Succede anche a te? (Ovvero: il senso di “rifiuto” e un piccolo trucco per la serenità personale)

Se sei su questo blog, probabilmente stai cercando qualcosa.

Qualcosa che ti aiuti  a migliorare la tua vita, a migliorare la tua vita sentimentale, a migliorare il tuo modo di vivere le esperienze di ogni giorno.

Se stai leggendo queste righe è alquanto improbabile che tu lo faccia perché vuoi cambiare auto o comprare un computer nuovo. (Anche se tutto è possibile, eh!)

Ed è improbabile che tu lo faccia perché vuoi trovare scorciatoie che ti permettano di diventare ricco/a in modo facile e veloce o di sedurre o di diventare famoso/a in pochi secondi o in poche ore. (Per inciso: io penso che queste scorciatoie non esistono e chiunque te ne parla è vittima di un inganno e rischia di fare altre vittime).

Stai leggendo queste righe perché vuoi “attrarre la persona giusta per te” (e per questo quasi sicuramente ha scaricato la mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”).

E, se sei una lettrice o un lettore abituale del blog, è molto probabile che tu non voglia semplicemente  “attrarre la persona giusta per te”, perché sai benissimo che questo blog non parla principalmente di tecniche di seduzione e di trucchi per conquistare un partner.

Perché questo blog tratta argomenti molto più utili e molto più efficaci rispetto alle tecniche di seduzione e ai trucchi per sedurre.

Se sei una lettrice o un lettore abituale del mio blog, sono certa che ti interessa vivere una relazione davvero soddisfacente e duratura e ti interessa scoprire l’amore vero.

(Se non è così, mi sa che finora hai perso tempo).

Non solo: sono anche certa che sai che per vivere una relazione davvero soddisfacente e duratura e vivere l’amore vero, è essenziale che tu ti prenda la responsabilità della tua vita, della tua vita sentimentale e del tuo modo di sperimentare le emozioni.

Giusto?

Fin qui siamo d’accordo.

Sai che cosa ci tengo a dirti a questo punto?

A questo punto ci tengo a parlarti di un fenomeno molto particolare che è probabile che tu sperimenti o abbia sperimentato più o meno consapevolmente.

Calma: non si tratta di una strana epidemia e nemmeno di un morbo mortale!

Non ti preoccupare. Nulla di grave.

Anzi: si tratta di qualcosa di normale e di naturale!

Si tratta del senso di rifiuto…

Hai capito bene.

Questo “senso di rifiuto” può essere comune a molte persone che desiderano migliorare se stesse per migliorare la propria vita.

A molte persone che sono consapevoli del fatto che, se crescono emotivamente e si dotano di certi strumenti, possono vivere meglio e ottenere ciò che vogliono.

Che cosa succede, precisamente?

Vediamo un po’.

Intanto il mondo si può dividere grosso modo tra due tipi di persone: quelle che si lasciano vivere e quelle che vogliono vivere la propria vita.

Quelle che si lasciano vivere, ahimé per loro, non ci interessano: non sono il genere di persone che si prendono la briga di leggere un blog come questo e di riflettere su quello che leggono. Non sono il tipo di persone che vogliono migliorare e agire positivamente per essere felici.

A noi, invece, interessano le persono che vogliono vivere la propria vita e la vogliono vivere a modo loro.

A noi interessano le persone che vogliono il meglio per sé.

Le persone come te, che leggi questo blog e rifletti su quello che leggi.

Che cosa può accadere a questo tipo di persone?

Allora: si tratta di persone curiose, attive, che si danno da fare. Si tratta di persone che non si accontentano di quello che hanno e di soluzioni semplici e scontate. Ok.

Sicuramente non si accontentano di un partner tipo “il primo (o la prima) che passa”, ma vogliono vivere un amore e un sentimento in modo pieno e davvero appagante.

Ebbene, succede che persone come queste, in un momento o in un altro della loro vita, per una ragione o per l’altra, vivano una situazione di crisi.

Un momento di quelli che spinge a “fare una ricerca”.

Una persona del genere, intelligente, curiosa e non banale, vive un momento di crisi, di insoddisfazione personale e si dice che per lei può esserci qualcosa di più, che di sicuro c’è un modo per vivere al cento per cento e questo modo va trovato.

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

E allora, che fa, questa bella persona?

Parte in quarta e, come una cane da tartufi, si mette a cercare qualsiasi cosa le permetta di migliorare la sua vita.

Legge, studia, analizza.

Soprattutto: si analizza. Si rimprovera, trova in se stessa un sacco di punti deboli, un sacco di punti da migliorare.

Un’infinità di “devo”, di “non sono ancora all’alltezza”, “non sono ancora abbastanza”.

E intanto cerca, legge, studia e analizza.

A un certo punto che cosa succede?

Succede che, la nostra bella persona desiderosa di vivere la propria vita a pieno, sente un senso di rifiuto, un senso di fastidio.

Non sa molto bene di che si tratta, ma, di fatto, è un po’ come se non ne potesse più.

E allora rifiuta tutto quello che ha letto, analizzato e cercato.

E sente la brutta tentazione di allontanarsi dalla ricerca e di buttare via tutto.

La questione però è che, in qualche modo, ci rimane molto male per questo fatto.

Perché sa bene che nella sua ricerca c’è qualcosa di molto positivo, che può davvero permetterle di arrivare dove vuole.

(Tu non hai idea di quanti miei clienti di coaching personale mi raccontano questa storia e raccontano anche come il fatto di confrontarsi con qualcuno di esterno come me abbia risolto loro questa spinosa questione).

Ti riconosci un po’ in quello che hai letto?

Talvolta ti sembra di essere un po’ come la “persona” che ho descritto?

Se è così, te lo ripeto: è solo normale e naturale.

E sai perché è normale e naturale? Perché, mi tocca dirtelo, hai affrontato la tua ricerca senza un ingrediente FONDAMENTALE.

L’amore per te.

Hai affrontato la tua ricerca senza amore per te stesso o per te stessa.

Hai affrontato la tua ricerca partendo da un punto di vista punitivo (esattamente come ti hanno insegnato a scuola: si preoccupavano solo di correggere i tuoi errori e non di farti vedere il lato bello dell’imparare).

Ti sei messo o messa in posizione “competitiva” rispetto a te stesso/te stessa, hai guardato solo quello che non andava e che non va e non il tanto di positivo che hai, a partire dalla tua voglia di ricerca e di miglioramento, che è una voglia positiva, grandiosa, potente.

E, allora, a questo punto che cosa ti è utile fare?

Non so se tu hai il senso di rifiuto oppure no. In ogni caso, quello che ti è utile fare è mantenere la rotta della tua ricerca e renderla davvero produttiva, divertente, appassionante.

Amati in modo sincero e spassionato.

Usa la tua voglia di migliorarti come occasione per scoprire l’amore di te. Fai in modo che la tua ricerca sia una ricerca di modi sempre più efficaci, spontanei e naturali di darti amore puro e sincero.

Perché è partendo dall’amore di te che puoi davvero creare quello che vuoi.

Se c’è un messaggio importante che voglio tu prenda da me e da questo blog, è proprio questo.

E se c’è un obiettivo essenziale per me, nel mio lavoro con i miei clienti di coaching personale e attraverso il percorso che ho creato per chi mi segue, è proprio questo.

Condividi liberamente questo articolo sui social attraverso i pulsanti qui sotto e lasciami i tuoi commenti.

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

39 Commenti

  1. Avatar di ELEONORA

    ELEONORA 8 anni fa (23 Dicembre 2011 15:51)

    NO:se AMI una persona,come io CREDO ROSITA...non è tanto semplice...anzitutto occorre molto tempo(ne so qualcosa,io)perchè non si cancella in fretta ripetendo a se stessi"m'ha usato,basta,chiudo"...occorre vivere il"lutto",analizzare razionalmente l'accaduto e pur soffrendo guardare avanti...nel momento stesso in cui,com'è successo a me,si avvicinerà un uomo migliore,lo sentirà a pelle subito come una nuova energia che la farà stare immediatamente meglio,che accada o meno qualcosa e a quel punto,l'altro sarà bello che archiviato...non sentendone + il bisogno di pensarlo,vederlo,anzi cercherà di evitarlo perchè sarà solo un(brutto)ricordo da eliminare quanto prima ma che le servirà per non ricascarci eventualmente in futuro.personalmente,la mia ferita ha ripreso a sanguinar(come vedi???)
    -3
    Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  2. Avatar di ELEONORA

    ELEONORA 8 anni fa (23 Dicembre 2011 15:51)

    pur non essendoci stato un contatto fisico,ma solo perchè la persona che mi piace non può garantirmi le sicurezze che io cerco x una relazione stabile nel tempo senza montagne russe...questo mi fa male ma lo accetto e vado oltre sperando in un uomo adatto a me...diversamente,sarei stata la persona+felice al mondo.ma io non vivo di compromessi,dunque,lascio soffrire il mio cuore e do pienamente ragione al mio cervello che sa cosa va bene x me...i tempi saranno pur cambiati,ma le persone SERIE restano SERIE.
    2
    Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  3. Avatar di Sofia

    Sofia 8 anni fa (23 Dicembre 2011 16:14)

    Ciao Rosita, concordo con Paolo, non vedo crescita personale nel fare chiodo scaccia chiodo per "dimenticare" una persona che ci ha fatto del male e continua , anche inconsapevolmente (forse), a farne. L'amore verso di te lo dimostri nel momento in cui ci tieni talmente tanto alla tua persona da preferire te stessa ed il tuo benessere a lui e le sue attenzioni ....sempre. Ti auguro un sereno Natale :)
    1
    Rispondi a Sofia Commenta l’articolo

  4. Avatar di ELEONORA

    ELEONORA 8 anni fa (23 Dicembre 2011 18:22)

    chiodo scaccia chiudo?CONCORDO.non è di quello che parlo,però...
    0
    Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  5. Avatar di rosita

    rosita 8 anni fa (23 Dicembre 2011 18:18)

    @Eleonora, come ti capisco, siamo in due a far soffrire il cuore e a dar retta al cervello, ma d'altronde se siamo fatte di un certo stampo è così che vanno le cose..... @Sofia, nella mia vita non ho mai fatto chiodo schiaccia chiodo per dimenticare una persona, quando ero io pronta a vivere una nuova storia e la persona precedente era uscita dalla mia vita solo allora entrava nel mio cuoro un altro.....non è così ovvio e naturale che la persona più importante sono io, che l'amore per me stessa ha la priorità su tutto. @A tutti voi auguro un sereno Natale
    0
    Rispondi a rosita Commenta l’articolo

  6. Avatar di theinfoteca

    theinfoteca 8 anni fa (25 Dicembre 2011 19:50)

    E' un ottimo articolo. Trovare la persona giusta a volte non sembra così difficile, ma in realtà quando hai bisogno diventa molto difficile.
    0
    Rispondi a theinfoteca Commenta l’articolo

  7. Avatar di kri

    kri 8 anni fa (27 Dicembre 2011 18:02)

    penso che ELEONORA affermi un altro chiodo VS chiodo: non e con l'entrata di un'altro che si dimentica... non si dimentica mai, ma è vero il contrario: nel momento in cui entra un altro nel cuore, significa che sei disposta ad accettarlo, quindi non senti più il MALE a causa del primo. Baci
    1
    Rispondi a kri Commenta l’articolo

  8. Avatar di Sara

    Sara 5 anni fa (30 Ottobre 2014 15:04)

    Grazie Ilaria, caspita, sembra fatto per me questo articolo, arriva proprio nel momento giusto!!!!
    0
    Rispondi a Sara Commenta l’articolo

  9. Avatar di Rosagiulia

    Rosagiulia 5 anni fa (30 Ottobre 2014 23:55)

    Questo articolo mi ha toccato profondamente... Proprio perche ho vissuto piu' volte queste sensazioni... Ma l obiettivo piu ' importante e' amarsi davvero... Ed ho ricominciato da qui, proprio oggi. Da me, e dalla comprensione benevola per le mie salite e discese, ma fiera dell mio cammino... Grazie Ilaria!
    1
    Rispondi a Rosagiulia Commenta l’articolo

  10. Avatar di Rossella

    Rossella 4 anni fa (10 Aprile 2015 19:57)

    Senso di fastidio e rifiuto e voglia di abbandonare tutto e rassegnarmi a vivere la vita per come l'ho sempre vissuta finora,nel limbo. Ma poi mi torna un grande senso di insoddisfazione che mi tormenta e mi spinge a fare ancora un tentativo per migliorare. E' dura perché i buoni esiti stentano ad arrivare e io mi demoralizzo troppo facilmente. Sto provando a cambiare e a dare una nuova rotta alla mia vita perché sono stanca di stare male per tutto e credo che in questo ci sia un pizzico di amore per me stessa anche se in questo ambito ho ancora una lunghissima strada da percorrere. Però,a volte,non si può e non si deve tornare indietro.
    2
    Rispondi a Rossella Commenta l’articolo

  11. Avatar di Daniela

    Daniela 4 anni fa (11 Aprile 2015 11:34)

    Questo articolo mi calza a pennello. Purtroppo ho dovuto constatare che devo fare ancora un po' di strada per imparare a volermi bene. Ho dato fiducia una seconda volta ad un uomo che non è cambiato ed è sparito, trattandomi pure male. I segnali del sostanziale disinteresse c'erano tutti ed io non ho voluto vederli, confusa dai suoi comportamenti ambigui e altalenanti. Anche stavolta ha inventato scuse improbabili per allontanarsi e io non ho avuto il coraggio di tagliare prima. Anche stavolta mi ha preceduto. E' passato qualche giorno e rifletto: in fondo non ho perso granchè: non mi ha neppure comunicato la sua decisione con un confronto reale, è rientrato ed è riuscito nella mia vita come più gli è aggradato. Un codardo. Mi rimprovero solo di aver creduto alle sue belle parole, sminuendo me stessa.
    3
    Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

  12. Avatar di Alessia

    Alessia 4 anni fa (6 Giugno 2015 15:54)

    Oh, ecco. Grazie Ilaria, hai sintetizzato quello che provo in questo momento. Io rifiuto di darmi tutte le colpe e al contempo non so come non darmele. Ma si continua a cercare anche se fa male. Buon weekend!
    1
    Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

  13. Avatar di Sara

    Sara 4 anni fa (10 Ottobre 2015 23:59)

    Capisco bene quello che vuoi dire...negli ultimi anni sto appunto cercando di migliorarmi...e più scopro e più certe volte mi rimprovero ...penso "quante cazzate sprecate". Eppure in fondo se non erano per quelle stronzate fatte...io non sarei qui forse. Quant'è difficile non rimproverarmi a volte...difficilissimo...vorrei essere quasi una specie di macchina umana perfetta azzeccata e mi ritrovo invece nella piena umanità. Tutto parte dall'amarsi...
    0
    Rispondi a Sara Commenta l’articolo

  14. Avatar di minou

    minou 4 anni fa (6 Giugno 2015 16:54)

    Oddio, Ilaria. Tutto ultimamente mi porta alla mancanza di amore per me. Io il senso di rifiuto ce l'ho eccome (e in realtà anche una discreta dose di rabbia, sì, sono arrabbiata ma non con me). Leggo, ricerco e analizzo... ma come ci si ama all'atto pratico? PS: la nuova gestione dei commenti nel sito mi ha portato qui! Non conoscevo l'articolo... quindi è una gestione valida! :-)
    4
    Rispondi a minou Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 anni fa (7 Giugno 2015 10:50)

      @ Minou: pensa a chi sta molto peggio di te! A me, per esempio, che non ho ancora capito che cosa trovate di diverso nella gestione dei commenti e che non riesco a capire (nemmeno con il valido aiuto del nostro fantastico webmaster, giovane e sveglio) cosa trovate efficace e cosa no. (: :(. Ovviamente quello che ho detto relativamente a pensare a chi sta peggio di te è una battuta: non farlo mai, non c'entra e non c'entra con l'amare se stesse. E sì, tutto, ma proprio tutto, passa dall'amore di sé, se non c'è quello tutto il resto è inutile . E la troppa ricerca è proprio un sintomo della mancanza di amore di sé (questa di solito è una rivelazione sconvolgente per le mie clienti). Sull'amore di sé ne scrivo parecchio sempre sul blog, un po' esplicitamente, un po' tra le righe. Ci sono molti articoli dedicati al tema (cerca su: valore, amore, timidezza) e di sicuro ci ritornerò.
      5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di minou

      minou 4 anni fa (7 Giugno 2015 12:22)

      Ah ah ah, Ilaria, meno male che è una battuta! Per un attimo, giusto il tempo di leggere il lancio del commento in calce alla home, mi ero spaventata! Che bello che ci sei, guarda! Lo so che sono monotona a ripeterlo sempre ma sei il mio punto fermo!!! Sì, mi stava venendo il sospetto che tutta sta ricerca fosse un tentativo per avvicinarmi almeno a una parvenza di affetto per me. È che non ho molte risorse in merito. Magari potrei andare dal parrucchiere invece di tosarmi i capelli con le cesoie come ho fatto negli ultimi anni? Potrei comprare una volta una cosa per me e non per pargoli o il nido? Potrei provare il brivido di ritagliarmi un'ora e entrare in una palestra? Credo che l'ultima volta che l'ho fatto fossi minorenne... capito di che parlo? Sono proprio un caso grave. E comunque mi vengono in mente solo modi materiali di dimostrarmi affetto. Cioè modi che comportano una spesa. Per il resto, sono una creativa. Mi confeziono abiti, mi tengo in forma senza palestra e anche con i capelli mi ci diverto a modo mio. Ma probabilmente nessuna donna come si deve farebbe come me. E quindi forse sono io a essere strana. Cioè, leviamolo pure il forse... magari mi devo semplicemente comprare una borsa firmata. Che cavolo, una borsa firmata e sono in regola pure io! E invece non ci riesco manco se mi regalano i soldi per farlo... Per quel che riguarda i commenti, tranquilla Ilaria, non c'è proprio niente che non va. Il sito è bellissimo!!! I cambiamenti spaventano sempre, anche quando sono in meglio. Ma secondo me è solo una questione di pigrizia umana. Diciamo che c'è chi ha bisogno dei cambiamenti e chi li eviterebbe sempre e comunque. Io sono favorevole e non perché sono un'irrequieta. Non solo almeno. Un abbraccio grande. E grazie, grazie davvero!
      3
      Rispondi a minou Commenta l’articolo

    • Avatar di Flora

      Flora 4 anni fa (5 Dicembre 2015 22:02)

      Sai minou, devo ringraziarti. Ero proprio alla ricerca di modi per amarmi meglio e l' Universo non solo mi ha portata a questo splendido articolo, ma anche al tuo commento. Tu hai elencato modalità di amarti " materialiste" e, in un certo qual modo, superficiali e poi hai elencato, sminuendole una serie di splendide qualità di cui andarne fierissima. " nessuna donna come si deve farebbe come me" E chi stabilisce che una donna è " come si deve"? Come si deve? Ma secondo quali criteri? È proprio questo il punto... Io non ho mai riconosciuto le mie qualità. Come te, io non le vedo come tali. Io non mi conosco e il presupposto dell'Amore è la conoscenza. Grazie mille!
      5
      Rispondi a Flora Commenta l’articolo

    • Avatar di minou

      minou 4 anni fa (6 Dicembre 2015 9:56)

      Grazie a te, Flora! Mi hai riempito il cuore di buonumore, sai? Un abbraccio
      2
      Rispondi a minou Commenta l’articolo

  15. Avatar di Maria

    Maria 2 mesi fa (30 Giugno 2019 0:50)

    Grazie, è di vitale importanza il tema che hai toccato.
    0
    Rispondi a Maria Commenta l’articolo