Conquistare la persona giusta: il grande segreto

Il grande segreto dell'attrazioneIl titolo di questo post ti ha incuriosito? Ti ha inquietato? Ti ha reso diffidente? Sentir parlare di un segreto dell’amore ti dà sui nervi?

In effetti è un titolo un filino altisonante, che sembra promettere grandi cose, di quel genere di cose in cui la stragrande maggioranza delle persone non crede, per diffidenza, per sfiducia (troppo è il dolore patito, giusto?), per cinismo.

Per un sacco di ragioni buone e meno buone, insomma…

E’ interessante notare che in questo mondo tecnologico, superefficiente e superveloce (fast, si dice) la maggior parte delle persone siano letteralmente “allergiche” a ciò che richiede un minimo più di ponderatezza, calma e lentezza per realizzarsi. E in effetti questo non porta molto bene alle relazioni di coppia, né nel loro inizio, né nel loro procedere e nemmeno, molto spesso, alla loro conclusione.

E’ anche per questo che un titolo come quello di questo post, crea diffidenza. Per paradosso: un tema importante e “spesso” come quello dell’amore, molti credono che non sia possible affrontarlo e “risolverlo” in modo facile e veloce.

E invece…

Invece, il “segreto dell’amore” è molto più semplice e molto più alla tua portata di quanto tu pensi e di quanto si “dice in giro”.

Ne parlo anche nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”.

Se sei un lettore o una lettrice abituale di questo blog o anche se hai solo letto qualche articolo, sai bene come la penso: la possibilità di realizzare la tua felicità, il tuo pieno appagamento e la tua serenità sentimentale è nelle tue mani. E, in particolare, inizia dal comprendere per bene chi sei tu in realtà e soprattutto qual è la via che ti permette di risplendere al tuo meglio nella vita che vivi.

Per scoprire tutto questo, credimi, non è affatto necessario che tu ti dia a profonde e impossibili riflessioni filosofiche né a meditazioni intense sul senso e sul significato dell’esistenza.

Proprio per niente. In realtà, puoi capire molto di te stesso e di te stessa – tutto quello che ti serve per il tuo benessere e il tuo benessere sentimentale – se solo ti ci dedichi, se solo presti attenzione a te e a quello che provi. E ti conviene farlo, perché questa è la chiave d’oro che apre la porta del tuo fascino e della tua capacità di attrazione.

E’ una ricerca importante e allo stesso tempo facile e naturale.

Il segreto dell’amore è a portata di mano?

Per realizzare la vita che desideri e che, soprattutto, ti meriti, e per attrarre la persona giusta per te, è davvero essenziale che tu conosca e identifichi la tua essenza personale, il tuo codice esclusivo, quello che ti definisce nella tua unicità.

Quel codice che se viene “rispettato” ti permette di realizzare appieno la tua natura e dunque la tua serenità personale. Una volta che hai “afferrato” di che pasta sei fatto o fatta nel profondo, come per magia, tutto nella tua vita trova un posto preciso, utile alla tua felicità.

Di questo parlo anche nel percorso “I 7 Pilastri dell’Attrazione”, attraverso il quale, facilmente e divertendoti puoi scoprire molte verità che ti riguardano e che ti permettono di essere attraente, in modo naturale e spontaneo.

Sai cosa? Troppe persone non sono interessate – per pigrizia, per paura, perché non hanno fiducia in se stesse – a conoscersi e fare un passo in avanti o, addirittura, in alto, per migliorare la propria vita e per elevarsi a un più alto livello di soddisfazione e di appagamento. Che è quello che poi meriterebbero veramente, se solo se lo riconoscessero.

Siccome tu che leggi vuoi invece scoprire di più per realizzare di più, ti propongo qui di seguito un semplice percorso in sei passi, che puoi iniziare fin da subito.

Ti prego di notare, tra l’altro, il fatto che ho scritto questo articolo proprio nell’imminenza del week end pasquale. Non a caso.

Hai il tempo di masticarlo e di digerirlo. Di praticarlo soprattutto.

E, anche, di iniziare una nuova stagione dell’anno (la primavera!) e probabilmente della tua vita con un nuovo slancio, attivo e anche… rivoluzionario!

Dunque, allora, considera questo come un breve ed efficace coaching con me, fatto via blog :) .

Per ciascun passo ti servono carta e penna (avere un quaderno/diario personale ti è utile a prescindere), per scrivere le tue riflessioni.

Le tue riflessioni sono importanti, riguardano te. Meritano di essere scritte.

Sei passi per attrarre la persona giusta

Ecco i sei passi:

1.Identifica tutto ciò che nella vita ti piace particolarmente. Ciascuno di noi è per natura e “magneticamente” attratto da qualcosa in particolare e “respinto” da altre cose.

Prenditi un momento e stendi la lista di quali sono i tuoi libri, i tuoi film, i tuoi siti internet preferiti. Quali sono gli sport che ami praticare e quelli di cui sei tifoso/a; quali sono le trasmissioni televisive e radio che preferisci e i passatempi che ami di più.

Ora, pensa un momento a quelle che consideri le più attraenti tra le cose che hai scritto. Ci sono molti modi di impiegare il proprio tempo (quindi: di vivere la propria vita) perché tu scegli proprio questi?

Negli affari, in economia, è riconosciuta una regola, detta dell’”ottanta/venti”.

E’ una costante che si riscontra in base alla quale, per esempio, in un’attività, il 20% degli sforzi dà l’80% dei risultati.

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Considera la tua vita nello stesso modo: il 20% (cioè una piccola parte) delle cose che fai ti dà la gran parte del tuo benessere e della tua serenità. Il resto, è irrilevante per la tua felicità.

Quindi, se vuoi essere felice per la maggior parte del tempo, fai in modo di poterti dedicare il più possible a quel venti per cento di attività che ti piacciono davvero.

Ora, quel che ti serve è identificare che cosa hanno in comune tutte le  attività che ami: di sicuro trovi delle chiavi simili, un filo rosso che le unisce.

2. Elenca tutto ciò che non sopporti, che detesti. Fai un bell’inventario. E non mentire. Sai  bene che cosa ti attrae e che cosa non ti piace. Inutile che tu “menta” a te stesso/a, fingendo che ti vadano bene cose che non ti vanno bene. Rifletti bene sulle attività che non ti piacciono e alle quali continui a dedicarti assiduamente senza che ti portino un reale riscontro in termini di piacere.

Tieni presente che il tempo dedicato a quello che non ti fa davvero piacere è tempo letteralmente “buttato via”. Sii estremamente chiaro/a con te stesso/a relativamente a quello che ti piace o non ti piace.

E tieni presente che ci sono attività e situazioni che vanno perfettamente bene per te. Altre no. E’ normale e non è colpa tua. E’ proprio quando tu riempi la tua vita di impegni che ti stanno bene e ti fanno piacere che ti senti veramente a posto e puoi esprimere il tuo fascino al cento per cento.

3. Dopo che hai fatto i primi due passi, prenditi almeno un’ora intera per te per fare esattamente e solo quello che ti piace. Ti sembra facile, vero? Lo è solo in apparenza. Per esempio: evita di sederti sul divano e di prendere in mano quel libro che è lì da un pezzo, senza che tu l’abbia finito di leggere. Concentrati nel scegliere un’attività che, per almeno un’ora, ti dia davvero potenti emozioni posive, piene di senso per te.

Il segreto, in questo caso, non è buttarti immediatamente sulla prima (e sulla solita) attività che conosci e che ti viene in mente. Questo significherebbe entrare in un’abitudine. Quindi a qualcosa che ti fa sentire in qualche modo ancora condizionato/a.

Mettiti a fare invece qualcosa di totalmente insolito: è anche da una piccola rivoluzione personale che passa la crescita “sentimentale” e aumenta il tuo fascino. Il fatto di eliminare pregiudizi, preconcetti e aspettative ti farà ottenere sorprendenti risultati positivi.

4. Pensa a quali sono le persone che ti sono vicine (o che conosci anche solo di fama) che ammiri di più e prendi nota delle loro caratteristiche che ti colpiscono maggiormente. Sono sicure di sé e coraggiose? Hanno un’alta autostima? Sono molto cortesi, affabili e accomodanti? Scrivi i loro tratti che consideri speciali.

Considera che quello che ammiri negli altri riflette direttamente quelle che sono le tue inclinazioni e le tue aspirazioni personali.

Se inveci ti soffermi a pensare alle persone che non ti piacciono e che non ti sono simpatiche e alle loro caratteristiche, beh, sappi che quello che non ti piace in loro è qualcosa che tu già correggi o vuoi eliminare in te.

Inoltre: avere dei modelli – che apprezzi davvero – è utile. Tu sei unico/a e irripetibile. Rafforzare in te alcune tue caratteristiche positive facendo riferimento ad altri è un metodo intelligente per crescere come persona e aumentare il tuo fascino.

Anche per quel che riguarda la tua vita non è necessario che tu reiventi ogni volta la ruota, è sufficiente che tu le dia i tuoi colori peculiari.

5. Considera tutte le volte nelle quali hai ottenuto qualcosa che volevi o qualcosa per cui ti sei impegnato/a. Anche se si tratta di cose piccole: una guerra vinta è fatta di tante piccole battaglie. Nelle tue piccole vittorie si nasconde il segreto per capire che cosa ti spinge a eccellere e a dare il meglio di te. Se ripensi ai tuoi momenti di trionfo, puoi trovare gli indicatori che ti permettono di definire che cosa ti permette di agire nel pieno rispetto di chi tu sei veramente, anzi, facendo forza su chi tu sei veramente.

Una volta che hai pienamente razionalizzato e preso consapevolezza di quali sono le tue personali condizioni favorevoli al successo, ti verrà spontaneo vivere una vita d’eccellenza.

Questo è un passo fondamentale, un salto nel tuo atteggiamento mentale che ti permetterà davvero di ottenere grandissimi miglioramenti nella qualità della tua vita.

6. Fai un “resoconto” dettagliato di tutto quello che hai scoperto nei passi precedenti e formula un elenco di “priorità” che puoi sempre tenere sottomano. Hai mai sentito la frase “la conoscenza è potere”? Ebbene, è tanto più valida per quel che riguarda la conoscenza di te, la tua consapevolezza.

Il segreto per essere felice, non solo in amore

Se cominci passo passo a dedicarti sempre di più alle attività che ami, a circondarti delle persone che hanno su di te un’influenza positiva e ti sbarazzi di quelle attività che non sono utili al tuo benessere, inevitabilmente ti sentirai molto più appagato/a e in controllo della tua vita.

E sarai molto più attraente, sia che tu ti trovi in una relazione, sia che tu la voglia iniziare.

So che ci sono attività che non puoi mollare di punto in bianco: fallo poco per volta, in modo progressivo. Il percorso ti insegnerà e ti darà moltissimo.

Bene! Complimenti per essere arrivato/a a questo punto!

Lascia i tuoi commenti e le tue considerazioni.

E, per favore, quando hai finito di leggere, ricordati di condividere questo articolo sui social (Facebook, Twitter, etc.) attraverso i pulsanti qui sotto.

Tantissimi auguri di buona Pasqua!

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

15 Commenti

  1. Avatar di ELEONORA

    ELEONORA 7 anni fa (6 Aprile 2012 17:57)

    esistono cose che non si possono delegare:o le faccio IO o le faccio io...al90%è così e non è affatto tempo buttato.certo,è tolto a me come persona ma se non le svolgo io...chi??? io,invece,le considero una palestra di"resistenza alla fatica"psicologica e non:non si può sempre fare ciò che si vuole...prima il dovere,poi il piacere,mi si ripeteva spesso! quanto alle cose che mi piacciono,una in particolare non trovo+il tempo x coltivarla:la pittura. da bimba passavo ore intere a disegnare e colorare e questo straordinario hobby ho avuto la fortuna di coltivarlo giornalmente fino ai20anni...ma allora c'era che si prendeva cura anche di me...oggi,ho pochissimo tempo x me stessa.devo ammetterlo. buona pasqua a tutti...:))
    Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  2. Avatar di Chiara

    Chiara 7 anni fa (6 Aprile 2012 21:46)

    bice, ho gli occhi lucidi. Ti ho sempre letta con interessa senza intervenire mai. Da un po' non c'erano tue notizie e leggere il punto a cui sei arrivata mi riempie di forza e speranza.hai lavorato e lottato, ti sei migliorata e superata. Sto facendo lo stesso percorso e aspetto il giorno in cui anche io potro' scrivere quello che hai appena scritto tu. Grazie per aver condiviso con noi questo tuo traguardo. Un abbraccio chiara
    Rispondi a Chiara Commenta l’articolo

  3. Avatar di Anna V

    Anna V 7 anni fa (8 Aprile 2012 9:04)

    La penso come Chiara.. Anche io aspetto.. Cercando di credere che tutto sia possibile l'articolo e' bello ma lo devo rileggere richiede più impegno
    Rispondi a Anna V Commenta l’articolo

  4. Avatar di lorena

    lorena 7 anni fa (8 Aprile 2012 9:05)

    hai puntualizzato molto bene un concetto che la maggior parte delle xsone non ha chiaro: "sapere cosa si vuole davvero dalla vita"
    Rispondi a lorena Commenta l’articolo

  5. Avatar di Alessandra

    Alessandra 7 anni fa (8 Aprile 2012 15:59)

    Bice, anch'io come Chiara mi sono commossa. E' meraviglioso che tu abbia trovato una persona che ha fatto un percorso simile al tuo e che ti capisca. Spero che un giorno succeda anche a me. Non vedo l'ora. Un bacio.
    Rispondi a Alessandra Commenta l’articolo

  6. Avatar di luciano

    luciano 7 anni fa (8 Aprile 2012 19:33)

    Luciano Ciao Ilaria, quello che tu hai scritto lo condivido pienamente. Però mi trovo nella situazione che nonostante per la mia attuale donna provi un sentimento e mi comporti come descrivi ,(mi voglio bene, allegro, ottimista e sicuro di me, ho molti svaghi sia sportivi che di altro tipo, mare, montagna e altro), mi vuole bene ma non prova evidentemente attrazione. Lei e solo presa mentalmente e non fisicamente e non riesco a cambiare la situazione, forse all'inizio della mia storia sono stato un uomo troppo zerbino. Quando stiamo insieme lei dice che si trova bene con me e questo per me non mi basta, premetto che la mia vita all'inizio era improntata su suoi desideri, ora non più perche trascuravo i miei. Secondo te devo lasciare questa donna anche perchè sa cosa provo nei suoi confronti, ma non cambia il suo modo di porsi. Aspetto una tua risposta, il mio commento è che sei molto brava nel tuo lavoro. Buona Pasqua.
    Rispondi a luciano Commenta l’articolo

  7. Avatar di teresa

    teresa 7 anni fa (8 Aprile 2012 20:29)

    Ci vuole coraggio anche per dare nuovi colori alla vita, come tu scrivi ilaria. Il punto è che a volte son un pò codarda appunto e nonriesco mai a fare quel salto che mi consentirebbe di migliorarmi. Auguri e Buona Pasqua
    Rispondi a teresa Commenta l’articolo

  8. Avatar di VINCENZA

    VINCENZA 7 anni fa (17 Aprile 2012 10:35)

    io non so che dirvi :credo che ci voglia anche equilibrio nel sapersi accontentare.io tra alti e bassi con mio marito che all inizio sembrava un fallimento,man-mano ci siamo migliorati .invece di mollare tutto come è solito fare nel mondo :NON TI VA BENE VOLTA PAGINA!DICONO CHE QUESTO SIA CORAGGIO ,MENTRE IL CORAGGIO L ABBIA TROVATO IO .,MENTRE STAVA AFFONDANDO LA NAVE NON MI SONO DATA PER PERSA.HO RAGIONATO E HO PRESO LA MIA VITA IN MANO E ABBIAMO FATTO UN LUNGO PERCORSO TRA ALTI E BASSI FINO A SCAVALCARE I NOSTRI PREGIUDIZI E DIFFIDENZA TROVANDO NELLE DISCUSSIONI SPRONI E MOTIVI PER MIGLIORARCI.ORA CI RITROVIAMO CON UNO SPLENDIDO BAMBINO DI 4 ANNI E MEZZO E L ALTRO IN ARRIVO!GRAZIE A DIO E ALLA NOSTRA PERSEVERANZA!MI AUGURO PER OGNUNO DI VOI ,CHE TROVIATE LE COSE VERE E OBBIETTIVI REALISTICI E SINCERI DALLA VITA.LA VITA RENDE E APPAGA NELLA SUA COMPLESSA SEMPLICITA !
    Rispondi a VINCENZA Commenta l’articolo

  9. Avatar di silvanus

    silvanus 4 anni fa (4 Gennaio 2015 15:56)

    Cara Ilaria, e' da un paio di mesi che leggo il tuo blog, e devo ammettere che mi ha aiutata in un periodo molto duro, da quando il mio ex mi ha lasciata per sms, dicendo che non voleva impegni e responsabilita'. In tutti questi mesi ho rivalutato molte cose: credenze, valori, idee su come dovrebbe essere un rapporto vero. In qualche modo, sono riuscita a entrare dentro di me toccando il mio centro, e ho capito quanto puo' essere fragile l'essere umano. Cio' che non smettera' mai di sorprendermi e' quanto l'ego ci faccia sviare dalla nostra via maestra, facendoci credere di essere noi a pensare e ad atteggiarci in una certa maniera; per non parlare dei sensi di colpa che ne derivano. Come continui a ribadire anche tu, la cosa che conta di piu' e' imparare a voler bene a se stessi, per poi' espandere questo amore agli altri, donarlo in modo incondizionato, senza aspettative. La sofferenza ci fa diventare piccoli piccoli, ma e' pure capace di farci crescere in una bella pianta, proprio come succede a un granello di senape. Ti ringrazio di donarti (col tuo tempo e i tuoi consigli) agli altri in modo incondizionato, facendo da stampella nella loro crescita personale. Questo non e' solo un lavoro, e' una vocazione. Un abbraccio affettuoso
    Rispondi a silvanus Commenta l’articolo

  10. Avatar di Emanuela

    Emanuela 4 anni fa (3 Giugno 2015 17:25)

    Cara Ilaria, cari lettori, oggi sono triste. So che i lamenti fanno solo perdere tempo e , a dirla tutta, in questo periodo mi sto impegnando a migliorare la mia vita seguendo i consigli del blog (almeno quelli che riesco a seguire: ho lasciato perdere un uomo fidanzato, faccio selezione degli uomini nuovi che incontro, ho ripreso la bici e sto terminando il mio percorso di studi)...però... oggi questo sentimento aleggia in me e ho deciso di lasciarlo fluire. Forse vi sto scrivendo per mettere tutto questo nero su bianco e per diventarne più consapevole. Sono triste perchè voglio diventare mamma (ho 31 anni) , sono triste perchè sono ancora bisognosa, sono triste perchè la mia famiglia non mi ha spiegato come si ama e quanto è importante amarsi (PER FORTUNA CHE C'E' ILARIA,ma le vecchie abitudini sono dure da mutare), sono triste perchè alcune cose che amo , come andare al mare e al teatro, sono costretta a farle da sola e sarebbe tutto più bello con qualcuno a fianco, sono triste perchè mi manca tanto la mia nonna , l'unica persona che sapeva incoraggiarmi e sostenermi. Ora a incoraggiarmi devo essere io, lo so... Però non mi detesto per essere bisognosa anzi mi dispiace per quello che ho dovuto passare, tante cose sbagliate una bambina non le può capire...Voglio uscire dallo stato di bisogno, voglio crescere davvero e ora so che è dura ma possibile!Scusate lo sfogo e magari le mie disconnessioni ma sento che qui posso avere un sano appoggio e quindi utilizzo questo spazio.
    Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

    • Avatar di six

      six 4 anni fa (3 Giugno 2015 20:14)

      Stai facendo delle cose per te e solo con le tue mani. Pensa ai risultati che hai ottenuto in questi mesi. I momenti di tristezza arrivano ma è naturale. Sappi che passano. Hai 31 anni non 40, sei in tempo per un figlio se lo desideri :-)
      Rispondi a six Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela

      Emanuela 4 anni fa (4 Giugno 2015 12:00)

      Grazie di cuore, basta pessimismo che non aiuta! Un abbraccio
      Rispondi a Emanuela Commenta l’articolo

  11. Avatar di una

    una 3 anni fa (8 Novembre 2015 19:08)

    Ottimo articolo Ilaria! Un'articolo importante per me, imparare a dire di no a quello che non mi fa bene. Lavorare sulla consapevolezza, allontanarmi dalle persone che non mi fanno bene e avvicinarmi a persone positive che anch'essi si impegnano a crescere personalmente, ... é importante per me. Imparare a dire di no, ossare..., crederci, la vita va assaporato, ossare di avvicinarsi alla bellezza, creare bellezza, contattando il cuore, amarsi... impararo ad amarmi, é un percorso che sto portando avanti da anni e a piccoli passi procedo, ci vuole coraggio ed io avanzo con i miei tempi e con gentilezza e voglio andare con calma. La calma é la dote dei coraggiosi, coraggiosi di amarsi! Grazie, Ilaria e grazie a tutti voi che continuate a dare voce a questo meraviglioso blog!
    Rispondi a una Commenta l’articolo

  12. Avatar di Bice

    Bice 7 anni fa (6 Aprile 2012 18:42)

    Non so se negli ultimi mesi avevo compiuto tutti quei passi (in ogni caso magari faccio un ripasso), però oggi mi ritrovo non solo impegnata in una relazione felice, ma anche ad aver rinegoziato la mia posizione lavorativa (lavorando meno, meglio e... guadagnando di più). E ho imparato una cosa, ovvero che non riuscivo a delegare perché: 1. sono una perfezionista 2. penso di essere più brava degli altri (due aspetti di me che, penso ora, denotano una certa insicurezza). MI facevo carico di sempre più lavoro... e non mi lamentavo, perché mi pareva una sconfitta. Poi mi hanno proposto un avanzamento di carriera: si trattava di essere pagata il doppio, ma di lavorare ancora di più. E io ero già al limite. Sono stata tentata, ma poi... Ho chiarito con me stessa, posto i miei limiti, valutato cosa contava davvero per me, chi ero e cosa volevo. E alla fine ho rilanciato la mia proposta. E, pare, ho vinto. Una vita più serena e stabile. Con lo stesso coraggio (?) poco tempo prima avevo approcciato un nuovo incontro. E il risultato è che ora ho qualcuno che mi capisce, a cui ho permesso di entrare nel mio mondo (sarà per quello?)... un uomo nella mia vita, con il quale mi sento ancora più felice. Lui ha fatto un percorso più o meno simile... Abbiamo cambiato molte cose nelle nostre vite, prima da soli, ora insieme. E oggi, alla vigilia di Pasqua, io guardo al futuro con serenità. Sento una certa stabilità, equilibrio, sicurezza. I miei sogni si sono realizzati o stanno per realizzarsi tutti. Essere in due e al contempo imparare a cedere il controllo, fidarmi di più degli altri, sentirmi parte di un tutto, di un gruppo, di una famiglia, di una coppia... è stata un'enorme liberazione. Io che ero sempre in guerra, sempre competitiva, sempre a voler dimostrare, sempre mai abbastanza, sempre autosufficiente (credevo)... ho scoperto che la vita può essere leggera, facile... basta volerlo davvero. E basta provarlo, credo, perché diventi impossibile tornare indietro! Buona Pasqua.
    Rispondi a Bice Commenta l’articolo