Se un uomo ti vuole te lo fa capire

se un uomo ti vuole te lo fa capireSe un uomo ti vuole te lo fa capire? Certo che sì.

Qualche premessa:

  • Parlare di “volere” una persona non è elegante e soprattutto non è rispettoso. Le persone non si “vogliono”, semmai si può volere, desiderare di stare con loro, ma le persone non sono come oggetti o come proprietà che si “vogliono” o si smette di volere.

Credo che il vero salto di paradigma, l’autentico, importante cambiamento di convinzioni che le donne devono fare per vivere bene la loro vita e la loro vita sentimentale, è quello di lasciare andare l’idea che il loro destino dipenda dai desideri di un uomo e che loro non abbiano voce in capitolo.

Insomma bisogna smettere di considerarsi come “beni” in esposizione in una vetrina o in negozio, in attesa che un acquirente al quale si è gradite ci scelga, ci faccia impacchettare e ci porti a casa, altrimenti saremmo costrette a prendere la polvere per un po’ e poi tolte dalla vetrina e dallo scaffale e rese a magazzino.

Ogni donna può scegliere per sé e togliersi dalla posizione di subordinazione rispetto ai “voglio-desidero-scelgo” di un uomo.

Come? Per esempio selezionando e scegliendo uomini che non ragionano come ai tempi delle caverne e considerano le donne come interlocutrici alla pari.

Ci sono questi uomini? Eccome se ci sono.

Il menefreghismo emotivo

Viviamo in tempi in cui molte regole sono saltate e c’è una diffusa incapacità a considerare se stessi come appartenenti a un comunità verso la quale si hanno certo dei diritti ma anche dei doveri.

Per cui, in sostanza, in tutte le relazioni e in quelle sentimentali o pseudo tali in particolare, si tende a pensare solo per sé, mettendo in secondo piano l’altro con le sue emozioni e i suoi bisogni.

Molti uomini sono degli specialisti di questa “stupidità emotiva” e di questo “menefreghismo emotivo”.

Ne consegue che molte donne si trovano ancora più confuse rispetto agli “strani” comportamenti di alcuni uomini, non li capiscono e, peggio ancora, li fraintendono inventandosi interpretazioni fantasiose e irrealistiche.

Questa è la strada maestra alla sofferenza.

Dunque, se un uomo è interessato a te, te lo fa capire e te lo fa capire anche molto chiaramente.

Se non lo fa, significa che non è interessato a te, che è un menefreghista emotivo o egoista emotivo e che comunque non è sufficientemente evoluto per reggere l’impegno di una storia seria.

Oppure significa che sta giocando con i tuoi sentimenti.

Un uomo ti fa capire che ti vuole con la sua presenza

Bene, vediamo 5 modi attraverso i quali un uomo ti fa capire che è interessato a te.

Tieni bene a mente la formula segreta: l’interesse di una persona per un’altra è dimostrato dalla sua presenza nella vita della persona alla quale è interessato o interessata.

Una presenza rispettosa, costante e congruente.

1 Intanto un uomo interessato non si nasconde dietro a un dito, ma con misura e discrezione, più procede la vostra conoscenza, più si espone con il corteggiamento e dice frasi esplicite che esprimono il tuo amore.

Tipo: “Mi piaci”; “Mi interessi”; “Vediamoci più spesso”; “Quando possiamo rivederci?”

2 Un uomo che ti desidera sul serio si comporta da “cavaliere”.

Sì lo so, è un termine che suona d’altri tempi e non evoca una visione moderna dei rapporti uomo-donna.

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

Per “cavaliere” intendo che tiene al tuo benessere e alla tua serenità.

Quindi non ti mette pressione per ottenere qualcosa da te o per farti fare qualcosa che lui vuole e tu non vuoi.

È sinceramente attento ai tuoi bisogni e ti tratta senza nessun atteggiamento manipolatorio, ma con genuina gentilezza.

È un comportamento che un bastardo potrebbe fingere?

Sì, ma è molto difficile che riesca a mantenerlo per lungo tempo. Segnali “allarmanti” vengono sempre inviati nel caso ci sia finzione.

3 Quando un uomo ci tiene a te, ti ascolta, vuole conoscerti, capirti ed entrare in connessione con te.

Un uomo che si prende il suo tempo per sapere che cosa pensi e che cosa provi ti vuole sul serio e vuole una storia seria.

Attenta a non confondere l’”amicone” o il finto spirituale o lo pseudo-psicologo, che simulano un ascolto interessato per manipolare meglio.

4 Una persona che ci tiene a te vede tutte le tue potenzialità e i tuoi talenti e con gentilezza te ne parla e ti incoraggia a dare il meglio di te perché tu sia serena e soddisfatta.

Un uomo coinvolto si prende cura di te

5 Si prende cura di te. Anche qui, sappiamolo, da tempo è giunto il momento che uomini e donne adulti sappiano prendersi cura di sé in autonomia, senza avere un partner che faccia loro da stampella, badante, baby-sitter o bancomat.

Ma l’amore e l’interesse per una persona non devono e non possono impedirci di averla nei nostri pensieri e di fare il nostro meglio per farla stare bene.

6 È orgoglioso di te e vuole che tutti coloro che gli stanno a cuore sappiano di te.

Un uomo interessato è felice e contento di averti al suo fianco ed è così entusiasta in tua presenza che non ha problemi a coinvolgerti nella sua vita privata, facendoti conoscere tutte le persone a lui care.

Non si tratta di quello che fanno i manipolatori e i seduttori seriali o coloro che hanno problemi di relazioni, che hanno la necessità disperata di mostrarsi normali e quindi presentano quasi ogni donna che capita loro a tiro in famiglia e agli amici.

Si tratta di un sincero interesse di condivisione e di compartecipazione.

7 Fa delle rinunce per te ed è disposto a compromessi per venirti incontro.

Per carità, non si comporta da zerbino, semplicemente cerca armonia e pace in modo vitale e generativo.

8 È costante nei suoi comportamenti di interesse, amore, cura, attenzione.

Che cosa è l’amore, se no?

Un uomo veramente coinvolto tiene a che tu stia bene e questo te lo fa capire ed è facile da capire.

Quindi sì, se un uomo ti vuole te lo fa capire.

Lascia un Commento!

48 Commenti

  1. Avatar di Giulia

    Giulia 1 mese fa (13 Aprile 2022 15:56)

    Ciao Ilaria, ti racconto in breve la storia. Ho conosciuto una persona online, ci siamo sentiti per un bel po' di tempo tra il secondo lockdown e qualche tempo fa senza però vederci (errore madornale). é nato un affetto (anche qui malissimo) e sono nate delle aspettative, purtroppo per colpa di entrambi (lui che ha mandato certi messaggi e poi si è ritratto e io per insistenza e per il fatto di aver scoperto delle cose non bellissime su di lui) siamo arrivati ad un punto di rottura. Lui mi ha chiesto di fermarci per qualche settimana e non sentirci più per poi rivalutare il tutto (io ho chiesto fermamente se invece la cosa fosse già chiusa ora, di risparmiarmi attesa e altro) e vedere cosa succede. Ho accettato, razionalmente so che è un poverino che gioca a fare il risolto e che io sono patetica a sperare in qualcosa, ma l'abbandono mi strugge perchè mi dispiace troppo aver creduto in una persona che forse non è. Sto facendo un percorso con una psicoterapeuta e ho varie insicurezze, ma questa attesa è frustrante, avrei preferito fosse stato sincero e di questo non mi capacito. Ho riassunto il tutto come meglio potevo e sarebbe molto più lunga di così, mi sento una cretina. Scusa lo sfogo e grazie per l'attenzione
    Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (13 Aprile 2022 17:11)

      Chiudi Giulia, prenditi la soddisfazione personale di decidere tu per te e di non rimanere "appesa" a uno dei tanti perditempo che infestano i bassifondi di una vita sentimentale precaria, fasulla, inesistente.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Giulia

      Giulia 1 mese fa (13 Aprile 2022 17:41)

      Ciao Ilaria, innanzitutto grazie per la risposta. Tu per decidere e chiudere intendi senza dirglielo e semplicemente andare avanti giusto? Conoscendoti (ti leggo da molto, anche se non commento mai) credo di si :) Mi sento stupida anche solo a porre queste domande e sbagliata nel non aver lasciato perdere questa persona molto prima. Le sensazioni non sono mai state del tutto positive.
      Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (13 Aprile 2022 18:05)

      Lascia perdere il sentirti stupida, non lo sei e non ti devi sentire tale, mi sembra che tu abbia le idee chiarissime. Chiudere, senza altro faro o aggiungere e goderti la vita.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Giulia

      Giulia 1 mese fa (13 Aprile 2022 18:44)

      Grazie di cuore <3 spero di andare oltre quanto prima :)
      Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 1 mese fa (14 Aprile 2022 16:40)

      Ciao Giulia, tu hai le idee chiare e leggi tutta la dinamica con lui con lucidità. Basta la fermezza di credere nella tua visione delle cose, e ci sei!
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

  2. Avatar di Daniela

    Daniela 1 mese fa (11 Aprile 2022 22:55)

    Buonasera, scrivo per disperazione, ho trovato questo articolo illuminante. Forse anche per un semplice sfogo, visto che al momento non posso dire di stare bene. Lo sentivo da circa 3 mesi, quasi tutti i giorni. Conosciuto circa 3 anni fa non gli avevo dato dello spazio nella mia vita per una serie di cose. Voleva incontrarmi, in realtà lo ha sempre detto fino all'ultima volta in cui l'ho sentito. Tenace, costante, inarrestabile e così avevo iniziato a pensare che tenesse davvero a conoscermi. Gli ho fatto spazio poco per volta, le cose si costruiscono nel tempo. A fine mese gli ho spiegato più nel dettaglio il motivo per cui per incontrarci di persona avremmo dovuto attendere altri 3 mesi, non dipendente da altre persone o altro comprendente scorrettezze, una cosa seria del tutto personale. Mi ha detto che non c'erano problemi, che ci saremmo sentiti prima di presto e sono passati due giorni. L'ho chiamato chiedendogli se fosse dipeso da quello, che lo avrei capito ma che avrei voluto saperlo. Mi ha detto che era tutto a posto e poi mi ha voluto sentire lui la sera, ci siamo sentiti e sono passati cinque giorni. Il sabato di notte mi ha mandato un messaggio per chiedermi se poteva chiamarmi ma io ormai avevo il telefono spento, pensavo non si facesse più sentire e avevo bisogno del tempo per me... Così anche la domenica, lunedì vedo che mi aveva scritto la sera chiedendomi tutto bene e allora gli rispondo che non avevo letto proponedogli di sentirci il mercoledi. A fine giornata mi dice non so se riesco mercoledi. Lo chiamo, è risentito per il fatto di non averlo letto subito ma gli faccio presente che se lo sto chiamando qualcosa vorrà dire. Si trattiene con me al telefono, sembra fargli piacere sentirmi. Gli domando se volesse chiudere ma mi dice che vuole continuare la comunicazione, mi richiama il giorno dopo e conclude con la raccomandazione di mandarli un messaggio sulla cosa che ci interessava. Lo faccio il giorno seguente, legge il messaggio e mi risponde in modo tranquillo e poi passano altri 5 giorni. Non sono mai stata bisognosa anzi mi ha sempre cercato lui, gli stavo iniziando a dare fiducia. Un colpo enorme. Mi ha detto che aveva da seguire delle cose in casa per la ristrutturazione e poi problemi con il lavoro e va bene, ma davvero se qualcuno tiene a te vuoi che non gli faccia piacere sentirti anche solo "10 minuti"? Niente, lui non c'è più. Ma prima, c'era realmente? E' possibile che mi sia sbagliata e anche così tanto sul suo conto? Perché continuare così, come nulla fosse e poi sparire? Lui stesso aveva detto una volta che 5 giorni erano tanti, non ha chiamato neanche oggi e penso che non lo farà più o lo farà forse fra chissà quanto tempo, ma io non sono una donna da "intermittenza". Mi fa soffrire, quindi non va bene per me. Mi stavo iniziando a riprendere dal dolore che mi ha dato altre speranze. Oscillo fra il credere di essere troppo prevenuta all'evidenza dei fatti, con tutta la flessibilità che vuoi ma realtà è che non mi chiama. Forse più in là gli scriverò che per me non funziona augurandogli il meglio, nel caso lo farei solo per me e ora mi sento così triste che nemmeno ho cenato!
    Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (13 Aprile 2022 17:09)

      Ciao Daniela, ma una storia così inconsistente merita tanto coinvolgimento e tanto dolore? Non ci sono cose più importanti nella vita di uno sciocco immaturo? Non hai cose più importanti per te?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Daniela

      Daniela 1 mese fa (14 Aprile 2022 2:20)

      Ma infatti sai Ilaria il giorno dopo aver scritto tutto questo mi sono sentita sciocca, mi sono fatta davvero la stessa domanda anche io. Sono una donna molto sensibile e pure razionale quando serve, così mi sono letta alcuni altri tuoi articoli sul tema e subito mi è passato tutto! Poi visto che non riesco proprio a lasciare le cose in sospeso mi è venuta un idea: gli ho mandato un semplice messaggio "ciao come stai?" in modo da poter scrivegli in seguito la frase magica ma lui mi ha chiamata in serata e allora ho potuto dirgliela direttamente a voce. Non mi importava più nulla: l'ho detta addirittura quasi in tono scherzoso che è rimasto veramente spiazzato e poi ho provato un grande sollievo quando gli ho fatto una battuta sull'intermittenza apprezzabile solo per gli addobbi di Natale. Ho festeggiato con un piatto di patate e funghi al forno, ma non esiste proprio perdere l'appetito per certe cose. Se mi dovesse venire ancora tristezza per "il nulla" mi ricorderò di questa sensazione e dopo avergli parlato di nuovo mi sono chiesta anche perché mai mi fosse piaciuto... chissà! Credo che spesso ci attacchiamo solo per l'idea che si aveva prima della sparizione, se lo potessimo sentire ancora cadrebbero tutte le stelline dagli occhi. Il tipo ha paragonato le donne basse e con qualche chilo in più a delle lavatrici e io invece sarei stata una ferrari, pensando di farmi un complimento e tornare sui miei passi... non vedevo l'ora di essere vista come un oggetto, un rispetto per le donne... di certo l'uomo della mia vita! Grazie Ilaria, per ciò che fai qui! :-)
      Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (14 Aprile 2022 16:13)

      Il tipo ha paragonato le donne basse e con qualche chilo in più a delle lavatrici e io invece sarei stata una ferrari, pensando di farmi un complimento e tornare sui miei passi… non vedevo l’ora di essere vista come un oggetto, un rispetto per le donne… di certo l’uomo della mia vita! Grazie Ilaria, per ciò che fai qui! :-) AH AH AH Grandi certi uomini, che cavalieri, gentiluomini, bidoni della spazzatura per rimanere in tema di oggettistica e oggetti d'uso.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 1 mese fa (14 Aprile 2022 16:47)

      Per riprendere e passare al tema animale, anche questa è notevole: ‘Se fossi un cavallo, ti vorrei nella mia scuderia’ ;-)) Oddeo!
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 1 mese fa (14 Aprile 2022 23:03)

      Daniela, almeno ti ha fatto i complimenti x la tua carrozzeria?
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (15 Aprile 2022 20:48)

      Che poi, lavatrici e Ferrari, manco i paragoni sanno fare questi, che poraccitudine :)
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 1 mese fa (18 Aprile 2022 22:35)

      Sofisticata Vic...
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 1 mese fa (16 Aprile 2022 22:00)

      @Daniela per carità. Lascia perdere un omuncolo del genere. Chi è costui per dire questo ? Lascia perdere.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

  3. Avatar di Linda

    Linda 4 settimane fa (23 Aprile 2022 18:42)

    Ciao a tutte. Ho fatto sesso con il mio partner 3 volte ma non mi guarda negli occhi qualcuno sa dirmi cosa succede? Lui è capricorno e ha stile professionale
    Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 settimane fa (23 Aprile 2022 19:58)

      Ciao Linda, il segno zodiacale e lo stile professionale mi sembra che c'entrino poco, che ne dici? A lui lo hai chiesto perché non ti guarda negli occhi? Avete un sufficiente livello di intimità perché tu possa parlargliene?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 4 settimane fa (23 Aprile 2022 21:23)

      Non glielo chiesto. Non abbiamo molta intimità,lui sta in Toscana e io in Piemonte,servono soldi e i treni
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 settimane fa (24 Aprile 2022 7:32)

      Ho la sensazione che tu ti sia data la risposta. Non avete intimità, ti usa solo come un oggetto. Chiudi questa storia, lascia perdere questo genere di uomini. Alza i tuoi standard, chiedi di più alla vita.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  4. Avatar di Mari

    Mari 1 mese fa (16 Aprile 2022 16:45)

    Ciao a tutti. Scrivo perché sono molto confusa riguardo a una situazione che sto vivendo con una persona. Ci siamo conosciuti circa un mese fa e le cose sembravano andare abbastanza bene e con i giusti tempi (non ho ricevuto grandi dichiarazioni d'amore e mi sembrava di percepire un interesse da parte sua). Le cose sono andate a crescere, anche se per impegni di entrambi non messaggiavamo tantissimo pur mantenendo una certa costanza nel sentirci. Una settimana fa sono andata a casa sua e si è creata una situazione d'intimità che però non è diventata altro perchè non me la sono sentita di andare oltre. Lui è stato molto comprensivo e dolce e io ho cercato di spiegargli che avevo bisogno di più tempo. Da quel giorno lui si è fatto sentire meno e non mi ha chiesto di vederci prima che lui partisse per un viaggio; avendo capito che probabilmente era interessato solo a una cosa di sesso gli ho scritto dicendogli che volevo chiudere la frequentazione perché secondo me avevamo visioni diverse delle cose. Lui mi ha detto che capiva la mia posizione ma che gli piaceva parlare con me e quindi di non sparire. Io ovviamente ho chiuso del tutto ma il mio fastidio è quello di non essere stata abbastanza chiara e che lui non abbia capito, anche se penso che se avesse avuto un minimo interesse avrebbe cercato di parlarne con me. Probabilmente mi sono fatta prendere dall'ansia di essere scaricata perché non ero stata con lui e ho voluto anticiparlo, anche se in realtà non sapevo quali fossero le sue reali intenzioni, mi sono basata sulle mie esperienze passate che sono state abbastanza dolorose. Vorrei un vostro parere non tanto sull'interesse di lui (che mi sembra molto poco), quanto sulla mia comunicazione, perché temo di non essere stata abbastanza chiara e di non essere riuscita a dire ciò che volevo veramente dire.
    Rispondi a Mari Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 1 mese fa (20 Aprile 2022 8:33)

      Ciao Mari, io penso che tu sia stata chiarissima e lui ha capito perfettamente quello che doveva capire e cioè che siete su due lunghezze d'onda diverse. Lui ne ha preso atto ed effettivamente, sono d'accordo con te, non ha fatto un plissé. Evidentemente non era, non è, così interessato a una storia con te e disposto a tutto per non perdere l'occasione. Succede, questo non ha niente a che vedere con te o con cosa hai detto o non hai detto. Io credo che tu ora sia vittima della sindrome dello spiegone riparatore! 😁 Ti capisco, ne sono stata vittima anche io, eccome! Prima hai preso la decisione di lasciar perdere perché appunto hai capito che le direzioni erano diverse ma adesso ti assalgono i dubbi: ma forse sono stata precipitosa, se avessi aspettato, se avessi acconsentito, magari lui non ha capito bene, io mica intendevo...volevo solo ...e vai così di paturnia in paturnia! Il fatto è che tu, sotto sotto, col tuo messaggio volevi, speravi è meglio dire, che lui avesse una reazione, che non c'è stata e ora arrivano i dubbi/rimorsi e la sindrome dello spiegone riparatore! Ora, dopo tanti ma tanti, spiegoni riparatori, ti posso dire serenamente che tu non hai sbagliato nulla, la tua comunicazione è stata cristallina e hai fatto esattamente quello che la tua ragione ti diceva in quel momento. Ora è il cuore che parla e sappiamo bene quanto può essere fuorviante. Io mi sono pentita di ogni singolo spiegone riparatore perché non ho ottenuto assolutamente niente (perché siamo onesti, lo facciamo sempre per ottenere qualcosa) se non delusione, svilimento e senso del ridicolo (dopo). Tu hai fatto ciò che credevi giusto e lo hai fatto nel migliore dei modi e fai bene a non farti più sentire, perché è chiaro che tu vuoi altro, se è interessato tornerà lui, ma tu devi proseguire per la tua strada e non adattarti alla sua. Un abbraccio.
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Mari

      Mari 4 settimane fa (22 Aprile 2022 16:59)

      Grazie della tua risposta, anch’io tendo sempre a dare spiegazioni perchè mi sembra una mancanza di rispetto nei confronti dell’altro, ma ad oggi penso che sia semplicemente la mia maledetta insicurezza che mi porta a credere di essere sempre nel torto…purtroppo non è facile provare a conoscere qualcuno quando hai una voce nella testa che ti dice che così come sei non vai bene. Hai ragione, col mio messaggio volevo metterlo alla prova e speravo che lui fosse disposto ad aspettare ancora un po’, ma così non è stato. Forse non è nemmeno il momento giusto della mia vita per conoscere qualcuno, anche se sembra che questo momento non arrivi mai. Ti auguro una buona giornata
      Rispondi a Mari Commenta l’articolo

    • Avatar di Michele

      Michele 1 mese fa (20 Aprile 2022 17:43)

      Ciao Mari tu hai scritto"Lui mi ha detto che capiva la mia posizione ma che gli piaceva parlare con me e quindi di non sparire", io l'ho inteso come " capisco i tuoi tempi sono disposto ad aspettare", come mai hai chiuso del tutto?
      Rispondi a Michele Commenta l’articolo

    • Avatar di Mari

      Mari 4 settimane fa (22 Aprile 2022 17:03)

      Perchè io non l’ho inteso così, mi sembrava più un contentino e onestamente sono stanca di essere sempre trattata come quella che si deve adattare agli altri e alle loro vite…nessuno mi viene mai incontro e per una volta credevo che le cose fossero diverse, ma evidentemente mi sbagliavo. Le cose si fanno in due e da parte sua non ho visto un gran tentativo di capire la mia posizione, ci frequentavamo da poco ma io se fossi in stata in lui avrei cercato di capire qualcosa in più, anche se mi rendo conto che non ragioniamo tutti allo stesso modo. Ti ringrazio per la tua risposta
      Rispondi a Mari Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 1 mese fa (20 Aprile 2022 18:55)

      Cara Mari, secondo me sei stata super chiara, cristallina direi. In effetti, è un problema femminile quello di dover chiarire, dover spiegare, dover puntualizzare. Prova a cambiare "metodo". Se decidi di troncare una frequentazione, sparisci e basta. Non c'è bisogno che lo annunci, non sei il capotreno, non lavori in aeroporto. E non c'è affatto bisogno di chiarire che avete visioni diverse delle cose quando è chiaro che non gli piaci abbastanza. Se a uno piaci un po' si sbatte. Se non lo fa, è perché o cerca solo sesso o ha cambiato idea. La verità è semplice. Secondo me spiegare il perché te ne vai, quando entrambi sapete che te ne vai perché non ti considera, è superfluo e umiliante. Anche perché poi ti senti dire frasi del tipo "capisco la tua posizione ma non sparire perché mi piace parlare con te", che nemmeno all'asilo. Ma che "gli piace parlare con te", se ne infischia di te. La realtà è che vuole tenerti appesa a una speranza per lucidare il suo ego e tu ti preoccupi di non essere stata chiara. Sei stata lapalissiana. E considera sempre che sparire da chi non ci considera ci rende più desiderabili ai suoi occhi. Puntualizzare che te ne vai perché lui non ti dà le attenzioni che vorresti (e non perché non ti interessa abbastanza) è controproducente all'inizio di una frequentazione e rende poco attraenti.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Mari

      Mari 4 settimane fa (22 Aprile 2022 17:08)

      Grazie Vic, purtroppo io non sopporto quando la gente sparisce senza spiegazioni e non mi sembrava carino farlo in questo caso, anche perchè apparentemente stava andando tutto bene. Probabilmente lui cercava una cosa di sesso dall’inizio, i segnali c’erano ma io non ho voluto coglierli perchè non volevo accettare una realtà troppo dolorosa anche se poi ci ho sbattuto la testa da un giorno all’altro. La verità è che devo imparare a rispettare prima me stessa e poi a pretendere lo stesso rispetto dagli altri, altrimenti continuerò soltanto a farmi del male e a mettermi in situazioni spiacevoli e dolorose, soprattutto per me. A volte penso di essere troppo sensibile e fragile per affrontare le difficoltà della vita, ma non voglio arrendermi a questo pensiero e voglio fare il possibile per modificare i pensieri negativi che ho su di me. Ti ringrazio per la risposta e ti auguro una buona giornata.
      Rispondi a Mari Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 settimane fa (24 Aprile 2022 14:32)

      Condivido Vic, anche se non sono d'accordo quando dici: "...sparire da chi non ci considera ci rende più desiderabili ai suoi occhi". Davvero ci interessa sapere cosa pensano di noi questi omuncoli? Se non c'è alcunché da recuperare, nessun rapporto da costruire, secondo me è del tutto inutile agire in funzione di ciò che penserebbe un tizio che è uscito dalla nostra vita e con cui non abbiamo intenzione di averci a che fare. Cosa importa essere desiderabili agli occhi di un uomo che ormai non ha alcun valore per noi? Riflettere su quest'aspetto ci terrebbe ancora "legate" a qualcuno che non merita il nostro tempo. Desiderabili o no, che importanza ha?!
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 4 settimane fa (25 Aprile 2022 5:13)

      Vero, Emilia, però non tutti sono "omuncoli". Questo magari sì, ma a volte sono uomini che non si accorgono del nostro valore, un po' per cecità loro e un po' perché ci mostriamo bisognose e non tiriamo fuori la nostra personalità. Sparire in tal caso può voler dire tirar fuori il carattere, non essere stronze/i, non è che se ti scrive non gli rispondi. Gli rispondi ma con distacco e nonchalance, se vale la pena farlo, quindi sempre dopo aver vagliato la situazione e il tipo di persona che hai di fronte. Riporto la citazione di un detto zen che ho letto e mi è piaciuto molto, che recita così: "Se vuoi raggiungere la serenità prendi la decisione di abbandonare tre cose: il bisogno di controllare tutto, la necessità di essere approvati e il bisogno di giudicare gli altri". Ecco, secondo me nel "bisogno di controllare tutto" rientra anche la necessità di definire ogni cosa, di puntualizzare tutto, soprattutto l'ovvio, di definire ogni rapporto. E questo significa giocare in difesa, è una strategia "a catenaccio", per usare una metafora calcistica. Quindi, in pratica, non è una strategia. Non che voglia intendere che si debba vivere di strategie ma neanche essere sempre e immediatamente tranchant. Magari il tipo di Mari è il classico uomo-vampiro in cerca di rifornimento energetico e in tal caso ha fatto bene a chiudere. Ma non sempre è così. A volte, gli uomini semplicemente non ci "vedono". Anche a me è capitato di non "vedere" persone di valore. Capita. Stare lì ad aspettare che l'altro si accorga di noi non è una buona idea, ma in alcuni casi neanche chiudere la porta a doppia mandata lo è. "In medio stat virtus", diceva Aristotele. Quindi, "sparire" non sottintende restare legati all'altro bensì dimostrare amore verso noi stessi senza chiudersi a riccio. Non mi consideri? Bene, non ti considero più neanch'io e mi faccio la mia vita. Sei interessato? Dimostralo. Come devo dimostrarlo io, sia ben chiaro. Ora io do a chi mi dà, non faccio più beneficenza ma nemmeno mi chiudo. Perché, a volte, mandare messaggi di chiusura e mettere croci sopra le persone diventa un impulso di default, dettato dalla paura. Io penso che evolvere significhi andare oltre quella paura.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 settimane fa (25 Aprile 2022 18:51)

      Per me questo atteggiamento rientra nella "necessità di essere approvati", che andrebbe abbandonato a prescindere se siamo di fronte a degli omuncoli oppure a degli uomini di valore. Non è facile, certo, ma per stare bene con noi stesse credo sia fondamentale lasciar andare il bisogno di essere "desiderabili" per gli altri. Anche secondo me sparire in questo caso è la soluzione più giusta, ma lo scopo non deve essere quello di far cambiare idea all'altra persona. E questo a mio avviso non significa chiudersi a riccio, anzi: significa aprirsi ad esperienze migliori, senza adottare strategie che ci fanno dispendere energie inutilmente. Partire dal presupposto che non bisogna dimostrare alcunché mi sembra un buon modo per concentrarsi su se stesse piuttosto che sugli altri. Magari risulto troppo tranchant, ma io mi comporterei così. Ho capito che meno ragionamenti faccio, meglio sto. Ovviamente se tu ti sei resa conto di stare bene agendo in questa maniera, nulla da obiettare... ❤ Un abbraccio! 🤗
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 settimane fa (25 Aprile 2022 21:16)

      Errata corrige: disperdere energie...
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Mari

      Mari 4 settimane fa (26 Aprile 2022 23:47)

      Sono assolutamente d’accordo con te. Io in questo periodo ho molta paura di legarmi a qualcuno che non vuole le stesse cose che voglio io e proietto questa paura in ogni conoscenza che inizio, mettendomi sulla difensiva. Mi rendo conto che sono dei meccanismi che ho interiorizzato e che devo modificare, ma purtroppo è un processo lungo in cui si procede per tentativi ed errori, un passo avanti e due indietro. Sono anche molto arrabbiata perché ho l’impressione di non essere mai “vista” ma solo “guardata”, come se non fossi mai abbastanza o come se le persone non avessero mai la pazienza di conoscermi davvero. Il bisogno di controllare tutto mi porta a non vivermi le cose spontaneamente, ma a doverle definire e a fissare delle tappe obbligate durante la conoscenza (al secondo appuntamento lo bacio, dopo un mese ci vado al letto, e così via). Solo da poco mi rendo conto della tossicità della cosa e mi auguro di non ripetere gli stessi errori in futuro. Comunque è molto bello leggervi, trovo sempre degli spunti interessanti su cui riflettere.
      Rispondi a Mari Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 settimane fa (28 Aprile 2022 9:06)

      Ciao Mari, hai mai pensato che quella sensazione che provi sia in parte dovuta alla paura di restare sola? Forse finora hai sempre avuto un valido motivo per essere "sulla difensiva"... Ci hai mai pensato? Magari la paura di cui parli potrebbe essere qualcosa di più profondo, ad esempio paura della solitudine... Pensaci! ;)
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Mari

      Mari 3 settimane fa (29 Aprile 2022 21:35)

      Probabilmente sì Emilia, ma io da sola ci sono sempre stata bene, il punto è che sono stanca di stare sempre sola...non avendo mai avuto una relazione vera e propria ma solo brevi frequentazioni vorrei provare a costruire qualcosa con qualcuno ma sembra che nessuno abbia le mie stesse intenzioni. Ho sempre fatto l'errore di adattarmi alla volontà degli altri senza rispettare la mia sperando che loro si legassero a me, e non ho ottenuto altro che delusioni. Non voglio fare più quest'errore e rispettarmi anche se è vero che la paura di rimanere sola mi fa vivere male il modo in cui mi approccio agli altri.
      Rispondi a Mari Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 settimane fa (29 Aprile 2022 22:44)

      Il fatto di esserti sempre adattata alla volontà altrui dovrebbe farti riflettere sulla tua tendenza a compiacere gli altri pur di evitare di stare da sola. Anch'io non ho una relazione da tanti anni, eppure non sono mai stata bene in "solitudine". Ho sempre pensato mi mancasse qualcosa, ho sempre pensato di non valere abbastanza... Finché avremo quest'idea di noi stesse, non riusciremo mai a trovare la persona con cui poter vivere serenamente una relazione degna di questo nome. Nessuno sarà in grado di darci quello di cui abbiamo bisogno... Solo noi possiamo soddisfare i nostri bisogni. Sembra scontato e banale, invece è un concetto essenziale per raggiungere la felicità.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 4 settimane fa (26 Aprile 2022 11:47)

      Ciao Mari, a mio parere sei stata chiara: credo che lui abbia capito perfettamente e si, probabilmente hai ragione nel ritenere che non fosse così tanto interessato se non ad un'avventura. Considera però che quel "mi piace parlare con te non sparire" non è per forza segno di incomprensione da parte sua, ma potrebbe essere o un modo per tenerti appesa, come ti hanno già suggerito, oppure anche una "formula" di cortesia tanto per. Capita che davanti ad un rifiuto/chiusura le persone possano dire frasi giusto per essere gentili (dal loro punto di vista). Non so se mi spiego, ma è come dire ad una persona che non vedi da tanto tempo e incontri per caso "dai un giorno di questi prendiamo un caffè" e poi quel caffè non fu mai preso. Non dico sia un modo di fare e di porsi con gli altri maturo, però capita spesso. Insomma non lo escluderei, di certo non è dettato da una tua incapacità comunicativa, tant'è che non ha insistito. Un abbraccio
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

  5. Avatar di Tiziana

    Tiziana 3 giorni fa (19 Maggio 2022 14:48)

    Ciao Ilaria, mi chiamo Tiziana e ti scrivo dalla provincia di Lecco. Volevo un parere su un ragazzo che un po' mi piace, credo sia molto più piccolo di me però. Lui lavora in un bar vicino casa mia, non lo conosco per niente. La prima volta l'ho visto a Luglio 2021, io sono solita passeggiare il pomeriggio perché camminare mi piace e fa bene, e quindi mi capita spesso di passare davanti al bar dove lui lavora. Nel Luglio scorso lui mi vide in lontananza e mi fece un'alzata di sopracciglia per fare lo sciocco, insomma, sai come sono alcuni ragazzi, a volte fanno le occhiate a quelle che non conoscono. Poi l'ho rivisto ad Aprile scorso, io ero sul marciapiede che passavo e lui attraversava la strada, e mi ha guardata. Poi 2 settimane fa sono passata davanti al bar sempre, lui stava pulendo il giardino con il suo collega, e mi ha detto Ciao, ed io ho risposto un po' a malapena, ti dico la verità. Poi la settimana scorsa, gli sono sempre passata davanti, lui era sulla porta del bar, mi ha vista passare e mi ha guardata ma non ha salutato. Ieri sera l'ho rivisto, era seduto in giardino ai tavolini con la collega, sono passata e credo che si sia girato verso di me, ma non ne sono sicura, magari guardava da altra parte. Poi ci siamo incrociati più da vicino, lui era sempre sulla porta, mentre io passavo, ma lui, questa volta, è tornato dentro il bar, non so se per evitarmi o perché magari aveva dimenticato di fare qualcosa, chi lo sa, credo che i motivi siano infiniti. Secondo te, Ilaria, poteva esserci da parte sua attrazione per me nel senso di un interesse anche solo di livello estetico o di simpatia? Può aver notato un mio disinteresse visto che io non l'ho mai salutato di mia iniziativa? O semplicemente ha voluto scherzare con me ed è una cosa finita là? Grazie in anticipo
    Rispondi a Tiziana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 giorni fa (19 Maggio 2022 16:32)

      Ciao Tiziana, io credo che semplicemente abbia voluto "scherzare", flirtare e "giocare" con te come è probabile che faccia con molte altre donne e ragazze anche grazie al "punto di vista privilegiato" del suo lavoro.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Tiziana

      Tiziana 3 giorni fa (19 Maggio 2022 16:57)

      Si.. Credo anche io, anche perché penso abbia 23-24 anni, è un ragazzino diciamo rispetto a me che ho molti più anni. Magari lo ignoro tanto è stata una cosa di poco conto, anche perché in queste situazioni, se anche ragazzi così si facessero avanti, più di una storiella non ne ricaverei. Però penso che il comportamento che ha avuto ieri sera quando l'ho rivisto, nel senso che non ho notato nulla di particolare rispetto alle altre volte di cui ti ho detto prima, credo sia anche il fatto che ha notato che io non l'ho mai salutato di mia iniziativa e che quindi non gli ho mai dato retta, perché credo che se gli avessi dato più corda e mi fossi esposta di più anche a salutarlo o a parlargli, magari lui si sarebbe messo in evidenza altrettanto. Mio pensiero, poi magari posso anche sbagliarmi
      Rispondi a Tiziana Commenta l’articolo

  6. Avatar di Silvia

    Silvia 1 mese fa (11 Aprile 2022 10:38)

    Cari amici del blog, ciao! Negli scorsi mesi ho attraversato un periodo di impegno lavorativo e personale intenso, e ora mi sento un po’ in confusione. Volevo chiedervi un suggerimento. Al lavoro, incontro per caso un collega piacevole con cui si scambia due chiacchiere e che mi invita a prendere un caffè. Una volta avevo un impegno e ho declinato, l’altra pure, e insomma per una serie di motivi la congiuntura astrale non si è allineata. Adesso avrei il tempo per prenderlo ‘sto caffè e magari approfondire. Voi che ne dite? Aspetto un eventuale prossimo invito (che potrebbe tranquillamente non arrivare), o gli faccio una proposta io? Oppure lascio perdere, che se le situazioni iniziano complicate allora non è cosa? Come vedete, un po’ di confusione c’è! Grazie mille.
    Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (11 Aprile 2022 19:51)

      Fagli una proposta tu, che sarà mai? "Il nostro caffé?" Se non attacca, staccati subito. Non facciamoci paturnie mentali sul niente, siamo rilassate :)
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 1 mese fa (12 Aprile 2022 9:31)

      Mantra: #relax! Grazie mille, Ilaria! ;-)
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Enry

      Enry 1 mese fa (13 Aprile 2022 21:23)

      In bocca al lupo! Poi facci sapere come va!
      Rispondi a Enry Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 1 mese fa (14 Aprile 2022 18:27)

      Viva, Enry! ;-)
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 2 settimane fa (10 Maggio 2022 21:15)

      Allora, mission caffè: preso! Impressione generale: positiva. Si è comportato da gentiluomo, è stato gentile, e mi ha incuriosita. Rientrando in ufficio, mi ha proposto di vederci un'altra volta. Tra parentesi quadre: il giorno che mi ha proposto non potevo, poi c'era l'invasione delle cavallette, e poi lui andava per una settimana in Ungheria e chissà cos'altro a seguire!!! :'D Ma... insomma la questione è che, rientrando in ufficio, non mi ha chiesto il numero. Vabbè che lavoriamo sullo stesso piano, però... :'D
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 6 giorni fa (16 Maggio 2022 21:11)

      Mi ha proposto di rivederci per un secondo caffè. Per una cena o una gira fuori porta sarei anche andata, ma un altro caffè mi pare giocare davvero al ribasso. Sono molto tentata di rispondere picche. Voi cosa ne dite?
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 giorni fa (18 Maggio 2022 16:46)

      Dagli una seconda possibilità e semmai, se trovi terreno fertile in questo secondo caffé, lancia tu la proposta per qualcosa di più ad alto standard.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 2 giorni fa (20 Maggio 2022 11:27)

      Lanciata la proposta di un brunch questa domenica, che lui ha prontamente bypassato con la controproposta di… prenderci una birra dalle 16.30 alle 17.30 (!). A quel punto, ho finto un’improvvisa insolazione (che in Belgio il sole picchia forte!) e me la sono data a gambe 😁
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 giorni fa (20 Maggio 2022 13:21)

      Brava! Ci si mette alla prova e si mettono alla prova gli altri. Lui non ha superato la prova. Bocciato. Cambi scuola.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo