Sbloccarsi con gli uomini: 3 facili esercizi suggeriti dallo psicologo

Come sbloccarsi con un uomoContinua la serie Capire gli uomini,  dedicata agli articoli esclusivi di esperti appartenenti al genere maschile che ci danno la loro opinione su come vedono le donne, la seduzione femminile e le relazioni di coppia. L’ospite illustre di questa settimana è Luca Mazzucchelli,  giovane psicologo e psicoterapeuta di Milano. Luca è sposato e padre di un bambino di pochi mesi. Leggi i  suoi consigli per te: propone tre esercizi pratici per sbloccarsi con gli uomini e sedurre un uomo senza stress. Aspetto come sempre i tuoi commenti e le tue opinioni.

Questo articolo è dedicato a tutte le donne che si sentono bloccate nell’approcciare altre persone  e  che devono convivere con un senso di impotenza, di frustrazione e di solitudine che diventa prigione per l’anima. Una prigione che impedisce di sbloccarsi.

"Quando la mano di un uomo tocca la mano di una donna, entrambi toccano il cuore dell’eternità. Kahlil Gibran"

Il blocco di cui parlo è sempre più frequente al giorno d’oggi, dove anzi le varie modalità di approccio verso un uomo mi sembra che si stiano quasi estremizzando.

Intendo dire che le donne diventano eccessivamente aggressive nel rapporto con l’altro (per cui si ribaltano i ruoli più classici di chi “caccia” e di chi è “preda”), oppure per converso si chiudono troppo in se stesse, quasi rinunciando a vivere la relazione.

Il perché di questi comportamenti non è sempre univoco e occorrerebbe comprendere la storia individuale per potersi sbilanciare su quali motivazioni – anche inconsapevoli – muovono le persone a inseguire questi atteggiamenti.

Spesso c’è la paura di partecipare a un progetto, di mettersi a nudo davanti all’altro e di prendere alcune responsabilità connesse allo stringersi della relazione e alla sua ufficializzazione.

A prescindere tuttavia dalle cause, voglio dare 3 semplici esercizi che spero possano aiutare a le donne che si sentono più “impacciate” in questo genere di relazioni a sbloccarsi.

Per sbloccarsi ci vogliono 5 minuti

Sono tutti esercizi che rispondono alla logica dei “5 minuti” per avvicinarsi ai processi di cambiamento. Non conosci la tecnica dei 5 minuti? In questo mio video  la presento velocemente.

1. Vaccinati contro il veleno Come facevano gli antichi romani a vaccinarsi contro il veleno dei serpenti? Se lo iniettavano, goccia dopo goccia e giorno dopo giorno, aumentandone gradualmente la dose fino a tollerarne una potente iniezione. Ciò che prima era letale diventa così assorbibile e tollerabile dall’organismo. Che cosa vuol dire questo? Che occorre che tu metta a fuoco che cosa ti blocca e inizi gradualmente ad affrontarlo, ricercandolo deliberatamente. Se è il giudizio degli altri a crearti malessere, crea ogni giorno delle situazioni che ti facciano sentire giudicata. Se è l’imbarazzo, ricerca episodi in cui tu debba sopportare questo che tu consideri un veleno.

Sia chiaro: mai esagerare con la dose all’inizio, altrimenti diventa letale.

Allora partiamo dalle piccole cose, come ad esempio fare cadere apposta una tazzina di caffè al bar, o una pila di vestiti in un negozio, e poi osserviamo le reazioni degli altri.

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

Aggiungendo ogni giorno una goccia di veleno in più, impareremo a conviverci. E scopriremo nuove situazioni di vita: provare per credere. Anche questo è fondamentale per sbloccarsi.

2. Colleziona 3 “no” ogni giorno Si tratta di parlare con chi incontriamo nel corso della nostra giornata e imbastire con lui una conversazione al fine di portare a casa non un rifiuto ma addirittura tre (una bella serie di rifiuti, insomma).

Per iniziare valgono anche domande banali tipo: “Sai che ore sono?”; “Che strada devo prendere per andare in stazione?” e così via. Questo esercizio può essere un buon modo per rompere il ghiaccio e, allo stesso tempo, rende possibile aprire porte per nuove vie e inaspettate nella nostra quotidianità.

3. La regola dei 3 sguardi e di 1 bel sorriso. Quando ti trovi in un luogo pubblico e c’è qualcuno che ti interessa, fissalo intensamente fino a quando non si accorgerà di te.

Non appena il tuo sguardo viene ricambiato,  guarda in un’altra direzione. Ripeti questo gioco di sguardi per altre due volte ma, alla terza, concludi con un bel sorriso invece che con la “fuga”.

Che ne pensi? Ti sembrano strani questi esercizi? Lo so, possono apparire bizzarri, ma provare non dovrebbe costare troppa fatica. Ricorda d’altra parte che se non fai nulla di diverso per cambiare la tua situazione, nulla cambierà. E in questo caso sbloccarsi diventerebbe davvero difficile.

Per far sì che le cose si modifichino e che il benessere incrementi è spesso necessario uscire dalla nostra zona di comfort, ossia abbandonare quelle abitudini che ci permettono di tenere sotto controllo la situazione e iniziare a percorrere strade nuove, ignote, che però potranno sorprendere molto in positivo. E’ questa la strada che permette di sbloccarsi veramente.

Luca Mazzucchelli

Grazie ancora a Luca per il suo prezioso intervento, anche se mi affido alle lettrici del blog per un commento più obiettivo! Insomma ti è piaciuto questo articolo? Che ne pensi di quanto dice il nostro amico psicologo? Questi esercizi dei “5 minuti” sono davvero semplici da fare? Sono davvero utili per sbloccarsi? A te piace l’idea di “vaccinarti al veleno” di alcuni tuoi atteggiamenti non produttivi? O di prenderti ben 3 rifiuti al giorno? O magari pensi che sia troppo rischioso e che non così vantaggioso per te e per le altre donne che vogliono sbloccarsi?

Lascia un Commento!

41 Commenti

  1. Avatar di Rossana76

    Rossana76 7 anni fa (22 Maggio 2013 17:28)

    Bello, mi piace! :-) Posso aggiungere? Parlare parlare parlare.. Col barista, il collega, il tabaccaio. Quante di noi hanno (o hanno avuto) una voce che non le corrispondeva? Io non sottovaluterei nemmeno il potere di chiamare col loro nome le persone a cui ci rivolgiamo ( il che significa anche interagire con le persone che conosciamo appena) Mi rendo conto che sembra una fesseria. Non la è. :-)
    Rispondi a Rossana76 Commenta l’articolo

  2. Avatar di kikka83

    kikka83 7 anni fa (22 Maggio 2013 19:55)

    Bellissimo! Mi è proprio piaciuto!!!! E si, credo che possa funzionare questa serie di esercizi!!!
    Rispondi a kikka83 Commenta l’articolo

  3. Avatar di ELI

    ELI 7 anni fa (23 Maggio 2013 15:47)

    bell'articolo :)) Qual'è la cosa che mi blocca? Difficile da dire...ma credo che sia il fatto di aver euna figlia di essere vedova e di desiderare di sposarmi ancora... mi sento nuda di fronte agli uomini come se avessi una valigia pesante il "mio passato"...ricordo un ragazzo mi disse "hai un vissuto importante"...oppure "hai una figlia" o ancora "non credo di volere una relazione"..e quello mi fa sentire che nessuno vorrà prendersi la briga di fare qualcosa di serio con me ...questo mi blocca...quindi ho cercato uomini che avessero già figli pensando che mi capissero invece ...quasi tutti "avevano già dato"...e la maggior parte non sono in linea con i miei obiettivi di vita (risposarmi e se fosse il caso avere altri figli)...Ok bello spunto usirò di più con mia figlia..andrò al cinema, ed i goni luogo possibile con lei..non è detto che debba essere un freno....
    Rispondi a ELI Commenta l’articolo

  4. Avatar di Eleonora

    Eleonora 7 anni fa (23 Maggio 2013 21:28)

    oggi,ci si impegna poco su quasi tutti i fronti...non ti fermare,vai avanti,ELI...QUALCUNO DIVERSO CI SARà.
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

  5. Avatar di antonella

    antonella 7 anni fa (24 Maggio 2013 8:04)

    ...non credo che il problema per costruire una relazione seria possano essere i figli od un passato importante (ancorchè superato) ma caso mai il fatto di trovare davvero una persona che possa essere compatibile con noi (che non è ovviamente semplice). Chi si ferma di fronte al resto sta solo cercando delle scuse. Chi è davvero interessato non si ferma di fronte a niente. Ricordi cosa diceva Dante? : " L'amor che move il sole e le altre stelle...". L'amore, quello vero, non conosce ostacoli insormontabili, ama e basta...bacioni
    Rispondi a antonella Commenta l’articolo

  6. Avatar di Rossana76

    Rossana76 7 anni fa (24 Maggio 2013 11:06)

    Eli non ti mettere addosso zavorre inutili.. Posso dirti che sono single, di bella presenza, sorridente d'animo (non sempre e per tutto il tempo , ma 'nzomma..) eppure non è che l'impegno dalla controparte arrivi così .. Anzi, credo di poterti dire di aver sentito le scuse più assurde , alcune anche crudeli ("io voglio formarmi una famiglia avere figli, e tu queste cose non puoi darmele")quando in realtà sarebbe bastato un semplice 'non ti amo (più)' o 'un non mi voglio impegnare'. Sia da parte di chi era single , che da chi veniva da un precedente matrimonio e aveva figli. Non ti mettere zavorre.. Un uomo se vuole si impegna, anche se hai una tribù di bimbi. Però una cosa ti posso dire.. Diffida di quegli uomini che 'vogliono rimanere amici' a tutti i costi, se i tuoi sentimenti per loro sono forti. In amicizia, come in amore, si deve essere in due, se non accade, non è amicizia. Io ho corso il rischio molte volte di 'stringermi' nell'amicizia, dopo. Il sentimento che però hai ti porta a essere una preziosa confidente.. e poi a essere, lì lì, per essere trasformata nella pattumiera in cui accogliere la loro spazzatura. Occorre valutare bene cosa si prova, e osservare l'uomo con cui si ha a che fare senza emotività Sei bella e preziosa anche con un vissuto importante (anche io ne ho uno). Anzi, voglio pensare che siamo belle due volte proprio per questo. Ti abbraccio
    Rispondi a Rossana76 Commenta l’articolo

  7. Avatar di ELI

    ELI 7 anni fa (24 Maggio 2013 14:29)

    @Grazie a tutte Rossana76 ed Antonella..a dire il vero credetemi sono piuttosto grintosa..dolce ma grintosa. Ho spesso pensato anch'io che fossero scuse..e poi la cosa assurda è che sono di bella presenza e paradossalmente invece di aiutare, attira i malintenzionati. Onestamente vi riassumo il mio pensiero delle ultime due settimane. Sono convinta che una serie di doti quali dolcezza, femminilità, saper ascoltare, saper flirtare ecc.. aiutino molto, amarsi, avere una vita gratificante e avere autostima. Tuttavia se un uomo è interessato non si scoraggerà se non facciamo subito sesso con lui e se abbiamo un figlio..altrimenti vuol dire che non era veramente interessato (e le single senza figli mi confermano questa cosa)
    Rispondi a ELI Commenta l’articolo

  8. Avatar di gattolibero

    gattolibero 7 anni fa (24 Maggio 2013 18:19)

    @Eli: nessun uomo vuole prendersi l'impegno di sposarsi al giorno d'oggi, tanto meno di fare un figlio. Non sei tu ad avere la zavorra, sono loro ad essere completamente smarriti e cambiati, forse in peggio. Una donna come te è una donna ricca di esperienze, completa, non siamo sempre noi ad avere qualcosa che non va anzi...più mi guardo intorno e più vedo una società (parlo solo di quella italiana) in pieno declino, società pienamente narcisista dove l'altro non lo vedi nemmeno. Altro che prendere impegni...solo se c'è un po' di tornaconto! Dobbiamo essere forti e andare avanti per la nostra strada, anche se la percorreremo da sole sarà bella (bellissima nel tuo caso con una figlia), la vita è molto altro e forse gli uomini nuovi saranno quelli delle prossime generazioni.
    Rispondi a gattolibero Commenta l’articolo

  9. Avatar di Rossana76

    Rossana76 7 anni fa (24 Maggio 2013 20:12)

    Bè.... Gattolibero... Che dire... Ho letto il tuo messaggio che sa di buonissime intenzioni, per carità , ma...... anche se non sono un uomo (e non è certo fine), dopo la lettura mi si è scatenata l'esigenza incontenibile di dare una poderosa 'grattatina' agli attributi che non ho ;-)
    Rispondi a Rossana76 Commenta l’articolo

  10. Avatar di ELI

    ELI 7 anni fa (25 Maggio 2013 15:10)

    @gattolibero sento della "rassegnazione" nelle tue parole. Senza voler offendere nessuno non voglio raccontarmi bugie..se seguo il blog ed ho acquistato il percorso "come sedurre un uomo senza stress...." è perché credo che qualcuno che voglia impegnarsi ci sia. Il cinismo è ovunque e non solo nel mondo maschile. Conosco molte donne ciniche, dure, e se fossi un uomo non le corteggerei. MIo marito quando mi incontrò mi disse " tu sei ancora arrabbiata con il tuo ex. IO non sono lui...ed affinché io possa entrare nella tua vita tu mi devi lasciare lo spazio .Perdonalo!! Perdonalo di cuore..Perdona le persone che ti hanno ferito perchè voglio far parte della tua VIta e per farlo voglio avere molto spazio ...Chiudi con il Passato perchè io voglio che tu ed io siamo felic"i. Lo feci. E funzionò Ora sono qui per imparare cose nuove..come amarmi di più e stare bene e come conseguenza scegliere l'Uomo giusto per me (Il mio cuore lo vuole)
    Rispondi a ELI Commenta l’articolo

  11. Avatar di giulia

    giulia 7 anni fa (26 Maggio 2013 10:46)

    ciao Ilaria, ciao a tutti/e !! io so che è bisogna pretendere dalla vita e da un uomo le cose di cui parli, infatti ho smesso di "intrattenermi" in relazioni che facevano soltanto soffrire. Ora sto bene con me stessa. Ma non riesco a trovare quello che voglio in uomo, o forse sono io che non riesco a mettermi nella condizione di trovarlo? mah, a volte inizio a pensare che per me non esista un uomo così...... ma lavorerò su me stessa, vedremo...... buona domenica a tutti!!
    Rispondi a giulia Commenta l’articolo

  12. Avatar di Fid

    Fid 7 anni fa (26 Maggio 2013 12:23)

    Trovo interessante leggere sempre i consigli maschili sul rapporto uomo-donna ma chissà perchè non mi ritrovo quasi mai...(forse l'ultimo esercizio è utile e funziona se lo indirizzi verso l'uomo che ti piace ma questo è una cosa che le donne fanno naturalmente perchè è caratteristica femminile...non c'è nemmeno il bisogno di dirlo....le donne lo sanno!!!). Non sono una che cerca la via del farsi male e del dolore per vaccinarsi...questa la trovo un'idea tutta maschile. Gli uomini hanno la tendenza a dirti che bisogna farsi un po' male o ti devono mettere il dito nella piaga perchè così ti svezzi per diventare più forte nella vita...in realtà il loro suggerimento porta a renderti più fragile e debole perchè a furia di abituarti al veleno e vaccinarti contro di esso finisci per essere il veleno stesso oppure finisci per morire (lo scopo del veleno è cmq un veleno e segue la sua natura). Io ora seguo un'altra via...scelgo solo situazioni o persone con cui mi sento naturalmente a mio agio perchè voglio percorrere la via del piacere (ma non inteso in senso fisico) ma nel senso di gioia! E' la gioia che deve condurmi verso le strade giuste per me e forse se trovo la gioia saprò anche sostenere il dolore...ma sono stanca della visione del dolore...anni e anni di cultura del dolore... dovuta chissà perchè a insegnamenti religioni o altro...che porta a farti apprezzare i momenti di gioia...capovolgiamo il paradigma e tendiamo naturalmente verso la gioia e l'amore per noi stessi... io direi al limite superiamo poco alla volta le paure...sono le paure che ci tengono lontane dalla gioia (e se lo psicologo come penso intendeva questo per veleno o i "no" ha sbagliato esempio) perchè secondo me però è sbagliato cercarle apposta per farci male quando siamo in compagnia di altri..non c'è bisogno di collezionare rifiuti dalle persone o giudici sulla ns. persona perchè questi vanno solo a minare l'autostima e a farti credere cose di te che forse non sono..ma bisogna aggirare e ignorare e farsi strada verso ciò che ci fa gioire il cuore e sorridere alla vita e imparare al contrario a non aver paura della gioia! Grazie a Ilaria e allo psicologo per aver portato nella mia vita una nuova riflessione. Buona domenica
    Rispondi a Fid Commenta l’articolo

  13. Avatar di Priscilla

    Priscilla 7 anni fa (26 Maggio 2013 12:42)

    Sempre molto interessanti questi articoli sulla persona giusta!!!!! Bravi!!
    Rispondi a Priscilla Commenta l’articolo

  14. Avatar di phaffy

    phaffy 7 anni fa (26 Maggio 2013 13:22)

    Impegnarsi non è mai facile, al giorno d'oggi. In realtà provo molta tenerezza per questa gente, se non altro perché anche io ho difficoltà a mettermi in gioco. Ad ogni modo, credo che la persona giusta arrivi, quando si è pronti ad accoglierla. La cosa che conta di più è essere consapevoli di se stessi e delle proprie difficoltà e cercare di risolverle. Non bisogna prendersela troppo con chi inventa scuse, spesso sono terrorizzati, quanto lo siamo noi, se non di più.
    Rispondi a phaffy Commenta l’articolo

  15. Avatar di Fabio Sangiorgi

    Fabio Sangiorgi 7 anni fa (26 Maggio 2013 14:34)

    Ciao a tutte e tutti, scusate ma non si puo fare di tutta un erba un fascio. CI sono tantissimi uomini che non vorrebbero altro che prendersi la responsibilita' e sposarsi ma purtroppo la loro amata ha gia' un altro e non e' interessata ne come amore ne come amica. Purtroppo le donne non sono tutte uguali quindi se un uomo ha la sfortuna di amare la donna gia' occupata e inlotre del tutto disinteressata, quell'uomo non puo' sceglerne un'altra qualsiasi come se fosse una mela da comprerare al mercato della frutta. Anzi vi diro' di piu' che la sfortuna di amare la donna occupata e che non ricambia significa che se pure ce ne e' un'altra di donna di cui ci si potrebbe innamorare, questo non succede perche la doonna amata in genere resta nel cuore e nella mente.. Saluti
    Rispondi a Fabio Sangiorgi Commenta l’articolo

  16. Avatar di claudia

    claudia 7 anni fa (26 Maggio 2013 21:57)

    Ciao a tutte... Sono separata da un po con una figlia grande, e posso dire X quanto riguarda la mia esperienza che gli uomini non sono tutti uguali... Ne ho frequentati alcuni, e quando meno te lo aspetti arriva... I figli non c'entrano xké lui ne ha due adolescenti... Non credevo fosse possibile il fatto che tornassi a sperare ma è accaduto... L'uomo sa amare quanto la donna... :) ... Lui si è avvicinato piano piano, e non ha mai forzato le situazioni... Si sono create con il tempo... Mi ha lasciato il tempo x capire ciò che volevo... X questo dico che non bisogna cercare la situazione... Arriva...:)
    Rispondi a claudia Commenta l’articolo

  17. Avatar di Marika

    Marika 7 anni fa (26 Maggio 2013 23:31)

    Sono d'accordo con quanto scrive Fid. Sono anche d'accordo con Rossana che suggerisce ad Eli di non mettersi troppe zavorre. Appesantiscono lo spirito e creano stress inutile. Personalmente non credo alla "fortuna" delle mille strategie. Per troppi anni ho osservato donne che hanno escogitato mille peripezie per far colpo su un uomo, o per trovare finalmente l'uomo giusto. Ma non è servito a molto. Anzi, spesso le ho viste amareggiate e sconfitte. Le strategie sanno tanto di "forzature". La vita non funziona così. L'unica strategia vincente, secondo me, è migliorare la nostra vita. Mia madre, nel suo passato, quando fece uno straordinario passo in avanti per migliorare se stessa, cambiando praticamente tutto, incontrò improvvisamente l'uomo della sua vita e fu grande amore a prima vista. La prima volta gli passò accanto e non lo vide, ma la seconda volta se lo ritrovò quasi davanti al portone di casa (e non l'aveva seguita, era casuale). Penso che gli amori importanti non siano mai "casuali". Le relazioni che invece iniziano grazie a "strategie mentali" non credo abbiano lunga durata. Ma questa è soltanto la mia opinione. ;))
    Rispondi a Marika Commenta l’articolo

  18. Avatar di Giovanna

    Giovanna 7 anni fa (27 Maggio 2013 2:34)

    Bello questo articolo, ricco di spunti interessanti. Non vedo l'ora di metterli in pratica. In particolare mi piace il concetto di dovere imparare a gestire i rifiuti o gli insuccessi. Il mondo non è mica fatto di gente perfetta o di famiglie "mulino bianco", come i media ci vorrebbero far credere. Ilaria, mi piacerebbe parlassi di come gestire i fallimenti es.esami non superati o non andati come vorremmo,perdita del lavoro ecc e gli effetti sull'autostima delle persone. Elemento, quest'ultimo, essenziale per costruire efficaci relazioni interpersonali.
    Rispondi a Giovanna Commenta l’articolo

  19. Avatar di Alessandro

    Alessandro 7 anni fa (27 Maggio 2013 12:05)

    Indubbiamente i consigli del dottor Mazzucchelli sono validi esercizi per sbloccarsi da una situazione di chiusura mentale, abituarsi a rivolgersi a degli sconosciuti, anche con semplici domande è utile per sminuire la timidezza e la paura di iniziare un dialogo. Il tutto andrebbe preso ovviamente con una buona dose di ironia, consapevoli che probabilmente i risultati saranno deludenti, ma non importa, in quanto mentalmente sappiamo che ci si sta esercitando, poi chissà, magari con un po di fortuna..... Ottimi i consigli di Rossana 76 al riguardo di parlare e parlare, anche il consiglio di chiamare col proprio nome le persone è una vera chicca, è una tecnica che ho usato e uso da anni, sia nel lavoro che nel sociale, sempre con il dovuto rispetto ovviamente, a volte dando del tu a volte del lei e ricevendo in cambio dei risultati inaspettati. Effettivamente chi adduce scuse per giustificare la non volontà di relazionarsi, qualunque esse siano, dimostra chiaramente il proprio disinteresse per la persona che si propone. Come è stato detto anche in altri commenti, l'uomo veramente innamorato o interessato, chiamatelo come volete, fa fuoco e fiamme per conquistare e mantenere la donna delle sue attenzioni, il fatto di avere figli o essere vedove non è sicuramente un ostacolo, dire poi "hai un vissuto importante" mi pare il massimo dell'idiozia. Una donna consapevole della propria intelligenza e piacevolezza possiede delle armi micidiali, ma bisogna saperle usare, non bisogna sprecarle con il primo deficiente che capita, ma in caso di nuova conoscenza avere l'accortezza di auto controllarsi, non chiudersi ma andarci con i piedi di piombo, prendere la novità con entusiasmo ma senza illudersi, è il caso di dirsi: se son rose fioriranno. Oggi è difficile relazionarsi seriamente, la società è cambiata, bisogna prenderne atto, gli amori nascono e finiscono nel giro di una notte, io sono convinto che l'amore eterno esiste, certamente non lo si trova dietro l'angolo, ma esiste. Esiste perché esistono le persone che lo desiderano, e finché questo meraviglioso sentimento è presente nel cuore e nella mente delle persone esiste sempre la possibilità di incontrarlo, la strada per raggiungerlo può essere lunga e difficile, amori sbagliati, delusioni, sofferenze, ma mai perdere la speranza.
    Rispondi a Alessandro Commenta l’articolo

  20. Avatar di ELI

    ELI 7 anni fa (27 Maggio 2013 14:08)

    @Grazie Alessandro....belle parole lo credo anch'io..è che a volte dopo una serie di delusioni si perde fiducia nei propri sogni..pensando addirittura di essere fuori dal mondo ..ma quanto è piacevole sapere che altre persone la pensano come noi....:)))
    Rispondi a ELI Commenta l’articolo