“Non voglio una storia seria” e altre baggianate alle quali credi senza battere ciglio

storia seria“Ciao mi chiamo Marco e non voglio una storia seria”; “Ciao mi chiamo Stefano, sono separato, sono triste, ti corteggio e non voglio una storia seria”. “Mi piaci ma non voglio una storia seria.” Quante volte ti sei sentita dire da un uomo o da più uomini diversi la frase: “non voglio una storia seria”? Quante volte hai dato la tua massima comprensione e considerazione e forse anche il tuo amore a un uomo che ti ha detto e continua a dirti che non vuole una storia seria?

E tu, quante volte dici a un uomo o hai detto a un uomo che non vuoi una storia seria? Secondo me mai o molto raramente, dato che tu, per lo più, vuoi delle storie serie, anzi serissime.

Ora, ti dò un piccolo spunto di riflessione, del quale se vuoi puoi parlare poi nei commenti qui sotto. Io credo che una delle principali differenze uomo-donna in amore sia proprio questa: le donne prendono l’amore troppo sul serio; gli uomini molto spesso prendono le relazioni di coppia troppo poco sul serio.

[twittw]Non prendere il tuo mestiere troppo sul serio. Non prendere la vita troppo sul serio. Mick Jagger[/twitta]

O, meglio ancora, le donne vorrebbero che ciascuna delle loro storie d’amore fosse una storia d’Amore con la “a” maiuscola (e anche la “s”), gli uomini vorrebbero che le loro storie d’amore non fossero mai tanto importanti. Le donne lottano con se stesse e contro l’evidenza, fanno marciare la loro fantasia a mille giri per poter vedere il grande amore anche dove non c’è nulla, gli uomini si proteggono a tutta forza dai grandi coinvolgimenti, dalle tribolazioni dei sentimenti, dal rischio di perdere tempo ed energie preziose in un rapporto di coppia.

Le donne impiegano gran parte della loro vita nella costruzione di amori che non ci sono, perdendo tempo prezioso e risorse preziosissime, arrivando anche a rovinarsi la vita.

L’hai mai fatta questa considerazione? A me capita di farla spesso e mi piacerebbe che si invertisse la tendenza, mi piacerebbe che le donne costruissero di più nel concreto per se stesse e meno nella fantasia riguardo a storie sbagliate con uomini sbagliati.

La storia seria e l’uomo inaffidabile

Ora, pensa un po’ all’atteggiamento mentale delle molte donne che accettano di stare con un uomo che dice loro (e ripete a manovella): “Non voglio una storia seria… perché sono già stato scottato una volta/sono separato/sono divorziato/ho un figlio con un’altra donna etc etc/perché non è il momento giusto della mia vita/perché non voglio una storia seria e basta, non chiedermi altro.”.

Ecco, pensa alle molte donne che ogni giorno, pur avendo sentito chiaramento la frase “non voglio una storia seria”, continuano a uscire con l’uomo che l’ha pronunciata, continuano a fare sesso con lui, continuano anche a fargli dei favori e ad amarlo. Che considerazione hanno di sé le donne che accettano tutto ciò? Quale livello di autostima? Quale rispetto di sé e senso del proprio valore?

"Non si deve giudicare un amore futuro in base alla sofferenza passata. P. Coelho"

Sto parlando molto sul serio e in particolare mi riferisco a questo: quante insensatezze le donne accettano in nome dell’”amore”? Quante insensatezze accettano in nome di qualcosa che all’amore nemmeno somiglia?

Mi viene spesso chiesto: “come si fa a capire se si sta con un uomo sbagliato? Come faccio a evitare la catena delle storie sbagliate? Come posso smetterla di stare con uomini che mi fanno soffrire per amore?”

Ed ecco qui una delle tante risposte: basta premere il bottone del buon senso. Mi spiego meglio: andresti mai dal tuo macellaio di fiducia a chiedergli una tagliata, e dicendogli: “ma guardi io non voglio una tagliata seria”. Oppure, al contrario, apriresti mai un conto corrente in banca da un impiegato che ti dice. “Le devo dire che io non voglio clienti seri.”

La storia seria e l’uomo che non ha coraggio di nulla

No, non lo faresti mai, perché quella frase ti sembrerebbe una roba da matti, ti sembrerebbe una presa in giro, ti sembrerebbe un totale non senso. Come minimo ti sembrebbe un atto di profonda maleducazione nei tuoi confronti.

Non ci hai mai pensato?

Ci sono una serie di espressioni, di atteggiamenti, di comportamenti che nessuno di noi, dotato di un minimo di buon senso, metterebbe in atto nei confronti degli altri: a nessuno di noi viene in mente di girare nudo per strada, di dire a voce alta in autobus che la persona davanti a noi puzza o di rovesciare la spazzatura in strada. Sono comportamenti assurdi, non si fanno, non si accettano.

"Non è amore quell’amore che muta quando trova un mutamento. W. Shakespeare"

E dire a una persona con la quale si vuole una relazione e la si mantiene: “non voglio una storia seria” rientra nelle assurdità che ho elencato sopra. Solo che, per “liberalità”, “abitudine”, “debolezza” ormai nelle relazioni uomo-donna si è portati ad accettare l’inaccettabile.

"In amore comanda chi ama di meno. Houdetot"

Perché dico questo? Perché penso che la frase “non voglio una storia seria” porti con sé una serie di sottintesi molto offensivi, molto irrispettosi e sia una frase intrisa di cafonaggine e di viltà.

Vediamo un po’, partendo dal fondo: perché è intrisa di viltà? Perché colui che la pronuncia si sta lavando bellamente le mani delle proprie responsabilità. Sta dicendo: “guarda, ti ho avvertito, io non voglio una storia seria, quindi non fare la rompiscatole, lo sai, sai anche che puoi prendere solo quel poco che ti posso dare. Non lamentarti. Non pensare che io mi prenda le mie responsabilità, dato che ti ho avvertito per tempo. Se tu ti lasci coinvolgere sono solo affari tuoi, io non c’entro niente.”

Perché contiene cafonaggine pura al 100%? Perché chi la pronuncia sta dicendo che la persona che sta frequentando e con la quale ha una relazione, non è degna della sua serietà, non è degna, per lui, di una storia seria, non la merita.

Tutt’al più può meritarsi una storia di seconda o terza categoria. La “storia seria” è riservata a qualcun’altra, probabilmente a una donna di fronte alla quale non si avrebbe mai il coraggio e la sfacciattaggine di pronunciare la frase “Non voglio una storia seria.”

Perché è molto irrispettosa? Perché se qualcuno ti dice “non voglio una storia seria” e nel contempo ha una relazione con te, ti sta dicendo di fatto che ti rispetta così poco da “usarti” per avere una storia NON seria e ha anche la sfrontatezza di dirtelo in faccia.

Perché è offensiva? Perché un uomo che intrattiene una relazione con una donna alla quale dice di non volere una storia seria, è convinto che quella donna non meriti nulla e abbia bisogno invece di troppo, tanto da avere l’ardire di dirle che non vuole una storia seria con lei e allo stesso tempo di non temere le conseguenze che una frase del genere potrebbe provocare.

Ecco, detto in poco parole, un uomo che dice una frase del genere a una donna è convinto di averla misurata e pesata così bene e con tale sicurezza, da potersi permettere di dirle questa frase senza avere in cambio da lei un sonoro spernacchiamento…

***

La comunità de La Persona giusta per Te è attiva anche su Facebook.

Partecipa anche tu. 

Metti il tuo “mi piace” alla pagina.

***

Sei stufa di essere in ansia per amore e vuoi finalmente la tranquillità interiore per essere davvero interessante e realizzare una relazione felice  e serena, con l’uomo giusto per te?

Inizia subito il percorso: I 7 Pilastri dell’Attrazione

***

Ti senti sempre insicura e allora ti fai prendere dalla mania del controllo quando sei con un uomo? Vuoi finalmente liberarti dell’insicurezza e scoprire come capire un uomo per sedurlo e tenerlo legato a te?

Fai adesso il percorso: Come sedurre un uomo senza stress, né per te né per lui

***

Lascia un Commento!

409 Commenti

  1. Avatar di emma

    emma 1 anno fa (15 dicembre 2016 15:39)

    perchè il mio ultimo messaggio non è stato pubblicato?
    0
    Rispondi a emma Commenta l’articolo

  2. Avatar di stella

    stella 1 anno fa (12 gennaio 2017 17:28)

    buonasera a tutte e complimenti per il blog, davvero interessante. questa la mia, forse noiosa, ma davvero ridicola storia. Esco con un tizio a dicembre, in prossimità del Natale. Lui sembra simpatico, sa un sacco di cose di me (quindi denoto un certo interesse nei miei confronti), si comporta da persona educata e istruita, ma ad un certo punto della serata se ne esce con una cacchiata mostruosa che mi ha lasciato senza parole: questo "signore" non solo non vuole storie serie, ma si è dato pure un termine! Cioè per due anni vuole stare solo, poi trascorso questo periodo di tempo inizierà ad impegnarsi! ahahah ahahah io ero allibita. Ecco, questo è ciò che ci offre la piazza. Vi giuro che tra quelli che escono una volta con me e sembrano ad un passo dal matrimonio, a quelli come questo che mi fanno quasi ridere, il "mercato" si riduce alla grande.vedremo cosa ci offrirà questo 2017! Intanto buon anno a tutte!
    -4
    Rispondi a stella Commenta l’articolo

  3. Avatar di Cri

    Cri 1 anno fa (28 febbraio 2017 20:30)

    In effetti tutto vero ma... io non riesco a fare a meno di lui... di quell'uomo che fin dal primo incontro ha detto "non voglio una storia seria" . E non perde occasione per ricordarmi che se mi innamoro sono cavoli miei... lui vuole leggerezza non vuole responsabilità. Io ho provato ad uscire con altri ma inevitabilmente ho lui in mente. Ho come la convinzione che un giorno possa cambiare idea.
    -4
    Rispondi a Cri Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 1 anno fa (28 febbraio 2017 22:02)

      Cri, lui non cambierà idea... cambiala tu! Se esci con altri per distrarti non serve a nulla perché questi altri non ti interessano. Concentrati su di te e su quello che ti fa stare bene sul serio, non sui momenti di effimera ebbrezza e sui sogni vani, e vedrai che finirai per scordarti l'ometto leggero. É uno sforzo di volontà, ma alla fine paga! ;-)
      3
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 1 anno fa (28 febbraio 2017 23:07)

      Che poi lui se ha messo in chiaro da subito che non vuole amore, è stato pure sincero...forse che in fondo la storia seria non la vuoi neanche tu?
      6
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 1 anno fa (1 marzo 2017 7:42)

      Puo' essere, Max, oppure si è più attaccati al desiderio in sé che non alla sua realizzazione; ma capita spesso di ostinarsi sull'impossibile. A tal proposito, mi é venuta in mente la perniciosissima canzone di Cenerentola, "I sogni son desideri", quando dice "tu spera fermamente, dimentica il presente"... Apologia della passività e dell'attesa ostinatamente speranzosa, un atteggiamento che non porta a nulla di buono.
      5
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  4. Avatar di Marina

    Marina 1 anno fa (5 marzo 2017 9:35)

    È esattamente come lo descrivi ilaria. La considerazione che gli uomini hanno delle donne a cui dicono una frase del genere è proprio quella ed è stata proprio questa consapevolezza a darmi la forza di chiudere una "relazione" sbagliata. Nonostante sia passato molto tempo ho ancora a volte nostalgia di lui ma il rispetto che ho riacquistato di me mi fa superare questi momenti senza mai pensare di ricercarlo. Grazie
    -1
    Rispondi a Marina Commenta l’articolo

  5. Avatar di Irene

    Irene 9 mesi fa (17 agosto 2017 20:58)

    Un articolo di Ilaria al giorno, toglie il medico di torno..
    0
    Rispondi a Irene Commenta l’articolo

  6. Avatar di flo

    flo 11 mesi fa (8 luglio 2017 0:04)

    Ciao Ilaria e quelli che invece ti dicono "voglio stare con te solo per giocare e divertirmi" ..!!??
    0
    Rispondi a flo Commenta l’articolo

    • Avatar di Stellina3

      Stellina3 11 mesi fa (9 luglio 2017 14:03)

      A quelli non va neanche data l'importanza di scriverne su un sito :-)
      -1
      Rispondi a Stellina3 Commenta l’articolo

    • Avatar di Olivia

      Olivia 8 mesi fa (19 settembre 2017 0:22)

      Quello è un modo indiretto di dire che vogliono solo una donna da poter scopare quando ne hanno voglia. I peggiori, perché se considerassero la persona che hanno di fronte loro pari, lo proporrebbero chiaramente. Invece così trattano le donne da cretine.
      -2
      Rispondi a Olivia Commenta l’articolo

  7. Avatar di Elisa

    Elisa 7 mesi fa (11 ottobre 2017 13:13)

    Ciao, è successo anche a me ..dopo i primi incontri in cui sembrava funzionare tutto perfettamente vengo a scoprire che la persona in questione continua a frequentare le chat ma si giustifica dicendo che non sente le altre come me..alla fine della discussione mi dice direttamente che non vuole una storia seria. Io decido di chiudere ma lui non molla, mi scrive sempre, ci vediamo ancora un paio di volte. Mentre eravamo in intimità mi racconta di altre che contatta in chat e che gli rispondono male e lo bloccano...questo è stato il top! Mi sono sentita davvero umiliata..così ho deciso di chiudere la serata. Io ho iniziato a rispondere in modo secco e freddo finchè lui mi dice che non sta bene e che preferisce stare solo per problemi al lavoro, genitori etc..(solite scuse) ma spera di continuare a sentirmi. Io gli dico che di sicuro non lo cercherò più..a quel punto sono rimasta davvero male della sua reazione così forte..si è arrabbiato tantissimo, di solito è sempre stato gentile..mi dice come faccio a dirgli certe cose visto che lui sta male...io cerco di essere sincera esprimendogli la mia insoddisfazione e lui risponde solo che non può certo convincermi ad andare avanti se non voglio ma lo spera perchè sono bellissima e sta bene con me..(solite cose)..io gli rispondo che lo so che gli faccio solo comodo finchè non ne ha trovata un'altra (ed è quello che penso davvero)...si arrabbia di nuovo e mi dice che non ho mai capito niente di lui e finalmente riesco a chiudere. Ho scritto solo per portare la mia testimonianza perchè grazie ad Ilaria e a questo blog sono riuscita a comprendere chiaramente la situazione e scappare al più presto, Ma la cosa che mi ha un pò stupito sono stati questi scatti di rabbia..e il fatto che lui si aspettasse che io potessi accettare questa situazione e capissi che poverino lui sta male...dopo la totale mancanza di rispetto nei miei confronti. Mi sono riletta questo articolo, mi è davvero utile in questo momento.Grazie
    0
    Rispondi a Elisa Commenta l’articolo

  8. Avatar di Pazza l'idea

    Pazza l'idea 6 mesi fa (20 novembre 2017 15:37)

    Almeno una volta (forse più di una ), ci siamo trovate in questa situazione, anche capovolta. Ho 40 anni, lui anche conosciuto da poco: 1 mese. Ambedue usciti recentemente da relazioni lunghissime. C'è affiatamento, una splendida intesa fisica, affetto, uscite serali , weekend divertenti ed atteggiamenti da coppia per chi ci vede dall'esterno. Belle parole "ti voglio bene" "sei stupenda" "hai delle qualità meravigliose" ma ... eccoli li ... mette i paletti "non voglio impegnarmi, non voglio far soffrire più nessuno, adoro la mia indipendenza e sto bene da solo". Che stress. Non è una situazione facile, non sai come fare perché da una parte ti piace profondamente quella persona e dall'atra non ti esponi mai veramente perché non vuoi essere la parte debole (e lo sei già se non metti distacco, o se la vedi alla stessa maniera". Non voglio ne proporgli un matrimonio, ne figli, ne una convivenza perché è prestissimo ed anche io ho bisogno di conoscerlo, capire se potrebbe fare per me (e viceversa), capire se sono pronta ma non voglio nemmeno sentire questi discorsi lava coscienza o essere già avvertita. Ho paura di perdere il mio tempo, e soffrire poi un giorno irrimediabilmente (ho già dato). Eppure lui quando siamo assieme è sempre dolce, mi bacia, mi prende per mano, mi cerca. Non so cosa devo fare. Certo, il tempo dirà la sua ... è logico ma ... vorrei conoscere la vostra opinione. Coglierò l'occasione per riflettere anche perché presto partirà per un lungo viaggio che ovviamente non ha intenzione di posticipare o accorciare, ed io non voglio assolutamente pregarlo di nulla ma lasciarlo fare le sue scelte.
    -1
    Rispondi a Pazza l'idea Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 6 mesi fa (20 novembre 2017 17:52)

      Lascialo perdere, e' un furbacchione da quattro soldi. Dice che non vuol far piu' soffrire nessuno? Benissimo, non essere tu la prossima.
      -3
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  9. Avatar di Mary

    Mary 5 mesi fa (20 dicembre 2017 10:05)

    Salve a tutte ,innanztutto grazie Ilaria per gli articoli veramente utili..la mia storia, conosco lui in chat, ci frequentiamo da 5 mesi, ci vediamo quasi tutte le settimane. Inizialmente si dice pronto per una storia seria, molto presente, ora invece tra un incontro e l 'altro ché non si sa mai quando avverra' il gelo freddezza ho scoperto che chatta con altre e quando ci vediamo parla di lui come una persona single senza impegni e responsabilità. Non mi ha mai detto non voglio una storia seria ma si capisce...cosa mi fa restare ancora?i momenti veramente beli teneri passionali che ho quando stiamo insieme,ma sento che non mi basta più e vorrei tanto uscirne...consigli su come fare?grazie
    0
    Rispondi a Mary Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 mesi fa (20 dicembre 2017 12:42)

      Mary, il tuo è uno di quei tanti commenti che mi fa venire in mente il titolo bellissimo di un bel libro di due psicologi uomini: "Donne intelligenti, scelte stupide". Che tu sia una donna intelligente non ci sono dubbi. La tua storia non è particolarmente stupida e non è di certo particolarmente intelligente. Capita a tutti noi di trovarsi dentro vicende che non ci appartengono per davvero e ci siamo arrivati passo passo senza accorgercene. Un po' come quando si esce di malavoglia con un'amica per un aperitivo, la serata non è entusiasmante, lei ci racconta tutte le sue grane piangendo e mettendoci in imbarazzo, ci presenta amici con i quali non abbiamo nulla da spartire che ci mettono ancora più in imbarazzo e di episodio imbarazzante in episodio imbarazzante facciamo le 4 del mattino dicendo a noi stesse: "Ma che cavolo ho fatto?" Ora questa mi pare ovvio sia una storia tutt'altro che seria e tutt'altro che coinvolgente. Pensa che ci sono persone che perdono compagni di una vita per una separazione o addirittura per un lutto. E ce la fanno a vivere, eccome. I momenti belli, teneri e passionali, mi tocca dirlo, in parte sono una recita, in parte sono reazioni fisiologiche ed emotive a stimoli specifici che la natura ha predisposto per spingerci a procedere a fare bambini. Reazioni chimiche, ecco, nulla più. Come uscirne? Prendere coscienza che è una finzione che ti serve forse perché sei in un momento in cui hai bisogno di stimoli e la recita è un ottimo succedaneo. Taglia, cancella, chiudi e mettiti a cercare qualcosa di autentico.
      10
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Mary

      Mary 5 mesi fa (20 dicembre 2017 14:05)

      Grazie Ilaria per il tuo tempestivo intervento,si sono in un momento particolare della vita, so bene cosa significa quello che descrivi tu,separata da poco, tanta sofferenza,un bimbo da crescere sola, ho letto anche l'articolo sull 'uomo irresponsabile(mi pare proprio lui) io una donna che di leggerezza nella sua vita ne ha avuta molta poca ,vuoi per la separazione, vuoi per altre vicissitudini famigliari dolorose che non sto qui a raccontare, sono anche un po' giù di morale in questo periodo. Lui oltre che a tratti mi fa sentire meno sola, mi da stimoli,eccitazione, adrenalina insomma quello che ora mi manca..forse per tagliare dovrei cercare fuori nuovi stimoli(passioni ecc)?un abbraccio
      1
      Rispondi a Mary Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 mesi fa (20 dicembre 2017 14:25)

      Certo che sì...
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

  10. Avatar di mary

    mary 5 mesi fa (23 dicembre 2017 1:45)

    Credo che la frase:non voglio una storia seria deve essere x noi sempre un campanello di allarme,almeno x proteggerci da eventuali delusioni.Il ragionamento di Ilaria e' logico, giusto anche se ci può far male per il senso realistico e concreto che esprime.Venire usate non piace a nessuno,come non piace essere manipolate e intontite di belle parole...sti uomini...OHo! !Il modo che abbiamo per difenderci e'di non cadere nel tranello o idea che c'è lo cucineremo a modo nostro,impresa ardua!Per chi ama il rischio ben venga ma x quelle più emotive lo sconsiglio vivamente!Anche me è stata detta tale frase più di una volta..Io beh...Dopo un paio di uscite ho chiuso,non aveva senso,ne' prospettive.Non facciamoci usare da chi ci dice in maniera implicita:sesso si ma a te no!!Inoltre sono tutte palle di chi:ha la nonna in un ospizio in Polonia e le deve far visita spesso o ha i gatti da nutrire piccini oppure sta in cassaintegrazione da quando è nato (mamma che fantasia:) Mai fare le mammine accondiscendenti o le gheisce di turno,rispettiamoci se vogliamo essere rispettate!!Buon Natale. .
    1
    Rispondi a mary Commenta l’articolo

  11. Avatar di Rosa

    Rosa 5 mesi fa (5 gennaio 2018 10:57)

    Salve Ilaria salve a tutte, grazie per i preziosi articoli,scrivo piu che altro per capire cosa sta accadendo,lo conosco 8 mesi fa in chat ci scriviamo per tre mesi lui faticava ad organizzare un incontro poi arriva quel giorno, io piena di dubbi per quello che mi aveva raccontato della sua vita(44 enne che vive con i genitori serate passate un po' allo sbando nei bar con qualche vizio di troppo )cosa mi colpisce ?la sua dolcezza, il fatto di esserci sempre nelle mie giornate, insomma iniziamo una frequentazione e a dir la verità inizialmentre,per i motivi suddetti, ero io a mettere paletti, a dire che non volevo di piu' di quello che ci stavamo dando (uscite settimanali ricche di dolcezza tenerezza passione )mentre lui parlava di storia, di volermi presentare a tutti.Dopo 2 mesi, quando mi stavo coinvolgendo di piu', i paletti li ha iniziati a mettere lui dicendo che una storia tra noi sarebbe stata complicata, di vivere gli incontri alla giornata e ora dopo 6 mesi si sta allontanando freddando,ma la cosa che piu mi fa soffrire e' che lo vedo nei gruppi e nelle chat in cerca di donne con lo stesso copione che ha usato con me mesi fa...cosa devo pensare, ma soprattutto mi chiedo era vero quando diceva di volere una storia?grazie
    0
    Rispondi a Rosa Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 5 mesi fa (5 gennaio 2018 13:09)

      Ciao Rosa, ti sei imbattuta in un pessimo soggetto. Un misero seduttore da strapazzo. Purtroppo, ti devo dire che ti ha raccontato una marea di palle... E, da quello che racconti, appare chiaro che sin dall’inizio anche tu avevi intuito con non c’era proprio da fidarsi. Per il futuro - oltre a chiudere definitivamente con costui - ti consiglio di prestare maggiore attenzione ai segnali e di credere di più nelle tue sensazioni. Un abbraccio e buon anno!
      0
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 5 mesi fa (5 gennaio 2018 13:18)

      Ciao Carlotta, a me sembra che il vitellone abbia raccontato palle solo quando ha cominciato a frequentarsi con Rosa, mentre prima le aveva descritto perfettamente che tip(acci)o era. Con un simile biglietto da visita, c'era solo da scappare. Concordo appieno sui consigli che dai a Rosa. A volte la risposta e' scritta a caratteri cubitali, ma purtroppo si mette la ragione in stand-by. Spero che a Rosa questo non accada piu' 😉
      -1
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 mesi fa (5 gennaio 2018 13:20)

      Verissimo, sincerissimo, autenticissimo. Che dubbi ti vengono? Comunque, la morale è sempre quella, al di là di psicologismi e spiegazioni: un vero peccato aver perso un tesoro d'uomo così. Davvero, un vero peccato.
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Rosa

      Rosa 5 mesi fa (5 gennaio 2018 13:39)

      Lo so ora non sono molto lucida quindi quando dopo solo 1 mese e mezzo insisteva per farmi conoscere la sua famiglia ed amici non era sincero?e se avessi accettato? fino all'ultimo incontro ha insistito nel dire che in questi mesi non ha avuto altre tranne me...sapete quando ha iniziato a freddarsi?quando ho negato di salire a casa mia e passare la notte con lui perché avevo iniziato a non vederlo autentico e ora dico per fortuna..all'inizio il "tipaccio" mi aveva detto che voleva una storia e che sperava di incontrare qualcuna che lo "domasse" ecco a volte noi donne speriamo di riuscire in missioni impossibili e mi faceva sentire anche in colpa perché non volevo conoscere subito tutti i suoi parenti.Quindi mi consigliate di non chiarire e lasciare che la la cosa scemi così come sta facendo lui?grazie
      0
      Rispondi a Rosa Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 5 mesi fa (5 gennaio 2018 15:15)

      Rosa, leggi questo: http://www.lapersonagiusta.com/psicologia-maschile/uomini-che-giocano-con-i-sentimenti/
      0
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 5 mesi fa (5 gennaio 2018 16:24)

      Non avevo letto la tua domanda finale. Secondo me non c’e’ proprio niente da chiarire, più chiaro di così...Lo hai pure visto nelle chat in cerca di donne. Dignità...
      0
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 5 mesi fa (5 gennaio 2018 16:32)

      Infatti...
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Rosa

      Rosa 5 mesi fa (5 gennaio 2018 17:07)

      Grazie Ilaria, Carlotta grazie a tutte...si ora devo solo cercare di chiudere del tutto.Ho letto anche altri articoli qui molto utili,oltre all'inganno penso che sia una persona molto superficiale e immatura che all' inizio pensava di avere il bel giochino nuovo da mostrare a parenti ed amici,era molto esaltato,per sentirsi "normale" come gli amici fidanzati sposati con figli...spesso usciva questo discorso di normalita' a cui lui aspirava ma poi..comunque sommando tutto non ho perso niente ora resta un po' di delusione..vi abbraccio
      0
      Rispondi a Rosa Commenta l’articolo

    • Avatar di Carlotta

      Carlotta 5 mesi fa (5 gennaio 2018 17:22)

      Esatto, bravissima!! Forza e coraggio 😉. Un abbraccio
      0
      Rispondi a Carlotta Commenta l’articolo

  12. Avatar di Emy

    Emy 4 mesi fa (29 gennaio 2018 12:23)

    Io la metterei da angolazioni diverse. Mi trovo nella situazione tipica della relazione solo sesso. Premetto che l 'ho mandato a stendere due volte, ci sono andata giù pesante, e lui è sempre tornato. Adesso sono cambiata io. Dinanzi alla sua insistenza nel cercarmi ho ceduto, ma non sono innamorata e non lo sarò mai, per questo riesco a gestire la cosa. Il segreto è questo: non attaccarsi. Se dovesse succedere, rompere subito, e non credere checi cercano perchè innamorati, non lo saranno mai, ma non solo di te, di nessuna. La loro natura è libera. Io non credo che questi uomini siano tutti consapevoli del male che possono fare, in fondo ci hanno avvertite. Peggiori sono quelli che si fingono innamorati, si fidanzano, si sposano, mettono su famiglia e poi tradiscono per hobby. Quando un uomo ti dice che non vuole una storia seria non ti sta umiliando, né offendendo, anzi ti sta rispettando. Sta a te dartela a gambe o accettare. Io trovo stupida la donna che pensa di cambiare un uomo che da anni frequenta chat per incontri. Se non ce la fai a tenerti un relazione solo sesso, non accettare dall'inizio. Altrimenti goditela ma senza renderla un'esclusiva. Il segreto è questo. Se si cerca una storia seria non si puo avere una relazione solo sesso con una sola persona, perchè appunto la nostra natura ci farà innamorare prima o poi. Un consiglio per esperienza, se siete sole divertitevi! Avete la fortuna di fare sesso senza impegno, intanto cercate o attendete, ma non eè detto che arriverà il famoso prince charmant.
    32
    Rispondi a Emy Commenta l’articolo

    • Avatar di Valeria

      Valeria 3 mesi fa (9 febbraio 2018 19:23)

      Condivido in pieno.
      24
      Rispondi a Valeria Commenta l’articolo

    • Avatar di Lucas

      Lucas 3 mesi fa (10 febbraio 2018 15:32)

      E' la storiella che si raccontano la maggior parte delle persone. Di sicuro quelle sfortunate in amore e che non hanno mai avuto una storia piena. Un amore può pure finire dopo 5 10 o 20 anni, ma qui a quanto pare non inizia neanche mai. Nulla di male, succede a milioni di persone, esclusi quelli a cui non frega nulla, donne comprese. Non è una debolezza, saper amare , ma una questione di forza. E purtroppo non è per tutti e purtroppo è difficile trovare una persona affidabile, che non ti tradisce dopo tre giorni, con cui condividere la propria vita. Si può amare ma l'altro deve esserci altrimenti non ha senso. Spesso si incappa a propria volta in persone con un passato difficile, con problemi psicologici e "generici" di vita. Quelle che vengono chiamate persone "irrisolte". Non è una critica, ci sono dentro anche io . Però non si creda che all'uomo non vadano bene relazioni di solo sesso. E' che non hanno trovato la donna giusta per loro. Perchè , guardate bene, ci sono uomini fedelissimi e che non tradirebbero nemmeno sotto tortura. Che poi diventeranno magari noiosi, ma questo è un problema delle donne. Una relazione di solo sesso è una relazione a metà, non ci sono storie.
      0
      Rispondi a Lucas Commenta l’articolo

    • Avatar di Valeria

      Valeria 3 mesi fa (13 febbraio 2018 11:50)

      Si ma può essere la metà migliore.
      16
      Rispondi a Valeria Commenta l’articolo

  13. Avatar di Valeria

    Valeria 3 mesi fa (9 febbraio 2018 19:21)

    Francamente spero di aver capito male il senso di questo articolo che per quello che ho capito non condivido quasi per niente. Se qualcuno ti dice che non vuole una storia seria sta solo mettendo in chiaro una situazione: tu gli piaci sta bene con te ma non sei la persona della sua vita. E questo è naturale, lo comprendo e lo condivido. Se poi una persona è innamorata dell'amore e non accetta o non vuole capire quello che gli viene detto, dovrà farsi carico delle sue responsabilità. Saluti
    34
    Rispondi a Valeria Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (10 febbraio 2018 10:47)

      @Valeria, infatti non hai compreso l'articolo. L'articolo mette in chiaro, per chi non lo comprendesse nella quotidianità, che un uomo che ti dice di non volere una storia seria non cambierà idea strada facendo e non gliela farà cambiare il tuo folle e immenso amore. Te lo ha detto e fine, da quel momento in poi devi chiederti se ti sta bene e quindi anche tu non vuoi una storia seria con lui o te la stai raccontando, nel secondo caso è opportuno per se stesse chiudere e guardare oltre. Eppure c'è scritto, non è difficile da leggere.
      -22
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Valeria

      Valeria 3 mesi fa (13 febbraio 2018 11:43)

      Veramente nell'articolo c'è scritto una cosa diversa: chi ti dice che non vuole una storia seria è "offensivo, molto irrispettoso, cafone e vile".
      16
      Rispondi a Valeria Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (13 febbraio 2018 12:24)

      E invece? Ti sta valutando come donna e persona e compagna? E' così? Santo subito?
      -1
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Valeria

      Valeria 3 mesi fa (14 febbraio 2018 22:21)

      Mi valuta come donna o uomo, come persona ma sicuramente non come compagna/o ma almeno non mi prende in giro quindi mi rispetta, e pensa che sono perfettamente in grado di prendere le mie decisioni, non mi racconta delle favole.
      16
      Rispondi a Valeria Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (14 febbraio 2018 22:48)

      Molto bene. Ti confesso, le tue considerazioni mi interessano poco, perché noiose e già note. Non insistere e cercati un luogo dove trovi persone che ragionano come te, ce ne sono molti.
      -5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 3 mesi fa (15 febbraio 2018 15:59)

      Oltre al divertimento stupido di aggiungere dei + a se stessa e mettere meno a caso. Si vede che molta gente ne ha poca da fare se si diverte a mettersi + o - ....
      0
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (15 febbraio 2018 17:46)

      London, ma lasciale divertirsi, se non hanno altro ;)
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (13 febbraio 2018 12:35)

      C’ è scritto anche quello perché una persona che non si crea alcun problema nel dirti che sei da una botta e via non puoi semplicemente e unicamente valutarla come sincera e apprezzarla, sta esprimendo un giudizio di valore sulla tua persona. Ed è talmente irrilevante per lui ed indifferente la tua presenza che se anche voltassi le spalle non si porrebbe alcun problema. Indubbiamente può essere un discorso reciproco, chi lo vieta? Questo sito? Io? Ilaria? Ma se tu mi approdi su un blog dal titolo “lapersonagiusta” spero che per te la persona giusta non sia uno che il giorno dopo non ti risponde al telefono perché ancora non si è “ricaricato”
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (13 febbraio 2018 13:33)

      @Emanuela T, condivido. La sincerità e l'onestà sono ben altro. Tempo fa avrei quasi apprezzato un tale comportamento da un ragazzo/uomo, ma adesso mi renderei conto fin da subito che si tratterebbe solo di una gran faccia "tosta" o "di bronzo". È come dire: "Sto per farti del male, ti va bene?". Come si potrebbe accettare una cosa del genere?!? Spiegatemelo.
      -2
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (13 febbraio 2018 13:46)

      Non è "sto per farti del male". Questa è una visione negativa delle relazioni, rovinosa. E' "ti considero un passatempo, un gioco", che significa "vale solo il mio punto di vista e il tuo no. E se tu accetti il mio, devi tacere". E' diverso.
      2
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (13 febbraio 2018 13:58)

      Ma questo non implica anche un atto quasi sadico? Ferire qualcuno senza remore? Sono d'accordo sul passatempo, ma la mia frase era un voler rimarcare gli effetti prodotti dal considerare qualcuno un passatempo, un gioco.
      -2
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (13 febbraio 2018 14:05)

      Eh, quante finezze... Tu vedi tante persone così raffinate in giro per il mondo? Per quello c'è qualche astuta rispettosa della dignità propria e femminile in generale che dice che quello che io scrivo sono castronerie. Sei tu che devi mettere i paletti, perché se fosse per gli altri, ti ammazzerebbero a coltellate e ti metterebbero in due trolley. Su, se si va a casa del tranviere sposato con la faccia che Lombroso si faceva la festa, poi hai voglia a dire che l'omicidio è una cosa brutta e non si fa...
      4
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (13 febbraio 2018 14:15)

      No, proprio perché non vedo gente raffinata in giro ho il sospetto che ci sia sempre un fine deprecabile, anche quando non viene reso esplicito.
      -1
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 3 mesi fa (13 febbraio 2018 16:42)

      Queste due povere ragazze sicuramente di paletti ne hanno messi pochi, perchè troppo giovani? poco protette? molto fragili? ognuna aveva una storia pesante alle spalle pur essendo molto giovani, conta anche quello secondo te, Ilaria? Oltre agli orchi che sono in giro ....
      0
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (13 febbraio 2018 16:51)

      Ma certo che sì che conta! Che fossero fragili, innanzitutto, che venissero da famiglie e da situazioni che non le hanno protette nel modo adeguato, tutto tutto tutto. Verissimo. E' quello che forse conta di più. Ma guarda caso le vittime presentano sempre le medesime caratteristiche e sono in "grande" modi di "ragionare" che spesso leggiamo in "piccolo" anche qui. Vorrei capire sul serio: che siate d'accordo o no, il mio messaggio è chiaro?
      5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 3 mesi fa (13 febbraio 2018 17:14)

      Messaggio chiarissimo. Queste due storie mi mettono ancora più tristezza dei soliti femminicidi perchè vedo la fragilità di queste due ragazze che non si sono difese perchè nessuno gli ha insegnato a farlo e forse perchè molto giovani, non so. In più di gente "malata" ce n'è tanta in giro...
      1
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (13 febbraio 2018 17:37)

      Sì, London, stai tranquilla che ci sono ragazze anche molto più giovani che non si fanno fare fesse così...
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 3 mesi fa (13 febbraio 2018 18:04)

      ok, l'età conta fino a un certo punto...giusto, è altro che conta, vedi quello che abbiamo scritto prima...
      0
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di Gea

      Gea 3 mesi fa (13 febbraio 2018 18:37)

      Della tragica e orrenda vicenda della poveretta scappata dal centro tossicodipendenti e finita in due valigie avevo saputo tramite la sparatoria del neofascista; ora da voi vengo a sapere di quest'altra povera ragazza... Leggo un paio di articoli per capirci di piu' e tre cose mi rattristano e mi fanno rabbia e schifo: 1) la sventurata era mamma di una bimba di tre anni affidata ai servizi sociali => nonni inesistenti/strafottenti? 2) aveva avvisato i carabinieri che il mostro le aveva fatto avances => perche' non sono intervenuti? 3) la sua pagina FB e' stata lasciata aperta affinche' tutti quelli che le hanno voluto bene possano onorarne la memoria => chi? e dov'erano quando lei e la sua bimba erano nei guai? Non sarebbe meglio chiudere la pagina ed evitare che sciacalli vadano a guardare e magari anche scaricare foto della bella e infelice fanciulla?
      0
      Rispondi a Gea Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (13 febbraio 2018 17:44)

      Il messaggio è molto chiaro, Ilaria. La storia della ragazzina fatta a pezzi ho evitato di leggerla nei dettagli, mi è parsa una favola di cappuccetto rosso al contrario. Solo lupi, da quello che in cambio di un passaggio e soldi ne abusa sessualmente e fa spallucce perché in fondo era separato da poco ( solidarietà richiesta e concessa ) ai pusher, disprezzati più perché neri che per l’atrocità delle azioni commesse, anche lì giustificate da alcuni luminari perché in Africa sì, esistono rituali tali che... Nessun “cacciatore” buono o semplicemente uomo di buon senso è capitato anche per errore in questa macabra storia, o sì, ma quando una ragazza si da così poco valore da non proteggersi gli altri si sentono persino giustificati a rendersi lupi. Della seconda storia non ho voluto sapere nulla.
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (13 febbraio 2018 17:52)

      Sì Ilaria, il tuo messaggio su questi avvenimenti mi è chiaro, un po' meno il commento precedente però. Non sono sicura di aver capito, ma probabilmente si tratta soltanto di due punti di vista differenti.
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (13 febbraio 2018 21:40)

      Se non mi spieghi che cosa non ti è chiaro, mi è difficile chiarire :)
      0
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (13 febbraio 2018 22:07)

      Sì, in effetti hai ragione! :D Mi riferisco a quello che hai affermato dicendo che chi non vuole una storia seria cerca un passatempo ma non ha l'intenzione di fare del male, bensì vuole imporre il proprio punto di vista a scapito dell'altra persona. Era questo il mio dubbio, perché credo che, seppure inconsapevolmente, il tizio che agisce in questo modo procuri dolore...
      -1
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (13 febbraio 2018 22:34)

      In realtà l'ambiguità in cui cascano le Principesse che sostengono che questi sono uomini e onesti nasce dal rovescio della stessa medaglia: il coglione ti dice che non vuole una storia seria, quindi ti svilisce, ma mette le mani avanti. Ti avvisa (ecco la parvenza di onestà). E se tu resti e soffri, soffri nello stesso modo in cui soffrirebbe chi vedendo dei cocci di bottiglia sul marciapiede si togliesse le scarpe e le calze e si mettesse a saltarci su. Cioè, te lo dice, e prima di avertelo detto di sicuro te l'ha fatto capire, non restare con lui, no? Perché alla fine non è lui che è stronzo ma sei tu che sei masochista. Il che, per carità, succede milioni di volte al giorno tra milioni di coppie...
      3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (13 febbraio 2018 23:41)

      Adesso ho capito il senso del messaggio... Comunque mi fa tanta tristezza tutto ciò. Il più delle volte il male ce lo infliggiamo da sole... Diciamo: "Quel tizio mi ha fatto del male, mi ha presa in giro" oppure "mi ha solo usata, sono stata il suo divertimento quando ne aveva voglia", ma in fondo siamo noi a procurarci le ferite, è questa la verità.
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (14 febbraio 2018 2:29)

      Ilaria, non so se è solo masochismo o più una questione di mancanza di educazione e un fattore culturale tipicamente italiano. Cito testualmente uno dei miei psyco che sul tema delle differenze femminili di percezione tra ciò che è offesa/molestia e ciò che non lo è scrive e conseguente denuncia scrive: “nelle nazioni in cui il rapporto tra generi è più equilibrato o comunque normato del nostro sono conseguentemente più netti i confini di ciò che quel rapporto lo regola. Quindi non è che ( le donne ) denuncino di più , è che sono maggiormente in grado di distinguere una molestia da ciò che non lo è perché educate a farlo. Da noi c'è ancora una discreta fetta di popolazione che disegna con "un carattere un po' difficile ma mi ama" i contorni di uno che una settimana dopo le fa a fette col coltello da cucina, è evidente che il numero di denunce seguirà la medesima curva di consapevolezza.” Che mi pare sia il motivo del tuo collegare gli eventi delittuosi di questi giorni ad un tema apparentemente meno incisivo come l’offesa di una proposta non percepita come indecente. La nostra cultura, aggiungerei più quella degli ultimi anni, non ci rende consapevoli nemmeno di ciò che dovremmo subito cogliere come offesa e farci scappare a gambe levate, una cultura decisamente maschilista.
      -1
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (14 febbraio 2018 14:55)

      Quella degli uomini che odiano le donne e arrivano ad ammazzarle e le donne che li amano (e continuano ad amarli a dispetto di tutto) è una questione diffusa in altri paesi "più avanzati" del nostro, così come quella del maschilismo e della discriminazione. Sicuramente in aggiunta noi abbiamo un genere di maschilismo più pervasivo e soprattutto più tollerato a livello formale.
      2
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (14 febbraio 2018 16:09)

      Molto tollerato, anche troppo. Oggi leggevo su 27esimaora dell'interrogatorio alle studentesse stuprate a firenze dai carabinieri. L'avvocato ( donna ) ha posto delle domande che in altro Paese avrebbero quanto meno portato alla radiazione dall'ordine, fortunatamente almeno il giudice ( uomo ) ha bloccato anche la sola possibilità di ricevere risposta. Mi sarebbe piaciuto vederla sbattuta fuori dall'aula, ma il fatto che si pensi ancora di poter avvalorare l'ipotesi di una simulazione di reato come la violenza sessuale chiedendo se la vittima indossasse o meno la biancheria intima o se in casa abitualmente avesse bevande alcoliche ( ? ) fa capire quanto davvero sia pervasiva questa cultura a misura di maschio.
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di London

      London 3 mesi fa (14 febbraio 2018 16:55)

      A proposito, oggi ho letto questo articolo allucinante, vi riporto il link: http://www.repubblica.it/cronaca/2018/02/14/news/_lui_mi_da_fuoco_perche_mi_ama_la_sentenza_con_cui_il_fidanzato_di_ylenia_e_stato_condannato-188819186/
      0
      Rispondi a London Commenta l’articolo

    • Avatar di Lucas

      Lucas 3 mesi fa (13 febbraio 2018 23:17)

      Ah , vedo che la pensi come. Sui fatti di cronaca da te citati. Però c'è da dire che è trasversale, anche le donne ormai dichirano o, meglio, subdolamente non dichiarano che non sono interessate ad una relazione. Te ne accorgi quando ti scaricano dopo qualche incontro sessuale. Anzi , non hanno il coraggio di dirtelo ma magari non le hai soddisfatte come maschio e ti hanno scartato. Comunque non c'è nulla di male, non ha a che fare con relazioni serie anche se può essere frustrante allo stesso modo.
      2
      Rispondi a Lucas Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (14 febbraio 2018 10:58)

      Lucas, scrivere "non c'è nulla di male" e "può essere frustrante" nella stessa frase sono contraddizioni. Partiamo dall'idea che ognuno ha la sua sensibilità, c'è e ci sarà sempre chi non si cura dell'altro, quindi donne che approfittano di uomini facoltosi e ingenui o uomini che approfittano di donne carine e ingenue, e non ci si preoccupa indubbiamente di chi si muove non curandosi del benessere altrui, ma di chi per motivi di educazione, ma anche di pregiudizio è più esposto e vulnerabile. Il fatto che tu dica che alcune donne scartano il partner perché non bravo a soddisfarle è qualcosa che solitamente non si considera, ossia c'è un pregiudizio che vede comunque l'uomo comunque soddisfatto indipendentemente dall'indice di gradimento della fanciulla. Cosa vera comunque per molti, ma che appunto a seconda delle sensibilità può portare alcuni a sviluppare delle insicurezze che si riverseranno nel modo di rapportarsi negli incontri successivi. Leggevo appunto che in Giappone il 40% degli uomini arriva vergine ai 30 anni a causa della paura del rifiuto da parte delle donne, con conseguente calo demografico. Possiamo dire, come scrive qualcuna sopra per casi analoghi, che sono scemi? che è normale e ci sta? No, se ti fa male, se mina il tuo equilibrio, la tua sicurezza, non va bene. Allora non resta che difenderti e stare attendo ad evitare quelle persone crude e rozze che non avrebbero problemi a riderti in faccia se facessi cilecca a letto, perché lo sai che se lo facessero poi tu faresti cilecca anche tutte le altre volte successive anche con altre donne. Qui si impara a badare a se stessi, a non raccontarsela, a non dire " ma si, ci sta, è normale, lo dicono le statistiche". Viviamo in una realtà che non ammette debolezze e l'uomo abusato è visto come debole e ridicolo, quindi invece di glissare, impara a difenderti, sì anche dalle donne.
      1
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (13 febbraio 2018 15:05)

      Emilia, non ci vedo sadismo, ma egoismo. Il sadico lo vedo più propenso a sedurre inizialmente la vittima per poi scaricarla, in questo secondo caso invece il gioco del corteggiamento e della seduzione non viene contemplato, l’uomo ti avvisa che non conti nulla e non conterai mai nulla. Te lo dice prima ed è avvalorato nell’usare questo stile proprio dalle donne che invece di girare i tacchi e andarsene applaudono alla sincerità ritenendosi anche fortunate.
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (13 febbraio 2018 17:47)

      Emanuela T, giusta osservazione. È interessante avere uno scambio di opinioni con te ;)
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 3 mesi fa (13 febbraio 2018 14:01)

      Emilia, a voler trovare un metro di paragone direi che è l’equivalente di una donna che candidamente ammette ad un uomo che starebbe con lui solo per i suoi soldi. Quanto in basso sta una persona che accetta una simile condizione, a che livello di disperazione e fame si colloca?
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Emilia

      Emilia 3 mesi fa (13 febbraio 2018 14:06)

      @Emanuela T, sì, assolutamente.
      0
      Rispondi a Emilia Commenta l’articolo

  14. Avatar di Teresa

    Teresa 3 mesi fa (4 marzo 2018 11:38)

    Salve Ilaria una domanda diciamo una curiosità un uomo che viene da 4 anni di convivenza e dice sai dopo anni di storia ora vorrei divertirmi con storie aperte o "amicizie di letto" come si chiamano ora come va interpretato? Premetto che io sono scappata ma di solito quando dicono così sono scuse? Anche io vengo da una storia il cui finale mi ha fatta molto soffrire ma non vado in giro dicendo che cerco storie leggere per questo. Grazie
    0
    Rispondi a Teresa Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (4 marzo 2018 11:40)

      No, no, non sono scuse, sono verità. Girare i tacchi e lasciare che si "divertano".
      3
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Teresa

      Teresa 3 mesi fa (4 marzo 2018 12:36)

      Grazie Ilaria la mia curiosità era piu' capire se può essere possibile e vero che una persona puo' cambiare alla fine di una relazione cercare la "storia non seria" perché ha sofferto.A me queste sembrano scuse.
      0
      Rispondi a Teresa Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 3 mesi fa (4 marzo 2018 12:42)

      Quello del "Ho sofferto" è una scusa. Ci sono un sacco di persone che hanno sofferto nella vita, per malattie, persecuzioni, incidenti, famiglie disfunzionali, furti o perdite di patrimoni immensi, rovesci finanziari, terremoti, lutti gravissimi (devo continuare???), e non dicono ora: "Mi voglio divertire" (sottinteso: "Alle spalle di qualcun altro"). Dài, siamo serie. Che questa gente si vergogni. (Che poi le sofferenze della vita ci debbano spingere a vivere meglio e ancora meglio e a godercela, è un passaggio indispensabile, ma si tratta di un altro paio di maniche e non è certo questo il caso).
      2
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo