Restare amici con l’ex? Sì, solo se a te sta davvero bene…

Ex partner e amiciziaRimanere amici con l’ex partner dopo la fine di una storia è un’idea né buona, né cattiva.

Dipende dalle motivazioni per le quali si compie la scelta. Le tue soprattutto.

E,  quelle che contano per la tua felicità sono le tue motivazioni e le tue scelte.

“Lasciamoci… però restiamo amici…”: tutti noi abbiamo detto o ci siamo sentiti dire  questa frase almeno una volta nella vita.

Queste parole possono significare: “Non voglio essere un partner e un amante (o un’amante) per te, solo un amico/ un’amica”, o,  piu’ spesso, significano: “Non voglio più essere un partner e un amante (un’amante) per te. Se ti va posso esserti amico/a”.

Questa è una scelta facile da compiere se entrambi gli interessati sono nella stessa posizione, danno lo stesso significato alla parola amicizia e concordano sulla fine della storia senza rancori e recriminazioni.

In realtà, spesso, quando una storia finisce o non procede come si vorrebbe, possono esserci in gioco emozioni forti e dolorose: puoi provare tristezza, dispiacere, nostalgia, o avere la convinzione di essere stata/o rifiutata/o, avere una sensazione di fallimento, rabbia, risentimento, senso di colpa…

Se entrambi i partner sono in grado di dimenticare, di perdonare e di instaurare un rapporto su basi nuove, salvaguardando le emozioni positive del passato, l’amicizia può essere piena e ricca di soddisfazioni.

Se non è così, meglio aspettare e tenersi a distanza, senza compromettere il rapporto e senza prendere decisioni affrettate.

10 giorni eccitanti e illuminanti dedicati te, se la fine di una storia d’amore ti ha messo a terra. Per rialzarti presto e bene. Per scoprire le nuove opportunità della tua vita personale e sentimentale, dimenticare il passato e costruire un futuro luminoso (con la persona giusta per te).

Ed è quello che io consiglio a te di fare.

Questo perché è meglio che tu investa le tue energie sul tuo benessere personale e sulla ricerca della persona giusta per te, piuttosto che nella gestione di emozioni non produttive e legate a eventi passati.

Quindi nel momento in cui fai o ti senti fare la proposta: “restiamo amici” chiediti:

  • Che cosa mi spinge a restare suo amico/a? La volontà di costruire un rapporto sincero e sano o quella di non lasciare andare, di mantenere un legame a tutti i costi?
  • Questa separazione mi fa sentire tremendamente insicuro/a e in questo modo cerco solo un po’ di sicurezza?
  • Sono prigioniero/a del senso di colpa verso di lui/lei?
  • Come mi fa sentire il fatto di mantenere questa amicizia?
  • Come mi fa sentire il fatto di non mantenere nessun legame, di chiudere davvero?

E soprattutto:

  • Come questo legame d’amicizia può influenzare il mio stato d’animo nel momento in cui incontro la persona giusta per me?
  • Sarei (mi sentirei) davvero libero/a di iniziare una nuova relazione, con spontaneità ed entusiasmo?

Le riflessioni – e le motivazioni – sono tutte tue. Decidi in libertà e leggerezza!

E se vuoi raccontare la tua esperienza personale sul tema “restare amici”, lasciami un commento: in molti siamo interessati a scoprire nuove prospettive!

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

165 Commenti

  1. Avatar di Marty

    Marty 11 anni fa (26 Agosto 2013 1:51)

    @Anonymous per me è stato possibile, spero che sarà così anche per te, lui per me è appunto una delle persone più importanti della mia vita, gli voglio troppo bene per pensare che non ci saremmo più parlati :)
    Rispondi a Marty Commenta l’articolo

  2. Avatar di milli

    milli 10 anni fa (24 Gennaio 2014 14:14)

    ciao, sono una ragazza che convive con un uomo divorziato. la ex moglie si voleva e aveva in questi 2 anni in cui lui era solo una specie di amicizia. hanno 3 figli piccoli, ma il problema è sorto quando lei si è lasciata con il suo ragazzo. tornata single ha riallacciato di nascosto i rapporti con il suo ex marito che lei ha lasciato e ora sta con me, lui non lo so per via dei figli ha continuato a fare tutto di nascosto mio. a natale tutto si è concluso con un brutto litigio mio con lei che in realtà non voleva amicizia ma riprenderselo. mai fidarsi degli ex, adesso viviamo sotto minacce e lei usa i bambini contro di noi. la mia fiducia per lui è finita e anche se lei da natale non lo cerca più beh non mi fido perché è proprio così che ho scoperto le loro mail e adesso il mio unico dubbio sapere se mi ha tradita fisicamente come lei allude che sia successo. non ho prove ma scoprirò questa cosa prima o poi e potrò essere libera di decidere
    Rispondi a milli Commenta l’articolo

  3. Avatar di sissi

    sissi 10 anni fa (6 Marzo 2014 17:13)

    Ciao, io sono stata lasciata ma non riesco a dare un taglio. Siamo rimasti amici ci sentiamo tante volte lo cerco io ma anche lui lo fa e delle volte parliamo ore e lui si confida molto riguardo il lavoro è capitato molte volte di uscire anche con amici e lui sempre molto carino affettuoso in macchina a darmi la mano e poi bhè delle volte c'era pure il dopo cena. io ci spero lui mi ha lasciata dicendo che non è scoccata ma che è attratto da me e mi vuole molto bene.. ora ditemi voi come faccio se ha determinati atteggiamenti? se ogni tanto mi cerca? secondo voi devo sperare e continuare a lottare o devo tronacare?io il pensiero di perderlo mi uccide dentro
    Rispondi a sissi Commenta l’articolo

  4. Avatar di chiara

    chiara 10 anni fa (20 Marzo 2014 13:56)

    Io credo che l`amicizia dopo una storia d amore sia possibile solamente se entrambi si sono lasciati in bei rapporti. E soprattutto se entrambi non provano piu amore reciproco.
    Rispondi a chiara Commenta l’articolo

  5. Avatar di lontana

    lontana 10 anni fa (6 Aprile 2014 6:14)

    Una settimana fa il mio ragazzo mi ha lasciato dopo un anno molto intenso perché viviamo in un altro continente e si diventa l'uno la famiglia dell'altro, quindi è molto dura, è un anno che sono qui e l'ho passato interamente con lui. Era diverso da un po', ma pensavo fosse solo nervoso. Non abbiamo litigato, è stato onesto, che altro avrei potuto fare. Mi ha detto che è un amore "differente", non da amici, né da lunga relazione. Del resto lui è brasiliano, e ho scoperto che l'aspetto culturale conta eccome, ha una differente concezione dei rapporti. Dice che vuole stare solo, so che avrà scappatelle, ma credo che davvero non voglia rapporti seri, del resto ha 36 anni, è un uomo maturo e difficilmente cambierà. Ero in preda al panico, ma dopo due giorni mi sveglio e realizzo che, nonostante ci sia stato un amore fortissimo e vero da parte mia, probabilmente quello che più mi fa star male è aver perso la sua presenza, il microcosmo che mi ero creata con lui e in cui mi sentivo protetta. Così mi sono prefissa di aspettare un mesetto o più, la ferita è comunque forte e io sono anche una persona estremamente orgogliosa, e poi, se starò davvero bene, provare ad essere amici. Mi sono chiesta perché perdere una così bella persona, del resto io non torno mai indietro e probabilmente non è neanche l'uomo per me, credo di averlo idealizzato stando qui. Razionalmente lo so, ma quando si fa sera soffro tantissimo. Beh, credo sia normale, per fortuna sono una persona estremamente forte. Che dite, buona idea?
    Rispondi a lontana Commenta l’articolo

  6. Avatar di marco

    marco 10 anni fa (29 Aprile 2014 0:01)

    ciao! guarda non so neanche da dove iniziare........... mi chiamo marco, prima di tutto, e sono in una situazione davvero complicatissima sono 2 anni che ho una relazione.......... ed è così difficilissimo andar d accordo che ho solo voglia di gettare la spugna come anche lei d'altronde. andiamo d accordo 1 giorno e tre si litiga , ma per delle cazzate e non, solo a letto abbiamo un intesa al 100 x 100 cosa mi consigli di fare??? x favore aiutami ti lascio anche la mia email se ti va. XXXXXXXX
    Rispondi a marco Commenta l’articolo

  7. Avatar di Fabiola

    Fabiola 10 anni fa (19 Maggio 2014 23:27)

    Ho avuto una decina di storie in vita mia.. di queste solo la metà erano storie serie, e dei miei ex sono rimasta in buoni rapporti con 2 di loro, molti sono scomparsi ma solo uno, quello più importante, il mio primo amore con cui ho condiviso 3 anni e mezzo di vita mi è ancora amico.. e lo ritengo uno dei miei più grandi amici. A seconda dell'importanza delle storie e della maturità si riesce ad instaurare un'amicizia... ma lo ammetto, con questo amico non ci siamo sentiti per un po' di mesi, poi abbiamo avuto qualche episodio di sesso e poi di nuovo mesi senza sentirci.. alla fine siamo tornati amici nonostante tutto, e lui sta con una fantastica ragazza con cui parlo e che stimo tanto :)
    Rispondi a Fabiola Commenta l’articolo

  8. Avatar di mony76

    mony76 10 anni fa (26 Maggio 2014 22:39)

    buonasera a tutti....sono entrata di proposito in questa pagina ...:) sto vivendo in pieno questa situazione ,il mio ex mi ha lasciata 6 mesi fa ,dicendo che i suoi sentimenti sono cambiati...questo dal giorno alla notte,lui ha preso la decisione dicendo che comunque sono molto importante per lui e che sono una persona meravigliosa e che mai vorrebbe perdere i contatti con me ...naturalmente ho sofferto tantissimo dicendole di darmi tempo per assimilare la cosa, e avvisandolo che comunque non sarei potuta restare amica perche ogni volta che mi sarei sentita con lui o vista sarebbe stato come buttare sale nele ferite ,lasciandomi sempre con un aspettativa e senza poi riuscire a rifarmi una vita decente senza fantasmi.magari puo sembrare egoista pero in quel momento solo mi interessava riprendermi veloce gia che sono madre sola e mio figlio purtroppo ha subito anche la perdita del mio ex ,che non e suo padre ... e quindi siamo stato tutt eddue molto tristi!!!il tempo passava e seguivo senza contatti con lui fino a quando da una amica ho saputo che sua madre murio giusto poco dopo la nostra separazione .quindi allacciammo dinuovo i contatti lui era molto felice e io le ho dato tutto lil mio appoggio cercando di non lasciarlo solo nel suo dolore .adesso sta un po meglio grazie a dio ,il fatto e che lui era cosi contento di essere dinuovo in contatto con me ,solo per messaggi e telefono ..che alla fine mi ha chiesto di vederci e se poteva venire a trascorrere qualche giorno a casa mia.vista la situazione in quel momento le ho detto di si che poteva venire ,,lui stava sempre meglio e il giorno che ci dovevemo incontrare si avvicinava sempre di piu.alla fine mi sentivo nervosa immaginandolo in giro per casa mia ,immaginando i nostri argomenti,immaginando come mi sarei sentita io e come si sarebbe sentito mio figlio e cosa avrebbe pensato mio figlio di sua madre che tanto aveva sofferto per la chiusura della storia .alla fine decisione !!!!ho iniziato a cercare scuse ,no ho tempo ...devo lavorare ...in quei giorni verranno amici in vacanza ..ma forse ti posso trovare un altro posto per dormire in casa di amici etc...etc... alla fine lui mi telefone dicendomi che nn ci sono probblemi e che ci possiamo vedere in altroi gg .e io alla fine le dico che in verita non ero pronta per vederlo ed e la verita ,le lacrime mi salgono agli occhi ogni volta che penso a come sono stata dopo la separazione .naturalmente delle lacrime nn le ho detto nulla,solo che non sono pronta .lui si e intristito parecchio e alla fine mi ha accusato di essere un ache non sa perdonare e che lui sempre vuole stare in buoni rapporti e che sono una persona che vive nel passato etc etc etc.io credo che se lo rivedo si che vivro e rivivro il passato adesso io e il mio bambino stiamo molto meglio ,e forse sara egoista pero non voglio che ogni volta che riesco a salire nella cima della montagna ci sia lui nella punta che mi fa ricadere in dietro a rotoloni.credo che si puo esistere una amicizia tra ex ,ma nel mi caso deve passare moltissimo tempo non solo per il mio dolore ,ma ache solo per il ricordo del dolore che ha passato il mio bimbo.quando si chiude una porta ....si apre una finestra :)
    Rispondi a mony76 Commenta l’articolo

  9. Avatar di mony

    mony 10 anni fa (26 Maggio 2014 23:00)

    voglio anche aggiungere che in questi sei lunghi mesi ho capito che a volte per vari motivi da parte del lasciato e da parte di chi lascia questa necessita di rimanere amici in verita non e nemmeno amicizia vera ,a volte chi e lasciato spera in un ravvicinamento ...e la parte di chi lascia rimanere amico a volte e per non afrontare i sensi di colpa ,in questi due casi la parola amicizia mi sembra molto forte ,la amicicizia e un sentimento sincero e libero e un altro livello dell amore ,non si puo essere amici di qualcuno per pena o per sevcondo fine come quello di riavere il fidanzato indietro questo sono piu o meno le conclusioni che ho tratto dalla mia esperienza .preferisco guardare avanti ,nell amore e bello perdonare ...ma e anche bello quando nell amore non ti feriscono un saluto a tutti e grazie Ilaria per il blob mi piace un sacco un abbraccio mony.
    Rispondi a mony Commenta l’articolo

  10. Avatar di MIRKO

    MIRKO 10 anni fa (7 Giugno 2014 20:19)

    IMPOSSIBILE L AMICIZIA DOPO UN QUALSIASI TIPO DI RAPPORTO INTIMO... SAREBBE UNA GRANDE PRESA IN GIRO DA PERTE DI CHI TELA PROPONE..PERCIO NON ACCETTARE MAI...MEGLIO RIMANERE CON UN RAPPORTO NEUTRALE...NE AMICO E NE NEMICO...UNA VIA DI MEZZO.. ALTRIMENTI LA PERSONA CHE VI HA LASCIATI E PIANTATI IN ASSO PER UN ALTRO E VI PROPONE L AMICIZIA SENTIRA TUTTO IL DIRITTO DI CONTINUARE TRANQUILLAMENTE PER LA SUA STRADA E DI AVERLA CALLA..COME SI DICE DALLE IE PARTI... GLIELA STAI DANDO CALLA... INVECE RIFIUTATEVI... E BASTA COSI NON VI PRENDERA ANCHE IN GIRO...
    Rispondi a MIRKO Commenta l’articolo

  11. Avatar di Romano

    Romano 10 anni fa (30 Ottobre 2014 6:26)

    Salve a tutti, vorrei raccontarvi la mia vicenda. Cinque anni fa conobbi una ragazza in un periodo della mia vita molto autodistruttivo. Stare insieme a lei mi fece molto bene, perchè riuscii a tornare me stesso. Dopo un periodo di amicizia si decise di mettersi insieme. Un rapporto di quattro anni, dove ovviamente ci sono stati alti e bassi, dove ho sempre creduto che lei mi rispettasse per quello che sono sempre stato. Tempo fa, di punto in bianco, decide di sua sponte di lasciarmi senza neanche provare, nei mesi precedenti, a dirmi che lei aveva dei problemi con me o con il mio carattere. La sua decisione fu quella di rimanere amici e, secondo lei, dovevo accettare tutto senza neanche farmi e farle delle domande. Fatto stà che accetto le sue condizioni per cercare di ripartire da zero con un sano rapporto d'amicizia. Durante i giorni seguenti, provo a scriverle per sapere come stà, ma non ricevo nessuna risposta, il silenzio più totale. Dopo un paio di settimane fisso per uscire con amici in comune e c'è anche lei. Durante la serata la vedo in atteggiamenti ambigui con uno dei nostri amici in comune (il quale si era lasciato poco prima con la sua ragazza.), ma per non alzare polveroni inutili con tutto il gruppo, faccio finta di niente e lascio passare la cosa. Nei giorni seguenti provo a scriverle quello che mi era sembrato di aver visto (e non lo avevo visto solo io, ma anche altre persone del gruppo) per avere dei chiarimenti... ovvero se ero paranoico oppure no... anche li il silenzio più totale... Quindi decido di scrivere all'amico con il quale l'avevo vista in atteggiamenti ambigui e lui, invece, risponde dicendomi che sono paranoico e che, in realtà, non ho visto proprio nulla. Quindi ho pensato fosse meglio lasciar perdere la cosa... Alcuni giorni fa, son venuto a sapere che l'amico in comune e la mia ex, si erano frequentati per qualche giorno a mia insaputa per parlare dei problemi che la mia ex aveva con me... Ora, premettendo che sono un tipo calmo e paziente al quale piace parlare dei problemi per risolvere le situazioni, domando: Vi sembra un comportamento normale? A mio avviso, lei mi ha lasciato senza spiegazione alcuna per poi avere una relazione con l'amico comune il quale ha inventato anche un sacco di scuse per tentare di uscirne pulito. E lei, che voleva rimanere amica, è completamente sparita sia con me, che con tutti i suoi amici. Ultimamente ho anche saputo che i due si frequentano quasi tutti i fine settimana. La mia decisione è stata di scrivere per l'ultima volta a lei, anche perchè non c'è verso di parlarci civilmente e di chiudere il rapporto d'amicizia con lui.... Non so perchè, ma facendo così mi sono sentito più leggero e più felice, sarà forse perchè il mio essere paranoico ha beccato in pieno il succo del problema. Sono rimasto deluso perchè pensavo che queste due persone fossero realmente quello che dicevano di essere, ma dai loro atteggiamenti ho capito che chi porta una maschera difficilmente se ne libera. Con questo vorrei solo aggiungere che, secondo me, quando si viene lasciati in maniera poco plausibile, perchè magari si tira in ballo problemi risolvibilissimi o atteggiamenti dell'altra persona che sono stati bene per anni e poi di punto in bianco non stanno più bene, non esiste il rimanere amici... Ognuno per la sua strada, perchè il futuro sarà sicuramente migliore che con questo tipo di persone intorno!
    Rispondi a Romano Commenta l’articolo

  12. Avatar di frenky90

    frenky90 9 anni fa (30 Marzo 2015 12:50)

    Sì ma perché mantenere amicizia con la ex ? A cosa serve ? E poi potrebbe dare fastidio alla nuova ragazza o al nuovo ragazzo. Poi uomini e donne che mantengono rapporti con gli ex secondo me hanno paura di andare avanti veramente e lasciare il passato alle spalle ! E poi quali sono i confini degli ex. Cosa ci si può fare è cosa non ? Uscite insieme ,risolvergli i problemi ogni tanto ,concerti insieme ? Amicizia di che tipo ?
    Rispondi a frenky90 Commenta l’articolo

  13. Avatar di denny

    denny 9 anni fa (30 Marzo 2015 15:11)

    secondo me conta molto come ci si lascia ovviamente e se l'altra persona è ancora coinvolta e vorrebbe continuare la relazione e fa il finto amico. Io ho tagliato i ponti con un ragazzo, col quale ho avuto una storia strana, più amicizia che altro ma anche altro, allora io sentivo che lui voleva di più. Dal momento che ho conosciuto un uomo col quale volevo costruire una vera relazione ho deciso di troncare. Per molto tempo mi è stato dietro perchè non capiva perchè avevo tagliato i ponti con lui. All'inizio si è attaccato a mio fratello (secondo me sbagliatissimo come atteggiamento, almeno io non lo farei) poi col tempo è nata una vera amicizia tra loro e a lui è sicuramente passata, tant'è che ha avuto un figlio e ora si sposa e come testimone di nozze, ebbene si, ha chiesto lo faccia mio fratello! è nato un nuovo amore!!
    Rispondi a denny Commenta l’articolo

  14. Avatar di antonella

    antonella 9 anni fa (19 Giugno 2015 17:43)

    Ciao, è possibile solo se c'è rispetto e maturità da entrambe le parti. Nel mio caso questo non c'è stato da parte del mio ex, anzi. E sinceramente pensare di rimanere amica con lui dopo il suo comportamento nei miei confronti è impensabile.
    Rispondi a antonella Commenta l’articolo

  15. Avatar di alessio

    alessio 9 anni fa (26 Giugno 2015 19:18)

    ciao Ilaria,trovo il tuo articolo molto interessante,avrei bisogno di un consiglio,ho conosciuto all universita una ragazza che mi ha fatto perdere la testa ci siamo frequentati x quasi 1 anno ,ho dimostrato parecchie volte che mi piace fino al giorno in cui mi sono dichiarato ,pero mi ha detto che vuole che rimaniamo amici,inizialmente ho detto ok pero è passato 1 mese dal fatto e sinceramente non riesco neanche ad avvicinarmi a lei quando la vedo perche ne risento parecchio,siccome è al mio stesso corso di laurea la vedrò spesso che devo fare?? grazie
    Rispondi a alessio Commenta l’articolo

  16. Avatar di Chicca

    Chicca 9 anni fa (20 Novembre 2015 8:39)

    Ciao a tutti!!! Io mi trovo in una situazione strana e non riesco a stare del tutto tranquilla, benché lui mi ripeta e stra ripeta di starci. Vi spiego meglio. Sto con il mio compagno da 6 anni e mezzo, compresi 2 anni di pausa che ci eravamo presi per tanti problemi che non sto qui a spiegare (sennò vi annoiate). Ci conosciamo da 20 anni, io ero una ragazzina, lui è molto più grande di me. Quando tra noi è iniziata, mi racconta di aver avuto (anche se, all'epoca, sembrava ci fossero ancora degli strascichi) una storia molto importante con una persona con cui non era potuto andare a vivere, perché la moglie non gli aveva concesso la separazione (a tutt'oggi è così, ci sono motivi economici dietro) e si sentiva quanto soffrisse nel parlare di questa storia non compiuta e quanto fosse dolce la sua voce nel parlare con questa persona (mi trovai ad assistere a qualche loro breve telefonata). Tutto ciò mi provocò un forte senso di inadeguatezza, anche fisicamente ero più "bloccata" perché sentivo questo fantasma starci sopra le spalle, temevo di non contare nulla... ad ogni modo, noi ci volevamo bene, andammo avanti per 14 mesi ma poi ci lasciammo, forse anche per paura di entrambi... Di quella persona non si era più parlato. Nei due anni di lontananza, lui ha continuato a sfarfallare senza impegno ed io ho avuto una brevissima avventura di un mese, perché dentro di me sapevo di amarlo ancora, di non aver mai smesso. Così ho preso coraggio e gli ho chiesto di rivederci, anche fosse stato solo per due chiacchiere: non sapevo più nulla di lui, solo che fosse diventato nonno, ma poteva anche aver mollato tutto ed essere andato altrove e con chiunque... Era luglio 2012 e la nostra storia, all'inizio molto lentamente, è ricominciata, tra alti e bassi come un po' tutti, paure e desideri e la sua difficoltà a lasciarsi andare emotivamente al 100% (oltre al legame mancato con questa tipa, da giovane ha avuto 2 eventi dolorosi e terribili, da cui si è corazzato.. fino a non riuscire - quasi - neanche a piangere). Due settimane fa, durante uno dei viaggi per lavoro in cui spesso lo accompagno, ci siamo fermati a dormire fuori: andava tutto benissimo, serata bella, tranquilla, coccolona, finché - tornati in camera dopo la cena - mi dice che deve fare una telefonata (che ha fatto senza problemi davanti a me) e chiama una persona, con cui si dimostra molto affabile e che saluta con un "ciao tesoro" uguale a quello con cui lo sentii salutare la tipa 6 anni fa..... A quel punto mi sono bloccata, è stato come se avesse scoperto il vaso di Pandora e tutte le mie paure dell'inizio fossero tornate fuori!!! Dopo pianti, silenzi e discussioni con gli animi stravolti, viene fuori che - come avevo immaginato dal tono della telefonata - la persona a cui parlava era la ex "incompiuta" di 6 anni fa, a cui - lasciandosi - ha promesso di stare vicino, in nome del sentimento fortissimo che li ha legati, con una breve telefonata tutti i giorni, perché nei suoi confronti lui sente un obbligo morale e non vuole venire meno a questa promessa... Io mi sono sentita di un male che non pensavo di riprovare, anche perché - per tener fede a questo patto - non si era minimamente degnato (in 3 anni e mezzo da che siamo tornati insieme) di accennarmi a questa cosa. Sono anche scappata via qualche giorno, perché non riuscivo a toccarlo né a guardarlo in faccia e perché gli avevo detto che non volevo "convivenze" nel cuore... Sono tornata e ci siamo rivisti, mi ha ripetuto fino allo sfinimento che devo stare tranquilla, perché l'amore che nutriva per quella persona oggi è quello per una sorella, che i toni della loro conversazione sono rimasti quelli per affetto e che niente minaccia il nostro rapporto e che, se la tipa sapesse dei problemi che questa cosa ci ha creato, gli direbbe di non chiamarla più... Provo a crederci con tutte le mie forze e dobbiamo comunque riparlarne, ma che le paure e i dolori (pur violenti!!!) che ha accumulato gli rendano difficile lasciarsi andare al 100% con me (benché senta il suo amore, il corpo e gli occhi non mentono mai) e di salutarmi anche con un semplice "ciao tesoro"... Una volta gli è uscito un "amore mio", inconsciamente, ed aveva la voce dolcissima, poi la paura di esprimersi a parole è tornata fuori... L'ho sempre rispettato, la nostra è una bellissima storia e mi dice di stare tranquilla, tra l'altro è pure "geloso" ed ha paura di perdermi, ma sentire che per affetto continua a chiamare la ex così e che - fosse pure per due cavolate ed il resoconto della giornata - si sentono tutti i giorni........ a me non sembra normale, né bello, né positivo!!! Lui è una vita che vive ancorato ai dispiaceri che ha avuto (non li specifico per suo rispetto), come se il lasciar andare le situazioni lo facesse sentire inadeguato e colpevole... è una persona dolcissima e piacevolissima, ma piena di paure... e non credo che questa "presenza continua" possa fargli bene e farne a noi!!! Ditemi pure che ne pensate... intanto vi ringrazio per l'attenzione!!
    Rispondi a Chicca Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 9 anni fa (20 Novembre 2015 9:28)

      La vostra è una "bellissima storia"? Mi chiedo qual è il tuo concetto di bello Chicca, forse non hai gran termini di confronto...
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Chicca

      Chicca 9 anni fa (20 Novembre 2015 11:26)

      ... Vuoi dire che siamo un disastro??? :-o Non so cosa risponderti, Ilaria... siamo sempre molto presenti l'uno per l'altra, si sente il legame forte che abbiamo... lo so, ci manca tanto... ma spero in un tuo consiglio e degli altri..........
      Rispondi a Chicca Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 9 anni fa (20 Novembre 2015 11:34)

      Il consiglio te l'ho già dato Chicca.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Chicca

      Chicca 9 anni fa (20 Novembre 2015 11:38)

      Sottointendevi che non mi ama e che non vale la pena stare insieme? Anche se mi dice di stare tranquilla, ora ho paura che stia con me perché non ha potuto far di meglio e che comunque quella sarà sempre presente e troppo... non so più cosa pensare!!!
      Rispondi a Chicca Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 9 anni fa (20 Novembre 2015 12:21)

      Ti dice di stare tranquilla: ma che cosa significa? Tranquilla riguardo a che cosa? Che quando e se lui deciderà per te tu avrai quello che lui vorrà e deciderà per te? E il tuo amor proprio? La tua indipendenza? La tua autonomia e in definitiva la tua scelta di essere felice dove le metti?
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Chicca

      Chicca 9 anni fa (20 Novembre 2015 12:38)

      Tranquilla riguardo al fatto che questa persona non sia più importante come "donna che ama", ma come una sorella e che ciò non interferisce con noi..... Tra l'altro, mi parli di indipendenza ed io ho - generalmente - un carattere molto indipendente.. Tra di noi, con il tempo, si è stabilito un legame mentale e sentimentale molto forte, ma questa cosa non me l'aspettavo.. e io non gliel'avrei fatta MAI!!!
      Rispondi a Chicca Commenta l’articolo

    • Avatar di Valeria87

      Valeria87 9 anni fa (20 Novembre 2015 12:43)

      Ciao, Chicca. Quel "Ciao, tesoro" detto davanti a te, lo trovo di un perverso, ma di un perverso... mamma mia, non riesco neanche a esprimerlo a parole! Quest'uomo non è minimamente capace di provare empatia per un altro essere umano, altrimenti una cosa del genere non la farebbe mai. Davvero, qui stiamo parlando di un minimo sindacale di rispetto. Ci credo che ti sei sentita malissimo: vuol dire che sei sana. E' il tuo corpo che ti manda segnali.
      Rispondi a Valeria87 Commenta l’articolo

    • Avatar di Chicca

      Chicca 9 anni fa (20 Novembre 2015 13:00)

      Ciao Valeria! Quando gliel'ho fatto notare, mi ha risposto "ma scusa, ti pare che se avessi avuto un rapporto di quel tipo con questa persona.. l'avrei chiamata davanti a te??? Sarei potuto uscire con una scusa, anche quando eravamo al ristorante, ma non avevo niente da nasconderti"..... peccato che si fosse scordato di dirmi che la sente ancora!!!!!! Quella che stiamo attraversando è una fase strana, diciamo che tentiamo di essere normali, ma poi a me prendono momenti di malumore atroce.. ci siamo detti di riparlarne, sto provando a concedergli il beneficio del dubbio, sicuramente sbaglio, ma sento che in questo momento la mia fiducia è appesa ad un filo.......... :-(
      Rispondi a Chicca Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 9 anni fa (20 Novembre 2015 13:31)

      Taglia il filo.
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 9 anni fa (20 Novembre 2015 14:03)

      Chicca rilassati un attimo...è normale affacciarsi qua dentro con un po' di prosciutto sugli occhi. C'è chi ha due fette sottili e chi un prosciutto intero. Io tempo fa ne avevo una discreta quantità, due etti per occhio. Ora alcuni se lo fanno mettere dagli altri, altri se lo vanno proprio a comprare dal macellaio e se lo applicano. Qui è una via di mezzo, sembra. Già di base siete in tre, perché questa fantomatica moglie esiste, respira, convive ecc Già metterla come fai tu sottotraccia ( solita solfa problemi di soldi altrimenti ci son di mezzo le malattie, le case cointestate, i mutui, i figli, ecc) fa capire che per cominciare sei andata dal macellaio e ti sei procurata il primo paio di etti di prosciutto da mettere. Poi compare e scompare l'altra che è una amica, una sorella, una confidente, e lui fa l'assistente sociale. A questo punto il prosciutto te lo vorrebbe mettere lui. Ma la cosa entusiasmante è il corollario di indicibili sofferenze che lui avrebbe patito e che danno adito a comportamenti un po' così, trascuranti, ondivaghi, a tratti offensivi nei tuoi confronti. E qui il concorso di colpa nell'applicazione del prosciutto è madornale. Io temo o penso che tu sia una persona molto sola, mi sbaglio?
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Chicca

      Chicca 9 anni fa (20 Novembre 2015 14:48)

      Ciao Helen... la tua analisi è lucida e mi ha fatto sorridere, in senso buono: hai delineato bene le situazioni... per quanto riguarda le sofferenze, ne ha avute e di serie (non le racconto per rispetto, tutto qui), così come conosco la sua situazione familiare piuttosto bene perché li ho frequentati per anni, ma so per esperienza diretta (l'ho fatto anche io da ragazzina... ma ero ragazzina e forse giustificabile!!!) che dopo un po' le paure diventano una forma di autoprotezione e una sorta di "non volersi mettere in gioco al 100%", che sia in amore, in amicizia o qualsiasi altro rapporto... è un meccanismo e spesso "fa comodo" portarlo avanti, che poi magari i sentimenti che si provano sono sinceri... io, quando mi sono trovata a doverlo fare (in merito a noi e non solo), mi sono decisa e presa le mie responsabilità... Sola?? No, ho i miei amici e i miei pensieri: più che sola, sono una solitaria.. nel senso che ho un carattere fondamentalmente eremitico (è sempre stato così, nonostante gli amici ed i familiari..)........... Che fare?!? Boh... l'episodio di 15 giorni fa mi ha fatta incavolare, se non arriva una svolta che convinca il mio radar temo sia giunto il capolinea... ahahah la cosa che mi fa sorridere è che lui è terrorizzato dall'idea di perdermi (ogni tanto mi fa delle battute sul fatto che potrei avere altri pretendenti, quando - per sua fortuna e per mia caratteristica personale - sono di una fedeltà assoluta... insomma, o è o non è, non mi comporterei diversamente!!! :-)
      Rispondi a Chicca Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 9 anni fa (20 Novembre 2015 14:56)

      "È un meccanismo che spesso fa comodo portarlo avanti" L'hai scritto tu o l'ha scritto qualcun altro? Rileggiti. A parte che non fai la psicanalista ( ruolo che a noi donne piace molto:) e quindi il ruolo di diagnosi e cura non ti dovrebbe competere, le comodità altrui sono la tua priorità o la priorità degli altri?
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Chicca

      Chicca 9 anni fa (20 Novembre 2015 15:04)

      L'ho scritto io... e per esperienza che non ho riscontrato soltanto in me stessa! Io vorrei vivere serenamente, come vorrei che fosse per chi mi è più caro... e credo che solo esercitare appieno la propria libertà di scelta possa far vivere sereni, non il nascondersi dietro alle paure :-)
      Rispondi a Chicca Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 9 anni fa (20 Novembre 2015 15:11)

      Chicca può darsi che tu da questa situazione alla fine ne venga fuori (forse, non lo so) ma da come hai risposto o come l'impressione che rimanga in te una predisposizione all' improsciuttamento degli occhi. Hai dato troppe giustificazioni a te, a lui, hai dato peso ancora una volta a suoi discorsi stupidi (ma che ci frega se lui è geloso e straparla come al solito, scusa, non è che la cosa ti ha un po' lusingata?).
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Chicca

      Chicca 9 anni fa (20 Novembre 2015 15:23)

      No no, al contrario.. l'ultima volta in cui se ne è uscito con una battuta di queste, per poco non lo prendevo a calci (non avrei potuto, perché eravamo in auto, ma mi sono irritata): altro che lusinga, mi irrita e basta, perché sa come sono fatta... La questione della sua gelosia l'ho descritta per "ridere" un attimo, perché non ha capo né coda. L'unica cosa che non ho compreso della tua risposta è dove avrei dato giustificazioni a me (per lui l'ho capito): intendi in relazione a certi miei comportamenti da ragazzina?? Ma quelli sono stati un dato di fatto, una volta fatti i conti con certe parti della mia vita che non mi piacevano ho chiuso i discorsi e amen... Se non intendevi questo, non saprei :-)
      Rispondi a Chicca Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 9 anni fa (20 Novembre 2015 17:54)

      Ti sei infilata per un tempo lunghissimo in una relazione che faceva acqua da tutte le parti definendola "bellissima". Per di più nelle pause non sei neanche riuscita a guardarti attorno seriamente, fissata su un tipo che come uniche qualità sembra avere lo sguardo dolce e poi è. ...indeciso, fragile, maldestro, vittimista.....vuoi che vada avanti? Non hai le fette di prosciutto, hai un maiale intero per occhio a questo punto. A te interessa cambiare prospettiva? Il prossimo potrebbe essere peggio o uguale. Tanto hanno tutti delle giustificazioni.
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 9 anni fa (20 Novembre 2015 18:00)

      Ciao Helen, abbiamo capito che ti sta cuore la storia di Chicca. Sono abbastanza convinta che sia inutile "convertire" chi non intende essere convertito. Ti rivolgo un caldo invito a non crogiolarti. Inoltre "condividiamo il bello, suggeriamo le risorse, mettiamo a disposizione indicazioni." (cit.) Grazie, sono sicura di essermi spiegata.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 9 anni fa (20 Novembre 2015 18:10)

      Un po' di tempo fa s-ragionavo anche io così forse con alcune differenze. Ecco perché si va a rispondere.
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 9 anni fa (20 Novembre 2015 18:18)

      Il blog è sempre più seguito da un vasto pubblico: se vogliamo mantenere alto il livello di utilità dobbiamo mantenere alto il livello dei toni e dei modi, guidando verso il meglio anziché inseguire e farsi perdere verso il peggio. Quindi ben vengano le testimonianze personali e i consigli dalla propria esperienza - tutti gli studi dimostrano che l'auto-aiuto per queste problematiche è un cofattore essenziale per la risoluzione delle questioni anche più gravi e la via maestra per la rinascita, per cui abbiamo un tesoro tra le mani che, come tutti i tesori, va preservato e messo nelle mani di chi sa apprezzarlo e non di chi non sa nemmeno riconoscerne il valore e l'importanza. Tenere toni cortesi, incoraggianti, positivi, valorizzanti è importante per chi legge e ascolta e ancora più importante per chi si esercita nell'arte della flessibilità, della gentilezza e della comprensione. Adelante, con juicio e con tanto rispetto e voglia di fare meglio.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 9 anni fa (20 Novembre 2015 18:12)

      Ci siamo sovrapposte.
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 9 anni fa (20 Novembre 2015 18:18)

      ;)
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di helen

      helen 9 anni fa (20 Novembre 2015 18:05)

      Scusa sai ma con te non riesce a lasciarsi andare neanche con un "ciao tesoro" perche ha tanto sofferto, all'altra lo dice e pure in tua presenza. Ma che perla hai trovato, e te lo sei tenuto pure in caldo, nessun'altro come lui ..mah
      Rispondi a helen Commenta l’articolo

    • Avatar di Chicca

      Chicca 9 anni fa (20 Novembre 2015 18:33)

      Lo so, sono criticabile nelle mie scelte..... e per questo aspetto sono arrabbiata con lui e tanto, perché mi ha ferita profondamente... Io sono sempre stata onesta e cristallina nei miei comportamenti con lui, senza mezzo particolare da dovergli nascondere... Non saprei che altro aggiungere...
      Rispondi a Chicca Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 9 anni fa (20 Novembre 2015 22:51)

      Chicca, non devi giustificarti né colpevolizzarti: prendi atto che lui é un emerito strombolo e mandalo a quel paese. Hai preso una cantonata? Capita a tutti! ;-) Una volta che l'hai capito, volta pagina. Coraggio!
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  17. Avatar di doc

    doc 14 anni fa (9 Luglio 2010 1:11)

    grazie elisa,le tue parole sono molto d'aiuto..io ci proverò..non so quanto tempo ci vorrà, ma lo farò..forse le mie difficoltà riguardano il fatto che questa droga,mi dà tanto dolore quanto piacere,ma nell'ultimo periodo più dolore,perciò mi sono azzardata ad allontanarmi.. più di tutto fatico a credere che una persona possa cambiare così e più di tutto fatico a credere perchè forse io mi sento coinvolta e non capisco come lui possa invece essersi distaccato,e se lo è perchè allora mi abbia voluto rifrequentare..tante domande che so che non mi porterebbero a nessuna risposta,o a risposte umilianti,forse quelle che mi servono per capire,credere che è esattamente così e che devo smetterla di pensare bene di lui. la più grande difficoltà è pensare,credere a quello che è effettivamente successo..e anche distogliere il pensiero, e prendere una decisione definitiva e crederci in quella decisione,e smetterla di illudersi ancora che forse..tra mille anni forse ci potrebbe essere un'altra possibilità di vivere ancora quella favola...
    Rispondi a doc Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 14 anni fa (9 Luglio 2010 12:08)

      Ciao Doc, la questione centrale è pensare a te stessa, pensare alla tua vita e a quello che vuoi. Che cosa vuoi realizzare per te nella tua vita? A quali emozioni vuoi dare spazio? Che cosa vuoi essere? Il fatto di portare continuamente l'attenzione su un'altra persona e su quanto accaduto nel passato e fantasticare sul futuro toglie attenzione all'unica cosa veramente importante e utile: concentrarti sulla tua vita, sul tuo benessere personale e sull'incontro autentico con gli altri (e dunque con un altro partner). Rimuginare su quello che fa e pensa un altro è pedere la tua libertà. E' un po' come se tu lasciassi le porte di casa tua sempre spalancate e mettessi un cartello in strada con scritto "casa mia è sempre aperta": hai idea di che cosa succede? Hai ragione: il tipo di domande che ti fai non ti portano a nessuna risposta, soprattutto a nessuna risposta utile: qualsiasi risposta cercata in questo modo è solo una "fantasia", frutto del tuo continuo pensare tra te e te, per giunta con un atteggiamento mentale molto negativo, che nasce dal fatto che vivi la cosa con molto dolore. Per questo è molto importante assumere una posizione "egocentrica", porre te stessa al centro, accettare il dolore e la separazione, perdonare (e perdonarti) il passato, chiudere con quel passato e rimanere concentrata su te stessa e su tutto quello che vuoi per te. Questo significa diventare padrona della tua vita, stabilire i confini del tuo territorio di modo che gli altri - che siano amici, parenti, colleghi, partner - entrino ed escano solo nei modi e nei tempi che definisci tu. Le chiavi di casa tua le hai tu, e chiudi e apri solo quando vuoi e a chi vuoi. Aggiungo che ogni relazione - intendo tutte le relazioni, anche quella con l'edicolante che ci dà il resto quando compriamo il giornale - sono un'occasione per cimentarci, confrontarci, crescere. E sono certa che per te questa è una grande opportunità per conoscere te stessa, scoprire le tue risorse e renderti conto che la vita presenta orizzonti di una vastità tale che il vero peccato non è separarsi da una persona, ma non gestire il proprio tempo (e le proprie energie emotive) in modo tale da poterne conoscere e amare molte altre (tenendo conto, tra l'altro, che l'amore sensuale e sentimentale è si importantissimo, e non è l'unico tipo di amore al quale è utile dedicarsi). Un abbraccio e stai connessa. Ilaria
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di criss

      criss 8 anni fa (12 Dicembre 2015 11:40)

      Grazie Ilaria ti seguo da circa un anno. Mi hai aiutato a crescere e a capire che devo amare e rispettare prima di tutto me stessa. Sono caduta e mi sono rialzata anche se alcune ferite bruciano un po'. Un abbraccio di cuore e grazie che ci sei.
      Rispondi a criss Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 8 anni fa (12 Dicembre 2015 11:44)

      Grazie a te Criss. Questi commenti mi piacciono moltissimo: "sono caduta e mi sono rialzata". Questa è la vita.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 8 anni fa (12 Dicembre 2015 12:41)

      Brava Criss! Ci si rialza e si va avanti. Le ferite guariscono col tempo e con la cura di noi stesse. Un abbraccio :-)
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  18. Avatar di una

    una 8 anni fa (26 Gennaio 2016 16:15)

    Ciao Ilaria, come stai? Io ho chiuso una relazione dopo 10 anni, beh sono solo 2 settimane che me ne sono andata da casa sua dove vivevo con lui. Direi che non mi sembra che ho chiuso in tutti sensi perché tengo sempre le chiavi di casa sua e pure uso una delle sue biciclette. Il tutto credo per comodità. Io da 2 settimane non l'ho contattato più. Lui mi ha solo scritto un sms dopo 4 giorni che me ne ero andata poi più niente. Al momento mi sento un po' meglio ma ho dei bassi. Devo acquistare il senso della realtà e rendermi conto che ho da fare un bel po' per occuparmi di me e della mia vita. Tendo a crogiolarmi e accomodarmi più tosto che sforzarmi per crearmi una bella vita con i miei sforzi. Credo che mi aspetto ancora tanto dalla vita come se le cose mi fossero dovute. Sono cresciuto in una famiglia dove mancavano dei modelli genitoriali funzionali come credo succede in tante famiglie. Mi sono allontanato da loro da 18 anni cambiando paese. Fatto sta che cerco di diventare autonoma e responsabile ma il coinvolgimento sia con la mia famiglia di origine sia con mio ex me lo rendeva sempre difficile. Ok, per ora mi sono allontanato da lui. Rimanere amici con lui? Beh, direi di no. Potrà rimanere forse un contatto di conoscenza se mai perché mancano le basi di un'amicizia sana. Magari un contatto cordiale e distaccato, e breve, dovesse capitare, perché potrei ricadere ancora nelle sue braccia se si offrisse a me. Me lo devo tenere ben presente. Tanto, si può vivere senza andare a letto con un uomo, giusto? Mica abbiamo tutti un partner è siamo felici e contenti.
    Rispondi a una Commenta l’articolo

  19. Avatar di moni

    moni 8 anni fa (22 Febbraio 2016 13:39)

    Ciao a tutti. Sono una ragazza di 30 anni. Ho letto tutti i vostri commenti e le vostre storie..del resto tutti abbiamo sofferto per amore. Io ne sono l'esempio..,ho avuto tre anni fa una storia tragica con un uomo separato e con un figlio. Storia inizialmente bella e poi con il tempo piena di problemi. Gravi per essere esatta. È finita da anni ormai...lui si è sempre fatto sentire perché voleva che io gli facessi da coperta per riscaldare le sue notti. Bene ...ho sofferto peggio di un cane abbandonato...ma credetemi tutto passa...se sono ex tali devono restare. Non mi sono lasciata coinvolgere ....dal momento che lui era un gran farfallone e donnaiolo e l'unico suo pensiero era il mio corpo,mi sono guardata e dentro e ho detto "Monica TVB",da quel momento mi sono amata come non mai.,,ho preso in mano la mia vita ,il mio ex è rimasto solo un lontano ricordo..,anzi un modo per non fare gli stessi errori. Amarmi per me è fondamentale! Sono single da anni e mi dedicò alla mia vita...che è meravigliosa. Non sputo nel piatto dove mangio ma di certo non mi sono strappata i capelli per più di un mese. La sofferenza fa parte della vita..,.ma siamo donne....siamo uniche belle intelligenti perche stare male per chi non ci merita? Un consiglio voglio darlo io....prima venite voi e poi tutto il resto ;) ci vuole pazienza buona volontà...ma il mondo è bello perché è vario. Ex...sono ex passato! Viviamo il nostro presente e per noi stesse..,il tempo è prezioso. Un abbraccio a tutti.
    Rispondi a moni Commenta l’articolo

  20. Avatar di Livia

    Livia 8 anni fa (19 Marzo 2016 12:49)

    Per me non si può restare amici con un ex, ci sono casi rari in cui a qualcuno è capitato, magari perchè ci si è lasciati con un bel ricordo della storia condivisa oppure perchè nel caso in cui hai i figli, devi farlo per il bene di questi ultimi nonostante tu abbia avuto un consorte che te ne ha combinate di cotte e di crude. Personalmente non sono mai rimasta amica con i miei ex, a prescindere dal fatto che mi hanno fatto male o che ce ne siamo fatti a vicenda, ma perchè quando una storia finisce, cosa hai da spartire con lui? Eri il centro del suo mondo e lui/lei del tuo, ed ora riusciresti ad ascoltare suoi racconti sulla persona che ora ha occupato il tuo posto? In più, se stronzi/e lo erano, altrettanto lo rimarranno ad es. anni fa mi è capitato di stare appresso ad un ragazzo che mi diceva solo bugie ed io lo perdonavo, mi aveva fatto credere che aveva lasciato la sua ex per me quando invece era stato il contrario e lui per mesi sbavava dietro di lei, poi ha conosciuto un'altra e mi ha mandata a quel paese. Oltretutto questa sua nuova fiamma non poteva vedermi perchè interessata ancora a lui e mi insultava ma quando avevo iniziato a non curarmene più, rimaneva a fissarmi per strada. Anni dopo ci siamo parlate poichè lei mi aveva mandato l'amicizia su fb e io ho gettato la palla al balzo per chiederle cosa volesse da me e lei da cafona diceva che facevo troppe domande, ma dopo averla trattata a pesci in faccia facendo finta di essere gentile e poi non rispondendo più ai suoi messaggi, quando esco e sono bella, sorridente ed elegante, continua a fissarmi come se vedesse passare una Dea. Se poi sono miei film mentali non me ne frega nulla, quello che è certo è che lui stronzo è rimasto e lei pure ma mi fanno pena, perchè dopo corna su corna proseguono la loro vita ma che ne li lavassero loro i panni
    Rispondi a Livia Commenta l’articolo