Mi piace un ragazzo fidanzato: che faccio?

mi piace un ragazzo fidanzatoMi piace un ragazzo fidanzato. Molte ragazze e donne si trovano di fronte a questo dilemma scottante, spesso loro malgrado, senza volerlo, senza malizia.

"Non c’è amore sprecato. Miguel de Cervantes"

E soffrono. Si sentono incerte e insicure. Non sanno se il loro amore potrà avere un futuro oppure no.

Come si affronta nel modo migliore una situazione del genere?

Che cosa è giusto fare nel momento in cui ci si rende conto e si ammette a se stesse che si è nel pieno del conflitto tra ragione e sentimento provocata dalla presa di coscienza del mi piace un ragazzo fidanzato?

La risposta è: dipende.

Dipende da qual è l’età dei protagonisti della storia, di che cosa, nel caso specifico, si intende per “fidanzato”, e di qual è il coinvolgimento dei due fidanzati l’uno per l’altra e, ovviamente di colei alla quale piace l’uomo o il ragazzo fidanzato.

E, ancora, di quanto il ragazzo fidanzato è attratto da colei che lo ama e non è la sua fidanzata.

Se è solo attratto da lei, e in che modo, oppure da molte altre.

Una premessa importante – e ovvia per molti, ma non per tutti – è che le relazioni sono complicate già di loro, perché mai complicarle ulteriormente concentrando le proprie energie e il proprio interesse su un ragazzo fidanzato?

Non posso esimermi dal considerare con te alcuni aspetti “particolari” dell’essere innamorata di un ragazzo fidanzato.

Infatti, a parte il fatto che si vanno a mettere i piedi in una situazione che coinvolge persone lontane, ignare e innocenti, coltivare i propri sogni d’amore per un uomo o un ragazzo fidanzato o impegnato non garantisce entusiasmo, gioia e godimento facilmente accessibili.

Mentre il vero amore è proprio questo: gioia e serenità.

Anche se molte donne credono che il vero amore per essere tale e per “colpirle al cuore” debba farle soffrire.

Ma quello è un modo disfunzionale di considerare l’amore e i rapporti di coppia, si basa sulle delle convinzioni profondamente nocive, limitanti, convinzioni killer.

In più, per quanto fantastico e meraviglioso sia l’oggetto del tuo amore, che tu ci creda o no, a questo mondo ci sono tanti altri ragazzi e uomini liberi, fantastici e meravigliosi, pronti ad amare te per prima, te e solo te sopra tutto e sopra tutte.

In particolare se non volgi la tua attenzione verso storie e amori difficili o impossibili che ti tolgono energia, concentrazione e senso del valore di te.

Ma siccome abbiamo detto che la fortuna di una relazione con un uomo o un ragazzo fidanzato dipende da molti fattori e che in alcune situazioni un ragazzo fidanzato può rivelarsi la persona giusta per te (e tu la persona giusta per lui) senza sofferenze e spargimento di sangue altrui, andiamo un po’ più nel dettaglio.

Mi piace un ragazzo fidanzato: perché succede?

Perché succede che ci si lasci attrarre da una persona impegnata, da un ragazzo fidanzato?

La prima motivazione è che, semplicemente, succede.

L’attrazione è fatta di simpatia, “chimica”, piacere estetico, memoria di persone affascinanti conosciute in passato. Magari in un passato molto lontano. E di tanto altro.

L’attrazione è incontrollabile (non nel senso che non possiamo contenerla, ma che nasce spontanea, istintiva) e accade, si verifica.

Nasce, sgorga, magari esplode, addirittura.

Punto. E questo non significa che debba avere delle conseguenze o soprattutto che ci porti a farci del male per forza.

Poi succede che ci si innamori di un uomo o di un ragazzo fidanzato perché, umanamente, tendiamo a dare più valore a cose e persone che sono apprezzate anche da altri.

Si chiama riprova sociale e spesso è inconsapevole.

E’ come con l’i-Phone.

Per cui, se un uomo prima single si ritrova a un certo punto in coppia, tanto più se è un amico e un conoscente e tanto più se ha trovato una partner bella e interessante, di colpo “sale nella classifica” del valore percepito e dell’interesse suscitato.

Un uomo o un ragazzo fidanzato poi, da un punto di vista puramente “morale”, risultano essere meno “impegnati” di un uomo o di un ragazzo sposato e dunque il possibile senso di colpa causato dal sentimento d’amore verso di lui e di desiderio, non è divorante.

In effetti in molti casi un uomo o un ragazzo fidanzato non sono poi autenticamente “impegnati”.

Ma andiamo per gradi.

Ci si innamora o ci si invaghisce di un uomo o di un ragazzo fidanzato anche perché i rapporti tra persone negli ambienti di lavoro, nei locali, in compagnie di amici sono ormai molto informali e molti uomini fidanzati (o anche sposati) in assoluta buona fede assumono un atteggiamento “amichevole” o “amicone” e confidenziale con colleghe e conoscenti.

Cioè sono cordiali, gentili, collaborativi. O anche simpaticoni.

Non ultimo per il fatto di sentirsi “al di sopra di ogni sospetto” proprio perché impegnati.

Che cosa spinge un uomo a impegnarsi in una relazione e a rimanere fedele?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

In tanti pensano: “Sono impegnato, nessuna fraintenderà la mia gentilezza, posso rilassarmi.”

Allora accade che molte relazioni inizino come rapporti di lavoro cordiali, come amicizie da bar o da pausa pranzo, come scambi di appunti per compiti in classe o esami all’università e senza accorgersene, poco dopo, la lei di turno si trova coinvolta, mentre il lui fidanzato non ha nessun particolare interesse dato che il suo baricentro sentimentale è altrove.

E non ha neanche nessuna preoccupazione riguardo il fatto di comportarsi in modo scorretto.

Poi, ovviamente, ci sono i marpioni o traditori seriali e senza scrupoli: quelli che fidanzati, sposati etc etc, devono sedurre e portarsi a letto più donne possibili, spesso – se non sempre – facendo leva sulla scorrettezza.

"Cambia una donna al giorno perché vuol essere fedele a tutte. G.Rojetti"

Sappiamo che molte donne e ragazze cadono nella rete. Con molta facilità.

Ci sono centinaia e centinaia di storie di uomini dalla doppia vita, che ben prima di conoscere la fidanzata hanno instaurato un legame “non impegnativo” con un’altra partner.

Poi, appunto, conoscono la fidanzata e continuano l’altra relazione, sparando promesse e dichiarazioni di sentimenti profondi come i bambini fanno le bolle di sapone al parco in primavera.

Poi si sposano, e continuano l’altra relazione.

Poi fanno figli con la legittima moglie, e continuano l’altra relazione.

Sempre tra promesse (mai mantenute), pentimenti (falsi), rimpianti e rimorsi (ma quando mai?!).

"Il peggior modo di sentire la mancanza di qualcuno è esserci seduto accanto e sapere che non l’avrai mai. G. G. Marquez"

Tornando agli ambienti di lavoro, ai circoli di amici, ai club sportivi e compagnia bella e ai rapporti cordiali tra uomini e donne che spesso si instaurano in questi contesti possiamo considerare che, certo le attenzioni da parte di un uomo, le sue gentilezze, le sue galanterie fanno piacere, in particolare se vengono considerate “disinteressate” e in particolare se è fidanzato, per le ragioni che abbiamo spiegato prima.

E chi si tira indietro rispetto una situazione piacevole e non maliziosa (all’inizio) come quella di un uomo simpatico e piacevole che ti tratta con cortesia e facendoti sentire speciale?

Per questo da un primo passo “innocente” (almeno da parte della sedotta), molte situazioni poi sfuggono di mano.

Tanto che molte possono ritrovarsi invaghite, se non invischiate, con un ragazzo fidanzato.

Infine, come accennavamo prima, le donne amano il dramma e da molte l’amore complicato viene considerato appassionante e irresistibile, per cui invaghirsi di un uomo fidanzato fa sentire l’eccitazione del sentimento controverso e contrastato, suscita il desiderio del frutto proibito e del premio agognato alla fine di un percorso di sacrifici e di sofferenze.

"Una donna innamorata e non corrisposta che si ostina a voler conquistare un uomo, è la peggior nemica di se stessa. R.Gervaso"

Eh, va beh…

Su col morale e concentriamoci sulle possibilità.

In realtà alcuni uomini o ragazzi fidanzati si possono sfidanzare e rifidanzare.

Succede e non vi è nulla di male.

E questo può capitare anche a te.

Mi piace un ragazzo fidanzato: e se foste una coppia perfetta?

Può capitare che un uomo o un ragazzo fidanzato sia il partner perfetto per te e tu la partner perfetta per lui.

Abbiamo detto che molto dipende dall’età che avete, dal tipo di rapporto che lui ha instaurato con la sua fidanzata e di che cosa ciascuno di voi due sta cercando.

In giovane e giovanissima età ci si definisce fidanzati quando in realtà tra i due partner spesso non vi è altro che un’attrazione adolescenziale e, appunto, giovanile.

Si è alla ricerca del proprio destino e della propria strada e incontrare sul proprio percorso una persona “più giusta” non è un evento raro e tanto meno deprecabile, anzi.

Ma anche in età matura spesso ci si trova in storie vissute con rispetto reciproco e serietà che però sono in tutto e per tutto storie di transizione: spesso molti uomini si definiscono “fidanzati” anche quando sono alle prime fasi di una frequentazione.

E anche un uomo fidanzato, esattamente come un ragazzo, può essere in realtà, magari senza rendersene pienamente conto, alla ricerca di un rapporto più pieno e  più soddisfacente.

Questo capita anche alle donne.

Perché le relazioni funzionino è necessario il rispetto dell’altro (e di tutti coloro che eventualmente fossero coinvolti) ed è importante la chiarezza di intenti e di comunicazione.

L’inganno, la bugia, l’usare gli altri, portano a relazioni di terzo o quarto livello, delle quali è pieno il mondo, per carità. Ma che non sono per nulla arricchenti.

Dunque, se davvero quando ti trovi alle prese con la questione mi piace un ragazzo fidanzato, scopri, con lucidità e rispetto di tutti (di te, di lui, di lei) che in realtà la coppia giusta siete tu e lui, che cosa puoi fare?

Mi piace un ragazzo fidanzato: gli 8 passi per conquistarlo

Ti suggerisco 8 passi:

  1. Non farti ossessionare dalla fidanzata di lui e non metterti in competizione con lei. Lei c’entra davvero poco. La decisione dipende da lui e da quanto davvero è forte e ha potenzialità il legame tra di voi.
  2. Continua a dedicarti alla tua vita, sia professionale, sia di studio e sia sociale come se niente fosse: la tua esistenza deve procedere e non fermarsi in attesa.
  3. Parla chiaro con lui riguardo ai tuoi sentimenti e pretendi che lui parli chiaro con te.
  4. Non iniziare nessun tipo di relazione né sentimentale né sessuale con lui finché lui non solo ha preso una decisione, ma le ha dato seguito nella pratica. Cioè ha chiuso la sua relazione, senza coinvolgerti, lo ha comunicato alla sua cerchia famigliare e di amici e di conoscenti.
  5. Non concedergli il tuo tempo e le tue attenzioni se non riducendo i vostri rapporti all’essenziale. O te o lei. Non c’è una terza possibilità.
  6. Non essere insistente, non essere assillante, non essere bisognosa, non compiacerlo, non corteggiarlo. Gliel’hai fatto capire che ti interessa. Fagli anche capire che il tuo interesse è come lo yogurt: ha una scadenza improrogabile.
  7. Non diventare sua amica, entrare nella zona amicizia non ti dà scampo.
  8. Esci con e frequenta altri uomini, corteggiali e farti corteggiare da loro.

E tu che ne pensi quando consideri e ammetti a te stessa o una tua amica ti dice mi piace un ragazzo fidanzato?

Lascia un Commento!

106 Commenti

  1. Avatar di Viviana

    Viviana 3 anni fa (7 Ottobre 2018 13:02)

    Probabilmente non è l'articolo giusto sotto cui lasciare questo commento, ma mi piacerebbe riflettere su una questione analoga. Fresca matricola appena trasferita in una nuova città sono caduta come l'ultima delle mosche nella tela di un ragno, collega, già fidanzato, più grande di me, lui nascondeva bene il suo status, ma sono riuscita a scoprirlo comunque e mi sono divincolata. L'anno dopo seguivamo la stessa materia e lui faceva di tutto per trovare occasioni di parlarmi, di tenermi il posto ecc...Senza badare al fatto che la gente ci guardava. Io in maniera anche troppo plateale resistevo. Il tutto era fatto perché voleva studiare con me. Alla fine sono capitolata e per un mese lui ha ottenuto da me tutto ciò che cercava: una tutor, una passappunti. Io invece andavo indietro nello studio e morivo di desiderio inappagato, trasalendo per un bacio in guancia più vicino alle labbra e simili sciocchezze e nel contempo sentendomi in colpa nei confronti della sua fidanzata. Ero totalmente invischiata e infelice, ma dopo un mese ho deciso che dovevo salvarmi, da sola e alla svelta. Ho inventato un malore e sono scappata nel mio paesino d'origine, senza muovermi di lì per mesi, soffrendo, ma sapendo che era la cosa giusta, diradai i messaggi fino a sparire nel nulla, cambiando anche numero. A scrivere queste righe, dopo aver letto, per motivi di studio e qui sul blog, storie veramente difficili e pericolose tutta quella sofferenza mi sembra davvero puerile e so che forse farà sorridere, ma io ho sofferto davvero, mi svegliavo piangendo e mi coricavo piangendo, ho perso peso, è stata una delle sofferenze peggiori che abbia mai provato. Ma ritornando alla mia vicenda, trascorsi quei mesi, una mattina mi sveglio ed era tutto alle spalle, come un brutto incubo. Qualche sera fa l'ho rivisto, insieme alla sua ragazza, risparmierò tutti i tentativi che ha fatto in questi anni con ogni mezzo di parlare con me, mi sto già dilungando troppo. Non mi è ancora indifferente, provo una rabbia enorme ogni volta che lo vedo e generalmente riesce a guastarmi le serate. Mi sono girata a guardare le sua fidanzata mentre il ragno mi salutava, il suo sguardo da mastino che cerca di proteggere il suo amore da tutte quelle che crede possano minacciarlo. Avrei voluto prenderle la mano e portarla via. Quante volte in quel periodo l'ho vista come l'unico ostacolo alla mia felicità? Quante volte ho desiderato essere lei?10 anni con il ragno e nessuna volontà di salvarsi, 10 anni di frustrazioni, di mancanza di rispetto, di energie in meno. Mi sono coricata con quello sguardo davanti agli occhi e ho versato qualche lacrima a pensare a quanto male gratuito siamo capaci di infliggerci. Spero possa salvarsi e ricostruirsi, lo spero con tutto il cuore.
    Rispondi a Viviana Commenta l’articolo

  2. Avatar di Miky

    Miky 3 anni fa (14 Ottobre 2018 8:46)

    Ciao Ilaria, ti scrivo perché non so più che fare. Ti spiego: da 5 mesi mi piace un ragazzo fidanzato, ci siamo incontrati ad una festa di compleanno,premetto che non sapevo assolutamente che fosse fidanzato ma l'ho scoperto a fine serata, e la sua ragazza non era alla festa, ...lui dopo vari sguardi da lontano si decide a rivolgermi parola per domandarmi qualcosa, io mi avvicino un po' imbarazzata, e lui con un'affermazione da vero str**** mi dice "non c'è bisogno che arrossisci però" e io con un finto sorriso e irritata al massimo lo invito a continuare ciò che stava dicendo..(niente di importante). La serata continua ed entrambi non smettiamo di guardarci facendo in modo che l'altro non se ne accorgesse, ma con scarsi risultati. Ad un certo punto io, lui e altri quattro ragazzi ci allontaniamo dal tavolo e camminiamo un po', tre ragazzi vanno per i fatti loro e io, lui e sua cugina rimaniamo da soli. In sottofondo c'era della musica, io canticchiavo senza dare importanza alla sua presenza ma all'improvviso vedo che mi prende entrambe le mani e le "avvolge" tra le sue, per un po' di tempo, mi giro e vedo che mi guarda sorridendo e lo stesso faccio io. Arrivati gli altri tre ragazzi lui si stacca e fa come se non fosse successo nulla. Continua la festa e lui continua a guardarmi, e squadrarmi..lo stesso faccio io senza farmene accorgere. A fine festa c'è la tradizione del bagno in piscina, io non potevo farlo per ovvi motivi, e lui vedendomi seduta mi chiede il perché e alla mia risposta negativa rimane un po' dispiaciuto e prova ad insistermi, ma io nego. Finita la festa mi aspettavo che lui si avvicinasse per salutarmi ma non lo fa, e neanche io, ma nonostante questo non ha smesso un secondo di guardarmi. Arrivata a casa lo cerco sui social e vedo delle foto di lui con una ragazza e capisco che è fidanzato. Vado in confusione..e non capisco il perché di quel gesto (le mani), per me estremamente confidenziale, tra due persone che si sono visti quella sera per la prima volta. E poi mi domando se ci fosse stata la sua fidanzata a quella festa si sarebbe comportato come si è comportato? Mi avrebbe dato tutte quelle attenzioni? Si potrebbe pensare che è un suo modo di comportarsi con le donne, ma no perché l'ha fatto solo con me. Sta di fatto che lui non mi ha cercata, e neanche io, ma nonostante siano passati 5 mesi non smetto di pensarlo e non riesco ancora a trovare una risposta a quel comportamento. Ti ringrazierò tanto Ilaria se mi aiuterai a capire questi uomini!!! PS. Premetto che è un ragazzo molto serio e sistemato.
    Rispondi a Miky Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 anni fa (14 Ottobre 2018 12:25)

      E' serio e sistemato (che cosa vuol dire "sistemato") e ti sta prendendo in giro. No, scusa, sei tu che ti fai prendere in giro. Occupati di qualcosa di importante nella tua vita. Vedrai che con qualche impegno di mani e di mente riuscirai a non pensarlo.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  3. Avatar di Sofy

    Sofy 3 anni fa (19 Ottobre 2018 14:23)

    Ciao Ilaria ti scrivo perché sono un po’ in confusione,7 anni fa quando avevo tra 16/17 anni durante la ricreazione di scuola ho incrociato lo sguardo di un ragazzo e fin da subito mi ha colpito,e gli avevo riferito alla mia amica che era un bel ragazzo e siccome lei era in classe sua mi disse che lui aveva detto la stessa cosa di me..abbiamo deciso di scambiarci i numeri ma per vari motivi non ci sentivamo molto e nemmeno parlavamo a scuola perché ero molto timida io ed inesperta,io avevo bisogno di una perosona un po’ più presente! Un giorno mi ha chiesto di uscire perché ero andata a dormire da una mia amica ma quella sera gli ho dato buca.. Lo stesso giorno un ragazzo dello stesso paese voleva il mio numero e siccome era un po’ ingenua gliel’ho dato e ci siamo scritti per un po’ e ci siamo messi insieme... Dopo un po’ sono andata a vederlo a calcetto e mi ritrovo in squadra insieme tutte e due ero un po’ a disagio,anche perché quel giorno il ragazzo con cui stavo insieme aveva annunciato che io ero la sua morosa e l’altro ragazzo si è incazzato dicendo” si che prima si sentiva con me”.. Poi mesi che eravamo a scuola insieme lui non mi guardava nemmeno in faccia non mi salutava,solo dopo sei mesi mi ha parlato di cose un po’ in generale ma non di noi,anche perché lui si era fidanzato però vedevo che non gli interessava molto.. Poi dopo un po’ io mi sono lasciata e anche lui si era lasciato. Un giorno verso settembre di 6 anni fa sempre mi arrivano due messaggi praticamente uguali uno del mio ex e l’altro di questo ragazzo e io ho pensato subito che erano insieme ma loro due non sono amici però questa cosa mi puzzava.. Dopo un po’ di mesi mi risono messa con il mio ex e lui con un altro ragazzo non l’ho più rivisto fino a l’anno scorso,un mattina mi sveglio tutta stranita perché avevo sognato lui e da un punto in bianco mi ritornato in mente e dopo un po’ lo rivedo e mi faceva un strano effetto! Infatti dopo è diventata una cosa continua anche nel pensarlo ed era da anni che non mi capitava,infatti dopo un po’ ho chiuso la mia storia del tutto con il mio ex anche per vari motivi ma soprattutto perché stavo male che mentre stavo insieme pensavo a l’altro! Da quel giorno che ormai è passato un anno che poi tra l’altro l’ho rivisto sempre in gennaio ma lì per lì non mi faceva nessuno effetto e mi è passato di fianco senza salutarmi anche perché lui è fidanzato ancora.. Mi sono detta tra me e me che non è meglio chiudere del tutto però ogni tanto ancora adesso mi capita di sognarlo e di pensarlo è come se una porta è stata aperta per metà è lasciata così per anni senza spiegazioni e motivazioni..
    Rispondi a Sofy Commenta l’articolo

  4. Avatar di seli

    seli 3 anni fa (18 Febbraio 2019 16:35)

    Ciao !! Mi ha consolata quando il mio ragazzo mi ha lasciata. È sempre gentile e insieme ridiamo un sacco. E' davvero un ragazzo dolce. Ora sono passati 3 mesi, andiamo alla stessa scuola. Io mi sono presa una cotta per lui...ma lui era un po' ambiguo, nel senso che prnsavo di piacerglui un sacco e lui che fa?? Si è messo con un'altra quando invece pensavo si sarebbe messo con me. Io dovevo togliermi il peso ... e allora gli ho confidato il mio amore. Lui preferisce stare con l'altra...sono insieme sa u mese. Avrò msi speranze? ? Tutti mi dicono che sono troppo carina per lui...avrò nai delle possibilità? ? È un ragazzo serio, forse ho frainteso il duo essermi amico...ma mi chiama tesoro, amore... mi dice che mi adora.
    Rispondi a seli Commenta l’articolo

  5. Avatar di Elisa

    Elisa 2 anni fa (23 Novembre 2019 23:50)

    Ciao Ilaria! Mi sono imbattuta nel tuo post e non potevo non scriverti.. scusa se utilizzo un altro nome. Dunque la situazione é questa: ho appena iniziato a frequentare l’università e c’é stato un colpo di fulmine tra me e questo ragazzo.. durante le lezioni mi guardava continuamente, io anche, a fine lezioni dopo qualche tempo comincia a salutarmi e io ricambio.. qualche settimana fa tra una lezione e l’altra vedo che sta con dei compagni suoi (fanno le lezioni con noi) e con la scusa mi avvicino.. cominciamo a parlare del più e del meno e finisce che prendiamo un caffè insieme.. lo cerco sui social e lo ringrazio per il caffè, ci scambiamo il numero e cominciamo a parlare su Whatsapp.. e con mia grande sorpresa mi dice delle cose molto dolci come “mi hai colpita dal primo giorno” ecc., al che gli rivelo il mio interessamento, e lui conferma il suo.. e dopo un po’ mi dice che é fidanzato e che é una situazione complicata tra lui e la sua ragazza. Nonostante questo, continua a dirmi cose molto carine, parliamo spesso in università e gli sguardi sono molto intensi.. tuttavia lui ancora non se la sente di lasciarla. Come una stupida che si lascia trasportare troppo dal momento e dalle emozioni, lui mi bacia e io ci sto. E ora sto a pezzi. So perfettamente che la cosa migliore sarebbe tagliare tutti i rapporti con lui, ma sento che é quello giusto per me..
    Rispondi a Elisa Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 anni fa (24 Novembre 2019 6:52)

      Immagino uno sbagliato come dovrebbe essere...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 2 anni fa (24 Novembre 2019 10:05)

      Ciao Elisa, sempre con comprensione, perché tutte noi abbiamo preso scuffie al primo sguardo e a tutte le età, ma se tu leggi, non tanto gli articoli di Ilaria, ma soprattutto le risposte e le testimonianze delle lettrici, troverai centinaia e centinaia di storie di donne che raccontano di stronzi impegnati, affettivamente non disponibili, che le usano e le maltrattano e che puntualmente finiscono la frase con un bel "ma sento che è l'uomo giusto per me".... Ora, io non sto dicendo che lui sia un mostro, ma che tu ti stai affidando a una sensazione o addirittura convinzione che, non solo è basata sul niente e dipende solo dal tuo coinvolgimento, ma è fuorviante e pericolosa, perché come per tutte, ti porta a non guardare in faccia la realtà e incaponirti su una situazione e una persona sbagliate! Pensaci su! ;) Un abbraccione!!!
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

  6. Avatar di Giulia

    Giulia 1 anno fa (26 Agosto 2020 9:10)

    Ciao Ilaria, grazie per l'articolo,come al solito interessante! Mi piacerebbe avere la tua opinione su un caso specifico: lui e lei hanno 18 anni, lui é gia' impegnato ma ha dei dubbi sulla sua ragazza,comincia un flirt con lei. A me sembrerebbe corretto che lei non si lasciasse andare all'assurda idea del " ti provo e vediamo se mi piaci più dell'altra",ma magari continuasse a frequentare ogni tanto questo lui in contesti accettabili e poi che sia lui a decidersi se ne vale la pena per lui mollare la sua ragazza per mettersi con l'altra. Anche se la maggior parte dei ragazzi-forse tutti?- ragiona invece dicendo "ma se non so se c'è chimica sessuale come faccio a decidermi?". Grazie,complimenti per il sito! Ps: ho notato che non parli affatto degli asessuali nei tuoi blog. È un orientamento riconosciuto ormai, di sicuro amplia l'orizzonte delle situazioni interpersonali.
    Rispondi a Giulia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (26 Agosto 2020 11:53)

      Ciao Giulia, trovo interessante quando le persone mi parlano di "altri". Lui, lei, l'altra. A diciott'anni, un linguaggio di 50 anni fa. Che cosa ti interessa di "lei, lui, l'altra"? E di una storia squallida, a dirla onestamente. Raccontami storie in prima persona, è meglio. Non parlo degli asessuali come non parlo di molti altri argomenti.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Andrea

      Andrea 1 anno fa (11 Settembre 2020 21:25)

      Ciao Ilaria, grazie davvero, perché leggendo questo articolo trovo il coraggio di parlarne per la prima volta con qualcuno esperto. Avevo legato tantissimo con un collega, che lavora in un'altra area del mio posto di lavoro, nei mesi precedenti il lockdown. Molto spesso eravamo in simbiosi ed entrambi ci siamo definiti molto simpatici e a proprio agio l'uno con l'altro, tanto che abbiamo cominciato a farci delle confidenze davvero intime. Lui è sempre stato molto gentile con me e io con lui e a causa di questo suo modo di essere è capitato che mi invaghissi di lui quasi repentinamente. Io ho cominciato ad approfondire la conoscenza e per un attimo avevo capito, attraverso suoi espliciti atteggiamenti, che anche lui fosse seriamente interessato. Dopodiché ho fatto un passo avanti dichiarandogli di trovarlo una persona molto interessante. Di lì a poco ha subito affermato che anche lui era molto interessato a me, ma che aveva il cuore e la testa altrove, ovvero che è impegnato in una relazione a distanza da un paio di anni. Da lì è cominciato il lock down e io sono sprofondato in un senso di sconforto e avvilimento senza precedenti. Ci siamo sentiti sempre di meno, io sono diventato sempre più poco propenso a sentirlo perché sapevo che non si sarebbe andati più da nessuna parte, anche se lui voleva continuare a essere un amico/collega, ma io ancora oggi non ci penso nemmeno minimamente a far finta di nulla, tanto che non ci sentiamo più da un paio di mesi. Tra pochi giorni, dopo sei mesi, ci rivedremo poiché torneremo a lavorare in sede due volte a settimana. Io in questi giorni sto pensando continuamente a lui, ovvero a come trattarlo e interagire con lui sul posto di lavoro. Sono totalmente confuso, e istintivamente penso che quando ci riparleró gli dirò di aver ormai alimentato antipatia nei suoi confronti e che dopo aver fatto il profumiere vorrei che evitasse di darmi confidenza o cose analoghe. Ma non sono sicuro che si tratti dell'atteggiamento giusto. Mi piacerebbe che mi dicessi tu cosa ne pensi. Ti ringrazio davvero tanto in anticipo. Ciao!
      Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 anno fa (11 Settembre 2020 21:40)

      Ciao Andrea, a modo suo lui con te è stato sincero. Ti ha detto che era impegnato e non ti ha cercato di fatto. Capisco la tua rabbia e la tua delusione per il fatto che lui avesse dimostrato di ricambiare il tuo interesse, cosa probabilmente vera e sincera, ma è chiaro che lui ha scelto per la stabilità della sua relazione precedente. Io ti consiglio di comportarti con lui come faresti come un normale collega e se lui tentasse di approcciarti con fare un po' più confidenziale e seduttivo, di respingerlo con l'indifferenza.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di G

    G 12 mesi fa (3 Novembre 2020 16:21)

    Ciao Ilaria, articolo interessante. Mi trovo in questo periodo in una situazione simile, lui piú grande di me di 10 anni, fidanzato e pare ci siano degli scambi di sguardi. Cosa mi consiglieresti di fare? Provare a "dichiararmi" con la consapevolezza che si, essendo d'accordo con ció che hai scritto, di portare rispetto per me, in primis (ovvero che merito anche io una relazione "tutta per me"); la mia sarebbe curiositá di sapere cosa lui mi direbbe.
    Rispondi a G Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 12 mesi fa (3 Novembre 2020 20:51)

      Non fare nulla.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 12 mesi fa (3 Novembre 2020 22:02)

      @G Beh, vediamo, se provi a "dichiararti" le ipotesi di risposta sono due: a) ti dice che è fidanzato e tu rispondi "ah"; b) ti dice che è libero, e tu sai che sta mentendo e quindi che vuole portarti a letto ed è un gran "figlio di madre ignota". Ovviamente, tu spereresti che dicesse "Sono impegnato ma siamo in crisi, in effetti non va più, e poi ultimamente sto pensando molto a te e ai nostri sguardi". Ebbene, la situazione c) è rara. A parte la questione morale del fregare l'uomo di un'altra, penso anch'io che non bisogna far nulla in questi casi. Se gli interessi, non si limiterà a guardarti. E se non si limiterà a guardarti, dovrai essere brava a capire che tipo di interesse ha.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 12 mesi fa (4 Novembre 2020 5:56)

      Ma poi chi ci crede alla storia degli sguardi?!? Ma davvero siamo ancora messi a questo punto?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 12 mesi fa (4 Novembre 2020 13:36)

      Ma infatti, Ilaria. @G Senza offesa, mi pare proprio un atteggiamento da sfigati pensare che lo scambio di sguardi equivalga ad aver fatto colpo. Per carità è un indizio, ma non sufficiente per la diagnosi. Se tu ti "dichiari" così, ovvero gli fai capire che ti interessa, c'è sì la possibilità che anche tu gli piaccia ma resta comunque fidanzato, quindi rischi di umiliarti sentendoti rispondere che è fidanzato o di farti prendere in giro se ti risponde che è libero. E, inoltre, c'è sempre la possibilità che tu non gli interessi, e quindi potrebbe pensare di te "Ammazza oh, a questa l'ho solo guardata e si è fatta un film, sta proprio in cerca disperata..." E magari da quel giorno evita pure di salutarti per precauzione. Insomma, prima di rischiare di umiliarti accertati almeno che ci sia un interesse reciproco.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di G

      G 12 mesi fa (5 Novembre 2020 10:21)

      Sembra ci siano anche delle attenzioni da parte sua, sappiamo entrambi che lui è già fidanzato, ma come dite voi potrebbe essere si un bel film che mi sono costruita io, ed è proprio per questo che non mi sono ancora del tutto esposta, primo per avere un consiglio da parte di terzi, ma poi come dicevo prima per "cercare di fortificare" il rispetto per me e per i miei bisogni, e poi, certo anche il rispetto per lui e la sua relazione sentimentale, giustamente anche io non vorrei trovarmi in una situazione simile, seguirò il tuo consiglio, ti ringrazio.
      Rispondi a G Commenta l’articolo

    • Avatar di Eleonora

      Eleonora 12 mesi fa (5 Novembre 2020 13:58)

      "Sembra ci siano anche delle attenzioni" che vuol dire? Non capisco se ci fai o ci sei onestamente... Preoccupati di farti una vita tua, senza distruggere quella degli altri. E di essere presente nel momento, lasciando perdere i "sembra" ed i "pare"
      Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 12 mesi fa (5 Novembre 2020 14:19)

      Perdonate la mia finezza e profondità di pensiero: ma con tutti gli uomini al mondo, con uno fidanzato e che lancia sguardi bisogna impuntarsi?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Eleonora

      Eleonora 12 mesi fa (5 Novembre 2020 15:48)

      Cara Ilaria, ma ci vogliono meno energie a prendersi lo scarto(perché un traditore questo é) di un'altra che a sbattersi per trovare un uomo libero sentimentalmente da amare e che ci ami... Ecco perché l'uomo impegnato intrippa così tanto!
      Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 12 mesi fa (5 Novembre 2020 18:31)

      Eleonora, sul fatto che l'uomo impegnato "intrippi" ci sono tante ragioni. Il tema è che stiamo dando del traditore a un uomo, nel caso specifico, di cui non sappiamo nulla, o non ci è stato detto nulla, se non che c'è stato uno "scambio di sguardi". Il che può essere vero e più probabilmente è un "film" della signora che racconta. Oppure, ancora, non è possibile che tra un uomo e una donna "estranei" ci siano gentilezze, battute, favori, sorrisi e cortesie senza che vi sia un interesse sentimental-sessuale? Attenzione, perché questo è un modo primitivo di pensare, sotto molte angolature. Se io sono gentile e faccio battute o anche complimenti a un uomo vuole dire che mi piace e che sono traditrice (in potenza) del mio partner? Vuol dire che quest'uomo si sente autorizzato a iniziare una sorta di corteggiamento o, spesso, come molti si giustificano, spingersi oltre in modi non urbani? (Questo discorso vale per uomini e donne, io ho fatto l'esempio di me, perché credo che ci possano essere sguardi di intese, gentilezze e cortesie con persone dell'altro sesso, senza che dietro vi sia null'altro. Credo sia un gesto di civiltà e di savoir vivre, ecco). Spero di essermi spiegata. Poi della storia in sé, che noto è stata raccontata con ambiguità, passi. E' il principio che conta. Attenzione a non mettere delle etichette al primo che passa, sia esso uomo donna o chicchessia. Ed è un principio che vale in tutti gli ambiti della vita.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Eleonora

      Eleonora 12 mesi fa (5 Novembre 2020 18:52)

      Non ho etichettato nessuno in realtà. Parlavo in generale, non del caso specifico. Se tutti quelli impegnati che guardano anche semplicemente per sbaglio un'altra persona fossero dei traditori poveri noi! Concordo con te, si può essere gentili con gli altri senza aver secondi fini. Credo che se la signora fosse stata guardata da una donna non avrebbe dato lo stesso peso alla cosa...
      Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

    • Avatar di G

      G 12 mesi fa (6 Novembre 2020 9:52)

      La situazione è che frequentiamo lo stesso tipo di hobby da circa un anno, non so se considerarmi "estranea" ma neanche troppo "confidenziale" perchè appunto ho sempre cercato di mantenere quella giusta distanza. Sono d'accordo con te, Ilaria, sul fatto che se una persona si mostra gentile, cortese, che fa battute non significhi per forza ed esclusivamente che ci sia un intento di approccio verso qualcuno, sarà capitato anche a me di trovarmi dall'altra parte e non avere interesse, e di averlo fatto in qualche modo capire (se non verbalmente, cambiando comportamento). Posso essermi solo presa una "sbandata" e posso, con ragionevolezza e coscienziosità, prendere ancora le giuste distanze. Grazie per gli spunti di riflessione.
      Rispondi a G Commenta l’articolo

    • Avatar di Serena

      Serena 12 mesi fa (6 Novembre 2020 11:53)

      Giustissimo Ilaria! E mi spingerei ancora un po' di più: può darsi anche che ci possa essere dell'attrazione reciproca con persone al di fuori della coppia, ma non significa assolutamente che ne consegua un corteggiamento e/o un tradimento! Fidanzarsi o sposarsi non significa indossare il paraocchi e non apprezzare più quanto di bello ci circondi, fossero anche persone dell'altro sesso. Possiamo anche ammirare e considerare di valore un uomo e stringere rapporti di amicizia "affettuosa" (in senso puro e non ambiguo) senza per questo sognarci di combinarci alcunché...
      Rispondi a Serena Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 12 mesi fa (5 Novembre 2020 23:40)

      Sì, perché il pragmatismo non va più di moda. Temo.
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di G

      G 12 mesi fa (5 Novembre 2020 15:39)

      Ringrazio tutte per i vostri pareri/spunti di riflessione, personali
      Rispondi a G Commenta l’articolo

    • Avatar di Saretta

      Saretta 12 mesi fa (3 Novembre 2020 22:46)

      E una volta sentito cos'ha da dire che cambia? Lascia perdere il presunto(non ne sei neanche certa mi pare di capire) scambio di sguardi e chiediti se la fidanzata della situazione fossi tu, come ti farebbe sentire? Non so, a volte ho la sensazione che gli uomini fidanzati rappresentino una sfida per le donne single disperatamente invidiose. Come se dovessero dimostrare a tutti i costi che sono più "fighe" delle altre. "Guarda come sono stata brava a sedurre il tuo uomo e portartelo via!" Già, peccato che il tradimento non segua nessuna regola...per cui oggi a me ma domani a te. Concludo con una riflessione: Se una persona vuole stare con te lo fa, senza se e senza ma. É chiara con te ed altrettanto con l'attuale partner, non fa giochini ma vive tutto alla luce del sole(con figli, parenti, amici, colleghi, con il postino, ecc.). Se lui al momento é fidanzato con un'altra e non con te un motivo c'é, non credi?!
      Rispondi a Saretta Commenta l’articolo

    • Avatar di Laura

      Laura 12 mesi fa (4 Novembre 2020 23:18)

      Cara G, quello che vorresti fare si chiama "scherzare col fuoco". E finisce sempre nello stesso modo: con una scottatura. Esistono tanto giochi più innocui con cui ingannare la noia, se proprio uno non si vuole sforzare di riempire la propria vita con qualcosa di interessante davvero.
      Rispondi a Laura Commenta l’articolo

  8. Avatar di Chiara

    Chiara 10 mesi fa (7 Gennaio 2021 9:14)

    Un ragazzo fidanzato mi ha risposto ad una storia. Mi aveva cercato qualche mese fa ma poi si era fidanzato ed era sparito. Come mi dovrei comportare?
    Rispondi a Chiara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 10 mesi fa (7 Gennaio 2021 12:22)

      Ciao Chiara, perché il fatto che un ragazzo - fidanzato o meno - risponda a una tua storia dovrebbe porti interrogativi? E' un problema suo. Perché permetti che il fatto che uno che risponde a una tua storia irrompa nei tuoi pensieri? Questo vuol dire essere nelle mani degli altri.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  9. Avatar di Laura

    Laura 2 mesi fa (26 Agosto 2021 13:46)

    Buongiorno a tutti! So che il mio sembrerà un messaggio adolescenziale, ma ho da poco superato i 30. Sono stata spesso l'amante, quella che ci si portava a letto ma a cui si preferiva sempre qualcun'altra...fosse la fidanzata tradita(poi diventata moglie), una nuova conquista o una ex precedente a me. Finalmente una mattina mi sono svegliata ed ho capito quanto valgo, smettendo da quel momento esatto d'accontentarmi delle briciole. Mi sono quindi votata alla castità sia emotiva che fisica. Attualmente ritengo di aver raggiunto un discreto equilibrio(sono single da 7 mesi), ma gli "avvicinamenti" dei ragazzi/degli uomini che dimostrano interesse mi mandano in crisi. La paura di prendere sonore cantonate é ancora tanta e la me brillante ed estroversa si va ahimé a nascondere... Durante questo periodo di lockdown ho passato tantissimo tempo a casa(causa mancanza di lavoro) e la mattina presto stavo in giardino a leggere. Una/due volte a settimana si fermava davanti casa mia(fa l'operatore ecologico) quest'uomo attraente e ci si salutava. All'inizio di agosto, prima che partisse per le vacanze, si é fermato un attimo in più ed abbiamo scambiato due chiacchiere, ma tutto é finito lì. Stamattina lo vedo passare col camion, lo saluto(era tardi e stavo uscendo per andare a fare la spesa) e lui ricambia sorridente. Qualche attimo dopo, avvertendo la sua presenza alle spalle, mi giro. Mi stringe la mano, si presenta e mi chiede di prendere un caffé insieme. Ero di fretta(mi ha presa in contropiede in realtà) ed ho rimandato la risposta a domani mattina, quando ripasserà per lavoro. Ha detto subito che é fidanzato, quindi non mi sono fatta nessun film romantico nella testa. Essendo lui non disponibile e non facendo del male a nessuno incontrandoci in un luogo pubblico, vorrei provare a mettermi in gioco. "Sfruttare" la cosa per un futuro appuntamento con una persona sentimentalmente libera come me. Non vorrei risultare né disperata né seduttiva, ma piuttosto piacevole e divertente. Il punto é che quando uno fisicamente mi fa sangue, vado in crisi e tutto il mio fascino si azzera. Secondo voi come mi devo comportare domani, accetto o rifiuto il suo invito? Intanto Ilaria, vado a leggermi qualche articolo in proposito... Grazie, un abbraccio
    Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 2 mesi fa (26 Agosto 2021 21:50)

      Ma, se hai deciso di smetterla con chi ti dà le briciole, perché uscire con uno fidanzato? Ma poi perché uscire con uno fidanzato in generale, già sapendo che lo è...
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Sara

      Sara 2 mesi fa (27 Agosto 2021 7:29)

      Ciao Laura, il mio consiglio è di rifiutare. Non per questioni morali o per il rischio di alimentare fantasie romantiche. Ma per il semplice fatto che non raggiungeresti comunque quell'obiettivo che dici di avere. Non ci si mette in gioco davvero con un uomo impegnato, troppo facile. Di solito sono uomini che si accontentano per rompere con la loro routine e provare un brivido. E ti staresti accontentando anche tu, solo per dare prova a te stessa che puoi conquistare qualcuno, fosse anche il primo che passa. E poi, personalmente, trovo proprio brutto e poco attraente questo tipo di premesse, "sono fidanzato", ma sono gusti miei 😊 Ciao :)
      Rispondi a Sara Commenta l’articolo

    • Avatar di Lela

      Lela 2 mesi fa (27 Agosto 2021 8:27)

      Cara Laura, che dire, che ti stai per mettere a tavola a banchettare con l'ennesima briciola!!! Ti fa onore il tuo proposito di amare te stessa e non scendere piú a certi compromessi, ma troppo facile mantenersi caste chiuse in un eremo (casa tua), é nella vita vera, davanti alle inevitabili tentazioni che devi tirare fuori convinzione e forza di volontà, e mi sembra che tu stia già parecchio vacillando se non addirittura cedendo!😁 Certo che non c'è niente di male in un caffè, ma proprio per questo é anche tanto pericoloso! Sai com'è, una cosa innocua tira l'altra e come niente ti ritrovi a letto insieme... tanto più se questa persona ti fa sangue come dici tu! Dici che non ti sei fatta nessuna idea romantica su di lui, ma intanto hai già scritto sotto un articolo molto indicativo e ne vuoi leggere degli altri...beh diciamo che quest'uomo si é già intrufolato bene nella tua testa e la serie di giustificazioni per poterlo frequentare si stanno già insinuando nei tuoi buoni propositi: ma non c'è niente di male, é solo un caffè, vorrei solo rimettermi in gioco...ti sembra una buona idea usare un uomo impegnato per allenarti per uno libero??? Se ho ben capito quello che int3ndevi col tuo ragionamento. Uno che oltretutto ti piace assai??? Inoltre perché non cominciamo a pensare che il rispetto per noi stessi passa anche attraverso il rispetto per gli altri. La fidanzata, a te piacerebbe che qualcuno flirtasse con il tuo fidanzato? Perché di questo si tratta. Rischi di bruciarti, e che questa situazione ti sfugga di mano al secondo caffè! Sei sulla buona strada, e resistere alle tentazioni ti rende sempre più forte, devi resistere però...😉Un abbraccio!
      Rispondi a Lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Claudia

      Claudia 2 mesi fa (29 Agosto 2021 9:42)

      Laura inizia a rispettare te stessa e le altre donne. Nel momento in cui troverai un uomo che come dici tu non ti darà solo le briciole ma ti sceglierà come compagna, ti farebbe piacere se invitasse altre donne a prendere il caffè, scambiasse sguardi o sorrisi con loro o dividesse il letto? Il modo migliore per darsi valore é non accettare queste bassezze, vedrai che cambiando atteggiamento incontrerai uomini diversi. Un caffè con un uomo impegnato fa del male a te ( presto o tardi ti proporrà di andare a letto con lui, ma naturalmente sarai un diversivo, é impegnato e gli sta bene così ) e fai del male all’altra donna. Su Laura datti valore!
      Rispondi a Claudia Commenta l’articolo

  10. Avatar di Alice

    Alice 2 mesi fa (27 Agosto 2021 14:23)

    Ciao, certo mettersi in gioco e ricominciare a socializzare é un bel obiettivo, così come quello di volersi bene e non accontentarsi più delle briciole. Qui però si ripresenta di nuovo un'alta probabilità di flirt con un uomo fidanzato. E già della confusione. Se proprio vuoi esercitarti e socializzare, meglio uscire con persone non impegnate e in situazioni più rilassate. Hai fatto bene a prendere tempo per riflettere. Secondo me i dubbi che hai sono più che azzeccati.
    Rispondi a Alice Commenta l’articolo

    • Avatar di Laura

      Laura 2 mesi fa (27 Agosto 2021 19:59)

      Ciao Alice, grazie della risposta. Il punto é che non voglio rischiare d'illudere e far soffrire una persona sentimentalmente libera e quindi emotivamente disponibile. Se l'altro si trovasse bene in mia compagnia e si coinvolgesse ed io no, lo troverei indelicato e crudele, sapendo già dall'inizio che per me era solo un gioco. Ho calcato la mano sull'attrazione per far capire che l'uomo in questione non mi é indifferente ed ecco che sorge il problema... Con gli uomini che non considero minimamente come possibili fidanzati riesco ad essere me stessa: naturale e rilassata. Quelli che invece mi attraggono in modo particolare, mi fanno letteralmente perdere la bussola. Volevo uscire a berci un caffé per averci una chiacchierata tra amici, in modo da vedere se riesco ad evitare di essere che so logorroica o noiosa o di sembrare troppo disponibile/alla canna del gas. Ho fatto parecchi errori in passato nelle relazioni(forse sempre gli stessi), di cui ho preso nota...ma se non mi metto alla prova per vedere se sono in grado di non ripeterli, rischio di ritrovarmi nuovamente alla mercé di gente senza scrupoli. Ho fatto caso ad alcuni segnali(frasi dette, in particolare sulla sua relazione) e questo mi ha permesso di aprire gli occhi e capire chi ho davanti... Non c'andrei a letto insieme neanche se mi pagasse(é un ex culturista comunque, per cui credo che se prendeva sostanze strane, sotto quel punto di vista non corriamo proprio rischi ;) :D), ma credo mi tornerà utile osservare i suoi atteggiamenti ed ascoltare le sue parole per capire in futuro a cosa dare peso nel valutare una persona. Tutto qui...
      Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 2 mesi fa (27 Agosto 2021 23:45)

      Scusami Laura, ma perché perdere tempo con una persona che già sai non sarà mai il tuo partner? Piuttosto quando trovi un uomo che ti piace fisicamente, usa le tue energie per capire se può esserci un rapporto duraturo, per conoscerlo meglio. Non aver paura di deluderlo o ferirlo, non siamo tutti "compatibili" e bisogna accettare entrambi anche la possibilità di finire una rapporto che non funziona. Sono sicuro che dopo i primi momenti, se lui è un uomo di valore, ti rilasserai e tornerai ad essere te stessa, perché tutto deve scorrere naturale, non costruito in base a regole a te estranee. Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di Laura

      Laura 2 mesi fa (28 Agosto 2021 13:56)

      @Fabio: Chiacchierare con una persona impegnata non la considero affatto una perdita di tempo. La mia intenzione non é fare la gatta morta, ma dimostrare a me stessa che sono in grado di avere una conversazione leggera e risultare quindi piacevole ad uno che considero attraente. Potrà nascere un'amicizia o ridursi tutto ad un caffé, in questo momento non mi pongo minimamente il problema. Attualmente sto bene da sola e non cerco nulla, ma allo stesso tempo desidero capire quali sono gli errori che faccio per spingere i maschi a frequentarmi puntualmente senza impegnarsi. E non sono stati solo tre o quattro... Per tornare al tuo discorso: recentemente ho rivisto un ragazzo che due/tre anni fa aveva attirato la mia attenzione. All'epoca era arrivato da poco in Italia, ci si capiva a fatica e quindi non ne era nato nulla. Il tempo é passato, abbiamo concluso entrambi una relazione ed un giorno ha attaccato bottone. Parla che ti parla, ci siamo accordati per vederci la settimana seguente(di martedì, perché mercoledì non potevo) per un gelato lì dove vive. Da me piove ma parto comunque, non sapendo(per non avere "rotture di scatole" non gli ho dato il mio numero) che da lui invece grandina. Aspetto trenta/quarantacinque minuti ma lui non si presenta. Immagino che non se lo sia segnato e si sia confuso con i giorni. Così é in teoria, perché due mattine dopo arriva a piedi(solitamente prendeva il bus o la bici) davanti casa mia per chiedermi come mai mercoledì gli avessi tirato bidone. Chiacchieriamo volentieri, fino a quando mi fa una domanda inopportuna: mi chiede se con il mio ex ho avuto rapporti. M'infastidisco, tronco la conversazione, giro i tacchi e riprendo a fare le mie cose. Mi dice che l'ha chiesto per conoscermi e rispondo che a) sono cose da non chiedere e b) le domande da fare per conoscere qualcuno sono ben altre. Ha passato la successiva mezz'ora a scusarsi, con i colleghi che gli passavano accanto chiedendogli se volesse un passaggio, ma non ho cambiato idea. Arrivato il bus é ripartito e non l'ho più visto per un paio di settimane. Adesso quando passa davanti casa mia per andare al lavoro(o per tornare a casa) mi saluta sempre, ma non sono mai andata oltre il Ciao!, per rispetto a me stessa. Se una persona ci tiene te lo dimostra con i fatti, non ti tiene in un angolo buona solo come giocattolino sessuale. Se nutra stima nei miei confronti perché non sono risultata superficiale, disponibile e priva di dignità non ne ho idea. So però che non aver ceduto e non essermi dimostrata disperata e bisognosa mi fa sentire potente perché, a differenza del passato, non ho permesso a qualcuno di prendersi gioco di me, dei miei sentimenti e del mio corpo, facendomi oltretutto perdere tempo prezioso.
      Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (28 Agosto 2021 18:58)

      Ciao @Laura, a me sembra che "pompi" un po' troppo situazioni da poco come questa appena raccontata (vi siete accordati a parole, non vi siete scambiati i numeri..."per evitare rotture di scatole"? Dai, questa poi boh, ma che davvero...) Ti ha fatto una domanda infelice, è vero, ma non è detto che volesse necessariamente "prendersi gioco di te, dei tuoi sentimenti e del tuo corpo". Curioso poi parlare di sentimenti riguardo uno che conosci appena. E deduzione esagerata la tua, secondo il mio modesto parere. Addirittura ti domandi se nutra stima per te? Ma se neanche vi sentite, avete parlato mezza volta. Invece, riguardo il tipo del caffè sono d'accordo con Fabio. Non potrà nascere un'amicizia e ti spiego perché: tu dici che non vuoi fare la gatta morta e la tua intenzione è solo mettere alla prova il tuo fascino. Questo quello che vorresti tu. Ecco quello che penserà lui: "le ho detto che sono fidanzato e flirta, a posto; quando mi va e se non mi stufa, con due paroline me la scopo". Fine. Non gli interessa l'amicizia e non gli interessi tu. Perché sai, quando gli interessi davvero non mettono subito le mani avanti. In pratica ti ha avvisato che eventualmente gli andresti bene solo per il sesso, e tu vuoi "metterti alla prova", ovvero vorresti sedurlo, anche senza andarci a letto, e dentro di te speri che cambi idea sulla sua relazione. Perché questo è, non ce la raccontiamo. Invece lui, quando capirà che fai solo la profumiera e non la smolli ti ignorerà di botto, poi ti riscriverà una cazzatina qualsiasi per tenerti appesa all'amo e quindi risparirà. Tu a quel punto non ci capirai nulla, il tuo cervello farà tilt tra menate varie ("ma gli interesso o no? Non mi cerca, eppure quel giorno mentre girava il caffè...") e l'autostima andrà a suicidarsi. Ti chiedi quali siano gli errori che fai per spingere gli uomini a non impegnarsi. Quello che facciamo tutte: ti svaluti. Cioè, non ti dai il giusto valore. Non serve a niente flirtare con un uomo che si dichiara impegnato prima ancora di dire il suo nome. È come pensare di guidare una carriola senza la ruota. Se manca la ruota non la smuovi, punto. E, riguardo al tipo che ti ha fatto la domanda infelice, perché non gli hai chiesto il motivo di quella domanda? Magari è vergine e vuole una donna vergine, oppure la sua religione glielo richiede. Vai a capire come pensa la gente. Stizzirsi e girare i tacchi in questo caso non era per forza l'atteggiamento più maturo, non ti ha mica offeso, alla fine. Prova a ragionare sugli automatismi impulsivi che metti in atto per difenderti in assenza di un reale pericolo, e sull'istinto kamikaze che ti porta invece a "metterti alla prova" con uomini palesemente sbagliati (perché indisponibili e non interessati).
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Laura

      Laura 2 mesi fa (30 Agosto 2021 7:38)

      @Vic: Mi dispiace davvero che il mio commento t'abbia toccata così nel profondo. É evidente che la tua risposta piccata é dovuta a vecchi ricordi... Sappi che ti sono vicina con il cuore. Se portarmi a letto gli venisse così facile, perché quando mi ha chiesto "Come facciamo per il caffé? Me lo fai tu?" gli avrei risposto di sì senza esitare. Il punto é che non sono nata ieri e conosco il significato di una proposta simile... I mesi di singletudine mi hanno portata a riflettere su moltissime cose, anche e non ultimo il mio valore. Ah e per quanto riguarda la domanda inopportuna fattami dal ragazzo straniero, lo dice anche Ilaria nell'articolo che le ha ispirato il mio commento che quelle inerenti al numero di ex(ed al cosa c'hai fatto e come) sono domande che non vanno fatte né accettate. Figurati poi se con la persona in questione(come nel mio caso!) ti sei scritto qualche messaggio un paio d'anni fa e c'hai scambiato parola tra passato e presente sì e no 10 volte. Ti auguro una serena giornata ;)
      Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (30 Agosto 2021 8:09)

      ‘L’articolo che mi ha ispirato il tuo commento’? Questa non l’ho capita… Cara Laura, non so come sia proceduta la tua storia con quest’uomo che ti affascina, ma ti dico sinceramente che la tua non mi sembra una buona idea. Non è rendendosi disponibili anche solo per un caffè a uno sconosciuto che di certo ha colto il tuo interesse e probabilmente una certa tua fragilità che si dimostra il proprio valore o ci si mette alla prova. Intanto è pessima l’idea di “mettersi alla prova”. È un concetto in sé svalutante. In secondo luogo è altrettanto pessima l’idea di “usare” qualcuno per fare presunti controlli sui nostri progressi. Ti dico come interpreto io la storia: il signore è il solito furbacchione abituato a tradire la compagna. Ha intuito il tuo interesse e ha individuato in te una preda tra le tante. Si è messo a fare il marpione e ho potuto osservare che c’è una sorta di “galateo” (mi viene da ridere a dirlo) tra questi marpioni. Dicono subito che sono fidanzati, così se riescono nell’impresa si danno ancora più punti giacché pensano: “Ci è stata anche se sono fidanzato, quindi io son proprio figo e lei non si fa scrupoli”. Inoltre sottolineano che loro si’ sono fidanzati ma l’interlocutrice no. Si pongono su un gradino che ritengono più alto. Se la “preda” ci sta, è avvisata. Loro sono strasicuri del loro fascino perché ci sono molte donne che cascano nella loro rete, tant’è che fanno selezione dissuadendole, a modo loro. Per lucidare il suo ego è sufficiente che tu accetti l’invito al caffè. Lui si sentirà vincente e non gli importerà nulla se tu vai a letto con lui o no. Se ci andrai per lui sarai una delle tante e confermerai in lui il concetto che lui è attraente e le donne cascano ai suoi piedi a uno schioccar di dita. Se ti portasse a letto per lui non sarebbe altro che un po’ di ginnastica in più, di cui si dimenticherebbe il giorno dopo. Noi siamo qui a filosofeggiare su uno che vale poco o niente e lui, credimi, non sa nemmeno che esisti se non che si è accorto che tu dimostri tanto interesse. “Don’t fuck the fucker” dicono gli inglesi. Ho scritto un articolo dedicato a questo. Non tentare di imbrogliare chi imbroglia. È più forte lui. La via che hai progettato per dare e darti prova del tuo valore è la peggiore possibile. Forse da questi tuoi interventi posso trarre ispirazione per un altro articolo. Vedremo. Il commento di Vic non mi risulta “piccato”. Tutt’altro. Colorito semmai.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (30 Agosto 2021 10:23)

      @Laura, ti abbiamo scritto tutti di darti valore, evidentemente pensi di dartelo e di aver riflettuto molto a tal proposito ma non è quello che traspare dai tuoi commenti. A parole ti dai valore, a fatti proprio non ci siamo, sei fuori strada. La mia risposta non era piccata, infatti, è che preferisco essere diretta pur sottolineando che sono errori comuni a tutti, che ho fatto anch'io. Ma evoluzione e crescita personale vogliono dire proprio questo: prendere atto di cosa sbagliamo, di quali meccanismi più o meno inconsci mettiamo in atto e correggere il tiro. L'analisi di Ilaria calza a pennello, non aggiungo altro. Non vorrei risultare troppo coinvolta e piccata :)
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Laura

      Laura 2 mesi fa (30 Agosto 2021 11:33)

      @Vic: Mi dispiace che tu te la sia presa, non era mia intenzione farti alterare. Lo sai? Un tempo anch'io ero permalosissima come te, poi maturando le cose sono cambiate. So bene che leggere certi commenti può riportare alla mente e far riaprire vecchie ferite e sapere che soffri fa soffrire anche me. Credo però che dovresti rapportarti agli altri con un atteggiamento mentale(e non solo) molto diverso. Ed esprimerti di conseguenza. "Gliela smolli?" Parliamo di corpi umani, di sesso, santo cielo! Va bene che siamo nel 2021, ma non adattiamoci al becero volere misogino, diamo risalto alla nostra femminilità! Facciamo in modo di rimanere impressi per qualcosa di positivo, rileggiamo e riflettiamoci su prima di schiacchiare il tasto invia. Ti abbraccio con la massima empatia
      Rispondi a Laura Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (30 Agosto 2021 11:48)

      Laura, sono pienamente d’accordo con te. Eccetto forse su fatto che Vic abbia dimostrato, in questo scambio, di essere permalosissima. Non mi pare che i tuoi commenti possano riaprire vecchie ferite. Secondo me non è il caso di drammatizzare e tantomeno di porsi sulla difensiva. È una considerazione generale la mia, che propongo a tutti. Poi credo che riflettere sia importante per tutti, nessuno escluso. E mi permetto di mettere in guardia rispetto a un atteggiamento che ci fa pensare di ‘essere arrivati’ una volta per tutte. Non si arriva mai, la vita è continua evoluzione e spesso proprio quando siamo convinti di esserci lasciati tutto alle spalle, ecco che d’improvviso cadiamo vittime delle vecchie convinzioni. Per dirla in sintesi: un marpione è un marpione, uno stronzo è uno stronzo, e tali rimangono, per quanto tu ti sia evoluta. E quindi? Quindi vanno evitati, proprio perché sei cresciuta e hai capito molte cose. Non vanno cercati per il fatto che sei cresciuta e hai capito molte cose, per quanto loro siano affascinanti e fidanzati e sposati. Un pezzo di escremento rimane tale anche se tu, come sono certa, sei sempre più forte e più bella. Semplice.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 2 mesi fa (30 Agosto 2021 12:52)

      @Laura, il termine è forte, è vero, ma è contestualizzato. "Mettersi alla prova", come dici tu, con un uomo impegnato, che si dichiara fidanzato mentre si presenta, significa buttarsi via. Non darsi valore. Noto che invece di rispondere nel merito dei punti focali si preferisce buttarla in caciara sul politically correct. Al "becero volere misogino" ci pieghiamo noi quando ammantiamo di fantasia la realtà, quando vogliamo convincerci ad ogni costo, malgrado le avvisaglie e i pareri di persone amichevoli che ci sono passate, che il lungo ed impervio percorso di crescita personale preveda di passare più e più volte nel fossato dei coccodrilli. Anzi, che il guado del fossato rappresenti esso stesso l'allenamento per il sentiero che si snoda verso la luce. Bisogna invece allenarsi a far calare il ponte levatoio, in barba ai coccodrilli. Perché il coccodrillo ha sempre fame, anche quando tu sei diventata più scattante e hai imparato a nuotare. Come ti ha scritto Ilaria: uno stronzo è uno stronzo. Si può dire stronzo, me lo consenti? Sai, Funari si farebbe una bella risata adesso.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 2 mesi fa (30 Agosto 2021 14:16)

      Per mia esperienza di solito si vedono le persone attraverso il "filtro" del proprio atteggiamento nei confronti degli altri, se sono infedele penso che tutti siano infedeli, così se sono altruista credo o meglio spero siano molti gli altruisti; vediamo proiettato negli altri ciò che noi siamo, almeno fino ad un certo punto. Non leggo nello scritto di Vic permalosita', né alterazione, forse perché non mi appartengono questi sentimenti, forse perché semplicemente non c'è. Mi colpisce la leggerezza con cui si apostrofano le persone, cosa che non mi permetterei mai, questo mi porta a pensare che alcuni siano lontani dall'essere a buon punto nella propria crescita personale, crescita che porta ad una visione del mondo e delle persone molto più rilassata. Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 mesi fa (30 Agosto 2021 12:22)

      Questi sono i commenti che adoro leggere! Grazie Ilaria
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Alice

      Alice 2 mesi fa (29 Agosto 2021 2:45)

      Laura, mi sembri piuttosto decisa. A che pro il dubbio del tuo primo commento?
      Rispondi a Alice Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 2 mesi fa (29 Agosto 2021 8:18)

      Laura, posso sbagliarmi, ma mi pare che stai "scherzando col fuoco", bisogna stare molto attenti a non farsi coinvolgere, a non restare invischiati specialmente se il tipo ti piace, le "prove" di solito le si fa 'in un ambiente sicuro. Il rapporto tra due persone non può essere una "scaramuccia" continua, bisogna sentirsi rilassati innanzitutto, anche l'approccio con gli altri non deve mai trasformarsi i n una "guerra sulla difensiva", dall'altra parte non sappiamo chi ci sia, può esserci un poco di buono oppure una persona adorabile, bisogna cercare di capirlo, senza farsi male ma senza pregiudizi, dandogli la possibilità di esprimersi. Lo si può fare se si è sicuri di sé stessi e se si ha la forza di troncare in ogni momento la frequentazione quando i nostri "allarmi" ci dicono no! Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di Alice

      Alice 2 mesi fa (29 Agosto 2021 23:37)

      Non fraintendermi, non intendevo dire di uscire e giocare con le persone.. curioso che tu abbia interpretato così. Hai alternative mille volte migliori rispetto alla situazione attuale per metterti in gioco e conoscere te stessa e gli altri. Ovvero avere caffè in amicizia con persone che ti ispirano amicizia. E flirtare con persone che ti attraggono e sono libere (entrambe condizioni molto importanti). Non capisco perché dovresti avere caffè in amicizia con un uomo impegnato o illudere persone che non ti attraggono. Scegliere la via più semplice e lineare: magari suonará noioso, ma potrebbe esserti utile.
      Rispondi a Alice Commenta l’articolo

  11. Avatar di Nadia

    Nadia 4 settimane fa (24 Settembre 2021 22:59)

    Non so se ho colto ma mi sembra che la ragazza sia stata di nuovo agganciata da qualcuno che ha ben capito che lei ha una "debolezza", forse è l'ennesima situazione che la costringa ad imparare una lezione che si ripete. Purtroppo devo confermare che quando mettono le mani avanti è perché dentro di loro stanno cercando di sentirsi ancora più fighi. E se si mettono in mostra portando fuori un'altra tipa e te lo fanno proprio davanti agli occhi? Ti vogliono dimostrare che anche se tu ti sei rifiutata un'altra la trovano in fretta. No, se sono fidanzati che motivo hanno di cercare attenzioni altrove? Ma soprattutto perché farsi male pensando che si riuscirà a trasmettere indifferenza? Perché non dire loro no non esco con te perché ho paura delle fidanzate/mogli gelose magari con un bel sorriso stampato in faccia? Che se ne andassero a nutrire il loro ego specchiandosi...
    Rispondi a Nadia Commenta l’articolo