Non stare sulla corda! (Il segreto per la felicità)

Tu vuoi essere felice o no?

:) Non è una domanda provocatoria, sai?

O, almeno, non ha intenzione di essere provocatoria.

La verità è che c’è un sacco di gente che crede, pensa e dice di voler essere felice, ma, in realtà, non vuole davvero essere felice, se no farebbe attivamente qualcosa per realizzare la propria felicità.

Ma questo, a dirla tutta, non è il tema centrale di questo articolo.

Il tema centrale di questo articolo è un altro.

Il tema centrale di questo articolo è la via breve e semplice alla felicità.

Stai pensando che esagero? Stai pensando che ti sto prendendo in giro? Nient’affatto! Continua a leggere.

Ebbene, vuoi sapere qual è il piccolo – in realtà grande – segreto per la felicità?

La via maestra per essere attraente carismatico/a, sereno/a nella tua vita (anche se sei single) e nella tua vita sentimentale?

Vuoi sapere qual è l’ingrediente segreto che, aggiunto alla ricetta della tua vita, della tua giornata e della tua relazione sentimentale ti permette di raggiungere il punto massimo della soddisfazione e dell’appagamento?

Ebbene, questo ingrediente segreto è l’equilibrio.

Ma che cos’è esattamente l’equilibrio?

Va bene, ora mi spiego meglio.

Gli estremi non pagano mai

Gli estremi non ti portano alla felicità ma semmai al bisogno e alla dipendenza.

Gli estremi sono il contrario dell’equilibrio.

Il troppo stroppia.

L’esagerazione non porta da nessuna parte, in nessuna direzione.

Facci caso: tutta l’esistenza del mondo ruota attorno all’equilibrio.

Troppo di qualcosa è pericoloso o addirittura distruttivo, troppo poco non è sufficiente,  non basta, è spesso totalmente inutile.

Anche nella tua vita, anche nella tua giornata, anche nella tua relazione, se hai una relazione e se nella tua relazione non c’è equilibrio…

So bene che può essere difficile mantenere un perfetto equilibrio nella tua vita.

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Quel che succede molto frequentemente, probabilmente anche a te, è che si oscilla tra i due estremi del “troppo” e del “troppo poco”.

Invece, ahimé, succede molto più raramente di raggiungere la tranquilla posizione di un rilassante equilibrio.

Il fatto è che, l’equilibrio, esattamente come la felicità, si può costruire, si può raggiungere, si può realizzare.

Tu puoi realizzare il tuo equilibrio.

E quando raggiungi il tuo punto di equilibrio, arrivi alla tua felicità.

E sai perché?

Perché l’equilibrio è un fattore che si autoalimenta. Non solo: l’equilibrio ti permette di focalizzarti sulle aree più important della tua vita senza perdere il controllo delle altre aree.

C’è un insieme di fattori che contribuisce a realizzare una vita felice: le tue relazioni – certo! – , la stabilità e la sicurezza economica che hai, i tuoi hobby e le tue passioni personali, i tuoi amici e la tua vita sociale, il tuo stato di salute e di benessere personale, il fatto che il tuo lavoro ti piace, il fatto che hai il controllo delle tue emozioni, il fatto che vivi serenamente e intensamente il tuo rapporto con la spiritualità

Avere equilibrio non significa che ciascuna di queste aree deve essere per forza in totale e perfetto bilanciamento sempre e costantemente.

Non significa nemmeno che tu devi concentrarti e impegnarti sempre in modo equivalente su tutte queste aree.

Questo, di solito, è uno dei primi aspetti che metto in chiaro, insieme con i miei clienti che compiono il loro percorso di coaching con me: non è affatto necessario tenere sempre tutto sotto controllo assoluto!

Ci mancherebbe altro!

Avere equilibrio e ricercare il punto di equilibrio significa scegliere e definire  quali sono le aree più importanti della tua vita in ciascun momento del tuo percorso personale e, nello stesso tempo, non trascurare quello che hai deciso che, in quel determinato momento, non è poi così importante.

In questo modo, quando, per te, arriva il momento di cambiare le tue priorità e le “cose che sono più importanti per te”, sarai perfettamente e facilmente in grado di spostare la tua attenzione e la tua concentrazione, mantenendo intatto il tuo livello di serenità e di felicità.

Ora ho una domanda interessante che ti riguarda: quali sono le aree della tua vita che, in questo momento, si meritano il massimo della tua attenzione e della tua energia?

E’ importante che tu ne scelga almeno tre e non più di quattro…

Approfondiremo questo discorso.

Se vuoi far tuo uno strumento molto utile alla tua crescita personale e – soprattutto – sentimentale, accetta la sfida de “I 7 Pilastri dell’Attrazione”.

Prenditi la libertà di condividere questo articolo su Facebook o su altri social (i pulsanti per farlo sono qui sotto).

Lasciami i tuoi i commenti e sentiti libero/a di farmi tutte domande che vuoi.

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

26 Commenti

  1. Avatar di Umberto

    Umberto 8 anni fa (12 Dicembre 2011 9:17)

    Ancor prima di iniziare a leggere il tuo articolo Ilaria sapevo già che la risposta fosse "trovare equilibrio"; lo sostengo spesso anch'io nel mio blog e credo veramente tantissimo in questo processo. Riscoprire il proprio equilibrio secondo me significa vivere serenamente in tutti i campi della nostra vita: amore, famiglia, benessere fisico, benessere economico, gestione del tempo, spiritualità e generosità (spero di non averne dimenticato nessuno). Significa anche rifiutare alcuni comportamenti "eccessivi" o "estremi" che altre persone cercano in qualche modo d'importi per conformarti alla società. Di esempi ce ne possono essere diversi, uno che mi piace sottolineare è quello del fumo: se inizi a fumare perchè credi - o ti fanno credere - di essere figo, stai solamente andando fuori strada, ti stai allontanando per tua scelta da quell'equilibrio che invece dovresti perseguire.
    Rispondi a Umberto Commenta l’articolo

  2. Avatar di luca

    luca 8 anni fa (28 Dicembre 2011 22:25)

    beh io una gran ferita nel cuore ce l'ho,son letteralmente stato preso in giro da una donna che ha fatto strage del mio cuore e ha una lista lunga di uomini alle spalle..non sono stato in grado di riconoscere all'inizio la verità poichè la persona ha due personalità,una splendida,l'altra meschina davvero,chi l'ha conosciuta dice sia una mente criminale di sentimenti quasi,ci sono cascato anche io quanto gli altri...il dolore è tanto ma il tempo guarirà la ferita ed ora posso seguire anche i tuoi consigli,perchè lo merito,sono un bravo ragazzo,dolce,gentile ed onesto,merito un amore vero e maturo,da favola e se guardo in giro così prima o poi lo trovo...spero..Ciao Ilaria e grazie,sono parole confortanti le tue,condivido appieno.
    Rispondi a luca Commenta l’articolo

  3. Avatar di Filippo

    Filippo 8 anni fa (12 Dicembre 2011 19:18)

    Ma diciamo che il lavoro stà al primo posto, poi io credo che trovare la persona giusta sia come giocare al lotto è una questione di fortuna e soprattutto io credo nel destino se nn deve essere è inutile deve andare cosi nn serve nessun manuale!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    Rispondi a Filippo Commenta l’articolo

  4. Avatar di ELEONORA

    ELEONORA 8 anni fa (12 Dicembre 2011 19:41)

    ho preso spunto da KRI:GRAZIE!! novità:ho fatto un passo indietro col capo nr3...dopo la scorsa lite sul fatto che,mio malgrado,lo faccio sentire INADATTO a me...e visto che non molla,anzi,x il suo compleanno a giorni,dopo7mesi di accanito corteggiamento,mi ha fatto la richiesta x un BACIO...stavolta,vado contro la mia mente e glielo do!! primo,perchè ha avuto una pazienza ed una tenacia e forza UNICA a resistere alle mie CRITICHE FEROCI su chi,come lui,vive certe realtà;secondo,perchè credo abbia veramente bisogno di un affetto diverso da quello che ha finora incontrato e poi perchè vedo del BUONO in lui...e ne ho bisogno anch'io x crescere ed esser un pochino+umana...io,che son un"marziano"x molti.e che DIO vegli su di me...
    Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  5. Avatar di ELEONORA

    ELEONORA 8 anni fa (12 Dicembre 2011 19:33)

    Sicurezza economica/soddisfazione lavorativa - Ok (praticamente vivo del mio amatissimo lavoro,nonostante la crisi lo renda assai difficile_Hobby -non trovo+tempo per dipingere a vetro(un ritratto mi prende da 1 settimana a 20gg di lavoro,mal di schiena compreso)faccio un pò di sport..._Amici - li rinnovo periodicamente come il guardaroba se non mi meritano _Vita sociale - Limitata al lavoro(le uscite serali,mi annoiano)_Salute/benessere - son super-energetica,dicono._Controllo dei SENTIMENTI - controllo la gelosia(sentimento che detesto),lavoro sulla mia profonda timidezza..._Spiritualità - INFINITA:)))
    Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  6. Avatar di rosita

    rosita 8 anni fa (16 Dicembre 2011 9:25)

    @Kri, mi dispiace saperti ancora triste, per me sarebbe difficile mascherare le mie emozioni, riuscire a controllare le mie emozioni, a volte vorrei proprio riuscirci altre volte mi dico va bene così, e solo questione di trovare il giusto equilibrio tra il troppo e il poco.....ti abbraccio forte
    Rispondi a rosita Commenta l’articolo

  7. Avatar di kri

    kri 8 anni fa (13 Dicembre 2011 13:34)

    @Eleonora: UN BACIO????? Sono anch'io ad aspettarlo (uno unico!!) per "chiudere", perchè ad immaginarlo proprio non ci riesco... complimenti al capo3 (ne faccia buon uso!!) e un buffetto a te per la gentilezza :-* @Rosita: Le emozioni NON si possono controllare... al massimo mascherare bene!!, forse si può lavorare sui sentimenti (=reazioni della mente inconscia a situazioni che creano emozioni). Ma in fondo mi chiedo: Vale la pena equilibrare? Non è che ci si perde? Magari sono eccessivamente triste ma per contro sono fantasticamente esultante! o no?
    Rispondi a kri Commenta l’articolo

  8. Avatar di silvy

    silvy 8 anni fa (13 Dicembre 2011 0:06)

    Equilibrio. Una parola splendida e un concetto delicato e fragile come un castello di carte. Può tenere per chissà quanto ma quando nn te lo aspetti...credevi di aver raggiunto questo fatidico equilibrio che tutti andiamo cercando ma poi un attimo,un luogo,un profumo,una canzone,un modo di dire,un niente e le ferite si riaprono. Ma forse non è neppure questo che distrugge il nostro castello. Per me l'equilibrio si costruisce con un gran lavoro su di sé e sulle proprie fragilità e anche un pò,come dici tu Ilaria, non concentrandosi mai esclusivamente su una cosa ma lasciando aperto sempre un ventaglio di possibilità ed interessi. Ci aiuterà quando sarà ora di cambiare direzione e nella vita le direzioni da prendere x me sono state anke molto e imprevedibilmente diverse... Ma dicevi 3cose e non più di 4? Allora direi amore,lavoro e amicizia. Abbraccio
    Rispondi a silvy Commenta l’articolo

  9. Avatar di ELEONORA

    ELEONORA 8 anni fa (12 Dicembre 2011 16:40)

    verissimo,cara ILARIA:ti rispondo DOPO...;))))c'ho da fa'!!!
    Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  10. Avatar di rosita

    rosita 8 anni fa (12 Dicembre 2011 20:26)

    @Ilaria, io sono tra quelli che oscillano tra il troppo e il troppo poco, tra un atteggiamento distruttivo a quallo inutile, raggiungere l'equilibrio è la meta a cui ambisco, un piccolo passo alla volta, in questo momento le aree della mia vita che, si meritano il massimo della mia attenzione e della mia energia sono il mio stato di salute e di benessere personale, il fatto che sto svolgendo un lavoro che mi piace, assolutamente non ho ancora il controllo delle mie emozioni, e che cosa intendi per vivere serenamente e intensamente il mio rapporto con la spiritualità?
    Rispondi a rosita Commenta l’articolo

  11. Avatar di kri

    kri 8 anni fa (12 Dicembre 2011 15:39)

    Sicurezza economica/soddisfazione lavorativa - Ok (momentaneamente) Hobby - Ok (quasi) Amici - Voglia di cambiamento Vita sociale - Limitata Salute/benessere - Ok (fino ad ora) Controllo dei SENTIMENTI - Lavoro profondo Spiritualità - Ok (stabile) @Serenella&Roberta: Accontentarsi ? Spesso è la strada più soddisfacente! Autostima: se è troppa allontana le persone "giuste" e attira le "rogne" Scusate ma sono ancora un po cattivo...
    Rispondi a kri Commenta l’articolo

  12. Avatar di Gianluca

    Gianluca 8 anni fa (18 Dicembre 2011 9:15)

    Ciao Ilaria, mi hai colpito molto quando hai detto: "l’equilibrio è un fattore che si autoalimenta". In quel preciso istante, ho sentito dentro di me una sensazione di liberazione e di pace. Ho percepito come "un silenzio tra la folla" ed è stata una sensazione gradevolissima e appagante. Era un pensiero che girava nella mia mente da tempo ma non riusciva a trovare sfogo attraverso le parole. Hai presente? Con una frase semplice hai espresso un concetto molto profondo e toccante.. Ad essere pienamente sincero con te, mentre leggevo l'articolo e riflettevo su quello che hai scritto, ho provato un doppio stato d'animo: da una parte c'era l'enfasi, e dall'altra una tristezza incredibilmente forte.. "Quante persone riescono veramente a trovare la chiave della loro felicità?" La maggior parte è accecata così tanto dai beni materiali, che poi si scorda la vera essenza per la quale vive.. Non so se ci hai fatto caso, ma ormai non è poi tanto difficile vedere persone rincorre obiettivi inutili, e solo dopo, capire di "non aver capito".. Se forse ognuno di noi mettesse un pò più "del suo" invece di inseguire la massa come se fosse un unico cervello, probabilmente non sarebbe così difficile parlare di equilibrio al giorno d'oggi! Brava Ilaria, un articolo davvero eccellente! Ti saluto. Gianluca
    Rispondi a Gianluca Commenta l’articolo

  13. Avatar di SERENELLA

    SERENELLA 8 anni fa (12 Dicembre 2011 10:23)

    ..interessante, ma se per me l'ambito più importante riguarda la professione....e faccio un lavoro che non mi appaga per nulla e che nn posso cambiare per ovvi motivi (crisi, età, mancate competenze)..ecc....come posso fare? avessi dato importanza all'università quando era il momento...e avessi dedicato più tempo a pensare davvero a cosa AVREI VOLUTO FARE DA GRANDE... bè, ora sarebbe diverso....grazie.Arriva per tutti l'occasione per essere felici, ma se la perdi...puoi e devi solo accontentarti...grazie mille.
    Rispondi a SERENELLA Commenta l’articolo

  14. Avatar di roberta

    roberta 8 anni fa (12 Dicembre 2011 13:15)

    Per Serenella e Ilaria : io ho dato importanza all'università, ho due lauree, un sacco di titoli vari, un lavoro gradevole...e non sono appagata lo stesso...quindi valutate. La verità è che, per quanto mi riguarda, inseguo da anni la mia autostima che corre davanti a me ben distanziata e velocissima eh eh eh. Per Ilaria: la mia autostima mi sfugge perchè do molto peso al giudizio degli altri, voglio essere accettata e considerata. Non so prescindere dagli altri che mi sembrano più competenti di me. Quindi sono molto scoperta e mendico.Ho passato 10 anni in una chiusura totale e sembravo stare bene..in quel periodo ho preso la mia seconda laurea. Però ad un certo punto sono riemersa affamatissima di affetto e voglia di amore...senza ottenerlo. Imiei LUI se ne vanno chiudendosi in una incomunicabilità rocciosa. Sto appena lasciando andare dolorosamente l'ultimo LUI con la mia autostima nelle sue tasche...ho soltanto...47 anni eh eh eh. Non ricordo quand'è che sono entrata in questa spirale...dovevo essere piccolina assai...ma non ne vengo fuori pur essendo una persona in gamba e intelligente e anche carina. Ciao Ilaria
    Rispondi a roberta Commenta l’articolo

  15. Avatar di Valeria

    Valeria 8 anni fa (12 Dicembre 2011 15:54)

    Sono d'accordissimo sul fatto che il segreto della felicità sia l'equilibrio perchè l'ho provato in prima persona e so che è così. Ma quando l'equilibrio lo perdi per cause indipendenti dalla tua volontà o dal tuo impegno e non riesci a ritrovarlo perchè non tutto dipende da te... cosa fai? Mi dispiace cara Ilaria, ma la fortuna (o fato o caso o destino) conta molto nella vita... bisogna accettare il fatto che non tutto dipende da noi. Tanto per fare un esempio, se non riusciamo a trovare un lavoro appagante perr la semplice ragione che a causa della grave crisi economica quel lavoro non c'è cosa possiamo fare? Potrei fare molti altri esempi, ma vi assicuro che l'ottimismo e la positività e l'impegno aiutano ma non sempre risolvono. Ciao!
    Rispondi a Valeria Commenta l’articolo

  16. Avatar di Elena B

    Elena B 8 anni fa (15 Dicembre 2011 15:04)

    ciao!! secondo me per avere equilibrio ci vuole un gran lavoro.... su tutti i fronti della propria personalità e delle propria vita... sto lavorando tanto su me stessa, per riconoscermi valore e dare + qualità a diversi aspetti della mia esistenza... per scoprire cos'altro voglio e posso esprimere nella mia vita e dai quali trarre soddisfazione ... felicità !!
    Rispondi a Elena B Commenta l’articolo

  17. Avatar di ELEONORA

    ELEONORA 8 anni fa (12 Dicembre 2011 21:34)

    la felicità è dentro di NOI :))) PERSONALMENTE,NONOSTANTE I GROSSI DISPIACERI ,la mancanza di un amore come vorrei(ma poi è davvero ciò di cui mi necessita???),un lavoro che adoro ma che è assai impegnativo..sono FELICE. ieri,mi son fatta un regalo:bijoux x capodanno e non solo...un anello stupendo stile MARTA MARZOTTO x intenderci ma molto+raffinato,con pietre varie sul rosa ,incastonate su fascia dorata ...un bracciale con perle nere e maglie intrecciate argento e oro...collana ultra lavorata con piccole rose color cipria,palline ,e anelli di varia grandezza, dorate...ero colla mia amica(non esco+con lei:giuro!)e vederle esposte lì... insomma,era un peccato lasciarle !!! ecco,averle prese mi ha fatto BENE,non è stato un regalo inutile ,x quanto impegnative,alcune si possono indossare pure di giorno e fanno risaltare anche un semplice dolcevita nero!! :)))
    Rispondi a ELEONORA Commenta l’articolo

  18. Avatar di Erick

    Erick 8 anni fa (14 Dicembre 2011 16:19)

    Equilibro = buon senso. Per me questo potrebbe essere un buon binomio iniziale... Per avere buon senso e quindi equilibrio credo ci voglia una grandeeeee pazienza. La mia c'è, ma diminuisce di giorno in giorno, perchè il tempo passa molto velocemente e più passa, più invecchi e più pretendi. Si diventa sempre più esigenti (alzi la mano chi non lo è !).Quando si entra in questi meccanismi le cose si complicano molto e ci vuole un gran savoir faire. Diventa una sfida con te stesso e con ciò che ti capita di giorno in giorno nella quotiniatità. E' una lotta. Sta a noi fare dei percorsi di ricerca interiore per trovare gli strumenti ed i canali adatti ad averla vinta. Molti a 30 anni si credono maestri di vita. Io sono vicino ai 47 e ho voglia di imparare cose nuove e di migliorarmi sempre. Bisogna provare, sperimentare, mettersi in gioco e con l'esperienza, imparare anche il modo migliore di porsi. Io la vedo così e sto cercando di riuscirci. Non è facile e non è impossibile...
    Rispondi a Erick Commenta l’articolo

  19. Avatar di kri

    kri 8 anni fa (12 Dicembre 2011 17:48)

    @Valeria: Se non si trovo il posto che piace a me probabilmente... devo inventarmelo! Ma com'è il posto che piace a me?:-( . Ritengo che l'equilibrio che descive Ilaria sia passare da -1 a +1 anzichè da -10 a +10; se stesse sempre a 0 non sarebbe più equilibrio ma staticità e immobilismo. Hai ragione i fatti esterni incidono notevolmente ma avvengono proprio quando ci stiamo fossilizzando interiormente (nel bene o nel male).Baci
    Rispondi a kri Commenta l’articolo

  20. Avatar di santo

    santo 8 anni fa (12 Dicembre 2011 23:19)

    Ciao ilaria, le tue parole centrano sempre il bersaglio. Agli occhi degli scettici potrebbero sembrare banali ed ovvie, eppure quesgli stessi scettici sono in realtà le persone che apparentemente sembrano vivere una vita al massimo e poi quando si lasciano andare scopri che stanno soffrendo e il più delle volte la sofferenza dipende proprio da quell'equilibrio di cui tu parli. Anche io pensavo di avere il mio equilibrio ma quando le apparenti certezze sono crollate ho capito tante cose ed oggi posso essere fiero di un percorso che mi sta riportando verso un vero equilibrio ed è l'equilibrio che nasce dalla saggezza, dalle esperienze di vita, dal condividere con altre persone, dal desiderio di continuare a crescere e migliorare.
    Rispondi a santo Commenta l’articolo