Come dimostrare amore a un uomo in una relazione sana e appagante

come dimostrare amore a un uomoMa le donne sanno amare? Le donne che si lamentano del fatto che gli uomini sono tutti rospi, bugiardi e traditori inaffidabili, queste stesse donne, invece, sanno come dimostrare amore a un uomo? Le donne che si sentono deluse e frustrate perché il loro compagno “non è più come i primi tempi”, si dimostra distaccato e non è gentile e attento, al contrario, che ruolo hanno o si assumono all’interno della coppia? Detto in soldoni: tu sai come amare il tuo compagno non nel modo che sembra giusto a te, ma nel modo in cui lui vorrebbe essere amato?

"Il contrario dell’amore non è l’odio, ma l’apatia. Leo Buscaglia"

E’ vero, gli uomini hanno tanti difetti e spesso non sanno come dimostrare il loro amore a una donna. E allo stesso tempo è altrettanto vero che molte donne sono troppo indaffarate, troppo bisognose o forse semplicemente troppo distratte per coltivare il proprio amore per il partner e per la vita di coppia e per prendersi cura in modo sano – cioè non assillante, appiccicoso, dipendente – delle dimostrazioni di affetto, di stima, di apprezzamento per chi hanno accanto.

Come dimostrare amore a un uomo: il punto di partenza

Ora ti rivelo alcune sensazioni mie personali che però penso siano utili a te e a tutte noi che siamo qui su questo blog a crescere, indagare e migliorare. So bene che molto spesso all’interno di una coppia, dal punto di vista dell’intelligenza emotiva, la parte più carente è quella maschile. So bene che sono gli uomini quelli che in genere vengono percepiti come i più “incompetenti” per quel che riguarda l’entrare in connessione con l’altro, quelli meno capaci di empatia e più restii a dimostrare amore e affetto alle proprie compagne. Molto spesso l’esperienza (non necessariamente solo quella personale, ma anche quella di chi ci sta intorno) ci dice che sono proprio gli uomini i più “iindifferenti” all’amore e anche di frequente quelli che si fanno meno scrupoli rispetto ai sentimenti degli altri, delle loro compagne in particolare. Il sapere comune invece ci dice che le donne sanno perfettamente come dimostrare amore a un uomo.

"E’ meglio avere un cuore senza parole piuttosto che parole senza cuore. Gandhi"

Si crede dunque che le donne, più sensibili, empatiche e forse anche più emotive (nel senso più positivo del termine), sappiano amare in modo naturale e spontaneo, proprio perché sono donne. Sanno come amare “per natura”. E ti dico la verità: per me non è proprio così. Vedo, nel mio lavoro, troppe donne, anche (anzi ancora di più) tra le più bisognose e tra coloro che amano troppo, che non sanno affatto amare e non sanno per niente dimostrare amore al proprio partner. E’ triste ed è così. Di fatto nell’amare troppo e nella bisognosità uno dei tanti punti critici è proprio che non si sa amare, né se stesse, né gli altri.

Tu pensa che c’è addirittura uno studio, compiuto di recente  dalla dottoressa Elizabeth Schoenfeld, ricercatrice della University of Texas a Austin, che rivela come all’interno di una relazione stabile, quale può essere un matrimonio (in particolare all’inizio), gli uomini siano più propensi delle donne a dimostrare amore, per esempio cercando il contatto sessuale e rendendosi disponibili a condividere le più varie attività, sia di svago sia di “servizio” (perfino!) con le loro compagne.

Mentre le donne, proprio anche all’inizio di una relazione, diventano passive e dimostrano amore con un comportamento meno assertivo e più accomodante del solito  in relazione ai desideri e alle abitudini dei compagni. E’ un po’ la solita vecchia storia. Per amare, le donne decidono di stare nell’ombra, di compiacere, di non farsi avanti con i propri bisogni. Di lasciare andare la propria determinazione e la propria energia. Interessante, vero?

Amare e amore in una coppia sana e felice

Il fatto è che amare non è annullarsi, mettersi in ombra, compiacere. Lo ripetiamo spesso. Amare è tenere sempre sott’occhio se stessi come priorità e accogliere nella propria area di “contemplazione” un’altra persona alla quale dare attenzione, ascolto e gratificazioni.

Ma senza annullarsi.

Infatti anche il desiderio di capire come dimostrare amore a un uomo si deve nutrire all’interno di una relazione sana ed equilibrata, che arricchisce e fa crescere.

Non certo in una relazione tossica o abusiva o semplicemente insoddisfacente.

"Quando un uomo ha l’amore non è più in balia di forze più potenti di lui, perché diventa egli stesso una forza potente. Leo Buscaglia"

Proprio nell’articolo precedente a questo, dedicato a che cosa cerca un uomo in una donna e in una relazione, ho spiegato che il bisogno più grande che, in genere, gli uomini desiderano soddisfare è quello di essere rispettati, ammirati, apprezzati dalla propria compagna. E infatti se hai fatto il  percorso I 7 Pilastri dell’Attrazione sai bene quali sono i bisogni principali che motivano sia te, sia gli uomini che ti stanno accanto o ti piacciono, a stare in una relazione che dura nel tempo. Se comprendi il sottile meccanismo che c’è alla base dei bisogni umani non solo trovi il modo per essere felice e soddisfatta tu, ma diventi ben consapevole di come dimostrare amore al tuo partner o a un uomo che ti piace all’interno di una relazione sana ed equilibrata.

Ecco, il bisogno più impellente, in genere, per un uomo è il bisogno di importanza, di riconoscimento, dal quale deriva la sua “necessità” di rispetto e di ammirazione. Rispetto e ammirazione non sono altro che modi di dimostrare di amore. E come si fa a dimostrare amore a un uomo nel modo che lo gratifica di più, cioè attraverso il rispetto e l’ammirazione?

La verità è che molte donne fanno di tutto piuttosto che dimostrare rispetto e ammirazione. Anche quando si “inzerbinano”. Perché “inzerbinarsi”, sia chiaro, è ben diverso che aver rispetto dell’altro. A parte che se sei in una relazione nella quale ti “inzerbini”, dovresti smettere di leggere questo articolo all’istante e dedicarti ad altri articoli.

E allora come accidenti fai a dimostrare amore all’uomo che ami e che ti ama?

Considera la lista che ti che ti illustro di seguito per amare in modo da arricchire te stessa e la relazione che vivi o che vivrai a breve.

Cosa fare e cosa non fare per apprezzare l’uomo che ami

1) Non manipolarlo facendo leva sulla tua sensualità e ricattandolo dal punto di vista sessuale (ma questo proprio mai con nessuno). A te non va di essere considerata un “oggetto“ da lui o da qualunque altro uomo? Non ti piace essere presa in giro ed essere manipolata? Allo stesso modo, allora, tu non giocare con lui facendo leva sulle sue eventuali debolezze concedendoti sessualmente o mostrandoti più sensuale o non concedendoti solo per raggiungere qualche tuo obiettivo (premiarlo, punirlo, persuaderlo in qualche modo). Usare la sensualità e il sesso come un mezzo per raggiungere secondi fini che non siano la condivisione, l’intimità e il raggiungimento del piacere reciproco, non è rispettoso né di te né di lui. Tosta questa, non te l’aspettavi vero? E invece :) …

2) Non flirtare con altri uomini per cercare approvazione, per far bella mostra di te o per farlo ingelosire. Ma nemmeno se lui non c’è, non vede, non sente. No, dico, ti pare amore questo?

3) Mostra apprezzamento per lui in pubblico, lasciandogli lo spazio per esprimersi senza criticarlo, tacitarlo o irriderlo in nessun modo. Flirtare con altri uomini, tentare di ingelosirlo, tacitarlo o criticarlo di fronte agli altri (ma anche vis à vis)sono manifestazioni potenti di mancanza di rispetto e anche di mancanza di amore (che in realtà riverberi anche su te stessa perché se non dimostri amore e rispetto per il tuo compagno non è che la tua immagine ne guadagni molto. Passi per una sfigata in realtà… E per molte ragioni.)

4) Parla chiaro, di’ quello che vuoi e che pensi: non giocare con sentimenti, emozioni, parole, silenzi, detti o non detti. Sii determinata, evita l’ambiguità. Sii onesta e sincera, trasparente. Hai presente tutti i beceri luoghi comuni usati e abusati dagli uomini con limiti neuronali secondo i quali le donne quando dicono “sì” o “no” in realtà intendono una miriade di concetti, di volontà e di intenzioni contraddittori? Ecco, tu evita questo tipo di comportamento. Tra l’altro essere chiara ed esplicita è un atteggiamento che ti aprirà la strada all’infinita ammirazione del tuo partner e di tutti coloro che ti stanno intorno. Così sai bene come dimostrare amore al tuo partner.

5) Non essere criticona. Non essere controllona (lascia andare quella stramaledetta mania del controllo). Non essere comandona.

6) Non pretendere di fargli cambiare idea, modo di vedere la vita, di vestire, di mangiare… Vivi e lascialo vivere. Vivi e lascia vivere.

7) Non metterlo a confronto con altri uomini o non mettere a confronto la vostra relazione con altre relazioni. Nemmeno nel segreto della tua mente.

8) Non mettergli in bocca parole frasi o concetti che non sono suoi ma sono tuoi o di qualcun altro (la tua mamma, tua sorella, le tue amiche).

9) Non fargli la “lettura del pensiero e/o delle intenzioni”, cioè non fare/dire/pensare cose del tipo: “Ti ho comprato quella camicia rosa fucsia perché mi hai detto che desideravi qualcosa che ti rallegrasse”. (Vengono i brividi anche a me a pensare a questi atteggiamenti femminili tanto comuni nei confronti degli uomini. Dio ce ne scampi e liberi… Orrore!) Quindi non attribuirgli desideri, ambizioni, opinioni, volontà che non sono sue ma solo tue o che pensi che ti servano a influenzare il suo comportamento.

amore e rispetto

10) Non stordirlo con parole, richieste, chiacchiere interminabili. Non coinvolgerlo nei pettegolezzi di bassa lega che riguardano l‘ufficio, la tua e la sua famiglia o i vostri amici. Il tuo partner non è la pattumiera dei tuoi sfoghi e delle tue frustrazioni.

11) Non trattarlo come se fosse tuo, una tua proprietà privata. Come il tuo cane o il tuo gatto o la tua auto. La possessività maschile è mostruosa e pericolosa. Quella femminile è pervasiva, distruttiva, castrante. Uno dei mali del mondo.

12) Ascolta e dài valore alle sue opinioni. Nella tua vita hai dato retta alle strombate di tanti: tua madre, tuo padre, i tuoi nonni, i tuoi zii, le tue amiche e a una quantità infinita di giornali femminili e di trasmissioni televisiva. Non si vede perché tu non debba tenere in gran conto l’opinione del tuo partner. Se no, scusa, se non rispetti e riconosci il valore della sua opinione, che ci stai a fare?

"L’amore più forte è quello capace di mostrare la propria fragilità. Paulo Coelho"

13) Chiedigli aiuto e sostegno, con semplicità, chiarezza e fiducia. E mostrargli gratitudine e riconoscenza.

14) Non ingannarlo, non raccontargli bugie o mezze verità, non tradirlo (questo è ovvio, vero?)

15) Incoraggialo e sostienilo, fai il tifo per lui. Rispettando i confini, non trattandolo come un bambino deficiente. Il tuo incoraggiamento deve partire dall’assoluta fiducia e stima in lui e nelle sue capacità, non dalla convinzione che in cuor tuo non lo consideri all’altezza. Se ritieni di doverlo trattare come un bambino o non lo consideri all‘altezza, compi l‘atto di più grande di rispetto per te e per lui: lascialo.

16) Non desiderare di cambiarlo. Tra le righe l’ho già detto? In altri articoli l’ho già detto? Lo dico e lo ridico nei commenti? Lo scrivo e lo riscrivo di continuo su Facebook? Bene, lo ripeto :). Lo ripeto, lo ripeto e lo ripeto: Non. Desiderare. Di. Cambiarlo. ! :)

17) Rispetta le sue passioni e permettigli di coltivarle e viverle anche se a te non smuovono un millimetro di emozione. Però, a dirla tutta, dovrebbero emozionarti solo per il fatto che sono le sue passioni.

18) Rispetta i suoi obiettivi e sostienilo nel perseguirli (senza fare il lavoro per lui) anche se a te non smuovono un millimetro di emozione. Però, a dirla tutta, dovrebbero emozionarti solo per il fatto che sono i suoi obiettivi.

19) Celebra i suoi successi.

20) Stagli vicino nei suoi fallimenti, con affetto per lui e totale distacco per ciò in cui ha fallito

21) Fatti rispettare da lui, senza chiederglielo. E’ la più grande forma di rispetto che puoi dimostrargli.

22) Rispetta te stessa. Vivi secondo i tuoi valori senza tradirli. Non rinunciare mai ai tuoi valori. Tieni alti i tuoi standard. Alzali, più cresci come persona e più passa il tempo. Non dare lui per scontato e te per scontata, smettendo per esempio di avere cura di te. Non svilirti o criticarti davanti a lui, a te stessa e agli altri. Datti valore. Sempre di più ogni giorno che passa.

23) Non considerare il tuo partner come lo psicologo che deve risolvere i tuoi complessi, il bancomat che deve sostenerti economicamente, il terapeuta che deve farti superare i traumi passati, il giullare che deve farti sentire sempre allegra e leggera e sollevarti dal senso di solitudine che ogni tanto ti coglie. Non considerare il tuo partner come la soluzione dei tuoi problemi presenti, passati e futuri. Non lo fare mai…

24) Rilassati. Tu ti meriti un uomo che sia degno di te e del tuo riconoscimento ;)

Come probabilmente ti sei accorta, abbiamo messo tanta carne al fuoco anche stavolta, considerando tanti aspetti e tante sfumature fondamentali di un relazione. Conto di averti dato come sempre elementi utili per te, anche nella pratica. Dimmi che cosa ne pensi e lascia un commento su come dimostrare amore a un uomo ;)

 

Articoli Correlati

Gratis per te!

Non sbagliare e non soffrire più! Trova l'amore! Vuoi capire quali sono i tuoi comportamenti sbagliati con gli uomini e come puoi evitarli? Vuoi aumentare la tua autostima e avere più sicurezza nelle relazioni?

Lascia un Commento!

58 Commenti

  1. Avatar di tonia

    tonia 12 mesi fa (7 ottobre 2016 16:34)

    articolo molto interessante grazie
    0
    Rispondi a tonia Commenta l’articolo

  2. Avatar di eleonora

    eleonora 12 mesi fa (8 ottobre 2016 7:54)

    l'uomo giusto e'quello che cerca Te! io l'ho trovato a 37anni...nonostante i miei1000problemi!!
    0
    Rispondi a eleonora Commenta l’articolo

  3. Avatar di alessandra

    alessandra 12 mesi fa (8 ottobre 2016 22:19)

    Questo è il tuo miglior articolo che io abbia letto! Parere personale comunque :)
    4
    Rispondi a alessandra Commenta l’articolo

  4. Avatar di Andrea

    Andrea 12 mesi fa (8 ottobre 2016 8:47)

    Qualcosa si è rotto...Ciao, mi chiamo Andrea e credo di aver perso un'occasione con una ragazza a cui tenevo molto... Da agosto scorso è scattato qualcosa con una mia collega...abbiamo iniziato a scriverci messaggi praticamente tutti i giorni...divertenti, intelligenti, provocanti e più si andava avanti e più si riscontrava interesse... Lei però ha già un ragazzo...ma da come mi raccontava il rapporto la sta stancando... Cmq, ogni giorno che passavo davanti al suo posto di lavoro ci scambiavamo molti contatti visivi e sorrisi... Purtroppo sul lavoro non ho trovato occasione di parlarle in intimità...ho provato più volte ad invitarla fuori...ma ogni volta non riuscivamo a concludere... Sabato scorso c'era una festa di paese...ma quando sono arrivato lei era già andata via... Poi non so cosa sia successo ma qualcosa è cambiato in lei...sentivo un pò di freddezza nei messaggi successivi...ma non capisco il perché. Poi arriva il lunedì e la vedo più distaccata...fino a mercoledì dove, durante una riunione, vedo proprio che cerca di non guardarmi...pochi contatti visivi e di sfuggita...tutto il contrario di mercoledì scorso durante la solita riunione...sembra volessimo saltarci addosso... Sento che la cosa sta anche peggiorando...mi saluta ma con freddezza...io cerco di non fare la vittima e restare sereno ma questa cosa mi turba molto e mi rattrista...se penso a quello che ci siamo detti...c'era così un bel feeling...non capisco cosa sia successo... Io non l'ho mai assillata con i messaggi, anzi, il più delle volte era lei a scrivermi per prima...e a vederla così vorrei scriverle ma non so come possa reagire... Sono certo che lei avesse dell'interesse per me...e ho paura che sia svanito così in un attimo...ma non so il perché...so che sta passando un periodo duro sul lavoro ma non vedo perché debba fare così con me... Mi ha sempre scritto verso sera...e questa sera non l'ha fatto... Credi sia possibile che si ripresenti l'interesse che aveva nei miei confronti? Cosa dovrei fare perché questo sia possibile? Dovrei chiederle spiegazioni? ...si possono avere delle speranze? Questa sua freddezza mi sta facendo male...
    -5
    Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 12 mesi fa (9 ottobre 2016 0:46)

      Andrea, ma il mondo è pieno di donne single, al di là che mi sa che non hai colto l' occasione che ti ha dato quando avevi un buon feeling, ma perché devi rubare la fidanzata a qualcun altro?...se lo facessero a te ti farebbe piacere?
      1
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Andrea

      Andrea 12 mesi fa (9 ottobre 2016 10:53)

      Ciao Max, grazie per il tuo commento Assolutamente no ma il fatto è che quando entrammo nel discorso del suo ragazzo non me ne parlò come un buon rapporto...si trovava in una situazione monotona dove riceveva poche attenzioni da parte di lui...e non ho mai parlato male di lui... Io sono rimasto me stesso e con il passare dei giorni le cose tra noi si sono approfondite naturalmente... Cmq, nonostante la situazione tra noi di questa settimana, lei non ha smesso di scrivermi messaggi...ieri l'ho anche invitata a prendere un caffè e non mi è per niente sembrata scocciata dalla cosa...purtroppo lei non era in zona... Non so, è questo che mi crea dubbi...sì, di certo avrei dovuto agire prima ma da questo suo attuale comportamento non capisco se ho ancora una possibilità e quindi cercare di incontrarla per parlare con lei di ciò che provo o se non è così...
      0
      Rispondi a Andrea Commenta l’articolo

  5. Avatar di cristiana

    cristiana 12 mesi fa (9 ottobre 2016 13:04)

    OK...concordo...Ma secondo me i " problemi" sorgono quando sono anke io a chiedere anke solo parte dei vari punti a lui...Sbaglio nel volere essere trattata in ugual modo?
    1
    Rispondi a cristiana Commenta l’articolo

  6. Avatar di Diana

    Diana 11 mesi fa (14 ottobre 2016 23:10)

    Questo è l'articolo più utile e completo che io abbia letto sul blog da quando ho iniziato a seguirlo. Grazie alle tue preziose guide sono riuscita ad iniziare una relazione appagante con un ragazzo fantastico ma a volte mi accorgo che le paranoie di prima riguardo al mondo maschile riemergono ed assumo involontariamente i classici comportamenti femminili che gli uomini considerano incomprensibili. Amare un uomo è un percorso di crescita e come in ogni percorso a volte si perde un po' l'orientamento. I punti che hai elencato in questo articolo sono chiari, esaustivi ed utilissimi nel ritrovare l'atteggiamento giusto da avere in una relazione. Quell'atteggiamento che ti permette di amare con sincerità e di conseguenza di essere amata. Grazie
    8
    Rispondi a Diana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (14 ottobre 2016 23:39)

      Cara, grazie mille per la tua bella testimonianza. Un consiglio in più: tutte le volte che senti paranoizzarti (termine tecnico) torna a te stessa, nella solitudine, a fare qualcosa che ti piace (da una passeggiata, a un risotto, a un disegno, qualunque cosa). E po, ancora più importante: decidi che ami e accetti le tue paranoie, come atto d'amore verso te stessa. Questo è il percorso di crescita. Se le accetti se ne vanno, perché hanno, di base svolto il loro compito. Un abbraccio, il meglio per te :) .
      9
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Diana

      Diana 11 mesi fa (14 ottobre 2016 23:50)

      Proprio così ;) grazie ancora e complimenti per il tuo lavoro.
      0
      Rispondi a Diana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (14 ottobre 2016 23:53)

      ;)
      1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di minou

      minou 11 mesi fa (15 ottobre 2016 9:54)

      Ciao Ilaria. Esiste un sistema sano e utile per tracciare con sicurezza il discrimine tra paranoia e intuizione? Cioè, è possibile dire con certezza questa è una paranoia dettata dalle mie paure, questa invece è la voce del mio intuito che mi sta mettendo in guardia? Grazie. Un abbraccio e buon fine settimana
      8
      Rispondi a minou Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 11 mesi fa (18 ottobre 2016 11:48)

      Ciao Minou, il metodo è molto semplice: quando desideri con tutta te stessa che si tratti di una paranoia, vuol dire che è la voce del tuo intuito e del tuo inconscio che tu vuoi mettere a tacere inventandoti scuse e giustificazioni :) .
      4
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di minou

      minou 11 mesi fa (18 ottobre 2016 15:27)

      Grazie Ilaria! Allora ho un intuito da frate indovino... :-) Il fatto è che, sì, prendermi le colpe e considerare me (il mio carattere, le mie paure, il mio modo di pormi, le mie frustrazioni etc.) l'origine dei problemi in un certo senso mi dà quasi l'illusione di avere un qualche potere. Pure se in negativo. In realtà è una trappola micidiale che da sempre mi imprigiona nel ruolo di colei che sbaglia e genera le altrui ire funeste. E così si giustificano tutti i maltrattamenti. Io ora sono adulta eppure, Ilaria, quanta fatica faccio ancora a rimanere lucida su questo, a mettere i paletti, a difendermi, a proteggermi. Ce la sto mettendo tutta. Grazie di esserci
      0
      Rispondi a minou Commenta l’articolo

  7. Avatar di Sari

    Sari 11 mesi fa (1 novembre 2016 11:49)

    Cara Ilaria, bellissimo articolo, arrivato al momento giusto... Seguo il tuo blog da qualche anno ormai e voglio ringraziarti perché mi ha aiutato tanto a capirmi e a riconoscere gli uomini sbagliati che nel corso del tempo ho purtroppo incontrato. Non sono sempre stata rapida nel liberarmi di loro, ma alla fine, seppur con diversi pianti, ce l'ho fatta... Di tanto in tanto ho anche scritto qualche commento su di loro e spesso ho trovato sostegno e confronto. Oggi scrivo però per dirti che, proprio quando cominciavo a pensare che sarei stata bene anche da sola e che di soffrire non avevo proprio più intenzione, un paio di mesi fa ho conosciuto un ragazzo che reputo di valore. Ha fatto lui il primo passo e l'intesa tra di noi è nata spontaneamente. Lui mi piace molto e si vede che a me ci tiene. È presente e attento, mi include nella sua vita e mi fa stare bene. Ci stiamo frequentando e la cosa sta crescendo in maniera reciproca. A volte mi ritrovo ad affrontare le mie paranoie, a provare il timore di perderlo e la paura che si riverifichino alcune situazioni che ho vissuto in passato... Ma cerco di razionalizzare e con lui riesco a parlarne e a confrontarmi, e questo per me non ha prezzo. Non ho mai vissuto un rapporto a due vero e proprio prima e questi tuoi consigli su come mostrare amore a un uomo per costruire un rapporto sano con lui sono davvero preziosi. Voglio farli miei! Grazie!
    3
    Rispondi a Sari Commenta l’articolo

  8. Avatar di Eleo

    Eleo 10 mesi fa (2 dicembre 2016 18:14)

    Buongiorno a tutti. Non vorrei utilizzare troppo del vostro tempo per chiedere un consiglio quindi cercherò di riassumere il motivo. Ho filtrato brevemente con una persona (libera) senza costruirmi particolari castelli anche perché senza riscontro da parte sua. Poco prima del nostro incontro avevo da relativamente poco saputo di essere affetta da sclerosi multipla, probabilmente ero nella fase che gli psicologi chiamerebbero "di negazione". Sto bene, non voglio pena e ... Il futuro lo sa solo Dio. Cmq.. Ho poi notato in lui qualche piccolo segno di interesse che ho evitato di alimentare (non era il mio principale pensiero...) ma nel momento lui lo ha reso un po' più esplicito mi sono resa conto di essemi ritirata perché in preda al panico. Nelle successive occasioni in cui ci siamo incontrati lui non mi ha quasi nemmeno salutato, mi sono sentita trattare come un' emerita str.. sentendomi di conseguenza molto... sola. Non ho intenzione di rincorrerlo per raccontargli la mia storia (non ne sono innamorata, manco lo conosco! Non è facile) e non ho nemmeno intenzione di condannarlo più di tanto (non devo essere sembrata proprio miss simpatia infondo..). Scrivo per imparare qualcosa. La domanda è... Ci sono tempi e modi giusti per dire certe cose(sono ammalata)? Per non mettere il carro davanti ai buoi? Per non scappare prima dell'inizio per paura di quello che sarà? Ci sono segnali che possono farmi intravedere se a una persona posso raccontare alcune cose e che questa possa capirle? Grazie a quanti vorranno darmi il loro parere e complimenti Ilaria per il suo blog.
    0
    Rispondi a Eleo Commenta l’articolo

  9. Avatar di Sari

    Sari 10 mesi fa (3 dicembre 2016 16:32)

    Cara Ilaria, oggi mi trovo a rileggere il mio commento di un mese fa con tristezza... Il ragazzo di cui ti parlavo ha deciso pochi giorni fa di interrompere la nostra frequentazione. Il motivo non mi è del tutto chiaro... Sembrava andare tutto a gonfie vele... Ci sentivamo spessissimo e facevamo progetti. Da qualche giorno però risultava distante, anche se mi chiamava e mi scriveva spesso come al solito (viviamo in città diverse e non proprio vicine e non ci è possibile vederci spesso). Improvvisamente mi manda un messaggio in cui mi dice di non essere stato sincero con me nascondendomi il fatto che aveva lasciato un'altra ragazza per potermi frequentare. Mi dice di averla rivista e di aver constatato la sua sofferenza per essere stata lasciata mesi fa. Questo suo dolore sembra averlo messo in crisi. Mi dice che non si sente l'uomo incredibile che io pensavo che fosse e che non mi merita dato che io sono sempre stata sincera e corretta nei suoi confronti. Conclude dicendo che si trova a dover chiudere con me nonostante i suoi sentimenti siano sempre stati sinceri. Ho preteso una telefonata nella quale non ha saputo aggiungere molto. Il mio dubbio era che la storia con lei fosse ricominciata dopo tale incontro, ma mi ha detto che non è così... Ha confermato solo di sentirsi in colpa nei miei confronti e di non poter continuare con me. Io sono rimasta incredula... Abitando distante non ho potuto incontrarlo per parlarci di persona. Questo mi fa stare male perchè cominciavo davvero a tenere a lui. Non so cosa pensare... Non riesco a capire come una persona possa cambiare idea in così poco tempo.
    -4
    Rispondi a Sari Commenta l’articolo

  10. Avatar di Stella

    Stella 10 mesi fa (2 dicembre 2016 23:36)

    Ciao Eleo, io non credo che ci siano dei tempi standard per raccontare certe cose..Penso che dipenda da quando tu ti senti pronta e soprattutto da quanto l'altra persona ti ispira fiducia. Certo, prima di parlarne io aspetterei di capire se c'è un reale intetesse da parte sua e da parte tua, altrimenti non avrebbe neanche senso. Ti racconto in breve una storia vissuta da una mia amica che ha la sclerosi multipla. Era fidanzata da 10 anni. Scopre di avere questa malattia e il fidanzato la lascia dopo poco tempo. .Incontra un uomo che la corteggia tantissimo, ma lei non ne vuole sapere. Poi si accorge di essersi innamorata di lui, della sua dolcezza, della sua perseveranza. .In quel momento gli racconta della malattia. .Lui non la lascia..anzi. Si sposano dopo un anno e dopo tre anni hanno un figlio. .Ora sono molto felici. Spero di esserti stata di aiuto
    3
    Rispondi a Stella Commenta l’articolo

  11. Avatar di Anna

    Anna 9 mesi fa (23 dicembre 2016 3:05)

    Condivido..consigli preziosissimi in questo,come in diversi altri articoli! Grazie
    0
    Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  12. Avatar di Sari

    Sari 9 mesi fa (31 dicembre 2016 11:02)

    Ho parlato della mia 'storia' in un paio di commenti precedenti... Dopo un mese da quando mi ha lasciata e durante il quale non ci siamo mai sentiti, qualche giorno fa ho incontrato un'amica comune, che mi ha confermato che lui si sta vedendo nuovamente con la ex, di cui però sembra non essere convinto (!?!). Il giorno dopo però mi arriva un messaggio di lui: una foto di me insieme ad amici comuni (che ha preso da un social), con scritto ‘In mezzo a tanti volti il tuo si distingue sempre’. Io non ho risposto e qualche ora più tardi mi è arrivato un altro messaggio: ‘So di meritarmi la tua indifferenza e perdonami per il msg di oggi..ma questa foto e’ stato un colpo al cuore,un cuore che ti porta sempre dentro… bello vederti sorridere,in mezzo ai tuoi amici,serena..non ti disturberò più ma avevo bisogno di dirtelo’. Non ho risposto neanche a questo... Mi sembra un messaggio piuttosto manipolatorio, no? Come dire 'io te lo dico, poi fai tu'. Io ovviamente sono tutt'altro che serena e lui mi manca molto... Ma visto il modo in cui mi ha lasciato e visto ciò che ho saputo dall'amica ho deciso di non scrivergli... Non mi bastano due parole dolci... Mi merito molto più di questo... E se mi avesse davvero nel cuore agirebbe diversamente.
    5
    Rispondi a Sari Commenta l’articolo

  13. Avatar di Lucia

    Lucia 8 mesi fa (23 gennaio 2017 17:36)

    Ciao Ilaria, questo articolo è motlo interessante. Si parla dell'amore che dovremmo dimostrare e dare noi al nostro partner, ma come comportarsi quando dall'altra parte non arrivano le stesse cose???
    -1
    Rispondi a Lucia Commenta l’articolo

  14. Avatar di Camelia

    Camelia 7 mesi fa (14 febbraio 2017 11:54)

    Tutto chiaro e molto istruttivo se lui e quello giusto ...anche di testa.Succede che noi donne dobbiamo sapere come dimostrare amore ma se il uomo sapese come ricevere questo amore....serve un articolo uguale per uomini pero grazie
    -1
    Rispondi a Camelia Commenta l’articolo

  15. Avatar di Denise

    Denise 6 mesi fa (14 marzo 2017 11:29)

    E' davvero un bell'articolo. E include consigli pratici, dal momento che a volte la teoria è chiara, ma poi nelle situazioni quotidiane non si capisce bene cosa sarebbe bello e giusto fare. Penso di essere stata, precedentemente, esattamente la donna che non sapeva amare di cui tu parli. E di aver scelto il partner sbagliato proprio perché non sapevo amare, per cui cercavo di colmare le sue (e mie) lacune, senza rendermi conto che questo significava non considerarlo all'altezza e non stimarlo. E col tempo il divario tra noi è cresciuto a dismisura, anche perché non mi rispettava e negli utlimi tempi mi maltrattava anche. Adesso sto vivendo una relazione totalmente diversa in cui mi accorgo che amo perché stimo, rispetto e non cerco di cambiare questa persona. Sono orgogliosa di me, inizio ad apprezzarmi e ad amarmi. A volte però tornano quegli atteggiamenti da 'donna che ama troppo': cercare di compiacere, manipolare, sedurre, ecc. Ma soprattutto, uno degli aspetti ancora ostici è il parlare (e mi ha colpito infatti il consiglio n.4): mi capita di non riuscire a dire quello che provo, di essere sopraffatta da un'ondata emotiva per cui mi blocco e se qualcosa mi ha ferita o non mi sta bene, non riesco a parlarne con semplicità e chiarezza. Rifletto e dopo un po', magari via messaggio, riesco a spiegare quello che provo, cosa mi ha mandata in crisi. Mi piacerebbe però riuscire a farlo subito: cos'è che mi blocca quando devo esprimere la mia delusione, o una mia necessità? A volte forse è il timore di sbagliare, di non avere ragione nel far presente la cosa, eppure ci sono situazioni in cui sento chiaramente che un certo comportamento, anche se in buona fede, mi ha fatta sentire in un certo modo. Prima razionalizzo e cerco di capire se ho ragione nel sentirmi turbata, ma il punto è: perché non riesco a dire subito cosa mi ha ferita o irritata? Sono piccole cose, il mio compagno mi rispetta e spesso mi dice che i miei silenzi lo fanno preoccupare. E io sento di sbagliare, ma resto lì bloccata.
    0
    Rispondi a Denise Commenta l’articolo