E’ inconcludente e insincero. Perché lo insegui?

Come conquistare un uomoCome saprai ricevo molti messaggi e molti commenti da donne che vogliono conquistare un uomo: non per niente è uno degli argomenti principali di questo blog. Dal genere di domande che ricevo attraverso i vari canali – anche dalle persone che intraprendono un percorso di coaching individuale con me – talvolta mi chiedo che cosa intendano davvero molte donne quando parlano di “conquistare un uomo”.

Io sono convinta che una relazione sentimentale – come tutte le altre relazioni – sia un rapporto alla pari, dove le persone coinvolte dialogano tra di loro (per l’appunto, “sono in relazione”) allo stesso livello, con un coinvolgimento emotivo e una tensione sessuale che sono reciproci e che sono condivisi. Insomma, con un interesse che si equivale, dall’una e dall’altra parte.

Nel mio modo di considerare e di sentire la relazione di coppia “conquistare un uomo” significa, come dico spesso, essere tu, per prima, la persona giusta per la persona giusta per te, per quello che è l’uomo giusto per te. E, poi, in secondo luogo, significa mettere in atto in modo spontaneo e naturale, senza stress né per te né per lui, tutti i comportamenti utili a realizzare innanzittutto quello che vuoi per te e poi a vivere tutto ciò all’interno della relazione, in un percorso fruttuoso e gratificante per entrambi. Il che, ovviamente, richiede un po’ di attenzione e tanta voglia di mettersi in discussione e di darsi da fare in modo “attivo”.

Conquistare un uomo: che cosa significa davvero?

La seduzione, dal momento del primo incontro e poi per tutta la relazione, è un percorso che non si conclude mai una volta per tutte e che si compie insieme, mettendosi in gioco in parti uguali e con lo stesso livello di energia. La seduzione e la relazione di coppia non hanno nulla a che fare con l’opera di “conversione” o di “convincimento” che una persona conduce sull’altra per portarla a pensare e a comportarsi come vuole lei. Niente di tutto ciò ha a che fare con il conquistare un uomo (o una donna, certo).

Conquistare un uomo, conquistare il suo cuore (tanto per usare un altro modo di dire un po’ romantico e altisonante) è soprattutto essere capace di amare e di essere amata. Significa anche comprendere l’altra persona, sia per trovare punti di interesse e di incontro con lei, sia – e questo è importantissimo – per evitare delusioni e perdite di tempo. E per evitare di disperdere al vento preziose energie emotive che si possono indirizzare verso una relazione bella e intensa.

Perché voglio sottolineare queste sfumature? Perché sono essenziali per me e per il  mio lavoro. E anche perché,  sarà il caso oppure saranno le “nuove mode” che regolano le relazioni di coppia, negli ultimi giorni mi è stata fatta una domanda simile da tante persone diverse. Il genere di domanda al quale mi riferisco è uguale a quella che Fra ha lasciato come commento a un articolo dedicato alle strategie per sedurre un uomo.

L’uomo dalla porta girevole

“Cara Ilaria,  volevo farti i complimenti per il tuo blog. Da tempo sono nel circolo vizioso delle non-relazioni/uomini sbagliati, ahimè! Pur essendo gia arrivata alle cause, trovo maggiore spinta nel migliorarmi leggendo i tuoi articoli (Purtoppo scoperti solo da pochi giorni).  Non ho però trovato alcuno spunto sugli ‘uomini dalla porta girevole’, ovvero quegli uomini che scappati dopo un accenno di inizio relazione, poiché impauriti dal tuo bisogno e paura di restare sola, tornano ogni tot mesi a bussare alla tua porta (e non si sa perché proprio quando sei riuscita a togliere il dito dalla piaga). Come poterlo riconquistare? Ma soprattutto…perché tornano??”

Potrei dire che il blog è pieno di indicazioni/spiegazioni/suggerimenti su come evitare gli uomini sbagliati, che siano da porta girevole o no. Spesso, non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire e non si vede quello che è sotto il naso. Per questo preferisco concentrarmi sulla richiesta, che è interessante, e andare alla risposta.

Il primo punto interessante è che Fra, come la stragrande maggioranza delle lettrici che hanno relazioni sbagliate, è una ragazza molto intelligente (sopra la media, intendo) e che sa già di suo un sacco di cose utili e molte altre le ha capite chiaramente. Solo che “qualcosa” le impedisce di passare dalla “teoria” alla “pratica”.

Vediamo un po’, sarò spietatamente sincera sia con Fra sia con qualunque altra lettrice che è sensibile al tema perché ritiene che sia anche il proprio. Se pensi di essere troppo sensibile, fermati qui, non dirò cose piacevoli a chi vuole cullarsi in antiche certezze. Se cerchi qualcosa di utile, invece, continua a leggere. Il punto di vista che ti propongo può servirti da strumento prezioso.

Porta girevole o no – che dire, questa immagine mi ha colpito – si tratta di uomini che non solo non hanno un interesse specifico per te, ma non hanno nemmeno delle emozioni specifiche legate a te. Ma non perché tu sei sbagliata o non sai sedurli. Semplicemente perché non sanno che cosa siano l’amore, le relazioni, i sentimenti per gli altri.

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

Sono uomini presi da altro, cioè da qualcosa che per loro è molto più urgente e impellente: hanno bisogno di sentirsi importanti e interessanti agli occhi di qualcuno. Se si tratta di una donna, tanto meglio.

Per cui, quel “tuo bisogno e paura di stare sola” è vero che da una parte li fa scappare a gambe levate – nessuno ha voglia di fare da infermiere a qualcun altro e nemmeno di essere braccato come una gazzella dal leone -, ma dall’altra parte è per loro la garanzia che tu sei lì, a loro gradita disposizione.

Perché a volte ritornano?

Quando sono usciti dalla porta, dopo che si sono fatti un giro nel mondo là fuori e si sono accorti di essere soli e senza fan e tifosi, dopo un po’ hanno di nuovo bisogno di sentirsi apprezzati da qualcuno. E per “ricaricarsi”, vanno sul sicuro, tornano. Tra l’altro, i loro sensori inconsci li fanno tornare al momento giusto, quando tu pensi di aver tolto il dito dalla piaga, ma non l’hai fatto (se no li manderesti via a calci nel di dietro e loro on tornerebbero mai più).

Ovviamente non tornano per restare, se no il magico meccanismo del loro giochino non funzionerebbe più. E poi, ribadiamolo: a loro non interessa nulla di avere una relazione.

Soprattutto, non tornano per amare e per dare. Tornano per prendere, quel che possono, come possono. Dato che chi non ha capacitò di dare non è nemmeno un genio nel prendere.

Davvero vuoi conquistare un uomo del genere?

Una precisazione doverosa: come lui gioca sui tuoi bisogni e sulla tua paura, tu – probabilmente senza accorgertene, cioè in modo inconscio – fai affidamento sulla sua porta girevole, cioè sulla sua inconcludenza. Prima o poi lui (o il suo sostituto) ritorneranno e tu puoi continuamente aspettare a crearti una relazione seria, con un uomo serio. Cosa per la quale, ci vuole vero coraggio.

Vuoi smettere di sentirti bisognosa e di comportarti come se avessi paura di restare sola e, soprattutto, di avere accanto a te un uomo alla tua altezza? Naviga sul blog, ci sono molti articoli per te. E poi ci sono i miei due percorsi, che sono fatti apposta per superare paure e insicurezze: “I 7 Pilastri dell’Attrazione” e “Come sedurre un uomo senza stress”.

 

Lascia un Commento!

110 Commenti

  1. Avatar di carla

    carla 4 anni fa (28 Giugno 2016 16:21)

    ciao Ilaria ciao donne ho bisogno di un consiglio ho di nuovo combinato un pasticcio e ci sto male, ora.non devo cercare relazioni nei momenti in cui mi sento la donna piu' sola del mondo non funziona mai.ho dovuto stare rinchiusa in casa anni per far crescere il mio bambino,ora ha 13 anni e vorrei vivere un po'.Cercavo una relazione semplice ogniuno a casa sua e trovarsi ogni tanto per dividere una cena,camminare la sera,bere una birra insieme cose cosi'non credevo fosse complicato.Insomma ero tutta contenta avevo trovatol'uomo per me e gia' iniziavo a far castelli nel cervello(ovvio senza dirlo a nessuno)Lo conoscevo gia' da anni e'un manutentore che ripara qualsiasi apparecchio nell'ospedale dove lavoro: io sono ortottista insomma ci vedevamo praticamente tutti i giorni.Avevo gia' notato tempo fa' dell'interesse per me, ma ero presa da altri problemi e non ci ho manco badato.comunque e' uno che ho sempre considerato buono carino semplice simpatico bevevamo il caffe' insieme e scambiavamo delle battute..Poi succede che 2mesi fa' mi chiede di andare a raccogliere il tarassacco insieme verso casa mia perche' abito in contrada, e a lui piace. Io non so' cosa mi e' scattato coN sto tarassacco ma questo uomo ha iniziato a piacermi e gia' mi vedevo con lui nei boschi,iNfatti ci sono state poi altre proposte alterne ,da pate mia e sua:andiamo a funghi ad asparagi selvatici a spugnole..mai successo ,non so perche', sembrava convinto.e' venuto su avedere dove abitavo ha detto,bello bellissimo ma poi non ci siamo trovati.mi invita una sera a mangiare una pizza .l'unica volta che siamo riusciti a trovarci.Siamo stati bene parlato tanto bevuto abbastanza ,cosi' poi mi porta nel parco della rocca a vedere le stelle e le lucciole e li' mi salta addosso,mani dappertutto e baci appassionati,io per fortuna pero' quella sera per sembrare piu' magra(ero fighissima|) mi ero messa una di quelle guaine a pancera che non riesci a scollare piu' neanche con la fiamma ossidrica e meno male ,perche' fosse stato per me l'avremmo fatto,li' nel prato sotto il castello.Ma non e' proprio riscito ad infilarci le mani . Cosi' poi siam tornati giu'io tranquillissima che ci saremmo rivisti, non ho piu' chesto nulla lui mi ha lasciato con un "APRESTO.." giorno dopo io non chiamo, lui non chiama ,secondo giorno dopo idem. terzo giorno dopo io ini ziavo gia' ad incazzarmi mi manda un ms con scritto se sto bene,spero di si,.Allora io gli ho rlanciato l'invito a venire abere una birra da me e lui si sicurissimamente,-mai visto,- e comunque ci messaggiamo ogni tanto e sembra ancora interessato.Gli chiedo ,per rivederlo, un favore se quando puo'possa venire a farmi partire i decespugliatori perche' il mio campo sembra la savana. si vengo sicurissimamente appena ho un attimo...piu' sentito..e io aspetto e aspetto e aspetto...A quel punto gli mando un pss ma dove cazzo sei finito?,Lui mi dice scusa non e' maleducazione ho un periodo tribolato. e' morto mio zio ,mio padre deve fare tante visite,ecc.ecc.ok. Lascio stare .torno al lavoro perche' ero in ferie e a pranzo gli mando un messaggio chiedendogli se va' in mensa ,legge e non risponde ,ci vedevamo avolte. alla sera io ero furibonda ,questo ieri sera e gli ho scritto incazzata che io uno da "trombala e poi non chiamarla piu'"Non lo volevo vedere neanche dipinto"CHE IO non ero piu' interessata che non credevo fosse ridotto cosi'e che non era neppure riuscito a trombarmi per via della santa guaina che IO AVEVO MESSO PER FURBIZIA PERCHE' SONO UNA VOLPE.non ha risposto..ORA IL MIO PROBLEMA E':come mi comporto se inevitabilmente lo incontro?non so' che fare lo saluto noncurante (NON NE HO VOGLIA),mi nascondo sotto una barella?O NON LO saluto ostentando il mio astio?RISPONDETE GRAZIE!!
    Rispondi a carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (29 Giugno 2016 15:22)

      Carla, mi chiedo, al netto di alcuni dettagli quasi comici, è davvero così difficile persuadersi che molti uomini sono interessati a una cosa soltanto, come è notorio? E' così difficile capire che anche il più indolente tra questi uomini, di fronte e tanta disponibilità non si tira indietro, ma quasi "rassegnatamente" coglie la palla al balzo? E, poi, in ultimo, tu credi di essere minimamente interessata a costui (intendo in modo autentico)?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (29 Giugno 2016 15:51)

      Mi colpisce la mistificazione inconsapevole che, nel corso del racconto, trasforma la pancera, messa "per sembrare più magra" (che é appunto la sua funzione, per chi ci tiene a essere "fighissima"), in "santa guaina", astutissima cintura di castità anti-trombatori occasionali nel boschetto della fantasia (cit. Elio e le storie tese). Se si riesce a mistificare questo, allora anche il primo pirla che passa puo' trasformarsi nell'uomo imperdibile ma stronzo e un'ortottista madre di un adolescente puo' pure meditare di nascondersi sotto una barella pur di non salutare l'imperdibile stronzo.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di carla

      carla 4 anni fa (30 Giugno 2016 13:20)

      Infatti non lo saluto piu',piuttosto mi butto sotto una barella!! p.s. la guaina la mettero' sempre ad un prossimo primo appuntamento serve:e' come non depilarsi per l'occasione ,ti fa' ricordare che NON PUOI ASSOLUTAMENTE CEDERE!!
      Rispondi a carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (30 Giugno 2016 15:37)

      Meglio andare sul sicuro e non lavarsi una settimana intera, non si sa mai! ;-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di carla

      carla 4 anni fa (30 Giugno 2016 13:11)

      ciao ilaria grazie della risposta.E'si' per me obiettivamente e' difficile sono un'anima candida.Io per essere sicura di poter stare con un uomo e di potergli voler bene devo esserci andata a letto. e' come se il sesso fosse la porta per l'amore,tutte le mie relazioni sono iniziate cosi'e poi sono state lunghissime. Anche per questo ho cosi' poca esperienza di trucchetti e giochetti cervellotici tornando al maschio in questione no non lo voglio piu' vedere perche' oltretutto non mi piaceva come baciava.
      Rispondi a carla Commenta l’articolo

    • Avatar di elisa

      elisa 4 anni fa (1 Luglio 2016 8:07)

      Quando ci si renderà conto di questo forse tanti problemi esistenziali si supereranno e magari si vivrà con molta più serenità..le priorità della vita sono altre non certo uno che ti salta addosso e non si fa più sentire..sprecare energie dietro a queste cose è quasi un delitto..per sè stesse ;-)
      Rispondi a elisa Commenta l’articolo

  2. Avatar di rosalia

    rosalia 4 anni fa (2 Luglio 2016 19:44)

    Mi lego.A maltrattanti tre anni che inseguo piango lui mi offende mi maltrstta mi fa i giochi mentali.Sono dentro e ho pure rischiato perché quando le offes3 o il rifiuto e piu disprezzante. Io vado nel panico più totale .Sono divorziata ho 51 anni non lavoro .questo mi porta ad andare nel panico .rischio.sempre.lui poi dopo che lo prego inseguo le cose più ridicole .E le offese più ripugnante.torna calmo voglio uscirne fuori aiutatemi
    Rispondi a rosalia Commenta l’articolo

  3. Avatar di marina

    marina 4 anni fa (3 Luglio 2016 11:28)

    L'uomo dalla porta girevole....mi dispiace di aver letto questo articolo solo ora mi sarei risparmiata una cocente delusione. ..ho vissuto una storia con un uomo identico a quello descritto nell'articolo ma non lo avevo mai visto cosi...è molto doloroso ammetterlo ma ho messo il paraocchi e vedevo e interpretavo ciò che io volevo vedere anche essendo evidente uno scarso interesse e un egocentrismo smisurato....grazie Ilaria..ora ho capito e riuscirò a superare questa cosa
    Rispondi a marina Commenta l’articolo

  4. Avatar di Sole

    Sole 4 anni fa (19 Luglio 2016 20:24)

    "Davvero vuoi conquistare un uomo del genere?" Razionalmente rispondo di no ma perché il mio cuore non riesce a farne a meno?! Come si esce dalla fase bisognosa e dalla paura di restare sola?? Storia simile a luna... Uff!!!
    Rispondi a Sole Commenta l’articolo

  5. Avatar di Rossana76

    Rossana76 7 anni fa (8 Aprile 2013 0:02)

    Sarò sincera... Non è stato piacevole leggere questo articolo, Vi dirò , forse ci ho lasciato sopra anche due lacrime. Ora , dopo aver letto, mi sento strana, forse un po' spossata. Ora Mi metto la crema, mi lavo i denti e mi infilo a dormire. So che domani non avrò un bel risveglio con i pensieri che ho in testa ora , so anche che è del tutto inutile ( stupido?) pensare di bloccare il giramento di porte altrui. Domani mi alzo, mi butto nelle mie cose, e quella porta che gira non la voglio vedere più . Non girerò lo sguardo, muovo proprio le gambe e cammino, da qualche parte prima o poi si arriva Spegnerò anche il cellulare per qualche giorno, forse tutta la settimana. Tanto i miei amici e familiari sanno come trovarmi. Spero tanto, ma tanto, di svegliarmi domani incazzata come sono ora. Perché un altro errore perverso delle menti femminili (per voi maschi non so) consiste nel tenersi e coccolarsi nel cuore un momento bello e tralasciare dieci brutti, tanto da spazzarli sotto il tappeto alla prima girata di porta nella nostra direzione. Sono tanto arrabbiata, e delusa, mi hai svuotata e annichilita così tanto con i tuoi balletti di parole che non voglio nemmeno picchiarti anche se spaccherei volentieri qualcosa ora. Non ti dirò niente, non ti farò niente. Non voglio avere l'ultima parola e non parlerò nemmeno di te in giro. Grazie per l'articolo e anche agli utenti per i commenti. Per il momento vi dico grazie a denti stretti, quello che è scritto nell'articolo lo so già da me, forse mi serviva che qualcuno me lo ridicesse per attivarmi quel tonfo sordo ma ingombrante che ho sentito dentro
    Rispondi a Rossana76 Commenta l’articolo

    • Avatar di Enry

      Enry 4 anni fa (6 Agosto 2016 0:59)

      Ciao Rossana leggo da un mesetto questo bellissimo sito e il tuo commento mi è molto piaciuto perché mi ha dato un po' di coraggio. Poi ho visto che risale a 3 anni fa e mi è venuta la curiosità di chiedere a te ma anche alle altre ragazze... chissà come stanno oggi queste donne? Sono riuscite a rinascere per loro stesse? Mi piacerebbe tanto chiedervi se state bene cosa vi ha aiutato a uscirne? E quanto tempo è servito? E cosa è successo nel frattempo! Mi piacerebbe leggere commenti positivi perché in questo momento sapere che poi si starà bene, anzi molto bene, è il pensiero positivo che nutro dentro essendo stata totalmente risucchiata dentro le sabbie mobili 'grazie' ad una di queste devastanti relazioni...Grazie
      Rispondi a Enry Commenta l’articolo

  6. Avatar di ELENA

    ELENA 4 anni fa (15 Agosto 2016 11:01)

    Questa storia mi ricorda qualcosa ....
    Rispondi a ELENA Commenta l’articolo

  7. Avatar di Ale

    Ale 4 anni fa (14 Agosto 2016 22:43)

    Ciao, io sono corteggiata da più di un anno da un personaggio che si fa vivo e promette ,ma non va mai al sodo. Sono arrivata a pensare di essere io il problema visto il suo comportamento,perché corteggiare una persona e poi non concludere , che senso ha?Qualcuno riesce a darmi una risposta? Vorrei capire grazie, ciao.
    Rispondi a Ale Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (15 Agosto 2016 12:37)

      Ciao Ale, non c'è niente da capire: é solo un grande spreco di tempo ed energie appresso a un uomo inconsistente, una nuvola d'aria fritta. Diventa un problema se gli presti attenzione, ma tu hai meglio da fare, giusto? ;-) Buon Ferragosto a te, a Ilaria e a tutti :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  8. Avatar di Ale

    Ale 4 anni fa (15 Agosto 2016 15:34)

    Grazie Gea per il commento,mi è davvero di conforto,tutto vero quello che dici,ma è così difficile prendere le distanze, mi piaceva davvero.
    Rispondi a Ale Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 4 anni fa (15 Agosto 2016 16:17)

      Ale, capisco cosa provi perché anche a me é capitato di avere a fare con un tipo del genere, ma nel momento in cui ti rendi conto di che pasta é fatto (anzi, di che pasta NON é fatto, visto che é il cavaliere inesistente), non ha senso pensarci ancora. Ovviamente non é che lo scordi semplicemente schioccando le dita, ma se cominci a prendere le distanze (declinando inviti, diradando i messaggi fino a tagliare i ponti) e, ogni volta che il pensiero torna a lui, ti ripeti che quest'uomo, sentimentalmente parlando, NON ESISTE, e ti dedichi invece a te stessa e alle cose che ti piacciono, ti interessano, ti appassionano, il tempo di "digestione" della delusione sarà molto più rapido... e sarà tempo guadagnato per te stessa e anche per incontrare gente nuova. Ricorda che l'unica padrona della tua vita sei tu e nessun altro! Un abbraccio :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  9. Avatar di Ale

    Ale 4 anni fa (15 Agosto 2016 20:01)

    Grazie di cuore Gea queste parole mi sono davvero di conforto.
    Rispondi a Ale Commenta l’articolo

  10. Avatar di Sari

    Sari 4 anni fa (17 Agosto 2016 14:21)

    Sto vivendo una situazione che ho voglia di condividere e che magari potrà essere spunto di riflessione. In questi ultimi mesi, grazie anche ai consigli del blog, ho chiuso con due uomini dalla porta girevole. Non sono stata così pronta a farlo e quindi non è stato facile; più si aspetta e peggio è. Con uno in particolare è stata molto dura perché a lui tenevo molto, nonostante tutto. Dopo averlo allontanato definitivamente qualche mese fa (ma sperando nel profondo che si rifacesse comunque vivo), la settimana scorsa l'ho visto nella foto profilo WhatsApp abbracciato ad un'altra (che conosco tra l'altro). La cosa non mi ha sorpreso ma mi ha fatto ancora tanto male. Lui che non si voleva impegnare (con me ovvio!). In questo ultimo periodo però ho conosciuto un uomo che mi sta corteggiando. E mi sto rendendo conto delle differenze. Non sarebbe il mio tipo (forse meglio così!?) e inizialmente ho cercato anche di mantenere le distanze e di allontanarlo. Ma ho scoperto che mi fa stare bene. Con lui non devo aspettare un messaggio che non arriva mai o solo una volta ogni tanto. Sono serena perché il messaggio arriva prima ancora che io ci possa pensare. Lui si preoccupa per me, quando non sto bene e anche quando sto bene. Si attiva realmente, e non solo a parole, per vedermi. È disposto a farsi i km (tanti) per stare insieme e non me lo rifaccia. Vuole conoscere le mie opinioni, le rispetta e non mi forza se dico no. Ho la sensazione che il suo interesse sia sincero. Non mi era mai capitato. E mi sto rendendo conto sempre più dei comportamenti sbagliati che ho permesso e accettato da diversi ragazzi e di quanto poco mi sia voluta bene finora. Ma soprattutto di cosa posso auspicare e devo volere e avere in un rapporto. Non so dove mi porterà questa frequentazione. So solo che voglio conoscerlo meglio. Una vacanza insieme in compagnia (che ha organizzato lui) sarà un'ottima occasione per osservarlo. Le altre volte partivo già presa, 'innamorata'... Di cosa poi?! Che io stia crescendo? :)
    Rispondi a Sari Commenta l’articolo

  11. Avatar di Mary2

    Mary2 4 anni fa (31 Gennaio 2017 20:53)

    Ti fanno perdere tempo , non concludono e se provi a far presente queste lacune (pardon sono un essere umano) ti dicono che sei visionaria , che non è come dici tu .... che lui ti stima , ci tiene a te ed al vostro rapporto ( quale con questi presupposti ?) Sono persone egocentriche, narcisiste, non hanno bisogno di una donna o di una vera amica , cercano solo adepti, qualcuno che li adori , che li sostenga e che li faccia sentire importanti, insomma qualcuno che gli regga lo specchio forse ! Ti succhiano energia ( ahimè ci hanno insegnato ad amare sempre e comunque ) , ma loro non sono in grado anzi non vogliono fare altrettanto, il concetto di amore ed amicizia non sanno neppure in quale pagina si trovi sul vocabolario . Quindi giunti a questo punto , credo che non ci siano ulteriori attenuanti, di noi non gli frega proprio nulla , per il nostro bene bisogna chiudere ogni contatto ,io , voi , meritiamo di meglio! Mandiamoli a raccogliere i broccoli !!!!
    Rispondi a Mary2 Commenta l’articolo

  12. Avatar di flo

    flo 3 anni fa (2 Giugno 2017 17:33)

    Ciao Ilaria vorrei chiederti una cosa, ma per quale motivo dopo che una frequentazione termina perché un uomo non hanno alcun interesse, continua successivamente incessantemente a cercarti per vederti nonostante le disapprovazioni?
    Rispondi a flo Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (2 Giugno 2017 18:18)

      Perché vuole mantenere il suo potere su di te e essere certo che sei a sua disposizione...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di valentina.maidiremai

      valentina.maidiremai 3 anni fa (2 Giugno 2017 18:25)

      già... ho paura di essere finita anch'io in quella ragnatela e non riesco a districarmi perchè non riesco a rinunciare alle sue attenzioni anche se so che non porteranno da nessuna parte, o almeno da nessuna BUONA parte...
      Rispondi a valentina.maidiremai Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (3 Giugno 2017 9:48)

      Valentina, se si trattasse di una tua amica, scommetto che le consiglieresti di chiudere, non é vero? Pensa di consigliare una cara amica... e sii la migliore amica per te stessa!
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di valentina.maidiremai

      valentina.maidiremai 3 anni fa (3 Giugno 2017 12:00)

      grazie Gea so che hai ragione.. mi piace l'idea di considerare me stessa la mia migliore amica, vorrei tenerla in considerazione ed imparare da questo concetto a volermi più bene. Dovrebbe essere scontato quello di amare sè stessi ma per me continua ad essere difficile perchè mi metto sempre in un ipotetico secondo piano rispetto agli altri
      Rispondi a valentina.maidiremai Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 anni fa (3 Giugno 2017 17:08)

      Di niente, Valentina! Il mio consiglio é frutto di un'improvvisa illuminazione che mi ha portata, tre anni e mezzo fa, a lasciare il mio compagno e poi, pochissimo tempo dopo, capitando sul blog di Ilaria, ad osservare e capire meglio incontri passati e presenti. Credo che a molti fra noi (donne, ma anche uomini), sia capitato di essere più lucidi e amorevoli nel consigliare amiche/amici nostri rispetto a noi stessi, ma si puo' sempre imparare ad esserlo anche con noi medesimi! ;-) Buon week-end, un abbraccio!
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  13. Avatar di Dani

    Dani 3 anni fa (9 Giugno 2017 10:54)

    A volte ritornano. Anche quando si è appurato che non c'è storia, per varie ragioni, gli hai fatto capire che così non va bene, continuano a tornare. E senza ritegno direi. E poi, quei soggetti che fanno anche gesti eclatanti tipo venirti a cercare negli orari in zona che frequenti per lavoro, girando in lungo e in largo e ti mandano messaggi come se non fosse successo nulla, sorprendendo visto che da una settimana non si faceva sentire, accampando scuse che aveva preso un virus nel telefono mentre era in vacanza. Comunque un soggetto capace di sorprendere sia in positivo che in negativo. Da un lato mi fa pena dall'altro rabbia perchè passa all'esagerazione. Non c'è equilibrio. Anche questo fa parte dei gesti per ricevere di nuovo attenzioni quando ne sono a corto?
    Rispondi a Dani Commenta l’articolo

  14. Avatar di RitaC

    RitaC 2 anni fa (23 Aprile 2018 15:12)

    Grazie Ilaria per la celere risposta. Le definizioni non le ho date io, mi sono state date, cioè questa persona mi è stata descritta da chi lo conosceva in questa maniera: che era un ragazzo brillante, che aveva conseguito molti titoli di studio, un ragazzo sicuro di sè ecc. Tra l'altro non fa il carabiniere ma il poliziotto, ricoprendo un ruolo dirigenziale. Da qui il mio sconcerto nel rendermi conto che non era possibile nemmeno portare avanti una conversazione semplice, fatta di botta e risposta, su un qualsiasi argomento, giusto per conoscerci meglio. Per quanto riguarda l'esternazione infelice, ho provveduto ad esprimere il mio disappunto con lui in separata sede, ma ieri notte, nella fretta di scrivere, ho tralasciato tutti i dettagli ormai inutili visto che l'epilogo è stato scontato e banale. Per quanto riguarda la coppia di amici, purtroppo avranno commesso l'errore che facciamo tutti, valutiamo dalle apparenze: la professione, il modo di comportarsi e così via. Loro volevano solo presentarmi una persona che credevano fosse interessante soprattutto nel momento in cui è stato lui ad avvicinare loro palesando il suo interesse. Siamo tutti basiti. La mia coppia di amici si è scusata ed è fortemente in imbarazzo perchè nessuno poteva immaginare questa situazione. Magari non sarebbe mai nato nulla semplicemente perchè non scattava la scintilla. Ma ritrovarmi catapultata in messaggi da quindicenni e fanfaronate pubbliche, no, non lo potevamo immaginare. A me piacerebbe conoscere una persona soprattutto adesso che ho trovato il mio equilibrio e la mia vita è felice. Ma il cuore non mi batte e lo sconforto è tanto se queste sono gli uomini che ci sono in giro.
    Rispondi a RitaC Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 anni fa (23 Aprile 2018 19:21)

      Ciao RitaC, ho letto i tuoi messaggi e volevo complimentarmi con te. Ti sei comportata in modo assolutamente maturo ed esemplare. Sei stata impeccabile nel riconoscere e non cedere a "lusinghe" fatte di messaggi privi di contenuto che tendenzialmente molte interpretano come segno di attenzione. Sei stata brava nel voler chiedere fin da subito agli amici in comune come mai lui avesse la tua mail, perché mettere al corrente le persone che ti hanno presentato questo uomo di comportamenti poco limpidi è segno di grande lucidità e complimenti ancora per come hai gestito la chiusura di questa conoscenza. Puoi andare davvero dove vuoi, ne hai tutti gli strumenti, sei in gamba e molto intelligente. Non credere che lui ti abbia presa in giro in alcun modo, mi pare evidente che tu non glielo abbia consentito. Conoscere una persona con lo spirito che ci hai messo tu è necessario per avvicinare le persone positive e allontanare appunto i perdigiorno. Lui non era alla tua altezza, ma davvero eravate su due poli opposti. Chiedi perché abbia fatto così, eppure se levi quel dubbio che non ti fa vedere le cose per quello che sono, ti renderai conto che lui, al di là dei suoi titoli di studio e della buona posizione sociale, non ha interessi o stimoli di alcun tipo. Non serviva conoscerlo più a fondo, era già tutto lì in bella vista :) Concordo nella svista dei tuoi amici, sicuramente avranno agito in buona fede, anche se tradisci un certo scetticismo quando scrivi che "Non mi sono piaciuti gli sguardi che si sono scambiati a tavola lui e il suo collega" che presumo fosse l'amico che vi ha presentati. Puoi comunque essere ben orgogliosa di te stessa e affrontare il prossimo capitolo con la stessa serenità e maturità che ti contraddistingue. Il mare è pieno di pesci :)
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di RitaC

      RitaC 2 anni fa (24 Aprile 2018 0:22)

      Ciao EmanuelaT, è bello trovare un po' di conforto e confronto su questo portale. Ad ogni modo no, la cena "a quattro" è stata proposta da lui che ha portato un suo collega, un'altro poliziotto ed io, giustamente, mi sono trovata costretta a portare un'amica. Gli sguardi erano quindi tra lui e il SUO collega. Quello che voglio far capire è la sensazione di fastidio e disagio che ho provato, quasi come se lui volesse far capire prima a gesti e poi al parole che io ero la "nuova conquista" del momento ai commensali. C'è un' altro dettaglio che ho tralasciato e che forse potrebbe fornirci altri spunti per interpretare questa "storia". Lui è stato trasferito da pochi mesi nella città in cui io risiedo. Forse voleva solo trovare un passatempo fino a quando non incontrava nuovi colleghi o, forse, peggio, voleva iniziare la classica tresca fuori sede. La coppia che me lo ha presentato non ha mai partecipato alla cene, l'ho aggiornata io in separata sede dell'evoluzione della storia, perchè loro erano fiduciosi del fatto che potesse essere almeno un incontro diverso, un ragazzo stimolante con un profilo culturale simile al mio. Se io avessi conosciuto questo tizio per strada e la cosa si fosse svolta privatamente tra me e lui anche se doveva finire, pace e bene. E' il coinvolgimento delle terze persone colleghi miei, collega suo, amica mia, che mi irrita. Per non parlare dell'imbarazzo e del dispiacere nel comunicare come si sono concluse le cose. Supereremo anche questa indubbiamente. Ma è triste constatare che le storie sono sempre le stesse. Mi sembra di sprecare la mia giovinezza e il mio entusiasmo non a vivere e conoscere le persone ma ad evitare i pericoli. Si, mi rendo conto di essere anche fortunata, non ho storie assurde da raccontare di essere stata buttata via ecc, per lo meno in prima persona, solo perchè ho sempre avuto un forte autocontrollo su di me. Ma vorrei riprovare le emozioni e la spensieratezza che ho provato con il mio primo amore il mio primo fidanzato. Ora, anche se ho solo 28 anni, mi sembra di vivere la mia vita sentimentale - perchè grazie a Dio sul resto va tutto bene - come un capitolo a parte grigio e monotono. Certo mi diverto a conoscere i corteggiatori, a dare una possibilità di avvicinarmi anche a persone che forse sono un po' distanti da me. Ma ogni qualvolta inizia un misero approccio con qualcuno che potrebbe interessarti, la NOIA è in agguato. Non so, a me non solo sembra di vedere e sentire storie su uomini inaffidabili ecc ma anche scandalosamente AMORFI E APATICI. Questo ragazzo mi aveva colpito nell'approccio perchè aveva usato un mezzo alternativo al solito Fb ecc, perchè nella mail era andato dritto al punto, si presentava e desiderava conoscermi perchè io destato il suo interesse. Stop. Passare da questa mail alle chat del tenore "Ciaoooooooooooo" come i quindicenni sinceramente mi sembra paradossale. L'unico vantaggio almeno si è smascherato subito. Sul resto non ho parole.
      Rispondi a RitaC Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 anni fa (24 Aprile 2018 10:08)

      Tranquilla Rita, la sensazione di fastidio è comprensibilissima. Il fatto che il collega fosse esclusivamente il suo ci rincuora sulle intenzioni assolutamente in buona fede dei tuoi amici. Ma non starei ad affliggermi perché non sei tu ad aver presentato un pessimo biglietto da visita, ma lui. Inoltre presta attenzione a non chiudere, per riservatezza o vergogna, queste esperienze solo al tuo vissuto. Condividerle con chi questa persona te l’ha presentata è importante perché questi soggetti abbiano strade sempre più corte da percorrere.
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (23 Aprile 2018 19:48)

      Ciao RitaC, mi scuso con te per la confusione tra carabiniere e poliziotto. La sostanza del mio discorso non cambia, se non che sui poliziotti non girano barzellette. Detto questo, diciamo che l'intervento degli amici è stato per lo meno indelicato, come in partenza la sua richiesta di informazioni a loro, la cena insieme etc. Terze persone è sempre bene tenerle fuori da fatti privati, se non altro per proteggere la propria riservatezza, essere più libere ed evitare imbarazzi. Al di là dell'indelicatezza e dell'invadenza i tuoi amici sono stati poco astuti: è così difficile garantire perfino per se stessi, soprattutto nelle relazioni, immaginiamoci per gli altri. Tu impara a fidarti di te stessa.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  15. Avatar di RitaC

    RitaC 2 anni fa (23 Aprile 2018 2:09)

    Vorrei sottoporre all'attenzione delle lettrici e di Ilaria questa "triste storia". Premetto che sono una giovane ragazza indipendente, carina e solare e da un po' di tempo non ho relazioni perchè voglio dedicarmi a me stessa. A quanto pare la mia simpatia e la mia sponeità in un giorno qualsiasi hanno conquistato l'attenzione di un giovane poliziotto di 33 anni, amico di una coppia di colleghi che mi sono fermata a salutare. La faccio breve: lui rimane colpito, chiede a questa coppia il mio nome, fa alcune ricerche, dopo un po' di tempo mi arriva una mail inaspettata sul mio indirizzo di posta elettronica. Rimango colpita dal gesto, chiedo info ai miei colleghi, loro mi svelano tutto questo retroscena della ricerca e mi raccontano che lui ha confessato loro di essere rimasto molto colpito e di volermi conoscere. Rispondo in maniera cortese alla mail, ricambio lasciando il mio numero di telefono. Lui mi cerca il giorno dopo. Parte uno scambio di messaggi: da segnalare che inizio a notare una certa incosistenza delle nostre chat. Messaggi di circostanza che a volte rimanevano senza risposta, interruzioni della conversazione inaspettata... Non mi aspettavo questo considerando il tenore della mail e il tipo presentazione che mi era stata fatta: ragazzo intelligente, colto, sicuro di sè e di quello che vuole ecc. Lascio che sia sempre lui a farsi sentire per primo e non insisto quando la conversazione languisce. Ad ogni modo mi propone di vederci per un calice di vino. Dopo un po' di giorni l'invito arriva ma fa marcia indietro e mi invita a prendere un semplice caffè. L'appuntamento per me ha un esito positivo: è carino, mi ha fatto molte domande e dal vivo sembra tornare l'uomo che mi hanno descritto. Andiamo ancora avanti a sentirici per un po' poi mi propone di rivederci ma questa volta anche in compagnia: alla cena lui si lascia andare con qualche battuta che ha palesato il suo interesse nei miei confronti anche davanti al suo collega e alla mia amica... Passiamo nel complesso una serata molto piacevole. Dopo questa cena però la situazione a livello di chat peggiora perchè inizia a comunicare con immagini, io inizio a sentirmi a disagio perchè mi sento stupida e non riesco a capire che cosa voglia comunicarmi: le immagini mi vengono mandate per farmi capire quello che lui sta facendo: es.sta lavorando alla sicurezza di un evento e me lo fotografa oppure mi invia i panorami che vede mentre si sposta per lavorare ecc. Ma a queste immagini non segue mai una conversazione, nonostante le mie domande per approfondire. Parte per le vacanze di Pasqua e torna a casa sua. La conversazione si dirada fino a sparire. So bene che a questo punto lui non ha alcun interesse reale per me. E io ho già cancellato il numero. Quello che mi lascia interdetta è la mancanza di senso di tutto questo: l'inconsistenza dei messaggi e l'incapacità di comunicare che mi ha impedito di conoscerlo più a fondo mentre lui decalmava ai quattro venti che era talmente interessato che aveva fatto delle ricerche su di me per capire meglio chi fossi il mio lavoro ecc e addirittura con chi mi ero registrata in albergo negli ultimi cinque anni!!! Se sia vero o meno non lo so: sta di fatto che avrà trovato molto poco considerando che la mia ultima storia è durata sette anni quindi "in albergo" ci andavo sempre con la stessa persona. Altra cosa ridicola perchè parlare a tavola davanti ad altre persone di "un interesse" che alla fine non c'è. Io sono molto riservata: potevamo tranquillamente andare a prendere un caffè per la seconda volta e lasciar sfumare questa conoscenza senza coinvolgere terze persone inclusi i miei colleghi che sono basiti e ancora si chiedono il perchè di questo comportamento. Io stavolta non ho nulla da rimproverarmi perchè mi sono comportata in maniera molto spontanea ma al tempo stesso neutra e non assillante: il gioco l'ha condotto lui ma se questo significa manipolarmi per trovarmi in situazioni che io non gradisco allora ho sbagliato. A me non fregava nulla di conoscere il suo collega e tanto meno di confidare questa cosa alla mia amica. Per me lui era una conoscenza interessante che mi avrebbe fatto piacere approfondire, soprattutto sulla base di un interesse già apertamente dichiarato. Non mi sono piaciuti gli sguardi che si sono scambiati a tavola lui e il suo collega. E non riesco cmq a togliermi di dosso la sensazione di essere stata presa in giro: a questo punto faccio bene a starmene da sola. Grazie
    Rispondi a RitaC Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (23 Aprile 2018 11:28)

      Ciao RitaC, non so se fai bene a restartene da sola, di certo fai bene a non stare con un delinquente tale questo signor carabiniere. E direi che faresti bene anche a non startene con la "simpatica" coppia di amici sadici. Da dove ti è venuta la definizione di "colto" per un personaggio di questo tenore. Allora, le persone colte sono proprie pochine e di solito, essendo la vera cultura di élite, si aggruppano in mestieri e professioni molto, molto specifiche. I carabinieri, tradizionalmente, non vengono considerati il gruppo più colto del paese, anzi. Ma questo mica significa che non siano persone per bene, anzi. Io credo che tra loro, come nella polizia e in alcuni reparti dell'esercito, vi siano anche alcuni veri e propri eroi. Ma solo alcuni. E alcune persone intellettualmente molto valide. Giacché nel nostro paese, anche se poco visibili l'intelligenza e la competenza non mancano. Detto questo, il soggetto in questione non solo è una capra da tutti i punti di vista, ma anche molto disonesto, il che è grave per quello che fa. Sai che non gli è concesso di fare le indagini che ha fatto su di te? Ha usato a scopo privato e non lecito dei mezzi che servono per lo svolgimento della sua professione, mezzi che non gli appartengono, ma che devono essere usati secondo criteri ben definiti a beneficio della collettività, collettività che peraltro gli paga pure lo stipendio. Invece di stare ai giochini del simpatico terzetto avresti dovuto indignarti a livello del tutto personale per il fatto che lui si sia permesso di indagare sul tuo conto, usando abuso e violenza e sbilanciando il vostro rapporto e venendo in possesso di informazioni su di te che gli è proibito non solo raccogliere e delle quali venire a conoscenza, ma anche diffondere. E avresti dovuto denunciarlo, sia ai suoi superiori, sia in via formale. E su, usciamo da questo medioevo che sta portando alla rovina. Ma solo chi non sa difendersi.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 anni fa (23 Aprile 2018 18:04)

      Concordo in toto, Ilaria: anziche' dar corda al ficcanaso psycho, c'era da mandare a quel paese lui e gli squallidi che glielo hanno presentato. Spero che col tuo commento RitaC apra gli occhi. Questo individuo non e' un poliziotto, ma uno sbirro della peggiore specie, di quelli che usano il proprio ruolo e i propri agganci per fare i loro porci comodi. Ma come si e' permesso di controllare la vita personale di lei? Sarebbe da denunciare per abuso di potere e violazione della privacy... Che schifo, che schifo, che schifo...
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 anni fa (24 Aprile 2018 7:59)

      Avendo inviato il mio commento qui sopra prima che fossero pubblicate le precisazioni di RitaC, sostituisco l'aggettivo "squallidi" con "sprovveduti" e concordo con Ilaria sul fatto che bisogna fidarsi di se stessi piu' di chiunque altro. Riguardo all'indignazione per il tipaccio, ovviamente non cambio una virgola: gente cosi andrebbe radiata dalla polizia.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  16. Avatar di Maria

    Maria 2 anni fa (24 Aprile 2018 10:28)

    Cara RitaC, ho giusto 2 anni in più di te, eppure concordo sul tenore dei rapporti, amorfi e apatici per lo più. Il batticuore, l'euforia dei 20 anni è passata, e da un lato questa è una fortuna, ma, come te, sono molto sfiduciata dalla noia che incombe ad ogni nuovo incontro (quando va bene), o dalla frustrazione quando si ha la consapevolezza di avere davanti l'ennesimo caso umano, come del poliziotto che parti. Ho avuto anche un'esperienza simile alla tua, stessa età e stessa professione, ma come tu stessa dici, la tua fortuna è stata che si trattasse del solito deficiente e non, come nel mio caso, di una persona molto più subdola e manipolatrice! Dobbiamo andare avanti, semplicemente, il mondo è pieno anche di persona valide e pronte a vivere belle relazioni sane, che possono arricchire! L'unico consiglio che mi sento di darti, per la prossima volta, evita a prescindere chi si propone tramite terzi, per quanto siano amici in buona fede, credo che una persona sana e normale non abbia problemi a presentarsi e a mostrare il proprio interesse senza bisogno di intermediari!
    Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (24 Aprile 2018 10:33)

      Infatti, di persone di valore ce ne sono eccome. E' necessario applicare dei filtri di selezione fin da subito e ribadisco, gli amici alla meglio sono stati ingenui, le ricerche di lui, di cui mi pare sia gli amici sia RitaC fossero al corrente fin da subito - è così che lui l'ha rintracciata -, non solo illecite e illegali, ma indelicate e soprattutto indicatrici di una personalità altamente disturbata. I segnali, anche questa volta, c'erano fin da subito.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 anni fa (24 Aprile 2018 13:32)

      Maria, nel caso di Rita io non parlerei di “fortuna”, non credo minimamente che sia stato il caso a evitarle la fregatura con questo soggetto, ma il suo restare centrata su se stessa e vedere come bizzarre situazioni per le quali altre di sarebbero sciolte. Qui si è dovuto spiegare che un like non è una proposta di matrimonio, per dire. Molte vedono nei messaggi continui, anche se vuoti, una presenza fisica e un corteggiamento serrato. Ci si ritrova ormai a spiegare l’ovvio e questo tipo ha mostrato di seguire cliché ormai consolidati per fare pesca a strascico con varie ragazze. Dire che ha l’accesso ai movimenti in albergo degli ultimi cinque anni è un modo per esprimere il potere sulla disperata di turno. Anche in questo caso non è raro come alcune esprimano con soddisfazione e malcelato orgoglio il controllo che i propri partner effettuano su di loro interpretandolo come interesse. Per questo non penso si tratti di fortuna, ma di testa sulle spalle. Per quanto Rita sia amareggiata per aver dato credito ad uno stupido, è stata brava nell’andare oltre il giudizio dei conoscenti comuni, dei titoli di studio, delle divise e delle belle chiacchiere vuote.
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 2 anni fa (24 Aprile 2018 16:42)

      Emanuela, effettivamente il mio messaggio poteva essere frainteso perché ho gettato lì su due piedi una frase senza spiegarla per non dilungarmi troppo. Concordo con te assolutamente nel non etichettare Rita come "fortunata" dal momento in cui si è mostrata una donna intelligente nel non cadere nei soliti cliché come il fascino della divisa e dei complimenti da manuale, dell'uomo con dei titoli che viene definito "colto" a prescindere. Altre donne, magari più deboli, più frivole, più bisognose, sarebbero immediatamente cadute nella trappola, quindi assolutamente l'atteggiamento di Rita è stato positivo. Per "fortunata" intendevo che il soggetto in questione si è da subito mostrato come disturbato, fin da quando si è informato sul conto di Rita; e privo di qualunque contenuto, dal momento in cui arrivava a "comunicare" per foto...per quanto ci siano donne che cadono anche a questo tipo di corteggiamento amorfo e noioso, ci sono persone molto più "disturbate" che pianificano fin da subito quello che è un corteggiamento all'apparenza sano, senza intermediari, sguardi e cene con i colleghi, né messaggi da quindicenne come faceva il poliziotto in questione, per poi arrivare a manipolarti senza che tu te ne accorga così facilmente.
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 anni fa (24 Aprile 2018 19:34)

      Tranquilla Maria, si era capito che "fortuna" era un modo di dire e nei tuoi commenti hai detto cose utili per RitaC e non solo 😉
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 anni fa (25 Aprile 2018 7:46)

      Lol, ma a che livello si può arrivare? 😂 Buon 25 aprile a tutte!
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

  17. Avatar di Conny

    Conny 2 anni fa (11 Dicembre 2018 13:52)

    Buongiorno, Nel mese di ottobre, mentre lavoravo ho incontrato una ragazzo di 29 anni, (che conosco da quando ne aveva 18anni). Io ne ho 46. Lui nel corso di questi anni mi ha sempre invitata ad uscire, ma data la differenza di età ho sempre rifiutato. Dopo però quell'incontro, ci siamo incontrati altre volte, sempre dove lavoro. Siamo usciti, e siamo stati bene, con l'intento di non volere nessuna storia e di vederci come amiici.Però quando ci siamo salutati lui mi ha baciata e io ho ricambiato. Le sue attenzioni sono state talmente dolci e sincere che ho superato il problema dell'età. Purtroppo il giorno dopo in chat lui mi ha ribadito che non voleva illudere nessuno, che però gli faceva piacere vedermi. A quell'affermazione ho avuto una reazione esagerata, gli ho scritto che era stato un errore uscire con lui, e che doveva frequentare donne più giovani. Ma soprattutto che prima di incontrarlo ero più felice. Mi sono resa conto di aver sbagliato e abbiamo chiarito. Solo che il nostro modo di comunicare in chat e al telefono è cambiato. Premetto che prima della mia reazione lui è stato sempre presente, mi ricopriva di complimenti e attenzioni, e non faceva altro che preoccuparsi per me e ascoltarmi. Lui è molto timido e gentile. Dopo qualche settimana gli ho chiesto di uscire, ma abbiamo sempre rimandato l'incontro, alla fine mi ha rivelato che forse era meglio non vedersi, perché lui aveva paura di un'altra mia reazione legata magari a dei suoi atteggiamenti. Abbiamo continuato a sentirci su WhatsApp. Lui mi sa sempre inviato appena sveglio il buongiorno. GL ho chiesto scusa mille volte fino a ieri per quella reazione sbagliata. Ma nulla. Io sono stata distante e meno presente con i messaggi. Poi l'altra sera gli ho scritto che mi dispiaceva che lui non fosse più se stesso con me. La sua risposta è stata che forse era meglio così. Ho omesso altri particolari. Da stamattina non mi scrive più. Mi sento molto infantile, e soprattutto frequentarlo mi donava serenità. Non risponde al telefono e non vuole chiarire. Credo davvero che siano stufo di me. Mi vedeva come una persona incapace di farlo soffrire. Gli ho scritto dei messaggi in mattinata ma nessuna risposta. In conclusione. Sono molto triste per non aver saputo dare valore a questa persona che mi ha aiutato a credere in me stessa. Perché tirava fuori il meglio di me. Cosa posso fare? Grazie mille per avermi ascoltata. Conny
    Rispondi a Conny Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (11 Dicembre 2018 14:15)

      Cioè, io non aggiungo molto dato che il tuo commento è fitto di affermazioni svalutanti di te in quanto donna e in quanto donna d'età (e allora?!) e talmente adorante di sto povero pirla che dovrei analizzare frase per frase. Siccome c'è un blog dedicato a questi temi mi risparmio. Però, amica mia, anche solo per un po' saper vivere, uno che mi dice, in qualsiasi campo: "io non voglio illudere nessuno", supposto che sia arrivata al punto di farmi dire una frase del genere, da chicchessia, anche dalla commessa del mio negozio di abbigliamento di fiducia, mi verrebbe da scoppiargli a ridere in faccia, di quegli scoppi di riso esplosivi che rilasciano pesanti gocce di saliva spruzzattoria. No scusa, merdina del razzo, ma chi sei tu? Un pirla qualsiasi, eh! Ma torna dalla melma dalla quale sei venuto. Sai cosa, cara la mia Conny, tu ti metti nella posizione dello zerbino, soprattutto se si tratta di un uomo, in particolare giovane. E quando ci si mette a fare gli zerbini, gli altri ci si puliscono le scarpe. In particolare se sono degli idioti come il tuo uomo.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Livia

      Livia 2 anni fa (11 Dicembre 2018 20:10)

      Qui almeno è stato sincero, non l’ha illusa. Dobbiamo essere noi a non far iniziare nulla
      Rispondi a Livia Commenta l’articolo

  18. Avatar di Vincenza

    Vincenza 6 giorni fa (7 Agosto 2020 9:36)

    È proprio sbagliato il concetto di persona giusta. E che è? Un vestito? Un soprammobile? Ragazzi così non se ne esce... Ho anche visto una pagina in cui si apostrofavano gli uomini come rospi o bambinoni... Mi sembra un approccio sbagliato, oltre che irrispettoso del genere maschile
    Rispondi a Vincenza Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 giorni fa (7 Agosto 2020 11:27)

      Non se ne esce da cosa? Perché questa frase è curiosa. Tu da dove dovresti uscire, dato che hai le idee tanto chiare?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Vincenza

      Vincenza 5 giorni fa (8 Agosto 2020 11:07)

      Allora, non se ne esce dal rimuginare su quale sarebbe eventualmente la "persona giusta" -- ripeto: cos'è? un tailleur? un tavolo? un dipendente da assumere? Non trovo irrispettosa questa espressione, che è invece semplicemente indice di un modo di pensare probabilmente semplificatorio, ma trovo perlomeno di cattivo gusto apostrofare gli uomini come 'rospi', 'bambinoni', etc., a meno che ciò non sia fatto - come spero - con umorismo. Una demonizzazione del genere maschile rischia di essere un approccio limitante, che non giova soprattutto a noi donne. Non ho affatto le idee chiare; penso tuttavia che questo approccio alla "persona giusta" come dato determinato aprioristicamente non sia confacente al magmatico ambito delle relazioni amorose. Non so che tipo di persona vorrei incontrare, ecco perché sono incappata su questo sito.
      Rispondi a Vincenza Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 giorni fa (8 Agosto 2020 12:26)

      Gentile Vincenza, faccia e pensi un po’ quello che vuole. Francamente mi da’ fastidio questo tono didattico e critico da una persona che non conosce quello che scrivo. Un po’ come quelli che leggono i titoli degli articoli su Facebook e occupandosi di ingegneria aereonautica si mettono a discettare di antropologia con Recalcati. La domanda è: l’ha letto il blog? Ha letto che la definizione ‘persona giusta’ si riferisce non tanto e non solo a un possibile partner ma a essere noi per primi le persone giuste per le relazioni che vogliamo? Ha contezza del fatto che al mondo ci sono un sacco di partner sbagliati e in particolari un sacco di uomini sbagliati, manipolatori, profittatori, seduttori maligni etc? Ha un po’ esperienza della vita? Ha almeno letto qualche libro e visto qualche film? Gli articoli sul rospo e sul bambinone li ha letti? In ultimo, le confesso che non sono particolarmente interessata alle sue opinioni, mi scusi, ma tento di fare selezione e tra un suo commento e due pagine di Jane Austen preferisco leggere quest’ultima. Abbia pazienza non è colpa mia ne’ sua ma merito di Jane Austen. Lei faccia ugualmente selezione: trovi un blog con il quale sente maggiore risonanza e se proprio deve intervenire qui lo faccia chiedendosi prima quale è lo scopo che vuole raggiungere.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Vincenza

      Vincenza 5 giorni fa (8 Agosto 2020 13:30)

      Mi dispiace non sia interessata alle mie opinioni, ma le faccio notare che è lei che mi ha chiesto spiegazioni! Comunque certo, ho letto il blog più volte e nelle sue diverse sezioni, pertanto mi sono azzardata ad avanzare qualche osservazione. Sorprende notare che si propone come un supporto nella ricerca dell'amore, eventuali osservazioni divergenti vengano accolte con asprezza. Una nota su "uomini sbagliati, manipolatori, profittatori, seduttori maligni": devo ammettere che no, all'età di 33 anni non so cosa siano. Quanto al tono didascalico, mi spiace aver dato questa impressione! Quanto infine a film, libri, Jane Austen, sono lieta che abbia queste belle passioni!
      Rispondi a Vincenza Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 giorni fa (8 Agosto 2020 17:33)

      Guardi il becero ritornello, tutto tipicamente italiano e figlio di una frustra cultura catto-comunista per cui tutti coloro che prestano servizi alla persona a partire da me dai miei colleghi per passare da medici, infermieri, forze dell’ordine, impiegati pubblici, insegnanti, massaggiatori personal trainer, camerieri e via cantando abbiamo il dovere di prenderci i calci in faccia perché qualche disturbato cafone sente di avere un qualche diritto, con me non attacca. Se lei manca di rispetto a San Francesco sappia che lui ha diritto di mandarla a ranare. E io non sono nemmeno San Francesco. Quanto al non sapere che cosa siano a 33 anni gli uomini ‘sbagliati’ e sbagliatissimi mi permetto di dire che sono sinceramente felice per lei, lo dico sul serio. La cosa mi fa pensare anche che viva una vita molto protetta e forse un po’ inconsapevole. Tali uomini, però, esistono. Lei non ha ancora spiegato quale è il suo obiettivo nel sostenere questa conversazione con me. Lo sa vero che il web è pieno di siti che insegnano alle donne come vivere storie d’amore secondo l’antichissima regola di mettere gli uomini su un piano superiore? Legga quelli.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Vincenza

      Vincenza 4 giorni fa (9 Agosto 2020 10:37)

      Non mi sembra di averle mancato di rispetto! Non quanto lei almeno... Grazie ad Ally e Vic per i loro commenti, mi hanno chiarito molto.
      Rispondi a Vincenza Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 giorni fa (9 Agosto 2020 12:39)

      La pazienza non è la mia virtù più spiccata, mi sembra evidente. Devo dire che certe persone però mi aiutano moltissimo a rafforzarla. Perché rompere l'anima agli altri? Le ho chiesto cento volte che cosa vuole perché è la domanda rivelatrice: se uno ti rompe l'anima e alla domanda "qual è il tuo obiettivo?" non ti risponde, vuole dire che ha un solo obiettivo. Sfogare nevrosi e frustrazione. Lo dico a lei perché di persone come lei che hanno solo voglia di rompere l'anima al prossimo è pieno il mondo. Il fatto è che qui, sul mio blog, posso dirlo chiaro e tondo: siete solo dei poveri rompiscatole, con poco nella testa e nel cuore. E in tempo di ignoranza pervasiva e soffocante, di negazionismi vari ("non ho esperienza di morti di Covid, quindi il Covid non esiste, non ho esperienza di uomini maltrattanti, quindi gli uomini maltrattanti non esistono, non ho esperienza di campi di sterminio, quindi i campi di sterminio non esistono", no, cara, non è che queste cose non esistono, sei tu che navighi in un'ignoranza disperante) di sindrome di Dunning Kruger diffusa, di narcisismo ed egocentrismo autodistruttivo, mi arrogo il diritto, sul mio blog di dire quello che penso. Anche se fate tanto rumore e riempite i social con le vostre ignorantate e vi fate guidare da politici che non sarebbero, in un mondo normale, capaci nemmeno di spaccare la legna in una segheria robotizzata, siete i personaggi con i quali meno ho voglia di avere a che fare. Volete rompere l'anima? Andate sui forum di quelli che credono alle scie chimiche e che gli uomini siano tutti buoni e bravi e vittime delle donne. Detto in altre parole: mi fa la cortesia di non intervenire più?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Vincenza

      Vincenza 4 giorni fa (9 Agosto 2020 15:07)

      Certo! Per me la faccenda era già chiusa. Lei è filosofa no? Dovrebbe saperlo che non c'è per forza sempre un obiettivo nel fare le cose... Ad ogni modo lei ha fatto un gran bel minestrone in quest'ultima risposta! Ha messo dentro di tutto! Buone vacanze.
      Rispondi a Vincenza Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 giorni fa (9 Agosto 2020 15:15)

      Ah, ecco anche la lezione di filosofia ad minchiam. Perché siccome sono coach e anche laureata in filosofia, devo sopportare una rottura di anima ulteriore. Meno male che non sa altro di me, sennò qui non finiamo più. Dall'ennesima persona tanto poco codarda che attacca senza dire niente di sé. Quanto alla filosofia, che è roba seria, le sue sono farneticazioni, perché eclissarsi con stile non va bene, bisogna fare una figura di vera melma. Un 50% non basta. Apprezzo la sua ammissione che è venuta qui a seccare l'anima senza avere un obiettivo preciso. La prossima volta faccia un solitario.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 5 giorni fa (8 Agosto 2020 18:19)

      Sono Dell idea che quando si scrive su un blog o su un forum sia sempre bene bussare un po' come farebbe chi entra per la prima volta a casa d altri. Un po' timidamente e non a spada tratta ecco. Ahimè, ho sofferto un Bell abuso, anche più di uno, travestito da amore profondo e uomo giusto per me. Che tanto giusto non era. Ilaria, il suo blog, i lettori con le loro esperienze mi hanno fatto riflettere e capire anche dolorosamente molte cose prese dalla realtà che viviamo ogni giorno. Esistono eccome i rospi, i bambinoni così come i perditempo, i dediti al ghosting, i fedifraghi, quelli che ti usano, abusano, circuiscono, manipolano, ti fanno violenza anche senza metterti un dito addosso. E va saputo, va comunicato, va detto, va fatta informazione. Perché io la persona giusta per una relazione sana la desidero eccome e voglio amare veramente. Non voglio più prendere fischi per fiaschi, voglio proteggermi e capire come é fatto l amore vero perché in passato chi mi ha fatto del male pensavo di conoscerlo bene veramente. E non era così.
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 5 giorni fa (8 Agosto 2020 13:09)

      "Penso tuttavia che questo approccio alla "persona giusta" come dato determinato aprioristicamente non sia confacente al magmatico ambito delle relazioni amorose". Uff, maremma che avvilimento... -_-' Vincenza, visto che non sai neanche se vorresti incontrare una persona giusta (magari meglio un grande stronzo, perché no?), io ti consiglio di leggerlo il blog, prima di sparare giudizi saccenti e fuori luogo. Riguardo l'apostrofare certi uomini come "rospi" e "bambinoni"... Dunque: dicesi "rospo" quello che inizialmente sembrava un principe per come si era palesato e poi, evidentemente, non lo era manco per il ciufolo (elementare, Watson). Il "bambinone", invece, è ad esempio quello che a 36 anni suonati ti manda la foto di lui che indossa una t-shirt con il disegno di un gatto che ha sulla testa un cono gelato e ti scrive come didascalia "il gattocornoooooo" (true story recente, potrei scrivere un romanzo sugli imbecilli che mi è capitato di incrociare), e poi scrive solo cose sciocche da dodicenne, non sa fare un discorso che sia uno e vive la sua vita rapportandosi con le persone come un adolescente; a volte vive ancora coi suoi, molto spesso non sa cosa dire e quindi dice un'idiozia. Ebbene, uomini così esistono, come esistono anche donne così, il mondo è vario. Non è mancanza di rispetto, è constatazione della realtà. E' crescita e evoluzione. Sapere cosa non vuoi (es. "non voglio un rospo o un bambinone") è il primo passo per arrivare a comprendere cosa realmente cerchi. Parti da lì e sii più umile. Specialmente con gente come Ilaria che ci mette la faccia e la competenza.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 6 giorni fa (7 Agosto 2020 11:39)

      @Vincenza Quindi tu che tipo di persona vorresti incontrare? Illuminaci.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Shibumi

      Shibumi 6 giorni fa (7 Agosto 2020 18:26)

      Per me Vincenza è in realtà Vincenzo. È una mia impressione che sia un uomo,non so se anche per voi....
      Rispondi a Shibumi Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 6 giorni fa (7 Agosto 2020 19:38)

      Confesso che all'inizio avevo letto "Vincenzo"...
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 6 giorni fa (7 Agosto 2020 12:52)

      Capisco. E quale sarebbe l'approccio giusto allora? Non ti piace l'aggettivo "giusta" associato al sostantivo "persona". La parola "giusta" sarebbe offensiva nei confronti del genere maschile. Bene. Illustraci la tua teoria, invece di scrivere soltanto cosa secondo te sarebbe sbagliato.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 6 giorni fa (7 Agosto 2020 22:50)

      A Vincè, ti hanno tanato 😏
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 giorni fa (9 Agosto 2020 15:48)

      Sottolineo che questo commento non è assolutamente rivolto alla commentatrice originaria, Vincenza. L'evento cade a fagiolo rispetto però all'accusa di essere irrispettosa del genere maschile, accusa quanto mai priva di qualsiasi base e insensata. Stamane, alle prime ore del mattino è venuta a mancare Franca Valeri, pochi giorni dopo aver compiuto 100 anni. E' stata una donna che ha segnato in positivo il mondo dell'arte e in particolare dello spettacolo italiano, in modo innovativo e geniale. La sua cifra era un umorismo raffinatissimo, autoironico, critico della realtà italiana, dell'umanità tutta, sensibile e intelligente. Sul Corriere tra l'altro viene riportato questo video sul "Cretinetti", definizione sua che le donne della mia generazione avranno sentito usare da nonne e madri rivolto a quei tipi di uomini che incarnano appunto tutti i difetti del "cretinetti". Impersonato magnificamente e magistralmente da Alberto Sordi. Mi sono sentita di pubblicare il video sulla pagina Facebook de La Persona Giusta e lo pubblico anche qui. Per dire che con saggezza e ironia si può dipingere una realtà sempiterna, quella dell'uomo incapace a tutto. Grandiosi complimenti ai due geniali attori e alla rappresentazione tutta di un modo di relazionarsi ancora attuale e soprattutto complimenti alla capacità di innovazione che rende eterne le rappresentazioni di tipi umani che sempre sono esistiti e sempre esisteranno. L'umorismo serve per osservare la realtà con il sorriso sulle labbra, occhio asciutto, freddezza, intelligenza e realismo. E continuare a vivere al massimo. Oltre i cento. https://video.corriere.it/spettacoli/franca-valeri-compie-100-anni-sua-battuta-cult-cretinetti-ad-alberto-sordi/6d7d1be8-d293-11ea-9ae0-73704986785b
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo