E’ provato: le donne preferiscono gli stronzi

stronziQuante volte ti è capitato di sentire (e di leggere, anche su questo blog): “Lo so, mi tratta male, non mi rispetta e mi ha fatto soffrire, ma io non riesco a togliermelo dalla testa!” Quante volte ci siamo rese conto che amiche o conoscenti erano in preda a una passione insana per uno stronzo? Quante volte è capitato anche a te, di invaghirti di un bastardo al 100% e magari di innamorarti anche, fidanzarti con lui e addirittura sposarlo? Gli stronzi risultano attraenti per le donne. Ne abbiamo parlato altre volte e abbiamo spiegato che tutte noi, per varie ragioni, sappiamo bene, per esperienza personale, per esperienza tramite terzi o anche solo intuitivamente , che le donne hanno una vera e propria “passione” per gli stronzi.

"Che bello essere e sentirsi stronzi. Dà la sensazione di superiorità. Peccato non averne l’esclusiva. Franco Lissandrin"

Per carità, come abbiamo spesso ripetuto, il bastardo, lo stronzo attraggono sia uomini sia donne: pensa un po’ quanto è popolare il politico cafone che insulta tutti e tutto, inlsuci i più deboli , gli stranieri, i disperati. La bastardaggine, presso alcune menti fragili, viene scambiata per forza e per potenza. Viene confusa con la virilità e da questo ne consegue che il bastardo, lo stronzo diventano attraenti, perché ritenuti “forti” e “potenti”. E in quanto forti e potenti, portatori di caratteristiche positive. Perché facilmente si confondono violenza e forza. Cioè, le menti fragili inconsciamente o consciamente dicono tra sé e sé: “questo è stronzo, quindi forte e potente, quindi saprà proteggere anche me, che sono fragile e vile, dal mondo là fuori, cattivo e prepotente.”. E invece molto spesso è proprio il contrario. Gli stronzi non sempre sono forti e potenti, anzi, anzi. E soprattutto non gliene frega di proteggere nessuno. Gli stronzi usano gli altri e li manipolano, mica li proteggono, altroché. Semmai li rovinano.

La verità è che stare con uno stronzo, avere avuto una storia con un bastardo o in genere essere circondati da stronzi, non fa per niente bene. Non fa per niente bene nemmeno alla salute (questo è importante sottolinearlo) ed è bene che le signore che hanno un “debole” (è il caso di dirlo) per gli stronzi ne diventino consapevoli e si facciano forti per davvero, acquisendo equilibrio e autonomia, in modo da non avere più bisogno di appassionarsi per dei bastardi che rovinano loro la vita.

Gli stronzi e la prova scientifica

Ora, però, il tema di questo articolo non è che gli stronzi fanno male e fanno del male e che se si è appassionate agli stronzi è meglio farsi passare la passione e dedicarsi ad altro, per salvarsi la vita e per vivere meglio, che non è poco.

Questo articolo vuole aggiornarti su uno studio interessante, che riguarda gli stronzi e le donne attratte dagli stronzi. Si tratta di uno studio condotto niente po’ po’ di meno che in un’università inglese, l’Hartpury College, nel Gloucestershire, da due studiose – donne per giunta – Carrie Haslam e V. Tamara Montrose. La ricerca te la puoi scaricare da qui e puoi leggerne il sunto in inglese. Tranquilla che ora comunque te la riassumo io.

"Sei monotono, la gente cambia, il mondo si evolve, solo tu resti il solito stronzo. Giulia Carcasi"

Che cosa hanno fatto le nostre due studiose? Hanno considerato i tratti tipici di un narcisista, cioè di quello che – anche dal loro punto di vista scientifico – appartiene alla categoria degli stronzi per eccellenza, cioè un tipo d’uomo che non ha nessuna voglia (reale, concreta) di impegnarsi a lungo termine, è manipolatore e totalmente inaffidabile. Sono partite dal presupposto che il “narcisista” non è il partner più adatto per costruire una relazione lunga e soddisfacente (proprio per questi suoi tratti caratteristici). Hanno considerato – anche loro come abbiamo fatto noi nei nostri articoli e nelle nostre vite – che molto spesso questi “narcisisti” (o stronzi, come li chimo io, per semplificare e intenderci rapidamente) risultano molto attraenti per molte donne. E si sono poste due domande molto interessanti. La prima: dato che questo genere d’uomo non è il genere d’uomo più adatto per creare una relazione serena e stabile (anzi è il meno adatto) forse che le donne che desiderano avere una relazione stabile e/o sposarsi si sentano meno attratte da lui, proprio per lo stridere tra il loro desiderio e le vere intenzioni/possibilità del soggetto?

La seconda: le donne con più esperienze sentimentali si sentiranno forse meno attratte dal maschio con personalità narcisistica, proprio perché più esperte in fatto di uomini e probabilmente più capaci di riconoscere in un partner potenziale la sua propensione a essere un “buon” compagno o un “cattivo” compagno? Cioè le donne più esperte sanno riconoscere più facilmente gli stronzi e se ne tengono più facilmente a distanza? O no?

Stronzi: che cosa colpisce le donne

Detto in parole povere le domande delle due studiose sono state: se una donna vuole saposarsi e/o mettere su famiglia, saprà tenersi lontana da un narcisista – dato che il narcisista non è affidabile – ? Se una donna ha già avuto esperienze – e presumibilmente delusioni – eviterà i narcisisti? O, al contrario, questi stronzi sono destinati ad avere sempre più fortuna, anche in campo sentimentale?

Ok, questi gli obiettivi della ricerca: trovare le risposte alle domande di cui sopra. Per definire il tasso d’attrazione degli stronzi su diverse tipologie di donne.

La ricerca è stata condotta su 146 donne britanniche di un’età compresa tra i 18 e i 28 anni. Il 76% di queste fanciulle ha dichiarato che desiderava sposarsi/trovare un marito nel breve termine. Il 24% no. Il 52% di queste signore ha dichiarato di aver avuto da nessuno a un massimo di 5 partner negli ultimi anni; il 7,5% ha dichiarato di aver avuto da un minimo di 21 partner in su negli ultimi anni.

"Una volta ero un bravo ragazzo. Poi ho capito che mi diverto di più a essere uno stronzo e inaffidabile. Letto su uno stato di Facebook"

Quindi una parte delle donne “ricercate” a scopo di studio erano donne poco o nulla esperte e una piccola parte donne molto esperte (almeno in teoria, dico io), forse anche in relazione all’età. Bene. A tutte le signore sono state sottoposte 20 affermazioni con le quali potevano trovarsi in accordo o in disaccordo in base a una scala da 0 a 5. Le affermazioni erano ovviamente “orientate” a descrivere i tratti della personalità maschile narcisistica nei suoi comportamenti esteriori. Cioè erano affermazioni attinenti le caratteristiche dei tipici stronzi. Eccone alcune: “In un uomo la sicurezza di sé è molto più attraente che l’umiltà/la modestia”, “La vanità, in un uomo, è molto affascinante”, “Mi sento affascinata e sedotta da uomini che amano e godono a stare al centro dell’attenzione”.

Stronzi e donne: cosa dice la scienza

Ebbene, con grande sorpresa delle nostre ricercatrici, lo studio ha rivelato che proprio le donne più intenzionate ad accasarsi erano anche quelle più attratte dai tratti tipici della personalità narcisistica (cioè tipici degli stronzi), addirittura di più di quelle non ancora in cerca di marito. E proprio loro,  quelle con ambizioni di matrimonio a breve sono state coloro che più facilmente si sono rispecchiate in affermazioni quali: “Mi sento attratta da un uomo che usa l’autorità” e “Un uomo che sul lavoro usa la manipolazione per raggiungere o influenzare il proprio successo è affascinante”.

Tra donne esperte e donne meno esperte non si sono avute significative differenze nelle risposte: tutte attratte dagli stronzi nella stessa misura. Ma attenzione-attenzione: il gruppetto di supesperte (quelle dai 21 partner in su, per intenderci) si è mostrato di sicuro il più attratto in assoluto da uomini stronzi, soprattuto paragonato al gruppo delle poco o nulla esperte (da 0 a 10 partner). Il che dà da pensare…

E molto.

"Il marchio di fabbrica dello stronzo è la capacità di succhiare l’energia alla sua vittima e a chi lo circonda. Robert I. Sutton"

Insomma, se le nostre ricercatrici presupponevano che il desiderio di avere una relazione stabile e la lunga e vasta esperienza in campo sentimentale siano spinte in grado di mettere sull’avviso le donne, condizionandole in positivo nelle loro scelte, beh, sono state palesemente smentite. E, ovviamente, con loro dispiacere. Doppio. Non solo sono state smentite, ma, ovviamente hanno confermato che l’attrazione “incontenibile” per il maschio narcisista, per gli stronzi, non è di vantaggio alle donne: lo stronzo non è materiale adatto a un rapporto soddisfacente e duraturo. Quindi dovrebbe essere evitato da donne desiderose di accasarsi, perbacco!

Le nostre due studiose hanno anche giustificato gli esiti della ricerca dichiarando che purtroppo le caratteristiche peggiori degli stronzi non sono immediatamente evidenti, anche, ormai ci è chiaro, alle donne persumibilmente più esperte…

Ne parleremo in futuro, per ora aspetto i tuoi commenti e le tue opinioni e considerazioni.

Quello che mi sembra evidente in realtà è che non si finisce mai di imparare, anche e soprattutto in campo sentimentale. Per evitare di soffrire e per ottenere quello che si vuole è necessario essere preparate, ma non tanto sul “campo” accumulando storie sbagliate una via l’altra, ma imparando a conoscere se stesse e gli schemi di relazione.

A questo è finalizzato il mio lavoro di coaching individuale e anche i percorsi che ho creato per le mie lettrici:

I 7 Pilastri dell’Attrazione.

è il primo passo verso la conoscenza di te.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso de I 7 Pilastri dell’Attrazione adesso.

Come Sedurre un Uomo senza Stress

In questo percorso si spiegano i gradi dell’attrazione “autentica”.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso Come Sedurre un  Uomo senza Stress adesso.

E se vuoi aumentare la tua autostima, c’è un percorso pratico ed efficace, con una parte dedicata tutta all’Autostima femminile:

APP Autostima Passo Passo.

Clicca qui per iniziare il tuo percorso adesso.

Articoli Correlati

Gratis per te!

Non sbagliare e non soffrire più! Trova l'amore! Vuoi capire quali sono i tuoi comportamenti sbagliati con gli uomini e come puoi evitarli? Vuoi aumentare la tua autostima e avere più sicurezza nelle relazioni?

Lascia un Commento!

305 Commenti

  1. Avatar di Marco

    Marco 2 anni fa (8 settembre 2015 14:17)

    Bruttissimo e terrificante da parte di molte rappresentanti del genere femminile (quelle che per loro l’amore sono i ridicoli reality e soap opera tossiche, quindi non ancora abbastanza donne) definire insignificanti quelli che non fanno gli spavaldi e i narcisisti, perchè significa che chi pensa così non è nient'altro che vittima della sua emotività volubile e di chi spettacolarizza in modo falso il proprio modo di essere (comportamento da mendicante non da imperatore che nulla ha da dimostrare ) ; una vittima di impulsi di pancia che si concentra poco su valori e sull' intelletto (magari con poca cultura sia di carattere pedagogico che sentimentale) e quindi non ha neanche l'obiettività e l'intelligenza emotiva di sapersi orientare in modo da trarre il meglio dal mondo in cui vive, ma finisce sempre e solo di esserne vittima . Per fortuna ho conosciuto anche altre ( vere donne ) che invece la pensano differentemente, e valorizzano la sostanza invece che lo spettacolo vuoto ma efficace che fanno certi idioti. Io penso che voi siate mediamente molto diverse da noi, per vostra natura dovete essere prese in modo emotivamente forte da un uomo per essere conquistate, per questo le persone eclatanti e spesso per niente in possesso di contenuti vincono su quelle veramente sicure di se stesse e poco spinte a esibirsi ma solo a dare se stesse in modo potenziante e autentico (con cui magari oltre che a livello emotivo (quello sano) avreste anche un’attrazione mentale molto costruttiva e forte, colorerebbe la vostra vita anche di possibilità di crescita ). L’uomo sicuro di se stesso non fa il narcisista, il fighetto o lo showman, non segue mode o condizionamenti perché non ne ha bisogno. Quelli più sicuri in assoluto sanno essere anticonformisti nella misura in cui potenzia la loro individualità, amano la natura e gli animali, curano la propria salute e benessere psico-fisico, sono curiosi di scoprire e trarre il meglio da nuove situazioni ma anche da quelle abitudinarie perchè le sanno rendere di nuovo innovative( e ci sarebbe altro da dire)… Tutto questo lo fanno perché hanno l’ amore che li guida in modo travolgente, essendo animati da un modo di essere fuori dal coro. Altro che essere insignificanti, questo è indice di salute e di uno slancio di vita che porterebbe sulla luna anche voi.
    7
    Rispondi a Marco Commenta l’articolo

  2. Avatar di Cork

    Cork 1 anno fa (14 luglio 2016 18:33)

    Le donne amano gli stronzi a comando, cioè gli uomini che fanno gli stronzi con tutto il mondo, ma non con loro. Chi non è stronzo si adatti a fare a meno di scopare.
    -1
    Rispondi a Cork Commenta l’articolo

  3. Avatar di Paola Sponza

    Paola Sponza 2 settimane fa (6 agosto 2017 8:44)

    In effetti un altro punto di vista per leggere lo studio potrebbe essere: da cosa sono attratte le donne che hanno più storie (storie che definirei "fallite") alle spalle? Perché, calcolatrice alla mano, per avere 20 o più relazioni entro i 28 anni, considerando che le inglesi possono essere più precoci ma comunque direi che 14 anni come età per la prima relazione puó essere statisticamente valida, in massimo 14 anni di attività sentimentale (28 età massima delle intervistate - 14 età di inizio della vita sentimentale= 14) le "esperte" hanno più di 20 relazioni: cioé, per essere pedissequamente matematici, 1,4 all'anno, una ogni 9 mesi (arrotondando). In quest'ottica pare evidente che per trovare una così lunga sfilza di uomini "inadatti" devono essere attratte "attivamente" da qualcosa di sbagliato (non é solo sfiga, per intenderci). Quindi il fatto che siano attratte dai narcisisti più delle altre mi pare la risposta calzante al quesito. In quest'ottica più che "esperte" le definirei "recidive".
    2
    Rispondi a Paola Sponza Commenta l’articolo

  4. Avatar di Serena

    Serena 2 settimane fa (6 agosto 2017 11:29)

    Cara Ilaria, Rileggo questo post dopo molto tempo in preda a una tempesta di pensieri e desideri contrastanti. Pertanto mi scuso in anticipo se non dovessi risultare chiarissima. Di me posso dire che sono grande anagraficamente, che probabilmente rientrerei nella categoria delle molto esperte - e confermo, spesso attratta dagli stronzi - ma di una cosa non sono affatto certa: di essere in cerca di una relazione stabile. Se penso lucidamente a me stessa, ai miei comportamenti, al mio soffrire e struggermi per passioni insane in cui periodicamente incappo... Io non sono certa di volere una relazione sana. Sono troppo morbosamente attratta da ciò che sano non è, al punto da trovare noioso (o addirittura repellente, a volte) tutto il resto. E ti giuro: di lavoro su me stessa ne faccio costantemente; ti dirò ti più: a parte gli alti e bassi dell'esistenza, mi posso considerare una persona felice, amo me stessa e la vita, pazzamente persino! Per cui forse questo è pure un falso problema. Forse dovrei accettare di essere una donna insofferente ai legami, cosa che andrebbe pure bene. Ma la verità? Non la so, non la so per davvero. Penso sempre all'amore, come se ne esistesse da qualche parte oltre l'arcobaleno uno di un tipo speciale, magico, risolutivo di dubbi e incertezze. E invece non esiste. Io queste cose le so, so tutto. Tanto che ci provo a uscire con uomini più sani. Eppure banalmente l'idea di baciare e fare l'amore con un uomo che non mi smuova certe emozioni "forti" mi disgusta... è più forte di me, non ce la faccio... Molto recentemente sono arrivata al punto di trascorrere un fine settimana con un tipo che trovo realmente carino, divertente, a cui piaccio in maniera esplicita e inequivocabile, pieno di interessi... finendo per trovarmi attratta da un suo amico che anche solo grazie alla fisiognomica avrei dovuto capire quanto fosse stronzo... Invece io a pensare: "Ma no, mi sembra una persona sensibile, soltanto un po' chiuso, ma si capisce che sotto la scorza da duro potrebbe essere dolce...". Ti lascio immaginare il meraviglioso epilogo.
    0
    Rispondi a Serena Commenta l’articolo

  5. Avatar di Susanna

    Susanna 2 settimane fa (6 agosto 2017 12:29)

    Ciao Ilaria, ottimo articolo e sempre attuale..descrive alla lettera lo stronzo con cui ho avuto a che fare per un anno..narcisista, manipolatore e voglia di non impegnarsi... un caro saluto
    0
    Rispondi a Susanna Commenta l’articolo

  6. Avatar di Ely

    Ely 2 settimane fa (6 agosto 2017 9:45)

    Ciao, io ho avuto un 8 mesi fa una relazione con un narcisista, non è stato niente di importante ma comunque mi ha segnata parecchio, non tanto a livello sentimentale ma a livello psicologico. Non è facile riconoscere un narcisista e non è altrettanto facile curare le ferite lasciate da questo individuo. Per me sono stati 2 mesi in cui questo "vampiro sociale" si è risucchiato anche l'anima. É difficile non essere attratte da un narcisista patologico, è un manipolatore è subdolo. Il narcisista ti "bombarda" di attenzioni, ti da ciò che vuoi è quasi perfetto, poi però quando la vittima è cotta a puntino inizia a screditare ma lo fa in maniera astuta, un attimo ti insulta l'altro invece è un amore, ti fa credere che è tutta colpa tua in ogni occasione ed in ogni discussione, poi arriva la fase dell'abbandono come un fulmine a Cisl sereno nei giorni più improbabili: compleanni, Natale, capodanno... lo fa nel modo più cattivo e senza un reale e preciso motivo in modo tale che la vittima si distrugga per amore, si dia la colpa e sia distrutta. Lui cosa ne guadagna? Il suo ego aumenta a dismisura mentre vede le sue vittime affondare. Purtroppo la vittima neanche immagina chi sia realmente l'uomo di cui si è innamorata, non immagina che è un traditore e manipolatore, perché si quell'uomo è un traditore con un narcisista non si è quasi mai in 2 ma 3/4... So benissimo di quel che parlo per 2 mesi di frequentazione ho sofferto tantissimo perché mi davo la colpa, mi chiedevo cosa avessi sbagliato, quel verme mi ha lasciata senza un motivo a più di 1000 km di distanza... Ma non mi sono liberata di lui eh! Perché questi esseri vanno e vengono, non si dimenticano mai delle vittime. Ogni tanto mi cercava, giusto per ridarmi una sua "dose di veleno" e poi screditarmi nuovamente e sparire. Purtroppo non è una situazione facile, ho passato mesi e mesi a piangere a non aver voglia di far niente a darmi la colpa dei "se avessi..." poi ho capito che non è colpa mia, che è lui che non va. La soluzione per allontanarlo? Chiudere ogni tipo di contatto con questo uomo, bloccare tutti i social, mettere rifiuto di chiamata... deve sparire. Non è assolutamente facile perché lui è come una droga, si avrà voglia di sbloccarlo, di sentirlo così da avere "un'altra dose di lui". Io anche se scrivo così non sono immune a lui, anche se consapevole. Davanti a me è un lupo travestito da pecora, adesso ha pure un'altra che ha tradito con me (senza che io lo sapessi, l'ho scoperto una settimana dopo in discoteca). É assurda la mia capacità di pararne, assurdo il fatto che io sia consapevole del mostro che è questo ragazzo ma non ne riesco ad uscire. Ovvero sono andata avanti adesso con la mia vita, ho iniziato a vedere e sentire altri, ma quando quelle poche volte al mese incontro quel mostro io divento "scema", riesce a manipolarmi come vuole a farmi fare le cose più assurde. La mia domanda è questa Ilaria: cosa devo fare? Perché pur essendo consapevole di tutto, perché pure avendolo bloccato ed avendo già visto altri ragazzi (sono riuscita dopo 7 mesi a pensare di vedere qualcun altro) non riesco a staccarmi dalla sua presa? Lo vedo si e no 2/3 volte al mese, purtroppo il giro di discoteche è quello e capita che ci incontriamo... Mi ha messa contro una ragazzina di 18 anni, anzi ci ha messe contro e me ne vergogno perché entrare in competizione con una ragazzina che ha 10 anni in meno di me (e di lui ) è proprio brutto anche perché anche lei è una vittima e non sa cosa le accadrà a breve. Quindi dopo il mio lungo papiro, cosa mi consigli? Cosa posso fare per "immunizzarmi" da questo manipolatore?
    -2
    Rispondi a Ely Commenta l’articolo

    • Avatar di Romy

      Romy 2 settimane fa (6 agosto 2017 16:40)

      Ely, in attesa di una risposta da Ilaria, mi permetto di dirti la mia opinione, perché ho avuto a che fare anch'io con un narcisista patologico, un autentico pazzo; quindi, so bene come ci si sente. Tu hai scritto: "Lo vedo si e no 2/3 volte al mese, purtroppo il giro di discoteche è quello e capita che ci incontriamo". In realtà, da queste parole si evince che non "capita" che v'incontriate: dal momento che sai che il giro di discoteche è sempre quello, sai anche che prima o poi lo vedrai. Perciò non "capita" come una fatalità. Soluzione: evitare le discoteche. Ci si può divertire e si può socializzare anche senza frequentarle, non è obbligatorio entrarci. Inoltre, in questo momento la priorità è costituita dalla tua salute, fisica e psichica. Se vuoi davvero smettere con costui, è meglio evitare qualsiasi occasione di incontro, anche perché lui è felice di vederti in discoteca e di poterti fare altri dispetti. Perché vuoi regalargli questo piacere? Un narcisista patologico è sadico, perciò è una persona davanti alla quale occorre costruire un muro altissimo. Va eliminato dalla propria vita, va sradicato senza incertezze, non bisogna lasciare aperto neanche un minuscolo varco con un soggetto del genere. Chiedo scusa se il tono del mio intervento sembra troppo assertivo, ma, come ho detto, ho conosciuto un individuo del genere molti anni fa. Proprio perché so che esperienze di questo tipo sono devastanti sotto il profilo psicologico, lo ripeto: eliminalo, non frequentare i posti che lui frequenta, cambia vita, cambia abitudini, cambia tutto ciò che puoi cambiare senza alcuna esitazione. E senza ascoltare eventuali consigli più o meno ingenui di amiche e amici, che nulla sanno di certe faccende e rischiano solo di creare altri danni.
      5
      Rispondi a Romy Commenta l’articolo

    • Avatar di Ely

      Ely 2 settimane fa (7 agosto 2017 11:09)

      Hai perfettamente ragione e per un pò ho provato a non andare... il risultato è stato che mi sono ritrovata tutti i fine settimana sola a casa... Le mie amiche che non vanno escono con i loro morosi, quindi non posso uscire con loro e quelle single o con morosi vanno comunque a prescindere da me perché per loro è assurdo che mi faccia condizionare da "uno stronzo". Onestamente credo di essere stata più male a casa sola che in discoteca anche perché per fortuna non ci vediamo così tanto spesso... le mie amiche, tanto care ma non mi hanno mai capita ed effettivamente nessuno può capire se non ci passa e non lo auguro a nessuno. In questo momento sono a 1000in di distanza ed in no contact e per questo mese mi va più che bene, il prossimo non so... Ho lavorato tantissimo in questi mesi, sono caduta e mi sono rilassata e piano piano mi sto riprendendo ma capisco che non è abbastanza... che devo cercare di essere più forte ed ignorarlo, metterci un punto. Sicuramente da tutto questo ho imparato tantissimo anche nel modo d rapportarmi con gli altri uomini, facendomi rispettare ed uscendo le unghie se necessario, ma lui non è "uno stronzo qualunque" lui è "uno stronzo speciale" ed a lui non so tenere testa... So benissimo che basterebbe che mi girassi la faccia e non salutarlo per risolvere il tutto, tra il no contact e la forza di volontà dovrei riuscire... solo che è la volontà che ancora è carente... rimpiango il primo giorno che l'ho incontrato. ..
      -2
      Rispondi a Ely Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 2 settimane fa (6 agosto 2017 22:05)

      Qualche tempo senza discoteca si può fare, come anche NON parlarne più con le amiche e gli amici del giro. Prepararsi delle frasi fatte da ripetere: ah non so, non lo vedo più; tutto bene, purtroppo è finita; eh sai così, non andava, quando non funziona non funziona; si sono sicura che resteremo amici ma un periodo di distanza aiuta. Quelle cose che vanno bene per tutte le storie e per nessuna, insomma, tanto per rispondere qualcosa senza dare avvio alla stura.
      2
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Ely

      Ely 2 settimane fa (7 agosto 2017 11:16)

      Io adesso sono lontana Anna, per un mese non lo vedrò... E con gli amici non parlo mai di lui... per fortuna non abbiamo amici in comune se non 2 che ho conosciuto tramite lui, ma sanno benissimo che è una mela marcia... Di conseguenza il suo nome non esce mai... lo odio più di qualsiasi altra persona ma lui riesce a manipolarmi come gli pare e piace... seguo anche un gruppo di gente con la mia stessa esperienza che mi ha aiutato molto... Mi manca solo il passo finale, chiudere con lui veramente come persona e non solo sui social è questa è la cosa più difficile pur odiandolo... assurdo. Non lo auguro a nessuno
      0
      Rispondi a Ely Commenta l’articolo

  7. Avatar di Angela

    Angela 2 settimane fa (7 agosto 2017 16:44)

    Articolo informante ed educativo, direi; ma, come tutti gli articoli che disaminano certe caratteristiche psicologiche generali degli esseri umani e le dinamiche delle relazioni, non si sofferma su un semplice punto: che l'attrazione per un essere umano è misteriosa ed unica: tra quanti "stronzi" ce ne piace uno solo? Perchè lui (o lei)? E poi: basta sapere che una persona è una brava persona, per innamorarcene? Non credo; è più facile rinunciare ad un partner, perchè coscienti che sia inaffidabile, che stare con un'ottima persona, piena di buone qualità, che non ci attrae...ah, come vorrei innamorarmi a comando!
    -2
    Rispondi a Angela Commenta l’articolo

  8. Avatar di Alisia

    Alisia 7 giorni fa (11 agosto 2017 21:36)

    Ilaria come si rompono gli schemi, nello specifico chiedo, che ci portano a incontrare uomini sbagliati? Seguo il tuo blog, leggo libri, cerco di fare il più possibile quello che mi piace, mi dedico alle mie passioni. Eppure ho come l'impressione di non riuscire a capire quale è l'atteggiamento sbagliato che mi porta ad attrarre uomini mediocri....
    1
    Rispondi a Alisia Commenta l’articolo

    • Avatar di Serena

      Serena 7 giorni fa (11 agosto 2017 23:11)

      Il problema, secondo me, non è tanto il fatto di "attrarre" uomini mediocri, il punto è esserne attratte! Voglio dire che non si tratta di un atteggiamento da cambiare, perché in fondo, se ci leggiamo dentro onestamente, lo sappiamo fin dal principio con che razza di uomini abbiamo a che fare. Non siamo vittime del lupo perché c'è qualcosa in noi che non va - non c'è proprio nulla che non vada! - ma perché ne siamo terribilmente attratte. O non siamo in grado di riconoscerlo, e allora è un problema risolvibile con l'esperienza e la furbizia, oppure è proprio il baratro che rappresentano, la vertigine ciò che ci attrae senza scampo. Io faccio parte di questa categoria di donne, purtroppo. Lo so, mi guardo allo specchio e riconosco questa zona oscura di me. Ho una parte anche più sana, che mi spinge altrove, e cerco di attaccarmici con le unghie e coi denti, ma non sempre ce la faccio. La differenza rispetto a un tempo, quando mi lasciavo letteralmente "mangiare" senza opporre resistenza, è che adesso conosco la natura dei miei desideri e so che alle volte devo fare l'opposto di quel che vorrei, devo fuggire quando mi sento "chiamare", devo razionalizzare, allontanarmi, mettere in prospettiva. E' solo dalla giusta distanza che riesco ad accorgermi dei guai in cui mi infilo, perciò ho adottato questa tecnica: procrastinare i miei impulsi. Quando desidero fare una cosa la posticipo, semplicemente. Non me la vieto, la rimando. Di solito le pessime idee alla luce del sole svaniscono come per incanto. Se metto a tacere il bisogno irrazionale del momento, poi quasi sempre succede che mi passa la voglia di assecondarlo. E così procedo, giorno per giorno, schivando le pozzanghere sulla mia strada, resistendo alla tentazione di saltarci dentro. Non è facile, per niente, a volte si tratta di prendermi cura di me come di una bambina piccola e allora mi dò coraggio, mi faccio i complimenti da sola... :-) Cerco di non colpevolizzarmi e di volermi bene, di mettere il mio benessere al primissimo posto, a costo di passare per egoista. La strada per trovare l'amore è lunga, credo, ma sto imparando ad amare me stessa e ci sto riuscendo alla grande direi, pertanto il mio impegno va in questa direzione. Poi chissà, quando avrò imparato ad amarmi davvero bene, forse un giorno sarò in grado di amare anche un'altra persona. Lo spero e ci credo. :-)
      6
      Rispondi a Serena Commenta l’articolo

    • Avatar di Alisia

      Alisia 6 giorni fa (12 agosto 2017 9:09)

      Esatto Serena! Sono nella tua stessa situazione. Il mio unico obiettivo in questo monento è la mia serenità, ci sono giorni in cui mi sento come risucchiata dai vecchi schemi e faccio una gran fatica a uscirne! Altri giorni mi sento più forte e vado dritta imperterrita verso ciò che voglio! E so che fino a qui tutto è normale, ci vuole pazienza! Ma sono proprio quei giorni no che mi atterriscono, giorno in cui mi sento sola, sfigata, e ritornano quei circoli viziosi, quei modi di pensare, sentirmi sconfitta solo perché lo stronzo di turno se ne andato, ecc ecc. So bene che già esserne consapevole è un gran passo avanti, ma vorrei andare ancora più avanti e avanti ancora per sentirmi totalmente libera e indipendente dai vecchi schemi! Evidentemente sbaglio ancora qualcosa se mi ritrovo un stronzo nella mia vita....
      0
      Rispondi a Alisia Commenta l’articolo

  9. Avatar di stefano

    stefano 1 settimana fa (11 agosto 2017 16:12)

    ...dai max tienilo presente dai su !?!
    -2
    Rispondi a stefano Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 1 settimana fa (11 agosto 2017 19:11)

      SIgnor Stefano, mi levi una curiosità. Perché quando si parla di soggetti perversi e malati ( possono essere uomini o donne indifferentemente ), quelli come lei corrono per sminuirne il significato vanificando così un lavoro più serio che si cerca di portare avanti. Sente di farne parte in qualche modo? ha picchiato qualche persona? ne ha abusato economicamente? ha manipolato per comandarne la vita a suo piacimento sminuendola e svuotandola di valore? Se non è così mi spieghi e sono davvero curiosa. Perché il fatto di essere maschi non dovrebbe generare un'automatica levata di scudi in favore della specie, mi finirebbe per solidarizzare anche con pedofili, stupratori e altro. Eppure io quando leggo donne scrivere che per un semplice like su facebook, o un saluto con sorriso alla cassa del supermercato siano pronte al matrimonio, ci tengo a prenderne le distanze, perché le includo nella categoria degli stupidi, lei invece perché preferisce farne parte?
      3
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 giorni fa (11 agosto 2017 19:31)

      No, non parliamo di malati. Non sono malati sono maligni. Il Signor Stefano credo appartenga più alla categoria del mezzo calzino bucato spaiato. L'altro s'è perso nell'ultimo lavaggio in lavatrice.
      6
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 7 giorni fa (11 agosto 2017 19:41)

      :D
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di stefano

      stefano 6 giorni fa (12 agosto 2017 15:59)

      ...be Ilaria. ..è importante credere in qualcosa nella vita...quindi Buon per te....ti voglio bene lo stesso sappilo...un abbraccio forte forte Smack !
      -1
      Rispondi a stefano Commenta l’articolo

    • Avatar di stefano

      stefano 6 giorni fa (12 agosto 2017 15:56)

      La seconda che hai detto....
      0
      Rispondi a stefano Commenta l’articolo

    • Avatar di stefano

      stefano 6 giorni fa (12 agosto 2017 16:01)

      .....la seconda che hai detto....
      0
      Rispondi a stefano Commenta l’articolo

  10. Avatar di Maria

    Maria 1 settimana fa (8 agosto 2017 20:11)

    Molte donne, me compresa, hanno cercato un compagno, un matrimonio, ma perché, in fondo, siamo state educate così. L'attrazione verso lo stronzo, manipolatore, che non ha voglia di legarsi, io me la spiego col fatto che, in fondo, nemmeno noi donne, nel profondo della nostra anima. vogliamo un legame. Molti desideri razionali, come dicevo prima ci sono stati inculcati.
    3
    Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 1 settimana fa (9 agosto 2017 2:03)

      non sono d' accordo con una sola delle affermazioni che hai scritto, maria...gli stronzi manipolatori non crederebbero alle loro orecchie a sentire tali parole, e ti aspettano tutti con ansia per poi farti a polpettine...vai che questo è proprio il mood giusto per attirarli come il miele! ;)
      1
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 1 settimana fa (9 agosto 2017 13:04)

      Caro Max, credo che tutto avvenga a livello inconscio. E poi, quali polpettine, il tango si balla in due, non è solo l'uomo a condurre il discorso.
      0
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 1 settimana fa (9 agosto 2017 22:48)

      L' uomo non conduce nulla, è la donna che si fa condurre nella storia sana, come nella storia malata...lo stronzo è stronzo con la donna che glielo permette, ed in quel caso il tango non è proprio così piacevole alla lunga, no?...tornando al discorso dei legami per me è nella natura umana tendere ad un legame profondo e stabile con un' altro individuo e questo è il desiderio che si ha quando ci si innamora di qualcuno
      -4
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 1 settimana fa (10 agosto 2017 12:59)

      Beato te Max! Lo stronzo è stronzo e basta. Una che non glielo permette è una che non ci sta. E no, gli esseri umani non tendono tutti a rapporti profondi. C'è gente che è priva di empatia, esistono i criminali di guerra, esistono i serial killer, esistono i pedofili, esistono quelli che danno fuoco ai gatti, esiste di tutto. Oramai educhiamo i bambini cercando di rassicurarli, dicendo che sono rarità ed edulcorando le fiabe, ma non è così, e continua ad essere consigliabile non accettare caramelle dagli sconosciuti
      9
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 1 settimana fa (11 agosto 2017 11:54)

      Ovviamente gli squilibrati, i serial killer e le mer*de che maltrattano donne, bambini e la natura li avevo esclusi dalla lista delle persone che rendono a cercare un legame, e lo stronzo/a sentimentale può essere anche una persona normalissima e risolta, tranne che nell' affettività in coppia...e come mai Anna, ci sono gli stronzi che con te lo sono e con quella dopo (che gliel'ha data lo stesso) non lo sono più?...io lo stronzo lo vedo più come il bullo che fa il bullo solo con chi può farlo, non con tutti, non so se rendo l' idea..
      -2
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 1 settimana fa (11 agosto 2017 13:53)

      "e come mai Anna, ci sono gli stronzi che con te lo sono e con quella dopo (che gliel'ha data lo stesso) non lo sono più?" Mai visto uno. Erano stati stronzi pure con quelle prima. In quanto a questo, uno ha pure sposato me e quelle prima no, pensa te che fortuna che ho avuto .... Non è proprio il punto, Max.
      10
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 1 settimana fa (11 agosto 2017 15:06)

      Non era riferito a te personalmente in prima persona, era un esempio per dire che non è che gli stronzi seduttori e manipolatori rimangono tutti stronzi e scapoli fino all'età della pensione Anna...e dal mio punto di vista, diversi sono ancora gli uomini sposati che cornificano: di stronzaggine non hanno nulla, di misero si...conosco amici che da giovani sono stati stronzi fino a che non si sono sposati ed hanno messo la testa a posto, altri ancora single che passano da un' avventura ad un' altra prendendo e scaricando (in realtà sempre più diluito con l' età) e amici sposati che vivacchiano nel matrimonio con o senza corna...non si può generalizzare dare dello stronzo a tutti allo stesso modo ecco
      -3
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 1 settimana fa (11 agosto 2017 15:29)

      Certo Max e tieni presente sempre che ci sono i violenti disturbati abusanti tossici psycho etc. Cioè oltre alle mezze calze che citi tu che prima o poi per raggiunti limiti di età da mezze calze bugiardi e traditori si trasformano in mezze calze da poltrona e Prostamol, ci sono i violenti/abusanti/disturbati. Vorrei solo lo tenessimo presente. Ripassino veloce? Tutti gli uomini sono stronzi? No! Ci sono uomini adorabili. Ci sono uomini stronzi? Sì! Si dividono in criminali (i narcisisti perversi abusanti violenti etc) e le mezze calze. È chiaro? Se un tuo amico che da giovane saltava la cavallina perché era giovane e carino e ora si è accasato e causa età si è ingrigito e impanzito (giuro che succede anche agli uomini) non significa che non esistano gli uomini violenti i violenti psicologici e quelli che se ne impipano dei figli e li lasciano alle mogli da pulire nutrire e mantenere non passano loro nemmeno un euro (ai figli, in tenera età ai figli, ai figli ripeto). Chiaro?
      5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 1 settimana fa (11 agosto 2017 18:32)

      Uh Ilaria, e quanto è brutto quando agli psycho non si fa trovare pronto lo sparring partner, rischiano seriamente di diventare riconoscibili anche a chi fino a quel momento sono apparsi solo dei furbacchioni un po' stronzetti. In questi giorni mi è capitata una "novità". Lo psycho elegante e carino che mi ha fatto rispolverare questo sito e attaccarmici come una cozza si è ripalesato dopo sei mesi. Purtroppo per lui non aveva molti strumenti per riavvicinarmi direttamente, avendolo io bloccato 6 mesi fa su tutti i fronti telefonici ( ricordo che non risposi nemmeno alla sua mail nella quale si dichiarava disponibilissimo se lo avessi voluto cercare, ma introvabile e inafferrabile se avessi voluto aspettare sue comunicazioni. Ah l'autostima! ). Ebbene, gli tocca scendere tra il popolo, quello presso il quale mi aveva conosciuta e che è felice di rivederlo. "non credo che sentirai più parlare di me", aveva scritto :D. La mia reazione nel saperlo ancora vivo è curiosa, non mi aspettavo davvero l'apparizione e vengo colta da una tachicardia impressionante e mi ritrovo in un bagno di sudore. Faccio d'istinto la seconda cosa buona da quando lui ha tentato il giro di boa, mi defilo. Sparisco e non ho alcun contatto. Premetto che nessuno di quel gruppo è mai stato informato da parte mia dell'evoluzione della storia, quindi nessuno è stato mai condizionato nei giudizi sulla persona. Ma chissà come, forse complice un certo nervosismo da parte sua, mentre una signora ( con marito e bambina al seguito ) stava amabilmente discorrendo con altri su un tema interessante ( la condizione della donna in Italia e il fatto che in altri paesi non esiste stupore davanti ad una donna scienziata ), lui sbrocca davanti a tutti lasciandoli interdetti. Esclama in tono perentorio che lei avrebbe rotto le p@lle con questo far intendere in modo morbido che la sua professione non è compresa da tutti, perché anche uno come lui senza titoli di studio e prestigio o stipendio particolare ci arriva. I presenti rimangono di stucco, anche perché lei non stava minimamente parlando di se stessa, ma soprattutto dopo sei mesi torni per dire che una persona ha rotto le palle? I " Boh" dei presenti si sprecano e lui si ricompone rassicurando che non intendeva avercela con lei, diversamente lo avrebbero capito ( in che senso? l'avrebbe accoltellata? ) e a lei che lo invita a ignorarla replica " posso fare di meglio" ( ? ) e prosegue come nulla fosse mai accaduto. Un pesce fuor d'acqua, uno che aveva lasciato di se un'immagine impeccabile di uomo elegante e distinto, uno d'altri tempi come amava farsi immaginare e ora aggressivo e impulsivo tanto da far chiacchierare di se Ecco l'esempio di uno psycho, se ci fosse stata la sparring partner l'immagina esterna sarebbe rimasta pulita, avendo verso chi scaricare perversioni varie. Non so cosa sia scattato nella sua testa, ma lo riconosco e non mi piace. Mi fa piacere che gli altri abbiano avuto qualche dubbio in merito. Io continuo a tacere.
      3
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Ilaria Cardani

      Ilaria Cardani 7 giorni fa (11 agosto 2017 19:27)

      Però io dico puntare un po' più in alto? Dai! Batticuore e sudore sono un'ottima reazione ma a contesti e persone più degne. Le discettazioni da bar in difesa delle facoltà intellettive femminili sono per l'appunto quella roba lì. Già che si debba discutere di certe questioni dà la misura di chi discute. Volgiamo lo sguardo più in alto. Tenerlo su certe persone e contesti nutre il peggio al mondo e ci allontana dagli obiettivi veri e importanti.
      5
      Rispondi a Ilaria Cardani Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 7 giorni fa (11 agosto 2017 19:49)

      E' vero Ilaria, anche se il mio intento era quello di mettere in evidenza l'evoluzione del soggetto, l'ambiente di cui parlo è poco gratificante e anche se non lo frequento come un tempo a volte accetto qualche invito, Per quanto riguarda la tachicardia non so che dire, io sono caduta tra le braccia pure del mio amministratore di condominio :D ( non in senso metaforico ! )
      0
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 7 giorni fa (12 agosto 2017 1:30)

      Tachicardia e sudore parrebbe una crisi di ansia. O almeno a me fa così. Continuo ad avere paura, non ci posso fare niente. Per non parlare della nausea che mi provocano queste epifanie. Ma anche ilarità. Insomma sbarello.
      1
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 6 giorni fa (12 agosto 2017 9:16)

      Anna, non saprei definirlo perché non mi era capitato mai in questo modo, forse è stata più la sorpresa improvvisa, come quando mentre guidi serena qualcuno ti taglia la strada e perdi il controllo del veicolo. Infatti non appena ho ripreso a respirare, molto razionalmente me ne sono andata perché non gradisco offrire più opportunità di incontro o dialogo e non per malessere personale. Questa è stata una prova utile per me, perché mi sono sentita forte nel mantenere il mio giudizio e nel costatare una sua debolezza. Ammetto in modo poco orgoglioso che un tempo, un ritorno simile, mi avrebbe destabilizzata e incuriosita. Mi sarei sentita falsamente gratificata perché, compresa la motivazione dell'avvicinamento, avrei pensato di potermi giocare un'altra opportunità persino con l'illusione di avere il coltello dalla parte del manico. La novità invece non è tanto nella ripetizione dello schema del signore, ma nella rottura del mio di schema. Internamente mi sono detta "basta" e non uno stop a lui, ma a me e a comportamenti sbagliati. Non mi sono presa per i fondelli facendo la bella statuina nell'attesa di essere riagganciata. So che per molti questo può essere persino banale, per me no. E quando ti preservi comprendi di aver smesso di fare la parte del piccione che attende sotto le panchine il lancio dei semi.
      10
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 6 giorni fa (12 agosto 2017 13:53)

      Io non ho tutta questa fiducia nel mio potere di schivare i colpi. Ma sbaglio io.
      0
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Emanuela T

      Emanuela T 6 giorni fa (12 agosto 2017 17:36)

      Ma nemmeno io, Anna. Direi che comunque per ora è poco, perché ho evitato solo una persona che si era manifestata negativamente. Il vero banco di prova sarà scansare questa tipologia di esseri perversi, prima che facciano danni :)
      2
      Rispondi a Emanuela T Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 6 giorni fa (12 agosto 2017 19:47)

      Chiarissimo, ritenevo utile rinfrescare la puntualizzazione
      0
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 1 settimana fa (9 agosto 2017 13:15)

      Però c'è del vero. Il fascino del cattivo ragazzo è anche un po' una specie di proiezione del lato oscuro della brava ragazza. Che poi diventa triturabilissima, ovvio, perché già pensarsi come "brava ragazza in cerca di marito" la mette nella situazione di Cappuccetto Rosso che, se passa per il bosco disobbedendo alla mamma, poi crede al lupo travestito da nonnina.
      1
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 1 settimana fa (9 agosto 2017 22:52)

      Sagace!...poi c'è anche la cattiva ragazza che tipicamente seduce (anche solo per il gusto di sedurre) il bravo ragazzo fidanzato o sposato da anni, e lui se la ricorderà fino a quando sarà col bastone e i nipotini sulle ginocchia!
      -4
      Rispondi a max Commenta l’articolo

  11. Avatar di Elena

    Elena 1 settimana fa (8 agosto 2017 11:54)

    Buongiorno Ilaria e Buongiorno a tutte le assidue lettrici,seguo la pagina ormai da 2 anni ma non ho mai scritto, l'articolo in questione mi tocca dal vivo in quanto settimana scorsa ho chiuso un "rapporto" di 7 mesi con un ragazzo che fin' dalla nostra seconda uscita mi aveva detto che "voleva solo divertirsi e non era in cerca di qualcosa di stabile" e anzi dopo 1 mese ha rincarato la dose dicendomi anche che ci teneva a essere sincero e voleva che sapessi che stava frequentando anche altre persone in contemporanea e in quel momento non voleva precludersi alcuna opportunità. Al momento non ho dato alcun peso ad entrambe le sue esternazioni in quanto in quel momento impostare il rapporto in quel modo andava bene anche a mè fintanto che non mi sono fatta prendere come una pera lessa.....perché noi donne poi si sà ci mettiamo di mezzo il sentimentalismo e cambiamo idea....ma loro no e dopo 2 tentativi falliti di capire se ci poteva essere dell'altro da parte sua, ho chiuso il tutto, senza melodrammi che poi ovviamente ho consumato in privato e con le amiche perchè nonostante mi fossi raccontata che "mi andava bene così" al momento stó uno schifo e mi sento letteralmente uno straccio. Quando era con mè mi faceva sentire unica e oltre che un bellissimo ragazzo era una persona che mi trasmetteva gioia di vivere,aveva entusiasmo e fantasia nell'organizzazione delle nostre uscite. Questo suo essere sopra le righe sicuramente mi ha attirato moltissimo,però adesso mi chiedo perché mi attirano e affascinano tanto questo tipo di persone? Perché noi donne non siamo in grado di goderci una storia che si basa solo sull'aspetto sessuale e dobbiamo metterci in mezzo sempre i sentimenti? Mi chiedo come una persona possa a priori senza neanche sapere chi ha di fronte decidere che "non voglio una storia seria"? Sicuramente quello che mi ha ferito ancora di più è che nel momento in cui ho detto basta ha anche fatto la persona matura dicendo che "se non sei più felice tu non posso esserlo nemmeno io". Il bello di queste persone è che l'hanno sempre vinta e difficilmente sono loro quelli che soffrono. Buone Vacanze a tutte!
    1
    Rispondi a Elena Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 1 settimana fa (8 agosto 2017 14:13)

      Veramente io lo capisco abbastanza subito se non voglio una storia seria: ci sono ragioni di compatibilità ad esempio, ma anche l'attrazione (non è che sempre sia alle stelle). Saranno mediamente più centrati di noi? Certe volte penso di sì. Poi c'è l'educazione: loro dicono quello che pensano e che vogliono senza tanti problemi, noi invece dobbiamo fare le brave e certe volte le cose non abbiamo il coraggio di dirle neanche a noi stesse. Comunque se uno ti dice che non vuole una storia seria con te, ti sta anche dicendo che non gli piaci abbastanza ... non è una buona ragione per prendere la cosa con il giusto distacco a priori?
      3
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Maria

      Maria 1 settimana fa (8 agosto 2017 20:13)

      Non penso, Anna, che sia il fatto di non piacere abbastanza. Perché hanno lo stesso atteggiamento con tutte. In effetti non sono esseri in grado di vivere un rapporto a due-
      3
      Rispondi a Maria Commenta l’articolo

    • Avatar di Romy

      Romy 1 settimana fa (8 agosto 2017 20:16)

      Elena, copio/incollo una cosa che hai scritto: "oltre che un bellissimo ragazzo era una persona che mi trasmetteva gioia di vivere, aveva entusiasmo e fantasia nell'organizzazione delle nostre uscite. Questo suo essere sopra le righe sicuramente mi ha attirato moltissimo, però adesso mi chiedo perché mi attirano e affascinano tanto questo tipo di persone?". Tento una risposta: non è che ne sei rimasta affascinata perché ti trovavi in un momento di scarsa vitalità o di scarso entusiasmo, cioè di assenza di emozioni o di passioni personali forti? Se è davvero così, il punto è questo: non può mai essere un'altra persona a regalarci la gioia di vivere, non si può dipendere dagli altri per sentirsi vitali e provare forti emozioni, perché si rischia poi di avere cocenti delusioni o di infilarsi in situazioni palesemente sbagliate, accumulando frustrazioni. Nel tuo caso, lui era stato molto chiaro con te, non potevi aspettarti nulla da questa persona. Perché allora non ti concentri su te stessa, coltivando e moltiplicando interessi e obiettivi che riguardino la tua vita personale ma non la sfera sentimentale?
      6
      Rispondi a Romy Commenta l’articolo

    • Avatar di Elena

      Elena 1 settimana fa (8 agosto 2017 23:46)

      Ciao Romy....copio e incollo anch'io per risponderti... "non è che ne sei rimasta affascinata perché ti trovavi in un momento di scarsa vitalità o di scarso entusiasmo, cioè di assenza di emozioni o di passioni personali forti? Se è davvero così, il punto è questo: non può mai essere un'altra persona a regalarci la gioia di vivere, non si può dipendere dagli altri per sentirsi vitali e provare forti emozioni, perché si rischia poi di avere cocenti delusioni o di infilarsi in situazioni palesemente sbagliate, accumulando frustrazioni." Confermo e sottoscrivo quello che hai scritto, sicuramente in buonissima parte è così ma ho difficoltà a pensare che io stessa potrei darmi le stesse emozioni che mi dava lui, il brivido ogni volta di vederci....anche solo l'attesa di un suo messaggio (sono cavolate e ancora di più lo sono calcolando che ho 32 anni e non 20). È più forte di mè, anche adesso che só di aver fatto la scelta più giusta perchè nell'ultimo mese i contatti da parte sua si erano diradati (sai dopo 7 mesi non sei più una new entry e questi seduttori seriali hanno sempre bisogno di new-entry), comunque da coglioncella spero che magari questa lontananza gli faccia cambiare idea e capisca la cavolaia che stà facendo anche se molto più probabilmente sarà intento a "sedurre" qualcun'altra e di mè si sarà già dimenticato. Poi a volte mi chiedo se le caratteristiche che ho visto sono reali o solo qualità che ho voluto e continuo a voler vedere solo io. Vorrei non sentirmi così uno schifo, mi sento brutta e indegna quasi anche se razionalmente capisco che "lui me lo aveva detto", ho voluto provare un "gioco" che non sono stata in grado di sostenere e di giocarci, o perlomeno di giocare vincendo o uscendone indenne.
      1
      Rispondi a Elena Commenta l’articolo

    • Avatar di Provetta

      Provetta 1 settimana fa (9 agosto 2017 19:31)

      Cara Elena, perdonami. Ma come fai a sentirti brutta e indegna a causa di un tizio che non vuole storie serie? Insomma, diverso sarebbe se il tizio in questione fosse un ragazzo serio, gentile e rispettoso che ti allontana perché non riscontra in te gli stessi suoi caratteri, ma da parte di uno che esce con tutte cosa ti aspetti? Seguendo il tuo ragionamento, le tue "concorrenti "dovrebbero considerarsi ragazze brutte e indegne alla tua stessa stregua. Invece ti assicuro che non è così o perlomeno non per tutte. Insomma, ragazze, passi lo stare male per un tizio del genere, ma sentirsi pure brutte e indegne proprio no! Non sei tu la causa del suo allontanamento: è solo un "ontologico cretino".
      8
      Rispondi a Provetta Commenta l’articolo

    • Avatar di Elena

      Elena 1 settimana fa (11 agosto 2017 6:21)

      Ciao Provetta Ló só è assurdo, ora è passata solo una settimana da quando ho chiuso e sono ancora nella fase "rinco" in cui il mio sentirmi sensuale e apprezzata sia fisicamente/esteticamente che caratterialmente diciamo che dipendevano un pó da lui in questi ultimi 7 mesi, e con questa frase só di rischiare il linciaggio. Faccio outing anche se penso non ce ne sia bisogno, l'autostima c'é ma scarseggia come si è ben capito e le attenzioni di costui mi avevano dato un impennata di amor proprio e mi sentivo più sexy e sicura e non sono stata solo io a notarlo. Come ho visto scritto da tante e confermato dall' articolo il ragazzo serio,gentile e rispettoso non sortisce lo stesso effetto tornado di emozioni, e a malincuore confermo che attualmente è così anche per mè....dramma! "ma da parte di uno che esce con tutte cosa ti aspetti?" Domanda più che lecita....ti direi che non mi aspetto nulla ma ovviamente non è così in quanto nel momento in cui ho percepito di non essere più "la preferita" dal diradarsi dei contatti e delle uscite ho capito che probabilmente mi aspettavo che il suo atteggiamento nei miei confronti non cambiasse nel tempo ma in questi giochi direi che sia abbastanza inevitabile. "Non sei tu la causa del suo allontanamento: è solo un ontologico cretino" o forse la cretins sono io a essermela cantata e suonata come mi pareva e adesso pesto i piedi perché le cose non sono andate come speravo..... Buona giornata Provetta e grazie per i suggerimenti!
      0
      Rispondi a Elena Commenta l’articolo

    • Avatar di Provetta

      Provetta 1 settimana fa (11 agosto 2017 9:56)

      Ti confido un segreto: più Ti leggo e più ritengo di essere stata una Tua "concorrente"!!! :) Sono uscita con un tizio identico a quello da Te descritto. Mi ha illusa a tutti gli effetti, e ancora ne risento dopo mesi (non preoccuparTi, dopo un po' passa anche se ogni tanto il pensiero riaffiora, ma in maniera sempre meno dolorosa). Nonostante ciò non mi sono mai sentita né brutta né indegna. Continuo a pensare che il problema sia stato lui, non io. Questo per dirTi che di uomini di questa specie in giro se ne trovano, e non pochi. Il "contorno" di cui Tu parli in altro messaggio, fatto di cene, uscite con amici, ecc. ecc., non lo pensano per noi, ma solo per se stessi, perché a loro piace così. Ti porto un esempio: il mio "stronzo ontologico" mi faceva sempre trovare una bottiglia di champagne sulla tavola ben imbandita, al quale si aggiungevano candele e cibo afrodisiaco. Io naturalmente ne ero lusingata e leggevo un grande interesse per me nei suoi confronti, perlomeno determinato dall'impegno profuso. Poi ho scoperto che lui lo faceva sempre: beveva quel vino regolarmente e mangiava quel cibo un giorno sì e un giorno no. Capisci? Noi interpretiamo quei fatti univocamente a nostro favore, ma nella realtà hanno molte interpretazioni diverse (basta fare solo un po' di attenzione...). Un abbraccio, passerà.
      3
      Rispondi a Provetta Commenta l’articolo

    • Avatar di Elena

      Elena 5 giorni fa (13 agosto 2017 21:07)

      Ciao Cara, può essere fossimo "concorrenti"....e vista in quest'ottica pensare che concorrevamo per le attenzioni e i gesti di un uomo (se così lo si può definire...ma forse no), per altro finti e costruiti mi mette un pó tristezza. Spero come dici tu di capire il meccanismo, di svegliarmi quindi...sia per smettere di stare male per una persona che non glien'è mai importato nulla di mè,alla luce anche di quello che dici tu (il "contorno che pensano solo per sè stessi), sia per smettere di interpretare i fatti univocamente a nostro favore, cosa che trovo forse anche più difficile della prima....Un abbraccio forte anche a tè e grazie dei consigli.
      0
      Rispondi a Elena Commenta l’articolo

    • Avatar di Elena

      Elena 1 settimana fa (8 agosto 2017 23:27)

      Ciao Anna grazie per il tuo commento, allora attrazione e compatibilità ce n'erano con troppo altrimenti non mi sarebbe stato così difficile chiudere, in 7 mesi è la terza volta che tento di farlo anche perché appunto le altre volte lui giocava molto su questa nostra affinità sia fisica che mentale....vera o presunta da parte sua a questo punto non saprei dirti. A differenza degli interventi letti poco sopra non mi è parso di avere a che fare con un narciso (anche se sicuramente un pelo di narcisismo l'avrà avuto anche lui) dato che non mi ha mai screditato o abbandonato improvvisamente. A lui faceva comodo che io come altre 2/3 stessi lì per quando aveva "voglia", che poi fosse bravo a costruire intorno ai nostri incontri una bella cornice, vedi il fatto che cucinava lui per mè o comunque andava sempre alla ricerca di posticini carini dove andare a cena, ha anche tentato almeno 4/5 volte di organizzare week-end insieme ( osa che però faceva anche con le altre senza nascondermelo). Sicuramente mi rendo conto che il suo presupposto iniziale sarebbe stato un'ottima ragione per salutare subito, purtroppo quando ci sei dento puoi ripetertelo finché vuoi ma il distacco è dura mantenerlo.
      0
      Rispondi a Elena Commenta l’articolo

    • Avatar di Ely

      Ely 1 settimana fa (9 agosto 2017 1:42)

      Io concordo pienamente con Anna... Se prima ti stava bene e poi no, questo è un tuo problema. Da quel che dici lui ai miei occhi non si è comportato da "stronzo" non vuole legarsi in questo periodo della sua vita ne a te ne a nessun altra... Ti ha pur detto che si vedeva con altre e te lo sei fatta andare bene. Quando crei questo tipo di rapporti, l'unico modo per mantenere il distacco è non far entrare la persona nella tua vita e nel tuo quotidiano... Deve essere di passaggio per quelle uniche volte che aveteintenzione di vedervi... un messaggio ogni tanto in amicizia male non fa... Ma le donne devono smettere di illudersi che per quanto ci sia un buon rapporto, per quanto si possa essere buona e disponibile l'uomo magicamente si accorge di amarle. Prima ci credevo anche io, ma dopo tante esperienze ho capito che le cose non vanno così. Se un uomo ti vuole veramente vorrà da te l'esclusiva perché gli darà fastidio il pensiero che tu possa avere qualcun altro... Essere troppo buone e troppo disponibili non va altrettanto bene, si passa per scontare. L'unico modo per avere una sana relazione è quella di essere felici ed indipendenti e di scegliere tu donna se l'uomo va bene per te (e non tu per lui). E se si ha davanti uno stronzo, bisogna esserlo più di loro, forse solo così si riuscirà a tenergli testa. Diverso è il caso dei narcisisti manipolatori, da quelli bisogna correre velocemente lontani a prescindere è una guerra persa in partenza e ci si fa sempre male.
      11
      Rispondi a Ely Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 1 settimana fa (9 agosto 2017 13:07)

      E definendo tu i limiti della relazione occasionale riconosci anche il narciso/seduttore seriale dal trombamico in buona fede: a quest'ultimo sta bene restare fuori dalla tua vita e rispettare i tuoi confini, agli stronzi autentici assolutamente no! Ma se la porta è chiusa, è chiusa, non c'è neanche bisogno di scappare.
      1
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Elena

      Elena 1 settimana fa (11 agosto 2017 6:24)

      Ciao Anna, non ho sicuramente definito questi confini, diciamo che lui mi ha informato di ció che cercava e in quel momento mi andava bene....(Mannaggia a mè!) Però obiettivamente (e sono nuovamente a chiedere il parere di chi avrà voglia di rispondere) Con un tipo di rapporto del tipo: - Messaggi giornalieri - Talvolta anche chiamate. - Richieste di fare fine settimana insieme. - Interessarsi alla mia vita e quotidianità facendo domande e informandosi. - Cene/aperitivi/le volte in cui cucinava lui. - Uscite in gruppo. - Tutte le volte che mi diceva quanta intesa fisica c'era. - Quanto si trovava bene anche solo a parlare con mè,che lo facevo ridere e mettevo di buon umore. - coccole e tenerezze post sesso, mai si è tirato indietro e anzi era quasi più lui a farmele. Onestamente sono io la beota o un minimo di illusione ci poteva pure stare? Solo io vedo lucciole per lanterne? Dato che questa è stata la mia prima ( e molto probabilmente ultima) esperienza di un rapporto basato solo sul sesso, Mi chiedo perché tutta questa "cornice/teatrino" da fidanzatini? Allora devo pensare che è un ottimo attore? Capisco che vedersi solo per quello senza "cornice" è brutto anche per un uomo ma allora bisogna basarsi solo sulla fatidica frase "al momento non voglio nulla di serio" e tutto il resto, ma tutto tutto proprio mettersi un bel paraocchi e due bei tappi nelle orecchie e farselo letteralmente scivolare addosso. Sono davvero utili i commenti tutte e mi spronano a riflettere e a farmi capire che magari sono io che ho mal interpretato comportamenti che magari una persona "sana" avrebbe visto per quello che erano e non comportamenti che denotano interesse come ha visto la sottoscritta. Esistono davvero donne che riescono a sostenere una relazione solo sessuale?! Ma come fate? Invidiaaaa! ;P
      0
      Rispondi a Elena Commenta l’articolo

    • Avatar di Anna

      Anna 1 settimana fa (11 agosto 2017 13:20)

      Mi riferisco alle risposte che hai dato ad Ely e a me. Perché fanno così? Non lo so, probabilmente perché così è più piacevole, e perché tutto sommato non c'è neanche niente di male a frequentare una trombamica al di fuori del sesso, se c'è reciprocità e chiarezza. Di solito, è meglio evitare, perché se con una persona fai sesso, non ci può essere amicizia in senso vero e proprio, e si viene a creare quell'ambiguità che dici tu. Che lo facciano apposta o no, o le ragioni per cui lo fanno, non ti deve interessare. Se non vuoi l'ambiguità, quando uno vuole entrare nella tua vita a nessun titolo e non si sa bene a che scopo, la cosa da fare è dire semplicemente "no". Se c'è interesse da parte sua, provvederà a chiarirsi, e se è un vero autentico stronzo doc insisterà senza chiarire. Poco importa, l'importante è non stare dietro alla confusione/stronzaggine degli altri. Quando mi arrivano cuoricini, fiorellini e amenità via messaggio, non rispondo e basta. Anzi, recentemente ho pure stoppato le chat, se non per comunicazioni al volo. Se vuoi parlare, mi dedichi 10 minuti in esclusiva al telefono o una pizza fuori, ma tienimi fuori dalle pratiche di multi-corteggiamento in simultanea, e per i momenti di vuoto nella giornata c'è la settimana enigmistica o candy crush :D Risultato? Niente pizza, poche telefonate, ma un paio di nuovi buoni amici - intendo amici in senso proprio: ci siamo piaciuti ma non innamorati, fine del sesso e benvenuta amicizia. Ah in amicizia la pizza sì, però :D Quindi per me, tenendo conto del mio carattere e della mia vita, la cosa da un po' di tempo a questa parte funziona, e posso dire con soddisfazione che non ho più "storie", né semplici né tantomeno complicate. Perché sono situazioni che non hanno storia, quindi meglio non starmela neanche a raccontare, che ho già i miei problemi a cui pensare. Ovviamente però i tuoi personali confini li devi definire tu, in base al tuo sentire e alla vita che fai, ogni persona ha una vita a sé.
      3
      Rispondi a Anna Commenta l’articolo

    • Avatar di Elena

      Elena 5 giorni fa (13 agosto 2017 21:10)

      Ciao Anna....Forse è come dice Ely....magari lui non si è comportato da stronzo e sono solo io che attualmente perché arrabbiata (sicuramente oltre che con lui anche con mè stessa) per non essere arrivata dove avrei voluto senza vedere che non c'erano minimamente i presupposti e forse per non essere stata in grado di gestire questo tipo di rapporto, magari voglio trovare scuse e mi fà comodo additare lui come stronzo e come colui che mi ha illuso, con il tempo magari quando mi sarà passata mi sarà tutto più chiaro. Grazie per i preziosi consigli....in bocca al lupo...
      1
      Rispondi a Elena Commenta l’articolo

    • Avatar di max

      max 1 settimana fa (9 agosto 2017 13:35)

      a differenza del post di Maria, qua -visto dall' altro lato della "barricata"- sono d' accordo totalmente con quello che lucidamente dici Ely ;)
      1
      Rispondi a max Commenta l’articolo

    • Avatar di Elena

      Elena 1 settimana fa (11 agosto 2017 6:23)

      Ciao Ely, molto utile il tuo commento, copio e incollo alcune parti di quello che hai scritto per rispondere di modo che sia più chiaro. "Da quel che dici lui ai miei occhi non si è comportato da "stronzo" non vuole legarsi in questo periodo della sua vita ne a te ne a nessun altra" vero, verissimo ma (domanda probabilmente poco costruttiva) perché a noi donne non capita praticamente mai di incontrare una persona e dirle "no guarda in questo momento non voglio una cosa seria", ma cosa ne sai cosa vuoi o non vuoi se nemmeno sai chi hai davanti.....oppure magari arriviamo a dirlo ma poi conoscendo meglio l'altra persona poi cambi idea, l'altra persona ti prende e ti piace e da cosa nasce cosa, è la presa di posizione iniziale così netta che stento a comprendere. "Quando crei questo tipo di rapporti, l'unico modo per mantenere il distacco è non far entrare la persona nella tua vita e nel tuo quotidiano,Deve essere di passaggio per quelle uniche volte che avete intenzione di vedervi... un messaggio ogni tanto in amicizia male non fa" verissimo anche questo, da questo punto di vista infatti è stato un pó S.....zo....forse....messaggi a cadenza giornaliera, con anche foto e mi rendeva sempre partecipe delle sua quotidianità, presentazione di amici, abbiamo anche fatto uscite insieme ad amici in gruppo, comunque tentava di coinvolgermi e per quanto mi ripetessi che "di mè non gli importava nulla" non sono di ghiaccio e non nego che questo ha inciso nel darmi false speranze. Diciamo che a forza di leggere la pagina razionalmente sono a buon punto ma il mettere in pratica e farmi quindi entrare realmente in testa nel profondo molti concetti....la strada è lunga e in salita. Praticamente ho auto-ferito il mio amor proprio.....una vera furbona....lui mi aveva detto tutto per filo e per segno ma io imperterrita chissà che cavolo mi credevo.... Grazie Ely....buona giornata!
      0
      Rispondi a Elena Commenta l’articolo

    • Avatar di Romy

      Romy 1 settimana fa (11 agosto 2017 12:21)

      Elena, le uscite in gruppo con i suoi amici non significano niente. Anzi, certi uomini tendono a esibire le proprie conquiste e a parlarne con i propri amici, oltretutto in termini irrispettosi. Siccome lui ti aveva già detto che non desiderava una storia seria, probabilmente aveva detto la stessa cosa anche ai suoi amici, e il portarti insieme a loro non era altro che un'esibizione della sua avventura del momento. Sono dinamiche frequenti e scontate. Anni fa, una mia ex amica si fece trattare malissimo da un ragazzo, col quale ebbe addirittura una storia lunga circa sei anni. Ebbene, oltre alle offese e alle continue umiliazioni cui sottostava, spesso riceveva a casa telefonate anonime in cui si sentiva chiamare con simpatici epiteti tipo sgualdrina e peggio ancora. A fare quelle orribili telefonate erano gli affezionati amici di lui. Facevano così perché il mentecatto (cioè il ragazzo della mia ex amica) ovviamente andava a raccontare tutti i particolari, anche intimi, della loro relazione. Certi maschi lo fanno, eccome se lo fanno, perché amano esibire i trofei di caccia, recitando anche il solito copione dei fidanzatini con cene, fine settimana et similia. Non costa nulla recitare questa parte, anzi, ci si diverte perché cene, fine settimana e uscite in gruppo sono molto divertenti e non richiedono l'assunzione di alcuna responsabilità. Ecco che allora essere presentate agli amici, con annessi e connessi, non è necessariamente un segnale di autentico interesse. Ma dai propri errori (e chi di noi non ne fa, nella vita?) si possono trarre utili lezioni per non ricaderci più. In bocca al lupo, Elena. :)
      4
      Rispondi a Romy Commenta l’articolo

    • Avatar di Elena

      Elena 5 giorni fa (13 agosto 2017 21:12)

      Ciao Romy....faró una gigantografia da incorniciare con questa tua frase "Certi maschi lo fanno, eccome se lo fanno, perché amano esibire i trofei di caccia, recitando anche il solito copione dei fidanzatini con cene, fine settimana et similia. Non costa nulla recitare questa parte, anzi, ci si diverte perché cene, fine settimana e uscite in gruppo sono molto divertenti e non richiedono l'assunzione di alcuna responsabilità.Ecco che allora essere presentate agli amici, con annessi e connessi, non è necessariamente un segnale di autentico interesse" Crepi il lupo....un abbraccio e in bocca al lupo anche a tè!
      1
      Rispondi a Elena Commenta l’articolo

  12. Avatar di Viola

    Viola 3 giorni fa (15 agosto 2017 18:31)

    Care lettrici, ho letto la pagina da cima a fondo e posso dichiarare che anche io ahimè sono vittima di un narciso. Faccio parte della fascia di età più giovane e nonostante mi sia già capito in passato ci sono ricascata. Rincorro questo ragazzo da ormai due anni. Tutto è iniziato con un colpo di fulmine, lui al momento era fidanzato ma ci provava con me, io lo tenevo a distanza, ma poi mi sono "arresa" e gli ho creduto quando aveva detto che avrebbe lasciato la sua ragazza, poi quando mi sono dichiatata si è mostrato confuso e ha detto che per lui non era lo stesso. Ci sono stata male ma siamo rimasti comunque amici, ci siamo legati moltissimo e a me era davvero passata, finché l'anno dopo siamo finiti in una situazione intima e io mi sono illusa nonostante lui mi avesse detto che voleva solo divertirsi, mi ha tenuta a distanza per mesi perché non voleva mi illudessi, quando ci siamo riavvicinati è successo di nuovo, poi da spirito libero qual è si è fidanzato e non ci siamo sentiti per altri 5-6 mesi, quando ci siamo rivisti (lui di nuovo single) ci sono ricascata. Ora lui non si fa più sentire, ho provato a fare un passo verso di lui ma il silenzio da parte sua continua e io ci sto malissimo. È vero che non mi ha mai detto di volere qualcosa di serio ma ogni volta che ci troviamo in quelle situazioni lui è davvero dolce, sembra quasi che gliene importi (tutta scena?!) E poi sparisce nel nulla. So cosa dovrei fare ma il problema è che non voglio, ho voglia solo di lui, nonostante lui mi faccia sentire così viva e subito dopo svuotata, preferisco stare male per lui che essere felice con una persona banale, un bravo ragazzo insomma. Ogni volta che succede spero che lui cambi idea, perché se ha già avuto un'altra ragazza recentemente potrebbe volerne un'altra (me) o no? Cos'ha lei più di me che è riuscita ad ammaliarlo così? Poi fosse brutto e con un brutto fisico, invece è davvero molto intelligente, solare, frizzante, pieno di vita, con un bellissimo sorriso, bello e con un fisico mozzafiato! Aiuto!
    -5
    Rispondi a Viola Commenta l’articolo

    • Avatar di barbara

      barbara 3 giorni fa (15 agosto 2017 23:01)

      Cara Viola, mi dispiace molto per la situazione che stai vivendo con questo ragazzo. Dici di essere giovane e io mi permetto di dirti come la penso perchè invece io sono un pò piu' grande... comunque capitano anche alle donne piu' grandi situazioni simili ed è ancora piu' triste credo... Purtroppo questo ragazzo, secondo me, sfrutta il sentimento che tu hai per lui per riempire dei vuoti suoi... gli manca qualcosa e viene da te per .. . diciamo così... non pensarci, per non sentire quel suo "malessere" almeno per un pò... Però per te non prova un sentimento abbastanza coinvolgente da fargli decidere di mettersi con te, di fare coppia. L'altra (o altre) ragazze che sono state con lui non hanno proprio niente piu' di te fidati, magari hanno solo messo dei paletti che non hai messo tu, ma a quanto pare neanche con loro sono andate bene le cose altrimenti non sarebbe venuto con te mentre era fidanzato e non avresti scritto di periodi che è single, periodi no, ecc... ti pare? E' facile per un uomo essere dolce sotto le lenzuola o comunque in situazioni intime .. ma, come hai scritto tu, lui ti ha detto che voleva solo divertirsi mi sembra! quindi? Lo conferma anche il fatto che non si fa piu' sentire... Lo so che è difficilissimo soprattutto quando uno è così affascinante, ma cerca di non lasciarti ammaliare... guarda se fa, o ha fatto cose concrete per te! Ne ha fatte? oppure è riuscito solamente ad essere dolce in certi momenti intimi? Un pò pochino direi... Una donna DEVE volere di piu'!!! L'ultima parola che hai scritto è 'aiuto'.... spero di averti aiutata un pò! Barbara
      0
      Rispondi a barbara Commenta l’articolo

    • Avatar di Valentina

      Valentina 2 giorni fa (16 agosto 2017 9:07)

      @Viola. Partiamo dal fatto che dalle tue righe si evince che è un tipaccio che prende le relazioni molto alla leggera. È fidanzato e intanto ci prova con te? Ha brevissime relazioni che forse sono serie per la compagna di turno, non certo per lui. E pensi che sia lui quello che si fa ammaliare? Io dico che queste ragazze non hanno nulla più di te, anzi in comune avete moltissimo: siete credulone. Lui probabilmente le intorta con dolci promesse, come è dolce con te nei momenti di intimità in cui tu ti senti così legata a lui. Ma lo sai che ci sono uomini che abusano della frase TI AMO pur di avere un pò di sesso dalla malcapitata di turno? Bisogna riconoscergli che ha avuto la schiettezza di dirti sempre che non vuole nulla di serio e in questo mi sembra coerente. Ma il suo comportamento con te è quello di uno che sa che da quel bacino potrà sempre attingere, che le porte (e non solo) saranno sempre aperte! Tu dici che siete molto legati. Ma da che? Da quell'ora di intimità che ti concede tra una sfortunata "fidanzata" e l'altra? Lascia anche perdere il fatto che uno che ti dice che non vuole nulla di serio e poi si fidanza come dici tu, e sparisce per 6 mesi, andrebbe preso a calci, ma fatti una domanda: al di là della pura attrazione, e del fatto che ti fa sentire prima piena di emozioni e poi svuotata, manco fossi un otre, vorresti davvero una relazione con lui? Uno che sai che entra ed esce dagli obblighi che una relazione seria dà come gli pare e piace? Fatti un favore e datti il valore che meriti, perché se perseveri su questa via, scusami, ma lui ha tutte le ragioni di approfittarne senza nulla doverti in cambio. Auguri.
      0
      Rispondi a Valentina Commenta l’articolo

    • Avatar di Elena

      Elena 2 giorni fa (16 agosto 2017 15:30)

      Ciao Viola....riporto una frase di un libro molto carino che ho appena finito di leggere per cercare di risponderti «Sì, ci sono molte altre componenti, come per esempio la fiducia, la capacità di condividere e di essere ottimi amici. Il vero amore significa libertà e crescita, e non senso di possesso e restrizioni; vuol dire pace e non agitazione, sicurezza invece di paura, è comprensione, lealtà, incoraggiamento, impegno, sintonia e rispetto... quest’ultimo elemento è molto importante per te, perché se non vieni trattata con il giusto rispetto, finisci per soffrire, oppressa da un dolore profondo, sconvolgente, distruttivo e in grado di sfibrarti, che non fa assolutamente parte della bellezza caratteristica del vero amore.» Non só se possa centrare qualcosa con quello di cui stiamo parlando ma il rispetto in primis e l'amore che non abbiamo per noi stesse come possiamo aspettarcelo da un altra persona? Io sono più o meno nella tua situazione a parte che forse sono riuscita a recuperare in tempo un briciolo di amor proprio e a chiudere, ma come tè Viola non era di certo quello che volevo ma quel minimo di rispetto di cui sopra non c'era più e non c'è mai stato ne da parte sua ne molto probabilmente da parte mia nei confronti di mè stessa. Se è stata dura per mè dopo soli 7 mesi capire che mi ero fatta i miei film e che dopo 2 settimane lui non abbia avuto il benché minimo ripensamento e come mi ha detto una cara amica....è difficile da accettare ma lui è felice anche senza di tè. E allora non vorresti stare con una persona che vuole stare con tè con tutta sè stessa anzichè rincorrere questo soggetto? "Ogni volta che succede spero che lui cambi idea, perché se ha già avuto un'altra ragazza recentemente potrebbe volerne un'altra (me) o no?" Saresti davvero disposta a buttare via altro tempo della tua vita e gioventù aspettando letteralmente che lui si decida? Cosa che sai anche tu che molto probabilmente non succederà mai. "Cos'ha lei più di me che è riuscita ad ammaliarlo così?" A questo non só risponderti anzi come mi ha detto sempre la mia cara amica....magari non ha nulla più di tè, non è più bella o più simpatica o ci sà fare più di tè...semplicemente è LA NOVITÀ! La verità fá un male cane ma prima ci entra in testa prima smettiamo di farci viaggi mentali che sono solo ed esclusivamente nostri. "Poi fosse brutto e con un brutto fisico, invece è davvero molto intelligente, solare, frizzante, pieno di vita, con un bellissimo sorriso, bello e con un fisico mozzafiato!" Allora poi se era brutto con un pessimo carattere e non ci sapeva fare non eravamo poi qui a discuterne, il fascino fisico e mentale fà sempre parte del pacchetto stronzo/narciso. Ti auguro di prendere in mano la tua vita e di imparare a volerti bene per davvero perché a quel punto persone del genere diventeranno letteralmente invisibili ai tuoi occhi.....non è immediato ma un passo dopo l'altro possiamo farcela tutte.... In bocca al lupo! Un abbraccio!
      0
      Rispondi a Elena Commenta l’articolo