Trovare la persona giusta: atteggiamenti utili e cautela

la persona giustaCome si fa a trovare la persona giusta? Come si fa a sedurre un uomo senza svendere se stesse e senza stressarsi eccessivamente? Due sono le “grandi” questioni che di solito preoccupano le donne (e anche gli uomini) quando si tratta di trovare la persona giusta:

1)      Quali sono i luoghi in cui “scovare” sta benedetta persona giusta: talvolta pare proprio che il panorama umano sia piuttosto desolante e molte donne si chiedono dove accipicchia si nasconda l’uomo giusto per loro.

2)      Asssumere l’atteggiamento mentale più utile per sedurre un uomo e iniziare una bella relazione con lui che si riveli essere bella, appagante e duratura.

"Se due pesci nel mare devono incontrarsi non servirà al mare essere cento volte più grande. S.Benni"

La persona giusta e la grande paura delle relazioni

Mi rendo perfettamente conto che queste siano due questioni che possono avere un grande impatto emotivo su chi desidera trovare la persona giusta. In effetti sono aspetti importanti, che arrivano a influenzare potentemente l’autocontrollo , anzi, che possono addirittura far “perdere il controllo” tanto da condurre a comportamenti “suicidi” oppure, all’opposto, ridurre all’immobilità.

Perché, diciamocelo sinceramente, quante donne si “bloccano” e rimangono immobili all’idea di sedurre un uomo o di iniziare una relazione di corteggiamento e di conoscenza reciproca?

Quante donne hanno il terrore di sbagliare, quando si tratta di seduzione, di fare troppo o troppo poco? Di mostrarsi troppo disponibili tanto da risultare insistenti o al contrario di essere eccessivamente chiuse, tanto da apparire, alla lunga, antipatiche e respingenti?

La persona giusta e il punto di equilibrio

E allora come la mettiamo? Preferisci rinunciare fin dall’inizio, per non rischiare di metterti in gioco e per paura del rifiuto da parte di un uomo o credi che il gioco valga la candela e che sia una buona idea “buttare il cuore oltre l’ostacolo” per trovare la persona giusta?

"Lo sguardo alle volte può farsi carne, unire due persone più di un abbraccio. Dacia Maraini"

Consideriamo schematicamente 3 punti saldi che possono servirti da regole di  comportamento:

1)      Per trovare la persona giusta è importante avere il cuore aperto a una nuova relazione. Che cosa significa? Significa che è fondamentale usare le “virtù” dell’accoglienza, dell’accettazione e della disponibilità dal punto di vista emotivo.

2)       E’ anche importante avere la mente aperta, cioè liberarsi da convinzioni rigide che diventano regole severissime di selezione. Questo serve per ampliare i propri orizzonti ed essere pronte a nuove esperienze, dal punto di vista razionale.

Come fai ad attrarre un uomo senza sembrare una facile o una poco di buono?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

3)      Nello stesso tempo, se consideriamo come fondamentali i punti precedenti, è assolutamente imperativo proteggere te stessa. Proteggerti da che cosa? Dagli uomini sbagliati, da inutili sofferenze, da storie che ti fanno perdere tempo e ti lasciano ferite più o meno profonde.

E come si fa a rispettare questi principi senza, come dicevamo sopra, stressarsi oltremodo? Come si fa, soprattutto, a mantere alta la voglia di uscire nel mondo a trovare la persona giusta e non farsi frenare da mille dubbi e perplessità?

Trovare la persona giusta senza soffrire

"Dire “ti amo” è un lusso di tanti, dimostrare amore vero è lo “stile” di pochi.
Luna Del Grande"

Ecco, appunto, come si fa a trovare la persona giusta senza soffrire? Io ti voglio dare 5 principi base che possono servirti da linee guida nel tuo percorso

1)      Usa attenzione e spirito di osservazione. Osserva te stessa e i tuoi atteggiamenti con attenzione (mi spiego meglio: ho detto: “osserva” non: “giudica severamente”) e fai altrettanto con gli atteggiamenti delle altre persone. Non distrarti. Vivi con tranquillità, con sempre lo sguardo dritto su che cosa ti rende felice.

2)      Controlla sempre il tuo livello di luccichio. Cioè: divertiti sempre. Fai solo le cose che ti fanno piacere, che non ti costringono a compromessi o a rinunce che ti avviliscono e ti tolgono lo smalto. Molte storie tolgono luce e splendore alle donne. Ebbene, quando appena appena ti accorgi di luccicare un po’ di meno significa che non è aria. Una storia, a qualsiasi livello sia, deve semmai farti brillare di più, non di meno.

3)      Sii creativa. Creatività: parola molto di moda, soprattutto adesso che si parla di crisi. Io amo la creatività, perché è una risorsa molto umana che noi tutti possediamo. Usa la tua creatività per inventarti una vita sempre più bella, per considerare quel che ti accade sotto punti di vista nuovi, per prendere in considerazione partner che non avresti – finora – mai considerato, per strane, vecchie, inutili convinzioni.

4)      Fai un passo in più verso l’altra persona. Che cosa significa, che ti devi mettere a tappettino, a pelle d’orso e farti calpestare? No, non si tratta di quello. Quello è lo sport preferito da molte donne, che soffrono le pene dell’inferno e si fanno maltrattare perché hanno “bisogno” di amore. Fare un passo in più significa per esempio adottare un comportamento diverso rispetto al passato, essere comprensiva rispetto alle debolezze altrui e dare quel punto di cucitura che può servire alla relazione (non tagliare e cucire l’intero vestito).

5)      Non arrivare troppo in fretta alla conclusione sbagliata (per esempio: “non mi ha offerto la cena, è un tirchio maleducato”) e nemmeno aspettare troppo per arrivare alla conclusione giusta ( per esempio, se un uomo non mantiene le promesse – anche piccole – che ti fa e critica i tuoi punti deboli, non è la persona giusta. Chiaro?)

" Non morire per chi non ti ama…perché c’è chi morirebbe per averti. Anonimo"

Se hai paura di sedurre un uomo, fai il percorso che ho preparato per te Come sedurre un uomo senza stress né per te né per lui.

Lascia un Commento!

77 Commenti

  1. Avatar di Fiorediloto

    Fiorediloto 6 anni fa (30 Settembre 2013 15:55)

    Io penso che piuttosto che stare con qualcuno per ripiego sia meglio stare per un pò da sole e coltivare amici, amiche, interessi e passioni... Sono sempre stata molto selettiva, e raramente qualcuno mi piace al punto da farmi innamorare, però è ho avuto uomini che ho amato davvero molto... Quello che mi succede, ahimè, è che riesco a essere molto attrattiva con uomini di cui non mi importa molto, perché in automatico riesco a essere indipendente, non bisognosa, a mettere al primo piano me stessa e la mia vita. E vengo apprezzata e cercata, anche più di quanto io mi aspetti. I dolori vengono quando comincio a innamorarmi... allora lì la mia parte più fragile comincia ad emergere, e la mia "bisognosità" anche a livello sottile, energetico, viene percepita... e l'uomo in questione comincia a prendere le distanze... Sto facendomi un mazzo così, tra psicoterapia, letture di ogni genere, pensiero positivo, ecc per fortificare quella parte fragile, per riuscire a restare centrata anche nelle situazioni in cui mi innamoro, ma è tanto, tanto difficile.... Ma la determinazione è immensa, perché desidero profondamente riuscire per una volta nella vita, a vivere una relazione armoniosa, felice, appagante.... Un in bocca al lupo e un abbraccio a tutti quelli/e, che, come in me, sono alla ricerca, sono in lotta.
    0
    Rispondi a Fiorediloto Commenta l’articolo

  2. Avatar di Erica

    Erica 6 anni fa (30 Settembre 2013 17:01)

    Anche questo articolo è molto interessante! Al momento sto cercando la persona giusta, quindi mi sono spesso fatta la domanda che scrive Ilaria: Quali sono i luoghi in cui “scovare” sta benedetta persona giusta??? :)
    3
    Rispondi a Erica Commenta l’articolo

  3. Avatar di Nikita

    Nikita 6 anni fa (30 Settembre 2013 21:44)

    Mi sono messa in gioco e sono convinta che ne valga la pena , cuore e mente sono aperte , di certo però non aspetto il principe azzurro che viene a prendermi, coltivo la mia vita al fine di stare bene con mè stessa , questo è il primo e importante obiettivo che ho imparato da Ilaria, anche perché mi accorgo che è la base che mi è mancata prima. Mi sento innamorata e quando penso a lui gli occhi sono vivaci, pronti per emozionarsi. Aspetto con calma questa nuova esperienza anche se innamorata sono già stata ma avevo 20 anni. Ora ne ho 40 e le emozioni che mi assalgono sono le stesse o meglio sono emozioni più consapevoli, più mirate, se si vuole più studiate, sento nel profondo del mio cuore che è la strada giusta, e anche se ciò richiede sacrificio e pazienza la voglio coltivare.
    -2
    Rispondi a Nikita Commenta l’articolo

  4. Avatar di Nikita

    Nikita 6 anni fa (30 Settembre 2013 21:45)

    2parte Quello che mi fa riflettere è che potrei avere 100 storie, gli uomini che mi corteggiano ne ho, ma quello che mi interessa e che con il contagocce me lo fa capire è uno solo. E a mè interessa lui. Non so se sbaglio a fossilizzarmi, ma non so come spiegare questa sensazione forte, è una presenza quotidiana anche se non ci sentiamo ,io lo sento mio, perché io sono sicura che lui prima o poi sarà mio e io sarò sua. Poi se mi sbaglierò AMEN , io ci ho provato e ho fatto quello che mi sentivo di fare.
    -1
    Rispondi a Nikita Commenta l’articolo

  5. Avatar di Ery

    Ery 6 anni fa (30 Settembre 2013 22:03)

    Ciao, cosa significa non mantenere le promesse? Mi spiego (scusate se mi dilungo per farvi capire il contesto: ci siamo conosciuti a un picnic con amici e stiamo uscendo insieme da poco (due volte in un mese anche perché lui lavora lontano), lui prima si faceva sentire ogni giorno, poi una volta a settimana e da poco ha ripreso ad essere un po' più assiduo. Martedì scorso mi contatta alle 14 e mi chiede di andare la sera al cinema, io vedo il messaggio solo alle 19 e gli dico ok, lui intanto è andato a fare sport e alle 22 mi dice che ha aspettato una mia risposta fino alle 20. Mi dice che tornerà a lavorare nel proprio paesino sperduto come sempre in settimana e che verrà di nuovo in città sabato. Sabato mattina alle 10 mi scrive che c'è un film e mi chiede se mi va di andare a vederlo, io penso che sia per la sera stessa dato che di solito non pianifica con largo anticipo, gli rispondo di sì e mi preparo. Alle 19 mi dice che uscirà con degli amici con cui ha preso appuntamento da settimane, ma che gli piacerebbe uscire con me...mi chiede persino di trasferirci in Canada insieme per un mese e vedere se riusciamo a trovare un nuovo lavoro! Vabbè. Io son molto occupata con colloqui di lavoro e volontariato ma alla fine cedo alle sue insistenze e trovo qualche ora libera nel pomeriggio di domenica. Restiamo d'accordo che saremmo andati allo spettacolo delle 18 e gli dico di contattarmi via cell (da notare che lui ha il mio num ma io non ho ancora il suo!) per dirmi dove e quando esattamente perché non mi sarei connessa. Conclude dicendo "Ok per domani alle 18!". Ieri aspetto e aspetto e lui è sparito nel nulla, niente di niente né via cell né su Internet. Eppure per me quello era un appuntamento a tutti gli effetti, o sbaglio? Alle 17,15 gli chiedo via Internet che fine abbia fatto. Nessuna risposta. Oggi alle 13 mi manda un messaggio sempre via internet senza neanche scusarsi dicendo come se niente fosse che si trattenuto un po' più a lungo con un amico ieri pomeriggio e chiedendomi quando sono libera per il cinema in settimana, precisando pure "non mercoledì o giovedì" (da notare che io gli avevo detto di non potere lunedì e martedì). Secondo me è una grossa mancanza di rispetto perché quanto meno avrebbe dovuto avvisarmi che non se ne faceva più niente, almeno una volta tornato a casa. Avrebbe dovuto CHIAMARMI senza aspettare di mandare un messaggio quasi 24 ore dopo l'impegno mancato. Io non gli sto rispondendo più (se lo faccio lo mando al diavolo), se vuole il mio numero ce l'ha: che faccia l'uomo per una volta e mi chiami. Faccio bene? Cosa ne pensate?
    0
    Rispondi a Ery Commenta l’articolo

  6. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 6 anni fa (30 Settembre 2013 22:27)

    Ery, cioü, lo hai già capito da sola dove va mandato questo tipo. Perché pensarci tanto? Che cosa ti serve per non pensarci più?
    1
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (30 Settembre 2013 23:24)

    Fiorediloto sei il mio alterego.
    0
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  8. Avatar di Attila

    Attila 6 anni fa (1 Ottobre 2013 0:26)

    Ery... mi sembra tu abbia già sopportato abbastanza e dato sufficienti chances a questo, perdonami!, buffone! Ho la sensazione che costui ti usi come ripiego, tenendoti "in caldo" nel caso non avesse altro di meglio da fare.. e il problema non sei tu, che non sei abbastanza interessante (troppo spesso noi donne tendiamo a crocifiggerci con pensieri di questo tipo) ma lui, che non ha un briciolo di serietà (ed e' pure un gran maleducato). Sono certa che tu abbia mille cose più appassionanti e soddisfacenti da fare anziché perdere tempo ad aspettare un tipo del genere (anzi...degenere!).. a mio parere, questo ragazzo non merita un attimo in più del tuo tempo, della tua vita e della tua attenzione, tse'! ;) In bocca al lupo! :)
    -2
    Rispondi a Attila Commenta l’articolo

  9. Avatar di Fiorediloto

    Fiorediloto 6 anni fa (2 Ottobre 2013 21:52)

    @Goldie e tu sei il mio, ahahahah!!! Bè, speriamo che tra un pò di tempo scriveremo entrambe di aver felicemente realizzato i nostri desideri in campo sentimentale.... :D
    0
    Rispondi a Fiorediloto Commenta l’articolo

  10. Avatar di Chi

    Chi 6 anni fa (5 Ottobre 2013 16:10)

    @Ery.... lascia stare ASSOLUTAMENTE questo tipo.... NON aspettare che ti chiami, ma soprattutto, NON ci sperare... l'unica cosa che ho capito della categoria maschile è che quando vogliono una donna (qualunque sia la motivazione) non se la fanno sfuggire... NON ci sono scuse che reggono! Comunque questa storia è fresca, non ci metterai niente a dimenticarlo! Quindi NO WORRIES e vai con il prossimo!
    -3
    Rispondi a Chi Commenta l’articolo

  11. Avatar di Stellina80

    Stellina80 6 anni fa (5 Ottobre 2013 18:54)

    Ciao a tutte/tutti...è la prima volta che lascio un commento personale al sito anche se leggo gli articoli quasi quotidianamente. Sto vivendo mio malgrado una situazione molto dolorosa. Un po' me ne vergogno, e forse per questo non ne parlo mai con nessuno. Sono sposata da quasi di un anno dopo un fidanzamento abbastanza lungo, circa cinque. Non sono più sicura di amare mio marito. Gli voglio molto bene ma mi sono stancata della sua mancanza di passione verso di me. È fatto così dice, lo è sempre stato. A me non basta però. Non voglio girarci intorno, negli ultimi mesi, mi sono vista con un amico comune da cui mi sono sempre sentita molto attratta. Incontri intimi ma senza spingerci troppo oltre. Ora il problema qual'è? Io non sono abbastanza autonoma economicamente per affrontare una eventuale separazione. Ho una gran paura di rimanere sola. Ma l'avrei superata perché questo ragazzo mi piace molto, almeno fisicamente, si perché non riesco a capirlo veramente. Sembra attratto da me, ma allo stesso tempo non mi da sicurezza. Mi cerca, magari provocandomi un poco, e poi sparisce. Mi lascia nel dubbio. L'ultima volta che ci siamo visti, dopo esserci baciati mi ha detto che non ha sentito nulla!! Io li per li ho reagito tranquillamente perché ho pensato che avesse solo paura dei suoi sentimenti o che io potessi fare qualche colpo di testa lasciando mio marito. Me la sono un po' racconta. Invece ora la delusione è forte. Sto cercando di convincermi, leggendo anche gli articoli del sito, che anche lui è l'uomo sbagliato per me. Cerco di farmi forza e andare avanti anche se ora come ora mi sento molto triste, sia per il mio matrimonio insoddisfacente, sia per questa esperienza deludente. Non giudicatemi male, già lo faccio da sola. Una mia cara amica che conosce i miei problemi dice che la voce della mia coscienza è peggio di un tedesco incavolato!!! Ed ha ragione, dentro di me non faccio altro che darmi della stupida per aver sposato un uomo indifferente al mio corpo e di averlo mezzo tradito con un altro indifferente ai miei sentimenti. Scusate lo sfogo.
    -7
    Rispondi a Stellina80 Commenta l’articolo

  12. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (5 Ottobre 2013 20:16)

    Lascia stare l'amico e fai terapia di coppia col marito
    3
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  13. Avatar di Fiorediloto

    Fiorediloto 6 anni fa (5 Ottobre 2013 23:06)

    @Stellina80 una cosa che mi sento di dirti: per quanto difficile ti possa sembrare, è importante che tu riesca a perdonare te stessa per gli errori fatti. Sia per quanto riguarda il tuo matrimonio, sia per quanto riguarda la tua attuale relazione. Restare legata con la mente al pensiero dei nostri fallimenti, e avercela con noi stesse, è il modo per impantanarsi e non riuscire a riemergere. L'unico consiglio che mi sento di darti è questo: perdonati e volgi il pensiero sempre al futuro. E determina con forza e convinzione quello che vuoi da un rapporto, fallo ogni giorno. Io me lo ricordo sempre, e questa cosa mi dà molta positività, fiducia, e slancio verso le cose belle che mi aspettano. E ti assicuro che di errori ne ho fatti una marea..... Un grandissimo in bocca al lupo.
    -2
    Rispondi a Fiorediloto Commenta l’articolo

  14. Avatar di minou

    minou 6 anni fa (6 Ottobre 2013 11:49)

    Mi dispiace, sta per partirmi l’embolo. Lo sento. Stellina80, scuotiti per favore, fallo. Guarda, ti chiedo scusa a priori, ma non riesco a usare la dolcezza di Fiorediloto. In fondo se ti esponi è perché ti serve un confronto. E allora eccoti quello che penso. L’amico ti sta usando come valvola di sfogo e se tu non lo usi nella stessa maniera, se non giochi lo stesso gioco, ci rimani scottata. Non puoi pensare possa aiutarti nella separazione. Quello, se ti separi, sparisce alla velocità della luce. Non farti film. E poi la separazione è una cosa tua e non deve entrarci nessuno. Venendo al marito. E che vuol dire che non sei abbastanza autonoma economicamente? Impegnati, diventalo. Accetta pure la gavetta e lavora! Pensi di risolvere il problema facendoti comprare? Se gli consenti di pagare la tua stabilità economica, allora poi non lamentarti. Hai messo in vendita la tua soddisfazione sentimentale e lui l’ha comprata. Quanti uomini conosci che si comporterebbero come te? Io nessuno. Perché nessuno di loro accetterebbe un compromesso simile. Almeno, non per due lire in più. Ciascuno di loro sa di poter contare sulle proprie capacità per comprarsi da mangiare e da vestire. Perché diavolo le donne invece sentono di doversi appoggiare? Perché?? Abbiamo tutti i mezzi per farcela. Forse alle nostre nonne mancavano, ma a noi no. Se scegliamo di essere subordinate, poi allora tocca che ci facciamo andare giù anche le regole della subordinazione. E nella subordinazione non avrai mai la completezza sentimentale che cerchi. E manco l’appagamento sessuale, fidati. Guarda, scusa se sono spietata, ma la carica sessuale di tuo marito è molto più facile che si palesi al di fuori del vostro rapporto. Non con te. Prendi in mano la situazione. Se ti firmi Stallina80, probabilmente hai 33 anni. Non sei di primo pelo. Considera il tempo che passa, il tempo che ci vuole a rimettersi in sesto, perché gli anni svaniscono in un lampo. Io sono d’accordo con Fiorediloto che bisogna perdonarsi. Ma uno lo fa nel momento in cui esce dall’errore, non continuando a sguazzarci. Non ti giudico male. Non ne faccio un caso di coscienza ma di comprensione si. Mi capisci? Goldie, scusami pure tu, ma ne ho anche per te. L’hai capito che l’origine dei tuoi girotondi è che non hai superato la separazione? Tu non ne sei fuori. E non ti dai pace per questo. Nel tuo consiglio a Stellina80 secondo me non è solo palese, è proprio lampante! Lo ripeto, mi dispiace se mi muovo con la grazia di un elefante. Forse questo non va bene per tutte. Ma io vorrei tanto che qualcuno lo facesse con me, accidenti, che mi sbattesse in faccia i miei errori e me li facesse capire perché vorrei uscirne una volta per tutte…
    6
    Rispondi a minou Commenta l’articolo

  15. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (6 Ottobre 2013 12:14)

    Ma io lo so benissimo e mi sono fatta un c***o cosi mia cara x avere indipendenza economica. Il divorzio è un trauma per me ma tu non sai perché. So che ho fatto il mio dovere da donna divorziata e non mi sono tirata indietro a nessuna potenziale storia perché sono ANCORA molto attratta dagli uomini. Meglio parlarne che non parlarne piu' , guarda. Poi ognuno ha la sua storia. Io consiglio di nom buttare tutto alle ortiche col marito perché ho divorziato a 33 anni e ne sono passati 10 e ti assicuro che di uomini seri ce ne sono pochini. Poi se una ha una seconda chance sono felice per lei
    2
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  16. Avatar di minou

    minou 6 anni fa (6 Ottobre 2013 18:35)

    Certo che non lo so perché, Goldie! Dico solo che si vede che è stato un trauma. Probabilmente ti dai ancora addosso per non averlo evitato in qualche modo sto divorzio. Non lo so, hai ragione, certo che non lo so, non lo posso sapere. Intravedo solo dove è il punto di frattura. Non ti voglio attaccare, stanne certa e dio solo sa quanto ti capisco, altrimenti non avrei detto una parola. Quello che dico a te, lo dico a me! E' più facile vedere i propri punti deboli negli altri, se ci confrontiamo lo facciamo per questo, per cercare le risposte ai nostri problemi. E fai bene a parlarne. Parlane, insisti. E sai che penso? L'avrai fatto per difesa, ma almeno per parare quello che ti è sembrato un colpo ti sei fatta un complimento! Finalmente. Hai lavorato per conquistarti l'indipendenza economica. Cavoli, pensi sia così banale? E guarda che vale più di mille mariti-padre che ti pagano le cene, ti accudiscono e fanno schifo a letto. La seconda chance ce l'avrai nel momento in cui ci crederai tu per prima. Coraggio Goldie. Se non mi odi e mi autorizzi avrei delle domande da farti. Non personali (cioè non voglio chiederti cose di te), ma una volta hai scritto una cosa da qualche parte che poi non hai spiegato e mi interessa il tuo punto di vista.
    0
    Rispondi a minou Commenta l’articolo

  17. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (6 Ottobre 2013 21:41)

    Ma non mi sono offesa per niente. Il mio divorzio é stata una sconfitta sono andata in depressione senza saperlo. Ho sofferto tanto perché so che il Mio ex ed io eravamo fatti l'uno per l'altra. Come rovinarsi la vita. Che domanda volevi farmi? Questo blog è serio ma io parlo molto anche conn persone vere che mi consigliano.
    0
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  18. Avatar di minou

    minou 6 anni fa (7 Ottobre 2013 9:44)

    Sì Goldie, l’avevo capito. Mi dispiace tanto per questo rimpianto. Però, sai, se continui a fare del tuo ex marito la pietra di paragone non ne esci più. Io sono separata da 4 anni, circa. Matrimonio lungo, mi sono sposata anche io molto giovane. E lui è stato veramente l’unico a cui ho permesso di avvicinarsi in una maniera che non avevo mai fatto prima, né ho fatto dopo. Di questi ultimi 4 anni, 1 l’ho passato sperimentando di tutto e di più. In pratica anestetizzavo tutto col sesso. 3 li ho trascorsi con un uomo che ho dovuto mollare una settimana fa, non senza magoni e dopo molti ripensamenti, perché mi stava annientando. Mi rendo conto che non sono stata accogliente. Avevo bisogno di riempire spazi e silenzi, ma l’ho fatto in maniera quasi compulsiva. E forzandomi pure. Il mio ex matrimonio è diventato quasi il mio scudo. Ma poi, Goldie, se è scoppiato era perché in effetti non andava più. Lui era un uomo ideale, secondo il mio immaginario. E quello che di lui non mi andava, l’avevo adattato a forza ai miei schemi. Facendo un casino immane. Perché ho frustrato lui e costretto me. E, a forza di costrizioni, a un certo punto la situazione è esplosa. E non sai quanto mi sono maledetta per questo. Ma la realtà è che, se fosse stato davvero ciò che volevo, se fosse stata la storia ideale, la vita ideale, io non l’avrei mai incendiata così. Ne sono uscita fuori, con una sofferenza grandissima sì, ma in qualche modo dovevo darmi la possibilità di affrontare i miei nodi non risolti. Ora devo costruirmi il mio futuro. Se continuo a sostituire le persone, perché mi manca quella calma ovattata di un matrimonio senza vera intimità, non vado da nessuna parte. Continuo a trovare sollievo solo nel sesso e, alla fine a ben guardare, mi faccio avvicinare solo da chi potenzialmente mi dà il sollievo che cerco e non altro. Mi sono presa persone che potessero darmi quello che cercavo ma alle mie condizioni. Persone con cui io per prima non avrei voluto né potuto fare altro che sesso. Troppo lontane da me. Per questo voglio fermarmi. Voglio risolvermi prima di coinvolgere in un ballo distruttivo qualcun altro e continuare a ferirmi. Non voglio mentire, non voglio nascondermi le mie paure, non voglio manco più distrarmi. Fa male, ma voglio vedere che c’è dentro di me. Volevo chiederti perché in un commento (ma non so più dove) dicevi che ciò che suggerisce Ilaria prevede un atteggiamento troppo remissivo per la donna. Che intendi dire? A che ti riferisci? Perché parli di differenze con l’Europa del Nord? Ciao Ilaria, questa parte del commento è solo per te. Se pensi non sia il caso di pubblicare o che sia controproducente, taglia pure! Sai una cosa che secondo me sarebbe utile nel blog? La possibilità di impostare ricerche mirate. Mi spiego. Al di là di alcuni commenti spiccioli che non dicono un granché, molte persone fanno trapelare un vero processo di ricerca e crescita. E questo secondo me dà un bel valore aggiunto a ciò che scrivi tu. Sia perché queste persone danno delle interpretazioni, sia perché mettono a disposizione di chi legge frammenti di vita: problematiche, tentativi di soluzione, cadute, riprese, propositi. E, a guardare bene, si notano proprio delle evoluzioni. Sarebbe interessante avere i mezzi per leggere i commenti anche in questa chiave. Ma lo dico pure per me. Io non mi ricordo cosa ho commentato e come. Però, in base all’input dato dal tuo articolo, ho scritto ogni volta con molta sincerità. E il fatto di scrivere (non parlare) e di farlo attraverso uno schermo, mi aiuta a tirare fuori cose che difficilmente direi davanti a una persona. Per cui rileggerei volentieri anche le mie di evoluzioni. Però, aldilà di una ricerca libera nei testi, non mi sembra si possa fare. Mi piacerebbe sia cercare nei titoli (solo in quelli: per esempio dove parli di narcisismo? Se uso il termine per una ricerca mi escono fuori pagine dove il termine è usato, ma non solo da te), nei post e nei commenti. Per questi ultimi specificando eventualmente il nome di chi li ha firmati. E mi piacerebbe avere la possibilità di ordinare cronologicamente i risultati. Io non so se tu, come amministratore, hai la possibilità di usare strumenti del genere. Certo, probabilmente il blog dovrebbe avere una struttura da database e richiederebbe una sorta di indicizzazione. Non so nemmeno se cose del genere siano previste o meno. Te lo dico perché mi è venuto in mente proprio a proposito della domanda che volevo fare a Goldie, per qualcosa che lei ha scritto chissà dove… Così ho pensato di dirtelo. Buona giornata
    -6
    Rispondi a minou Commenta l’articolo

  19. Avatar di Goldie

    Goldie 6 anni fa (7 Ottobre 2013 11:26)

    eh ma il problema dell'indicizzazione è notevole :-) lo dico da esperta! a me il sesso mi distrugge, come diceva Ilaria, mi fa perdere lucidità. a parte una sola storia piacevole, il resto è stato piuttosto banale. io mi riferisco al fatto che Ilaria dice sempre che dobbiamo aspettare il primo passo dell'uomo, essere incoraggianti ma non proporre. secondo me è sbagliato, anche all'uomo piace essere invitato. questa ottica è troppo latina, io abito in Svizzera e ho famiglia in Olanda, si parla anche di rapporti donne / uomini e molte sono stupefatte da questo tipo di mentalità sottomessa. Invitare un uomo non significa per forza "dargliela". è fargli capire che ci piace, dai 25 anni in su siamo adulti no? e anche esprimere la nostra approvazione / disapprovazione nei loro confronti. insomma, se vogliamo la parità, dobbiamo prendere dei rischi anche noi. l'importante è avere il cuore al posto giusto
    4
    Rispondi a Goldie Commenta l’articolo

  20. Avatar di Stellina80

    Stellina80 6 anni fa (7 Ottobre 2013 11:34)

    Intanto grazie a tutte per avermi letto e compreso. Lo so che devo tirar fuori la forza e darmi da fare. In questo momento pero' è difficile, mi sento bloccata. Ho la certezza pero' che tutto quello che mi sta accadendo ora sia la conseguenza del fatto di non aver voluto vedere, accettare e affrontare le cose al momento giusto.
    -5
    Rispondi a Stellina80 Commenta l’articolo