Come capire se ci tiene davvero: 7 comportamenti da tenere d’occhio

come capire se ci tiene davveroCome capire se ci tiene davvero? Come capire se lui ci tiene, nel senso se tiene a te, alla vostra relazione, al vostro stare insieme in un rapporto sano e appagante? Come capire se lui è davvero coinvolto?

Nell’articolo precedente abbiamo affrontato questo tema che è serio e importante, ricordando che porsi questo tipo di domande è naturale e legittimo e che in tanti se le pongono, sia uomini, sia donne.

Un rapporto sentimentale, una relazione di coppia, sono gratificanti proprio perché sono la prova provata che non siamo soli al mondo, che qualcuno ci ama e che ci è concesso amare qualcuno in modo spontaneo e naturale, senza rischi.

Cioè senza rischi di essere traditi, sotto varie forme. Che possono essere la manipolazione, il maltrattamento, l’infedeltà. L’essere usati.

Certo, senza rischi nei limiti di quel che è umanamente possibile, di quel che ci si può aspettare dagli esseri umani, dai loro sentimenti e dalle loro emozioni e dalla mutevolezza che li caratterizza.

Perché nulla nella vita è a rischio zero. Soprattutto le relazioni.

Tornando a dove avevamo iniziato, è proprio perché vogliamo limitare i nostri rischi e perché consideriamo le relazioni importanti, è proprio per questo che vogliamo sapere e capire se l’altra persona ci tiene davvero a noi.

E’ per questo che vuoi sapere se lui è coinvolto. Per non avere fregature. E hai ragione, purché il tuo desiderio di capire non diventi assoluto e ossessivo.

Ho preparato un test che ti aiuta a capire perché un uomo sparisce e non ti cerca, per farlo ti basta cliccare sul bottone qui sotto:

Scopri perché non ti cerca: fai il test

Come capire se ci tiene davvero. Quali sono i punti di partenza

Abbiamo ricordato, sempre nella puntata precedente, che è importante mantenere la lucidità quando si intende capire se un uomo è coinvolto o no, e quindi tenere l’attenzione su di sé; poi è importante osservare i suoi comportamenti con intelligente freddezza (alla faccia del romanticismo da due soldi) ed è fondamentale concentrarsi su quali sono i segnali che dicono che un uomo è interessato oppure no.

Cioè, per sintetizzare (ma ci capiamo di sicuro anche se siamo brevi, in questo caso), i “Buongiorno” e le “Buonanotte”, le faccine, le paroline dolci (aaargh!) e spessissimo anche i regali, seppure costosi o gli inviti a cena, non sono necessariamente indicatori di interesse sincero.

Possono essere solo “giochi” e passatempi, o tentativi di “corruzione” (certi uomini per portarsi a letto una donna purchessia sono disposti a fare i cascamorti senza dignità) o, più in grande, atti di manipolazione.

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

Per cui, se vuoi essere considerata una tipa sveglia e soprattutto se vuoi avere una vita “coniglioni free”, cioè non affollata da cretini di varie entità, fatti furba e impara a riconoscere chi, in un modo o nell’altro, sta solo comportandosi in modo  utilitaristico o estremamente superficiale.

Capire chi hai di fronte, in qualsiasi ambito e situazione della vita, dipende da te, non da lui o da lei. Sia chiaro.

Il mondo è pieno di lupi travestiti da agnelli, di idioti sotto vuoto spinto ben nascosti sotto panni e titoli autorevoli, di impotenti mimetizzati sotto le apparenze dei seduttori impenitenti…

Per cui, di nuovo, sveglia. Ché se ti svegli vivi meglio.

Chi dorme o non vuole vedere la realtà per quella che è, becca solo fregature. E non esclusivamente  sentimentali.

Come capire se ci tiene davvero: 7 comportamenti rivelatori

Dopo le doverose premesse e l’altrettanto doveroso riepilogo, veniamo a quali sono i comportamenti che ti dicono se un uomo è veramente interessato a te.

  1. Il primo comportamento te lo segnala, il tuo inconscio, il tuo istinto: se un uomo  tiene davvero a te e alla vostra storia, tu sei tranquilla e rilassata. Ansia e agitazione non ti appartengono, non hai dubbi reconditi e nascosti e nemmeno sospetti e timori e tutto fila liscio. Non è tutto per forza fantastico, meraviglioso, indicibile come in una favola (quello è un campanello d’allarme), ma normalmente liscio. Se sei inquieta e corpo e mente ti segnalano qualche incertezza, ecco, è il caso di fermarsi a riflettere.
  2. Un uomo che tiene davvero a te, ti cerca per primo, prende l’iniziativa, briga, fa, organizza. Si dà da fare, dedica tempo ed energie a stare con te (“stare”, non “chattare”). Crea occasioni che siano “fatte apposta” per conoscervi meglio, non per esibirsi o esibirti o esibirvi o portarti a letto e basta. Vuole conoscerti come persona. Intera. Unica. Irripetibile. Non come “una vale l’altra”.
  3. Un uomo che è coinvolto e fa sul serio è sempre entusiasta di vederti e di sentirti e considera il contatto con te una delle cose più belle, più piacevoli e più importanti della sua giornata e della sua vita. Come fai a capirlo e come te ne rendi conto? Non accampa scuse tipo la ex, la ex prima della ex, la bisnonna di quarto grado che si è spezzata l’unghia del mignolo e questo lo mette in crisi. Non dice che è “stanco”, per il lavoro, la palestra o l’autolavaggio. Non dice che è confuso… Mi fermo qui, perché sennò facciamo mattina con l’elenco delle “1147 e oltre scuse che gli uomini inconsistenti accampano per tenerti legata ma non legarsi”.ù
  4. Un uomo che ci tiene non si arrende facilmente. Si mette a nudo, senza fare il problematico, si dichiara, senza fare il disperato, è determinato senza essere invadente, assillante e opprimente. E senza fare lo stalker. Quando gli dài chiaramente e indiscutibilmente il benservito, un uomo interessato per davvero, se ne va con dignità. Perché è interessato a te e alla relazione, non a vincere una gara.
  5. Un uomo interessato a te fa di tutto per capirti e per entrare in sintonia con te, senza snaturarsi.
  6. Un uomo interessato a te fa di tutto per farsi capire, per far sì che tu lo conosca bene e per far sì che per te sia facile entrare in sintonia con lui. Non assume certamente atteggiamenti passivo-aggressivi o ambigui o contraddittori. Hai presente di che cosa parlo?
  7. Un uomo interessato a te, non ti critica. Non nel senso che ti fa complimenti per sedurti o tenerti buona, ma nel senso che vuole il tuo bene e ti stima, sinceramente e spontaneamente, e non gli passerebbe mai per l’anticamera del cervello di sminuirti in qualche modo. Anzi, ti incoraggia e vede e ti fa vedere il lato più splendente di te.

Come capire se ci tiene davvero: cosa c’è ancora?

Lo sai che vi sono anche altri segnali da considerare per capire se un uomo è coinvolto? Se l’argomento ti interessa (fammelo sapere nei commenti), posso approfondire ulteriormente. Fammi anche delle domande, se hai delle curiosità su come capire se ci tiene davvero.

Se vuoi un supporto pratico ed efficace per imparare a capire la psicologia maschile e a riconoscere i segnali importanti di interesse e attrazione, guarda i video di anteprima del percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo.

All’interno del percorso ho inserito anche un ebook (libro digitale) bonus dedicato alle domande da fare a un uomo se ti interessa scoprire le sue vere intenzioni e i suoi veri sentimenti nei tuoi confronti.

Come fare innamorare un uomo e tenerselo è un percorso che ti conduce in modo semplice e spontaneo a realizzare una relazione onesta e sincera, rimanendo fedele a re stessa e ai tuoi valori più profondi.

Iscriviti all’anteprima video di Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca qui o sul titolo del percorso per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno).

Lascia un Commento!

106 Commenti

  1. Avatar di Elisa

    Elisa 4 mesi fa (31 Marzo 2020 22:32)

    Ciao Ilaria, Ho una ventina d’anni e prima che iniziasse la quarantena, mi sono frequentata per circa un mese con un ragazzo. Abbiamo continuato a sentirci per messaggio, ma lui da 3/4 giorni circa non mi scrive più. Si limita a commentare le mie storie su Instagram.
    Rispondi a Elisa Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (31 Marzo 2020 22:51)

      Così è. Sono quei rapporti "pigri", fatti di queste cose. A vent'anni bisognerebbe essere un po' più focosi. A te interessa uno che commenta le tue storie su instagram? Che rapporto è? Che interesse è?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Elisa

      Elisa 4 mesi fa (31 Marzo 2020 22:59)

      No esatto. Credo che il vero interesse si dimostri in altri modi. Ma fino a settimana scorsa sembrava carino e presente. Non voglio mettergli pressioni, magari ha cambiato idea e ne ha tutto il diritto. Del resto, non potersi vedere non ha giovato. Ma così non so come comportarmi nemmeno io.
      Rispondi a Elisa Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (1 Aprile 2020 5:50)

      In che senso non sai come comportarti? È così difficile capire come comportarsi con chi non è interessato? Non hai impegni e obiettivi tuoi?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 4 mesi fa (1 Aprile 2020 13:06)

      Giusto a vent'anni si dovrebbe essere più focosi. Segni dei tempi moderni, la nostra generazione Ilaria è fatta di un altra pasta.Si ci sono persone che si comportano peggio dei ventenni. Questi sono i tempi in cui viviamo. Poca concretezza e molto virtuale. Non c'è niente di più bello di una donna che si addormenta a fianco al proprio uomo. Altro che le storie su Instagram.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 4 mesi fa (31 Marzo 2020 23:33)

      Ciao Elisa, se posso darti un parere io non credo sia colpa della quarantena. Dopo solo 2 settimane che non potete vedervi (causa quarantena poi, non perchè uno dei due sia impegnato o non possa/voglia) sparisce, ma ti commenta le tue storie su Instagram! Già il fatto di sparire è abbastanza da senza palle, in più ti commenta le storie... mi dà proprio l'idea di una persona che quasi non sappia nemmeno quello che fa e non abbia la minima consapevolezza dell'altro, non so se mi spiego.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Elisa

      Elisa 4 mesi fa (1 Aprile 2020 8:14)

      Giusto, avete ragione entrambe. In realtà pure io pensavo lo stesso, ma forse nutrivo ancora una piccola speranza. Grazie ad entrambe!
      Rispondi a Elisa Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 4 mesi fa (1 Aprile 2020 17:48)

      Elisa capisco la piccola speranza. Ma ti dirò, se per caso dovessi scrivergli io son certa che ti risponderebbe. Il problema è proprio la tipologia di individuo che ti ritroveresti... "chiude" la frequentazione con te, oltretutto sparendo quindi il massimo del coraggio, ma commenta le storie. Roba che nemmeno a 16 anni. Sono una tua coetanea e avevo qualche compagno/a di classe al liceo che faceva così: non ti perdi nulla, tranquilla.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

  2. Avatar di Asia

    Asia 4 mesi fa (6 Aprile 2020 16:33)

    Salve, vorrei un consiglio esterno sulla mia vicenda.. ho intrapreso una conoscenza con un ragazzo che mi seguiva sui social già da 4 anni ormai.. a dicembre non so cosa mi spinse, ma lo contattami e cominciammo a parlare.. da subito c’è stato feeling, si è creata una bella amicizia, seppur virtuale. Viviamo in due stati diversi.. e anche se molto spesso è capitato di dirci quanto ci piacevamo a vicenda, siamo sempre restati con i piedi a terra, cercando di non fantasticare troppo.. ora ad aprile se non fosse stato per la quarantena, aveva pensato di passare la settimana del suo compleanno qui a Roma..e mi aveva chiesto di passarla con lui così da poterci finalmente vedere dal vivo. Così purtroppo non è stato, e chissà per quanto ancora saremo confinati nelle nostre case.. ma a parte questo, io ormai ogni giorno non faccio che pensare a lui..mi sento una stupida, non so se anche per lui sia lo stesso. Mi contatta piu di una volta al giorno per sapere cosa stia facendo, anche se sta lavorando da casa, qualche volta facciamo videochiamate, o ci scambiamo foto della nostra vita quotidiana. Però capita qualche volta che si comporta in modo strano, come se gli desse fastidio qualcosa che faccio, tipo l’altro giorno, dopo aver visto un mio video in cui mostravo un makeup, dopo ha evitato tutte le mie storie.. oggi dopo Avergli chiesto se qualcosa non andava, mi ha semplicemente detto che si sente stanco per il lavoro..bah.. a me ha dato come l’impressione come se si fosse ingelosito tipo.. perché anche altre volte sono successe cose simili.. cosa ne pensate?
    Rispondi a Asia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (6 Aprile 2020 16:42)

      Quattro anni e non vi siete mai visti e di colpo volete stare una settimana insieme? Ma che rapporto è, scusa, un rapporto via tecnologia? Che cosa ti appassiona tanto di questa relazione e di quest'uomo del quale non conosci nemmeno l'odore?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Asia

      Asia 4 mesi fa (6 Aprile 2020 16:47)

      No scusami Ilaria forse non mi sono spiegata bene.. ci conosciamo da dicembre praticamente, mese dal quale parliamo praticamente ogni giorno.. mentre sono ben 4 anni che lui mi segue sui social,ma non ci eravamo mai parlati in quanto io ero fidanzata prima, e lui si limitava a mettermi qualche like tutto qui.
      Rispondi a Asia Commenta l’articolo

  3. Avatar di Maria

    Maria 3 mesi fa (4 Maggio 2020 11:08)

    Ciao, volevo chiederti che io non riesco a capire se ci tiene o no a me, perchè non ha tempo per me ( dice che è sempre impegnato, lavoro e altro...), ci vediamo solo alla sera perchè alla sera ha tempo per me e per farlo.... Anche li lui è ossessionato mi ha anche rilevato che lui e il sesso sono una cosa sola......io mi chiedo è malato? È ossessionato? Poi ha anche una chat dei suoi amici non molto gradevole.... Cosa posso fare? Grazie
    Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (4 Maggio 2020 11:14)

      Ma che dici mai?! E' un gentiluomo, sano e pronto ad amarti, con tutto se stesso! Cosa puoi fare? Davvero non lo sai?! Sposalo!!! P.S: Ricevo sempre più messaggi sconcertanti come questo. Ma è tanto difficile riconoscere un porco e mantenere un po' di dignità? La nonna, la mamma, la scuola, i libri che avete letto, sempre che li abbiate letti, non vi hanno insegnato proprio niente sulle cose importanti della vita e sul rispetto di voi stesse? Niente niente?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 3 mesi fa (4 Maggio 2020 11:22)

      Davvero? Hihihi C'è lui non mi da attenzioni, non sono la sua prima cosa che desidera fare o stare insieme a me, se discutiamo non mi viene incontro la colpa è solo mia....lui è perfetto. Non è felice di vedermi perchè non trova il tempo e solo alla sera....per farlo perchè dopo lui non mi considera più e sta fisso al telefono.....c'è il telefono è più importante di me!!!! Questo fatto glielo detto che mi da fastidio ma lui niente....si arrabbia e basta.... Se ho dei dubbi o preoccupazioni suoi si incavola e non mi ascolta.... Mi dice anche parole pesanti per farmi stare male per poi dirmi no non le penso davvero!!! Non so cosa pensare di lui Si diverte di me? Non è interessato? Bho... Stiamo insieme da 3 anni emezzo. Io non mi sento di mollarlo perchè è giá la seconda storia che va male uff
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

  4. Avatar di RENATA

    RENATA 4 settimane fa (14 Luglio 2020 19:28)

    Le tue analisi e consigli sono perfetti. Ti chiedo: l'uomo che mi interessa ha adottato il metodo di conquista passo passo, conoscendoci, infondendomi fiducia, trattandomi come se fossi di porcellana. Non mi ha ancora invitata ad uscire. Si limita ad approfondire quando ci incontriamo al circolo. Entrambi sappiamo che non riusciremmo a frequentarci senza che inizi subito la relazione. Vorrei però facesse la proposta. Intendo rispettare i suoi tempi ma ho un po' di ansia. Che dici? Grazie in anticipo.
    Rispondi a RENATA Commenta l’articolo

  5. Avatar di Liz

    Liz 4 settimane fa (14 Luglio 2020 14:56)

    Ciao Ilaria, ho da poco lasciato, dopo un anno e mezzo di sofferenza e di dubbi su me stessa e sul perché non fossi capace di farmi amare, un ragazzo con cui prima di questa storia ero solo amica (per un paio d'anni ci siamo frequentati in gruppo e per un anno io e un altro suo amico avevamo fatto un gruppetto ristretto). Mi ha sempre fatto molta tenerezza, è il tipo timido, riservato e all'apparenza sensibile. All'apparenza. In realtà per una serie di vissuti che non sto a spiegare e che lui mi raccontò un anno fa alla nostra prima grande litigata perché lo vedevo "distante", è alessitimico ossia fa una grande fatica ad essere in contatto con la propria sfera emotiva (figuriamoci quella altrui). Non ti so dire perché non sia scappata subito a gambe levate... vuoi l'amicizia pregressa, vuoi la tenerezza, vuoi la crocerossinaggine che era già scattata ho deciso di restare sperando che con il tempo e con il mio amore cambiasse, si sciogliesse, capisse che poteva fidarsi di me. Questo anche perché sia in quell'occasione che nelle successive in cui ho provato (senza riuscirci) a lasciarlo, al mio allontanamento seguivano i pianti e i suoi avvicinamenti e le sue premure che non appena ritornavo ad avvicinarsi sparivano di nuovo. In questo anno ho fatto di tutto per cercare di costruire una fiducia, un'intimità prima di tutto emotiva con lui ma non c'è stato modo... come vedeva che ero presente, vicina, che volevo conoscerlo meglio, volevo che mi dicesse cosa provava metteva mani avanti, paletti, metteva in dubbio i suoi sentimenti per me, ridimensionava la relazione e rifiutava o comunque spostava a tempo indefinito in avanti qualsiasi eventuale progetto futuro (gettandomi in uno sconforto che penso immagini... perché in tutto questo, da cretina, mi ero davvero innamorata di lui... anche se a posteriori penso fosse solo un'illusione). In tutto questo la nostra intimità sessuale era quasi del tutto assente: per convinzioni religiose non ha mai voluto avere rapporti completi. Inizialmente, non essendo neanche io chissà quanto esperta o spigliata, non avevo dato peso alla cosa pensando che con il passare dei mesi avrebbe desistito lui stesso dal proposito. Ma non è mai stato così. Qualche volta che ho provato a parlargli di quanto questo mi facesse soffrire e sentire poco desiderata mi sono sentita rimproverare di portarlo su una cattiva strada. Quando gli dicevo che avrei voluto fosse più presente nella mia vita, che ci vedessimo più delle 2 volte a settimana canoniche (di cui una il sabato sera che ultimamente aveva iniziato a sostituire con l'uscita con quell'amico comune) mi sono sentita rinfacciare che limitavo i suoi spazi. Sono sempre stata io a prendere l'iniziativa verso di lui: la più importante quando dopo un paio di mesi che uscivamo soli gli ho parlato del mio interesse per lui: quando gli dicevo che avrei voluto prendesse più iniziativa, che proponesse lui qualcosa da fare insieme ogni tanto non ottenevo nulla se non sentirmi dire ero ancorata a ruoli di maschile e femminile stereotipati. Ultimamente aveva sempre altro da fare: ora il lavoro, ora qualche familiare da accompagnare (vive con i suoi ed è l'unico a guidare), ora questo amico con cui uscire... l'ultimo finesettimana ci siamo visti di venerdì (avevamo appena fatto pace e non ci vedevamo da 3 settimane): bella serata, scambio di regali per i rispettivi compleanni... poi al momento del congedo speravo ci mettessimo d'accordo per passare un po' di tempo insieme il sabato o la domenica... e invece inizia a dirmi che è impegnato e la lista delle commissioni da fare per i suoi e soprattutto, il sabato sera l'uscita con questo amico... non ce l'ho fatta...il giorno dopo gli ho scritto per chiudere. Basta sentirmi sempre una delle cose poco importanti sulla sua priority list. In tutto ciò alcuni punti di questa storia mi fanno nutrire seri dubbi che l'amicizia con questo amico sia più di un'amicizia... Che dici? Grazie in anticipo...
    Rispondi a Liz Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 settimane fa (14 Luglio 2020 20:18)

      Dico che hai fatto bene. Basta mezze calze!
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 4 settimane fa (14 Luglio 2020 21:32)

      Io comunque ringrazio Ilaria e tutte/I voi, in questo caso Liz, per farmi apprendere sempre cose nuove. Dunque, alessitimia (a + lexis -discorso- + thumos -interiorità-) = incapacità di esprimere le proprie emozioni. Veramente lifelong learning!
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di Liz

      Liz 4 settimane fa (15 Luglio 2020 21:01)

      Grazie Ilaria e Grazie Nimue, il termine tecnico è frutto di oltre un anno di ricerca e di lettura di pagine di casi di psicologia... in realtà nel suo caso si adatta meglio la definizione di stile di personalità evitante... riguardandomi indietro mi rendo conto che ho passato un anno a cercare ovunque chiavi interpretative per comportamenti che altrimenti mi sembravano del tutto incomprensibili... mi sono documentata quasi come se fossi la madre (anzi non credo sua madre si sia mai posta il problema) o come se fossi la sua psicoterapeuta per cercare un canale attraverso il quale entrare in comunicazione con lui. In contesti non di relazioni strette sembra una persona normalissima, ha un lavoro ha degli amici, ha anche questo amico stretto (sebbene da quanto ho capito anche con lui non è che ci fosse particolare confidenza o facesse discorsi che andassero oltre la pragmaticità del quotidiano). E' in terapia da due anni e questo mi aveva fatto ben sperare che riconoscesse la presenza di un problema e volesse impegnarsi per risolverlo. Al di là di lui, quello che mi chiedo è quale meccanismo malsano abbia portato me ad incaponirmi per tanto tempo in una relazione così impervia dall'inizio... in realtà la risposta la conosco... bassa autostima. Anche io ho parecchio da lavorare...
      Rispondi a Liz Commenta l’articolo

    • Avatar di Nimue

      Nimue 4 settimane fa (16 Luglio 2020 12:55)

      Liz, più che altro è la sindrome dell' "Io ti salverò", la più difficile da estirpare dalle nostre testoline dure. Secondo me, dovrebbero farci rivedere il film con gli occhi pinzati, tipo trattamento Ludovico di Arancia meccanica, ripetendo: "Io non sono Ingrid Bergman, lui non è Gregory Peck" !
      Rispondi a Nimue Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 settimane fa (16 Luglio 2020 22:47)

      Vero Nimue! Quel film è il manifesto delle crocerossine... Si salvi chi può! 😣
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo