Scusa, ma tu lo sai che cosa hai da offrire?

Essere consapevole del tuo valore è essenziale per attrarre la persona e la relazione giusta per te.

E anche per amare in modo autentico. Intendo per essere “portatore” o “portatrice” d’amore.

Sì, perché se sei davvero consapevole di quanto vali, dài più amore e di migliore qualità.

Dell’importanza di conoscere bene il tuo valore parlo ampiamente anche nella mia guida gratuita “Come attrarre la persona giusta per te in 11 passi”.

Oggi voglio fare alcune considerazioni importanti e darti degli spunti utili in pratica.

Mi capita molto spesso, nel mio lavoro con i miei clienti di coaching e nelle comunicazioni con i lettori del blog,  di constatare un comportamento molto diffuso e ben poco produttivo comune a molti che vogliono attrarre la persona giusta per loro.

Molti uomini e molte donne quando conoscono e cominciano a frequentare una persona alla quale sono interessati/e si pongono in una posizione che mi sento di definire di “inferiorità”.

Si preoccupano davvero tanto di non “essere all’altezza”, vogliono fare a tutti i costi “bella figura” e temono che vi sia qualcosa di sbagliato, inadeguato, non sufficiente in loro rispetto al partner potenziale che hanno di fronte.

Attribuiscono all’altro il grande potere di “decidere” come condurre la relazione, “pendono” non solo dalle sue labbra, ma anche dalla sua volontà e dai suoi desideri. Si comportano come se il buon esito del rapporto dipenda esclusivamente dal lui o dalla lei che hanno appena incominciato a frequentare.

Insomma, in fondo alla loro mente e al loro cuore, c’è la convinzione forte che essere presi in considerazione dall’altra persona sia solo un colpo di fortuna. Che va “tutelato” a tutti i costi.

Danno enorme valore a quello che l’altro (o l’altra) pensa, dice e fa.

E non si concentrano minimamente su quanto sono loro a valere, a essere appetibili e desiderabili.

Si comportano come se ignorassero nel modo più assoluto il fatto di essere loro, in sé e per sé, dei portatori di “valore aggiunto” per le altre persone e per un compagno o una compagna in particolare.

Pensaci un attimo: per caso questo succede anche a te?

Se succede anche a te, considera che cambiare le tue convinzioni rispetto al tuo valore, ti permette di cambiare profondamente atteggiamento in una direzione molto positiva e ti consente di dare nuovo senso e significato ai rapporti che hai con gli altri in generale e con la persona giusta per te in particolare.

Perché tu desideri attrarre la persona giusta per te, vero?

E da che cosa è alimentato questo tuo desiderio?

Forse dal fatto che ti fa piacere avere accanto a te un compagno o una compagna con il quale o con la quale creare un rapporto di speciale intimità?

Con il quale o con la quale andare al cinema di sera e in gita la domenica?

Due settimane di sfide per scoprire il tuo valore, quello del quale nemmeno tu sei consapevole, regalarti sicurezza e mettere in luce i tuoi punti di forza più autentici. Sorriderai, riderai e diventerai più forte e determinata.

Con il quale o con la quale fare progetti per il futuro?

Con il quale o con la quale … (mettici tu quello che vuoi)?

E quando incontri una persona con la quale pensi che sia possibile fare tutto ciò come piace a te, le dài molto valore.

Non credi che anche tu potresti avere suoi occhi (e a quelli di molti altri o di molte altre) un valore per lo meno uguale?

In effetti tu sei una persona dotata di un cervello, di un corpo, di idee, di volontà, di desiderii, di emozioni, di storie, di sentimenti etc.

Un immensità di cose. Un valore gigantesco.

Escludi pure tutto quello che è “materiale” e “formale”.

Considera te stesso e te stessa il più al “naturale” possibile.

Fai riferimento solo a quello che veramente sei.

Posso immaginare che tu abbia delle braccia utili ad abbracciare (o anche a portare le borse della spesa), degli occhi utili a guardare, a osservare (e ad ammirare); una testa con dei pensieri dentro e una bocca per parlare ed esprimerti, delle mani utili ad accarezzare, addirittura un corpo da accarezzare…

Ora ti chiedo: sei consapevole di quanto tutto ciò possa valere per gli altri?

Ti rendi conto di quello che sei e di quanto questo conta?

Quando giri per strada, ti sposti, sorridi, guardi, vivi, lo fai con la consapevolezza di essere portatore o portatrice di un valore inestimabile?

Sai davvero quanto questo può dare alle persone che incontri e con le quali hai rapporti?

Lasciami il tuo commento.

Cordialmente

Ilaria

Lascia un Commento!

113 Commenti

  1. Avatar di Bice

    Bice 12 anni fa (5 Novembre 2010 14:54)

    Quest'uomo, più di un altro (con evidenti problemi) prima di lui, ha occhi per vedere e orecchie per sentire... e perciò si è accorto di quanto valgo. Come se ne accorgono moltissimi altri. Ma valgo indipendentemente dal riconoscimento altrui. E poi ognuno ha le sue preferenze e le sue idee... Ma quando tu rispetti te stessa, gli altri ti rispettano. Io so benissimo che al mio ex ho permesso io di non rispettarmi. Non voglio dire che è colpa mia se lui non è stato capace di farlo... non potevo farci nulla, ma... non si frequentano persone che non ti rispettano! Insomma, scusate, ma io mi prendo il merito di questo bell'incontro. Che però è solo una conferma in più. Razionalmente la penso così. Mi dispiace sia impegnato? Sono felice che la sua vita sentimentale sia felice, se lo merita. Credo che nella vita possa sempre capitare di incontrare persone interessanti da cui ci si sente anche attratti... ma l'amore è molto di più e il vero amore non teme questi incontri, perché è fatto di un certo spessore, di una storia condivisa, di scelte, di tante cose costruite nel tempo. Come dicevo, incontri così, con questo feeling, con persone impegnate, mi sono già capitati. Sarà che sono molto cerebrale e sono incontri con persone cerebrali, ma... si prende quel che si può prendere, nel massimo rispetto. E con gioia. Aggiungo che queste amicizie sono le migliori che ho. Il w-e: ho un invito, da lui... lavoro, informale, non da soli (una bella occasione per conoscere gente?). In più, ho in mente di recuperare le giornate perse in palestra (la mattina), passare a salutare un'amica, ho una cena domenica sera. Ancora non ho deciso per domani sera né per i pomeriggi, ma ci sono molte cose da fare in giro e il tempo pare bello, dunque... qualcosa troverò o arriverà un invito. Mal che mi vada, ho i miei libri e i miei vari passatempi... E voi che fate?
    Rispondi a Bice Commenta l’articolo

  2. Avatar di Ilaria Cardani

    Ilaria Cardani 12 anni fa (5 Novembre 2010 14:58)

    @ Bice: va bene, mi lascio andare. Ho un cuore e una sensibilità anch'io dopotutto ;) : e basta con questo ex!!!
    Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  3. Avatar di Bice

    Bice 12 anni fa (5 Novembre 2010 15:03)

    E basta! :-)
    Rispondi a Bice Commenta l’articolo

  4. Avatar di Bice

    Bice 12 anni fa (5 Novembre 2010 15:28)

    @ Sara: ci sono già passata mille volte. So, so, so... cosa a volte succede... e a volte no. Perché e percome, le storie a lieto fine (amicizia compresa) e quelle no... e ho una caterva di teorie in merito... con le quali non vi tedierò. Non sono sicura di passare il mio tempo pensando a lui... direi piuttosto elucubrando sull'amore, le relazioni e quel che mi succede dentro ad ogni nuovo incontro. Quest'incontro ha svegliato molti pensieri (ce ne fosse stato bisogno)... mi sembra di sapere meglio chi sono. Escludo IO sviluppi in senso amoroso. E sono sicura che lo abbia già fatto pure lui. Non vi ho detto perché ora conosco la sua situazione: ne abbiamo parlato, semplicemente. Pensi che qualcosa sfugga alla mia consapevolezza? Potrebbe essere, ma... non è ciò che penso.
    Rispondi a Bice Commenta l’articolo

  5. Avatar di FrancescaChiara

    FrancescaChiara 12 anni fa (5 Novembre 2010 15:37)

    io ho davanti un w-e mooolto tranquillo. Sabato mattina spedizione con mia figlia alla ricerca del regalo di complanno per il papa'. Pomeriggio: incontro con un'amica. Sera: film & pop-corn sotto il plaid al lume di cadela con mia figlia + libro (quando lei e' andata a letto). Domenica: la mattina e' il mio momento per le chiacchiere con l'Italia! Il pomeriggio: passeggiata nei boschi con il cane e jogging.
    Rispondi a FrancescaChiara Commenta l’articolo

  6. Avatar di Eleonora

    Eleonora 12 anni fa (5 Novembre 2010 16:43)

    che forte ILARIA:DAVVERO... BASTA CON'STO EX!!!:) io,lavoro al pc pure nel week-end,alla ricerca del cliente perduto: cerco di vendere case a prezzi di cantiere presso il cantiere del mio capo...;) lavoro dunque molto anche a casa e ogni giorno è un rebus: potrei trovare clienti pure di domenica,come già successo!! ogni giorno faccio sport(ho una camera ad hoc per questo)e il week-end,amo trascorrerlo a casa a fare grandi pulizie(ho la classica villetta e3bagni di cui occuparmi fra le altre cose!)colla musica di BIAGIO ANTONACCI a tutto volume,mia personalissima colonna sonora di vita,e ogni tanto sbirciare i profili dei miei adorati contatti in facebook... così ricarico le batterie per affrontare una nuova settimana densa di impegni e"nervature varie"(giusto per usare un'espressione napoletana)dei miei clienti...:( ciao!! Eleonora p.s. domanda:come cavolo si fa,di grazia,a metter la propria foto al commento???qualcuna ,vedo(bravissima!!),ci riesce...;))))))
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

  7. Avatar di Riccardo

    Riccardo 12 anni fa (5 Novembre 2010 17:11)

    @ FrancescaChiara So quello che desidero, non quello che voglio. Come ho detto, volere è prendere. Io non sono mai stato uno che prende. Questo è il mio difetto. Come ho detto, si è abituati a coloro che prendono e non a coloro che danno. Potrei fare un elenco di frasi fatte che sono veri esempi di scemenze (almeno dal mio punto di vista), che però sono considerate una sorta di vademecum sul modo di vivere. Il mio modo di vivere purtroppo non è adatto a costruire qualcosa, anche se quello che ho sempre fatto nella vita (ho 50 anni) è stato proprio cercare di costruire. Purtroppo, e vivendo lo capisci, tutti dicono di volere una cosa, ma nella realtà pensano al suo opposto. Questo porta alla delusione ed alla sfiducia totale, non in sè stessi, ma negli altri. Scommettiamo che sono io che sbaglio a pensarla in questo modo?
    Rispondi a Riccardo Commenta l’articolo

  8. Avatar di FrancescaChiara

    FrancescaChiara 12 anni fa (5 Novembre 2010 18:22)

    @ Riccardo: no, non scommettiamo. Perche' una scommessa prevede un vincitore e qui non ce ne sono. Desiderare e volere non sono due cose diverse, secondo me. E "prendere" mi sembra sempre una cosa un po' troppo...non so...invadente. Ovviamente do per scontato che si stia parlando di relazioni tra le persone. Nei rapporti, quindi, si e' in due. Piu' che prendere io penso che si debba parlare, quindi, di "accogliere" quello che l'altra persona ti da'. E ovviamente si parla di dare: tutto quello che ci si sente di dare, ne' di piu' ne' di meno. Chi e' abituato a coloro che prendono? E chi sono, poi, queste persone che prendono? e cosa prendono? Probabilmente quello che gli altri mettono loro a disposizione... Certo che la fiducia negli altri non e' facile da mantenere! sono quasi (e sottolineo con vezzo molto femminile il "quasi"!) una tua coetanea e anche io nella vita ho cercato di costruire qualcosa e anch'io non sono riuscita sempre a farlo come volevo. Mi sono chiesta il perche' e in parte ritengo gli altri co-responsabili. Ma smettere di fidarsi degli altri, chiudersi in un guscio protettivo perche' hai dato tanto e non hai ricevuto niente...non so, io non sarei capace di stendere un velo cosi' definitivo sulla mia vita. Spesso mi accorgo che quello che mi fa alzare la mattina con un sorriso (nonostante i problemi, a volte la solitudine o la tristezza del momento) e' la curiosita': di sapere "cosa succedera' oggi". Devi sapere che il mio incubo e' la monotonia, la quotidianita', la routine; e non sono una che ha una vita all'Indiana Jones - c'e' una bella fetta di ripetitivita' nelle mie giornate. Ma ho da quando sono nata la sindrome dell'angolo: cosa c'e' dietro l'angolo? moriro' con questo pensiero (se l'Alzheimer's non mi avra' reso inutili tutte le cellule del mio stistema nervoso!!!). Ho trovato tante cose dietro gli angoli fino ad ora....E gli altri sono una bella fetta della nostra vita: non chiuderli fuori generalizzando esperienze passate o decidendo che sei inadeguato alla vita solo perche' il modello di persona vincente che ci propongono non ti assomiglia! Puoi anche mandarmi al diavolo...! ma non e' che voglio convincerti di qualcosa. Vorrei solo che la tua visione delle cose fosse un pochino meno estremista, meno bianco/nero. Vorrei riuscire a grattare un pochino sulla tua superfice per capire cose c'e' sotto: probabilmente un tesoro: il TUO tesoro.
    Rispondi a FrancescaChiara Commenta l’articolo

  9. Avatar di FrancescaChiara

    FrancescaChiara 12 anni fa (5 Novembre 2010 18:31)

    @ Riccardo: scrivi "tutti dicono di volere una cosa, ma nella realtà pensano al suo opposto" ...mmm....stai dicendo che siamo tutti ipocriti? opportunisti? che siamo solo una facciata? Questo pensiero mi offende un po' ;-) Mi spieghi meglio cosa intendi? se ne hai voglia...
    Rispondi a FrancescaChiara Commenta l’articolo

  10. Avatar di FrancescaChiara

    FrancescaChiara 12 anni fa (5 Novembre 2010 18:33)

    @ Eleonora: ma dai....molla il pc per il w-e! 3 bagni????? me ne presti uno? mi farebbe cosi' comodo... ;-) ovviamente dopo che l'hai pulito in compagnia di BA! hi hi hi
    Rispondi a FrancescaChiara Commenta l’articolo

  11. Avatar di Riccardo

    Riccardo 12 anni fa (5 Novembre 2010 22:29)

    @ FrancescaChiara 16:22 Le persone che prendono sono coloro che non si interessano a ciò che l'altro vuole. Questo viene chiamato "fiducia in sè stessi". Io sono stato sempre deriso per il fatto di non essere in questo modo (per la precisione sono molto timido, di persona). E quando ciò accade per anni, ti passa tutto, inclusa la voglia di vivere. Comunque, non sono il tipo da suicidio (basti dire che ci ho provato e sono ancora qui). @ FrancescaChiara 16:31 Forse ho avuto la sfortuna di conoscere le persona sbagliate, ma tutte (e ripeto, tutte) le persone che ho conosciuto, una cosa dicevano e l'altra facevano. Poi si lamentavano di non potersi fidare degli altri...... loro!!!
    Rispondi a Riccardo Commenta l’articolo

  12. Avatar di FrancescaChiara

    FrancescaChiara 12 anni fa (6 Novembre 2010 0:50)

    @ Riccardo: grazie delle risposta. Anche io sono o sono stata "una persona che prende". Quello che ho sempre pensato è che non sono io che devo pensare a quello che vuole l'altro: che ci pensi lui! è una sua responsabilità, mi sono sempre detta. E in questo modo sono stata a volte una persona insensibile, egocentrica = molto concentrata su sè stessa. Ma poi ho capito che ci sono persone più forti delle altre e la prerogativa delle persone più forti non è quella di approfittarsi di quelle più deboli, nè tantomeno deriderle, ma casomai di essere per loro un punto di riferimento onesto (se c'è affetto). Essere timidi, lasciare che gli altri si prendano pezzi di noi stessi non è una bella cosa, non ci fa felici. Lo capisco. Lo so bene. Capisco anche che ad un certo punto subentri la stanchezza, la voglia di mollare tutto, di lasciarsi andare e sparire nell'apatia. Ma la vita ha i suoi modi misteriosi per richiamarci, per farci subire il suo fascino e......eccoti ancora qua. A scrivere su questo blog. In un certo senso qui la timidezza non gioca nessun ruolo: sei libero! di dire quello che pensi senza dover spiegare, senza dover sembrare diverso da quello che sei. Senza dover sudare 7 camicie per farti ascoltare. Può capitare che qualcuno (come me) ti dica quello che pensa e tu poi potrai farne quello che vuoi. Ma non ci sono giudizi. Non ho una formula magica per farti tornare la fiducia negli altri. Penso che sia un'attitudine, un atteggiamento innato o quanto meno qualcosa che si possa imparare a ricostruire in noi stessi. Leggi quello che scrivono le persone qui.....molte sono spaventate, con il cuore a pezzi, sfiduciate ma eccoci qui! a dire quanto abbiamo da dare a qualcuno che lo voglia. Non sei solo nel mucchio Riccardo! forse già pensare questo potrebbe aiutarti a trovare un sorriso, potrebbe farti venire voglia di andare là fuori a guardarti intorno. Questa volta a cercare "la persona giusta" ed evitare quelle sbagliate, quelle "che prendono" senza preoccuparsi di quello che vuoi tu. Buona serata!
    Rispondi a FrancescaChiara Commenta l’articolo

  13. Avatar di Eleonora

    Eleonora 12 anni fa (6 Novembre 2010 18:16)

    SUBITO,FRANCESCACHIARA!!! AHAHAHAAHAHAHHHH!!! come lo vuoi?il mio,è il classico bagno in camera con doccia multifunzione della TITAN,modello top,bianco e arancio: idromassaggio,bagno turco,aromaterapia,cromoterapia e ovviamente RADIO!!! più che una doccia,direi,una discoteca!! ;) ti consiglio di clikkare su internet per vedere meglio il soggetto: ti assicuro,meritaaaaaa... ahahahahahahah!!! ;) ciao!!
    Rispondi a Eleonora Commenta l’articolo

  14. Avatar di Lella

    Lella 12 anni fa (11 Novembre 2010 16:59)

    Ciao Ilaria, sono fidanzata da 6 mesi amo il mio ragazzo come non ho mai amato nessuno, ma vivo secondo per secondo con la paura che questo possa finire attribuendo ogni minima cosa al mio passato dato che in pprecedenza ho lasciato dopo 1 mese che stavamo insieme, è successo x ben 3 volte, la stessa cosa. Ho tanta paura che succeda di nuovo, il mio "cervello" all'inizio era come se fosse chiuso al mio futuro, non ero in grado di pensare o di fantasticare una vita insieme a lui, questo mi provocava ansia e mi faceva allontanare da lui...mi sono rivolta da un terapeuta e così pian piano sto iniziando a vivere. Ho l'amore che mi scorre nelle vene, lo amo e vorrei condividere la mia vita insieme a lui, questo glielo dico con molta sincerità e con tanto amore ma dentro di me è come se ci fosse un diavoletto che mi stringe lo stomaco....ma xkè qst???è come se avessi bisogno di monitorare i miei sentimenti minuto per minuto quando io senza di lui non sto stare!
    Rispondi a Lella Commenta l’articolo

  15. Avatar di Carlos

    Carlos 12 anni fa (12 Novembre 2010 14:50)

    @all sono capitato su questo sito quasi per caso, è una giornata abbastanza triste in quanto ho scoperto che la tipa con cui avevo una relazione, e della quel ero pazzamente innamorato, non ha fatto altro che prendermi in giro e trattarmi come uno scendiletto.. e questo mi sta facendo veramente vacillare...non pensavo di arrivare mai ad una situazione di tale insicurezza...premetto che non ho mai avuto relazioni turbolente, anzi , mi sono sempre creato una corazza che mi ha permesso di non "soffrire" troppo per amore, mi sono anche sposato nel 2005 con quella che poensavo fosse la donna della mia vita, e lo era a livello celebrale ma non purtroppo a livello totale , quindi sono iniziate a venire meno varie cose, tra cui la passione ed eravamo in una crisi silente quando è spuntata questa "tipa"...che ad oggi vedo come la rovina della mia vita...è iniziato tutto per caso e da subito abbiamo avuto un feeling pazzesco, soprattutto da punto di vista sessuale...poi la cosa è iniziata ad evolvere...premetto lei 10 anni più piccola, viveva fuori italia e convivente da 3 anni...ci siamo iniziati a vedere quasi tutti i week end in un modo o nell'altro, ci sentivamo e messaggiavamo a tutte le ore...io mi sono subito e totalmente aperto con lei, parlandone anche di trascorsi familiari non proprio felici...ogni volta che affrontavamo un argomento sembravamo trovarci e ci sorprendevamo di come avessimo le stesse idde, gli stessi "bisogni" e modi di affrontare le cose...l'unica cosa è che lei continuava a dirmi di non volere una relazione, anche se de facto lo era a tutti gli effetti..per farla breve, mi separo da mia moglie, ci vediamo sempre più spesso, lei lascia il tipo,lei viene due settimane a casa mia, si prende la malattia dall'ufficio estero per stare con me, tutto va alla grande, lei da le dimissioni e decide di tornare in italia, iniziamo a fantasticare sulla casa, anche se lei mi dice che vuole "appoggiarsi" da una sua parente, anche se poi di fatto starà 6 giorni su 7 a casa mia,compriamo ninnoli di arredamento per la futura casa insieme nei nostri viaggi,lei inizia a dire che si sta innamorando, che ha paura che io non sarò così innamorato e bla bla bla...poi riparte per fare gli ultimi 10 gg di lavoro fuori italia e da li cambia tutto!!! ci facciamo un altro we fuori ma iniziamo a discutere perchè lei è strana,più fredda..torniamo a casa sua insieme, dormo da lei e il lunedì riparto per l'italia..da li tutto è precipitato...ci sentiamo poco e niente, litighiamo perchè lei sparisce e mi dice che vuole avere la testa libera per gli ultimi giorni prima di tornare in italia...e ieri scopro che se ne è andata bella bella in iro per l'europa con un nuovo tipo italiano conosciuto nel luogo dove abita ancora...non so + nulla di lei, e nonostante ci stia malissimo, ho deciso di scomparire..lascierò le sue cose da una sua amica...piccolo inciso: lei non ha mai voluto ammettere la nostra "storia" davanti a nessuno a parte la sua migliore amica, anzi una volta che su fb avevano pubblicato delle foto dove ero anche io, le ha fatte subito togliere dicendo che odiava questo x motivi di privacy (però le foto con il nuovo tipo su fb ci sono eccome..) e l'ultima volta che ci siam visti e parlati ha detto che la colpa è mia, che ero cambiato e che ero diventato troppo pressante e molesto...che schifo di persona...penso che da una parte mi stia bene perchè tante volte ho fatto soffrire io donne che di me erano innamorate...la sensazione orribile è che ora penso che non troverò mai più una come lei , una con cui avevo un feeling sessuale così forte, una con cui avrei voluto dividere tutto...bah..ho 39 anni e vedo la questione sentimentale veramente nera...sarà normale??
    Rispondi a Carlos Commenta l’articolo

  16. Avatar di Sara

    Sara 12 anni fa (12 Novembre 2010 19:29)

    C'è sempre qualcuno che nella vita tocca i tasti e le corde giuste e ti fa andare fuori di testa. Penso che lei non abbia ben chiaro quello che vuole. E' una persona confusa e seducente che ti ha fatto innamorare. Mi viene da dirti solo questo: incassa il colpo, e dimenticala. Non credo che lei ti ami. In bocca al lupo
    Rispondi a Sara Commenta l’articolo

  17. Avatar di Sara

    Sara 12 anni fa (12 Novembre 2010 19:30)

    Il mio commenot era per @ Carlos
    Rispondi a Sara Commenta l’articolo

  18. Avatar di Bice

    Bice 12 anni fa (12 Novembre 2010 19:57)

    E mettila anche così: grazie a lei hai trovato il coraggio di lasciare tua moglie. Dal momento che un aspetto così importante come la sessualità non funzionava e lei ti ha aperto gli occhi su questo, probabilmente quella non era la donna giusta (sai tu quanto è importante per te e quanto fosse una situazione non migliorabile, comunque) Né lo è questa... questa è stata una fiammata, un colpo di testa... il fatto di essere impegnati, rincorrersi per l'Europa, fare follie vi ha unito. Ma di sostanza ce n'era poca a quanto pare. Chissà, forse ora sei pronto per la donna giusta, ora che ti conosci meglio e hai maturato delle esperienze. Pensala in prospettiva e lascia andare il rancore. Saprai darti di meglio, anche se ora ti sembra impossibile. Ma ci siamo passati tutti... e un giorno succede!
    Rispondi a Bice Commenta l’articolo

  19. Avatar di Sara

    Sara 12 anni fa (12 Novembre 2010 20:14)

    Aggiungo sempre per @ Carlos: spesso si confonde passione con amore. Io pure in passato ho avuto una grandissima passione con un uomo con cui avevo una grandissima intesa fisica. Eppure non mi sono mai fidanzata con lui. Dentro di me sapevo che non era proprio amore. La passione ti devasta, ti rende cieco, ma essendo io una persona molto razionale, sapevo che non era la persona giusta per me, nonostante questo coinvolgimento esasperato. O toccavo il cielo o il fondo più nero. Mai avuto equilibrio. Questa cosa mi alterava troppo per cui a fatica l'ho lasciato. GLi eventi poi mi hanno anche aiutata molto. Capisco quando dici che hai paura di non trovare mai più nessuno di così coinvolgente. Non è detto. Ora però è presto per dirlo. Però l'amore è un'altra cosa, implica anche rispetto. Ora come ora puoi solo vivere tutto il tuo dolore e la delusione. Verrà il momento in cui ti rialzerai e sarai pronto per altro. Buon week end. Sara
    Rispondi a Sara Commenta l’articolo

  20. Avatar di Carlos

    Carlos 12 anni fa (26 Novembre 2010 18:49)

    Grazie dei vostri commenti, razionalmente so benissimo che avete ragione, e so anche che la passione non è amore, però è un qualcosa che ti fa sentire vivo...per me nel concetto di amore c'è anche la passione, non solo quella, ma ci deve essere. Non voglio fare come tanta gente che conosco che pur di avere "equilibrio" ha rinunciato alla passione...la vita è breve e bisogna cercare di viverla più intensamente e profondamente possibile. Ora sto vivendo la mia delusione più che il dolore, delusione perchè in questa persona ci ho creduto, l'ho fatta parte del mio mondo e lei mi ha ricambiato raccontando solo balle su balle. E visto che sono della teoria che i nodi vengono sempre al pettine, alla fine sono riuscito a sapere che è tornata con il suo ex, e l'ho saputo nel modo più banale e semplice del mondo...mi ha restituito un blackberry che le avevo prestato e dentro ha lsacito tutti gli sms... Ora sono solo indeciso se vendicarmi inviando al tipo una serie di e-mail ricevute da lei o far finta di nulla. da buon acquario sono stra-vendicativo ma non voglio decidere a caldo. @ Bice hai ragione, condivido quello che dici, ora sicuramente sono più pronto per trovare la persona giusta , anche se credo che sia veramente difficile trovarla... buon WE a tutti
    Rispondi a Carlos Commenta l’articolo