Perché un uomo non vuole impegnarsi e che cosa puoi fare tu

un uomo non vuole impegnarsiHai incontrato un uomo che non vuole impegnarsi. Uno dei tanti.

Non c’è nulla di strano. Anzi, è facilissimo, comune e normale.

E’ pieno di uomini che non vogliono impegnarsi.

Su questa terra ci sono più uomini che non vogliono impegnarsi che uomini, proprio…

O più o meno.

In genere uomini e donne non vogliono impegnarsi, a prescindere, mica solo nelle relazioni sentimentali.

Cioè, un momento, spieghiamo.

Le persone in genere non amano impegnarsi.

Perché l’impegno è fatica, responsabilità, ipoteca e investimento sul futuro.

Ecchè, scherziamo?

Nella nostra vita abbiamo già tante cose da fare, delle quali molte non ci piace fare, ma dobbiamo per forza fare.

In più viviamo in una società complessa e in un mondo complesso, dove è vero che tutto è fluido e appare abbastanza facile.

Ma così facile non è. Nella nostra vita quotidiana siamo dominati da “cose da fare”, “compiti da adempiere”, regole – soprattutto di facciata – da rispettare, che spesso ci sentiamo oberati.

Si tratta di piccole cose senza importanza, che, messe tutte insieme, ingolfano la nostra mente e la nostra giornata.

Sono fatte apposta, eh, per ingolfarci!

Nel contempo non è che la grande maggioranza degli umani sia così entusiasta della propria vita.

Tante piccole fatiche che rendono le giornate stressanti e poi, stringi stringi ben poche soddisfazioni.

Una mancanza di soddisfazione generale. Bruttino, dài!

Ecchecavolo, poi, in aggiunta a tutto ciò, uno deve anche impegnarsi in una relazione?

Ma per carità! Ma per l’amor di dio!

Perché un uomo non vuole impegnarsi

Al di là del logorio della vita moderna, si aggiunge il fatto che impegnarsi è per persone con gli attributi.

Sress o no, impegnarsi significa assumersi delle responsabilità, avere dei progetti, essere sicuri di quel che si vuole.

Di nuovo, in tutti i campi, non solo nelle relazioni.

E’ molto più facile una vita senza impegni e responsabilità, come quella dei bambini fino ai sei anni.

Ed è piuttosto evidente che in molti, uomini e donne, vorrebbero vivere tutta la vita come se avessero sei anni e in effetti, lo fanno.

Mamma mia! Che paura fanno queste persone!

Però c’è un però.

Per come è la cultura dominante, è ancora molto tipico che le donne, nelle relazioni, tengano moltissimo a impegnarsi, a mettersi in coppia in modo ufficiale e formale,  a fare le cose sul serio e con la speranza del “per sempre”.

Questa attitudine femminile,  ben lo sappiamo, fa grandissimi danni. Alle donne. E fa i comodi degli uomini, anche i più inconsistenti.

Perché nell’ansia e nella fretta di trovare l’impegno, si fanno le scelte sbagliate, ci si caccia nei guai e si assumono dei comportamenti che rendono tutt’altro che attraenti.

Molto bene.

Anzi, per niente.

Al contrario gli uomini, per attitudine, per educazione e soprattutto per una mentalità millenaria sono refrattari all’impegno nelle relazioni.

Cioè cercano di evitarlo, rimandarlo, posticiparlo il più possibile.

Sia ben chiaro, non che gli uomini non amano la vita di coppia e soprattutto non amano avere accanto a sé una donna che considerano la loro partner e della quale fidarsi e sulla quale poter contare, in base a un impegno reciproco.

Però a desiderare una vita di coppia vera e autentica, una “storia seria”, sono gli uomini sani emotivamente, equilibrati e, tocca usare una parola desueta e antipatica ai più, maturi.

Siamo abbastanza d’accordo sul fatto che molti uomini non sono affidabili emotivamente, non sono equilibrati, non sono maturi.

Quando un uomo non vuole impegnarsi: che cosa ha in mente

Al di là dei diversi livelli di maturità e di affidabilità emotiva, gran parte degli uomini per gran parte della loro vita non hanno nessuna voglia di impegnarsi.

Ma perché?

Ci sono vari motivi.

Amano volare di fiore in fiore, accumulando esperienze, tacche, conquiste. Perché fermarsi sulla prima donna che incontrano con tutte le donne che ci sono al mondo?

Che cosa mantiene alto il desiderio di un uomo per te e solo per te?
Scoprilo con i 5 video gratuiti dell'anteprima "Come fare innamorare un uomo e tenerselo". Iscriviti qui senza rischi e senza impegno e ricevi il materiale nella tua casella mail.

Si noti che spesso questo  è solo un sogno, un desiderio, un’immaginazione. Tanti uomini vorrebbero essere dei dongiovanni.

Pochissimi riescono a fare tutte le conquiste che desiderano.

Non è che sia facile. Ci vuole coraggio e tante altre caratteristiche “forti” per essere dei grandi conquistatori.

Anche se le donne riescono spesso a trasformare perfino l’ultimo dei rospi nel fratello gemello di Casanova.

Inciso: ah, se le donne investissero su se stesse un centesimo delle risorse che investono sugli uomini…

Un uomo non vuole impegnarsi, molto spesso perché, al contrario della sua partner, per lui avere una relazione seria non è proprio una priorità, non è un aspetto che crea ansia, non è un desiderio insopprimibile.

Non è un traguardo fondamentale dell’esistenza.

Se la media delle donne è terrorizzata dall’idea e dalla possibilità di rimanere sola e la vede come reale e terrificante, la media degli uomini ha la certezza che quando dovesse decidere, voilà, una relazione e una donna se la trova.

Pensa che differenza di prospettiva. Pensa se le donne cambiassero prospettiva.

Un uomo può non volere impegnarsi perché proprio non gliene frega niente, tanto gli va bene così.

Addirittura rifiuta di impegnarsi perché è meglio usare le donne che amarle. Finché loro ci stanno e si fanno fregare e lui è in grado di sedurle e prenderle in giro, perché mai dovrebbe impegnarsi?

Che noia avere per i piedi una donna e sempre la stessa, per giunta!

Poi ci sono quelli che non si impegnano perché si aspettano e aspettano di trovare qualcosa di meglio.

Ci sono quelli che non si impegnano perché giocano su più tavoli, tengono i piedi in due o più scarpe.

Oppure un uomo non si impegna perché ha trovato una donna che gli piace e anche molto, ma comunque non abbastanza. Per cui sì, va bene starci, eccome, ma non esageriamo. Tiriamola in lungo. Tiriamola scema.

Poi c’è quello che in effetti non è pronto, non è ancora entrato nell’ordine di idee di impegnarsi.

E’ pieno di tipi che non saranno mai pronti.

C’è un tipo di uomo non si impegna perché è incapace di guardare al futuro, di immaginare un domani, di formulare una prospettiva o un progetto, per sé e per gli altri.

Il suo pensiero non va oltre questo pomeriggio, stasera, domani.

Purtroppo siamo circondati da persone incapaci di avere uno sguardo a lungo termine, di considerare che c’è un dopo, che determinate azioni hanno conseguenze.

Gli esseri umani vivono il presente. Soprattutto quelli non particolarmente brillanti.

E, ahimé, la maggioranza è spenta e pecora. Brilla poco o per niente. Te ne accorgi, vero?

Un uomo non vuole impegnarsi. Tu usa il principio di scarsità

Va bene.

Con le legioni di uomini che non vogliono impegnarsi a marciare per le strade, mettiamo che uno capiti a te e che tu abbia per lui un medio interesse.

Dico medio perché è ora di ridimensionare e sdrammatizzare.

Smettiamola di innamorarci perdutamente. Soprattutto di tutti i primi che passano.

Cominciamo con il considerare gli uomini non essenziali alla nostra vita, sopravvivenza e felicità. Un po’ come loro fanno con le donne.

Bene. Che fai di fronte a uno che non vuole impegnarsi?

Metti in pratica il “principio di scarsità”.

Qualsiasi bene diventa molto più ambito se difficilmente disponibile o se, anche, è disponibile solo per un tempo limitato, in un luogo limitato.

Hai presente le offerte commerciali a tempo e solo di pochi pezzi? Ecco.

In sintesi, sii meno disponibile. Non si tratta di essere stronza, di tirarsela, di fare la preziosa.

Sono tutte scempiaggini queste.

Tu sii meno disponibile. Ma non solo verso un uomo che non vuole impegnarsi, non solo verso gli uomini.

Sii meno disponibile proprio come stile di vita, attitudine mentale, atteggiamento verso il mondo.

Alla faccia di un uomo che non vuole impegnarsi.

Ho preparato un test che ti aiuta a capire perché un uomo sparisce e non ti cerca, per farlo ti basta cliccare sul bottone qui sotto:

Scopri perché non ti cerca: fai il test

 

Lascia un Commento!

152 Commenti

  1. Avatar di Angy

    Angy 3 mesi fa (23 Giugno 2019 8:39)

    Questo è un bell'articolo. Ma aggiungo che se un uomo non vuole impegnarsi con te non è detto che con quella dopo non lo faccia. O almeno, li trovo tutti così. Ne hanno sempre una questi poveretti , poi subito dopo chissà come mai li vedi innamorati persi E tu sei solo un passatempo
    9
    Rispondi a Angy Commenta l’articolo

  2. Avatar di Irene

    Irene 3 mesi fa (23 Giugno 2019 12:23)

    Ciao Ilaria, buona domenica a tutte!articolo sincero :da quando anni fa ho fatto mio il "principio di scarsità" (non avrei mai pensato di nominarlo così 🤣) sul lavoro e nelle amicizie le cose sono cambiate decisamente! È proprio vero che se non siamo noi stessi a darci valore il mondo non lo farà.
    -6
    Rispondi a Irene Commenta l’articolo

  3. Avatar di Chiara

    Chiara 3 mesi fa (23 Giugno 2019 10:47)

    Gentile Ilaria, più volte ho vissuto storie con uomini per non sentirmi sola, sono stata manipolata e usata. Ero ingenua. Ora sono attratta da un uomo che è venuto ad abitare nel mio condominio, molto pacato di un certo calibro ma tutto si limita a grandi sorrisi quando lo incontro per strafa, a brevi e diaologhi in ascensore. Però quando mi guarda provo una pace infinita. Anche se ho vissuto una giornata particolarmente pesante e lo incontro lui mi fissa negli occhi (in ascensore intendo), una volta si è sporto con il suo corpo verso di me ma...l'ascensore è arrivato al mio piano e senza guardarlo in faccia gli ho augurato buona giornata. Vivo con mia madre anziana ed egoista, ho un lavoro fisso. Forse è un uomo che cerca sesso, o timido, però mi succede che quando lo penso, lui o il giorno stesso o un giorno dopo lo incontro anche fuori dal vicinato. Ieri sabato 22 ero andata a Messa, sono cattolica, c'era la processione del Corpus Domini...ho sentito dentro di me una voce: "Esci di chiesa alla fine della messa e non incamminarti nella processione". La gente uscì di chiesa e io....pensando a Marco, dopo che si è avviata la processione ho attraversato la strada, lui un largo sorriso e mi pareva che gli brillassero gli occhi, io l'ho salutato ma senza avere delle forti emozioni dentro. In fin dei conti io con lui non le ho mai provate e mai esternate, cosa che non mi succedeva con gli altri uomini. Lui è Ateo e sono stata orgogliosa di non seguire il gregge della processione e di negare per un istante la mia fede. La gente di chiesa eccessivamente credente non mi è mai piaciuta, troppo bigotta e poi è molto maldicente nei confronti degli altri sempre con il timore del diavolo alle calcagna. Una mia amica fidata mi ha detto "Dai con Marco provaci, invitalo per un aperitivo! " la mia risposta è stato un no secco. Io non faccio nulla, certo che se mi capitano delle buone e vere occasioni io non rinuncio. Sono stata in siti di incontri, per carità! Grazie Ilaria. Un cordiale saluto. Chiara
    2
    Rispondi a Chiara Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (23 Giugno 2019 17:32)

      Chiara credo che tu sia grande abbastanza per incominciare a esplorare il mondo in modo adulto. Percepisco un atteggiamento infantile, un modo di comportasi da bambina che fantastica e non vede le realtà per quella che è, che lavora di immaginazione. Lascia perdere il vicino di casa e progetta di andare a vivere da sola, lontana da tua madre.
      -7
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 3 mesi fa (23 Giugno 2019 20:48)

      Di solito, da un punto di vista razionale, mi rendo conto che sono fantasticherie e agisco di conseguenza. Però comunque qualche pensiero 'fantasioso' su qualche uomo o situazione che a poco o nulla di reale mi viene - che fare? Sul blog di solito diciamo di non contrastare necessariamente i pensieri, ma piuttosto di dedicarci a pensare a noi, ad altro di più interessante... Seguo a ruota? Firmato: SilviaInLove29 :DD
      0
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (23 Giugno 2019 20:58)

      Segui a ruota. Tutti abbiamo fantasticherie.
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  4. Avatar di Anna

    Anna 3 mesi fa (23 Giugno 2019 19:46)

    Angy la stessa cosa anche a me! Ma come è possibile?! Mi stanno venendo i complessi, che forse sono io sbagliata, perché altrimenti non si spiega. È una cosa che mi demoralizza troppo
    7
    Rispondi a Anna Commenta l’articolo

  5. Avatar di Emilia

    Emilia 3 mesi fa (24 Giugno 2019 10:45)

    Ciao a tutte! Mi è capitato di recente di guardare questo video. Parla della discriminazione delle donne, usando la giusta ironia. Ilaria, non so se posso pubblicarlo ma copio qui il link... https://www.leggo.it/spettacoli/cinema/paola_cortellesi_monologo_david_donatello_22_marzo_2018-3622552.html
    -2
    Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

  6. Avatar di Carla

    Carla 3 mesi fa (24 Giugno 2019 9:09)

    Ieri ho ritrovato il mio "ex" se cosÌ può chiamarsi un uomo con cui sono stata forse 3 mesi. Abbiamo bevuto una birra insieme nel suo giardino, dopo esserci incontrati in un luogo pubblico con altri conoscenti. non avrei dovuto accettare? ho dimostrato apertura come l'ha dimostrata lui invitandomi e non ci ho visto manipolazione. Abbiamo parlato del più e del meno, poi approfondito un paio di cose rimaste in sospeso. Sono rimasta con lui una ventina di minuti, quel tanto per non appensatirci... Vedrò col tempo se le cose si evolvono. Per ora, l'estate comincia e presto anche le vacanze. Ma è stata una bellissima emozione.
    1
    Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (24 Giugno 2019 10:40)

      Visto che ti aspetti che le cose evolvano, forse non avresti dovuto accettare, secondo me.
      -5
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 3 mesi fa (24 Giugno 2019 12:10)

      Ho deciso di cambiare atteggiamento. Non voglio piu' vivere di ripicche, solo di piacere. Se lui mi ha invitata a bere una birra, ne ho avuto voglia, ho trascorso un bel momento, aspettative non ne ho ormai, ma mi lascio una porta aperta. Se ci sono stata insieme, vuol dire che questo uomo in un momento della mia vita, mi è piaciuto. Chiaramente, non farò NIENTE, come ho imparato su questo blog.
      0
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

  7. Avatar di Roberta

    Roberta 3 mesi fa (23 Giugno 2019 16:42)

    Ciao Ilaria. Quindi deduco un uomo che non vuole impegnarsi appartenga alla schiera degli uomini sbagliati? Mi sono sempre chiesta, se un uomo sbagliato, può diventare quello giusto? Non mi sto riferendo alla donna che vuole cambiarlo, ma proprio lui stesso a cambiare. O ci vuole un aiuto psicologico per farlo?
    2
    Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (23 Giugno 2019 17:28)

      Cara Roberta e care tutte, dobbiamo uscire dalla prospettiva, dalla visione, dalla posizione per cui un uomo dobbiamo per forza averlo, anche se pieno di magagne e di grane e totalmente non all'altezza. Non vuole impegnarsi? Ma non pensarci un secondo di più? Lascialo dov'è! Se entri in un negozio di abiti, e ne vedi uno rovinato, ti soffermi a pensare e rimuginare? Non mi risulta. Un uomo sbagliato è un uomo sbagliato, pensare che diventi quello giusto significa avere un retropensiero e una quantità di costruzioni negative dentro di sé che possono essere devastanti. E' sbagliato, accidenti, ma che vuoi fare, cambiarlo? Non pensi invece che ci sono un sacco di uomini belli e sani, giusti, che tu non devi accontentarti, che non devi inseguire uno sbagliato, che non devi sacrificarti, che non puoi perdere il tuo tempo, che meriti di più? Devi proprio ridurti ad andare a rufolare nei cassonetti della spazzatura? Davvero? Sei seria? Un uomo sbagliato non è che sia per forza malato, ma scherziamo? Ci sono uomini che non sono malati che non bisogna nemmeno toccare con le molle e con la tutta antiatomica. Come se gli psicologi e la psicologia potessero riaggiustare le teste, le menti bacate, il male del mondo. Come no...
      -15
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Roberta

      Roberta 3 mesi fa (23 Giugno 2019 19:19)

      Nel mio caso sono migliorata grazie alla psicoterapia. L'aiuto esterno l'ho chiesto io. Certo che non era mio intento fare la crocerossina di ogni disadattato che incontro nella mia vita, ma ogni uomo sbagliato è diverso da un altro sbagliato. Purtroppo ho più probabilità di incontrare uomini di questo tipo piuttosto uomini interessanti.
      2
      Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (23 Giugno 2019 22:42)

      Un uomo che non vuole impegnarsi è un uomo che non vuole impegnarsi. Se trovi solo uomini così, è perché - in linea di massima - non vuoi impegnarti a tua volta. Ad esempio fare la crocerossina non è come avere un compagno. Fare la martire o l’eroina romantica idem. È meglio lavorare su questo, che sui motivi per cui non si vuole impegnare qualcun altro. Esperienza personale (e Infatti ora non voglio proprio impegnarmi, ma almeno non tormento e non mi tormento :D )
      2
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Roberta

      Roberta 3 mesi fa (25 Giugno 2019 10:00)

      Ciao AnnaV. In linea generale hai ragione, però non è detto che sia completamente vero. Nel senso, più che altro mi trattengo a lasciarmi andare. Il mio discorso era generalizzato, avendo avuto una delusione cocente, mi piacerebbe approfondire varie tematiche, per capire me stessa. Le risposte di Ilaria le trovo sempre un insegnamento utile a migliorarsi, devo solo essere più sicura per applicarle nella realtà.
      -5
      Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

    • Avatar di Scarlett Scerbanenco

      Scarlett Scerbanenco 3 mesi fa (24 Giugno 2019 9:25)

      Grazie Ilaria, cadono sempre a fagiolo i tuoi articoli e questo é particolarmente illuminante, per me, che spesso dimentico che posso tranquillamente attingere alle mie enormi risorse in tutta autonomia invece che intristirmi perché mi manca una stampella. Grazie
      -7
      Rispondi a Scarlett Scerbanenco Commenta l’articolo

  8. Avatar di Atolla

    Atolla 3 mesi fa (26 Giugno 2019 16:02)

    Mi sto immaginando tutti questi poracci sfigati (misogini e sicuramente anche incel) con così tanto tempo da perdere che si precipitano qui su ogni post, ogni giorno, a mettere segni negativi ai commenti e mi viene troppo da ridere, oh son proprio agguerriti eh :D
    0
    Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (26 Giugno 2019 20:00)

      @Atolla, ahahahaha... Che vita miserrima per costoro o costui
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 3 mesi fa (27 Giugno 2019 16:51)

      Parliamo sicuramente di "costoro", non voglio pensare che un solo sfigatello utilizzi millemila apparecchi fra desktop, laptop, smartphone e tablet per omaggiarci dei suoi preziosissimi voti. Ok aver tempo da perdere ma a quei livelli sarebbe un lavoro :D
      0
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

  9. Avatar di Maria

    Maria 3 mesi fa (23 Giugno 2019 20:53)

    Ciao Ilaria, grazie di questo articolo. Ho una curiosità: scrivi che la maggior parte degli uomini non considerano una relazione di coppia come una priorità della loro vita, e su questo sono molto d'accordo. Mi è capitato però, negli ultimi anni, di conoscere diversi 30-35 enni uomini che soffrono proprio perché non trovano una relazione di coppia e si confrontano con alcuni dei loro coetanei che hanno moglie e figli. Sono rimasta stupita, devo dire. È possibile che sia una forma di paura che si sta estendendo anche al genere maschile?
    -2
    Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (23 Giugno 2019 21:02)

      Maria, se ci fai caso io ho scritto che non è la priorità degli uomini in genere, non come per le donne, perché gli uomini non sono così insicuri. Ho anche scritto che gli uomini sani desiderano eccome un rapporto di coppia saldo e duraturo. Non vi è contraddizione rispetto a chi si interroga perché non riesce a trovare una donna giusta. E' anche vero che uomini e donne condividono desideri e criticità. Lo ripetiamo spesso. Qui il tema era sugli uomini che non si vogliono impegnare, che sono comunque moltissime.
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 3 mesi fa (28 Giugno 2019 12:24)

      Ciao Maria, io sono uno di quelli, ma secondo me la risposta è semplice: per quelli che sono i valori e la mentalità di oggi non sono reputato interessante e quindi nessuna si è mai interessata a me. Con il processo di emancipazione della donna ed il diffondersi del femminismo si è profuso il concetto, che vedo anche in tante ragazze ancora single (zitelle) della mia età (38) o più che conosco, del volere e meritare sempre qualcosa di meglio, qualcosa di più. Penso sia giusto che ognuno ritenga di meritarsi il meglio, ma quando questo si trasforma nella ricerca di non si sa bene cosa, scartando continuamente candidati, e gli anni iniziano a passare, forse c'è qualcosa che non funziona davvero. Non dico di accontentarsi, che non è nè giusto nè soddisfacente, ma nemmeno di screditare sempre ciò che arriva, pensando che in futuro ci sarà di meglio. Ps. come ho già scritto tempo addietro, per tutti i fattori di cui ho parlato prima, ho smesso di cercare attivamente una persona. Per cui sì, penso che ci siano tanti problemi.
      45
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (28 Giugno 2019 13:44)

      Ciao Simone, sorvolo su alcune considerazioni che rientrano nell'ambito dei diritti, della storia, dell'evoluzione sociale e dell'antropologia. Vengo a un punto che mi ha colpito: va bene, facciamo che il mondo sia pieno di orride zitelle 18-28-38-48-58-68-78-88enni che si lamentano. Ma, onestamente, a te che cosa interessa? Il fatto che costoro si rovinino la vita, in che modo ti riguarda? Non sono fatti loro?
      -40
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 3 mesi fa (28 Giugno 2019 15:07)

      Ciao Simone, posso capire il disagio personale di cui parli, però l'atteggiamento a cui ti riferisci (cercare sempre il meglio) è quello che hanno avuto e continuano ad avere moltissimi uomini, diversi di loro anche approfittandosene. È vero che è un errore di altrettante donne non avere i giusti criteri di valutazione nei confronti degli uomini, e infatti è uno degli argomenti di cui si parla su questo blog, ma penso che sia giusto e doveroso da parte di una donna scegliere con chi impegnarsi, anche a costo di aspettare. Non scadiamo mica come le uova! Il femminismo come sola contrapposizione al maschilismo non porta nessun frutto, certo, ma dopo secoli di oppressione per alcuni aspetti è stata una reazione ancora moderata e meno male che, nei suoi moltissimi risvolti positivi, c'è stato. Pensa alle conseguenze della Rivoluzione Francese sulla testa dei nobili da parte dei borghesi che non ne potevano più, non ci sono andati tanto per il sottile. ;) Per me zitella (o zitellone, nella sua variante al maschile) è solo chi non sa amare, non chi è single, e ringrazio di essere nata in quest'epoca. 😉
      -13
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 3 mesi fa (29 Giugno 2019 22:36)

      Scusa Simone, quali sarebbero i "valori di oggi" che tu non condividi e che a tuo dire ti rendono non interessante per le donne? Per capire meglio eh. Poi comunque ti sei "tradito" con questa affermazione: "Con il processo di emancipazione della donna ed il diffondersi del femminismo si è profuso il concetto, che vedo anche in tante ragazze ancora single (zitelle) della mia età (38) o più che conosco, del volere e meritare sempre qualcosa di meglio, qualcosa di più." Cioè stai connotando il femminismo e l'emancipazione della donna in senso negativo, come tutti/e quelli/e che non hanno ben capito cosa sia, che evidentemente lo ritengono l'opposto del maschilismo (quello sì, una piaga millenaria). Femminismo, per dirla molto terra terra è uguali diritti e uguali doveri per le donne e per gli uomini. In una società in cui non vi siano discriminazioni di genere si vive MOLTO MEGLIO, questo sembra non volerlo capire nessuno. Condivido la domanda che ti ha fatto Ilaria, se tante zitelle (perché single non bastava, bisognava precisarlo ulteriormente fra parentesi?) sono così selettive dov'è il problema? Forse ti senti rifiutato dalle suddette zitelle? E chi se ne importa? D'altronde se non sei il loro tipo non sei il loro tipo, punto. Vale anche al contrario. Io ancora non riesco a fidarmi degli uomini e ho millemila pregiudizi che derivano da pessime esperienze passate. Ma tra smettere di cercare attivamente ed essere diffidenti e maldisposti verso l'altro/a esiste la via di mezzo, spero.
      -18
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 3 mesi fa (1 Luglio 2019 9:38)

      Ciao Atolla. Io sono uno di quegli incel, fortunatamente non misogino, che tanto ti fanno ridere e che tanto disprezzi. Non sono interessante perché non sono esteticamente attrante, non sono alla moda, super social ecc. ecc. Per il resto non mi va di scontrarmi, quindi non commento.
      23
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (1 Luglio 2019 10:23)

      Non avevo dubbi. Simone, sarei curiosa di sapere cosa ci ricavi a venire qui, su questo blog, lasciando commenti negativi e pieni di astio nei confronti del genere femminile. Pensi di ottenere qualcosa?
      -21
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 3 mesi fa (1 Luglio 2019 11:19)

      Io non capisco come tu possa dire che i miei commenti sono pieni di astio nei confronti del genere femminile. Io sono una persona tranquilla e mi esprimo in modo tranquillo. Se riuscite a percepire astio o intenzioni negative semplicemente da alcune frasi scritte, mi viene da pensare che ci sia qualcosa sotto. E la domanda sul perché io commenti gli articoli e se io pensi di "ottenere qualcosa" (LOL) fornisce qualche conferma. Probabilmente il concetto di confronto è qualcosa di sfuggente...
      33
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 3 mesi fa (1 Luglio 2019 12:00)

      Sì, Emilia, cerca attenzione. E la ottiene! Non importa di che tipo - purché la ottenga!
      -14
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 3 mesi fa (1 Luglio 2019 12:22)

      Simone: fai qualcosa per migliorare la tua situazione!!! Che noia!!! Secondo me, la marcia in più delle donne sta anche in questo, cioè nell’impegnarsi per evolvere, per essere delle persone migliori sotto tutti i punti di vista. Gli uomini non lo fanno o lo fanno molto meno e questo sta creando un grosso divario.
      -31
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 3 mesi fa (1 Luglio 2019 15:18)

      @Carlotta Credo di aver capito che la cosa principale da fare sia smettere di tentare il confronto con le donne che commentano questo blog.
      34
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 3 mesi fa (1 Luglio 2019 21:35)

      Prendi 2 persone, una delle quali ha deciso di salire su per una montagna, per arrivare in vetta; l’altra, invece, non si muove di un dito e non fa altro che lamentarsi, perché la vetta non scende a lui. Queste due persone, una alle pendici del monte, l’altra invece che piano piano, con costanza e tenacia, lo sta risalendo, secondo te, si possono confrontare/sentire?
      -35
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di Esse

      Esse 3 mesi fa (2 Luglio 2019 12:03)

      Simone, dici che le donne non considerano gli uomini gentili, rispettosi ed educati ma solo quelli stronzi, che le trattano male. Bene. Al rovescio della medaglia noi possiamo sostenere che gli uomini sono anche loro tutti uguali, che se non rientri in certi canoni non ti si filano, che sono egoisti, traditori, ecc. Così entriamo in un turbine lamentoso che ci annebbia dal conoscere persone autentiche e quindi relazioni di valore. Lasciando perdere il tipo di donna superficiale, esageratamente selettiva, debole di cui tu parli, cosa potresti fare tu, per venire incontro al sesso opposto e a un tipo di donna che stimi? Quali modi di agire e pensare pensi siano più attraenti ed appaganti sia per te che nei confronti delle donne? I contenuti dei tuoi messaggi sono banali, triti e ritriti e concentri il problema attorno alle donne dando colpe a destra e a manca senza mettere te stesso in discussione.
      -10
      Rispondi a Esse Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 3 mesi fa (1 Luglio 2019 23:25)

      Ciao Simone, io disprezzo gli incel che anziché migliorarsi e valorizzarsi come persone preferiscono perlappunto affibbiarsi etichette e rimanere arroccati nelle loro posizioni, nel migliore dei casi, perché nel peggiore compiono stragi come quello di Toronto l'anno scorso. Non credo che tu non sia interessante perché non esteticamente attraente, non alla moda, super social eccetera, ma perché da quel che scrivi si percepisce negatività, autocommiserazione e disfattismo, tutte cose che non favoriscono né le conoscenze né le frequentazioni né tantomeno i rapporti (e non mi riferisco solo a quelli con le donne), quindi prima butterai nel cesso questo pattume meglio sarà per te.
      -24
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (2 Luglio 2019 11:26)

      Non usiamo la parola "disprezzo" verso nessuno. Chi non merita la nostra stima va ignorato. Non facciamo parte attiva in un sentimento negativo. Il disprezzo è come l'odio, consuma chi lo prova. In più se ci sentiamo autorizzati a disprezzare qualcuno, autorizziamo gli altri al disprezzo. E' un consiglio, eh.
      -26
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 3 mesi fa (2 Luglio 2019 13:00)

      Sì, certamente sono d'accordo. Ho espresso il concetto parafrasando Simone, avrei dovuto specificarlo, pardon.
      -12
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 3 mesi fa (2 Luglio 2019 13:01)

      Cara Atolla, il modo in cui hai bollato il fenomento incel è già sufficiente a farmi capire con chi sto interloquendo. Mi complimento davvero per l'accozzaglia di luoghi comuni e per l'empatia. Ovviamente non si può pretendere ci si faccia carico dei problemi degli altri, ma chi se ne frega se ci sono persone che non hanno mai toccato un essere umano del sesso opposto, che non hanno mai ricevuto un abbraccio o un qualche apprezzamento. E' bene che spariscano senza disturbare o se ne stiano zitti. Se poi per caso, dopo qualche decina di anni di questa vita, qualcuno impazzisce e fa una strage, ehhh vedi, odiano le donne quei mostri. Ti posso assicurare che il 95% degli incel non odia nessuno. E che la maggior parte le ha provate tutte prima di "alzare bandiera bianca". Ma queste cose le può comprendere solo chi le ha vissute. Tu dici di percepire negatività e disfattismo; penso tu non possa nemmeno lontanamente immaginare cosa possa essere passare 38 anni senza uno straccio di relazione con l'altro sesso, figurati cercare di capire. E' più facile, senza sapere nulla di chi sono io e di cosa ho fatto nella vita, dire è colpa tua e vedi di rompere poco le scatole. Va benissimo, ognuno si tiene le sue idee. Ma non venirmi ad insegnare la vita.
      30
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (2 Luglio 2019 14:46)

      Simone, in primo luogo ti consiglierei di non definirti con alcuna etichetta, in generale. Occupati della tua situazione e lascia perdere altri. Il celibato involontario è il frutto della possibilità che le persone hanno di scegliere se e con chi accoppiarsi. Siccome una volta le donne dovevano sposarsi per mangiare, il numero di uomini in salute senza moglie probabilmente era inferiore a quello di oggi. Quindi nei gruppi che frequenti o nei quali ti identifichi girano anche (e sottolineo anche) idee sulle donne che non ti aiuteranno a risolvere, tutt’altro. Se io vivessi in un contesto diverso, forse avrei un partner. Ma se fossi stata sola con due figli cinquant’anni fa, sarei finita in qualche ospizio. O magari sarei stata sposata per forza in un matrimonio infelice per entrambi. Mi sembrano pensieri completamente oziosi, però.
      -11
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 3 mesi fa (2 Luglio 2019 21:16)

      Io penso che se si è in difficoltà è importante riconoscerlo e chiedere l’aiuto a dei professionisti. A questo mondo (fuorché ahimé alla morte), c'è soluzione a tutto.
      -9
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di Simone

      Simone 3 mesi fa (3 Luglio 2019 10:46)

      Ad Atolla ed a tutte consiglio la lettura di questo post: (omissis)
      16
      Rispondi a Simone Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (3 Luglio 2019 13:16)

      Ciao Simone, ti ringrazio sinceramente per la passione e la dedizione con le quali contribuisci a questo blog e dell'attenzione che ci concedi. Hai postato il link a un articolo di un blog che spiega le vere ragioni per cui gli incel odiano le donne. E lo fa con modalità e toni fortemente misogini. Sono certa che tu ti rendi conto che è inammissibile dichiarare di odiare qualcuno, sia esso un individuo, o faccia ella o egli parte di una categoria, qualunque categoria essa sia. Sono certa altresì che ti rendi conto, che spiegare addirittura le ragioni dell'"odio" è inaccettabile, inumano, contro natura. Ecco, dati questi presupposti per me importanti, io censuro quello che hai postato, ti chiedo con cortesia il favore di non intervenire più su questo blog, chiedo la cortesia ad altri di non continuare per nessuna via e nessun modo questa discussione. Chiunque - specifico: chiunque - si permetterà di continuare sarà bannato dal blog, dalla mia mailing list e le/gli sarà impedito di avere accesso alle mie consulenze, sia quelle a pagamento, sia quelle gratuite da qui all'eternità. Consiglio a tutti, caldamente e in pieno possesso delle mie facoltà emotive e intellettuali di dedicarvi con tutti voi stessi (tutte voi stesse) ad amare voi stesse/stessi (scusate la ridondanza) e la vita. Odiare gli altri è una perdita di tempo e di energia. Certa della comprensione e della benevolenza di tutti voi, di quella di Simone in primis, vi saluto con cordialità e affetto.
      -51
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  10. Avatar di Diana

    Diana 2 mesi fa (13 Luglio 2019 17:19)

    Questo articolo mi ha incuriosita e sinceramente anche un un po' turbata. L'ho fatto leggere a mio marito che ha commentato così: "Non so cosa pensino gli altri uomini, ma io con una donna con pensa sul serio le cose scritte qui non farei neanche una scopata occasionale, figurarsi una relazione impegnativa". E obiettivamente non posso dargli torto. Chi mai vorrebbe stare accanto ad una persona che cova simili sentimenti di rancore, magari giustificati da esperienze pregresse ma che non ha senso generalizzare in questo modo? Non che gli stronzi e i lavativi non esistano, anzi, ma la maggior parte di loro si comporta così perché non percepisce più alcun segno di reciprocità. Giustamente dite che una relazione seria è come un investimento e che comporta rischi e responsabilità, ma prima di investire un imprenditore deve valutare se ci sono sufficienti garanzie e prospettive di ritorno monetario; altrimenti diventa gioco d'azzardo e si rischia di perdere tempo, energie psicologiche e spesso anche risorse economiche senza ottenere nulla in cambio. L'uomo non è motivato ad impegnarsi nella relazione perché questa, a fronte di oneri e responsabilità, non gli offre più alcuna garanzia di stabilità nella soddisfazione dei suoi bisogni, anzi lo espone al rischio di rotture di scatole aggiuntive, di abbandono improvviso e di ricatto, se non di vere e proprie truffe. E badate, soddisfare i bisogni di un uomo è veramente molto semplice: basta curare il proprio corpo e lavorare sulle proprie qualità femminili, concedergli quel calore umano e quel contatto emotivo che lo rafforzano nella vita di ogni giorno, rispettarlo ed essere fedeli e sincere con lui. Io sono felicemente sposata da 10 anni e posso solo dire che mi faccio infinite risate sui messaggi delle gatte morte che vorrebbero flirtare con mio marito e che lui manda sistematicamente a quel paese. Perché? Perché a casa sa di trovare una donna che lo accoglie sempre con baci ed abbracci, che a letto non gli si è mai negata neanche una volta e che non ha mai fatto finta di avere mal di testa per sottrarsi ai suoi doveri (e piaceri) coniugali, che dopo il matrimonio è dimagrita anziché ingrassare come le altre e che si è sempre impegnata ad essere per lui una compagnia gradevole e non una fonte di ulteriore stress. Se lavorate sul vostro corpo e sulla vostra personalità, non avrete problemi a trovare e ad attirare verso di voi l'uomo giusto con cui avviare una relazione basata sulla fiducia reciproca. Ma soprattutto vi consiglio di scrollarvi di dosso la frustrazione e il rancore che vi rendono umanamente sgradevoli agli occhi di qualsiasi potenziale partner maschile.
    54
    Rispondi a Diana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (13 Luglio 2019 18:01)

      Mi devo fare una ragione che un marito di tanta moglie non si farebbe una scopata con me. Ecco. Sono io che sono turbata di non poter avere le attenzioni di cotanto uomo, che, insieme alla sua consorte, esce dal medioevo... Mi spiace, perché invece io fremo dal desiderio di un incontro sessuale e soprattutto intellettuale con tanto spessore di uomo. Così va il mondo. Non si può avere tutto dalla vita.
      -39
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 mesi fa (13 Luglio 2019 18:23)

      Non sapevo che i matrimoni con le bambole gonfiabili fossero stati legalizzati. Splendida notizia! 😁
      -46
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 2 mesi fa (13 Luglio 2019 18:26)

      Ma infatti, Ilaria, fattene decisamente una ragione :D
      0
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di M&M

      M&M 2 mesi fa (13 Luglio 2019 18:32)

      Penso che la vostra visione (tua e di tuo marito) sia molto parziale. Forse non sapete nulla di quello che succede nel mondo. Nel mondo varcata la soglia di casa e nel mondo là fuori in generale. Buon per voi, da un certo punto di vista. Peraltro mi viene da dirti che prima di commentare dovreste avere l'umiltà di capire che non tutti sono brave persone, magari come te e tuo marito, e che gli stronzi/e esistono eccome, e chi ci incappa non é peggio di voi, o gli è rimasto del livore da cospargere su tutti. Del tuo intervento davvero me ne faccio poco. Mi dici di farmi figa e di accontentare il marito nei suoi bisogni, e tutto filerà liscio. Si, grazie ma, a parte che ciò mi sembra riduttivo e assai retrogado, non trovo neanche un'oncia di TE nel discorso.
      -18
      Rispondi a M&M Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (13 Luglio 2019 19:33)

      Muoro
      -1
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (13 Luglio 2019 20:15)

      :D :D :D Ma sì, dài, un Fracchia qualunque che ha deciso unilateralmente che non mi vuole scopare... E io che mi rifaccio ancora a Brad Pitt, capito?
      -29
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (13 Luglio 2019 20:35)

      Noi scherziamo e ridiamo, e questo puzza di fake a 30 km, ma di donne -anche giovani, colte e realizzate- completamente subordinate , e che parlano degli uomini come se fossero qualcosa barboncini da salotto, ne vedo sempre di più.
      -2
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (13 Luglio 2019 20:57)

      AnnaV, EmanuelaT. io a naso penso che sia autentico. Devo dire che autentico o no, poco cambia. Vero è che c'è un mondo anche di donne, anche di giovani, che ragiona così. Per il resto, tutte le osservazioni che avete fatto sono corrette, nulla da aggiungere. Sottolineo che l'ho pubblicato in primis perché non è particolarmente insultante nei toni, anche se il contenuto è orrorifico e molto offensivo nei miei confronti oltre che delle donne in generale, ma soprattutto per mostrare che tipo di ragionamenti molte persone fanno. Cioè il dire: "un uomo dice che non ti scoperebbe mai" è una tecnica vecchia come il mondo per mettere le donne in posizione subordinata. Ebbene, ogni volta che qualcuno vi tratta così - vi dice: "dovresti essere più libera", "sei troppo suora", "devi farti meno problemi", "hai un brutto carattere, nessuno ti prende" etc. - mettetevi nella posizione in cui mi sono messa io, che è una posizione in cui sono spessissimo e che anche l'età, l'esperienza e l'autoconsapevolezza mi hanno aiutato a raggiungere: ma che vuoi coglione? Chi cavolo sei? Da dove vieni? Ti rendi conto che io nemmeno ti vedo? Vergognati, verme, di spiegare il mondo a me, ché io nemmeno ti vedo. O, meglio ancora: ma ti rendi conto che sei ridicolo, che cadi in una comicità involontaria e penosa? Stai attento, perché fai davvero pessime figure...
      -37
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (14 Luglio 2019 11:49)

      @Ilaria non so mi suona tanto mansplaining, molto paternalista. Ora ti spiego come sono le vere donne, cioè quelle scopabili, come dicono questi. La chiusa poi mi ricorda un tale che girava qui con la storia della fiducia reciproca. Argomento a cui sono molto sensibile, la parola magica che fa scattare il mio sistema di allerta e fuga
      -19
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (14 Luglio 2019 12:07)

      Ma sì, minchiaspiegamento. Ma che mi minchiaspieghino quel che vogliono.
      -43
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (14 Luglio 2019 12:12)

      ri-muoro!
      0
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (14 Luglio 2019 12:24)

      Raga, a Milano sta tornando il caldo. Facciamo le brave, dài.
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 mesi fa (14 Luglio 2019 13:00)

      Coraggio, Ilaria! 😉 Buona domenica e un saluto dal mio mare che non rivedevo da mesi! 😘
      0
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 2 mesi fa (13 Luglio 2019 22:31)

      Grande Ilaria, Un Fracchia qualunque😃. Si può farne sicuramente a meno.
      -7
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 mesi fa (14 Luglio 2019 9:54)

      Ma come, Emanuele? Non vuoi prendere esempio da cotanto splendido ed ammirevole modello di masculo alfa... e analfabeta? 😜
      -19
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Mononoke

      Mononoke 2 mesi fa (13 Luglio 2019 19:57)

      Ovviamente prima di decidere cosa pensare dell'articolo e di lanciarsi nel commento ha dovuto prima farlo leggere al marito.
      -23
      Rispondi a Mononoke Commenta l’articolo

    • Avatar di Diana

      Diana 2 mesi fa (13 Luglio 2019 23:48)

      L'ho fatto leggere a mio marito perché non lo vedo come un avversario con cui entrare in competizione solo perché maschio come un compagno di vita e di dialogo intellettuale, e perché credo che se noi donne non ascoltiamo anche le voci maschili e parliamo soltanto fra noi si rischia di essere unilaterali, di perdere l'empatia e la disposizione al confronto. Questo ovviamente vale anche a parti invertite.
      43
      Rispondi a Diana Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 mesi fa (13 Luglio 2019 20:03)

      @Ilaria, io non ho minimamente le tue competenze, però nella mia esperienza di vita ho conosciuto diverse volte una categoria di brutte persone per me facilmente riconoscibili, ossia quelle che per avvalorare teorie strampalate che sanno essere davvero arduo da far accettare, dicono che lo ha detto qualcun altro, ossia marito, fratello o maschio vario. È un cliché già visto troppe volte, sono persone che nessuno ascolta, per primo il marito di cui si riempiono la bocca per fingere e autoingannarsi di vivere un’altra vita, ossia quella in cui non sono per tutti delle rompiconiglioni. Del resto cosa c’è di sano nel sentire il bisogno di cercare questo sito e intervenire a sproposito per dire quanto sia salvifico condurre una vita da geisha mantenuta senza personalità. Delle due l’una, o questo marito fantomatico non ha mai aperto bocca, preso com’è dal ruttare liberamente sul divano mentre lei gli massaggia i piedi, o lei è uno dei tanti lui sfigati che fingono di essere donna per portare acqua al mulino degli incell.
      -24
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 mesi fa (13 Luglio 2019 21:38)

      Anch'io ho annusato puzza di Incel in effetti... Ne sentivo un po' la mancanza, ma adesso sto già meglio.
      -22
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (13 Luglio 2019 21:22)

      Ma ci rendiamo conto che questo commento aveva prima +16 e ora -1? Ma ci rendiamo conto che ci sono persone che non hanno di meglio da fare nella loro vita che fare ronde virtuali per mettere in piedi miserevoli shit storm? Scaricatevi Netflix, il primo mese è gratis.
      0
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 mesi fa (14 Luglio 2019 10:55)

      Francesca f, i downvote sono medaglia da appuntare al petto perché indicano il grado di rodimento di culo di chi non sa respingere l’ovvio :)
      -5
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (14 Luglio 2019 12:00)

      Ma che linguaggio, signora mia!!!
      1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (14 Luglio 2019 12:45)

      Appunto. Ti rode il chiulo e non vai a berti una birretta fresca in terrazzo facendo giocare il gatto o non metti la tua musica preferita a palla facendoti una maschera al cetriolo. No, vieni - regolarmente e sistematicamente - su un blog con contenuti che non condividi ed "esprimi" costantemente il tuo rodimento. Questa gente non ha capito che la vita è una sola e la smetto qua perché non voglio mettermi a perdere tempo anche io :-D...lasciamoglielo, il loro piccolo orgasmo nel pigiare il meno. In fondo, potrebbero avere solo quello.
      -6
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 mesi fa (13 Luglio 2019 18:39)

      Beh, che dire?! Le gatte morte forse sono meno morte di quanto tu creda e le scopate occasionali meno occasionali di quanto pensi. Evviva i matrimoni da favola e gli uomini che non devono chiedere mai! Ma, soprattutto, evviva le donne servizievoli ed impeccabili!
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (13 Luglio 2019 19:56)

      Che dimagriscono.
      -5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 mesi fa (13 Luglio 2019 20:01)

      :D :D :D
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (13 Luglio 2019 20:30)

      E speriamo che almeno lui sia ricco, e valga le lasagne non mangiate
      -27
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Daniela

      Daniela 2 mesi fa (13 Luglio 2019 18:43)

      @Diana con cotanta vita di coppia non getti queste perle di offese e si dedichi con soddisfazione alla sua vita, noi lettrici del blog abbiamo altre aspettative.
      -12
      Rispondi a Daniela Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 2 mesi fa (13 Luglio 2019 21:37)

      Grazie di aver pubblicato il commento Ilaria. Dall alto della montagnetta delle persone che si considerano realizzate e normali nella loro tranquilla vita di coppia partono dei giudizi affrettati di cui mi risuona in testa solo: scambio, convenienza, rischio economico, dedizione, acidume e livore. Non ho le capacità di Ilaria ma mi sono chiesta come si riesca a travisare uno o più articoli che da sempre puntano a proteggere le donne e gli uomini, a far aprire gli occhi a chi sofferente non percepisce il male che serpeggia, a spronare alla propria realizzazione di sé. In compenso ho capito benissimo perché mi trovo quotidianamente ad affrontare dei muri più o meno alti nelle relazioni se le convinzioni sono queste.
      -13
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (13 Luglio 2019 21:29)

      Ma soprattutto vogliamo parlare di questi sbrodolanti sapere e morale che così, per puro caso, si ritrovano sul tuo blog? Che mentre stavano cercando su gugol la nuova ricetta da fare al maritino l’imminente domenica, sempre così, sempre per puro caso, si ritrovano sotto l’articolo sugli uomini che non vogliono impegnarsi? “Pierino, hai mangiato tu tutta la torta alla panna?” “Gno, babba, gnon fono ftato io”, rispose Pierino con la bocca piena e intonacata di bianco.
      -15
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (14 Luglio 2019 11:24)

      Magari ci sono anche sentinelle donne. Considera che il web viene setacciato da questi gruppi (non solo Incel), come mostrano i meno a pioggia, o come potete vedere su Twitter e Facebook. I commenti in difesa di abusanti, misogini e pedofili arrivano puntuali, appena pubblichi qualcosa. Se usi hashtag #metoo arrivano a stormi. Nella storia della professoressa rimasta incinta dello studente, mi toccò sentire “aveva 14 anni, non 13”, e anche “e allora Macron?”. Per spiegare: purtroppo in Italia dai 14 anni cambia la fattispecie di reato, e molti usano questa cosa per confondere le idee. Ma ai tempi dei fatti lo studente non ne aveva compiuti 14. E i genitori di Macron segnalarono eccome la situazione, e gli cambiarono città e scuola (lui la cercò di nuovo arrivato alla maggior età). Molto triste e angosciante, questo fenomeno. Ma non scoraggiamoci, il fatto che siano molto attivi/e non significa che siano tanti/e, significa solo che sono organizzati/e. È parte integrante di un certo tipo di propaganda politica: in altri paesi se ne discute più apertamente, qui no perché poche persone sono in grado di identificare un discorso sessista e vederne la pericolosità :) Qui il sessismo fa parte della normalità quotidiana, consiglio il docufilm “Dicktatorship. Fallo e basta!” (io l’ho visto su laF, ma gira nei festival e nei cinema).
      -19
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 2 mesi fa (14 Luglio 2019 12:33)

      Sì, non penso siano solo uomini, anzi. Ci sono donne che bramano di stare nella gabbia del patriarcato (e del parternalismo). In un bel video Silvano Agosti diceva: "non mettete i fiorellini sulla finestrella della vostra cella perché se la porta dovesse aprirsi voi finirete per non volere più uscire"...
      -23
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 2 mesi fa (14 Luglio 2019 19:11)

      È la tua volgarità che è sgradevole Diana: l’incipit di questo messaggio è di una bassezza terrificante. Trasudi paura di essere abbandonata. Io non credo poi che si possano ricevere addirittura n. messaggi di donne che vogliono flirtare senza che gli sia dato precedentemente corda. Sei sicura che tuo marito non sia di là a messaggiare, anziché a scrivere questo fantomatico libro?
      -12
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di A

      A 2 mesi fa (14 Luglio 2019 19:28)

      Dio che pena!!!! Sei la mia ex suocera che scrive?? O la sua nuova moglie?? Come ero felice con un bamboccione la cui unica volontà era di avere una moglie che fosse il clone della madre, una figura che accudisse lui e la casa nell'ordine perfetto, tanto che non si sc@pava nemmeno, per non sgualcire il letto già fatto. Che gioia stare a casa da sola ad aspettare che tornasse dal lavoro, dopo aver imparato a memoria i prezzi dei detersivi del supermercato, e parlare di quelli, oppure del parrucchiere che mi aveva fatto un boccola di meno. O sentirmi dire che dovevo dimagrire, farmi più bionda, scegliere altri abiti e scarpe, ciucciarmi tutti i suoi parenti. Che bei ricordi. Per fortuna lui si è consolato con una identica nelle idee alla nostra commentatrice, sebbene di livello...professionale. Mentre io ho capito che su di lui mi ero profondamente illusa e soprattutto, dopo due anni, ho scoperto che fortunatamente al mondo non ci sono solo grandi imbecilli. Buona fortuna ai diversamente pensanti.
      -14
      Rispondi a A Commenta l’articolo

  11. Avatar di Diana

    Diana 2 mesi fa (14 Luglio 2019 0:42)

    Avete commentato in tante, non riesco a rispondere a tutte singolarmente e certe reazioni un po' mi scoraggiano, ma voglio precisare che non intendevo offendere nessuna né imporre un modello, ma semplicemente far conoscere una prospettiva diversa. Perché qui vedo tante donne prigioniere di convinzioni che le rendono più sole e infelici. Da parte mia non mi offendo anche se alcune mi hanno paragonato a una bombola gonfiabile o a una geisha, più che altro resto stupita: da quando in qua rendere felice la persona che amo (e che, beninteso, fa lo stesso nei miei confronti), venire incontro alle sue esigenze e sostenerla nei momenti di difficoltà è diventato qualcosa di degradante o un segno di sottomissione? Per me è semplicemente l'amore, e auguro a tutte voi di sperimentarlo. I concetti di investimento, scambio e altri li ho ripresi dal vostro articolo e li ho usati solo per farvi notare una cosa: che tutti, donne e uomini, siamo propensi a ragionare in questi termini "economici" quando i nostri bisogni essenziali non sono coperti, e quindi cerchiamo di rimediare all'insoddisfazione evitando ulteriori perdite; è normale che un affamato pensi prima a mettere qualcosa sotto i denti che non, che ne so, a comprarsi un libro o a iscriversi in palestra. Poi certo ci sono gli stronzi che continuano ad essere tali anche da sazi, ma vi assicuro che per la maggioranza degli uomini non si tratta di cattiveria gratuita ma solo di una reazione suggerita dall'istinto di sopravvivenza. L'unico modo di uscire dalla logica dello scambio è garantire stabilità e soddisfazione costante al partner, in modo da avere una base per sviluppare la relazione verso mete più alte e raffinate. E questo è possibile solo compiendo una scelta reciproca che di questi tempi richiede grande coraggio e circospezione: donarsi l'uno all'altra, assumersi dei doveri reciproci che diventano anche piaceri e sostenersi nei momenti di difficoltà. Ad esempio mio marito adesso fa il professore di filosofia, ma per un po' di anni è stato senza cattedra e ha dovuto cavarsela come poteva, e tuttavia non gli ho mai fatto pesare quella situazione e anzi gli sono stata sempre vicina, perché lui farebbe la stessa cosa con me e l'ha più volte dimostrato. E non crediate che parli solo alla luce della mia esperienza personale: di uomini disposti a prendersi cura di una donna e perfino a mantenerla ce ne sono tantissimi in giro; aprite loro il vostro cuore e faranno altrettanto, perché le altre persone sono fondamentalmente ciò che noi le facciamo diventare, ben pochi scelgono il male di propria spontanea volontà. :) ;)
    33
    Rispondi a Diana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (14 Luglio 2019 12:18)

      Va bene, ok. Abbiamo capito che l'intervento era sincero e autentico. Abbiamo capito che il giudizio del Giudice Supremo Signor Marito che non mi scoperebbe (con mio estremo disappunto) non era un'offesa, perché la finezza intellettuale dei due non sa nemmeno riconoscere le offese, bene. Ora siamo alla spiegazione dell'acqua calda: se scaldi l'acqua diventa calda, non ci sono più le stagioni di una volta e se trovi un bravo ragazzo che ti vuol bene, ti vuol bene. La pioggia è bagnata, la neve è bianca. Tutte considerazioni che fanno intuire di nuovo lo spessore intellettuale del soggetto e lo sguardo oggettivo con il quale vengono osservati gli altri. Del tipo, lasciatevelo spiegare: "Il fuoco scotta, l'acqua bagna, il sale è salato, il peperoncino è piccante." Originalità di pensiero. Non ci si interroga sul fatto che qui, per una serie di ragioni infinite, convergono una serie di lettrici e di lettori che hanno superato brillantemente la licenza elementare e che si interrogano con un dubbi e curiosità sulla complessità della vita. No, no. Un po' come se io entrassi in un congresso di Astrofisica Nucleare e spiegassi che la terra è rotonda. "Cari professori, osservo dagli atti del congresso che avete omesso un'informazione base, la terra è rotonda. Francamente da voi questa svista non me l'aspettavo. E invece, che ne dite, parliamo della legge di gravità? Lo sapete che ne ho letto proprio ieri sul sussidiario di mio figlio. Anche lui, che ha solo 8 anni, si è accorto che se lancia il pallone giù dalla finestra cade in strada. Come potete proprio voi ignorare questo fatto?" Sorvoliamo poi sul fatto che si parla di non opporsi all'altro sesso (ma chi lo fa, a parte lei?) e che si fa leggere al Signor Marito il mio articolo per cercare il confronto. A voi spiego l'acqua calda, a me mi stordisco di menzogne per sopportare un'esistenza che mi sta stretta e che donne più libere di me mi fanno sentire ancora più stretta...
      -25
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 mesi fa (14 Luglio 2019 12:39)

      Ilaria, troppa finezza per gente simile! Comunque mi preoccupo seriamente: se la signora e il marito sprecano tempo a leggere, scrivere e mettere meno a tutti i commenti, dove lo trovano il tempo di stare insieme? 😂 Buona domenica e un abbraccio!
      -9
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (14 Luglio 2019 14:01)

      Bam! Mentre scrivo leggo -23! Hanno esagerato: si fanno notare, con 23 meno in meno di due ore (senza contare i più che avrai ricevuto). Posso dire che mi diverto un sacco?
      0
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (14 Luglio 2019 14:07)

      Hato dunque sono. Arigato! E poi una citazione: Le beatitudini: il segreto della felicità Matteo 5,1-12a In quel tempo, vedendo le folle, Gesù salì sul monte: si pose a sedere e si avvicinarono a lui i suoi discepoli. Si mise a parlare e insegnava loro dicendo: «Beati i poveri in spirito, perché di essi è il regno dei cieli. Beati quelli che sono nel pianto, perché saranno consolati. Beati i miti, perché avranno in eredità la terra. Beati quelli che hanno fame e sete della giustizia, perché saranno saziati. Beati i misericordiosi, perché troveranno misericordia. Beati i puri di cuore, perché vedranno Dio. Beati gli operatori di pace, perché saranno chiamati figli di Dio. Beati i perseguitati per la giustizia, perché di essi è il regno dei cieli. Beati voi quando vi insulteranno, vi perseguiteranno e, mentendo, diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia. Rallegratevi ed esultate, perché grande è la vostra ricompensa nei cieli».
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 mesi fa (14 Luglio 2019 12:34)

      Le persone sono "come le facciamo diventare noi" solo in un mondo governato da manipolazione e mistificazione: scusi tanto se non a tutti piace un mondo del genere. Comunque non perda tempo a cercare di convincerci di essere delle povere frustrate ed infelici, altrimenti suo marito potrebbe sentirsi trascurato e mai vorremmo esser causa indiretta di una crisi coniugale.
      -15
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Diana

      Diana 2 mesi fa (14 Luglio 2019 17:23)

      Perché parla di manipolazione? Gli esseri umani non vivono sotto una campana di vetro ed è inevitabile che si influenzino a vicenda. Tutto dipende dal tipo di influenza che si esercita e che si riceve. E personalmente credo che influenzare un'altra persona, specie la persona che amiamo, per farla diventare migliore sia una cosa bellissima che giova ad entrambi. Quanto alla sua cortese preoccupazione, la ringrazio del pensiero, ma davvero non è il caso: mio marito sta lavorando al suo nuovo libro e può trovare ispirazione in me ogni qualvolta lo desideri. ;) :)
      28
      Rispondi a Diana Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (14 Luglio 2019 17:34)

      Lei non ci crederà, Diana, ma anch'io sto trovando ispirazione in lei, più di quanto lei immagini.
      -32
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 mesi fa (14 Luglio 2019 17:40)

      Ahahahaha 😂
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (14 Luglio 2019 19:40)

      @Ilaria tutto il repertorio della comunicazione manipolativa. Esemplare.
      -6
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 mesi fa (14 Luglio 2019 17:47)

      Ho capito: siccome suo marito non deve essere disturbato durante la scrittura, lei passa il tempo sul blog di Ilaria. Tempo ben speso! ;)
      -20
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 2 mesi fa (14 Luglio 2019 19:41)

      Buona sera Diana, Quando lei parla di influenzare una persona per renderla migliore, lo fa rispetto a cosa ? Qual è il riferimento ?
      -9
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (14 Luglio 2019 22:51)

      Geniale Emanuele :D :D :D!
      -6
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 mesi fa (14 Luglio 2019 16:21)

      Mmm... Ce ne sarebbero tante di obiezioni da fare, ma onestamente preferisco occupare il mio tempo in cose più importanti. Un pensiero però lo esprimo: "assumersi dei doveri reciproci che diventano anche piaceri" è un'affermazione che mi fa riflettere sull'assenza di consapevolezza e mi suscita ribrezzo. Il mito del matrimonio basato sugli oneri resiste e fa più vittime di quanto si è soliti pensare.
      -20
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 2 mesi fa (14 Luglio 2019 16:47)

      L ulteriore commento mi lascia di nuovo perplessa, mi spiace. La frase sul le persone sono ciò che le facciamo diventare (che a me fa sobbalzare) potrei vederla come un ottieni ciò che dai. Fermo restando che le mie esperienze di vita mi hanno mostrato ben altro e che comunque no, non hanno fatto di me un mostro in cerca di vendetta... ma più accorta a chi dare soldi tempo e cuore, auspico a chi entra nel vissuto di dolore, a volte anche di violenza, difficoltà di diverso tipo, di bussare e camminare in punta di piedi. Non chiedo empatia ma no faciloneria. Detto ciò buona vita.
      -21
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (14 Luglio 2019 16:53)

      Tizio si comporta con Caio in un certo modo e lo fa diventare in un certo modo. Sempronio si comporta con Caio in un cert'altro modo e lo fa diventare in un cert'altro modo. Pinco si comporta con Caio in un terz'altro modo e lo fa diventare in un terz'altro modo. Caio chi è? Che fa? che ne è della sua vita? Chi si mette a far diventare Caio come e chi? (la soluzione all'ultima pagina).
      -18
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 mesi fa (14 Luglio 2019 17:13)

      Caio e' un omino di plastilina. 😁
      -15
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (14 Luglio 2019 17:15)

      Come la Barbie: la Barbie ballerina, la Barbie chef, la Barbie marinaretta, la Barbie giardiniera... Vi ricordate il film Zelig di Woody Allen?
      -16
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 mesi fa (14 Luglio 2019 17:43)

      Ottimo film da vedere o rivedere! 😉
      -5
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (14 Luglio 2019 22:49)

      Playmobil, ve lo ricoordate?
      -3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di cristiana

      cristiana 2 mesi fa (14 Luglio 2019 17:19)

      sei stupenda....piu' di Ilary...
      -2
      Rispondi a cristiana Commenta l’articolo

    • Avatar di Diana

      Diana 2 mesi fa (14 Luglio 2019 17:46)

      Brava: è un regresso all'infinito, ognuno si sente come un anello della catena che viene mosso dall'anello precedente e non ha alcun controllo sul proprio destino, e finché si mantiene questo atteggiamento esiste davvero il rischio che la catena si prolunghi all'infinito. Per sottrarci a questa trappola dobbiamo compiere un grande gesto di libertà, spezzando la catena e cominciando ad agire gratuitamente in senso contrario, senza avanzare pretese nei confronti dell'altro (in questo caso l'uomo) ma anzi aiutandolo a liberarsi a sua volta. Se non ci muoviamo noi donne, neanche gli uomini lo faranno, al massimo scapperanno altrove come hanno fatto alcuni miei vecchi amici. Chiudersi in se stesse e conformarsi nuovamente alla logica dello scambio, che si riflette anche nel principio di scarsità, è invece il modo migliore per alimentare il circolo vizioso dei pregiudizi e la "guerra" tra i sessi.
      25
      Rispondi a Diana Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 mesi fa (14 Luglio 2019 18:08)

      Con scappellamento a destra o sinistra?
      -29
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 2 mesi fa (14 Luglio 2019 19:54)

      Signora Diana, quindi secondo il suo ragionamento la donna che è stata uccisa dall’ex marito mentre era al karaoke ( suo marito le avrà riferito la notizia, spero ) se si fosse mossa diversamente avrebbe reso il suo uomo più felice e ora sarebbe viva e vegeta? Ci tengo molto alla risposta, non è una semplice provocazione .
      -22
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Diana

      Diana 2 mesi fa (14 Luglio 2019 17:14)

      Io penso invece che i doveri e gli impegni reciproci siano la base di una relazione duratura e della fiducia nei confronti del partner. Molte coppie oggi falliscono perché si basano unicamente sul piacere immediato e non vanno oltre la fase dell'innamoramento iniziale, molto simile all'infatuazione, dopo la quale è facile che subentri la noia della vita quotidiana, che emergano difetti prima non notati, che oltre ai piaceri arrivino anche le difficoltà e gli ostacoli da superare. E chi ha una visione adolescenziale dell'amore in effetti ha tutte le ragioni per fermarsi qui, per rompere i legami ed eventualmente cercare nuovi oggetti del desiderio; è una libera scelta legittima, per carità, ma sappiate che così non si costruisce nulla di duraturo. Secondo me il vero amore non finisce quando si esauriscono le prime tempeste ormonali, ma si rinnova ogni giorno attraverso il dovere e la lealtà verso la persona amata, attraverso uno sforzo che istantaneamente si trasforma in un piacere per noi e per l'altro, e che fa durare l'amore negli anni e nei decenni.
      26
      Rispondi a Diana Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 2 mesi fa (14 Luglio 2019 17:42)

      Adesso siamo passati alla scoperta dell'acqua tiepida.
      -31
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 2 mesi fa (14 Luglio 2019 20:47)

      Mi sfugge il perché una donna sedicente felicemente sposata e tanto innamorata del marito trascorra (dovrei dire meglio "perda") il suo tempo a commentare un post sugli uomini che non vogliono impegnarsi sentimentalmente. E' come se io intervenissi su un blog in cui si parla di come affrontare l'ansia da esami universitari, considerando che sono laureata da un pezzo. niente potrebbe essermi emotivamente più distante (e di minor interesse). Volevo anche citare l'argomentazione espressa dal signor marito insegnante e intellettuale "con una donna che pensa sul serio le cose scritte qui non farei neanche una scopata occasionale". Si toccano vette di eleganza altissime, complimenti. Stavo per commentare con quel famoso modo di dire romanesco ma poi ci ho ripensato e dico: "e quindi?"
      -16
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Ally

      Ally 2 mesi fa (14 Luglio 2019 21:31)

      Consiglio di leggerlo per bene il blog di Ilaria. Leggerlo con occhi e mente per favore. Poi commentare.
      -12
      Rispondi a Ally Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuele

      Emanuele 2 mesi fa (14 Luglio 2019 22:54)

      Ciao Ally, Di fatti mi viene da pensare che il Blog venga letto in modo superficiale. Gli argomenti sono molto eterogenei e interessanti sia per uomini che per donne. O per lo meno per le persone che vogliono alzare l'asticella.
      -7
      Rispondi a Emanuele Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 2 mesi fa (15 Luglio 2019 9:42)

      La seconda che hai detto.
      -8
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 2 mesi fa (14 Luglio 2019 18:12)

      Mia cara signora, quello che mi sfugge completamente, in tutta questa filosofia, è il nesso fra il post e il primo commento. Sono in grado di leggere i sofismi successivi, ma sarei davvero curiosa di capire come siamo arrivate dall’impegno al farsi scopare e ritorno.
      -16
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 2 mesi fa (15 Luglio 2019 8:38)

      Pure lo sforzo che diventa piacere... Ma si parla di amore o di stitichezza? ... E con questo finisco di commentare i suoi pistolotti perche' ho di meglio da fare che nutrire di attenzioni il suo ego e quello del marito, che poi e' la stessa cosa.
      -22
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di ale

      ale 2 mesi fa (14 Luglio 2019 18:35)

      Buongiorno Diana, in realtà sbaglia. Per uscire dalla logica dello scambio è sufficiente diventare persone, donne o uomini, in grado di soddisfare le proprie esigenze, emotive, psicologiche e - magari prima - economiche, senza bisogno di farsele soddisfare da qualcun altro e soprattutto prima di farsi piacere il "dovere" (!!!!). L'impegno, in quella che è una coppia - secondo me - felice, non nasce come esito di un do ut des, quanto dal desiderio reciproco di creare le condizioni per condivisione, connessione e progetti che siano sempre più arricchenti. Questo desiderio può nascere soltanto in persone abbastanza solide da bastarsi, adulti. Inoltre, lei sa che ci sono persone (uomini/donne) in grado di amare anche persone (donne/uomini) che ogni tanto non si concedono, sono stanche, stressate, fuori forma? Persone a cui non capita di ricevere tanti messaggi da gatti/e vivi/e o morti/e (da deridere? (!!!!!)) perché sanno mettere i confini giusti quando è il caso? C'è un universo là fuori che la attende: trovi il coraggio di andare alla scoperta!
      -14
      Rispondi a ale Commenta l’articolo

    • Avatar di Clémentine

      Clémentine 2 mesi fa (14 Luglio 2019 23:03)

      Meraviglioso commento, ale, sottoscrivo ogni parola.
      -3
      Rispondi a Clémentine Commenta l’articolo

    • Avatar di Esse

      Esse 2 mesi fa (15 Luglio 2019 10:21)

      Bellissimo commento, ale!
      -2
      Rispondi a Esse Commenta l’articolo

  12. Avatar di Doris

    Doris 3 mesi fa (23 Giugno 2019 7:36)

    Buongiorno Ilaria, molti spunti interessanti, come sempre, nell'articolo. Uno in particolare mi colpisce: "Se la media delle donne è terrorizzata dall’idea e dalla possibilità di rimanere sola e la vede come reale e terrificante, la media degli uomini ha la certezza che quando dovesse decidere, voilà, una relazione e una donna se la trova. Pensa che differenza di prospettiva. Pensa se le donne cambiassero prospettiva." Mi piacerebbe approfondire il tema di questo cambio di prospettiva per le donne. Perché noto intorno a me (anche in questo blog, a volte) l'affannarsi di ragazze e donne di ogni età e condizione, allo scopo di piacere, sedurre, affascinante, rendersi appetibili, disponibili, afferrabili. Per contro vedo la schiera di quelle che ormai non ci provano più, ma non per aver deciso di investire su se stesse un centesimo delle energie che finora hanno riservato agli uomini, bensì per amarezza, delusione, rinuncia a vivere con gioia, curiosità e voglia di giocare, la loro condizione di single. Insomma: come cambiare veramente questa prospettiva dentro noi stesse e come andare oltre questa paura ed il suo velenoso retrogusto? Grazie e buona domenica.
    -6
    Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (23 Giugno 2019 17:34)

      Ciao Doris, in effetti la tua osservazione è interessante. Parli di donne che comunque, hanno fatto dell'avere accanto un uomo l'obiettivo principale della vita e o lottano per raggiungerlo o vivono nella tristezza che dà loro l'idea di non poterlo raggiungere. Con tutto quello che di bello la vita offre...
      -14
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 3 mesi fa (23 Giugno 2019 21:48)

      [...]noto intorno a me (anche in questo blog, a volte) l'affannarsi di ragazze e donne di ogni età e condizione, allo scopo di piacere, sedurre, affascinante, rendersi appetibili, disponibili, afferrabili.[...] E' una cosa che ho notato anch'io quando abitavo in Italia. MAI, ripeto MAI c'è stata una volta che si organizzasse di uscire fra donne (single) semplicemente per distrarsi, passare una serata simpatica in compagnia di amiche/colleghe/coinquiline, no!, il malcelato scopo era sempre quello di "conoscere qualcuno", ossia uomini con cui far coppia. Da qui lunghi preparativi (per me) mortalmente noiosi "e cosa mi metto, cosa ti metti", sfilate casalinghe per stabilire cosa fosse meglio "ma questo mi fa grassa? Questo è da zoccola? Questo è troppo da suora?". Son cose che mi hanno sempre non solo annoiata a morte ma anche e soprattutto fatta sentire un pesce fuor d'acqua. Fra l'altro poi nei locali dove si andava o non avveniva nessun incontro speciale o ci approcciavano personaggi di dubbio livello (che io vedevo come tali, perlomeno) a cui naturalmente le altre davano facilmente spago perché oh, non si sa mai. Ma dove vogliamo andare con questa mentalità?? Non che io ora sia felicemente in coppia, anzi, però questo atteggiamento mi ha sempre messa così a disagio che preferisco essere single ma senza affannarmi a gettarmi su chiunque solo perché ha il cromosoma Y.
      -12
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 3 mesi fa (23 Giugno 2019 22:16)

      Colgo la tua palla e rilancio: specifichi "quando ero in Italia". Quindi altrove è diverso? E con l'occasione chiedo a tutte: in quante sentono questo retrogusto di paura all'idea di non essere mai più "scelte" da un uomo?
      -9
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 3 mesi fa (24 Giugno 2019 22:57)

      Ciao Doris, ho precisato "quando abitavo in Italia" perché è lì che avveniva. Dove vivo ora non mi è mai capitato ma a parte che non credo di fare statistica :D , questa è una metropoli multiculturale dove a nessuno importa un fico secco di come vai in giro vestita, quindi la tendenza all'infighettamento tipica di molti/e italiani/e non è diffusa (di certo non nel mio quartiere). Senza contare che in inverno con temperature sotto zero cosa ti vuoi mettere, il vestitino scollato e i sandali? Inoltre le distanze sono piuttosto grandi e non è possibile organizzare le sfilate casalinghe se si abita tutte sparpagliate. Ad ogni modo, certo, questi comportamenti sono sicuramente molto diffusi nei Paesi dove la subcultura maschilista la fa da padrona.
      -17
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (25 Giugno 2019 7:58)

      Io Doris! In fondo fondo questa paura ce l'ho, è inutile negarlo. Anche se nel contempo ho paura di entrare in intimità con qualcuno, dunque sono una contraddizione vivente :D Ridiamoci su, mi è rimasto solo questo da fare... :D :D
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Roberta

      Roberta 3 mesi fa (23 Giugno 2019 22:53)

      Ciao Atolla, è una constatazione che ho ultimamente. Ragazze che si affannano per essere quelle più ricercate dal gruppo. Io mi trovo spesso a disagio perché cerco il dialogo e obbiettivamente non sono né figa e tanto meno appariscente. Di conseguenza mi estraneo dal gruppo, perché noto che non ho niente da condividere.
      -8
      Rispondi a Roberta Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 3 mesi fa (24 Giugno 2019 9:04)

      Concordo al 100%. è simpatico uscire tra amiche e magari conoscere anche qualche simpatico signore. Ma da qui a stare ore a prepararsi come delle adolescenti in preda all'ormone è detestabile. Vivo da 25 anni all'estero, non credo che sia una prerogativa italiana. Ma c'è un limite a tutto. Io mi vesto e mi preparo per sentirmi bene e se piaccio o non piaccio a qualcuno, mi sta bene uguale!
      -6
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (24 Giugno 2019 10:46)

      Secondo il World Economic Forum e l’Economist, la Svizzera è anche più maschilista dell’Italia. In Qatar essere scelte da un uomo è fondamentale anche per mangiare. Non è l’estero, è che ci sono culture maschiliste e culture un po’ più paritarie.
      0
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 3 mesi fa (24 Giugno 2019 12:07)

      Le donne in Svizzera hanno scioperato il 14 giugno. Io no, ma sono andata alla manifestazione. Diciamo che lo scarto salariale è importante qui, tra donne e uomini. Ma per tante altre cose, le donne sono privilegiate, il livello di vita è alto in generale e tutti ne traggono beneficio, grazie al PAGAMENTO delle tasse e dei SERVIZI che funzionano. Ciò garantisce una notevole indipendenza comme madri single, divorziate etc. Però il fatto che guadagnino meno a pari competenze è inammissibile...
      -7
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Manuela

      Manuela 3 mesi fa (25 Giugno 2019 12:12)

      Non esageriamo. La maggior parte delle donne separate o divorziate non sono privilegiate. Spesso sono a carico dell'assistenza(che un giorno dovranno restituire) perché l'ex non guadagna abbastanza per mantenere due economie domestiche, spesso non riescono a trovare lavoro, perche sono state casalinghe a lungo, non sono aggiornate o superano i 40 anni. Oppure perché hanno figli a cui badare. Gli asili nido scarseggiano e le rette non sono sussidiate dallo Stato (almeno qui dove vivo io). Il licenziamento è facile e non c'è obbligo di reintegro per il datore di lavoro. Il congedo maternità è di 8 mesi. Dire che sono privilegiate mi sembra un po' tanto.
      4
      Rispondi a Manuela Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 3 mesi fa (25 Giugno 2019 21:48)

      8 mesi di congedo maternità in Svizzera? Mai sentito. Il congedo maternità in Svizzera, che io sappia, è di 14 settimane, ossia di tre mesi e mezzo (a partire da dopo il parto). Di queste 14 settimane, la quota obbligatoria è di 8 settimane, cioè 2 mesi. In Italia la quota obbligatoria (che parte ben 2 mesi prima del parto) è di 5 mesi e il congedo totale di 11 mesi.
      9
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (26 Giugno 2019 16:03)

      Le donne danno la vita anche agli uomini e dovrebbero essere rispettate molto di più solo per questo. Non è solo la donna ad aver bisogno di mesi di congedo, è soprattutto il neonato, che un giorno sarà un adulto - magari un altro maschio narcisista - ad avere bisogno delle cure materne. Pensa se fossero stati gli uomini a partorire...
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (26 Giugno 2019 20:12)

      @Emilia il congedo è penalizzante per la carriera. Al momento la frontiera è congedo obbligatorio per entrambi i genitori, stesso numero di settimane. Il neonato sta benissimo anche con il padre, soprattutto dopo i primi mesi :) anche al momento dell’assunzione per le donne sarebbe meno penalizzante
      -13
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (27 Giugno 2019 8:11)

      @AnnaV: E l'allattamento? Il padre non penso sia abilitato per questo... :D Comunque, non ho capito se stai dicendo che la donna in maternità non dovrebbe sfruttare il congedo perché è penalizzante oppure sì.
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (27 Giugno 2019 10:46)

      Dico che dovrebbero essere obbligatorie le stesse settimane per entrambi i genitori, e che sono contraria ad allungare il congedo delle donne. Diventerebbero 10-12 mesi retribuiti. Nella seconda fase (dai 4-5 mesi) si potrebbe usare il latte artificiale o conservato per un paio di poppate in mezzo alla giornata. In questo modo uomini e donne avrebbero gli stessi svantaggi al lavoro e gli stessi vantaggi a casa. Mettere al centro la famiglia significa organizzare la società in maniera che si possano fare figli con la collaborazione di tutti, e non penalizzare le donne in ambito pubblico, chiudendole in casa a spese magari dello stato.
      -15
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (27 Giugno 2019 11:00)

      Chiarisco che esiste anche il congedo facoltativo (pagato meno). Ma un conto è poter scegliere come organizzarsi, un altro è essere obbligate.
      -7
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (27 Giugno 2019 13:04)

      Capito... Sì, so che esiste anche quello facoltativo. Comunque è un discorso molto complesso e controverso per cui non mi addentro :)
      -1
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 3 mesi fa (28 Giugno 2019 13:45)

      In tal caso congedo di paternità finché il bambino non è maggiorenne ;-))) ahaah scherzo, su questo però noi siamo molto più forti, ma non ci rendiamo conto di quanto :)
      0
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (28 Giugno 2019 16:38)

      Altra convinzione che non ci porta altro che danni, Maria. Sapessi quanto sono contenti loro di lasciarci questo primato e godersi vita, successi e figli.
      -6
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 3 mesi fa (26 Giugno 2019 22:29)

      Giusto. Ci vivo ed è così.
      0
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di FrancescaF

      FrancescaF 3 mesi fa (24 Giugno 2019 12:37)

      Una piccola nota storica. In Svizzera l'Appenzello Interno (vale la pena di raccontarlo anche se è un cantoncino) fu costretto dal Tribunale Federale ad ammettere il suffragio femminile e questo avvenne nel 1990. Ma anche cantoni importanti come Zurigo o Berna ammisero il voto alle donne solo nel 1970.
      5
      Rispondi a FrancescaF Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (24 Giugno 2019 12:48)

      E' vergognoso che le donne in certi paesi abbiano perfino il diritto di voto.
      -2
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Carla

      Carla 3 mesi fa (24 Giugno 2019 13:40)

      Certo vergognoso, ma in molti paesi dove le donne votano, se la passano male lo stesso e anche peggio... Ogni riferimento all'Italia è puramente CAUSALE ( e non casuale!)
      -21
      Rispondi a Carla Commenta l’articolo

    • Avatar di Atolla

      Atolla 3 mesi fa (24 Giugno 2019 23:05)

      Ricordavo l'anno di questa concessione alle donne in Svizzera. Percontro il Paese che per primo ha riconosciuto alle donne il diritto al voto è la Nuova Zelanda, a fine Ottocento. Peccato che in mezzo ci siano tante nazioni dove i diritti delle donne non esistono proprio...
      0
      Rispondi a Atolla Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 3 mesi fa (25 Giugno 2019 11:17)

      I diritti delle donne sono fondamentali, ma personalmente mi riferivo al fatto che dove le donne vengono svalutate socialmente in quanto persone, sono le donne per prime a mettere sul piedistallo gli uomini: aspirare a essere “scelte” come prova di valore.
      -2
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Silvia

      Silvia 3 mesi fa (26 Giugno 2019 18:56)

      Veramente una riflessione interessante, AnnaV! Sono le donne in primis a svalutarsi facendo 2+2=4 con questa mentalità.
      -3
      Rispondi a Silvia Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 3 mesi fa (29 Giugno 2019 23:25)

      Aggiungo un commento a questa serie di importanti riflessioni, per riportare una frase che, qualche anno fa, la scrittrice Giancarla Codrignani pronunciò ad una sua conferenza. Frase che mi colpí immensamente e che non ho dimenticato. Spero colpisca anche voi allo stesso modo. Era più o meno questa: "Le donne non si rendono conto del potere immenso che è concentrato in loro: il potere più grande di tutti. Quello di educare i maschi. Perché educano i bambini che diventeranno gli uomini di domani." Credo che noi donne e ragazze dovremmo riflettere di più sul peso dei valori che trasmettiamo o trasmetteremo, (con parole, opere e omissioni) ai nostri figli, maschi e femmine.
      -10
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo

    • Avatar di Chiara E

      Chiara E 2 mesi fa (14 Luglio 2019 18:34)

      Chissà che libro magnifico ne uscirà fuori! Oggi chiunque scrive e lo fa soprattutto per urlarlo impettito al mondo, a gran voce. Oltre al fatto che le banalità atroci delle sue considerazioni possano generare una qualche forma di ispirazione. È sicuramente un genio il Suo Signor Marito.
      -13
      Rispondi a Chiara E Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesco

      Francesco 1 settimana fa (10 Settembre 2019 18:09)

      Per caso ho letto questa conversazione, faccio un solo commento e stop….Non esiste maschilismo/femminismo, inutile lamentarsi sempre per tutto, io non mi lamento più ma mi da fastidio uomini e donne lamentarsi sempre….Non esiste nessuna fratellanza maschilista o sorellanza femminista, esiste il genere umano. Se uno vuole rimanere single, essere sempre gentile, fare sesso con chi vuole, che problemi ci sono se non arreca danno al suo prossimo? Se una donna in carriera non vuole figli e vuole divertirsi solo con modelli e stronzi, che problemi ci sono? Basta non prendere in giro nessuno e non trattare male il prossimo….. Io stesso sono stato preso in giro, mentre ci provavo rideva e scherzava con le amiche mostrando le chat facendo finta di essere interessata e scrivendomi…. Poi sono stato tradito dopo quasi 4 anni….., lasciato su WhatsApp ecc, ne ho passate anche io, e quindi? Loro si sono rivelate per quello che sono nella realtà, non ho bisogno di usare aggettivi verso di loro, la mia coscienza è più che pulita non ho rabbia, odio, rancore o lamentele. Al momento non voglio più avere rapporti di coppia, fidanzamento o matrimoni, non per questo uno deve essere sfigato/immaturo o lei una zitella/poco di buono, ognuno può divertirsi come preferisce senza offendere/prender in giro/arrecare danno al prossimo. Ho un amica (trombamica) che rispetto, lei non deve nulla a me e io non devo nulla a lei, è una amicizia e il sesso è solo un qualcosa di più. Usciamo a cena, le preparo la cena (mi piace cucinare) vacanze, sia da soli sia insieme ad amici ecc e stiamo tutti bene così. Raramente faccio affidamento anche a qualche amica "escort" (ovviamente tutto protetto) e lei ne è al corrente, non ho segreti e non ho bisogno di mentire a nessuno. Quando desidererà e troverà l uomo della sua vita e avrà una famiglia sarò contento per lei. Basta avere rispetto, non giudicare, non continuare a lamentarsi e vivere senza rompere le scatole al prossimo uomo o donna che sia. Sono romantico, autosufficiente,cucino,lavo stiro ecc non ho bisogno di una schiava che lo faccia per me, mi piace farlo,fare bei gesti carini ecc ma non per questo uno deve essere sfigato o deve per forza provarci. Ho rifiutato molte ragazze anche io, come loro hanno rifiutato me, non guardo le differenze uomo/donna. Comunque ho 28 anni, lavoro indeterminato,sono sportivo (nuoto e boxe), bel fisico, bella macchina, 3 appartamenti a Milano e 1 al mare, ma questo non fa di me un poco di buono o stronzo…sono pieno di amiche e mi dicono che sono da sposare, ma ora non voglio più relazioni e non voglio essere giudicato per questo come io non giudico nessuno/a. Non voglio approfittarmi di qualcuno,non ho bisogno di prendere in giro. Se prima di fare sesso metto in chiaro che non voglio relazioni e poi non me la dà, e quindi? Meglio avere la coscienza pulita e le palle gonfie, che avere la coscienza sporca e le palle svuotate…. questa è la differenza 🙂 Rimarrò single fino a 97 anni? Bene, non muore nessuno, la vita è anche altro....poi se uno se ne fa una ragione di vita perché dare la colpa agli altri, si cercherà qualcuno che anche lui abbia voglia di una storia seria
      8
      Rispondi a Francesco Commenta l’articolo

    • Avatar di AnnaV

      AnnaV 1 settimana fa (10 Settembre 2019 20:43)

      Ma infatti la colpa semmai la diamo agli stronzi (o alle *stronze). Che problema c’è?
      -2
      Rispondi a AnnaV Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesco

      Francesco 6 giorni fa (12 Settembre 2019 13:22)

      Nessunissimo problema :)
      0
      Rispondi a Francesco Commenta l’articolo

    • Avatar di Claudia

      Claudia 1 settimana fa (10 Settembre 2019 21:10)

      Scusa, mi ero quasi addormentata mentre leggevo ...
      -5
      Rispondi a Claudia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 settimana fa (10 Settembre 2019 21:27)

      Ragazzeee... Comportiamoci bene.
      -1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 1 settimana fa (10 Settembre 2019 21:28)

      Ahahahaha... Io invece ho saltato pezzi per arrivare alla fine :D
      -2
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesco

      Francesco 6 giorni fa (12 Settembre 2019 13:28)

      Tranquilla, non ti sei persa nulla 😉
      0
      Rispondi a Francesco Commenta l’articolo

    • Avatar di Francesco

      Francesco 6 giorni fa (12 Settembre 2019 13:26)

      E di che, io mi stavo addormentando mentre scrivevo 😉
      0
      Rispondi a Francesco Commenta l’articolo

    • Avatar di Doris

      Doris 6 giorni fa (12 Settembre 2019 14:51)

      Ahahaha, bella risposta Francesco!
      1
      Rispondi a Doris Commenta l’articolo