Il linguaggio del corpo, la seduzione e la consapevolezza di sé

linguaggio del corpoTu hai idea di come gli altri ti percepiscono? Sai che genere di immagine di te proietti all’esterno? Pensi di proiettare un’immagine che corrisponde alla stessa percezione che tu hai di te o che è diversa? Come usi il tuo corpo e il tuo linguaggio del corpo in relazione ai tuoi pensieri, alle tue emozioni e, soprattutto, ai tuoi obiettivi? E ancora: l’idea e l’immagine che proietti di te corrispondono all’immagine e all’idea che vuoi proiettare di te? Al mondo presenti davvero quello che vuoi presentare o, magari, non riesci a comunicare quello che vorresti, ma comunichi qualcosa di completamente diverso, creando fraintendimenti e cadendo vittima di fraintendimenti? Tu credi di inviare dei messaggi e, invece, guarda un po’, ottieni delle risposte completamente diverse rispetto a quelle che vorresti ottenere.

"Un sorriso è il modo più economico per cambiare il tuo look. Charles Gordy"

Il linguaggio del corpo ha che fare con la seduzione, il potere e il fascino. E’ in stretta relazione con l’autostima e con il senso del valore di sé. Il inguaggio del corpo riguarda la postura, l’atteggiamento e i movimenti, il modo di vestire. Lo sguardo, l’acconciatura e anche la voce e il modo di parlare. Ed è influenzato dal modo di pensare. Il linguaggio del corpo ha anche a che fare con la consapevolezza di sé e con la più o meno forte corrispondenza che c’è tra l’immagine che pensi di proiettare all’esterno e quella che gli altri di fatto percepiscono. E il linguaggio del corpo riguarda anche le differenze di mentalità e di visione del mondo che ci sono tra uomini e donne, riguarda la capacità di ciascuno di sedurre (per davvero e non per finta) e la capacità di farsi rispettare e di coltivare il rispetto sia nei propri confronti (atteggiamento non scontato), sia nei confronti degli altri, ricavandone al contempo rispetto. Anche in questo caso sul serio e non per finta.

Linguaggio del corpo e consapevolezza di sé

Se aumenti la tua consapevolezza personale e la allarghi fino a diventare perfettamente cosciente di qual è il tuo linguaggio del corpo, puoi prendere il pieno controllo dell’immagine che di te dài agli altri in ogni occasione specifica e in base alle reazioni che vuoi suscitare o agli obiettivi che vuoi raggiungere. Sì, perché, udite-udite, il linguaggio del corpo, la tua immagine esteriore, il modo in cui ti poni attraverso la tua fisicità, la tua apparenza e i tuoi movimenti possono davvero determinare il successo o l’insuccesso nella seduzione o in un rapporto di coppia già iniziato e avviato o nelle relazioni professionali.

Il tuo linguaggio del corpo può aiutarti ad evitare un’aggressione (verbale o fisica) da parte di un uomo violento o aiutarti nel fare capire i tuoi reali sentimenti a un uomo che vuoi conquistare, senza che tu debba parlare o esprimerti esplicitamente. Il tuo linguaggio del corpo ti permette di trasmettere carisma e determiniazione e di non farti mettere i piedi in testa dal tuo capo, dai tuoi colleghi o anche dalla commessa del supermercato. Ma c’è di più. Il linguaggio del corpo ha un significato persino politico.

Ora, credo che di certo la mia generazione, almeno un paio di quelle precedenti e di sicuro un altro paio di quelle successive sanno bene che significato importante per la comunicazione ha il linguaggio del corpo in natura: da piccola non ti sei sciroppata anche tu ore e ore di Piero Angela che spiegava come si eccitano e mostrano la propria eccitazione certe specie di macachi o di uccelli esotici? O come il leone maschio diventa il capobranco semplicemente mostrando che ha la criniera più spettacolare di tutte e solo attraverso quella esibizione si evita un bel combattimento e prende il potere? Ecco, non è che gli esseri umani facciano molta differenza, e dico questo per mettere a tacere i dubbi delle scettiche che dicono che quella che conta non è l’apparenza, ma la sostanza. E che il linguaggio del corpo è un aspetto poco importante nelle relazioni. O che il linguaggio del corpo è roba da libri americani stupidi di crescita personale. No, no ragazze mie… Il linguaggio del corpo è davvero molto importante.

Linguaggio del corpo e modelli dominanti

Ma, come dicevo, c’è di più: il tuo linguaggio del corpo e un uso accorto e consapevole del tuo linguaggio del corpo possono permetterti di evitare del tutto approcci e avvicinamenti da parte di uomini sbagliati e possono permetterti di essere avvicinata solo da uomini davvero interessanti, quelli che possono fare davvero per te. E, questo, ti evita di dover fare la famigerata prima mossa, ti permette di entrare da subito in controllo già nella fase del corteggiamento e poi per tutta la relazione, come spiego approfonditamente nel percorso Come sedurre un uomo senza stress.

"Una donna libera è il contrario di una donna leggera. Simone De Beauvoir"

Abbiamo parlato di natura e di animali e di come il linguaggio del corpo abbia un significato e un potere speciale per la comunicazione per tutti noi, umani e animali. Il fatto è che, per gli esseri umani, oltre a esserci la natura c’è la cultura. Eccola, di nuovo, ancora lei: la cultura del tempo, l’educazione, l’influenza del “pensiero dominante”, dei mass media. Per cui pensa un po’, sulla percezione che si ha degli altri, di se stessi e della comunicazione tra persone si innesta – e la fa da padrona – la persuasione attuata da sempre (da quando uno viene al mondo) da parte della cultura dominante.

La moda del tacco 12 non è certo di “natura” e certi uomini non sbavano dietro al tacco 12 per natura, ma solo perché intrisi di modelli “calati dall’alto” che li hanno persuasi, senza che nemmeno se ne accorgessero, che il tacco 12 è erotico e sensuale. E quindi sono sensibili in un certo modo e a un certo livello al linguaggio del corpo che include tra i segni il tacco 12. Elementare, giusto? Basta osservare un po’ il mondo che ci circonda per arrivare a certe deduzioni.

E tu che te ne fai di queste deduzioni e di queste informazioni? Entri in controllo, cara mia. Sapere le cose permette di controllarle, le cose. Sapere è potere. Quando prendi consapevolezza che un tacco 12 manda un certo tipo di messaggi, puoi decidere di come comunicare per ottenere quello che vuoi. E stai bene attenta che l’equazione non è quella banale tacco 12=seduzione. No, non è così. Perché il tacco 12 non è sempre e comunque seduzione. Può essere svendita, svalutazione, potere, carisma, eccentricità o creatività o tante altre cose. Dipende da che cosa trae ispirazione quello specifico tacco 12 e qual è il concetto di sé (quello vero e profondo) che sta alla base della scelta di un tacco 12. Si desidera sedurre per le vie facili (e vane, alla lunga)? Si desidera affermare se stesse e la propria libertà di scelta? O si è solo schiave della cultura dominante, anche se ci si racconta di essere libere e sfrontate?

"Un essere umano che si adegua, che subisce, che si fa comandare, non è un essere umano. O. Fallaci"

Sappiamo bene (lo sappiamo, vero?) che il pensiero unico e la cultura dominante non ammettono senso critico, non ammettono diversità di posizioni e di punti di vista, non ammettono deviazioni. E questo, guarda un po’, invece di fare chiarezza, crea un sacco di confusione, soprattutto nella mente dei meno accorti, dei più fragili, dei più manipolabili. Che, tra l’altro, sono la maggioranza. E che non solo non sanno controllare il proprio linguaggio del corpo, ma fanno tanti altri pasticci di comunicazione.

Tra l’altro considera che al giorno d’oggi può accadere che anche le donne più acute e accorte cedono alla facile e orribile tentazione della seduzione stile peripatetica (peripatetica è un eufemismo che indica la “prostituta”): scosciatura, scollatura e tacco alto. Per cui spesso i locali sono affollati da donne che, indipentemente dall’età, dal fascino personale e dalle ambizioni individuali, mandano lo stesso messaggio, univoco: voglio attrarre, senza fare selezione, senza distinguere, senza fare differenze. Ed è ovvio che il messaggio colpisce in modo univoco e elementare schiere di maschi medi, cresciuti a pubblicità dell’intimo Roberta e poi di Intimissimi e a film d’alto livello come i cinepanettoni: le donne sono tutte peripatetiche disponibili, andiamo e facciamo la pesca a strascico.

La prima che cade nella rete, va bene, tanto tutte le donne sono uguali, si vestono uguale, si mettono in mostra uguale e alla fine diventano noiose e rompiscatole uguali. Ecco perché meglio avere relazioni brevi e non serie. Prima di essere rotti di scatole da una che si veste da peripatetica ma dice di volere il grande amore. E poi dimmi se il linguaggio del corpo non conta nulla.

Linguaggio del corpo e senso critico

Se, per caso, vuoi sposarti con l’uomo giusto, avere una bella famiglia e diventare anche mamma , ma di fatto te ne esci al sabato sera con il look peripatetica, trasmetti un messaggio incoerente che, però, l’ignaro maschio medio percepisce, dal suo punto di vista, come chiarissimo. Per cui non lamentarti se, dopo la serata in cui hai preteso di fare la panterona, il week end successivo ti metti a fare l’innamorata romantica e dichiari di cercare il vero amore e lui non ti chiama più. Il tuo linguaggio del corpo rispecchia i tuoi standard e ti permette di trasmettere all’esterno quali sono i tuoi standard. Ma se sbagli linguaggio, poco ci puoi fare se non riesci a trasmettere i tuoi standard nei modi e nei tempi giusti.

"Essere donna è così affascinante. È un’avventura che richiede tale coraggio, una sfida che non annoia mai. O.Fallaci"

Sia ben chiaro, giusto per precisione: non è che il modello educanda funzioni molto meglio. L’aria dimessa e vagamente sfigata e autopunitiva non attrae uomini granché selezionati. Anzi. Anche in questo caso il linguaggio del corpo non maschera la verità, nemmeno quella più sottile.

So che molte donne, quasi per una rivalsa o più probabilmente per un rapporto non proprio sereno con se stesse e con chi sta loro intorno adottano il look “o mi amate così come sono o non mi meritate”. E allora non me ne frega niente di alimentarmi in modo più regolare e più sano e di fare movimento per avere un fisico più in forma e più sciolto nei movimenti, perché, si sa, il vero amore è accettare una persona per quella che è, con i suoi pregi e i suoi difetti. Senza sconti o offerte speciali. Mi spiace, ma anche questa è una visione distorta, perché il linguaggio del corpo di chi si trascura trasmette il messaggio che c’è una bassa considerazione di sé. Fascino e carisma vanno a farsi friggere, ma soprattutto quello che va a farsi friggere è il senso della propria dignità, del rispetto e del valore di sé.

E non è che chi, al contrario, ha una cura esaperata della propria immagine invii messaggi molto più convincenti sulla sicurezza in se stessa. Essere ossessionate dall’apparenza esteriore, prestare attenzione maniacale a ogni minimo dettaglio della propria immagine segnala che ci si svaluta talmente da dover dare la massima attenzione a tutti i particolari esterni, se no chissà cosa potrebbe succedere, si perderebbe il controllo. La propria immagine esteriore la si tratta come una corazza, come una armatura che ha una funzione di bloccare ogni flusso di autentica e genuina comunicazione sia in entrata sia in uscita. E’ un linguaggio del corpo che può confondere i meno attenti ma che parla chiaramente a chi sa ascoltare il proprio intuito e il proprio inconscio.

Esattamente: perché il linguaggio del corpo è un linguaggio diretto che parla per via preferenziale attraverso l’emotività e non attraverso la razionalità. Ecco perché è importante che tu diventi una attenta osservatrice di te stessa, delle tue emozioni e del tuo atteggiamento mentale e di come queste tue emozioni e questo tuo atteggiamento si rispecchiano nella tua comunicazione non verbale.

Bene, mi sa che anche questa volta abbiamo messo tanta bella carne al fuoco. Quello che mi interessa sapere ora è che cosa ne pensi tu del linguaggio del corpo, che cosa ti piacerebbe sapere di più al proposito, quanto ti ritrovi, per la tua esperienza personale, rispetto alle considerazioni che ho fatto qui sopra.

Se ti vuoi raggiungere una piena consapevolezza di te e delle tue emozioni, nonché dei tuoi bisogni profondi e di come questi influenzano il tuo linguaggio del corpo, fai i percorsi che ho preparato per te:

I 7 Pilastri dell’Attrazione.

è il primo passo verso la conoscenza di te e del tuo potenziale di attrazione.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso de I 7 Pilastri dell’Attrazione adesso.

Come Sedurre un Uomo senza Stress

In questo percorso si spiegano i passi dell’attrazione “autentica”, quella attraverso la quale ti dài valore, smetti di essere bisognosa e rompiscatole e riesci davvero a realizzare una relazione appagante e duratura.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso Come Sedurre un  Uomo senza Stress adesso.

E se vuoi aumentare la tua autostima, c’è un percorso pratico ed efficace, con una parte dedicata tutta all’Autostima femminile:

APP Autostima Passo Passo.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

Lascia un Commento!

47 Commenti

  1. Avatar di CRISTINA

    CRISTINA 2 anni fa (3 maggio 2015 22:05)

    BRAVA ILARIA SEGUIRO' L' ESEMPIO DI QUELLO CHE HAI DETTO A MARIA LUISA IO HO UN FRATELLO CHE MI TRATTA PEGGIO CHE MALISSIMO E LA MOGLIE MOLTO PEGGIO PUR NON AVENDOLE FATTO NULLA .LI STO IGNORANDO DA TEMPO COMUNQUE SEMBRANO NON SCOMPORSI ....CONTINUO A SEGUIRE IL TUO CONSIGLIO GRAZIE.HO INOLTRE CONOSCIUTO UN UOMO CHE MI PIACE MI SENTO INSICURA OGNI VOLTA CHE LO DEVO INCONTRARE MI DICI PER FAVORE COME AFFRONTARE TUTTO IN MODO PIU' SERENO SENZA ANSIA ? DESIDEREREI APPROFONDIRE COME HA DETTO MARIA LUISA L' ARGOMENTO SU COME PORMI CON LUI E FARMI RISPETTARE E SU COME COMPORTARMI PER FARMI APPREZZARE .GRAZIE MILLE ILARIA ASPETTO CON GIOIA UN ARGOMENTO IN CUI PARLI DI QUESTO TEMA SONO SICURA CHE INTERESSA A MOLTE DONNE
    1
    Rispondi a CRISTINA Commenta l’articolo

  2. Avatar di CRISTINA

    CRISTINA 2 anni fa (3 maggio 2015 22:12)

    ANCHE IO CARA ILARIA STO CONTINUANDO A FARE COME HAI FATTO TU CON GRANDE SFORZO MA ANCHE IO SENZA RISULTATI .PURTROPPO L' INSICUREZZA SUL NON PIACERE MI BLOCCA NON RIESCO AD ESSERE NATURALE CON GLI UOMINI TENDO SEMPRE A CERCARE DI CAPIRE DI CHE UOMO SI TRATTA LA SUA PSICOLOGIA E CERCARE DI ADEGUARMI PER FARE UNA BUONA IMPRESSIONE .CHE STRESS RAGAZZE ........VORREI ESSERE ME STESSA MA SE IL ME STESSA NON PIACE? GRAZIE DEI CONSIGLI SONO GRADITISSIMI
    0
    Rispondi a CRISTINA Commenta l’articolo

  3. Avatar di Lucia

    Lucia 2 anni fa (3 maggio 2015 23:52)

    io posso dire con sicurezza che se sono me stessa e quindi mi vesto da educanda per mostrare la mia vera personalità, non mi calcola nessuno. Se invece mi vesto da peripatetica allora accorrono da tutte le parti, ma poi restano delusissimi appena mi parlano e capiscono che non sono zocc...
    0
    Rispondi a Lucia Commenta l’articolo

  4. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 2 anni fa (5 maggio 2015 12:34)

    @ Cristina: per farsi rispettare bisogna essere focalizzate sul proprio benessere e porsi standard alti. Ne riparleremo.
    2
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  5. Avatar di Mia

    Mia 2 anni fa (18 luglio 2015 2:01)

    Sto cercando lavoro come modella e quindi ci tengo molto ad essere sempre perfetta (spesso uso tacchi 12 e abiti fatti da me eleganti) per me il tacco 12 è simbolo di eleganza classe e femminilità non credo di poterne fare a meno Secondo lei sto dando il messaggio sbagliato? O nel caso di abbinamento con abiti eleganti ci possono stare?
    0
    Rispondi a Mia Commenta l’articolo

  6. Avatar di ilariacardani

    ilariacardani 2 anni fa (5 maggio 2015 12:34)

    @ Lucia, interessante osservazione: ma davvero vale la pena attrarre coloro che sono attratti dal tipo zocc...?
    0
    Rispondi a ilariacardani Commenta l’articolo

  7. Avatar di Giulietta

    Giulietta 9 mesi fa (25 maggio 2016 11:14)

    Ciao Ilaria, volevo chiederti una cosa. Recentemente ho avuto modo di parlare con un ragazzo. Ho notato che mentre parlavamo il suo busto non era girato verso di me, bensì a ciò che aveva davanti a lui, raramente mi guardava ed inoltre capitava che spessissimo si schiariva la voce? Cosa vuol dire ció? Gli stavo antipatica ed era un segnale che mirava a troncare la conversazione? Lo stavo negativamente innervosendo?
    0
    Rispondi a Giulietta Commenta l’articolo