Come capire se un uomo non ti vuole più?

come capire se un uomo non ti vuole piùCome capire se un uomo non ti vuole  più?

Se ti stai domandando se il tuo compagno non ti vuole più, ti trovi di sicuro in una situazione di sofferenza e di preoccupazione e forse temi che tra poco ti si spezzerà il cuore.

Perché anche se lui non si è espresso chiaramente, tu ti stai accorgendo che qualcosa non gira più come prima e l’incertezza e il dolore ti mettono in stato di grande agitazione e di disagio.

È una situazione che si verifica ben più spesso di quanto pensi.

Probabilmente ti stai anche chiedendo perché lui non si esprime in modo diretto e dichiara che per lui è finita invece di tirare le cose per le lunghe.

Il fatto è che rompere una relazione è doloroso e difficile anche se sei tu che decidi di farlo e molti uomini, o con buone intenzioni o per vigliaccheria, non si sentono di prendere una decisione drastica.

Siamo pur sempre in tempi di amore liquido e tagliare i legami, anche più insani, è sempre più difficile.

Allora alcuni temporeggiano per non far soffrire l’altra persona, altri per non prendersi il peso della responsabilità, altri – peggio mi sento – perché aspettano che passi un treno migliore.

Ancora una volta è necessario togliersi gli occhiali dalle lenti rosa, farsi forza e osservare la realtà in modo obiettivo.

Questo bisognerebbe farlo in ogni situazione della vita, nelle vicende sentimentali, per paradosso, è ancora più importante farlo.

Perché la sua indecisione e la sua vigliaccheria non devono esimerti dal sapere leggere i segnali e di prepararti a ogni evenienza, per non soffrire più del dovuto.

In fin de’ conti saper leggere i segnali è una forma di autodifesa, di potere e di presa di controllo sulle situazioni.

Diciamo che capire se un uomo non ti vuole più ti consente di assumere quel controllo che ti permette di voltare pagina con più determinazione, sicurezza e certezza di soffrire il meno possibile.

Come capire se un uomo non ti vuole più

Quando si è particolarmente coinvolti da una relazione sentimentale e si desidera che diventi stabile e duratura, si tendono a guardare solo o soprattutto gli aspetti che confermano i propri desideri e a sottovalutare quelli che li smentiscono.

Lo scopo del mio lavoro è proprio quello di facilitare le donne verso un percorso di autostima e di sicurezza in se stesse che le porti sempre a vedere la realtà per quella che è, senza cadere vittime di sogni e di incantesimi che le rendono più fragili e le portano a soffrire. E a soffrire anche molto.

Quello che scrivo, faccio, dico, ha l’obiettivo di liberare le donne delle fragilità instillate in anni dai mala-educazione sentimentale e di dotarle della forza di imporsi sulla e per la propria vita. Non solo in ambito amoroso, peraltro.

Lasciando andare inutili romanticismi e continuando sempre più a credere nel vero a more.

Una visione chiara di quello che si sta vivendo mette al riparo da perdite di tempo e delusioni inutili.

Quando un uomo cambia il proprio atteggiamento verso di te e verso la relazione

Spesso non è necessario andare a cercare segnali misteriosi o particolari.

Moltissime donne si rendono conto che il loro compagno ha perso interesse semplicemente osservando il suo “approccio” generale alla relazione.

Si accorgono perfettamente che ha meno slancio, è distaccato, parla di meno, è freddo. Musone, anche, magari.

Sembra dare la propria compagna per scontata.

È come se si fosse impigrito e stesse sottraendo le proprie migliori energie al rapporto, magari per investirle altrove in qualche altro ambito della sua vita.

L’incredibile guida gratuita che ha illuminato la vita sentimentale di migliaia di donne. Scopri quali sono le risorse fondamentali (che possiedi anche tu) per attrarre la persona giusta per te.

Se è così non commettere l’errore di sostituire le sue energie con le tue e di consumarti dietro a un uomo che sta perdendo interesse e non si mette nemmeno d’impegno per fartelo capire con franchezza e rispetto o per parlarne apertamente con te.

Se un uomo si allontana e disinveste, allontanati e disinvesti anche tu.

Nel caso lui si trovi solo in un momento di confusione, il tuo distacco lo farà riflettere e magari lo farà anche tornare sui suoi passi, nel caso non fosse davvero interessato, in tempi brevi, lo vedrai scomparire dal tuo orizzonte.

Inseguendolo quando si allontana ti porta solo a svalutarti ai suoi e ai tuoi occhi e ti manda incontro a frustrazioni poi difficili da temperare.

10 segnali che ti dicono che lui non ti vuole più

1 Trascorre meno tempo con te di quanto facesse prima e quando lo fa mostra di gran lunga di essere meno coinvolto, divertito e allegro di prima. State insieme, lui chiaramente non si diverte più e tu per questo ci soffri anche.

2 Sembra che tu lo infastidisca e che – peggio mi sento – tutto quello che un tempo gli piaceva molto di te ora lo irriti. Siete terribilmente frustrati in due: lui perché insoddisfatto e arrabbiato, tu perché svalutata. E anche tu con la tua bella dose di rabbia.

3 È chiuso in se stesso, come se fosse sulla difensiva. Se prima ti raccontava tutto di sé, della sua vita, della sua giornata, ora evita ogni scambio o si esprime a monosillabi. Non gli interessa fare parte della tua esistenza e che tu faccia parte della sua.

Certo, vi è la possibilità che abbia problemi tutti suoi che non vuole discutere con te, che magari riguardano la sua famiglia di origine, il lavoro, preoccupazioni varie.

Ma se non ci si confida con la persona amata cercando sostegno presso di lei, che rapporto è?

4 Ci mette secoli a rispondere ai tuoi messaggi. Per carità, quando ci si stabilisce come coppia, si è meno forsennati nel chattare di quanto lo si fosse nei primi tempi.

Ma, ricorda, non c’è nessuno talmente impegnato da non poter rispondere con una certa rapidità: “Grazie per il tuo messaggio, ora sono preso, ci sentiamo dopo cena.”

5 Non sei più la sua priorità. Abbiamo detto che il fatto che trascorra meno tempo con te e di meno qualità e un segnale importante. Ora stiamo parlando del fatto che, non si sa perché, riesce a trovare tempo per tutto, tranne che per te. È un po’ come se lasciasse che a poco a poco la vostra relazione si sfilacciasse, fino a disfarsi completamente.

Ogni secondo in una relazione sbagliata è un secondo in meno in una relazione giusta

6 Non si prende cura di te. Non ti consola, non ti coccola, non si fa carico di farti ridere quando sei giù di morale. Detto francamente, questo significa che gliene frega ben poco di te.

7 Quando avete delle divergenze, non ti risparmia colpi bassi e mira senza pietà ai tuoi punti deboli.

È un modo molto poco elegante (che sconfina nell’abuso) per farti sapere che non ne può più di te, senza dirtelo.

8 Non si preoccupa più  dei tuoi bisogni e delle tue esigenze.

9 La vostra vita intima è inesistente.

10 Sembra sempre infelice e scontento. Attenzione: non è colpa tua! È lui che non sa prendere una decisione o come prenderla e si crogiola malamente nelle sabbie mobili della propria incertezza.

A te chi lo fa fare di stare con un uomo che ti tratta in questo modo?

Ricorda, ogni secondo in una relazione sbagliata è un secondo in meno in una relazione giusta.

Ecco come capire se un uomo non ti vuole più.

Lascia un Commento!

3 Commenti

  1. Avatar di Adele

    Adele 6 mesi fa (17 Febbraio 2022 22:57)

    Secondo me in questo caso, dovremmo davvero prendere noi l'iniziativa in senso contrario, però nel caso in cui noi ancora non avessimo maturato questa decisione, sarebbe meglio imitare il suo comportamento, così da provocare un allontanamento più indolore per noi, senza cadere nel tranello di una discussione ad hoc che fornirebbe un alibi a chi non ci vuole più. Quanto detto vale sia per gli uomini, sia per le donne.
    Rispondi a Adele Commenta l’articolo

  2. Avatar di M&M

    M&M 6 mesi fa (21 Febbraio 2022 12:17)

    Ciao Ilaria e ciao a tutt*, è da molto tempo che non intervengo lasciando un commento ma questo articolo ha risvegliato dei ricordi sepolti... Anche a me è successo che un uomo, con cui avevo una relazione da diversi anni, si facesse lasciare come un vile. E io, come bene immaginate, ho fatto l'esatto contrario di quanto consigliato da Ilaria: lo stressavo e piagnucolavo "che cosa sta succedendo" e "dobbiamo parlare". Ogni tentativo era un buco nell'acqua che mi lasciava più frustrata di prima, e anche più incavolata. Ovvio che, alla fine, l'ho lasciato io per sfinimento. Questo di chi si fa lasciare è un comportamento che sfibra, e che lascia strascichi anche dopo. Si sta male, io stavo molto male, durante e dopo. Tornassi indietro, certo che mi farei la mia vita e starei a calcolarlo quanto si merita. Se ci penso...mi fa ancora arrabbiare!
    Rispondi a M&M Commenta l’articolo

  3. Avatar di Lina

    Lina 6 mesi fa (22 Febbraio 2022 1:23)

    Ciao a tutte, mi trovo in una situazione complicata, grazie davvero a chi vorrà aiutarmi. Ho avuto una storia di un anno e mezzo con un ragazzo, L. Caratterialmente ci somigliamo moltissimo, abbiamo praticamente gli stessi pensieri, la stessa visione del mondo, proviamo le stesse cose, due anime simili. Ho cominciato a soffrire in questa relazione perché nonostante l' affinità non sopportavo alcuni aspetti del carattere molto diversi dai miei, ad esempio il continuo cambiare idea e il molto parlare senza fare azioni concrete. Mi ritengo una persona molto seria e quando prendo un impegno per me è sacrosanto rispettarlo, non metto in ballo idee se so che non posso realizzarle e non delego e critico gli altri quando sono io per prima a dover agire. In questo momento di crisi ho conosciuto M., molto diverso da me per tanti aspetti ma super affidabile e onesto. Lentamente la storia con L. si è affievolita mentre ho sempre di più continuato a uscire con M. Questo processo non è stato indolore, ho avuto tantissimi ripensamenti e crisi. A distanza di un anno spesso sono tranquilla per come sono andati gli eventi, ma spesso mi viene una fortissima nostalgia, circa una volta alla settimana mi sento con L., mi vengono delle fitte al cuore e continuo ad essere arrabbiata con lui per come ha lasciato che la nostra storia crollasse senza fare nulla e senza cercare di chiarire con me per capire cosa non andava. Da una parte so che lui è così e non cambierà, dall' altra non riesco a capacitarmi perché sento tutta questa tristezza e incompletezza quando ci sentiamo. Vi è mai capitato? Mi trovo molto bene con M. con cui sto, eppure sento dentro di me che non sono stata capace di trovare soluzioni con L. e non mi do pace. Avete avuto esperienze simili? Grazie per le vostre risposte
    Rispondi a Lina Commenta l’articolo