Lui non mi cerca: tutti i perché di un comportamento tipicamente maschile

lui non mi cercaLui non mi cerca. Credo che praticamente tutte le donne siano passate attraverso il dubbio paralizzante di un atteggiamento maschile apparentemente misterioso. La storia di solito è questa: conosci un uomo, inizia a corteggiarti, uscite più volte insieme. Lui sembra entusiasta, tu cominci a legarti.

Lui per un po’ è presente, si fa vedere, ti chiama al cellulare. Ti manda sms. Anche se non c’è niente di “ufficiale” tra di voi, implicitamente pare proprio che sia nato un legame speciale che vi unisce.

"Le cose si rompono in continuazione. Bicchieri, piatti, unghie. Le promesse. I cuori. J.L.Picoult"

Poi, improvvisamente, dopo non molto tempo, c’è la svolta: lui non ti cerca. Non c’è verso che telefoni, che mandi sms o mail. Il suo atteggiamento cambia dal giorno alla notte.

Tu entri in paranoia. Non smetti di interrogarti: “Che cosa sarai mai successo? Come mai non si fa più vivo? Che cosa ho sbagliato?” Fino a 3 giorni fa non perdeva occasione di entrare in contatto: anche se era super impegnato si faceva sentire, magari velocemente, magari solo per un saluto o per la buonanotte. Tu ti eri convinta che fosse davvero interessato a te. E invece ti ritrovi in piena crisi da lui non mi cerca.

E’ un fenomeno talmente diffuso che ho ritenuto spiegarlo dettagliatamente nel percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca sul titolo per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno).

Che cosa sarà mai successo tra voi?

Intanto considera che non sei una mosca bianca. Capita molto di frequente che un corteggiatore entusiasta o un partner presente smetta di cercare la donna che corteggiava o la fidanzata.

So che questo non consola il tuo dolore o riduce la tua frustrazione.

Ci sono poche cose che fanno male in una relazione come l’improvviso e (apparentemente) immotivato disinteresse di un partner, soprattutto se tutto sembrava andare nel modo e nella direzione giusti.

Eppure, per quanto deludente e dolorosa sia, la sindrome lui non mi cerca è quanto mai diffusa.

Il che fa pensare che quello di non farsi più sentire è un comportamento tipico maschile.

Le donne di norma hanno la “mania” di voler dire tutto e più di tutto, di rimanere in contatto anche dopo che una storia è finita e stra finita perché tengono al legame e se ne sentono rassicurate. Perché credono che sia meglio così e che l’educazione imponga di spiegarsi e di non lasciarsi “male”.

Gli uomini invece sono molto più “resistenti” a costruire legami e a mantenerli, dato che se ne sentono imprigionati. Per cui ecco che quando appena sospettano che un laccio li stia per stringere, si allontanano.

"Lasciarsi male è spesso l’unico modo. Franco La Cecla"

Ma non basta questo a spiegare perché il tuo partner o il tuo assiduo corteggiatore, dopo aver lanciato un’infinità di promesse, ancorché implicite, smetta di entrare in contatto con te e ti lasci nelle orribili sabbie mobili della sindrome lui non mi cerca.

Quando smette di cercarti qualcosa di certo è successo, o nella sua vita o nella sua testa. Nella stragrande maggioranza dei casi quello che è successo non ha niente a che fare con te, con il tuo modo di relazionarti o con il tuo comportamento. Per cui, se lui non ti cerca, non iniziare a colpevolizzarti o a chiederti dove sbagli.

Concentrati sulla tua vita e su tutto quello che è importante per te, magari cominciando a dedicarti con grande assiduità anche alle piccole cose che ti avvicineranno al tuo obiettivo e lasciando del tutto perdere paranoie e paturnie che, sia chiaro, fanno solo dei danni.

Lui non mi cerca: 9 ragioni che spiegano l’inspiegabile

Ho preparato un test che ti aiuta a capire perché un uomo sparisce e non ti cerca, per farlo ti basta cliccare sul bottone qui sotto:

Scopri perché non ti cerca: fai il test

A questo punto tu dirai: “Ok Ilaria, va bene con questa menata che devo occuparmi dei miei obiettivi per non soffrire per amore. Però ti dico sinceramente che io sono un po’ stufa di certi comportamenti e mi piacerebbe almeno capire perché spesso gli uomini si mostrano interessati e poi di colpo non si fanno più sentire. La sindrome del lui non mi cerca spesso è davvero logorante e mi fa perdere fiducia.”

Sono d’accordo: per quanto tu sia equilibrata e salda sulle tue posizioni, quando lui, senza motivo a te noto, smette di cercarti, è davvero molto deludente e seccante.

Considera prima di tutto che, ahimé, purtroppo ben poche persone hanno un comportamento pienamente autentico (cioè onesto, aperto, trasparente) con gli altri o tengono in considerazione i loro sentimenti.

Gli uomini in particolare non sono dei campioni di “trasparenza” nella comunicazione, non si fanno di solito grandi problemi relativamente agli altri (e non tanto e non solo perché magari sono stronzi, ma semplicemente perché non fa parte del loro atteggiamento mentale e dell’educazione che hanno ricevuto) e spesso vorrebbero sfilarsi da situazioni che per loro sono diventate un po’ “scomode”, senza pagare dazio.

Ecco perché, di fondo, fanno partire la sindrome del lui non mi cerca.

E per esplorare il fenomeno in modo più articolato, vanno considerate almeno 9 ragioni specifiche per cui lui smette di cercarti. Leggi qui sotto.

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

1)      Si è annoiato. Il gioco non lo diverte più. Tanto poco giorni fa si era entusiasmato per il vostro incontro e l’inizio del vostro rapporto, quanto ora non ci trova più nulla di interessante. Le pile della novità, dell’eccitazione per una relazione e per una persona nuove si sono esaurite. Basta.

Il nostro si comporta come il protagonista di Toy Story che ho descritto in un controverso articolo dedicato alla psicologia maschile.

In questo caso ritieniti fortunata che sia stato lui a interrompere un rapporto non proficuo per te ed evita di ricontattarlo, se no rischi di non uscirne più dato che ti presti a essere usata da lui e lui è uno che usa gli altri.

2)      Si è comportato in maniera superficiale: ha dedicato qualche giorno a te e a corteggiarti, un po’ con lo stesso spirito che si ha quando si fa una gita in una capitale europea durante un ponte festivo. Un intermezzo nella sua vita che ha gestito da perfetto immaturo e da persona inaffidabile. Vogliamo fare un calcolo solo approssimativo di qual è la percentuale di mediocri tra coloro che ci circondano?

Ecco, si tratta di un mediocre, di materiale non utile a costruire un bel niente.

Lascia andare in rilassatezza.

3)      Ha compiuto la sua conquista: secondo il suo metro di misura ti ha già sedotta, ha già dimostrato a se stesso che poteva sedurti e la sua sfida è finita. Ti dà per scontata nella sua vita e non gli interessa andare oltre dato che, appunto, lui voleva solo conquistarti. In questo caso si tratta di una persona insicura, con limitate ambizioni e incapace di vivere veri sentimenti. Davvero non è il caso di sprecare energie e risorse con lui  e nemmeno nella sindrome lui non mi cerca.

"Amare è così breve, e dimenticare così lungo. Pablo Neruda"

4)      Si è sentito “soffocato”, privato della sua libertà e indipendenza, legato al di là delle sue intenzioni: anche in questo caso non si tratta di te ma di lui. E’ un po’ come se si fosse svegliato dall’”incantamento” e si fosse detto tra sé e sé: “Ma che stai facendo? Non lasciarti prendere la mano…” Si tratta di una persona che non è pronta a una relazione. Che te ne fai? Sei in cerca di guai e tribolazioni, forse?

Come diventare più furba e sicura attraverso l’esperienza

5)      Qualcuno della sua “cerchia” di amici e parenti si è intromesso e gli ha fatto sorgere dei dubbi rispetto alla relazione e al suo comportamento da “quasi” innamorato. Se davvero ha smesso di farsi sentire per questo, canta vittoria. Ti stavi tirando in casa una famiglia e un’intera compagnia di problemi…

6)      Ci sta seriamente ripensando. Si è accorto o crede di essersi accorto che in effetti non sei così importante per lui, come credeva e ti ha fatto credere. Non adesso, non in questo modo. Succede. Tutti noi abbiamo diritto al ripensamento, anche relativamente all’acquisto di un paio di scarpe… Non vi è molto da aggiungere. Di sicuro non ti vuole usare senza ricambiarti dello stesso attaccamento. Sono cose che succedono, siamo umani.

7)      Non vuole una storia seria e si è accorto che tu sei su una posizione diversa, quindi si allontana prima che il coinvolgimento diventi troppo compromettente. E’ una forma di rispetto dei tuoi sentimenti e di te, anche se la delusione ti pesa molto.

"Quando un amore finisce, uno dei due soffre. Se non soffre nessuno, non è mai iniziato. Se soffrono entrambi, non è mai finito. M.Monroe"

8)      C’è qualcun’altra nella sua vita. Può trattarsi di qualcuno che ha conosciuto in contemporanea a te o di qualcuno con cui non aveva chiuso definitivamente quando ha incontrato te. Se hai questo dubbio, comportati da persona adulta e trattalo da adulto chiedendogli direttamente, con garbo e rispetto, se si sta vedendo con qualcun’altra. Questa non è una recriminazione, una manifestazione di scontento per il suo comportamento o una forma di ricatto o di manipolazione. Si tratta del dialogo tra due adulti che agiscono in maniera onesta, in modo reciproco. Quindi sii pronta ad accogliere qualsiasi risposta e ad allontanarti senza ripensamenti.

9)      Vuole prendere del tempo, capire le proprie emozioni e sensazioni, mettere i fatti e gli eventi in prospettiva. Può darsi che si trovi di fronte al dubbio amletico: “Mi interessa o non mi interessa davvero?” E vuole concedersi tempo e modo per capirlo. Qualche giorno di “pausa” e di “presa di distanza” può aiutarlo in questo obiettivo. In questo caso l’atteggiamento più utile è quello di mantenere la distanza e di non cercarlo. E’ una forma di rispetto che tu mostri verso di lui, verso te stessa e verso la tua capacità di amare e di essere amata.

Quello che devi tener presente in ogni situazione che riguarda le tue relazioni è che diventi sempre più abile nel gestirle quanto più interpreti quello che accade in maniera “non personale”. Che significa? Significa che nel 90% dei casi e forse di più le persone in generale e gli uomini in particolare si comportano con te non per come sei tu, per quello che fai o dici tu, ma per come sono loro e per quello che sentono loro.

Se un uomo non ti cerca più dopo una partenza alla grande, non è per “colpa” tua o per un errore tuo o perché hai sbagliato qualcosa (almeno che tu non lo abbia preso a manganellate o qualcosa del genere, ovvio), ma perché una serie di fattori (emotivi, razionali, un misto di entrambi o oggettivi, pratici) che riguardano lui e la sua vita lo hanno spinto a comportarsi come si è comportato.

In questo caso non va bene “tirare” verso di te cercandolo. Serve molto di più aspettare, non inquinare gli eventi con azioni e reazioni “forti” e lasciare decantare.

Cioè approfittare della sua assenza per soppesare e valutare, in modo freddo e lucido, così che anche le tue eventuali false aspettative si sedimentino.

So che dopo aver sperimentato il “picco alto” del romanticismo dell’inizio di una relazione tutto questo sembra molto poco poetico e ti invito a valutarne il valore in termini del “potere” personale ed emotivo che un atteggiamento del genere ti dà, non solo per una volta, ma per sempre.

E’ un cambiamento di paradigma, che cambia la tua vita di relazione a tuo netto vantaggio.

Lasciami tuoi commenti e raccontami le tue esperienze legate alla sindrome lui non mi cerca.

E stai tranquilla, se vuoi scoprire che cosa si nasconde dietro i comportamenti più “strani” e apparentemente inspiegabili di un uomo, io ho fatto un’analisi accurata, chiara e molto illuminante nel percorso Come fare innamorare un uomo e tenerselo (clicca sul titolo per vedere subito i video gratuiti e iscriverti gratis e senza impegno). 

Lascia un Commento!

650 Commenti

  1. Avatar di Mariagrazia

    Mariagrazia 7 mesi fa (10 Settembre 2019 11:16)

    Ciao Ilaria, Mi piacerebbe avere il tuo parere sulla mia storia, conosco questo ragazzo a ballo, lui 34 anni single, iniziamo a frequentarci, assiduamente, e dopo 3 uscite mi chiede di passare insieme un week end e accetto, 2 giorni stupendi, poi lui parte per la vacanza durante l a quale è stato super presente, ritornato mi ha subito voluta rivedere, siamo stati ancora molto bene, ma dopo 3 gg mi dice che per me nom prova grandi sentimenti, che però vorrebbe continuare la frequ
    Rispondi a Mariagrazia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (10 Settembre 2019 11:23)

      Ciao Mariagrazia. Credo che tu non abbia completato il messaggio per errore. Magari potremmo scrivere noi il finale, scommettendo in qualche modo. Rimaniamo con il fiato sospeso, certe di leggere qualcosa di sorprendente e mai visto, letto, sentito...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  2. Avatar di carla

    carla 7 mesi fa (12 Settembre 2019 22:12)

    ciao! è la prima volta che scrivo un commento, comunque...l'uomo interessato e preso che poi sparisce è capitato pure a me, ed ha fatto ovviamente male; la mia domanda per Ilaria è: potresti spiegare meglio il passaggio dell'articolo quando scrivi "tutto questo sembra molto poco poetico e ti invito a valutarne il valore in termini del “potere” personale ed emotivo che un atteggiamento del genere ti dà, non solo per una volta, ma per sempre."? Non riesco a capire se la posizione di fondo è che un comportamento tanto diffuso negli uomini andrebbe gestito "emotivamente" dando fiducia nella storia oppure che, per quanto diffuso, di solito la soluzione a questa "freddezza" e "distanza" è di lasciare perdere, e investire le proprie energie in altro. Nella mia esperienza passata mi rivedo nella posizione 4, 6, 7, forse 8... per fortuna, anche leggendo questo blog, ho avuto la fermezza di chiudere quando è riapparso l'ultima volta, però, visto che può ricapitare con una persona diversa la stessa dinamica, mi interessava capire meglio quanto essere disposta a sentire e vedere (o non sentire e non vedere) una persona prima di decidere che non ne vale la pena. Sento che sono stata troppo disponibile prima ed ora sono troppo scottata da quanto vissuto per tollerare anche solo da lontano una cosa simile, ma non ho a fuoco la via di mezzo.
    Rispondi a carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (12 Settembre 2019 23:47)

      Quello che ho scritto lì nello specifico è che se un uomo che ti era (ti sembrava) vicino si allontana, non è per qualche tuo atteggiamento, ma per un suo modo di fare, quindi va assunta una posizione diversa da quella che molte donne assumono, quella di colpevolizzarsi. I problemi sono suoi non tuoi. E direi che questa posizione è particolarmente importante anche per te, da quello che scrivi. Poi, certo, se uno smette di cercarti, il rispetto di sé, la dignità, l'amore di sé impongono (rendono spontaneo e naturale) di chiudere.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  3. Avatar di Tofu A cubetti

    Tofu A cubetti 7 mesi fa (12 Settembre 2019 22:35)

    Donne mie, getto la spugna. 46 anni io 43. Lui single, io separata con prole. Carino, educato, presente. Ci mette un mese e mezzo a darmi un bacio. Ci divertiamo, c'è rispetto, lo trovo fisicamente avvolgente anche se in realtà 'non facciamo'. Io focosa ma addolcita dal suo fare gentile, mi inizio a cucinare. Però Gli dico una volta che è un po' freddo nei miei confronti. Risponde 'sono così'. Glielo dico una seconda (dopo che ritorno da una vacanza e mi manda a casa con un bacetto) rimane di sasso e mi risponde 'ci risiamo, mi dite tutte (le ex) questo'. Glielo dico una terza, stavolta nemmeno infastidita ma proprio giocando, e lui seriamente mi molla. Cala il gelo e scatta la fuga. Per telefono! Dice che Non sente le farfalle, che non le ha mai sentite con nessuna, ma che, come gli dicono gli amici da tanti anni, quando arriverà quella giusta lui lo saprà subito, gli brilleranno gli occhi e sarà un uomo diverso. Io sarò pure una pretenziosa rompiscatole. Avrò sbagliato tutte le tempistiche. Avrò pensato di piacergli e così non era. Ma mi sono imbattuta in uno alle prese con i fantasmi del passato o con il finale di Biancaneve??
    Rispondi a Tofu A cubetti Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (12 Settembre 2019 22:56)

      A me sembra un impotente. E' così difficile da capire e da ammettere?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Tofu A Cubetti

      Tofu A Cubetti 7 mesi fa (13 Settembre 2019 14:28)

      Cara Ilaria. Da ammettere no. Da capire invece molto di più. Senza entrare troppo nel dettaglio nelle poche settimane dal bacio alla fuga, le due volte che ci siamo 'avvicinati' diciamo che si è cominciato ma non si è finito.. se i vestiti restano invece resta tutto 'tonicissimo' (scusate se ho espresso troppo!) Ho pensato fosse solo un po' di ansia da primi avvicinamenti... Dici che il problema della fuga è invece questo?
      Rispondi a Tofu A Cubetti Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (13 Settembre 2019 19:51)

      Anche quello. Ma questa è una persona problematica, e quel problema nello specifico può essere insieme causa e conseguenza degli altri problemi. La tonicità in sé non è indicazione di buon funzionamento. Il buon funzionamento c'è quando si regge in tutte le fasi della partita. Queste sono le basi dell'educazione sessuale, che sfuggono a moltissime e che se considerate chiarirebbero molti dubbi.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Tofu A cubetti

      Tofu A cubetti 7 mesi fa (14 Settembre 2019 13:40)

      Cara Ilaria, hai un'intelligenza acutissima e tanta pazienza, passione a condividere ed educare. È un mix potente, 🙏! Questa di cui parliamo è la persona meno problematica che ho incontrato in 5 anni. Figurati il resto. Una mia zia diceva che 'al mercato si va al mattino presto', x intendere che i ragazzi sani si sposano e impegnano subito, e sul banco rimangono i pesci mosci e le mele rancichite. Le donne sono statisticamente di più, il discorso è diverso. Ci ho sempre riso sopra. Ora un po' meno....
      Rispondi a Tofu A cubetti Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (14 Settembre 2019 17:57)

      Eh, già... Se parliamo di statistica. Quelli e quelle che hanno comprato al mattino presto infatti sono tutti felici e contenti...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Lallac

      Lallac 7 mesi fa (13 Settembre 2019 9:29)

      Tranquilla, non è colpa tua. Ne ho incontrati anch’io due/tre identici negli ultimi anni. Carini, educati, single,... ma che con tutte le scuse possibili evitano il contatto fisico. O li leghi al letto stile bdsm (è una battuta), o se ti va la cosa, li tieni per un’amicizia affettuosa. Il problema è che non siamo cresciute contemplando l’esistenza di questi uomini e all’inizio restiamo spiazzate
      Rispondi a Lallac Commenta l’articolo

  4. Avatar di Moira

    Moira 5 mesi fa (28 Ottobre 2019 11:26)

    Ciao mi chiamo Moira ho avuto una relazione con un uomo della mia stessa età è durata 3 mesi sono stati dei momenti bellissimi fino a quando 2019 del mese di febbraio ho combinato un casino da cui i mi pento e ho provato a scrivere un messaggio su wapzapp ma lui mi ha bloccata tenendomi il muo numero che vuol dire? Poi con passare del tempo io ero fuori ad un certo punto lo incontrai casualmente ci incrociammo lo sguardo come se mi volesse dirmi qualcosa che vuol dire? A me quei momenti vorrei ritornare mi manca tanto nn so lui se sente la mia mancanza io spero che mette da parte l'orgoglio e mi cerca senza rancore che immagino che lui adesso con me è arrabbiato
    Rispondi a Moira Commenta l’articolo

  5. Avatar di Emanuele

    Emanuele 8 mesi fa (8 Agosto 2019 22:38)

    Ciao a tutte, Intanto vi ringrazio per le vostre parole e per quanto dure sono parte integrante di questo del percorso intrapreso anche attraverso questo Blog. Avete compreso il mio stato d'animo di questo periodo. Un misto tra delusione e paura. Unite ad altre questioni da risolvere. Purtroppo non ho mai digerito come sono stato dipinto da questa donna. E ho sempre sperato che quanto meno si rendesse conto degli accadimenti. Ad ogni modo ho superato momenti ancora più difficili. In questo caso è subentrato un fattore per me difficile da superare: l'età ! E qui si fondono le mie paure piu profonde. Vi sembrerà strano ma sono terrorizzato dall'idea un domani nel caso incontri un'altra donna delle sue reazioni a qualche effusione pubblica. Comunque avete la mia parola che non ci sarà più alcun riferimento verso questa donna che mi procurato solo sofferenza. Ogni canale è chiuso. Grazie ancora per la vostra comprensione e pazienza.
    Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 8 mesi fa (8 Agosto 2019 23:08)

      Ciao Emanuele, chiudiamo e quanto prima si chiude (tutti, tu, noi) meglio è. Un dubbio: tu l'hai baciata in pubblico senza che tra voi ci fosse niente prima?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 8 mesi fa (8 Agosto 2019 23:50)

      Ilaria hai fatto una bella domanda. La risposta è sì c'è stato prima qualcosa. Circa una settimana dal primo appuntamento già ampiamente descritto in cui ci sono stati baci e abbracci per tuta la sera in cui lei mi ha chiamato amore. La settimana è stata scandita tra messaggi d'affetto reciproci in cui palesavamo entrambi la mancanza l'una dell'altra e in accordo comune quale treno prendere.Il bacio incriminato lo dato alla sera sul treno di ritorno. E la mattina precedente in un bar mi accarezza dolcemente sul viso mi chiama amore e ci baciamo. E i baci e abbracci proseguono sulle scale mobili. Ora dopo quel bacio serale tra tutte le cose dette la frase che più mi ha colpito è : tu farai parte della mia vita e mi mi ci devo abituare. E la sera dopo in treno mi tratta con estrema freddezza e distacco. Qui è l'inizio del declino. Condito da affermazioni ambigue del tipo che adora essere amata da me e altro. E anche prima ha fatto delle sparate del tipo: che per lei era tutto strano che non aveva mai dovuto rendere conto a nessuno di ciò che faceva, che non aveva avuto un uomo al suo fianco e che in casa con la figlia non c'è mai stato nessuno. E ancora che aveva paura di perdere gli amici o di presentare un uomo a sua figlia che poi sarebbe sparito. Io ho agito di conseguenza a tutto questo. Presente e intenzionato a costruire qualcosa. Ilaria io non so più come spiegarvi che si è comportata in modo assurdo. Per tutto quel periodo chiamiamolo positivo durato un mese in cui si passava dal giorno alla notte. Compreso le sue sparate più brutte ; che aveva de pensieri che potrebbero offendermi. Che sono tutto d'un pezzo, strano rigido e chi più ne ha ne metta. E tutto scritto Ilaria lo parola per parola. Ovviamente lei rinnega qualsivoglia coinvolgimento o affermazione. E il matto sono io, che a un certo punto ho incominciato a reagire a cotanta assurdità.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 8 mesi fa (9 Agosto 2019 9:04)

      Va bene. Adesso basta davvero.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 8 mesi fa (9 Agosto 2019 9:15)

      Ciao Ilaria, Capitolo chiuso ho altro da gestire molto più importante. Chiedo venia a tutte voi per avere continuato a parlarne. E allo stesso tempo vi ringrazio per la disponibilità nei miei confronti. Non mi andava giù di essere considerato da questa donna un matto. E spero di essermi spiegato con voi per farvi capire cosa è successo. Grazie ancora.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 8 mesi fa (9 Agosto 2019 15:09)

      Emanuele, senza scuse! Per me é veramente fonte di aiuto e stimolo leggere questo blog. Non solo per il lavoro impeccabile di Ilaria che vorrei conoscere dal vivo anche solo per un abbraccio (🤗), ma per la condivisione di testimonianze che sono tutte, veramente tutte importanti. Mi carico con voi, mi arrabbio per alcuni atteggiamenti che riceviamo o per certe opinioni autosvalutanti che continuiamo ad avere, cerco approfondimenti e letture. Tutto ciò per dirti che sono con te: non permettiamo agli altri di farci ancora del male. Sii consapevole del tuo valore e se questi nostri compagni non sono riusciti a vedere la bellezza in noi.. Peggio per loro. Non lasciare sfiorire te stesso: io vedo tanti colori dentro di me adesso!!! Devo solo lasciar andare e buttarmi. Chiudi per farti del bene: siamo tutti in cammino!!! Coraggio. Un abbraccio fortissimo
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 8 mesi fa (9 Agosto 2019 16:07)

      Ciao Ally, Un abbraccio immenso a tutte voi che mi avete dato supporto e spronato. Ho perfettamente capito che il mio livello di bisognosita mi ha annebbiato il cervello. E ho preso una mazzata non indifferente che a 20 la gestisci in un modo e a 45 in un altro. Non sono perfetto ma nemmeno un folle come questa donna da mesi mi vuol fare credere. C'è stato un momento in cui lo pensato davvero che ci fosse qualcosa di sbagliato in me. C'era riuscita a convincermi. Poi mi sono incaponito ho voluto capire , indagare mettermi in discussione. E sono arrivato sul Blog di Ilaria. E pian piano ho cominciato a capire. Voglio essere sereno su tutti i livelli. E ci riuscirò.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 8 mesi fa (9 Agosto 2019 20:33)

      Ne hai tutte le capacità Emanuele! Ti avvicinerai con la tua anima ad un'altra donna, non cercherai la tua nella prossima lei. Un abbraccio
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 8 mesi fa (9 Agosto 2019 21:04)

      Grazie ancora Ally, È tosta ma ci riuscirò. Un abbraccio anche a te.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 8 mesi fa (10 Agosto 2019 11:10)

      “Fare o non fare, non c’è provare” (maestro Yoda). Googlare per il video :)
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 8 mesi fa (10 Agosto 2019 12:12)

      Ciao AnnaV, Giusto fare o non fare. Tra ieri sera e stamattina è sopraggiunta un altra crisi di pianto. Fortunatamente non ho fatto nulla. Ho resistito.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 8 mesi fa (10 Agosto 2019 13:07)

      Non è questo il significato
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 8 mesi fa (10 Agosto 2019 14:54)

      Cosa intendi ?
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 8 mesi fa (10 Agosto 2019 18:35)

      Mi riferivo a “è tosta ma ci riuscirò”. Implica il provare, e riuscire è al futuro :D Ma googla la frase di yoda, che trovi il video
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 8 mesi fa (10 Agosto 2019 20:15)

      Ok. Ci riesco e lo faccio.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Vanessa

      Vanessa 4 mesi fa (19 Novembre 2019 0:59)

      Gent.le Ilaria, vorrei avere un suo parere perché a me e' capitato di invaghirmi di un uomo di 35 anni ( abbiamo 7 anni di differenza ), di cui non so praticamente nulla se non dai social, che ha un figlio di sei anni e credo sia separato o divorziato ( non voglio neanche pensare sua sposato ). Di lui mi ha subito colpito la galanteria ( tanto rara di questi tempi ), il fatto che si sia sempre ricordato quello che mi piace, e fino ad oggi, e' sempre stato affettuoso nei miei confronti in pubblico, mi cercava e non mi trattava come le altre. Ma ad esempio, non mi ha mai scritto su Facebook pur avendomi chiesto l'amicizia. Ciò forse avrebbe dovuto farmi pensare che più di tanto non nutriva un vero interessamento nei miei confronti. Comunque, mi sento confusa, perché più delle parole dovrebbero contare i fatti e lui è sempre stato molto dolce e premuroso. Mi ha dato modo di pensare che nutrisse un interessamento nei miei confronti ( mi diceva che le critiche le avrebbe accettate solo da me.. ) però oggi che ci siamo rivisti col gruppo di amici e mi ha praticamente ignorata. Inutile dire che ci sono rimasta molto male. Forse teme di essersi sbilanciato un po' troppo la volta precedente? O voleva solo dimostrare a se stesso che interessa anche alle donne più giovani. Lei cosa ne pensa? La ringrazio per l'attenzione, cordiali saluti. Vanessa
      Rispondi a Vanessa Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (19 Novembre 2019 9:32)

      Gentile Vanessa, le persone non sono tutte uguali. Ci sono donne e uomini gentili e garbati, attenti e umani. Possono essere estranei che incrociamo sui mezzi pubblici, negozianti, commessi, camerieri, baristi, medici, infermieri. Ripeto: donne e uomini. Ci sono persone semplicemente "umane" e cortesi che sono piene di garbo verso gli altri. Come lei fa notare al giorno d'oggi colpiscono perché la buona educazione e la cortesia sono considerati dei disvalori (dai tanti buzzurri che ci circondano). Un atto cortese è e rimane un atto cortese e va assolutamente evitato di confondere una cortesia per un segnale di interesse "particolare". Ci sono anche i cascamorti, i marpioni, i seduttori da strapazzo, i narcisisti di piccolo cabotaggio che si divertono a fare i galanti di serie C secondo un modello maschilista e sciovinista vecchio come il mondo. Alle bambine e alle ragazze della mia generazione veniva insegnato ben presto, spesso da coetanee e coetanei che ci sono più marpioni che umani. Io credo che il tipo di cui lei si è invaghita appartenga alla categoria di questi pescatori a strascico. Lo lasci perdere, si comporti in modo maturo e sagace. Si occupi semmai del suo bisogno di invaghirsi di un soggetto che nemmeno conosce.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  6. Avatar di Dafne

    Dafne 4 mesi fa (1 Dicembre 2019 15:43)

    Ciao Ilaria sono Dafne ho 22 anni, mi piacerebbe avere il tuo parere sulla mia storia. Ho conosciuto questo ragazzo in università (lo conosco da poco più di un anno). Frequentavamo lo stesso gruppo di amici e da febbraio (dopo un bacio focoso scattato mentre eravamo entrambi abbastanza brilli) ha cominciato a venirmi dietro. Siamo rimasti che ci saremmo visti qualche volta ma io, essendomi accorta di provare dei sentimenti per un altro ragazzo, ho deciso di chiudere ancor prima che potessimo vederci da soli (di solito facevamo uscite in gruppo) e ancor prima di provarci perchè non volevo rovinare la nostra amicizia. Lui comunque ha continuato a scrivermi e ad essere presente nella mia vita, insomma non si è arreso al mio no. Da maggio il gelo termina e cominciamo a parlare, comincio a scherzare con lui e mi accorgo che conoscendolo meglio in realtà mi piace (è nato davvero un bel rapporto e ne siamo consapevoli entrambi) ma non gli ho detto nulla circa i miei sentimenti perchè volevo essere certa di aver dimenticato l'altro ragazzo. Ci sentiamo anche durante l'estate in maniera abbastanza frequente, scherziamo, flirtiamo e ci rivediamo a ottobre. Quando ci rivediamo, lui scherza, ci prova in maniera plateale e mi bacia. A questo punto gli dico che mi piacerebbe riprovare quella situazione che avevamo iniziato mesi prima ma che io ho troncato subito. Lui ci sta. Nel frattempo ricomincia l'università e lui è costretto a partire (la distanza è di circa 1 oretta e mezza). Insomma, dopo la prima settimana in cui ci sentiamo in maniera abbastanza frequente, le sue attenzioni cominciano a scemare. Non è più quello che era stato durante l'estate (simpatico, con la battuta pronta). Ci siamo visti poco (la "frequentazione" è durata un mese) e non siamo arrivati a fare nulla di "fisico" ma io stanca delle sue poche attenzioni (sebbene capisca gli impegni universitari), nel momento in cui lui butta via l'unica occasione che abbiamo per vederci da soli e capire se effettivamente può andare, mi arrabbio e gli dico tutto quello che provo e che non capisco cosa gli passi per la testa. Lui mi dice che non lo capisce neanche lui, che è confuso, che è un periodo brutto e che non è sicuro di nulla sia a causa dell'università sia per altri fattori che non riesce a spiegarsi neanche lui, sia per quanto riguarda me, sia perchè non si sente pronto ad assumersi un impegno, quale può essere una relazione/frequentazione, perchè al momento in sintesi "non è la sua priorità e non ha la serenità giusta" e non vuole ferirmi perchè, se questa situazione mi fa star male, a prescindere da tutto mi vuole bene e non vuole che io stia male. Davvero non riesco a spiegarmi questo cambiamento repentino. Mi viene dietro per mesi, ci sto e si ritira. Vanno bene gli impegni e tutto ma come puoi un giorno essere carino e affettuoso e flirtare e il giorno dopo essere freddo e distaccato e quasi non aver voglia di sentirmi? Inoltre, nel momento in cui parliamo per chiarire lui mi dice che comunque vuole mantenere un contatto (commentare storie ig ecce cc...). Come dovrei comportarmi? Dovrei fare come ha fatto lui in passato ed essere comunque presente e vedere se questo lo aiuta a fare chiarezza o dovrei entrare in una situazione di "mutismo" totale e sparire? Mi piacerebbe sapere cosa ne pensi, grazie mille in anticipo.
    Rispondi a Dafne Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 4 mesi fa (1 Dicembre 2019 16:59)

      Ciao Dafne, capisco bene il tuo disappunto e i dubbi riguardo a come si sia comportato questo ragazzo nei tuoi confronti. Secondo me il nocciolo della situazione sta proprio in ciò che descritto come: "Mi viene dietro per mesi, ci sto e si ritira". Sono proprio convinta che, nei tuoi confronti, questo ragazzo nutrisse quel genere di interesse che nasce dalla sfida, dalla conquista. E non tanto dall'approfondire la conoscenza con una persona, con calma e tempo davanti. Credo tu abbia tutte le carte in regola per lasciare perdere questo soggettone e continuare tranquillamente con altre esperienze che verranno.
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Nina

      Nina 4 mesi fa (1 Dicembre 2019 17:02)

      Ciao Dafne, chi è interessato ci cerca, non sparisce e soprattutto non accampa scuse, non è confuso e non ci parla di periodi bui. Lascialo perdere, lo dico a te e lo dico me che mi trovo in una situazione molto più ingarbugliata. Un abbraccio.
      Rispondi a Nina Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 4 mesi fa (1 Dicembre 2019 23:53)

      Cara Dafne, qua c é poco di cui essere confusi. Se una persona ha piacere a continuare una relazione, frequentazione, ecc.. Lo fa e basta. Mi illumina la frase che anche a me in passato é stata rivolta, ossia : "se la cosa ti ferisce mi spiace, non voglio che tu stia male per la situazione", che sembra uno slancio di protezione nei tuoi confronti. No! Le "cose" non vengono dall alto ma siamo noi a decidere i nostri comportamenti. Il tuo dispiacere é comprensibile come conseguenza di questo suo atteggiamento, non è dettato da casualità astrali ed astratte. Questa frase é l ennesima omissione delle proprie responsabilità, vuole rendere te debole e lui rammaricato per non poterti dare ciò che vuoi. Fatti del bene Dafne, togli le parole, guarda i fatti e lascialo ai suoi dubbi. Tu rimani con una certezza: chi è interessato c é, cerca e non ti fa sentire quella sbagliata, delicata e ferita da tanto amabile comportamento. Saluta e vai avanti, c é altro nella tua vita. Un abbraccio forte.
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

  7. Avatar di Giusi

    Giusi 5 mesi fa (22 Ottobre 2019 16:31)

    Ciao a tutti. Vi voglio raccontare la mia storia. L'estate del 2018 mi sono lasciata con il mio ex storico, storia molto importante per me e ne ho sofferto tanto. Per circa 8 mesi mi sono presa una pausa diciamo dagli uomini e ho voluto starmene un pò per conto mio sia per riprendermi dalla batosta ma anche perchè non mi sentivo pronta. Ad aprile di quest'anno un ragazzo che stava al mio liceo ma che ormai non vedevo da 10 anni mi contatta su instagram con la scusa di un commento ad una mia foto e da lì iniziamo insomma a frequentarci. C'è da dire una cosa, parliamo di un rapporto nato a distanza perchè io vivo e lavoro a milano e lui a pisa anche se siamo originari dello stesso paese. Devo dire che lui cose per me le ha fatte, pur non essendo un tipo molto espansivo nelle emozioni: Saliva spesso a milano anche perchè poteva andare a dormire dai sui amici che vivono a milano, questa estate mi ha raggiunto in un posto di mare dove io ho la casa, e lui ha preso un beb per stare del tempo con me. Per il mio compleanno a settembre mi ha regalato un week end insieme in una capitale europea. Però ecco non è il tipo che mi dice parole dolci o mi fa i complimenti o gli dico che gli manco e questo soprattutto quando siamo distanti, perchè in verità quando siamo vicini è molto affettuoso, premuroso, quando ho avuto la febbre è andato a comprarmi le medicine e mi ha accudita. Arriviamo ad oggi, sono ormai passati sei mesi e due week end fa abbiamo fatto quel viaggio insieme. Da quando siamo tornati io lo vedo ancora più distante e distaccato. Si fa sentire poco, io ho espresso a lui le mie perplessità, ma lui dice che è fatto così, è un po freddo di carattere ma secondo lui mi tratta con i guanti. Io non so se riesco ad accettare questa cosa, e non so che pensare perchè tipo oggi si è fatto sentire solo una volta( ma perchè l'ho contattato io) e stop. Sono sempre stata abituata a persone molto presenti nella mia vita e questa freddezza non me la spiego, soprattutto perchè gli ho detto che quando siamo lontani io soffro di più questa assenza e quindi lui a maggior ragione dovrebbe mostrarsi presente. Ma da quando gli ho detto questa cosa mi sembra si sia distaccato maggiormente. Io non so che pensare e soprattutto non so che fare. Ho bisogno di un vostro parere!!
    Rispondi a Giusi Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 5 mesi fa (22 Ottobre 2019 19:09)

      Ciao Giusi a me di primo acchito viene questa riflessione. La tua relazione con questo ragazzo sembra una bella storia, lui è presente, ti da cura e attenzione, non esita a venirti a trovare dove vivi e anche in vacanza pur di stare con te. Senza tanti gesti eclatanti o ad effetto, che però abbiamo detto tante volte, si rivelano effimeri se non addirittura traditori. Una bella storia normale insomma! Tu dici che lui non è tipo da parole dolci e smancerie e che dopo la famosa vacanza lui ti sembra più distante! Lui ti ha risposto che non è vero, che ti tratta con i guanti e che quello è il suo carattere. Ma tu affermi che non sai se riusciresti ad accettare questo perché sei abituata a persone molto presenti...ecco forse è questo Giusi! Non è lui che si comporta male o c'è qualcosa che non va, forse semplicemente non è il tipo di persona che vorresti tu al tuo fianco. Dolce, carino, affettuoso, sempre presente... Il fatto che lui non si prodighi in smancerie, non ti dica ogni minuto che gli manchi, non vuol dire che non ti voglia bene e che non sia invece capace di essere presente nei momenti che contano davvero! Il punto è che se lui non è fatto così, l'unica cosa da fare è che sia tu a decidere se vuoi stare con lui accettandolo per quello che è, perché sei innamorata di chi lui è, oppure lasciarlo. Altrimenti rientriamo sempre nel solito circolo vizioso in cui tentiamo di cambiare le persone e cerchiamo di trasformarle in quello che vorremmo che fossero. Quindi il mio consiglio è questo. Prima di arrivare a qualsiasi conclusione, prova davvero a cercare di capire se lui è davvero così freddo e distaccato e se semplicemente sei tu che lo vorresti diverso, magari più simile al tuo ideale romantico! Occhio però agli ideali romantici, di solito quelli che all'inizio sembrano i classici principi azzurri che aspettavamo da una vita, poi si rivelano tristemente i rospi più orridi!!! Un abbraccio!!! PS: a me 'sto ragazzo me fa 'na bbonna mpressione!!!! :):):)
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 4 mesi fa (10 Dicembre 2019 10:15)

      Buongiorno Ilaria, buongiorno a tutti. Scrivo qui per avere un parere sulla situazione che sto vivendo. Da due mesi e mezzo frequento un uomo, che da subito si è dichiarato libero di testa e di cuore e intenzionato ad avere una relazione seria, se dovesse scoccare la scintilla. Avendo sofferto molto in passato, faccio fatica a fidarmi e per proteggermi ho deciso stavolta di restare con i piedi ben piantati a terra e dosare la fiducia, aspettando che cresca in relazione al livello di conoscenza. Non gli ho raccontato delle mie sofferenze passate se non in modo generico, non volendo caricarlo di una responsabilità nei miei confronti e inquinare il rapporto in partenza. Con lui sto bene, ho voglia di vederlo e di conoscerlo a fondo, assaporando momento per momento senza fretta. Lui non è un tipo che dà molte conferme, quindi ho vissuto questa frequentazione con una certa incertezza su che cosa pensasse lui. Quando due settimane fa mi ha scritto, mentre tornavo a casa dopo aver trascorso la serata e la notte con lui (bellissime), "NON SO ANCORA SE STO IMPARANDO AD AMARTI, MA È BELLO AVERTI PER CASA. DI SICURO HO IMPARATO A VOLERTI BENE", l'ho considerato un segnale positivo, che la relazione stesse andando nella direzione giusta, e mi sono molto rasserenata. Esattamente una settimana dopo però, mi dice che è preoccupato perché sente di non conoscermi abbastanza, di aver condiviso poco con me. A parte il grande feeling erotico, dopo due mesi e mezzo si aspetterebbe di conoscermi molto di più. Ha paura che andando avanti io possa innamorarmi e lui no. Sono rimasta spiazzata e gli ho replicato che per me la conoscenza profonda richiede tempo. Questa precisazione sul fatto che io possa innamorarmi e lui no, però, mi è rimasta in testa e mi fa pensare che in fondo sia già consapevole che io non sia la donna per lui. Gli ho proposto di continuare a vederci in modo sereno e rilassato senza guardare il calendario e quel che sarà sarà. Lui ha replicato "però se dovesse andare male poi si soffre di più". Sono passati due giorni in cui è stato completamente assente. Oggi in teoria dovremmo rivederci per parlare in modo più approfondito di questa cosa (per inciso, lui pensa che non ci dovrebbe essere bisogno di parlare in questa fase, che tutto dovrebbe fluire in modo semplice e naturale). Io sono nella confusione più totale perché anche se mi ha detto più di una volta di non voler rompere, tutto mi fa pensare che in realtà sia proprio così. Scusate lo sfogo ma sono veramente triste, si profila un altro fallimento.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 mesi fa (10 Dicembre 2019 12:10)

      Scusa la schiettezza Linda, ma volevi dosare la tua fiducia e in due mesi e mezzo di frequentazione ci sei andata a letto?! C'è qualquadra che non mi cosa...
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 10:18)

      Emilia, credo che tra persone adulte sia normale e fondamentale che la conoscenza passi anche attraverso il sesso.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 15:57)

      La conoscenza? Mah... Dissento. Penso che il sesso faccia parte degli svariati aspetti di una relazione tra due persone che condividono molto altro - ho detto relazione -. Se pensi che il sesso abbia la facoltà di farti conoscere meglio l'altro, mi sa che faresti meglio a valutare con maggiore attenzione le tue convinzioni, per agire in modo da proteggerti. Uno che ti dice "Non so ancora se sto imparando ad amarti", è uno che merita di essere ascoltato? Si imparano le tabelline, la lingua inglese, i passi di danza, uno spartito, etc. Non si "impara" ad amare qualcuno... Si ama e basta (se si vuole amare davvero). A questo punto mi viene da pensare che quest'uomo non sappia nemmeno cosa significhi amare.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 4 mesi fa (10 Dicembre 2019 19:55)

      Ciao Linda, secondo me, tu non hai fatto nulla di male, per cui parlare di fallimento non ti aiuta. Il punto è che una frequentazione di due mesi e mezzo (non poco, quindi) deve già farti capire grosso modo dove si vuole andare a parare. I comportamenti scivolosi e incoerenti di lui non possono restare inosservati: tu stessa vedi questo “strappo” tra ciò che dice e ciò che fa. Ed è un elemento che non può non farti reagire perché la coerenza conta tantissimo. Tirali anche tu i remi in barca, ma per proteggerti. Parla chiaro oppure renditi meno disponibile, scegli tu lo stile. Prendi il buono che c’è stato, le eventuali lezioni imparate e resta nelle retrovie in osservazione. E se non ti convince perché resta dov’è, esci di scena. Fa male ed è difficile darsi disciplina, lo so. Ma non puoi restare in balia di lui. p.s. fra l’altro, cosa mai vuol dire “imparando ad amarti”? :-/
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (10 Dicembre 2019 20:09)

      Brrr, frase da brividi, concordo. Credo che questi uomini di fatto hanno bisogno (ritengono di avere bisogno) di una partner, vuoi per avere rapporti sessuali, vuoi per sentirsi adeguati, vuoi perché prima o poi si deve. Siccome non trovano - come può essere - qualcuno che li trascini davvero o non sono interessati perché di fatto indifferenti e/o immaturi per sentimenti veri e importanti, devono comunque "gestire" il femminile e le sue diverse esigenze. Per cui si riempiono la bocca di queste frasi piene di cautele e di promesse molto condizionate, per tenere a bada la partner di turno, mentre intanto prendono tempo o in attesa di una schiarita o di qualcosa di meglio. In altre parole: ci sono i manipolatori senza scrupoli, a vari livelli, che dicono alle donne quello che loro vogliono sentirsi dire, per portarsele a letto e spupazzarsele finché si stufano e ci sono anche questi, meno determinati e con qualche scrupolo in più, che sparano parole a caso, cercando di capire qualcosa che non hanno la minima capacità di capire.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 10:23)

      Ciao Francesca, parlo di fallimento perché continuo ad inanellare relazioni che invece di evolvere positivamente si complicano e poi finiscono per arenarsi. A questo punto credo sia normale pormi il dubbio che possa essere io il problema. Su una cosa mi sento di darti ragione, forse sono troppo disponibile. È che sono per la spontaneità, agire diversamente mi farebbe sentire artefatta.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 12:05)

      Attenzione perché questa narrazione sulla spontaneità ci fa prendere delle facciate incredibili.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 12:59)

      E non nego di averne prese diverse, di queste facciate. Forse sono ingenua, me ne rendo conto.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 13:21)

      Linda, il blog è ricco di articoli che spiegano come mai sia importante smettere di essere ingenue una volta per tutte. Atterrai sul blog grazie a un articolo (che definirei leggendario) sull'importanza di essere stronza. Te lo consiglio: https://www.lapersonagiusta.com/trovare-la-persona-giusta/stronza-felice-seduzione-attrazione/
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (10 Dicembre 2019 21:00)

      Ciao Linda, che cosa ha di tanto interessante quest'uomo? Tu non mi sembri una ragazza né sciocca, né superficiale, né impreparata. Parli di feeling erotico. Sei sicura? Io temo che spesso le persone, a causa di poca esperienza o di esperienze scadenti, siano un po' confuse anche sul piano sessuale. Forse fate del buon sesso, secondo alcuni standard o gli standard ai quali siete abituati. Una grande intesa erotica è qualcosa di grande spessore, che non ha nulla a che fare con il solo trovarsi bene a letto. Dico questo perché un'intesa erotica non porta a tutte queste incertezze e queste cautele e anche, lasciami dire, questa "mollezza" del soggetto. Comunque, mettiamo da parte sesso ed eros. Tu sei in attesa che costui ti scelga e decida. Tutto dipende da lui, da come la racconti. Tu saresti già certa (se lui lo fosse) che lui va bene per te e temi che lui sia "consapevole che tu non sia la donna giusta per lui". Insomma tutto il potere ce l'ha in mano lui. Da parte tua, sei un terreno senza cancelli, limiti, confini, sul quale, se lui vuole, può mettere la bandierina, se lui non vuole non la mette. Ti confesso che quello che leggo e interpreto mi risulta orribile, tristissimo, molto deprimente. Ma santa pazienza, poi... Dopo due mesi e mezzo (che è pochissimo tempo) due persone che appena appena si piacciono, anche solo a letto (lasciando stare l'erotismo), dovrebbero essere cariche ed entusiaste, non piene di se e ma e aspetta e mo' vedo e non so devo capire se mi sono spiegato che non sono chiaro che non sono certo di essere sicuro... A me non sembra un tuo "fallimento", a me sembra l'ennesimo qualunquetto che sta con una che gli piace e che si porta a letto, ma magari chissà, ne trova una meglio, aspetta non so, forse imparo che apprendo che non so come non si fa che forse sbaglio facendo un errore. E tu, amica mia, dove ce l'hai il rispetto di te? Sai che cosa dovresti fare con uno che si sente autorizzato a tenerti appesa e che tu stai autorizzando a tenerti appesa?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 4 mesi fa (10 Dicembre 2019 23:26)

      Ciao Linda, la descrizione del rapporto che vivi con quest'uomo mi ricorda molto ciò che mi racconta un'amica del suo rapporto con il suo compagno. Ovviamente la mia è un'interpretazione di ciò che lei mi dice, ma entrambe le descrizioni trasudano dall'inizio complicazioni, fraintendimenti ed incertezza. Soprattutto da parte di lui o creati da lui, anche nel caso della mia amica. Ad esempio, nel momento in cui il rapporto tra la mia amica e quest'uomo si stava, per così dire, consolidando, lui le ha ricordato punto per punto i motivi per i quali lei non (!) avrebbe dovuto stare con lui. Oppure la mia amica non era la benvenuta alla festa di compleanno del presunto fidanzato - il motivo era che si sarebbe trovata nella stessa stanza con altre donne con cui lui aveva avuto una relazione precedentemente e questo creava non-so-che-trambusti. Insomma, a parte gli episodi grotteschi già di loro, il fatto che lui si sia sentito nella condizione di affrontare tali discorsi con lei dice già tantissimo. In più, un'altra cosa che mi ha colpita nel racconto della mia amica, e che ho riscontrato anche nel tuo Lidia, è che entrambe siete sicure che lui sia persona per voi. Vi prodigate nello scervellarvi sul perché lui non sia convinto di stare con voi; mentre voi sembrate già convinte al 100%. Tutto ciò per dire che questi simpatici indecisi, insensibili o semplicemente scemotti creano un sacco di dubbi in noi, laddove non ci sono motivi di dubitare su come noi agiamo o siamo. Pussa via a loro! Un grosso abbraccio, Lidia.
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 10:15)

      Grazie per avermi risposto Ilaria. Di quest'uomo mi è piaciuta subito la grande energia e positività, le attenzioni nei miei confronti e il fatto che mi abbia manifestato subito idee chiare circa i suoi progetti di vita, gli stessi miei (una famiglia). Per quanto riguarda il feeling erotico, ho riportato una definizione usata da lui durante quella discussione. Facciamo dell'ottimo sesso, tanta voglia e tanta passione. Sono d'accordo con te sul fatto che a questo punto dovremmo essere carichi ed entusiasti di scoprirci, e per me era proprio così finché non mi ha manifestato le sue perplessità, che, onestamente, mi hanno fatto cadere dalle nuvole perché ero convinta che fossimo sulla stessa lunghezza d'onda. Non so se sia come dici tu, se gli sto consentendo di tenermi 'appesa'. Non posso dire di essere certa che sia l'uomo della mia vita, il mio è un forte interesse, una grande voglia di conoscerlo e viverlo, nel tempo, di sicuro non sarei pronta a stare con lui ora come ora. La mia crisi nasce dal fatto che all'improvviso mi sono vista rovesciare addosso una serie di dubbi per me incomprensibili data la breve durata della frequentazione e il fatto che fondamentalmente andava tutto bene, almeno ai miei occhi e per le sensazioni che avevo. Nell'ultima settimana ho atteso di capire che cosa gli passasse per la testa. Sono abbastanza autocritica da pormi il dubbio che il mio carattere un po' chiuso, sommato alle esperienze negative che sicuramente non hanno giovato, possa avermi impedito di farmi conoscere. D'altro canto, non potendo snaturarmi, gli ho replicato subito che mi serve tempo per farmi conoscere, sono fatta così, e almeno a parole sembra averlo accettato, ma non posso fare a meno di notare un cambiamento nel suo comportamento. Ieri sera ci siamo visti e di nuovo non abbiamo parlato di questo discorso. Ha cucinato per me, abbiamo guardato un film abbracciati e poi il desiderio ci ha travolti. Ma sento una distanza che prima non sentivo, una specie di retromarcia. Vorrei fare un ultimo tentativo, proporgli un weekend insieme fuori città e vedere cosa succede, tanto per sperimentarci in un contesto diverso e capire se è il caso di chiudere.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 11:41)

      Ma quando dici ‘viverlo’ e ‘sperimentarci’ che cosa intendi dire? Sono termini con un senso o termini vuoti per coprire un vuoto di comprensione e di profondità?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 12:51)

      Intendo darmi l'opportunità di capire se quello che ho vissuto di positivo fino a una settimana fa era una farsa, una specie di facciata, oppure se si è 'ritirato' per auto proteggersi vista la mia difficoltà a farmi conoscere a breve termine. Dopotutto, non sono l'unica ad aver sofferto a questo mondo e non lo conosco abbastanza per sapere se sia questo il caso. Ti pare che abbia senso il mio progetto, inteso come 'ultima spiaggia'?
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 13:22)

      Linda, riassumendo un po' i vari commenti che hai lasciato: parli di fallimento e di facciata e questi sono gli aspetti che mi dispiacciono di più. Intendo, se vado a una recita parrocchiale - con tutto rispetto per la recita parrocchiale, senza ombra di ironia - e torno a casa delusa perché la mia aspettativa era una recita da Scala o da San Carlo o da Petruzzelli (mettici quello che vuoi) o se vado in una serata in un bar di periferia ad ascoltare le cover di Vasco (cosa che dove vivo io sembra molto di moda), e torno a casa delusa perché non era il concerto di Vasco, la delusione è frutto della mia prospettiva disallinaeta, non degli attori e dei cantanti o della realtà. Se vado agli stessi eventi, osservo l''ambiente intorno, mi gusto il pane e il salame e il vinello della casa e torno a casa gratificata, sono in qualche modo allineata e quindi non delusa. Il tema qui non è essere spontanee o fare sesso con un uomo. Sulla seconda credo di essermi spiegata abbastanza: la questione non è andare a letto con un uomo, è giustificarsi chiamando in causa l'amore nostro o dell'altra parte. E' più funzionale andare a letto con un uomo per fare sesso e dire a se stesse la verità. Parlare di facciata e di fallimento mi dispiace perché va a erodere ulteriormente quello di più importante: il senso di te e la tua autostima. Nello stesso tempo non si può parlare di spontaneità e di fallimento e di facciate. La spontaneità, tocca dirlo, non è un valore. E' un imbroglio, una forma di manipolazione quando invocata da esterni, una forma di auto inganno quando invocata da noi. Ci vuole sagacia, intelligenza, amore di sé. Tutte cose che non hanno nulla a che fare con la spontaneità. Tu arrivi addirittura a parlare di lui come uno intenzionato ad "autoproteggersi". Ma da che cosa, scusa? Ma che modo di ragionare da crocerossina è? Ma lo sappiamo che nella vita per andare avanti ci vuole coraggio? Da che cosa si deve autoproteggere costui? Se si deve autoproteggere, allora eviti anche di venire a letto con te. Io ripeto: il modo in cui costui ti tratta e si è espresso è molto offensivo, sarebbe il caso di sparire, altroché.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 13:23)

      Linda, uno che vuole conoscerti e capisce che sei in difficoltà, diventa più tenero e viene con delicatezza verso di te, mica scappa dopo averle sparate grosse.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Linda

      Linda 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 15:45)

      Nella mie intenzioni 'voglio viverlo' e 'sperimentarci' volevano significare semplicemente la volontà di conoscerlo, però va bene, accetto l'idea che per voi abbiano significati differenti. Detto questo, ammetto che avete ragione, Ilaria e Francesca F. Il fatto che arrivo a giustificarlo per questo suo dietrofront ragionando da crocerossina è assolutamente vero, ho fatto altre volte questo errore in passato senza rendermene conto ricavandone grande sofferenza. Tendo a mettere in secondo piano le mie esigenze rispetto a quelle del partner. Come è vero che se lui fosse davvero interessato mi sarebbe venuto incontro una volta saputa la mia difficoltà ad aprirmi, invece di farmi sentire in qualche modo in difetto e allontanarsi. Quindi vi ringrazio di avermi aiutato ad aprire gli occhi, a volte serve un parere esterno per capire. Per rincarare la dose ve ne racconto un'altra. Io lavoro a 5 minuti da casa, ma stanotte ho dormito da lui, a 20 km. Quando me ne sono andata, di fretta, perché dovevo andare al lavoro, con le strade ghiacciate, non si è manco preoccupato di sincerarsi che fossi arrivata a destinazione. Non si è fatto proprio sentire in effetti. Non lo dico per farmi compatire, ma in questo momento mi sento una completa idiota.
      Rispondi a Linda Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 15:51)

      Linda, mi spiace, per i già citati motivi, che tu ti senta una completa idiota E (maiuscolo) ti dico che sentirsi una completa idiota è un gran passo avanti rispetto a compatirlo o a dire che forse lui deve "imparare ad amarti"... Avanti così!
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 16:04)

      Cara Linda, lascialo tu e non sentirlo più. Ilaria ti ha dato degli ottimi consigli, utili anche per tutte noi che leggiamo. Tu ora non ti rendi conto perché sei estremamente coinvolta nella cosa, ma dall'esterno è chiarissimo che un comportamento come il suo non merita una briciola in più del tuo tempo e della tua attenzione, per non parlare poi del tuo affetto. Non sprecare la parte migliore di te per un rapporto di questo tipo!
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 16:29)

      Farti sentire in difetto è la meschinità più meschina possibile, Linda. Prima dell'amore ci deve essere il voler bene. Che è, appunto, volere il bene dell'altro, che l'altro stia bene, sia sereno, si senta bene. Non è mica una cosa da poco.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Viviana

      Viviana 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 12:56)

      Sono curiosa di sapere la risposta. Sento sempre più spesso dire anche da amiche e conoscenti "vuole vivermi" e "ci stiamo sperimentando" - che sa tanto di cavie in un laboratorio- e a me sembrano solo significanti senza significato, un modo edulcorato e più appetibile di definire l'aria fritta.
      Rispondi a Viviana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 14:57)

      Traduciamo in modo un po' più letterale: "vuole vivermi = mi porta a letto finché non si stufa, gli è passata la foia, ne trova un'altra, gli amici lo coinvolgono in un torneo di calcetto, arriva l'estate..."; "vogliamo viverci = andiamo a letto insieme, ogni tanto usciamo con gli amici e quindi, come si usa oggi, qualcosa gli dobbiamo pur raccontare a 'sti amici; stiamo vivendo una avventura superficiale e casuale che non convince nessuno dei due ma "vogliamo viverci" sa tanto di storia passionale tra miliardaria sposata, eccentrica, affascinante e sensuale e geniale artista contemporaneo il cui sputo accidentale in una tazzina di caffé vale 4 trilioni di dollari a Sotheby's; "ci stiamo sperimentando = tr***mo e sc***amo alla meno peggio, spesso quando capita, non sappiamo che fare delle nostre vite ma dobbiamo spiegare a noi e agli altri perché continuiamo a vederci anche se non abbiamo nessun sentimento reciproco e nulla da spartire, e in effetti dire "ci stiamo sperimentando" fa molto John Lennon e Yoko Ono nudi nel letto per la pace nel mondo (anche se neanche lo sappiamo chi erano John e Yoko, roba vecchia)".
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 15:00)

      Sono tornati in auge gli happenings
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela B

      Emanuela B 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 18:02)

      ❤John Lennon Almeno la "sperimentazione" dei bed-in ha prodotto "The ballad of John and Yoko" !
      Rispondi a Emanuela B Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 18:13)

      Io comunque mi faccio di quelle risate su 'sto blog. Lo sputo accidentale, LOL. Muoro.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Mononoke

      Mononoke 4 mesi fa (11 Dicembre 2019 19:48)

      Superba!
      Rispondi a Mononoke Commenta l’articolo

  8. Avatar di AnnaV

    AnnaV 4 mesi fa (12 Dicembre 2019 0:30)

    Stasera ho ascoltato la condivisione di una bellissima e brillantissima signora sulla settantina che ancora combatte con la dipendenza affettiva, e mi è venuta l’angoscia. Ecco così ve lo volevo raccontare perché molte leggono il blog e sono giovani, bisogna trovare il modo di venirne fuori. Perché sento gli stessi discorsi a 20 a 50 e a 70 anni e no, mi rifiuto di accettare che delle vite passino interamente impigliate in questo schema. Si ama male e si soffre allo stesso modo a tutte le età. Se non si prende una direzione mentale diversa, ovviamente. Ancora grazie grazie grazie a Ilaria
    Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di emanuele

      emanuele 4 mesi fa (12 Dicembre 2019 13:15)

      Schemi e discorsi che si ripetono a tutte le età.L'altro giorno sentivo un gruppetto di ragazzine parlare di una loro amica che si e persa dietro a un ragazzo. E una di queste ha detto " si sa che piacciono gli stronzi", inoltre ieri una mia collega poco più che ventenne di avere avuto la sua prima esperienza con un vero Bad Boy " uno spacciatore".
      Rispondi a emanuele Commenta l’articolo

  9. Avatar di Federica

    Federica 2 mesi fa (13 Gennaio 2020 23:35)

    Circa due mesi fa ho conosciuto un ragazzo, inizialmente non m'interessava molto ma lui insisteva nel vederci. Mi riempiva di complimenti, mi faceva stare bene anche se lui al mio contrario è una persona poco riservata e alcune volte m'imbarazzava. Ci sentivamo tutti i giorni,e un giorno mi ha portato al sushi con i suoi familiari. Nelle vacanze natalizie sono tornata nel mio paesino quindi non ci siamo visti! Fino al primo gennaio ci sentivamo poi quando ho detto che sarei tornata in città lui ha smesso di rispondere. Fino a quando ho cercato un chiarimento e lui dopo varie scuse, ha accettato. Ci siamo visti e mi ha detto che lui non vuole fidanzamenti, che non riesce andare oltre e che il problema non sono io, anzi io sono la persona perfetta ma lui non vuole cose serie per il momento. Ha deciso di allontanarmi per tutelarsi e tutelarmi. Io ci sono rimasta male e non so se allontanarmi oppure insistere
    Rispondi a Federica Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 mesi fa (14 Gennaio 2020 10:04)

      Ciao Federica, ti faccio una domanda a bruciapelo: avete fatto sesso?
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 2 mesi fa (14 Gennaio 2020 10:58)

      @Emilia ma che è, un chiodo fisso??? :D:D A me invece viene da chiedermi: "Ma perché noi donne ci impuntiamo sempre a insistere su qualcuno che non ci vuole, non è pronto, ha sofferto tanto...? Non è forse l'origine di tutti i nostri mali, insistere?" Questo giovanotto dà l'idea di uno che fa le cose a mozzo! Ma che, se non riesci ad andare oltre, inviti la ragazza fuori con il parentado?? Prendi esempio da lui Federica, allontanati per tutelarti, TE e basta! Un abbraccio!
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 mesi fa (14 Gennaio 2020 11:29)

      @Lela, cavolo, si è notato?? Eh... Non batto chiodo da un po in effetti. 😅😂
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 2 mesi fa (14 Gennaio 2020 12:29)

      @Emilia noooooooooooo, l'ho buttata lì a caso!!!! Comunque sei in buona compagnia!!!! Ma arriverà il giorno in cui sarà la SUA festa!!!!!! :D:D:D
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 mesi fa (14 Gennaio 2020 12:45)

      @Lela, sì, una bella festa a sorpresa che neanche LEI ci crederà! 😂😂
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesca

      Francesca 2 mesi fa (14 Gennaio 2020 10:33)

      Ciao Federica. Vi conoscevate appena e ti ha già presentato la sua famiglia? Ahia... A me sembra tanto uno di quelli di cui parla Ilaria nel suo ultimo articolo "Comre farsi corteggiare" https://www.lapersonagiusta.com/essere-interessanti/come-farsi-corteggiare/ Depennalo dalla lista dei potenziali partner, fai un favore a te stessa. É possibile che lui avesse lanciato l'esca a mille altre(pesca a strascico, Ilaria ne parla) e quando tu sei tornata a casa, qualcun'altra ci sia cascata.
      Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesca

      Francesca 2 mesi fa (14 Gennaio 2020 10:42)

      Questi articoli https://www.lapersonagiusta.com/conquistare-un-uomo/come-attirare-l-attenzione-di-un-uomo/ e https://www.lapersonagiusta.com/essere-felici/quando-una-relazione-diventa-seria/ forse possono aiutarti a chiarirti le idee.
      Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

  10. Avatar di Stefania

    Stefania 7 mesi fa (11 Settembre 2019 16:42)

    Ciao Ilaria sono Stefania ho 29 anni. Vorrei raccontarti la mia vicenda... Conosco lui da circa 7 anni... non ci siamo mai frequentato prima e non abbiamo avuto molto contatto in questo arco di anni. Ci siamo ritrovati appunto 7 anni dopo, i primi messaggiram (premetto che ci seguiamo da molto anche su fb) Mi invita ad uscire rifiuto più volte. I suoi inviti sembravano amichevoli come due persone che appunto nn si vedono da un bel po ma io sapevo che gli sono sempre piaciuta. Dopo molti rifiuti dati decido di vederlo. Passiamo una serata insieme a bere qualcosa e non succede nulla proprio come due amici. Passano giorni e lui si fa risentire e ci rivediamo in un secondo appuntamento. Questa volta è diverso, parliamo tanto ci troviamo su molte cose... io sto bene e sento che anche lui è sereno. Mi trasmette ecco serenità e quindi sono andata oltre al suo aspetto estetico (non è il mio tipo) La sua mente mi affascina, con lui sto bene, mi piace come la pensa ed è lo stesso per lui, solo che oltre all intesa mentale io gli piaccio anche fisicamente. Gli incontri aumentano, andiamo a ballare insieme, usciamo, ci sentiamo tutti i giorni anche quando lui è a lavoro. Non volendo mi presenta agli amici perché mi ritrovo in un contesto. La frequentazione procede bene... forse benissimo. Mi dice che sono bella, e con un carattere molto forte. Un giorno mi contatta e mi propone di trascorrere 2 giorni a Positano. Ci vado, stiamo bene... ma mentre cerchiamo di fare l amore lui è impotente. Io imbarazzata ma cerco di tranquillizzarlo. questo 2 giorni non è successo nulla... torniamo a casa ma ci sentiamo ugualmente. Usciamo pochi giorni dopo e succede... abbiamo un rapporto sessuale. Il giorno stesso dopo essendo tornata a casa mi cerca. Ci vediamo senza programmare nulla 2 giorni dopo dal nostro rapporto. Tutto bene siamo sempre noi, non trovo nulla di strano. Dopo quell incontro la notte parto per le vacanze.... vado a Gallipoli è noto il cambiamento. Glielo faccio presente e lui mi tranquillizza che se non si fa sentire spesso non è perché le cose sono cambiate. Io nn gli credo ma lascio scivolare la cosa. Sii fa sentire sempre meno finché per quattro giorni sparisce totalmente per poi riapparire. Torno a Napoli il 24 agosto gli chiedo io di vederci anche se sapevo che la nostra relazione già fosse finita. Gli scrivo ci vediamo il giorno dopo di sera. Mi viene a prendere... freddo, scostante e muto. Mi dice che lui non mi avrebbe cercata dal mio ritorno delle vacanze l avrebbe fatto direttamente alla fine della sua vacanza (lui è partito il 28 agosto) gli chiedo i motivi e lui non mi risponde. Mi tratta come non fossi nulla ed io infastidita gli dico lascia stare posso tornare anche a casa. Lui mi accompagna non parlando, non dicendo nemmeno una parola. Sotto casa l ho saluto tranquillamente augurandogli buone vacanze lui mi ringrazia e mi dice “ ti ho detto se vuoi ci vediamo dopo il mio rientro” gli dico no, che nn mi sembra il caso. Finisce lì. Il giorno dopo mi cerca... voleva sapere come stavi e se l avevo presa male. Gli dico di no ( mentendo) ma gli faccio notare che è stato una persona vigliacca e che mi ha lasciata senza nessuna spiegazione. Lui mi risponde dicendo che è stato meglio così altrimenti sarebbero uscite solo parole brutte dalla sua bocca. Anche in questo caso non mi da nessun tipo di spiegazione nemmeno tramite messaggio. Io gli dico il mio pensiero al riguardo poi lo snobbo. Il giorno dopo lui mi commenta una storia su Instagram come non fosse successo nulla... quasi come volesse mantenere i rapporti non so di che tipo.... io non gli rispondo. Parte resta a Tokyo per 10 giorni e in questo arco di tempo mi visualizza tutte le storie. Ma nessun ritorno... nessun commento... niente di niente. Credo che sono stata la sua grande “scopata” dell anno. Cosa pensi tu al riguardo?
    Rispondi a Stefania Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 mesi fa (11 Settembre 2019 17:36)

      Visto il tipo, l'aggettivo "grande" me lo risparmierei. Comunque sì, l'ennesimo che cerca rassicurazioni e nelle rassicurazioni c'è bisogno di metterci anche il sesso. Davvero tante cattiverie, maleducazioni e atteggiamenti irrispettosi gratuiti. Andava mollato anche prima, molto prima. Così non è stato, va bene. Ci sono gli stronzi che riescono a rovinare esistenze intere e poi ci sono gli stronzi di passaggio. Sono categorie inestirbapili, almeno finché le donne non decideranno, in modo costante, determinato e capillare di cambiare il loro comportamento vecchio di secoli. Nel frattempo l'unica cosa è ri-conoscerli ed evitarli. Va bene, ci sei cascata. Sei giovanissima. Ricordati bene questa esperienza e chiudi il capitolo per sempre, senza trascinamenti, nemmeno emotivi.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 7 mesi fa (11 Settembre 2019 20:18)

      Cara Stefania, a me pare proprio il tipo che tiene un piede in tante scarpe. Per il resto, sottoscrivo quanto ti ha gia' scritto Ilaria: impara la lezione, volta pagina e chiudi ogni contatto con questo soggetto.
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Vergognoso!!!!!!

      Vergognoso!!!!!! 2 mesi fa (22 Gennaio 2020 20:40)

      Capitata anche a me,la stessa ,,, identica cosa..Ma puoi a 55 anni prenderti gioco della vita di un'altra persona????
      Rispondi a Vergognoso!!!!!! Commenta l’articolo

  11. Avatar di Clara

    Clara 2 mesi fa (26 Gennaio 2020 16:07)

    Ciao Ilaria, grazie per i tuoi articoli, è da qualche tempo che ti ho scoperta, e c'è una domanda che mi frulla nella testa che vorrei farti da un po'. Non riguarda necessariamente questo articolo in particolare, è più generica ed è la seguente...quando emettere un giudizio "definitivo" su una persona?Siamo bagagli emotivi ambulanti e pieni di ferite che viaggiano e si scontrano. Penso sia sbagliato nascondersi dietro la retorica psicologica "mamma mi ha trattato sempre male" "il mio ragazzo mi tradiva continuamente" per giustificare le proprie azioni, ma è anche vero che , soprattutto agli inizi di una nuova frequentazione, quando la soglia del sospetto e della diffidenza sono alte, è forse normale non essere proprio il partner ideale per qualcuno. Non riuscire a trattare l'altro esattamente come vorremmo essere trattati noi in una relazione ideale. Ci vuole una dose di fiducia e coraggio notevole. Quando pensare quindi "magari è cosi ora, ma poi col tempo cambierà" e quando "figuriamoci se è cosi ora cosa mi devo aspettare poi!". Grazie per la risposta.
    Rispondi a Clara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (26 Gennaio 2020 16:21)

      Questo è il classico tipo di domanda trabocchetto, in cui mi si dice di esprimere un'opinione che poi, comunque vada, verrà interpretata secondo le intenzioni di chi mi formula la richiesta. Quindi partiamo dal fondo. L'ho ripetuto centinaia di volte e non solo io, è un fatto abbastanza assodato. Pensare "magari è così ora, ma poi col tempo cambierà" è la più grande castroneria che si può commettere relativamente a persone e situazioni. Se una situazione è negativa con il tempo peggiorerà; idem per il comportamento di una persona. Ovvio, almeno che non ci siano degli interventi sensati, mirati e pianificati. La linea Maggiolina-Topolina del treno non funziona. Ok, i proprietari della linea, comuni e provincia, stanziano un finanziamento, fanno un progetto, affidano i lavori. Di certo in cinque anni la situazione migliora, se questi non fanno idiozie. Il rubinetto della cucina perde. Chiamo l'idraulico e lo sistema. Fine. Ma sappiamo bene che con le psicologie altrui e dunque con le relazioni questo non può avvenire. Poi avrei anche da ridire riguardo la tua affermazione: "Siamo bagagli emotivi ambulanti e pieni di ferite che viaggiano e si scontrano." Ma no, ma perché? Questa è ancora una visione che ci porta a considerare gli altri e il mondo al nostro servizio e a nostra disposizione. Se pensiamo di essere pieni di ferite ed essere pronti per questo a scontrarci con gli altri, che hanno altre ferite, evitiamo. Curiamo le ferite, ripariamo, sistemiamo o impariamo a conviverci, ma non usciamo a scontrarci con gli altri. Questo è un pensiero denso di distruttività. Ma scherziamo?! Per "giudizio definitivo" su una persona (anche qui la visione che gli altri siano a mio servizio e mia disposizione è forte e non va bene, tocca dirlo), mi immagino che tu intenda quando decidere di non frequentarla più. Quanto prima accade, visti i presupposti, tanto meglio. Direi che qui il primo passo da fare è non pensare agli altri come abiti di alta sartoria fatti su misura. Non si va da nessuna parte con un pensiero del genere nella testa.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo