Gli hai detto che ti piace e lui è sparito? Scopri perché

gli ho detto che mi piace e lui è sparitoGli ho detto che mi piace e lui è sparito. Perché?

La storia è abbastanza tipica.

Un uomo e una donna si incontrano.

Lei non è particolarmente coinvolta, non lo è in modo autentico. Niente di strano, mica ci si innamora in un attimo.

Lui lo percepisce e inizia un corteggiamento evidente. Magari anche insistente.

La nostra amica rimane poco convinta, poi, con il dài e dài da parte di lui, ecco che subentra da parte di lei una certa attenzione, un certo interesse, anche un certo coinvolgimento.

Nella più totale buona fede, lei, a un certo punto, anche convinta di fare a lui cosa gradita, gli confessa il proprio interesse con una frase del tipo: “Mi piaci”; “Cominci a interessarmi sul serio”; “Mi interessi, davvero…”

E, alé, succede quello che era apparentemente inaspettato.

Lui scompare.

Sparisce.

Si dilegua.

Perché accade tutto ciò?

Gli ho detto che mi piace e lui è sparito. Perché?

La protagonista della nostra storia rimane legittimamente basita, dato che non le torna l’equazione: “Lui mi ha inseguita, cercata e sedotta e poi, appena io gli ho confessato un minimo di interesse, mi ha abbandonata.

Io mica volevo sposarlo, non gli ho detto di certo che è l’uomo della mia vita o cose del genere.

Mi sono semplicemente scaldata un minimo rispetto a un sentimento di quasi indifferenza che avevo per lui.”

In queste situazioni una persona si sente triste e irritata, non tanto per aver perso qualcuno a cui cominciava a tenere, ma per la stramberia del comportamento di lui, oltre che per l’estrema maleducazione e l’atteggiamento svalutante che lui ha mostrato.

Se lui si allontana, tu non prenderti la colpa

Diciamo pure che lui non fosse l’uomo della tua vita – non lo era, te lo dò per certo! – e che la perdita in sé non è grave affatto.

La questione allo stesso tempo è enormemente seccante, dato che crea insicurezza e ti fa interrogare sulla tua capacità di stare con un uomo oltre che sulle tue capacità seduttive.

Ti chiedi se per caso sei tu a non saper gestire una relazione e quindi può darsi anche che le prossime volte tu ti senta inibita.

Molto bene. Cioè no, non va bene per niente.

Non attacchiamoci alla sciocca giustificazione che “lui si è spaventato”.

Come già ribadito in altri articoli, se un uomo si spaventa perché una donna che ha inseguito gli dice: “Mi piaci”, stiamo freschi.

Se un gatto nero gli attraversa la strada, che fa?!?

Perché è scomparso dopo che tu gli hai detto che ti piace: 6 possibili ragioni

Ci sono altre ragioni ben diverse dalla “paura” che lo hanno portato lontano da te.

La prima ragione, la più benevola, è che magari è un omone grande e grosso con il cervello di un bambino di otto anni che non ha voglia di fare i compiti e dietro le parole “mi piaci” ha intravisto qualcosa che riguarda l’”impegno” e il suo bassissimo livello di maturità e di responsabilità non ha retto.

Per cui, da vile, scompare.

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

Attenzione, vorrei si cogliesse con cura la sfumatura: non stiamo parlando di paura dell’impegno – viviamo in mondo di persone libere, nessuno incatena nessuno, tantomeno una donna che dice “mi piaci” a un uomo – qui manca il minimo sindacale di responsabilità per stare con una persona con la quale scambiare qualche parola che non sia vuota e qualche emozione che non sia vuota.

Ci sono persone e uomini in particolare, che non ce la fanno proprio…

Prendiamo atto che non è colpa nostra se il mondo è pieno di quaraquaquà.

E stiamo lontani dai quaraqauaquà. E non comportiamoci da quaraquaquà.

La seconda ragione per la quale lui è scomparso dopo la tua dimostrazione di interesse è che stava semplicemente giocando al gioco del seduttore impenitente. Ma in scala minima.

Non gli interessava conquistarti davvero, ma siccome è una persona di bassa statura morale, gli bastava avere una briciolina piccolina piccolina di conferma del suo valore.

Se ne è scappato appena l’ha avuta e con una preoccupazione in più: che tu dopo poco scoprissi che è una melmina e lo smelminassi sconfermando la conferma di cui aveva disperatamente bisogno.

Chiaro il concetto? Non solo cercava la conferma, ma appena questa conferma ha fatto capolino, lui è scappato perché la conferma non fosse rimangiata.

E’ un po’ come chi ruba la mela, ma non per necessità, per fare una bravata.

La terza ragione è la più semplice e insieme la più deludente (ma solo all’apparenza): i suoi sentimenti e il suo interesse per te non erano autentici, quindi quando gli hai fatto capire che la situazione poteva assumere un altro peso, se l’è data a gambe.

La quarta ragione è che si tratta con molta probabilità di una persona totalmente incapace a sostenere qualsiasi impegno: dà buca agli amici, non è affidabile sul lavoro e non riesce a stare in una relazione, proprio perché non ne è capace.

La tua dimostrazione di interesse gli sarà sembrata al pari di una firma messa sotto un contratto centennale, in proporzione alle sue capacità, e ha mollato.

È un problema suo non tuo.

La quinta ragione è che se lui ti ha corteggiata assiduamente mentre tu eri fredda può darsi che fosse perché si sentiva come quando si sta in una comoda tuta morbida e confortevole e non in giacca e cravatta.

Il tuo disinteresse lo rassicurava, dato che non lo metteva alle strette. Quindi è un insicuro, che ti corteggiava proprio perché il tuo distacco non lo obbligava a prendere delle decisioni.

Tu gli interessavi, ma non tanto da superare la sua perenne indecisione.

Quando tu hai avuto un minimo di determinazione, la sua incertezza ha prevalso.

La quinta ragione è che di nuovo è insicuro, ma tanto quasi da essere un perdente.

Detto in altre parole: aveva un interesse per te, ma è uno abituato a ricevere due di picche in continuazione e quando ha scoperto che a questo giro non gli è stato dato il due di picche, non ha retto a una “vittoria” ed è scomparso.

La sesta ragione è che teneva i piedi in più scarpe, cioè corteggiava più donne contemporaneamente e non era convinto al 100% di te, per cui ti ha lasciato quando tu hai mostrato il tuo interesse per lui, per non complicarsi la vita (è un po’ come la storia della tuta confortevole, solo che ci sono più donne in gioco).

In ogni caso tieni presente questo concetto che è fondamentale in una situazione come questa e in molte altre analoghe: è un problema suo e non tuo.

Tu sei e rimani una donna di valore. Devi solo cercare altrove.

Ecco le vere ragioni con le quali puoi spiegarti senza dannarti il fenomeno gli ho detto che mi piace e lui è sparito.

***

Vuoi conoscere di più e meglio come pensa un uomo all’inizio di una relazione? Fai il percorso Oltre la psicologia maschile, clicca qui adesso.

Lascia un Commento!

6 Commenti

  1. Avatar di FrancescaF

    FrancescaF 5 mesi fa (6 Dicembre 2020 21:27)

    “In ogni caso tieni presente questo concetto che è fondamentale in una situazione come questa e in molte altre analoghe: è un problema suo e non tuo. Tu sei e rimani una donna di valore. Devi solo cercare altrove” >>> Da scolpire nel marmo, MA che irritazione, seccatura, rabbia, che nervi che uno spermatozoo con sembianze umane ci bagni il naso e ci faccia perdere quello che abbiamo di più prezioso: il nostro tempo. Dovrebbero avere un bollo colorato in fronte. Dovrebbe esserci il “tripadvisor” degli uomini col numero di stelline in modo da selezionarli prima di dirgli “ciao”. Sono al punto di credere che uscire con un uomo non sia più una scoperta ma una perdita di tempo secca. Può andar male, certo, può non funzionare, legittimo, ma, caspita, un minimo di onestà intellettuale nel comunicare le cose. Se questo non è possibile allora faccio un altro milione di cose, foss’anche lucidare una ad una le foglie delle piante finte della mia vicina di casa.
    Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

  2. Avatar di Francesca S.

    Francesca S. 5 mesi fa (6 Dicembre 2020 23:18)

    A me è successo due volte prima che mi impegnassi a capire di che fenomeno si tratta , entrambe le volte ci sono rimasta male , mi sono disperata , non capivo perché uomini che mi facevano una corte serrata per mesi e che erano chiaramente molto presi da me improvvisamente sparissero poi ho capito che si tratta del fenomeno dell’attrazione a breve termine, giocano con qualcosa che li ha colpiti e li interessa per un breve momento, come il gatto gioca con l’uccellino dalle piume colorate prima di spezzargli il collo , al momento in cui acchiappano la preda, questa cessa di avere qualsiasi interesse per loro , e se ne vanno ....... ora ho capito come funziona e mi comporterò di conseguenza
    Rispondi a Francesca S. Commenta l’articolo

    • Avatar di Riccardo

      Riccardo 5 mesi fa (28 Dicembre 2020 0:20)

      Con rammarico, constato che grazie ad un evoluzione sociale ed industriale, dove la maggior parte delle neccessità primarie sono soddisfatte, si ė venuto a creare un vuoto, un male dell'essere, una volta mitigato da credenze sia di tipo religioso, sia di tipo culturale-arcaico, vuoto che confonde ed eccita l'animo in maniera disturbata, tanto da amplificare il naturale narcisimo, in un insicurezza patologica che coinvolge entrambi i sessi nella paura d'amare e farsi amare. Insicurezza che risulta l'unico vero risultato paritario in questa Ambigua società dei consumi e dei costumi.
      Rispondi a Riccardo Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 5 mesi fa (28 Dicembre 2020 17:23)

      @Riccardo, bisognerebbe imparare a costruire rapporti, non a consumarli. Purtroppo il mondo contemporaneo ha disgregato le relazioni umane. Un tempo era più facile mantenere i legami (mi riferisco all'amore ma anche alle amicizie).
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Glory

      Glory 1 mese fa (12 Aprile 2021 19:49)

      Mi ha anche derisa per avergli detto che mi stavo affezionando. Mi ha chiesto come é possibile dopo un paio di mesi. E quando infine gli ho scritto che mi mancava, ci é mancato poco che mi mandasse a quel paese. Mai incontrato in 40 anni un mostro simile.
      Rispondi a Glory Commenta l’articolo

    • Avatar di A

      A 1 mese fa (13 Aprile 2021 10:25)

      Senza essere mostro anche io credo che due mesi siano pochi in valore assoluto per affezionarsi. Senza ridere o deridere. Per avere una risata amara di fronte alla tua affermazione, può darsi che invece sia uno che ai sentimenti ci crede, e li pesi. Da parte tua invece va considerato che purtroppo non si può piacere a tutti, o far sempre innamorare chi ci piace. Capita, è capitato e capiterà a tutte. Va messo in conto.
      Rispondi a A Commenta l’articolo