Mi piace un ragazzo fidanzato: che faccio?

mi piace un ragazzo fidanzatoMi piace un ragazzo fidanzato. Molte ragazze e donne si trovano di fronte a questo dilemma scottante, spesso loro malgrado, senza volerlo, senza malizia.

"Non c’è amore sprecato. Miguel de Cervantes"

E soffrono. Si sentono incerte e insicure. Non sanno se il loro amore potrà avere un futuro oppure no.

Come si affronta nel modo migliore una situazione del genere?

Che cosa è giusto fare nel momento in cui ci si rende conto e si ammette a se stesse che si è nel pieno del conflitto tra ragione e sentimento provocata dalla presa di coscienza del mi piace un ragazzo fidanzato?

La risposta è: dipende.

Dipende da qual è l’età dei protagonisti della storia, di che cosa, nel caso specifico, si intende per “fidanzato”, e di qual è il coinvolgimento dei due fidanzati l’uno per l’altra e, ovviamente di colei alla quale piace l’uomo o il ragazzo fidanzato.

E, ancora, di quanto il ragazzo fidanzato è attratto da colei che lo ama e non è la sua fidanzata.

Se è solo attratto da lei, e in che modo, oppure da molte altre.

Una premessa importante – e ovvia per molti, ma non per tutti – è che le relazioni sono complicate già di loro, perché mai complicarle ulteriormente concentrando le proprie energie e il proprio interesse su un ragazzo fidanzato?

Non posso esimermi dal considerare con te alcuni aspetti “particolari” dell’essere innamorata di un ragazzo fidanzato.

Infatti, a parte il fatto che si vanno a mettere i piedi in una situazione che coinvolge persone lontane, ignare e innocenti, coltivare i propri sogni d’amore per un uomo o un ragazzo fidanzato o impegnato non garantisce entusiasmo, gioia e godimento facilmente accessibili.

Mentre il vero amore è proprio questo: gioia e serenità.

Anche se molte donne credono che il vero amore per essere tale e per “colpirle al cuore” debba farle soffrire.

Ma quello è un modo disfunzionale di considerare l’amore e i rapporti di coppia, si basa sulle delle convinzioni profondamente nocive, limitanti, convinzioni killer.

In più, per quanto fantastico e meraviglioso sia l’oggetto del tuo amore, che tu ci creda o no, a questo mondo ci sono tanti altri ragazzi e uomini liberi, fantastici e meravigliosi, pronti ad amare te per prima, te e solo te sopra tutto e sopra tutte.

In particolare se non volgi la tua attenzione verso storie e amori difficili o impossibili che ti tolgono energia, concentrazione e senso del valore di te.

Ma siccome abbiamo detto che la fortuna di una relazione con un uomo o un ragazzo fidanzato dipende da molti fattori e che in alcune situazioni un ragazzo fidanzato può rivelarsi la persona giusta per te (e tu la persona giusta per lui) senza sofferenze e spargimento di sangue altrui, andiamo un po’ più nel dettaglio.

Mi piace un ragazzo fidanzato: perché succede?

Perché succede che ci si lasci attrarre da una persona impegnata, da un ragazzo fidanzato?

La prima motivazione è che, semplicemente, succede.

L’attrazione è fatta di simpatia, “chimica”, piacere estetico, memoria di persone affascinanti conosciute in passato. Magari in un passato molto lontano. E di tanto altro.

L’attrazione è incontrollabile (non nel senso che non possiamo contenerla, ma che nasce spontanea, istintiva) e accade, si verifica.

Nasce, sgorga, magari esplode, addirittura.

Punto. E questo non significa che debba avere delle conseguenze o soprattutto che ci porti a farci del male per forza.

Poi succede che ci si innamori di un uomo o di un ragazzo fidanzato perché, umanamente, tendiamo a dare più valore a cose e persone che sono apprezzate anche da altri.

Si chiama riprova sociale e spesso è inconsapevole.

E’ come con l’i-Phone.

Per cui, se un uomo prima single si ritrova a un certo punto in coppia, tanto più se è un amico e un conoscente e tanto più se ha trovato una partner bella e interessante, di colpo “sale nella classifica” del valore percepito e dell’interesse suscitato.

Un uomo o un ragazzo fidanzato poi, da un punto di vista puramente “morale”, risultano essere meno “impegnati” di un uomo o di un ragazzo sposato e dunque il possibile senso di colpa causato dal sentimento d’amore verso di lui e di desiderio, non è divorante.

In effetti in molti casi un uomo o un ragazzo fidanzato non sono poi autenticamente “impegnati”.

Ma andiamo per gradi.

Ci si innamora o ci si invaghisce di un uomo o di un ragazzo fidanzato anche perché i rapporti tra persone negli ambienti di lavoro, nei locali, in compagnie di amici sono ormai molto informali e molti uomini fidanzati (o anche sposati) in assoluta buona fede assumono un atteggiamento “amichevole” o “amicone” e confidenziale con colleghe e conoscenti.

Cioè sono cordiali, gentili, collaborativi. O anche simpaticoni.

Non ultimo per il fatto di sentirsi “al di sopra di ogni sospetto” proprio perché impegnati.

In tanti pensano: “Sono impegnato, nessuna fraintenderà la mia gentilezza, posso rilassarmi.”

Allora accade che molte relazioni inizino come rapporti di lavoro cordiali, come amicizie da bar o da pausa pranzo, come scambi di appunti per compiti in classe o esami all’università e senza accorgersene, poco dopo, la lei di turno si trova coinvolta, mentre il lui fidanzato non ha nessun particolare interesse dato che il suo baricentro sentimentale è altrove.

E non ha neanche nessuna preoccupazione riguardo il fatto di comportarsi in modo scorretto.

Poi, ovviamente, ci sono i marpioni o traditori seriali e senza scrupoli: quelli che fidanzati, sposati etc etc, devono sedurre e portarsi a letto più donne possibili, spesso – se non sempre – facendo leva sulla scorrettezza.

"Cambia una donna al giorno perché vuol essere fedele a tutte. G.Rojetti"

Sappiamo che molte donne e ragazze cadono nella rete. Con molta facilità.

Ci sono centinaia e centinaia di storie di uomini dalla doppia vita, che ben prima di conoscere la fidanzata hanno instaurato un legame “non impegnativo” con un’altra partner.

Poi, appunto, conoscono la fidanzata e continuano l’altra relazione, sparando promesse e dichiarazioni di sentimenti profondi come i bambini fanno le bolle di sapone al parco in primavera.

Poi si sposano, e continuano l’altra relazione.

Poi fanno figli con la legittima moglie, e continuano l’altra relazione.

Sempre tra promesse (mai mantenute), pentimenti (falsi), rimpianti e rimorsi (ma quando mai?!).

"Il peggior modo di sentire la mancanza di qualcuno è esserci seduto accanto e sapere che non l’avrai mai. G. G. Marquez"

Tornando agli ambienti di lavoro, ai circoli di amici, ai club sportivi e compagnia bella e ai rapporti cordiali tra uomini e donne che spesso si instaurano in questi contesti possiamo considerare che, certo le attenzioni da parte di un uomo, le sue gentilezze, le sue galanterie fanno piacere, in particolare se vengono considerate “disinteressate” e in particolare se è fidanzato, per le ragioni che abbiamo spiegato prima.

E chi si tira indietro rispetto una situazione piacevole e non maliziosa (all’inizio) come quella di un uomo simpatico e piacevole che ti tratta con cortesia e facendoti sentire speciale?

Per questo da un primo passo “innocente” (almeno da parte della sedotta), molte situazioni poi sfuggono di mano.

Tanto che molte possono ritrovarsi invaghite, se non invischiate, con un ragazzo fidanzato.

Infine, come accennavamo prima, le donne amano il dramma e da molte l’amore complicato viene considerato appassionante e irresistibile, per cui invaghirsi di un uomo fidanzato fa sentire l’eccitazione del sentimento controverso e contrastato, suscita il desiderio del frutto proibito e del premio agognato alla fine di un percorso di sacrifici e di sofferenze.

"Una donna innamorata e non corrisposta che si ostina a voler conquistare un uomo, è la peggior nemica di se stessa. R.Gervaso"

Eh, va beh…

Su col morale e concentriamoci sulle possibilità.

In realtà alcuni uomini o ragazzi fidanzati si possono sfidanzare e rifidanzare.

Succede e non vi è nulla di male.

E questo può capitare anche a te.

Mi piace un ragazzo fidanzato: e se foste una coppia perfetta?

Può capitare che un uomo o un ragazzo fidanzato sia il partner perfetto per te e tu la partner perfetta per lui.

Abbiamo detto che molto dipende dall’età che avete, dal tipo di rapporto che lui ha instaurato con la sua fidanzata e di che cosa ciascuno di voi due sta cercando.

In giovane e giovanissima età ci si definisce fidanzati quando in realtà tra i due partner spesso non vi è altro che un’attrazione adolescenziale e, appunto, giovanile.

Si è alla ricerca del proprio destino e della propria strada e incontrare sul proprio percorso una persona “più giusta” non è un evento raro e tanto meno deprecabile, anzi.

Ma anche in età matura spesso ci si trova in storie vissute con rispetto reciproco e serietà che però sono in tutto e per tutto storie di transizione: spesso molti uomini si definiscono “fidanzati” anche quando sono alle prime fasi di una frequentazione.

E anche un uomo fidanzato, esattamente come un ragazzo, può essere in realtà, magari senza rendersene pienamente conto, alla ricerca di un rapporto più pieno e  più soddisfacente.

Questo capita anche alle donne.

Perché le relazioni funzionino è necessario il rispetto dell’altro (e di tutti coloro che eventualmente fossero coinvolti) ed è importante la chiarezza di intenti e di comunicazione.

L’inganno, la bugia, l’usare gli altri, portano a relazioni di terzo o quarto livello, delle quali è pieno il mondo, per carità. Ma che non sono per nulla arricchenti.

Dunque, se davvero quando ti trovi alle prese con la questione mi piace un ragazzo fidanzato, scopri, con lucidità e rispetto di tutti (di te, di lui, di lei) che in realtà la coppia giusta siete tu e lui, che cosa puoi fare?

Mi piace un ragazzo fidanzato: gli 8 passi per conquistarlo

Ti suggerisco 8 passi:

  1. Non farti ossessionare dalla fidanzata di lui e non metterti in competizione con lei. Lei c’entra davvero poco. La decisione dipende da lui e da quanto davvero è forte e ha potenzialità il legame tra di voi.
  2. Continua a dedicarti alla tua vita, sia professionale, sia di studio e sia sociale come se niente fosse: la tua esistenza deve procedere e non fermarsi in attesa.
  3. Parla chiaro con lui riguardo ai tuoi sentimenti e pretendi che lui parli chiaro con te.
  4. Non iniziare nessun tipo di relazione né sentimentale né sessuale con lui finché lui non solo ha preso una decisione, ma le ha dato seguito nella pratica. Cioè ha chiuso la sua relazione, senza coinvolgerti, lo ha comunicato alla sua cerchia famigliare e di amici e di conoscenti.
  5. Non concedergli il tuo tempo e le tue attenzioni se non riducendo i vostri rapporti all’essenziale. O te o lei. Non c’è una terza possibilità.
  6. Non essere insistente, non essere assillante, non essere bisognosa, non compiacerlo, non corteggiarlo. Gliel’hai fatto capire che ti interessa. Fagli anche capire che il tuo interesse è come lo yogurt: ha una scadenza improrogabile.
  7. Non diventare sua amica, entrare nella zona amicizia non ti dà scampo.
  8. Esci con e frequenta altri uomini, corteggiali e farti corteggiare da loro.

E tu che ne pensi quando consideri e ammetti a te stessa o una tua amica ti dice mi piace un ragazzo fidanzato?

Lascia un Commento!

57 Commenti

  1. Avatar di Viviana

    Viviana 2 settimane fa (7 ottobre 2018 13:02)

    Probabilmente non è l'articolo giusto sotto cui lasciare questo commento, ma mi piacerebbe riflettere su una questione analoga. Fresca matricola appena trasferita in una nuova città sono caduta come l'ultima delle mosche nella tela di un ragno, collega, già fidanzato, più grande di me, lui nascondeva bene il suo status, ma sono riuscita a scoprirlo comunque e mi sono divincolata. L'anno dopo seguivamo la stessa materia e lui faceva di tutto per trovare occasioni di parlarmi, di tenermi il posto ecc...Senza badare al fatto che la gente ci guardava. Io in maniera anche troppo plateale resistevo. Il tutto era fatto perché voleva studiare con me. Alla fine sono capitolata e per un mese lui ha ottenuto da me tutto ciò che cercava: una tutor, una passappunti. Io invece andavo indietro nello studio e morivo di desiderio inappagato, trasalendo per un bacio in guancia più vicino alle labbra e simili sciocchezze e nel contempo sentendomi in colpa nei confronti della sua fidanzata. Ero totalmente invischiata e infelice, ma dopo un mese ho deciso che dovevo salvarmi, da sola e alla svelta. Ho inventato un malore e sono scappata nel mio paesino d'origine, senza muovermi di lì per mesi, soffrendo, ma sapendo che era la cosa giusta, diradai i messaggi fino a sparire nel nulla, cambiando anche numero. A scrivere queste righe, dopo aver letto, per motivi di studio e qui sul blog, storie veramente difficili e pericolose tutta quella sofferenza mi sembra davvero puerile e so che forse farà sorridere, ma io ho sofferto davvero, mi svegliavo piangendo e mi coricavo piangendo, ho perso peso, è stata una delle sofferenze peggiori che abbia mai provato. Ma ritornando alla mia vicenda, trascorsi quei mesi, una mattina mi sveglio ed era tutto alle spalle, come un brutto incubo. Qualche sera fa l'ho rivisto, insieme alla sua ragazza, risparmierò tutti i tentativi che ha fatto in questi anni con ogni mezzo di parlare con me, mi sto già dilungando troppo. Non mi è ancora indifferente, provo una rabbia enorme ogni volta che lo vedo e generalmente riesce a guastarmi le serate. Mi sono girata a guardare le sua fidanzata mentre il ragno mi salutava, il suo sguardo da mastino che cerca di proteggere il suo amore da tutte quelle che crede possano minacciarlo. Avrei voluto prenderle la mano e portarla via. Quante volte in quel periodo l'ho vista come l'unico ostacolo alla mia felicità? Quante volte ho desiderato essere lei?10 anni con il ragno e nessuna volontà di salvarsi, 10 anni di frustrazioni, di mancanza di rispetto, di energie in meno. Mi sono coricata con quello sguardo davanti agli occhi e ho versato qualche lacrima a pensare a quanto male gratuito siamo capaci di infliggerci. Spero possa salvarsi e ricostruirsi, lo spero con tutto il cuore.
    Rispondi a Viviana Commenta l’articolo

  2. Avatar di Miky

    Miky 7 giorni fa (14 ottobre 2018 8:46)

    Ciao Ilaria, ti scrivo perché non so più che fare. Ti spiego: da 5 mesi mi piace un ragazzo fidanzato, ci siamo incontrati ad una festa di compleanno,premetto che non sapevo assolutamente che fosse fidanzato ma l'ho scoperto a fine serata, e la sua ragazza non era alla festa, ...lui dopo vari sguardi da lontano si decide a rivolgermi parola per domandarmi qualcosa, io mi avvicino un po' imbarazzata, e lui con un'affermazione da vero str**** mi dice "non c'è bisogno che arrossisci però" e io con un finto sorriso e irritata al massimo lo invito a continuare ciò che stava dicendo..(niente di importante). La serata continua ed entrambi non smettiamo di guardarci facendo in modo che l'altro non se ne accorgesse, ma con scarsi risultati. Ad un certo punto io, lui e altri quattro ragazzi ci allontaniamo dal tavolo e camminiamo un po', tre ragazzi vanno per i fatti loro e io, lui e sua cugina rimaniamo da soli. In sottofondo c'era della musica, io canticchiavo senza dare importanza alla sua presenza ma all'improvviso vedo che mi prende entrambe le mani e le "avvolge" tra le sue, per un po' di tempo, mi giro e vedo che mi guarda sorridendo e lo stesso faccio io. Arrivati gli altri tre ragazzi lui si stacca e fa come se non fosse successo nulla. Continua la festa e lui continua a guardarmi, e squadrarmi..lo stesso faccio io senza farmene accorgere. A fine festa c'è la tradizione del bagno in piscina, io non potevo farlo per ovvi motivi, e lui vedendomi seduta mi chiede il perché e alla mia risposta negativa rimane un po' dispiaciuto e prova ad insistermi, ma io nego. Finita la festa mi aspettavo che lui si avvicinasse per salutarmi ma non lo fa, e neanche io, ma nonostante questo non ha smesso un secondo di guardarmi. Arrivata a casa lo cerco sui social e vedo delle foto di lui con una ragazza e capisco che è fidanzato. Vado in confusione..e non capisco il perché di quel gesto (le mani), per me estremamente confidenziale, tra due persone che si sono visti quella sera per la prima volta. E poi mi domando se ci fosse stata la sua fidanzata a quella festa si sarebbe comportato come si è comportato? Mi avrebbe dato tutte quelle attenzioni? Si potrebbe pensare che è un suo modo di comportarsi con le donne, ma no perché l'ha fatto solo con me. Sta di fatto che lui non mi ha cercata, e neanche io, ma nonostante siano passati 5 mesi non smetto di pensarlo e non riesco ancora a trovare una risposta a quel comportamento. Ti ringrazierò tanto Ilaria se mi aiuterai a capire questi uomini!!! PS. Premetto che è un ragazzo molto serio e sistemato.
    Rispondi a Miky Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 6 giorni fa (14 ottobre 2018 12:25)

      E' serio e sistemato (che cosa vuol dire "sistemato") e ti sta prendendo in giro. No, scusa, sei tu che ti fai prendere in giro. Occupati di qualcosa di importante nella tua vita. Vedrai che con qualche impegno di mani e di mente riuscirai a non pensarlo.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  3. Avatar di Sofy

    Sofy 1 giorno fa (19 ottobre 2018 14:23)

    Ciao Ilaria ti scrivo perché sono un po’ in confusione,7 anni fa quando avevo tra 16/17 anni durante la ricreazione di scuola ho incrociato lo sguardo di un ragazzo e fin da subito mi ha colpito,e gli avevo riferito alla mia amica che era un bel ragazzo e siccome lei era in classe sua mi disse che lui aveva detto la stessa cosa di me..abbiamo deciso di scambiarci i numeri ma per vari motivi non ci sentivamo molto e nemmeno parlavamo a scuola perché ero molto timida io ed inesperta,io avevo bisogno di una perosona un po’ più presente! Un giorno mi ha chiesto di uscire perché ero andata a dormire da una mia amica ma quella sera gli ho dato buca.. Lo stesso giorno un ragazzo dello stesso paese voleva il mio numero e siccome era un po’ ingenua gliel’ho dato e ci siamo scritti per un po’ e ci siamo messi insieme... Dopo un po’ sono andata a vederlo a calcetto e mi ritrovo in squadra insieme tutte e due ero un po’ a disagio,anche perché quel giorno il ragazzo con cui stavo insieme aveva annunciato che io ero la sua morosa e l’altro ragazzo si è incazzato dicendo” si che prima si sentiva con me”.. Poi mesi che eravamo a scuola insieme lui non mi guardava nemmeno in faccia non mi salutava,solo dopo sei mesi mi ha parlato di cose un po’ in generale ma non di noi,anche perché lui si era fidanzato però vedevo che non gli interessava molto.. Poi dopo un po’ io mi sono lasciata e anche lui si era lasciato. Un giorno verso settembre di 6 anni fa sempre mi arrivano due messaggi praticamente uguali uno del mio ex e l’altro di questo ragazzo e io ho pensato subito che erano insieme ma loro due non sono amici però questa cosa mi puzzava.. Dopo un po’ di mesi mi risono messa con il mio ex e lui con un altro ragazzo non l’ho più rivisto fino a l’anno scorso,un mattina mi sveglio tutta stranita perché avevo sognato lui e da un punto in bianco mi ritornato in mente e dopo un po’ lo rivedo e mi faceva un strano effetto! Infatti dopo è diventata una cosa continua anche nel pensarlo ed era da anni che non mi capitava,infatti dopo un po’ ho chiuso la mia storia del tutto con il mio ex anche per vari motivi ma soprattutto perché stavo male che mentre stavo insieme pensavo a l’altro! Da quel giorno che ormai è passato un anno che poi tra l’altro l’ho rivisto sempre in gennaio ma lì per lì non mi faceva nessuno effetto e mi è passato di fianco senza salutarmi anche perché lui è fidanzato ancora.. Mi sono detta tra me e me che non è meglio chiudere del tutto però ogni tanto ancora adesso mi capita di sognarlo e di pensarlo è come se una porta è stata aperta per metà è lasciata così per anni senza spiegazioni e motivazioni..
    Rispondi a Sofy Commenta l’articolo