Come parlare a un uomo anche se credi di non esserne capace

come parlare a un uomo

Come parlare a un uomo?

Come fai a conversare amabilmente con un tipo che ti piace?

Come puoi stare bene con lui chiacchierando gradevolmente?

Sei forse convinta di non esserne capace?

Credi di essere imbranata, timida o introversa?

O, di solito, sei disinvolta, spiritosa e con la risposta pronta, ma, di fronte a qualcuno che ti piace, ti blocchi?

Tranquilla.

Intanto sei in compagnia di milioni di miliardi di donne (e di uomini) che abitano il pianeta Terra.

In secondo luogo le capacità relazionali e la disinvoltura nel rapporto con gli altri si apprendono e si affinano con la pratica, in modo facile e divertente.

Basta avere le guide giuste!

Inoltre, più fai pratica, meglio è.

E fare pratica è divertente! 😊

Adesso ho tutta l’intenzione di fornirti alcune prime indicazioni utili e concrete, da applicare fin da subito.

Vamos!

5 passi per parlare con un uomo in modo divertente

Di seguito ti propongo 5 passi per parlare a un uomo rivelando tutta la tua simpatia e il tuo senso dell’umorismo, senza esagerare, mantenendoti sempre nei binari della buona educazione e del rispetto di te e degli altri.

1 Presta attenzione al tuo stato d’animo.

Sì, prendi consapevolezza di come ti senti, di come stai emotivamente, di qual è il tuo umore.

Sappiamo bene che non c’è niente di peggio che annoiarsi, annoiare ed essere annoiati dagli altri.

Una conversazione noiosa elimina ogni possibilità di reale connessione e azzera le possibilità di “agganciare” gli altri.

Impossibile corteggiare ed essere corteggiate se si è annoiate e si risulta noiose.

Altrettanto impossibile è fare “buona impressione” se si è di cattivo umore.

Quindi, se è una giornata no, se ti senti tesa, nervosa o con la “luna storta”, scarica la tensione quanto prima con alcuni esercizi di respirazione profonda.

Inspira tanto, per lungo tempo. Trattieni qualche secondo ed espira molto molto lungamente.

Se ne hai la possibilità fatti una camminata, una corsetta, scuotiti o fai stretching.

Oppure bevi un paio di bicchieri di acqua o lavati i denti, cammina sul posto, metti i polsi sotto l’acqua del rubinetto.

Lavati la faccia.

Spruzzati il tuo profumo preferito.

Consiglio a tutte di portarsi appresso del profumo di lavanda, da spruzzarsi addosso o in un fazzoletto da avvicinare al naso. Ha un effetto piacevolissimo, distensivo e rilassante.

Se puoi, fai un bagno o una doccia.

Pensa e tieni il pensiero fisso sugli eventi gradevoli della giornata e su quanto funziona nella tua vita.

(Queste sono regole che valgono sempre).

Lo stato d’animo rilassato facilita la comunicazione

2 Presta attenzione allo stato d’animo degli altri.

Vedi per esempio un gruppo di uomini che stanno ridendo e sono in una situazione distesa?

Quello è il momento di buttare lì qualche frase rompighiaccio, tipo:

“Che cosa state mangiando di così buono che lo ordino anch’io?”

“Perbacco, che cosa vi mette così di buon umore, ditemi, ditemi! Ho bisogno di energia positiva!”

Queste sono frasi che vanno pronunciate con aria ammiccante…

È molto più facile superare eventuali inibizioni tue e degli altri quando si è in situazioni rilassate e distese, quando si è di buon umore.

Ad esempio all’uscita del cinema, del teatro, di uno spettacolo vario

Desideri il rapporto della tua vita e vuoi scoprire il modo giusto per far innamorare un uomo e costruire con lui una relazione sana, serena e che duri nel tempo? Ecco il precorso che ti guida passo passo nella realizzazione di una vita di coppia sana e appagante, dal primo incontro fino alla convivenza

Mai quando la squadra di casa ha perso la partita!!!

Come parlare a un uomo

3 Stuzzica chi hai di fronte.

Non è vero che gli uomini detestano le donne forti e intelligenti.

Gli stupidi e i deboli (anche se hanno ruoli importanti e titoli altisonanti) detestano questo tipo di donna.

Gli uomini intelligenti amano essere “sfidati” e trovarsi di fronte qualcuno che con arguzia e buona educazione li “ingaggia”.

In generale si dice che gli uomini siano più competitivi delle donne.

Nuove generazioni di donne che amano la sana competizione si stanno affacciando a questo mondo!

Molto bene!

Gli uomini “evoluti”, quelli che credono a rapporti alla pari e vogliono (cercano!) relazioni alla pari, amano competere simpaticamente con le donne.

Diamo loro soddisfazione!

Una piccola nota: “ingaggiare” e “sfidare” qualcuno con un filo di spirito di competizione, non significa prevaricare, gareggiare fino all’ultima battuta o umiliare.

Prevaricare, voler vincere a tutti i costi o umiliare significa essere antipatici, ma soprattutto prepotenti ai limiti della psicopatia.

No buono!

Condisci la voglia di ingaggiare un uomo in una competizione “a parole” con tanta gentilezza, così sei sicura di colpire nel segno!

Goditi il momento (sempre!)

4 Mantieni la calma (sììì!) e goditi il momento.

Detto in altre parole: sei lì a contatto con un uomo che ti interessa e vuoi solo tastare il terreno?

Pensa che non hai nulla da perdere!

E spegni quel dialogo interno cattivello, cioè metti a tacere almeno per qualche minuto quella vocina interiore che al 99,9% fa da rompiscatole e con la quale ti auto svaluti.

Se ti auto svaluti, ti calano le energie, ti cala la palpebra e rischi di farla calare a chi è di fronte a te!

Tieni lo sguardo e l’ascolto sull’ambiente esterno, su chi ti interessa in particolare.

È una questione di esercizio, di pratica, per cui ti consiglio, ogni qual volta ne hai la possibilità, con chiunque, di osservare e di ascoltare quello che accade all’esterno.

Poi, passato il momento, avrai modo di ascoltare e considerare quello che è successo dentro di te.

Questo è fondamentale, ma dopo!

I complimenti sono importanti!

5 Sii generosa con i complimenti.

Non è necessario fare la leccapiedi, anzi!

Un bel complimento, sincero e fatto con cortesia e onestà è soprattutto un atto di “Gentillezza” con la “G” maiuscola e le persone gentili colpiscono tutti, senza distinzione, figurati un uomo che magari già ti ha notato.

Mi vengono in mente questi complimenti:

“Ti ho visto in campo e ho notato che hai un rovescio potente ed efficace, bravo!”

“Notevole il tuo/suo intervento alla conferenza! Mi ha molto fatto riflettere la nota sulla coltura del lombrico indonesiano!”

“Elegantissima quella cravatta, originale e raffinata allo stesso tempo. Non è facile per voi uomini essere originali e creativi senza sembrare eccentrici, complimenti per il buon gusto!”

Sulla base di questi miei suggerimenti divertiti a creare frasi a effetto da tenere pronte all’uso, pensando alle situazioni che vivi abitualmente.

Puoi anche annotartele fin da ora sul tuo diario personale.

***

L’argomento come parlare a un uomo è importante e articolato e ho l’intenzione di affrontarlo in lungo e in largo in futuro.

Resta connessa!

***

Ehi, già che sei qui, dài un’occhiata all’imperdibile precorso gratuito P.I.A.C.I. Parla Intriga Attrai Conversa Impressiona (clicca qui e sali a bordo adesso) e iscriviti GRATIS subito che ti aspettiamo!

***

Foto: Photo by Devon Divine su Unsplash

Lascia un Commento!

8 Commenti

  1. Avatar di Audrey

    Audrey 10 mesi fa (22 Novembre 2021 11:48)

    Ciao! Molti anni fa, ero adolescente, mi sentivo con un tipo di un'altra regione. Una volta una mia amica ascoltò parte della nostra telefonta e mi disse che non andava bene come gli parlavo perchè era come se stessi dialogando con un'amica. Ancora adesso, quando parlo con un uomo, mi chiedo se va bene quello che gli sto dicendo.
    Rispondi a Audrey Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 10 mesi fa (22 Novembre 2021 17:09)

      Secondo la tua amica, come si "dialoga" con un uomo? Io queste donne che pensano che davanti a un uomo ci si debba srotolare come tappeti... Mio dio!
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 10 mesi fa (22 Novembre 2021 17:32)

      Ciao Audrey, pensa che a me è successo quasi il contrario... l'unica volta che ho tentato di parlare da "seducente", atteggiandomi da ammaliatrice, ho scoperto successivamente che il ragazzo in questione aveva riferito ad amici in comune che gli sembravo una mezza svitata. Al di là della sua considerazione poco carina, io penso che la scelta giusta sia quella di parlare come si farebbe con qualunque altra persona (una signora sull'autobus, il vicino di casa, il barista di un locale): la stessa educazione, tranquillità, ma anche curiosità. Sicuramente svalvolare o pender dalla labbra solo perchè si è davanti a un uomo, mah, non penso trasmetta una gran bella impressione. O meglio, dipende dall'uomo che abbiamo davanti. Ad alcuni può pure piacere.
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Audrey

      Audrey 10 mesi fa (23 Novembre 2021 13:59)

      Grazie della condivisione Ilaria e Cristina, nonostante l'esperienza maturata nel tempo, mi ero sempre chiesta a quali misteriosi segreti della seduzione fosse stata iniziata la mia amica. Questo pensiero, in quegli anni mi ha fatta sentire manchevole e impreparata, poi è sbiadito lasciandomi però sempre questa piccola curiosità. Evidentemente la mia amica parlava a vanvera o voleva farmi sentire inadeguata.
      Rispondi a Audrey Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 10 mesi fa (24 Novembre 2021 13:15)

      "Evidentemente la mia amica parlava a vanvera o voleva farmi sentire inadeguata." Evidentemente.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  2. Avatar di Chiara

    Chiara 9 mesi fa (19 Dicembre 2021 16:37)

    Ciao, se scrivo e se mi ritrovo sul tuo sito è perché sono veramente "disperata" 😂 Cerco di essere breve, ho conosciuto un ragazzo casualmente, ho deciso di aggiungerlo su Instagram e lui mi ha cercata. Dopo circa due settimane di silenzio ci siamo risentiti sempre tramite Instagram e abbiamo iniziato a messaggiare ininterrottamente per quasi un mese (alla fine lui mi aveva chiesto il numero). Messaggi, audio, tutto fantastico e tutto bene.. Sapendo del mio rientro per qualche giorno di ferie in Sardegna mi ha chiesto di vederci. Ci siamo visti, il giorno sentiti per poco e poi il lunedì mi ha scritto che in lui non era scattato nulla e forse nkn scatterà, al posto di combattere, gli ho dato ragione. Ripensando a tutto ora non riesco a capire il perché, premettendo il fatto che prima di salutarci il giorno dell'uscita avevamo stabilito di rivederci e lui sembrava intenzionato al contatto fisico che non c'è stato. Io vorrei avere una seconda possibilità, ma vorrei avere un parere esterno. Grazie mille in anticipo 💕
    Rispondi a Chiara Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 9 mesi fa (19 Dicembre 2021 22:05)

      Ciao Chiara, io credo tu abbia fatto bene a non insistere: vi siete visti, non ha interesse, te l'ha detto abbastanza chiaramente. Vorrei anche dirti che gli approcci virtuali provengono quasi sempre dai perditempo che fanno pesca a strascico, quindi non mi stupisce che lui abbia contattato una ragazza a caso giusto per passare il tempo (appunto) e via. Buona serata
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

  3. Avatar di Feli

    Feli 9 mesi fa (20 Dicembre 2021 21:04)

    Ciao a tutti, un incontro casuale che ho avuto di recente mi ha portato a fare una riflessione su quanto il nostro approccio possa condizionare l’esito di una conoscenza. Premetto che non sto vivendo un bel periodo, ho dei problemi personali che mi portò dietro da tempo come un fardello e che condizionano da sempre anche la mia vita sentimentale. Fatto sta che qualche tempo fa conosco un ragazzo su un sito di incontri (ovviamente non avevo grosse aspettative, avevo solo bisogno di uscire con qualcuno per svagarmi un po’ ). La serata è molto piacevole, solo che col senno di poi mi sono resa conto che l’ho guardato pochissimo negli occhi e sono stata un po’ negativa nei miei discorsi. Inoltre lui era norvegese e quindi abbiamo parlato in inglese e forse anche questo mi ha penalizzato, avendo un po’ di difficoltà con la lingua. Gli riscrivo qualche giorno dopo e mi dice che non sono il suo tipo: ora, non ci sono rimasta particolarmente male ma allo stesso tempo questo rifiuto mi ha un po’ intristito e portato a pensare che forse non sono brava a flirtare. Non sono mai stata brava in questo e a volte vorrei essere una “gatta morta” invece risulto sempre o troppo amichevole o troppo distaccata. Credo che il mio sia principalmente un problema di autostima, ma vorrei sapere come si fa a calibrare l’essere “seducente” con l’essere se stessi dimostrando comunque interesse verso una persona
    Rispondi a Feli Commenta l’articolo