Che cosa significa amare con il cuore e perché è importante per te

che significa amare con il cuoreChe significa amare con il cuore?

Detto in soldoni significa amare in modo vero e reale, senza ipocrisie, senza secondi fini e senza disfunzionalità.

Amare con il cuore significa gettare le fondamenta, indistruttibili, di una relazione sana, soddisfacente e arricchente.

Cioè di quelle che danno “valore aggiunto” a te e alla tua vita e non ti tolgono energie, risorse, fiducia in te stessa e nella vita.

L’amore è un sentimento potente che, se autentico, trasforma e dà un nuovo, pieno significato alla vita di coloro che lo sperimentano.

Proprio per questo è importante sapere fare la differenza tra quello che è un sentimento vero da un coinvolgimento egoista e/o disfunzionale.

Cioè quel tipo di sentimento che nutrono coloro che vogliono avere un legame, di amicizia, di amore o mantenere rapporti di parentela solo per soddisfare i propri bisogni.

Emotivi o materiali.

Bisogni che sono spesso egoisti, nel senso peggiore del termine, e anche disfunzionali.

Potresti anche non crederci, ma in molti, anche inconsapevolmente, cadiamo nella trappola del non amare con il cuore e invece di amare in modo egoistico o condizionato da forzature esterne.

Di certo è più utile, sano e appagante vivere un amore “puro” nel senso di più possibile libero da bisogni disfunzionali.

Tutto ciò per quanto umanamente possibile, dato che l’imperfezione e la vulnerabilità fanno parte della natura umana e noi tutti abbiamo dei “buchi” nella nostra rete di onestà e autenticità.

Amare con il cuore ti cambia la vita

Eppure insisto. Soprattutto di questi tempi è necessario scoprire la nostra capacità di amare e di essere amati, il nostro modo di intendere l’amore, di viverlo, di cercarlo.

Perché quanto più saremmo capaci di mettere in gioco il nostro cuore, in modo forte e autentico, tanto più riceveremo soddisfazioni dalla nostra vita sentimentale, ma anche dalla nostra vita tutta.

Urge andare in fondo al senso che ciascuno di noi dà all’amore e nel caso arricchirlo, arricchirne anche il significato e gli scopi.

Diversamente daremmo alla società che ci circonda, confusa e priva di riferimenti, concentrata sul “materiale” nel breve termine, e profondamente insoddisfatta di sé e dei propri risultati, la possibilità di intromettersi in modo impercettibile e devastante nelle nostre vite.

Per una serie di ragioni è venuto il momento di mettersi in gioco e di fare scelte forti, tra cui quella di scoprire come si ama davvero, cioè con il cuore.

Ma, giusto per essere concreti, quali sono i bisogni disfunzionali che la grande maggioranza mette come prioritari in una relazione che manca di fatto di amore autentico, di cuore?

Per esempio quello di cercare un compagno per non rimanere “zitella”, per non rimanere sola o per sentirsi in qualche modo valutata.

Già, perché nel fondo dell’animo di molti, la donna sola è una donna che “nessuno ha voluto o desiderato”.

Sempre secondo questo criterio, ancora oggi per tanti, troppi (anche per molte donne) il valore di una donna è dato dal fatto di avere per lo meno un compagno, e poi magari dei figli e una famiglia.

Si tratti pure di un compagno che è il peggio del peggio.

Insomma, un uomo purchessia, invece di niente del tutto.

Oh, mon dieu! Come siamo primitivi.

Ci tengo a far presente che amare con il cuore è, ovviamente, una prerogativa che riguarda uomini e donne.

Se la tua scelta è quella di vivere una vita sentimentale all’insegna dell’”amare con il cuore”, puoi vivere questa esperienza solo con un uomo che la condivide in base agli stessi tuoi valori e agli stessi tuoi standard e che ovviamente condividendola offre totale reciprocità.

Qui stiamo scoprendo che cosa significa amare ed essere amati e amare con il cuore per essere amati (con il cuore).

Amare ed essere amati

Molte persone considerano il proprio partner o la propria partner alla stregua di un obiettivo, un trofeo, uno status symbol.

Di un’appendice.

Oppure – molto pericoloso – come la propria fonte di energie e di risorse emotive e materiali.

O anche il loro personale fornitore o fornitrice di felicità e di diletto, colui o colei che è responsabile della soddisfazione dei loro desideri.

Come fai a recuperare la tua autostima o scoprirla per la prima volta?
Come fai a trovare di nuovo fiducia in te stessa dopo un fallimento o in un momento difficile? Dove trovi tutta la sicurezza che ti serve per avere successo nelle relazioni e nella vita? Scarica adesso l'ebook gratuito "Pronto Soccorso Autostima", ricevilo senza rischi e senza impegno nella tua casella email.

Chi assume un atteggiamento del genere verso il rapporto di coppia ha di sicuro molti problemi che giungono da lontano – si pensi ai famigerati narcisisti perversi dei quali si parla tanto -, è decisamente egoista ma anche molto infantile.

Solo chi ha una mente da bambino può pensare che un’altra persona può renderlo felice.

Quindi ci troviamo davanti a infantilismo e a un bassissimo livello di evoluzione personale ed emotiva.

Amare con il cuore significa essere evoluti.

Credo che nella vita di coppia tre siano gli obiettivi sostanziali, di base, quelli che non hanno nulla a che fare con apparenza, soldi e status.

1 Il proprio benessere a tutto tondo

2 Il benessere dell’altro a tutto tondo

3 La crescita emotiva comune e paritaria.

Mi rendo conto che queste considerazioni suonino strane e stranianti per un pubblico che magari vive immerso in rapporti disfunzionali, è dipendente dalle chat e cerca amorazzi online oppure si attacca a un “buongiorno” o a una “buonanotte” mandati su What’sApp come se fosse la Divina Commedia scritta da Dante per esaltare (anche) Beatrice.

Va bene ho messo in conto di perdere 5 dei 10 lettori che mi seguono e d’altra parte credo sia importante affrontare argomenti un po’ impegnativi.

Serve per vivere meglio, serve per vivere bene.

Probabilmente serve per salvarci, anche. Non esagero.

Che significa amare con il cuore

Amare con il cuore significa amare con la maggiore intensità, profondità e maturità possibili concesse a un essere umano.

Significa amare l’umano, ciò che è umano e l’umanità nell’altro.

Umano e umanità che sono anche i nostri e che dovremmo innanzitutto amare in noi stessi.

Il cuore, lo sappiamo, viene da sempre considerato l’organo sede dei sentimenti.

L’espressione “amare con il cuore” è una metafora che significa dare spazio alla propria essenza umana “pura” per metterla a disposizione dell’altro, per condividerla e ampliare la potenza della propria esperienza di vita.

Per essere persone più soddisfatte dovremmo amare tutti con il cuore, cioè con il senso compassionevole dell’umanità che condividiamo e del comune senso di appartenenza al gruppo degli umani.

Come si ama con il cuore e come si è riamati nello stesso modo?

Ti propongo 10 osservazioni che possono stimolarti a capire come amare con il cuore.

1 La prima è la regola aurea. Per amare con il cuore il tuo cuore deve essere libero da costrizioni esterne e interne (cioè convinzioni depotenzianti, concetti antiquati, credenze che non hanno funzionato nel tuo passato e in quello di altri e che servono ancora meno nel presente). Oltretutto, ripetiamolo ancora, è te stessa per prima che devi amare con il cuore.

2 L’amore non è un obbligo o una necessità. E’ una scelta libera e indipendente che si incrocia con opportunità favorevoli. Per questo non puoi esigere amore dagli altri, né puoi obbligarti a dare amore a qualcuno. Per esempio rimanendo in una storia disfunzionale, sacrificandoti o sperando che migliori o aspettando chissà che.

3 Non esiste la relazione perfetta e quando si sceglie la persona giusta ci deve essere necessariamente una volontà reciproca e spontanea di venirsi incontro. Non per forza, non per quello che dice la gente, non per orgoglio, ma per amore.

4 La libertà è parte integrante dell’amore e amare col cuore significa lasciare all’altro la possibilità di compiere le sue scelte andando al di là della mania del controllo.

5 Amare significa agire, nel senso che nell’amore contano i fatti e non le parole. I “Ti amo” sparati a casaccio non hanno senso se non c’è un reale rispetto della persona.

6 Amare con il cuore significa entrare in empatia con l’altra persona, non in modo da diventare la sua cameriera o il suo cameriere o la sua psicologa o il suo psicologo, ma in modo da conoscerla abbastanza da sapere quali sono i suoi punti deboli e non toccarli e di incoraggiarla a superarli, così come spingerla a tirare fuori il meglio di sé.

7 Un amore vero, profondo e duraturo ha bisogno di tempo e di impegno per essere costruito e si realizza passo passo, per tentativi ed errori, costruendolo mattoncino dopo mattoncino.

8 Ciascuno ha un proprio modo di vivere ed esprimere l’amore e amare con il cuore significa conoscere il linguaggio dell’altro per interpretarlo nel modo più corretto.

9 Amare con il cuore ti fa capire che l’amore vero quando c’è non crea dubbi, non fa nascere perplessità non dà spazio ad ambiguità.

10 Il vero amore e le persone che amano con il cuore si dedicano a coltivare il loro amore. Con azioni quotidiane. Nel pieno rispetto di sé e poi dell’altro. Nulla e nessuno è e deve essere dato per scontato.

Questo significa amare con il cuore.

Il tema è complicato. Che cosa ne pensi? Dimmelo nei commenti.

Lascia un Commento!

47 Commenti

  1. Avatar di Giada

    Giada 4 mesi fa (27 Giugno 2021 19:25)

    Ciao Ilaria, credo di essere tra i 5 che continueranno a leggerti! :D Sono perfettamente d'accordo con quello che scrivi e mi ci immedesimo molto. Penso anche che per amare sempre meglio e con libertà dal bisogno serva una grande centratura e autonomia, e i tuoi libri mi hanno aiutato a coltivarla. Amare se stessi è il primo passo per potersi mettere in relazione con l'altro in modo autentico. Le relazioni ci espongono alla vulnerabilità e nel rapporto con l'altro esce sia il meglio che il peggio del nostro carattere. Ma com'è bello, crescere!
    Rispondi a Giada Commenta l’articolo

  2. Avatar di Lilly

    Lilly 4 mesi fa (27 Giugno 2021 20:10)

    Carissima Ilaria, il concetto di Amore che esprimi è splendido : denso di umanità, controcorrente rispetto ai trend degli ultimi decenni, apparentemente anacronistico. In realtà è l'unico vero, reale, duraturo. L'unico degno di essere chiamato Amore. Tanto prezioso, quanto raro; tanto impegnativo quanto edificante. Un Amore con queste fondamenta può regalare solo gioia e serenità, una fonte continua di meravigliosa energia, anche nelle inevitabili difficoltà della vita. Questo dobbiamo desiderare ed essere in grado di donare, coltivando in noi stessi anche profonda bontà d'animo e generosità, di cui l'Amore ha sempre bisogno per crescere. GRAZIE con tutto il cuore per questo tuo costante atto d'Amore per noi !
    Rispondi a Lilly Commenta l’articolo

  3. Avatar di Santana

    Santana 4 mesi fa (30 Giugno 2021 10:56)

    Buongiorno a tutti . Faccio parte degli anta da parecchi anni , ciò che scriverò è per la mia generazione . Chiedo un parere ad Ilaria se sbaglio o meno ! Non commento l'articolo perché ,è ciò che dovrebbe essere ma dopo averlo letto mi sono fatta delle domande e riflessioni : - siamo in un mondo di 7 miliardi di persone , tra queste c'è ne sarà una adatta a me ? Si certo , sperando che sia vicina a me , perché altrimenti ,dovrei farmi il giro del mondo e sarebbe troppo oneroso . Concludo che ,c'è una buona percentuale di possibilità che non incontrerò mai la persona giusta per me ! - siamo sicuri che questi uomini abbiano voglia di avere una storia seria e duratura ? Ci sono molti uomini in giro , una parte sono scapoloni , alcuni vivono ancora con i genitori ,altri vivono da soli , mai avuto storie lunghe e stanno bene così , fanno ciò che vogliono , quando vogliono e con chi vogliono , ti rispondono che , stanno aspettando la donna perfetta . Poi ci sono gli uomini separati , li trovi solo al supermercato , a scuola , al lavoro o al bar con qualche amico , questi non ne vogliono saperne di storie lunghe e durature , dopo la brutta esperienza precedente , vogliono aspettare e aspettano , aspettano ........ Poi ci sono gli uomini vedovi , molto rari da trovare , perché vivono nel loro tram tram e nel ricordo della moglie . Una storia con loro ? Un eterno paragone con la moglie ! Conclusione , ci arrivate tutti da soli ! - Senza dare sempre la colpa agli uomini , mi sono fatta un esame , io , perché è da anni che sono sola ? Ho i miei difetti ma ho anche dei pregi ma può essere che dopo tante delusioni o aspettative , mi sia chiusa ? Nel senso che , faccio fatica a dare confidenza agli uomini appena conosciuti , mi ci vuole un po' per essere me stessa , metto una barriera ma perché lo faccio ? Lo faccio per non essere coinvolta , per non darmi speranze , che poi diventano solo delusioni ! Conclusione , o trovo uno che ha perso la testa per me e cerca in tutti i modi di abbattere questa barriera o non ci sono speranze . Ecco cosa penso , spero che qualcuno possa avere un'idea diversa e ,rispondendomi , darmi delle alternative !
    Rispondi a Santana Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 4 mesi fa (30 Giugno 2021 13:53)

      Buongiorno Santana, gli anta sono un'epoca non una generazione, abbraccia un periodo di tempo un pò lunghetto. Ci sono vari modi di ricerca, tentare tutte le volte che puoi, sopportando anche tanti insuccessi, ma anche divertendoti, oppure aspettare di avere la certezza assoluta prima di tentare, aspettare qualcuno che si impegni a toglierti la "corazza" che ti sei costruita addosso, ma bisogna necessariamente trovare una persona invaghita del tuo aspetto, visto che altro non conosce, il che mi pare ancor più improbabile. Essere parte attiva o parte passiva? Credo che le possibilità della parte attiva siano enormemente superiori, e per difenderci dalle delusioni restiamo "leggeri" non rendiamo prioritaria la ricerca , ma il nostro benessere. Le categorie di persone sono valide per una media, non per il singolo, ognuno e' un mondo diverso, unico. Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

  4. Avatar di Erika

    Erika 4 mesi fa (29 Giugno 2021 20:40)

    Ho amato con il cuore, ma non era la persona giusta, quella in grado di ricambiare quel sentimento. E da anni c'è solo il deserto arido intorno a me.
    Rispondi a Erika Commenta l’articolo

  5. Avatar di Alessia

    Alessia 4 mesi fa (28 Giugno 2021 16:06)

    Come tutti gli articoli di Ilaria , anche questo va riletto e tenuto nel cuore . C'è sempre un ma , però, un amore del genere è rarissimo , come è rarissimo trovare la persona giusta , soprattutto nell'ultimo decennio , dove gli uomini ( io parlo di quelli della mia età , dai 40 in su ) sbavano per i bei corpi , tralasciando la personalità ! Tu puoi avere tante qualità ma passano inosservate davanti ad un corpo che rispecchia i canoni di bellezza di questa era .......
    Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (28 Giugno 2021 20:13)

      Sbavano per i bei corpi che molto spesso non possono avere e sbavano proprio per quello. E ribadiamolo: sono così interessanti coloro che sbavano per i bei corpi? E supposto che riescano a ottenere i bei corpi, lo farebbero per relazioni durature e soprattutto soddisfacenti? P.S. Mi chiedo spesso che cosa vengano considerati bei corpi, perché spesso ho dei dubbi anche sui canoni estetici più di tendenza.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 4 mesi fa (28 Giugno 2021 20:54)

      Su certe tendenze stenderei un velo pietoso. Fabio
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 4 mesi fa (29 Giugno 2021 23:05)

      I canoni estetici ormai sono due : giovinezza e corpo sodo, libero da inestetismi di vario genere ! I maschietti , prima di dicono "cerco una donna con la testa " e , poi , arriva il bel corpicino e la testa viene persa per strada ! Ormai , nelle poche occasioni di fare nuove conoscenze maschili , non intavolo più nessun discorso , lascio parlare le altre , tanto alla fine , non interessi mai !
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 4 mesi fa (30 Giugno 2021 11:07)

      Certo, perché tutti gli uomini sono degli Adoni, come no.
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 4 mesi fa (30 Giugno 2021 16:15)

      Io ho un amico che si definisce "esteta" ed è attratto solo da donne molto belle e sicure di sé, mentre lui per primo è alto un tappo e un barattolo e con una panza a botticella e le gambette secche secche. E poi non ci combina mai nulla con queste, perché tende a fare il padre, l'amico e il fratello. Ultimamente mi ha detto: "Con Tizia è come se fossimo fidanzati, praticamente ci sentiamo tutti i giorni e facciamo quasi tutto insieme, tranne il sesso". E io: "Hai detto niente!" ;) Direi che se un uomo guarda solo l'aspetto estetico di una donna è quantomeno superficiale e, se guarda solo donne fuori della sua portata, è pure piuttosto stupido.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 4 mesi fa (1 Luglio 2021 13:49)

      Per certe persone meglio l'apparenza che la sostanza. In una storia normale con donne alla loro portata sarebbero costretti a dimostrare quello che valgono realmente (anche a letto!!). Così non sono costretti a prestazioni e si sentono fighi davanti al resto del mondo. Il resto del mondo invece li compatisce...
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 4 mesi fa (3 Luglio 2021 22:42)

      Molto vero, @Doris. Lui non fa che postare foto con queste strafighe, a cena, al lago ecc. e poi mi ha confidato che per lui il sesso non è importante e starebbe bene anche in una storia senza sesso o senza rapporti completi con la propria donna, perché "il sesso è un fatto mentale". C'è del marcio in Danimarca.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 4 mesi fa (2 Luglio 2021 19:08)

      Sì, ma poi scusa ... il morto di figa come benchmark anche no. Il solo fatto di dire "sono interessato alla testa" (o alla personalità) è da morto di figa.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 4 mesi fa (30 Giugno 2021 19:41)

      Io vedo molte coppie che di certo non sono Brad Pitt e Angelina Jolie. Ci sono molti aspetti da valutare. Intendiamoci qualora si cerchi una persona per un rapporto che sia degno di questo nome. L'aspetto estetico valutato tout court per iniziare un rapporto io da sempre lo vedo come teneeger mai cresciuti. Ben diverso la cura di sé e mantenersi in forma. C'è la proprietaria della tabaccheria in cui mi rifornisco che è molto ma molto interessante. Ben vestita, curata , simpatica e con delle forme da modella taglie forti. A me piace. È sposata e ha una figlia. Quindi sdoganiamo che o è Angelina Jolie o niente.
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela B

      Emanuela B 4 mesi fa (30 Giugno 2021 23:27)

      Ciao Alessia. Non è una novità che agli uomini piacciano giovinezza e corpi sodi, come scrivi tu! Il regista Roger Vadim è stato sposato con Brigitte Bardot e Jane Fonda ed è stato il compagno di Catherine Deneuve. Tre bellezze assolute, icone di stile, donne interessanti e anticonformiste. Le ha tradite tutte e tre (era un convinto sostenitore della coppia aperta...) e tutte e tre ad un certo punto lo hanno lasciato, ormai non più innamorate di lui. Essere giovani e belle, o anche bellissime, non garantisce di avere sempre belle relazioni, di essere amate davvero. Sicuramente la bellezza suscita interesse, desiderio, passione...ma non sempre all'innamoramento segue l'amore.
      Rispondi a Emanuela B Commenta l’articolo

    • Avatar di Daniela

      Daniela 4 mesi fa (28 Giugno 2021 22:33)

      Nella mia esperienza la cura della persona e’ un fattore importante. in giro vedo un fiorire di cozze di colori o tessuti sformati. Il vestire sciatto e il non curare la persona difficilmente attirano persone di valore. Dunque alzare l’asticella
      Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

    • Avatar di Alessia

      Alessia 4 mesi fa (29 Giugno 2021 22:39)

      Ho sempre avuto cura di me stessa , non posso dire di essere bella ma piacente ma , nonostante questo , gli uomini mi cercano solo come amica e me lo sottolineano ,per non avere fraintendimenti .
      Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

    • Avatar di Shibumi

      Shibumi 4 mesi fa (30 Giugno 2021 13:29)

      Dai Alessia, non penso che tu non abbia mai avuto uomini interessati a te. E comunque alcuni uomini preferiscono le donne affascinanti, per questo ci sono coppie in cui lui è più bello di lei. Forse non piaci ad alcuni uomini che vogliono la donna bellissima da ostentare però ad altri potresti piacere. Non so se sia solo qualcosa che riguarda l'aspetto fisico oppure forse appari come una donna bisognosa.
      Rispondi a Shibumi Commenta l’articolo

    • Avatar di Ida

      Ida 4 mesi fa (1 Luglio 2021 8:18)

      E tu smetti di fare l'amica se vuoi essere l'amata.
      Rispondi a Ida Commenta l’articolo

  6. Avatar di Ida

    Ida 4 mesi fa (2 Luglio 2021 12:29)

    Io sono stufa di sentir parlare di bellezze, icone di bellezze, Jolie e Monroe, miss mondo e miss universo. Basta con queste catalogazioni stupide. Tutte le donne del mondo sono belle, uniche e meritano lo stesso valore.
    Rispondi a Ida Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela B

      Emanuela B 3 mesi fa (4 Luglio 2021 19:18)

      Ciao Ida. Se ti riferisci al mio commento, io intendevo dire che da sempre gli uomini sono sensibili al binomio "giovani e belle", ma non tutti sono così superficiali ovviamente! E poi l'attrazione è una questione soggettiva...Io ho sempre avuto un debole per James Spader e mi piace anche adesso, appesantito e calvo :)
      Rispondi a Emanuela B Commenta l’articolo

    • Avatar di Ida

      Ida 3 mesi fa (5 Luglio 2021 16:54)

      Ciao Emanuele, mi riferivo a tutto un sistema mediatico che premia, enfatizza e addirittura le considera dee certe donne come se tutte le altre fossero brutte. Per non parlare dei concorsi di bellezza, la più bella d'Italia o la miss universo. E che dire poi che un'anno la più bella del mondo viene considerata Scarlett Johansson e l'anno successivo Naomi Campbell. Non ti sembra stupido tutto ciò? Non hai anche tu come me la percezione che più una donna viene considerata bella da molti e più a lei viene attribuito un valore speciale? Quanto valore in più potrà mai avere una Monroe rispetto a una donna che scappa dalla violenza e dalla povertà, che pensa a un futuro migliore per il suo figlio che porta in grembo ma che invece perde la vita nel bel mezzo di un mare?
      Rispondi a Ida Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela B

      Emanuela B 3 mesi fa (5 Luglio 2021 23:26)

      Ciao Ida, io sono EmanuelA :) Condivido la tua opinione sui concorsi di bellezza, sono anacronistici. Una volta erano il trampolino di lancio per entrare nel mondo dello spettacolo. Io ammiro la bellezza, sia femminile che maschile, ma sono attratta più dai "tipi" che dai belli classici...Credo che sia vero che alle persone attraenti vengano associate qualità positive e che siano agevolate in vari modi, ad esempio nell'ottenere un impiego. Mi pare che ci siano studi che lo confermino, però adesso c'è una sensibilità diversa, le cose stanno lentamente cambiando. Il tema dei migranti è molto complesso...certamente tutte le vite hanno valore!
      Rispondi a Emanuela B Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela B

      Emanuela B 3 mesi fa (6 Luglio 2021 12:51)

      Ieri sera ho scritto un po' in fretta, nel mio commento ci sono degli errori ("confermino" al posto di "confermano"...). Soprattutto temevo di scrivere delle stupidaggini. Nel tuo commento, Ida, parli di attrici, top model, delle donne in generale, delle donne che rischiano la vita per entrare in Europa...tutte le vite contano, o almeno dovrebbero contare. Le ingiustizie ci sono, purtroppo. Ci sono le persone privilegiate e quelle discriminate. Il tema è quello della giustizia sociale, dei diritti civili. La conversazione precedente riguardava i canoni estetici...È vero che porre l'attenzione sulla bellezza è una forma di manipolazione nei confronti delle donne. È anche una strategia di marketing, per vendere prodotti e servizi. Ilaria ne parla in diversi articoli.
      Rispondi a Emanuela B Commenta l’articolo

  7. Avatar di Emilia

    Emilia 4 mesi fa (28 Giugno 2021 11:30)

    Temo di non riuscire a diventare una persona completamente "risolta" a causa del mio passato, del mio vissuto, di ciò che sono e che non potrò mai cancellare. Sono giunta alla conclusione che se gli altri non sono disposti ad accettarmi per quella che sono, con i miei difetti, le mie vulnerabilità e le mie insicurezze, probabilmente non sono capaci di amare e forse anch'io non sono abbastanza "amabile". Col tempo me ne farò una ragione.
    Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 4 mesi fa (28 Giugno 2021 20:25)

      Cara Emilia, il caldo torrido ti ha buttato giù, eh... 🙂... Ti trascrivo questa frase che è una citazione, di cui però non credo di poter citare la fonte: "La tendenza all'autocritica è solo un eco. È ciò che ti è stato buttato addosso ma non fa davvero parte di te. Se ti senti sempre inadeguato o sbagliato, tradito o ferito, deriso o accusato, è perché così ti hanno fatto sentire per lungo tempo. L'inadeguatezza è un abito che ti hanno cucito addosso ma che puoi togliere. Puoi buttarlo via e indossare abiti fatti da te, con benevolenza. Impara ad accoglierti più che a incolparti. Impara a conoscerti più che accusarti." Stai su, cara.
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 mesi fa (29 Giugno 2021 9:27)

      Cara Doris, grazie per la bellissima citazione. Magari fosse solo il caldo a buttarmi giù... Il tipo che aveva fatto ghosting tempo fa mi ha scritto un messaggio dal nulla proprio ieri. Non ho risposto. Sono stanca di essere trattata così... Merito amore nella mia vita e ne ricevo pochissimo o non ne ricevo affatto. Essere buoni e gentili non ripaga ed io inizio a pensare seriamente che amare qualcuno sia solo uno spreco di tempo ed energie.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 4 mesi fa (29 Giugno 2021 13:48)

      Ti crucci inutilmente. Prima degli anni zero era: mi annoio, che faccio? Negli anni 20: mi annoio, a chi scrivo? Immediato, gratuito, facile. Insignificante. Ma non si rimane a lungo donne serene, in quest'epoca, se si attribuisce a ciò una qualche intenzione. La gente - gli uomini - whatsappa x fare una qualunque cosa in una qualunque pausa da una qualunque attività. Stop. Pensa ai meme, ai buongiorno-buonanotte-buonapasqua-buonnatale, pulcini, gattini, smutandate... Blocca e blocca come se non ci fosse un domani e goditi il sottile senso di liberazione. 🙂
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 mesi fa (29 Giugno 2021 17:53)

      Ma no, io non attribuisco alcunché a questo atteggiamento, tranne una patologia seria (e pensare che è laureato in Psicologia... 🤣🤣🤣). Voglio solo essere lasciata in pace, voglio essere dimenticata, per sempre. E invece questi soggetti resuscitano, come se qualcuno gliel'avesse chiesto. Che sfigati... Una volta mi disse pure che un suo difetto era il narcisismo. Quando si dice che l'importante è esserne consapevoli... 🤣🤣🤣 Quanta pazienza!
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Fabio

      Fabio 4 mesi fa (29 Giugno 2021 14:52)

      Essere buoni e gentili ripaga, sempre. Certo non bisogna cercare la gratitudine negli altri, la nostra bontà e gentilezza ripaga inanzituttutto il noi stessi, la possibilità di poter essere gentile ed aiutare un'altra persona dovrebbe gratificarci ed essere più che sufficiente. Sono sempre gentile con chi entro in contatto, e ne sono contento, traggo soddisfazione dalla buona impressione che trasmetto, non chiedo altro; che poi mi capiti a volte di ricevere dei piccoli regali da persone conosciute da poco come i condomini ove abito da un anno o dalla proprietaria del bar ove mi reco ogni tanto per una colazione non è altro che la conferma della mia simpatia. Questo porta ad un'alta autostima, amare non è mai uno spreco d'energia, se lo si indirizza alle persone giuste, e ce ne sono tante.
      Rispondi a Fabio Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 mesi fa (29 Giugno 2021 17:55)

      Esatto, Fabio: "amare non è mai uno spreco d'energia, se lo si indirizza alle persone giuste...". Persone giuste, dove siete? Non vi trovo!
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 4 mesi fa (30 Giugno 2021 18:02)

      @Emilia Domanda difficile, a cui nessuno di noi temo sappia dare una risposta. Parti, intanto, a ritroso da chi non lo è. Ad esempio, di sicuro non è giusto un tizio conosciuto su Tinder che ti "rivela" che uno dei suoi difetti è il narcisismo. Dopo una rivelazione/confessione del genere, perché continuare? Forse perché pensiamo/speriamo che con noi sarà diverso per il fatto che boh. Qui l'errore.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 4 mesi fa (1 Luglio 2021 11:25)

      Vic, sì, hai ragione... Col senno di poi, ho sbagliato a continuare la sua conoscenza, ma mi è sembrata strana quella "confessione". Di solito i narcisisti non sono consapevoli del loro disturbo. Forse volevo semplicemente accertarmi che lo fosse, per poi mandarlo a quel paese. Sciocco da parte mia? Probabile. Ho voluto scontrarmi con la realtà, e mi sono fatta un po' male. Sfido chiunque ad uscire indenne da una frequentazione (l'ho visto, ahimé, una seconda volta dopo qualche settimana e mi pento di aver dato una seconda chance a un emerito coniglione) o da una relazione con un narcisista. È capitato, un po' per caso, un po' perché l'ho voluto. Ma non mi sento in colpa... Lui ha perso una grande occasione. Io ho perso soltanto uno stronzo.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 4 mesi fa (2 Luglio 2021 19:22)

      Certo @Emy, lungi da me giudicarti e non devi assolutamente sentirti in colpa. Solo imparare dagli errori,come tutti noi. Tutte le esperienze negative ci forgiano, quindi sono utili. Prendere pali in faccia aiuta a crescere. Alla lunga però le palate fanno male, quindi dobbiamo imparare a schivare i colpi💪
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 4 mesi fa (3 Luglio 2021 11:04)

      In realtà, comunque, moltissimi narcisisti ti "rivelano" tra le righe il loro disturbo, tantissimi ti "mettono in guardia", salvo poi alternare la verità a love bombing e intortamenti vari. Ecco perché sono una sostenitrice dello studio di questi fenomeni. Perché un conto è essere presi in giro da degli stronzi, un altro dai manipolatori. E solo chi ci passa se ne rende conto. Perché l'inganno è una componente fissa e studiata della manipolazione; studiata nei dettagli, seguendo un copione. E' molto più difficile riprendersi da una manipolazione, ci sono di mezzo dissonanza cognitiva, sensi di colpa, incredulità, rabbia, dignità calpestata, amor proprio, autostima azzerata ecc. Ecco perché più si conosce di cosa sono capaci, e cosa arrivano a dire e fare pur di farti cadere, più si hanno armi per difendersi.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (5 Luglio 2021 22:36)

      Sì, certo. Qualche segnale lo avevo avvertito a prescindere dalla sua "confessione" iniziale. Ero comunque molto attratta da lui, fisicamente e un po' dal suo modo di fare disinvolto, dalla sua simpatia. Ho sottovalutato i segnali negativi, senza dubbio. È andata così ormai... Comunque, i manipolatori per me sono stronzi. Se li chiamo semplicemente stronzi, la sostanza non cambia.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 3 mesi fa (6 Luglio 2021 19:57)

      @Emilia Vero, la sostanza non cambia. Ti dico però cosa cambia, secondo la mia esperienza: uno stronzo non finge di aver trovato la donna perfetta, l'altra metà della mela, quella giusta che aspettava da una vita, la futura madre dei suoi figli; uno stronzo non gode nel farti del male, non gongola davanti alle tue lacrime, non ti ficca un paletto nel petto sogghignando alla vista del tuo dolore, non si sente Dio se constata che sei sotto scacco, inerme e disperata; soprattutto, uno stronzo non rispunta facendo finta di nulla, fingendo che gli sei mancata, illudendoti ancora e ancora solo per verificare a che punto stia il paletto e, mentre se lì che ce l'hai quasi fatta ad estrarlo, ficcartelo ancora più dentro il cuore con tutta la forza e un altro nella schiena per completare l'opera. Questo lo stronzo non lo fa; lui se ne frega di te, ti usa e se ne va. Il manipolatore narcisista, sì.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (7 Luglio 2021 8:18)

      Vic, credo che tu abbia frainteso il mio commento. So bene cosa fa di solito il manipolatore narcisista. Ho solo definito "stronzo" il tipo con cui mi sono vista, ma non è che ho sottovalutato la questione. Un narcisista per me è stronzo comunque, perché ti fa del male sapendo di farti soffrire e se ne compiace. Poi, esistono gli stronzi a vari livelli, questo è ovvio. E aggiungo che i narcisisti non si comportano tutti allo stesso modo... Ad esempio, il tipo che ho incontrato e con cui sono andata a letto, dopo avermi fatto credere che aveva voglia di conoscermi meglio, che era attratto da me e bla bla bla... è arrivato persino a dirmi, dopo avermi criticata per delle banalità e dopo avermi provocato il pianto, che non sarei potuta essere la madre dei suoi figli perché voleva una donna forte al suo fianco. Io, secondo lui, sono troppo vulnerabile 🤣... Insomma, voleva una donna che non reagisse alle sue continue svalutazioni. Cioè, mi ha fatto persino sentire in colpa per aver provato tristezza di fronte a certe sue affermazioni. Assurdo. Ad un certo punto mi ha persino detto che le mie lacrime lo infastidivano. Questi soggetti non provano empatia... Tra l'altro, ho notato che godeva nel cercare di suscitare la mia gelosia. Una sera mi disse di aver cenato per caso in un pub con una donna molto bella che conosce di vista. Dato che entrambi erano soli, le aveva fatto compagnia. E potrei raccontare altri episodi in cui lui provava a farmi ingelosire... Una volta mi disse che restava a dormire con un suo amico a casa di una sua amica (che in passato, a detta sua, era "trombamica", anche se qualcosa mi fa sospettare che lo sia tuttora). Mi fermo qui perché altrimenti dovrei fare l'elenco di tutti i suoi atteggiamenti da narcisista perverso. Dico solo che, mentre ero ospite da lui, mi ha brutalmente detto che non voleva più continuare la frequentazione, trovando mille pretesti per dirmi che non ero adatta a lui... Poi, però, si è comportato da persona gentile, mi baciava ogni tanto dicendomi alcune cose carine, come a volersi "pulire la coscienza". Mi ha addirittura detto che saremmo potuti rimanere amici! 🤣 Confusa da tutta la roba vissuta in quel weekend, gli ho inviato un messaggio il giorno dopo la mia partenza, al quale lui ha risposto dopo due settimane (praticando nuovamente il ghosting che avevo già subìto). Insomma, come lo chiameresti tu uno così? Io stronzo... Che poi sia un narcisista perverso (avrei da raccontare altre cose ma ve le risparmio), un manipolatore, uno interessato solo al sesso, uno a cui non importa un fico secco di cosa provino le altre persone (donne in particolare), un misogino probabilmente, etc. non esclude che sia un grandissimo stronzo.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 3 mesi fa (7 Luglio 2021 13:28)

      Non ho frainteso, Emy. Ho capito che per te il termine "stronzo" racchiude un po' tutte le categorie di uomini sbagliati. Ho voluto solo aggiungere una variante delta alla stronzaggine :) Sei stata comunque brava ad accannare questo idiota e a voltare pagina.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (7 Luglio 2021 15:57)

      Ok, Vic :) Pensavo di non essere stata abbastanza esplicita :D Beh, sì, sto cercando di dimenticarlo, com'è giusto che sia... Intanto ignorarlo mi pare un'ottima soluzione. Capita di incontrare casi umani nella vita, sta a noi evitarli dopo aver constatato che sono uomini con problemi seri.
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 4 mesi fa (2 Luglio 2021 19:02)

      Ti consiglierei di scrivere "se gli altri non sono disposti ad accettarmi per quella che sono, con i miei difetti, le mie vulnerabilità e le mie insicurezze significa che non mi amano", di cancellare il resto e di ripetere la frase una decina di volte al giorno. E' un modo non per farsene una ragione, ma per iniziarsi a volersi bene. Tutte le persone che hanno avuto certe esperienze nel passato si considerano indegne e poco amabili. Tutte, nessuna esclusa. Alla tenera età di quasi 55 anni, per la prima volta in vita mia, ho pensato di una persona "non va bene lui per me" (e anche "lui pensa di non essere all'altezza, e probabilmente ha ragione"). Semplicemente non va, non mi sento a mio agio, mi pare che non ci si senta neanche lui e: 1) chissene, non sento il bisogno di "migliorare" la situazione, o di farlo sentire a suo agio; 2) non penso di non andare bene io; 3) non penso cose come "se non avessi fatto questo", "se avessi detto così" ...; 4) non sento il bisogno di demolire lui, pensando cose come "se non lo avessi frequentato", o "questa gente che va e che viene". Sono contenta di frequentarlo, per la verità. La prima parte del tuo commento era perfetta ma ... non hai resistito alla tentazione di darti una martellata sull'alluce. Un abbraccio
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (5 Luglio 2021 22:42)

      Sì Anna, non ho resistito alla tentazione! 🤣 Mi fa piacere che tu sia riuscita a mantenere il giusto distacco senza farti paranoie... Quando sarò pronta per amare qualcuno, forse anch'io raggiungerò la fase "zen". Evidentemente non è ancora terminata la fase "autosabotaggio".
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

  8. Avatar di Carla

    Carla 3 mesi fa (6 Luglio 2021 14:00)

    Già, perché nel fondo dell’animo di molti, la donna sola è una donna che “nessuno ha voluto o desiderato”. Sono stata voluta e desiderata tanti tanti anni fa. Poi è finita. Nonostante diversi incontri (alcuni davvero nefasti), mi rendo conto che è passato troppo tempo. Abbiamo tutti perso lo smalto (uomini e donne), siamo invecchiati, i difetti fisici e caratteriali sono aumentati. Perché accanirsi a cercare assolutamente l'amore "sentimentale"? Perché non godere dell'amicizia, della famiglia, dei figli, del cibo, della cultura, dei tenerissimi animali di compagnia, della natura? e andare a dormire sereni o quasi, senza il cruccio di sapere se il nostro "oggetto d'amore" è soddisfatto di noi (e viceversa),se abbiamo sbagliato qualcosa nella vita e tutti queste domande inutili ? la vita è una, dopo non ci siamo più e buonanotte al secchio ;-)
    Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (8 Luglio 2021 10:36)

      Tanto più che i vuoti provengono quasi sempre dall’infanzia, e quindi non possono essere colmati da nessuno, se non da se stesse, crescendo. Ci ho messo anni, ma alla fine - per sfinimento - ho lasciato andare, e appena l’ho fatto ho ritrovato il gusto di vestirmi, truccarmi ecc. Ero letteralmente esausta di vivere con quella sensazione di mancanza, e qualcosa dentro di me mi diceva che non era l’apprezzamento di un uomo che mi avrebbe risolto il problema. Altrimenti, in 50 anni lo avrei risolto, no? Qualcuno mi ha pur apprezzata. Eppure ... La follia è ripetere la stessa cosa sperando di ottenere un risultato diverso.
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo