Come conquistare un uomo che si mostra distaccato

come conquistare uomo 300x199 Come conquistare un uomo che si mostra distaccatoAmmettilo: quante volte – quando si tratta di conquistare un uomo – ti è capitato di vivere una situazione nella quale pensi di aver trovato il partner giusto, di aver iniziato una relazione con lui, di stare davvero bene e di essere convinta che anche lui stia davvero bene, finché all’improvviso, lui si mostra freddo e distaccato, si allontana da te, non fisicamente, ma emotivamente?

Di fronte a questo “fenomeno” ogni donna tende a reagire con un modo di fare spesso sbagliato: entra in ansia, in agitazione in stato di “bisogno”. E questo non ha nulla che vedere con conquistare un uomo, perché, al  contrario, si tratta di un atteggiamento che allontana il partner, e che, non importa a che livello lui sia interessato, se tanto o poco, lo fa scappare a gambe levate.

Quindi che cosa succede quando tu hai iniziato una bella relazione con un uomo che ti capisce e con il quale senti di avere – finalmente, dopo molte relazioni andate male – una sintonia profonda? Che ti fai prendere dalla tensione e dallo stress. Diventi perfettamente consapevole del fatto che le cose non possono più andare avanti in questo modo, ma non hai la più pallida idea di che cosa puoi fare per migliorarle e dunque ti ritrovi a insistere su una serie di comportamenti sbagliati i cui risultati sono inevitabilmente deludenti.

Esiste un modo più efficace di comportarsi in modo da conquistare un uomo, anche quando lui perde interesse?

Capire la psicologia maschile

E’ straordinario come molte donne con le quali lavoro di persona quotidianamente sui temi della seduzione, dell’attrazione e dell’autostima riescano a dare una svolta alla propria vita sentimentale semplicemente assumendo un atteggiamento di comprensione verso gli uomini.

Che cosa significa assumere un atteggiamento di comprensione quando vuoi conquistare un uomo (che sia ancora solo un conoscente o già il partner con cui hai una relazione)?

Molto semplice: significa prendere atto una volta per tutte (è qui che devi fare il tuo “salto” mentale, amica mia) che uomini e donne hanno un modo di pensare, di vivere le emozioni e di esprimersi completamente diverso gli uni dalle altre.

Invece molte donne continuano a pensare che gli uomini “debbano” ragionare come loro, cioè come ragionano le donne. E non va bene, accidenti!

Come fai a pensare di conquistare un uomo mentre nello stesso tempo sei convinta che lui debba vedere il mondo e la vita esattamente come te? Tu non vuoi un compagno, vuoi un suddito mentale!

Il grande segreto nella mente degli uomini

Ebbene, ecco allora dove è una delle motivazioni che rendono diverso il modo di pensare degli uomini dal modo di pensare delle donne.

Per una serie di ragioni sia biologiche, sia “culturali” le donne considerano la relazione d’amore come uno degli ambiti più importanti della propria vita, un “pilastro” sul quale si sostiene il senso e il significato di tutta la loro esistenza.

Questo in sé, non è un fatto né buono, né cattivo, fino al momento in cui tu vivi le tue giornate all’insegno dell’equilibrio e della serenità personale. Se però sei “sbilanciata” tanto da comportarti in modo bisognoso sia quando sei single, sia quando sei in coppia oppure quando vuoi conquistare un uomo, ebbene c’è il grosso rischio non solo che tu soffra, ma anche che tu non esprima al cento per cento il tuo potere d’attrazione sugli uomini.

Di questo abbiamo parlato altre volte e ne parleremo ancora, ora ci tengo a concentrarmi sulla psicologia maschile.

Ora, mentre le donne in genere ritengono che la relazione sentimentale sia una delle priorità della loro vita e faccia in qualche modo parte della loro “missione esistenziale personale”, per gli uomini non è lo stesso. Gli uomini all’interno della loro “missione esistenziale personale” inseriscono una serie di altri “grandi scopi” e “grandi obiettivi” che, in genere, hanno la priorità rispetto alla relazione sentimentale.

Vuoi sapere quali sono questi altri “grandi scopi”? Avere successo nel lavoro o nella loro attività. Realizzarsi nelle loro passioni (sport, hobby etc.) come veri “leader”, realizzare qualcosa di tangibile e concreto di cui poter essere orgogliosi di fronte a se stessi e di fronte agli altri. Acquisire una competenza “sicura” su alcune aree di loro interesse che possono – ancora – riguardare la professione ed essere partiche o teoriche (ancora lo sport, le auto, le arti marziali etc.).

In conclusione e per essere chiara: non è che gli uomini non siano del tutto interessati alle relazioni e le donne non abbiano interessi diversi rispetto al rapporto d’amore. Il fatto è che per le donne è prevalente l’aspetto delle relazioni in genere e per gli uomini sono prevalenti altri aspetti.

Come fai a conquistare un uomo e a coinvolgerlo?

Che cosa accade allora quando inizi una relazione con un uomo e ti pare che tutto stia andando a gonfie vele ma d’improvviso lui si “allontana” non fisicamente – magari trascorrete insieme lo stesso ammontare del tempo – ma emotivamante, così tanto che tu, quando sei con lui, hai la sensazione non di essere in compagnia, nemmeno di essere con un estraneo, ma di essere più sola di quando sei sola per davvero?

Come si fa a conquistare un uomo in questa situazione che per molte è angosciante?

Consideriamo che cosa può essere successo. Probabilmente quando lui “improvvisamente” si allontana lo fa perché, emotivamente, qualcuna delle sue priorità di vita lo ha chiamato fuori dal suo punto di equilibrio: potrebbe trattarsi di un problema professionale, di una senso di insoddisfazione per qualcosa che non “gira” nel verso giusto nella sua vita (denaro, interessi, amicizie).

In questo caso tu hai di fronte a te un enorme opportunità: puoi “trasformare” davvero la vostra relazione in una relazione seria e duratura. Puoi davvero conquistare un uomo per sempre.

In che modo?

Intanto ti dico – meglio, ti ribadisco – qual è il modo più sbagliato di comportarti: diventare assillante, ansiosa, appiccicosa. E sai perché? Perché in questo caso convincerai il tuo compagno – in modo inconscio per lui – che è meglio lasciare quello che per lui non è ancora prioritario per dedicarsi a tempo pieno a quello che invece è davvero importante per lui.

Il modo giusto invece è prendere atto di quanto sta succedendo, accettare questa “differenza di pensiero” tra te e lui e metterti in una posizione di ascolto dei suoi bisogni. Attenzione, mi raccomando – questo vale ogni qual volta vuoi conquistare un uomo – : non si deve trattare di un ascolto che diventa ricerca ansiosa di un contatto “emotivo” con lui – sennò è come se tu fossi ansiosa e assillante -. Semplicemente si tratta di essere presente e nel contempo assumere – anche tu – un atteggiamento di distacco dal coinvolgimento emotivo tra voi.

In questo modo il tuo compagno si sentirà alleggerito da pressioni di qualsiasi genere, apprezzerà la tua leggerezza e comprenderà che la relazione per lui sta assumendo le caratteristiche di una priorità per la sua vita.

Non solo: in questo modo tu assumi il pieno controllo delle tue emozioni e della relazione, superando il senso di insicurezza che magari talvolta ti capita di provare quando si tratta di conquistare un uomo che ti piace.

Se vuoi migliorare la tua capacità di comprendere le tue emozioni profonde e di gestirle, ti consiglio il percorso che ho preparato per te “I 7 Pilastri dell’Attrazione”.

Se vuoi anche scoprire come fare a sedurre un uomo imparando a compredere i suoi modi di fare  per mettere le basi di una relazione appagante e duratura, ti è utile il mio percorso “Come sedurre un uomo senza stress né per te, né per lui”.

Scrivi nei commenti qui sotto che cosa ne pensi di quello che ho scritto riguardo il conquistare un uomo che senti lontano emotivamente

Quando hai finito di leggere, per cortesia, ricordati di condividere questo post sui social (Facebook, Twitter, Google+,) attraverso i pulsanti che trovi qui sotto.

In questo modo permetti che si allarghi la comunità delle lettrici (e dei lettori) . Molti ti saranno riconoscenti e ti apprezzeranno per la dritta che hai fornito loro e ci saranno maggiori opportunità di confronto e di scoperta sul tema delle relazioni per tutti.

Grazie!

Cordialmente

Ilaria

Questa voce è stata pubblicata in Capire se gli piaci e contrassegnata con , , . Contrassegna il permalink.

Gratis per te!

Vuoi capire quali sono i tuoi comportamenti sbagliati con gli uomini e come puoi evitarli?
Vuoi aumentare la tua autostima e avere più sicurezza nelle relazioni?

Scopri gratuitamente gli 11 infallibili passi
per attrarre la persona giusta per te.
Clicca Qui!

74 commenti a Come conquistare un uomo che si mostra distaccato

  1. Sally scrive:

    Ciao! quando leggo le vostre parole mi sento una stupida, perchè la mia 'testimonianza' è ridicola in confronto alle vostre storie: sono giovane e so di avere le capacità per fare qualcosa di buono nella mia vita, ma non ci sto riuscendo, mi sto buttando nuovamente giù…. per una semplice storia finita male: mi sono innamorata una seconda volta, per me è stato come mettermi di nuovo in gioco e questa storia sembrava avere tutti i presupposti per continuare, mi sentivo libera, attraente, amata. avevo un equilibrio sia mentale che fisico, non ho esagerato con le parole, neanche con i gesti. Mi rendeva felice, sicura di me. Tra poco partirà, partenza prestabilita fin da quando ci siamo conosciuti, quando ancora la mia presenza era inclusa nel viaggio, chissà quanto starà via? a mio parere poco, ma gli auguro di trovare quel che cerca. ovviamente lui attribuisce alla partenza il fatto che mi abbia lasciata e afferma che se non fosse partito SICURAMENTE sarebbe stato con me, un mese fa mi manda dei messaggi molto belli, malinconici … dove diceva che ha provato amore e prova amore e che la vita ci può separare ma l'amore rimane sempre, concludendo infine 'se arriverà il nostro momento e saremo insieme, allorà sarà bellissimo' … questo crea in me un logoramento impressionante e tanta, tanta ansia. non studio più, vivo male… perchè ogni giorno spero che quel momento prima o poi arrivi ed è già la terza volta che gli chiedo ' non sarebbe bellissimo un giorno tornare insieme, quando sarà il momento?' dando la nette impressione di una ragazza debole. So che sembra assurdo, ma sono combattuta: vorrei farmi la mia vita, andare avanti, ma allo stesso tempo continuare a credere che un giorno potremmo stare bene insieme mi da conforto. E ancora….. anche se questo pensiero mi da conforto dentro di me so che se mai tornerà suoi suoi passi la cosa migliore da fare sarà chiudergli la porta in faccia. mi sento abbastanza confusa e priva di energie! mi serve un consiglio!

  2. ilaria scrive:

    Ciao a tutte e ciao a te Ilaria! Anche io sto vivendo la situazione del tema trattato in questa pagina..
    Stiamo insieme da un anno e due mesi e lo so che nn è tnt ma io ci tengo davvero tanto a lui. Solo che in questi ultimi mesi lui è diventato distaccato cn me.. purtroppo sta vivendo un periodo nn facile dal punto di vista della famiglia e anche x via del lavoro che vorrebbe fare nel suo prox futuro e quindi e molto sotto pressione :( io inizialmente nn ero a conoscenza di questo suo stato d'animoee allora ero un po assilante xke nn riuscivo a capire il suo distacco improvviso, soprattutto xke la nostra storia andava a gonfie vele.. poi ho capito e ho iniziato ad essere più distaccata ed ha funzionato. . Qnd l ho fatto lui è tornato cm quello di prima xro spprna io mi riavvicinavo e a lui capitavano problemi si distaccava.. cosa posso fare x far tornare le cs cm prima?? Premetto ke io xlui sn la pprima ragazza seria.. e il fatto di nm aver fatto le sue esperienze, nn x forza cn le ragazze, gli manca.. (tipo uscire cn amici semza dover tenere conto di nessuno ossia libero dalle pressioni di un rapporto di coppia)

  3. Osman scrive:

    Interessante questo articolo, ho avuto piu o meno la stessa esperienza… io (uomo) ero preso da altre cose ed ero diventato distaccato nei confronti della mia ragazza, lei ha reagito iniziando ad "assillarmi" e tutto questo mi ha portato ad essere piu stressato e in ansia, finendo per allontanarmi ancora di piu dal rapporto… E' finita che lei alla fine mi ha dato un ultimatum dicendomi che forse dovevamo lasciarci e li sul momento mi sono sentito sollevato e ho accettato di buon grado la cosa anche se dopo qualche mese mi dispiaceva di come è andata.
    Sarebbe interessante avere un articolo simile ma al contrario quindi Lui che cerca di capire Lei.
    mi scuso per i possibili errori di ortografia (non sono italiano)

  4. ilariacardani scrive:

    Ciao Osman, il tuo italiano è eccellente. Grazie per la riflessione proposta e per lo spunto.

  5. CHIARA scrive:

    IERI SERA IL MIO COMPAGNO MI HA DETTO CHE SONO TROPPO ASSILLANTE E CHE NON LO COMPRENDO.CHE SONO UNA PERSONA TROPPO GELOSA E CHE SONO CAMBIATA TROPPO
    MI HA DETTO CHE DEVO CAMBIARE PERCHè LUI NON CE LA FA PIù … CHE LUI è STRESSATO PER IL LAVORO E PER I NOSTRI CONTINUI LITIGI
    INSOMMA ENTRO L ANNO VORRà PRENDERE UNA DECISIONE
    LUI MI AMA , MA IO DEVO CAMBIARE
    TI PREGO DAMMI UN CONSIGLIO
    COME DEVO CAMBIARE ?
    ABBIAMO UN BAMBINO PICCOLO,IO NON LO VORREI PERDERE

  6. ilariacardani scrive:

    @ Chiara: 1) chi ha detto che devi cambiare? Lui? Ha ragione? Bah… In che modo devi cambiare? E gli altri come fanno a saperlo. Tutto quel che si fa lo si fa per stare meglio, per sentirsi meglio, per avere ciò che si vuole per sé. Cambiare per un'altra persona o cambiare un'altra persona sono atti di violenza. Tu ti chiedi mai che cosa vuoi per te e come ottenerlo?

  7. chiara scrive:

    io non so se voglio cambiare di certo vorrei migliorarmi…vorrei provare a essere meno invadente e piu obbiettiva.
    forse ciò che sbaglio e volerlo sempre presente e volere la sua comprensione sempre….
    io non mi ritengo una persona invadente ma una donna che ama alla follia il suo uomo e la sua famiglia. io so benissimo che cambiare sarebbe sbagliato perche la personalita e la bellezza di una persona

    ma come faccio a essere meno gelosa o meno attaccata al risparmio?
    mi da fastidio perche lui fuma..perche esce con gli amici ogni tanto e perche deve pagare un sacco di cose ..il suo stipendio se ne va tutti i mesi per queste cose…. e io devo lavorare duro x mantenerci… per mantenere la famiglia

    io non posso andare dal parrucchiere tutte le settimane o permettremi di uscire a mangiare la pizza tutti insieme
    io vorrei che lui capisse che prima ci siamo io e il suo bambino…poi tutto il rsto

    non so cosa devo fare
    non so come devo comportarmi

    ho paura

  8. Anonima scrive:

    Ho 20 anni e tra meno di un mese sono 3 anni che sto con il mio ragazzo. Agli inizi era tutto bello..lui era tranquillo, ma tutto ad un tratto ha iniziato a essere sempre più nervoso. Premetto che sono una persona moto insicura ma gli ho sempre lasciato i suoi spazi, anche perché abitando a 20 km di distanza non è sempre possibile vederci e quindi mi sembra giusto lasciarli degli attimi per lui e per o suoi amici. Comunque, lui ha un rapporto complicato con il padre, che lo rende davvero nervoso, in più è un ragazzo che non sa dire mai di no e per questo si riempie di impegni che non sempre riesce a mantenere. La situazione è degenerata la settimana scorsa, lui in preda al nervoso mentre stava ad un autolavaggio, ha picchiato due ragazzi che lo stavano infastidendo. Il giorno dopo mi ha raccontato tutto, ed è crollato. Ha detto che non ce la fa più, che ha raggiunto il limite e che ha bisogno di stare da solo. Si è allontanato dai suoi amici e da me. Non mi ha lasciata, mi ha chiesto solo di non farmi sentire. Io sono crollata perché non c'era nessun sentore e ho reagito proprio come lei a consigliato di non fare. Mi sono resa conto che ho violato i suoi spazi..ma vorrei sapere secondo lei posso ancora rimediare? Come mi devo comportare? La prego ho bisogno d'aiuto. La ringrazio in anticipo

  9. Claudia scrive:

    ciao Ilaria, è un po' che ti seguo e leggo molto volentieri i tuoi articoli ma credo di non avere sufficientemente la mente lucida per trarre profitto dai tuoi consiglia… Ho provato a scriverti qualche giorni fa ma non mi hai ancora risposto… Mi permetto di riassumere un pò la mia situazione e mi scuso ma per l'ansia che mi pervade, gradirei avere una risposta appena ti è possibile. Da poco di un mese ho ritrovato un uomo che conosco da trent'anni… Già quando eravamo ragazzini ero persa per questa persona ma poco pratica su come trattare con gli uomini e entrambi non abbiamo fatto niente… Adesso ho rivelato a lui il mio interesse e piacevolmente lui ha fatto lo stesso nei miei confronti…. Attrazione e feeling pazzeschi peccato che però lui è impegnato, apparentemente non felicemente ma vive una situazione che è indeciso a cambiare o meglio dice che vorrebbe ma non può…. Nonostante questo ci siamo visti e l'attrazione reciproca si è data da fare…. Negli timi giorni invece di mio orate la situazione è peggiorata…. Mi ha detto che fino a che non riuscita a prendere questa decisione (ma non nemmeno detto che lo farà), lui non sopporta di agire di nascosto perché questa cosa lo fa star male e mi ha detto che preferisce non vedermi e sentirmi piu…. Sono costretta ad accettare ma non voglio perderlo…. Le sue parole sono suonate come un addio e io che mi sento molto coinvolta sto male e vorrei che tornasse…. Ilaria, come gestire questa attesa? Come posso riuscire a metterlo in condizioni di tornare??
    Grazie mille per il tuo aiuto, attendo fiduciosa….
    Sss

  10. ilariacardani scrive:

    Claudia, non ci mette con gli uomini impegnati, non si pensa di "mettere qualcuno nelle condizioni di fare qualcosa", non si può pensare di credere ai sentimenti di un uomo incerto, confuso e probabilmente molto, molto bugiardo. Costruisci la TUA vita, non castelli in aria nella fantasia.

  11. Grazie Ilaria per la tua risposta. Non credo sia bugiardo… Credo sia intrappolato in una storia infelice che non riesce a gestire forse a causa di un problema che la sua compagna ha e che non si sente di abbandonare in un momento brutto… La compagna non è ne una moglie n'è una convivente… Comunque seguendo il tuo consiglio gli ho detto che non posso credere ai suoi sentimenti così instabili e di tornare quando potrà permetterselo… E che io devo pensare alla mia vita… Forse così può pensare di perdermi e allora con questo timore potrà forse tornare da me? Dimmi Ilaria, cosa ne pensi?

  12. ilariacardani scrive:

    Ho già detto quello che penso.

  13. Claudia scrive:

    Ilaria!!! Grazie!!! Apprezzo molto la tua risposta "fredda" che mi fa capire che sto tentando di rimanere sulla mia posizione nonostante tutto invece di staccarmi e pensare a me stessa…
    Ogni tanto qualche "mossa brusca" aiuta!!!

    Ovviamente i miei pensieri sono ancora incollati qui e mi agito perchè nemmeno mi ha risposto quando invece mi auguravo lo facesse ma… riuscirò a staccarmi e adedicare più tempo a me piuttosto che a lui che anche se mi ha fatto tanto bene, adesso mi sta facendo soffrire…

  14. miriam scrive:

    ciao vorrei chiederti un parere sulla mia storia. Dopo due anni che stavamo assieme lui, padre separato con due figli e un rapporto difficile con ex, mi dice che in questo momento data la sua difficile situazione, non può avere una storia seria. Dico che il primo anno è stato bellissimo mentre il secondo difficile, con alti e bassi. Io ho cercato sempre di accettare e capire le sue difficoltà nel gestire figli e situazione familiare. Dopo avermi detto questo mi chiede però di continuare a vederci anche solo come amici perchè mi vuole molto bene. Io non accetto e decido di chiudere ogni rapporto. Lui però continua a cercarmi ( telefonate, sms, e visite inaspettate a casa). Dopo circa sei mesi vengo a sapere che sta frequentando un'altra. Lo affronto e gli dico di smettere di cercarmi e lui mi risponde che non vuole perchè mi vuole ancora molto bene. Ora è trascorso più di un anno e la situazione è sempre la stessa…lui sta sempre con quella ( anche se afferma che sono solo amici) ma mi cerca costantemente…mi chiede di venire a trovarmi… e tutto questo mi confonde. Ci tengo a dirti che dopo che ci siamo lasciati non abbiamo più avuto rapporti sessuali…
    Che cosa vuole da me?? se io non lo voglio come amico e non lo cerco mai perchè si comporta così???
    Ti ringrazio per la tua risposta…

  15. miriam scrive:

    ciao vorrei chiederti un parere sulla mia storia. Dopo due anni che stavamo assieme lui, padre separato con due figli e un rapporto difficile con ex, mi dice che in questo momento data la sua difficile situazione, non può avere una storia seria. Dico che il primo anno è stato bellissimo mentre il secondo difficile, con alti e bassi. Io ho cercato sempre di accettare e capire le sue difficoltà nel gestire figli e situazione familiare. Dopo avermi detto questo mi chiede però di continuare a vederci anche solo come amici perchè mi vuole molto bene. Io non accetto e decido di chiudere ogni rapporto. Lui però continua a cercarmi ( telefonate, sms, e visite inaspettate a casa). Dopo circa sei mesi vengo a sapere che sta frequentando un'altra. Lo affronto e gli dico di smettere di cercarmi e lui mi risponde che non vuole perchè mi vuole ancora molto bene. Ora è trascorso più di un anno e la situazione è sempre la stessa…lui sta sempre con quella ( anche se afferma che sono solo amici) ma mi cerca costantemente…mi chiede di venire a trovarmi… e tutto questo mi confonde. Ci tengo a dirti che dopo che ci siamo lasciati non abbiamo più avuto rapporti sessuali…

  16. rossella scrive:

    Se nel momento piu' delicato del rapporto mi sono comportata un po' da rompi….e lui dopo avermi detto ci sentiamo dopo, scompare……….che faccio???????

  17. Stell scrive:

    Gli piacevo, mi guardava e sorrideva…l'o ritrovato dopo un po' di tempo, mi ha chiesto di uscire ma di non avere nelle sue priorità quella di avere una relazione perchè ha perso il lavoro e ora le sue priorità sono i sui problemi. Ci siamo visti come amici e io ho rispettato i suoi problemi e non ho osato nulla, tranne, alla fine, salutarlo con i canonici bacetti sulle guance.
    Non voglio essere assillante nè invadere i suoi spazi consigliandogli opportunità lavorative, mi sembrerebbe di farlo sentire ulteriormente umiliato come se non fosse capace di cercarsi un lavoro….me ne sto nel mio brodo e magari più avanti lo sentirò come amica….pensi possa funzionare? Perchè mi ha confidato i suoi problemi? Grazie

  18. viola scrive:

    ciao, sto vivendo questa situazione … nell' ultimo mese tutto e' degenerato, lui è distaccato, sembra non volermi.. e mi dice che ha bisogno di ritrovare se stesso , che non lo devo pressare e devo lasciarlo stare …. la situazione è questa , sta passando un momento in cui lui dice di non trovare la giusta via, ha perso il lavoro e non sa se aprirsi una propria attività… in tutto cio' si è aggiunta la sua passione per la musica, ed io che prima ero il centro dei suoi pensieri e delle sue azioni ora non conto piu' nulla… per un po' di tempo ho avuto problemi e sono cambiata, allontanandomi da lui e non dimostrandogli quello che realmente significasse per me… perchè forse lo davo per scontato… ora io sto bene e sto cercando di recuperare …. ma lui mi dice che non c'è modo, che non posso riavere quello che ho perduto…. non riesco a capire se è un momento…e non so cosa posso fare per rimettere in piedi questo rapporto.. eravamo fatti l'uno per l'altro e ora non lo riconosco piu'…. aspetto tuoi consigli :)

  19. saraZ scrive:

    Ciao Ilaria,
    un immenso grazie per tutto quello fai per noi donne. Seguo il tuo blog oramai da moltissimo tempo e mi ha aiutato tantissimo. Ho trovato molto interessante anche il punto di vista di Osman, credo che sentire anche le campane maschili sia di aiuto per noi donne per comprendere meglio gli uomini e i nostri errori. (Ovvio che anche gli uomini commettano i loro e non voglio assolutamente giustificarli) Vengo al punto:

    @ Osman. Te lo chiedo per curiosita' e desiderio di capire meglio. Premetto non e' un attacco ma solo una domanda. Ma perche' voi uomini vi rendete conto sempre mille anni dopo che vi dispiace (quando ovviamente siete interessati a una donna) di avere perso la vostra compagna?
    Sarei interessata anche all'opinione di Ilaria. Naturalmente se ci fossero altri uomini presenti sul blog le vostre risposte son le benvenute.

    Per Ilaria. Troverei molto interessante un approfondimento alla tematica che proponeva Osman, cioe' un articolo sull'uomo che cerca di capire lei. Alla luce di riflessioni recenti credo che davvero se uomini e donne provassero a capirsi sul serio alcuni problemi delle relazioni moderne sarebbero risolvibili. Ilaria che ne pensi? ci sarebbe possibilita' di approfondire l'argomento proposto da Osman?
    Grazie ancora per il tuo prezioso lavoro Ilaria!

  20. Maria scrive:

    Ciao a tutte!Sto con un ragazzo molto piu giovane di me,tanto amore all inizio,lui sempre disponibile pieno di affetto,amore,cosa reciproca e mai successa in tutta la mia vita.
    Premetto che io vivo all estero,e anche lui che poi e dovuto tornare in Italia per ottenere un visto piu lungo..fatto sta che dopo 2 settimane dalla partenza lui cambia cosi da un giorno all altro quasi..non dando spiegazione,dicendomi solo che aveva avuto una giornata pesante il giorno prima..niente piu ti amo ecc..a mano a mano e diventato sempre piu freddo..se non mandavo io un messaggio lui non lo faceva…si e giusto ricordato di me qualche giorno prima di fare il visto, che poi non gli hanno concesso…sparito quasi..dopo aver tanto pensato ho deciso di chiedergli come potevano gestire la nostra relazione a distanza,lui molto distaccato mi risponde..ma cosa ti interessa rimani in Us non ci sono problemi,ora voglio stare un po per conto mio.
    Non so piu cosa fare,gli ho detto ok non disturbo aspetto fedele,dopo 2 giorni mi manda un messaggio su fb dicendo senti questa canzone sono quelle che piacciono a te,io ho ringraziato ma non ho dett piu nulla
    Questa situazione mi sta logorando,non so piu che dire, cosa fare, se cercare di parlarci o no,ho paura che se succede qualcosa e' colpa mia,come se lui si fosse fatto aventi di nuovo con quel messaggio ed io non avendo cercato di parlare avro dato l impressione che subito mi sono arresa dopo un suo vacillare..tutti mi dicono che non e' cosi..ho anche letto il libro dell psicologo john gray per capirci un po di piu..probabilmente lui non ha il coraggio di dirmi che non gli interesso piu e vuole che lo capisca da sola o sia io a prendere l iniziativa?Potrebbe essere solo un periodo di ripensamento?Grazie

  21. Lalla_62 scrive:

    Ciao a tutte, principesse. Saró breve: lui, divorziato (la moglie è una sua cugina!), due anni più grande di me. Divorziata io da molti anni, lui, da poco. Figli tutti grandi, tranne il suo (teenager). Siamo da nove mesi insieme, all'inizio tutto bene, poi, piano piano, "sento" che la sua ex-moglie gli "ronza intorno" come un'ape sul miele. Da quello che racconta il mio compagno, loro si son lasciati a causa di "casini" e che lei non c'è più nulla, tra loro. Peró, se gli chiedo di presentarmela, lui non accetta, e dice che lei "non è ancora pronta a conoscermi". Secondo voi, amiche carissime, cosa devo pensare, io???? Ho giá pensato di consultare uno psicologo e chiedere a lui il parere. Premetto che il mio "lui" non ama le coccole e tenersi per mano. Dice che mi vuol bene e che sta bene con me, ma io devo levarmi dalla testa i sospetti. N.B. La sua ex scrive sms più assiduamente a lui, da QUANDO CI SONO IO, nella sua vita!! Sto uscendo di testa, credetemi…

  22. stella scrive:

    io lo lascerei perdere lalla. troppa confusione e incertezza e tu nn mi sembri felice

  23. Piccolina 79 scrive:

    Ciao a tutti. 9 anni di storia molto belli, conviviamo poi diventiamo "pendolari" ovvero viviamo in due città separate per motivi di lavori e ci incontriamo dal ven al lun (per lo più veniva e lui da me). Tutto sembra procedere , siamo affiatati, abbiamo piccole discussioni ma niente di serio, il nostro rapporto si basa sulla fiducia e la condivisione e ogni volta che abbiamo avuto un problema ne abbiamo subito parlato. Detto questo circa due settimane fa mi chiama al telefono e piangendo mi dice che non gli manco come prima che mi vuole molto bene ma sente che qualcosa è diverso. MI cade il mondo addosso. Reagisco in maniera molto razionale, gli chiedo se mi ha tradito o se senta attrazione per un'altra: dice no; gli chiedo se vogliamo lasciarci : rifiuta, gli propongo una pausa che rifiuta, non capisco cosa vuole…. mi dice che vuole stare da solo che vuole risolvere il problema da solo, lo assecondo. Due giorni dopo mi chiede scusa, mi chiama tutti i giorni per raccontarmi cosa fa. Ma le telefonate non sono come prima, non gli dico ti amo e neanche lui, e non gli chiedo di vederci e neanche lui. Sono passati due week-end e sebbene vorrei che riuscissimo ad incontrarci il prossimo, non gli chiedo niente perchè voglio vedere se sarà mai lui a parlare. Mi domando fino a quando potrò vivere in questa situazione? Mi sto concentrando sulle mie cose, ma in alcuni momenti non ce la faccio proprio….Cosa mi consigli?

  24. fabri88 scrive:

    Condivido pienamente tutto ciò che hai scritto Ilaria aggiungendo inoltre che noi donne poi abbiamo l'errata tendenza di esagerare il tutto andando a riempire la testa dei nostri amati di terribili sospetti ;) La vita è fatta di per se di alti e bassi e non può essere solo vista come una favola.Credere si nei sogni ma fare i conti con la realtà di tutti i giorni è altamente consigliabile per tutte! Un forte abbraccio

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>