“Come faccio a conquistarla/o?” Ecco la risposta… scioccante!

“Come faccio a piacerle/gli? Come faccio a conquistarla/o?”: questo genere di domande me le sento fare più volte al giorno da chi mi scrive email, mi manda messaggi attraverso il sito o mi contatta personalmente.

Se è una domanda che ti poni anche tu, preparati perché la risposta che sto per darti è sconvolgente: non è per niente utile pensare di “conquistare” qualcuno e nel momento in cui te ne convinci davvero, attrai senza fatica la persona giusta per te.

Di questo argomento parlo anche nella mia guida gratuita: “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”. Già centinaia e centinaia di persone l’hanno scaricata e letta. E hanno ottenuto eccellenti risultati. Se non l’hai ancora fatto, scaricala anche tu adesso.

Detto ciò, ieri ho ricevuto la mail di Fabrizio, che ha 25 anni e vive a Napoli:

“Ciao Ilaria,

mi sono appena laureato in ingegneria. Mi piacerebbe lavorare nella ricerca, per cui frequento ancora l’ambiente universitario. Da quest’anno tra i nuovi iscritti c’è una ragazza molto carina e molto gentile: ha un viso bellissimo, che mi incanta! Siccome faccio una specie di tutoraggio per le matricole ho avuto occasione di parlarle qualche volta, ma non ho mai avuto il coraggio di approfondire la conoscenza e di invitarla fuori. Lei mi ha aggiunto su Facebook, ma non chattiamo quasi mai. Sappi che la vedo spesso e lei mi saluta sempre con un gran sorriso. Secondo te ho speranze? Il fatto è che mi piace davvero tanto. Come faccio a conquistarla?

Accidenti! Ma che cosa vuol dire “conquistare” qualcuno?

Se ci pensi bene “conquistare” e “conquista” sono termini che hanno a che fare più con la guerra che con l’amore. Di solito si conquista qualcosa o qualcuno con un atto di forza e contro la sua piena volontà.

E per fare questo, voilà, è necessario usare trucchi e tattiche.

Il che sottintende una serie di cose:

  • che non pensi di attrarre chi ti piace per il fatto che sei attraente così come sei e per quello che sei
  • che per attrarlo o per attrarla devi in qualche modo “ingannarlo/a”
  • che l’attrazione tra due persone non sia un fatto naturale e istintivo, ma complesso e “strategico”, che richiede una serie di studi complicati, di ragionamenti, di mosse, contromosse e controcontromosse (ma ti pare possibile?!)
  • che non ti fidi di te e dei tuoi sentimenti e nemmeno di lei/lui e dei suoi sentimenti
  • che pensi di iniziare una storia di amore e di intimità basandola sull’inganno e il nascondersi reciproco

E sai qual è il problema di tutto ciò? Sai quali sono le conseguenze di queste premesse che sono dentro la tua testa (anche se magari non ne sei del tutto consapevole)?

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Che per te diventa letteralmente impossibile attrarre davvero chi ti piace, la persona giusta per te.

Anzi, ti è impossibile avere atteggiamenti, comportamenti e manifestazioni che ti permettano di attrarre le cose positive nella tua vita. Proprio così!

Per quale ragione avviene tutto ciò? Per il fatto che tu concentri le tue energie, mentali e fisiche sullo “sforzo” di avere qualcosa che ti “manca” e non sul piacere di attrarre qualcuno che, se glielo permetti (e soprattutto se te lo permetti) è attratto da te in modo naturale.

Qual è la soluzione?

La soluzione è lasciare spazio alla tua naturale capacità di attrazione, dimenticare ogni sforzo e mettere il piacere di comunicare con chi ti piace al primo posto.

Non è finita qui: ho intenzione di continuare il discorso in altri post.

Intanto lasciami i tuoi commenti relativi a questo articolo nello spazio qui sotto: sai che sono importanti!

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

23 Commenti

  1. Avatar di Angelo

    Angelo 11 anni fa (27 Marzo 2010 19:09)

    Hai ragione Ilaria! Troppa gente concentra tutte le sue energie su ciò che pensa sia giusto essere per piacere alla persona desiderata. Tutto questo spreco spesso non porta da nessuna parte, ma a volte è persino causa di problemi peggiori. Mi riferisco a quelle relazioni che iniziano sotto l'infausta stella della finzione: nulla è più sbagliato di cercare di costruire una storia duratura mostrandosi una persona diversa da quel che si è perché non si potrà sostenere la parte per tutta la vita. Apprezzo molto il tuo sito perché non prometti risultati miracolosi con "trucchi e tattiche", ma ti adoperi affinché la gente impari che la naturalezza è vincente. ciao, Angelo
    Rispondi a Angelo Commenta l’articolo

  2. Avatar di Lily

    Lily 11 anni fa (28 Marzo 2010 13:06)

    Ciao Ilaria, ho capito quello che ci stai dicendo. Però non mi è chiaro, diciamo proprio in termini pratici, cosa sia necessario fare. Da quello che scrivi, sembrerebbe che non sia necessario fare proprio niente di particolare. La persona giusta per ognuno di noi dovrebbe "arrivare" a noi, e basta, e noi a lei.
    Rispondi a Lily Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 anni fa (29 Marzo 2010 0:28)

      Ciao Lily, il punto di partenza è esattamente come dici: quello è l'"atteggiamento mentale" più produttivo, cioè non essere focalizzata ossessivamente sul "fare" qualcosa per "conquistare". Essere te stessa al cento per cento e vivere la tua vita a pieno, senza applicare "strategie" è la cosa più utile. Perché tra l'altro ti mette nella condizione di essere "libera" e di vivere senza sforzo. Se invece fai uno "sforzo" per sedurre, vivi male e sotto stress, snaturando te stessa. Se ti snaturi come fai ad attrarre? E' come se vendessi un prodotto falso, non funziona. O funziona solo all'apparenza e in superficie. Naturalmente è importante avere cura delle relazioni e coltivarle. Come dico spesso, nella guida e nel blog, la relazione che è più importante coltivare è quella con te stessa. E la coltivi imparando a conoscerti in profondità e amandoti sinceramente. Dopodiché quel che fai con te stessa (conoscere e amare) ti viene facile e soprattutto "naturale" con gli altri. E a quel punto, chi ti ferma più?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  3. Avatar di marco

    marco 11 anni fa (28 Marzo 2010 14:01)

    Ciao Ilaria, come faccio a conquistarlo/a? bella domanda!,per esperienza personale ho capito che non esistono metodi che applicati danno la "riuscita"certa.Bisogna capire che le persone con cui ci relazioniamo sono differenti come personalità,sicuramente valgono le regole di educazione,gentilezza,simpatia ecc,ma se per caso la persona di fronte in quello momento non vuole avere una storia anche queste regole non valgono niente,a volte ci troviamo di fronte una persona che vuole una storia e tutto accade in modo naturale.Marco
    Rispondi a marco Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 anni fa (29 Marzo 2010 0:41)

      Ciao Marco, grazie per il commento e per la nota fondamentale: una relazione di successo deve includere l'interesse e il coinvolgimento dell'altra persona. Che si coltiva nel tempo, ma non si può inventare, sognare e fantasticare. E tantomeno pretendere.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  4. Avatar di Lorenza

    Lorenza 11 anni fa (28 Marzo 2010 21:43)

    Carissima Ilaria, quello che dici è giusto. Troppe volte pensiamo, analizziamo, cerchiamo in tutti i modi di capire cosa fare, cosa dire, come comportarci. L'intesa è qualcosa di naturale, c'è o non c'è, e soprattutto non può basarsi sull'inganno! Quindi buttiamo via strategie di vario tipo, e non fingiamo di essere persone diverse da quelle che siamo. Anche perchè, nella maggior parte dei casi, si è migliori al naturale! Grazie per le preziose pillole che ci sforni ogni settimana. I tuoi consigli li sto già mettendo in pratica e... devo dire che funzionano!!! La psicologia è una mia passione, se posso permettermi analizzerei anche l'argomento "quanto conta l'estetica nell'attrarre la persona giusta". Essere sempre perfetti, conformaci agli standard estetici imposti dai mass media (magrezza, muscoli, ecc..) potranno renderci felici e soddisfatti al momento, ma aumenteranno davvero la probabilità di trovare la persona giusta? Ci si sceglierà davvero per il nostro contenuto o prevalentemente per il nostro contenitore? Lorenza
    Rispondi a Lorenza Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 anni fa (29 Marzo 2010 1:00)

      Ciao Lorenza, ti ringrazio per quel che dici. E ti faccio i miei complimenti per il fatto che applichi quel che leggi qui: per ottenere i risultati che si desiderano è necessario mettere sempre in pratica al più presto quel che si impara. La pratica continua ti permette di comprendere e di far diventare tuoi, come una seconda pelle, i comportamenti e gli atteggiamenti che ti sono utili a ottenere quello che vuoi. Ti ringrazio anche per il prezioso spunto, che raccolgo e tengo in gran conto. Intanto ti faccio qualche domanda sulla quale puoi riflettere con calma. Sei sicura che "conformarti agli standard estetici imposti dai mass media" ti rende felice e soddisfatta? Che cosa trovi di attraente nel conformarti agli standard estetici imposti dai mass media (quindi: imposti da chi? A quale scopo? In base a quale valutazione?: ti sei mai chiesta per quale scopo reale i mass media impongono certi standard?) e non ai tuoi, che sono unici e irripetibili sono TUOI e nei hai l'esclusiva? Un abbraccio P.S. Se pensi che gli standard imposti dai mass media (o anche da qualcun altro) ti influenzino nella scelta del tuo partner invece chiediti: "ma la persona giusta per me me la voglio scegliere io o me la lascio "imporre" da altri? E' una questione importante. Ne riparleremo.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  5. Avatar di Giandomenico

    Giandomenico 11 anni fa (31 Marzo 2010 23:04)

    :D... d'accordo su tutta la linea... è solo in questo modo che possono essere gettate le basi per un rapporto sincero! Spesso ci dicono di usare "tattiche" e il detto in guerra e in amore tutto è lecito accomuna questi due termini... tu ci insegni che non è proprio la stessa cosa! Anche a me come ad Alberto è capitato di imbattermi in siti sulla seduzione... dopo il primo post sono arrivato ad una conclusione: lasciamo che la PNL si sfoghi in altri campi non in questo! Usare la tecnica del "riflesso" per abbattere le difese o il "coping" per essere uguali ai modelli dell'altro/a (a chi gli piace), neanche se stessimo facendo firmare un contratto, non serve a niente e a nessuno. Senza dimenticare che, i più grandi seduttori-tattici della storia, secondo me, non hanno mai veramente amato fino in fondo e le loro "conquiste" non rappresentavano altro che una croce su un taccuino. Grande Ilaria, fai bene a ricordarcelo e a puntualizzare... una cosa però... spero che Fabrizio sia un nome di fantasia altrimenti se la "ragazza carina" legge questo post che idea si farà del suo uomo? ..P.S.: solo una battuta tanto per sdrammatizzare ;)
    Rispondi a Giandomenico Commenta l’articolo

  6. Avatar di Andrea

    Andrea 11 anni fa (1 Aprile 2010 12:27)

    Trovo questo blog interessante, anche se un po' "americano" (soprattutto nei titoli). :) Mi iscrivo subito ai feed. Da uomo sposato, ritengo di non dover mai smettere di "sedurre", anche se col tempo cambiano i mezzi, le parole, i significati... La vita di coppia è un equilibrio estremamente dinamico, per questo spero che il tuo blog, Ilaria, mi possa fornire qualche utile, piccolo, spunto di riflessione. a presto, andre
    Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 anni fa (1 Aprile 2010 15:06)

      Ciao Andrea, grazie per i complimenti. Non so cosa significhi "blog americano, (soprattutto nei titoli)", ma amando davvero molto l'America e gli Americani, io, che vengo e sono di Novara (Piemonte) ;), lo prendo come un grande complimento! Hai ragione: mai smettere di essere attraente per la persona giusta per te! Benvenuto allora!
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di franco

    franco 11 anni fa (2 Aprile 2010 1:22)

    ciao, per cominciare ti ringrazio molto per quello che mi hai dato modo di leggere e studiare e che sto ancora studiando appena ho novità ti avviso un bacione a presto
    Rispondi a franco Commenta l’articolo

  8. Avatar di Francesco

    Francesco 11 anni fa (4 Aprile 2010 4:58)

    Ciao Ilaria, e' un po' che seguo questo blog ma visto che e' la prima volta che scrivo i complimenti sono d'obbligo. Sono d'accordo sulla linea che il "come faccio a conquistarla?" preveda tattiche e quindi non e' un buon modo per iniziare una relazione seria. Sentento gli amici mi dicono spesso la frase: "ci siamo conosciuti, ci siamo piaciuti e cosi' via...", ma a me non e' ancora capitato. Come se non riuscissi a suscitare il suo interesse. Mi spiego: finche' si tratta di uscite di gruppo tutto bene, ci si sente ci si organizza e ci si incontra. Anzi il piu' delle volte e' lei a prendere l'iniziativa e a cercarmi. Se pero' provo a cercare un'uscita solo noi due ecco che arrivano le risposte negative. E questo senza neanche parlare di appuntamenti galanti o cose simili, ma una semplice uscita tra due amici per conoscersi un po' meglio. Purtroppo non sta capitando solo con questa lei, ma e' capitato spesso negli ultimi anni. Non so piu' cosa pensare. Grazie dell'attenzione. Ciao.
    Rispondi a Francesco Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 anni fa (4 Aprile 2010 15:54)

      Ciao Francesco, grazie mille per i complimenti, anche se li hai fatti per obbligo ;) :D. Hai riflettuto su quali sono le tue convinzioni relative alla tua possibilità di iniziare una relazione seria? O riguardo al fatto di poterlo fare con naturalezza e semplicità? O riguardo al fatto di poter "suscitare il suo interesse"? Risponditi con sincerità: quali sono i tuoi veri pensieri riguardo a tutte queste cose? Secondo punto: avere una comunicazione chiara e sicura riguardo alle proprie intenzioni è la base per raggiungere i propri obiettivi nelle relazioni tra le persone. E' un po' come se tu andassi alla stazione dei treni e alla biglietteria, al bigliettaio, invece di dire: "Per favore, un biglietto di sola andata per Roma Termini con i treno delle 11.10 etc etc", la conversazione fosse del tipo: "Vorrei prender un treno, forse. Ma non so. Mi piacerebbe andare a Roma, ma non so se piove; e poi magari oggi ma forse anche domani... e se invece andassi a Genova, ma in macchina, chissà..." Come pensi che andrebbe a finire? Quindi, quando tu inviti fuori la lei in questione lo fai con la dovuta chiarezza e determinazione? O lasci spazio ad ambiguità riguardo al vostro rapporto, all'incertezza delle tue intenzioni? Sei un amico o un corteggiatore? O stai a metà tra i due ruoli creando confusione e quindi lasciando cadere la tensione emotiva e dell'attrazione (e quindi facendo precipitare l'interesse e la curiosità della tua interlocutrice)? Quando parlo di atteggiamento "ambiguo" o a metà strada tra quello del corteggiatore e quello dell'amico, mi riferisco anche a come hai "preparato il terreno" nelle famose uscite di gruppo di cui parli: se in gruppo ti piace una ragazza e la avvicini da amico, le dài un certo tipo di idea riguardo te e le tue intenzioni. Se poi la cerchi, sperando in un tipo di rapporto diverso, in realtà le stai mandando messaggi poco chiari e soprattutto meno "forti" e "potenti" rispetto al fatto di suscitare il suo interesse. Molti credono che "fare gli amici" permetta di avvicinarsi alla persona che interesse senza correre rischi. E' esattamente il contrario: fare gli amici è un ateggiamento che ti mette nel ruolo dell'amico, dal quale è molto difficile uscire, se non a rischio di fraintendimenti e di rotture traumatiche.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  9. Avatar di anna

    anna 11 anni fa (24 Luglio 2010 23:13)

    ciao Ilaria,,penso anche io che l attrazione sia alchimia , nulla di studiato e preparato e capita con spontaneita e naturalezza. Anzi sembra qsi che tutto si incastri da solo, sesso, gusti, preferenze sulle cose della vita,,,,,qto pero per i primi 5 6 mesi,,,poi sc0prendosi col tempo e conoscendosi, tutta qta magia sembra scemare e si vedono le cose un po meno magiche e intervengono le situazioni reali e ahime economiche di tutti i giorni! Ma allora era una falsa attrazione o x attrazione si intende allora veramente solo un incastrarsi di molecole che fanno impazzire all inizio i neuroni, e poi qdo la carica diventa meno forte i neuroni iniziano a diventare realistici??
    Rispondi a anna Commenta l’articolo

  10. Avatar di Gnuni

    Gnuni 6 anni fa (16 Settembre 2015 20:22)

    Oh ecco, il concetto di "conquistare" fa ridere ed è un voler manipolare l'altro e basta. Altro che amore, amare ed essere amati.
    Rispondi a Gnuni Commenta l’articolo

  11. Avatar di Gea

    Gea 6 anni fa (16 Settembre 2015 20:58)

    Il bello del nuovo formato del blog é scoprire articoli vecchi che erano sfuggiti a chi, come me, frequenta il blog da meno di due anni. Questo articolo, in particolare, meritava davvero di essere scoperto. Conciso e diretto, chiaro e limpido. Hai ragione, Ilaria: uno dei tanti falsi e stupidi miti sull'amore é quello che associa amore e guerra. Per esempio, il famoso detto "in guerra e in amore tutto é lecito"... Parlare di amore usando un lessico bellico é come parlare di Dio tirando bestemmioni.
    Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  12. Avatar di Alberto

    Alberto 11 anni fa (28 Marzo 2010 13:11)

    Ilaria, cosi spari un pò sui fanatici seduttori :-) Proprio due giorni fa sono capitato su un sito di seduzione e le persone sono vogliose di strategie per "conquistare il dolce sesso" ! Eppure personalmente ogni volta che ho avuto una storia importante è arrivato tutto semplice, ci si incontra ci si piace si esce ci si frequenta e ci si ama! tutto con estrema felicità! Forse è questo il segreto, aspettarci di attrarre nella nostra vita la nostra persona "ideale" e che tutto venga naturalmente! A presto Alberto
    Rispondi a Alberto Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 anni fa (29 Marzo 2010 0:32)

      Ciao Alberto, non sparo su nessuno, non ho la minima idea di come si faccia a sparare :D e soprattutto ho altro da fare! ;) Per esempio mi interessa dire quello che penso, in base alle mie convinzioni, alla mia esperienza personale e ai risultati che vedo! Grazie mille per il commento!
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Nico

      Nico 6 anni fa (6 Ottobre 2015 22:13)

      Sono super d'accordo con Alberto. Quando incontri la persona giusta è tutto semplice. Le cose vanno bene, tu stai bene e non sai neanche come è successo. Non ci pensi perché ti viene naturale. Tutte le volte che mi sono fidanzata o ho conosciuto amici ero io la prima a stare bene. Mente libera dagli ex, cuore leggero ed aperto e soprattutto concentrata su me stessa, sui miei interessi e sul mio lavoro. Io stavo bene ed ero una calamita per persone e situazioni positive e rimbalzavo a priori le persone sbagliate e gli stronzi. Questo è il segreto, questo è quello che continua a dirci Ilaria quando dice di pensare a noi ed essere felici di noi stesse.
      Rispondi a Nico Commenta l’articolo

  13. Avatar di Cloe

    Cloe 6 anni fa (17 Novembre 2015 21:04)

    Articolo splendido e costruttivo. Basta con queste "baggianate" sulla seduzione, sulla conquista.. Se dovessimo tutti conformarci ad un modello di strateghi in "guerra" , saremmo cloni tutti uguali, privi della loro unicità.. E poi risulteremmo finti, compressi, rigidi..
    Rispondi a Cloe Commenta l’articolo

  14. Avatar di Davide

    Davide 5 anni fa (19 Maggio 2016 0:34)

    Ecco, io ho un po' "smarrito" questa via con una ragazza con cui si è stabilita una certa alchimia. Ci siamo conosciuti a un corso, l'ho invitata a uscire e quando ha scoperto la differenza d'età un po' elevata (11), l'ho tranquillizzata e poi addirittura lei ha rilanciato la seconda uscita. Seconda uscita che non è mai arrivata, tra impegni miei e suoi, ma ci siamo sentiti regolarmente per un mese. Nelle solo che nelle ultime settimane, non so perché, ho iniziato a essere più pressante nelle richieste di uscita, sparando frasi romantiche un po' troppo pesanti dopo manco un mese di conoscenza, spinto dalla fretta di "conquistarla" e dalla paura di perderla. Non mi sono più aperto con lei come prima, non ci siamo più confrontati sulle cose che avevamo in comune, perché avevo il terrore di essere "friendzonato" o, peggio, zerbinato. Risultato? Si è distaccata e non mi ricerca più come prima, come se l'avessi spaventata. Ho saputo che in queste due settimane di silenzio si è avvicinata pure a un ragazzo più piccolo di me, ma lei lo sta comunque lasciando perdere perché lui non è affatto interessato Ho notato quindi che per il mio atteggiamento forzato si è perso il feeling che c'era prima e tutto il naturale percorso di conoscenza... E' troppo tardi per recuperare? Tieni conto che io la vedo una volta a settimana a questo corso e, per fortuna, non le sono stato addosso con i messaggi. Appena ho notato che si era raffreddata, non le ho scritto più... Io proprio non so che fare, se non comportarmi come sempre.
    Rispondi a Davide Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 5 anni fa (19 Maggio 2016 22:24)

      Davide, se tra voi non c'è stato nulla nella prima uscita, ti consiglio di lasciare passare ancora un po' di tempo e vedi se si fa viva lei o sennò poi fatti vivo tu per un ultimo "riaggancio", ma metti in conto che per una serie di motivi (tuoi o suoi, o perché non è il momento, o non è cosa) non è scattata la scintilla.. Non farti aspettative, se ti da un' altra opportunità dai il meglio di te per uscire, corteggiala e fai quello che non hai fatto alla prima uscita (probabile errore tuo, visti gli sviluppi)...se sarà un 2 di picche, almeno ci hai provato...se non vuole più uscire (per tutto quello che può o non può passarle per la testa), passa oltre, e magari quando meno te l' aspetti si farà viva lei
      Rispondi a max Commenta l’articolo