Sorriso: sai usare quest’arma potentissima?

sorrisoChe cosa serve per sedurre un uomo? Il sorriso, il saluto, lo sguardo. Ti sembra banale? Non lo è affatto.

Ricevo spesso domande e messaggi da donne che sono preoccupate della forte concorrenza di altre donne che sembrano essere più sexy, disinvolte, disinibite. E appariscenti. Quasi che gli uomini vedano e – soprattutto – possano amare solo queste donne.

"Sorridi. Come tutte le cose davvero di valore, un sorriso è gratis. Ilaria Cardani"

Come si diceva da bambine: “Non è vero niente”.

Intanto confrontarsi con gli altri – con le altre donne, poi, e rispetto al fantastico premio in palio di un maschio, per giunta – è sintomo di grande insicurezza e ti dò un suggerimento: prenditi cura di te e della tua insicurezza, perché non sono le “altre” a impedirti di trovare e sedurre l’uomo giusto, ma il tuo atteggiamento mentale negativo e la tua insicurezza, che tra l’altro ti toglie il sorriso.

Mi scrivono e mi parlano donne che temono di non essere all’altezza dal punto di vista estetico per conquistare un uomo (manco tutti gli uomini possano aspirare, anche per statistica, ad accompagnarsi a un incrocio di Marilyn Monroe con Belen, veh, giusto per dire).

Ma al di là delle battute ciniche di una signora spietata come me che non ha a cuore il benessere delle donne, anche in questo caso si tratta di stupidaggini.

La bellezza in sé e per sé, soprattutto secondo i canoni femminili, conta ben poco nella seduzione.

Certo, gli uomini sono attratti innanzittutto dall’aspetto fisico. Tu no?

Tutti noi veniamo, prima di ogni cosa, colpiti dall’aspetto fisico di una persona: è ciò che non possiamo evitare di vedere, lo vediamo immediatamente, addirittura involontariamente e senza compiere alcuno sforzo.

Difficile che le persone possano nascondere la propria fisicità (si intende che qui sono esclusi i rapporti online che sono fasulli per forza e proprio per quello, per la mancanza del contatto fisico).

Ma, insisto, non è la bellezza patinata che attrae un uomo per una relazione vera.

Semmai lo può attrarre al primo sguardo o può avere presa sui subumani che non hanno spessore e non vanno in profondità.

Gli uomini in realtà sono attratti da una donna che ha cura di se stessa.

Quindi il fatto che la bellezza in sé e per sé non sia determinante non ti autorizza a essere sciatta, mal curata e “alternativa”, perché, se uno ti vuole, ti deve accettare tutta ciccia e brufoli, altrimenti il suo amore non è autentico.

Non è così. Nessuno “deve” accettarti per come sei al tuo peggio.

Abbi cura del tuo aspetto fisico, per come piace a te, ma abbine cura.

E, insieme, abbi cura della tua emotività, ché il tuo equilibrio emotivo è essenziale per sedurre.

Agli uomini piace un sacco una donna che si prende cura di sé perché viene giudicata femminile, cioè donna in quanto diversa e differente da un uomo (non è una ripetizione) e donna in quel che delle donne piace molto agli uomini: l’attenzione al dettaglio; l’amore per il bello e il nuovo; la cura delle piccole cose importanti.

La cura per te non deve diventare maniacale se no allontana e rende gli uomini allergici: le donne rifatte e rifinite in ogni dettaglio sono respingenti perché sono finte, artificiali, di plastica.

Manichini senza personalità, senza sorriso. Perché la cura maniacale di sé toglie il sorriso…

Oltrettutto a livello inconscio trasmettono un’idea di profonda insicurezza, di fragilità e di bisogno.

Sopra a tutto ciò, quel conta di più e l’attitudine emotiva, l’atteggiamento psicologico.

Chi ha voglia di stare con una musona?

L’allegria, l’ottimismo e la positività sono estremamente affascinanti.

Ecco perché il sorriso conquista; il sorriso è ritenuto estremamente femminile e tipica espressione della femminilità, perché rassicura e placa le ansie.

Riduce la paura di farsi del male interagendo con la persona che si ha di fronte.

Sorridendo sembri essere vulnerabile (talvolta può essere utile sembrare vulnerabili, talvolta no; meglio non essere vulnerabili ma poter sembrarlo a comando, come è per i politici) e quindi incoraggi un uomo ad approcciarti già con l’idea che gli sei simpatica e sei ben disposta verso di lui, come lui lo è verso di te.

"Non sapremo mai quanto bene può fare un semplice sorriso. Madre Teresa di Calcutta"

Il sorriso è un segnale di cordialità, di pace, di accoglienza. Questo, a livello inconscio, viene considerato estremamente femminile e seducente.

Se vuoi essere approcciata da un uomo e attaccare bottone, l’ideale è un sorriso, un cenno di saluto e uno sguardo dritto negli occhi, innocente e che poi ritiri rapidamente. Non ci credi?

Ci sono esperti di linguaggio del corpo che sostengono che la principessa Diana fosse molto amata e anche molto attraente per il suo sorriso e il suo sguardo che trasmettevano insieme innocenza infantile, vulnerabilità e arrendevolezza femminile.

Principessa Diana

 

Tutte doti molto apprezzate dagli uomini.

Che cosa creava questo mix esplosivo? Se fai una ricerca su Google puoi scoprire che nel 90% delle foto ufficiali e informali che la ritraggono, la principessa Diana sorride in modo aperto ma non sfacciato, tiene la testa e il mento bassi e ha uno sguardo dal basso verso l’alto, esattamente come quello dei bambini che sono costretti a guardare per la gran parte la realtà dal basso, considerata la loro statura.

Uno sguardo innocente e disarmante che non intimorisce ma suscita simpatia e senso di protezione.

E considera che Diana aveva quel genere di sguardo pur essendo più alta della media.

C’è un dettaglio ulteriore che rende la sua espressione ancora più arrendevole: lo sguardo “sfuggente”, diretto sempre altrove rispetto all’obiettivo e all’interlocutore.

Chi si rapporta d’abitudine con i cani sa che nel linguaggio del corpo animale lo sguardo diretto, occhi negli occhi è di sfida, aggressivo e provoca aggressività da parte di un animale anche spingendolo all’attacco senza ulteriori motivazioni.

E’ evidente che l’espressione tipica di Diana, una donna notoriamente fragile che non ha mancato di prenderne in abbondanza da un idiota inadeguato a tutto e da un contesto intorno di grande costrizione, come nelle migliori storie di abuso, ne rispecchiasse l’interiorità ferita e insicura.

Diana Spencer

Penso che tu non ti faccia nemmeno venire il dubbio sul fatto che io ti inviti a essere fragile.

Io ti invito a essere in controllo e a sapere come funzionano le relazioni. Per saperti regolare. A buon intenditor poche parole.

Tornando al sorriso: pensa se Diana non avesse sorriso spesso e con grande spontaneità.

Sarebbe passata inosservata o tutt’al più ritenuta una persona ombrosa e priva di fascino.

Non sarebbe stata assolutamente in grado di incantare milioni di persone e diventare uno dei grandi miti del ‘900.

Sempre riguardo il sorriso, solo poche ore fa sono stati pubblicati i dati di un’interessante ricerca scientifica condotta dall’Univerità di Portsmouth, nel Regno Unito, che mi ha spinto a scrivere questo articolo che in realtà non avevo previsto.

Ma il tema è talmente interessante che non ho potuto farne a meno.

Che cosa c’è di notevole in questa ricerca scientifica? Che è tutta dedicata al sorriso. Sembra una stupidaggine? Non lo è affatto.

Il sorriso, le espressioni del volto e la mimica facciale sono fondamentali nella comunicazione tra persone e determinano la qualità delle relazioni.

Proprio così.

Lo scopo della ricerca di cui ti parlo è stato quello di determinare, qual è il genere di sorriso ritenuto più efficace, autentico e genuino.

Ci sono varie caratteristiche che definiscono un sorriso efficace: l’apertura degli angoli della bocca, quanto si mostrano i denti e il coinvolgimento del resto del viso.

Di fatto un sorriso efficace, non è un sorriso “esagerato”.

Ma la parte interessante della ricerca, per noi, non è questa. Quello che davvero è importante è che sorridere è fondamentale per instaurare relazioni di valore, tant’è che le ragioni per cui questa ricerca è stata effettuata sono determinate dalla necessità di raccogliere dati utili a chi si deve occupare della riabilitazione di persone che hanno subito danni alla motilità del volto, di chi deve ricostruire dal punto di vista estetico e chirurgico volti di persone danneggiati da incidenti e malattie e a chi si occupa di marketing e di comunicazione.

In sintesi: sorridere può cambiare le tue relazioni e, soprattutto, ti permette di interagire con gli uomini in modo molto efficace, esprimendo fascino e carisma.

Non è meraviglioso che un sorriso possa darti tutta questa forza?

Quindi, quando esci o sei in giro per qualsiasi ragione, anche sui mezzi pubblici, smetti di parlare di continuo al cellulare o di guardarlo ossessivamente manco contenesse le soluzioni a tutti i problemi dell’umanità (tanto oltre Facebook o Whatsapp non vai).

Approfitta invece per rivolgere un sorriso a chi ti sta intorno, uomini, donne, bambini, giovani e anziani.

Insomma, a tutti.

Se riuscirai a compiere anche l’enorme sforzo di fare un cenno di saluto, riuscirai a moltiplicare le tue possibilità di fare conoscenze di valore.

Provare per credere. Basta un sorriso.

Lascia un Commento!

16 Commenti

  1. Avatar di Laura

    Laura 2 mesi fa (2 luglio 2017 8:14)

    Mia nonna diceva fatto prima la sorte e poi la barca
    1
    Rispondi a Laura Commenta l’articolo

  2. Avatar di Emanuela T

    Emanuela T 2 mesi fa (2 luglio 2017 8:51)

    È verissimo, mi è capitato di recente di essere avvicinata da uomini ( sconosciuti ) perché sorridevo mentre ero semplicemente al telefono, magari con i miei figli. Quindi non sorrisi seduttivi da sopracciglio alzato, ma solo sereni. Bellissimo articolo, grazie e buona domenica a Ilaria e gli altri.
    2
    Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

  3. Avatar di Francesca

    Francesca 2 mesi fa (2 luglio 2017 9:36)

    E' vero io tendo a sorridere e salutare le persone con un sorriso, è una cosa che mi viene spontanea forse perché sono timida e vedo che con gli uomini di tutte le età riscuote molto successo.
    5
    Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

  4. Avatar di Francesca

    Francesca 2 mesi fa (3 luglio 2017 11:00)

    Però ho notato che ha volte può essere considerato un atteggiamento remissivo e quindi vengo presa poco in considerazione e ritenuta "alla buona".
    0
    Rispondi a Francesca Commenta l’articolo

  5. Avatar di PAMELA

    PAMELA 2 mesi fa (4 luglio 2017 11:05)

    BUONGIORNO Ilaria e a tutto il blog, per fortuna la natura mi ha sempre portata a sorridere, ad avere un volto piuttosto sereno in ogni contesto . IL sorriso aiuta e contagia in ogni tipo di relazione , anche sul lavoro. A volta anzi do pure fastidio alle colleghe musone ( che invece vorrei contagiare ) . Ma non cambio, anzi con il tuo avallo Ilaria continuo imperterrita e chissà che un giorno un uomo meravighlioso e sorridente non lo noterà...e magari sarà quello giusto? Intanto io continuo imperterrita, anche perchè la giornata iniziata male a volte puo' cambiare se sorridi e ci credi in modo autentico. Grazie Ilaria
    6
    Rispondi a PAMELA Commenta l’articolo

  6. Avatar di teresa

    teresa 2 mesi fa (4 luglio 2017 15:53)

    Articolo veramente "azzeccato"!Grazie Ilaria
    0
    Rispondi a teresa Commenta l’articolo

  7. Avatar di Agata

    Agata 1 mese fa (10 luglio 2017 21:43)

    È proprio vero
    0
    Rispondi a Agata Commenta l’articolo

  8. Avatar di Gea

    Gea 1 mese fa (11 luglio 2017 10:46)

    Ciao Ilaria e ciao a tutti, commento su questo articolo per mandare un bel sorriso e augurare, a ilaria e a tutti voi, una bellissima estate e - per chi può - delle buone, serene e gioiose vacanze! Un forte abbraccio a Ilaria e a tutti, e a risentirci dopo le mie vacanze senza Internet! :-*
    4
    Rispondi a Gea Commenta l’articolo

  9. Avatar di fede

    fede 4 settimane fa (24 luglio 2017 16:40)

    purtroppo, se sei imbranata, anche un semplice sorriso diventa un'impresa
    0
    Rispondi a fede Commenta l’articolo