passiamo una giornata movimentata ma piacevole, alla sera si va a cena, lui beve ma ci puo' stare nel contesto della serata. Quando lo riaccompagno sotto l'hotel, mi invita a salire...Chiusa la porta si lancia infuocato a baciarmi e altro...io mi coinvolgo...siamo sul punto di farlo ma...io non mi sento pronta anche perché non c'erano stati precedenti approcci da parte sua, non voglio farmi usare solo per una notte di sesso. Così mi svincolo faticosamente dal suo corpo che era già sul mio, io mezza svestita proprio un attimo prima che succedesse...lui resta di sasso (immaginate lo stato di euforia ormonale in cui l'avevo portato per poi fuggire dal suo letto!) Ci tengo a dire che non e' stata una strategia ma in quel momento mi son scattate delle remore. Rispetta la mia decisione e mi accompagna in macchina. Lo bacio in bocca e vado via. La mattina seguente lo riaccompagno per spostarsi verso casa. A pranzo mi fa un discorso di questo tipo. Che anche se c'è coinvolgimento e interesse reciproco non si sente di illudermi perché a causa della distanza (vorrebbe frequentarmi per conoscermi prima di prendere una decisione) e del suo lavoro precario non può darmi ciò che io vorrei cioè una relazione seria. Io però non ho mai chiesto tutto cio' ma penso che lo abbia dedotto. Io rispondo che se si vuole con un po'd'impegno gli ostacoli magari si superano. Ma non mi accaloro più di tanto a convincerlo. Tant'è che quando lui mi chiede perché non dico niente io rispondo che se già ha deciso e ha detto tutto lui non c'è altro da aggiungere. Mi chiede se sono arrabbiata, rispondo di no e cerco di dissimulare la mia delusione. Ci sono rimasta molto male per il fatto che lui abbia messo le mani avanti. Se mi concedevo forse lo avrei legato. Lui ha concluso così perché ha capito che volevo qualcosa di serio. Ci siamo salutati da amici. Come posso rimediare? Nel senso che non voglio perderlo e vorrei che capisse di prendere con leggerezza un rapporto libero senza paletti e senza paranoie. Come posso smentirlo per farlo riavvicinare e invogliarlo?
    Rispondi a alba Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (30 Giugno 2017 9:48)

      Questo è un narcisista manipolatore con dipendenze, ce le ha tutte. Il peggior tipo di uomo. Spiace che tu non abbia di meglio da fare e di meglio su cui concentrarti. Questo è messo male e tu peggio.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 2 anni fa (30 Giugno 2017 14:27)

      Allora Ilaria, lungi da me fare quello che vuole andare conto la tua tesi, ne tantomeno dare a alba qualche speranza per poter riallacciare un qualcosa che non va riallacciato...anzi, per la distanza, per la situazione precaria del tizio e probabilmente per il pregresso, non è la persona giusta per lei, ma....ma come fate a capire che è addirittura un narcisista?...per enne motivo la loro conoscenza si è concretizzata dopo anni, ed è vero che l' innamoramento immediato è tutta un'altra cosa (a volte dannoso pure quello), ma oltre al decidere personalmente (da ambo le parti) quando fare una cosa o non farla (incontrarsi o finire a letto), ci sono obblighi?...qua non mi sembra, come lui (e lei) non si sono obbligati a conoscerti anni prima, non si sono obbligati a concludere la serata....lui si è preso il due si picche sul più bello, ha fatto le valigie e se n'è tornato (senza arrabbiarsi) dov'era, anche giustamente...un due di picche così ad un uomo da fastidio e poi cala tutto l' interesse (anche quello genuino) e il successivo distacco, lo ai giustifica anche con scuse ridicole, tanto ormai non ha più senso (questa è una visione tipicamente maschile)....detto ciò mi sembra che poteva essere una avventura di una notte (lei parla di leggerezza, ma poi lei stessa è stata meno leggera di lui con i suoi -legittimi- dubbi), che alba comunque di sentimenti non ha mai parlato, e ripeto, se alba cercava qualcosa di più solido, non era la persona giusta per lei.
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (30 Giugno 2017 14:31)

      Confesso Max, che l'aspetto letto/non letto, due di picche o meno, nemmeno l'avevo considerato, tanto è irrilevante e rilevantissime le caratteristiche malate del soggetto. Vediamo di togliercela l'ossessione per il sesso, che - togliersela - aiuta a fare più sesso e di maggior qualità.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 anni fa (30 Giugno 2017 10:19)

      Ho letto il tuo messaggio, già alla decima riga era evidente quanto tu stessa stessi mettendo in evidenza, ossia il carattere narcisista del soggetto "presuntuoso al punto da non concedere spazio alle opinioni altrui". Poi ho provato sollievo nel leggere che lo avevi mandato in bianco, è la prova che hai un cervello che funziona perfettamente e che si è svegliato al momento giusto. Più avanti inciampi nella frase "Se mi concedevo forse lo avrei legato." senza nemmeno un punto interrogativo, una tua certezza che non so da dove nasca. Credo sinceramente che per lui sia stato un duro colpo non essere riuscito a segnare il punteggio nemmeno quando le cose erano ormai definite sotto le lenzuola. Credo che lui abbia tentato di riprendersi un briciolo di virilità nelle cretinate che ti ha sciorinato il giorno dopo e me lo confermi quando scrivi che è rimasto persino perplesso della tua non reazione. Per farla breve, se fossi stata a letto con lui, lui il giorno dopo non ti avrebbe fatto nessun discorso, ma verosimilmente sarebbe ripartito con il suo mutismo. Stai parlando di una categoria di persone che basta a se stessa, tu al limite puoi titillare il suo ego o come in questo caso, farlo vacillare, ma nulla di più. Felice di sapere che per una volta quello scornato sia stato lui, e lascia passare il tempo e lo capirai anche tu.
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (30 Giugno 2017 13:34)

      Bella coppia, direi. Una partita di Risiko, più che un corteggiamento
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  14. Avatar di alba

    alba 2 anni fa (30 Giugno 2017 23:25)

    Ciao Ilaria, ero certa che il tuo impietoso sarcasmo, al limite dell'irrisione, al mio precedente commento fosse semplicemente finalizzato a farmi RINSAVIRE. Sì, sono una donna purtroppo ancora miope su un certo tipo di uomini. So di avere idealizzato troppo a sproposito un uomo rispetto a quello che poi realmente è. Ma come appunto ammetti tu stessa (in risposta ad Anna) non è nemmeno molto strana come vicenda, bensì ordinaria. Diciamo che ho consapevolezza delle dinamiche intercorse ma non riesco ad accettare che non ci possa essere storia. Non voglio essere giudicata severamente perchè mi sento emotivamente coinvolta. So che sbaglio ma è così. Io non lo vedo come uno "psyco", non è un mostro e non penso che il suo stile di vita e il suo temperamento possa rientrare obiettivamente in questa classificazione. Al massimo si può dire che non è portato per dare garanzie e instaurare delle relazioni serie, del resto come una buona parte degli uomini d'oggi. Non lo giustifico per certi comportamenti che so bene essere stati palesemente poco rispettosi (i suoi silenzi prolungati). Semmai sono stata io troppo indulgente a non fargli notare ciò. Penso tuttavia che ci sia la parte genuina dell'interesse verso me. Piuttosto ciò su cui dovrei puntare è ristabilire l'equilibrio della bilancia, recuperare ai suoi occhi un'immagine di donna più sicura di ciò che vuole o non vuole. Sono stata libera di sottrarmi ad un rapporto che in quel preciso istante non ho voluto. So di aver frustrato le sue aspettative che non erano proprio allineate con le mie. Da allora non ho fatto nessun passo. Però ci spero ancora.
    Rispondi a alba Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (30 Giugno 2017 23:56)

      Stai tranquilla Alba, non mi interessa farti rinsavire. Il tema è che qui leggono centinaia di migliaia di donne ogni mese da anni ormai (fatti due conti) ed è importante che io ribadisca qual è la mia posizione di modo che non sorgano dubbi.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (1 Luglio 2017 10:10)

      Ma se dopo tutto questo tempo il problema è ancora andarci/non andarci a letto, e se dopo tutto questo tempo ti rendi conto che lui non si impegna in una relazione, al di là della diagnosi... di che stiamo parlando? Praticamente del nulla. Si magari ha interesse, chissà, ma certo più di tanto finora non ha dato segnali di volere una storia. Avrà le sue ragioni. La domanda è: come mai non ti sei stancata tu? Come mai in tutto questo tempo il tuo interesse non si è spontaneamente rivolto ad altri? Non sarà mica una ossessione? (Domanda retorica)
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  15. Avatar di alba

    alba 2 anni fa (30 Giugno 2017 19:43)

    Ciao Max, da uomo hai perfettamente interpretato lo stato emotivo del post-notte in bianco passata da lui. Non è un narcisista manipolatore, nè un soggetto "malato". Forse ho marcato certi aspetti che hanno dato un'immagine a tinte fosche. E' semplicemente un uomo dalla personalità forte, indipendente, intelligente, gioviale e affabile, a tratti schivo, senz'altro la diplomazia non è il suo forte poichè è molto schietto e diretto nel rapportarsi (a costo di apparire a volte poco educato); ma sa anche essere discreto e non avventato come lo è stato per tanto tempo con me. Dedito a un lavoro che non ha scelto (pur avendo una laurea in giurisprudenza si ritrova a insegnare da precario) che si concede il piacere di bere quando gli va (non per questo è un alcolizzato), di fumare come tanti, e che da tempo non è più abituato a vivere con una donna, malgrado senta il bisogno di lasciarsi condurre dalla dolcezza di una presenza femminile. Lo so perchè me lo ha detto proprio nel contesto di quel "discorsetto", in cui ha motivato la sua condizione di single incallito con il disagio di non poter garantire la giusta stabilità necessaria in un relazione. Durante questi anni si è posto sempre con molta discrezione, dimostrandomi di trovarmi interessante di avere con me una certa connessione a livello mentale malgrado i nostri temperamenti siano differenti. Causa la lontananza è stato complicato incontrarsi, e quelle pochissime volte non hanno dato origine ad un approccio a sfondo sessuale che ci permettesse di entrare in intimità. Un interesse non alimentato da una conoscenza più profonda. E' pur vero che ha alternato inspiegabili silenzi che lo hanno fatto apparire un emerito cafone come lui stesso si è definito. Ha riconosciuto che io sono sempre stata disponibile e gentile quando lui non lo è stato. Del resto la prova che io tenessi a lui è stata proprio quella di sorpassare sempre sul suo mutismo e mancate risposte (ai mess. e tel.)E' stato molto autocritico ad analizzare bene il suo comportamento durante questi anni. Mi ha detto che è molto confuso per questa sua condizione, io ho detto che si fa troppe paranoie ma lui mi ha detto che è realista. Il mancato epilogo "amoroso" mi è stato dettato da insicurezza, dalle remore di essere per lui solo lo sfogo di una notte, e da una certo abito mentale che per educazione ricevuta mi trascino dietro. Un rapporto che cmq desideravo fortemente (sono onesta con me stessa). Mi percepisco piuttosto fragile rispetto al suo carattere che è dominante, malgrado io abbia un lavoro stabile e pari titoli. Ecco io penso che non siano state delle scuse almeno non al 100%; ha voluto mettere le mani avanti perchè ha capito che non volevo cominciare proprio da lì... adesso mi rendo conto che ho bruciato un'occasione che avrebbe potuto far nascere qualcosa, del resto anche il sesso è un modo di "conoscersi" e comunicare. Si è accomiatato dicendo ci sentiamo. (Senz'altro ha percepito la mia delusione anche se si è parlato normalmente come se non fosse successo niente e lui molto virilmente non mi ha dato la soddisfazione di esserci rimasto male). In concreto cosa potrei fare per recuperarlo senza apparire pentita o bisognosa? Provo un sentimento e non voglio che si allontani irrimediabilmente. Meglio rimorsi che rimpianti. Non voglio immolarmi ma rischiare sì.
    Rispondi a alba Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (30 Giugno 2017 20:28)

      SANTO SUBITO! (Ora che abbiamo difeso lo psycho, basta di scrivere stupidaggini, le perle di saggezza propinateci in questo ultimo commento servono solo per capire l'aberrazione di certe donne).
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (30 Giugno 2017 21:43)

      Strana vicenda. Non sembra neanche una donna, dal modo in cui scrive
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (30 Giugno 2017 21:58)

      Ma no, perché? Io sono convinta che sia autentica. Una glorificazione tale del maschio (abusivo per giunta) solo una donna può metterla in atto. In ogni caso: chi se ne frega? Un po' di circo lo concediamo, di chiunque si tratti. E' bene che si sappia di quale circo le persone sono capaci.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 anni fa (30 Giugno 2017 22:08)

      Glorificazione tale del maschio che ha risposto solo all'unico maschio presente. Sono rimasta senza parole e fossi più cinica aprirei un centro scommesse accettando puntate molto alte sull'epilogo della storia, sarò poco maschio e dunque priva di valore, ma mi arricchirei. Ci scommetto :)
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (30 Giugno 2017 22:09)

      Molto interessante, infatti
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (30 Giugno 2017 22:19)

      Comunque Anna, non è nemmeno molto strana come vicenda. E' molto ordinaria, ahimé.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Fran

      Fran 2 anni fa (30 Giugno 2017 22:10)

      Alba, io ti consiglio di riflettere almeno su 1) il tuo desiderio di riabilitare l'immagine di lui, dopo la descrizione non proprio lusinghiera che ne hai fatto (davvero ti piace uno che definisci cafone, strafottente e presuntuoso?) 2) sull'insicurezza che ti ha portato a tirarti indietro per poi pentirtene 3) sul fatto che ti senti fragile nei suoi confronti...tutti indizi di qualcosa di non proprio sano. P.S. E quel "molto virilmente non mi ha dato la soddisfazione"? Ma che immagine hai degli uomini e di ció che è realmente virile? Ma soprattutto, che immagine hai di te stessa?
      Rispondi a Fran Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (30 Giugno 2017 22:17)

      1.Eh 2.Eh. P.S. trattasi delle mie risposte alle due ultime domande.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 anni fa (30 Giugno 2017 23:36)

      Fran, se Alba sono 10 anni che desidera questo soggetto e qui cerca solo chi avvalori il delirio invece di consigli utili, ogni tentativo di riflessione è inutile. Sono rimasta perplessa per aver dato credito ad una persona che chiede pareri che non vuole ascoltare, ma comunque mi sembra utile questa visione da fuori di queste situazioni, non solo la sua, perché pensare che questa è l'immagine che trasmettiamo agli altri quando vogliamo fare le cretine a tutti i costi, mi fa sentire un imbarazzo così forte per lei che resto ben centrata sulle mie convinzioni.
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Fran

      Fran 2 anni fa (1 Luglio 2017 10:05)

      Emanuela, capisco perfettamente il tuo punto di vista...ma conosco donne profondamente intelligenti e sensibili che hanno passato anni della propria vita a fissarsi sul nulla...e io stessa ci ho messo una vita a comprendere e anche ad accettare quella parte di me che si è comportata sempre da "cretina", si è lasciata umiliare e anche avviluppare da una visione distorta della realtà. Il percorso di emacipazione è difficile e non avrà mai fine, credo, ma è possibile per tutti...ecco il perché dei miei inviti alla riflessione, prima o poi c'è la possibilità che si accenda quella lampadina che illumini le cose in maniera totalmente diversa.
      Rispondi a Fran Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 anni fa (1 Luglio 2017 15:00)

      Fran, capisco perfettamente altrimenti io non avrei perso tempo a risponderle, ma sto imparando a tenere a distanza i succhiatori di energia e che siano donne e non uomini non cambia nulla. Quando una persona chiede un consiglio con l'intento di ascoltare per riflettere, non ho problemi ad interagire. Se una persona, non appena le si risponde, parte con le giustificazioni e i "si, ma" la conversazione per me va in cortocircuito perché oltre a non fregare nulla del pattume umano da cui ho preso le distanze per il mio benessere ( mi riferisco agli uomini sbagliati e tossici ), non ho la vocazione per la conversione di chi non vuol sentire. E devo dire che Ilaria già al primo post ha capito di cosa si stesse parlando, segno che devo lavorare ancora un altro po' per tenere alla larga gli scocciatori.
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Clotilde P.

      Clotilde P. 2 anni fa (1 Luglio 2017 21:09)

      Quando si é bisognose non si puo apparire non bisognose. Secondo me non puoi fare un granché ...sei molto cervellotica e ansiosa. Forse era meglio una notte di sesso e via, da usarlo per quello che puo dare altro che Chiedersi cosa fare per riangganciarlo. Ma che sentimenti puo ispirare un soggetto del genero se non del.sesso dove magari lo picchi anche un po Boh
      Rispondi a Clotilde P. Commenta l’articolo

  16. Avatar di flo

    flo 2 anni fa (2 Luglio 2017 0:14)

    Qui si parla proprio di "dipendenza affettiva".
    Rispondi a flo Commenta l’articolo

  17. Avatar di Tiziana

    Tiziana 2 anni fa (5 Luglio 2017 13:58)

    Ciao Ilaria, io mi trovo in una situazione diversa. Ho alle spalle una storia di 22 anni finita con un divorzio difficile e da un mese frequento per la prima volta un uomo. C'è tanta complicità ed intesa con lui ma la paura di soffrire rimane ancora alta (anche se la voglia di stare bene e la fiducia in lui mi danno la forza per andare avanti in questa storia). Scherziamo e ci baciamo tutto il tempo ma per quanto riguarda il sesso... niente. Lui ha avuto tante esperienze. Dice di volere una storia seria con me e che vuole prolungare al massimo questo periodo di seduzione e desiderio perché per il sesso avremo tempo... Razionalmente condivido ma è la prima volta che sento questo tipo di discorso da un uomo... Avrei preferito respingere le sue avances e sentirmi davvero desiderata...
    Rispondi a Tiziana Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 2 anni fa (5 Luglio 2017 22:04)

      Ahahah Tiziana, mi hai fatto sorridere!...e se facciamo battute e ci proviamo subito non va bene; e se si va coi piedi di piombo non va bene!...dai, forse ha solo bisogno di qualche stimolo in più per partire, su!
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (5 Luglio 2017 22:47)

      Tiziana, pessimo segnale il disinteresse al sesso di questo signore, pessimo, soprattutto se il tema è già stato oggetto di dibattito e discussione tra di voi ed è già stato respinto al mittente con una megaballa. Dove è l'intesa e la complicità? "Intesa" e "complicità", insieme a "cultura" e "fascino" sono termini da sottoprodotto del romanticume da rotocalco. Vi conoscete da un mese e già c'è tutto questo ammosciamento e tanta tristezza. Gli amori cattivi sono come le cineserie moderne: al prossimo angolo c'è un altro negozio pieno. Perché starci attaccati (agli amori cattivi)? Una storia di 22 anni con un divorzio difficile è stata di certo una brutta storia, tutta. La "voglia di stare bene" e la "fiducia in lui" (?!?) ti danno forza? Questo è l'inganno da favola imbrogliona e ti rispondo con una ricetta da rotocalco, tanto semplice e tanto dispregiata dalle donne: la forza te la devi dare tu, la voglia di stare bene non deve essere voglia di stare in una storia per trovare salvezza da una vita complicata e infelice (con il tuo passato non ti è ancora chiaro?), la voglia di stare bene deve essere voglia di camminare sicura (finalmente!) sulle tue gambe e la fiducia per qualcosa di buono nella tua vita non deve essere riposta in un'altra persona (questo mai) ma in te stessa. Se no la fiducia sul niente significa autorizzarsi a credere a balle megagalattiche. Lo sai vero che ci sono uomini che non sono capaci a fare sesso o hanno seri problemi in quell'ambito? E guarda caso sono i più imbroglioni, perché i più bisognosi di coperture verso se stessi e il mondo?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (6 Luglio 2017 8:41)

      Ah ecco, pensavo di essere cattiva io come al solito. Più che altro mi suona strano il discorso ... uscire per un mese senza fare sesso non mi pare strano, però.
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (6 Luglio 2017 15:40)

      Infatti, non sarebbe strano se non fosse che il tema è già stato dibattuto tra i due. Sono inquietanti le risposte del tipo alle sollecitazioni di lei.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Tiziana

      Tiziana 2 anni fa (6 Luglio 2017 13:53)

      Grazie Ilaria. Quando parlo di intesa e complicità intendo dire che abbiamo lo stesso senso dello humor e ci piacciono le stesse cose. Non siamo tristi quando siamo insieme... ridiamo, ci baciamo, scherziamo e sappiamo anche parlare di cose serie. So che è sbagliato fare un paragone con relazioni passate, ma sono cose che scopro adesso e che mi sono sempre mancate. La mia storia di 22 anni è finita da 2 anni e mezzo e solo da alcuni mesi avevo ricominciato a sorridere e trovato un mio equilibrio. Da quando conosco lui ho rimesso tutto in discussione: la certezza di non avere bisogno di un'altra persona per stare bene adesso vacilla. Ho scritto di avere fiducia in lui... in realtà vorrei averla in quello che mi dice... Ieri sera abbiamo dormito per la prima volta assieme e, a parte baci (questa volta più focosi) e carezze... niente...
      Rispondi a Tiziana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (6 Luglio 2017 15:10)

      E tutta intesa intellettuale la vostra, Tiziana. E' evidente che è così.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (6 Luglio 2017 16:08)

      "Da quando conosco lui ho rimesso tutto in discussione: la certezza di non avere bisogno di un'altra persona per stare bene adesso vacilla". Cara Tiziana, scrivi questo su un cartello e appendilo alle pareti di casa, per ricordarti quanto ti fa male questa persona. Perché immagino che dentro di te tu sappia che non è vero che hai bisogno di un'altra persona per stare bene.
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 2 anni fa (7 Luglio 2017 1:03)

      No vabbè, ma dormire insieme e limitarsi a baci focoso come i ragazzini, sembra inconcepibile pure a me...ma il "richiamo della furest" non lo sente proprio?...c'è qualcosa che non va...brava Ilaria che ci avevi preso al primo colpo!...a sto punto ci dormirei insieme un' ultima volta per vedere se finalmente coglie l' occasione, o se se la fa scappare
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (7 Luglio 2017 8:41)

      Ah, meno male Max, non che io avessi dubbi sul tuo punto di vista e sul punto di vista di un uomo sano e tantomeno che io pretenda di aver ragione (immaginiamoci), la differenza è che forse io mi occupo di queste questioni a tempo pieno: c'è una netta differenza tra il rispetto dell'altro e le scelte personali e di coppia compiute in modo sano e, appunto, in base alle esigenze dei due partner concordate e la mancanza di quello che efficacemente hai definito il "richiamo della foresta" con relativi effetti pratici e di riuscita. Sai quante donne scambiano l'inadeguatezza del partner (che si inventa ogni giustificazione possibile) per rispetto? Ma scusa, ma il fatto che una donna solleciti determinate cose e che lui dica "no, cara, abbiamo tutto il tempo", non è già sintomo che qualcosa non funziona? Sia inteso: non è da stigmatizzare l'inadeguatezza di una persona (sappiamo che nel 90% dei casi trattasi di una vera tragedia, ahimé) ma la menzogna nel nasconderla, questa è terribile. P.S. Ovviamente queste considerazioni non c'entrano nulla con altre del tipo "eh, ma non è meglio aspettare un po' prima di fare sesso", "eh, ma se lui si butta a capofitto poi dite che gli interessa solo quello". Si tratta di un altro paio di maniche.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 2 anni fa (7 Luglio 2017 15:36)

      Mah Ilaria, che ti devo dire, sarà sicuramente perché ho visto la faccenda dal mio punto di vista vedendo solo il comportamento di lei e non dando troppo peso a quello di lui, e in base a come agisco io quando mi capita una donna che è un po' restia a concedersi mi secca, perché penso sempre che dovrebbe essere una cosa spontanea...anche nella storia dell' anno scorso comunque ebbi spinto già da subito per l' intimità con quella donna, anche se senza forzare la mano, senza mancarle di rispetto sia chiaro...poi leggendo di donne che hanno paura di riaprirsi ad un uomo, mi chiedo sempre se può capitare all' inverso, e magari questo era il caso...o forse lui ha visto in lei "la donna gentile" e faceva fatica ad andare oltre...e quindi ho pensato "e vabbè, se per una volta è l'uomo che vuole fare le cose con calma, che c'è di male?"...certo che poi se stai nel letto con la donna che hai baciato e che frequenti da un po', e non cogli l' attimo, non hai proprio più scuse e devi fare l' uomo!
      Rispondi a max Commenta l’articolo

  18. Avatar di Tiziana

    Tiziana 2 anni fa (10 Luglio 2017 13:06)

    Si Anna, so che non ho (non devo) avere bisogno di un'altra persona per stare bene. Il fatto è che la voglia di stare bene accanto ad un uomo è molto più forte e l'ho riscoperta da quando l'ho incontrato...
    Rispondi a Tiziana Commenta l’articolo

  19. Avatar di Laura

    Laura 2 anni fa (17 Luglio 2017 20:25)

    Cara Ilaria, io sono fidanzata da tre anni con un ragazzo con cui sono stata al terzo appuntamento. Tra qualche mese andremo a convivere e appena potremo ci sposeremo. Che cosa ne pensi? Io penso sinceramente che porsi problemi sul quando farlo e non farlo faccia perdere spontaneità alle relazioni e soprattutto che ritardare il sesso non ha nulla a che fare con la nascita dell'amore vero. L'amore non è una partita a scacchi. L'amore nasce se c'è affinità, se si prova stima e affetto, se si condividono obiettivi comuni, tutte cose che ripeto, non hanno niente a che fare con il momento in cui si fa sesso. Se fossi un uomo e non stimassi una donna se anche lei me la desse dopo tre mesi, non la amerei. Se il mio fidanzato non fosse stato quello giusto? Se se ne fosse andato? Amen , sarei caduta e poi mi sarei rialzata... questa è vita.
    Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (17 Luglio 2017 20:30)

      Nulla da eccepire. E' che ci sono moltissime donne che cadono nella trappola del "se è amore", vanno a letto con un uomo prima di essersi chiarite le idee e soprattutto affamate d'amore, il fatto di esserci andate a letto le lega moltissimo e poi si ritrovano deluse. Bisogna essere sicure di quello che si fa per sé prima che in relazione all'altro, perché soffrire non fa mai bene.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 anni fa (18 Luglio 2017 11:15)

      @Ilaria, indubbiamente l'essere "affamate d'amore" gioca un ruolo fondamentale e totalmente negativo, ma Laura non considera che la sua è una relazione equilibrata e normale dove entrambi si sono mossi in sincrono rispetto alla maturità del rapporto e rispetto alla coppia. Purtroppo, e parlo per la mia esperienza, pur essendo in sincrono con la maturità del rapporto, e quindi intenzionata a vivere con serenità e spontaneità il rapporto e la conoscenza dell'altro, anche fisica, ero fuori sincrono con la persona che aveva delle informazioni di cui non disponevo e che mi avrebbero tenuta decisamente lontana dall'intraprendere una storia ( lui convivente dichiaratosi assolutamente libero). Sono qui perché se mi approcciassi ad un'altra persona semplicemente basandomi sulla spontaneità, darei prova di essere davvero sprovveduta. Cerco invece di imparare a muovermi un po' meno da cappuccetto rosso con i lupi cattivi. Con questo non voglio dire che Laura abbia solo avuto fortuna, anzi, ma che nel suo rapporto ben riuscito la discriminante non sia la tempistica del primo rapporto sessuale, ma l'aver saputo individuare una persona in sincrono con le sue intenzioni; quando capita questo non c'è bisogno di dirsi nulla, si vive giorno per giorno il rapporto e immagino sia bello vederlo crescere. Suggerire di fare altrettanto perché l'aneddotica personale risulta felice, è fuorviante di tutto quanto letto qui.
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (18 Luglio 2017 13:13)

      Io credo che Laura abbia vissuto un'esperienza di vita unica come tutte le esperienze e soprattutto che abbia incontrato un uomo intenzionato a lasciarsi coinvolgere in una storia, a prescindere. Come conosco coppie che si sono conosciute online (a dirla tutta non attraverso siti di incontri) e che si sono sposate, con uno dei due partner che ha cambiato addirittura continente, e conducono vite di coppia affiatate condividendo progetti esistenziali. Onestamente penso che il web sia un buon canale per creare relazioni di valore? Credo proprio di no, il buon senso, la pratica e la sociologia ci indicano che è un pessimo canale. Si possono adottare strumenti per proteggersi e cavarne il meglio? Certo. Ci vuole intelligenza e certezza dei propri obiettivi e dei propri standard. Fare sesso con un uomo nei primi tempi della conoscenza facilita od ostacola una relazione? Di certo non la facilita, abbiamo spiegato tante volte perché (ma ci sono ingenuotte che pensano che se ci vanno subito a letto lo tengono legato a loro. In realtà il nostro di donne disponibili ne trova a mazzi) e nemmeno ostacola, perché se un uomo ti valuta in base alle proprie urgenze ti stai preparando a una vita d'inferno. Una donna consapevole e sicura non se ne fa un problema e mette il proprio interesse (quello vero, non quello che in quel momento si racconta mentendosi) prima di tutto. Io sono convinta che non ci sia assolutamente ragione per precipitarsi, anzi. Molto meglio darsi il tempo per conoscersi e soprattutto per valutare e soppesare lucidamente, dove il senso è proprio nel "lucidamente". E' possibile che nasca una grande storia d'amore con uno con cui si è fatto sesso dal primo appuntamento? Certo, è possibile. Di solito è più probabile che una notte di sesso sia solo una notte di sesso.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 2 anni fa (18 Luglio 2017 15:22)

      Io penso che ai tempi nostri sia meglio darsi il tempo per conoscersi e soprattutto valutare ,soppesare e stare attente ai segnali. Com'è noto si incontrano un sacco di stronzetti in giro, bambinoni, rospi, come li vogliamo chiamare, che, oltre ad essere stronzi e bambinoni con spesso un little cervello, sono spessissimo accompagnati/impegnati/sposati addirittura e lo nascondono. A parte le donne che si tuffano nella rete dell'uomo sposato sapendo che non è libero, libera scelta. Mentre se non si conosce la situazione del tipo in questione, meglio aspettare perchè, come dice Ilaria, andandoci a letto molte costruiscono il castello e poi la delusione, più forte, è dietro l'angolo.
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (18 Luglio 2017 21:28)

      Io sommessamente vorrei dire che non è tanto normale dire continuamente bugie. Arrivo a capire lo sposato seduttore che mente o glissa, ma non può essere che se ne dicano di ogni, così per giocare come fosse un gioco di società. Mi spiego meglio. Ovviamente può essere, perché è, lo raccontiamo qui tutti i giorni, quindi può essere. Ma nel momento in cui sei uscita con una persona quel tempo necessario a scoprirne le bugie, ti sei già fatta del male, sesso o non sesso, amore o non amore. Perché intanto ci sei uscita, ti sei interessata, ci sei stata a pensare su... poi ci si mette un chissene e si va avanti, però ogni volta è veramente una esperienza scoraggiante.
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 anni fa (18 Luglio 2017 18:50)

      @Ilaria, concordo soprattutto perché non è propriamente vero che se si cade poi basta rialzarsi, questi incontri sciagurati ci rendono davvero persone peggiori. @London, tutto giusto, cancellerei solo quel " ai nostri tempi". Oggi correi il bicentenario della morte di Jane Austen e nei suoi romanzi sono profilati benissimo i personaggi seduttivi e manipolatori che riescono a raggirare tutti, ricordo in "Orgoglio e pregiudizio" il rammarico dei vari protagonisti per non aver messo in guardia i conoscenti sull'inaffidabilità di un soggetto che non solo sapeva presentarsi come signore a modo, ma sapeva mettere perfettamente in cattiva luce gli altri che avevano il buon gusto di non essere troppo chiacchieroni. Elizabeth Bennet è la donna affascinante e allegra che fa capitolare ogni lettore maschio, del resto è poco interessata al matrimonio come ogni maschio. Da snobbata si prende la sua rivincita con estrema dignità fino a ridurre l'altro a zerbino. Ogni parola utile a descrivere quel personaggio prodotto dalla fantasia di una donna vissuta secoli fa è utile a far scuola a noi donne moderne che capitoliamo per un like su facebook quando non succede di scambiare per ammirazione e amore eterno l'invio di una foto del pene.
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

  20. Avatar di Irenera

    Irenera 2 anni fa (18 Agosto 2017 12:31)

    Ciao Ilaria, la verità è che a me infastidisce questo ragionamento maschile che subentra se faccio sesso con un uomo "troppo presto". Non mi fa sentire libera. Quel tipo di ragionamento per me è uno strumento personale di selezione, diciamo che lo sfrutto a mio vantaggio. Se sono così poco aperti nei ragionamenti si autoeliminano, e per me è tutto tempo guadagnato.
    Rispondi a Irenera Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 anni fa (18 Agosto 2017 15:49)

      Diciamo che bisogna essere molto sicure delle proprie ragioni per fare sesso con qualcuno. Se sai già di essere innamorata, prendere un po' di tempo per vedere almeno se la cosa è reciproca può essere utile. Un po' di autoprotezione non guasta mai. Se invece non sai, e/o sei disposta a viverti la cosa alla "come va, va", accettando che lui possa stancarsi, ok. Anche io penso che non potrei sopportare uno che la pensa in quel modo, tanto è una mentalità che presto o tardi emerge in altri aspetti della relazione.
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo