La passione si può trasformare in amore?

la passione si può trasformare in amore?La passione si può trasformare in amore? E’ una domanda interessante e importante.

Una storia nata sull’onda della forte attrazione sensuale può diventare una relazione basata su amore, affetto e amicizia? L’eccitazione può evolvere in legame solido e duraturo?

Se si ha solo un minimo di esperienza di vita e di relazioni, si sa bene che non tutti gli amori sono uguali, non tutti i rapporti, non tutti i legami.

E’ per questo che le relazioni tra persone e le relazioni di coppia sono così complicate.

Perché le sfumature non sono certo solo cinquanta, ma sono infinite e d’altra parte si tentano di uniformare i sentimenti e le emozioni intrerpretandole e definendole in modo spesso semplicistico, standardizzato e ristretto.

I “ti amo”, ahimé non sono tutti uguali; i “mi manchi” non hanno tutti lo stesso significato; i “ci tengo a te” possono essere molto diversi l’uno dall’altro

Se ci si vuole orientare nel mondo delle relazioni e anche proteggersi, oltre che amare ed essere amati, è importante cogliere le sfumature, capire le differenze, distinguere i contesti.

Questa è una informazione molto utile per te.

Al di là di queste considerazioni, sappiamo bene quanto spesso capiti che all’inizio di una relazione sana ci sia quella che definiamo passione.

Anche nelle relazioni non sane a dirla tutta.

La passione dopo un po’ tende ad attenuarsi e lasciare spazio a qualcosa di diverso.

Già qualche decennio fa la psicologa Elaine Hatfield, pioniera nel campo, aveva descritto due tipi di amore romantico: la passione, in inglese passionate love, e l’amore “compassionevole”, in inglese “compassionate love” che lei definisce anche “companionate love”, l’amore da amici, da sodali, da compagni alla pari.

Secondo la professoressa Hatfield l’amore-passione si basa principalmente su forti emozioni e attrazione sessuale; l’”amore sodalizio” è fatto di fiducia, affetto, rispetto reciproco.

Dopo un’iniziale passione, un rapporto destinato a durare si trasforma in amore.

Nell’amore “compassionevole” o da “amici” non manca la passione, tutt’altro.

Semplicemente si attenua e spesso riaffiora in modo predominante e prepotente, magari a cicli a fasi.

***
È amore vero o solo un’avventura? Ho preparato un test per scoprirlo, per farlo ti basta cliccare sul bottone qui sotto:

Avventura o amore vero: fai il test

***

Differenze tra amore e passione

Un legame caratterizzato dalla passione, come abbiamo detto, è il legame ai suoi inizi.

Viene sperimentato come un profondo desiderio verso l’altra persona, con la quale si vorrebbe stare sempre e di continuo e alla quale ci si sente uniti in un modo che assomiglia molto alla dipendenza.

Attenzione, ahimé, la passione può essere ricambiata oppure no.

E che sia ricambiata o no, si manifesta con gli stessi “sintomi” di desiderio e di mancanza, di dipendenza, dalla persona amata.

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

L’amore “compassionevole”, “da compagni di viaggio”, o, per definirlo più semplicemente in italiano, l’amore di coppia, tra partner che sono alleati e sono sullo stesso piano, è quello tipico delle relazioni che durano a lungo.

Dopo un anno o al massimo due, secondo la professoressa Hatfield e in genere secondo l’esperienza comune a persone sane ed equilibrate, la passione abbiamo detto che si attenua e lascia spazio a questo tipo di amore, in cui prevale una profonda e autentica intimità.

In questa intimità, oltre a mantenersi l’attrazione sessuale reciproca, subentrano l’impegno dell’uno verso l’altra (e viceversa), la cura del partner e dei suoi bisogni, l’impegno a lungo termine.

Anche se ci sono talvolta malintesi e dissidi, in questo tipo di rapporto domina il valore del l’impegno a lungo termine e il desiderio per il benessere autentico e concreto della coppia e del partner.

Che cosa determina il trasformarsi di una passione in amore?

Ci sono tre fattori fondamentali.

1 L’essere pronti a una relazione a lungo termine, a una relazione tra “soci” che sono buoni amici e si piacciono e sono disposti a impegnarsi nella coppia, sono pronti.

2 I cosiddetti “primi stili di attaccamento”, cioè in sostanza, le modalità con cui in passato, proprio a partire dalla loro infanzia, i due partner hanno vissuto le relazioni con le persone a loro care. Se una persona ha sperimentato legami stabili, cioè rapporti che in linea di massima non gli o le hanno causato ansia, sarà più facilmente predisposta a vivere relazioni stabili di coppia, quelle nelle quali la passione diventa amore e impegno. Fiducia e affetto.

3 Il somigliarsi, la compatibilità. Secondo Hatfield, si può provare passione per persone diverse da noi, ma belle d’aspetto, affascinanti e simpatiche (chi si innamora di stronzi e manipolatori e perversi probabilmente ben lo sa), mentre l’amore “tra partner disposti a volersi bene” può esserci con persone che si assomigliano. Io direi con le quali si condividono valori, standard e obiettivi.

La passione si può trasformare in amore?

Bene, veniamo a noi.

Indubbiamente mi trovo d’accordo con quanto descritto dalla professoressa Hatfield sulle differenze tra passione e amore vero (o di lunga durata, stabile, sano).

Mi trovo anche d’accordo sull’evolversi della passione in amore, quando vi siano le condizioni.

E le condizioni sono, per ripeterlo con parole mie, la disponibilità, quindi la volontà, la scelta di impegnarsi in una relazione seria. Poi l’equilibrio emotivo, un certo livello di quella che potremmo chiamare intelligenza, competenza, maturità sentimentale che fa di una persona un partner emotivamente stabile e affidabile e la comunanza di stili e di visioni di vita.

Se stai vivendo una storia di passione con un uomo, è possibile che diventi amore di coppia a queste condizioni e sono queste condizioni che devi valutare e considerare, con oggettività e anche freddezza.

Se non vi sono queste condizioni, goditi la passione, finché non si esaurisce e poi lascia andare, senza ripensamenti, recriminazioni o rimpianti.

Passione: una nota importante

Credo che la passione sia passione e basta, indipendentemente dai contesti.

Credo anche che vi siano passioni più insane di altre e passioni farlocche. False. Fasulle. Fake,

Che cosa intendo? Intendo che in questo nostro mondo liquido, fatto di molte, troppe, relazioni liquide, cioè brevissime e instabili, opportuniste e anche disfunzionali, non solo c’è il rischio di scambiare per amore quel che è un calesse, ma anche di scambiare per passione quel che è un monopattino con una gomma bucata.

Purtroppo o anche solo perché la vita è semplicemente così, nello stesso modo  il concetto di amore è stato violentato e saccheggiato, lo è stato anche quello di passione.

In parole povere: certe storielle squallide con o tra persone impegnate, con mentitori (o mentitrici) di ogni specie o con cacciatori di avventure low cost, vorrebbero assomigliare a passione, ma non ne hanno nemmeno l’ombra.

Quindi cautela, intelligenza, freddezza. Per non rimanere fregata.

E per imparare a capire davvero se la passione si può trasformare in amore.

Lascia un Commento!

50 Commenti

  1. Avatar di Fisa

    Fisa 3 mesi fa (18 Agosto 2019 14:30)

    Non vedevo l’ora che venisse pubblicato il nuovo articolo e ho appena finito di leggerlo ... Sono d’accordo su tutto e come sempre l’ho trovato iluminante. Grazie Ilaria, il tuo lavoro è davvero utile. Aggiungo che le opportunità di trovare un amore sano e soddisfacente ci sono e occorrono ottimismo e fiducia nella vita, oltre che affinare le nostre competenze relazionali. Buona Domenica a tutti.
    0
    Rispondi a Fisa Commenta l’articolo

  2. Avatar di Emma

    Emma 3 mesi fa (18 Agosto 2019 17:43)

    Ciao Ilaria ! Anche questo articolo é pieno di verità. Sei molto dura e severa quando parli di relazioni. Concordo con te su un punto in particolare e cioè che c'è una grande maleducazione sentimentale. É difficile costruire una relazione ma è semplicissimo affondarla. In una simile società é logico che anche l'amore diventa "liquido" come lo hai definito tu. Buona domenica
    0
    Rispondi a Emma Commenta l’articolo

  3. Avatar di Dany

    Dany 3 mesi fa (18 Agosto 2019 20:08)

    Grazie per quest'articolo illuminante! Nel mio caso non credo più che la passione possa diventare amore, ormai ho perso le speranze e al momento soffro. Forse raccontarlo mi farà reagire meglio e leggere l'opinione di chi mi vorrà dare una prospettiva diversa mi aiuterà a capire cosa è successo. Ho frequentato un uomo conosciuto alla fine della scorsa estate per alcuni mesi, all'inizio si era più in amicizia e il sesso è arrivato dopo in modo improvviso e travolgente per entrambi, da quello non me lo sono più staccato di dosso. Gli ho detto di rispettare i miei spazi perché non mi piace essere cercata troppo e ha capito, quindi la cosa è continuata con gli incontri non sempre comprensivi anche di sesso e scambio di messaggi non tutti i giorni. E' stato bello condividere le nostre passioni e scoprire nel tempo di avere valori simili, soprattutto di provare le stesse emozioni di fronte alla vita. Mi ha detto di essere contento per come la nostra storia stesse crescendo, io non gli ho mai chiesto nulla a riguardo ma ho lasciato fosse lui a dimostrare anche perché sono una donna piuttosto diffidente e difficile da coinvolgere. Mi ha sempre cercata lui, ho aspettato un bel po' prima di dirgli anche io "ti voglio bene", ho preso l'iniziativa di scrivergli un paio di volte quanto sarebbe stato bello fosse con me a partecipare ad alcune iniziative e mi ha sempre risposto che non immaginavo quanto gli sarebbe piaciuto esserci. Abitiamo lontani e non è facile incontrarsi spesso, mi ha detto diverse volte che mi pensa e pure qui ci ho messo un po' a ricambiarlo. Non mi pare proprio di essermi comportata da donna bisognosa, ho la mia vita e non sempre ho risposto subito ai messaggi o sono stata disponibile per sentirlo o incontrarlo. Eppure ad un certo punto le richieste di appuntamento si sono fatte sempre più rarefatte sebbene non sia mancato lo scambio di messaggi fra noi, qui sono sparita per una settimana non rispondendo più ai suoi numerosi messaggi per poter riflettere, poi rispondo e lì non mi cerca più lui per una decina di giorni durante i quali io non lo cerco. Quando si fa sentire di nuovo tutto inizia daccapo, lentamente perché voglio fare le cose con calma e lui aspetta, si mostra premuroso e interessato. Io però mi sento sfiduciata e non mi aspetto molto da questa continuazione, seppur ci siano gli incontri, il sesso, i messaggi, lo scambio di tenerezze. La volontà si trasforma in stress, pesantezza e non sorrido più al ricevere i suoi messaggi, le parole che prima illuminavano le mie giornate non sortiscono più lo stesso effetto, mi sembrano vuote e prive di vero sentimento, buttate lì per dire. Gli incontri diminuiscono ancora una volta e restano messaggi del tipo "Se dormi, buonanotte!" che mi lasciano perplessa non poco, oppure "Piove tanto anche da te?" e altre banalità del genere senza via di scampo. Non solo, anche il tempo fra questi messaggi diventa sempre più altalenante e si passa dal riceverne occasionalmente anche tre in un giorno al silenzio per cinque giorni di fila. Non rispondo più ai messaggi notturni che ho illustrato perché non voglio fare sesso telefonico dell'ultimo momento, fosse quella l'intenzione, è capitato di farlo dato che siamo lontani ma con cena e dopocena a distanza prima. Ho risposto di mattina, di sera, in modo allegro e divertente. Mi sono stancata, piano piano. Ad uno degli ultimi messaggi dove mi ha inviato solo tre faccine con il bacio, perché mandarne addirittura tre lascia trasparire enorme passione, ho saturato. In risposta ad uno mio dove gli ho raccontato una vicenda spassosa con il mio cane, chiesta da lui. Peccato che si sia fatto poi sentire solo dopo diversi giorni, quando invece sembrava quasi ci si stesse per rincontrare, scrivendomi sabato notte per chiedermi cosa stessi facendo. Sono partita in vacanza all'improvviso, senza dire niente e ho visto dopo questo messaggio e un altro dei giorni seguenti con dei suoi versi poetici in cui mi augurava il buongiorno. Gli rispondo in modo molto distaccato, mi scuso dicendo che ero all'estero per due settimane, mi congratulo per i versi. Subito parto ancora per un'altra settimana per lavoro senza dire nulla e quando torno mi trovo un paio di suoi messaggi, nel secondo esprime il suo desiderio di sentirmi e mi chiede quando può trovarmi senza disturbare. Gli rispondo sempre in modo distaccato perché non sento altro, mi scuso dicendo che ero via per lavoro, per quanto riguarda l'incontro dico "un pomeriggio di questi volentieri". Mi chiede poi anche come è andato il lavoro, mi manda altri versi poetici che ha scritto per la buonanotte, pure più lunghi, lo ringrazio e gli rispondo in due righe dicendogli che è sempre bravo a scrivere e sparisce per un intera settimana. Ormai una decina di giorni fa, a notte fonda mi scrive così: "solo per augurarti un buon risveglio", ci mette in mezzo anche le gocce di rugiada per rendere il tutto più poetico. Poi sparito di nuovo, dubito si farà sentire ancora e fa male sia finita così anche se non abbiamo litigato, anche se mi sono stancata. Dopo aver scritto questo "romanzo", mi perdoni chi fosse arrivato alla fine, non mi è chiaro perché si è comportato così e cosa sia successo in generale in questa frequentazione. Che problemi ho? Che problemi ha?
    -14
    Rispondi a Dany Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (19 Agosto 2019 5:04)

      Nessuno dei due ha problemi. Lui semplicemente è vuoto e ti ha usato come gli è stato comodo. Tu ti muovi con molta ingenuità e credi che certe scempiaggini finto romantiche abbiano un senso e un significato che non hanno. Ti ha usata scientemente. Tu ti sei fatta usare senza coscienza di te. Sono sempre più convinta che in una relazione seria e adulta di debba rifiutare di comunicare per messaggi. La piu’ potente arma dei codardi e il più forte mezzo di illusione e consolazione per chi vuole vedere quello che non c’è. Siate esigenti. Al secondo messaggio mollatelo. Alla prima poesia chiamatelo per ridergli in faccia e poi bloccatelo. Questo signore per altro ha usato delle comunissime e molto banali tecniche manipolatorie, alternandole abilmente: love bombing (le stupide poesie), breadcrumbing (dare briciole di pane), stashing (tenere la relazione in qualche modo nascosta e in stallo), slow texting (metterci una vita senza vero motivo a rispondere a un messaggio), slow fading (lasciare che la storia si spenga lentamente). Consiglio di cuore di usare il blog per documentarsi e dunque diventare più astute. Qui le cose le diciamo chiare e molto di quel che diciamo non può essere ignorato.
      -16
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (19 Agosto 2019 15:28)

      Ciao Ilaria, a parte il "love bombing" non conoscevo gli altri termini in uso per definire i vari comportamenti manipolatori. Concordo su tutto e aggiungo che i poeti da strapazzo spesso sono anche dei plagiari: un conoscente di un mio amico mi aveva inviato per corteggiarmi un testo poetico via sms, che immediatamente copiaincollai su Google: come prevedibile, non era farina del suo sacco ma la traduzione in italiano di un brano di un poeta americano di cui ho scordato il nome; probabilmente aveva scelto un autore straniero pensando di non farsi sgamare, invece lo vidi per quello che era: doppiamente plagiaro, del poeta e del traduttore. Mi spiace che per mera educazione non gli risposi "Complimenti per il magistrale copiaeincolla", comunque un mese dopo, conoscendolo meglio, mi permisi di fargli notare che nel suo libro (autoprodotto) su un argomento orientale alquanto specialistico, libro regalatomi nell'ennesimo tentativo di impressionarmi, c'erano "stranamente" dei paragrafi in inglese... Non dissi altro, ma tanto basto' a fargli capire che avevo capito si trattasse di un maldestro e vergognosissimo plagio. Chissa' perche', ma in breve le sue carinerie da strapazzo finirono. 😁 Questo e' l'unica esperienza che posso raccontare in merito perche', come molti sanno, non sono su nessun social "ricreativo" ne' frequento chat o siti di incontri dove questi casi sono legione. A Dany e a quante si lasciano impressionare da versi e gesta intellettuali consiglio di verificare SEMPRE prima di ringraziare e complimentarsi col solito banale copione: di sicuro troverete la fonte originale di tanto genio - un poeta polacco dell'800 o una poetessa che ha un blogghettino sconosciuto ai piu' ma non al riciclone spudorato. E se anche i versi fossero davvero suoi, o fosse stato abilissimo nel copiare qualcosa di introvabile sul Web (ipotesi improbabile, visto che copiare un testo stampato costa fatica, mentre col copiaincolla dal web se ne esce in due click), NIENTE sdilinquimenti: cerca solo ammirazione gratis. I pensieri poetici vanno bene solo quando una relazione e' concreta e ben avviata: la fuffa digitale per il corteggiamento a distanza e' spazzatura. Buona giornata a tutti!
      -9
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 3 mesi fa (19 Agosto 2019 17:52)

      Ciao Gea, Piu leggo storie di questo genere e incrociandole con storie sentite da conoscenti e più mi rendo conto che c'è qualcosa di disfunzionale nei rapporti moderni. Un tempo era considerato vergognoso divorziare e si stava insieme per forza anche nei peggiori rapporti. Oggi mi sembra l'opposto. Si fanno e si disfano rapporti come un gomitolo di lana.
      6
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (19 Agosto 2019 22:12)

      Ciao Emanuele, l'unione granitica senza amore e le relazioni liquide sono le due facce della stessa (brutta) medaglia. Nel caso di Dany mi pare non sia neppure il caso di una storia effimera, ma di una non-storia che il tipo aveva imbastito sulla distanza fintamente colmata da saluti vuoti, messaggi in quantita' e tempi variabili, poesie scritte per creare un legame che non esiste. L'importante e' che sia finita e che Dany abbia tratto da questa esperienza degli insegnamenti utili. Buona serata!
      -6
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Dany

      Dany 3 mesi fa (19 Agosto 2019 20:13)

      @ Gea il tuo racconto mi ha fatto sorridere, ne avevo bisogno! I versi li ha scritti proprio lui, partendo sempre da nostre vicissitudini, questo non toglie li abbia usati in quel modo...
      -7
      Rispondi a Dany Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (19 Agosto 2019 21:53)

      Ciao Dany, sono contenta che la storia ti abbia fatto sorridere! 😊 Certo che i versi scritti "ad hoc" sono una bella furbata, ma tu hai la lucidita' necessaria per tener lontano il poeta manipolatore. Buona serata! Un abbraccio!
      -9
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Dany

      Dany 3 mesi fa (19 Agosto 2019 20:10)

      Grazie Ilaria per questa "botta di verità"! L'analisi è di una chiarezza sorprendente. Il non sapere, il non capire, distrugge. Mi sto leggendo i tuoi articoli, voglio passione e amore veri nella mia vita. Oggi mi ha scritto ancora: "buongiorno, bacio per te, carezza per il cane, tutto bene?". Non me la sono sentita di rispondergli, non saprei nemmeno cosa dire ormai.
      -4
      Rispondi a Dany Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (19 Agosto 2019 20:18)

      Beh, dai, sei sullo stesso piano del cane. Poteva andare peggio. Poteva anche piovere. Tu scrivi su un biglietto: “Un calcio nel deretano a te”. E lo tieni sul comodino fino a che non ti stufi.
      -6
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 3 mesi fa (19 Agosto 2019 7:25)

      Ciao Dany, secondo me non avete nulla che non va, tranne la banale, illusoria, attualissima convinzione che una storia oggi possa vivere attraverso il telefono, che più ci si scrive e più si invia materiale di ogni tipo, più si tenga l'uno all'altra. Ho conosciuto recentemente un uomo con il quale, per motivi di distanza e stili di vita, si stava instaurando una relazione fatta tutta di telefonate, videochiamate e messaggi. Gli ho detto che trovavo orribile una storia consumata così. Mi ha risposto che sì, è vero, ma piuttosto che niente... gli ho risposto che tra così e niente scelgo niente e l'ho salutato. Ma a lui sarebbe bastata questa finzione, finché durava... Qualche parola carina, l'invio reciproco di scatti presi in vari momenti della giornata e un po' di sexting infilato qua e là non fanno una relazione. Ed infatti le relazioni così muoiono per mancanza di succo, di sostanza. Come nel tuo caso. Un abbraccio.
      0
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 3 mesi fa (19 Agosto 2019 10:49)

      Ciao Doris, Sarà che sono all'antica ma io divento matto quando voglio una donna e non la vedo o faccio con lei le cose più semplici. Di fatti per la parola chiave e fare. Ero poco più che ventenne quando stavo con una donna più grande di me di 15 anni. A parte lo scandalo per amici e parenti con cui ho ingaggiato una lotta ho fatto il per questa donna. Perfino litigare con la mia famiglia. Da allora non sono cambiato in questo senso. Non c'è nulla che possa ostacolare lo stare con la donna che desidero. Sarò antiquato ma per me è così
      -5
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 3 mesi fa (19 Agosto 2019 11:48)

      E guarda il caso, che poi tanto caso non è, queste sono storie a distanza o comunque in cui entrambi vivono in due luoghi diversi. Quindi con poche possibilità di vivere la quotidianità e la vicinanza reciproca, con tutto ciò che ne comporta. Spesso e volentieri la distanza è usata per tenersi a distanza, per così dire. Nel senso che non c'è nessuna reale intenzione di avvicinarsi ed impegnarsi per costruire qualcosa insieme all’altro, ma è piuttosto un modo per sapere di avere qualcun altro pronto all’ascolto senza offrire presenza. Dany, ciò che scrivi dimostra consapevolezza e voglia di andare avanti. Ti sei accorta di quanto questa frequentazione fosse disfunzionale e stai mettendo un punto, bene così.
      -1
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Dany

      Dany 3 mesi fa (19 Agosto 2019 20:21)

      @ Silvia me ne sono accorta, meno male! Questo "dolore" scomparirà amandomi meglio!
      -2
      Rispondi a Dany Commenta l’articolo

    • Avatar di Dany

      Dany 3 mesi fa (19 Agosto 2019 20:14)

      @ Doris hai ragione, meglio niente! Mi servirà l'esperienza, magari ci scrivo una poesia...
      0
      Rispondi a Dany Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 3 mesi fa (19 Agosto 2019 21:32)

      Fai un book di poesie anche tu, che le poesie non sono mai abbastanza! :P
      0
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (19 Agosto 2019 8:16)

      Ciao Dany, ti sei infilata in una storia senza senso perché all'inizio è facile vivere di "eccitazione", ma chi è sano dopo un po' comincia a rendersi conto della vacuità della pseudorelazione. Hai fatto bene a defilarti... Cerca di non entrare più in questo meccanismo. I messaggi romantici, le poesie, ecc. sono delle stupidaggini colossali.
      -8
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Dany

      Dany 3 mesi fa (19 Agosto 2019 20:25)

      @ Emilia oltretutto ero anche vulnerabile, uscita da poco da una relazione di vari anni...
      -7
      Rispondi a Dany Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (19 Agosto 2019 21:08)

      Anche “pie hunting”, cacciatore di torte. C’è le ha tutte!
      -10
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (19 Agosto 2019 22:26)

      Dany, questo completa il quadro manipolatorio e hai gia' capito che costui non merita... Come si dice in Francia, "bon débarras !" 😉 Un abbraccio e auguri di cuore!
      -6
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 3 mesi fa (19 Agosto 2019 10:12)

      Ragazze un uomo e concreto. I messaggi possono essere un contorno a un rapporto reale in carne e ossa.
      0
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 3 mesi fa (19 Agosto 2019 17:41)

      D'accordissimo con tutti voi! Le lettere d amore avranno avuto anche un senso nel passato ma ora digitare via WA della fuffa quando uno ha 2 minuti mi sembra proprio meno del minimo sindacale per conoscere qualcuno. Continuando ad accettare queste briciole otterremo sempre meno, dobbiamo tutelarci e prendere le distanze. Un abbraccio caloroso in tutti i sensi a voi!
      -7
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Dany

      Dany 3 mesi fa (19 Agosto 2019 20:31)

      @ Ally a me piacciono le poesie, mi sono resa conto però che sole di certo non bastano...
      0
      Rispondi a Dany Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 3 mesi fa (19 Agosto 2019 21:06)

      Brava! Ok le poesie ma I fatti poi le ridimensionano :)
      -1
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Dany

      Dany 3 mesi fa (19 Agosto 2019 20:16)

      @ Emanuele infatti è stata proprio la poca concretezza che mi ha fatto indietreggiare!
      -4
      Rispondi a Dany Commenta l’articolo

  4. Avatar di Carla

    Carla 3 mesi fa (20 Agosto 2019 8:06)

    Il problema è che le persone non si danno il tempo affinché la passione possa trasformarsi in amore di coppia. Non vai bene tu? Next. E' questo il vero dramma, troppa offerta, troppa voglia di guardare altrove, ricominciare ancora e ancora senza far evolvere una storia sentimentale bella, completa, fatta di complicità, di amicizia (perché anche quella è importante nella coppia), di progetti etc. etc.
    1
    Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (20 Agosto 2019 11:24)

      Ciao Carla, penso che la gente "liquida" agisca cosi per una di queste due ragioni: 1) gli fa comodo saltare da una relazione all'altra ed eventualmente coltivarne alcune in parallelo; 2) e' cresciuta vedendo intorno a se', nella vita e nei media, le relazioni liquide come normalita' e si adegua al "cosi fan tutti". In realta' non tutti fanno cosi, ma bisogna armarsi di santa pazienza per scremare tra le proprie frequentazioni amicali (parlo dell'Amicizia con la A maiuscola, non dei conoscenti) e sentimentali. E' uno sforzo che paga nel breve termine (si da' valore a se stessi) e nel medio termine (si facilita l'incontro con gente di valore). Buona giornata.
      0
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  5. Avatar di Rexely

    Rexely 3 mesi fa (19 Agosto 2019 17:20)

    Ciao Ilaria, ciao a tutti. Vorrei chiedere un vostro parere. C'è un tempo ragionevole entro qui "aspettare" che l'altro si decida di impegnarsi o costruire un progetto di vita insieme? Sono stata un anno e mezzo con un ragazzo, lento di natura. Ho messo anche a disposizione dei mezzi e lui non si è mai dato da fare per realizzare qualcosa di concreto (una casa, una famiglia, etc) cose che per me invece sono importanti, non riuscendo a Costruire all'interno della coppia mi rende insoddisfatta.
    -13
    Rispondi a Rexely Commenta l’articolo

    • Avatar di Kushana

      Kushana 3 mesi fa (20 Agosto 2019 1:15)

      ..ma scusa perche' lui ti ha gia' chiesto di sposravi in giro di questo breve tempo di conoscenza che tu gia' pretendi casa e bimbi, o sei solo tu che hai questo sogno e pretendi che lui desiderasse lo la stessa cosa a tutti i costi???
      17
      Rispondi a Kushana Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 3 mesi fa (20 Agosto 2019 11:39)

      Ciao Carla, Sono d'accordo con quanto dici. E un gioco di domanda e offerta. Solo che qui ci sono in ballo i sentimenti e ci si fa del male.
      1
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Rexely

      Rexely 3 mesi fa (20 Agosto 2019 12:45)

      A parole l'ha detto ma nei fatti se la sta prendendo mooooolto comodo. Per me il tempo di un anno e mezzo è sufficiente per valutare se chi hai di fronte è la persona giusta per te o no e costruire qualcosa di concreto. Abbiamo 32-35 anni, a me non va di vivere da adolescente.
      -15
      Rispondi a Rexely Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 3 mesi fa (20 Agosto 2019 14:08)

      Ciao Rexely, non sono in grado di darti delle tempistiche precise riguardo a entro quando lui dovrebbe prendere alcune decisioni importanti per la vostra vita di coppia. Ma non credo nemmeno che le tempistiche siano il nocciolo centrale della questione che stai ponendo. In passato mi sono trovata in una situazione simile alla tua, in cui il mio ex compagno mi e si faceva tante promesse (di trasferirsi, siccome vivevamo lontani, di prendere una casa che ci piaceva etc), senza poi far seguire azioni concrete, nemmeno le più minime. A me questo comportamento mandava letteralmente il corto circuito e, ad un certo punto, la fiducia che avevo in lui era arrivata ai minimi. Sulla base della mia esperienza, queste persone (come tutti, del resto) non diventano più costruttivi o cambiano idea al parlarne. Quindi credo stia piuttosto a te riflettere su cosa ti da questa situazione con il tuo compagno e se ti sta bene. Da quello che scrivi non sembra... e allora come agire per stare bene te e volere il meglio. In bocca al lupo!
      -7
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Rexely

      Rexely 3 mesi fa (20 Agosto 2019 15:20)

      Quello che credo alla fine è che non è poi così coinvolto, perché altrimenti si sarebbe dato da fare per costruire un progetto di vita insieme a me, avrebbe fatto tutti i passi necessari per stare insieme, avrebbe realizzato.
      -9
      Rispondi a Rexely Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 3 mesi fa (20 Agosto 2019 16:57)

      Sono d'accordo, Rexely. Un uomo che vuole veramente costruire qualcosa insieme a te lo dimostra con l'impegno che mette nella relazione. L'importante è rendersi conto di tutto ciò e virare in una direzione che ti fa stare serena.
      -6
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

  6. Avatar di Susanna

    Susanna 3 mesi fa (21 Agosto 2019 17:45)

    Buongiorno Ilaria, complimenti per gli argomenti che tratta. Orientarsi nel mondo di oggi è molto difficile, ma avere un'educazione sentimentale può fare la differenza. I suoi articoli mi hanno spinto a scriverle. Vorrei chiederle un suo parere circa un episodio che mi è capitato di recente. Cercherò di essere concisa. 7 mesi fa ho iniziato a studiare (a distanza) con un ragazzo per un concorso che purtroppo, ad oggi, continua solo per lui. Piano piano si è stabilito un feeling e abbiamo cominciato a conoscerci, ma siamo solo amici, credo. Ci siamo visti una volta alle prove scritte. Anche se per me il concorso è finito, lui continua a scrivermi e a chiamarmi. A me piace parlare con lui, è brillante, curioso, eclettico, intellettualmente stimolante, c'è una bella intesa mentale, ma a volte mi infastidisce il suo comportamento. Non solo tende a parlare prevalentemente di sè, a volte smette di scrivere all'improvviso e io mi ritrovo a parlare da sola. Passa qualche giorno e mi riscrive come se nulla fosse ignorando i messaggi precedenti. Ho sempre lasciato correre perché tra noi non c'è niente (anche se purtroppo comincio a provare qualcosa per lui). Aveva cominciato a cercarmi più spesso, era presente, mi sembrava che non si comportasse più in quel modo, senonchè una sera, dopo averlo ascoltato per ore e mentre stavo rispondendo educatamente a cose sue personali, è sparito. Il giorno dopo scrive: "Come avrai potuto notare mi sono addormentato", stop. Nient'altro. Nè "scusa" nè "ho letto quello che mi hai scritto, grazie". Niente di niente. Se si fosse trattato di un episodio isolato non ci avrei nemmeno fatto caso. Mi è scattato un campanello dentro. Mi sono sentita usata a comodo. Ho aspettato un bel pò e poi gli ho risposto facendogli notare la cosa con gentilezza, anche se è venuta fuori una punta di acidità, purtroppo. È come se gli avessi detto in sordina che è un maleducato. Zero risposte ovviamente. La cosa strana è che dopo aver trovato una mia chiamata persa mi ha richiamato subito. Siamo stati ore al telefono. Tutto normale. Quando gli scrivo, risponde subito come sempre , argomenta... ma lui, a differenza di come faceva prima di questo episodio, non mi cerca. Ho smesso subito di cercarlo e non lo cercherò, piuttosto lo perdo. In cuor mio però mi domando : "avrò sbagliato? Cosa devo aspettarmi? Sto agendo nel modo giusto? " Purtroppo questo concorso ci ha devastati (è molto molto difficile) e lui, in vista degli orali, sta cedendo fisicamente e psicologicamente. Questo ragazzo mi interessa. A parte i difetti, che tutti abbiamo, ci vedo del buono. Cosa posso fare? Mi scuso se mi sono dilungata. Grazie Ilaria. Susanna
    9
    Rispondi a Susanna Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (21 Agosto 2019 18:32)

      Ci vede del buono... E ci mancherebbe. E chi non ha del buono? Non la cerca. Viene “devastato” e cede psicologicamente e fisicamente per un concorso, ma soprattutto, il nostro signor brillante, curioso, eclettico e stimolante intellettualmente si addormenta mentre lei parla, ma non esita a stare ore al telefono quando a parlare è, molto narcisisticamente, lui. Mi spiace ma nel suo commento mi saltano all’occhio tutti i cliché femminili del romanticismo di serie C o del romanticismo femminile di serie C. L’invaghirsi di un uomo problematico, irrispettoso e che non ricambia. Il costruire fantasie su un amore inesistente e pernicioso. Il trattare il maschio come un premio di altissimo valore che va meritato a spese di se’, della propria dignità e sacrificando un orgoglio sano e addirittura immolando la propria intelligenza. Mi spiace. La sua visione della vicenda e i suoi obiettivi li trovo, dolorosamente per me, che constato tanto avvilimento nelle donne, davvero poco condivisibili.
      -16
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Susanna

      Susanna 3 mesi fa (23 Agosto 2019 12:43)

      Gentile Ilaria, grazie per la risposta. Mi spiace addolorarla con il mio romanticismo di serie C, strano perché il romanticismo è una cosa che non mi appartiene. Nel mio intervento infatti non parlo di chimere o fantomatiche storie d'amore che esistono solo nella mia testa. Ho premesso e ribadisco che fra noi non c'è niente, che ho reagito perché ho una dignità e un'intelligenza e che non lo cercherò. Se fossi come mi dipinge lei probabilmente non le avrei neanche scritto perché non mi sarei accorta delle mancanze di rispetto. Però, questi sono punti di vista. Ci mancherebbe. Ma quel che più mi colpisce è il suo tono al limite del rispetto con il quale lei invita le donne a rispettarsi. Condivido parzialmente le sue argomentazioni, perché lei saprà meglio di me che la donna di oggi deve relazionarsi ogni giorno con un universo maschile sempre più infantile e narcisista (e su questo ultimo punto potremmo scrivere all'infinito). Il narcisismo è il male del secolo e questo si sa. Il rispetto, mi creda, pur rispettandosi e rispettando gli altri sta diventando un'utopiae non solo nelle relazioni sentimentali
      18
      Rispondi a Susanna Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (23 Agosto 2019 13:02)

      Guardi che i narcisisti si possono anche evitare, nessuno obbliga nessuno ad averci a che fare. Sul fatto che il narcisismo sia il male del secolo e che il rispetto sia un'utopia, sono affermazioni sue. Meglio guardare la trave nel proprio occhio che la pagliuzza in quello altrui.
      -17
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Susanna

      Susanna 3 mesi fa (23 Agosto 2019 13:34)

      Il Bauman a cui lei con i suoi discorsi fa riferimento spesso e volentieri, non sarebbe molto d'accordo. Comunque certo, sono affermazioni mie, condivisibili o non. Nessuno ha detto il contrario. Mi perdoni, poiché non amo la polemica fine a se stessa e non condivido il suo tono, la ringrazio lo stesso e mi fermo qui.
      19
      Rispondi a Susanna Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (23 Agosto 2019 13:43)

      Che lei si fermi mi fa solo piacere. Quanto al fatto che Bauman, al quale faccio riferimento, secondo lei, che intende fermarsi e quindi non spiega perché, non sarebbe molto d'accordo, non mi fa particolare effetto. Sapesse con quante persone non mi trovo d'accordo e quante non si trovano d'accordo con me. Quella di non trovarsi d'accordo con maestri autorevoli è una posizione superata con la fine del Medioevo e l'inizio dell'Umanesimo. Nemmeno io amo la polemica fine a se stessa e purtroppo ogni volta che una donna interviene commentando in modo totalmente irrazionale e masochistico su storie inesistenti mi tocca ribadire le mie posizioni, per non dare adito a equivoci alle molte persone che mi seguono. Lei è libera di pensare e di esprimersi come preferisce e le sue scelte di vita e di pensiero non mi riguardano, io mi sento in dovere di far presente che certi comportamenti autolesionisti non fanno bene. In generale. Di modo che nessuno si senta autorizzato, leggendone qui, a replicarli. E' molto semplice e ha poco a che fare con lei.
      -20
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di lela

      lela 3 mesi fa (24 Agosto 2019 10:08)

      Ciao Susanna mi dispiace che tu ti trovi in questa situazione, che è la stessa in cui molte e molti di noi si sono trovati o si trovano, cioè quella dell'illusione amorosa, vedi me per prima :). Mi dispiace anche che tu ti sia sentita offesa dalle parole di Ilaria. É vero, spesso Ilaria "ci va giù pesante" come si suol dire, ed è sicuramente diretta e senza mezzi termini, ma nel tempo ho capito che questo è il modo migliore per fare sì che le persone vedano le cose con lucidità e il prima possibile, così da non sprecare tempo ed energie e soprattutto sacrificare pezzi di cuore! E per persone come noi, e dico noi perché mi ci metto io per prima, quindi lo dico senza giudizi, che tendono a scusare e giustificare, è importantissimo che le cose vengano espresse senza ambiguità o condiscendenza di sorta, così da non avere possibilità di fuga davanti ad una realtà che spesso non vogliamo proprio vedere. Molto meglio una doccia gelata che ti permetta di vedere subito la verità e cambiare atteggiamento e rotta che un bagno tiepido in cui crogiolarsi per mesi, anni, secoli...e molte di noi ne sanno qualcosa :):) Tu dici di aver scritto qui perché ti sei resa conto che lui si comportava in modo irrispettoso...forse è vero, infatti glielo hai anche fatto notare, ma naturalmente nella maniera più soft possibile così da non urtarlo e correre il rischio che lui, offeso, smettesse di scriverti! mentre tu gli hai solo fatto notare il suo irrispettoso modo di comportarsi e hai fatto benissimo! Gli hai espresso come questa cosa ti faceva sentire, ed era un tuo pieno diritto! Lui forse ti ha chiesto scusa o ha cominciato a cercarti per altri motivi che non fossero "lui"? No! Semplicemente non ti cerca più! Che tu abbia avuto pienamente ragione? All'inizio del tuo scritto hai detto che ti sei sentita "usata a comodo", ma poi alla fine hai pienamente giustificato il suo comportamento dicendo "a parte i difetti, CHE TUTTI abbiamo" oppure che "questo concorso ci ha devastati (è molto molto difficile) e lui, in vista degli orali, sta cedendo fisicamente e psicologicamente", quasi che lui si fosse comportato così, non perché egocentrico e monotematico, ma perché stressato e troppo preso dal concorso. Questo è il modo classico per rendere accettabile qualcosa che ci ferisce, mettere a tacere il famosissimo campanello d'allarme che non vogliamo sentire! Inoltre, per finire, ti chiedi se hai sbagliato qualcosa, se stai agendo del modo giusto e che cosa puoi fare in proposito. Tu non hai sbagliato proprio niente, se non vedere una possibile storia dove, molto probabilmente, non c'è assolutamente nulla, se non un uomo che, magari anche lui ti trova intellettualmente stimolante, sì ma come interlocutore per parlare di se stesso! Per questo Ilaria parla di romanticismo di serie C! Quando vediamo amore dove amore non c'è, quando ricamiamo ingenuamente sopra a situazioni anche banali, quando ci immoliamo sull'altare di un amore inesistente, ecco, questo è romanticismo di serie C! Non voleva offenderti o sminuirti credimi! Voleva aiutarti e spronarti! Il fatto è che, spesso, in questi casi, essere messi di fronte alla verità, ci fa soffrire, ci fa sentire ridicoli e vergognosi della nostra ingenuità, e magari dei nostri comportamenti bisognosi, e questo fa male! Quindi coraggio Susanna! Tu mi sembri una donna sveglia, intelligente e con un amor proprio ancora sano, non sprecare tempo con questo narcisista, saresti il SUO palcoscenico a vita!!! :) Chiedo scusa a tutti per 'sto romanzo ma ci tenevo a dare una visione diversa della sua storia a Susanna su cui riflettere, essendoci passata e avendoci sofferto! Un grazie a Ilaria per essere esattamente com'è, altrimenti davvero non ci sarebbe l'opportunità di riflettere sulle cose con coscienza e lucidità ma anche ironia! Grazie!
      -12
      Rispondi a lela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (24 Agosto 2019 10:59)

      Sei molto tenera Lela, nella migliore e più ricca accezione del termine. E non solo per le belle parole nei miei confronti (troppo buona!). Hai spiegato bene e con dettaglio concetti importanti che condivido pienamente. Vedere donne che si ‘buttano via’ mi fa male per molte ragioni. Sono molto anni che faccio questo lavoro e che esiste il blog, sempre seguito e aggiornato con cura. Sai bene che qui - e anche nel contatto personale - ho la massima comprensione e compassione per coloro che vivono situazioni negative dalle quali vogliono uscire e non sanno come fare. Sono decisamente più tranchante con coloro che si stanno facendo del male e si dicono innamorate di uomini oggettivamente indegni e pretendono consigli sentimentali da posta del cuore.
      -13
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (24 Agosto 2019 12:22)

      Chapeau ! Bravissima Lela!
      -7
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  7. Avatar di mary

    mary 3 mesi fa (24 Agosto 2019 12:34)

    Cosa fare... semplice dagli quanto e come ti da lui,stop! Da me si dice tratta come ti trattano:) Anzi se tu dai meno è ancora meglio,quindi sparisci per lui!!! Se gli interessi ABBASTANZA ti cercherà!!! Se dovesse cercarti tu farai la preziosa,sempre poco col contagocce... ;) E non farlo parlare troppo di se...tipo: <> e non lo richiami ovviamente ma gli mandi un msg il giorno dopo... tipo: <> e vedi lui come si muove...insomma gioca a farti rincorrere.Lanci la pietra e nascondi la mano. Cerca di flirtare anche con malizia...Ehhh:) Ciao!
    -18
    Rispondi a mary Commenta l’articolo

  8. Avatar di A

    A 3 mesi fa (24 Agosto 2019 14:43)

    Io vorrei che la passione si potesse trasformare in altro....ma credo succeda solo quando comunque c'è il desiderio di stare con l'altra persona, di passarci del tempo insieme. In quel caso la passione è il primo modo con cui questo desiderio si esprime, perché magari si tratta di due persone per esempio più libere nella loro sessualità, banalmente. Lo dico perché ho provato a darmi questa libertà anch'io, senza colpo ferire, molto serenamente. Ma per quanto abbia trovato "passione", c'è solo quella, per il resto deserto totale. Ma contestualmente c'è il solito vecchio adagio con cui lui mette le mani avanti a giustificarsi per tutti IO NON SONO, IO NON VOGLIO, IO NON CERCO. Che tolgono spontaneità e freschezza anche alla storiella estiva. Ma quello che mi disgusta profondamente, devo dirlo, è la necessità di raccontare balle, di vendersi come persone "serie" invece, ogni volta che faccio marcia indietro perché questa passione-e-basta mi è venuta a noia, come un'indigestione. Cosa non si fa per un banalissimo amplesso!! Il totale e palese menefreghismo, la chiara mancanza di interesse e volontà di muovere un solo dito (inteso come minima fatica), l'aridità emozionale mi fanno letteralmente schifo. Non oso pensare all'educazione sentimentale che ha ricevuto, perché chi è stato amato in modo sano non diventa così. È proprio una brutta persona!! Beh, io sono in pace con me stessa, non ho lasciato nulla di intentato, e capisco e ho capito, che non me ne faccio nulla. Ah... all'apparenza si tratta di un uomo normale, con un passato abbastanza comune, una cultura, un lavoro di cui si vanta molto (che non gli piace però), non grossi problemi irrisolti. Insomma, credo si possa aiutare la passione sana a divenire altro di più grande, ma tante passioni,, volenti o nolenti, sono proprio delle gomme bucate!!
    -12
    Rispondi a A Commenta l’articolo

  9. Avatar di mary

    mary 3 mesi fa (24 Agosto 2019 16:16)

    Scusate caro a Staf o Ilaria stessa xke m avete cancellato gli esempi ke dico nelle parentesi? Nn c era niente di offensivo o di pubblicitario..mah...Ciaone!
    2
    Rispondi a mary Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (24 Agosto 2019 17:06)

      Il commento è stato pubblicato integralmente. Visto questo secondo, al di là della suscettibilità e della signorilità nell’esprimersi, direi che va migliorata la confidenza con la tecnologia e i correttori automatici.
      -5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di mary

      mary 3 mesi fa (24 Agosto 2019 20:58)

      Si vero ma stavo col cellulare non al computer...sorry:)) e non so..comunque nel primo post dicevo nelle virgolette: ah interessante..beh scusa ora devo dare la pappa al gatto.Seconde virgolette dicevo: sai ..che bella voce hai per telefono,come stai? Bye;)
      3
      Rispondi a mary Commenta l’articolo