Anche tu ti lasci ipnotizzare da San Valentino?

Se vuoi attrarre la persona giusta per te e realizzare una relazione molto soddisfacente – ma anche avere una vita equilibrata e serena, con tutto quello che desideri davvero per te – è necessario che tu non cada vittima dell’”ipnosi collettiva sui sentimenti”.

Che cos’è l’”ipnosi colletiva sui sentimenti”?

Quel tipo di persuasione operata dalle convinzioni/costrizioni più comuni che giungono dall’esterno, spesso da più parti e sempre in maniera martellante, a proposito di attrazione, amore e sentimenti.

Devi imparare a pensare in proprio, con la tua testa e a perseguire quello che è bene per te e non quello che la “cultura” che ti circonda ti vorrebbe spingere a desiderare, pretendendo di indicarti che cosa fare e dove andare nella tua vita.

Oggi mi voglio occupare di nuovo di questo tema molto importante e me ne occupo prendendo spunto dal fatto che ci troviamo nel periodo “caldo” di San Valentino, il 14 febbraio.

Già “sento” quello che stai pensando: “Oh che noia! Oh che fastidio! Adesso anche Ilaria si mette a scrivere di San Valentino! Già siamo sommersi e ci si mette pure lei!…”.

Come darti torto? Sono d’accordo con te!

Premetto che non ho nulla contro la celebrazione dell’amore e del sentimento che unisce una coppia. Anzi.

Celebrare e festeggiare i propri successi, le ricorrenze importanti e le date memorabili per noi, è essenziale per rafforzare in noi stessi e negli altri i sentimenti di soddisfazione, gratitudine e appagamento per quello che abbiamo e che abbiamo realizzato nella nostra vita.

Io non impazzisco per San Valentino, quello che molti definiscono il “giorno più romantico dell’anno” e sai perché?

Perché nella stragrande maggioranza dei casi non ha niente a che vedere con sentimenti ed emozioni autentici, con l’amore tra due persone e la sua sincera (e giusta) celebrazione ed esaltazione.

Ha invece molto a che vedere con l’incremento di fatturato dell’industria dei cioccolatini, l’aumento vertiginoso dei prezzi dei fiori – e delle rose rosse in particolare – e la vendita smisurata di cartoline e biglietti colorati (oltre che di tanti altri gadget di vario genere).

E, soprattutto, per sostenere un giro d’affari che di anno in anno tende ad allargarsi sempre di più, San Valentino, ha molto a che vedere con una campagna di comunicazione massiccia che trasmette un’idea un filo distorta dei sentimenti, dell’amore e dei rapporti di coppia.

Cioè: se San Valentino viene considerato un giorno come molti altri nel quale manifestare i propri sentimenti alla persona amata (perché l’amore c’è tutto l’anno, non solo quando lo dicono il calendario, le riviste, i commercianti e i ristoratori), cenare a lume di cadela e “trasgredire” mangiando cioccolatini a piacimento, ben venga.

Anzi, credo che San Valentino, interpretato in questo modo, debba ricorrere molto, ma molto più spesso di una sola volta all’anno. Ma per questo è facile: basta decidere di festeggiare un autentico (e appassionante) San Valentino ogni giorno della propria vita.

Il fatto è che, oggi come ogg,i San Valentino è diventata – per motivazioni esclusivamente commerciali -l’occasione per eccellenza nella quale operare l’ipnosi (cioè la persuasione) di gruppo sui sentimenti di cui parlavo poco sopra.

Sia ben chiaro:  non ho nulla contro coloro che fanno affari su San Valentino.  Credo che gli aspetti economici della vita siano molto importanti ed è giusto che chi ha un’impresa la gestisca al meglio per i propri affari. E che chi fornisce prodotti e servizi cerchi il massimo della ricompensa per il proprio lavoro e che tale ricompensa gli spetti di diritto per quanto fa per gli altri.

In realtà il mondo in cui viviamo è intriso di convinzioni limitanti e depotenzianti sui sentimenti e sulla sessualità, che vengono trasmessi dai mezzi di comunicazione.

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

E, mi tocca dirlo, anche, seppure in modo diverso, dalla famiglia e da chi ti sta intorno (amici compresi).

Solo che a San Valentino tutto ciò assume proporzioni molto più grandi.

Ed è per questo che io ho voluto dedicare al tema questo articolo.

Perché è importante che tu sia pienamente consapevole e totalmente in controllo dei messaggi che ti vengono inviati da più direzioni e che possono influenzare in modo negativo la tua percezione delle emozioni, dei sentimenti e di tutto ciò che riguarda il rapporto di coppia.

Di fatto che succede?

Succede che a San Valentino chi è single si sente depresso.

Ma anche chi è in coppia non si sente molto bene.

Molti uomini sono preoccupati di non dimostrarsi all’altezza delle aspettative della compagna: il regalo sarà quello giusto? Le propongo una cena intima a casa o la porto a mangiare fuori? La trattoria tipica andrà bene o devo puntare sul ristorante chic? Quanto mi toccherà spendere per i fiori?

Le donne da parte loro hanno molte questioni aperte: è San Valentino, quanto sexy e sensuale dovrò essere?

Chi è all’inizio di una relazione poi è nell’incertezza più totale: quanta importanza devo dare alla festa di San Valentino in modo tale da non essere frainteso/a dal/la mio/a partner?  Cioè in modo che non si faccia aspettative esagerate su di me e che non rimanga nemmeno deluso/a?

Preciso che ci sono moltissimi single e moltissime coppie che non vivono questo “disagio” rispetto a San Valentino.

E sono abbastanza certa che coloro che vivono serenamente San Valentino, vivono serenamente il loro essere single e il loro essere in coppia. In definitiva: vivono serenamente il loro rapporto con i sentimenti.

E chi vive serenamente il proprio rapporto con i sentimenti è padrone della propria vita e ha rifiutato e rifiuta di pensare secondo il modo di pensare comune, che instilla sensi di colpa e di inadeguatezza  oltre a idee preconcette riguardo all’essere single o all’essere accoppiati.

E tu, quanto sei in controllo delle tue idee e dei tuoi pensieri che riguardano i sentimenti e la persona giusta per te?

Lasciami un commento con le tue opinioni, sensazioni, considerazioni.

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

201 Commenti

  1. Avatar di Eleonora

    Eleonora 8 anni fa (18 Febbraio 2011 17:28)

    AMINA... l'uomo"maledetto"è solitamente quello che ci sa fare di+(dunque,piace maggiormente) e può esser di2 tipi: 1) il classico latin lover 2)l'ex uomo tranquillo e trasparente,imbranato,che si è sposato in relativa giovane età ,senza aver maturato esperienze abbastanza, che a un certo punto della sua vita,si" sveglia "colla voglia di recuperare il tempo perduto,perchè si sente+sicuro di sè e vuole,pur restando in coppia,divertirsi... BICE,non offenderti,faccio esempi di alcuni uomini che ben conosco...quindi,non generalizzo.:)
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

  2. Avatar di Vanesia

    Vanesia 8 anni fa (18 Febbraio 2011 20:17)

    @Giovanna: per quanto mi riguarda, io non ho mai mantenuto rapporti d'amicizia con un mio ex sia nel caso in cui la storia è finita per mia scelta, sia per sua scelta...sia per scelta di entrambi:-)))) Correggimi se sbaglio, ma credo di aver capito che tu sei ancora innamorata di questa persona....bè, in tal caso sinceramente....non credo possa esserci amicizia. E' meglio tagliare i ponti per un po', prendersi un pausa di riflessione anche quando il proprio ex è un tuo collega...ma cerca di cambiare aria, di stargli lontano. quando sarai pronta, capirai se è possibile parlare di amicizia....o se la tua è solo una scusa per non perdere quella persona..... Riusciresti a parlargli di tuoi eventuali nuovi flirt?e saresti in grado di ascoltare i suoi sfoghi sulle incomprensioni o momenti di gioia vissuti con la sua partner?io non credo....perchè amicizia è anche questa. @TUTTI: non sono intervenuta affatto ma vi sto leggendo appassionatamente...Riccardo, non mi perdo nemmeno un tuo commento....diversamente da prima!
    Rispondi a Vanesia Commenta l’articolo

  3. Avatar di Eleonora

    Eleonora 8 anni fa (18 Febbraio 2011 20:17)

    infatti,cara FRANCESCACHIARA...sta benissimo colla propria coscienza:se ne frega e basta.
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

  4. Avatar di Amina

    Amina 8 anni fa (18 Febbraio 2011 22:05)

    Giovanna, da quello che hai scritto sembra una di quelle situazioni spiacevoli in cui il rapporto è finito tuo malgrado, ma avresti voluto che proseguisse. Se le circostanze sono queste, più che cercare di evitare di interagire con lui per non soffrire, cercadi lavorare su te stessa, sull'attaccamento che hai sviluppato nei suoi confronti. A mio modo di vedere l'attaccamento, il dirsi "Se non è mio non posso essere felice", non è motivato neanche nei rapporti "ufficializzati". Mi sembra che Ilaria abbia scritto diffusamente su questo aspetto.
    Rispondi a Amina Commenta l’articolo

  5. Avatar di Giovanna

    Giovanna 8 anni fa (21 Febbraio 2011 11:18)

    io posso pure essere felice senza lui.... Ma diventa dura per me vederlo giornalmente, e sentire della sua vita con la sua partner.... Incarnava l'uomo che avrei voluto accanto, ma in realtà probabilmente vorrei solo l'uomo che ho idealizzato.... Vorrei staccarmene ma a causa del lavoro devo starci in contatto giornalmente
    Rispondi a Giovanna Commenta l’articolo

  6. Avatar di Ilaria Cardani

    Ilaria Cardani 8 anni fa (22 Febbraio 2011 0:46)

    @ Giovanna: puoi essere felice senza di lui (ne sono certissima) e fai una serie di considerazioni per le quali è evidente che di lui non hai bisogno. Mi rendo conto che vederlo tutti i giorni "per forza" non è piacevole. Ma credo anche che per te sia un'opportunità per tirare fuori nuove risorse e rafforzarti.
    Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di ROBO

    ROBO 8 anni fa (25 Febbraio 2011 13:22)

    A proposito di eccezioni; quando dici che non bisogna cadere vittima dell' "ipnosi collettiva sui sentimenti" cioè quel tipo di persuasione operata dalle convinzioni/costrizioni più comuni che giungono dall’esterno, spesso da più parti e sempre in maniera martellante, a proposito di attrazione, amore e sentimenti. Devi imparare a pensare in proprio, con la tua testa ecc... vale anche x lo scaricare la tua guida x attrarre la persona giusta?... Un abbraccio.
    Rispondi a ROBO Commenta l’articolo

  8. Avatar di Ilaria Cardani

    Ilaria Cardani 8 anni fa (25 Febbraio 2011 14:08)

    @ Robo: certo che sì: è un principio kantiano e voltairiano. Scaricare la mia guida è una scelta, mica un obbligo. Come pure leggere questo blog. Il Buddha ha detto: "se incontri il Buddha per strda uccidilo". Mi piace molto questa citazione. :) Grazie mille per il commento e per avermi dato un'opportunità in più per chiarire. :)
    Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  9. Avatar di ROBO

    ROBO 8 anni fa (25 Febbraio 2011 14:49)

    Nella frase in questione c'è un significato molto diverso dalla strumentalizzazione fatta da noi occidentali; me lo ha detto Gauthama in persona... Grazie a te e dammi una mano nelle mie battaglie di sensibilizzazione; cerco guerrieri.
    Rispondi a ROBO Commenta l’articolo

  10. Avatar di Ilaria Cardani

    Ilaria Cardani 8 anni fa (25 Febbraio 2011 15:39)

    A me è utile anche strumentalizzata :). No, per carità, nessuna battaglia, non sono una guerriera, tutt'altro! :)
    Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  11. Avatar di ROBO

    ROBO 8 anni fa (25 Febbraio 2011 17:32)

    Uccide più la lingua che la spada..... Grazie comunque. Ti aspetto tu sai dove.
    Rispondi a ROBO Commenta l’articolo

  12. Avatar di Silvia

    Silvia 1 mese fa (14 Febbraio 2019 18:44)

    Ciao Ilaria, quanto peso devo dare al fatto che un ragazzo che sto frequentando da 4 o 5 mesi non mi abbia proposto di vederci per San Valentino? Secondo te è semplicemente troppo presto o lui non è interessato?
    Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 1 mese fa (14 Febbraio 2019 23:58)

      Potrebbe essere anche semplicemente intelligente. Tutti gli altri giorni vi siete visti? È presente nella tua vita? Si dimostra coinvolto ed interessato a te e a far parte della tua esistenza? San Valentino è una pagliacciata.
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 mese fa (15 Febbraio 2019 11:39)

      Sarà pure una pagliacciata, ma ignorarla senza neanche sapere se per l'altro è importante o no, non è segno di grande intelligenza emotiva.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (15 Febbraio 2019 11:59)

      Concordo.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 1 mese fa (15 Febbraio 2019 14:46)

      Ciao Anna, sì probabilmente hai ragione. Però ti dico la verità, io la trovo talmente ridicola che la ignorerei. Non tirerei fuori l’argomento se non per riderci su. Poi altro discorso è se uno appositamente decide di non vederti quel giorno perché sa che è San Valentino e quindi non vuole che tu ti crei illusioni in merito al rapporto.
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 mese fa (15 Febbraio 2019 15:59)

      A me è sempre piaciuta. Del resto, parlami di una festa, o anche una giornata, non consumista della tua vita. E poi in un mondo in cui la coppia è convenzione sociale, l'amore commodity, l'avventura sessuale narcisismo, ho il sospetto che molti con la scusa del consumismo evitino proprio il coté sentimentale di San Valentino. Guarda caso, ti cacciano la critica anni 70 alla società dei consumi proprio a San Valentino: parrucchiere trucco scarpe estetista palestra tatuaggio macchina profumi vestiti cravatte di tutti i giorni sono libere espressioni della creatività umana. A San Valentino, di botto, si presentano con Eros e civilità di Marcuse. Un biglietto fai da te è consumista? Una cena preparata in casa con una bella tavola è consumista? Una volta non si diceva che è il pensiero che conta? Perdonami, ma sono troppo vecchia per questo mondo :D
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 1 mese fa (15 Febbraio 2019 18:47)

      De gustibus... ;-)
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 1 mese fa (15 Febbraio 2019 18:53)

      Allora buon San Faustino AnnaV ...😜
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (15 Febbraio 2019 19:06)

      Uuuuuh, ma qui cerchiamo rogne, eh?! :D :D :D
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 1 mese fa (15 Febbraio 2019 20:05)

      Con simpatia 😉
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 mese fa (15 Febbraio 2019 20:13)

      Io ho celebrato l’amore nelle sue varie forme tutto il giorno, ieri. Ho persino comprato la cioccolata per me, e fatto un regalo ai gatti :D :D :D
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Roberta

      Roberta 1 mese fa (16 Febbraio 2019 8:45)

      Infatti l'amore è bello per le sue varie forme. Per sé stessi, per gli animali e per la vita. Non si riduce il suo significato solo verso un uomo, anche se fosse quello giusto. Darebbe annientarsi.
      Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

    • Avatar di Roberta

      Roberta 1 mese fa (15 Febbraio 2019 21:48)

      Ciao AnnaV.. Questo San Valentino è il mio primo da single.. e sono felice.. Ho evitato lo stress di questa festa.. si si meglio San Faustino! 😁
      Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 1 mese fa (15 Febbraio 2019 12:32)

      Bel cafoncello... non gliene frega niente di te, senza dare importanza San Valentino, un gesto ci vuole no?
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (15 Febbraio 2019 13:05)

      Ciao Silvia, già il fatto che tu pensi che lui non sia interessato fa riflettere. Evidentemente già sospetti che non sia interessato e questa è solo una conferma. Anch'io come molti penso che San Valentino sia solo una festa commerciale (come moltissime altre, in primis il Natale, ahimé) e tuttavia mi rendo conto che può, in certe fasi di una storia avere un senso. Quello che mi chiedo è cosa intendi tu e intendono molte altre con il termine "frequentarsi": in 4 o 5 mesi si può mettere in piedi un rapporto più che serio, dove nessuno dei due deve macerarsi negli interrogativi su che cosa l'altro pensa o prova o desidera e la questione San Valentino dovrebbe essere discussa apertamente, senza pudori e senza imbarazzi. Mi pare che questo livello di intimità emotiva e di desiderio di costruirla manchi totalmente nella vostra "frequentazione". Ti consiglio sia per quel che riguarda questa storia, sia per altre, di toglierti dalla posizione di "passività", di "attendismo" e di "subordinazione" rispetto all'uomo/ragazzo che "frequenti" e di metterti in una posizione più autonoma e più attiva. Nella pratica, riguardo lui, non considerarlo come un partner o un possibile partner. Sganciati e comincia a guardarti intorno e a frequentare altri.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 1 mese fa (15 Febbraio 2019 13:36)

      Come ho fatto io ultimamente dopo appena 3 mesi...sono sicuramente piu' vecchia di te, ma non per questo mi lascio illudere. Queste relazioni "liquide" sono proprio da evitare a qualsiasi età. Ci si rimane male, soprattutto se c'è coinvolgimento sessuale, ma poi anche quello passa. Allontanati semplicemente pian pianino. Coraggio!
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo