Cosa gli uomini non sopportano delle donne

cosa gli uomini non sopportano delle donneChe cosa gli uomini non sopportano delle donne? Che cosa fa sì che gli uomini prendano le distanze da una donna della quale magari sono innamorati e anche tanto innamorati? Che cosa nei “discorsi tra uomini”, viene considerato il peggio del peggio delle donne?

Peggio della facilità di una donna a innamorarsi di chiunque le dia attenzione? Peggio del suo parlare subito di un legame “serio”? Peggio della sua ansia di mettere su famiglia dopo 48 ore dal primo incontro?

"L’uomo si innamora del corpo di una donna, e poi scopre che c’è di più. La donna si innamora della mente dell’uomo, e poi scopre che c’è di meno. L’amore è la storia di due incomprensioni. F.Caramagna"

Ebbene, per venire subito al dunque, un uomo sano ed equilibrato non tollera quello che con un acronimo possiamo indicare con LCC. Lamentele, critiche, consigli.

Eh, santo cielo, chi mai davvero tollera lamentele, critiche e consigli, soprattutto se sono costanti e continui in una giornata e in una vita?

Le persone criticone, lamentose e sapientone sono insopportabili. Intrinsecamente. C’è qualcosa di profondo in noi che ci porta ad allontanarci da loro. Ad avercele in antipatia. A malsopportarle.

Nemmeno chi critica, si lamenta e dà consigli sopporta i criticoni, i lamentosi e i sapientoni. Pensa un po’.

Lungi da me la volontà di puntare il dito contro qualcuno, ma se in questo momento stai pensando: “Accidenti, questo non è proprio un mio problema perché, sì, ogni tanto mi lamento un po’, ma lo faccio solo con le mie amiche e con le mie colleghe, con gli uomini invece sono sempre sorridente e solare…”, ti invito a continuare a leggere, perché ho intenzione di fornire chiarimenti e fare distinzioni utili.

Che possono letteralmente cambiare la tua vita sentimentale.

Sì, perché non hai idea di quante donne io abbia incontrato, ascoltato, letto e continui a incontrare, ascoltare e leggere, che si sentono profondamente scoraggiate e demotivate riguardo il fatto di trovare un uomo giusto per loro.

Sono donne alle quali non manca letteralmente niente – e loro lo sanno – eppure hanno un atteggiamento che rovina tutto.

Sono LCC. Sono lamentose, sono criticone e danno sempre buoni consigli. Agli uomini soprattutto. Agli uomini ai quali sono interessate o anche agli uomini con i quali hanno iniziato una relazione.

E questo non va bene.

Il fatto è che loro non si accorgono di essere LCC. Anche perché sono in buonissima fede.

E non si accorgono che in questo modo rovinano le loro relazioni, prima ancora che comincino.

Cosa gli uomini non sopportano delle donne: un po’ di psicologia

Prima di partire, fatti queste domande: a te piace essere criticata, anche in buona fede? Ti piace sentire qualcuno che si lamenta di te, di come ti comporti e di tutto quello che c’è attorno, anche se non lo fa “contro” di te, ma solo per farsi capire? A te piace ricevere consigli non richiesti su come “migliorarti” e vivere bene, magari riguardo aspetti che per te non sono affatto da migliorare?

Avventura o amore vero? Scopri se la relazione che stai vivendo è una storiella temporanea o è destinata a durare nel tempo...

Ecco.

Pensa che ci sono donne che impostano la loro vita e soprattutto le loro relazioni di coppia sul lamentarsi, sul criticare e sul dare consigli.

Ma lo fanno con le migliori intenzioni! Lo fanno per amore! Lo fanno per cambiare in meglio un uomo e per migliorare la sua vita!

Sappi che questo fa ancora più imbestialire gli uomini, che considerano amore qualcosa di ben diverso.

"La grande domanda… alla quale non sono stato in grado di rispondere, nonostante i miei trent’anni di ricerca nell’anima femminile, è: “Che cosa vuole una donna?”. S. Freud"

Ma perché esattamente? Ti fornisco 3 motivazioni sul perché gli uomini sono infastiditi dalle lamentele, dai consigli e dalle critiche e sul perché certi atteggiamenti possono allontanare un uomo da te, per quanto tu sia bella, intelligente e sensibile.

  1. Lo sminuisci. Se ti lamenti, se sei noiosa e se non sei “mai contenta”, dimostri di non essere positiva e di non dare importanza al bello della vita, di non saper vivere e soprattutto implicitamente comunichi: “Con te non sto bene.” A proposito di cosa non sopportano gli uomini delle donne… Più centrato di così! Se lo critichi vuol dire che c’è qualcosa di lui che non ti piace e che non apprezzi. Se gli dài consigli non richiesti e di continuo, dimostri che c’è qualcosa in lui che non ti piace e che non apprezzi e che per giunta pensi che lui non sia in grado di accorgersene e di porvi rimedio. Orrore! Pensa se qualcuno facesse così con te! Pensa se lui ti ricambiasse, in contemporanea, della stessa moneta! Non sarebbe una relazione di coppia, sarebbe follia!
  2. Rompi le scatole e gli fai credere tutto il peggio delle e sulle donne. E’ intorno a questo che girano i modi di pensare maschilisti e la misoginia da supermercato. Criticando, lamentandoti e dando consigli, ricordi agli uomini le figure di riferimento più rompiscatole nel loro immaginario. E cioè madri, nonne, zie, maestre e professoresse. In un paese arretrato culturalmente come il nostro, l’educazione dei bambini e dei giovani è ancora affidata per lo più a figure femminili che per amore o per forza, risultano essere coloro che limitano, proibiscono, vietano. Un uomo, fin da quando è nato, sogna di affrancarsi dalle figure femminili che si impongono su di lui – per ottime ragioni, ovvio, per salvargli la vita, per proteggerlo, per farlo crescere bene, eh! – e quando è adulto, se è sano e non masochista o con qualche altro problema, non ha nessuna voglia di mettersi con qualcuna che ancora vuole fargli fare quel che vuole lei e trasformarlo in quel che vuole lei.
  3. Gli fai alzare dei muri invalicabili. Chi è “sotto tiro” e quindi subisce lamentele (anche se non dirette a lui personalmente), oppure ascolta critiche continue o riceve tanti buoni consigli non richiesti, non può che mettersi sulla difensiva e quindi erigere dei bei confini tra sé e l’altra persona. Come dargli torto? Ecco perché certi uomini diventano taciturni e a poco a poco si allontanano perdendo interesse.
"Mia moglie ha appena finito una telefonata di auguri di 35 minuti con sua sorella. Ora usciamo. Per andare da sua sorella. ftzj, Twitter"

E allora, mettiamo che tu sia un filo criticona, lamentosa e abbia l’abitudine, generosissima, s’intenda, di dare consigli. Che cosa puoi fare?

Per prima cosa osservati obiettivamente. Non è che per caso, animata dalle migliori intenzioni, ti lasci sfuggire una critica a chi ti piace, a come va il mondo e hai la soluzione pronta a molti problemi di individui e società?

Se è così, scopri che cosa anima questa tua voglia di migliorare tutto e tutti. Si tratta di perfezionismo? Insicurezza personale? Desiderio di essere interessante e di renderti indispensabile al tuo compagno e al mondo?

Pensaci.

Poi, se ti sembra che sia così, comincia a usare gentilezza e simpatia, soprattutto e senza esitazioni verso te stessa. Se critichi, ti lamenti e dài consigli è perché sei molto severa e impietosa con te stessa e ti chiedi molto, troppo.

"Se Twitter l’avesse inventato una donna, il limite sarebbe di 1.400 caratteri. Nonfaretardi, Twitter"

Diventa più allegra e rilassata nei tuoi confronti.

Guardati e trattati con benevolenza, pazienza, indulgenza. E con tanta ironia, sempre benevola, però.

Sarai più allegra e rilassata con gli altri e con gli uomini, facendo loro dimenticare, quando sono con te, cosa gli uomini non sopportano delle donne.

Lascia un Commento!

64 Commenti

  1. Avatar di Cavaliere di Rohan

    Cavaliere di Rohan 1 anno fa (13 Maggio 2020 0:47)

    Da uomo, condivido pienamente l'articolo. E' esattamente così. Choarisco i vari punti. Verissimo, non è una colpa nè una scelta, anche se l'innamoramento del maschio pur senz'altro '' visivo '' magari è un pochino meno crudo e condito da romanticismo, emozioni e gioia istintiva. L'uomo trova in una donna mille bellissime cose da guardare, da assorbire , immagini che si tramutano in sensazioni...Isuoi occhi, i suoi sguardi, il suo sorriso che spazza via le nuvole e ti fa vedere le stelle, la sua camminata flessuosa, le sue forme , tutto ciò rapito come seduto nella sala del Carpaccio a Venezia ad ammirarne in silenzio le opere, i colori, che ti riempiono gli occhi, ti carezzano l'anima e ti colmano il cuore di gioia. Il sesso, in questa fase, non c'entra una bella cippa !!!. Seconda parte, è verissimo che un uomo cerca nella propria compagna complicità, positività, ottimismo e soprattutto che ha bisogno di sentire la sua stima e la sua fiducia, dopo una prima parte della vita passata a obbedire alla mamma, alla prof., ad ascoltare i consigli della zia e della nonna magari diveniamo adulti e abbiamo bisogno di sentirci liberi da tutto ciò ,la critica, il consiglio , l'aspettativa , il sottolineare anche i minimi errori , il sentirsi dire cosa fare e cosa non fare portano direttamente un uomo a giungere a due conclusioni, la prima : non sono l'uomo che lei vorrebbe, e ci resti malissimo, perdi autostima ed entusiasmo, la seconda è concentrata sulle negatività perchè è stanca di me e quindi i miei lati positivi non sono più sufficienti per compensare quelli negativi . Ti trovi quindi davanti una persona totalmente diversa da quella che inizialmente ti guardava e ti considerava come la settima meraviglia dell'universo. Non è lo scontro, l'autoritarismo, l'atteggiamento insoddisfatto che possono stimolare un uomo a fare magari qualcosa che mai avrebbe fatto o che addirittura non ha nelle proprie corde, ma il sentirsi amato e soprattutto guardato con quegli sguardi di intesa e di stima . Complicità e conflitto sono come l'acqua santa e il diavolo, noi uomini, senz'altro più semplici e lineari ( che è ben diverso da rigidi... ) abbiamo bisogno di serenità e di sicurezza in noi stessi e nella nostra compagna, con la quale , sia chiaro, se stiamo ancora insieme è perchè dopo essere stati rapiti '' visivamente '' ci ha conquistato anche per la sua testa, il suo cuore e la sua anima. E soprattutto ricordiamoci che chiunque, donna o uomo, se ripreso, consigliato, criticato o comunque oggetto di manifestazioni di insoddisfazione generica e continua non può che pensare una sola cosa...non sono la persona che il mio o la mia mia partner vorrebbe, da ciò si genera una sensazione dolorosa di pericolo, insicurezza e ansia, perchè il sogno di un uomo che ama una donna è renderla felice, e tutto ciò dimostra esattamente il contrario.
    Rispondi a Cavaliere di Rohan Commenta l’articolo