Come capire se ti ama davvero?

come capire se ti ama davveroCome capire se ti ama davvero?

Dopo qualche tempo di frequentazione con un uomo con il quale vi piacete e avete intesa è più che legittimo porsi delle domande come:

“Mi vuole davvero bene?”

“Ci tiene sul serio alla nostra relazione?”

“Mi considera speciale e unica per lui?”

Questo accade a maggior ragione quando si sono ricevute molte delusioni (nota rassicurante: tutti abbiamo ricevuto e riceviamo delusioni) e soprattutto quando ci accorgiamo, guardandoci intorno, che molte persone fingono perfettamente sentimenti che non provano.

Altre persone invece credono di provare sentimenti forti che anche solo nel medio termine non si rivelano essere così forti.

Diciamo che si è trattato di autosuggestione, di autoillusione, per cui in cerca di amore e di emozioni forti, “innamorati dell’amore” e delle sensazioni che l’amore regala, in molti (anche uomini, molto più di quanto si creda) spesso inconsapevolmente vogliono credere di essere innamorati.

Per cui in questi casi succede che un uomo, senza alcuna malizia, si lasci andare a gesti romantici e pronunci frasi traboccanti sentimenti forti e arrivi perfino a pronunciare la fatidica formula magica: “Ti amo”.

Poi però si distacca perché si rende conto di essersi fatto trascinare dalla sua stessa voglia di emozioni forti. O dal suo bisogno di confermare il proprio fascino.

Consideriamo inoltre che ci sono coloro che sanno perfettamente fingere l’amore e, invece, costoro, lo fanno con malizia, perché si divertono nell’ingannare il prossimo e nel manipolare una donna.

Può ovviamente succedere anche il contrario – spesso succede – che una donna faccia di tutto per sedurre un uomo per dar prova del proprio potere di seduzione.

Come capire se ti ama davvero

Facciamo una premessa che del resto è una ripetizione di un concetto a noi caro.  Del resto “repetita iuvant”.

Non sono le parole quelle che contano, ma i fatti.

Un uomo non ti dimostra il proprio amore riempiendoti di belle parole e di dichiarazioni.

Le promesse da realizzarsi in un lontano futuro non valgono un fico secco.

Guardati dagli uomini che promettono fantastici eventi in un futuro lontano.

Le promesse sono parole e le parole sono vane se non sostenute da fatti.

Non solo: l’amore deve essere sostenuto da fatti e da azioni concrete.

Questo non significa che le parole non valgono nulla in una relazione? Valgono eccome e le dichiarazioni d’amore sono atti di tenerezza e di attenzioni essenziali per la tenuta di una coppia. Ci mancherebbe. Cementano l’intimità.

Anzi, per dirla in un altro modo, le parole sostenute dai fatti sono la vera e reale dimostrazione di un amore vero e genuino.

In una relazione che vuole costruirsi seria e stabile è molto probabile che un partner responsabile e anche tu andiate piano sia con le parole sia con le azioni.

La lentezza e la calma non possono che essere benedette all’inizio di un rapporto.

Purché non si trasformino in stallo e in immobilità.

Un legame d’amore è un fatto importante e non va affatto preso alla leggera, dato che con la sua riuscita – o con il suo fallimento – può determinare molto del destino di una vita.

11 segnali che lui ti ama davvero

L’amore è complicato.

L’incredibile guida gratuita che ha illuminato la vita sentimentale di migliaia di donne. Scopri quali sono le risorse fondamentali (che possiedi anche tu) per attrarre la persona giusta per te.

Ma vah?!? Non lo scopriamo solo adesso.

In più, persone diverse dimostrano il proprio amore in modo diverso e altre persone non sono pienamente capaci di dimostrarlo o non come il loro partner si aspetterebbe.

Inoltre spesso quello che contano sono le intenzioni, accompagnate da azioni concrete (di nuovo!).

Insomma per imparare ad amarsi spesso sono richiesti degli sforzi e il fatto che tu e il tuo partner siate disposti a fare degli sforzi, significa che i presupposti per il vero amore ci sono e possono essere sviluppati.

Chi si mette in gioco per migliorare la propria vita sentimentale, con ottimismo e con allegria, cioè con una disposizione d’animo serena e rilassata dimostra grande maturità emotiva e dunque affidabilità.

Ecco allora dieci comportamenti da tenere d’occhio per capire se ti ama davvero.

1 Mostra un rispetto genuino.

Non ci può essere amore senza rispetto. Il solo rispetto non basta, ma è una condizione necessaria dell’amore.

E il rispetto per chi si ama include il rispetto delle sue scelte, del suo tempo, del suo corpo, dei suoi pensieri.

Il rispetto è fatto di ascolto e di attenzione.

2 Sei la sua priorità. Non può esserci un vero amore di coppia quando i due partner non si considerano uno la priorità dell’altro. Non è sempre semplice, soprattutto in questi tempi in cui siamo abituati spesso, nostro malgrado, a egoismi insani e distruttivi, ma si può fare.

3 Ha tempo per te e ti dedica tempo. Potrebbe fare effetto una considerazione del genere, ma è necessario investire tempo e attenzione sulle persone che amiamo. L’amore è come un giardino che va coltivato.

4 Si adopera per comprendere te, per migliorare la relazione e per venirti incontro con comportamenti che possono facilitare l’intesa tra voi due. Diciamo che è perfino disposto a cambiare.

5 Non ha paura a mostrarti le sue parti più vulnerabili, senza trasformarsi in un peso per te o usarti come la sua psicoterapeuta.

Si dice che gli uomini sono meno emotivi delle donne (falso) e che hanno più difficoltà a parlare delle proprie emozioni (vero). Un uomo coinvolto in una relazione seria e stabile, dove c’è amore, inevitabilmente evolve emotivamente e scopre il piacere di aprirsi e confidarsi con te. Questo è amore.

6 E’ attratto da te sulle basi dell’attrazione a lungo termine. Non solo sensuale e sessuale. Il che significa che vuole passare del tempo di qualità con te, al cinema, al teatro, nello sport, cucinando, nel tempo libero in generale.

Come si comporta un uomo che ti ama

7 Di te ama tutto, il corpo, la mente, l’anima. Il vero amore include la passione ma non si riduce solo a quella, è molto altro.

8 Vuole passare la tua vita con te e fa progetti concreti per il futuro ai quali mette mano con la giusta prudenza ma con continuità e rigore.

9 Vuole prendersi cura di te e ci tiene che tu sia consapevole di questo suo desiderio. Non solo, vuole prendersi cura di te, lasciandoti autonomia e indipendenza e gli fa piacere che tu accetti questa sua forma di cavalleria e di attenzione da parte sua.

10 Ci tiene al tuo benessere, alla tua soddisfazione, al fatto che tu sia di buon umore e allegra, senza trasformarsi nel tuo valletto o nel tuo giullare e senza farsi carico della tua felicità, perché, ricorda, nessuno può fare felice nessuno. Solo noi siamo responsabili della nostra felicità. Insomma non si “inzerbina” ma ti sta accanto per condividere con te gioie e dolori e per non interferire con la ricerca della tu felicità.

11 Ti fa sentire bene con te stessa perché non ti sminuisce, ti apprezza, te lo dice e ti incoraggia. Ed è questa l’essenza dell’amore.

Ecco come capire se ti ama davvero.

 

 

Lascia un Commento!

6 Commenti

  1. Avatar di Shy

    Shy 5 mesi fa (31 Marzo 2022 22:35)

    Perdonatemi, ho già fatto un commento in un altro articolo, ma trovo questo molto più calzante per commentare e spero di ricevere feedback in merito. Sono stata insieme al mio ex per 3 anni. Una relazione in cui io, devo ammetterlo, mi sono sentita infelice. Ma non perché lui mi trattasse male anzi, i punti c’erano tutti da parte sua. Ero io che soffrivo per il suo carattere troppo chiuso, solitario. La farò breve. A novembre, decido di andare dalla psicologa senza dirgli niente, poiché non mi sentivo compresa. Avevamo iniziato a parlare di convivenza e io mi ero resa conto che non volevo vivere assieme a lui. Ho deciso di condividergli la mia decisione di intraprendere la psicologa due settimana dopo il primo incontro. Da quel momento lui è cambiato. Mi ha rivelato di essersi sentito tradito nella fiducia, di aver ricevuto un tradimento vero e proprio. Gli ho chiesto di venire con me alle sedute, ma non ha voluto. I mesi passavano e lui non dico fosse totalmente cambiato, ma era più freddo e distante e io lo stesso. Decido così di lasciarlo a metà febbraio, non mi andava più di fingere una relazione, o almeno così credevo. Il giorno in cui ci siamo lasciati lui ha pianto moltissimo, ed ha provato sempre a riconquistarmi, ma da parte mia, gli ho dato poche speranze. Ricominciamo comunque a sentirci e vederci con più o meno regolarità, senza tuttavia cenni o parole da parte mia sul ricominciare la nostra storia. Mi lasciavo scappare qualche “mi manchi”, ma niente più. Una sera, esattamente un mese dopo (ed è qui che iniziano le mie turbe) lo scopro che si messaggia con un’altra. Mi rivela su mia insistenza che si è baciato con questa ragazza la sera prima. Da quel momento non ci capisco più niente. Come ha fatto a baciarsi con una ragazza appena 30 giorni dopo che l’ho lasciato, dopo che mi pregava di tornare con lui? Avremmo avuto anche l’incontro dalla psicologa il giorno dopo! Ci andiamo comunque, e sembra intenzionato a riprovarci, così come me. Ma i giorni passano e lo sento sempre più distante, finché, lo scorso lunedì, mi dice che non vuole più riprovare e chiude con me. Ovviamente so che c’è di mezzo questa ragazza con cui si è visto e con cui si sente ormai, ma ciò che mi ha spiazzata e che ha messo in dubbio il sentimento che realmente aveva per me è proprio questo: aver deciso di buttare 3 anni di relazione senza riprovarci, per una relazione appena all’inizio. Ho pensato che non fosse realmente innamorato di me, che magari sono stata solo un’abitudine, ma è difficile da credere quando guardandoti indietro vedi solo una persona che in realtà ti amava…Inutile dire che ora mi sento a pezzi e rimpiango di averlo lasciato, ma è troppo tardi, e non l’avrei mai creduto…
    Rispondi a Shy Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 5 mesi fa (1 Aprile 2022 17:15)

      Ciao Shy, io non ti so dire cosa ronzi nella sua testa, ma una cosa è chiara secondo me: non siete la coppia giusta. Mi ha colpita la tua delusione per non vederlo aggrappato alla storia di 3 anni, scegliendo un'altra ragazza. Io non credo sia sano combattere per far funzionare una storia, soprattutto perché mi sembra che la vostra convinzione fosse già alquanto tiepida. Detto ciò, lui ha conosciuto una donna con cui vuole mettersi in gioco? Può essere, ma il punto è che non funzionava tra di voi e l'abitudine che tu attribuisci a lui, come "sentimento", mi sembra che appartenga di più a te, tant'è che dici che soffrivi il suo carattere, non volevi andare a conviverci e ti sentivi infelice. Mi sembrano considerazioni e segnali molto importanti per una storia. Sul fatto che non ti amasse, magari ti ha anche amata, ma i rapporti evolvono e nessuno, te compresa, ha il potere di riavvolgere il nastro del tempo. Io ti direi di lasciare andare, non era la relazione per te, ma soprattutto, di occuparti dell'infelicità che ti ha lasciato questa storia. Questo mi sembra assolutamente prioritario. Un abbraccio
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Shy

      Shy 5 mesi fa (2 Aprile 2022 15:02)

      Grazie Cristina per le parole chiare ma gentili. Ti dò ragione su tutto, ora c’è da rimboccarsi le maniche, pensare con lucidità che sono io che ho posto per prima fine alla storia perché le cose non andavano e passare oltre. Mi concedo questo fastidio perché sono una persona emotiva, empatica, che ci mette un po’ per elaborare. Ma ogni giorno, a piccole dosi, mi imporrò di fare passi in avanti.
      Rispondi a Shy Commenta l’articolo

    • Avatar di Cristina

      Cristina 5 mesi fa (2 Aprile 2022 23:29)

      Esatto Shy, tutti i sentimenti che provi sono normali dopo una separazione, ma la lucidità e la razionalità ti aiutano sicuramente a metabolizzare. Datti tempo e vedrai, piano piano :) un abbraccio
      Rispondi a Cristina Commenta l’articolo

    • Avatar di Vic

      Vic 5 mesi fa (2 Aprile 2022 19:45)

      Concordo con Cristina. @Shy, secondo me ti senti sola adesso ed è questo che ti fa male. Magari pensavi a una svolta "passionale" tra di voi, con questo tira e molla che avrebbe fatto riscoccare la scintilla e portato una sorta di dinamismo alla vostra storia. Invece lui non si è sbattuto più di tanto e si è "consolato" presto. Capisco la delusione e il sentirti ferita per essere stata sostituita subito dopo una relazione di tre anni. Però devi considerare che, intanto, ci sono persone che sole non sanno e non vogliono starci, e quindi si affrettano a trovare un nuovo papabile partner quando pensano di stare per essere abbandonate. Oppure, capita che esci per staccare il cervello, per distrarti, e incontri casualmente una persona che ti piace. Ti sei lasciato da poco, è vero, ma comunque sei libero, sei "su piazza" e non devi rendere conto all'ex se provi ad essere di nuovo sereno. Il problema è che essere lasciati è brutto ma pure lasciare non deve essere uno scherzo. E magari chi lascia e rimane solo vorrebbe vedere anche l'ex da solo per un periodo a elaborare il lutto, non subito di nuovo "a caccia". Fa male e lo capisco, ma questa è la vita e la società di oggi rende tutti un po' soli o isolati, quindi sempre più persone cercano calore umano e soffrono a stare da sole. Tu pensa solo che se fosse stata la persona giusta per te i vostri sentimenti non si sarebbero spenti così, avreste lottato per la vostra storia. Evidentemente era abitudine e comfort zone per entrambi. Esci anche tu con gli amici, distraiti, non stare a rimuginare. Non hai perso il golden boy, la persona per te arriverà, vai avanti come ha fatto lui.
      Rispondi a Vic Commenta l’articolo

    • Avatar di Shy

      Shy 5 mesi fa (3 Aprile 2022 16:56)

      Grazie Vic per la risposta. Sì, credo sicuramente che ciò che mi faccia più male sia che, con questo atteggiamento che ha avuto, mi ha lasciata con il dubbio che per 3 anni io sia stata per lui un’abitudine, una comfort zone e nulla più. Il confine fra questo e l’innamora mento vero è impercettibile, anche perché ripeto che davvero, non ho mai messo in dubbio i suoi sentimenti in tre anni di storia…Tutti, me compresa, pensavano che saremmo tornati insieme. Però è anche vero che la crisi effettiva per lui è iniziata dal momento in cui gli ho detto della psicologa, perciò parliamo di novembre…Credo sia stata una lenta discesa, che però, ignorando entrambi i problemi, ci abbia portato a prendere due strade diverse senza rendercene conto…E facendo finire tutto. Purtroppo il dialogo è fondamentale, lui è sempre stato una persona taciturna e io piano piano mi sono chiusa…e alla fine, ho sperimentato sulla mia pelle dove può portare.
      Rispondi a Shy Commenta l’articolo