Il silenzio di un uomo innamorato e come interpretarlo correttamente

il silenzio di un uomo innamoratoHo fatto una scoperta. La scoperta è che molte donne si chiedono che significato misterioso abbia il silenzio di un uomo innamorato.

Come l’ho scoperto?

Ho fatto una ricerca su Google e ho visto che molte lettrici approdano su questo sito cercando proprio la frase il silenzio di un uomo innamorato.

“Piuttosto interessante, mi sono detta. Parliamone.”

Ed eccomi qui.

Intanto ci troviamo di fronte a una domanda molto tipica di un certo modo di pensare femminile.

Si parte dal presupposto che quell’uomo che tace sia innamorato.

Bellissimo. È un curioso sottinteso.

La sparo subito, così sgombriamo il campo da ogni illusione.

Una donna che cerca sul web “il silenzio di un uomo innamorato” in realtà trema di terrore per il fatto che comincia a pensare che quell’uomo che gioca al gioca del silenzio non sia affatto innamorato.

E ciò nonostante, per il noto e frequente fenomeno del “prosciutto sugli occhi” non vuole vedere la realtà per quella che è e mette le mani avanti anche con Google.

Dice a Google: “Ti avverto, sia chiaro, lui tace ma è innamorato, vedi di darmi delle risposte che mi piacciono, che non mi disilludano e mi permettano di persistere nel mio sogno d’amore”.

Il silenzio di un uomo innamorato

In realtà la frase il silenzio di un uomo innamorato può essere definito un ossimoro, cioè un’espressione che accosta due concetti opposti.

Detto in parole povere, un uomo innamorato non sta in silenzio.

Non scompare. Non risponde a monosillabi quando si parla faccia a faccia o al telefono.

Un uomo innamorato chiama e richiama, cerca e ricerca, si fa trovare. Prova e riprova.

Parla e dice cose sensate.

Non si esprime per frasi fatte dell’antica tradizione dello “sfuggitivo permanente”: “Tu sei troppo per me”; “Non sei tu, sono io”; “Ho problemi con il lavoro”; “Il bisnonno del gatto del cognato della mia cugina di terzo grado ha messo la zampa su un roseto, gli è entrata una spina, il veterinario gliel’ha tolta e ora, scusami, non ci sto con la testa… è un momento difficile”; “Non voglio una storia seria” et altre sciocchezze assortite.

Va bene, andiamo oltre e stiamo sul pezzo, cioè pensiamo a chi ha buone ragioni per credere che l’uomo silenzioso che ha accanto (o a distanza, chi lo sa!) sia innamorato.

Allora, prima di tutto accade che se un uomo ha un minimo di interesse per una donna (ho scritto: “interesse”, non “amore”, non “cotta”, non “attrazione”) un po’ da fare si dà.

Anche il più bamboccione degli uomini, se vuole combinare qualcosa, si pavoneggia, presenta la propria faccia migliore, più brillante e simpatica.

Magari perfino fa il marpione o si spinge addirittura a corteggiare.

Chissà, si carica anche un po’, è attratto e magari eccitato (parlo sulle generali eh!) e gli brillano gli occhi e la sua voce diventa soave e i suoi modi delicati e gentili.

Può darsi anche che si dichiari innamorato.

Come ripeto spesso, dagli otto anni in su grosso modo tutti gli uomini della terra hanno capito che certi atteggiamenti mandano le donne in visibilio.

Un piccolo dono, un vezzeggiativo (tesoro, bellezza, come sei carina), un “mi piaci”, un “potrei innamorarmi di te” hanno effetti sulla mente e sull’immaginario femminile che nemmeno i più potenti antidepressivi di Big Pharma potrebbero avere.

Nemmeno la pozione magica di Mago Merlino.

Sono parole magiche e incantesimi.

Ora, perdonami se torno per un attimo sulla terra, se un giovanotto (e intendo per giovanotto chiunque abbia un’età che va dai 16 ai 99 anni) ti vuole portare a letto, ovvio che si sforzi di usare la facoltà della parola.

Le parole sono uno strumento di grande persuasione…

Poi è altrettanto ovvio, che se il suo scopo era soltanto quello di portarti a letto o passare qualche serata o week end con te, e lo ha raggiunto, si richiuda nel suo silenzio.

Tutti tendiamo a risparmiare energie, gli uomini più delle donne.

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

In genere le donne si consumano per gli altri.

Gli uomini no, nemmeno sprecano le parole.

Certo, per carità, poi si sa che in genere gli uomini sono meno chiacchieroni e loquaci delle donne e alcuni proprio taciturni.

Se sono interessati, però parlano. Ti garantisco che parlano.

Il silenzio di un uomo innamorato. Che cosa non fare.

Allora, quando ti trovi nella situazione in cui il tuo partner, corteggiatore, fidanzato, improvvisamente perde la facoltà della parola, ma anche della scrittura, si rende irreperibile o proprio è introvabile, NON pensare di aver sbagliato qualcosa.

O forse sì: ha sbagliato a valutarlo. Capita. Capita anche spesso. Cerchiamo di farlo capitare un po’ meno spesso fino a smetterla.

NON farti domande del genere:

“Gli sarà successo qualcosa? Mi devo preoccupare?!? Avrà avuto un brutto incidente?!?” (no questa no, per favore, ti supplico è la più imbarazzante che si può pensare, anzi non si può proprio sentire…)

“Si sarà offeso?”

“Avrò fatto qualcosa di sbagliato?”

NON prenderti la colpa per niente!

Oh, per carità, ci sono in giro molti permalosini che usano la sparizione e il silenzio come un atto di ripicca.

Sono i passivo-aggressivi.

E quindi?

Bisogna infischiarsene e lasciare che aggrediscano passivamente in solitudine.

In sintesi: il silenzio è una potente arma di comunicazione, spesso la più potente e spesso può essere usato costruttivamente.

Un esempio?

Ricordo quando ero molto più giovane e muovevo i miei primi passi in azienda.

Condividevo l’ufficio con una collega molto più grande di me, molto competente e molto rispettata, che mi ha insegnato molto.

L’ufficio era un open space ricavato in un antico palazzo nella sala accanto, ma senza porte, lavorava la sua segretaria.

Si era in una situazione un po’ pressante, con un evidente sovraccarico di lavoro, di cui la segretaria si faceva carico con scrupolo.

In un momento di tensione la “capa” muove un velato rimprovero alla segretaria che, inaspettatamente, rispetto al suo carattere pacifico e bonario, si arrabbia e comincia a urlare, dando anche un insulto alla “capa”.

Io rimango agghiacciata dall’imbarazzo.

La “capa” ha finto di non sentire, con grande classe, la situazione si è quietata.

La lezione è stata di grande carisma.

Ora, il silenzio è uno strumento straordinario.

Ma il silenzio, la sparizione, l’intermittenza, i “musi” non sono accettabili come forma di “amore”.

Se c’è tutto questo, non c’è amore.

Ecco la verità riguardo il silenzio di un uomo innamorato.

 

Lascia un Commento!

26 Commenti

  1. Avatar di Adele

    Adele 8 mesi fa (11 Aprile 2021 9:49)

    In parole povere, il silenzio di un uomo indica che non è innamorato, tranne quando sta al lavoro, e di conseguenza non può né scrivere, né parlare a voce. Intanto noi non crediamoci problemi per un qualcosa che non dipende da noi, viviamo la nostra vita, se si fa sentire bene, sennò "saludos amigos". Se a noi va di rivolgergli un saluto a fini disinteressati, facciamolo, ma senza farci illusioni. Meno pesantezza, grassie! 😊
    Rispondi a Adele Commenta l’articolo

  2. Avatar di Adele

    Adele 8 mesi fa (11 Aprile 2021 10:57)

    Insomma, un uomo che non si fa sentire è un uomo non innamorato, tranne quando sta al lavoro, perché in quel caso non può né scrivere né parlare. Se si fa sentire bene, sennò "saludos amigos". Buona domenica a tutt*
    Rispondi a Adele Commenta l’articolo

  3. Avatar di Valentina

    Valentina 8 mesi fa (11 Aprile 2021 15:45)

    Che disincanto questo articolo, Ilaria! Sempre efficace e obiettiva, grazie!
    Rispondi a Valentina Commenta l’articolo

  4. Avatar di Yuriko.

    Yuriko. 8 mesi fa (12 Aprile 2021 18:10)

    Ciao! Grazie per l'articolo! Voglio farti una domanda. Vorrei lasciarmi andare e vivere una storia d'amore ma dubbi e paure mi fermano.. Sento che dovrei amarmi di più per poter iniziare ad amare davvero.. Come posso migliorare questa situazione? Mi rivolgo anche a chi vuole darmi un consiglio. Grazie in anticipo :)
    Rispondi a Yuriko. Commenta l’articolo

  5. Avatar di Audrey

    Audrey 8 mesi fa (13 Aprile 2021 15:25)

    Ciao! A volte sono tentata di chiamare io o mandare un messaggio "per incoraggiare" il tipo di turno (che magari non si è accorto che gli piaccio XD). Ma sto migliorando, infatti negli ultimi tempi se mi passa per l'anticamera del cervello questo pensiero mi dico "ha il numero, gli hai fatto capire che lui ti interessa, se non chiama vuol dire che è meglio stargli alla larga".
    Rispondi a Audrey Commenta l’articolo

  6. Avatar di Emma

    Emma 8 mesi fa (11 Aprile 2021 14:00)

    Ciao ilaria, grazie per questo articolo Volevo chiederti se ogni tanto il silenzio ha una sua ragione di essere in una relazione romantica. Se un uomo per mesi ha fatto di tutto per provocarmi una reazione di gelosia parlando di quanto le sue colleghe, amiche o conoscenti o ex moglie fossero dipendenti da lui da un punto di vista emotivo, non ti sembra giusto che io lo punisca con il silenzio ? non accetta l'idea di essere lasciato e non rispetta i miei spazi, se voglio andare in vacanza da sola non posso. ci ho provato più volte a ma non mi ha lasciato andare , mi ha fatto sentire in colpa come se fossi una donna capricciosa e viziata (volevo solo rilassarmi da sola un po di giorni..). Cosa fare se non stare in silenzio? A distanza di 8 mesi io ancora non riesco a perdonare quelle manipolazioni, quelle ambiguità con donne che faranno sempre parte della sua vita. Allo stesso tempo non mi fa allontanare da lui in nessun modo. Dice di essere cambiato ma io lo sento che non cambierà mai. Mi sento in trappola. Scusa se mi sono dilungata, buona domenica
    Rispondi a Emma Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 8 mesi fa (12 Aprile 2021 0:14)

      Emma, innanzitutto non sei per niente in trappola, è solo una condizione mentale superabile, questo individuo non può assolutamente vietarti di fare ciò che credi, tu sei una persona indipendente e agisci come ti pare nessuno te lo può impedire. Questo "bel tomo" chi crede di essere, cosa vuole? comandare? non è amore è disprezzo, lui cerca solo una persona che sia succube delle sue volontà. Non cadere nella trappola, non cambierà, è così e resterà sempre così, un manipolatore, un omuncolo in cerca di persone che lo assecondino da poter umiliare e sfruttare. Lascialo subito, e qui va benissimo il silenzio, senza alcuna spiegazione, non merita niente e tanto capisce da solo che con te ha fallito. Un abbraccio, Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di Alice

      Alice 8 mesi fa (14 Aprile 2021 15:18)

      Ciao Emma, credo proprio che il tuo é uno di quei casi in cui il silenzio ha valore costruttivo, come nell'esempio verso la fine dell'articolo. Il comportamento del tuo ex é totalmente inadeguato alla situazione ed é molto offensivo nei tuoi confronti. Una volta dichiarate le tue intenzioni, il silenzio é la risposta piú adeguata di fronte ad ulteriori insistenze. Il fatto che tu lo percepisca come "punitivo" probabilmente é legato al risentimento che provi nei suoi confronti. Peró da un punto di vista piú distaccato é una scelta costruttiva, per te, che puoi andare avanti con la tua vita. Inoltre trovarsi di fronte ad un bel limite invalicabile é l'unica cosa che potrebbe portare questo individuo ad agire diversamente e fare meno danni (con altre persone, lontano ed indipendentemente da te). Le chance sono poche, ma sono del tutto nulle se continui a dargli spazio di manovra, lui continuerá all'infinito.
      Rispondi a Alice Commenta l’articolo

    • Avatar di Emma

      Emma 8 mesi fa (15 Aprile 2021 8:21)

      Grazie per l'attenzione e per le risposte. In realtà io sono molto presa da lui e per questo ha ancora potere su di me. Spesso mi sento superficiale a soffermarsi su cose che potrebbero essere definite dettagli. Infatti nella pratica lui non fa nulla per farmi ingelosire, non esce con amici se non in occasioni importanti, non chatta con nessuna donna apparte la mamma di sua figlia, non si dedica a niente se non a me, ai genitori e a sua figlia. Ha sacrificato anche un giorno alla settimana in cui non vede la bambina per stare con me e entrambi siamo stati da soli per 6 e 8 anni prima di incontrarci, quindi non abbiamo bisogno di stare con qualcuno per stare bene, dovremmo aver capito in questi anni di "singletudine" cosa vogliamo e cosa no. Non so, a volte mi sento un po sbagliata a dare conto a certe parole dette solo per provocare la mia gelosia mentre nei fatti mi adora e si dedica solo a me. Forse sono immatura ? Non ho proprio idea, però in 6 anni non avevo mai incontrato qualcuno che mi prendesse come lui e non voglio lasciarlo in maniera affrettata per poi pentirmene.
      Rispondi a Emma Commenta l’articolo

    • Avatar di Lallac

      Lallac 8 mesi fa (15 Aprile 2021 9:48)

      Il silenzio punitivo, fatto con la segreta illusione di “educarlo” e farlo cambiare, non funziona MAI. Non perderci altro tempo, usalo per te stessa e per cercare persone che ti facciano stare bene
      Rispondi a Lallac Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 8 mesi fa (15 Aprile 2021 17:56)

      @Emma, io comunque non capisco questo raccontare di getto la realtà e poi rettificare scrivendo l'opposto. Non sei la sola a farlo. Prima hai scritto: "Se un uomo per mesi ha fatto di tutto per provocarmi una reazione di gelosia parlando di quanto le sue colleghe, amiche o conoscenti o ex moglie fossero dipendenti da lui da un punto di vista emotivo". Ora scrivi che le parole in fondo contano poco e nei fatti ti adora e si dedica solo a te. In realtà, le parole hanno il loro peso se mirano a scatenare delle reazioni da parte tua e minano di fatto la stabilità del rapporto e la tua sanità mentale. Perché lo fa, secondo te? Hai scritto che ti ha manipolato, ti ha fatto sentire in colpa, non ti lascia andare, ti fa sentire in trappola perché sai che non cambierà mai. Però ti adora. Scusami ma qualcosa non quadra. Io personalmente diffido degli uomini che parlano continuamente delle ex, o delle amiche o della ex moglie (addirittura le colleghe...?!) e affermano che "faranno sempre parte della loro vita". Ma che vuol dire, scusa? Che modo ambiguo e insano di considerare amiche e colleghe, poi? Guarda caso tutte donne... I figli faranno sempre parte della propria vita, non gli ex partner. Un ex è un ex, è il passato. Ci si può rimanere in buoni rapporti, certo, ma non continuare a sentirli regolarmente creando confusione e insicurezze all'attuale partner. Questa è manipolazione. Le amiche e le colleghe poi...no comment. Come puoi stare tranquilla? Ci credo che vai nel pallone e tenti di autoconvincerti che sia tutto normale, ma non lo è. In pratica, ti triangola continuamente. A parole ok, non a fatti, ma lo fa. Con queste donne immagino ci si senta, sia in contatto. Come puoi sopportarlo? Non puoi, ecco perché stai così.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Alice

      Alice 8 mesi fa (15 Aprile 2021 19:37)

      Ah ok, mi eri sembrata abbastanza decisa nel primo messaggio, non immaginavo che avessi dei dubbi. Guarda, forse mi ritrovo in quello che racconti, é come se ci fossero due interpretazioni contrastanti che corrono parallele, una in cui lui ti controlla, manipola, provoca, l'altra in cui é una brava persona e ti piace. Quando mi é capitata una situazione simile era come se il mio cervello 'saltasse' da un binario all'altro. Ora capisco il tutto chiaramente, ma vissuto da dentro era difficile. Credo sia la cosiddetta dissonanza cognitiva. Dopo aver preso le distanze e aver vissuto altre vicende, ho capito alcune delle manipolazioni fino in fondo, che erano molto piú pervasive di quanto immaginassi. Un vero e proprio stile di vita per lui! I comportamenti che hai menzionato sono gravi e molto chiari, altroché dettagli!! ed é possibile che se guardi in modo piú critico trovi altri pattern sospetti. Per esempio il fatto che lui sia tanto santarellino ed adorante puó benissimo essere una facciata ben affinata nel tempo, nonché l'ennesima leva per farti sentire in colpa - con successo, a quanto pare ;) - e tenerti legata, in dubbio. Certe persone sono marce dentro anche se non sembra proprio per niente. Darci un taglio netto, per evitare ulteriori umiliazioni e continuare a costruire la propria vita!
      Rispondi a Alice Commenta l’articolo

  7. Avatar di Carla

    Carla 8 mesi fa (20 Aprile 2021 0:26)

    Vado un po'contro corrente. Io ho avuto un'esperienza con un uomo che stava in silenzio. Mi evitava. Rispondeva a monosillabi. Smetteva di rispondere e se c'era l'occasione di stare insieme (in gruppo), toglieva mille scuse. Beh. È finita che ho "insistito" e si è follemente innamorato. Come credo mai nessun uomo nella mia vita. Gli ho parlato più volte di quei mesi iniziali. Mi ha detto che aveva paura e che alcune cose non le aveva capite. (E credetemi, io ero molto presente, gli facevo pure regali). Quindi non penso si debba generalizzare mai :) in nessun contesto. Un abbraccio
    Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Lilly

      Lilly 8 mesi fa (21 Aprile 2021 19:56)

      Ciao Carla, la tua testimonianza incontra la mia condivisione e la mia stima. Le persone timide e riservate spesso hanno atteggiamenti che appaiono di indifferenza o di ostilità. Ma se le persone, come te, sanno vedere oltre l'apparenza ed aprire con tenacia e costanza il loro scrigno interiore, possono davvero uscire gioielli di sentimenti. Tra un silenzio e l'altro si sentono suoni meravigliosi, ma sono udibili solo da chi ha una sensibilità particolare. Ti auguro ogni felicità. Lilly
      Rispondi a Lilly Commenta l’articolo

  8. Avatar di Iris

    Iris 8 mesi fa (19 Aprile 2021 23:57)

    Ciao a tutte le lettrici. Vi scrivo perché ho una situazione un po' difficile. Il mio ragazzo ultimamente ha dei comportamenti che sembrano distaccati anche se lui mi dice che non è così. Noi abbiamo una storia a distanza e quindi ci sentiamo spesso per telefono. Io lo chiamerei tutti i giorni, anche pochi minuti per sapere se sta bene. Lui no. Dice che non gli piace stare al telefono. Preferisce che ci vediamo e stiamo insieme perché per lui le chiamate lunghe non fanno bene alla relazione. Lo capisco. E anche se lo capisco il fatto che mi cerchi poco mi mette tanta tensione. Mi sforzo di non essere pressante con le chiamate e cercarlo quanto mi cerca lui. A volte faccio passare qualche giorno e non resisto e lo chiamo. Ho provato a dirgli che mi fa preoccupare quando non si fa sentire. Lui mi ha risposto che mi piace andare in paranoia e posso insistere a cercarlo io se sono preoccupata. Premetto che lui mi ha detto che posso andare a trovarlo quando voglio, che per me la porta di casa sua è sempre aperta. Io sono felice di andare da lui ma ho da fare cose anche nella mia città. Il problema è che quando non siamo insieme lui mi cerca poco. Sono io che mi faccio troppi problemi e dovrei trovare più occasioni per passare del tempo insieme o devo preoccuparmi?
    Rispondi a Iris Commenta l’articolo

    • Avatar di Lilly

      Lilly 8 mesi fa (21 Aprile 2021 20:28)

      Ciao Iris, credo che una relazione debba farci stare bene, anche negli inevitabili momenti di difficoltà. A distanza non è semplice. Il desiderio l'uno dell'altra, però, dovrebbe essere simile, anche nelle modalità e frequenze di contatto. Quando si creano sbilanciamenti bisognerebbe capirne le ragioni. Hai detto che è cambiato ultimamente. Dietro un cambiamento c'è sempre un motivo. Prova a non chiamarlo per un pò fino a che non ti chiama lui, prova ad andare da lui senza preavviso, facendogli le sorprese. Se non ha nulla da nascondere, non gli darà fastidio. Gli farà solo piacere. Sii imprevedibile, energica, non sospettosa, mai assillante, sempre positiva e fiduciosa in lui. Dagli e prenditi respiro. Ma vigila sempre senza farglielo capire, stai attenta ad ogni dettaglio, ma senza che se ne accorga. Capirai sicuramente le ragioni di questo cambiamento e con lucidità saprai decidere quale strada percorrere. Ti abbraccio forte. Lilly
      Rispondi a Lilly Commenta l’articolo

    • Avatar di Lallac

      Lallac 7 mesi fa (22 Aprile 2021 10:13)

      Per prima cosa devi prendere atto che lui non è innamorato di te. Non esiste al mondo che un uomo innamorato non voglia sapere come sta la sua ragazza. Non tutti sono dei chiacchieroni al telefono, ma almeno qualche minuto per ascoltarti lo troverebbe di sicuro. Gli piaci fisicamente e gli interessa quella parte della relazione... Eviterei di fargli sorprese perché sanno di controllo e non hanno senso. Devi solo chiederti se ha te va bene una relazione così. Oltretutto mi pare di capire che sei sempre tu a dover andare da lui
      Rispondi a Lallac Commenta l’articolo

    • Avatar di Lallac

      Lallac 7 mesi fa (23 Aprile 2021 10:57)

      “se a te va bene”. Dovrei sempre ricordarmi della sana abitudine di ricontrollare prima di premere invio...
      Rispondi a Lallac Commenta l’articolo

  9. Avatar di Martina B

    Martina B 7 mesi fa (27 Aprile 2021 11:53)

    Buongiorno è la prima volta che scrivo e mi sento coinvolta... Lascio un breve commento, purtroppo trovo assurdo che oggi non si riesca trovare una persona da condividere la propria vita amandosi con rispetto, e dovere ricorrere ai social p psicologo per farsi aiutare trovo tutto così assurdo dove dovrebbe eeser tutto spontaneo e naturale.
    Rispondi a Martina B Commenta l’articolo

    • Avatar di Alice

      Alice 7 mesi fa (30 Aprile 2021 14:50)

      Ciao Martina B, sono tempi complicati, ma se possiamo parlare delle nostre difficoltá e passi avanti sui social e, soprattutto!!, dallo psicologo, vuol dire viviamo in una condizione che tanto male non é!
      Rispondi a Alice Commenta l’articolo

  10. Avatar di Redrose

    Redrose 7 mesi fa (14 Maggio 2021 9:08)

    Vorrei un consiglio dopo aver letto questo articolo, ho il mio attuale compagno che per me ha lasciato la vecchia compagna di cui non era in realtà gia innamorato, si è infatuato per me subito, mi a fatto staccare da una relazione tossica che avevo con un altro uomo, mi ha corteggiata, si è innamorato prima lui di me, noi siamo adulti veniamo da due matrimonio con figli. Lo vedevo innamorato , il suo sguardo lo diceva e anche i fatti credetemi, mi ha fatto tante promesse perchè il suo sogno era avere altri figli che la vecchia compagna non voleva darli, avevano altri obbiettivi nella vita e si sono lasciati. all'improvviso , dalla sera alla mattina ho iniziato a vedere piano piano meno chiamate meno messaggi...e l'ho messo davanti al fatto compiuto, lui mi ha detto che non era un bel periodo ma che io non c'entravo e cmq mi ama, ma che il suo brutto carattere lo fa stare cosi verso tutti anche per giorni. mi ha chiesto di stragli lontano , io non ho resitito , lo chiamavo andavo da lui fin quando mi dice che piu facevo cosi e peggio era, perchè se sentiamo o vediamo la cosa sfocia in litigate assurde, causa il suo carattere e lui vuole evitarlo. sono due giorni che non mi cerca , gli ho detto che l'avrei lasciato in pace. ha detto che mi avrebbe chiamata lui... cosa devo fare ho il cervello in tilt? Grazie a tutte
    Rispondi a Redrose Commenta l’articolo

  11. Avatar di Milly

    Milly 4 mesi fa (18 Agosto 2021 0:16)

    Buonasera Ilaria. Sono preoccupata perché gli atteggiamenti in questione - musi, intermittenza, sparizioni ecc- sono le mie specialità. Ho 48 anni, mi lamento da sempre di non essere riuscita a costruire una relazione degna di questo nome. Ho conosciuto di recente un uomo che sembra davvero molto interessato a me. Ci frequentiamo regolarmente, fa progetti, mi ha fatto conoscere alcuni del suo nucleo familiare.Il problema sono io. Sono le mie mille insicurezze, la mia autostima inesistente, il mio rapporto con la mia famiglia d'origine cui sono molto legata e che non riesce a tollerare che io possa partire e allontanarmi da casa per andare a trovare un uomo. Sono un adolescente di 48 anni. Ed ecco che utilizzo questi biechi mezzucci manipolatori per farmi vittima Vorrei consigliargli di scappare da me a gambe levate. Mi piace molto quest'uomo ma ho paura di rendergli - e rendermi- la vita un inferno stabile stabile
    Rispondi a Milly Commenta l’articolo

  12. Avatar di vipera

    vipera 4 settimane fa (3 Novembre 2021 16:42)

    "Un uomo innamorato chiama e richiama, cerca e ricerca, si fa trovare. Prova e riprova." No, questo mi sembra solo ASSILLO. E francamente una forma malata di amore e devozione, che tende solo a farci sentire al centro dell'attenzione. Ho avuto uomini così e vi garantisco che erano solo chiacchiere e accolli. Impariamo a farci anche una vita nostra, amiche.
    Rispondi a vipera Commenta l’articolo

  13. Avatar di Stella

    Stella 4 settimane fa (4 Novembre 2021 18:02)

    Mi pece un uomo vedovo con figli. Si e' prestato carina ente a una mia difficolta' e voleva chiamare l, ascensore ma gli ho detto no, e lui e' sparito senza chiermi perché negassi! Ghi ho scritto, non so se ha ricevuto, pero' e' silenzio. Che fare? Grazie
    Rispondi a Stella Commenta l’articolo