Attrazione a breve termine: sai di che cosa si tratta?

attrazione a breve termineHai mai sentito parlare dell’attrazione a breve termine o hai mai riflettuto sulla questione? Secondo me sì, anche se forse non ne sei completamente consapevole. In realtà, chiunque abbia vissuto un minimo nel mondo della realtà e non sempre e soltanto in quello della fantasia sa bene che cos’è l’attrazione a breve termine e quanto sia diversa dall’attrazione a lungo termine…

"Quando sei stato sedotto da qualcosa, è bello non pensarci troppo e cullarsi nel piacere della seduzione. P. Roth"

Intendo dire: ti è mai capitato di sentire una sorta di tuffo al cuore e una forte emozione nel guardare un film con qualche classico bellone del cinema tipo Antonio Banderas, Johnny Depp o l’inflazionatissimo George Clooney? Dì la verità: ti senti attratta, spesso molto attratta. Ma se sei – come credo tu sia – una persona un minimo sana ed equilibrata ti limiti a fare un commento tra te e te o con le amiche e poi, via, continui per la tua strada e con la tua vita. Magari l’attore o il bellone di turno ti piace da matti, ma non penseresti mai di innamorarti sul serio di lui, di dividere il tuo percorso di vita con lui o di fare dei progetti insieme a lui. Si tratta di attrazione a breve termine. Magari fortissima, ma, appunto, a breve termine, che non ha un seguito. Che non ha realtà e possibilità pratiche e va bene così.

Oh, per carità, può anche capitare e di fatto capita spessissimo, come è normale che sia, che questa attrazione a breve termine si manifesti con persone in carne e ossa, a portata di mano e che questa medesima attrazione, reciproca, sbocci in una relazione breve o brevissima. La famosa storia di una notte. Chi di noi, in qualche fase della propria vita, non è stata la protagonista di una o più storie di una notte? Quante volte queste “storie di una notte” sono finite in poche ore, così come sono cominciate, senza rimorsi e senza rimpianti per nessuno dei due amanti? Moltissime. Si tratta sempre di attrazione a breve termine.

Attrazione a breve termine e cervello primitivo

Credo che il concetto sia chiaro: ci sono migliaia di persone dalle quali siamo attratte anche molto potentemente, ma con le quali non penseremmo mai di legarci in un rapporto serio e duraturo. Con queste persone possiamo mantenere un tipo di attrazione totalmente platonica e distante o instaurare un certo tipo di relazione lampo (una notte) o temporanea (accade per esempio quando si è conosciuto qualcuno in vacanza e in viaggio e la relazione dura, sempre senza rimorsi e senza rimpianti per lo spazio della vacanza e del viaggio).

C’è attrazione a breve termine anche quando, semplicemente passeggiando per strada, in un ristorante, in un ufficio pubblico, notiamo qualcuno che ci pare molto affascinante e tra noi ci diciamo “Accipicchia oh, che bel tipo!”. Dopodiché continuiamo per la nostra strada, finiamo di espletare la nostra pratica, finiamo il nostro pasto e ci dimentichiamo dell‘incommensurabile figo che abbiamo notato. Certo, se viviamo in modo sano nel mondo della realtà e non ci facciamo sopraffare dalle pericolose fantasie di amore romantico… O, peggio ancora, dall‘idea dell‘innamoramento per „colpo di fulmine“ che esercita ancora grande fascino tra le donne contemporanee. Sennò dovremmo sognare d’amore anche ogni volta che passiamo accanto a un cantiere e gli operai si mettono a fischiare…

"La seduzione suprema non è esprimere i propri sentimenti. E’ fare in modo che ci sia il sospetto. J. B.D’Aurevilly"

Ok, ok, ora in molte probabilmente stanno pensando: Va bene Ilaria, ho capito perfettamente di che cosa stai parlando, di che cosa è l‘attrazione a breve termine. Ma io che cosa me ne faccio di tutte queste informazioni?“

Beh, ti dico la verità: ho paura che troppe donne a questo mondo confondano l‘attrazione a breve termine con un interesse sentimentale autentico e si prendano un po‘ troppe brutte e dolorose facciate. Perché prendono sul serio quello che serio non è. Scambiano per duraturo quel che duraturo non è. Confondono l’attrazione a breve termine con l’attrazione a lungo termine

Ora mi spiego meglio, nell‘intento di darti indicazioni utili, anche a comportarti in modo più astuto e meno ingenuo con gli uomini, cosa che non può farti che bene, qualsiasi sia il tuo punto di partenza.

Intanto, se sei ben consapevole che esiste l‘attrazione a breve o brevissimo termine non rischi di soffrire e di consumarti per storie che non esistono, ma sono solo fugaci incontri tra te e qualcun altro che da te è attratto per solo qualche ora, magari anche solo qualche mezz‘ora o anche solo una decina di minuti.

Le infatuazioni-lampo sono le responsabili di molte illusioni coltivate da certi romantici animi femminili. Incontri qualcuno in una serata particolare, un uomo che è istantaneamente ma fugacemente attratto da te e che ti chiede il numero di telefono promettendoti di chiamarti presto, prestissimo, quasi subito e poi magari non ti chiama mai più o semplicemente ti manda un focoso sms per augurarti la buonanotte e poi – zac! – scompare come risucchiato da un misterioso incantesimo. Ecco, la “colpa” è dell’attrazione a breve termine.

Attrazione a breve termine e punti di vista diversi

Il giovanotto in questione, tutto preso dall’eccitazione si era lanciato in un corteggiamento all’ultimo respiro nello spazio di qualche minuto dal primo incontro con te. Poi, ritornato nel suo triste monolocale, smaltisce la sbornia eccitatoria e magari etilica, si sveglia il giorno dopo con gli occhi cisposi e assonati pronto a reimmergersi nella noiosa routine della propria vita e di te e dei suoi sogni di sesso e di amore con te si è bello che scordato. Troppa fatica. Il problema è che tu ti struggi per lui, quando lui nemmeno sa chi sei. Non devi struggerti, ecco. Devi semplicemente sorridere di fronte allo sbavare del tizio e avere sempre chiari i tuoi obiettivi personali. Perché se permetti a ogni essere in preda a reazioni istintive e ormonali di distoglierti dal tuo benessere, puoi stare fresca.

E c’è di più. Non di rado mi capita di ricevere messaggi da parte delle mie lettrici che mi scrivono considerazioni del genere: “Ilaria che cosa devo pensare di quei tanti ragazzi e uomini che continuano a mettere “mi piace” alle mie foto su Facebook e non fanno nient’altro, non si fanno avanti, non mi contattano?” Siccome spesso questi messaggi mi vengono inviati attraverso la pagina Facebook de La Persona Giusta per Te e quindi sono in pieno contesto facebookiano, mi capita di andare un po’ più in profondità e di cliccare sul profilo della lettrice che mi ha fatto la domanda.

Linguaggio del corpo e psicologia maschile livello base

In questi casi di solito succede che mi trovo di fronte a una carrellata infinita di foto della suddetta nelle pose più banalmente e basicamente sexy possibile: in costume da bagno, in abito da sera con scollatura ben in vista, con primi piani su tacchi vertiginosi. Eccalà… Chissà perché orde di maschi medi, guardoni e arrapati (solo un guardone arrapato può farsi amiche su FB donne e ragazze per spiarne le foto del profilo) sgomitano per mettere il loro mi piace sotto la foto della nostra eroina in bikini o in varie posture da panterona de noantri… E come mai, vivaddio, non fanno un passo ulteriore, questi ammiratori da click? Come si spiega tutto ciò? Forse che si tratta semplicemente di attrazione-lampo, quella che colpisce solo la parte più primitiva del cervello del maschio medio? Quello stesso maschio che non conosce altro percorso di vita che quello tra la casa, il bar, lo stadio o tutt’al più tra la camera da letto e il salotto? Vediamo un po’…

Una lettrice ha postato un commento qui sul blog: “Buonasera ho da poco cambiato lavoro ed ho conosciuto un collega nuovo che mi fa letteralmente impazzire al punto di sognarlo la notte. Il primo giorno che l’ho visto si è presentato e mi ha subito sorriso. Nei giorni seguenti ha continuato a guardarmi molto, poi due giorni fa l’’ho incontrato mentre uscivo dal lavoro. Ero vestita con jeans aderente e una maglietta aderente e dopo avermi guardato dalla testa in giù si è fermato è mi ha detto che sono bellissima. L‘ha detto con una voce sensuale. Io gli ho sorriso gli ho detto grazie e sono andata via. Ieri l’ho di nuovo incontrato avevo le mani piene di fogli di carta, mi è venuto incontro per aiutarmi e mi ha sfiorato le mani con i polpastrelli poi mi ha di nuovo ritoccato le mani ma più forte col palmo della mano io non ho detto nulla. L‘ho salutato e sono andata via senza motivo…. Secondo voi ho speranza di piacergli? O è soltanto gentile? Devo farmi avanti oppure aspettare?”

Dunque, l‘ipotesi che lui sia stato o sia „soltanto gentile“ è sempre valida. Ma che gente gira al giorno d‘oggi che quando uno è semplicemente gentile viene il dubbio che sia innamorato? Abbiamo perso ogni empatia e umanità verso l‘altro tanto da escludere che le persone siano semplicemente gentili? Appunto, magari è una delle poche persone ancora gentili ed educate a questo mondo.

Se vogliamo invece escludere la sua gentilezza fine a se stessa, dobbiamo considerare che i luoghi di lavoro e gli uffici sono i centri principali di socializzazione per gli uomini e le donne d’oggi. In particolare nei luoghi di lavoro e negli uffici nascono grandi storie d’amore e soprattutto si vivono relazioni sentimentali e sessuali parallele a matrimoni e relazioni ufficiali come in nessun altro posto mai.

Che dire? Pare che un po’ come i criceti nella gabbietta, maschi e femmine degli umani messi a contatto quotidiano per otto ore al giorno non possano fare a meno di sviluppare passioni e attrazioni le più varie tra loro. E’ così. E’ molto consueto che sul luogo di lavoro nascano storie – per lo più ambigue e clandestine – tra colleghi. Non è particolarmente astuto (soprattutto per molte donne che, senza saperlo, rischiano di rovinarsi la carriera e forse un pezzo o tutta la vita), ma tant’è…

Sarà il fatto che non c’è tempo e non c’è modo di frequentare altri ambienti oltre quello di lavoro (tanto più se il resto delle proprie giornate lo si deve trascorrere al fianco di un marito o di una moglie che sono diventati scontati e onerosi); sarà il fatto che la vita e il lavoro sono una noia mortale per la stragrande maggioranza delle persone, per cui urge trovarsi dei diversivi per credere di essere ancora vivi; oppure il fatto che una certa varietà e certe dinamiche di potere rendono facile sul posto di lavoro non solo fare incontri ma anche sedurre; saranno mille le ragioni possibili ma, appunto, in ufficio può succedere che fioriscano gli amori e soprattutto gli pseudoamori più complicati e intricati. Un po’ per vincere la noia, un po’ per “incasinarsi” la vita. Dato che alcune persone non riescono a vincere la noia senza mettersi anche nei guai. Molto bene.

"L’amore: un sentimento inventato. Ciò che conta è il gioco della seduzione, il rituale di piacere a qualcuno. G.Bufalino"

Fatte queste considerazioni sulle quali è importante che la donna che ha a cuore se stessa rifletta, torniamo al tema di questo articolo: l’attrazione a breve termine. Ecco quello che qualsiasi fanciulla al di sopra dei 14 anni oggi giorno non può non sapere e nemmeno far finta di non sapere: gli uomini sono molto sensibili all’apparenza, la vista è per loro primo senso attraverso il quale sperimentano l‘attrazione. Spesso gli uomini – soprattutto quelli che non hanno fiducia in se stessi, che sono molti – sono alla ricerca disperata di essere compiaciuti e il sesso è una via attraverso la quale riescono facilmente ad accrescere la propria autostima. Conoscendo tutti questi dettagli, si deduce l’ovvio: agli uomini piacciono le donne giovani, magre e formose, con vestiti attillati e tacchi alti. Questo è l’ABC, oh, perbacco. Se poi le medesime donne oltre a essere giovani magre formose e attillate sono anche adoranti e disponibili per non dire addirittura innamorate e incantate, immaginiamoci. E‘ che bisogna considerare che si tratta di attrazione a breve termine. Che non è amore affetto impegno o legame. E tanto meno romanticismo.

"A volte ci sono parole che non dicono niente, ma sguardi che dicono tutto. Anonimo"

Meno il maschio è evoluto, più facilmente lo si seduce trasudando disponibilità e mettendo in bella mostra seno, fondoschiena, tacchi, trucco pesante. Per la verità anche gli uomini più evoluti sono sensibili all’attrazione lampo o a breve termine. Se lo sono loro, figuriamoci l’uomo delle caverne, che popola qualsiasi ufficio del mondo civilizzato. Oh, bella scoperta. Se sei giovane, carina, fasciata in abiti attillati e aperta al facile innamoramento per il collega di scrivania, ti scoprirai ben presto irresistibile per l’impiegato-marpione che divide con te il luogo di lavoro. Ohibò… son soddisfazioni.

Qualsiasi lavoratore contemporaneo – che potrebbe essere anche e soprattutto l’amministratore delegato della multizionale, maturo e con stipendio a 7 cifre – si fa piacevolmente incantare dalla collega che emana sensualità e disponibilità… Sai quanto pseudo amore scorre in certi ambienti? A fiumi, a ettolitri.

Tornando al caso della lettrice che subito dopo aver cominciato un nuovo lavoro già sogna di notte il collega appena incontrato e si attilla e si mette il tacco 12 (onestamente, sarebbe di gran lunga più utile dedicarsi al lavoro, a comprendere le dinamiche e la cultura dell’azienda e a coltivare il proprio talento professionale nel nuovo ruolo, ma va beh, se si dicono ‘ste cose di questi tempi si passa per antiquati e retrivi) mettiamoci nei panni del collega che viene sognato di notte.

Diciamoci la verità: non gli sarà parso vero di avere una nuova collega giovane, carina, disponibile e con lo sguardo languido tipico di colei che se lo sogna di notte. Quale onore. E perbacco! :) Siamo solo all‘inizio. La storia presenterà molti sviluppi. Probabilmente avvilenti e scontati.

5 consigli per una buona amministrazione di se stesse

Va bene. Credo sia chiaro. Riassumiamo i punti fondamentali, utili per te, la tua vita e la tua vita sentimentale:

1) nel mondo là fuori gli umani (uomini e donne) sono affascinati dall‘apparenza, si fanno sedurre facilmente dall‘esteriorità, dalle emozioni superficiali, dai richiami dell‘istinto. Gli uomini in particolare sono sensibili al fascino „esteriore“ delle donne. Diciamo, in modo semplice, dalla loro bellezza. Per lo più l’istinto l’educazione e la famigerata “cultura” fanno ritenere attraenti una serie di caratteristiche estremamente esteriori.

2) Non bisogna confondere l’attrazione a breve termine (quella del seno grosso, del sedere in evidenza, del tacco 12) con l’amore, i sentimenti e tutto quanto sostiene una relazione autentica tra un uomo e una donna. Se si fa questa confusione si è (e si sembra) davvero poco evolute, molto arretrate e molto manipolabili. Come dire: c’è il rischio di sembrare delle autentiche idiote. Meglio di no. C‘è un rischio aggiuntivo, da non sottovalutare. L‘uomo medio che soggiace facilmente all‘attrazione a breve termine ha un pensiero semplice. E nel suo pensiero semplice e semplificato la donna disponbile è una donna facile. Cioè una meretrice. Chiaro? Comunicare male e usare male la propria sensualità può essere molto controproducente. Forse te l’hanno già detto. Tu tienine conto.

"Non è abbastanza conquistare; uno deve imparare a sedurre.Voltaire"

3) Ci sono persone (uomini e donne) che non vanno oltre l’attrazione a breve termine. Bisogna saperlo e bisogna saperle riconoscere.

4) Le proprie doti fisiche sono delle risorse, importanti. Che bisogna saper amministrare con amore, oculatezza e rispetto di sé. Saper usare queste risorse non è peccato, colpa o mancanza di dignità. E’ un’abilità importante da sviluppare, sempre tenendo lo sguardo su se stesse. Non dimenticare mai, inoltre che devi proteggerti. Sempre.

5) Il tuo linguaggio del corpo, le tue doti fisiche, il modo in cui ti presenti al mondo sono strumenti non solo di seduzione ma di selezione. In base a come ti presenti sei in grado di attrarre alcuni tipi di uomini e non altri. Soprattutto se punti tutto sull’attrazione a breve termine, attrarrai uomini che saranno affascinati, facilmente, da alcuni chiari, evidenti e scontati segnali. A te la scelta.

Che bello poter scegliere :) Quanto potere e quanto valore personale rende immediatamente disponibili…

Aspetto i tuoi commenti e le tue opinioni sulla questione dell’attrazione a breve termine ;) .

Lascia un Commento!

100 Commenti

  1. Avatar di aurora

    aurora 6 mesi fa (3 settembre 2016 11:20)

    ciao cara Ilaria. tutto condivisibile (soprattutto il suggetimento di non svendersi in ufficio xche i danni all propria professionalita' e presenza lavorativa noni ripigli piu'!). pero'...allora che si puo' fare? finiremo per stare immobi ad attendere che cosa? sbaglio o anche gli uomini non gradisconi i No (anche se a differenza di noi poi non ne parlano x due anni e sanno passare velocemente oltre? ah sono una "ragazza" di cinquantanni chein ufficio ci sta 12 ore e osservo con sorriso le grandi manovre dei timorosi colleghi marponi...sito e articoli utili e bellissimi.
    0
    Rispondi a aurora Commenta l’articolo