<< Articolo Precedente

Sedurre un uomo: consigli per mamme single (ma non solo)

mamma singleSe sei una mamma single, questo articolo è per te. Ma anche se non sei una mamma e vuoi sedurre un uomo, questo articolo ti interessa e ti interessa anche se sei mamma e non sei single: ci sono consigli preziosi anche per te, se hai intenzione di continuare a dare valore a te stessa e alla tua vita.

Qualche settimana fa ho scritto un articolo dedicato alla separazione e nei commenti una lettrice mi ha invitato a dare suggerimenti speciali alle mamme single. La nostra amica mi ha scritto “La mia domanda è: <<Ci sarà pur un modo per noi mamme single di incontrare uomini attraenti e con voglia di costruire una relazione… Cavoli lo troverò mai?? (Per ora ai corsi e nelle serate nelle quali esco in quei pochi ritagli che ho trovato….nada de nada)>>.

La domanda è quanto mai opportuna. Molte delle mie lettrici sono mamme single, piene di vita, capaci e affascinanti che, come molte altre single a questo mondo, si ritrovano con una questione aperta: è possibile trovare uomini interessanti (e sottolineo interessanti) e nello stesso tempo desiderosi davvero di impegnarsi in una relazione seria e duratura (e sottolineo desiderosi di impegnarsi)?

Sì, perché, diciamocelo pure, non è difficile fare incontri al giorno d’oggi: con un po’ di impegno, molta spensieratezza e un filo di cinismo qualcuno con cui prendere un caffé, mangiare una pizza o anche avere una storia di sesso non si fa fatica a trovarlo. Essere disponibili e avere esigenze molto contenute rende possibili un gran numero di relazioni, anche molto ravvicinate.

Ben diverso è realizzare una relazione piena e appagante con una persona alla quale ci si sente davvero legate e che ci tiene davvero (sia a te, sia al rapporto). E questa è una sfida interessante non solo per chi è mamma, ma anche per chi non lo è. Un uomo qualunque non è difficile da trovare. Un uomo giusto è un po’ più difficile. E’ una legge statistica: per esempio a Milano sui marciapiedi è più facile vedere cacca di cane che orchidee (dalle tue parti non so).

La mamma single e l’uomo giusto per lei

Per chi è single ed è anche mamma, quando si tratta di trovare l’uomo giusto è necessario avere consapevolezza che questo uomo giusto abbia anche la giusta voglia e la giusta carica di entusiasmo per condividere il proprio percorso con una donna che è anche mamma e quindi con quel che significa avere dei figli.

E’ forse questo un aspetto negativo nel quadro generale del “sono mamma single e voglio trovare l’uomo giusto per me”? No, non lo è, anzi. Potrebbe addirittura essere un vantaggio: essere mamma single è un modo chiaro per proporsi ed eventualmente evitare e “scremare” perditempo e cazzoni di vario genere.

Nello stesso tempo, se sei una mamma single, è bene che tu non ti consideri più vulnerabile o meno degna di attenzione di chi mamma non è. Se tu ti consideri vulnerabile è inevitabile che ti comporti in modo vulnerabile e ti assicuro che il mondo è pieno di seduttori da strapazzo che pur di aggiungere una nuova conquista al proprio elenco sono disposti a fingersi perfetti padri di famiglia o perfetti compagni di una donna con figli, per poi dileguarsi alla prima occasione.

Entriamo più nel merito con i 5 consigli basilari che ho preparato per le mamme single che vogliono scoprire come sedurre un uomo senza stress.

5 passi importanti per sedurre

  1. Rivedi le tue convinzioni sul tuo stato di “mamma single”. Cancella i sensi di colpa. Si tratta di atteggiamento mentale. L’atteggiamento mentale è alla base della riuscita o del fallimento in qualsiasi campo. Tipico della mamma single è il senso di colpa, verso molte persone e per molte ragioni (tutte immotivate). Il primo senso di colpa è dovuto al fatto di non aver saputo o di non aver voluto mantenere la relazione con il padre di suo figlio o dei suoi figli. Se il tuo compagno ti ha lasciato o vi siete separati, non te ne devi fare una colpa. Di certo è la cosa giusta che ti doveva capitare o che potevi decidere. Il secondo senso di colpa è dovuto alla convinzione di dover dare il massimo ai pargoli. Molte donne sono convinte che maternità faccia rima con sacrificio e quindi ritengono di dover rinunciare alla propria vita per il bene dei figli. E questa, te lo dico, è una strombata pazzesca… Il terzo senso di colpa è dovuto al desiderio di avere un nuovo compagno, con tutto quello che comporta: “una mamma per bene non dovrebbe nemmeno pensarle certe cose!” Il quarto senso di colpa è nei confronti del partner potenziale: “poverino, dovrebbe prendersi me e anche un po’ i miei figli…” Questi sono alcuni dei sensi di colpa della mamma single che ho voluto elencare oggi. Se te ne vengono in mente altri, segnali su un foglio. Poi brucia il foglio, insieme ai sensi di colpa. Il senso di colpa è il più grande freno alla tua felicità (e anche a quella dei tuoi figli, perché una madre infelice non aiuta i figli a essere felici).
  2. Sii orgogliosa di quello che sei e di quello che fai ogni giorno per portare avanti la tua vita e quella della tua famiglia: essere mamma è un grande impegno e sei single la sfida raddoppia, senza contare che magari hai anche della grane legali alle quali pensare, il padre dei tuoi figli che ti dà problemi e una situazione economica che non è molto favorevole. Brava, sei una donna in gamba, complimenti. Impara a riconoscere i tuoi meriti. Soprattutto quando ti sembra di commettere errori.
  3. Dài il giusto spazio a tuo figlio o ai tuoi figli. E dài il giusto spazio a te stessa, soprattutto. Tu vuoi che tuo figlio o tua figlia siano sereni e capaci di affrontare la vita con sicurezza? Bene! Hai ragione. Allora smettila subito di rinunciare alla tua parte di vita per la sua o per la loro. I figli vanno amati in modo disinteressato, quindi non devono essere né la consolazione ai tuoi dolori (magari a quelli dovuti alla separazione), né le vittime della tua tristezza. Non devono essere nemmeno i dittatori di casa. Per questo vanno rispettati i loro diritti di essere sereni e anche i tuoi. Impegnati quando sei con loro privilegiando la qualità della tua presenza e della tua attenzione. E impara a prenderti spesso e regolarmente del tempo di qualità tutto per te, anche per fare nuovi incontri. Non perdere tempo in chat o su Facebook, ma esci a incontrare persone (non necessariamente uomini). Organizzati con altre mamme per prendervi cura dei figli a turno, non vergognarti di chiedere aiuto alla tua famiglia per qualche serata fuori e gestisci con accortezza il tuo denaro per magari chiedere il supporto di una baby sitter. Qualsiasi sia la tua storia passata, se sei una mamma single è necessario che ti concentri nel creare nuove relazioni di fiducia con altre persone, oggi si dice “creare rete”. E’ importante che tu possa sentirti compresa e sostenuta. Con garbo e dandoti il tempo giusto avvicinati ad altre mamme, alle insegnanti delle scuole dei bambini, guardati intorno, cerca nuove idee: ti garantisco che intorno a te ci sono moltissime opportunità, datti da fare attivamente per coglierle.
  4. Concentrati su quello che di positivo c’è nell’essere una mamma single: il fatto di avere dei figli in realtà ti permette di entrare in contatto con tutto l’universo che gira intorno al mondo dei bambini e dei ragazzi. All’uscita da scuola, al corso di nuoto o a quello di scherma ci sono un sacco di padri single. E anche al parco giochi o alle feste scolastiche. Coltiva il tuo buon umore e guarda con positività agli altri. Rivolgiti agli altri genitori e agli altri bambini con apertura e fiducia, con la disposnibilità a fornire tu per prima il sostegno di cui pensi di aver bisogno, ma con allegria e leggerezza. Questo ti rende attraente, ti fa uscire dal guscio di tristezza nel quale probabilmente ti sei chiusa quando ti sei ritrovata a essere single, oltre che mamma.
  5. Quando sei con un uomo e inizi una relazione, ma anche nella tua vita di tutti i giorni, pensati e considera te stessa innanzittutto come donna e non solo come mamma. Magari non te ne rendi conto ma potresti usare il fatto di essere mamma come una specie di “scudo” per non farti coinvolgere in una bella storia. Non usare il tuo ruolo di mamma né per sentirti in qualche modo “superiore” alle altre donne oppure non all’altezza della situazione. Renditi interessante per quello che sei: la mamma non toglie fascino alla donna.

Pensi che i miei consigli siano praticabili? Quello delle mamme single che vogliono costruire una nuova relazione serena è un argomento di tuo interesse? Ti piacerebbe che venisse approfondito e arrichito in nuovi articoli?

 

<< Articolo Precedente

Articoli Correlati

Gratis per te!

Non sbagliare e non soffrire più! Trova l'amore! Vuoi capire quali sono i tuoi comportamenti sbagliati con gli uomini e come puoi evitarli? Vuoi aumentare la tua autostima e avere più sicurezza nelle relazioni?

Lascia un Commento!

46 Commenti

  1. Avatar di milo

    milo 3 anni fa (26 agosto 2014 18:36)

    tutti belli i vostri articoli provate voi a stere con una donna che termina una matrimonio di 24 anni e dopo 20 giorni esce con un uomo e lo fà star male con pianti sofferenze e mogugni che avrebbe dovuto passare del tempo da sola ,invece ha voluto uscire col sottoscritto se non le mancava qualcosa e dopo un anno e mezzo che ci siamo lasciati causa i suoi pensieri del precedente matrimonio ora a distanza di due mesi si e messa con un altro uomo..dico io come si fà a digerire il dolore se non si rflette un pò sulla propia vita...
    -4
    Rispondi a milo Commenta l’articolo

  2. Avatar di Eliprincess

    Eliprincess 3 anni fa (15 marzo 2015 22:50)

    Bell'articolo, complimenti.
    -1
    Rispondi a Eliprincess Commenta l’articolo

  3. Avatar di Alessandra

    Alessandra 2 anni fa (9 aprile 2015 23:06)

    Ciao Ilaria, seguo da un po' di tempo appassionatamente il tuo blog e ho anche acquistato i tuoi percorsi che sto cercando di fare miei il più possibile. Mi serve una piccola spinta, un piccolo aiuto per così dire. Ho chiuso una relazione con un narcisista patologico dopo alcuni mesi. Come io abbia fatto a cascarsi proprio non lo so, ero single da più di un anno e felice, non cercavo nulla, ero concentrata su me stessa e sulla mia vita. Poi un giorno mi ha chiesto di uscire e mi sono detta perché no? Bisogna fare pratica, uscire, fare conversazione... era tantissimo che non avevo un primo appuntamento con un uomo essendo che mi ero lasciata dopo una lunga convivenza ... Beh, per farla breve, dopo una serie di montagne russe emotive un bel giorno mi sono chiesta semplicemente "ma perché?!" sarà mica l'unico uomo del creato, per quanti aspetti positivi potesse avere non c'era nulla che bilanciasse l'angoscia e il senso di vuoto che spesso provavo ogni volta che lui andava in crisi e c'era un volta faccia. Avevo la sensazione di dover scontare 1 mese di inferno per ogni 10 minuti di paradiso. Insomma, lo guardavo con gli occhi a cuore perché i primi 2 mesi erano stati fantastici -ovviamente- ma mi sono fatta coraggio perché sapevo che la mia felicità sicuramente sarebbe stata più vicina se mi fossi allontanata da lui e infatti sono tornata ad essere serena, pacifica, felice. La relazione si è interrotta molto male, alla centesima litigata l'ho buttato fuori di casa alle 2 del mattino, una roba che non mi era mai capitata, si sfiorava la pazzia nei nostri litigi e, dopo qualche giorno, gli ho scritto per dirgli che, a parte il modo orribile, ero convinta della mia scelta e gli chiedevo di venire a prendere le sue cose a casa mia e di restituirmi la copia che ha delle mie chiavi di casa. Detto ciò, ha portato via una gran parte delle sue cose - come gli ho chiesto e venendo in un momento in cui ero assente-, ma non tutte e ha ancora le mie chiavi... Ora è passato del tempo e mi chiede di vederci per prendere le ultime cose e restituirmi le chiavi di casa. Premesso che non mi aspetto che lui voglia vedermi per supplicarmi di riprovare e premesso che, per quanto mi sentissi coinvolta, non sarei mai in grado di ricascarci ho un po' paura di rivederlo. Lo so che se ho paura vorrà dire qualcosa... Da un lato un po' mi scoccia il fatto che la relazione si sia interrotta in quel brutto modo (mi da una cattiva immagine di me stessa, mi fa sentire come se le cose fossero rimaste sospese) dall'altra si avvicina il giorno in cui dovremmo incontrarci e mi sento nuovamente triste a tratti. Cosa mi consigli di fare a questo punto? Lui voleva che parlassimo a quattr'occhi dei motivi della rottura e sicuramente non ho voglia di farmi trascinare nell'ennesimo litigio senza scopo, ma rifiutare a priori è la cosa giusta da fare? So che a lui non devo nulla, ma alle volte mi chiedo se devo chiudere questo capitolo in maniera adulta e matura per me stessa o se sarà solo una fonte di sofferenza improduttiva. Grazie del tempo che mi hai dedicato leggendo il mio messaggio, buona serata a tutti!
    0
    Rispondi a Alessandra Commenta l’articolo

  4. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 2 anni fa (9 aprile 2015 23:21)

    @ Alessandra, grazie per il tuo commento. Dunque sei una ragazza intelligente e anche energica. Bravissima ad avere buttato fuori di casa questo pessimo personaggio, devi essere orgogliosa di te stessa e essere accecata dalla brillante e luminosa immagine di te. Credo che lui voglia incontrarti perché vuole prendersi ragione e tentare di nuovo di sedurti. Quindi sconsiglio caldamente un incontro prolungato o con i crismi della cordialità. Impacchetta le sue cose senza perderci tempo - mi auguro siano quattro carabattole facili da maneggiare - dàgli appuntamento in un'ora diurna, sottocasa, consegnali le cose e fatti dare le chiavi. Se le quattro carabattole sono pure leggere e contenute, dàgli appuntamento in una zona diversa rispetto a casa tua. Niente caffé, niente scambi. Questi sono i pacchi, queste sono le chiavi. Ciao ciao. Fine. Chiuso. Se le sue cose sono più di quattro carabattole e proprio deve salire in casa - cosa che io farei di tutto per evitare -, dàgli appuntamento sempre in un'ora diurna che sia comoda per te e fatti trovare in compagnia o di una persona fidata che faccia da spaventapasseri o, meglio ancora, di un semi estraneo (la portinaia, una vicina di casa, l'elettricista) di modo che lo scambio sia il più possibile tecnico e rapido. Se non ti restituisce le chiavi, non farla lunga e spendi qualche soldo per cambiare la serratura. Prima ti liberi di costui meglio è. Davvero.
    7
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  5. Avatar di Tany

    Tany 2 anni fa (24 aprile 2015 23:23)

    Io sono una mamma single e non vorrò mai un padre single a priori,anche se non ho mai provato,perché credo che siano solo problemi aggiuntivi,modi diversi di crescere i figli e casini vari...no!!io vorrei uno single senza figli,ma dopo separata,dopo una storia di 3 anni e mezzo sono single da 4 anni.....che ne dite che lo troverò mai uno così???però cavolo io non mi voglio accontentare voglio essere amata e sentirmi innamorata senza troppi pensieri. Comunque quello che è scritto è tutto vero anch'io all'inizio mi sentivo un sacco di sensi di colpa ma ci ho lavorato e mi sono accorta che in realtà tutti accettano qualcosa di un'altra persona pure se picchiano o si droga quindi perché non accettare una che ha un figlio? È pure meno innocuo di uno che si droga.bisogna cambiare la mentalità delle donne e iniziare a pretendere e pensare che noi valiamo cavoli!!!!Quello che siamo e che facciamo è da ammirare punto! E chi non pensa così fuori!
    -3
    Rispondi a Tany Commenta l’articolo

  6. Avatar di stefano

    stefano 2 anni fa (24 maggio 2015 21:09)

    Trovo che sia un articolo interessante, tuttavia ritengo sia giusto che anche gli uomini che sono soli senza figli abbiano il diritto di non "subire " le problematiche legate alla donna con i figli (e viceversa), cioe' se ho una relazione con una mamma sola e' giusto comunque che possa godere appieno e a 360 gradi la relazione, chiaramente visto il sentimento che sarebbe presente c'e' anche un venirsi incontro e adattarsi da parte di entrambi ma senza rinunciare alla pienezza del rapporto..se no altrimenti per me non sa da fare
    -3
    Rispondi a stefano Commenta l’articolo

  7. Avatar di alessandra

    alessandra 2 anni fa (14 giugno 2015 22:55)

    Sono una mamma single;che purtroppo ha perso fiducia negli uomini.Visto che per loro è tutto un gioco,anche i sentimenti:e inoltre sono infedeli e alcuni anche pericolosi.Ma mi chiedo se esiste l'eccezione.Un uomo speciale.
    4
    Rispondi a alessandra Commenta l’articolo

  8. Avatar di Nicla

    Nicla 2 anni fa (4 agosto 2015 22:36)

    Sono una mamma single , sono circondata da mamme single e tutte si sono rifatte una vita , sempre le altre però !
    -9
    Rispondi a Nicla Commenta l’articolo

  9. Avatar di antonella

    antonella 4 anni fa (7 giugno 2013 10:34)

    articolo molto interessante..svilupperei anche la condizione di chi ha figli adolescenti, e quindi autonomi... grazie
    7
    Rispondi a antonella Commenta l’articolo

  10. Avatar di daniela

    daniela 4 anni fa (10 giugno 2013 6:11)

    Io sono una mamma single e anche se non ho trovato ancora " l'orchidea sul marciapiede", (in altri luoghi però le orchidee ci sono), devo dire che guardandomi intorno ho visto che molte donne separate con figli hanno accanto un compagno stabile che le ha accettate così, diciamo con tutto il pacchetto, alcune hanno anche sposato i loro compagni, quindi non sarei tanto pessimista. Se incontri un uomo che è interessato a te sinceramente e vuole una storia importante ti accetterà anche se hai dei figli. Grazie Ilaria, ottimo articolo, come sempre. Daniluna
    5
    Rispondi a daniela Commenta l’articolo

  11. Avatar di svety

    svety 2 anni fa (15 marzo 2016 19:06)

    articolo iteressante
    -1
    Rispondi a svety Commenta l’articolo

  12. Avatar di Alessia

    Alessia 12 mesi fa (9 ottobre 2016 20:33)

    Condivido tutto quello che hsi scritto. Sono i sensi di colpa che ho avuto nei confronti di mia figlia a rovinare la mia storia. Ora vorrei sbarazzarmene per tornare a sperare anch'io di poter trovare l'uomo giusto per me
    0
    Rispondi a Alessia Commenta l’articolo

  13. Avatar di Mammasingledemotivata

    Mammasingledemotivata 9 mesi fa (27 dicembre 2016 22:01)

    Ciao ! Non tutte le mamme single si dedicano in toto ai figli ! Io riesco ad avere un ottimo equilibrio e riesco a trovarmi i miei spazi , il mio problema è che vorrei condividerli con qualcuno ma non riesco a trovare nessuno e per me comincia a essere pesante il stare da sola !
    0
    Rispondi a Mammasingledemotivata Commenta l’articolo

  14. Avatar di Maria

    Maria 8 mesi fa (22 gennaio 2017 11:57)

    Grazie!!!
    0
    Rispondi a Maria Commenta l’articolo

  15. Avatar di max

    max 12 mesi fa (9 ottobre 2016 23:05)

    questo articolo è di un realismo pazzesco!...la mamma single che si frena come donna, per dedicarsi in toto al figlio, l' ho conosciuta fin troppo bene!
    0
    Rispondi a max Commenta l’articolo

  16. Avatar di Nica

    Nica 3 mesi fa (2 luglio 2017 11:16)

    Interessante. Personalmente ho trovato delle mezze calzette che mi hanno fatto promesse giganti e poi, avuta l'avventura che volevano, se ne sono andati. Ho fatto un gran lavoro su di me, sono una psicologa con un'ottima posizione, sono una coraggiosa tanto da aver lasciato il padre dei miei figli poiche' era uscito di testa e maltrattava me ed i bimbi. Ora affronto da sola il penale, come parte lesa. Quattro anni da sola, di fatto. Poi vediamo! Ma se agli uomini non piace una donna bella e coraggiosa che si sa occupare degli altri, beh trovino loro le combinazioni piu' felici. Io sono questa, so amare, vorrei essere amata...se si puo'. Altrimenti sapro' comunque dedicare il mio amore a chi ne ha bisogno senza soffocare i miei figli che vorrebbero con tutto il cuore vedermi con qualcuno accanto.
    5
    Rispondi a Nica Commenta l’articolo

  17. Avatar di Erika

    Erika 1 mese fa (23 agosto 2017 12:07)

    Articolo bellissimo! Sono una mamma single da 5 anni, ho avuto delle relazioni sempre vissute con persone narcisiste, una di loro si è finta anche una persona eccezionale per le mie bambine, le quali, si sono affezionate tantissime a lui, ieri mi ha lasciata con delle scuse a dir poco fuori luogo! Non provo rabbia, ma solo rammarico verso me stessa, come mamma che ha fallito nuovamente nel proporre la persona "perfetta" anche alle proprie figlie. Credo che la vita sia un insegnamento, per capire dove si stia sbagliando e le "lezioni" dovrebbero insegnarci a non ripetere alcuni sbagli.. Spesso mi chiedo questi sbagli, quanto ancora saranno presenti nella mia vita sentimentale. Sto finendo il terzo anno di studio, spero e spero tanto che le mie bambine possano vedermi come una mamma un po incasinata ma che non lascia da parte le proprie passioni e obbiettivi. Perché nessuno deve essere responsabile dei nostri fallimenti o dei nostri traguardi. Credo che gli unici responsabili di tutto ciò si debba essere noi, noi soltanto, prenderne consapevolezza è già un segno di coscienza. Ad oggi mi sento fortunata di essere nella posizione che sono, avere una persona accanto sarebbe bellissimo, ma non è quello che voglio a queste condizioni di "mercato". Il mondo sta cambiando e sempre più persone cercano la propria felicità anche al costo di sacrificare la serenità degli altri. Ecco preferisco restare una mamma single, che morde la vita con amore e tenermi lontana da queste persone che si nutrono delle belle energie che si diffondono nella mia casa, ma che con grande abilità una volta nutritosi se ne escono. L'amore che nella mia casa c'è è quello che più deve rimanere invece. Mi rimprovero di essere un "innamoratona" dei bei gesti e parole, perché ancora non riesco a capire il netto cambiamento che nelle persone è avvenuto, dando fiducia ancora a chi si avvicina a me. La vita insegna, non ne basta una per imparare abbastanza, ma credo che provare ogni volta a migliorarsi sia già tanto. Purtoppo nella mia zona, "Grosseto" non ci sono grandi gruppi di genitori, cosa che per me la vita sociale che è di grande importanza mi porta ad un po di sofferenza, per via delle mancate situazioni di confronto e dialogo. Ripeto, bellissimo articolo, voglio fare i miei più sinceri complimenti. Un abbraccio, Ery.
    5
    Rispondi a Erika Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (23 agosto 2017 12:18)

      Ti ringrazio Ery, per i complimenti bellissimi che mi fanno tanto piacere e ancora di più per l'intensa e ricca testimonianza. Sono certa che troverai ciò che cerchi è per quel che riguarda i gruppi da frequentare, non ci sono solo quelli di genitori. Cercane degli altri: chi ama camminare, chi ama l'arte, la bici e la cucina. In moltissimi di questi i bimbi sono molto ben accetti e ben voluti. Facebook, che è detestabile sotto molti aspetti, ha come suo lato luminoso il fatto che riunisce molti gruppi amatoriali locali: datti da fare con ricerche su misura per te!
      1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 mese fa (23 agosto 2017 12:31)

      http://www.lapersonagiusta.com/errori-comuni/sola-trovare-uomo-giusto/
      2
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  18. Avatar di michela

    michela 1 mese fa (23 agosto 2017 12:55)

    Ciao Ilaria, ciao a tutte. Questa argomento mii interessa molto. Io sono mamma di una bimba di 4 anni e mi sono separata da pochi mesi e devo riorganizzare tutta la mia vita: dal cambio casa, al rifarmi una vita sociale, cercare una baby sitter, far quadrare i conti, devo far pace con i sensi di colpa di cui si parla nell'articolo (chi più ne ha, più ne metta!!) e sopratutto sono sola e devo "creare rete". Vorrei che l'argomento venisse approfondito con nuovi articoli. Buona giornata a tutti!!!
    1
    Rispondi a michela Commenta l’articolo