Trovare la persona giusta per te: tutta una questione di atteggiamento mentale

atteggiamentomentale 300x299 Trovare la persona giusta per te: tutta una questione di atteggiamento mentalePer trovare la persona giusta – come per tutte le cose della vita – è importante avere l’atteggiamento mentale giusto, un atteggiamento mentale produttivo, un modo di pensare che ti  fa agire per ottenere i risultati che vuoi.

Il tuo atteggiamento mentale è alla base del tuo successo (o del tuo insuccesso) nella vita, nel lavoro e nelle relazioni.

Come pensi e vedi il mondo e le cose infatti influenza tutto il tuo comportamento nelle piccole come nelle grandi cose: il tuo modo di agire, di parlare e perfino di muoverti.

Quindi se hai dei pensieri negativi, li trasmetti all’esterno anche solo per come cammini…

Questo, ovviamente, influenza enormemente le tue possibilità di attirare o respingere le persone e in particolare la persona giusta per te.

Se sei soddisfatto (o soddisfatta) di te, di quello che fai, di dove stai andando nella tua vita, attrai gli altri in modo facile e naturale.

Se, al contrario, sei musona, arrabbiato col mondo o perennemente negativa, anche se non lo esprimi a parole, gli altri lo percepiscono e si tengono alla larga da te. Quelli che ti stanno vicino lo fanno perché sono persone con un atteggiamento mentale negativo anche loro, e sguazzano nel condividere con te le loro mille sfortune e i loro cento malumori.

Che cosa  determina un atteggiamento mentale non produttivo?

Per esempio:

-        Pensare di essere sfortunati; vittime degli altri e degli eventi della vita

-        Pensare che gli altri ci sono contro o che dovrebbero fare qualcosa per noi che non fanno

-        Pensare che tutte le donne (o tutti gli uomini) sono esseri umani di una cattiveria e di una limitatezza speciale e che con nessuno o nessuna di loro è possibile costruire un rapporto vero e sincero.

-        Pensare che non troveremo mai la persona giusta per noi perché, semplicemente… non esiste… e non esisterà mai…

Che cosa invece determina un atteggiamento mentale produttivo?

Per esempio:

-        Pensare che la tua vita è nelle tue mani e che ne puoi fare quello che vuoi, se veramente lo vuoi

-        Pensare che gli altri vivono la propria vita, esattamente come tu la tua e che ci sono molte persone che possono esserti simpatiche con le quali puoi divertirti e crescere. Dipende da come le approcci e da come le tratti e ti fai trattare da loro.

-        Pensare che le donne (o gli uomini) sono una parte significativa ed essenziale del genere umano. Che il rapporto con loro puo’ arricchire la tua vita, che la diversità è una delle piu’ grandi risorse del mondo e che conoscere e confrontarsi con persone dell’altro sesso è una delle cose piu’ entusiasmanti della tua esistenza.

-        Pensare che trovare la persona giusta è importante e possibile, ma che non è da quello che dipende la tua felicità e la piena realizzazione della tua vita.

Cordialmente.

Ilaria

 

Questa voce è stata pubblicata in Trovare la persona giusta e contrassegnata con , . Contrassegna il permalink.

Gratis per te!

Vuoi capire quali sono i tuoi comportamenti sbagliati con gli uomini e come puoi evitarli?
Vuoi aumentare la tua autostima e avere più sicurezza nelle relazioni?

Scopri gratuitamente gli 11 infallibili passi
per attrarre la persona giusta per te.
Clicca Qui!

41 commenti a Trovare la persona giusta per te: tutta una questione di atteggiamento mentale

  1. Alessandro scrive:

    Gentilissima Ilaria, buonasera.

    Io mi chiamo Alessandro, ho 35 anni. Ho letto con molta attenzione tutto ciò che ha scritto. Non sono però completamente d'accordo con lei. Innanzitutto, per mia esperienza personale, ritengo che non tutto il destino ce lo costruiamo noi. Se ciò fosse vero non esisterebbero più nè chi si ritrova senza lavoro, nè chi è single o chi divorzia ma sarammo tutti quanti felici, miliardari e felicemente sposati con bellissimi bambini. Io ad esempio vengo da un matrimonio finito malissimo e sono disoccupato. Non mi dica le classiche frasi di circostanza sentite centinaia di volte: "Datti da fare, abbi più fiducia in te stesso, sei tu la causa del tuo male e tutte le cavolate scritte nei libri". Mi sono dato da fare eccome in questi anni, ho fatti vari tentativi, ma senza nessun risultato valido. Conosco persone che sono state fortunate più di me: la ragazza l'hanno trovata senza cercare, erano nel posto giusto al momento giusto, il lavoro conoscendo le persone che contano..Ora non mi dica che io mi sottovaluto perchè non è assolutamente vero. Secondo me ci sono persone fortunate nella vita e altre no, tutto qui. la ragazza io l'ho cercata da una vita, ma quelle che mi piacevano erano chissà perchè tutte già fidanzate. Figurarsi ora a 35 anni che la maggior parte sono tutte sposate o convivono a parte le ragazzine stupide di 15 o 20 anni. Ormai mi sto rassegnando a vivere da single perchè non penso che il destino ha in serbo per me una bella ragazza. Cordialmente la saluto.

  2. Alessandro scrive:

    Aggiungerei anche un'altra cosa: ho un fratello più grande di me di 3 anni: ha un ottimo lavoro, ha conosciuto sua moglie quando aveva 15 anni…non mi dica che il destino se l'è costruito tutto da solo perchè è una bugia. E' stato super fortunato, tutto qui. E io sembro la pecora nera della famiglia perchè non ho ottenuto niente di tutto ciò…lasciamo perdere che è meglio! Penso che per molte persone io sia semplicemte un fallito. Punto.

  3. Ilaria Cardani scrive:

    Caro Alessandro,

    grazie di cuore per il suo commento e per la sua sincerità.

    Va bene, lasci pure che il destino faccia il suo corso.

    Ma qualsiasi cosa abbia in serbo per lei, il destino non è in grado di obbligarla a credere che lei è la pecora nera della famiglia, né a pensare che per molte persone sia un fallito.

    I suoi pensieri e le sue convinzioni li governa e li sceglie lei.

    Purché lo voglia :).

  4. Marco scrive:

    Ritengo sia molto difficile trovare la persona giusta con la quale pensare di vivere e condivere tutto per tanti anni della propria vita.

    Ritengo invece che ci si possa divertire nell' arte dell' approccio e seduzione. Ciò aiuta ad ampliare le proprie conoscenze e nel miglior dei casi ci dà la possibilità di trovare una compagna duratura. Quello che contesto ai Pua, ovvero gli artisti della seduzione, è l' eccesso di uso di strategie finaizzate all'arte della seduzione: si perde la naturalezza del rapporto.

  5. Andrea scrive:

    Ho 33 anni un buon lavoro, bel ragazzo/uomo, bravo e piaccio generalmente alle donne. Non ho ancora trovato però la persona giusta e avuto un rapporto duraturo. La festa di San Valentino non l'ho mai passata.

    Capisco il sentimento di Alessandro come di altri molti single: è facile cadere in questo sentimento: misto di senso di solitudine, rabbia e senso di ingiustizia con l'aggravio che gli altri te lo facciano pesare.

    La frase " Datti da fare e metti la testa a posto"..lo dicono come se avessi piacere a rimanere solo.

    Quando poi decidi di darti da fare mi viene da sorridere quando a questo suggerimento ne viene dato un altro che entra esattamente in contraddizione con la prima e ti dicono "quando meno te lo aspetti" e io rispondo "Cosa vuoi che mi aspetti a 33 anni quando hai un lavoro, una casa?"

    Il vero problema secondo me non è solo andare dietro a ciò che si desidera e avere l'atteggiamento giusto sicuramente aiuta e aumenta le probabilità di successo, ma la vera domanda è: se la persona giusta non arriverà mai che senso ha la mia vita? E per che cosa sono fatto?

    Avere la risposta a questa domanda permette non sentirsi FALLITI prima di tutto perchè con un senso. Il resto non dipende sempre da noi.

  6. francesca scrive:

    penso che se ci sottovalutiamo, scegliamo le persone sbagliate e collezioniamo microstorie che ci allontanano da quella giusta. Poi, non avere nuove frequentazioni è un ostacolo. Tuttavia, ora, dopo giorni di tensione, sono serena. Mi piaccio, sono dolce con le persone e si vedrà. Il positivo dovrebbe attrarre positività-

  7. Chiara scrive:

    Andrea, se sei di Milano ci sono io! A parte gli scherzi, ti capisco. Ho 34 anni, storia seria terminata 8 mesi fa. Sono evoluta, sono piu serena perché ho capito tanto di me e ora l’unica cosa che mi inquieta e’…riuscirò a trovare un uomo con

    Cui costruire una famiglia?perché alla nostra ETA con un buon lavoro,vita vissuta c’e’ la voglia di creare il nido. Mi dico che avere paura non migliorerà le cose,anzi….quindi vivo alla giornata godendo quello che ho.ma il cuore vuole innamorarsi,il cuore vuole una famiglia. Ciao a tutti, ciao Andrea

  8. kikka scrive:

    ciao a tutti…idem …ho 34 anni e single anche io. Sempre solare ma sempre all'insegna di storie andate male, e nn so se per causa del destino o cosa…

    Ci si mette in gioco, si è sinceri fino in fondo e predisposti ad un buon dialogo relazionale e poi? sembra ke al giorno d'oggi la fretta viaggi anke sui binari dell'amore…per andare dove poi?

    finita una storia idilliaca, da poco. durata altrettanto poco. uno dei pochi ragazzi ke credessi ancora sulla buona strada…ne sono uscita + delusa ancora.

    la predisposizione è sempre buona, ma allora ke cos'è?

  9. Anna scrive:

    Purtroppo credo sia unasituazione comune a tanti o tante..

    Io ho 32 e l’ uomo giusto non credo più esista, credo di avere tutte le carte per poter essere Serena e rendere Serena la persona accanto a me.. Eppure..a volte tutto sembra troppo difficile..

    Mi sento una piccola lucertola senza coda..

  10. fabio scrive:

    ho 43 anni diciamo che fino a qui non sono stato tanto fortunato . tre anni fa è scomparsa la mia compagna di cui ho vissuto dieci anni della mia vita bellissimi ora a distanza di questi tre anni ho provato a uscire e rifare una vita diciamo cosi tranquilla ma purtroppo ho conosciuto donne sbagliate .NON mi fermerò continuerò a cercare una donna giusta,seria e che abbia voglia di formarsi una famiglia quella famiglia che io ho sempre cercato perche nella vita è molto importante. grazie per la mia attenzione

  11. astrid scrive:

    x anna:bellissima la frase della lucertola, credo renda perfettamente il pensiero di tutti..
    x fabio:mi dispiace molto per il tuo dolore..sicuramente non si può paragonare un lutto a una rottura con una persona in vita…cmq io ho 35 anni, un fidanzamento di 14 anni alle spalle rotto a inizio anno, dopo di lui 2 storie sbagliate, anch'io non riesco a trovare la persona giusta e a volte mi sento malissimo e penso che rimarrò sola a vita…

  12. Marco scrive:

    Ho trovato questa discussione per caso e scrivo di conseguenza.
    Ho 37 anni della provincia di Torino e ho vissuto anche fuori dal Piemonte.
    Il mio problema non è l'essere positivo o allegro, sono una persona fondamentalmente malinconica, ma quando sto con persone che mi piacciono, mi trasformo e posso diventare brillante e ottima compagnia.
    Sono molto intransigente e questo mi porta a dare tanto agli altri, ma ad aspettarmi anche tanto, questo mi porta a escludere chi non mi corrisponde interesse, il risultato è pochi amici ma buoni.
    Con le donne ho sempre avuto paura nell'approccio per la scarsa considerazione di me (negli anni mi è molto passata fortunatamente), le mie prime relazioni le ho avute tramite chat e anche la mia attuale fidanzata l'ho conosciuta cosi.
    In momenti di crisi e quando ci siamo lasciati per un'anno ho provato a diventare amico (senza provarci esplicitamente) di una mia vicina di casa, molto carina, femminile, solare e allegra (veramente il mio tipo ideale).
    Il risultato è stato che nostante i miei sforzi e la mia propositività (mi sono sforzato molto per cercarla e vincere le mie paure, perchè più ti piacciono peggio è all'inizio), lei non sembrava apprezzare e cercare di avere più confidenza, ma anzi pareva del tutto disinteressata a acrescere la confidenza.
    Fatto sta che mi sono stufato e l'ho lasciata perdere, e lei ovviamente non è corsa a chiedermi il perchè.
    Non è quindi solo questione di spirito propositivo ma è molto più complessa la questione.
    Sono fondamentalmente molto romantico, passionale e amo le conversazioni con una donna solare e spigliata e mi piacerebbe una donna sportiva di questo genere.
    Ho trovato donne che potevano avere alcune di queste caratteristiche, ma nessuna le aveva tutte insieme.
    Che dire continuiamo la ricerca…:)

  13. Laura scrive:

    Ciao a tutti, anch'io ho letto x caso ciò che avete scritto su questo blog, dato che anch'io sarei alla ricerca della persona giusta per me. Solo che non credo che esista. Marco, leggendo le tue righe mi riconoscevo nella tua descrizione, sono anch'io una persona che si aspetta molto dagli altri, perché do sempre tutta me stessa alle persone che amo e sono generosa coi veri amici, che sono pochi. Soffro la solitudine in una maniera atroce, è da tanto che non sono più felice. Ho sempre fatto dipendere la mia vita dalle persone che ho amato, e sto capendo che è un errore. Solo che cambiare è difficile. Credo anch'io che la vita non abbia senso senza l'amore, senza una famiglia, senza i figli, senza la persona giusta. Ho un carattere molto introverso, non mi fido più di nessuno, perché nessuno ha idee come le mie, i ragazzi vogliono tutto e subito, fanno solo finta di essere interessati a qualcosa di più profondo del sesso. Non sono una suora, ma nemmeno una ragazza facile. Perché è così difficile conoscere le persone nel mondo reale? bisogna per forza ricorrere ad internet? non sono fatta per questo mondo, col mio carattere chiuso non ho speranze, non riesco a farmi degli amici, figuriamoci a trovare la persona giusta per me. Non sono mai stata un'ottimista, ma ora veramente non ho più la voglia di andare avanti. Negli ultimi tre anni è stata una delusione continua, la famiglia e i successi nello studio non mi sono bastati per tornare a sorridere. Ho perso una persona importante per uno sbaglio che ho pagato a carissimo prezzo, ho provato a rimediare ma ormai è troppo tardi, dentro sono morta. Dovrei incontrare una specie di Lazzaro che mi facesse resuscitare, sarebbe il solo modo per tornare a sorridere. Ho imparato tanto dai miei errori, e ho anche capito che errare è umano e che può succedere a tutti di sbagliare, prima mi credevo immune. Comunque è vero, in parte siamo artefici del nostro destino, io ne sono la prova, ma non tutto dipende da noi. Io vi auguro di trovare presto la felicità insieme alla persona giusta, se non l'avete ancora trovata, tutti gli esseri umani hanno bisogno di amare e di sentirsi amati. Chi finge si star bene da solo lo trovo innaturale, l'uomo per sua natura è un essere collocato in un contesto sociale, altrimenti potremmo essere tutti degli eremiti. Non so se sarete d'accordo con me, io ad ogni modo la penso così. Vi ringrazio per le vostre testimonianze, mi hanno fatto capire che il senso di vuoto, di solitudine, la rabbia contro il mondo sono sentimenti naturali, e mi sento meno anormale ora. Grazie

  14. matteo scrive:

    Ciao, ho letto i vostri commenti anche io come altri per caso ma li ho trovati interessanti e sinceri.
    Ho 39 anni, sono single e anche io sento di non credere più che esiste la persona giusta e piano piano mi sto convincendo che dovrò accontentarmi di una vita solitaria. Solitaria per modo di dire, sono una persona molto socievole, ho tantissimi amici, moltissimi hobbies e ho sempre comunque la sensazione che sia piacevole stare con me. Non sono certo un musone e una persona negativa, anzi cerco sempre di vedere il lato buono e positivo nelle cose, di affrontare le difficoltà con il sorriso, di non scoraggiarmi. Però concordo con chi dice che nella vita non sempre le cose accadono perchè noi vogliamo che accadano; purtroppo penso che la fortuna, il destino abbiano un proprio cammino spesso indipendente dalla nostra volontà.

  15. matteo scrive:

    Mesi fa ho conosciuto una ragazza, molto carina, simpativa, il classico tipo che non si prende troppo sul serio, socievole e aperta verso le conoscenze. Ho provato subito un bel feeling con lei e mi sembra la cosa reciproca. Le ho chiesto di uscire insieme a me, di provare a conoscerci meglio; ha rispedito al mittente le mie richieste. Non penso che questo sia dipeso da me ma semplicemente dal fatto che probabilmente non sono il suo tipo. Non è la prima volta che mi capita, ma devo ammettere che questi continui riufiuti non agevolano la fiducia in se stessi: cerchiamo di dare una giustificazione a questi avvenimenti, soprattutto quando in torno a noi ci sembre che le altre persone non facciano la stessa fatica. Molti cambiano partner, iniziano storie con una facilità ingiustificata. A me questo non succede. Continuo ad essere positivo, a vivere la mia vita, i miei hobbies ma non riesco a trovare una persona che voglia condividere il mio mondo. Ciò mi rende triste ma continuo ad avere fiducia. Un abbraccio a tutti. Matteo

  16. Sole scrive:

    Purtroppo TUTTO cio' che scrivete cari Amici e Amiche corrisponde alla verita' piu' assoluta. Ho 35 anni, single, con un buon lavoro, indipendente. Dopo un fidanzamento di 8 anni (no convivenza) con un Uomo mio coetaneo ho interrotto la relazione per i suoi continui tradimenti. La mia fiducia verso gli uomini e' sottoterra. Odio quando mi si dice : " L'Amore arriva quando meno te l'aspetti!" ….. mi fa imbestialire. Vorrei semplicemente stare tranquilla, uscire con un Uomo che mi porti rispetto . Tutto qui. Ma mi sembra di chiedere la luna…. Conosco donne che ne hanno combinate di tutti i colori e ORA sono mogli appagate e mamme felici.
    A volte , penso di vivere come un "lutto interiore" …. come quando, purtroppo, un Tuo caro e/o familiare scompare …. mi sento arida e non mi piaccio. Spero solo di rassegnarmi un giorno, solo cosi' soffrirei un pochetto di meno.
    Quando dico che ho 35 anni e sono single senza figli, mi guardano come fosse una mezza scema ….. della serie : " ma questa e' una che ha dei problemi!" . E invece, soffro tanto.
    Grazie per la compagnia . Un bacione

  17. ilariacardani scrive:

    Cara Sole, io credo che molto di quello che dici di sentire rispetto agli altri sia frutto di una percezione troppo negativa che hai di te stessa. Partecipa al blog e leggi la mia guida gratuita (la scarichi dal modulo qui in alto) e poi fammi sapere come procede. Un abbraccio.

  18. Sole scrive:

    Ilaria sei molto dolce, grazie di cuore! Leggero' la Tua miniguida, ma non credo che mi sara' molto d'aiuto. Non perche', TU non dia preziosi consigli, tutt'altro…. ti trovo preparata,comprensiva e capace rispetto a tutti gli argomenti trattati. E ti stimo molto.
    Il problema di fondo sono io. Ho 35 anni, sono carina e snella ma …. nessun uomo si avvicina a Me. Eppure vivo in una citta' come Milano, dove esistono tanti singles…. le mie amiche mi dicono che IO spavento gli uomini. Che sceemenza. L'uomo interessato ad una Donna (veramente interessato) non teme niente e nessuno. IO VORREI UN UOMO CON LE CONTROPALLE che NON ESISTE. O perlomeno, non desidera Me. Sono carina, ma non sono Belen Rodriguez…. non e' sufficiente. Ogni uomo per "iniziare" a parlarti deve essere colpito dall'aspetto fisico. CARINA e GRAZIOSA ( nel mio caso) non corrisponde a STRAFIGA percui nada de nada ……

  19. matteo scrive:

    Sole se mi posso permettere e naturalmente se pensi che possa essere una buona idea, ci potremmo conoscere, sono di milano anche io….ciao
    la mia email, nel caso, XXXXXX

  20. ilariacardani scrive:

    @ Matteo: questo non è un sito di incontri :) :).

  21. Sole scrive:

    Grazie Matteo…. ma NON credo molto agli incontri/appuntamenti nati su internet… senza offesa! ;)

  22. ilariacardani scrive:

    Tranquilli tutti: questo NON è un sito di incontri. Esistono siti di incontri molto ben fatti: usate quelli per i vostri incontri, usando quanto imparate qui. Non cercate vie "alternative" alla paura di incontrarvi con gli altri, che sia via internet o nella vita normale.

  23. Donato scrive:

    Ciao, il pianeta delle relazioni è di per sè un mondo pieno di sfumature molto variegate, le relazioni sono la base di ogni rapporto sociale.
    un punto focale è che comunque siamo sempre inclini a addossare le nostre incapacita, frustrazioni, e situazioni negative AL DI FUORI DI NOI, questo è frutto del nostro inconscio,mal sorvegliato che fa si di sentirci VITTIME , di fattori ESTERNI.
    Invece il primo obbiettivo da puntare è DENTRO DI NOI………..
    E li che giace il nostro vero IO………..
    Il peggior nemico da abbattere………..
    Ma spesso fare introspezione, ci spaventa e ci rende instabile, avolte non sappiamo nemmeno da dove partire………….
    Ma TUTTO è POSSIBILE !!!!!!!!!!!
    Il limite è sempre quello che NOI CI CREIAMO con i nostri PENSIERI.
    Per chi vuole approfondire, invito ha curiosare il mio sito in continua creazione.

  24. Ilaria Cardani scrive:

    Bellissimo spot pubblicitario. La prossima volta spieghiamo all’”io” la differenza tra “a” con l”h” e “a” senza “h” :)

  25. chiara scrive:

    Trovare la person giusta è come trovare un ago in un pagliaio: ne sono sempre più convinta.

  26. carla scrive:

    ciao …………………………………… esiste il ragazzo ideale bu nn so ci credo poco nn riesco a trovalo ma prima o poi arrivvera ciao a tutti

  27. noemi scrive:

    ..ciao a tutti……ci vorrebbe una bella combinazione di due elementi, fortuna e azione…….

    Nel mio caso credo si tratti di sfortuna. è vero che alcune cose ti capitano per puro caso ed è bellissimo fare nuove conoscenze. Il punto è che c’è poi sempre quel qualcosa che non va….quel neo che deturpa “la persona in questione”…… insomma, arrivata all’età di 34 anni mi vedo un poco senza speranze….quelle di conoscere non la persona perfetta( che non esiste!!!) ma quella che non ti faccia continuamente interrogare con troppi Ma e troppi Se….

  28. ilny scrive:

    secondo me e' solo questione di fortuna..

  29. Alice scrive:

    Atteggiamento mentale, pensare positivo, artefici del proprio destino ? Tutte chiacchiere.
    E' tutto un capriccio del caso, o chiamalo destino, fortuna, chiamalo come vuoi.
    Io hoi incontrato i miei compagni quando no navevo nessun atteggiamento mentale particolare, anzi ero decisamente sottotono, nè li ho cercati con strategie particoalri, mi sono capitati e basta, li ho trovati sul mio cammino.
    E che dire di quella mia amica che dalle case popolari ora vive in una villa a Miami con il marito manager di una multinazionale telefonica???
    Fortuna, solo fortuna. Si nasce fortunati, oppure no. Il resto è aria fritta.

  30. Marco scrive:

    Si può avere tutto l'atteggiamento mentale positivo possibile; ci si può mettere tutto l'impegno immaginabile; si possono fare sacrifici enormi smussando magari anche tanti lati del proprio carattere, ma in fondo in fondo e lo dico senza paura di poter essere smentito, trovare la persona giusta è solo una questione di culo (mi scuso del termine ma è la verità). Non ci sono pensieri diversi perchè se non ti arriva una bella botta di quello, la persona giusta o la vedi solo con il binocolo oppure riposa dolcemente nel mondo dei sogni. Una mia visione e magari personale, ma ho imparato che in tutte le cose la componente fortuna è sempre fondamentale. (Marco)

  31. ale scrive:

    Sono perfettamente d'accordo io sono carina socievole epiena di conoscenze frequento molti uomini ma la persona giusta mai mai..ogni volta credo che lo sia quindi ho un approccio positivo.
    Poi puntualmente mi mollano…insomma si arriva a un punto che non si spera più. .. e si inizia a credere che non è destino…e quindi rassegnarsi ad una vita molto incompleta x una donna di TRENTAQUATTRO ANNI..

  32. Michele scrive:

    Ciao Ilaria,

    Mi chiamo Michele, spero tu abbia qualche minuto di tempo per leggere il mio messaggio. Ho scoperto da poco il tuo blog facendo una ricerca casuale su internet e dopo aver letto diversi articoli e commenti mi sono deciso a scriverti. La mia e' una situazione molto difficile, forse la piu' difficile di tutti: ho quarantatre anni ma non ho mai avuto rapporti sessuali in vita mia e questo crea in me molta insicurezza e una profonda solitudine. E' un qualcosa che mi vergogno anche a scrivere ma credo si debba trovare il coraggio di uscire allo scoperto se si vogliono risolvere i problemi. Nel periodo adolescenziale ho avuto una vita piuttosto chiusa in fatto di ragazze e questo per via dei miei studi e del lavoro. Ho frequentato l'istituto tecnico industriale, una scuola fatta di soli maschi e anche i corsi post-scolastici erano piu' adatti a un pubblico maschile che femminile. Di conseguenza nessuna donna e pochi amici (i pochi amici che ho avuto poi non ci sapevano fare granche' con le donne). Gli unici svaghi che trovavo al di fuori erano palestra e piscina dove conoscevo delle ragazze ma nessuna si innamorava ed era attratta da me. Nonostante queste difficolta' sono riuscito ad ottenere diversi appuntamenti con loro, ma il tutto finiva dopo il primo o il secondo appuntamento. Ho avuto una sola storia durata 2 anni interrotta da me perche' lei non era predisposta ad alcun rapporto intimo con me. Ho un ottimo lavoro da libero professionista che mi sono costruito con le mie mani senza l'aiuto di nessuno ed ora guadagno bene. Ma anche il mio lavoro e' piu' prettamente maschile che femminile. Sfogliando vari blog ho iniziato a studiare seduzione da un paio di anni e ho frequentato un corso di miglioramento personale con un coacher. Da quel momento mi si e' aperta la strada, ho iniziato a prendere coscienza degli errori che ho commesso, mi sono applicato e mi sto tutt'ora applicando molto, vado a ballare, frequento danze caraibiche dove conosco molte donne, mi sento piu' sciolto e propositivo anche fisicamente ma nonostante tutto non riesco a piacere o attrarre nessuna donna. Sono consapevole degli errori che ho commesso e delle scelte sbagliate in fatto di studi, ma a quell'eta' non pensavo potesse penalizzarmi cosi tanto in fatto di donne.

    Veniamo ora al tema: l'atteggiamento mentale. Non sono del tutto d'accordo sul fatto che siamo noi a governare pensieri e convinzioni autosabotanti. Spesso pensieri e convinzioni sono dettate dalle esperienze che facciamo nel corso della vita, esperienze passate che finiscono nel nostro subconscio e ci danno una determinata visione di vita. Chi ha studiato PNL sa che ci sono le cosiddette "ancore" ovvero pensieri e visioni che vengono richiamati inconsciamente alla nostra mente quando viviamo un particolare evento o situazione. Per avere un pensiero ottimistico e propositivo ci devono essere i risultati che lo supportano. Se hai esperienze positive fin dai primi istanti dell'infanzia e adolescenza e' chiaro che la tua visione di vita sara' di quel tipo. Io, (come ho scritto prima) ho un ottimo lavoro, costruito piano piano con le mie mani, adottando una strategia che pochi fanno. Nel lavoro mi sento felice e soddisfatto non solo per i miei sforzi, ma perche' sono stato ricompensato dai risultati. Ma cosa sarebbe successo se nonostante il mio impegno e i miei sforzi non vedevo risultati ? Potevo essere ottimista e continuare a credere in quel che facevo ? Non credo. Perche' dovrei credere di piacere alle donne quando la realta' e' ben diversa ? Perche' dovrei credere di essere un gran figo quando le donne non mi degnano neanche di una considerazione (in amore intendo) ?. Perche' non basta avere una vita sociale attiva per avere successo con le donne. E ti assicuro che quando esco la sera tutto penso tranne che fare conquiste, mi rilasso e penso solo a divertirmi, svagarmi e stare bene in compagnia. Ma quando torno a casa mi ritrovo ancora una volta solo, senza una donna. Allora come vedi non basta stare bene e essere propositivi per eliminare le convinzioni limitanti. Se non raggiungi i tuoi obiettivi qualsiasi essi siano riaffioriranno in un batter di ciglio e anche l'autostima vacilla.

    La ringrazio per lo spazio e perdona il mio sfogo.
    Michele.

  33. ilariacardani scrive:

    Ciao Michele, leggo tutti i commenti che le persone lasciano sul mio blog. Sono contenta e ti dò il benvenuto qui, credo che leggere quello che c'è scritto e farlo tuo ti possa essere molto utile. Mi dispiace, invece, che tu abbia usato tanto tempo (il tuo commento è piuttosto lungo) per esprimere una serie di pensieri negativi che, evidentemente contribuiscono alla tua situazione come essa è. Io accetto gli sfoghi e nello stesso tempo ritengo sia utile, per cambiare quello che non ci piace, cambiare approccio.

  34. Michele scrive:

    Ciao Ilaria ti ringrazio per la risposta. Non credo che essere realisti sia sinonimo di essere negativi. In ambito professionale e lavorativo mi sento pienamente realizzato perche' fin da adolescente ho creduto fino in fondo nel mio cammino. Ma non e' dipeso solo da questo: mi ritengo fortunato ad aver azzeccato le mosse giuste al momento giusto per cui ora ne godo i benefici. Altri potevano essere meno fortunati di me per cui solidarizzo con chi si fa un mazzo cosi senza riuscire a trovare lavoro.

    In ambito sentimentale pero' non posso dire la stessa cosa: le donne non provano nessuna attrazione fisica, ne visiva, ne sentimentale nei miei confronti, ed e' cosi da (quasi) sempre. Non e' negativo cio' che dico, ma semplicemente la realta'. Non riesco a dire che sono piacente quando la realta' che vivo e' molto diversa. E di questo non demonizzo nessuno, non me la prendo ne con la sfortuna, ne con il caso, ne con gli altri. Sto facendo tesoro dei miei errori per cercare di non commetterli piu' e migliorare le mie interazioni sociali. Nel periodo adolescenziale ero molto timido, adesso invece sono una persona libera e indipendente con una buona dose di autostima grazie al lavoro, e una vita sociale piuttosto attiva. Piacersi e stare bene con se stessi non vuol dire automaticamente piacere agli altri.

  35. mia scrive:

    Cara Ilaria, ho letto gli altri commenti e mi sono soffermata su Michele…. per fortuna sua non si è mai trovato a essere preso in giro!! Sicuramente questo è un aspetto positivo!
    Mentre io mi sento una stupida… perchè mi piace sognare e vivere i sentimenti volando…. e invece intorno le persone sono troppo crudeli…

  36. giulia scrive:

    Io ho 33 anni e nella mia vita ho trovato solo uomini falsi che mi hanno prima fatto credere una cosa e poi si sono rivelati falsi e l'unica a soffrire sono stata io, questi uomini li ho tutti presi da internet perchè dal vivo non riesco proprio a conoscere e sono esteticamente normale, non si creano le occasioni per conoscere uomini anche se esco pare che non ci siano uomini single e con voglia di fare conoscenze. Nel 2012 tramite internet ho conosciuto un ragazzo mio coetaneo che diceva che lui era semplice amava le cose semplice e non cercaca la donna perfetta ,avevamo iniziato una storia io innamorata e lui no e non solo dovevo essere io ad andare sempre da lui visto che lui non aveva nemmeno la macchina e quando gli chiedevo di avere una relazione ufficiale il pezzente mi diceva anche di no alchè l'ho mollato e dopo un annetto ho scoperto si era fidanzato con una ragazza brasiliana di 25 anni che aveva già 2 figli avuti da chissa chi e la tipa truccatissima come se dovesse andare a battere e dopo un mese lei lo molla, io sono rimasta indignata per tutta questa storia, io che lo amavo e che facevo il sacrificio di andare sempre da lui e abitava pure lontano sono stata trattata come una prostituta e quella che a 25 anni aveva già vissuto come una di 40 trattata con tutti gli onori.

  37. Goldie scrive:

    la penso esattamente come Michele. la realtà è dura ma dobbiamo accettarla e non ci è permesso neanche di lamentarci. solo ringraziare per quello che otteniamo quotidianamente, il resto è bonus.

  38. orietta scrive:

    È difficile ma nn impossibile..devo ammettere che in una grande città nn è semplice..e da adulti si è anche selettivi..nn ti innamori di chiunque credo che i piccoli centri sono più favorevoli!

  39. stefania scrive:

    Ho 37 anni ……dovevo sposarmi anni fa ma poi tutto è saltato perchè ho capito che non era la persona per me….e l ho capito in un modo molto singolare scriverlo sarebbe troppo lungo….non sono grassa e non sono aga e non vesto alla moda ma in modo semplice senza pretese o eleganze estreme….sono di compagnia romantica amo l idea di una famiglia fin da quando ero bimba…..vivo storie si storie fallimentari perche piu giovani..qualcuno ho addirittura scoperto essere gia legato non trovo proprio la persona per me e allora piango e mi butto sul cibolegati….

  40. sefania scrive:

    Quello che voglio dire è che ne ho subite davvero tante e non mi fido piu…..non sento piu la magia di quando avevo venti anni…sognavo di farmi presto una famiglia di avere dei figli a causa di alcuni errori di valutazione invece mi ritrovo a 37 anni senza figli senza amore e senza nulla…non sono una strafiga ma brutta non mi si puo dire eppure vedo ragazze non attaenti fidanzate e felici

  41. stefania scrive:

    Non sono negativa come persona anzi pero cmq attiro perdone disoneste e doppiogiochiste possibile non trovo qualcuno che la pensi come me e che abbia i miei stessi sogni? Possibile che il senso del valore di questo sentimento sia svanito nel nulla ? Il bello è che tutti quelli con cuo ho una storia dicono di volere con me quello che voglio pero poi non fanno il passo che devono fare bensi si dileguano.mi chiedo se non sia per il fatto che in giro ci siano ragazze da copertina magre e ben be vestite

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*


È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>